Il Vaticano fa interrompere lo show tv blasfemo in Israele

La Santa Sede è intervenuta contro la trasmissione di Canale 10, la Tv israeliana che ha preso di mira Gesù e la Madonna. Questo è il comunicato che è stato da poco diffuso: «L’Assemblea degli Ordinari Cattolici di Terra Santa ha espresso pubblicamente lo sdegno e la protesta dei cristiani per le trasmissioni mandate in onda nei giorni scorsi dalla televisione privata israeliana “Canale 10″, nelle quali venivano ridicolizzati – con parole e immagini blasfeme – il Signore Gesù e la Beata Vergine Maria. Le Autorità governative, subito interessate dal Nunzio Apostolico, hanno prontamente assicurato il proprio intervento al fine di interrompere tali trasmissioni e ottenere pubbliche scuse dalla stessa emittente. Mentre si manifesta solidarietà ai cristiani di Terra Santa e si deplora un così volgare e offensivo atto di intolleranza verso il sentimento religioso dei credenti in Cristo, si rileva con tristezza come vengano offesi in modo così grave proprio dei figli di Israele, quali erano Gesù e Maria di Nazareth».

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

118 risposte a Il Vaticano fa interrompere lo show tv blasfemo in Israele

  1. Barbalbero scrive:

    Meno male.

  2. Victor scrive:

    era ora!

  3. lelino scrive:

    che dite?

    si scuseranno anche i rabbini?

    espelleranno il comico da Israele?

    la Anti Defamation League dirà qualcosa?

  4. Cherubino scrive:

    ora però qualcuno che ha accusato le autorità e gli ebrei in toto di atteggiamenti anti-cristiani dovrebbe chiedere scusa a sua volta…

  5. Marcello Teofilatto scrive:

    Per rimanere in campo televisivo, “Non è mai troppo tardi”.

  6. Marcello Teofilatto scrive:

    Per Cherubino: se certi ebrei accusano in toto i non ebrei di non aver fatto nulla (o non aver fatto abbastanza) per salvarli ai tempi delle persecuzioni, i non ebrei hanno il diritto di accusare gli ebrei in toto di non fare nulla (o di non fare abbastanza) per fermare le espressioni di odio anticristiano. O tutti o nessuno.

  7. raffaele savigni scrive:

    Questo dimostra che si può chiedere il rispetto reciproco, come è giusto. E conferma la necessità di fermare “provocatori” come mons. Williamson.

  8. fedenrico scrive:

    Intervento corretto, dignitoso e bello.

  9. Tradizionale scrive:

    Stando alle allusioni di Savigni la causa primigenia del comportamento blasfemo della TV israeliana sarebbe la dichiarazione di Mons. Wiliamson.

    Se lei, prof, nell’insegnare Storia ( o giù di lì) a Ravenna, traccia ai suoi studenti in codesto modo i legami di causa ed effetto, come minimo presto la prenderanno a pedate (dato che lei ragiona con i piedi …)

  10. Annarita scrive:

    Finalmente! Chissà se lo diranno al telegiornale.

  11. ellekappa scrive:

    A prescindere dal merito (non conosco la trasmissione né i contenuti), fa sempre impressione vedere come i credenti (nella fattispecie cristiani e cattolici) siano così felici nel censurare, impedire, imporre…. ecc. ecc.

    Tutti belli soddisfatti di aver IMPOSTO a TUTTI il loro punto di vista.
    Sono soddisfazioni non c’è che dire.

  12. giorgio da verona scrive:

    Le battute di Cherubino sono veramente fenomenali. Inimitabili.

  13. MARCO D. scrive:

    Ogni volta che succedono queste e altre cose, mi interrogo sul profondo mistero dell’odio verso Cristo e la sua Chiesa.
    Un odio previsto da Gesù stesso, ma che ha poco di logico: perché odiare e disprezzare qualcuno che predica la bontà, la giustizia e, sopratutto, ti promette una vita eterna?
    L’incredulità in qualcosa che può farci star meglio, che ci offre una speranza di salvezza e addirittura la sadica voglia di insudiciare, distruggere, rinnegare, insultare il bene resta per me illogico, masochistico e inspiegabile.
    Fatto poi da chi sostiene di credere nel nostro stesso Signore è ancora pià assurdo.
    Eppure avviene.

  14. elianna scrive:

    “credere nel nostro stesso Signore…”
    ———————
    Questo è l’inciampo!
    Su questo argomento, fortissimo motivo di differenziazione
    dei cristiani dai seguaci dell’ebraismo,
    mi sono posta sempre cento domande, con cui tentavo di mettere a fuoco il problema centrale:
    noi cristiani accogliamo tutto l’AT, ma lo leggiamo
    ben diversamente dagli ebrei, come prefigurazione
    della venuta di Gesù Cristo, il Messia promesso ad Israele, il Salvatore dell’umanità (non solo di un popolo,
    ma di tutti quelli che lo accetteranno come Signore Figlio di Dio).

    Mi vengono allora in mente quelle parole di S. Pietro:
    « Sappia dunque con certezza tutta la casa d’Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso! » (At 2,36).

    Mi chiedo (un ingenuo pensiero tra tanti): se gli Ebrei leggono oggi questa proclamazione, quale reazione o riflessione può suscitare in loro?

    Una cosa è certa: Gesù Cristo non può essere
    per loro una persona indifferente.
    Possono scegliere solo tra AMARLO e ODIARLO,
    con forza molto maggiore di tutti gli atei e
    dei seguaci di altre religioni:
    non c’è via di mezzo.

  15. curioso scrive:

    Secondo voi perchè cherubino e il “professor” savigni compaiono quasi sempre in coppia ?

    Si, bravi, proprio per quel motivo.

    No, mi spiace, chi non ha capito non può chiedermi di essere più esplicito … poi Tornielli mi banna …

    Si, è vero, anche a me fanno venire in mente la barzelletta dei due che camminando per un viale alberato discutono di destra e di sinitra, però i personaggi della storiella sono uno di destra e l’altro di sinistra … quindi, mi capite l’esempio non calza al nostro caso … se non per il finale della barzelletta …

    Ad ogni modo, Tornielli, lascialo sto’ post … tanto chi vuole che capisca … a parte noi due ovviamente ;-)

  16. curioso scrive:

    Ops, sorry Tornielli, mi è scappato un “tu”… facci conto che si tratti di un lapis come quello del film di Fantozzi con lui e Filini alle 5 AM di una nebbiosa giornata di inverno a giocare a tennis:
    Fantozzi: “Batti”
    Filini: “Che fa ragioniere, mi da del tu ?”
    Fantozzi: “No! intendo: batti lei”

  17. bruno volpe scrive:

    cari amici invito a leggere su http://www.pontifex.roma.it tesi che non condivido di don abrahamoviz sul tema in oggetto e parare del prof bruno su Povia. La principessa De Blank difende Papa Pacelli saluti BV

  18. luka scrive:

    credo che queste cose televisive,come il 75% della televisione siano solo spazzatura,doveroso protestare,ma era meglio infisciarsene,scuoti la tua polvere dai sandali…….

  19. natan scrive:

    ERA ORA CHE SI SVEGLIASSERO I MONSIGNORI………..

    UNA VOLTA TANTO I LAICI CATTOLICI SIAMO RIUSCITI AD AVERE RAGIONE.

    SILENZIO SULLA STAMPA NAZIONALE , NESSUNO GRIDA ALLO SCANDALO. LA NOTIZIA SULLE PAGINE DI CRONACA E NON IN PRIMA. ACCONTENTIAMOCI

  20. Physikelly scrive:

    [Intermezzo musicale - Cantata 82 di Bach, "Ich habe genug" , per la festa della Purificazione di Maria :

    (1-aria del basso)

    "E' quanto mi basta,
    ho preso il Salvatore, la speranza dei giusti,
    tra le mie braccia che l'attendevano;
    è quanto mi basta!
    Ho potuto vederlo,
    la fede ha impresso Gesù sul mio cuore;
    ora desidero, anche oggi stesso,
    andarmene con gioia."

    ascolta: http://www.youtube.com/watch?v=1GhPiypMGPI ]

  21. Reginaldus scrive:

    l’ antisemitismo praticato dai semiti! E allora i semiti che cosa vengono a rompere con l’ antisemitismo degli altri? Imparino prima a rispettarsi tra di loro, e a a rispettare i diversi da loro. Dopo io presterò ascolto alle loro lamentazioni…

  22. Indignus scrive:

    Salve a tutti. Vorrei fare una banalissima considerazione.
    Mentre Mons. Williamson viene bandito dall’argentina e perseguito a livello legale in Germania per aver messo in dubbio le modalità ed il numero delle vittime del genocidio dei giudei per opera di Hitler, i Giudei possono impunemente bestemminare Cristo, la Madonna e tutti i Santi della Chiesa e sputare addosso a preti e cristiani in terrasanta. Questa si badi bene non è una novità ……è così da sempre. Perchè non proponiamo di espellere dal nostro Paese coloro che non riconosco il Sacrificio di Gesù Cristo Nostro Signore?

  23. roberto scrive:

    QUESTI SONO POVERI ESALTATI! INCARNANO TUTTO CIO’ CHE ISRAELE NON E’. LA MALAFEDE ACCOMPAGNATA DALL’IGNORANZA
    NON PUO’ CHE PRODURRE QUESTI RISULTATI. SENZA VOLERE FORZARE IL PARAGONE, RICHIAMANO , NELLA SOSTANZA, LA VIGNETTISTICA NAZIONASOCIALISTA.
    LA VERGINE NON SOLO E’ VENERATA DAI CATTOLICI ,MA E’ NEL CUORE DEI CRISTIANI ORTODOSSI, DEI PALESTINESI CRISTIANI E ANCHE DELL’ISLAM!
    MI ASPETTAVO ALTRO DA UNA TELEVISIONE DI ‘ERETZ ISRA’EL
    ROBERTO

  24. anniballo scrive:

    Sputi e bestemmie di ebrei contro cristiani, persecuzioni di cristiani contro ebrei, aggressioni di islamici agli ebrei, guerre degli ebrei contro gli islamici, crociate di cristiani contro gli islamici,assassinii di islamici contro i cristiani…Che dire?? A chi sa ben guardare, le religioni si commentano da sole.

  25. Physikelly scrive:

    [Off topic -apparentemente- : come mai in Italia, a suo tempo, il pur sempre hollywoodiano "Schindler's list" venne distribuito ovunque, e reclamizzato quasi come docu-film da visionare obbligatoriamente da parte di grandi&piccini, , mentre...il CAPOLAVORO di Andrzej Wajda "Kathyn" sull'omonimo eccidio sovietico di polacchi, è stato distribuito in Europa occidentale in maniera limitata - e in Italia in maniera assolutamente insufficiente, rispetto alla portata del film??

    (approposito: http://www.youtube.com/watch?v=v2D3GGTa-lg )]

  26. Physikelly scrive:

    Per soli stomaci fortissimi :

    http://www.lpj.org/newsite2006/news/2009/02/photogallery/headschurch-channel10-febb2009-VIDEO.html

    Il transcript (in inglese, a cura del sito del Patriarcato latino di Gerusalemme) delle “”"”"”battute”"”"”" mostruosamente blasfeme, del programma televisivo israeliano in questione .

  27. Physikelly scrive:

    [Dopo una coraggiosa risposta -due settimane fa- ad una lettera di un lettore su la 'Shoah' , da parte del coraggioso e pensante direttore Lanfranco Vaccari, da 'Il Secolo XIX' ecco - fra le righe- un'altra discreta quanto intelligente 'picconata' al concetto di "unicità" (di cosa, ça va sans dire..) . Stavolta dal critico cinematografico del medesimo quotidiano genovese:

    "Con gli occhi delle donne, Wajda allestisce un’evocazione che non risparmia nulla, compresa l’emarginazione postbellica per gli orfani degli assassinati, ma che non coniuga l’odio bensì il culto della *memoria* e dell’identità per un *olocausto* il cui vergognoso opificio ha continuato a macinare vittime e disinformazione."

    (Pazzesco: 'memoria' ed 'olocausto' non riferiti ad ebrei, per una volta, nella stessa frase... Che conquista di civiltà e libertà d'espressione!) ]

  28. Physikelly scrive:

    [ "Con uno stile secco e impietoso, uno dei grandi vecchi del cinema europeo, dopo aver condotto il melodramma privato e storico davanti alle pagine del diario di un condannato, incide sullo schermo la magistrale e terribile sequenza delle esecuzioni, prima in una squallida cella poi nel bosco: sangue lavato a secchiate e calpestato da stivaloni, morti trascinati su uno scivolo e ammassati su camion, ancora preghiere, ancora urla soffocate, una corda che stringe il collo e i polsi, il proiettile in testa, la caduta tra i corpi che saranno coperti dalla terra smossa dalla ruspa preceduta dall’aguzzino del colpo di grazia inferto con la baionetta, mentre tra le zolle spunta una mano che stringe un rosario. Questo l’epilogo di una ricostruzione che si era aperta con un’altra sequenza ad alta definizione ed emozione su un ponte nel settembre del 1939: migliaia di sfollati cercano di fuggire da una parte all’invasione dell’Armata Rossa e dall’altra a quella della Wermacht scambiandosi grida di pericolo nella vicendevole recriminazione sull’assurdità senza scampo della scelta. Una tragedia coniugata dalla metrica della superba sofferenza creativa trapunta di simboli, ora cristologici ora di tremenda metafora come la bandiera polacca smembrata: con il rosso assurto a vessillo dei torturatori e il bianco svilito a improvvisato copriscarpe della soldataglia bolscevica."

    (da: Katyn, orrore e vergogna nel film di Wajda
    13 febbraio 2009| NATALINO BRUZZONE )

    http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/italia_e_mondo/2009/02/13/1202085808277-katyn-orrore-vergogna-film-wajda-.shtml ]

  29. Non credevo di dover interessare di questi problemi. Ho scritto parecchio sul tema. Osservo qui la grande sproporzione fra la vera e propia “crofissione” contro il vescovo Williamson in fondo colpevole solo per avere avuto il coraggio delle sue opinioni e gli insulti veri e propri, le offese e le umiliazioni che gli Ebrei conducono non da oggi contro i fondamenti teologici della Fede cattolica. Che debba essere io, un apostata, a dover rilevare queste cose mi procura un certo imbarazzo. Ma il punto di vista è però politico-filosofico e geopolitico. Ritengo che al fondo di tutta questa storia vi sia un processo di colpevolizzazione delle generazioni nate dopo la guerra. È una forma di dominio politico. Quanto al merito della questione, abbastanza secondario e irrilevante, penso che Williamson abbia ragione. Basta leggere i libri di graf e di mattogno per convincersene…

  30. Leo scrive:

    “Le Autorità governative, subito interessate dal Nunzio Apostolico, hanno prontamente assicurato il proprio intervento al fine di interrompere tali trasmissioni e ottenere pubbliche scuse dalla stessa emittente.”

    Vista la “prontezza” con cui hanno non-rimosso i giudizi infamanti contro Pio XII allo Yad Vashem ho i miei dubbi.

  31. Indignus scrive:

    Salve, vorrei che la Segreteria di Stato Vaticana ed il Cardinal Ruini dicessero se chi nega il genocidio degli Armeni e dei Cattolici della Vandea può ancora appartenere alla Chiesa Cattolica.

  32. Vincenzo scrive:

    @Cherubino……….risposta impersonale, ma inevitabile…………
    Se, come è capitato spessissimo, anzi, in contiunuazione, di “accusare” qualcuno di atteggiamenti “anticristiani”, succede perchè, come gli Ebrei ……quei “qualcuno”, sono intimamente, pervicacemente e diabolicamente “ANTICRISTIANI”.

    PS)

    Sono ancora in attesa di sapere(magari da certi ecumenici rinunciatarii…, se, PIO XII, è ancora additato alla pubblica e perenne esecrazione (politicamente corretta…), nella Sala dei farabutti di quel Museo israeliano.

  33. Vincenzo scrive:

    “Riacquistata” la calma … aggiungo …
    Voler vedere, a tutti i costi, ciò che non c’è, travisando la realtà e scambiandola quindi per i propri desideri (come faceva, in scala tragicamente grottesca e planetaria, lo sconclusionato “Sindaco dai calzini bianchi”… spiritualmente un’anima candida, ma concretamente, un pericoloso sprovveduto …)… porta tanti Cattolici come Cherubino(che, certo, sarà anche in buona fede)a farsi, consapevolemte e puntualmente, strumenti … inconsapevoli… dei Nemici della Chiesa; siano, questi, gli Ebrei o gli islamici, o, quando occorra, i Catto-Comun-Progressisti… .
    S.S. il Papa G.P. II urlò… “APRITE LE PORTE A CRISTO!!!”… e non… “Aprite le porte agli…ANTICRISTO!…”… …

  34. elso scrive:

    A raffaele savigni:
    PERCHE’ NON FERMARE ,CHI VUOL FERMARE CHI E’ GIA’ STATO FERMATO.

    FOSSERO TUTTI I VESCOVI COME WILLIAMSON CHE NON HA TRADITO CRISTO MA HA FATTO SOLO UNA LIBERA E PERSONALE
    AFFERMAZIONE LA QUALE E’ STATA STRAVOLTA E VOLUTAMENTE MANIPOLATA DAI MEDIA IN MODO CHE LE MENTI CORROTTE LA RECEPISSERO IN NEGATIVO .
    AATT… AI LUPI VESTITI DA AGNELLO

  35. Cherubino scrive:

    bravo Vincenzo, allora si legga tutto il magistero di Giovanni Paolo II …

  36. Cherubino scrive:

    signor curioso, non mi sembra affatto che io e il prof. Savigni postiamo insieme o in concomitanza. Lei probabilmente ha qualche problema di vista. A parte l’estrazione scientifica molto differente (lui è uno storico, io mi occupo di discipline psicologiche e della formazione, oltre ad avere per motivi professionali una ulteriore formazione giuridica), altre differenze avrebbe dovuto rilevare: ad esempio lui è molto più parco di interventi, io ogni tanto mi faccio prendere la mano (essendo ambidestro… :) ), lui scrive correttamente i post, io li scrivo di getto e raramente li correggo (perderei troppo tempo) e ogni tanto escono delle schifezze linguistiche… lui è settentrionale, io sono stato e sono nel cuore nù guaglione napoletano…

  37. Tradizionale scrive:

    AI CHERUBINI E AI SAVIGNI

    “signor curioso, non mi sembra affatto che io e il prof. Savigni postiamo insieme o in concomitanza. Lei probabilmente ha qualche problema di vista. A parte l’estrazione scientifica molto differente (lui è uno storico, io mi occupo di discipline psicologiche e della formazione, oltre ad avere per motivi professionali una ulteriore formazione giuridica), altre differenze avrebbe dovuto rilevare: ad esempio lui è molto più parco di interventi, io ogni tanto mi faccio prendere la mano (essendo ambidestro… :) ), lui scrive correttamente i post, io li scrivo di getto e raramente li correggo (perderei troppo tempo) e ogni tanto escono delle schifezze linguistiche… lui è settentrionale, io sono stato e sono nel cuore nù guaglione napoletano…”

    ——————————————————–

    Una confessione commovente: uniti nella diversità si direbbe.
    Che ne dite se vi ritirate entrambi in una Trappa a meditare a lungo sulla rispettiva cretonaggine conclamata condita di vanità da cafè chantant?

  38. Azazel scrive:

    MARCO D. ha scritto:

    ——–
    L’incredulità in qualcosa che può farci star meglio, che ci offre una speranza di salvezza e addirittura la sadica voglia di insudiciare, distruggere, rinnegare, insultare il bene resta per me illogico, masochistico e inspiegabile.
    ——–

    Io da bambino credevo nella Befana. Questa credenza mi faceva stare molto bene. Ero molto contento di mettere la calza la sera del 5 gennaio e trovarla la mattina seguente piena di dolciumi, insieme ad altri regali.

    Poi capii che i regali li mettevano i miei genitori, e da allora non ho più potuto credere nella Befana. Eppure era stato molto piacevole crederci.

    Non tutto ciò che è piacevole è vero, e non sempre è possibile credere in ciò che ci fa stare meglio

  39. Cherubino scrive:

    sig. Tradizionale, i cattolici comuni sono circa un miliardo, i tradizionalisti poche migliaia di persone. Io sto con quelli comuni. Forse un bel ritiro farebbe bene a lei. Se ha bisogno conosco diversi gesuiti che possono aiutarla.

  40. Silvano scrive:

    Confermo la necessità di fermare”provocatori” come savigni … vade retro s …..

  41. Umberto scrive:

    La continua polemica perniciosa contro la cristianità,dimostra quanto siano stupidamente cocciuti questi anticristo.Si è mai visto che un fedele cambi opinione sotto i colpi di infamanti tesi menzoniere?Perchè questi bipedi sprecano tempo ed inchiostro in cause
    palesemente perse?
    Predicare contro la fede in Cristo è come pretendere di spostare a braccia una montagna,chi lo fa ne è conscio ma
    dato che il detto “perder tempo a chi più sa più spiace” è noto ai soli saggi,i cristiani dovranno rassegnarsi a sopportare,con pazienza,questi inossidabili blasfemi per l’eternità.

  42. curioso scrive:

    Indignus Scrive: February 21st, 2009 at 12:34 am

    Quoto al 100% la sua domanda e rilancio con un’altra, anche questa da farsi alla Segreteria di Stato Vaticana ed al Cardinal Ruini :
    può ancora appartenere alla Chiesa Cattolica chi nega l’olocausto patito (e non coltiva la memoria delle persecuzioni subite) dagli italiani del Regno delle Due Sicilie dopo il 1860 ?

    Come vedete il “caso Williamson” ha aperto un filone molto interessante, invito tutti ad arricchirlo con ulteriori domande … Forza, il dibbbattito è aperto, anzi il DIALOGO … (mitico !!!)

  43. Roberto Martelli scrive:

    Il Vaticano non fa interrompere un bel niente !!!! Sono quei poveracci dei vescovi palestinesi che si difendono come possono.In Vaticano sono tutti indaffarati a preparare l’ennesima richiesta di scuse da esporre nello Yad Vashem. Povero Pio XII: cornuto e mazziato

  44. Physikelly scrive:

    Mi domando, e vi domando : le fanno, i non-ebrei, nel 2009, ‘ste cose?

    “Do you have Jewish roots? Are you an Ashkenazi?
    Are you a Levi or a Cohen?

    There are certain genetic traits that are indicative of Jewish ancestry. With a DNA-Test by iGENEA, your DNA-Profile can be examined for these traits.

    Bearers of the same or similar genetic traits are categorized in haplogroups. Membership in certain haplogroups can be indicative of Jewish ancestry. Furthermore, there is a certain DNA-Profile called the “Cohen Modal-Haplotyp”, because it appears repeatedly among the Jewish sub-group called the Cohanim. This haplotype is a clear indicator of Jewish ancestry.

    Even if you don’t belong to one of the typical Jewish haplogroups, you could still have Jewish roots. By comparing your DNA-Profile with all other profiles in our databank (over 240,000), you will find persons whose profiles are genetically similar to yours (“genetic cousins”). If many of your genetic cousins are Jews, then there is a high probability that you have Jewish roots.

    Is Judaism more than a religion? Is there a “Jewish Gene”?

    According to halakic law, anyone who is born of a Jewish mother or converts to Judaism is a Jew. The tight connection of culture, tradition, religion and ethnicity evinces itself especially among Jews. Jews developed over the centuries a certain degree of genetic homogenaeity that becomes visible in a DNA-test.

    The DNA-Test is available from € 105.-: Tests & Prices. ”

    http://www.igenea.com/index.php?c=40&cli=en

    (..e badate che in giro è *pieno* di siti e organizzazioni/società simili..)

  45. Physikelly scrive:

    [ "
    Jewish Genealogy by Genetics

    With our Genealogy by Genetics partner, Family Tree DNA (FTDNA), JewishGen leads the way and takes Jewish genealogy into the new millennium by offering a revolutionary strategy for advancing your genealogy research -- DNA matching -- at an affordable price!

    This tool will place you on the cutting edge of scientific technology. For some families, especially when there are no records and the paper trail dead ends, this tool may be your only means of establishing a relationship with potential family. With a simple swab of your inner cheek and scientific analysis of just a small portion of your DNA, relationships can be determined over a period in excess of a few thousand years. If someone has exactly the same DNA signature as yours, there is an extremely high likelihood that you share a common ancestor, from a time period ranging from a few generations to thousands of years ago.

    Genealogical DNA testing can trace your patrilineal ancestors (father's father's father's ... father) by testing the Y chromosome and your matrilineal ancestors (mother's mother's mother's ... mother) by testing mitochondrial DNA (mtDNA). The Y chromosome is passed from father to son, so only men can be tested for it. mtDNA is passed from a mother to all her children, so both men and women can be tested for it. However, men do not pass their mtDNA down to their children, so the only continuous path for mtDNA is through the direct maternal line. "

    http://www.jewishgen.org/DNA/genbygen.html ]

  46. Physikelly scrive:

    [Quando Lefebvre a suo tempo contestava 'lo spirito di Assisi', era visto come un fanatico: ma fra gli Ebrei va tutto bene... -e possono sempre ricordarci 'Il Concilio' , e in particolare 'La Nostra Aetate' ogni 30 secondi, intendendola ovviamente come un passepartout/carta bianca a senso unico per ogni licenza e ingerenza verso al Chiesa Cattolica.. ]

    Da un articolo (“Leading U.S. rabbi welcomed Obama, now stands accused of idolatry”) pubblicato ieri da Haaretz:

    “Rabbi Haskel Lookstein of Congregation Kehilath Jeshurun in New York would never have made the mistake of wearing a cross, certainly not in shul. But he nevertheless is in hot water for a similar “Christian” offense to Orthodox sensibilities: He attended a joint interfaith prayer service commemorating President Barack Obama’s inauguration, contravening the rules of the Rabbinical Council of America, of which he is a member. And what’s worse, he did it in a church.

    It is not yet clear whether the RCA will discipline Lookstein for his actions, but the statement put out by the organization – “Any member of the RCA who attends such a service does so in contravention of this policy and should not be perceived as representing the organization in any capacity” – does seem a bit ominous.

    There are two issues at stake here. One is the participation in interfaith services, which most Orthodox rabbis believe is wrong since it could legitimize Christian missionaries’ argument that Jews can embrace Jesus. I’ll leave that one to the theologians. The other issue is the lingering feeling of suspicion and historical fear that many Jews still feel toward Christian symbols, and the concern that by entering a church and appreciating the architecture, the music and the service, one may be infringing upon the Torah’s prohibition of avoda zara (idolatry).

    And while nobody says that entering a cathedral and marveling at the nave equals converting to Catholicism, the Talmud has strict instructions on not even enjoying avoda zara.”

    http://www.haaretz.com/hasen/spages/1065668.html

  47. Physikelly scrive:

    [Così siamo a posto..]

    ” La religione ebraica

    4. Scrutando il mistero della Chiesa, il sacro Concilio ricorda il vincolo con cui il popolo del Nuovo Testamento è spiritualmente legato con la stirpe di Abramo.

    La Chiesa di Cristo infatti riconosce che gli inizi della sua fede e della sua elezione si trovano già, secondo il mistero divino della salvezza, nei patriarchi, in Mosè e nei profeti.

    Essa confessa che tutti i fedeli di Cristo, figli di Abramo secondo la fede (6), sono inclusi nella vocazione di questo patriarca e che la salvezza ecclesiale è misteriosamente prefigurata nell’esodo del popolo eletto dalla terra di schiavitù. Per questo non può dimenticare che ha ricevuto la rivelazione dell’Antico Testamento per mezzo di quel popolo con cui Dio, nella sua ineffabile misericordia, si è degnato di stringere l’Antica Alleanza, e che essa stessa si nutre dalla radice dell’ulivo buono su cui sono stati innestati i rami dell’ulivo selvatico che sono i gentili (7). La Chiesa crede, infatti, che Cristo, nostra pace, ha riconciliato gli Ebrei e i gentili per mezzo della sua croce e dei due ha fatto una sola cosa in se stesso (8). Inoltre la Chiesa ha sempre davanti agli occhi le parole dell’apostolo Paolo riguardo agli uomini della sua razza: « ai quali appartiene l’adozione a figli e la gloria e i patti di alleanza e la legge e il culto e le promesse, ai quali appartengono i Padri e dai quali è nato Cristo secondo la carne» (Rm 9,4-5), figlio di Maria vergine.

    Essa ricorda anche che dal popolo ebraico sono nati gli apostoli, fondamenta e colonne della Chiesa, e così quei moltissimi primi discepoli che hanno annunciato al mondo il Vangelo di Cristo.

    Come attesta la sacra Scrittura, Gerusalemme non ha conosciuto il tempo in cui è stata visitata (9); gli Ebrei in gran parte non hanno accettato il Vangelo, ed anzi non pochi si sono opposti alla sua diffusione (10). Tuttavia secondo l’Apostolo, gli Ebrei, in grazia dei padri, rimangono ancora carissimi a Dio, i cui doni e la cui vocazione sono senza pentimento (11). Con i profeti e con lo stesso Apostolo, la Chiesa attende il giorno, che solo Dio conosce, in cui tutti i popoli acclameranno il Signore con una sola voce e « lo serviranno sotto uno stesso giogo » (Sof 3,9) (12).

    Essendo perciò tanto grande il patrimonio spirituale comune a cristiani e ad ebrei, questo sacro Concilio vuole promuovere e raccomandare tra loro la mutua conoscenza e stima, che si ottengono soprattutto con gli studi biblici e teologici e con un fraterno dialogo.

    E se autorità ebraiche con i propri seguaci si sono adoperate per la morte di Cristo (13), tuttavia quanto è stato commesso durante la sua passione, non può essere imputato né indistintamente a tutti gli Ebrei allora viventi, né agli Ebrei del nostro tempo.

    E se è vero che la Chiesa è il nuovo popolo di Dio, gli Ebrei tuttavia non devono essere presentati come rigettati da Dio, né come maledetti, quasi che ciò scaturisse dalla sacra Scrittura. Curino pertanto tutti che nella catechesi e nella predicazione della parola di Dio non si insegni alcunché che non sia conforme alla verità del Vangelo e dello Spirito di Cristo.

    La Chiesa inoltre, che esecra tutte le persecuzioni contro qualsiasi uomo, memore del patrimonio che essa ha in comune con gli Ebrei, e spinta non da motivi politici, ma da religiosa carità evangelica, deplora gli odi, le persecuzioni e tutte le manifestazioni dell’antisemitismo dirette contro gli Ebrei in ogni tempo e da chiunque. In realtà il Cristo, come la Chiesa ha sempre sostenuto e sostiene, in virtù del suo immenso amore, si è volontariamente sottomesso alla sua passione e morte a causa dei peccati di tutti gli uomini e affinché tutti gli uomini conseguano la salvezza. Il dovere della Chiesa, nella sua predicazione, è dunque di annunciare la croce di Cristo come segno dell’amore universale di Dio e come fonte di ogni grazia.

    Fraternità universale

    5. Non possiamo invocare Dio come Padre di tutti gli uomini, se ci rifiutiamo di comportarci da fratelli verso alcuni tra gli uomini che sono creati ad immagine di Dio. L’atteggiamento dell’uomo verso Dio Padre e quello dell’uomo verso gli altri uomini suoi fratelli sono talmente connessi che la Scrittura dice: « Chi non ama, non conosce Dio » (1 Gv 4,8).

    Viene dunque tolto il fondamento a ogni teoria o prassi che introduca tra uomo e uomo, tra popolo e popolo, discriminazioni in ciò che riguarda la dignità umana e i diritti che ne promanano.

    In conseguenza la Chiesa esecra, come contraria alla volontà di Cristo, qualsiasi discriminazione tra gli uomini e persecuzione perpetrata per motivi di razza e di colore, di condizione sociale o di religione. E quindi il sacro Concilio, seguendo le tracce dei santi apostoli Pietro e Paolo, ardentemente scongiura i cristiani che, « mantenendo tra le genti una condotta impeccabile » (1 Pt 2,12), se è possibile, per quanto da loro dipende, stiano in pace con tutti gli uomini (14), affinché siano realmente figli del Padre che è nei cieli (15).

    Tutte e singole le cose stabilite in questo Decreto, sono piaciute ai Padri del Sacro Concilio. E Noi, in virtù della potestà Apostolica conferitaci da Cristo, unitamente ai Venerabili Padri, nello Spirito Santo le approviamo, le decretiamo e le stabiliamo; e quanto stato così sinodalmente deciso, comandiamo che sia promulgato a gloria di Dio.

    Roma, presso San Pietro, 28 ottobre 1965.

    Io PAOLO Vescovo della Chiesa Cattolica. ”

    http://www.vatican.va/archive/hist_councils/ii_vatican_council/documents/vat-ii_decl_19651028_nostra-aetate_it.html

  48. Physikelly scrive:

    Chissà se un giorno, potremo leggere: “Il Gran Rabbinato d’Isarele, che esecra tutte le persecuzioni contro qualsiasi uomo, memore del patrimonio che esso ha in comune con i Cristiani, e spinto non da motivi politici, ma da religiosa carità torahica, deplora gli odi, le persecuzioni e tutte le manifestazioni dell’anticristianesimo dirette contro i Cattolici in ogni tempo e da chiunque.”

  49. Reginaldus scrive:

    -«Certi DOGMI possono essere totalmente unilaterali, testardi nel volere avere sempre ragione, stupidi e precipitosamente prematuri».

    che “un uomo moderno non può credere, perché incontra ostacoli che non riesce a superare, per cui deve accettare questa impossibilità”.

    Non è possibile una teologia filosofica capace di dire qualcosa intorno a Dio”.

    —Ora, questo è in contraddizione con la Rivelazione e col Magistero infallibile della Chiesa:
    «Se qualcuno dirà che l’unico e vero Dio, Creatore e Signore nostro, non può essere conosciuto col lume della ragione, attraverso le cose create, sia scomunicato».
    -Nel suo libro: “Gesù il Cristo”, scrive, apertis verbis, che Gesù NON è FIGLIO DI DIO. È questo in senso vero e proprio, sia in senso metafisico che ontologico. Secondo Lui, infatti, «questa confessione di Gesù Cristo Figlio di Dio… anche oggi viene accolta con notevole diffidenza da parecchi fedeli (sic!). Secondo l’obiezione più corrente, che è poi anche la più importante, qui ci troveremmo di fronte a un residuo di mentalità mitica passivamente accettata»

    Nei Vangeli sinottici «Gesù non si qualifica mai come Figlio di Dio. Una simile enunciazione deriva, quindi, chiaramente dalla confessione di fede della Chiesa».

    Affermando, poi, che “nella scuola paolina e negli scritti giovannei, si giunge così ad una confessione esplicita della divinità di Gesù”, Kasper viene ad attribuire la divinità di Gesù ad una INVENZIONE di San Paolo e di San Giovanni.
    ————————-
    -Non ci sono MIRACOLI nel Vangelo.
    Infatti, per Lui, i “miracoli”, sono “leggende”, “racconti non storici”, né costituiscono una prova della divinità di Gesù Cristo; anzi, i miracoli sono “un problema che rende piuttosto strana e difficilmente comprensibile all’uomo moderno l’attività di Gesù”.
    E continua:
    «I racconti miracolosi del Nuovo Testamento, sono strutturati in modo analogo a quelli che già conosciamo nell’antichità»; «Si ha, quindi, l’impressione che il Nuovo Testamento abbia arricchito la figura di Gesù di numerosi motivi extra-cristiani, per sottolinearne la grandezza e l’autorità».
    Ammette, bontà sua, che “Gesù ha compiuto delle opere straordinarie che lasciarono stupefatti i contemporanei”, tuttavia, aggiunge che questo “ha un’importanza piuttosto relativa”, anche perché questi “miracoli” “possono essere interpretati anche come opera del DEMONIO (!). In se stessi non sono, poi, così chiari, e non contribuiscono necessariamente una prova della divinità di Gesù”.
    —–Siamo anche qui contro la Tradizione e contro il Vaticano I, che sentenziò che «i miracoli di Gesù sono argomenti certissimi della divina Rivelazione e adatti all’intelligenza di tutti»6 (“Miracula divinae Revelationis signa sunt certissima per omnium intelligentiae accomodata”).
    Vaticano I:
    «Se qualcuno dirà che i miracoli non sono possibili e che, perciò, tutti i racconti miracolosi contenuti anche nella sacra Scrittura devono essere relegati tra le leggende e i miti, o che i miracoli non possono giammai essere conosciuti con certezza, né con essi si può debitamente dimostrare l’origine divina della religione cristiana, sia scomunicato!»7.
    ***
    -Non c’è stata RESURREZIONE CORPOREA di Gesù.
    Difatti, scrive:
    «Quando si parla di Gesù risorto, il pensiero corre quasi spontaneamente ai dipinti di Matthias Grûnewald, dove osserviamo un Cristo che esce trasfigurato dal sepolcro. Ma basta gettare un rapido sguardo sul dato della Tradizione del Nuovo Testamento per rendersi conto che un simile quadro non rispecchia affatto il reale svolgimento dei fatti»
    Ma anche l’ASCENSIONE di Cristo in cielo non ci fu, come non ci furono le apparizioni.
    Per Lui, Cristo non è mai asceso al cielo, perché non ne era mai disceso:
    «Queste nubi che sottraggono Gesù allo sguardo dei discepoli attoniti, quindi, non sono un fenomeno meteorologico, ma un simbolo teologico».
    Come si vede, la sua cristologia è sempre senza Fede: niente divinità di Cristo, niente resurrezione, niente Ascensione, niente APPARIZIONI.
    Infranta la cristologia, si va all’attacco anche della MARIOLOGIA. Infatti:
    «difficili problemi teologici-biblici che la tematica (?) del concepimento verginale solleva», per cui la VERGINALE MATERNITA’ di Maria è «ancora aperta sul piano biblico».
    E spezza una lancia anche in difesa di Nestorio, il negatore della DIVINA MATERNITA’ di Maria, scrivendo:
    «(A Nestorio) vennero attribuite le più gravi deviazioni dottrinali, mentre il Concilio di Efeso lo bollò addirittura con l’appellativo di “Giuda redivivo”. Oggi, però, in seguito alle ricerche condotte dalla teologia storica (?) si è propensi ad una riabilitazione».————–
    Parola di un cardinale di santa madre chiesa, card KASPER . Non di un esaltato mons. Williamson che poveretto osa esprimere dei dubbi sull’altissimo Dogma della SHOA, dogma del tutto multilaterale, per nulla ‘testardo nel volere avere sempre ragione’ che è da stupidi voler negare o minimizzare, e che precipitosamente fa scendere nell’inferno del pubblico obbrobrio chi non l’abbraccio con tutto il trasporto! A questo suo il Papa ha chiesto solennemente ritrattazione di eresia e abbraccio del credo shoatico. Domanda: al suo cardinale, che potrebbe anche succedergli sul soglio pontificio – rischio che certo non corriamo col Williamson – il papa Benedetto (benedetto??? ) ha chiesto almeno un a spiegazioncina? E questa di oggi sarebbe la chiesa cui devo credere e che devo amare e questo il suo capo cui dovrei obbedienza e rispetto??? Qualcuno che sa risponda.

  50. Quixote scrive:

    Azazel mi inserisco nella sua polemica con Marco D. ricordando quanto diceva Blaise Pascal: “Noi conosciamo la verità non soltanto con la ragione ma anche col cuore”. Ovviamente non mi riferisco alla Befana ma alla Fede che, in quanto tale, non ignora la ragione, ma la deve superare per raggiungere il suo obbiettivo. La fiducia nella sola ragione preclude ogni accesso alla Fede infatti, come magistralmente ha detto Pascal, per spingersi oltre occorre prima di tutto riconoscere ed accettare i limiti della ragione. Condivido la sua scarsa considerazione per una fede puramente utilitaristica ma credo che Marco D. non intendesse escludere tutto il resto. A proposito degli effetti consolatori della Fede poi, sento di dover aggiungere un breve ragionamento: la prospettiva di un premio nell’aldilà potrebbe essere considerata consolatoria se, parallelamente, non esistesse anche quella di un terribile castigo, per cui, valutando le nostre innumerevoli manchevolezze, i timori non finissero spesso per superare le speranze, rendendo così la condizione di un ateo più desiderabile che quella di un credente. Penso che la questione vada affrontata in maniera radicalmente diversa e che ciascuno, con grande fatica, debba fare la sua parte di percorso solitario, alla ricerca di una possibile ragione del nostro esistere. Perdonatemi l’intromissione.

  51. elianna scrive:

    @ elso
    Se tutto quello che si legge in quella tremenda pagina è
    vero, allora si conferma che si sta manifestando da più di 30 anni ciò che disse la Madonna a La Salette:
    “Roma perderà la fede e diventerà la sede dell’anticristo”
    e a Fatima:
    “Cardinali si opporranno a Cardinali e vescovi si opporranno a vescovi”.
    Ecco, siamo nell’occhio del ciclone.
    Che Dio abbia pietà di noi tutti e della sua Chiesa.

  52. Nicola scrive:

    Caro signore Bruno Volpe!
    Mi dispiace leggere virgolettati che non corispondono alle mie parole. Un esempio. “Le religioni in sé stesse vanno tutte rispettate” non è un frase mia. E’ sbagliata. Vanno eventualmente tollerate. In olre Le ho spiegato quale rapporto vi è fra la cloaca ed il “cesso”, di per se il “cesso” è meno di una cloaca. Insomma ho capito che non potrò più conversare con Lei su questi temi. Declino dunque la paternità delle affermazioni che Lei mi mette in bocca.

    Don Floriano Abrahamowicz

  53. Francesco73 scrive:

    Hanno fatto benissimo.
    Meglio intervenire decisamente che piagnucolare e fare le vittime.

  54. Physikelly scrive:

    [Frà ti segnalo l'ultimissimo capolavoro salastampavaticano : ]

    DICHIARAZIONE DEL DIRETTORE DELLA SALA STAMPA DELLA SANTA SEDE, REV.DO P. FEDERICO LOMBARDI, S.I. , 21.02.2009

    In tarda mattinata il Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Rev.do P. Federico Lombardi, S.I., ha rilasciato ai giornalisti la seguente dichiarazione:

    Non di rado i mezzi di informazione attribuiscono al “Vaticano”, intendendo con ciò la Santa Sede, commenti e punti di vista che non possono esserle automaticamente attribuiti. La Santa Sede, infatti, quando intende esprimersi autorevolmente usa mezzi propri e modi consoni (comunicati, note, dichiarazioni).

    Ogni altro pronunciamento non ha lo stesso valore.

    Anche di recente, si sono verificate attribuzioni non opportune. La Santa Sede, nei suoi organi rappresentativi, manifesta rispetto verso le autorità civili, che nella loro legittima autonomia hanno il diritto e il dovere di provvedere al bene comune.

    [00322-01.02] [Testo originale: Italiano]

    http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/23450.php?index=23450&lang=it

  55. Spigolatrice scrive:

    Una premessa: il Mondo è pieno di programmi TV discutibili (tipo la TV Italiana), detto questo bisogna riconoscere che gli Ebrei non disdegnano l’autoironia, il prendersi in giro. Le storielle di Moni Ovadia costituiscono un esempio tra i più gustosi.

  56. Physikelly scrive:

    Appunto , Spigolatrice: auto-ironia.

    Ai non ebrei non è concesso fare altrettanta ironia, sui medesimi soggetti..

  57. raffaele savigni scrive:

    “Che ne dite se vi ritirate entrambi in una Trappa a meditare a lungo sulla rispettiva cretonaggine conclamata condita di vanità da cafè chantant?”
    Ho grande rispetto per la Trappa, e ho letto alcuni libri di Thomas Merton. Ma giro l’invito, nella forma in cui è scritto, a Tradizionale, a Curioso e a Silvano.Un po’ di silenzio e di contemplazione non può che far bene!
    Confermo che io e Cherubino non ci conosciamo personalmente e non abbiamo concordato alcuna strategia comune (seguendo la stessa logica, la stessa accusa potrei rivolgerla ai sopra citati Curioso, Tradizionale, Vincenzo, nonché a Reginaldus ecc., che sembrano il gatto e la volpe).

  58. Spigolatrice scrive:

    Il mondo sarebbe un posto migliore se tutti si AUTO prendessero in giro. Ci sarebbero più risate e meno guerre. E’ facilissimo criticare e ridere degli altri, un pò meno di sè stessi. Impariamo l’auto ironia, che ogniuno ridicolizzi i propri difetti.

  59. Physikelly scrive:

    In *questa* Trappa, sarebbe meglio per tutti..:

    http://wdtprs.com/blog/2009/02/mariawald-abbey-transition-to-tlm/

  60. Reginaldus scrive:

    ma lasci stare le battute di poco spirito, Savigni! Mi dica piuttosto, lei che siede in alto sulla sua cattedra, perché Williamson è obbligato alla ritrattazione della negazione shoatica- e spero per lui che non ceda – e Kasper, il cardinalone salottiero e scribaccino, può continuare a distruggere la sostanza della fede cattolica- dalla Resurrezione di Cristo alla Maternità divina di Maria Vergine, passando per la derisione dei miracoli – senza che un papa intervenga a espellerlo dal corpo della chiesa per non infettarla? Ma che chiedo, povero ingenuo, papi e cardinali conciliari sono tutti della stessa pasta, tutta infettata dello stesso virus demolitore della fede cattolica. O lei Savigni, aspira a un’altra cattedra, quella sulla quale ora vede e ammira i suoi campioni di illuminata e progressiva dottrina sedicente cattolica? Ah quanto ha ragione il salmo quando maledice coloro che siedono “in cathedra pestilentiae”! Che il Signore ci salvi dal contagio mortifero!

  61. Marina scrive:

    Umberto dice:
    ,i cristiani dovranno rassegnarsi a sopportare,con pazienza,questi inossidabili blasfemi per l’eternità.(e cioè gli ebrei)

    Certo ,finchè saranno convinti di avere solo loro il sangue santo per volere divino si.
    Solo loro Dio li ha voluti figli prediletti,tutti gli altri ,(arabi e buddisti compresi) sono figli di second’ordine,devono essere subalterni al popolo eletto,perchè così ha stabilito Dio.

    Qualche tempo fà ho trovato un articolo che parlava della “manna”il pane piovuto dal cielo che mangiavano dopo la fuga dall’Egitto.
    Non è altro che un fungo psilocibinico che nasce di notte dopo che è scesa la rugiada e di giorno col sole poi si secca e sparisce.
    Ecco perchè tutti i giorni pioveva manna.
    Ebbene questo fungo è un allucinogeno modifica il processo del pensiero,isola dalla realtà e provoca disinteresse del reale.Da questo consumo di funghi probabilmente è nata la convinzione di essere i prediletti scelti da Dio per governare il mondo.Infatti chi avrà letto il Talmud avrà capito di certo che è stato scritto da insani di mente .

  62. bo.mario scrive:

    Savigni era stato paziente anche troppo. Vige una fantasia quì dentro che non abbiamo ancora capito chi sono i ns nemici. L’Islam, l’ebraismo o certo cattolicesimo? Scrivo ogni tanto che il vaticano ha troppi parlatori. Esce una dichiarazione insensata e subito sono costretti a smentire. Ci deve essere una confusione di là del Tevere che si rispecchia quà dentro. Ci sono troppi che vogliono apparire o è la fede stessa che scricchiola? Oggi il papa se n’è uscito con le cellule staminali e altro. Questa chiusura preconcetta non mi dice niente di buono. Và per conto suo? Piccole aperture avrebbero aiutato. Abbiamo capito che la vita teorica la da dio, noi parliamo di vita quella vera, quella reale. Savigni dica come se ne esce, un saluto.

  63. Vincenzo scrive:

    …Troppi “parlatori”…in Vaticano. Effettivamente è così; ma, una cosa, è Mons.Marchetto (“innamorato”, anche per Dovere d’Ufficio, degli extra-comunitari ancorchè delinquenti da sorvegliare e cacciar via…), e altro, è il Magistero del Papa.
    Ergo, quando parla Mons.Marchetto, la cosa ha un certo valore…relativo…, mentre quando parla Sua Santità, il valore, è cogente(e, in assoluto, soprattutto quando parla ex-Cathedra Petri).

  64. Vincenzo scrive:

    Domanda… è consentito, ad un Cattolico “comune”(anche se un po’ “infettato” dall’amore per le buone cose del passato…)chiedere se, dalla Sala dei Farabutti, di quel Museo della Memoria, è stato rimosso il vergognoso pannello contro S.S.PIO XII?

  65. Silvano scrive:

    anche io ho grande rispetto per la Trippa … ritirarsi a meditare ? … si, MA MAI, MAI, M-A-I nelle Solovki dove il savigni fa l’aguzzino della verità. Parafrasando il Vs. macabro idolo presidenziale “NON CI STO, NON CI STO”

  66. Se si leggono i due volumi di Solgenitsin “Due secoli insieme”, in particolare il primo, dove è autorevolmente descritta la storia degli ebrei di Russia, si legge fra l’altro del ruolo che la stampa ebbe fino al 1917 nel descrivere l’atteggiamento zarista verso gli ebrei. Lo zarismo che non aveva nè sapeva usare i media fu diffamato ed ancora oggi molti credono alle cose che furono fatte credere allora. I “falsi” Protocolli di Sion non dicono il falso sul ruolo dello stampa di allora. Non inventano nulla perché fotografa la realtà di quel tempo in cui l’ebraismo orientava effettivamente la stampa e la cosiddetta opinione pubblica. Se su Gaza, Williamson, il canale televisivo israeliano, Durban II, etc., si analizza l’informazione con la quale siamo letteralmente bombardati ogni giorno, la situazione non cambia rispetto a quella descritta da Solgenitsin: il possesso o il controllo dei mezzi d’informazione impone una determinata visione della realtà. Per sapere qualcosa della decisione del governo argentino ieri sera io però mi sono messo direttamente a telefonare in Argentina da miei conoscenti… Insomma, Goebbels ha fatto scuola. Nelle celebrazioni del 70° anniversario delle leggi razziali ci hanno fatto credere che nel 1938 l’Italia fosse abitata da gente tutta matta se non infame. Io credo che di matti, disonesti e illiberali ce ne siano molti di più nel 2008 e in questo inizio di 2009.

  67. marina scrive:

    La stampa poi non solo ci ha sempre detto che i Protocolli erano dei falsi ,ancora oggi qualcuno ne è convinto,ma accusa di antisemitismo chi fa acceno a questi dicendo che tutto quel che è stato scritto nel 1903 si è realizzato.
    La stampa non ci ha mai detto che Lenin e il comunismo fu veramente opera degli ebrei.Dal 1917 in poi furono gli ebrei che obbligarono i russi cristiani a morire nei gulag e furono sempre gli ebrei a distruggere a partire dal 1917 le chiese cristiane.
    Ma guai a parlarne ,si offendono e ti accusano di essere antisemita,nonostante migliaia di documenti storici dicano che i maggiori responsabili del massacro russo furono ebrei,migliaia e migliaia responsabili e complici.

  68. Cherubino scrive:

    le citazioni di Reginaldus del libro di Kasper sono tagliuzzate e estratte dal contesto cerca di attribuire loro un senso che non è quello vero. Non sono a casa in questi giorni quindi non posso ribattere punto per punto, ma non mancherò al mio rientro, con il libro davanti. Ma in qualche caso lo stavolgimento è evidente già dalle parole di Reginaldus: dire ad esempio che la resurrezione di Gesù non corrisponde a certe rappresentazioni, non vuol dire negarla, ma solo evitare che si attribuiscano ad essa elementi di fantasia. E così via, di stravolgimenti di senso come questo ce ne sono diversi.

  69. bruno volpe scrive:

    non so chi sia tal nicola, ma il testo di don floriano è registrato,per tacciare di cose più pesnati. In ogni caso, ha parlato di cesso, specificando che è più netto du una cloaca. Dtereminante per la intervista. In quanto alle religione ha usato rispettate,magari intendava dire tollerate. Ma a me non è arrivata alcuna rettifica. Don floriano, si metta d’accordo con sè stesso . Penso cha espulsione sia sacrosanta bv

  70. sasso scrive:

    OT OR NOT OT ?

    qualcuno conosceva l’olocausto ebraico del 1919 ?date e numeri….

    http://bp3.blogger.com/_N-4erqYY8EI/R5dtlMqKv8I/AAAAAAAAAGo/_4p0oVr6faw/s1600-h/americanhebrew1919olocausto.jpg

  71. Physikelly scrive:

    [This s definitely not OT!! :-) ]

    2009-02-22 12:10

    Israele: scuse di Olmert al Vaticano
    Per un programma televisivo blasfemo

    (ANSA) – GERUSALEMME, 22 FEB – Il premier israeliano Ehud Olmert si e’ scusato con la Santa Sede per un programma televisivo blasfemo. La settimana scorsa il comico televisivo Lior Schlein (Canale 10) aveva destato grande indignazione nella comunita’ cristiana locale, e poi anche in Vaticano, per essersi espresso in tono irriguardoso nei confronti del cristianesimo in reazione alla vicenda del vescovo lefebvriano Richard Williamson e alle sue dichiarazioni negazioniste sulla Shoah.

    http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/topnews/news/2009-02-22_122312828.html

  72. sasso scrive:

    OT OR NOT OT ?
    aggiungo anche questa intervista di accattoli ad una sopravvissuta di mathausen-

    http://www.luigiaccattoli.it/blog/?p=1056

    oltre che ad invitarvi a riflettere su questo manifesto del 1919 …

    http://bp3.blogger.com/_N-4erqYY8EI/R5dtlMqKv8I/AAAAAAAAAGo/_4p0oVr6faw/s1600-h/americanhebrew1919olocausto.jpg

  73. sasso scrive:

    pardon!

  74. Reginaldus scrive:

    Sì, caro il mio cherubino, ho ‘tagliuzzato’ alcune fette della ‘torta’ dottrinale del suo cardinal Kasper. A me sembra che siano già pesantemente e indiscutibilmente cariche di mortale tossicità. Se lei ha uno stomaco capace di sopravvivere a questi assaggi, allora le sarà indifferente ingurgitare anche d’un sol colpo l’intera torta cardinalizia, con tutti i suoi strati, tutti ugualmente composti degli stessi ingredienti avvelenati – che a lei, novello Mitridate, saranno del tutto innocui. Eccola, dunque la torta intera, non più tagliuzzata e astrati molteplici – non si tratta infatti di mettersi davanti a un solo libro, si prepari, quindi, quando rientra … : “Ateismo e linguaggio” (Roma 1974); Articolo del 14 luglio 1989 dalla “Schweizerische Katholische Wochensentung”; “Introduzione alla Fede”; “Gesù il Cristo”. Il tutto pillolizzato nel “Catechismo Tedesco per Adulti”( Adulti, certo…). __- Io stravolgerei, Cherubino??? Anche il prof. Don Luigi Bugliolo, salesiano, della Pontificia Università Lateranense??? Io stravolgo, Noi stravolgiamo, Essi stravolgono , Lei solo non stravolge, ci mancava anche questa, che lei stravolgesse…Comunque lei è in buona compagnia come non-stravolgitore: dalla sua c’ è addirittura il Garante Supremo dell’Ortodossia (!), il card. Ratzinger ora felicemente (!) papa, che al ‘nostro’, al Kasper, – in una Lettera in “30 giorni”, maggio 1989 – si rivolgeva con queste lusinghiere e inequivocabili (e non travolgibili…) parole: “per la Chiesa cattolica in Germania, in un periodo turbolento, Lei è un DONO PREZIOSO»—. Ma a questo punto sa che le dico? Che la smetta una volta per tutte – lei e quelli della sua confraternita o gerarchia angelica – di prendere ogni volta gli altri – i diversi da voi – per poveri deficienti, che non sanno leggere e capire, solo tagliuzzare e decontestualizzare, e che ogni volta che leggono un libro o un articolo devono farsi prendere dal panico e correre da voi per averne la giusta comprensione…. Certo, voi la dottrina ‘cattolica’ la interpretate alla luce della modernità, la ‘aggiornate’ per i cattolici adulti del nostro tempo, la rendete accessibile e comprensibile per il pensiero contemporaneo: per me voi la dottrina cattolica, la fede cattolica, semplicemente la STRAVOLGETE, lei, quelli come lei, e con voi, davanti a voi, il papa Ratzinger, che, stravolgitore supremo della fede, papa non può essere, e dal quale, quindi, me ne guardo bene… Questi Kasper e questi Ratzinger, e dietro a loro questi cherubini, per me sono una maledizione, o, se vuole, un dono avvelenato. Lei, voi, tenetevi la vostra chiesa, io resto fedele alla mia, quella nella quale sono nato e cresciuto per grazia di Dio, al di fuori di tutti i vostri AGGIORNAMENTI …E quel che sarà, sarà…

  75. totem e tabu' scrive:

    Signori, è intervenuto il Governo sulla TV privata ed ha porto le scuse a nome di tutta la nazione. E’ politicamente corretto perchè dimenticate che è uno stato anche la Città del Vaticano. Le problematiche religiose fra Ebrei e Cristiani rimarranno finchè uno dei due non aprirà un dialogo e si metterà ad ascoltare. Solo abbinando questa l’intelligenza ne verremo a capo. Imporre agli altri puzza sempre di dittatura.

  76. Physikelly scrive:

    “In the clip, the Vatican said, Mary and Joseph were ridiculed with blasphemous words and images that amounted to a vulgar and offensive act of intolerance toward the religious sentiments of the believers in Christ.

    In the show, Mary is said to have become pregnant at 15, thanks to a schoolmate. It said Jesus could never have walked on water because he was so fat he was ashamed to leave the house, let alone go to the Sea of Galilee with a bathing suit. ”

    ( Da Haaretz di ier l’altro :

    http://www.haaretz.com/hasen/spages/1065809.html )

  77. Physikelly scrive:

    A titolo di esempio della sensibilità media verso il cristianesimo del lettore medio di Haaretz-on-line-edizione-in-inglese (che è un giornale alquanto ‘maistream’!) , riporto qui rigorosamente i primi cinque commenti all’articolo che ho riportato prima (si badi, non è una selezione, ma solo i primi cinque, su una trentina, per ora) :

    http://www.haaretz.com/hasen/spages/1065809.html

    “The first story in the so called new testament[i guess god got it wrong the first time] alleges the so called `slaughter of the innocents`. herod allegedly had jewish soldiers killing jewish male babys hoping to kill the newborn king[messiah]. this never happened. next they allege our wives are virgins,are we not men??”

    (David, Cleveland)

    “My advise to the Vatican is – Do not do to others that you find hateful.

    After 2,000 years of hatred from the Vatican expect that we will react.”

    (Gee, Zikron Yaakov)

    “Jesus NEVER existed, Nazareth did NOT exist,there NO perfidious Jews to hate, there was no birth, no life, no torture, no death, no miracle, no parable, no nothing, all that is known is in the New Testament and the NT is 100% fiction and forgery and plagairism. All of is MYTH. What they the Christians have to worry about is all the killing they did for the reality of nothing, except social control and domination.” (JMK, NY)

    “Vatican irked? Pedophile priests. Openly antisemitic Priests promoting violence against Jews. A continued promotion of the charges of deicide against the Jewish people. That`s the present. Then we look in to the history of the Church, which included centuries of genocide against the Jews, Inquisitions, and mass expulsions, all in the name of the Church. And they are “irked” by sarcasm? Nothing like holy rollers and their self-righteous indignation.”

    (Christopher, Boston)

    “For skits in a similar vein Dario Fo got a literature Nobel prize”

    (Nemesis)

    —————————————————–

  78. curioso scrive:

    Physikelly Scrive: February 22nd, 2009 at 5:28 pm

    “Jesus NEVER existed, Nazareth did NOT exist,there NO perfidious Jews to hate, there was no birth, no life, no torture, no death, no miracle, no parable, no nothing, all that is known is in the New Testament and the NT is 100% fiction and forgery and plagairism. All of is MYTH. What they the Christians have to worry about is all the killing they did for the reality of nothing, except social control and domination.” (JMK, NY)

    Ma guarda ! Non sapevo che i libri del cardinal martini (il minuscolo è intenzionale) fossero così diffusi !

  79. Cherubino scrive:

    gentile Reginaldus, per lo meno la sua posizione è chiara. Mi fa piacere che lei cita Ratzinger a supporto della mia posizione il che chiarisce da quale parte lei si pone. Apprezzo il fatto -e l’ho sempre detto- che la sua posizione è l’unica onesta nel panorama di semi-pseudo-tradizionalisti che in realtà sono semplicemente sedevacantisti che per timore o per stategia non lo dicono apertamente.
    Io mi tengo Kasper, Ratzinger, Giovanni Paolo II e andando indietro fino a Pietro. Il tutto per non correre invano la mia corsa, come dice s. Paolo.
    Le auguro di non correre invano la sua. Mi tolga soltanto una curiosità (un pò caustica lo ammetto) : con quale nome chiama la sua chiesa ? quello di “cattolica” è già impegnato…

  80. SR71 scrive:

    Mi meraviglia che il Vaticano si indigni per cose, anche se gravi, accadute al di fuori del nostro Paese. Non ha letto alcuna nota d’indignazione nei confronti dei musulmani che hanno “pregato” in piazza duomo, solo perchè un poliziotto chiuse le porte della cattedrale e non sono entrati. Se la chiesa accetta questi insulti dai “fratelli” musulmani, potrebbe quanto meno tacere su altre cose.

  81. IOSTESSO scrive:

    Beh, signori, siamo proprio combinati bene…alla faccia della libera espressione. Mi hanno censurato il commento perchè ho dichiarato cose sull’esistenza o no di qualcuno che veglia sulla nostra vita, sugli errori passati dalle varie religioni, e sulle varie carneficine con sfondo religioso un pò da tutti prescindendo dal credo, su qualcuno che manovra le menti per far esplodere alcune parti intime di esseri umani in mezzo ad altri esseri umani. Ho anche ridicolizzato i vari capi religiosi e di questo mi pento perchè sono esseri umani anche loro quindi passibili di debolezze ecc… c’è TOLLERANZA SENZA RISPETTO questo è il problema. Comunque ringrazio la redazione e il Sig. Tornielli.
    Per terminare: stiamo sbagliando tutto! Continuiamo su questa strada: la legge della jungla è molto vicina, non si salveranno nemmeno i grassi signori che hanno accumulato straordinarie ricchezze.
    Mi scuso con tutti gli intellettuali che hanno partecipato a questo forum per la mia ignoranza
    e per aver in qualche maniera esposto le mie idee così crudamente.

    UN NON CREDENTE

    (che almeno vive felice con quello che ha e quello che è fino a che qualcuno non si farà esplodere le parti intime nelle vicinanze).
    Spero che qualcuno abbia potuto leggere il mio commento iniziale.

  82. elianna scrive:

    Consiglio a tutti la lettura delle seguenti
    amare considerazioni:
    “In America si può criticare Dio, ma non si può criticare Israele”

    “Povera Chiesa!
    …nessuno potrà impedirmi di provare pietà per una Chiesa cosí umiliata. Non avrei mai pensato che si potesse cadere cosí in basso.
    Pensavo che i tempi in cui la Chiesa doveva soggiacere all’arroganza dei potenti fosse passato; e invece… Ora, dopo tutte le dichiarazioni e le condanne, le pubbliche professioni di fede nell’Olocausto e le richieste di perdono, ora il Santo Padre dovrà compiere questo ulteriore umiliante atto: la visita in Israele.
    Già sappiamo che cosa accadrà: lo vedremo al Muro del Pianto a chiedere perdono per le innumerevoli persecuzioni compiute dai cristiani ai danni degli ebrei nel corso dei secoli; lo vedremo allo Yad Vashem a ripetere la sua professione di fede nella Shoah e ad ammonirci che non possiamo dimenticare l’Olocausto (quando dopo appena un mese è stata già dimenticata la carneficina di Gaza).”

    d’altro canto…
    “…la portavoce israeliana Tzipora Menache ha sfacciatamente ammesso a proposito degli americani:
    “Voi sapete molto bene, e gli stupidi americani sanno altrettanto bene, che noi controlliamo il loro governo, a prescindere da chi siede alla Casa Bianca. Vedete, io so, e anche voi sapete, che nessun Presidente americano è nella condizione di sfidarci, neppure se facciamo cose impensabili.
    Noi controlliamo il Congresso, noi controlliamo i media, noi controlliamo il mondo dello spettacolo,
    NOI CONTROLLIAMO TUTTO IN AMERICA.
    In America si può criticare Dio, ma non si può criticare Israele”.
    Adesso penseranno: noi controlliamo il Papa, noi controlliamo la Santa Sede, noi controlliamo i Vescovi di tutto il mondo. Quando vedranno il Papa abbassarsi ancora una volta (dopo Auschwitz e le innumerevoli sinagoghe visitate) di fronte al Muro del Pianto e allo Yad Vashem, penseranno: “Abbiamo vinto! Ormai anche la Chiesa cattolica è nelle nostre mani”. Ma si illudono. Quello sarà l’inizio della loro fine!”

    tratto da
    http://www.querculanus.blogspot.com/2009/02/povera-chiesa.html
    di Padre Giovanni Scalese
    ———–
    Molto istruttivo per aprire gli occhi sui poteri
    a cui rischiamo di soggiacere supinamente noi cattolici…
    e quanto debba essere incrollabile la
    nostra ripetuta fiducia nel
    NON PRAEVALEBUNT!

  83. Marina scrive:

    Questo link può essere di aiuto per capire il passato ed evitare di ricaderci.
    Solo capendo si può fermare ed evitare mattanze e genocidi futuri.

    http://www.freewebs.com/solenero666/Doppio%20Gioco.htm

  84. fulvia scrive:

    guai a dire anche solo la verità su storia, usi, costumi e credenze ebraiche, si rischia il ludibrio pubblico mondiale, a loro invece è permesso tutto: dichiarazioni aberranti, insulti, volgarità, sparare sulle basiliche in terrasanta… e continuiamo così che andiamo forti…

  85. Vincenzo scrive:

    Strano… ma quello che, in campo mondiale, succede a chiunque “tocchi” gli Ebrei (intesi come Lobbies sioniste… sia chiaro, a scanso di equivoci…), qui in Italia, succede a chiunque “tocchi” i Catto-comunisti o, anche e solo, i serafici progressisti “innamorati” del Concilio Vaticano II (e dell’ermeneutica della rottura…).
    Contro chi non sputi sul Passato e sulla Tradizione (ma non è sedevacantista, ma solo e soltanto Cattolico e basta…), si sprecano gli insulti (…stupidi …ignoranti etc),
    gli anatèmi(sedevacantisti…),
    le insinuazioni (succubi di organizzazioni nazistoidi…)etc.
    Cari Catto-progressisti (che, anche qui “imperversate”, in questi termini), ci avevate mai pensato, che siete soliti comportarvi con la stessa paranoide(e strumentale)suscettibilità degli Ebrei (intesi come … etc etc etc)?

    )xiprogr

  86. Azazel scrive:

    Reginaldus ha scritto:
    ——–
    Ora, questo è in contraddizione con la Rivelazione e col Magistero infallibile della Chiesa:
    ——–

    Ma perché poi sarebbe infallibile la Chiesa? Perché essa stessa dice di esserlo?

    Mi si potrebbe citare qualche passo della Bibbia a supporto di tale affermazione. Ma Bibbia, secondo la Chiesa, non va presa alla lettera (altrimenti dovremmo pensare che siano passati 6 giorni dalla nascita dell’Universo alla comparsa dell’uomo sulla Terra), ma interpretata. E chi la interpreta? La Chiesa medesima.

  87. Reginaldus scrive:

    professare eresia dalla fede cattolica, significa non far parte della chiesa cattolica …che lei cherubino si senta in linea con la tradizione cattolica fino a Pietro addirittura ( e perché non a Cristo Gesù?) non mi meraviglia affatto: le vostre capacità di interpretazione sono senz’altro illimitate… Mi chiami pure come vuole, ma stia rassegnato, non farà, non mi farete mai bere il vostro intruglio che di cattolico ha solo l’etichetta, e anche questa ormai sbiadita e quasi illeggibile

  88. Physikelly scrive:

    GUARDATE!!!!! MOSTRUOSO!!!!!!!

    al carnevale di Düsseldorf:
    http://cathcon.blogspot.com/2009/02/pope-and-bishop-williamson-mocked-by.html

    “Pope Benedict XVI is drawn through the city as the joke figure of the comic lindworm from Düsseldorf. On one of the political carriages, the Head of the Catholic Church shakes the hand of the Holocaust denier Williamson who instead of episcopal robes is shown as an appearance of the devil. On one of the large sides of Williamson prominently displayed in large letters, “Anti-Semitism” and on the other “Society of St Pius X”.”

  89. Americo scrive:

    La blasfemia é solo un punto di vista, la reazione al quale é proporzionale alla mancanza di civiltá del presunto offeso ed in un clima di libertá di espressione non é concepibile, specialmente se la chiesa non si offende per la riedizione del Ecce Homo del Baron d’Holbach dove si tratta di Gesu in termini di un mero arringatore della feccia d’Israele. Ma la chiesa é sempre la stessa, questa é solo una ipocrita mossa politica in vista della visita del papa: quando nel 1749 Diderot nella sua famosa Carta sui Cechi dimostró insostenibile la prova razionale dell’esistenza di dio si beccó tre mesi di carcere. E cosí poco solo perché la Francia era gia entrata nell’età dell’illuminismo e la chiesa aveva perso la sua autoritá. L’azione richiesta al governo d’Israele é un ricordatorio delle sue mai morte velleitá repressive.

  90. elianna scrive:

    La blasfemia é solo un punto di vista,
    ————–
    Chi fa senza alcun ritegno quest’affermazione, in ottimo accordo col pensiero relativista oggi dominante, dovrebbe per coerenza accettare qualunque insulto rivolto alla sua persona o ai suoi amici e parenti, senza fare una piega, perchè oggi l’insulto, l’offesa e la bestemmia possono essere considerati
    “diversa valutazione” delle persone, da accettare con pari
    cittadinanza accanto all’omaggio, alla lode
    e al rispetto.
    Ormai lo show continua senza sosta e senza limiti:
    pari dignità al valore e al disvalore,
    al rispetto e all’offesa
    al decoroso e all’indecente,
    all’onesto e al disonesto
    al giusto e all’ingiusto
    al diritto e al delitto.

    Anche Eluana ha ricevuto dai medici e dal padre
    “diversamente amorevoli”
    una “diversa terapia”.

    “Il sonno della ragione genera mostri” (F. Goya)
    (Ma ci stiamo abituando…)

  91. Physikelly scrive:

    Americo, l’overlap delle sue idee con le mie penso sia piuttosto limitato; però: proprio perchè sono un seguace di Chi fu già “arringatore della feccia d’Israele”, oggi le voglio regalare un sorriso, segnalandole quelli che per Lei potrebbero essere segnali di speranza per l’avvenire :

    http://www.guardian.co.uk/education/2009/feb/19/atheist-student-society

  92. matteo tassinari scrive:

    oh, cara Raffaella!

  93. laurentinum scrive:

    Cari Amici
    Quello che succede nella chiesa Autro-Tedesca e alcuni show blasfemi sono collegati e nutriti l’un dall’altro.
    La situazione della chiesa Austro-Tedesca é difficile, tuttavia non dobbiamo perdere coraggio perché, il chicco di grano deve morire per germinare una nuova pianta, come ci dice il buon San Giovanni, cosi ché il frutto marcio darà nascita a nuova pianta. Certamente nella chiesa Austro-Tedesca c’è un frutto marcio, la confusione neo pagana fra natura e dio , un frutto marcio in cui la sua sedizione al Papa viene incoraggiata dall’ex-agente della stasi il cancelliere tedesco Angela Mearkel e da altri teologi catocomunisti, in cui i loro seguaci alimentano i show blasfemi per sabotare il future appuntamento con la Storia del Papa nel suo prossimo viaggio in Terra Santa sulle soglie del antico e nuovo tempio.

  94. laurentinum scrive:

    Cara Eliana, hai citato varie volte su alcuni dei miei commenti Gregorio VII, ne vorrei sapere di più su di lui.
    Mandami info al riguardo se puoi.
    Vale
    Laurentinum

  95. elianna scrive:

    Gentile Laurentinum,
    non essendo questa la sede idonea per compilare una
    folta lista bibliografica (quale richiederebbe un personaggio storico così eminente, nonché la sua epoca tormentata),
    le consiglio solo di iniziare una piccola ricerca partendo
    dai link
    http://www.santiebeati.it/

    http://www.storialibera.it/epoca_medioevale/X_XI_secolo/gregorio_VII/articolo.php?id=3164&titolo=La%20vittoria%20di%20uno%20sconfitto.%20San%20Gregorio%20VII%20%E2%80%9Cliberatore%E2%80%9D%20della%20Chiesa
    (dove mi ha colpito questa considerazione:
    “Per un apparente paradosso tipico della storia della Chiesa, l’uomo più spirituale del suo tempo doveva rivelarsi il condottiero più energico del secolo e realizzare la riforma giuridico-politica più ardua del Medioevo”).

    Il mare del web è ricco di notizie su Papa Gregorio VII,
    tra le quali può ampiamente navigare:
    spetterà alla sua retta ragione, e al suo prudente discernimento (qualità di cui la ritengo ben provvisto…) il compito di vagliare l’autorevolezza delle fonti.

    PS Non trascuri, poi, se può farla nella sua città,
    la consultazione della biblioteca pubblica.

  96. SR71 scrive:

    Quando, il Vaticano, interromperà lo show di preti anti cristiani?

  97. Andre. scrive:

    Tutta questa storia mi ricorda tanto le polemiche e le “forti” prese di posizione mussulmane quando uscirono le famose vignette satiriche su Maometto.
    Facendo una brave ricerca su internet rispetto a quell’avvenimento quanti giornalisti cattolici hanno, in quel caso, difeso la libertà di espressione come presupposto di qualsiasi democrazia…

  98. Americo scrive:

    La blasfemia non esiste come delitto in nessun paese civile, non é relativismo, é civiltá. In Inghilterra dove non c’è nessuna legge che garantisca la libertá di espressione esiste solo la legge contro la calunnia, certamente non certo la blasfemia. Non siamo piú nei tempi dei barbari paesi dei regni delle due Sicilie e della Spagna dove ancora nel settecento si bruciavano vivi i supposti accusati dalla chiesa di blasfemia in grandi cerimonie presidiate da vescovi e arcivescovi.
    La definizione di blasfemia dipende solo dal grado di educazione, tolleranza o illuminazione del presunto offeso e se il Vaticano si sente offeso é perché la storia dimostra che ha la coda di paglia.

  99. matteo tassinari scrive:

    ti saluta raffaella

  100. matteo tassinari scrive:

    “Quando, il Vaticano, interromperà lo show di preti anti cristiani?” dice SR71.

    Ecco, interrompere, è il termine che ti fa godere. Che pena. Gesù salva coloro che non sanno quello che dicono o scrivono.
    matteo

  101. Vincenzo scrive:

    @Americo… Quanto a “code”, proprio Lei non dovrebbe scherzarci sopra, dato che,infatti, dicendo ciò che dice, non riesce a nasconderci di avere anche lunghe orecchie.
    Cosa dice? Che qui Le si stia dando del somaro? Mah… in ogni caso, non mi pare possa essere un “delitto”.
    Infatti, poichè secondo quanto mostra di Lei per primo di credere, anche in Italia, come in Inghilterra, non esiste vincolo alla libertà di parola (Art.21), che non sia la “verità”, e poichè, Lei, ci ha qui sostenuto come, neanche la blasfemìa possa essere ricondotta a “delitto”, converrà meco sul fatto che, se, per Sua profonda, illuministica convinzione, non può essere un “delitto” blasfemare, cioè dire male della indimostrabile Entità Divina e delle Sue ritualistiche Cose, allo stesso modo, non potrà essere ricondotto a “delitto”, dire che chi sostenga simili teorìe, ragioni in modo…quadruplicemente pedestre, almeno quando, certe “lepidezze”, coinvolgono persone esistite realmente..
    Oppure, sempre positivisticamente ragionando, Ella vorrebbe farmi credere che, dare (figurativamente) del “somaro” qualcuno di noi, cioè a Lei, sia più grave che dare della donnaccia alla Madre di Gesù o, a Gesù stesso,del bulimico gozzovigliatore, oscenamente obeso?
    Nè, se così fosse, varrebbe il dire, da parte Sua, che, Lei Americo,è una essere umano reale e vivente, e quindi e perciò, si deve tutelare la di lei umana onorabilità, mentre la Madonna (già essere umano, reale), non è più vivente.
    In tal caso, Americo,potrei forse sostenere, senza offendereLa, (dato che si tratterebbe di qualcosa di tramontato e impalpabile, come lo sono l’onore e la memoria familiari), che i Suoi remoti Antenati siano stati dei cialtroni farabutti, i maschi, e delle emerite P…..e le femmine?
    Non credo proprio e, anzi, sono certo che Lei avrebbe tutte le ragioni per citarmi in giudizio.
    Quindi, ci faccia il piacere, lasci stare la libertà di parola, perchè qui si sta contestando la libertà di insulto contro(perlomeno),una Persona della Quale, ben oltre un miliardo di esseri umani, tuttoggi, si sentono “Figli”, una Persona vissuta molto tempo fa, ma certamente esistita, tant’è che, tutt’oggi, l’universo mondo, regola il proprio orologio del tempo, sul fatto che, 2009 anni orsono, quella Persona, diede alla luce un Bambinello… … .
    Se poi, per misurare il grado di “civiltà” di un Popolo, Lei, si rifà al grado di intensità dell’offesa che, esso Popolo, può sopportare,anche se questa venga portata alle proprie convenzioni religiose(o Patriottiche? …gli Italiani sono tutti figli di P…..a .
    O…Storiche? I Partigiani, furono in gran parte dei vigliacchi che sparavano alle spalle, e poi si nascondevano dietro donne e bambini?
    O… Storico/Razziali/Religiose? Gli Ebrei, su un certo, tragico, susseguirsi di uccisioni…etniche, “ci marciano”?
    Non credo che, se solo io andassi a scrivere, uscendo stamattina presto, sui muri della Capitale della mia Regione, queste tre cose appena elencate, la mia libertà personale, potrebbe durare oltre le ore che ci separano dal prossimo mezzodì… .
    Ergo, stia tranquillino, e non dimentichi il vecchio adagio…
    … “Scherza coi Fanti, ma lascia stare i Santi”.
    L.J.C.
    … .

  102. Marina scrive:

    Vincenzo
    O… Storico/Razziali/Religiose? Gli Ebrei, su un certo, tragico, susseguirsi di uccisioni…etniche, “ci marciano”?

    Ci marciano,eccome se ci marciano.Con tutto il ripetto per le vittime di allora,ma gli ebrei stanno sfruttando l’olocausto per giustificare qualsiasi prepotenza o genocidio ai danni dei palestinesi e del mondo.
    Poi non dimentichiamoci che i comunisti ebrei da Lenin in
    poi ne hanno commessi di genocidi ai danni dei cristiani,intorno al centinaio di milioni.
    Il comunismo è stato inventato e messo in pratica dagli ebrei.
    Progettato molto prima che Hitler andasse al potere e cominciasse l’olocausto.
    Addirittura prima del 1900,progettato nei minimi particolari,per distruggere la religione in Europa.
    Ma chissà come mai gli ebrei di questo non ne parlano mai.
    Messo nel dimenticatoio,ricordano solo l’olocausto di Hitler.

  103. bruno volpe scrive:

    cari naviganti segnalo su http://www.pontifex.roma.it intervista al segretario generale del sinodo eterovic grazie bv

  104. laurentinum scrive:

    Grazie Elianna per le sue informazioni , mi scusi di risponderla in ritardo ma qualche problemi di connessione dovuto al fatto che sono questi giorni in viaggio. Siccome lei ha ritenuto che non fosse la sede idonea ho dunque creato un email provisoria ad hoc, esclusivamente per questa riflessione su Gregorio VII che mi sembra un personaggio molto interessante , questa email creata a posta per proseguire questa riflessione su Gregorio VII è dunque la seguente: gregoriovii@hotmail.fr
    Laurentinum

  105. Tommaso Farina scrive:

    Ma Marina cambia sempre tema? Prima gli indiani canadesi, poi i “preti complici del genocidio del Ruanda ” (sic), adesso nientemeno che il complotto demo-pluto-giudaico. Quale sarà il prossimo delirio?

  106. Gladiator scrive:

    io dico una cosa : poteva mai contraddirsi lo Spirito Santo ?
    Eppure dal “concilio vaticano II ” sono stati scritti alcuni documenti in contradizione tra loro . Può mai essere una cosa simile ? Due verità opposte non possono sussistere !
    Allora siamo sicuri che questo fosse un concilio dove non è trionfata l’ apostasia predetta a Fatima ?
    Lo Spitito Santo é l’ispiratore di tutti i libri della bibbia,dove racconta sempre la stessa verità con generi diversi , poteva raccontare verità opposte al Concilio ? Impossibile ! Quindi …….

  107. Azazel scrive:

    Gladiator ha scritto:
    ——–
    Lo Spirito Santo é l’ispiratore di tutti i libri della bibbia,dove racconta sempre la stessa verità con generi diversi , poteva raccontare verità opposte al Concilio ? Impossibile ! Quindi …….
    ——–

    La Bibbia contiene delle contraddizioni.

    In Genesi 1 e 2 vi sono due racconti della creazione in contrasto tra loro e scientificamente inattendibili. Mentre in Genesi 1 Dio crea prima le piante e tutti gli altri animali e poi l’uomo, in Genesi 2 è l’uomo ad essere creato per primo (il che è, tra l’altro, in contrasto con le nostre attuali conoscenze scientifiche).

    La Bibbia è in contrasto con la dottrina cattolica. Ad esempio, per la Chiesa Cattolica, Dio è puro spirito. Invece dall’Esodo apprendiamo che Dio ha un volto e delle mani (o almeno una mano).

    Esodo 33,17-23:

    Disse il Signore a Mosè: “Anche quanto hai detto io farò, perché hai trovato grazia ai miei occhi e ti ho conosciuto per nome”.
    Gli disse: “Mostrami la tua Gloria!”.
    Rispose: “Farò passare davanti a te tutto il mio splendore e proclamerò il mio nome: Signore, davanti a te. Farò grazia a chi vorrò far grazia e avrò misericordia di chi vorrò aver misericordia”. Soggiunse: “Ma tu non potrai vedere il mio volto, perché nessun uomo può vedermi e restare vivo”. Aggiunse il Signore: “Ecco un luogo vicino a me. Tu starai sopra la rupe: quando passerà la mia Gloria, io ti porrò nella cavità della rupe e ti coprirò con la mano finché sarò passato. Poi toglierò la mano e vedrai le mie spalle, ma il mio volto non lo si può vedere”.

    D’altronde, la dottrina cattolica varia nel tempo. Meno di 4 secoli fa, a sostenere che la Terra gira intorno al Sole si rischiava di finire sotto processo per eresia (il sistema tolemaico era una di quelle idee da imporre “con le buone e con le cattive” secondo la Chiesa).

  108. hamyo scrive:

    azazel, mi sembra che non conosci la Bibbia e non la sai leggere. E non conosci nemmeno la storia.

  109. Azazel scrive:

    @hamyo

    ——–
    azazel, mi sembra che non conosci la Bibbia e non la sai leggere. E non conosci nemmeno la storia.
    ——–

    Illuminami. :-)

  110. roberto scrive:

    Gentile Tornielli: Vorrei da Lei una risposta alle domande seguenti:
    Non è più blasfemo da parte di Israele impedire agli aiuti umanitari di accedere a Gaza?
    Non è più blasfemo impedire ad esponenti di altre religioni (mi riferisco a due preti cattolici) di andare a Gaza a dire messa nelle parrocchie lì dislocate (poi mi dovrebbe spiegare come mai quei fondalisti di Hamas permettono la presenza di chiese cattoliche nel loro territorio, quando grandi amici dell’italia e dell’occidente come gheddafi hanno chiuso tutte le chiese cattoliche lì presenti).
    Non è più blasfemo pretendere due popoli e due stati …e poi ridurre sistematicamente il territorio ad uno dei due imponendo colonie di immigrati dall’europa dell’est?

  111. fulvio scrive:

    Cristo,venduto per la seconda volta ,….

  112. hamyo scrive:

    azazel, penso che tu da me non vuoi nulla.
    Comunque, non puoi leggere il libro della genesi come se fosse un testo scientifico…
    se sinceramente vuoi essere illuminato cerca e troverai…

    se vuoi visita questo sito:
    http://www.libertaepersona.org/dblog/

  113. isideo scrive:

    Cittadini di Nazareth o di Gamala….
    Quando ripartirà per un altro viaggio in terra santa si faccia portare nel Golan a Gamala, li è sicuro che troverà i resti della Sinagoga nella quale ha predicato per la prima volta il vero Gesù che poi e sceso a Cafarnao…
    “Si strapparono le vesti e lo portarono verso il precipizio, ma lui si voltò e se ne andò passando in mezzo a loro….
    isideo
    ha dimenticavo… a Nazaret resti di sinagoghe non se ne trovano…

  114. dellelmodiscipio scrive:

    Intervengo in ritardo nella discussone, non l’avevo notata, e con la rozzezza a gamba tesa di chi entra per ultimo chiedo ai presenti se anziché pretendere di oscurare quella trasmissione definita blasfema non sarebbe stato meglio chiedere di trasmettere qualcosa di chi ha da presentare altre verità, o altre versioni della verità. Taci tu che sennò parlo anch’io mi sembra il motto di una certa organizzazione non governativa giù da noi…

  115. voce nel deserto scrive:

    Gli ebrei talvolta mancano di rispetto a Gesù Cristo.Ma la Chiesa avrebbe fatto bene ad essere severa anche quando in Italia i mussulmani gettavano dalle finestre il crocifisso o lo irridevano.Spero che la prossima volta la Chiesa sappia difendere Cristo da chiunque lo attacchi.

  116. voce nel deserto scrive:

    Nessuno è senza colpa:neppure gli amici israeliani.
    Sicuramente la televisione italiana, inquinata dai postcomunisti è dal consumismo imperante, è più anticristiana di quella di Israele.