Il sacrificio del vescovo Rahho

Oggi in Iraq è stato ritrovato il cadavere di monsignor Paulos Faraj Rahho, arcivescovo di Mossul dei Caldei, rapito il 29 febbraio. Lo ha riferito monsignor Shlemon Warduni, vescovo ausiliare di Babilonia dei Caldei. «Lo abbiamo ritrovato privo di vita nei dintorni di Mossul, i rapitori lo avevano sepolto» ha affermato il presule citato dall’agenzia Sir. Faccio autocritica per non aver dedicato qualche post al sacrificio di quest’uomo. Fino a quando dovrà continuare questa situazione scatenata dalla maledetta guerra in Irak? Ricordo ancora con commozione la determinazione con cui il vecchio Papa Giovanni Paolo II, già malato, urlò implorando dalla finestra del suo studio che non si iniziasse questo conflitto.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

92 risposte a Il sacrificio del vescovo Rahho

  1. Francesco Ursino scrive:

    Possa il Signore avere pietà di quei balordi che ne sono stati gli artefici e possa egli riposare in pace.

    “Ringraziamo” chi ha provveduto con il suo gesto a “regalare” alla Chiesa un altro martire, confermandone in questo modo ancora una volta la sua anima apostolico-missionaria.

    Per non dare luogo ad inutili equivoci, ho messo le parole volutamente tra virgolette.

    Quando ci si sveglierà dal sonno del buon senso e ci si renderà conto una volta per tutte che conflitti del genere sono inutili? Che si spezzano vite e memorie di paesi in nome del Nulla? Quando?

    Cordialmente, Francesco

  2. Alessia scrive:

    Di quanti altri martiri, noti o sconosciuti, ci sarà ancora bisogno? E perchè tanta indifferenza?

  3. Marco scrive:

    Vi mando come pecore fra i lupi…

  4. Alberto - Udine scrive:

    Apprendo in questo momento la notizia e ne sono sconvolto.
    La antichissima CHIESA CALDEO-BABILONESE ha un nuovo martire.
    Quella Terra culla delle civiltà occidentale non avrà pace fino a quando persisterà il conflitto tra gli americani e la barbarie fondamentalista mussulmana.
    Bush si sta rendendo complice di massacri mostruosi. Per colpa degli amerikani…. i cristiani stanno venendo decimati dalla canaglia mussulmana che li uccide perchè considerati simbolo del mondo occidentale.

    Tutti i vescovi caldei e il papa avevano avvertito di questo pericolo ma non sono stati ascoltati…..

  5. Marco scrive:

    “i cristiani stanno venendo decimati dalla canaglia mussulmana che li uccide perchè considerati simbolo del mondo occidentale”

    piano a tirare il sasso… potrebbero essere lupi o… volpi in pelle di lupo… chi ha orecchi per intendere intenda…

  6. Alberto - Udine scrive:

    Si il concetto è abbastanza chiaro…..:-)

    sorry

  7. Luigi Morettini scrive:

    No capisco il nesso diretto guerra in IraK = assassinio dei non musulmani. Non mi pare che durante le tantissime guerre che hanno insanguinato il mondo intero si sia mai verificata una mattanza simile di religiosi. E’ soltanto il vigliacco fanatismo musulmano che sospinge i terroristi ad assassinare i più inerti: religiosi, studenti, persone al mercato, bambini.Eppure i soldati sono molto più riconoscibili. Non mi pare di ricordare che altri paesi “invasi” abbiano preso a sterminare i religiosi di fede contraria.

  8. peccatore scrive:

    Santa Maria, prega per lui, nell’ora della sua morte.
    L’eterno riposo dona a lui o Signore…
    Splenda per lui la luce perpetua e riposi in pace.
    Angelo di Dio che sei custode di chiunque per la fede rischia persino la vita, illuminalo, custodiscilo, reggilo e governalo, perchè ti fu affidato dalla pietà celeste.
    Padre, venga presto il tuo regno!
    Perdonaci per i nostri peccati, come noi perdoniamo chi ha peccato contro di noi.
    Non abbandonarci nella tentazione, ma liberaci dal male.
    AMEN

  9. yochanan scrive:

    Allora Yeshua, rispondendo, disse: “Io vi dico in verità che non c’è nessuno che abbia lasciato casa, fratelli, sorelle, padre, madre, moglie o figli o poderi per amor mio e dell’evangelo, che non riceva il centuplo ora, in questo tempo, in case, fratelli, sorelle, madre, figli e poderi, INSIEME A PERSECUZIONI e, nel secolo a venire, la vita eterna.
    Ricordatevi della parola che vi ho detto: “Il servo non è più grande del suo padrone”. Se hanno perseguitato Me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la Mia parola, osserveranno anche la vostra.

    E’ una legge spirituale. Bush non c’entra niente. I seguaci di Yeshua sono perseguitati ovunque solo per il fatto di esserlo.
    Sha’ul scrive a Timoteo:
    “Infatti TUTTI QUELLI che vogliono vivere piamente nel Messia Yeshua saranno perseguitati, ma i malvagi e gli imbroglioni andranno di male in peggio, seducendo ed essendo sedotti. Tu però persevera nelle cose che hai imparato e nelle quali sei stato confermato, sapendo da chi le hai imparate e che sin da bambino hai conosciuto le SANTE SCRITTURE che ti possono rendere saggio per essere salvato per mezzo della fede che è nel Messia Yeshua.

    Se voi non siete mai stati perseguitati, vuol dire che non siete di Yeshua, non gli appartenete e quindi non siete sulla via della salvezza.

    Shalom

  10. Antonio Peschechera scrive:

    I morti si piangono sempre; non è un modo di dire: insieme a loro se ne và parte della storia, e in questo caso è la storia del popolo iracheno ad offuscarsi insieme al dolore della sua gente. Penso a quando Sant’Ambrogio ritrovò martirizzati e già sepolti i suoi due amici diaconi Gervaso e Protaso. Preghiamo per questo Vescovo che il Signore lo accolga nella gloria dei suoi Santi e la Vergine Maria lo abbracci come un figlio.

  11. Giulio scrive:

    Ricordo perfettamente quando Woityla visitò Madrid nel 2003, io ero lì. C’era grande timore per ciò che avrebbe detto, dato che pochi girni prima aveva avvisato: “Chi appoggia la guerra dovrà fare i conti con Dio e con la storia”. E pochi giorni prima Aznar aveva appoggiato senza mezzi termini l’invasione dell’Irak. In quei due giorni di visita il Papa non toccò il tema, solo durante l’omelia della messa si sentì un timido: “Preghiamo per la pace..”, chi si aspettava una scomunica o comunque una bella strigliata tirò un sospiro di sollievo.. Quindi caro Tornielli, non crede che Woityla avrebbe potuto usare più influenza sui ‘tre delle Azzorre’, Bush, Blair e Aznar, tra l’altro dichiaratamente e profondamente cristiani?

  12. Pepito Sbezzeguti scrive:

    “Bush, Blair e Aznar, tra l’altro dichiaratamente e profondamente cristiani”

    Sorbole, questa merita la nominescion per il “succhiello d’oro 2008″, ambitissimo premio per aspiranti alla terza narice !

  13. Francesco Ursino scrive:

    Lei è un perseguitato Yochanan?

  14. Pepito Sbezzeguti scrive:

    A proposito di irak, iran… e dintorni, se l’ospite permette vi segnalo questo articolo, fresco fresco:

    http://www.effedieffe.com/content/view/2461/167/

  15. roberto scrive:

    Gesù

  16. Luisa scrive:

    E chi ha parlato di Mons. Rahho durante la sua prigionia? I giornali? No !
    Solo il Papa ha lanciato appelli ,lo ha ricordato.
    Quando un giornalista è rapito, giorno dopo giorno i giornali,le televisioni ne parlano, tutti si muovono e quando è liberato ritorna come un eroe.
    Mons.Rahho era solo un arcivescovo, per di più non italiano, non fa notizia.

  17. adele scrive:

    per pepito: succhiello d’oro? conosco un bolognese che parla come lei, ed è anche teologo. Magari siete la stessa persona….ecco perchè non risponde alle mie mails, passa il tempo sui blog.

  18. natan scrive:

    Perchè ci meravigliamo della morte del vescovo iracheno?
    Oggi, come ieri la Chiesa sarà salvata dal sangue di”coloro che hanno lavato leloro vesti con il sangue dell’Agnello”.
    I primi cristiani consideravano i martiri i veri testimoni della fede perchè non solo con la vita ma anche con il sangue erano associati alla passione di Cristo.
    Il disastro di oggi è che il povero vescovo è stato così poco ricordato. Contrariamente con quanto è successo con altri ostaggi. E’ vero perchè parlare dei cristiani che vengono torturati, uccisi, relegati.Eppure basta poco che se un fratello musulmano viene messo alla porta ci si dedica tanto tanto spazio. il povero Cocuzza gli dedica magari un pomeriggio. Se poi il musulmano è un bell’uomo magari lo si prende nelle sfilate di moda, lo si mette nei cartelloni pubblicitari. Insomma si dimostra che anche per loro cìè spazio nella nostra società. Per chi come i cristiani continuano a vivere nella povertà evangelica e nella testimonianza silenziosa non c’è posto.lp

  19. Raffaele Savigni scrive:

    Ecco chi paga veramente di persona,con la vita, stando sul campo: diversamente da certi giornalisti ed intellettuali che, ben protetti dalla scorta, stanno in Occidente a tuonare contro l’Islam e il Corano…

  20. Giulio scrive:

    Caro Don Pepito, la prego voglia scusare la mia poca scioltezza e tanta pigrizia nello scrivere, dovrebbe leggersi “dichiaratesi profondamente cristiani”. Mi sembra un’ottima idea ricevere il citato premio, sarei molto lusingato al metterlo in bella mostra su una parete di casa mia. Altresì la inviterei a commentare la sostanza delle mie osservazioni, credo sia piú interessante per tutti. Grazie

  21. Lucius scrive:

    Non era la “maledetta guerra” che ha ucciso l’arcivescovo anzi questi vigliacchi terroristi l’hanno ammazzato questi che minacciano tutto tutto l’Ovest e che odiano cristiani. Non praevalebunt.

  22. Pipìta Del Monte scrive:

    Nobilissimo signor GIULIO (Del casato dei Della Polvere,se non erro),

    perdoni se mi intrometto nella Sua diatriba con l’amico Pepito Sbezzeguti.

    Ella ci invita a rivedere e ponderare la sostanza delle Sue osservazioni.

    Io ci ho provato, ma alquanto disorientata dalle Sue parole, ho dovuto ricorrere all’aiuto del mio amico prof.Eleuterio De Pilisovinis, mio dirimpettaio di maniero.

    Questi ha sottoposto tutte le Sue osservazioni ad alquanta analisi, così concludendo:

    “Le osservazioni del detto Giulio, da me girate e rigirate, scomposte e ricomposte, lette,rilette ,annusate e riannusate, risultano inequivocabilmente appartenere alla sublime casistica dell’aria fritta in olio di arachidi”.

    Non ce ne voglia se non approfondiamo oltre.

    Prego alquanto per Monsignor Rahho e per la Chiesa de’ Martiri.

  23. Luisa scrive:

    Vi invito a leggere l`articolo di Renato Farina su Libero ,lo potete abche consultare sul sito di Raffaella

    http://paparatzinger-blograffaella.blogspot.com/

    
Ucciso il vescovo Ditelo a D’Alema 

di RENATO FARINA


    Mi sento di ringraziare Farina per le sue parole che dovrebbero far riflettere noi tutti e non solo le autorità politiche .

  24. aldo scrive:

    In Terra il Martirio in CIELO la GLORIA. Il Suo esempio sia monito a Tanti Nostri “odierni” sacerdoti.

  25. Gianni B. scrive:

    Secondo me nel blog segnalato da Luisa si annida un dialer, un programmino che collega automaticamente il modem ad una numerazione super costosa tipo 899, ecc. Il mio computer lo ha riconosciuto. Attenzione a quelli che si collegano via modem.

  26. Luigi scrive:

    Caro Gianni B.

    di ca..ate ne lasci a pacchi, ma questa sul dialer le supera tutte!

    Continua così, facce ride!

  27. Francesco Ursino scrive:

    Caro Luigi,

    stavolta ha ragione Gianni B. Ho aperto la pagina del suddetto blog e il mio antivirus ha bloccato un dialer cavallo di troia…

    Cordialmente

  28. Luisa scrive:

    Beh Gianni B questa volta proprio lei ci prende per degli imbecilli!
    :) ;) :D

  29. Cristiana scrive:

    No, Gianni ha ragione, potrebbe davvero esserci qualcosa che non va, collegandomi allo stesso sito il mio sistema ha rilevato un malware, chi non ha un buon antivirus o un firewall forse è meglio cerchi di leggere l’articolo altrove.
    Mannaggia Luisa, che ci combini? ;)

  30. Luisa scrive:

    Mi scuso presso Gianni, la sua informazione sembra esatta. Raffaella ha levato il contatore, sarà stato quello? Qualcuno può verificare ?
    Io sono una nullità ,non capisco niente, ma c`è chi può dirci che cosa si deve fare? Grazie!

  31. Luisa scrive:

    Comunque io mi collego senza problemi al sito di Raffaella.
    Gianni B può spiegarmi in che cosa consiste il dialer e come eliminarlo?
    Grazie!

  32. Luigi scrive:

    Gentili frequentori di questo blog,

    non c’è nessun dialer sul sito http://paparatzinger-blograffaella.blogspot.com/

    vi accedo spesso via modem senza alcun problema

    Se poi i vostri magnifici sistemi informatici e progressivi rilevano come dialer/malware/cavallo di troia un banale contatore non so cosa farci!

  33. Alessia scrive:

    Io pure mi collego e da 1 anno. Senza alcun problema.

  34. Raffaella scrive:

    Cari amici,
    vorrei ringraziare tutti per la segnalazione del problema sul mio blog. Chiedo scusa ad Andrea Tornielli per avere approfittato di questo spazio. E’ la prima volta che mi viene segnalato un problema. Posso chiedervi a chi ha il rimando alla numerazione a pagamento di riprovare per verificare se il problema sussiste?
    Vorrei approfondire l’accaduto e, se possibile, rimediare.
    Ringrazio tutti per la cortesia e mi scuso ancora con il dottor Tornielli.
    Saluti
    Raffaella

  35. Gianni B. scrive:

    @Luisa
    Il dialer è un programmino che collega il tuo modem ad una numerazione supercostosa, te ne accorgi perchè in piena navigazione il modem si stacca da solo e si ricollega con i soliti caratteristici rumori, fischi, ecc..

    Per eliminarlo installa Spybot:
    http://www.download.com/Spybot-Search-Destroy/3000-8022_4-10122137.html
    E’ molto facile, clicchi su “download now” e poi su “install”. Ciò ti crea un icona nel tuo computer.
    Al che clicchi l’icona e parte Spybot, cerca “language” e trovi anche l’italiano. Al che clicchi su “avvia scansione” e alla fine (20 minuti) su “correggi problemi selezionati”… il dialer è fottuto :)

    Ti consiglio anche di installare AD AWARE
    http://www.download.com/Ad-Aware-2007/3000-8022_4-10045910.html
    Stesse modalità, lo scarichi, lo installi e lo lanci con la icona sul tuo computer. Poi clicchi “scan” e “full scan”, al termine ti si presenta una schermata con i risultati: tu spunti le caselline bianche (vuol dire che selezioni le cose da cancellare) e poi clicchi su “delete”.

    Ogni settimana scarichi gli aggiornamenti dei due programmi e sei a posto :)

  36. Gianni B. scrive:

    @Luisa
    Ti ho risposto ma il mio post è in attesa di moderazione, forse perchè ci sono vari link, abbi pazienza.

  37. Giulio scrive:

    Gentile Doña Pipita, vedo che già per 2 volte cerca di distrarre la questione con metodi alquanto infantili, se è in disaccordo con me argomenti le sue idee, solo così potrò risponderle, altrimenti sarà costretta a parlare da sola.

  38. Luisa scrive:

    Ho segnalato il problema a Raffaella. Ho fatto da parte mia una piccola inchiesta…come me nessuno dei visitatori del blog da me chiamati ha avuto o ha problemi. Tutto è normale.
    Per chi ha problemi, la causa probabile è il contatore, Raffaella se ne sta occupando.
    Comunque grazie per la segnalazione !

  39. Luisa scrive:

    Il mesaggio di Raffaella è in attesa di moderazione, vi dico già che l`ipotesi del contatore si verifica essere valida, il problema è segnalato ma solo a chi si connette con i modem vecchi (quelli che occupano la linea telefonica e vanno lenti). Rimuovendo il contatore dovrebbe essere tutto a posto, comunque Raffaella continua le sue ricerche e vi ringrazia!

  40. Marcello scrive:

    E’ incredibile il distorcimento della realtà di certe affermazioni. Gli islamici massacrano i cristiani compresi i vescovi e invece di aprire gli occhi sull’islam, che è per sua natura violento e prevaricatore nonchè totalitario, si condanna chi in Occidente “tuona contro l’islam e il corano”. Magari chi fa così è realista e teme per la nostra civiltà, magari non ha gli occhi foderati di politicamente corretto e di una visione ideologica della realtà per cui se i fatti non gli danno ragione tanto peggio per i fatti.
    Biosogna fare attenzione a chi ci stiamo mettendo in casa permettendogli di compiere una vera e propria invasione con la complicità interessata e ideologica degli amanti del “dialogo e della tolleranza” a cui tanti per ingenuità danno ascolto.
    Il buon vescovo è stato ucciso dai violenti che anche nei nostri Paesi trovano accoglienza, i loro capi e ideologi vengono idolatrati dagli intellettali e invitati nelle università che invece negano al Papa il diritto di poter parlare.

  41. annarita scrive:

    Caro Marcello, per me gli occhi li hanno ben aperti, ma per distruggere l’odiata Chiesa sopportano tutto, altrimenti come ti spieghi che fanno entrare in Europa soprattutto extracomunitari di religione islamica, e pochi di religione cattolica? Avrò una fissa, ma secondo me fa tutto parte di una politica anticattolica. Cosa vuoi pretendere da una combricola di briganti, che si stracciano le vesti se uno si dice fascista (ieri a porta a porta)e poi stendono tappeti ai politici dal pugno chiuso, come se il Comunismo non avesse fatto altrettanto male, se non peggio. Si usano due pesi e due misure a seconda del tuo credo: i cattolici sono l’agnello sacrificale di questa società moderna senza Dio. Buona settimana santa a tutti, che il buon Dio ci aiuti a portare le croci che ci sono destinate, sempre con davanti la speranza viva di poter godere di Lui in eterno.

  42. Francesco Ursino scrive:

    Grazie Annarita,
    buona settimana santa anche a te :P

  43. Pipìta Del Monte scrive:

    Gentile senor GIULIO (Dei Delflamenco,suppongo),

    le questioni che Ella pone sono talmente olezzanti e vacue che è per me mestieri usar alquanto sventolio di ventagli per distrarle.

    Non si dia la pena di rispondermi: suppongo sia molto difficile quando dagli orifizi facciali, e corporali in genere, esce alquanta aria, come nel Suo caso.

    Amabili saluti.

  44. Raffaele Savigni scrive:

    Sono stato lo scorso anno a Iskenderun (in Turchia), dove è sorto un Centro per il dialogo cristiano-islamico dedicato a don Santoro: la sorella di questo martire non ha parole di odio ma di amore, anche per i musulmani, pur ammettendo che le difficoltà sono molte. Ed i musulmani non sono tutti violenti, tant’è vero che Fouad Allam è stato invitato a scrivere sull’”Osservatore romano”.
    Non sono affatto un “irenico” ingenuo: so bene che non è facile dialogare con molti musulmani. Ma credo di avere il diritto di pensarla diversamente dal senatore Pera o da Magdi Allam, e anche di dire che chi, come Ciarrapicio, si dichiara apertamente fascista mi fa schifo e credo che non dovrebbe essere candidato al Parlamento.

  45. Gianni B. scrive:

    @Luigi
    Non è mio costume, ma viste le Sue squallide offese gratuite a me rivolte, il prossimo bimestre Le auguro proprio di ricevere una bella bolletta a 3 zeri!!

  46. Gianni B. scrive:

    @Luisa
    Dimenticavo, per sicurezza cancella anche i file temporanei di Internet, non si sa mai: se ci riesci trova anche gli eventuali file .exe installati recentemente e cancellali, con la funzione “cerca” e poi “file e cartelle” di Windows (menù start) non è difficile, digiti .exe nel campo di ricerca e poi restringi la ricerca dei files all’ultima settimana.

  47. Luisa scrive:

    Gianni, rientro solo adesso …grazie per le tue indicazioni e per il tuo avvertimento che è stato molto utile a Raffaella!

    Tutt`altro argomento e premettendo che non sono nè fascista né comunista…Raffaele potrebbe dirmi se un comunista dichiarato le fa altrettanto schifo di un fascista?

    Rifuggo in generale dagli ismi, dagli estremismi, cappelle o meglio bunker senza finestre aperte, soffoco molto rapidamente. Ma non si puo negare che l`Occidente( non oso nemmeno dire cristiano) si sta inginicchiando davanti ai musulmani, alla loro religione.
    Al salone del libro di Parigi i musulmani hanno chiamato al boicotto a causa della presenza di autori israeliani come a Torino.
    Vorrei vedere se un`autorità ebrea o cristiana avesse fatto la stessa cosa ma contro degli autori musulmani…..apriti cielo…scandalo assicurato!
    È di oggi la notizia che in Germania la religione musulmana sarà insegnata nella scuola pubblica. Nelle piscine ci sono degli orari dove le donne musulmane possono nuotare tranquille, nelle scuole l`ora di ginnastica e lo sport sono anche loro condizionati da imperativi religiosi che si impongono sempre più .
    Siamo sempre più noi ad adattarci, le moschee finanziate dal re di Arabia Saudita spuntano dappertutto, i mollah vengono mandati dall`estero,spesso non parlano la lingua del luogo, il venerdì i bambini sono indottrinati contro l`occidente e i suoi valori…a dir il vero piuttosto contro la caduta dei valori…insomma un`invasione che tanto pacifica non è sul lungo termine, la curba demografica sta risalendo grazie alle famiglie musulmane…per non parlare della poligamia, sulla quale le nostre autorità tacciono ma che è una realtà ben presente,anche in Italia.
    A quando una campagna in favore della poligamia?
    Non temo la religione musulmana, anzi la rispetto, ma penso che essa porti in se il germe del peggior estremismo violento, che segue alla lettera certe Sura del Corano che non riservano a noi cristiani ,infedeli, una sorte invidiabile!

  48. Paola scrive:

    Tutto vero quello che dite, però nella nostra vita quotidiana cosa si può fare? Posso permettermi un suggerimento? Imparare a conoscere i musulmani, diventare loro amici e poi parlare di Gesù. Non è impossibile. Ovvio ci vuole una chiamata, a volte si rischia, ma ho assistito a meravigliose conversioni. Cristo è venuto anche per loro. Ricordatevi che per un vero musulmano, ossia che segue il corano, e non soltanto di cultura islamica, cristiani e ebrei sono la “gente del libro”. Parafraso il corano: quando non avete risposte rivolgetevi e chiedete alla gente del libro. Quindi per prima cosa occorre conoscere bene il libro, ossia la Bibbia, poi avere quell’autorità che viene unicamente da Gesù. Nel corano l’unico ad essere definito il puro, ossia senza peccato è Gesù. Alla domanda: chi non pecca mai? Rispondono: Dio. Maometto, il profeta ha peccato diverse volte. Questo è soltanto un piccolissimo esempio di quello che si può dire. Quando si conosce, ognuno si crea la propria apologetica. Occorre essere, secondo il mio parere, chiari nelle proprie posizioni, non permettere loro di imporci nulla, ma amare le anime con passione. Chi di voi abita a Torino ed ha assistito all’evangelizzazione di Porta Palazzo? Grande, grande esempio cristiano evangelico.

  49. Leonardo scrive:

    Pipita, bolsa e monotona. Faccia uno sforzo, innovi, s’industri … oppure torni a parlare come mamma le ha insegnato

  50. bruno frusca scrive:

    A proposito di ISLAM: andiamo a rileggere le pagine di Oriana Fallaci! A distanza di pochissimi anni, come con il mito della povera Cassandra, ci troviamo ora a riconoscere che il suo non era ” Isterico livore ” ma acuta capacità di analisi, ciò che manca a tutti i più importanti politici dell’Europa.
    A questo proposito rileggiamoci, sempre dagli scritti della Fallaci, gli accordi con gli immigrati mussulmani in Europa, patteggiati conigliescamente e canagliescamente dall’ allora presidente della Commissione Europea… il nostro PRODE eroe!!!

    A confronto di quegli accordi il Natale senza il bambinello o le feste di cappuccetto rosso!!!! sono delle sciocchezze allestite da piccole maestrucole ignoranti i cui insegnanti si sono laureati nel ” sessantotto ” con il 18 politico.

  51. Pipìta Del Monte scrive:

    Caro Leonardo (De’ Nondavinci ,suppongo),

    bolso è colui che, come Lei, si empie di fumo e fa la fine della rana del caro amico Fedro.

    Ella sa che l’innovazione non è il mio forte, essendo alquanto tradizionalista e legata alle tradizioni avite che, volendo, potrei elencarLe se disponessi di almeno cento blog come questo.

    Quanto al linguaggio…sa io mi affido al vocabolario della Crusca, ma sono alquanto convinta che della buona crusca (con lettera minuscola) farebbe bene anche a Lei sia per i suoi pasti sia per i cataplasmi tiepidi che farebbe mestieri Ella applicasse sulla sua enfia epa.

    Doviziosi saluti.

  52. Luisa scrive:

    Pipita del Monte e Leonardo, secondo me c`è posto per tutti e due, stili diversi ma eguale abiltà a “giocare” con la lingua italiana, e siccome io ho tendenza ad ammirare chi sa fare cose che io non so fare,e ancor più chi con eleganza padroneggia la lingua italiana, così cara al mio cuore , lingua che ho vilmente abbandonata e tradita per un altro idioma, leggo sempre con un piacere malcelato i post di Pipita, anzi li assaporo,come le analisi avvisate dei suoi consiglieri !
    Penso che il suo stile sia inconfondibile, “à nul autre pareil”, almeno lo è per me ,forse per altri non lo é!
    Non so se Leonardo è lo stesso Leonardo del blog di Accattoli, il suo stile è assolutamente personale, pure lui inconfondibile anche se in modo diverso, lo ammiro nella stessa maniera, direi anche che mi impressiona …..Pipita mi diverte…anche se dice cose serie ,senza troppo prendersi sul serio, anche se mi sembra che sia quello che Leonardo le rimprovera…mah!

    A me piacciono tutti e due !

  53. Francesco B. scrive:

    peccato che il tale Pipita si dedichi solo a prendere il giro il prossimo senza apportare mai niente di sensato…

  54. Pepito Sbezzeguti scrive:

    Per Giulio (March 13th, 2008 at 11:48 pm)

    se la frase è “dichiaratesi profondamente cristiani” e NON “dichiaratamente e profondamente cristiani” è chiaro che cambia tutto ! In tal caso, egregio Giulio, il succhiello d’oro va recapitato ai tre bagonghi da lei citati. Peraltro a questi figuri potrebbe servire per la quarta o quinta narice, essendo la terza (e magari la quarta) già installata da un pezzo !

    Cordiali saluti

    p.s.: per Luisa (March 14th, 2008 at 8:25 am) “Ucciso il vescovo Ditelo a D’Alema 

di RENATO FARINA”… per quanto ne sappiamo si potrebbere dire: “Ucciso il vescovo ditelo a Renato Farina (alias l’agente Betulla) e a tutti i cristianisti come loro”… prima di parlare di assalto all’Ovest e amenità simili sarebbe più prudente aspettare… non son mica solo i mussulamni che odiano i cristiani (e ancor più Gesù Cristo) a morte… (per non parlare della Madre del Signore e Madre nostra)… a buon intenditor poche parole…

  55. Gianpaolo1951 scrive:

    @ Raffaele Savigni

    «… Ma credo di avere il diritto di pensarla diversamente dal senatore Pera o da Magdi Allam, e anche di dire che chi, come Ciarrapicio, si dichiara apertamente fascista mi fa schifo e credo che non dovrebbe essere candidato al Parlamento.»

    Caro professor Savigni, e cosa dice di quelli che si dichiarano apertamente comunisti?!?

  56. Marco scrive:

    Visto che l’argomento di questo post si inserisce nel contesto della guerra all’Irak mi permetto di segnalare questo link (è in inglese !)

    http://commentisfree.guardian.co.uk/joseph_stiglitz/2008/03/war_costs_and_costs_and_costs.html

  57. Marco scrive:

    Scusate, ma ho appena trovato un altro pezzullo sulla guerra all’Irak (o meglio, sui suoi effetti…):

    http://www.effedieffe.com/content/view/2490/171/

  58. Francesco G scrive:

    Oggi in tv ho sentito un’intervista a una famiglia cristiana irachena fuggita in Italia, la “madre Italia” l’hanno chiamata. Noi siamo così preoccupati di accogliere tutti gli sventurati del mondo, specialmente se musulmani, perché siamo animati da fraterni sentimenti, ma questi, che temono di essere uccisi (come tutti i Cristiani iracheni), non sono stati degnati né di cure, né di aiuti, né di attenzioni. Una bella figura davvero. In compenso il pomeriggio del 13 mi stavo spostando in auto tra una visita e l’altra, ascoltando Radio Vaticana (fa ottima musica e ottimi servizi), quando la trasmissione si è interrotta per una notizia flash (sicuramente a proposito del povero prelato) e per la prima volta in vita mia (romano “de Roma” a Roma, dove il segnale di Radio Vaticana è forte e chiaro) ho assistito stupefatto a svariati minuti di “blackout” radiofonico, terminato solo alle ultime parole di commiato del cronista.
    In altre parole: perché qualcuno ha impedito la diffusione di una notizia importante? E’ successo solo nel mio quartiere oppure è stato un vero “nero”?
    Anni duri per la Chiesa di Roma. E la persecuzione peggiore (fortunatamente incruenta) la stanno vivendo molti sacerdoti nelle loro parrocchie romane con le nuovissime generazioni educate (si fa per dire) da genitori frettolosi (o nevrotici) nella totale assenza di ideali.

  59. Luigi scrive:

    Grazie Gianni B.

    Ricambio sentitamente gli auguri.

    Continua così!

  60. marina scrive:

    per francesco , posso sapere quali sono gli ideali della chiesa?
    Il rispetto per il prossimo?
    La condivisione dei beni materiali, con i poveri?
    Il rispetto dei bambini ,tutti , non solo dei piccoli embrioni non ancora nati?
    L’appoggio totale alle dittature?
    Il silenzio e la mancata scomunica dei mafiosi?
    Il dono dell’eucarestia ai suddetti, mentre ai divorziati la si nega?
    Il funerale religioso del dittatore Pinochet , mentre invece a welbi è stato negato?
    La scomunica ai politici che approvano le leggi sull’aborto?
    Il silenzio, invece sugli aquadroni della morte in america latina che uccidono con una pallottola in fronte ,bambini che vanno
    dai 5-6 anni ai 14-15 solo perchè per sopravvivere sono costretti a rubare sulle bancarelle il necessario per vivere?
    mi dica francesco quali sono gli ideali della chiesa…

  61. Pepito Sbezzeguti scrive:

    La Chiesa non ha ideali, per quella roba si rivolga alle logge o alle sedi dei partiti (li troverà sugli scaffali di fianco ai “valori”).
    Ciò che la Chiesa ha – SOLO ciò che la Chiesa ha – è Gesù Cristo morto e risorto per la Salvezza di OGNI uomo, è il Suo Preziosissimo Sangue Sangue sparso per la Salvezza di OGNI uomo… persino dei bambocci petulanti come lei… a ciascuno di noi accogliere o rifiutare questa UNICA via di Salvezza (UNICA, non ce ne sono altre !).
    Per finire, è vero che fra le opere di misericordia c’è quella di sopportare le persone moleste (e anche quelle moDeste…), però veda di non esagerare con la solita zuppa progressista-anticlercale-illuminata, anche gli stomaci più robusti sono soggetti ad attacchi di colite se si passa la misura ! Per quest’ultima considerazione, però, chiedo conferma alla nobildonna Pipìta Del Monte, o meglio agli illustrissimi professori di sua conoscenza.

    No Pasaran !

  62. Raffaele Savigni scrive:

    A Pepito: non dimentichi che Gesù Cristo ha anche detto “non giudicate”. E agli apostoli che volevano fulminare i samaritani che non li lasciavano passare per i loro villaggi ha replicato invitandoli a non dire sciocchezze. Inoltre ha detto: “Chi non è contro di me è con me” e “ho altre pecore che non sono di questo ovile”, invitando i discepoli a non ostacolare quelli che compivano guarigioni in suo nome anche se non erano del suo gruppo. L’integralismo cristiano non è conforme al Vangelo.

  63. Gianni B. scrive:

    @Marina
    Non possiamo sempre incolpare la Chiesa di tutti i mali del mondo, mi sembra esagerato; qualcosa di buono c’è, anche tra i cattolici (…a cercare bene).
    Quello che possiamo fare noi laici è vigilare e tenere sempre alta la guardia, perchè in Vaticano la tentazione di tornare ai tempi di Bellarmino non è mai scomparsa!
    W la democrazia e la libertà :)

  64. adele scrive:

    bello il messaggio di Pepito, bello. Ora occorre solo crederci.

  65. Pipìta Del Monte scrive:

    Caro e nobile PEPITO Della Bassa,

    volentieri sottopongo il suo interrogativo al prof.Pasqualardo De Pilisovinis,mio illustre amico,dirimpettaio di maniero e profondo studioso delle aberrazioni umane.

    Circa la situazione del conte Savignani del Rubicone, che parla di un non meglio precisato “integralismo”, il prof.Pasqualardo così si esprime:

    “Quella de’ cattolici adulti est sine ullo dubbio maschera che produce fittizie sembianze a’ quadrupedi raglianti in cerca di biade et crusca.
    Quando essi trovano abbondanza di tale asinini alimenti, dedicansi at alquanto ingurgitamento et a successive esplosioni sfinteriche che spandono grave olezzo nell’aere circostante.
    Quando essi invece non trovano tali alimenti iniziano a scalpitare et eziandio ad assestare calci alla gente tacciandola di imntegralismo.
    Non v’è via di mezzo se non quella di somministrare a tali creature dalle orecchie irsute legumi e foraggi integrali che con la loro fibra possono ,Dio piacendo, lenire i morsi della loro incommensurabile fame et eziandio produrre dei tappi tali da occludere la loro sfinterica et pestifera evacuazione verbale.”.

  66. Francesco Ursino scrive:

    Marina

    In merito ai funerali mancati di Welby da parte della Chiesa le suggerisco di sforzarsi a costo di farsi venire un’emicrania di rispolverare i fondamenti della dottrina cristiana… ammesso che li abbia mai studiati…

    Welby non era credente, ha desiderato di morire fino alla fine e non era nella comunione con Dio… per quale motivo la Chiesa avrebbe dovuto fargli i funerali religiosi? Per soddisfare i radicali e far passare il messaggio che la Chiesa benediceva anche i suicidi volontari? Il suicidio – assistito o meno – è peccato contro lo Spirito e come per la confessione chi è in stato di peccato grave se non si pente non viene assolto, perché Cristo non ti salva se tu non vuoi. Che poi in cuor suo abbia invocato il Signore non lo sapremo mai e il giudizio finale è cmq nelle mani del Signore.

  67. Gianpaolo1951 scrive:

    @ Raffaele Savigni

    «… L’integralismo cristiano non è conforme al Vangelo.»

    Caro professore, Lei non finisce mai di stupirmi!
    E così il signor Pepito Sbezzeguti sarebbe un integralista solo per il fatto di chiamare le cose con il proprio nome o dire pane al pane e vino al vino?!?

  68. Francesco Ursino scrive:

    x Marina

    Risposta ad una domanda di una lettrice, pubblicata dalla rivista Famiglia Cristiana il 21/10/2007.

    “…il funerale religioso negato a Welby continuerà a far discutere. E soprattutto a turbare. Non ci preoccupa il turbamento di coloro che vogliono solo strumentalizzare questo caso, ma quello dei credenti. Alcuni fedeli vedono rimessa in discussione la visione che hanno della Chiesa, nel suo ruolo materno e di conforto, quale annunciatrice della Buona Notizia evangelica. Se dovesse prevalere la logica del funerale religioso quale anticipazione del giudizio di Dio, la nostra presunzione equivarrebbe a una bestemmia. La misericordia di Dio è il nostro rifugio: non si può togliere a nessuno la speranza. E, soprattutto, non vogliamo svuotare il Vangelo della sua carica eversiva. Nelle anticipazioni del giudizio di Dio che ci ha fornito Gesù ci sono molte sorprese: persone considerate dagli uomini come ineccepibili saranno condannate, mentre altre, ritenute indegne della salvezza, saranno invitate ad occupare i primi posti. Ma nessuno strumentalizzi la Chiesa!”.

    X Gianpaolo

    E poi dicono che la verità fa male a noi, che siamo NOI a temerla… :P

  69. marina scrive:

    Per Ursino, era forse nella comunione di DIO , Pinochet??
    Un criminale assassino.

  70. Patrizia C. scrive:

    Leggo in quest’articolo: “Papa Giovanni Paolo II, già malato, urlò implorando dalla finestra del suo studio che non si iniziasse questo conflitto”. Perchè non si racconta tutta la storia, cioè che quando il Papa poi incontrò personalmente i potenti che iniziarono questa terribile guerra -più di 100.000 morti- fece come se niente fosse accaduto?

  71. Francesco Ursino scrive:

    Io ho parlato di Welby non di pinochet…

  72. peccatore scrive:

    Con quanti scrivono e leggono in questo luogo virtuale e si professano sinceramente cristiani, vorrei condividere il senso di disagio che mi provoca constatare che, avendo interlocutori -accordata loro la buona fede- tanto incapaci di capire persino l’abc, forse una qualche responsabilità ce l’abbiamo come educatori-catechisti-evangelizzatori di questi ultimi decenni.

    Intendo dire che se c’è chi crede che la Chiesa propugni “valori”, ossia che la “questione” vada posta in termini di “meriti” e “demeriti” o di “leggi” significa che manca proprio la minima idea dello specifico della Chiesa e del cristianesimo: Gesù Cristo morto e risorto.

    Dunque mi limito a ribadire pochi concetti: Gesù, uomo storico, è Dio. E’ una delle tre persone della Trinità. Il cristianesimo deriva da quella storia, dai FATTI accaduti in Palestina. Dei TESTIMONI di quei fatti sono stati incaricati da Gesù di annunciarlo a tutti. E dopo duemila anni, malgrado i peccati dei singoli, la Chiesa, sposa mistica del Dio fedele, annuncia ciò che misteriosamente attende: il Regno di Dio. Lo annuncia nella carità, ma nella verità di un fatto che è scandalo per i sapienti e i credenti.

    Dicendo e vivendo tale misteriosa, constatabile (a chi non è ottuso) ed efficace PRESENZA, che si ripropone in ogni Eucaristia, prescindendo dai meriti del prete, in forza dello Spirito che agisce in TUTTI, compresi quelli che ci dileggiano e criticano, cerchiamo di obbedire alla VOLONTA’ DEL PADRE, che è Dio di misericordia, ma giusto giudice della vita che verrà.

    Dentro questo quadro il credente prega, umilmente conscio della sproporzione tra se stesso e un Dio che si è umiliato per mostrarci quanto ci ama, morendo per noi, offrendo la propria vita, ma con il potere di riprendersela (Lui, non noi). E da queste preghiere e fede trae la speranza e la carità di servire l’uomo, resistendo alla tentazione e chiedendo perdono quando, non ostante tutto, cade. Quanta intelligenza, realismo e senso ci sia in tutto questo è sconosciuto ad utopisti, moralisti, ipocriti, idolatri e idealisti vari. Ma oggi costoro giudicano la Chiesa. Che forse li ha educati a pensare così. Beh, in ogni caso non è così.

    Buona settimana santa a tutti! Che il Gesù bambino, che ognuno di noi è chiamato a far nascere nel nostro cuore, come la Mamma santissima, ora che muore per noi in croce ci ispiri innanzitutto pentimento e conversione. Allora risorgeremo, se no possiamo continuare a vivere da sepolti. Con dei valori e moralisti, peggio dei peggiori clericali di qualunque religione, idolatri delle leggi e incapaci di ammettere che è Dio e mai l’uomo a salvare. Buona pasqua.

  73. Andrea Tornielli scrive:

    Non è vero, Patrizia C., che il Papa fece come se niente fosse: i leader li incontrò prima, cercando di bloccare la guerra…

  74. Luisa scrive:

    Ritornando al topic di Andrea Tornielli, vorrei solo riportare qui, traducendola, una frase di Régis Debray , che , molto inquieto sulla sorte dei cristiani d`Oriente e il loro esodo silenzioso che passa inosservato, ha dichiarato al giornale “la Croix”:

    ” I cristiani d`Oriente sono l`angolo morto della nostra vsione del mondo .”

  75. Luisa scrive:

    ” I cristiani d`Oriente sono l`angolo morto della nostra visione del mondo “.

  76. Gianpaolo1951 scrive:

    Patrizia C. scrive:

    «“Papa Giovanni Paolo II, già malato, urlò implorando dalla finestra del suo studio che non si iniziasse questo conflitto”. Perchè non si racconta tutta la storia, cioè che quando il Papa poi incontrò personalmente i potenti che iniziarono questa terribile guerra -più di 100.000 morti- fece come se niente fosse accaduto?»

    Ecco l’ennesimo esempio di palese distorsione della verità perpetrato dai soliti “sa tutto…”!
    Vero che Papa Giovanni Paolo II incontrò i potenti della terra, ma c’è un piccolo particolare che cambia completamente le cose, e cioè che l’incontro risale a prima del conflitto!!!
    Cara Patrizia, prima di scrivere certe cose, sarebbe meglio che…!!!

  77. Patrizia C. scrive:

    .. gli incontrò anche dopo e non abbiamo mai sentito una condanna ufficiale. Chi sopprime un embrione è un assassino, chi invece sopprime migliaia di iracheni è… cos’è?

  78. Francesco Ursino scrive:

    No, un’altra miss-lingua-svelta- no… Principessa GINEVRA DE GREGORIO dove sei finita???? :(

  79. don stefano bellunato scrive:

    Non capisco il professor Savigni che tra un:
    “credo di avere il diritto di pensarla diversamente dal senatore Pera o da Magdi Allam, e anche di dire che chi, come Ciarrapicio, si dichiara apertamente fascista mi fa schifo e credo che non dovrebbe essere candidato al Parlamento”
    ed un:
    “L’integralismo cristiano non è conforme al Vangelo”
    ci infila un:
    “…non dimentichi che Gesù Cristo ha anche detto “non giudicate”. E agli apostoli che volevano fulminare i samaritani che non li lasciavano passare per i loro villaggi ha replicato invitandoli a non dire sciocchezze. Inoltre ha detto: “Chi non è contro di me è con me” e “ho altre pecore che non sono di questo ovile”, invitando i discepoli a non ostacolare quelli che compivano guarigioni in suo nome anche se non erano del suo gruppo”
    Insomma, chi non la pensa come lei non può “giudicare”. Lei si.
    Gli “integralisti cristiani“ (chissà poi che roba è) non sono conformi al Vangelo, ma chi pare a lei non sarebbe contro Gesù.
    Mi ricorda quel post nel quale affermò (nel thread sul celibato) che “…Le affermazioni di Messori (che cita Stickler: un canonista, non uno storico) non sono storicamente fondate. La sua bibliografia non è affatto aggiornata. Si legga gli studi di Gryson, cesare Alzati, Fornasari, Gabriella Rossetti…….. Se il Codice di diritto canonico delle Chiese orientali ammette preti sposati, vuiol dire che non è una questione di fede ma di disciplina canonica, in quanto tale modificabile….”
    Insomma Stickler e Messori, non essendo storici come lei non possono esprimere giudizi sul celibato, mentre lei che è storico si può permettere di portare giudizi in… materia canonica?

    Eppoi da quando “aggiornato” significa per forza di cose “storicamente meglio fondato?”

    Mah! Chi ci capisce è bravo, ma di una cosa son sicuro: se lei, Prof. Savigni è esperto di storia e perciò può giudicare quello che le pare, mentre gli altri, Card. Stickler incluso, non posson farlo ogni volta che si sfiora la sua materia, beh, caro Professore, mi permetta di svelarle un mistero. Lei ha ancora tanti passi da fare in una materia almeno: la logica.
    Suggerisco dunque la lettura del Peri Hermeneias, coi commenti di San Tommaso…. No, forse meglio di no. Aristotele e San Tommaso, naah, troppo vecchi ed integralisti. Eppoi mica sono “aggiornati”.

  80. Luisa scrive:

    Francesco, mi dicevo..abbiamo Marina…Patrizia….ma dove è passata Serena ?
    Forse è diventata mamma !
    Se ci legge potrebbe darci sue notizie? ;)

    PS..quanto sono belli i nomi italiani..una musica melodiosa per le mie orecchie!

  81. Alessia scrive:

    Francesco e Luisa
    Sicuri non si tratti di Marina alias Patrizia C.?

    In queste drammatiche ore che vedono il sacrificio dei buddisti tibetani, non posso fare a meno di constatare la visibilità e il sostegno che la loro sacrosanta lotta sta ottenendo in ambito mondiale. In netto contrasto però con l’indifferenza che circonda l’infinita sofferenza dei cristiani iracheni. Discriminati, torturati, uccisi, vittime di un conflitto che non gli appartiene, costretti alla diaspora. In questo senso essi sono veramente “l`angolo morto della nostra visione del mondo “.

  82. Ginevra scrive:

    Su cortese richiesta pervenutami dal caro Conte Francesco degli Ursini, mi sottraggo momentaneamente dalla ricerca della pietra filosofale e delle altre amenità con cui sono solita dilettarmi nelle segrete del mio castello. Noto che in mia assenza si è verificato un certo turn-over tra le folte schiere belligeranti, senza però di fatto mutare la sorte delle battaglie.
    Le scaramucce continue rovinano il filo del discorso ma allenano alquanto le lingue, pare.
    Lieta di ritrovare sempre in gamba la cara Pipita e di leggere un suo nominale gemello, mentre il caro Gianni B. è rimasto solo a combattere dopo che Serena è stata presa, ritengo, da piu’ concreti passatempi.
    Riservandomi ulteriori visite tra un alambicco e una partita al Circolo Singer colgo l’occasione per augurare a tutti una serena settimana santa (in codesto salotto mi pare impresa ardua) ed invio i miei piu’ sentiti auguri anche al padrone di casa, sempre gentile e disponibile con tutti noi ( anche quando non lo meriteremmo)

    au revoir

    Sua Grazia Principessa GdG

  83. Gianni B. scrive:

    Ciao Ginevra come stai? :)

  84. Francesco Ursino scrive:

    YEAH!!! Bentornata :P

    X Luisa

    Se non ricordo male, Serena aveva detto che il bambino arriva a giugno :) .

    X Alessia

    Uhm in effetti si intravvede una certa somiglianza… cmq, fossero anche tremila, la nota “stonata” sarebbe sempre la stessa. :)

  85. marina scrive:

    Cucù…
    marina è marina
    patrizia è un’altra persona
    e serena pure.
    Siamo in 3 adesso.

  86. Pipìta Del Monte scrive:

    Gentilissima principessa GINEVRA, che piacere rileggerLa!

    Questo salotto intristisce- ha ragione -.

    Forse è tempo di chiedere al conte Savignani del Rubicone di farsi presente più spesso: le sue birichine espressioni ci suscitano alquanta ilarità con le favolette dei “cattolici adulti” e le sue deliziosissime pretese di tenere delle lezioncine di galateo storico.

    Ah quante se n’è perse,cara principessa per andar dietro a’ Suoi alambicchi e alle Sue pietre filosofali.

    In compenso, contariamente a noi, ha evitato gli sbuffi olezzanti provenienti da certe parti corporali sia del conte Savignani medesmo sia dei di lui emuli che sono riduzionisti a oltranza(nel senso che essi riducono ogni discorso ad un’olezzante petite explosion).

    Torni a trovarci..magari indossanto un’appropriata mascherina che cauteli le Sue delicate nari.

    Au revoir.

  87. Francesco Ursino scrive:

    Serena è fatta di tutt’altra pasta, nel vostro “simpatico” duo ce la vedrei come ce la vedrei in un convento (in cui peraltro non ci si figurerebbe manco lei) :P

  88. mick scrive:

    Gentili signore Marina e Pipita del Monte, i vostri commenti sono stati inseriti nella discussione sulla morte di Mons. Rahho. Non pensate sia il caso di essere un po più serie?

  89. Raffaele Savigni scrive:

    Io giudico le correnti di pensiero e i fenomeni storici, non le coscienze. E non sostengo affatto che Aristotele e san Tommaso siano “superati” solo perché non sono “moderni”.Ritengo però che nel loro pensiero (soprattutto in san Tommaso) ci siano molti elementi tuttora validissimi, ed alcuni altri elenti storicamente caduchi (come la difesa che san Tommasdo fa dell’Inquisizione: ai suoi tempi non avrebbe potuto fare diversamente).
    Non pretendo affatto di essere infallibile: ma vorrei essere criticato con argomenti razionali e non con invettive o pernacchie.Altrimenti ci abbassiamo al livello di Beppe Grillo: vero, Pipita?

  90. Pipìta Del Monte scrive:

    Caro Mick,

    accolgo pensierosa il Suo sincero richiamo a non esulare dal tema di questa pagina, ma è appunto in omaggio a Monsignor Rahho e alla Chiesa dei martiri che ci si permette di dileggiare amabilmente la (presunta) chiesa dei benpensanti adulti.
    D’altra parte il conte Beppe Grillo,che prima di parlare si rade sempre la propria lingua,vale molto di più di mille chiosatori della retta dottrina cattolica che, quando tentano di parlare,impastano dentro le loro bocche quantità consistenti di peli.

  91. peccatore scrive:

    Cari tutti, il Papa ha celebrato una messa per Monsignor Paulos Faraj Rahho, Arcivescovo di Mossul dei Caldei. Ha voluto anche incoraggiare i vivi, confidando che nella fede essi sappiano trovare la forza per non perdersi d’animo nella difficile situazione che stanno vivendo.

    Siamo nella settimana santa: i giorni in cui riviviamo gli ultimi momenti della vita terrena di Gesù: ore in cui si fece netto il contrasto TRA LA VERITA’ E LA MENZOGNA, tra la mitezza e la rettitudine di Cristo e la violenza e l’inganno dei suoi nemici.

    Gesù ha sperimentato l’approssimarsi della morte violenta, ha sentito stringersi attorno a sé la trama dei persecutori. Ha sperimentato l’angoscia e la paura, fino all’ora cruciale del Getsemani. Ma tutto questo Egli ha vissuto immerso nella comunione con il Padre e confortato dall’”unzione” dello Spirito Santo.

    Il papa ha voluto pensare al sacro Crisma, che unse la fronte di Mons. Rahho nel momento del suo Battesimo e della sua Cresima; che gli unse le mani nel giorno dell’Ordinazione sacerdotale, e poi ancora il capo e le mani quando fu consacrato Vescovo, ma anche a tanti episodi di vita quotidiana. Quelle unzioni, sacramentali e spirituali, erano pegno di risurrezione, pegno della vita vera e piena che il Signore Gesù è venuto a donarci!

    Il Servo è presentato come colui che “porterà il diritto”, “proclamerà il diritto”, “stabilirà il diritto”, con un’insistenza su questo termine che non può passare inosservata. Il Signore lo ha chiamato “per la giustizia” ed egli realizzerà questa missione universale con la FORZA NON VIOLENTA DELLA VERITA’. Nella Passione di Cristo vediamo l’adempimento di questa missione, quando Egli, di fronte a un’ingiusta condanna, rende testimonianza alla verità, rimanendo fedele alla legge dell’amore. Su questa stessa via, Mons. Rahho ha preso la sua croce e ha seguito il Signore Gesù.

    Egli aveva una predilezione particolare per i poveri e i portatori di handicap. Possa il suo esempio sostenere tutti gli iracheni di buona volontà, cristiani e musulmani, a costruire una convivenza pacifica, fondata sulla fratellanza umana e sul rispetto reciproco.

    In questa Eucaristia che offriamo per la sua anima consacrata, vogliamo rendere grazie a Dio per tutto il bene che ha compiuto in lui e per mezzo di lui.

    E vogliamo al tempo stesso sperare che, dal Cielo, egli interceda presso il Signore per ottenere ai fedeli di quella Terra tanto provata il coraggio di continuare a lavorare per un futuro migliore. Affidiamo questi voti all’intercessione della Vergine Santissima, Madre del Verbo incarnato per la salvezza degli uomini, e perciò, per tutti, Madre della speranza.