Fellay: "Spiritualmente, siamo ebrei"

Dopo aver dato spazio ai protagonismi e alle dichiarazioni oggettivamente imbarazzanti di qualche membro della Fraternità San Pio X, è giusto sottolineare l’importanza delle parole usate da monsignor Fellay nell’intervistra a “Famille Chrétienne”. Ecco il brano più interessante: «Noi condanniamo fermamente ogni gesto assassino nei confronti di un innocente. E’ un crimine che grida vendetta verso il cielo! Soprattutto quando è rivolto a un intero popolo. Noi rigettiamo ogni accusa di antisemitismo. In maniera totale e assoluta. Rigettiamo qualunque forma di approvazione di ciò che è accaduto sotto Hitler. E’un qualcosa di abominevole. Il Cristianesimo mette la carità al di sopra di tutto. San Paolo, parlando degli Ebrei, proclama: “Desidero io stesso essere separato da Cristo a favore dei miei fratelli! (Rom. 9,3). Gli Ebrei sono i “nostri fratelli maggiori”, nel senso che abbiamo un qualcosa in commune, cioè l’antica Alleanza. Certo che il riconoscimento della venuta del Messia ci separa».
«È molto interessante notare che la Chiesa non ha atteso il Concilio per stabilire una linea d’azione riguardo agli Ebrei. Fin dagli anni ’30, e anche durante la guerra, diversi documenti della Chiesa di Roma hanno stabilito una posizione assai giusta: gli abomini del regime hitleriano devono essere condannati!. Pio XI aveva detto “siamo spiritualmente tutti semiti”. È una verità che scaturisce direttamente dalle Sacre Scritture. Come afferma anche san Paolo, “siamo figli di Abramo”».

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

175 risposte a Fellay: "Spiritualmente, siamo ebrei"

  1. Curioso scrive:

    Gli Ebrei sono i “nostri fratelli maggiori”, nel senso che abbiamo un qualcosa in comune, cioè l’antica Alleanza. Certo, ci separa l’aver riconosciuto il Cristo quando lui è venuto».

    Parole sante !

  2. Gennaro scrive:

    Si è giustamente fatto tanto parlare in questi ultimi giorni delle dichiarazioni di alcuni appartanenti alla Comunità di San Pio X mentre è silenzio totale sulla nuova “notte dei cristalli” consumata lo scorso fine settimana a Caracas ad opera di un manipolo di bolivariani armati che, dopo aver immobilizzato il personale di sicurezza privato, sono penetrati nella sinagoga di Mariperez distruggendo e profanando tutto ciò che hanno incontrato sulla loro strada. E’ l’atto finale di una campagna di odio che Hugo Rafael Chavez Frias porta avanti da anni alla stregua del suo degno compare Amhadinejad. Il presidente venezuelano ha rotto le relazioni diplomatiche con Israele e non perde occasione per attaccare quel governo accusato di crimini orrendi perpetrati recentemente nella striscia di Gaza. Per ben 5 ore i criminali al soldo del governo del Caudillo hanno profanato il tempio ed i simboli di quella religione senza che alcuna autorità intervenisse per far cessare lo scempio. Contemporaneamente, in Gran Bretagna viene eliminato dal piano di studio scolastico ogni riferimento all’Olocausto “per non continuare ad offendere la sensibilità dei musulmani che non credono a quell’evento” che pure fa parte della tragica storia recente del Vecchio Continente. L’EURASIA è ormai realtà se un’infermiera, sempre nel Regno unito, non può aiutare un ammalato a pregare e se una hostess non può portare al collo il crocefisso. Non va meglio in Spagna e talora anche in Italia ove se qualcuno tenta una timida reazione di fronte alle profanazioni musulmane del sagrato di Milano viene immediatamente tacciato di razzismo, xenofobia ed intolleranza. Dove stiamo andando? Che ne sarà dei nostri valori, della nostra cultura, delle nostre radici e delle nostre tradizioni? Bastano le sterili, timide e retoriche manifestazioni periodiche per ricordarci chi siamo? E perché il presidente Napolitano interviene su un fato esecrabile come quello di Nettuno confondendo il bullismo con il razzismo e si astiene, dopo aver appena celebrato il Giorno della Memoria, su un accadimento come quello venezuelano?

  3. Blaise scrive:

    Bellissime parole,penso mettano tutti d’accordo,e lasciano sperare che i lefebvriani siano più avanti di quanto non si pensi nella discussione sul CVII.A presto nella piena comunione

  4. Che Dio benedica S.E. mons. Bernard Fellay.

    Un grande GRAZIE ad Andrea
    per averci informato su queste
    IMPORTANTISSIME
    e bellissime dichiarazioni.

  5. Areki44 scrive:

    Sono contentissimo per le dichiarazioni di Mons. Fellay. Preghiamo con insistenza la Vergine Santa perche si arrivi al più presto all’unità piena nella Chiesa, sarebbe un guadagno per tutti. Offriamo preghiere, sacrifici, mortificazioni per questa nobile causa. Siamo vicini al Papa.

  6. Vincenzo scrive:

    … C.V.D.

  7. Physikelly scrive:

    Testo originale del brano saliente dell’intervista di Mons. Fellay a “Famille chrétienne” :

    “Nous condamnons évidemment tout acte de mise à mort de l’innocent. C’est un crime qui crie contre le ciel ! D’autant plus quand il s’agit d’un peuple. Nous rejetons toute accusation d’antisémitisme. Totalement et absolument. Nous rejetons toute forme d’approbation de ce qui s’est passé sous Hitler. Cela est quelque chose d’abominable. Le christianisme pousse jusqu’à un degré suprême la charité. Saint Paul, parlant des Juifs, s’exclame : ‘je désirerais être anathème pour mes frères !’ (Rom. 9,3). Les juifs sont « nos frères aînés » dans le sens où nous avons quelque chose de commun, à savoir l’ancienne Alliance. Il est vrai que la reconnaissance de la venue du Messie nous sépare.

    C’est très intéressant de voir que l’Eglise n’a pas attendu le Concile pour donner des lignes de conduite par rapport aux Juifs. Dès les années 30, même pendant la guerre, plusieurs textes de Rome donnent une position très juste : il faut réprouver les abominations du régime hitlérien ! « Spirituellement, nous sommes des sémites » avait dit le pape Pie XI. C’est une vérité qui vient de l’Ecriture sainte elle-même, ‘nous sommes des fils d’Abraham’ affirme encore saint Paul.”

    http://www.la-croix.com/documents/doc.jsp?docId=2363958&rubId=47602

    Pregherei umilmente Andrea, di apporre gentilmente una lieve, ma non trascurabile, modifica alla traduzione da lui riportata (fornita dall’agenzia dell’ AGI di oggi -la quale a sua volta ha prenso spunto da una traduzione originariamente erronea in quel dettaglio, fornita dal Papa Ratzinger Blog, poi corretta) nel punto:

    “…Il est vrai que la reconnaissance de la venue du Messie nous sépare….”

    La cui traduzione “Certo, ci separa l’aver riconosciuto il Cristo quando lui è venuto”, pur essendo di significato sostanzialmente identico, ‘suona’ in modo diverso rispetto all’originale, ed è un pò troppo libera..

    Probabilmente, si spera, l’AGI domani fornirà una traduzione più aderente all’originale, di quel passaggio, del tipo : “E’ vero che il riconoscimento della venuta del Messia ci separa” o “Certo, il riconoscimento della venuta del Messia ci separa”.

    Grazie dell’attenzione.

  8. Vincenzo scrive:

    …avrei voluto dare 5 voti, ma me ne sono “scappati” solo due… Peccato, ho abbassato la media che avrei voluto restasse 5 su 5 !!!!!!!!!!!

  9. Andrea scrive:

    Egr. dott. Tornielli, gradirei sapere se corrisponde al vero, per quanto di sua conoscenza che oggi ci sarebbe dovuto essere un ulteriore passo di riavvicinamento con la FSSPX, ma che le polemiche degli ultimi giorni hanno consigliato di rinviare. Grazie

  10. Curioso scrive:

    Les juifs sont « nos frères aînés » dans le sens où nous avons quelque chose de commun, à savoir l’ancienne Alliance. Il est vrai que la reconnaissance de la venue du Messie nous sépare.

    “En francaise” è anche meglio !

  11. Giovanni Mandis scrive:

    ora non storpi più il nome di Sua Eminenza eh Cosimo…
    un caro saluto

    p.s. a quanto pare si stanno muovendo per trasportare Eluana nel luogo dove sarà ammazzata.

  12. Physikelly scrive:

    Vorrei far notare a tutti qui, che smaliziati lo sono di certo ma…repetita iuvant, come le agenzie di stampa italiane abbiano trattato oggi tali bellissime parole di Fellay, che erano state pubblicate in Francia già sabato: una (1) sola agenzia, dell’AGI, quando tutta (tutta) la blogosfera cattolica più viva riportava in qualche modo, o come post o almeno fra i commenti, quel passaggio dell’intervista.

    Un esempio per tutti: già stamattina, fra i commenti (letti e aprovati) del blog ‘Oltretevere’ di Giacomo Galeazzi de La Stampa, comparivano belle chiare le parole di Fellay, con tanto di link per raggiungere la fonte.
    Con tutto il rispetto: che ti fa, il Galeazzi, oggi? …Pubblica oggi due post nel medesimo suo blog, dai titoli “Prete pedofilo, vittima risarcita dopo 25 anni”, e “Ruini : “Educazione in crisi. L’uomo da animale razionale a oggetto” .

    D’accordo, temi attualissimi, come moltissimi altri ma… dopo tutto il ca…os dei giorni passati, insomma… Ma vabbè, La Stampa ha una sua peculiare “linea editoriale”, come tutti, d’altronde, si sa. (..Come diceva qualche anno fa la pubblicità del gelato Magnum : “La vita è fatta di priorità !” )

    Spero di potermi ricredere nei prossimi giorni, o già domani. Spero.

    P.S.: sono arcisicuro che l’”intervista” (vulgo: ‘noiconvertiremoroma’) “di Elkann” al Vescovo Tissier de Mallerais, ieri su La Stampa, sia una maldestra (ma ampiamente sufficiente per i fini preposti dall’ Editore) confezione di mezze frasi estorte al presule col forcipe dall’ “intervistatore”, e quindi interpolate con luoghi comuni, frasi da informazioni on-line, e infine il comunicato dell’ufficio stampa della Santa Sede, del 24 gennaio u.s.
    Intelligenti pauca.

  13. Physikelly scrive:

    Ah, permettetemi ancora solo la breve esposizione di un corollario a quanto evidenziato prima: oggi, ho scritto, solo una agenzia, dell’AGI, ha ripreso le bellissime quanto chiare parole di Mons. Fellay.

    Sei ore dopo, però, l’ASCA le riporterà anch’essa – molto più parzialmente rispetto all’originale, ma riporterà pur sempre qualcosa…

    L’ANSA e l’ADNKronos, invece, niente. Niente.

    IN COMPENSO, l’ANSA alla sera si è messa finalmente a riportare qualcosa.
    Cosa?

    Questo: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus//ticker/news/2009-02-02_102300677.html

    “Lefebvriani: Kasper, errori Curia”

    [Non ho niente da aggiungere. Per ora ;) ]

  14. non ti sfugge niente eh giovà!!!

    cmq è vero quello che dici di Eluana.

    A me son giunte or ora due inviti:

    vi invita a scrivere un semplice appello a urp@comune.udine.it per salvare Eluana.

    Speriamo e preghiamo.
    et unum sint.

  15. UDINE – Un’ambulanza e’ partita in serata da Udine con destinazione la casa di cura Beato Luigi Talamoni di Lecco, per prelevare Eluana Englaro e trasferirla nella notte alla struttura residenziale ‘La Quiete’ del capoluogo friulano. L’ambulanza – da quanto si e’ saputo – e’ partita intorno alle 20 e dovrebbe giungere a Lecco intorno alla mezzanotte. Subito dopo potrebbe cominciare il viaggio di ritorno verso Udine, dove Eluana potrebbe giungere prima dell’alba. Il viaggio e la sua durata potrebbero subire variazioni a causa del maltempo che sta colpendo gran parte della Lombardia, con nevicate e temporali.
    PREGHIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  16. Giuda Taddeo scrive:

    Questa costituisce certamente la più eloquente delle risposte alle provocazioni giornalistiche di questi ultimi giorni (non mi riferisco, ovviamente, al nostro ottimo ospite che, purtroppo, costituisce pressoché un’eccezione), le quali, più che riguardare la Fratenità San Pio X, a mio modesto avviso, si rivolgevano piuttosto, “more solito”, ad ostacolare l’attività veramente “Santa” del nostro amato Pontefice !

    Di certo, anche in grazia dei recenti chiarimenti dottrinali, oggi sono stati ricondotti all’ovile “sub Petro et cum Petro” oltre 400.000 cristiani ex anglicani insieme ai loro pastori; domani (me lo auguro vivamente) potrà essere la volta del milione di fedeli della Fraternità con tutto il relativo clero; poi, chissà che la Divina Provvidenza non ci doni ancora una qualche forma di piena comunione con i fratelli ortodossi che, come hanno esplicitamente affermato, anche in virtù del Motu Proprio “Summorum Pontificum” cominciano a sentirsi un poco meno distanti da Roma…

    Nella mia personale opinione, quando (il più tardi possibile!) questo pontificato avrà termine e si trarranno le somme consuntive, ci sorprenderemo tutti nel constatare la tangibile grandezza dell’orma spirituale che Benedetto XVI ha saputo tracciare; un’orma assai più tangibilmente rilevante rispetto a quella, pur se tanto celebrata dalle grancasse di certa opinione, di molti altri dei successori di Pietro.

  17. laurentinum scrive:

    Eluana

    Il padre di Eluana ha stretto un patto con il maligno con l’angelo della morte contro la vita. Se lui riesce alla fine a uccidere sua figlia con la complicità di una magistratura corrotta che legittima il parricidio, (con tale magistratura corrotta non è sorprendente che la giustizia Italiana sia cosi disastrata), egli vivrà nei rimorsi i più attaglianti che i peggiori ulceri stomacali sembreranno poco. Come chi abortisce il figlio, andicappato lui uccide sua figlia perché andicappata, come facevano i nazisti che uccidevano gli andicappati, la shoa non é finita, dato che fanno come i nazisti. Con l’assassino di Eluana, è la croce di cristo che vogliono colpire. Bisognerà ricordare Eluana come un martire della fede se non succederà niente per salvarla, dato che la uccidono per colpire la croce.

  18. Tradizionalista scrive:

    Chiedo scusa per la prova tecnica di prima ma ogni qualvolta scrivo il link di Petrus non vengono pubblicati i miei commenti…
    Il che può significare solo due cose: Tornielli ha deciso di non far pubblicare link, e allora non capisco come mai gli altri appaiano; seconda ipotesi, Tornielli continua ad avercela con Petrus e a parteggiare per qualcun altro, alla faccia della democrazia! Terza ipotesi, anche se non contemplata inizialmente: Tornielli tollera gli insulti a lui, al Papa, alla Fede, alla Chiesa, alle persone, ma non tollera la vista del link di Petrus. Quarta ed ultima ipotesi: mi sto sbagliando su tutta la linea.
    Comunque sia, ha ragioen cosimo de matteis: PREGHIAMO!!! Preghiamo per Eluana, e lei preghi per noi; preghiamo per il padre; preghiamo per questo mondo che ha perso il senso del peccato e il rispetto della sacralità della vita.

  19. Artefice1 scrive:

    Io non riesco a dormire e prego per te, mentre l’ambulanza corre come la Verità.

    Cara Rosibindi….L’hai detto (a Vespa e a tutto il Mondo.)

    “”E’ stato quel Padre l’attore che ha promosso l’azione giudiziaria””

    Tu non centri?
    Come dire che solo Sua sarebbe la Responsabilità?
    Suo il Peccato Determinante?
    Come una causa dello scempio nel quale la Vita del Mondo deve dibattersi?

    Non è piuttosto la Rivendicazione Legittima di quanto già spetta e Compete solo ad un padre?
    Legittima: Essendo quanto il Creatore ha Fissato CON-Senso, affidandogli Eluana?

    Diversamente, questa sciagura ritengo sia una Colpa che ricade indelebile sulla anche tua Legalità.

    L’Impero di Figli che Intendi PER-Seguito caparbiamente, vedo che sta crollando.
    Come potrebbe Essere diversamente?
    La Legittimità di quel padre non hai potuto negarla, Vero?
    Finalmente.
    Pensaci.

    Mi chiedo: Come sarebbe andata la faccenda se quel padre avesse CON-Cepito il Senso.

    SENTIMENTO CHE NON HA ABBANDONATO ELUANA

    Piuttosto di dover PER-Seguire, suo malgrado, il tuo PER-Messo Imponente, da Figli.
    Incapaci ed Ignari dell’Amore CON Misericordia
    Dediti al Potere, Legale(pur non Essendo in campo dei beni ma delle Persone?),
    La quale Legalità PER-Cepisce solo Individui, come Fossero dei Vuoti a Perdere!

  20. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile tradizionalista, il messaggio con il link di Petrus è stato messo nella lista spam dal sistema, come spessissimo accade per i commenti che contengono link. Non c’è alcuna censura, né alcuna censura, mirata. Immagino che a Lei, così vicino al giornale online Petrus, non sarà sfuggito che in un articolo della scorsa settimana sul caso Williamson, pubblicato sul Giornale cartaceo, ho citato proprio il giornale online per le dichiarazioni del rabbino Di Segni. Il che dimostra che non ho proprio nulla contro di Lei e contro Gianluca Barile (nel caso siate due persone diverse…).

  21. Andrea Tornielli scrive:

    Per Andrea:
    non credo corrispondesse al vero che si sarebbe dovuto chiudere l’accordo il 2 febbraio. Non c’è fondamento. Se così fosse stato, non si sarebbe pubblicato il decreto il 24 gennaio, ma si sarebbe fatto tutto lo stesso giorno. Nel decreto stesso si parla dell’inizio di un cammino…

  22. Physikelly scrive:

    La sapete la storia dei ‘lefebvriani’ ad Amiens, Francia, che da un sacco di tempo ormai, cacciati da ogni chiesa, celebrano ogni domenica per strada? Anche al freddo e al gelo.. Vero che la sapete?

    Beh, se non la sapete, guardate qui:

    http://rorate-caeli.blogspot.com/2009/02/more-things-change.html

  23. Garlyc scrive:

    Evidentemente all’interno della Fraternità sta succedendo qualcosa. Le parole di mons. Fellay hanno una certa importanza.

  24. fulvia scrive:

    Gran bella presa di posizione, le pare, dottor Tornielli? Grazie per averla riportata e grazie anche per il bell’articolo di oggi su Il Giornale a proposito del dossier sul caso Williamson, fa riflettere e dimostra che con un po’ di buon senso non si poteva non vedere la strumentalizzazione ad hoc di tutto il caso così palesemente orchestrata.
    Ottimo giornalismo il suo, peccato per quello dei colleghi.

  25. ELSO scrive:

    Physikelly
    amiens ….E’ INCREDIBILE QUESTI HANNO UN FEDE DI FERRO
    GRZIE Physikelly DELLA NOTIZIA ORA MI SENTO ANCORA PIù FORTE E CREDENTE

  26. sasso scrive:

    Condivido pienamente le parole di Mons Fellay,ma credo che padre Williamson facendo anche riferimento alla possibilità che venga arrestato per le sue dichiarazioni abbia voluto,da buon cristiano e cattolico, porre l’attenzione sulle infami “leggi ebraiche” che in molti paesi europei e non ,consentono di gettare in carcere persone innocenti,che non hanno mai ucciso,ne istigato ad uccidere,ne giustificato omicidi,ma hanno solo espresso dubbi ed evidenziato contraddizioni sulla realtà storica della shoah-
    Dubbi e contrddizioni supportate da anni di studi e documentazione-molte di queste persone sono ora incarcerate e diffamate solo per aver espresso la loro libera opinione,che tralaltro dovrebbe essere tutelata sempre e comunque dalle Istituzioni Statali che invece le definiscono “infami”(G.fini)risultando cosi “mancante” nella difesa delle libertà personali sancite dall’articolo 13 della Costituzione di cui esso dovrebbe essere garante.
    Credo per un cristiano,e per chiunque, essere necessario non rendersi complici dei “sinedri” che facilmente invocano il giudizio e la condanna e debba invece esprimere orrore per tali condanne.
    La verità sappiamo ha bisogno spesso di tempo per manifestare il suo senso e la ostinazione di mons Williamson va ben oltre una posizione ideologica,che dovrebbe far riflettere e tenere sempre presente che la volontà divina è spesso indecifrabile(soprattutto se a parlare è un sacerdote)come il Papa ha ribadito ad Auswitch domandandosi”dove era Dio?”.
    La giustizia non è di questo mondo,e a Dio noi affidiamo la redenzione dei nostri peccati e la nostra salvezza,come chi nega la shoah dovra a lui renderne conto;rendersi complici della condanna di qualcuno che non nega la vera Verità ma che la cerca è diabolico.Il fumo che il diavolo diffonde accieca gli occhi,la mente e il cuore.

  27. sasso scrive:

    credo inoltre necessario fare molta attenzione ai “MARRANI”…
    che spesso scrivono su giornali blog ..

  28. Tradizionalista scrive:

    Gentile Tornielli,
    chiedo sinceramente scusa: come avevo prospettato nella quarta ipotesi, mi sbagliavo:-)

  29. sasso scrive:

    CREDO che l’atteggiamento ditubante di molti cattolici nel non esprimere’ solidarieta incondizionata chiara e inquivocabile all’azione santa di Papa Benedetto XVI e l’accoglimento di un nuovo fratello nella Chiesa, sia un atto di codardia dettato dalla paura di essere addidati dal sinedrio.

  30. Cherubino scrive:

    sasso come al solito non perde occasione per porsi in contrasto con il magistero. Rievocare i “marrani” ossia gli ebrei convertiti nei secoli a partire dal 1400, spesso in modo forzoso e con seguito di violenze e persecuzioni, oltre ad offendere coloro che vorrebbe colpire in senso dispregiativo, e gli ebrei stessi ancora una volta vittime a cu isi aggiunge il dileggio, ma sopratutto offende la Chiesa che da tempo ha ammesso formalmente le colpe di molti suoi figli in quelle pagine buie della sua storia e chiesto e perdono per questo.
    Vale la pena ricordare, tra l’altro che proprio in seguito al fenomeno dei “conversos” -prima “invogliati” al battesimo e poi osteggiati- si arrivò alla teoria della “limpiezza de sangre”, fiorita in alcuni ambienti cattolici e precursiva del razzismo novecentesco.
    Vale poi la pena ricordare che tutto ciò è avvenuto in contrasto con la teologia cattolica più sana, in quanto già S. Tommaso d’Aquino sosteneva la illiceità del battesimo forzato o contro il volere dei genitori per gli infanti.

  31. sasso scrive:

    signor Cherubino
    non dica sciocchezze!
    il termine che ho usato non era dispregiativo come lei dice,ma riassuntivo di una serie di atteggiamenti noti nella stampa e nei media.come riassuntiva è la spiegazione che mi degno di darle ritenedola superflua.
    Perche,data la sua suscettibilità, non si indigna allo stesso modo per gli insulti gratuiti che giungono al Papa e alla Chiesa?
    di cio che ho scritto lei ha trovato il modo di rispondere in merito ad una singola parola,questo per me corrisponde a “durezza di cuore” e quindi suscettibile di compassione.

  32. Cherubino scrive:

    sig. sasso è evidente a tutti che lei ha usato il termine in senso dispregiativo, dato che non stava facendo un complimento… se l’ha fatto inavvertitamente è un altro conto, ma 1) nel linguaggio comune dare del marrano a qualcuno equivale a dargli del vile 2) nel linguaggio più tecnico marrano indica chi è probabilmente un convertito per convenienza o paura, quindi un finto cristiano.
    Quanto alle offese al papa, proprio perchè mi indignano ho scritto quello che ho scritto, perchè offensive verso la Chiesa, rappresentata dal papa.
    Sminuire la portata menzognera e offensiva dei negaozionisti -che non sono affatto dei perseguitati- è un offesa al papa che questo negazionismo ha condannato come i suoi predecessori.

  33. Physikelly scrive:

    Elso: “amiens ….E’ INCREDIBILE QUESTI HANNO UN FEDE DI FERRO GRAZIE Physikelly DELLA NOTIZIA ORA MI SENTO ANCORA PIù FORTE E CREDENTE”

    Prego!

    Invito a leggere le seguenti parole (un commento al post su Rorate segnalato stamattina) -che ora non ho il tempo di tradurre- che riassumono un pò la vicenda di Amiens (putroppo terribilmente simbolica della situazione francese, salvo oasi felici di ‘pace liturgica’) :

    “From what I have been told, for 20 years the congregation hired a chapel from the city council. About 18 months ago the council evicted them so the chapel could become a crèche. From that time Mass has been said outside a different church every Sunday. Some of the churches are no longer in use but the diocese refuses to let them be used for the Tridentine Mass. On the feast of the Holy Family Mass was to be said outside the cathedral and the temperature fell to -10. Mass is not said in the cathedral during winter months and the authorities took pity and allowed the traditionalists in to have Mass in the St Joseph’s chapel. Since then they have been back on the street.”

  34. sasso scrive:

    sig cherubino

    lei mi dovrebbe spiegare cosa ha che vedere l’azione santa e legittima del Papa di riannettere un vescovo nella Chiesa, con il negazionismo.
    é evidente che questa relazione inconcepibile e priva di fondamento le sia stata dettata da qualcuno.
    forse vede troppa tv?
    e al limite …dare del marrano a qualcuno vuol dire esattamente il senso che la parola ha e non vile o quello che lei vuole.

  35. Artefice1 scrive:

    Sasso….non abbacàre.

  36. sasso scrive:

    artefice
    io ho sempre paura di giudicare,e molta di piu di coloro che giudicano.

  37. Artefice1 scrive:

    Sasso…..allora ritieniti un pò meno.
    Mi pare.

  38. Physikelly scrive:

    Sul “caso Amiens”, invito a leggere l’articolo sul blog di Don Zuhlsdorf, relativo ai fatti d’inizio gennaio:

    http://wdtprs.com/blog/2009/01/a-thaw-in-the-cold-war-at-amiens/

    [Inutile dire, che pur dopo tutta la pietas dimostrata in abbondanza durante -l'unica- celebrazione non 'en plain air', ovvero in Cattedrale (inutilizzata, d'inverno) e, soprattutto, pur dopo la remissione della scomunica, questi fedeli continuano a essere lasciati per strada, esposti ai rigori dell'inverno e/o agli elementi, senza la benchè minima ospitalità -di norma infinitamente più riservata ai fedeli e ministri di comunità ecclesiali nate dalla Riforma protestante...

    Guardate bene le foto, questi fedeli di ogni età, così pieni di amore per la preghiera e la divina Liturgia.. E pensate se meritano tutto ciò, se meritano che, come vorrebbero gerarchi tedeschi e francesi, ad esempio, venisse costruito un ideale, e non solo, 'muro' per separarli fisicamente dagli altri Cattolici, come se avessero la peste, perchè "è ovvio, sono extra ecclesiam!" . Non sono "lefebvriano" (..ma che sono 'ste etichette, poi..) , anche se amo la Tradizione e il rito antico, ma... mi viene da piangere. Povera Ecclesia Christi. ]

  39. Physikelly scrive:

    Vedi, una settimana DOPO la revoca delle scomuniche
    :
    http://www.amiens-catholiques-sdf.com/content/view/199/1/

    Mi chiedo: come diamine possiamo pretendere rispetto da / ed ‘avvicinamento ecumenico’ a le Chiese “sorelle” ortodosse, se trattiamo simili fedeli a ‘sta maniera, nella Chiesa latina?

  40. NATAN scrive:

    Non è ancora finito il ran “casino” di cui i registi si mischiano tra le mura leonine e fuori che si apre un altro bel “casino” di cui indirettamente viene investito il magistero del nostro papa. Eluana è stata trasferita alla struttura di Udine “la Quiete” per farla morire di fame e sete.
    La risposta degli stessi registi alle parole del papa di domenica scorsa.

  41. onofrio scrive:

    Senza voler negare ‘rispetto’ a nessuno, tanto agli ebrei
    quanto ai negri oppure agli indios americani ed altri, io
    spiritualmente sono occidentale e di cultura greco/romana.
    Lo sono perchè quì sono nato, perchè il ns diritto è di base romana, perchè la ns arte è di base greca, perchè la ns filosofia è di base greca e romana, e così via. Gli
    ebrei, tanto per dare un esempio dimostrativo, sono sempre
    ebrei anche se da secoli e millenni vivono ovunque….non
    vedo quale sia la frenesia di ‘negare’ qualcosa di nostro
    a favore di altri…per di più se proprio vogliamo andare
    nelle utilità, non ci vedo nulla nel medioriente che sia
    encomiabile e di valore, tantomeno le religioni.

  42. Barbalbero scrive:

    Leggo su “il Giornale” di oggi, edizione on-line, che addirittura la Merkel (protestante) chiede spiegazioni al Sommo Pontefice non giudicando sufficienti quelle sin qui esposte….
    ma che vogliono tutti dal Papa?
    non pensate che sia stato tutto un complotto per screditare il Papa ed attaccarlo in maniera violenta e gratuita?

  43. snorri scrive:

    Barbalbero:
    “ma che vogliono tutti dal Papa?
    non pensate che sia stato tutto un complotto per screditare il Papa ed attaccarlo in maniera violenta e gratuita?”

    Già, magari un complotto giudaico, neh. Invece di pensare che tutto il mondo stia complottando contro una Chiesa sotto assedio, potremmo chiederci se la vicenda non sia stata gestita tragicamente dalla Santa Sede, che non è nuova a equivoci disastrosi che si sono prestati ad attacchi profondi (in buona o in cattiva fede) a Benedetto XVI. Sono considerazioni che molti personaggi avveduti in Vaticano stanno facendo e alcuni le hanno anche espresse (vedi Kasper). Aggiungiamoci la sprovvedutezza di quegli inetti dei tradizionalisti antisemiti e la frittata è fatta. Il loro ritorno nella Chiesa mi lascia molto perplesso, almeno finché non chiederanno scusa per tutto il dolore che hanno recato ai cattolici. Se un domani uno di quei sacerdoti dovesse essere assegnato alla mia diocesi, farei le barricate. Ma sono sicuro che il mio arcivescovo non permetterà che i nostalgici del nazismo infanghino la nobiltà della Chiesa ambrosiana.

  44. Giuda Taddeo scrive:

    @laurentinum
    Il padre di Eluana ha stretto un patto con il maligno con l’angelo della morte contro la vita.
    ________________________________________________

    Forse, molto più prosaifcamente, semplicemente con qualche formazione politica di matrice “ulivista” … le liste elettorali, prima o poi, sapranno offrire un’eventuale conferma alla mia ipotesi che, tuttavia, desidero sottolinearlo, mi auguro vivamente si dimostri una tesi fallace, dal momento che mi apparerirebbe eticamente davvero troppo mostruoso uno sfruttamento così ignobile delle sofferenze di un’innocente.

  45. Cherubino scrive:

    sig. Taddeo non è il caso di fare propaganda politica, specie subito dopo che Fini ha detto che la decisione spetta solo ai genitori della ragazza e che la gran parte dei suoi compagni di neo-partito non ha praticamente e pilatescamente preso posizione.

  46. Luisa scrive:

    Per chi capisce il francese e può ricevere KTO:

    Benoît XVI et la Tradition
    (KTO)
    “Benoît XVI et la Tradition” : Parlons-en
    Jeudi 05 février à 20h40 en direct sur KTO

    http://www.ktotv.com/cms/actualite_detail?id=ed3e8a81794ba00c04e42070d64859a9

    Per chi legge il francese:

    Point de vue
    L’Eglise n’ouvre pas sa porte qu’aux “parfaits”, par André Vingt-Trois

    http://www.lemonde.fr/opinions/article/2009/02/03/l-eglise-n-ouvre-pas-sa-porte-qu-aux-parfaits-par-andre-vingt-trois_1150082_3232.html

  47. Luisa scrive:

    Per chi capisce il francese e può ricevere KTO:

    Benoît XVI et la Tradition
    (KTO)

    “Benoît XVI et la Tradition” : Parlons-en
    Jeudi 05 février à 20h40 en direct sur KTO

    http://www.ktotv.com/cms/actualite_detail?id=ed3e8a81794ba00c04e42070d64859a9

  48. Luisa scrive:

    Per chi legge il francese:

    Point de vue

    L’Eglise n’ouvre pas sa porte qu’aux “parfaits”, par André Vingt-Trois

    http://www.lemonde.fr/opinions/article/2009/02/03/l-eglise-n-ouvre-pas-sa-porte-qu-aux-parfaits-par-andre-vingt-trois_1150082_3232.html

  49. sasso scrive:

    ma che vuole quella scema?

  50. Annarita scrive:

    Secondo me Barbalbero è stato proprio un bel complotto. Come mai non si sono arrabbiati quando Williamson ha detto quelle cose sulle camere a gas?
    Forse perchè ciò che dice il vescovo Williamson, agli ebrei e compagnia bella (progressisti di varia risma) non fa ne caldo ne freddo.
    Forse perchè hanno un tempo di reazione molto lungo, visto che si sono imbufaliti mesi dopo ( e guarda caso proprio nel momento opportuno).
    Visto che non credo al caso e nemmeno alla buona coscienza degli imbufaliti, opto per la terza possibilità, cioè che si sia architettato tutto per colpire ancora una volta la Chiesa ed il Papa. E noi sempre a chiedere scusa e a cercare un monologo con gli anticattolici. Ci hanno già detto come deve essere scritto il Messale e noi a cambiare le preghiere, ci stanno dicendo a cosa dobbiamo credere e non credere e cosa deve o non deve fare il Papa, fino a quando? E questi sono gli agnelli, figuriamoci i lupi!

  51. Vincenzo scrive:

    …se risponde al vero (questo, che è un lancio di agenzìa…) secondo “Famiglia…Cristiana(!!!)”, la Revoca della Scomunica ai Lefebvriani, …”offusca l’immagine della Chiesa”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ora, tenendo presente che, la Revoca, l’ha decisa il Santo Padre… è evidente che, quel settimanale, che si dice “cristiano”, ha sorpassato ogni limite, di coerenza e buon gusto.
    Domanda: perchè non cambia “ragione sociale” e, invece di riferirsi al Cattolicesimo, non si iscrive, armi e bagagli, alle Chiese Riformate?
    Non si vergogna il suo Direttore(quel tal “Don”Sciortino, credo…), di addolorare così, il Santo Padre che, sai che colpa, ha caritatevolmente riaccolto dei nostri Fratelli, fedeli alla più limpida Tradizione di Santa Romana Chiesa?

    L.J.C.

  52. Vincenzo scrive:

    …@sasso, chi sarebbe, la “scema”?

  53. Vincenzo scrive:

    …@Luisa. grazie per l’imbeccata. Ho appena letto sul sito di “Le Monde” da Lei gentilmente suggerito, l’intervista all’Arcivescovo di parigi,Card.Vingt-Trois… si barcamena alquanto, ma, in definitiva…”abbozza”. Certo, riguardo ai Lefebvriani, sottolinea, con un certo spirito… risentito, molti punti ancora in sospeso (e, che ci siano,però, è vero), come anche, parlando dei rapporti con gli Ebrei, lo fa dal suo punto di vista e, dicendo che siamo di fronte ad una svolta, mi pare che, oltre che essere troppo “fiducioso” nell’altrui(degli Ebrei) buona fede, corra comunque un po’ troppo… Ma, tuttavia, non è l’opinione di un pisquano qualsiasi, ma quella dell’Arcivescovo di Lutetia, il che, non è poco (e infatti, lo rileggerò con più calma). Grazie ancora.

    L.J.C.

  54. Vincenzo scrive:

    …@Phisykelly…mi sono collegato al sito da Lei indicato e, non so se ho interpretato correttamente, ma ho potuto vedere quanto segue: delle foto che mostrano persone intabarrate, in piedi su un Sagrato, poi,vari scatti di persone in movimento all’interno di una Chiesa dove si celebrava certo qualcosa(ma non ho visto in “campo lungo”quindi non so cosa sia), anche se, mi pare di aver colto, fra l’altro, la foto di un Sacerdote che officia V.O.
    Ricapitolando, poichè nel collegamento non ho avuto un testo da leggere, che spiegasse di cosa si stesse parlando, ho due possibili interpretazioni 1) Che il Padre, dei Fratelli delle Scuole Cristiane, sia andato a “vedere l’effetto che fa”, o, perchè quelle persone, stavano fuori, in quanto dentro, non c’era più posto, oppure, perchè non le avevano proprio fatte entrare. Mi pare che la cosa non quadri…potrebbe dare Lei, la spiegazione…”typica”? Grazie.

  55. Vincenzo scrive:

    …ohhh…la “fine” ironia su Fini e i suoi…”Compagni” di Partito che non parlano!!
    Quanto all’ironìa, sono sicuro che fosse del tutto involontaria (infatti, l’humor non è che abbondi da certe parti…), circa, invece, la mancanza di prese di posizione “ufficiali” sul caso Englaro, sarebbe bastato leggere il Secolo d’Italia, per trovare quanto sembra interessare(e chi vuole, se lo vada a cercare). Per parte mia, prendo, eccome, “posizione”(!) Dunque,in questa questione,la mia posizione, è quella della Santa Sede. Qualunque essa sia oggi, o possa essere domani.

    L.j.C.

  56. IL VANGELO DI OGGI PROCLAMAVA:

    - un padre(Giairo) implora Gesù per la Guarigione della propria figlia.

    - gli amici gli dicono :”Tua figlia è morta!!

    - dopo la guarigione Gesù dirà: “DATELE DA MANGIARE”

    viceversa ecco la cronaca odierna:

    - un padre implora allo STATO la MORTE della propria figlia

    - il medico “amico” afferma lapidario: “TUA FIGLIA E’ MORTA diciassette anni fà!!!”

    - il TRIBUNALE sentenzia: “TOGLIETELE DA MANGIARE E BERE!!!”

  57. Physikelly scrive:

    Fra una settimana, in Israele si voterà. Vincerà l’ultra-destra (e l’ultra-ultra-destra). Noi dobbiamo “dissociarci” in tutti (e di più) i modi dai nostri ‘fanatici religiosi’ (leggi: “Williamson & Abrahamowicz” per tutti) , mentre i loro beeeeeeeeeeeen più fanatici politici (per il momento lasciamo stare i loro integralisti/estremisti/fanatici religiosi, con troppa grazia invariabilmente definiti ‘ultraortodossi’) , fatte le debite proporzioni, stanno per entrare con un pieno di seggi nella Knesset?

    ——————————————-

    Israele:sondaggi,ascesa ultradestra

    Oggi otterrebbe 18 deputati, la settimana scorsa erano 11

    Israele:sondaggi,ascesa ultradestra (ANSA) – GERUSALEMME, 3 FEB – Il partito israeliano di estrema destra Israel Beitenu (IB), guidato da Avigdor Lieberman, e’ in ulteriore aumento alle elezioni. Un sondaggio pubblicato ieri, a 8 giorni dal voto, sostiene che IB otterrebbe 18 deputati nel nuovo parlamento (Knesset), contro gli 11 attuali, diventando cosi’ il terzo partito nazionale. La settimana scorsa venivano accreditati 16 seggi. Il nuovo sondaggio conferma il primato del Likud (destra) di Netanyahu seguito da Kadima (centro-destra) della Livni.

    03 Feb 13:31

  58. Physikelly scrive:

    Segnalo ad Andrea, nel ringraziarlo a nome, immagino, di moltissimi, per il monumentale articolo di oggi, questo altro “”"”piccolo”"”" dettaglio, sfuggito a molti, ma non a tutti. Il sempre informatissimo (in maniera quasi soprannaturale, strano..) blog cattolico spagnolo (di facto di gossip ecclesiastico, prevalentemente iberico) “La Ciguena de la Torre”, che per primo aveva anticipato, il 17 gennaio, una settimana prima, l’imminente pubblicazione della revoca delle scomuniche :

    http://blogs.periodistadigital.com/laciguena.php/2009/01/17/noticia-bomba-

    “Noticia Bomba”, titolava, ed aveva dato il la alle speculazioni di gennaio…

    Tale blog, il cui proprietario è solito menzionare simpaticamennte come fonte “il cardinal re” (pseudonimo di un amico ‘locuace’ in Curia, probabilmente) aveva (SORPRESA!!!) già annunciato che ‘un decreto di revoca delle scomuniche firmato dal papa era pronto’, già…il 2 NOVEMBRE.

    “Sobre el escritorio del Santo Padre hay un decreto preparado para retirar el de excomunión de 1988 que recayó sobre los obispos consagrantes y los consagrados. Digo retirar el decreto y no absolver de la excomunión.”

    (Si noti però, che in quel post del 2 novembre, venivano apportati fondamenti canonici alla revoca, tali da decretarne di fatto l’annullamento..Come poi non è stato, almeno per ora.)

    In che giorno ha concesso l’intervista alla tv svedese, Williamson? 1 Novembre, come ormai (quasi) tutti sanno.

  59. Physikelly scrive:

    E questo, per completezza, è il link al post del 2 novembre, in cui per la prima volta viene rilanciata insistentemente, dopo il ‘gelo’ estivo, la possibilità di una imminente revoca delle scomuniche :

    http://blogs.periodistadigital.com/laciguena.php/2008/11/02/iesta-proximo-a-resolverse-el-problema-l

    [Noto io: adesso il quadro si complica non poco, e altri tasselli si aggiungono al puzzle...]

  60. Physikelly scrive:

    2 novembre 2008 : Cos’era accaduto, una settimana prima?

    A Lourdes, aveva avuto luogo il pellegrinaggio della Fraternità : http://wdtprs.com/blog/2008/10/rorate-reports-sspx-bishops-and-mass-at-lourdes-rosary-crusade-re-the-excommunications/

    Sarebbe stata lanciata la “Crociata del Rosario”, per la revoca delle scomuniche, con inizio ufficiale il …1 di novembre, e conclusione ufficiale il 25 dicembre.

  61. Curioso scrive:

    cosimo de matteis Scrive: February 3rd, 2009 at 9:04 pm

    cavoli, quando si dicono le “coincidenze” !

    ma del resto, il Vangelo è TUTTO così, se non fosse Parola di Dio non potrebbe parlare agli uomini di OGNI tempo, a volte sottovoce, a volte in tono piano … e a volte ad ALTA voce (molto alta, invero) come in questo caso …

    chi ha orecchi per intendere … sempre per stare dalle parti del Vangelo …

  62. Dodo scrive:

    “Ecco il brano più interessante: [...]”

    Sì, ma si può avere il link del discorso, così da leggerlo per intero?

  63. Physikelly scrive:

    http://blog.messainlatino.it/2009/02/una-teoria-del-complotto-ma-per-una.html

    “AGGIORNAMENTO: Nicolas Senèze, giornalista de La Croix, in un suo post (v. qui) manifesta perplessità per ogni ipotesi complottista poiché, essendo stato anch’egli intervistato dalla TV svedese nel corso del programma in cui Mons. Williamson rilasciò le sue dichiarazioni, testimonia di essere stato contattato a tal fine dal settembre 2008; che la sua intervista avvenne il 2 novembre (il giorno dopo quella a Williamson) e che in quella sede gli fu detto che, per tempi di montaggio, essa sarebbe stata trasmessa a fine gennaio (e in ogni caso fu preannunziata da trailer fin dal 16 gennaio). La sovrapposizione con il decreto sulle scomuniche, all’epoca imprevedibile, sarebbe null’altro che una sfortunata coincidenza. La cosa ci convince a metà: ad esempio perché a inizio novembre la FSSPX aveva già lanciato la sua campagna di rosari per la revoca delle scomuniche; un indizio non da poco nel senso che i vertici della Fraternità si disponevano ad una nuova attitudine verso Roma (la cui volontà di togliere le scomuniche era già apparsa chiara almeno fin dal famoso ultimatum di giugno 2008; senza contare che è ben nota da sempre la ferma intenzione di Papa Ratzinger di risolvere quello scisma). Sicché il provvedimento emesso lo scorso 21 gennaio era prevedibile almeno da alcuni mesi. Concludiamo con una precisazione: complotto o meno, resta intatta la responsabilità del vescovo Williamson che, con le sue affermazioni, ha fornito agli avversari del Papa, della Chiesa e della Tradizione un così formidabile arsenale di argomenti.”

  64. mauro scrive:

    @ 7 cosimo de matteis. Lei confonde la verità con le sue fantasie ed addossa colpe al papà che ha non ha fatto fatto altro che onorare le volontà di Eluana. Quando vuole deliziarci coi suoi spunti non racconti barzellette.

  65. IL VANGELO DI OGGI PROCLAMAVA:

    - un padre(Giairo) implora Gesù per la Guarigione della propria figlia.

    - gli amici gli dicono :”Tua figlia è morta!!

    - dopo la guarigione Gesù dirà: “DATELE DA MANGIARE”

    viceversa ecco la cronaca odierna:

    - un padre implora allo STATO la MORTE della propria figlia

    - il medico “amico” afferma lapidario: “TUA FIGLIA E’ MORTA diciassette anni fà!!!”

    - il TRIBUNALE sentenzia: “TOGLIETELE DA MANGIARE E BERE!!!”

  66. laurentinum scrive:

    SU FELLAY
    La revoca della scomunica produce il suo primo effetto trasformativo e positivo, con la comunione, lo spirito santo ricomincia a circolare bene su tutti i rami, che rinvigoriti da nuova linfa si apprestano a nuova vita e produrranno frutti per l’albero intero.
    E penso che un primo compito che si potrebbe dare alla confraternita sarebbe l’evangelizzazione dei musulmani in quello che era il territorio dell’impero romano d’oriente e quelli in Europa tale nuovi templari della fede.

    Caro Taddeo sull’argomento lei sollevato sulla natura del male ho una discussione sull’argomento con Artefice due blog precedente sempre in corso, li devo rispondere ma mi prendo il tempo della riflessione, ma non c’è dubbio che il comunismo è un’incarnazione del male assoluto, Ronald Reagan aveva ragione quando diceva che l’unione sovietica era l’impero del male.
    Devo tuttavia notare che Fini ultimamente per essere diplomatico è stato per le meno sorprendente con alcune delle sue dichiarazioni.
    Per ritornare su il padre di Eluana mi chiedo se lui eredita qualche cosa dell’eventuale decesso di Eluana, tipo Eluana, avrebbe ereditato soldi o interessi venando della madre o della famiglia della madre in cui il padre spera mettere le mani, o assicurazioni o la case è in parte intestata a Eluana.

  67. Disculpe Monseñor Fellay: Soy parte de la FSSPX y no me considero espiritualmente hebreo. Soy Católico Apostólico Romano y, en todo caso Corso.
    En Xto.

  68. mauro scrive:

    @ Laurentium. ho letto le sue affermazioni #48 e #1 relative al padre di Eluana e sono rimasto sconcertato nell’apprendere che attribuisce a lui rimorsi ed eventuali eredità od interessi una volta che Eluana non sarà piu’ su questa terra (personalmente penso che nessun padre non soddisferebbe l’ultimo desiderio della propria figlia).
    Mi permetto di farLe notare che Beppino Englaro sta soffrendo della condizione della figlia da 17 anni, giorno dopo giorno, situazione che nessuno cita e considera come se una medaglia avesse solo una faccia. Inoltre mi risulta che i rappresentanti della Chiesa se ne stanno ben lontani da Beppino Englaro e parlano solo attraverso i media e con che toni. Non mi risulta sia un appestato ma viene trattato come tale ed aggiungo che neanche al peggior criminale la Chiesa riserverebbe un comportamento simile.
    Lei mi sa spiegare perchè Beppino Englaro debba soffrire tanto nella sua vita e quale passo dei Vangeli o delle Sacre scritture preveda che la sua anima sia condannata alla sofferenza fintanto che Dio non si riprenderà Eluana? Relativamente alle eredita od interessi eventuali, le faccio notare che non sono problemi religiosi in quanto riguardano esclusivamente l’area laica. Lei mescolando il sacro con il profano sta cercando un motivo futile per portare vantaggi alle sue misere tesi.
    Ad majora

  69. Artefice1 scrive:

    Laurentium………pare sia tu un mussulmano……..

    Quanto sei tirato e venale.
    Come mai nell’elenco non hai messo il Bene più grande?

    Vedi a proposito di Bene e Male.
    La tua Ispirazione, sarebbe male
    La mia, spero bene.

  70. Physikelly scrive:

    RINO PELLINO, da Berlino : tenete a mente il nome di questo ‘giornalista’ Rai .

    L’ho sentito già quattro volte, il suo raccapricciante servizio da Berlino, la prima volta ieri sera sul GR3, direttore Caprarica, e poi in video su RaiNews24, per tre volte, anche stamattina, ancora…

    1) Non ha parlato di Lombardi.

    2) Ha detto che Williamson “nega l’esistenza della Shoah” (tout-court).

    3) Ha detto che Wagner, il nuovo Ausiliare di Linz (la diocesi più ‘progressista’ d’Austria, è questo il punto.. Ndr) , avrebbe detto che “l’Uragano Katrina non è stato poi così negativo, perchè ha anche distrutto cliniche abortiste”.

    (Ovviamente il ‘giornalista’ ha introdotto queste ultime sue bellissime parole, dicendo che ‘molti temono in Germania ulteriori ‘passi indietro’ del Pontefice tedesco… etc…’)

    Non deve passare inosservata, una vergogna simile per il servizio pubblico della nazione italiana.

    Inoltre: Radio24 ha stamattina insufflato, nel pastone del servizio sulla Merkel, [dopo aver detto "Il Papa non ha risposto, ma lo ha fatto il suo portavoce p Lombardi, il quale sì è limitato ad elencare tutte le condanne della shoah/sua negazione...sino alla presa di posizione di mercoledì scorso' ], ha insufflato pure, dopo l’elenco dei Gerarchi tedeschi (Bode, Marx, etc…) contrari al Papa, ha insinuato (buttato lì) , ripeto, che “pure Oltretevere cresce la rivolta contro la decisione papale”. Quod erat demonstrandum.

    P.S.: la Merkel è luterana, figlia di pastore luterano. La chiesa luterana fu ZERBINO (altro che ‘papa di Hitler’!) del regime nazionalsocialista (salvo eroiche , rare eccezioni) , e soprattutto, l’eresiarca che l’ha fondata, scrisse cose bellissime sui Giudei : http://en.wikipedia.org/wiki/Martin_Luther_and_the_Jews

    Ma non ho sentito ancora le scuse di Angela .

  71. fulvia scrive:

    Snorri le sue parole lasciano a bocca aperta, Lei incita alla violenza contro qualunque logica e buon senso, infangando così il gesto misericordioso del Papa e la buona fede di tanti cattolici che seguono la Fraternità San Pio X, nonché il buon nome della Fraternità che, a prescindere dalle condannabili opionioni personali di uno dei suoi Vescovi, sta muovendosi verso Roma… Almeno riconosciamogli la buona volontà. Giudicare e istigare alla violenza serve solo a chi è a corto di cervello e di argomenti.
    E non ce l’ho con Lei, creda.

  72. Luisa scrive:

    Forse a qualcuno interesserà leggere le parole pronunciate nel 1988 dall`allora prefetto della CDF, il card. Ratzinger.

    Il Concilio e la dignità del sacro
    di Joseph Ratzinger

    Il suo indiritzzo comincia così:

    “
Negli ultimi mesi abbiamo lavorato molto intorno al caso Lefebvre, con l’intenzione sincera di creare per il suo movimento un spazio all’interno della Chiesa, spazio che sarebbe stato sufficiente perché esso potesse vivere. La Santa Sede è stata criticata per questo.”

    http://www.ratzinger.it/modules.php?name=News&file=article&sid=230

  73. segnalo sullo stato giuridico del tradizionalisti intervista su http://www.pontifex.roma.it a mons barrerio

  74. segnalo su http://www.pontifex.roma.it interessante intervista a mons barreiro carambula grazie

  75. ako scrive:

    Si ma quanti in quella “fraternità” pensano questo?(che si è ebrei spiritualmente?) Il vescovo negazionista? ha cambiato idea? E i fratelli che sono vissuti pregando per i “perfidi giudei” si sentiranno ebrei spiritualmente? Dico sempre, meglio tardi che mai, ma il problema sta in quel che veramente pensano non nelle scuse di facciata!!!

    P.S. ma solo per curiosità, se qualcuno può rispondermi, magari qualcuno della fraternità…Ma voi che seguite il rito antico ancora utilizzate la formula “perfidi giudei”?
    E volevo anche dirvi…bentornati, uccidiamo anche il vitello grasso, ma riconoscete di esser “figliol prodigo”?

  76. antonia bassi scrive:

    Abilità della stampa: il mondo discuteva sui crimini di guerra di Israele, e con le frasi di un tizio sconosciuto,idiota, ma non un omicida nè un pericoloso delinquente, si è ribaltato tutto e si torna a usare l’olocaustao come arma ideologica, come hanno notato ebrei come Toaff Ariel, Avram Burg, o altri come Sergio Romano…

  77. Curioso scrive:

    A Tornie’, mo me banni pure i complimenti a de matteis per la sua puntuale citazione del Vangelo nel giorno inaugurale della tortura a morte di quella poveretta di Lecco ?

    Bah …

  78. Gladiator scrive:

    Elenco dei pertecipanti al preconclave della Domus Galilaeae a Gerusalemme una settimana prima della morte di Giovanni Paolo II .

    N° NOMI CARDINALI DIOCESI STATO
    1 Card. Georg Maximilian Sterzinsky Arcivescovo di Berlino Germania
    2 Card. Pedro Rubiano Saenz Arcivescovo di Bogotà Colombia
    3 Card. José Freire Falcao Arcivescovo di Brasilia Brasile
    4 Card. Christian Wiyghan Tumi Arcivescovo di Douala Camerun
    5 Card. Antonio Maria Rouco Varela Arcivescovo di Madrid Spagna
    6 Card. Nicolas de Jesus Lopez Rodriguez Arcivescovo di S.Domingo Rep.Domenic.
    7 Card. Gorge Pell Arcivescovo di Sidney Australia
    8 Card. Jozef Glemp Arcivescovo di Varsavia Polonia
    9 Card. Christoph Schonborn Arcivescovo di Vienna Austria
    10 Card. Theodore Edgar. Mc Carrick Arcivescovo di Washington Stati Uniti
    11 S.B.Ignace Pierre XVII Abdel Ahad, Patriarca di Antiochia Siro-Cattolico Libano
    12 Card. S.B. Stephanos II Ghattas Patriarca di Alessandria Egitto
    13 S.B.Nerses Bedros XIX Tarmouni Patriarca di Cilicia degli Armeni Libano
    14 Card. Paul Shan Kuo hsi Vescovo di Kaohsiung Taiwan

    N° NOMI VESCOVI DIOCESI STATO
    1 Mons.Fernando Saenz Lacalle Arciv. Metropolita di S.Salvador San Salvador
    2 Mons.Anthony Sablan Apuron Arcivescovo di Aguana-Guam Stati Uniti
    3 Mons.Pastor Eustaquio Cuquejo Verga Arcivescovo di Asuncion Paraguay
    4 Mons.Jean Pierre Marie Cattenoz Arcivescovo di Avignone Francia
    5 Mons.Giuseppe Agostino Arcivescovo di Cosenza Italia
    6 Mons.Javier Martinez Arcivescovo di Granada Spagna
    7 Mons.Alberto Giraldo Jamarillo Arcivescovo di Medellin Colombia
    8 Mons.Nicolas Cotugno Fanizzi Arcivescovo di Montevideo Uruguay
    9 Mons.John J. Myers Arcivescovo di Newark Stati Uniti
    10 Mons.Barry James Hicky Arcivescovo di Perth Australia
    11 Mons.Ivan Devcic Arcivescovo di Rijeka Croazia
    12 Mons.Ante Juric Arcivescovo di Split Croazia
    13 Mons.Paul Jozef Cordes Pres.del Pontif Consiglio “Cor Unum” Citta del Vatic.
    14 Mons.Javier Del Rio Alba Vescovo Ausiliare di Callao Perù
    15 Mons.Nicolas Bermudez Vescovo Ausiliare di Caracas Venezuela
    16 Mons.Marcelino Hernandez Rodriguez Vescovo Ausiliare di Città del Mes. Messico
    17 Mons.Rainer Woelky Vescovo Ausiliare di Colonia Germania
    18 Mons. Tomas Scott Fryac Vescovo Ausiliare di Denver Stati Uniti
    19 Mons.Manuel Clemente Vescovo Ausiliare di Lisbona Portogallo
    20 Mons.Cesar Augusto Franco Martinez Vescovo Ausiliare di Madrid Spagna
    21 Mons.Jorge Solozarno Perez Vescovo Ausiliare di Managua Nicaragua
    22 Mons.Bernardino C. Cortez Vescovo Ausiliare di Manila Filippine
    23 Mons.Bernard Longley Vescovo Ausiliare di Westminster Gran Bretagna
    24 Mons.Miguel Irizar Campos Vescovo di Callao Perù
    25 Mons.Czeslaw Kozon Vescovo di Copenhagen Danimarca
    26 Mons.Graham Vescovo di Dallas Stati Uniti
    27 Mons.Eugenio Arellano Vicario Apostolico di Esmeraldas Ecuador
    28 Mons.Mons.Faustin Ngabu Vescovo di Goma Congo
    29 Mons.Jose Maria De La Torre Martin Vescovo Ausiliare di Guadalajara Messico
    30 Mons.Joseph Maria Punt Vescovo di Haarlem Olanda
    31 Mons.Jozef Wrobel Vescovo di Helsinki Finlandia
    32 Mons.Yan Purwinski Vescovo di Kiev Ucraina
    33 Mons.Pier Giacomo Grampa Vescovo di Lugano Svizzera
    34 Mons.Aaron Andrew Vescovo di Mansa – Kitwe Zambia
    35 Mons.Joseph Donald Pelletier Vescovo di Morondava Madagascar
    36 Mons.Andre Leonard Vescovo di Namur Belgio
    37 Mons.Piergiorgio Debernardi Vescovo di Pinerolo Italia
    38 Mons. Oscar Cantarius Vescovo di Piura Perù
    39 Mons.Ivan Milovan Vescovo di Pola Croazia
    40 Mons.Josef Maria Wiertz Vescovo di Roermond Olanda
    41 Mons.Juan Antonio Reig Pla Vescovo di Sergobe-Castellon Spagna
    42 Mons.Zbigniew Maria Kiernikowski Vescovo di Siedelce Polonia
    43 Mons.Kristian Kratz Vescovo di Strasburgo Francia
    44 Mons. José Luis Astigarraga Vicario Apostolico di Yurimagaus Perù
    45 Mons. Jules el Zerey Vescovo Greco-Cattolico Egitto

  79. Barbalbero scrive:

    Caro ako, in latino per-fidus vuol dire sleale ergo che non ha rispettato i patti; la situazione in cui appunto si trovano i seguaci dell’ebraismo storico (non quello moderno fanatico rabbinico-talmudico) e non mi pare che sia contrario alla Dottrina Cattolica.
    semmai oggidì l’accezione di perfido è cambiata (ma se per questo anche oggi c’è chi confonde la charitas con la Carità…), pertanto è opportuna una correzione linguistica che non modifichi la sostanza.

  80. snorri scrive:

    fulvia Scrive: February 4th, 2009 at 8:59 am
    Snorri le sue parole lasciano a bocca aperta, Lei incita alla violenza contro qualunque logica e buon senso, infangando così il gesto misericordioso del Papa e la buona fede di tanti cattolici che seguono la Fraternità San Pio X, nonché il buon nome della Fraternità che, a prescindere dalle condannabili opionioni personali di uno dei suoi Vescovi, sta muovendosi verso Roma… Almeno riconosciamogli la buona volontà. Giudicare e istigare alla violenza serve solo a chi è a corto di cervello e di argomenti.
    E non ce l’ho con Lei, creda.
    _______________________________________________________

    Il “buon nome della fraternità”?? Oddio, che ridicolaggine… a me risulta che questa congrega non abbia mai goduto di alcun buon nome all’interno della Chiesa. Se li si accoglierà è perché avranno ammesso di essersi sbagliati, non certo perché hanno un “buon nome”. Anzi: come si vede, appena si accenna al loro rientro non pare che il mondo si sia rifatto al presunto “buon nome”, ma sono tutti insorti (la Chiesa, fedele all’insegnamento di Cristo, apre le porte ai peccatori e si sporca le mani dialogando con chi ha pessima reputazione e rischia di danneggiarne l’immagine). Quanto al gesto misericordioso del Papa, non l’ho infangato certamente io che sono cattolico fedele al Papa da sempre (al contrario di altri), ma lo hanno infangato i lefebvriani con le loro vergognose prese di posizione.

    Non rispondo invece alla delirante accusa di incitare alla violenza, faccio finta di non aver letto.

  81. Gladiator scrive:

    Pro e contro Martini. Tre commenti
    Postato in General il 30 Gennaio, 2009
    La disputa rinfocolata da “Avvenire” (vedi post precedente) sul libro del cardinale Carlo Maria Martini “Conversazioni notturne a Gerusalemme” ha prodotto vari commenti.
    da espresso online
    A favore del cardinale è ad esempio Paolo Morandi, che scrive:

    “Ho letto i libri su Gesù del papa e del cardinale Martini. Entrambi mi hanno dato qualcosa e ringrazio sia l’uno che l’altro per ciò che hanno fatto e continuano a fare. Perchè allora creare una contrapposizione tra queste due figure che arricchiscono con il loro spessore la Chiesa tutta? Qui non si tratta di dare ragione a uno e torto all’altro perchè la Chiesa fortunatamente non è fatta di teologi ma di credenti e uomini che provano con tutte le loro forze di imitare Cristo. Nella Chiesa ci sono dottori e pastori ed entrambi rispondono alla chiamata di Dio con i propri carismi. Penso che Cristo chieda a questa Chiesa di abbracciare gli uomini, non di imporgli umane visioni di Dio. Invece che dare interpretazioni fuorvianti agli scritti del cardinale Martini, sarebbe fruttuoso per tutta la comunità cristiana commentarli e discuterli con mente più aperta”.

    Molto critico è invece Alessandro Martinetti, studioso di teologia e filosofia, che ai due autori dell’intervento su “Avvenire” scrive:

    “Gentili professori Piero Coda e Marco Vergottini, mi sarei aspettato da voi, nella vostra qualità di presidente e vicepresidente della Associazione Teologica Italiana, un’analisi accurata e meticolosa della tesi teologiche enunciate in ‘Conversazioni notturne a Gerusalemme’. Confesso che ho trovato il libro palesemente incongruente con più di un elemento dell’ortodossia cattolica, teologicamente superficiale, per lo più fragilissimo nel suo decorso argomentativo. Mi sarebbe piaciuto sapere se due teologi titolati la pensano come me e, se no, perché. Invece mi sono imbattuto in un fervorino verboso su ermeneutica e deontologia, con solo un’annotazione cursoria ed elusiva sulla cristologia martiniana, là dove domandate: ‘Dobbiamo attenderci che l’anziano porporato, che è insieme un riconosciuto studioso e un autorevole testimone della fede, faccia una smentita per riaffermare che per tutta la vita ha professato e tuttora professa la fede nella figliolanza divina di Gesù Cristo?’.

    “Mi chiedo: il presidente e il vicepresidente dell’ATI non riescono a scrivere niente d’altro su ‘Conversazioni notturne a Gerusalemme’? Delle due l’una: o sono d’accordo con quello che scrive Martini, e allora non mi riuscirebbe di nascondere un vivo allarme per lo stato complessivo in cui versa la teologia italiana; o dissentono, e allora mi chiedo perché accettino di firmarne l’apologia.

    “Comunque, se volete cimentarvi, una critica seria sul libro di Martini c’è, e per quanto mi riguarda la condivido pienamente: è quella del professor Pietro De Marco in http://www.chiesa. Molti altri, ne sono sicuro, avrebbero voluto scriverne, ma hanno taciuto ‘pro bono pacis’, perché hanno ritenuto quella del silenzio la strategia più idonea a limitare i danni che possono produrre in seno alla Chiesa le tesi martiniane”.

    Infine, ecco che cosa scrive Lelia Del Santo su un altro libro su Gesù, quello del teologo gesuita Roger Haight:

    “Ho letto e sono arrivata a questa conclusione: se Gesù non è Dio è un bel signor Nessuno. Possibile che non ci si accorga che se Dio non è sceso dal Cielo per salvare l’uono tutto si riduce a polvere? Ed è inutile, su di lui, parlare e scrivere tomi su tomi?”.

  82. Mauro W. Fuolega scrive:

    Una nota stonata della Segreteria di Stato intorbida ancora di più la questione. Mi domando chi comandi realmente in Vaticano? Si procede a zig zag…

  83. Physikelly scrive:

    NOTA DELLA SEGRETERIA DI STATO , 04.02.2009

    A seguito delle reazioni suscitate dal recente Decreto della Congregazione per i Vescovi, con cui si rimette la scomunica ai quattro Presuli della Fraternità San Pio X, e in relazione alle dichiarazioni negazioniste o riduzioniste della Shoah da parte del Vescovo Williamson della medesima Fraternità, si ritiene opportuno chiarire alcuni aspetti della vicenda.

    1. Remissione della scomunica.

    Come già pubblicato in precedenza, il Decreto della Congregazione per i Vescovi, datato 21 gennaio 2009, è stato un atto con cui il Santo Padre veniva benignamente incontro a reiterate richieste da parte del Superiore Generale della Fraternità San Pio X.

    Sua Santità ha voluto togliere un impedimento che pregiudicava l’apertura di una porta al dialogo. Egli ora si attende che uguale disponibilità venga espressa dai quattro Vescovi in totale adesione alla dottrina e alla disciplina della Chiesa.

    La gravissima pena della scomunica latae sententiae, in cui detti Vescovi erano incorsi il 30 giugno 1988, dichiarata poi formalmente il 1° luglio dello stesso anno, era una conseguenza della loro ordinazione illegittima da parte di Mons. Marcel Lefebvre.

    Lo scioglimento dalla scomunica ha liberato i quattro Vescovi da una pena canonica gravissima, ma non ha cambiato la situazione giuridica della Fraternità San Pio X, che, al momento attuale, non gode di alcun riconoscimento canonico nella Chiesa Cattolica. Anche i quattro Vescovi, benché sciolti dalla scomunica, non hanno una funzione canonica nella Chiesa e non esercitano lecitamente un ministero in essa.

    2. Tradizione, dottrina e Concilio Vaticano II.

    Per un futuro riconoscimento della Fraternità San Pio X è condizione indispensabile il pieno riconoscimento del Concilio Vaticano II e del Magistero dei Papi Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e dello stesso Benedetto XVI.

    Come è già stato affermato nel Decreto del 21 gennaio 2009, la Santa Sede non mancherà, nei modi giudicati opportuni, di approfondire con gli interessati le questioni ancora aperte, così da poter giungere ad una piena e soddisfacente soluzione dei problemi che hanno dato origine a questa dolorosa frattura.

    3. Dichiarazioni sulla Shoah.

    Le posizioni di Mons. Williamson sulla Shoah sono assolutamente inaccettabili e fermamente rifiutate dal Santo Padre, come Egli stesso ha rimarcato il 28 gennaio scorso quando, riferendosi a quell’efferato genocidio, ha ribadito la Sua piena e indiscutibile solidarietà con i nostri Fratelli destinatari della Prima Alleanza, e ha affermato che la memoria di quel terribile genocidio deve indurre “l’umanità a riflettere sulla imprevedibile potenza del male quando conquista il cuore dell’uomo”, aggiungendo che la Shoah resta “per tutti monito contro l’oblio, contro la negazione o il riduzionismo, perché la violenza fatta contro un solo essere umano è violenza contro tutti”.

    Il Vescovo Williamson, per una ammissione a funzioni episcopali nella Chiesa dovrà anche prendere in modo assolutamente inequivocabile e pubblico le distanze dalle sue posizioni riguardanti la Shoah, non conosciute dal Santo Padre nel momento della remissione della scomunica.

    Il Santo Padre chiede l’accompagnamento della preghiera di tutti i fedeli, affinché il Signore illumini il cammino della Chiesa. Cresca l’impegno dei Pastori e di tutti i fedeli a sostegno della delicata e gravosa missione del Successore dell’Apostolo Pietro quale “custode dell’unità” nella Chiesa.

    Dal Vaticano, 4 febbraio 2009

    [00216-01.01] [Testo originale: Italiano]

    http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/23319.php?index=23319&lang=en

  84. Barbalbero scrive:

    Ma se Mons. Williamson avesse negato l’esistenza dell’inferno o la Trinità di Dio non sarebbe stato teologicamente più grave?
    Povero Pontefice attaccato da tutti per opinioni non sue e per di più osteggiato all’interno del suo stesso stato…..

  85. Orione scrive:

    Un Vescovo viene riammesso alle funzioni episcopali previa professione di fede nella Shoah? Ma ci rendiamo conto dell’abominio a cui siamo arrivati? Mi dispiace, ma il Santo Padre non otterrà l’accompagnamento della mia preghiera; per quel poco che posso, pregherò con forza per la Fede, quella in Gesù Cristo, quella del Credo, per intenderci. Che tristezza.

  86. lelino scrive:

    CHE CASINO RAGAZZI!! questi sono peggio della Merkel..continuano a cadere nei tranelli..ogni giorno una dichiarazione..e se domani Zapatero chiede anche lui qualcosa, la Segreteria di Stato che fa? emette un’altra nota? non è possibile ..ormai c’è una dichiarazione al giorno..parlano tutti e troppo

    ha ragione Antonia Bassi..il mondo parlava di Israele, della guerra..et voilà adesso si parla solo di negazionismo, di Williamson (che fino a ieri non sapevamo neppure chi fosse)..sono davvero bravi quesi fratelli maggiori….

  87. sasso scrive:

    la nota della segreteria vaticana mi appare superflua,essendo l’incarico episcopale già sottoposto al vaglio di varie ed eventuali verifiche.e l’incarico giungerà quando queste saranno giunte a termine.fino ad allora il vescovo rimane nella stessa situazione nella quale oggi si trova oggi.

    che il vescovo debba sostenere la verità storica della shoah per fare il vescovo mi appare come una blasfemia.una bestemmia!

    cio che i giornali scrivono è irrilevante se il popolo non si fa intimidire.

  88. Garlyc scrive:

    “che il vescovo debba sostenere la verità storica della shoah per fare il vescovo mi appare come una blasfemia.una bestemmia!
    cio che i giornali scrivono è irrilevante se il popolo non si fa intimidire.”

    Stante che l’ordinazione episcopale è e resta valida (cosa che nessuno ha mai messo in dubbio), è del tutto evidente che l’incarico episcopale è completamente nelle mani del Papa, che decide se e come affidarlo senza dover rendere conto a nessuno, tantomeno a noi.
    Non è in ballo ovviamente una questione dogmatica, è in ballo una sacrosanta ragione di opportunità, su cui il Papa, ovviamente, è sovrano.
    Se un vescovo (Deus avertat!) se ne uscisse nudo per strada dando di matto, credo che nessuno obietterebbe se il papa gli revocasse l’incarico. Ecco, mons. Williamson ha fatto qualcosa di molto più osceno e molto più disdicevole.

  89. Reginaldus scrive:

    d’accordo, spiritualmente siamo ebrei, perché Cristo è ebreo. La salvezza viene da Israele. Ma gli ebrei si escludono dalla salvezza e rimangono solo carnalmente ebrei se non riconoscono Gesù come Messia. Non vale per loro dire abbiamo per Padre Abramo, perché anche dalle pietre Dio può trarre dei figli di Abramo… Se non credono, si hanno la sorte detta loro da Pietro in At.3. E quindi non sono miei Fratelli, figurarsi poi Maggiori. Lo sono, miei Fratelli maggiori, e lo riconosco, quando credono in Colui che Dio ha mandato.

  90. L'Enigmista scrive:

    A chi aveva creduto……

    a chi aveva sperato……

    a chi aveva desiderato…

    a chi aveva sognato……

    prendete atto, i sogni sono finiti, non c’è spazio per…
    certe cose nella Chiesa

    Grazie Santità, grazie Segreteria di Stato, sempre vicino nella preghiera.

  91. mauro scrive:

    Quando qualcuno afferma che Benedetto XVI non è capito, non è difficile riscontrarlo. Se si legge l’ultima nota della Segreteria di Stato Vaticana di oggi, ci si rende conto che i lefevriani non si sono pentiti e che la scomunica gli è stata tolta per volere di Benedetto XVI solo per aprire una porta di dialogo ed iniziare un chiarimento relativamente alla disciplina ed alla dottrina della Chiesa. Normalmente prima si hanno i chiarimenti (aprire la porta), poi si rinuncia ai provvedimenti presi(togliere la scomunica). Quando un padre perdona un figlio senza che questi si penta, non fa altro che rafforzare ciò che il figlio ha illeggitamente ottenuto o fatto.

  92. Orione scrive:

    > Ecco, mons. Williamson ha fatto qualcosa di molto più
    > osceno e molto più disdicevole.

    Già: qualcosa di politically incorrect. Vescovi “teologicamente” nudi che corrono per strada ce ne sono, ma a quelli nessuno dice niente. La Shoah invece…

  93. sasso scrive:

    associare il negazionismo all’antisemitismo è una idiozia-
    è una idiota strumentalizzazione politica ed ideologica della storia.da parte di chi sappiamo!

    che un vescovo debba sostenere la verità storica della shoah per fare il vescovo mi appare come una blasfemia.una bestemmia!

    NON TEMETE!
    il popolo deve sostenere Il vescovo williamson in quanto tale e non insultarlo per le sue idee personali.
    non cadete in questo tranello!
    p.s
    garlik
    ho visto preti molto piu strani di uno che esce nudo per strada anzi qualcuno si è spogliato di tutti i suoi averi,qualcunaltro lo hanno crocefisso nudo!ma non per questo ho mai messo in dubbio la sua funzione e la sua fede.

  94. Garlyc scrive:

    Sasso, sei duro come una pietra.

  95. NATAN scrive:

    Mi domando se il card. Tedesco, di Vienna , e di qualche altra parte del mondo, abbiano preso sul serio il gran casino che stanno combinando.
    E se si fossero comportati così con i loro preti pedofili , bisex, omosex, etcc….. quanto ci avrebbe guadagnato la Chiesa e con tutte le lordure che ci sono nelle curie, nei eminarim, negli istituti di vita consacrata.
    Quelle lordure criticate e condannate dal solo J Ratzinger.
    Invece sembrano belve feroci, insaziabili , e chiedono la testa di Pietro,Si vergognino e chiedano perdono allo Spirito Santo.
    Adesso pure la Merkel, è una di quelle belve . Chieda perdono per tutte le armi che con il suo placet vengono venduti ai paesi di terzo e quarto mondo.
    “Questo si che grida vendetta agli occhi di Dio Onnipotente.
    PREGHIAMO PER IL NOSTRO PAPA, VESCOVO DI ROMA E SUCCESSORE DI PIETRO.

    Nonostante tutto la promessa di Gesù a pietro è èpiù forte delle condanne di taluni cardinali:
    ” Tu es Petrus…..L e porte degli inferi non prevarranno”

  96. sasso scrive:

    garlyc
    già inscalfibile.

  97. Cherubino scrive:

    il post di Gladiator ovviamente riprende l’opinione di Sandro Magister, che come già detto da Coda e Vergottini è un completo travisamento del libro di Martini.
    Ma basta confrontare le persone coinvolte:

    Piero Coda:
    laureato in filosofia a Torino e in teologia presso la Pontificia Università Lateranense di Roma, dov’è professore ordinario. Impegnato a livello internazionale nel dialogo tra fede e cultura, cristianesimo e religioni, è membro del Consiglio Scientifico dell’Enciclopedia Italiana, Presidente dell’Associazione Teologica Italiana e Segretario della Pontificia Accademia di Teologia. Tra le sue opere ricordiamo: Il negativo e la Trinità. Ipotesi su Hegel (Città Nuova, 1987); Dio uno e trino. Rivelazione, esperienza e teologia di Dio (S. Paolo Edizioni, 1993); con S. Zavoli, Se Dio c’è. Le grandi domande (Mondadori, 2000); Il logos e il nulla.Trinità, religioni, mistica (Città Nuova, 2003); con G. Filoramo, Dizionario del cristianesimo (Utet, 2006); La percezione della forma. Fenomenologia e cristologia in Hegel (Città Nuova, 2007).
    socio fondatore dell’associazione «Amici della Facoltà Teologica» di Milano, socio dell’Associazione europea per la teologia cattolica e dell’Associazione teologica italiana, di cui è membro del Consiglio Nazionale dal 1999 e Vice-Presidente dal 2003. Dal 1984 al 2002 è stato Segretario del Consiglio Pastorale della Diocesi di Milano. Dall’inizio degli anni ’80 ha svolto attività di collaborazione con la pastorale della diocesi di Milano nei settori della formazione permanente del clero, del diaconato permanente, delle scuole diocesane per operatori pastorali. Attualmente è membro del Consiglio per la formazione degli educatori laici responsabili di oratorio, e ricopre la carica di Vice-Presidente della cooperativa “Aquila e Priscilla” (diocesi di Milano). Nell’A.A. 2003/04 ha tenuto un corso di Teologia sistematica dal titolo “La teologia dei laici. Ritrattazione del tema in chiave teologico-pastorale” presso il Biennio di Specializzazione in Teologia Pastorale della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, sezione di Padova.
    Insegna: Ciclo istituzionale: Introduzione allo studio della teologia.
    Seguono una cinquantina di pubblicazione, di cui le ultime sono:
    - Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, Storia della Teologia. IV: Età moderna, diretta da G. Angelini, G. Colombo, M. Vergottini, Piemme, Casale M. 2001 (cfr. M. Vergottini – A. Zambarbieri, Tavole cronologiche, 509-532).
    - «A misura di Vangelo». Fede, dottrina, Chiesa, a cura di M. Vergottini, San Paolo, Cinisello B. (MI) 2003.

    Alessandro Martinetti, definito da Magister “studioso di teologia e filosofia”, non si sa bene con quale titolo o se autodidatta. Di fatto non compaiono pubblicazioni su IBS, nè alcun riferimento in rete se non ad un consigliere comunale di Valenza.

    Pietro De Marco, è effettivamente un professore associato dell’Università di Firenze, ma in qualità di sociologo. Risultano alcune pubblicazioni su temi sociologici tra cui qualcuno relativo a storia della Chiesa e sociologia della religione.

    Naturalmente qualcuno può avere informazioni diverse dalle mie, allora chiedo la cortesia di farci sapere in base a quali competenze questi due signori contestano ben tre autorevoli teologi, tra cui un Cardinale.

    Per lui intanto affettuosi auguri.

  98. Cherubino scrive:

    piccola correzione: dopo “(Citta Nuova 2007)” inizia la biografia di Marco Vergottini

  99. Garlyc scrive:

    Sasso, magari ti identifichi con la Pietra su cui il Signore costruisce la Sua Chiesa. Spero tu non sia invece quella che sarebbe meglio legarsi al collo e gettarsi a mare, per aver scandalizzato i piccoli.

  100. Mauro W. Fuolega scrive:

    Alla luce di La Salette si capisce tutto. Non c’è più nulla da aggiungere, bisogna solo saper aspettare.

  101. sasso scrive:

    garlik
    una cosa è certa! che di stare a discutere con lei non mi nteressa.
    se vuole rifletta su cio che ho detto,se no ciccia.
    spero che lei decida di riflettere indipendentemente dal mio nik,o che non pensi che io sia come il mio nik le suggerisce.

  102. Faccio : copia + incolla di quanto ha scritto sapientemente Natan.
    Mi associo alla bella citazione di Mons. Fellay sui nostri “fratelli maggiori ebrei” di cui venero la cultura e soprattutto la storia.
    Come chiede Natan mi unisco alla preghiera per il Papa : il Vicario di Cristo sulla terra.
    Ecco lo stupendo testo di Natan al numero 7 di questo blog :
    ” Mi domando se il card. Tedesco, di Vienna , e di qualche altra parte del mondo, abbiano preso sul serio il gran casino che stanno combinando.
    E se si fossero comportati così con i loro preti pedofili , bisex, omosex, etcc….. quanto ci avrebbe guadagnato la Chiesa e con tutte le lordure che ci sono nelle curie, nei eminarim, negli istituti di vita consacrata.
    Quelle lordure criticate e condannate dal solo J Ratzinger.
    Invece sembrano belve feroci, insaziabili , e chiedono la testa di Pietro,Si vergognino e chiedano perdono allo Spirito Santo.
    Adesso pure la Merkel, è una di quelle belve . Chieda perdono per tutte le armi che con il suo placet vengono venduti ai paesi di terzo e quarto mondo.
    “Questo si che grida vendetta agli occhi di Dio Onnipotente.
    PREGHIAMO PER IL NOSTRO PAPA, VESCOVO DI ROMA E SUCCESSORE DI PIETRO.

    Nonostante tutto la promessa di Gesù a pietro è èpiù forte delle condanne di taluni cardinali:
    ” Tu es Petrus…..L e porte degli inferi non prevarranno”

  103. L'Enigmista scrive:

    Pesante batosta per i negatori e/o riduzionisti, molto pesante batosta.

    Da incartare, pesare e portare a casa. E sopratutto da meditare.

  104. L'Enigmista scrive:

    “2. Tradizione, dottrina e Concilio Vaticano II.
    Per un futuro riconoscimento della Fraternità San Pio X è CONDIZIONE INDISPENSABILE il PIENO RICONOSCIMENTO del Concilio Vaticano II e del Magistero dei Papi Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e dello stesso Benedetto XVI.”

    Quindi, niente punti in sospeso….

  105. Orione scrive:

    Scusate, Enigmista e altri – non vi sembra che stiamo confondendo il piano della Fede (Verità religiosa, indiscutibile) con quello della ricerca storica (verità umana, discutibile)? Lo dico col cuore in mano, senza assolutamente entrare nel merito della vicenda Shoah sì/no/forse: é davvero così importante che un Vescovo per essere tale creda o non creda vero un fatto che esula dal campo della Fede? E’ davvero pregnate e/o obbligante per il credente il fatto che il suo Papa creda o non creda vero questo fatto? Non dovrebbe invece essere vincolante la parola del Papa per il suddetto credente in tutto ciò che attiene la Verità di Fede?
    E per questo e solo per questo, non é forse meno degno della sua dignità il Vescovo che si discosta dalla Verità di Fede (non ne faccio il nome per rispetto), rispetto a quello le cui idee si discostano dalla vulgata storica corrente riguardo ad un fatto *che non c’entra niente con la Fede in Gesù Cristo Figlio del Dio vivente*?
    Non voglio polemizzare, vorrei solo che mi aiutaste ad orientarmi.

  106. fulvia scrive:

    Snorri, lei è un vero cristiano, animato dallo spirito del vaticano secondo, come tutti, del resto, per carità, sarà mica l’unico… buon per lei…
    Ottimo Lelino, concordo.

  107. Garlyc scrive:

    Sasso, io rifletto da un pezzo.
    Mi perdoni l’ironia sul suo nome e abbia pazienza.

  108. L'Enigmista scrive:

    @ Orione

    La mia vuole essere una risposta a Lei, non una offesa.

    La risposta è questa: il post in cui Lei pone la sua domanda, e la domanda stessa che Lei pone, sono la Summa Teologica, la Lectio Magistralis, di ciò che il Papa sta combattendo e che si è impegnato a combattere sin dall’inizio del suo pontificato: IL RELATIVISMO!

  109. orione
    (la stella o il santo? o un orionino che si reputa migliore del Fondatore che TANTO AMAVA IL PAPA e la Madonna, a differenza dell’emerita gemma napoletana e la star televisiva)
    dice:

    ***é davvero così importante che un Vescovo per essere tale creda o non creda vero un fatto che esula dal campo della Fede?***

    Si, se la Chiesa di Cristo lo ha ritenuto importante, allora LO E’.
    punto.

  110. Orione scrive:

    Grazie Cosimo, adesso sì che non ho più dubbi. Così possiamo chiedere alla Chiesa cosa pensa della figura storica dell’Imperatore Adriano (riformatore o restauratore?), o del problema della continuità fra Impero Romano d’Oriente e Impero Bizantino, o sulla frattura dell’unità mediterranea ai tempi di Carlo Magno e del Califfato Omayyade su cui tanto si accapigliarono Pirenne e la scuola francese. Mille problematiche storiche saranno risolte in un “fiat”.

    Orione: la costellazione. Sono solo un astrofilo dilettante, mica il presuntuoso che pensi tu.

  111. Orione scrive:

    Enigmista: capisco il suo punto di vista. Mi creda però: ho ben salde le Verità di Fede, pur nella mia debolezza (e nel peccato). Mi basterebbe che i miei pastori dimostrassero meno dubbi su quelle Verità, piuttosto che difendere graniticamente le verità di qualcun altro.

    Relativismo é vacillare sui valori; i dubbi sugli avvenimenti storici NON sono valori. Esempio. Valore: difendere la vita di chiunque, sempre e comunque (la vita di un malato, la vita di un embrione, la vita di un ebreo, di chiunque). Dubbio: nell’anno X ci sono stati Y morti o Z morti (posto che il fatto stesso della loro morte é aberrazione per l’uomo e per Dio)? Capito i diversi piani?

  112. il tuo post
    con falsa umiltà e mitezza
    si concludeva così:
    ***Non voglio polemizzare, vorrei solo che mi aiutaste ad orientarmi.***

    Poi, appena giunte due belle risposte chiare, inizi a fare una polemica che non finirà presto
    (temo che COME MINIMO scriverai altri 3 o 4 messaggi. io t’avviso che non tempo da dedicare a chi è fuori dalla Chiesa).

    Ci vuol così poco a smascherare i finti “dialoganti”….

  113. Orione scrive:

    Urca, subito all’insulto. Scusate, me ne vado subito. Non intendevo ferire nessuno. Sì, temo di essere davvero fuori da *questa* Chiesa.
    Addio (con un po’ di rimpianto, discutere poteva essere interessante).

  114. Garlyc scrive:

    Orione, il vescovo W. è tale in virtù dell’ordinazione validamente ricevuta da mons. Lefebvre.
    Se sia opportuno che eserciti il suo mandato (e come, e dove), questo spetta alla potestà di giurisdizione del papa: o sbaglio?

  115. Ecco, bravo:
    vedi che c’è l’istituto consialia bona
    che è in piena campagna acquisti.
    Secondo me ti prendono subito
    appena apri bocca.

    Su google lo trovi il loro sito?
    Come? lo conosci bene? Ne sei già adepto?
    E allora che cosa vuoi?
    Trovare adepti qui fra quelli in “libera uscita”?
    Ma non lo sai che la Chiesa è una e santa?
    E che la Grazia di Dio
    (unitamente alla Intercessione della Vergine)
    opera miracoli insperati?

    bè, vani bellu và.vavvandi.

  116. Cherubino scrive:

    Orione pone la questione in modo errato. Perchè ci si ricorda che il magistero della Chiesa riguarda anche la morale solo per peccati sessuali, un pò meno per quelli legati al potere e ai soldi, per niente circa peccati relativi alla violenza e alla menzogna. Questo come altri hanno già rilevato è lo stesso relativismo che corrode il senso della verità. E’ relativismo morale.
    Invece fa bene la Chiesa a ribadire che
    - essa ha autorità nel definire sul piano oggettivo ciò che è moralmente male;
    - relativamente a peccati estremamente gravi e oggettivamente rilevabili, che una persona si pone automaticamente fuori della comunione ecclesiale.
    Per questo nessuno si scandalizza se si afferma che i mafiosi, i terroristi, gli stupratori… sono separati da Dio e dalla Chiesa e con loro chiunque si associa moralmente ai loro atti o ne prende le difese.
    Per questo è perfettamente legittimo che ciò valga per i nazisti e per chi simpatizza con le loro idee, o ne prende le difese anche solo attenuandone le responsabilità morali.
    Non si tratta quindi di verità di fede, ma di abominio, un peccato gravissimo che non può dimorare in un cristiano e a maggior ragione in un pastore della Chiesa. Negare o sminuire la Shoà è lo stesso atteggiamente morale di coloro che di fronte ad una violenza sessuale, reiterata e aggravata, cominciano a dire che in fondo la ragazza violentata se l’è cercata o “in realtà” lo desiderava, o ha provocato… tutte quelle profonde cattiverie che uccidono per la seconda una vittima.

  117. Physikelly scrive:

    COME PREVEDIBILE

    NON gli è bastata NEMMENO questa!!!!!!!

    Il Segretario generale del Consiglio Centrale Giudaico, Stephan Kramer, dice solo che quello della Segreteria di Stato è solo un “primo passo”. In sostanza, dice che il punto non era tanto il caso isolato di Williamson, quanto tutta la questione del rapporto di Roma con la Fraternità San Pio X nel suo insieme.

    [Eccoli! Smascherati! Gli ebrei tedeschi come megafono di Lehmann & Co. , & viceversa... ]

    Quanto alle bestiali dichiarazioni contro il Pontefice, da parte di Michel Friedman, ex presidente del medesimo Consiglio giudaico, preferisco non tradurvele, ho ancora il voltastomaco solo ad averle lette.

    Evidentemente, l’”appeasement” non è bastato , non basta, e non basterà mai…

    E’, come disse uno, è come ‘dare bistecche ad una tigre, sperando che diventi vegetariana’…

    ————————————————–

    http://www.zeit.de/online/2009/06/papst-vatikan-williamson-widerruf

    “Kritikern gingen die Worte des Vatikans nicht weit genug. Der Generalsekretär des Zentralrats der Juden in Deutschland, Stephan Kramer, hält die Reaktion für nicht konsequent genug. Kramer sagte, es handele sich zwar um einen “richtigen Schritt”. Es gehe aber nicht nur um Williamson, sondern um die Grundsatzfrage des Umgangs mit der Pius-Bruderschaft.

    Der TV-Moderator und frühere Vizepräsident des Zentralrats der Juden, Michel Friedman, griff Benedikt XVI. scharf an. “Der Papst ist unglaubwürdig, ein Lügner und ein Heuchler, wenn er den Menschen einerseits verkaufen möchte, er stünde auf der Grundlage der Kooperation, des Zusammenlebens zwischen Juden und Christen, er kämpfe gegen jeden Antisemiten in der Welt und er kämpfe gegen jeden Holocaust-Leugner, aber mitten im Vatikan genau diese Leute mit offenen Armen aufnimmt”, sagte Friedman am Mittwoch im Hessischen Rundfunk.

    Der Papst mache sich die Hände schmutzig, wenn er diese Leute umarme. Solange der Papst die Rehabilitation des Holocaust-Leugners Williamson nicht rückgängig mache, gebe es kein Gespräch und keinen Dialog mehr zwischen Juden und Katholiken, sagte Friedman.”

  118. lelino scrive:

    Orione resti, resti

    Cosimino, la Settimana Enigmistica e compari sono bravi ragazzi, sono i Torquemada del CVII però non fa niente..tutto fa brodo

    i suoi punti Orione sono molto interessanti perchè evidenziano e confermano il pastrocchio che la Segreteria sta creando..
    sinceramente la risposta su Williamson è davvero fuori tempo massimo…la revoca delle scomuniche è di quasi 2 settimane fa..l’intervista di Williamson su internet l’hanno vista e rivista tutti..hanno parlato Kasper, Melloni, Politi..ripeto manca solo Zapatero…
    quello che i Torquemada del CVII non capiscono è che non si può rispondere il 4 febbraio..qui il meglio tardi che mai non vale..non siamo alla bocciofila..

  119. Ripeto: lo sò che avete il dente avvelenato contro S.E. Bernard Fellay
    (presto lo chiamerete “giuda” e “venduto”, anzi da qualche parte mi par di averlo già letto: vi farò sapere)
    ancor più che contro il Papa
    (quello è un astio di venti e passa anni)
    però, vi prego: per gentilezza andate a verruca, VI ACCOGLIERANNO A BRACCIA APERTE
    e lì potrete sfogare il vostro malumore
    contro Fellay, contro il Papa, contro il Popolo Eletto, contro chi volete.

    Qui amiamo la Chiesa.
    Vi avverto: il reginaldigno che ha definito apostata il Santo Padre ha fatto una brutta fine(peggio per lui). Non fate lo stesso suo errore.

    Ripeto: institutute madreconsiglia bonna o giù di lì, accettano tutti, son di bocca buona.

  120. Cherubino scrive:

    Ielino, la precisazione della Segreteria di Stato del Vaticano, è uscita ora perchè per tutti i cattolici quello che è stato precisato era già chiaro. Solo dopo le deformazioni, i tentativi di alcuni tradizionalisti di giocare sulle parole e di alimentare ambiguità, nonchè il trascinarsi eccessivo di recriminazioni di alcuni ambienti ebraici si è resa necessaria questa precisazione ufficiale e definitiva.
    Per noi e per il mondo cattolico normale era già chiaro dall’inizio cosa significasse la revoca della scomunica.

  121. L'Enigmista scrive:

    Ah e per non essere Torquemada e per far contento qualcuno, vogliamo parlar d’altro???

    Che sò, tipo: Thule-Gesellschaft , un po del Walhalla, di Krishnamurti, Germanenorden, Völkisch, Odino?????

  122. giusto, il neopaganesimo nazistoide di cui è moooolto infarinato il paranoico e l’altro genio pelato.

  123. Physikelly scrive:

    Central Council of Jews outraged

    Even after the call by the Vatican to Williamson, ” to withdraw clearly and publicly” his denial of the Holocaust, the Central Council of Jews is outraged over the issue. Secretary Stephan Kramer believes the reaction from the Vatican to the criticism of the approach of the Pope not to have been consistent enough. Kramer said that although it is a “right step”. But not enough. It was not only about Williamson, but about the fundamental question of how to deal with the SSPX.

    It is unacceptable that the Pope did not know Williamson’s opinion, at the time of lifting the excommunication. The Pope opposed this stance, as he himself had emphasized a week previously.

    Friedman insults Pope calling him a liar

    Also, the TV presenter and former Vice-President of the Central Council of German Jews, Michel Friedman, sharply attacked Pope Benedict XVI. “The Pope is untrustworthy, a liar and a hypocrite, if he wishes to sell himself on the one hand someone who stands on the basis of cooperation and coexistence between Jews and Christians, who struggles against all anti-Semites in the world and who fights against any Holocaust deniers, yet those same people he absorbs intp the Vatican with open arms, “Friedman said according to the report of the Hessischer Rundfunk magazine “Main Tower”.

    http://cathcon.blogspot.com/2009/02/pope-is-untrustworthy-liar-and.html

  124. Physikelly scrive:

    Michel Friedman (born January 25, 1956 in Paris) is a German lawyer, CDU politician and talk show host. Though he had to withdraw from his public offices and lost his licence as lawyer based on legal offenses. From 2000 to 2003 he was Vice President of the Council of German Jews, the leading Jewish umbrella organization in Germany, and from 2001 to 2003 President of the European Jewish Congress. From 1998 to 2003 he had his own TV show “Vorsicht! Friedman” (Careful! Friedman) regional public TV station for Hesse.

    http://en.wikipedia.org/wiki/Michel_Friedman

    “The Friedman affair

    In 2003, he was convicted in a case involving prostitution and drug usage. He had offered cocaine to prostitutes from Ukraine he had ordered through an escort service. This escort service was being investigated for forced prostitution. Friedman used the false name of Paolo Pinkas (a Hebrew name), which was misinterpreted by the police as Paolo Pinkel (Paolo Pee). He withdrew from all his public offices and “apologized” to the German people and asked for “a second chance”. However, due to the fact that Friedman did not directly apologise to the several forced prostitutes (he did not talk about the nature of his “mistake”), the women’s right organisation Terre des Femmes among others strongly criticised Friedman’s speech.[1] On July 8, 2003, he was fined 17.400 Euro for drug possession (the police had found three packages of cocaine).

    Since then he has taken on some TV appearances again.”

  125. sasso scrive:

    COSIMO DE MATTEIS
    a quale popolo eletto si riferisce ? quando dice

    …”sfogare il vostro malumore
    contro Fellay, contro il Papa, contro il Popolo Eletto, contro chi volete”…
    grazie

  126. scusa? ci conosciamo?

  127. laurentinum scrive:

    Per Mauro,
    Io sono un laico RC (Roman Catholic), libero pensatore, dunque mi ritengo libero di affrontare ogni soggetto, in esercizio dei miei diritti costituzionale di libertà di parola e in pieno uso del libero arbitro datomi da Dio senza dovere chiedere il permesso a nessuno in particolare a lei.
    Nella fattispecie c’è un malinteso è mancato un punto interrogativo finale, non ho detto questo è la motivazione primaria di Englaro padre ho posto una questione, dato che nel caso
    Terry Sciavo era stato provato dai giornalisti, che l’ex marito che tanto anche lui pretendeva che la volontà di Terry Schiavo fosse di morire ect , che lui non aspettava che quello per riscuotere l’eredita e risposarsi.
    Nel caso Eluana pongo la domanda? Nella mia esperienza ho visto più di una persona nascondere dietro delle dichiarazione pretestuosi dei motivi venali inconfessabili, non sarebbe la prima volta.
    In ogni caso a prescindere di quale sia la sua motivazione primaria, il padre di Eluana rimane un parricida a tutti titoli, che viola il senso della Personale Riconoscenza, nella Volontà del Padre celeste.

    L’evangelizzazione dei musulmani moderati passa dunque tramite a farli riconoscere qual è il vero senso di Dio, ossia un Dio frutto della personale riconoscenza che ti da la libertà e la democrazia avendo in mente che il preteso Dio musulmano nega il libero arbitro dunque uno si puo chiedere se il culto del Dio musulmano non sia un culto satanico? ( non affermo mi pongo la domanda)

  128. sasso scrive:

    COSIMO DE MATTEIS

    perchè mi vuole conoscere?

    a quale popolo eletto si riferisce ? quando dice

    …”sfogare il vostro malumore
    contro Fellay, contro il Papa, contro il Popolo Eletto, contro chi volete”…
    grazie (per la eventuale risposta visto che non ci conosciamo)

  129. Vincenzo scrive:

    …@sasso… sto ancora aspettando la Sua spiegazione su chi sarebbe la …”scema”… . Grazie.

  130. L'Enigmista scrive:

    La vittoria ha molti padri, la sconfitta è orfana.

  131. sasso scrive:

    vincenzo

    ANGELA MERKEL !

  132. » 2009-02-04 19:10
    ELUANA: FORSE STRUTTURA NON IDONEA

    ROMA – Per l’assessore alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Wladimir Kosic, la Clinica La Quiete non possiede le condizioni per attuare il decreto della Corte di appello di Milano ai fini della sospensione della nutrizione e idratazione artificiale ad Eluana Englaro. Lo ha detto all’ANSA il sottosegretario alla salute Eugenia Roccella, al termine di un incontro a Roma con l’assessore.

    Eluana Englaro non puo’ essere affidata e ‘presa in carico’ dall’Associazione ‘Per Eluana’ (composta dall’anestesista Amato De Monte, altri medici e una decina di infermieri specializzati), costituita la settimana scorsa per gestire l’attuazione del decreto della Corte di Appello di Milano per l’interruzione dell’alimentazione e dell’idratazione della donna. Sarebbe questa, secondo il sottosegretario, la posizione espressa dall’assessore Kosic.

    (NON ILLUDIAMOCI, MA CONTINUIAMOA SPERARE E P R E G A R E)

  133. Vincenzo scrive:

    …@sasso… GRAZIE…. anche perchè,con questo chiarimento(faccio ammenda,pensavo ad altro)mi ha tolto un …sasso… che mi era rimasto sullo stomaco.

  134. Vincenzo scrive:

    …@laurentinum… farsi confusamente vanto del proprio “libero pensiero”, è totalmente antinomico al dirsi “Cattolico Romano”(…a meno che, non si tratti di persona che faccia, di cognome “Cattolico”, e di nome”Romano” … .

    Noi Cattolici, ne tenga nota, siamo guidati dal Magistero della Chiesa.

  135. sasso scrive:

    Vincenzo
    mi ha incuriosito a cosa pensava?

    ho letto la nota ufficiale

    http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/23319.php?index=23319&lang=it

    della santa sede ,ma da come la stanno presentando in tv e sui giornali….

    il tg 3 ha raccontato una storia sul fatto che il Papa è il Re (vero) e si deve assoluto rispetto (vero)etc..
    che il vaticano caccerà chi ha gestito la questione..
    tutte cose inesistenti sulla versione ufficiale.

    L invocazione alla preghiera (vera ) mi sembra la unica cosa strettamente necessaria.

  136. bo.mario scrive:

    Colleghi del blog invece di trovare delle, difficili, spiegazioni potete dire che il vaticano ha sbagliato. Le cose, come sono andate, hanno dimostrato che hanno fatto male una cosa e per rimediare hanno fatto peggio. Vi ci vuole molto ad ammetterlo? Avete paura di qualche scomunica? Infallibilità del papa? siamo seri.
    Un saluto.

  137. laurentinum scrive:

    Forse Vincenzo lei non é informato ma siamo in democrazia esiste una costituzione, il libero arbitro è dono di Dio, il garante dei diritti. Lei è contrario ai diritti costituzionale per caso? Lei sogna di istituire una teocrazia? tuttavia mi chiedo se dietro queste parole pesante che lei usa, non prende il magistero, come scusa per nascondere la sua impossibilita di incontrare Dio, usando dunque le parole di artefice:
    “Dunque, il CON-Vincimento è frutto della Personale Riconoscenza, nella Volontà del Padre, oppure viene Imposto dalla Forza dell’Istituzione?”

  138. sasso scrive:

    bo.mario
    la Chiesa e il Papa hanno sbagliato? per cosa?forse nel passo che dice “non dare scandalo”.forse.per aver fatto strillare 4 ebrei sui giornali?quelli strillano sempre.
    forse perche ci sono troppi colleghi e pochi cattolici nella Chiesa.

  139. Artefice1 scrive:

    Laurentium

    “”Ma quando vien lo sgelo.
    Il primo Sole é mio.
    …..”"

  140. L'Enigmista scrive:

    Le parole chiare e dirette di padre Lombardi al Tg1 credo

    abbiano messo una pietra tombale su tutta la questione.

  141. mauro scrive:

    @ Laurentium. Il solo fatto che Lei abbia posto una domanda, non relativa al caso Englaro, ma su una presunta commistione di interessi che l’avrebbe spinto ad anni di dura battaglia per ottenere ciò che la Chiesa gli contesta apertamente come eutanasia, dimostra che le sue tesi sono labili ed hanno bisogno di un supporto materiale per renderle plausibili. Lei è un semplice impiccione, che si impiccia di fatti relativi a quando Eluana era ancora in vita ed i genitori potevano decidere, di libero arbitrio, quando e come rendere partecipe Eluana del proprio patrimonio.
    Per quanto riguarda l’ex marito di terry Schiavo, il caso è completamente diverso perchè lui aveva l’amichetta che lo aspettava e l’eredità gli faceva proprio comodo. Englaro ha solo la solitudine di chi, come Lei, lo zittisce e lo mortifica continuamente considerandolo un peccatore ancor prima che tutto succeda.
    Noto con piacere che non ha risposte alla domanda che le posi, una ragione in piu’ per considerare le sue asserzioni su Englaro, parricida, pretestuose e prive di fondamento in quanto quella risposta è conclusiva per capire da che parte stia la verità e la menzogna. Tuttavia, se Lei riesce a rispondere con cognizione di causa, io cambierò idea e Le sarò debitore.

  142. Artefice1 scrive:

    Mauro….avrei immaginato che la risposta l’avrei data io col mio commento rivolto idealmente all’onorevole Rosibindi.

    Laurentium….che debbo fare ancora?
    Quasi, quasi direi che
    Dio sarebbe quella Essenza Capace di Separare, Vanificare, Distruggere il Potere dell’uomo sull’uomo.

    Come dire l’Essenza Capace di Dissolvere i significati e le relative PER-Suasioni Reali.

  143. laurentinum scrive:

    Mauro lei ha detto “quando Eluana era ancora in vita” ma questo è tutto la questione, Eluana è in vita non era in vita, lei come fa a dire che Eluana non é in vita, sta travisando i fatti per cercare una giustificazione alla sua coscienza?
    cosa ne sa di quello che succede a Eluana dentro di lei, la sua vita interiore non è degna di rispetto? lei non ha mai rispettato la vita interiore di una persona? , non crede che lei sta commettendo un peccato di arroganza? che si consideri di avere una specie di diritto di decidere su chi deve vivere o deve mUorire? prendersi per dio?

  144. Leggete queste incredibili
    rivelazioni di Crisafulli:
    (le rende pubbliche il tg com):

    Beppino Englaro si confidò a tal punto da confessarmi, in presenza di altre persone, che ‘non era vero niente che sua figlia avrebbe detto che, nel caso si fosse ridotta un vegetale, avrebbe voluto morire’. In effetti, Beppino, nella sua lunga confessione mi disse che alla fine, si era inventato tutto perché non ce la faceva più a vederla ridotta in quelle condizioni. Che non era più in grado di sopportare la sofferenza e che in tutti questi anni non aveva mai visto miglioramenti. Entro’ anche nel dettaglio spiegandomi che i danni celebrali erano gravissimi e che l’unica soluzione ERA FARLA MORIRE e che proprio per il suo caso, voleva combattere fino in fondo in modo che fosse fatta una legge, proprio inerente al testamento biologico.

    In quella circostanza anch’io ero favorevole all’eutanasia e gli risposi che l’unica soluzione poteva essere quella di portarla all’estero per farla morire, in Italia era impossibile in quanto avevamo il Vaticano che si opponeva fermamente.

    Ma lui sembrava deciso, ostinato e insisteva per arrivare alla soluzione del testamento biologico, perché era convinto che con l’aiuto del partito dei Radicali ce l’avrebbe fatta. (…)

    Questa è pura verita’. Tutta la verita’. Sono fatti reali che ho tenuto nascosto tutti questi anni nei quali comunque io e i miei familiari, vivendo giorno dopo giorno accanto a Salvatore, abbiamo fatto un percorso interiore e spirituale. Anni in cui abbiamo perso la voce a combattere, insieme a Salvatore, a cercare di dare una speranza a chi invece vuol vivere, vuol sperare e ha diritto a un’assistenza e cure adeguate. E non ci siamo mai fermati nonostante le immense difficoltà e momenti nei quali si perde tutto, anche le speranze.

    E non ho mai reso pubbliche queste confidenze, anche perché dopo aver scritto personalmente a Beppino Englaro, a nome di tutta la mia famiglia, per chiedere in ginocchio di non far morire Eluana, di concedere a lei la grazia, fermare questa sua battaglia per la morte, pensavo che si fermasse, pensavo che la sua coscienza gli facesse cambiare idea. Ma invece no. Lui era troppo interessato a quella legge, a quell’epilogo drammatico. La conferma arriva, quando invece di rispondermi Beppino Englaro, rispose il Radicale Marco Cappato, offendendo il Cardinale Barragan, ma in particolare tutta la mia famiglia. Troverete tutto nel sito internet

    http://www.salvatorecrisafulli.it

  145. La redazione di Tgcom ha ricevuto questa lettera da Pietro Crisafulli (fratello di Salvatore che nel 2005 si risvegliò dopo due anni di stato vegetativo nel quale era caduto dopo un grave incidente stradale) e ha deciso di pubblicarla integralmente

    (la trovate qui: http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo440590.shtml )

    ED ORA, COME LA METTIAMO?

  146. laurentinum scrive:

    Cosimo Bellissima lettera,
    che la giustizia sospendi immediatamente l’esecuzione della condanna a morte per fatti nuovi , in america i condannati a morte hanno questo diritto più il diritto di grazia , vorremmo concedere a Eluana almeno questi diritti ? ho perché il fatto di essere innocente li da meno diritto di un assassino,

    Artefice , sono sicuro che lo spirito santo parla tramite quello che lei dice in questi commenti.

  147. Artefice1 scrive:

    Laurentium …. non degradarti.
    I miei sarebbero semplici significati inutili e a perdere!!!
    Lo “Spirito Santo” UNICO SENSO, pare lo abbia Sentito anche tu.
    Cerca di spiegarmelo come puoi.

  148. bo.mario scrive:

    Sasso che il papa abbia sbagliato, solo per imprudenza, mi pare che se ne siano accorti tutti. La differenza tra colleghi e cattolici cosa vuol dire? dovete credere, obbedire e non combattere. Quando succedono questi fatti vale la pena di non tentare qualche giustificazione. L’avvio della pratica per togliere la scomunica a quella gente vuol dire che si accetta il loro integralismo. Il vaticano cerca una frangia integralista? Un saluto.

  149. mauro scrive:

    Larentium, una persona che non può disporre della propria vita ritengo opportuno farLe notare che sopravvive alla sua stessa esistenza. Faccia un esperimento su se stesso e si mette a letto per tutta la vita. I suoi amici verranno a trovarla e Le chiederanno il motivo. Lei dica loro che intende vivere così. Dopo qualche mese, qualcuno chiederà se si hanno notizie di Lei e chi risponderà affermerà: no, so solo che crede di vivere stando a letto. Questo è il comune senso che la gente attribuisce alla vita (etica), non quello che lei vorrebbe far credere ed imporre.
    Non sono nè io nè Lei che deve decidere se uno deve morire o vivere. Ma se lei continua a scrivere fandonie, prima o poi il suo spirito morirà perchè comandato da altri. Chiunque potrà fare di Lei ciò che vuole. Purtroppo già lo stanno facendo.

  150. Artefice1 scrive:

    Caro Mauro….lasciamelo dire così.
    Poi se m’aiuterai cercherò di spiegarmi.

    A mio fondati parere, si direbbe, leggendo questo tuo commento, che della Vita tu non abbia capito proprio Nulla e di CON-Verso anche dell’esistenza.

    Prova a capirLo da solo.

  151. mauro scrive:

    Artefice1, Non era nelle mie intenzioni, purtroppo ho perso la sua traccia perchè pedinavo Laurentium che lasciava tracce ben visibili ed inequivocabili del suo inganno. Non so se sia d’accordo, come dicevano i nostri padri Romani: repetita juvant. Il dubbio che mi rimane è che se chi ascolta abbia la mente sgombra da indottrinamenti e riesca a ragionare con la propria testa. Al giorno d’oggi si fa molto meno fatica ad usare quella degli altri ma purtroppo i risultati non sono garantiti.

  152. mauro scrive:

    Artefice1, la vita non è quella terrena ma quella che travalica la nostra esistenza.

  153. Artefice1 scrive:

    Mauro…..Dunque, se lo sai…
    Dovrei ripeterti che non l’hai capita affatto.

    L’avessi capita “non mancheresti di nulla.

    L’Esistenza che Illude (Pura Immagline, Sarebbe sorta al posto Suo???

  154. Artefice1 scrive:

    Mauro….in buona sostanza.
    Nel tuo esempio, l’elemento determinante non è affatto il Senso!
    Piuttosto non puoi negare che sia la Voglia (mi metto a letto per sempre) e le Passioni più disparate.

    Per Eluana, credo che non si possa negare il Fatto che nessuna Volontà Naturale avvia deciso di mantenerla nello stato “vegetativo”. Ti pare?
    Dunque non resta che supporre fondatamente che tale stato Abbia Senso, Trascendendo la Volontà.

    Questo è il Vero Crimine che i codici della Chiesa sembra abbiano ignorato.

  155. mauro scrive:

    Artefice1, personalmente ho un concetto ben preciso di religione e con questo termine travalico il cistianesimo ritenendo che una sola religione dovrebbe attendere a tutti i fedeli del mondo. Piu’ religioni non fanno altro che confondere il fedele e, come spesso succede, infondono principi errati che portano ad esiti atroci, a scontri religiosi, a gente che ritiene che immolandosi, mentre uccide un infedele, sarà accolto nei cieli al pari dei nostri santi.
    Può essere che io consideri la religione come una pura forma, pura immagine, senza contenuto reale, umano ma la religione cristiana è diventata borghese e serve solo per accontare la classe media.
    Personalmente sono solito chiedermi: dove stiamo andando. Guardo sempre oltre l’orizzonte temporale e cerco di darmi risposte. Posso sbagliare come tanti altri.

  156. Artefice1 scrive:

    Mauro…tanto per precisare direi che il Principio sarebbe UNO SOLO!!!
    Ho usato i termini Codici della Chiesa appunto intendendo manifestare l’Intero Popolo di Dio Padre Creatore.
    Quanto Oggettivamente Esiste ed è Riconoscibile, credo meriti Attenzione, piuttosto che CON-Flitti PER Fedi PRE-Tese.
    Dove vai tu, dipende solo da te, ti pare?

  157. mauro scrive:

    Io non uso mai termini Codici della Chiesa e sviluppo il pensiero in modo che sia compreso da tutti. Quando leggo quello che scrivi non mi vergogno di dire che mi trovo in difficoltà, io sono semplice e diretto, perchè è come risolvere un cruciverba senza caselle anche se per te, che l’hai ideato, è di una semplicità incredibile. Comunque vedo che punti di contatto ci sono e credo che possano essere sviluppati ulteriormente nei prossimi giorni. Fino a quest’ora sono disponibile ma poi devo anch’io attendere agli impegni quotidiani di famiglia. Se c’è l’occasione di intervenire ci si sente stasera, diversamente domani. Saluti.

  158. laurentinum scrive:

    Per Mauro
    Lei ha detto “pedinavo Laurentium che lasciava tracce ben visibili ed inequivocabili del suo inganno.”
    Ma scusi un attimo lei chi è? un nuovo messia? , un nuovo profeta sceso su terra per liberarci dal profondo inganno e darci la sua luce di verità? Non li pare di essere un po’ arrogante? Vede che quando dico che lei si prende per Dio non mi sbaglio poi di tanto?
    Sarei dunque ingannato perché non la penso come lei? Ma lei la tolleranza la conosce?
    Immagino che lei consideri che chiunque sia un credente sia un ingannato?
    Che ne dice invece di chi cerca Dio lo fa di libera volontà ed é libero? fandogne?
    Lei invece, non è bello sciavo delle sue passione e delle sue certezze che non puo difendere se non denigrando uno che la pensa in un altro modo?
    A corto di argomenti? Come si chiama denigrare la parte contraddittoria perché non si ha argomenti? fanatismo? Lei mister super razionale cosi autonominato sarebbe un fanatico?
    Non molto razionale non li pare? E se la ragione fosse della parte di Dio?
    Ma allora chi sarrebe l’ingannato?
    e se volesse vivere tutta la mia vita al letto non sarebbe il mio diritto se me lo posso permettere?
    Insomma chi é produtivo puo vivere e chi non lo é deve muorire?
    Eluana é insomma una bocca inutile da subito mandare al forno crematorio?
    Ma chi é il suo ispiratore il dott Mengele o Marx?
    Non li pare che l

  159. mauro scrive:

    # Laurentium, io cerco risposte concrete, lei ha risposte preconfezionate, non sue, ma di chi ha indirizzato la sua mente. Lei offende perchè si sente debole e quella è la sua sola arma: prendere a pretesto tutto quello che Le possa servire per umiliarmi. Se darle dell’indottrinato è una offesa, dovrei avere tutto il mondo contro, ma purtroppo, per Lei, c’è anche chi non la pensa diversamente perchè è una persona libera, ed esserlo è anch’essa un’offesa, naturalmente.
    Ad Majora.

  160. laurentinum scrive:

    Per Mauro
    Ma guardi io non cerco di umiliarla ho solo voluto mettere in evidenza le contraddizione del suo discorso che ha me, mi é sembrato molto ideologico , lei si considera libero perché dice che bisogna lasciare morire Eluana? Ma tanto questo non arriverà un giorno o l’altro per forza delle cose ? Dunque che fretta c’è? Quando verrà verrà.
    Lei si crede libero ma pero per lei è la situazione di Eluana che è inaccettabile e intacca il suo senso di libertà, e dunque Eluana deve morire alfine che cessi il suo disturbo e che ritrovi la libertà perduta?, ma non li sembra che farebbe meglio di curare il suo disturbo da se senza intentare alla vita di Eluana , cosi sarebbe veramente libero non li pare? Che liberta è se dipende dai altri , questo è co-dependenza non libertà. Deve risolvere dentro di lei.

  161. Artefice1 scrive:

    Ma scusa Mauro….mi pare che una certa Ideologia la dimostri chiaramente.
    Dunque direi che proprio l’Ideologia in genere Inventa Istituzioni PER Produrre Leggi e Codici.
    Oltremodo Proprio l’Ideologia ha rivendicato il termine Chiesa, da intendersi come Intero popolo di Dio e non limitato alla Fondata Istituzione.
    Dunque Codici della Chiesa ritengo sia appropriato, dovendo parlare con un Ideologo, non ti pare?
    Credo d’essermi spiegato bene.
    Quando non basta quello che dico, fammi domande, oppure chiedimi di riformulare il pensiero.
    Ma se credi di trovarti la pappa fatta, sperando possa Essere Buona, debbo deluderti subito, piuttosto di venire deluso.
    La pappa Buona ciascuno se la deve fare!!!
    Ripeto: Il Senso non si trasmette.

  162. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile prof. Damiani, negazionista e sedevacantista, lei può darmi del pennivendolo finchè vuole. Grazie a Dio non sarà a giudicare la mia anima e dunque “un giorno” non spetta a lei stabilire dove andrò…
    Pensi ai peccati suoi e a quelli dei suoi deliranti amici che vomitano odio antisemita. Su paradiso, inferno e purgatorio, lasci decidere a Dio.

  163. L'Enigmista scrive:

    Cosimo, le indovini tutte!

    E’ iniziata davvero la campagna acquisti!!!

  164. mauro scrive:

    Laurentium, per chiarire l’equivoco, pedinare è cercare dove scrive nella pagina WEB, le tracce sono sono i suoi scritti, l’inganno è che penso diversamente da Lei, avere un dubbio non vuol dire sapere od avere la prova ma ritenere possibile, come chi lancia i dadi e afferma che uscirà il 6. Chiuso.
    Di seguito ad altro suo commento. Quando si azzoppa un cavallo, non c’è soluzione, non si può far nulla e viene eliminato e gli animalisti non dicono nulla perchè sanno a quali sofferenze andrebbe incontro il cavallo quando così non si intervenisse. Lei mi obietterà che il cavallo è un animale e non una persona. Caso vuole che anche l’uomo faccia parte del regno animale e che le recenti Leggi a protezione degli animali siano ormai equiparate alle garanzie che vengono date all’uomo, specie di cui Lei ed io facciamo parte. Lei mi sa spiegare perchè la Chiesa prevede un trattamento opposto al senso di pietà collettivo verso un cavallo quando si parla di Eluana? Lei pensa che il cavallo venga ucciso per crudeltà, per opportunismo o che altro? Dio ha creato forse gli animali per darci da mangiare? O siamo noi che li uccidiamo scientemente quando potremmo vivere senza usare le loro carni, usando bacche, frutti, prodotti naturali della terra che si rinnovano di stagione in stagione.
    Veda Lei. Se sa rispondere a queste interrogativi della vita è veramente libero.

  165. alessandro scrive:

    Non sarebbe da sottovalutare l’ipotesi che il vescovo Williamson abbia, con buona dose di cinismo, assunto la posizione negazionista a scopo interno, quasi a bilanciare quella che i tradizionalisti considerano una delle più gravi conseguenze dell’ultimo Concilio ecumenico: la rinuncia (implicita o esplicita) alla conversione degli ebrei e, più generalmente, dei non cristiani.
    Appare una dichiarazione programmatica rivolta più al popolo di Dio che all’esterno, importando molto poco ai Tradizionalisti il giudizio del mondo secolarizzato, e il pensiero unico.
    E’ certo cosa (moralmente, solo moralmente) grave che un vescovo neghi la realtà dell’Olocausto; ma è anche più grave, secondo me, obbligarlo con tanta ipocrita insistenza a ritrattare, quasi che lo sterminio degli Ebrei sia una verità di fede o di morale la cui professione possa abilitare un vescovo. E’ come se la Chiesa non abbia più vita morale autonoma, e non la voglia avere.
    Vorrei dei vescovi che credano nella Resurrezione di Cristo almeno quanto si vuole che credano nello sterminio degli Ebrei!

  166. mauro scrive:

    Artefice1, prima non ti ho risposto perchè ero rientrato solo un attimo su internet ed ho visto che dovevo dare risposta a chi pensa diversamente da me.
    Io credo che nella vita sia assolutamente necessario avere idee, chi non ne ha viene inesorabilmente sopraffatto, manipolato, reso inerte e servile. Farai tutto in suo nome ed arriverai anche difenderlo quando si macchierà di delitti. Sarai la sua Legge, sarai la sua arma, l’ esecutore del suo potere.
    Sarai… no, proprio non sarai nessuno. LA tua vita proprio non è servita a nulla, te l’hanno regalata e l’hai dissipata. Le ideologie cambiano continuamente, velocemente, molto piu’ velocemente di quanto l’uomo possa assimilarle. Egli ne è sempre piu’ tagliato fuori, arranca continuamente giorno dopo giorno. Piu’ fa fatica e meno tempo ha per pensare, per rendersi conto di quello che gli accade. La Chiesa invece sembra immutabile, un punto di riferimento sicuro, forte di millenni di studiosi che hanno cercato di spiegare cos’è l’uomo, cosa fa sulla Terra, quale sarà la sua meta finale. Fiumi di inchiostro sono stati usati, tutto l’animo umano è stato sondato e gli sono state date risposte certe, sicure. Poi vai a prendere Le sacre scritture e scopri che Dio ha fatto prima l’uomo, poi la donna ma per farla ha usato una costola dell’uomo. Se chiedi a qualsiasi donna cosa voglia dire, ti sentirai rispondere che significa la sottomissione della donna all’uomo. E ti chiedi perchè Dio non ha fatto la donna come l’uomo, se quest’ultimo gli era riuscito così bene ( a sua immagine e somiglianza). E ti rendi conto che quando fu scritto quello era il rapporto fra l’uomo e la donna. Ed è ancora così, nulla è stato cambiato, la donna è uno strumento di potere dell’uomo. Senza la sua maternità il suo potere cesserebbe. Ma allora qual’è il Dio vero? Se ci considera tutti allo stesso modo perchè poi sulla terra la donna è assogettata al volere dell’uomo? Non serve un teologo che te lo spieghi. Chiunque lo capisce se legge la sostanza e non la forma.
    Di Leggi ce ne sarebbe bisogno. perchè l’uomo si è impoverito, ha distrutto tutto quello ha seminato, è diventato servo di sè stesso.

  167. Dodo scrive:

    Secondo me, prendere le distanze dalla vulgata olocaustica (ormai ampiamente dimostrata come fallace) è un’esigenza imprescindibile, lefevriani o non lefevriani.
    Se non l’avessero tirata fuori i lefevriani, sarebbe comunque venuta fuori lo stesso, in altra maniera.
    Possibile che non ci sia la maniera per smarcarsi da quella malìa, senza fermare il dialogo? Si potrebbe fare, invece: rispondendo agli Ebrei che delle questioni storiche non ci occupiamo.
    Avallando il mito ebraico invece, ci inguaiamo sempre di più, perché mendacia chiama mendacia,
    e pian piano, senza accorgercene, scivoliamo da soli nelle sabbie mobili (Pio XII corresponsabile di un Mega-Sterminio è un qualcosa che – se vero – non può passare invendicato).
    Non è porgendo il dito alla lonza che si placherà la sua fame rabbiosa: essa si papperà anzi tutta la mano, e poi lo stesso bracccio, e poi …

  168. alessandro scrive:

    Qualche settimana fa, su Teleradio Padre Pio, un frate cappuccino che per incarico del convento aveva fatto da custode e da infermiere personale al Santo di Pietrelcina negli ultimi anni della sua vita, ha raccontato un fatto veramente importante: che Paolo VI verso il 1965 inviò a padre Pio il cardinale Ottaviani (o Oddi, non ricordo bene) per chiedergli cosa pensasse e cosa dovesse fare del Concilio: e che padre Pio nel suo stile icastico abbia detto di chiuderlo senza indugi, ciò che il papa fece puntualmente.
    Era già nota la venerazione che papa Montini aveva per Padre Pio: questa confessione, però, a mio avviso rende un po’ di giustizia alla figura di questo Papa che resse la Chiesa in un momento terribile della sua storia.

  169. Artefice1 scrive:

    Mauro……mi costringi a ripeterti che
    Dove vai tu, dipende solo da te!
    Io che centro?

    Questa tua propensione, cosa ha a che fare col tuo “Sarai”???
    Tu chi sei?
    Altrimenti?

    Lasciami pure perdere, tanto avrei solo il tuo identico nulla da dirti.
    A mio parere non hai capito niente.
    Il tuo sarebbe un modo per Determinare il Nulla.
    Che NON Esiste.
    Ma che solo i significati riescono PER-Suadendo a paventare.

    Come dalla Perfezione discese la Separazione.
    Così dall’”Uomo da intendere come Essere” ovvero dalla Persona discese la Donna.
    Quale Potere Istituisce tale Realtà?
    Forse che l’Individuo maschio sovrasta? L’analogo Individuo femmina???

    L’Ordine (quello della mamma in cucina) Che ha a che fare col Potere che ogni ingrediente manifesta in proprio e di Suo(Dio Padre Creatore)???

  170. mauro scrive:

    Artefice1, se lo chiedi a qualsiasi donna lo saprai, se ritieni che non lo sia mai capirai.

  171. Artefice1 scrive:

    Mauro…..dipende da cosa intendi per Donna…

    “”se lo chiedi a qualsiasi donna lo saprai, se ritieni che non lo sia mai capirai.”"

    Poi ti direi di distinguere anche l’oggetto da dispinguere.
    Praticamente
    Se riconosce l’Individuo, sarebbe una Cosa.(Immagino sia questa la tua intuizione perorata)
    Mentre invece se Riconosce la PERSONA Uomo, dovresti Ri-CON-Siderarti.

    Pare la stessa cosa, ma una delle due é SOSTANZA, mentre l’altra resta Inutile Forma.

  172. totem e tabu' scrive:

    Se fai un discorso del genere ad una donna, distinguendo la forma dalla sostanza, credo che tu rimanga la forma perche la sostenza la usano loro ed in maniera inequivocabile ti rimarranno i segni addosso. Non vanno tanto per il sottile, guardano solo il risultato.

  173. Artefice1 scrive:

    Totem…..credo rimarrai al palo.
    Illudendoti.

    Come potrei dirlo se non fossi un padre?

  174. Giorgio Capretti scrive:

    Mauro, forse hai mangiato troppe bacche!