Nicora lascia, arriva Calcagno

E’ imminente, forse già nelle prossime ore, l’annuncio delle dimissioni del cardinale Attilio Nicora da presidente dell’Apsa. Al suo posto arriva il numero due, l’arcivescovo Domenico Calcagno. I particolari nell’articolo appena messo online da Vatican Insider.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

30 risposte a Nicora lascia, arriva Calcagno

  1. donda7 scrive:

    Quella di Attilio Nicora è una personalità complessa, difficile da comprendere, ma il bene che ha seminato è molto. Prima nella sua Milano dove fu fra l’altro Rettore del Seminario e Vescovo Ausiliare, poi a Roma al servizio della Chiesa Italiana, poi a Verona come Vescovo, poi nuovamente a Roma quale servitore prima della Chiesa Italiana e poi della Chiesa Cattolica. Nell’articolo si dice che lascia dopo nove anni la guida dell’APSA, per incompatibilità con l’altro incarico recentemente assunto, spero che sia la verità e che l’incompatibilità non sia con il nuovo metropolita lombardo. A buon intenditor poche parole!

    • Andrea scrive:

      Che tra Scola e Nicora ci possa essere qualche ruggine, spero sanata dal tempo passato penso sia umanamente comprensibile. Ma l’abbandono dell’APSA penso non centri proprio Scola

  2. Bellarmino scrive:

    Riguardo alla nomina di mons. Mistò come Segretario dell’APSA, mi domandavo il motivo per cui non è stato promosso Arcivescovo titolare (o Vescovo titolare) come tutti i suoi precedessori… deve solo aspettare un po’ di tempo oppure non verrà promosso?

  3. Gian Leandro scrive:

    Un amico che lavora tra le mura vaticane mi ha sussurrato che tra qualche giorno udremo delle grandi sorprese, riguardo a cambi e sostituzioni di porporati…arriverà un SUPERNUNZIO a prendere un posto molto importante…..io l’ho conosciuto quando era Gerusalemme: felicitazioni!!!!

  4. Andrea Tornielli scrive:

    Caro Gian Leandro, su Vatican Insider nei giorni scorsi ho parlato dell’arrivo di quello che lei chiama il “super-nunzio” dagli Usa in Vaticano per un posto cardinalizio…

  5. Reginaldus scrive:

    È caduta la struttura dottrinale della chiesa di Roma in nome del fantomatico principio dell’evoluzione e dell’adeguamento, ma la struttura del suo potere finanziario rimane ben saldo nella sua immobilità. Gli scandali che lo hanno colpito ripetutamente sono servite solo a rinsaldarlo attraverso l’adozione di misure più sofisticate, e di schermi garantistici che lo proteggano da nuove insidie. In questo campo davvero non si scherza: che volete che importi ai signori del potere vaticano dei buontemponi di Iniziativa Parroci austriaci, o della giuliva convocazione a celebrare insieme l’ eucarestia ‘ dei gay delle lesbiche e dei transgenders [ già, perché il sesso non esiste, esiste il gender!] di Boston!

    • LIBERAMENTE scrive:

      Lei odia l’evoluzione, è un creazionista? O un ID? E quale disegno intelligente pensa che Dio attui mediante la Chiesa cattolica? Lei critica un modo di gestire la Chiesa cattolica come un ululato solitario, si sbattezzi, sarà più logico per lei criticarla dall’esterno, perchè altrimenti le si riderebbe il fegato e la ferebbe soffrire parecchio per impotenza.

  6. mauro scrive:

    Considerato che il Card. Nicora si occuperà solo dell’antiriciclaggio, aumentarà ancor di piu’ quanto è già stato sequestrato al Vaticano per elusione delle normative antiriciclaggio in quanto già non ne aveva un’idea quando,da Presidente dell’APSA, si infinocchiò con le proprie mani.

    Un contentino non fa diventare saggio, probo e capace chi non lo era, ancor di piu’ oggi che la normativa è ancora piu’ severa.

    • LIBERAMENTE scrive:

      Caro Mauro, non hanno molte opzioni, ormai il vaticano seleziona solo in base alla propria gerontocrazia.

  7. peccatore scrive:

    C’è un problema grande:
    -il possibile default degli USA
    http://www.dailynews.co.za/markets-calm-despite-us-debt-ceiling-drama-1.1096023
    e la crisi della Cina
    http://www.asianews.it/notizie-it/Il-crollo-dell’economia-della-Cina-22017.html

    Attorno a questo scenario si agitano le marionette:
    -le losche manovre interne al walhalla finanziario (vedi affare Strauss Kahn)
    -il tentativo di ricattare gli Stati indebitati con i tassi (Grecia, Italia…)
    -le “primavere arabe” pilotate …
    -l’accaparramento petrolifero (Libia) ammantato di aiuto ai ribelli
    -l’eliminazione sistematica di chi vorrebbe pensionare il dollaro (Gheddafi è l’ultimo)
    -delegittimazione di singoli troppo intelligenti per infinocchiarli (Tremonti)

    Dentro questo quadro (già semplificato, ma sufficientemente articolato), possiamo mettere ancora, a breve:

    -un bell’attacco di terra in Libia (giusto per “risparmiare” sulle spese militari)
    -forse qualche altro conflitto “per la libertà” (almeno un paio di candidati ad essere bombardati ci sono)
    -l’ennesimo quantitative easing (stampa di denaro spacciato per vero, ma che serve solo a tenere apparentemente in vita il sistema decadente, facendo pagare soldi veri agli indebitati)
    -un’inflazione generalizzata a beneficio degli speculatori (cibo, petrolio, armi)

    Possiamo già godere di alcuni “benefici culturali” di tutto questo:

    -più depressi da impasticcare
    http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-emancipate-e-depresse-2395.htm
    http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-ucciso-per-futili-motivie-i-talkshow-fan-festa-2391.htm
    -più sfollati per lucrare
    http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-italia-crocevia-del-traffico-umano-2384.htm
    -minor welfare
    -farsi da parte quando si costa (sarà moralmente apprezzabile non pretendere di vivere quando si è solo un costo)
    http://www.globalresearch.ca/index.php?context=va&aid=25537-una coscienza “animale”
    http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-se-il-pollo-vale-pi-dellembrione-2372.htm

    Fine della rassegna stampa.
    Viviamo! E con la gioia nel cuore.
    Dentro tutto questo ognuno deve giocare le proprie carte.
    Ogni famiglia deve difendere i propri beni e prepararsi alla bufera.
    Anche il Vaticano.

    Ma non sono soltanto giochetti di potere. E’ la storia, in uno dei suoi passaggi più cupi, menzogneri e diabolici, tipo gli anni del nazismo.

    vangelo di ieri
    Mt 10,16-23
    “Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di che cosa direte, perché vi sarà dato in quell’ora ciò che dovrete dire: infatti non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi”.

    vangelo di oggi
    “Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo”
    Mt 10,24-33

    Abbiamo una grande grazia: Gesù è vivo. Ed è Signore della storia.
    E la Madonna è qui. Nada te turbe!
    Burattinaio e burattini sono ai titoli di coda. E’ un gigantesco e benemerito “the end” di un sistema incancrenito, necessario per uscire da questa sala buia e godere la realtà vera del creato. Intanto però non viviamo sulla luna…

  8. peccatore scrive:

    Una volta che non è più tempo di domandarsi SE, c’è solo da chiedersi QUANDO.
    Intendo dire il mega-crollo finanziario globale, le cui avvisaglie si moltiplicano.
    I pescecani ed altri pesci più piccoli si agitano.
    E’ come se sentissero vicino il tempo della grigliata, vista da presso al fuoco.
    Lo scoppio di tutte le bolle/balle speculative.
    Sarà salutare quanto drammatico. Sorprenderà chi si è bevuto le “notizie ufficiali”.
    In Vaticano non ne fanno certo solamente una questione di nomi.
    Stanno attrezzandosi per reggere al meglio la buriana.
    Anche le ricchezze sono cose del mondo e trafficarle fa parte dei talenti ricevuti.
    Bando ai moralismi e che lo Spirito doni sapienza a chi avrà le più grandi responsabilità per il bene comune durante l’imminente tempesta.

    • Sal scrive:

      Ha saputo dei milioni di sterline che erano investiti in azioni del ” News of the World” ? Sarebbe da capire quanto ci hanno perso.

  9. Marco N. scrive:

    Il Vaticano farebbe benissimo a prendere pubblicamente le distanze sia dagli affari del San Raffaele sia da quelli similari.
    Non è oltre tollerabile per il mondo cattolico( quello vero, non quello che annaspa su svenevoli contrasti tra i cd tradizionalisti e i cd progressisti, per mascherare ben altre imposture) questo continuo palleggiamento sotterraneo di responsabilità
    e di milioni di euro.
    Sia fatta chiarezza!

    • Sal scrive:

      Ma che dice ? Quelli non sono mica scemi, troveranno una scusa qualunque per giustificare qualsiasi inserimento di chiave nella serratura che in fondo sarà un’inclusione necessaria e benvenuta mascherata da altruismo utile e necessario.
      Del resto se sono riusciti a passare indenni tra gli scandali dei Borgia, i segreti di Agugias,i misteri impossibili, le Vaticano Spa, passando sui ponti dei frati neri, blackfriars, e cantando le messe senza avemarie con santuari che sono ma non sono supernaturali, la sua è proprio una intollerabile mancanza di fiducia in questa millenaria abilità di dire e non dire, far apparire e sparire. Essere ricchi essendo poveri. Per fortuna che la donazione l’ha fatta Costantino. Condivido sia fatta chiarezza. Infine ….

  10. Marco N. scrive:

    @ Sal

    Lei si preoccupi degli affarucci più o meno nascosti sotto i tappeti delle varie “sale del regno” e per il resto lasci protestare noi cattolici.

    • emiliano scrive:

      Concordo con te Marco N. ognuno i propri affari noi cattolici possiamo dire la nostra è la nostra chiesa che il sal si occupi degli affari sotto i tappeti delle sale del regno.

    • emiliano scrive:

      Concordo con te Marco N. ognuno i propri affari noi cattolici possiamo dire la nostra è la nostra chiesa che il sal si occupi degli affari sotto i tappeti delle sale del regno.

    • Sal scrive:

      Io non mi impiccio in “affarucci” sono un indipendente. Forse non è ancora abbastanza chiaro ?

  11. Eremita scrive:

    Credo di potermi definire un cristiano cattolico. Come tale ho ben presente le storture storiche ed attuali della organizzazione religiosa di cui faccio parte. In essa vi sono voci e presenze acritiche, per le quali tutti i proclami e le decisioni delle autorità ufficiali sono parola di Dio, ma vi sono anche altre presenze e voci che ne denunciano l’incoerenza e la distanza dal messaggio del Cristo dei vangeli. Tutti, gli uni e gli altri, possono coesistere nella chiesa cattolica, anche se per i secondi non è agevole come per i primi e ne pagano a volte le conseguenze, ma questa è una deriva comune tutte le organizzazioni, religiose o meno. Invito Sal ad analizzare l’organizzazione religiosa a cui appartiene, e vedere se al suo interno possano coesistere voci critiche ed eventualmente quale fine fanno. Io continuo a ritenere che le voci di dissenso evangelico hanno qualche possibilità all’interno della chiesa cattolica, ma non ne hanno alcuna fra i TdG od altre sette.

    • Sal scrive:

      Distino Eremita
      Continuo a ripeterlo senza esser ascoltato. Non porto casacche. Sono un indipendente che in armonia con il vangelo ha “smesso di divenire schiavo degli uomini.” ( 1 Corinti 7.23)
      Come invita a fare Luca 1.1-5 Cerco solo di servire il messaggio, sono un messaggero. Niente altro. Nulla di più.
      Non le ho mica proposto di iscriversi da qualche altra parte. Sono affari suoi qualunque decisione prende.

      • emiliano scrive:

        La solita zolfa che lei non appartiene a nessun gruppo ma noi non ci crediamo caro sal lei a un pensiero troppo geovista per non esserlo.

        • Sal scrive:

          Mi perdoni “solfa ” è con la “s” e “ha” è con l’”h” – acca – verbo avere. Il verbo con l’acca la congiunzione senza “acca”.
          Ma non capisce davvero ! O non vuole imparare ?

  12. macv scrive:

    avevano proprio ragione i medioevali.
    Il denaro è lo sterco di Satana.
    Chiunque è asservito al denaro, alta finanza, interi Stati, banche, singoli
    speculatori, magnati, tycoon , usurai, ecc.
    non è che asservito alla .. merda! riverisce, bacia, adora la .. merda!!!

  13. Marco N. scrive:

    NON VOGLIO IMPARARE………..OK?

    Effetti del caldo….

    • Pietro scrive:

      MARCO, non arrabbiarti e stai tranquillo, i cattedratici non ci interessano, allez ciao cordialmente.

    • Sal scrive:

      Non solo del caldo ci possono essere tanti altri motivi, uno è la caparbietà, ma ce ne sono di altri.

      “Riprendi il saggio e ti amerà. 9 Dà al saggio e diverrà ancora più saggio. Impartisci conoscenza a qualche giusto ed egli crescerà nel sapere.” (Proverbi 9.8-9)

      Evidentemente il Libro infastidisce ! dice sempre la verità.

  14. Marco N. scrive:

    Pietro,

    “allez” lo dici al tuo gatto.
    Comunque neanche a me interessano i cattedratici.
    E neanche gli anticattedratici.
    La mia era solo una constatazione sul rikfiuto altezzono di imparare da parte di tale Emiliano, corretto da altri e non dal sottoscritto.
    Allez, tres petits enfants!

    • emiliano scrive:

      Caro Marco N. io dal Sal provocatore non devo imparare un bel niente è da quando che ho cominciato ha postare su questi blog che il Sal critica il mio scrivere con ho senza h. Non è effetto del caldo non si preoccupi saluti cordiali

  15. ermide scrive:

    Da veronese posso testimoniare che il card. Nicora è la persona più lontana dal mondo dei sotterfugi e degli intrallazzi. Noi abbiamo potuto provare la sua intregrità e la sua trasparenza.
    Anche da presidente dell’APSA non è mai stato minimamente sospettato di quanto qualcuno in questo forum calunniosamente lo accusa.