La GMG a Madrid

Cari amici, su La Stampa di oggi pubblico un commento sulla Giornata mondiale della Gioventù, iniziata due giorni fa in Spagna (trovate il testo alla fine di questo post). Questa mattina parto anch’io per Madrid, per seguire la GMG e la visita di Benedetto XVI, che inizia domani. A risentirci presto…

Quella che è iniziata ieri a Madrid è la terza Giornata mondiale della Gioventù che si celebra sotto il pontificato di Benedetto XVI ma è la prima che avviene dopo la beatificazione di Papa Wojtyla. I giovani che da ogni parte del mondo, con i mezzi più disparati, hanno raggiunto la Spagna in questi giorni, sanno di poter contare su uno speciale protettore, il carismatico Papa polacco che inventò queste adunate, alle quali volle essere sempre presente, nonostante la vecchiaia e l’avanzare della malattia. Non arrivò a vedere l’ultima che aveva programmato e annunciato, quella di Colonia nel 2005, alla quale prese parte il suo successore, Joseph Ratzinger, che per questo motivo potè compiere la sua prima trasferta internazionale da Papa proprio nella sua terra natale.
A dispetto dei pronostici che lo dipingevano come piuttosto freddo nei confronti di questo tipo di manifestazioni – lette da qualcuno alla stregua di «prove di forza» per mostrare la vitalità della presenza cattolica nonostante la secolarizzazione – Benedetto XVI si è messo umilmente sulla scia del predecessore, mostrando di condividere fino in fondo quella scommessa che Wojtyla aveva fatto sui giovani fin dall’inizio del suo lungo pontificato. E da Papa teologo ha cercato di trasmettere con immagini vive ai ragazzi della GMG i misteri della fede cattolica, come quando a Colonia, sei anni fa, paragonò il cambiamento che avviene nella consacrazione eucaristica alla fissione nucleare.
In un momento in cui, forse come mai prima, il mondo si accorge di aver bisogno di ideali, Ratzinger richiamerà ancora una volta i giovani a non soffocare le loro domande e le loro inquietudini, a non ricoprire sotto una spessa coltre di cinismo e di effimero la loro esigenza di un significato del vivere. In un mondo in cui a contare sembrano essere soltanto il potere, la lussuria e il denaro, il Papa inviterà a impegnare la propria vita per qualcosa o qualcuno che la renda davvero felice e piena di senso. Indicherà non un’idea, un insieme di regole, un pacchetto di dogmi o l’estetismo di qualche bel rito, ma una persona, Gesù di Nazaret. E spiegherà ai giovani della GMG che vivere il cristianesimo non significa dover rinunciare a qualcosa ma, invece, sperimentare quel «centuplo quaggiù» che lo stesso Nazareno promise ai suoi insieme all’eternità.
Rimarranno con ogni probabilità delusi, invece, quanti guardano alla Giornata della gioventù, che ha un orizzonte mondiale, nell’ottica della politica spagnola, e immaginano che Benedetto XVI possa lanciare qualche invettiva contro le leggi varate dal governo Zapatero, che pure ha collaborato alacremente per la realizzazione dell’evento. Il Papa non l’ha fatto nel 2006 a Valencia né l’anno scorso a Santiago de Compostela e a Barcellona. Avrebbe ancor meno ragioni per farlo ora che l’esecutivo socialista è dimissionario e mancano poco più di due mesi alle elezioni.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

146 risposte a La GMG a Madrid

  1. peccatore scrive:

    I giovani di questo tempo hanno bisogno soprattutto di Verità, perchè mai la falsità ha dominato come oggi: è evidente che i Governi, specie quelli sedicenti “democratici”, sono delle marionette di un potere che li sovrasta e ne orienta le decisioni ben più dell’elettorato. E’ evidente che pochi oligarchi, mai sazi di potere, decidono come far pagare socialmente il prezzo dei loro errori, mentre intascano senza ritegno i profitti.
    E’ evidente che la tanto decantata “libertà di stampa” è incapace di affrontare certi temi, mentre ne gonfia a dismisura altri, secondo la linea editoriale che fa capo sempre agli oligarchi. E’ evidente che la “giustizia” degli uomini è quanto meno inadeguata, se non addirittura assoggettata a lor signori. E si potrebbe continuare, con la “scienza”, con certe forme di “arte”: purtroppo sarebbe sto meglio se tutto ciò fosse ascrivibile a mero materialismo. In realtà non è difficile vedervi dietro qualcosa di più di una sete di potere, un vero e proprio esoterismo, una volontà irrazionale di perseguire un fine preciso, che fa capo al non-amore e all’odio per l’Amore.
    In questo quadro chi segue Gesù deve essere disponibile a portare la croce.
    Dire la Verità non significa promettere una gioia gratuita, ma la gioia di chi compie la volontà di Dio. La grazia non consiste in una vita dove “va tutto bene”, ma nel dare senso alla croce. Da questa crescita di centinaia di migliaia di giovani, il satanico potere che ci guida, nascosto dietro marionette sempre più incapaci di coprire le proprie incoerenze, verrà smascherato ed una volta ben individuato potrà sicuramente dare qualche mortifero colpo di coda, ma poi verrà schiacciato. Come è chiaro fin dall’inizio, a chi sceglie di vivere nella Grazia. La piena di grazia, schiaccerà il capo al serpente infernale. La Verità sarà la sua forza. Coraggio, ragazzi. Buona GMG!

  2. bo.mario scrive:

    Auguro al pope che quando parla non faccia gaffe perchè ultimamente ne ha dette…. Leggendo le cronache non c’è tutto questo entusiasmo e spero che tutto vada liscio. Una festa che è piena di gioventù, che sarà la classe dirigente del domani, non va coptata da discorsi che non dicono niente. Dirà qualcosa di nuovo? ci spero. Non si spiega la riunione se le cose sono sempre quelle. A cosa serve? Far vedere che ancora il potere è della chiesa? non scherziamo. Un saluto.

    • fedele scrive:

      Le parole del Papa non dicono niente? Vada lei a parlare alla “classe dirigente di domani”, conquisterà il guinnes degli sbadigli.

  3. peccatore scrive:

    Per andare dietro la croce non serve l’entusiasmo, che invece è servito per mandare i giovani a combattere tutte le guerre (ed i mercati) dei potenti.
    L’entusiasmo serve ai concerti rock ed agli stadi.
    Certamente è entusiasmante seguire Gesù: ma nella consapevolezza della croce. Nella ricerca della Verità. Allora non serve schiamazzare e rinunciare al cervello: al contrario. Serve anche una giusta dose di silenzio. Che i beoti prezzolati della grande stampa potranno anche interpretare come mancanza di entusiasmo e persino tristezza. Perchè avranno in mente i loro sciocchi schemi.
    Mentre Gesù ci dice di essere entusiasti di seguirlo, anche in croce.
    Raggelante, finchè non ci si affida totalmente a Lui, facendo la Volontà del Padre.
    Tutto il resto sono chiacchiere da bar sport.
    Invece se i giovani avranno la grazia di lodare, adorare e servire il Signore, se avranno la prospettiva di salvare la propria anima, invece di salvare il fondoschiena degli oligarchi che per i loro affari farebbero volentieri a meno di due o tre miliardi di loro simili, ritenuti “inutili”, beh, allora sì, si tornerebbe a casa entusiasti. Proprio quando i giornalisti più ignoranti o in malafede (non parlo certo Andrea Tornielli) non avrebbero più niente da scrivere. Il vero entusiasmo è nel cuore: la grazia traspare come una gioia sui volti, non con gli schiamazzi.

    • Stefano Fiorito scrive:

      Grazie per questo commento, che sottoscrivo a piene mani!

    • serena scrive:

      sono pienamente d’accordo! grazie a chi ha postato questo commento, e preghiamo insieme per il Papa e per i giovani, la Chiesa di oggi e di domani. Non dimentichiamo anche che, magari in piccolo numero, saranno presenti alla gmg anche giovani provenienti da paesi poveri, o paesi in cui il cristianesimo è una minoranza, magari perseguitata… giovani cristiani che sanno sulla loro pelle cosa sia testimoniare l’adesione a Gesù Crocifisso. Onore ad essi e alla lezione che ci danno, e un grazie al Papa che tramite la GMG ci offre un SEGNO per confermarci nella fede.

  4. Simon de Cyrène scrive:

    Le GMG sono ormai un momento centrale nella vita dei giovano cattolici: aiutano a formare la loro coscienza e a dare loro un’occasione concreta di incontrare il Cristo attraverso la Sua Parola annunciata dal Santo Magistero della Sua Chiesa Docente senza insipidità e senza loschi compromessi con il pensiero unico mondano sempre criminale nella sua follia omicida e deicida e attraverso i Santi Sacramenti quella forza dello Spirito Santo che serve da lievito potente nelle nostre vite personali e sociali.
    Certo che S.S. Benedetto XVI continua più che felicemente l’opera del suo gigantesco predecessore il Beato Papa Giovanni Paolo Magno: i tempi sono cambiati, ma la fame e la sete di Dio è sempre più che mai presente.
    Come non rallegrarsi imparando che sono stati installati centinaia e centinaia di confessionali per permettere a tutti di confessarsi; come non ralleggrasi imparando che il cardinale arcivescovo di Madrid ha dato potere ai sacerdoti che confesseranno nella sua diocesi fino al 22 agosto il potere di assolvere il mostruoso peccato dell’infanticidio intra-uterino, crimine mostruoso che necessita di solito una esplicita levata della scomunica da parte del vescovo del luogo; come non rallegrarsi per l’indulgenza pienaria concessa dal Santo Padre a tutti i pellegrini della GMG ?!
    Che bello vedere ieri, durante la messa di inaugurazione delle GMG, in piazza del los Cibeles, la forma ordinaria celebrata in modo preciso e orante malgrado la presenza di decine di migliaia di giovani e di constatare che la comunione fu ricevuta direttamente nella bocca da quasi tutti questi giovani di tutti i continenti: ecco un cattolicesimo che non solo si raduna ma si riconosce nell’adorazione vera al Corpo di Cristo nella Santa Eucaristia.
    Questo è il lievito della Buona Novella!
    Quanto al sale sono certo che non sarà insipido, già l’insegnamento del card. Rouco Varela è stato molto preciso e senza concessioni alla menzogna ambiente e non c’è dubbio che il Santo Padre saprà iniettare Verità nella Carità al Corpoo di Cristo Ecclesiale lì presente.
    Beati coloro che come bambini vanno verso il Pastore sul monte delle Beatitudini, questa volta a Madrid: preghiamo per loro, perchè le GMG sono sempre state lo spunto di moltissime vocazioni sacerdotali, religiose, monacali e matrimoniali.
    Aspetto con ansia i futuri commenti del nostro caro Tornielli sull’”evento” dell’anno per i nostri giovani.
    In Pace

  5. Pippo scrive:

    La GMG è un balsamo per la speranza di tutti i Cristiani; è un osservare la forza dello Spirito in azione; è un segno della resurrezione di Cristo. Santo chi l’ha pensata, benedetti coloro che l’organizzano, fortunati quelli che vi partecipano a Madrid o, in preghiera, da casa.
    I media faziosi, i soliti noti, lo stuolo di psico-antropo-socio-analisti sfodereranno teorie fantasiose o volutamente la ignoreranno, ma essa farà del bene anche a loro.

    • LIBERAMENTE scrive:

      magari anche uno studente cattolico ultraortodosso che preparava attentati alla laicità e ai laici mediante gas sarin e altre sostenze chimiche.

      Alla faccia del GMG a costo Zero! le misure di sicurezza ora sono concentrate per salvare i laici indignados dai cattolici ultraortodossi.

      I media faziosi, per esempio la RAI, stamattina gridava all’attentato contro il papa ed era tutto falso, gli altri media immagino che abbiano invece esaltato il GMG e non mi pare di aver visto molti media a contestare il GMG.

      Quindi, se ci sono analisti sarebbe bene che si facessero sentire a proposito della pericolosità antilaica di certe affermazioni cattoliche contro la laicità dello stato visto come laicità atea e nemica della chiesa cattolica, al contrario lo stato laico a Madrid è stato anche fin troppo amico del GMG, pur rispettando e legittimando costituzionalmente le proteste anti papa che c’erano anche a Londra e anche in Italia ci sono.

      Quindi, non si vedano le cose anche a 360° e non solo dall’oblò della Barca di Pietro (chiesa cattolica).

  6. bo.mario scrive:

    Non sono voce fuori dal coro, siete voi che vi accodate senza pensarci. Spero che Tornielli possa dare qualche dritta sul discorso per evitare inutili ripetizioni e qualche sbandata concettuale. Ne ha fatta una in Africa che, se fossi io, mi sarei già dimesso. Portare la corda a casa degli impiccati? Un collega del blog ha definito gigantesco questo pope, non ne sarei proprio sicuro. Un saluto.

    • Stefano Fiorito scrive:

      Sì. Gigantesco è RIDUTTIVO per Benedetto XVI

      • mauro scrive:

        Oh bella! l’uomo che adula il proprio simile!

        Si è scordato l’ottavo comandamento?

        • Stefano Fiorito scrive:

          “Ma Gesù li chiamò a sé e disse: “Voi sapete che i governanti delle nazioni dóminano su di esse e i capi le opprimono. Tra voi non sarà così; ma chi vuole diventare grande tra voi, sarà vostro servitore e chi vuole essere il primo tra voi, sarà vostro schiavo.”

          Per questo Benedetto XVI E’ GRANDE!

          • mauro scrive:

            E’ chi è al di fuori che lo può dire,, volendo riconoscere un merito. incensarsi fra di sè è un peccato.

            Se lei leggesse con attenzione, Gesu’ fa riferimento al comportamento di estranei alla fede, che considera (solo nel caso di esercitata oppressione) un male per l’uomo.

            Poi dice che chi vuole essere il primo fra voi sarà vostro schiavo. E’ esattamente ciò che avviene nella Chiesa Cattolica, comandano piu’ gli altri del Papa (che ha accettato l’investitura) perchè è sempre stato così: chi ha il potere non riesce a controllare tutto e diventa schiavo del volere altrui.

  7. Stefano Fiorito scrive:

    Chissà perchè nei commenti e negli articoli, soprattutto di giornalisti cattolici dichiarati, non si è letto (o lo si è letto poco, poichè non si è dato il rislato che merita!), che il Santo Padre Benedetto sta “riformando” anche le GMG. Cercando di riportarle agli initenti originari. Ovvero che siano dei Santi Pelelgrinaggi, dei momenti di Preghiera ed adorazione! Che mostrino davvero ai Giovani il volto di Gesù Cristo, per mezzo del Suo Vicario in terra!

    Poco o nullo spazio alla CATECHESI del Papa sulle GMG, quando Egli (la sua grandezza è data dalla sua UMILTA’) ha focalizzato l’attenzione dei Giovani sull’identità stessa delle GMG. Eliminando quella “aura” da “concerto Rock” che le GMG stavano assumendo.

    Speriamo che questo percorso di “purificazione” continui, in modo che i Giovani riconoscano il Vero Volto di Gesù Cristo e possano cossì essere coerenti suoi Discepoli nel mondo.

    • LIBERAMENTE scrive:

      Magari gente come lo studente di chimica, cattolico ultraortodosso come si vorrebbe fossero anche altri giovani, cioè, obbedienti alla catechesi antilaica e antidemocratica del papa e dei suoi vescovi (a volte catechesi che abusano dlela parola democrzia per indicare che la maggioranza dei credenti deve dettare legge anche ai non credenti o se i minoranza appellandosi al diritto alla libertà religiosa di predicare bene e razzolare male) , potrebbe fare il vostro sicario contro la laicità dello stato democratico e contro le proteste dei laici indignados + cattolici dissenzienti verso l’esagerazione del GMG attuale.

      Stamattina verso le 9 la RAI vergognosamente parlava di attentato al Papa, ma poi le agenzie arrivano e corregogno la solita RAI RadioTeleDisinformazioneItaliana, l’attentato era contro i giovani che protestavano e l’arma era il gas sarin+altre sostenze chimiche, l’attentato era stato addirittura preannunciato su Internet.

      Chissà perchè quando parla il Papa o va da qualche parte all’estero subito si parla alla RAI di attentato al Papa, mentre a Londra l’attemtato nememno era nell’ombra ma solo arresti preventivi ingiustificati e debiti del vaticano per circa 3 milioni di sterline anticipatigli dal governo Cameron ma mai restituiti dla vaticano. Stamattina poi non parliamone, l’attentato era alla “laicità” e ai “laici”.

  8. Damiano scrive:

    D’accordissimo col discorso di STEFANO FIORITO: i cambiamenti rispetto alle edizioni degli anni 90 e primi anni 2000 si notano decisamente e, a mio avviso, sono assolutamente positivi.

    • LIBERAMENTE scrive:

      Non vedo miglioramenti, anzi, è un vero spreco di soldi, avrebbero potuto servire ai poveri e ai disadattati, ma ovviamente lei dirà che i poveri li avremno sempre con noi, ma non sempre avremo papaB.XVI, e menomale che è mortale! IL GMG non è a costo zero, perchè ci sono stati molti sgravi fiscali sia verso le banche che verso gli sponsor, e oltre al fatto che i sistemi di sicurezza costano molto allo stato, perchè gli agenti in divisa vanno pagati, non si sono offerti gratis nel vigilare sull’evento GMG. Quindi, basta con le mezogne del GM a costo zero.

      • Damiano scrive:

        Mamma mia che banalità e demagogia….

        • LIBERAMENTE scrive:

          non è demagogia, lei è superficiale ed edulcora un evento che ha già di per se stesso moltissimi inquietanti risvolti.

          Voi non siete la speranza dell’umanità, siete ancora legati all’illusione che tutto si sistemerà per volontà di Dio, quale poi è solo una questione vostra soggettiva e ralativa alla vostra appartenenza alla religione cattolica, altri adorano altri dei, altrettanto inesistenti come il vostro Dio demiurgo, il feroce Yahvè discriminatore di genti, se non sono il suo popolo.

    • Fabio scrive:

      Oh sì! E soprattutto credo che il Papa farà sentire chiaramente ai giovani quanto oggi essere cristiani, e cattolici in particolare, significhi essere totalmente fuori dal coro, sia una scelta davvero coraggiosa che fa rima con parole che non si sentono più da decenni, come unione a Cristo e Sacrificio! Non un cristianesimo vittimista da “madonnine infilzate”, ma una fede viva e salda, non per forza propria, ma perchè radicata nella fiducia totale in Cristo. Il coraggio di riconoscere che la natura dell’uomo, stupenda perchè creata da Dio, è stata però anche deturpata dal peccato e dal nemico, e per questo non c’è salvezza e senso senza la redenzione di Gesù. Il cristiano non ama il sacrificio in sè, vorrebbe un amore tutto gioioso, e in profondità lo vive, ma in un mondo in cui il male imperversa imperniare la vita sul Dono di sè e sull’Amore vero implica fatalmente anche l’aspetto del Sacrificio: lo mostra Gesù, colui che ha vissuto pienamente l’amore di Dio in Dio e che “non è stato accolto dai suoi”, lo hanno messo alla porta, non di casa, ma della vita! Questa è la nuova consapevolezza chiesta ai cristiani, una consapevolezza che implica il desiderio grande del rapporto intimo, vero e solido con Gesù per assumerne lo stesso amore nella vita interiore che trasparirà poi in ogni istante della vita esteriore e visibile anche agli altri, cosicchè possano innamorarsi anche loro del “profumo di Cristo”. Per questo quando ci uniamo come Corpo di Cristo/Chiesa all’offerta del Corpo di Cristo/Eucaristia sull’altare, quando adoriamo nell’Eucaristia il Cristo che si è offerto e si offre totalmente ogni istante per noi, quando pregando il Padre nostro aderiamo a Cristo desiderando con Lui e in Lui la volontà del Padre , noi viviamo consapevolmente la nostra unione ecclesiale al Sacrificio di Gesù, unione che allora potremo sperare diventi nostra disposizione permanente, sempre per l’opera in noi dello Spirito di Cristo, in tutti gli altri momenti della nostra vita: come il Capo, così anche il Corpo si offre al Padre in un Sacrificio che è eucaristico, cioè di ringraziamento, di risposta al Padre che ci ha amati per primo; è questo Sacrificio, questo Amore donato, gratuito, ma che risponde ad un Amore che lo precede, che ha il potere di salvare ogni uomo perchè ha la forza di coinvolgere altri, di travolgere lasciando liberi, di “attirare tutti a sè” in quell’innalzarsi da terra che è di Cristo sulla croce come dell’Ostia sull’altare.

      • Fabio scrive:

        Scusate, mi son lasciato prendere la mano e sono andato un po’ oltre il tema, forse. Comunque la centralità dell’Eucaristia ha effettivamente contraddistinto già la Giornata di Colonia…
        Un saluto a tutti

  9. Marco N. scrive:

    Il commento di Peccatore è un capolavoro. Mi permetto di riportarlo qui e di sottolinearlo:

    peccatore scrive:
    17 agosto 2011 alle 09:01

    Per andare dietro la croce non serve l’entusiasmo, che invece è servito per mandare i giovani a combattere tutte le guerre (ed i mercati) dei potenti.
    L’entusiasmo serve ai concerti rock ed agli stadi.
    Certamente è entusiasmante seguire Gesù: ma nella consapevolezza della croce. Nella ricerca della Verità. Allora non serve schiamazzare e rinunciare al cervello: al contrario. Serve anche una giusta dose di silenzio. Che i beoti prezzolati della grande stampa potranno anche interpretare come mancanza di entusiasmo e persino tristezza. Perchè avranno in mente i loro sciocchi schemi.
    Mentre Gesù ci dice di essere entusiasti di seguirlo, anche in croce.
    Raggelante, finchè non ci si affida totalmente a Lui, facendo la Volontà del Padre.
    Tutto il resto sono chiacchiere da bar sport.
    Invece se i giovani avranno la grazia di lodare, adorare e servire il Signore, se avranno la prospettiva di salvare la propria anima, invece di salvare il fondoschiena degli oligarchi che per i loro affari farebbero volentieri a meno di due o tre miliardi di loro simili, ritenuti “inutili”, beh, allora sì, si tornerebbe a casa entusiasti. Proprio quando i giornalisti più ignoranti o in malafede (non parlo certo Andrea Tornielli) non avrebbero più niente da scrivere. Il vero entusiasmo è nel cuore: la grazia traspare come una gioia sui volti, non con gli schiamazzi.

  10. Sergio Valle (Brasile) scrive:

    A JMJ é um tempo de semeadura. Muito do que o Papa dirá, e igualmente, do que dirão bispos, teólogos e catequistas, em suas catequeses, serão sementes a serem cultivadas em espaços mais calmos que uma multidão. Embora possa parecer uma exposição da força da Igreja, considero mais uma necessidade que os jovens sentem para se fortalecerem na fé e no discipulado com outros coetâneos.

  11. Beatrice scrive:

    Rispondo a Peccatore, Caro Peccatore ho letto quello che hai scritto sulla GMG di Madrid, coindivido tanti punti che hai trattato la Verità è quella che non viene mai detta, o da poche persone è il punto più determinante ….Ogni giorno viviamo in questa realtà.
    La Stampa in generale affronta i temi che ha loro interessa e ne gonfia a dismisura come Lei ha scritto solo per il suo interesse editoriale non dicendo mai la Verità che accade veramente per quei cari Signori che ci comandano ……. ( Burattini da teatrino)….Anno solo sete di potere di conquistare qualche sedia in più per i loro parenti e amici cari…E’ Vero.
    E’ meglio Essere Felici di Portare la Croce che Gesù ci ha assegnato.
    Parlare così è una vera tristezza, Gesù ci ha detto di seguirlo come dice Lei anche in Croce, tutto il resto è Aria ……… Dobbiamo affidarci alle sue Mani, il Silenzio è preghiera e gli schiamazzi è solo senso di fanatismo…Beatrice.

  12. Patrizia scrive:


    Scusi Stefano Fiorito,ma non sembra che sia come dice lei.Chi vuol diventare grande tra di noi è Benedette XVI? Non sembra nostro servitore proprio per niente e nemmeno schiavo.Ne lui,ne i grandi della terra.
    Forse le parole del Cristo non sono arrivate alle loro orecchie?

    • Sal scrive:

      Complimenti Patrizia mi congratulo con lei e non solo, pare che sono parecchie le voci contrarie che si stanno alzando…da Repubblica, la Stampa, il Fatto ecc.

      Però pare che da questa parte siano sordi, non hanno capito bene lo spirito del Vangelo dato che i papa boys a Madrid si sono contrapposti alla manifestazione dei contestatori.
      Bell’esempio di amore cristiano che porge l’altra guancia. Eppure è il Vangelo che lo comanda.

      • mauro scrive:

        Sarò egoista, ma prima dei peccati degli altri cerco di capire i miei e, caspita, ho il mio bel da fare!

    • Stefano Fiorito scrive:

      No sono arrivate. Anche troppo. Basta gaurdare il comportamento stesso di Benedetto XVI davanti alle arpie che lo insultano, lo incolpano di peccati altrui, lo accusano, lo criminalizzano di ogni cosa, gli imputano adirittura la fame nel mondo (!), rovesciano su di lui e suoi suoi fedeli (Vescovi e laici che ancora rimangono fedeli, e sono pochi) ogni nefandezza compiuta ad esempio da chi nella Chiesa ha sopsato lo spirito di questo mondo! Lo stesso spirito che anima molti commenti qui! E che vengono a fare la paternale al Papa, decidendo se sia degno o meno dell’appellativo che gli è proprio… Beffa delle beffe..

  13. Patrizia scrive:

    5Schiavi, obbedite ai vostri padroni secondo la carne con timore e tremore, con semplicità di spirito, come a Cristo, 6e non servendo per essere visti, come per piacere agli uomini, ma come servi di Cristo, compiendo la volontà di Dio di cuore, (lett.Efesini)

    In questo caso,secondo lei,chi dovrebbe essere schiavo e chi padrone?
    E poi, è giusto che qualcuno sia schiavo e qualcuno padrone?
    Chi deve essere il padrone di chi?
    Chi schiavo di chi?

  14. peccatore scrive:

    L’Eucaristia è un dono straordinario.
    E’ sacramento, cioè segno della grazia che ci fa santi.
    E’ il sacramento centrale: come un nutrimento è potenzialmente quotidiano (il battesimo, la confermazione, il matrimonio e l’ordine sono una volta nella vita; la confessione in genere è -per i più sensibili- settimanale e l’unzione degli infermi ci tocca da una a poche volte nella vita).
    E’ il sacramento con il quale Gesù si è consegnato nelle mani degli apostoli, chiedendo di essere fatto presente nel memoriale dell’ultima cena, anticipazione del sacrificio sulla croce.
    E’ un sacramento speciale perchè Gesù ce lo consegna in una circostanza di cui non va perso un dettaglio:
    -aveva lavato i piedi ai dodici (anche a Giuda)
    -aveva annunciato che c’era un traditore
    -a costui aveva permesso di intingere il boccone nello stesso piatto, chiamadolo amico
    -fino all’ultimo Gesù ha verso Giuda sentimenti amicali
    -gli altri non trovano di meglio da fare che discutere tra loro di chi sia “il più grande”
    -poi Pietro giura fedeltà in ogni circostanza, con Gesù che ne anticipa il rinnegamento
    -anche gli altri giurano fedeltà fino a morire
    -Gesù fa un lungo discorso, che il solo Giovanni pare almeno afferrare.
    -poi, al Getsemani, i tre chiamati a vegliare sonnecchiano vistosamente
    -svegliatisi per l’arrivo degli armati, non trovano di meglio che sguainare le spade
    -Gesù rimprovera ancora, riattaccando l’orecchio ad una guardia ferita

    Gesù ci ha lasciato il Santissimo Sacramento in questo contesto, di incapacità di capire, tradimenti, rinnegamenti, vane promesse, discorsi superficiali, sonnolenza, violenze, fede debole, risposte inadeguate… Per gente così, davvero imbarazzante… Come noi.
    Ebbene la Chiesa è tutto ciò che serve a Dio: non la fede cristallina e tutta d’un pezzo, ma balbettante, tentata e segnata dal peccato. E’ la logica della carne, quella stessa carne in cui Dio ha voluto incarnarsi, farsi pane (per mangiarlo va spezzato) e vino (per berlo va versato). Quel pane e vino sono un corpo martoriato e litri di sangue sparso.
    Questa Chiesa celebra l’Eucaristia. Non è chiesto altro che di credere alla presenza reale di Gesù, che farà tutto ciò che serve. Per questo ha preso carne.

    PS
    Ringrazio di cuore chi ha voluto sottolineare un mio precedente scritto.
    Sia chiaro: il sacramento è un segno. E’ uno dei doni di Dio. E’ dove Dio si fa presente.
    Ma che conta, più del dono, è il Donatore.
    Che conta è la Volontà del Padre: perchè si può essere devoti al sacramento ed essere lontani dalla Volontà del Padre. Perciò bisogna sempre vigilare.

  15. Voce oltre Alpi scrive:

    In Francia ed in Svizzera parlano solo del COSTO della GMG. Francesi e Svizzero si foccalizzano sui soldi e non parlano del messaggio. Cercano sempre denigrare quel che la Chiesa Cattolica Romana fa e sopratutto quel che Benedetto XVI dice. E’ da giorni che non parlano di altro sulla GMG: soldi soldi soldi … per fortuna c’è internet per sentire altre cose.

  16. Damiano scrive:

    Sono dell’idea che bene stia facendo a rimettere la GMG sui giusti binari: da pellegrinaggio incontro a Cristo era ormai diventata una specie di adunata simil concerto rock con conseguente culto della personalità del Pontefice.
    Lo stesso Giovanni Paolo II d’altronde ricordava spesso ai giovani che dovevano essere lì per incontrare Gesù e non il Pontefice.
    Non criticherei questa iniziativa: è stata un’intuizione geniale che ha permesso ai giovani di tutto il mondo di condividere un cammino di fede, di conoscere il cammino spirituale del proprio prossimo in un clima di festa, allegria e fede.

  17. P.Danilo scrive:

    La G.M.G. è appena cominciata e già si levano, da destra e da sinistra, le solite critiche, fuori luogo e fuori testo; intanto abbiamo osservato migliaia di giovani allegri, sereni, gioiosi, devoti, puliti, educati. Ce ne fossero così e così tanti anche in altri contesti… e l’Italia e l’Europa sarebbero un po’ migliori. Lo sapevate che la maggioranza dei giovani europei dai 18 ai 25 anni crede in Dio? Credo e spero che ci sarà una nuova primavera in tutta la Chiesa, in Europa e altrove, grazie anche alla G.M.G. Purtroppo quei giovani hanno avuto, e forse hanno ancora, dei pessimi maestri, e Dio non voglia che tra quei pessimi maestri ci siamo pure noi.

    • LIBERAMENTE scrive:

      Come è superficiale p. Danilo, quel che vede è solo essoterico, in superficie, bello esteriormente ma non rappresenta la bellezza dell’Umanità, è solo propaganda fide, è solo una serie di bandieruole al vento, strumentalizzati dai gerarchi che ne fanno un vanto vanitoso e da cartolina dell’estate, dentro invece c’è il tormento di non riuscire a rispondere adeguatamante alle sfide del secolarismo che avanza sempre più ogni giorno ed io ne sono felice, almeno vi svelgiate un po’ da questo falso “eden”.

      Ma lei a altri come lei si riempiono la bocca di vanità sull’evento, lo esaltano esteriormente ma spiritualmente non potete mostrare nulla di nuovo sotto il sole, solo lasolita inquietudine che vi accumuna ad altri credenti che ancora non sono preparati a rispondere adeguatamente e laicamente nei confronti della crisi odierna, anzi, i giovani dle GMG sono manipolabili politicamente dalla chiesa cattolica sia che si appoggi politici cattolici di destra o di sinistra, basta che siano appoggi-privilegi esentasse.

  18. ADRIANO MEIS scrive:

    Il tasso di fertilità italiano è, ormai, tra i più bassi al mondo e ,per giunta, metà dei bambini nasce al di fuori del matrimonio. I matrimoni stessi sono in costante diminuzione. Ho,inoltre, letto che sui prati delle adunate dei papa/boys, gli addetti alla pulizia debbono portar via migliaia di condoms usati.
    Nè la prima, nè la seconda, nè la terza, nè la quarta di queste cose mi pare in linea col sistema di valori cattolico.
    Ne deriva un quadro finale di religiosità di seconda mano, in cui gli organizzatori operano solo per raggiungere un successo di immagine ed i partecipanti si aggregano per farsi una bella gita a prezzi di favore e passare la notte infilati a due a due nello stesso sacco a pelo.
    Meditate, gente, meditate.

    • Pippo scrive:

      Si vede che lei non ha mai partecipato ad una GMG: i prezzi non son proprio di favore e le scomodità inimmaginabili. Quanto al dormire in due nel sacco a pelo crede veramente che per farlo si deve aspettare di andare a Madrid ? Sul Corriere di oggi potrà leggere che oramai è di moda farlo in pubblico videofilmati dagli amici.
      Medita, Adriano, medita e inoltre…ripassati le regole della Statistica.

      • LIBERAMENTE scrive:

        I condoms li posso anche capire, non sto qui a fare la morale ai giovani GMG, ma certo, far passare ste gioventù come la speranza dell’umanità è esagerato.

    • LIBERAMENTE scrive:

      condivido e non aggiungo altro. buon commento realista!

  19. xagena scrive:

    Se ne stanno a dà de botte però con gli indignados…però l’unico arrestato è il solito ultracattolico che in nome di Cristo voleva fare un attentato!!! Cadrà Zapatero ma non sognate : le conquiste di civiltà laica conquistati in questi anni non saranno toccate!!

  20. xagena scrive:

    E perchè mai questo papa sarebbe gigantesco? A me sembra il ragioniere della fede , tutto teso a far quadrare i conti…..
    A proposito il Vaticano quando farà la sua parte in questo momento di crisi? Almeno l’ICI la volete pagà? Che differenza c’è tra 2 alberghi extralusso :Stessi asciugamani, stesso, menù, stesso bar, stesso champagne , stesse escort…..ma quello del vaticano ha la statuetta della Madonna che manco piagne in uno sgabuzzino adibito a cappella e non paga il balzello o i balzelli……famo a fregasse ……..

  21. xagena scrive:

    e basta con questa storia della fertilità :al mondo siamo troppi troppi troppi …..ora che i paesi emergenti stanno diventando ricchi le fornti energetiche, l’acqua le materie prime saranno sempre meno disponibili……bisogna stringere sulla fertilità in Africa ed Asia altrimenti non se ne viene fuori…

  22. LIBERAMENTE scrive:

    Il sociologo Martin Sagera ha detto a Publico di essere stato colpito da un giovane ultra’ cattolico con una coltellata alla mano mentre manifestava in Puerta del Sol con un cartello con la scritta: ”Il Papa da’ 50 mila euro alla Somalia e spende 50 milioni a Madrid. Gesu’ non viveva dei soldi pubblici”.

    Lan Stampa deve dire le cose giuste, i pellegrini hanno iniziato a provocare gliidignados gridando loro: andate a messa e altre inappropriate sentenze moraliste contro la manifestazione laica, e questo è il terreno in cui è maturato il gesto folle di uno studente (di chimica) cattolico ultraortodosso arrestato per terrosismo, come a Oslo Brevik è cresciuto nelle file cristiane di estrema destra.

    E’ il terreno su cui cresce la frustrazione profondamente antilaica dell’elemento cattolico disadattato e impreparato alle sfide del secolarismo e della laicità, quindi, che brandisce l’arma della sentenza moralista e della lotta al male anche in termini di discriminazione e violenza verso chi la penda diversamente.

    Da questo terreno fertile del GMG, in cui i più frustrati ultraortodossi si manifestano con violenza, emerge una inquietante contraddizione con lo stesso Vangelo, tutto di questo GMG parla di incoerenza e contraddizione con il messaggio di Gesù, agari solo a parole non si contraddicono, ma nei fatti si contraddicoono.

    • Sal scrive:

      Ognuno usa li sgherri che ha. Li hanno sempre avuti anche se è cambiata la divisa.

      • LIBERAMENTE scrive:

        Lei comprende emiliano meglio di altri, io sono agnostico nei suoi confronti, sospendo umilmente ogni mia osservazione sulla sua nuova osservanza del Vangelo ma gli altri cattolici e ultra qui nel blog sono dientati cattivi con lui, non certo brillano di carità cristiana, se non la si pensa come loro ci fanno arrosto nei loro desideri più inconsci (sepolti nel Medioevo quando potevano farci arrosto). Continui così, è giusto avere il coraggio di andare controcorrente rispetto al cattolicsimo.

  23. bo.mario scrive:

    Xagena è tornata ed è anche in forma. Il problema per la chiesa non è la natalità ma il sesso, due cose distinte. I giovani alle GMG fanno sesso? sono giovani e si amano e non fanno male a nessuno. A qualcuno è vietato e allora anche gli altri lo devono vivere male, teologia allo stato puro?. Tornando a questo pope il cui gigantismo non è percepito che da pochi ricordo che da cardinale era responsabile dei casi in USA, sapete perchè lo hanno fatto pope? se non lo sapete chiedetelo. L’unico vero papa era GPI e lo hanno fatto durare un mese. Ciao Daniela, alias Xagena.

  24. peccatore scrive:

    Adriano Meis, Xagena e bo.mario: il vostro odio invidioso non scalfirà un briciolo della bellezza e della bontà dell’annuncio del Vangelo, non per merito del Papa ne’ dei giovani, ma solo perchè la Verità viene direttamente da Dio.
    Beninteso: a beneficio anche vostro.
    Perchè l’Eucaristia è un segno per ogni uomo e donna, che se ne cibi o veda cibarsene.
    L’UMILTA’ DI DIO non si è limitata a prendere la nostra carne. Non si è limitata a lavare i piedi ai suoi, che pure non brillavano per comprendonio e fedeltà. Non si è limitata a consegnarsi all’ingiusto potere degli uomini, fino ad esserne accusato, condannato ed ucciso. Si è nascosta nel pane e vino.
    La divinità si nasconde in Gesù-uomo per essere adorata nella quotidianità delle nostre povere vite carnali. Ma si fa riconoscere risorgendo da morte.
    Siamo di fronte ad un mistero che da duemila anni muove i cuori, anche facendoli andare a centinaia di chilometri da casa, per raccogliersi in preghiera: è il mistero del pellegrinaggio delle nostre vite.
    Anche voi tre siete pellegrini: recalcitranti e scettici, chiusi nel vostro odio.
    Anche per voi tre, soprattutto per voi tre e vostri simili, si prega alla GMG.
    Rendetevene conto!

    • Simon de Cyrène scrive:

      Bah, caro Peccatore, anche noi abbiano i nostri “indignados” o, piuttosto, come proposto qui sotto i nostri “fallidos”. ;-)
      I cani abbaiano, la caravanna passa.
      In Pace

  25. Simon de Cyrène scrive:

    Giornate geniali per i giovani cattolici ieri: catechesi di altissima tenura e di sicura ortodossia sono state impartite nelle diverse lingue da varî vescovi e cardinali.
    Sono impressionato dall’elevatezza etica di questi giovani che riescono a rimanere centrati sul Cristo malgrado siano cresciuti in un’atmosfera socialmente malsana dominata dal laicardismo e l’ateismo di basso conio ambiente stillato dal pensiero unico dominante.
    Ore di adorazione davanti al Santissimo e confessioni, confessioni, confessioni: che gioia deve esserci nell’alto dei cieli!
    Che contrasto tra questa gioventù fresca e dinamica che guarda alla propria vita con ottimismo perchè pienamente confidata a Cristo e i quattro cinici gatti persi nelle loro perversità personali e inadequatezze morali e intellettuali che cercano di “rovinare” l’evento, ma che solo mostrano la loro propria rabbia e la loro incapacità di amore della e nell’alterità e che farebbero meglio di farsi chiamare “fallidos” invece di “indignados”.
    Preghiamo per tutti: per i due milioni di giovani che saranno presenti alla messa della domenica ma anche per i quattro mila fallidos che sanno solo fare smorfie e beffe come il popolaccio durante la Passione de N.S. Gesù Cristo.
    In Pace

    • peccatore scrive:

      Da noi le piazze dei “fallidos” si moltiplicano: ex sessantottini, giovanilisti alla Vasco, cannaioli, sporcaccioni vari che vomitano le proprie volgarità credendosi artisti… Ogni tanto qualche loro amico in redazione dà spazio alle loro pompose messe in scena, in cui ci sono “un milione di manifestanti, cinquantamila per la polizia”. Di quel “milione” i tre quarti sono ex-sessantottini, cannaioli… Fallidos.

  26. peccatore scrive:

    Una decina di giorni fa ho parlato con un ragazzo in partenza per Madrid con altri 120: sono rimasto impressionato dalle sue motivazioni. L’ho visto inginocchiato lungamente davanti al tabernacolo. Poi ridere e scherzare con gusto ed arguzia. Mi ha detto che ha la fidanzata. Poco dopo camminava spedito lungo il sentiero, snocciolando il rosario.
    La Nuova Evangelizzazione sta procedendo. Nessun giornale se n’è ancora accorto. Ma a questi giovani (che i “vecchi marpioni” vorrebbero abbindolare con il lavoro precario, un mutuo trentennale, nessun vantaggio a mettere al mondo dei figli ed il sottovuoto spinto dei “messaggi culturali” che veicola la loro cultura di morte ed un divertimento per staccare il cervello), questi giovani non li conoscono e non sanno che per loro la scelta tra Dio e mammona pende clamorosamente lontano dai desiderata degli oligarchi che adorano, più o meno consapevolmente, il grandissimo cornuto.

    • Simon de Cyrène scrive:

      Ho avuto simili esperienze alle tue dalle parti mie, caro Peccatore: e utilizzo il plurale coscientemente.
      Viviamo un tempo di persecuzione del cristianesimo e di cristofobia societale: chi ha la fede oggi non ce l’ha per convenzione sociale o per non dispiacere ai genitori e altri avi, ma perchè fanno ormai una scelta cosciente.
      Come dici tu: la nuova evangelizzazzione è di nuovo in marcia dopo uno stallo di qualche decennio dovuto allo shock culturale post-modernista del dopo-guerra.
      In Pace

  27. Sara scrive:

    Mi ha impressionato l’arresto del giovane volontario che progettava un attentato con il Sarin. Adesso tutti lo derubricherano al gesto di un esaltato o parleranno della sindrome di Oslo. Ma basta leggere in tutti i blog supercattolici per vedere esaltazione, fanatismo, intolleranza. Un commento sbagliato e ti bannano. Ho mandato un messaggio al Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali ma non ho ricevuto risposta.
    Mi fa sperare l’articolo di Vatican insider di ieri in cui si denunciava il rischio di fideismo. E’ poco ma è qualcosa, a forza i spingere l’acceleratore sul laicismo e il secolarismo, e la necessità delle radici cristiane mi pare che si sia risvegliato anche qualche cosa che forse era meglio lasciar dormire.

    • peccatore scrive:

      Adesso sulla grande stampa dormono molte altre notizie…
      ma di quelle non importa granchè.
      Il sonno della ragione genera mostri: quest’epoca sedicente razionale lascia sviluppare l’eugenetica e lo sfruttamento globalizzato, accontentandosi di falsissime pseudo-democrazie e credendo alla libertà di stampa…
      E’ meglio che continui a ronfare. Svegliarti potrebbe essere uno shock. Meglio credere al mondo di Gardaland, a Mirabilandia a EuroDisney e così via, nel panem et circenses che tanto piace ai “moderni”.
      A Madrid c’è altro. Può non piacere. Ma è ben altro dalla mediocrità diabolica.

      • Sara scrive:

        E’ meglio che continui a ronfare. Ecco appunto, nemmeno fossi Odifreddi in persona mentre alla Gmg ho pure dei cari amici. Io mi preoccupo solo per un uso distorto del cristianesimo che si sente in tanti siti. Un eccesso di fanatismo affatto cristiano.

        • peccatore scrive:

          Suggerisco due alternative, dopo aver chiesto scusa se ho provocato offesa:
          -loda il Signore e non preoccuparti di nulla
          -se proprio vuoi preoccuparti, prova a preoccuparti di altre cose, tipo, che so, della massoneria e delle sette sataniche…
          In ogni caso affidati al Signore e prega tanto.

          • Sara scrive:

            Non posso preoccuparmi sia della massoneria sia di quelli che vogliono difendere il Papa con il Sarin??
            Est modus in rebus anche nel difendere il vangelo.

  28. xagena scrive:

    @Simon de Cyrène fallidos sarai tu che hai bisogno di credere ad assurde leggende per trovare il sensodella vita!

    • mauro scrive:

      Se lei è già felice, xagena, perché ha bisogno di farlo sapere a chi è felice quanto lei, anche se forse in modo diverso?

  29. xagena scrive:

    @peccatore io non vi odio siete una minoranza , 90000 ragazzi italiani a madrid non sono niente, un paio di serate di Blasco ne fa di piu’! Siete fastidiosi perchè potenti e , seppur minoranza, questa classe politica è inginocchiata davanti a questi prelati esattori! Il vaticano paghi le tasse invece di rompere su come dobbiamo vivere e morire!

    • Simone scrive:

      Se fanno parte di uno stato straniero (vedi lo sfogo seguente) perchè devono pagare le tasse? E come la mettiamo con tutte quelle belle cosette in cui sostituiscono per vocazione lo Stato assente e impegnato a mangiare tutti i soldi disponibili tramite i politici (salvo poi far “bei gesti”, come quello del Presidente della Repubblica, al quale rispondo “grazie al…, lo farei anche io, se avessi tutto pagato al Quirinale e un lauto stipendio tutto in sovrappiù, oltre al resto…”), oppure con l’indotto garantito alle imprese turistiche un pò in tutta Italia. E il discorso dell’indotto va bene anche per la Spagna in questi giorni, mi pare. Zapatero, con le pezze al didietro come tutti, avrebbe senza dubbio ostacolato la GMG, se non avesse anche lui un bel ritornino…
      Sempre i soliti. Fallidos? No, pallosos…

      • LIBERAMENTE scrive:

        lei non ha capito nulla Simone, il Concordato assegna ai soli organi, appunto concordati con lo stato italiano, certi privilegi, ma un albergo che si differenzia da un altro solo per la statuetta all’ingresso non è stato concordato e deve pagare l’ICI e altre tasse, ma anche l’acqua e il depuratore sono costi da pagare concordate al tempo di Craxi, ma il vaticano non paga né l’acqua nè la manutenzione del depuratore e gli è stato già notificato varie volte dal governo ma ancora non ha pagato.

        Il vaticano non è solo uno stato estero ma ha un patto con l’Italia e deve rispettarlo, non approfittandosene dei poltiici inginocchiati davanti al papa per motivi di calcolo politico, i quali stanno violando tutti i principi laici svendendo l’Italia alla chiesa catottolica. Ma il Vaticano gioisce dell’accodiscendenza dei politici vaticaliani e ne trae profitto, questa è la realtà.

    • Patrizia scrive:

      Brava xagena.

      Anvhe il vaticano deve fare la sua parte nella società. Altrimenti che chiesa di Cristo è??

      PS.se io dovessi fare una cappellina dedicata alla Madonna,posso chiedere l’esenzione dell’ICI?
      Ho pure 3 rosari e un’infinità di immaginette,e pure una Madonna scolpita a mano dai poveri del Perù.Non è bella come quelle delle chiese,è solo di legno grezzo.Ma per me è più bella di tante,perchè fatta con amore dai poveri,che credono ancora (nonostante tutto) a questa chiesa egoista e insensibile ai problemi umani.Se non a parole.

  30. xagena scrive:

    @bo mario ciaoooo è un piacere rileggerti!!! Sono stanca e strastufa non ne posso piu’ di furbi furbini e furboni che magnano alle nostre spalle , specie quando fanno parte di uno stato straniero!

    • mauro scrive:

      Aaah, allora non è felice del tutto…
      Le auguro che fra qualche decennio, quando la storia imporrà nuvoi paradigmi alla Chiesa – e magari questa dovrà pagare le tasse – avrà modo di trovare nuovi argomenti per attaccarla.
      Ripeto, di solito cerco di capire se almeno tutte le tasse le ho pagate Io!

  31. peccatore scrive:

    “SENZA DI ME NON POTETE FARE NULLA”
    L’ha detto Gesù.
    Per noi, altrimenti tutti “fallidos”.
    Novantamila giovani italiani in Spagna non erano andati nemmeno per la finale dei mondiali, ed allora di giovani ce n’erano molti di più, non venivamo ancora da 30 anni di aborti, costati 4 MILIONI di italiani (giovani) in meno, che ci lascino oggi con giovanilistiche quarantenni alle porte della menopausa che fanno le teenagers dietro a Vasco…

    • mauro scrive:

      Caro peccatore,

      ha fallito in pieno il senso della frase di Gesu’, non vi è alcun dubbio che non sa neppure cosa vi sia scritto nel Vangelo leggendo i suoi post farneticanti.
      Gesu’ parlava della vita eterna, non di quella da vivere ogni giorno , che poteva essere ottenuta solo seguendo quanto Lui predicava: un unico e vero Dio che dopo la conversione da falsi dei, l’avrebbe concessa all’uomo.

      Siete tutti “fallidos” se non capite che tutto ciò che predicava Gesu’ era rivolto alla nuova vita promessa da Dio.

      Cominci dall’inizio, Vangelo=Buona Novella e si domandi cosa rappresenti e se l’uomo può disporne senza la presenza di Dio. Potrebbe avere un’illuminazione.

      • peccatore scrive:

        Mauro: Gesù è il medico.
        Cùrati! Lasciati curare da Lui.
        Lascia perdere me, un “fallido” come te, ma non equivocare su di Lui.
        Non perdere questa ennesima occasione.

        • mauro scrive:

          Gesu’ è il “medico” che cura il momento della morte dell’uomo, il fine vita, ovvero colui che conferma che Dio ha promesso una nuova vita da spendere eternamente e che l’uomo l’otterrà convertendosi ad un unico e vero Dio.

          • mauro scrive:

            Ah si?
            Fui sempre convinto invece che l’adesione alla sequela di Gesù fosse sia per gioire “qui” che per gioire “di là”…

          • mauro scrive:

            Ha visto giusto, omonimo

            si gioisce qui sulla terra per quella vita eterna promessa, diversamente non vedo il motivo di tanto predicare fatto da Gesu’ se uno non può neppure essere in letizia.

            ps. dovrebbe cambiare il nome per non equivocare gli interventi anche se abbiamo un avatar diverso.

          • minstrel scrive:

            Cambio nome :)
            Io sinceramente vedo nella sequela di Gesù anche un modo per “riempire” la mia vita qui, per non sprecarla per così dire.

  32. lucio scrive:

    xagena, che palle!

    ma co sto’ laicismo da lidl che ce fai?

    Eccerto che siamo minoranza, lo siamo sempre stati pure dopo Costantino, sempre e allora?

    Rossi fa’ piu’ “presenze”? Mi stupirei del contrario!

    Che poi, i potenti inginocchiati? Non mi pare, basta vedere la gazzarra di questi giorni sui costi della GMG (l’unico “regalo” lo sconto dei biglietti della metro) o le quotidiane notizie dal mondo di violenza contro i cristiani. Ci metto pure i ns. licei con docenti settantasettini con la panza, che pervicacemente cercano ci fare il lavaggio del cervello ai giovani educati alla fede dalle loro famiglie.

    Non lo volete ammettere ma voi odiate i cristiani, altro che laicita’ dello stato, non una parola -mai- sulle privazioni (quelle si) dogmatiche della liberta’ che ad esempio sono proprie dell’islamismo, mai che il sagace Vauro abbia la palle di fare una bella vignetta su muhammad (sti cazzi).

    Non so se e’ il tuo caso, ma come mi diceva un amico ex ateo, la ricerca della felicita’ nel buio e nell’angoscia, non sopporta l’altrui gioia, fede e speranza, non tollera un sorriso.

  33. peccatore scrive:

    A proposito di “fallidos” e di EUCARISTIA.

    Gesù istituisce l’Eucaristia la sera in cui prende corpo il suo tradimento. Il modo di ragionare di Dio è diverso dal nostro: a noi una contrarietà toglie entusiasmo, mentre per l’AMORE, AMARE è consustanziale. Lui cerca di salvarci dal Male, comunque.
    Ne’ il tradimento degli amici, ne’ l’ingiustizia degli uomini, ne’ la disonestà, l’irresponsabilità, la menzogna, l’inettitudine, nessuno dei fallimenti umani inanellati in così poche ore, l’ha distolto dal compiere la VOLONTA’ DEL PADRE, che è UNA COSA SOLA CON LUI.

    Perciò io, penoso co-protagonista di questo miserando spettacolo delle vanità umane, confido Gesù nella Divina Misericordia che ci mostra il Tuo Sacro Cuore.
    Ti prego: che io non sfrutti nel modo peggiore questa immensa Grazia, vivendo lontano da Te, illudendomi di poter saldare tutti i conti in futuro, perchè ogni minuto è dono e non conosco ne’ il giorno ne’ l’ora in cui questo tempo di misericordia avrà termine per me.
    Ti voglio bene Gesù: aiutami a non lasciarti solo a portare la croce, unendomi a Te solo per beneficiare della salvezza ottenuta esclusivamente per i tuoi infiniti meriti.
    So che Tu, o Dio, che mi hai creato senza di me, non mi salverai senza la mia collaborazione. Voglio perciò unirmi a Gesù, Eucaristia, nel lodarTi, adorarTi e ringraziarTi, per servirTi nelle creature di cui faccio parte. PERCHE’ TU SEI LA MIA GIOIA. E se non lo credessi avendo sufficiente fede in Te, mi basti a convincermene lo schifo che al Tuo confronto fa tutto il resto, pur essendo un Tuo graditissimo dono.
    Non hai odiato interlocutori francamente imbarazzanti: a tutti noi hai mostrato semplicemente la Verità. Il peccato è un “mancare il bersaglio” (amarthia): c’è chi sbaglia per paura, per stupidità, per orgoglio, per avidità, per lussuria… Eppure Tu sei un bersaglio che non fa nulla per non essere centrato. In piena luce. E’ la cecità del peccato superbo a renderti inaccessibile. Guariscimi Gesù. Che io ti adori. Che io sia al Tuo seguito nel fare la Volontà del Padre. E’ il solo centro che mi si chiede: temendo di poter sbagliare persino volendo fare centro, Ti chiedo di guidarmi Tu. Lo so che hai detto: SENZA DI ME NON POTETE FARE NULLA”. Non lo sanno i fallidos. Perciò ti prego, che in questo desiderio io possa coinvolgere quanti più peccatori, che rischiano quanto e più di me. AMEN

  34. peccatore scrive:

    PS: A Madrid c’è l’adorazione continua.
    Un’ora di adorazione al Santissimo Sacramento è un’esperienza che chi non ha ancora fatto dovrebbe provare.

  35. bo.mario scrive:

    Quello che non capite è che le cose dette e vere vi disturbano oltre ogni dire. Avete chiesto perchè è stato fatto pope Rakinger? Si parla di Vasco e posso dire che qualche canzone mi piace ma non sono per niente un fan. Non lo considero un personaggio positivo. La stessa cosa per le religioni, hanno qualcosa di buono ma poi c’è la gerarchia che sfascia quello di buono che c’era. Xagena devi capire che la reazione è acritica, difendono a priori, se sbagliano ci sarà sempre la giustificazione. La stessa GMG fatta in Spagna avrà un significato spirituale o politico?. Non ci stanno ad essere messi nella loro funzione. Devono comandare e non mi pare che esista in nessun vangelo questa posizione. La religione fatta nelle chiese non era la soluzione più giusta? Un saluto.

  36. mauro scrive:

    “Lui cerca di salvarci dal Male, comunque”

    E’ ovvio, il male per l’uomo era la morte che interrompeva improvvisamente la vita e Dio, mosso a carità, aveva predisposto un disegno, una nuova vita da spendere in un’altra dimensione, lontano dalla terra, eterna.

    “Lo so che hai detto: SENZA DI ME NON POTETE FARE NULLA”. Non lo sanno i fallidos. Perciò ti prego, che in questo desiderio io possa coinvolgere quanti più peccatori, che rischiano quanto e più di me.”

    Quando Gesu’ parlava di peccatori si rivolgeva a coloro che non si erano ancora convertiti. Gesu’ parlava non del modo di vivere ma di come spiritualmente l’uomo si poneva dando ascolto a falsi dei.

    E’ alquanto ovvio perchè avendo l’uomo libera scelta nel rispetto delle Leggi che governano un popolo, la cui osservanza è resa obbligatoria da Dio, Dio aveva sancito come doveva vivere l’uomo (Gesu’ dice che era venuto perchè le Leggi fossero osservate) e l’uomo poteva riservare la propria attenzione a Dio, per quella vita eterna promessa, liberandosi da falsi dei.

  37. Simone 2 scrive:

    A proposito di quei quattro milioni di donne cui fa cenno Peccatore e che negli ultimi trent’anni hanno abortito. Qualcuno dovrebbe cercare di contattarle nel più breve tempo possibile e con ogni mezzo. Se partecipassero alla GMG e si confessassero potrebbero con una sola fava acchiappare due piccioni: cancellare peccato e scomunica! Da non sottovalutare l’opportunità di scoprire la Spagna e visitare Madrid: di questi tempi non è poco. È il 3 x 2 agostano offerto in esclusiva dall’arcivescovo di Madrid. Fare presto: l’offerta scade improrogabilmente il 22 agosto. Auguri!

  38. emiliano scrive:

    «E conoscerete la Verità, e la Verità vi farà liberi»
    (Gesù, secondo le parole di Giovanni 8:32)
    Lista delle Eresie e delle invenzioni umane adottate e perpetrate
    dalla Chiesa Cattolica Romana nel corso di 1600 anni
    1. Tra tutte le invenzioni umane praticate dalla Chiesa Romana e contrarie al Vangelo, le più antiche sono la preghiera per i morti e il segno della Croce. Ambedue furono inventate verso l’anno 310. Furono ufficialmente adottate intorno al 500 dopo Cristo.
    2. La venerazione di santi e morti e di angeli, verso l’anno 375.

    3. La celebrazione quotidiana della Messa entrò in uso nel 394.

    4. Il Culto di Maria, madre di Gesù, e l’uso dell’espressione «Madre di Dio» a lei applicato, ebbe origine nel Concilio di Efeso del 431.

    5. Il Monachismo fu introdotto in occidente da Benedetto da Norcia che costruì il primo monastero a Monte Cassino nel 528.
    Gesù ordinò ai Suoi discepoli di predicare a tutti i popoli della terra, non di segregarsi in conventi o monasteri (Matteo 10:5-8; 28:19-20; Marco 16:15-20)

    6. La dottrina del Purgatorio fu istituita da Gregorio Magno verso l’anno 593.

    7. La lingua latina come lingua di culto nella Chiesa fu imposta da Papa Gregorio I nell’anno 600 dopo Cristo.
    La Parola di Dio invece insegna che si deve pregare e predicare nella lingua conosciuta dal popolo (leggi: 1° Corinzi 14:19).

    8. Secondo il Vangelo le preghiere devono essere dirette solo a Dio. Nella chiesa primitiva non ci furono mai preghiere rivolte a Maria o ai Santi. Tale pratica ebbe origine 600 anni dopo Cristo.
    (Leggi: Matteo 11:28; Luca 1:46; Atti 10:25-26; 14:14-18).

    9. Il Papato è di origine pagana. Il titolo di Papa, ossia di vescovo universale, venne per la prima volta dato dall’empio imperatore Foca al vescovo di Roma nell’anno 610.
    Ciò egli fece per far dispetto al vescovo Ciriaco di Costantinopoli che lo aveva scomunicato per aver egli fatto assassinare il suo predecessore, l’imperatore Maurizio. L’allora vescovo di Roma, Gregorio I, ricusò il titolo, e fu il suo successore, Bonifazio III il primo ad avvalersi del titolo di Papa. Gesù non lasciò nessun capo fra gli apostoli, essendo Egli sempre il capo fra gli apostoli, essendo Egli sempre il capo immortale della Chiesa (Leggi: Luca 22:24-26; Efesini 1:22-23; Colossei 1:18; 1° Corinzi 3:11).

    10. Il bacio del piede del Papa cominciò nell’anno 709.
    Gli imperatori pagani si facevano baciare il piede. Il Vangelo condanna simili pratiche.
    (Leggi: Atti: 10:25-26; Apocalisse 10:10; 22:9)

    11. Il potere temporale papale cominciò nell’anno 750.
    Quando Pipino, l’usurpatore del trono di Francia, discese in Italia chiamato da Papa Stefano II per far guerra ai Longobardi, li sconfisse e dette la città e i dintorni di Roma al Papa. Gesù assolutamente proibì ciò, ed Egli stesso rifiutò di essere fatto re.
    (Leggi: Matteo 4:8-9; 20:25-26 e Giovanni 18:36).

    12. L’adorazione della croce, delle immagini e delle reliquie fu adottata ufficialmente nel 788.
    Ciò fu per ordine dell’imperatrice Irene di Costantinopoli, che prima fece cavare gli occhi al proprio figlio Costantino IV, e poi convocò un concilio della Chiesa per richiesta di Adriano I, vescovo di Roma in quel tempo. Nella Bibbia tale pratica è chiamata idolatria ed è severamente condannata. (Leggi: Esodo: 20:4-6; Deuteronomio 27:15; Salmo 115; Geremia 10:1-5).

    13. L’uso dell’Acqua Santa cui si aggiungeva un pizzico di sale e che veniva poi benedetta dal prete, venne autorizzato nell’anno 850.

    14. La venerazione di San Giuseppe ebbe inizio nell’anno 890.

    15. L’uso delle campane nelle chiese venne istituito da papa Giovanni XIV nella chiesa di San Giovanni in Laterano nell’anno 965.

    16. La canonizzazione dei santi avvenne per la prima volta ad opera di Papa Giovanni XV nell’anno 995.
    La Bibbia chiama santi tutti i credenti e i veri seguaci di Cristo (Leggi: Romani: 1:7; 1° Corinzi 1-2; ecc.)

    17. Il digiuno in giorno di venerdì e durante la Quaresima venne imposto ufficialmente nell’anno 998.
    Sembra da papi interessati nel commercio del pesce. Per mangiare carne occorre la dispensa. Alcune autorità affermano che ciò iniziò verso l’anno 700. Si tratta di cosa contraria al chiaro insegnamento delle Scritture (Leggi: Matteo 15-10; 1° Corinzi 10:25; 1° Timoteo 4:3).

    18. La Messa come sacrificio fu sviluppata gradualmente e la frequenza ad essa resa obbligatoria nell’undicesimo secolo.
    Il Vangelo insegna che il sacrificio di Cristo fu offerto una sola volta per tutte, e non dev’essere ripetuto, ma solo commemorato nella Santa Cena (Leggi: Ebrei 7-27; 9:26-28; 10:10-14).

    19. Il celibato dei preti fu decretato da Papa Gregorio VII nell’anno 1079.
    Il Vangelo invece insegna che i ministri di Dio possono avere moglie e figli, San Pietro era ammogliato, Paolo prescrisse che i vescovi devono avere famiglia. (Leggi: 1° Timoteo 3:2, 5, 12; Matteo 8:14-15)

    20. La Corona del Rosario fu introdotta da Pietro l’eremita nell’anno 1090.
    Questa fu copiata dai Maomettani. Il contare le preghiere è pratica pagana ed è severamente condannata da Cristo (Leggi: Matteo 6:5-13)

    21. La Inquisizione per gli eretici fu istituita dal Concilio di Verona nell’anno 1184.
    Gesù condanna la violenza e non forza nessuno ad accettare la Sua religione.

    22. Le Indulgenze (con le quali si rimetteva la punizione per i peccati) vennero concesse per la prima volta nell’anno 850 da Papa Leone IV a coloro che salivano la «Scala Santa» sulle loro ginocchia. Le vendita di esse iniziò nell’anno 1190 e continuò fino all’epoca della Riforma 850 e 1190.
    San Pietro rifiutò danaro da Simon Mago che credeva di poter acquistare il dono di Dio con l’oro (Atti 8:20).
    La religione cristiana secondo l’insegnamento dell’Evangelo è contro un simile traffico e fu appunto la protesta contro tale traffico che provocò la Riforma Protestante del XVI secolo.

    23. Il dogma della Transustanziazione fu decretato da Papa Innocenzo III nell’anno 1215.
    Con questa dottrina il prete pretende di creare Gesù Cristo ogni giorno e poi mangiarLo in presenza del popolo durante la Messa. Il Vangelo condanna simili assurdità. Nella Santa Cena c’è solo la presenza spirituale di Cristo (Leggi: Luca 19-20; Giovanni 6:63; 1° Corinzi 11:26).

    24. La confessione auricolare, o confessione dei peccati fatta all’orecchio del prete, fu istituita da Papa Innocenzo nel Concilio Laterano nel 1215.
    Il Vangelo ci comanda di confessare i peccati direttamente a Dio e a coloro che abbiano offeso. Giuda si confessò ai preti e poi si strangolò. Matteo 27:3-5 (Leggi: Salmo 51:1-12; Luca 1:48-59; 1° Giovanni 1:8-9).

    25. L’adorazione dell’ostia fu sancita da Papa Onorio III nell’anno 1120.
    Così la Chiesa Romana adora un Dio fatto nelle mani di uomini. Tale pratica è il colmo dell’’idolatria ed è assolutamente contraria allo spirito del Vangelo (Leggi: Giovanni 4:23-24)

    26. La Bibbia fu proibita al popolo e messa all’indice dei libri proibiti, dal Concilio di Tolosa nell’anno 1229.
    Gesù dice che la Scrittura deve essere letta da tutti. (Leggi: Giovanni 5:39; 2° Timoteo 3:15-17).

    27. Lo scapolare fu inventato da Simone Stock, monaco carmelitano inglese, nell’anno 1287.

    28. Il battesimo per aspersione fu reso legale dal Concilio di Ravenna nell’anno 1311.
    Il battesimo secondo il Nuovo Testamento è per immersione in acqua, da amministrarsi ai soli credenti (Matteo 3:6, 7, 16; 28:18-20; Marco 16:16; Atti 8:36-39 ed altri passi)

    29. La Chiesa Romana proibì il calice ai fedeli nella comunione, al Concilio di Costanza, nell’anno 1414.
    Il Vangelo ci comanda di celebrare la comunione col pane e col vino (Leggi: Matteo 26:27; 1° Corinzi 11:25-27)

    30. La dottrina del Purgatorio fu considerata come dogma nel Concilio di Firenze, nell’anno 1439.
    Nel Vangelo non v’è neanche una parola che accenni al purgatorio dei preti. Il sangue di Gesù Cristo è l’unica purificazione dei nostri peccati. (Leggi: 1° Giovanni 1:7-9; Giovanni 5:24; Romani 8:1)

    31. I Sette Sacramenti vennero per la prima volta così elencati da Pietro Lombardo nell’anno 1160 dopo Cristo ma la dottrina dei Sette Sacramenti divenne ufficiale con Concilio di Firenze, nell’anno 1439.
    L’Evangelo dice che Cristo istituì due soli sacramenti, il Battesimo e la Santa Cena (Leggi: Matteo 28:19-20; 26:26-28)

    32. L’Ave Maria, preghiera indirizzata a Maria, venne ordinata tale nella sua prima parte, che è tolta dalla Bibbia, da Oddo, vescovo di Parigi nel 1196 A.D. e la sua seconda parte come «preghiera della chiesa» venne completata da Papa Pio V nell’anno 1568.
    La Bibbia ci esorta in molti passi a pregare Iddio soltanto. Il pregare altri è considerato idolatria. Maria non disse mai di indirizzare a lei le nostre preghiere.

    33. Il Concilio di Trento dichiarò che la Tradizione deve essere ritenuta di eguale autorità che la Bibbia, nell’anno 1545.
    Per tradizione s’intendono insegnamenti umani. I Farisei credevano lo stesso e Gesù li rimproverò acerbamente, poiché con la tradizione degli uomini si annulla la Parola di Dio (Leggi: Marco 7:7-13; Colossei 2:8; Apocalisse 22:18)

    34. I libri Apocrifi furono aggiunti alla Bibbia pure al Concilio di Trento. Tali libri non sono riconosciuti canonici dai Giudei. Anno 1546.

    35. Il Credo Cattolico di Pio IV fu imposto nel 1560.
    I veri cristiani si attengono solo al Vangelo e al Credo degli Apostoli, che è di 1500 anni più antico del Credo dei Cattolici.

    36. La devozione del «Sacro Cuore» fu adottata ufficialmente nel 1765.

    37. L’immacolata concezione di Maria fu proclamata dogma da Papa Pio IX nell’anno 1854.
    Il Vangelo invece dice che tutti gli uomini, eccetto Cristo, sono peccatori, e Maria stessa ebbe bisogno del Salvatore (Leggi: Luca 1:30; 46-47; Romani 3:23; 5:12; Salmo 51:5)

    38. Nell’anno 1870 dopo Cristo, Papa Pio IX stabilì il dogma della Infallibilità Papale.
    Questo è il colmo della bestemmia e il segno dell’apostasia e dell’anticristo predetto da S. Paolo (Leggi: 2° Tess. 2:2-12; Apocalisse 13:5-8-18).
    La Bibbia dice che non v’è nessun uomo giusto sulla terra che non pecchi. (Leggi: Romani 3:4-23; 2° Tess. 2:3-4; Apocalisse 17:3-9; 13:18).
    Molti vedono il numero 666 nelle lettere romane «VICARIVM FILII DEI» – V=5, I=1, C=100, I=1, V=5, I=1, L=50, I=1, D=500, I=1, Totale 666.

    39. Pio X nel 1907 condannò assieme al «Modernismo» tutte le scoperte della scienza che non piacciono al Papa.
    (Lo stesso aveva fatto Pio IX nel Sillabo del 1864).

    40. Nel 1930 Pio XI condannò le scuole pubbliche.

    41. Nel 1931 lo stesso Pio XI ha confermato la dottrina che Maria è «Madre di Dio».
    Dottrina che fu per la prima volta inventata dal Concilio di Efeso nel 431. Questa è una eresia contraria alle stesse parole di Maria. (Leggi: Luca 1:46-49).

    42. Nell’anno 1950 l’ultimo dogma, l’Assunzione della Vergine Maria da proclamata da Papa Pio XII.

    CONCLUSIONE – Quale sarà la prossima invenzione? La Chiesa Romana dice che non cambia mai, eppure non ha fatto altro che inventare nuove dottrine contrarie alla Bibbia, e praticare riti e cerimonie prese dal paganesimo.
    La suddetta lista cronologica delle invenzioni umane distrugge il vanto dei preti che la loro religione sia quella insegnata da Cristo e che i Papi siano i custodi fedeli della medesima. La vera religione di Cristo, invece, non si trova nel Romanesimo, ma nel Vangelo.

    FRATELLI! La Parola di Dio ci comanda di uscire dalla Babilonia. Udite: “Uscite d’essa, o popol mio; affinché non siate partecipi dei suoi peccati; e non riceviate delle sue piaghe” (Apocalisse 18:4).
    Tutti i veri cristiani preferiscono essere fedeli all’insegnamento di Cristo e rigettano le invenzioni umane, attenendosi all’avvertimento di S. Paolo che dice: “Quand’anche noi, od un angelo del cielo vi annunziassimo un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia anatema” (Galati, 1:8)

    • serena scrive:

      mi spiace dirtelo, fratello… la “suddetta lista cronologica delle invenzioni umane distrugge”… solo la tua reputazione!!! è piena di banali errori e interpretazioni fuorvianti che anche uno scolaretto saprebbe individuare. questo accade quando si crede di studiare storia della Chiesa in polemica con la fede della Chiesa. ma sta sereno, carissimo! se ne hai voglia ti invito a leggere questa meditazione di Sant’Agostino (ammesso che tu lo ritenga un santo e non un impostore) https://www.facebook.com/notes/silvia-melillo/meditazione-del-giorno/1909217973331
      PACE E BENE!!

    • Simon de Cyrène scrive:

      emiliano, ma che ci fà? :-D
      Dopo essere stato cattolico all’inizio, poi diventato mormone per qualche mese, poi tornato al cattolicesimo per qualche settimana, adesso è diventato evangelico e ci fa i copia incolla dai loro siti anti-cattolici senza darne le fonti come l’amico liberamente sull’altro thread? ;-)
      Nei miei tempi i trollini era più furbi e perspicaci :-D
      In Pace, carissimo! :-)

      • mauro scrive:

        Meno male che l’ha incollata da un altro sito web! Stavo giusto pensando “chissà quanto tempo avrà perso a stilare una simile lista che qualsiasi cristiano può approfondire con un bel esamino di storia della chiesa, invece di uscire e passare un bel pomeriggio con la sua ragazza?!”

        • LIBERAMENTE scrive:

          Caro Mauro io penso che Emiliano abbia bisogno dei suoi tempi giusti, rispettarlo nel suo maturare una prorpia visione sarebbe molto meglio, lo dice uno come me che una volta lo criticava, adesso comprendo meglio che lo si deve lasciar maturare senza inutili richiami al catotlicesimo, che fra l’altro non è il metro giusto per giudicare i percorsi delgi altri, sebbene non debba esserci un metro cattolico per giudicare l’altrui cammino di fede o di altre convinzioni.

          Gli attacchi al sottoscritto li lascio cadere perchè fatti da mentecatti ultraortodossi.

        • emiliano scrive:

          ho fatto ricerca su google digitando semplicemente eresia della chiesa cattolica ed è uscito quel che è uscito altro che trollini

      • massimo scrive:

        simon,siamo sicuri che i trollini non siano poi solo uno,o molto pochi che ce la raccontano?cmq,ma davvero qualcuno pensa che tutti possano abboccare come tonni a queste operazioni da incantatore di serpenti ?

      • emiliano scrive:

        http://www.disinformazione.it/images/disinfo.gif
        Compilata dal Reverendo Stefano Testa non è un evaangelico ma un prete cattolico

      • Sal scrive:

        Perchè uno bravo come lei non se le può andare a ricercare le fonti ? Su internet trova di tutto caro De Cyrene. Non sono mica storie è la realtà dei papa boys che fanno a botte per dimostrare i frutti della religine dell’amore.
        Sono imbarazzati anche i Vaticanisti amici…..
        Gesù Cristo finanziato dagli sponsor… sai le risate in paradiso !

        La fonte è Rai News 24/SkyTg24/ BBC le bastano o non è ancora convinto che di “condoms” sono tappezzati i pavimenti ?
        Stia bene

      • emiliano scrive:

        Non sono evangelico caro Symon,sono solo un cattolico non praticante in cerca della verità scritta nella Parola di Dio e non dettata dagli uomini di chiesa in pace

        • guglielmo scrive:

          Forse allora è bene ricordarle che la Parola di Dio non è scesa dall’alto ma è stata tramandata e scritta da uomini di Chiesa uguali in tutto e per tutto a quelli odierni

          • emiliano scrive:

            Lei dice “uguali in tutto e per tutto a quelli odierni”
            ma per favore non faccia ridere non c’è niente ha che vedere con il cristianesimo del primo secolo. Quelli si che erano uomini umili senza ipocrisia e veri uomini di Dio. Tanto per ricordaglielo. mi stia bene

      • emiliano scrive:

        Non sono evangelico caro Symon,sono solo un cattolico non praticante in cerca della verità scritta nella Parola di Dio e non dettata dagli uomini di chiesa in pace Symon

        • emiliano scrive:

          Scusi per l’ultimo commento non era per lei

        • minstrel scrive:

          Solo un appunto: cerchi di capire che fare quello che ha appena scritto significa in primo luogo accettare per “verità” delle PRECISE scritture, scelte fra moltissime altre, da una tradizione, le quali poi producono una figura di messia abbastanza sfumata nei contorni e pertanto enigmatica da contemplare e quindi seguire.
          Ad esempio Sal dichiara in un commento (non riesco ora a reperirlo, chiedo venia) che l’interpretazione di un passo della passione di Gesù (quella del calice) della Chiesa è carente, e ne propone una lui.
          Quella della Chiesa non è carente: è plausibile e della Chiesa. Quella di Sal non è superiore: è probabilmente plausibile (e per sal lo è di più) e di Sal (e/o della sua chiesa…).
          Nel mare magnum delle possibili letture perdersi non è facile, è scontato.
          Ma come fare a CREDERE ad una istituzione umana che dice di essere divina e probabilmente lo è quanto lo era Ramses II? Questa credo sia la tua domanda. Ed è la domanda di molti.

          Beh, innanzitutto chiarendo con te stesso il punto fermo che ho cercato di illustrare poc’anzi.
          E poi leggi. Magari leggi qualcuno di “critico”, ma anche autorevole e a volte pure accettato.

          Tipo “Cristianesimo” di Hans Kung.
          Buon cammino

  39. peccatore scrive:

    E’ la rabbia che fa dare i numeri…
    E’ bello veder schiumare l’odio di rabbia: meno è nascosto e meno male sa fare!
    Un segno dei tempi?
    ANIMA MEA MAGNIFICAT DOMINUM!
    GESU’ E’ LA NOSTRA GIOIA: VIA VERITA’ E VITA.
    E LA CHIESA E’ IL SUO CORPO STORICO. DA AMARE, COSI’ COM’E’.
    COME DIO CI AMA COSI’ COME SIAMO.
    CI ATTENDE A CONVERSIONE.
    BASTA VOLERLO.
    DIO CHE CI HA CREATI SENZA DI NOI; NON CI SALVERA’ SENZA DI NOI.
    MA SENZA DIO NON POTREMO FARE NULLA.
    E’ IL PARADOSSO DELL’UMILTA’.
    L?UMILTA’ E’ L’ABITO DELLA GIOIA: PERCIO’ LA SUPERBIA E’ COSI’ TRISTE.

    • LIBERAMENTE scrive:

      lei si riempie di aria fritta, parole che sono solo retorica proloquiata, ma si guardi dentro fino in fondo prima di usare parole altisonanti di cui si riempie la bocca ma il cuore.

      “E’ bello veder schiumare l’odio di rabbia: meno è nascosto e meno male sa fare!”

      Lei vede solo odio in noi perchè non la pensiamo come lei, questo è!

      • mauro scrive:

        E lei cosa propone, liberamente?

        • LIBERAMENTE scrive:

          propongo che si rispetti chi non crede e che ugualmente così si è gioiosi e sereni, mentre sputare odio contro chi non crede o crede in modo diverso da Peccatore e da lei magari, Mauro, non è maturo per aprire un dialogo, quindi, si rimane noi non credenti in attesa che ste “peccatori” si risveglino dall’oscurantismo medioevale

          Lei Mauro perchè la vedo tentennante, ha forse paura di contraddire il papa o il dio demiurgo feroce dell’antico testamento? Inizia a preoccuparmi, la credevo neutrale fino ad oggi.

        • LIBERAMENTE scrive:

          Mauro, si aggiorni, l’aldilà è una questione neuro-chimica, la memoria della quale è iontrisa di fede e, quindi, chimicamente predisposta all’autoinganno e all’autosuggestione. Memoria+autoconvincimento+elaborazione neruochimica inconscia tarata dall’educazione cattolica a dar per scontato (dogma) che Dio esiste e attende nell’aldilà. Chi si comverte al cattolicsimo già credeva in Dio in modi diversi, non esiste ateo che si converta a Dio se è davvero ateo, altrimenti è una mente volubile.

          Oggi le neuroscienze stan facendo molti progressi, e si è coscienti di ciò che un attimo prima era inconscio, la coscienza catechizzata induce all’autoconvincimento e all’autosuggestione, infatti, alcuni esperimenti, usando abbinamenti tra memoria religiosamente tarata e iniezioni di sostanze lievemente radioattive, mostrano grafici che presentano lati del cervello altamente predisposti alla suggestione e perchè no, all’autosugestione anche pre morte vedendo quel che si sperava di vedere, non la realtà.

          Mauro, Dio esiste solo per chi gli crede, non è una realtà universale, meno che mai il paradiso e l’inferno, al massimo poso darle per cero il purgatorio ma a partire da questa vita, che purtroppo per molti è anche un inferno a causa del fanatismo religioso.

          • ADRIANO MEIS scrive:

            Un nuovo elogio a Liberamente: le neuroscienze sono più temibili della cosmologia, perchè indicando all’Uomo com’è fatta la sua psiche mettono in luce da dove nascono le sue paure ed i suoi bisogni, anche inconsci.
            Mettono a nudo la genesi emotiva dell’idea religiosa, confinano Dio all’interno della mente umana, lo riducno a bisogno di una umanità schiava della necessità e dell’irrimediabile.
            Non a caso, Freud non ha mai fatto molta strada, all’interno della chiesa cattolica….

          • minstrel scrive:

            Sono l’ex mauro e cambio nome per non confondermi con l’altro mauro che da ben prima postava su queste pagine. Cosa che probabilmente ha tratto in inganno anche liberamente e della quale chiedo scusa a tutti! :)

          • Cherubino scrive:

            le neuroscienze non dimostrano proprio nulla. Infatti sul cosiddetto mind-body problem non si è arrivati ad alcuna certezza.
            Grandi neurologi ritengono che in nessun caso un sistema come quella cerebrale può da solo sviluppare un fenomeno come quello mentale che lo supera qualitativamente. Si vedano per esempio gli eccellenti lavori di Eccles e Popper.
            E non a caso grandi neuroscienziati sono credenti.

          • LIBERAMENTE scrive:

            Nessun problema Minstrel, sto seguendo anche se mi fa trepidare un po’, alcuni studi sulle neuroscienze, non che ne sia esperto, ma mi hanno dato alcune risposte ed indizi su comeq funziona la mente, che aihmé cherubino, è un prodotto dell’impianto cerebrale, il quale, senza i due sistemi nervosi (centrale e perferico) in simbiosi non può funzionare in astratto solo di anima.

            Quindi, ringrazio Adriano Meis per la risposta a cui replico che forse è più esperto lui di me, perchè è da poco che mi sto avvicinando a tale argomento scientifico, mi servono senz’altro nozioni di psichiatria avanzata, poiché le macchine con cui le neuroscienze vanno a toccare l’intimo della mente sono una sfida e un invito ad avere idee chiare su come funziona il cervello e con lui la mente.

          • minstrel scrive:

            Mettiamola così: questo è un tempo di enormi e veloci cambiamenti. Ma per quanto veloci siano nessuno di noi vedrà cosa questi cambiamenti porteranno all’umanità.
            Per ora, ancora, credere che Dio non esiste fino a prova contraria è come credere in Dio che esiste fino a prova contraria. Fine.
            Questo è il tempo che ci è stato dato e ognuno fa le proprie scelte con il dubbio che è proprio del tempo stesso.
            Però notato come si sta spostando l’attenzione da una salvezza eterna verso una salvezza della propria vita QUI, intesa come vivere A PIENO la propria vita?
            Per questo le parole funzionano poco quando un cammino ti riempie di vita e speranza.
            Perché lei parla di neuroscienza che annulla Dio e un amico missionario sorride e le fa vedere i bambini malati del suo ospedale sulle Ande e le dice che sono tutti Dio e chiedono aiuto e sinceramente trova pienezze li e non nelle neuroscienze. Ad uno così, che FA – ortoprassi pura -, non c’è discorso che tenga. E il cristiano lì deve puntare poiché i “poveri” li abbiamo tutti alla porta.
            Resta inteso che poi ognuno ha il suo percorso e pure io sono affascinato dalla mente umana.
            Mai letto Escher, Godel, Bach?
            Gran libro :)

  40. peccatore scrive:

    Che bello l’arrivo a Madrid di Benedetto XVI.
    Onore al merito a Zapatero: ridicolo non esserci, umile e ragionevole presenziare.
    Qualche chilometro di gente in festa.
    Centinaia di migliaia, senza bisogno “dell’ordine pubblico” necessario ogni qual volta poche centinaia di arrabbiati credono di poter aver diritto a tutto.

    ESTA ES LA JUVENTUD DEL PAPA.
    VIVA EL PAPA!

  41. Stefano Fiorito scrive:

    Ringraziando “Peccatore” per il suo zelo, continuo a rammaricarmi per il proliferare “indisturbato”, in un blog cattolico, di predicazioni pappagallesche protestanti a cui sembra che solo gli “ospiti” rispondano!

  42. Stefano Fiorito scrive:

    ..davvero “divertente” il principio secondo cui, tra l’altro, l’ “autorità” che si sono “autodati” degli uomini, per giunta ribelli, sarebbe più “divina” di quella della Chiesa! E già! Se lo dice Lutero, per il solo fatto che lo dice, dobbiamo credergli! E per forza! Questo DOGMA è da ritenere per cieca fede! Mica i dogmi cattolici! Noooo! Quelli sono inventati dagli uomini! E chi lo dice? Un uomo! Però a lui sì che bisogna credere!

    • mauro scrive:

      Un dogma cattolico non è altro che un decreto con cui si impone un determinato punto di vista.

      Vedo un’enorme differenza a favore di crede liberamente che l’autorità dell’uomo sia migliore, ma anche piu’ “divina” di quella della Chiesa, se le fa piacere perchè giusto volendo prendere a riferimento il Vangelo, Gesu’ riconobbe che sullla terra aveva potere Cesare sull’uomo mentre in Cielo era di Dio. Tale definizione, che ha quantomeno duemila anni di vita per il cristiano, si identifica con il laicismo.

      • Stefano Fiorito scrive:

        No. Tale definizione si identifica con il DOGMA protestante. E il laicismo è una delle escrescenze dal principe di questo mondo, fondata sull’ “autorità” di un uomo che se l’è data DA SOLO.

        L’autorità “libera” è un’impostura terribile, perchè “liberamente” fa e disfa come e quanto vuole, si aggiusta Dio a proprio uso, fa di Dio quello che vuole e si sente “libera” di interpretare Dio come vuole…

        Devo dire che una “autorità” del genere è condannata da se stessa!

        Tra l’altro una “autorità” che si INVENTA, letteralmente, un inesistente “Sola Scrittura”, che nel Cristianesimo NON E’ MAI ESISTITO, da quando è nato! Come sto ripetendo fino alla nausea, Gesù Cristo NON HA SCRITTO NULLA, la stessa Bibbia è la messa per iscritto della TRADIZIONE di Dio, non degli Uomini come rimproverava Gesù!

        La Tradizione viene PRIMA della Scrittura, e la Scrittura mette per iscritto la Parola di Dio trasmessa!

        L’ “autorità” di un uomo, e che uomo, ha decretato per DOGMA (perchè è così e basta!) che la Scrittura va letta DA SOLA, ignorando bellamente come si è formata e soprattutto in che modo si debba leggere! Quest’uomo, e i suoi degni emuli dopo di lui, ha decretato che l’Autorità Apostolica doveva “Morire” alla morte degli apostoli (!), che la Chiesa non era mai stata Istituita, che Pietro non è mai stato nominato suo Capo Visibile. Questo negando DOGMATICAMENTE ciò che si è sempre creduto, trasmesso e professato, inscindibilmente dalla nascita della Chiesa!
        Quest’uomo, sul “dogma” della “libera autorità soggettiva”, ha cancellato impunemente interi libri della Bibbia, sia del Veccho che del Nuovo testamento! Libri che si è sempre ritenuto fossero “canonici”, ovvero usati dalla Tradizione Cristiana dalla notte dei tempi, poichè tramandati dagli stessi Apostoli!

        E quelli del Vecchio testamento in base a cosa li ha cancellati? In base ad un Sinodo EBREO, tenuto a Iamina alla fine del I secolo Dopo Cristo (!), quando San Pietro era già stato martirizzato a Roma, e San Giovanni Apostolo era ancora VIVO! Sinodo che ha respinto dal Canone ebraico fin lì comunemente riconosciuto i libri che più si attagliavano alla figura e la ministero di Gesù Cristo!
        Quindi un sedicente “cristiano” (!) che fa? Sulla base della SUA autorità e su quella di un Sinodo EBREO che si tiene quando la Chiesa di Cristo era già fondata e in espansione, quando cioè il Giudaismo ha rifiutato definitivamente Cristo (!), TAGLIA libri della SAcra Scrittura ritenuti DA SEMPRE dai Cristiani come Libri “Canonici”! Inoltre nel Nuovo Testamento fa una operazione simile mettendo “in appendice” altri libri, definendoli “apocrifi”! Questo in base a cosa? A presunte posizioni SINGOLE di alcuni Padri della Chiesa, che peraltro non hanno mai NEGATO che quei libri fossero ispirati e non hanno mai contestato i Canoni che LORO STESSI usavano!
        E contraddicendo se stesso, la Tradizione che lui nega possa esistere, la usa a suo comodo!

        Insomma, questa “autorità” dovrebbe essere “più vera” di quella dell’Unica Chiesa Cattolica di Gesù Cristo!

        MA PER FAVORE!

  43. ADRIANO MEIS scrive:

    Peccatore, perchè non si fa un viaggio nell’Africa orientale e va a contemplare di quali atroci sfracelli è capace il suo Dio (cosiddetto buono e misericordioso?)

    • peccatore scrive:

      Adriano Meis, spero che abbia scucito, di tasca sua, “qualcosa” a proposito…
      La Chiesa e molti cristiani singoli lo stanno facendo.
      Non sento molti altri darsene pena, salvo i moralisti da strapazzo.

      • ADRIANO MEIS scrive:

        Questo non risponde nel merito, naturalmente; e spostare la questione indica solo la miseranda mancanza di argomenti di chi è perso dietro il sogno di un dio buono che ,però, schiaccia, calpesta e distrugge continuamente la sua stessa prole.

        • minstrel scrive:

          Va bene, nel merito: io sono andato in missione in Perù e ho visto cosa è capace di fare l’uomo ad un altro uomo quando a spingerlo al bene è la speranza in un Dio.
          Ma è una parte della realtà questa.
          Esattamente come la sua, Adriano.

          • ADRIANO MEIS scrive:

            Gli uomini sono tanto crudeli o tanto misericordiosi esattamente quanto abbisogna loro.
            Comportamenti empatici e solidaristici si osservano in tutti i gruppi umani, religiosamente motivati oppure no. E perfino tra gli animali, possiamo aggiungere.
            Sul Perù, poi, il discorso sarebbe lungo : quegli uomini hanno avuto tanto dai gesuiti, tranne la libertà e la maturazione delle coscienze.

  44. ADRIANO MEIS scrive:

    Io non odio nessuno, caro peccatore, neppure quel povero Benedetto costretto ad andare in giro come un qualunque piazzista (con la sola differenza che il prodotto che lui vende non sta in una valigetta….)
    Circa il resto, la mia idea è che è’ psicologicamente impossibile all’Uomo amare l’indistruttibile, amare l’imperituro,amare l’eterno e l’immortale. L’Uomo può aver bisogno dell’idea di Dio,può necessitare che Dio ci ami e ci protegga, ma non può “amarlo” in senso stretto (così come non possiamo “amare” l’Universo).
    Di qui la genialità dell’idea cristiana, di proporre un Dio che si è incarnato, fatto uomo, vittima di supplizi e soggetto alla morte, affinchè ci potessimo innamorare di Lui.
    Siamo sempre, però, nell’ambito di bisogni della psiche umana e ,con soggetti tipo peccatore o Simon de Cyrene, siamo sempre nell’ambito di quello che la psicologia definisce temperamento “anale” : cioè, tutto quell’insieme di comportamenti, feticismi e fobìe che pretendono di corazzarci contro la minaccia sempre imminente della morte, che pesa su di noi come conseguenza della nostra condizione biologica e zoologica.
    Siffatte deboli psicologie traggono conforto da manifestazioni di massa ,tipo quelle di Madrid, perchè nel numero degli aderenti vedono confortate le loro debolezze e fugate le loro paure : di qui, anche il ben noto desiderio di fare del proselitismo, tipico dei credenti.
    E di qui anche lo strepito isterico nei confronti delle voci critiche che si permettono delle riflessioni razionali su questi happening di massa, sterili ed improduttivi per ciò che si attiene alla promozione di una religiosità sobria, matura e responsabile.
    Il cattolicesimo pecca moltissimo, in tal senso, perchè gioca oltre misura su manifestazioni paganeggianti, caciarone, esteriori e promosse da esseri umani qualunque (anche se si spacciano per rappresentanti di Dio, sovraccarichi di ori e mantelle preziose).
    Non mancano esperienze spirituali serie, al mondo; ma certe manifestazioni cattoliche sono fatte per soggetti di grande fragilità intellettuale, inutile negarlo.

    • peccatore scrive:

      Caro Meis, lei è parecchio “indietro”.
      E’ legato a Freud, uno scienziato così padrone della mente da morire suicida.
      Ottimo biglietto da visita.
      Mi ricorda tanto l’indovino a cui suoni alla porta e ti chiede: “Chi è?”.

      Prima di Freud cose ben più intelligenti le aveva dette Gesù.
      Anche Sant’Ignazio, con il discernimento degli spiriti.

      In pratica l’uomo (che è corpo+anima, insieme, senza separazioni, come sapientemente ci insegna la cultura biblica) riceve un insieme di messaggi, dai sensi e dagli spiriti (non solo lo Spirito Santo, purtroppo, ma anche quelli del diavolo e del mondo) che solo una coscienza non asfittica ed atrofizzata può discernere opportunamente, evitando di esserne agitata, tremolante di ossessioni, scrupoli, paure ed inclinazioni che tentano al male, intristiscono e deprimono.

      Se il cuore dell’uomo (cioè la sua memoria-il dato grezzo-; la sua intelligenza -la capacità di verifica del dato grezzo-; la sua volontà -cioè di passare dai moti dell’anima alle decisioni che coinvolgono il corpo) non è puro e continuamente purificato, esso si indurisce, dando spazio alla tristezza di un peccato man mano trasformato in abitudine ed oggi persino in diritto.

      E’ una caduta libera che porterebbe dritti all’inferno, se non ci fosse la Divina Misericordia. La natura è spietata: causa ed effetto. Chi sbaglia paga. L’amore di Dio prevede il perdono. Nella giustizia di chi rispetta la libertà. A questa gioia, a questa grazia gratuita ed impagabile viene preferita l’orgogliosa vendita di metodi prezzolati.

      Ossessionati dal mondo, poi stesi sul lettino di suicidi che vorrebbero farti vivere meglio. Una logica in perfetto stile diabolico. Tristissima.

      • Cherubino scrive:

        e questa sarebbe carità cristiana ? La morte di Freud per morfina, inoculata in uno stadio terminale di cancro, non si può definire suicidio in senso stretto e non è affatto certo che Freud volesse il suicidio o solo perdere i sensi (un coma farmacologico).
        In ogni caso, anche restando contrari ad ogni forma di eutanasia, parlare con tale cinismo e usare come prova della propria superiorità la debolezza di una persona gravemente sofferente è del tutto anticristiano.
        Provi quindi a leggere il racconto della morte di Freud, così può parlare con cognizione
        http://www.psicopolis.com/psicopedia/ejones.htm

      • Cherubino scrive:

        poi sarebbe meglio parlare di queste cose con un pò più di conoscenze. La psicologia e la psicoanalisi non sono il demonio e anche se spesso vengono usate male, ciò non toglie che possono essere di grande aiuto.
        Vi sono poi diverse “scuole” di analisi psicodinamica, alcune delle quali pienamente compatibili con l’antropologia cristiana.
        Quindi opporre il discernimento degli spiriti ignaziano alla pratica analitica è sbagliato, perchè essi “lavorano” su ambiti diversi della coscienza e non sono incompatibili.
        Dall’altra parte è evidente che Adriano Meis conosce poco di quella psicologia che alza a bandiera anticristiana. E tanto per precisare, non esiste un “temperamento anale”. Il temperamento, categoria peraltro imprecisa, non va confuso con la personalità che nella sua costruzione evolutiva passa per fasi (orale, anale, genitale). Vi sono quindi personalità nevrotiche con una fissazione (distorsiva) alla fase anale. In sostanza personalità con “tratti” di analità.
        Questa poi è collegata all’esperienza corporea della ritenzione dei propri residui organici, quindi è reinterpretabile con lo schema del possesso di sè, che diventa maniacale nella nevrosi (e al limite della psicosi), con la tendenza alla scissione schizzo-paranoide di opposizione tra un Sè buono e un non-Sè cattivo (secondo il modello kleiniano).
        E’ evidente che fenomeni di questo genere non rientrano nel livello spirituale, anche se l’ascolto di uno “spirito buono” è spesso determinante nel processo di guarigione e ciò rappresenta la dinamica di collaborazione tra il livello spirituale e quello psicologico della persona.
        E Dio si serve spesso del medico (anch’egli è creato da Dio dice la Sacra Scrittura) per comunicare ad una persona malata ciò che la porta alla guarigione.

        • luca25 scrive:

          cherubino,ma perchè perder tempo su certe cose al limite della “scemenza”.ma pensi davvero che delle ciancie e fiumi di parole scopiazzate come litanie di certi personaggi (esistono poi?sono tutti nick e non realtà!)dalla spicologia osessiva e un pò fanatica rimanga qualcosa fra 6 mesi?

          • LIBERAMENTE scrive:

            a me sa che di psicologia fanatica certi cattolici qui nel web ne hanno tanta, che anche senza sostanza di contrasto radiattivo le neuroscienze riuscirebbero a vederla nel loro cranio a colpo d’occhio.

        • Stefano Fiorito scrive:

          Eccolo! Il “moralizzatore”! Sempre pronto a scudisciare a destra e a manca, decretando gradi di cristianità!!

          Senta un po’, perchè non confuta i protestanti che scrivono qui, che insultano la Chiesa e i credenti? Perchè non dispiega le sue “fatiche” per dinfendere la Fede Cattolica (forse è una domanda retorica)?

          • minstrel scrive:

            Domanda: come vi corazzate voi “contro la minaccia sempre imminente della morte, che pesa su di noi come conseguenza della nostra condizione biologica e zoologica”?

  45. luca25 scrive:

    porca miseria!!!notti insonni,mal di pancia,stravasi di bile,bocche amare,crisi di collera,ulcere gastriche in via di perforazione,forsennate ricerche internetiche per postare stupidaggini sulla chiesa nella speranza di convincere qualcuno che i cattolici sono tutti stupidi e ignoranti…..e tutto questo per un inizio di GMG?per 3 giorni di preghiera in un posto che dicevano i ben informati senza più fede e precluso alla fede?
    suvvia……. datevi pace !!! : geovani,odifreddini,orgogliosi gay dalla manina tremolante ,cattolici in ricerca disperata,evangelici frustrati,laicisti,informatici anticlericali,pensionati-ex cattolici-delusi dalle ricchezze ecclesiastiche con le emmoroidi papali che prudono,datevi pace,finita la GMG,ce ne saranno altre,il mondo e la chiesa andranno avanti come sempre;nulla e nessuno (neppure voi),potranno farci gran chè,la chiesa non è ancora stata distrutta dai suoi preti in 2000 anni,non ci riusciranno 4 fanatici laicistico-protestatari sul blog del buon Tornielli,andate a magiar un gelato,una fetta di cocomero,forse vi risparmierete un ulcera e passerete giornate serene.
    il Divin Maestro ce l’ha detto:non prevaranno,e che forse la fede sulla terra non si troverà più un giorno.ma sono fatti suoi,a noi sta di fidarci e vivere onesto.perseverare.
    e questo non dipende certo da un fiume di stupidaggini e luoghi comuni nel web…….
    questione di fede,una fede che ci rende sereni e ragionevoli.
    in pace profondamente colpito dalle bellissime parole che il Papa ha cominciato a donare nella terra di santa Teresa la grande.
    in pace davvero.

  46. Massimo Lucchini scrive:

    Peccato che per certi figuri le ferie finiscano presto. Si starebbe benissimo al lavoro senza di loro e senza i loro veleni…..

  47. ADRIANO MEIS scrive:

    Ringrazio i miei interlocutori per le repliche; mi fa piacere, altresì, vedere che è anche possibile discutere senza perdere la calma, come mlti fanno.
    Risponderei che risulta un dato preciso : il meccanismo evolutivo ha fatto sì che credere nel sovrannaturale sia diventato parte integrante dei nostri processi cognitivi, e per questo sono state individuate ottime ragioni evolutive (che sarebbe lungo ricordare qui).
    Basti considerare che la mente umana si è venuta sviluppando per pensare in termini di obbiettivi ed intenzioni, adattamento biologico fondamentale per un animale sociale come l’Uomo. L’orientamento prevalente di psicologi cognitivi, filosofi della scienza e neuroscienziati è che la pulsione religiosa possa essersi evoluta come effetto collaterale di tale atteggiamento intenzionale (utilissimo per la sopravvivenza in natura), e poi essere stata ingaggiata per le potenti prerogative psicologiche e sociali che ne hanno favorito la diffusione culturale.
    Freud non voleva,inoltre, controllare la mente umana e,quand’anche si fosse suicidato, (cosa non esatta) il fatto non sminuirebbe minimamente l’importanza della sue intuizioni.
    Grazie.

    • LIBERAMENTE scrive:

      Il tema dell’evoluzione della mente umana purtroppo si sta esaurendo, sapevamo già che aveva un limite al cervello umano, ma oggi anche la Scienza parla di capolinea evolutiva de cervello, quindi anche dell’anima per chi le crede, conseguenza di cui il paradiso potrebbe non essere il traguardo evolutivo né biologico (resurrezione) né spirituale, eh si, solo una chimera per la maggior parte dei credenti e, come gli altri mortali, non andrà da nesusna parte in ascensione o all’inferno, solo nella terra nuda e magari inqialche forno crematorio.

      Le sue argomentazioni, caro Meis sono sempre interessanti e, nonostante io sia un amante della scienza, ammetto che i limiti ci sono e se si possono superare dipenderà da come oggi vogliamo girare pagina e convertirci ad una nuova idea di progresso, non quello che riempie la pancia ma quello che richiede anni di studio e di revisione delle teorie e delle scelte etiche.

      Il fatto che vi siano o vi saranno risorse e tecnologie da fantascienza un giorno non vuol dire che dovremo abbandonare l’idea di una nostra individuale identità per cui già da oggi sarebbe bene che ne conoscessimo la natura cerebrale e come funziona nella sua complessità, onde evitare di aver paura della scienza stessa se entra anche laddove l’anima si fa sentire.
      Buona continuazione.

    • minstrel scrive:

      Mi faccia capire: la spiritualità è “idea” non innata, ma cresciuta in ambito evolutivo perché “si vive meglio” e dunque l’idea è restata. Se l’uomo non fosse nato nudo, ma con tutta la tecnologia e scienza oggi a disposizione l’idea di Dio non sarebbe nata. Bella teoria, peccato che la storia non si fa con i se e non ho ben capito su quali tipi di esperimenti tale teoria si fonda senza presupporre alcune prerogative che verrebbero necessariamente tagliate da Occam.

      E’ bello pensare che un’idea sia “evolutiva” in senso stretto, cioè nasca per rafforzare una specie. C’è da dire che di principio quella specie PUO’ avere idee! E si ricade nel principio antropico.
      Gira e rigira il dubbio c’è sempre se lo si vuole cercare e non c’è mai se lo si vuole nascondere.

      • minstrel scrive:

        Trascrivo la frase finale in modo che la accetti lei Adriano:
        Gira e rigira il dubbio c’è sempre se lo si vuole creare e non c’è mai se non lo si vuole accettare.

  48. ADRIANO MEIS scrive:

    Al “manesco” Luca25, aggiungerei che di tutto egli può parlare, tranne che di “una fede che ci rende sereni e ragionevoli”.
    Caro Luca, di tutto Lei mi pare portatore tranne che di serenità e ragionevolezza. Al contrario, La vedo prigioniero di una iattanza spocchiosa e arrogante che è la tipica prerogativa dell’esaltato che non sa accettare dialogo sulle proprie convinzioni.
    E’ proprio vero che la fede ottunde lo spirito critico e rende torpidi gli intelletti; l’arroganza di ritenersi certamente nell’unico vero possibile ,inoltre, è pericolosa perchè era tipica di quelli che accendevano i roghi ,per bruciare vivi quelli che non la pensavano come loro.
    E Lei mi pare proprio il tipo che,in altri tempi, avrebbe avuto i fiammiferi in tasca; meno male che la civiltà, l’educazione e la cultura –(mille volte grazie all’illuminismo!) — hanno messo quelli come Lei in condizioni di non nuocere.

    • minstrel scrive:

      Ricordiamoci che il web non aiuta in queste discussioni. De visu nessuno arriverebbe alle mani, e chiunque vi arrivasse dimostrerebbe la sua assoluta mancanza di argomenti.

  49. mauro scrive:

    Caro Stefano Fiorito,

    ma come lei non sa che il dogma è un decreto con valore di Legge (un atto di imperio bello e buono) verso tutti coloro che si professano cattolici ? Ed allora perchè sostenete che Maria era “vergine” sulla base di un dogma quando il Vangelo dice che era “una vergine”, ovvero una ragazza uscita dalla fanciulezza in grado di generare?

    Il dogma per voi è una droga dalla quale non riuscite ad allontarvi tanto ne siete avviluppati ma poichè il Vangelo è storia vera, Maria era “una vergine”, tutt’altra cosa come scrissero gli apostoli.

    Il laicismo è apparso sulla faccia del mondo quando Gesu’ divise il potere degli uomini sulla terra da quello di Dio in Cielo per il semplice motivo che prima del cristianesimo gli dei pagani non solo abitavano sulla terra ma anche vi operavano malauguratamente contro l’uomo, sfruttandone le debolezze. Che studi ha fatto per non conoscere ciò che era prina della venuta di Cristo? Ha abbandonato la scuola prima del tempo?

    L’autorità libera è quella che non si fa intimorire e/o fuorviare da altri e decide liberamente ciò di cui abbisogna e non c’entra nulla con Dio perchè sa che è da tutt’altra parte, mentre un’autorità che sia intrisa di religione non può far altro che male all’uomo, così come fu nel paganesimo (di cui ho già scritto) e come è oggi nell’Islam. Ma come avete l’esempio giornaliero sotto gli occhi e non siete in grado di riconoscerlo?

    Il Vangelo va letto come è stato scritto dagli apostoli, Pietro stesso ne vietava l’interpretazione ma questi la vietò non perchè gli passò un bel giorno per la testa ma perchè Dio decise che non poteva fidarsi dell’uomo a causa del sopravvento della morte che ne faceva cessare l’opera e della sua imprevedibilità nel cambiare idea. In forza di ciò stabilì che Gesu’ fosse l’unico sacerdote (pastore) per tutti coloro che avrebbero ascoltato la Parola di Dio ed in conseguenza di ciò tutto quello che predicò doveva rimanere eternamente fisso nel tempo.

    Lei fa solo del chiacchericcio petulante in quanto neppure sa che Dio aveva stabilito tutto affinchè il Suo messaggio di salvezza all’uomo non venisse modificato da alcuno. Cosa interessa che vi siano stati Sinodi o quant’altro che hanno apportato delle modifichè? E sufficiente leggere in Vangelo e lì vi si troverà tutto, spesso ripetuto piu’ volte perchè è indubbio che Gesu’ proponeva a chi lo ascoltava le stesse cose pur usando paragoni diversi.

    E che bisogno c’è di interpretare i paragoni (chiamate dalla Chiesa parabole) se questi servivano ad spiegare Dio, il Regno dei Cieli etc.? Potevano forse cambiare Dio, il Regno dei Cieli etc.?

    Ma lei da che parte sta se ciò che è scritto nel Vangelo ha una diversa validità?

    • Stefano Fiorito scrive:

      ma come lei non sa che il dogma è un decreto con valore di Legge (un atto di imperio bello e buono) verso tutti coloro che si professano cattolici ?

      Io so benissimo cosa sia un DOGMA. E credo RAGIONEVOLMENTE a quelli Cattolici, che hanno un fondamento, piuttosto che a quelli Protestanti. Che ipocritamente parlano di “Libertà di coscienza”, e poi impongono un giogo sulla gente che non sono in grado di portare! E dogmatizzano le proprie NEGAZIONI, come fa lei ora! E glielo dimostro.

      Ed allora perchè sostenete che Maria era “vergine” sulla base di un dogma quando il Vangelo dice che era “una vergine”, ovvero una ragazza uscita dalla fanciulezza in grado di generare?

      Questa è bella! E io dovrei negare il Dogma Cattolico sulla Verginità Perpetua di Maria sulla base di che? Del fatto che IMPOSITIVAMENTE e SOGGETTIVAMENTE interpretate la scrittura come mi ha scritto sopra? Chi è mai l’UOMO SINGOLO per dettarmi il modo in cui dovrei leggere la Scrittura?
      E se Maria era “pronta” a Generare, perchè mai avrebbe dovuto chiedere all’Arcangelo San Gabirele il MODO in cui l’avrebbe fatto? Perchè gli chiede come diverrà la Madre dell’Altissimo Figlio di Dio? Era talmente pronta a generare “naturalmente”, con San Giuseppe anche, che chiede all’Angelo come potrà mai fare (tra l’altro è interessante leggere l’Aramaico che sottende al Greco del Vangelo, come molti studi recenti mostrano. Il che rende ancora più chiaro il voto di Verginità Perpetua di Maria!)?

      Il dogma per voi è una droga dalla quale non riuscite ad allontarvi tanto ne siete avviluppati ma poichè il Vangelo è storia vera, Maria era “una vergine”, tutt’altra cosa come scrissero gli apostoli.

      ..e se lo dice Lutero, DOBBIAMO credergli! Siamo talmente “avviluppati” nei Dogmi che dobbiamo rinunciare a quelli Cattolici per obbedire a quelli protestanti! Talmente autorevoli che si fondano su NIENTE!

      Che studi ha fatto per non conoscere ciò che era prina della venuta di Cristo? Ha abbandonato la scuola prima del tempo?

      Ma certo, chiedo scusa. La mia ignoranza mi impedisce di vedere che Gesù Cristo è venuto a portare il LAICISMO. Ovvero quella ideologia modernistica che non dichiara la separazione e collaborazione fra i poteri Spirituale e Temporale, ma la CANCELLAZIONE della religione dagli Stati e la Privatizzazione della stessa (quando va bene. Quando va male la persecuzione!)!

      Ma come avete l’esempio giornaliero sotto gli occhi e non siete in grado di riconoscerlo?

      Chiedo ancora scusa per la mia ignoranza. Evidentemente Gesù Cristo intendeva mettere gli Stati nella condizione di fregarsene di Lui e dei suoi Discepoli e di essere relativisti! Di fregarsene della Verità su Dio e l’Uomo, di lasciare Cristo come Icona da venerare nelle Case e buonanotte…
      Ovviamente le possibilità sarebbero solo due: o questo menefreghismo o la teocrazia islamica! E certo…

      Il Vangelo va letto come è stato scritto dagli apostoli, Pietro stesso ne vietava l’interpretazione ma questi la vietò non perchè gli passò un bel giorno per la testa ma perchè Dio decise che non poteva fidarsi dell’uomo a causa del sopravvento della morte che ne faceva cessare l’opera e della sua imprevedibilità nel cambiare idea. In forza di ciò stabilì che Gesu’ fosse l’unico sacerdote (pastore) per tutti coloro che avrebbero ascoltato la Parola di Dio ed in conseguenza di ciò tutto quello che predicò doveva rimanere eternamente fisso nel tempo.

      Quante contraddizioni! Ma se ne rende conto?
      Ma come? Adesso date autorità a San Pietro, ammettete che mette per iscritto una TRADIZIONE, ma allo stesso tempo negate che la Tradizione possa essere una delle “fonti” per mezzo delle quali la Parola di Dio si rivela!
      Poi, ammettete che San Pietro vieta la privata interpretazione delle Scritture, ma allo stesso tempo negate che sia così, perchè con questo avrebbe inteso un’altra cosa (e in base a che io dovrei credervi? In base a che io dovrei credere a voli piuttosto che agli Apostoli e alla Tradizione Apostolica?).
      Avrebbe impedito, in questo modo (ASSURDO!), l’Interpretazione della Scrittura da parte di una Autorità Apostolica, decretando MORTA tale autorità con la morte fisica degli Apostoli (INCREDIBILE!), ma riconsocendo allo stesso tempo i limiti dell’Uomo e la sua incapacità di poter leggere DA SOLO la Scrittura, intepretandola correttamente! E quindi per rimediare a questo cosa avrebbe fatto San Pietro? Ma naturale: impedito che si prolungasse l’autorità apostolica, impedito che lo Spirito Santo potesse prolungarla (e qui San Pietro si sostituisce direttamente a DIO!), impedito che gli Uomini potessero accedere ad una interpretazione corretta della Bibbia!
      Cosa avrebbe chiesto San Pietro (e perchè state ritenendo un’ eventuale volontà di San Pietro come vincolante? Se non c’è Autorità e non c’è Chiesa Istituita come tale, che autorità avrebbe San Pietro? Non dovrebbe essere “uno fra gli uguali”? E se lo è chiunque fra i credenti può avere la sua stessa autorità! Non capite che cercate di abbattere l’autorità, negandola, ma affermandola per abbatterla???)?
      Avrebbe chiesto di leggere “solo la Scrittura” e di interpretarla soggettivamente! Il rimedio al male della pochezza dell’Uomo e alla sua incapacità di interpretare la Parola di Dio è…DARE NELLE MANI DEL SINGOLO UOMO LA PAROLA DI DIO!!!!

      Ovviamente questa interpretazione, opposta a quella NORMALE e canonica, che si evince dalla Scrittura stessa e dalla Tradizione Apostolica, e che vuole questo monito rivolto a chi soggettivamente interpreta la Scrittura SENZA GUARDARE ALLA TRADIZIONA APOSTOLICA, retta dallo Spirito Santo, che è GARANTE DELLA AUTENTICA INTERPRETAZIONE DELLA PAROLA, deve essere ritenuta PER FEDE! Punto.

      Lei fa solo del chiacchericcio petulante in quanto neppure sa che Dio aveva stabilito tutto affinchè il Suo messaggio di salvezza all’uomo non venisse modificato da alcuno

      Ma chi l’ha modificato? Ah già, Lutero. Lo so, purtroppo è stata una iattura per tutti.

      Cosa interessa che vi siano stati Sinodi o quant’altro che hanno apportato delle modifichè?

      Nessuno ha modificato NULLA ma si è approfondito e spiegato il deposito IMMUTATO e IMMUTABILE della Tradizione e della Scrittura. Infatti le definizioni di Fede Cattolica sono assolutamente coerenti e possono essere lette a ritroso per risalire a dove si basano!

      E sufficiente leggere in Vangelo e lì vi si troverà tutto, spesso ripetuto piu’ volte perchè è indubbio che Gesu’ proponeva a chi lo ascoltava le stesse cose pur usando paragoni diversi.

      Se all’uomo non servisse altro che leggere il Vangelo staremmo già nello stato di perfezione! E non mi sembra proprio che sia così! E se Gesù Cristo avesse ritenuto che solo credendo in Lui avremmo ricevuto lo stato di Perfezione non si sarebbe fatto mettere in croce! E non sarebbe nemmeno RISORTO! Ma avrebbe solo lasciato un “Testamento spirituale”. Da leggere da SOLI!

      Ma lei da che parte sta se ciò che è scritto nel Vangelo ha una diversa validità?

      Sto dalla parte di Gesù Cristo e della sua Unica Chiesa Cattolica.

  50. giovannino scrive:

    Non volevo commentare la GMG per non confondermi con i papimani , ma poi la simpatia per questi giovani ha preso il sopravvento . Speriamo che questa esperienza religiosa rafforzi la loro fede e li aiuti nel difficile cammino della vita. Speriamo che sappiano testimoniare il Vangelo meglio della nostra generazione e che riescano a promuovere l’ ecumenismo e la pace tra le nazioni fino a un punto oggi impensabile e apparentemente utopico . Speriamo che questa esperienza li convinca che non siamo soli , ma parte di una sola famiglia umana , tutti figli di uno stesso Dio che ci ama e che si è fatto uomo in Gesù , il Messia e il Cristo .

  51. ADRIANO MEIS scrive:

    @ Herr Cherubino,
    Lei mi pare come quel personaggio dell’ “Elisir d’amore”, che si definiva “in ogni arte professor” (ma non se ne adonti, glie lo dico con simpatia e sono ampiamente dispsto ad ammettere le mie insufficienze).
    Leggo sempre con piacere i Suoi scritti, anche nel tentativo di imparare qualcosa di ciò che so poco, come Lei dice di me.
    Mi perdonerà, ne sono certo, anche perchè la massima parte degli uomini sa poco di quasi tutto : solo gli alti prelati hanno la fortuna di avere culture vaste e profondissime, avendo la fortuna di essere mantenuti agli studi per tutta la vita da altri che lavorano e non lasciando ad essi altra cura che prepararsi a dovere.
    Circa l’anima e la mente, qualunque sia il livello miracoloso di integrazione al quale esse funzionano (anzi, sento parlare di “funzionalismo”…) non si può dimenticare che il cervello è, comunque, una macchina e dovrà ben riconoscere un hardware fatto di pura materialità.
    Evitiamo pure il vicolo cieco del riduzionismo, ma evitiamo di perpetuare quella sorta di pensiero magico, secondo cui l’anima sarebbe qualcosa di inattingibile e misterioso che chissà quale dio avrebbe infuso nell’uomo, chissà perchè….

  52. francesco scrive:

    il Cristianesimo è un incontro con Gesù, che ti cambia la vita perchè “Amore ch’a nullo amato amar perdona” … può capitare a una GMG o su un blog che parla di GMG o in un luogo o in un tempo che nessuno di noi conosce, ma che ciascuno di noi saprà riconoscere … credo che nessuno di noi lo saprà mai su un blog, ma sarebbe bello che un giorno adriano, stefano, mauro, xagena, minstrel, liberamente, massimo, peccatore, giovannino, mauro, luca, cherubino, patrizia, simone, sara, simon, andrea…

    • Stefano Fiorito scrive:

      ….si ritrovassero tutti nell’unico Ovile, condotti dall’Unico Pastore..

      E preghiamo per questo!

      • giovannino scrive:

        Bravo Stefano , consentimi di unirmi alla tua preghiera. Una sola Chiesa , casa di tutti i cristiani e un solo Pastore : Gesù .

  53. ritaroma scrive:

    un saluto a tutti , tranne ai soliti rompi.anticattolici della Chiesa di Roma…(con la C maiuscola xchè non si parla di mura ma di persone).. Peccatore e Mauro Minstrel andate avanti così…Luca 25, “costoro” non mamgiano il gelato xchè essendo fatto con amore e x addolcire i più semplici, gli va di traverso! un saluto