Il Papa chiude l'Anno Paolino. Giorni di attese e di nomine

[photopress:Paolo.jpg,full,alignleft]A poche ore dalla chiusura solenne dell’Anno Paolino, che Benedetto XVI presiederà questo pomeriggio nella Basilica di San Paolo fuori le Mura, “L’Osservatore Romano” ha dato ampio risalto a un importantissimo ritrovamento, avvenuto in modo casuale il 19 giugno durante dei lavori di restauro nelle catacombe di Santa Tecla sulla via Ostiense. Si tratta della più antica icona conosciuta dell’Apostolo delle genti (nella foto). Intanto nei prossimi giorni, prima della partenza del Papa per le vacanze in Val d’Aosta (13 luglio) si attende la pubblicazione della nuova enciclica sociale (Caritas in veritate, un centinaio di pagine dedicate alla glabalizzazione e alla crisi), il motu proprio che sancirà il passaggio della pontificia commissione Ecclesia Dei sotto l’egida della Congregazione per la dottrina della fede (con la nomina del nuovo segretario, monsignor Guido Pozzo), la promozione a nunzio dell’attuale assessore della Segreteria di Stato, monsignor Gabriele Caccia (a sostituirlo, con molta probabilità e salvo ripensamenti dell’ultima ora sarà l’americano Peter Brian Wells, originario della siocesi di Tulsa, capo della sezione inglese della Segreteria di Stato). Viene dato in partenza anche il Sottosegretario ai rapporti con gli Stati – il “viceministro degli Esteri” – monsignor Pietro Parolin (appena rientrato da una missione di una settimana in Cina), destinato a una nunziatura Oltreoceano (il Venezuela o il Canada, se quest’ultima sede sarà lasciata libera dall’arcivescovo Luigi Ventura, che dovrebbe essere designato a Parigi). A breve si attende la nomina dell’attuale Segretario della Congregazione dei vescovi, Francesco Monterisi, ad arciprete della Basilica di San Paolo fuori le Mura, al posto dell’ultraottantenne cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo. Al posto di Monterisi dovrebbe arrivare l’attuale nunzio in Spagna, il portoghese Monteiro de Castro. Prevista a giorni anche la nomina a vescovo di Trieste di Giampaolo Crepaldi, segretario del Pontificio Consiglio Giustizia e pace (uno dei collaboratori alla stesura dell’enciclica). Anche l’attuale segretario del Governatorato, il vescovo Renato Boccardo, potrebbe passare il testimone a monsignor Carlo Maria Viganò. Boccardo, per il quale c’era chi avesse ipotizzato un ritorno a Parigi (ci era già stato come collaboratore dell’allora nunzio Angelo Felici), potrebbe essere destinato a una diocesi italiana, come ad esempio Spoleto, nel caso l’attuale arcivescovo Riccardo Fontana fosse trasferito ad Arezzo, diocesi a sua volta lasciata libera dal vescovo Gualtiero Bassetti, che a giorni sarà nominato arcivescovo di Perugia. Sembra invece per il momento frenata la nomina del segretario della Congregazione per i religiosi, il francescano Gianfranco Gardin, alla diocesi di Udine. Mentre si parla con insistenza di un prolungamento biennale del mandato dei tre porporati settantacinquenni (che hanno compiuto o stanno per compiere l’età della pensione), i cardinali Giovanni Battista Re (vescovi), Franc Rodè (religiosi) e Claudio Hummes (clero). Ai quali bisogna aggiungere lo stesso Segretario di Stato Tarcisio Bertone, anche se il suo caso è per certi versi diverso e in molti scommettono che Benedetto XVI non si priverà del suo principale collaboratore.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

89 risposte a Il Papa chiude l'Anno Paolino. Giorni di attese e di nomine

  1. Scusa la domanda(forse ti sembrerà stupida, ma a me non sembra)che ti faccio: riallacciandomi alle ultime righe(“proroghe” in vista, e di un paio d’anni)vorrei chiederti se ti risulta impensabile, per il momento un “ritocco” all’età della “pensione” per i Vescovi.
    Ammetto che è una domanda interessata(il mio Pastore, zelante come pochi, te ne sarai accorto esattamente un anno fà)va verso i 73, ergo….siamo agli “sgoccioli”,purtroppo)ma la faccio lo stesso.
    Non dico 80. Mi parrebbe eccessivo. Ma…..
    Che ne dici?
    Grazie Andrea.
    Di questa risposta che vorrai dare.
    E di T U T T O.

  2. fra Cristoforo scrive:

    Grazie, caro dr. Tornielli per la freschezza delle notizie.
    Sembra ormai una prassi quella di prorogare gli anni di servizio episcopale: vedi Torino e Milano…
    A proposito di Torino che finisce nel 2010 post Ostensione Sindone, i nomi che circolano sono parecchi: Miglio, Versaldi… i piemontesi… speriamo e preghiamo che il Santo Padre scelga un altro nome, c’è bisogno di santità, di fede, di ritrovare la Chiesa…

  3. Pingback: spoletocity.com

  4. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Si odono già i lamenti di chi considera le candidature come utile “Instrumentum regni”, e quindi non vede “il congelamento” di buon occhio…

  5. Americo scrive:

    Ma scherziamo!!! Questa potrebbe essere il rotratto di qualsiasi cristiano. La connessione fra Tecla e Paolo di Tarso é leggenda e che le catacombe fossero chiamate di Santa Tecla é pure uno dei soliti falsi della chiesa. Anche se solo leggenda, Tecla non é mai venuta a Roma ed é morta in Asia dove fu, temporalmente, la compaña di Paolo.
    Ma l’ha detto il Papa, il vicario di Dio in terra, allora deve essere vero perché é Dio che parla attraverso il suo vicario. Grazie Dio, adesso sappiamo che aspetto aveva Paolo di Tarso.

  6. Gabriella scrive:

    La ragione principale, se non erro, per quest’anno tematico dedicato a Paolo, era far conoscere meglio il messaggio dell’Apostolo.
    Ora, a parte la nuova struttura polifunzionale – concordata con gli uffici della Città del Vaticano – che sorgerà accanto alla Basilica di San Paolo fuori le mura, a parte il bilancio economico con un saldo positivo nell’ultimo anno (“si è riusciti a ripianare il debito piuttosto cospicuo dei quattro anni precedenti, grazie anche a qualche sponsor”), a parte i grandi eventi musicali nella Basilica di San Paolo e i nuovi pregiati pannelli di bronzo che sono stati collocati sulla Porta Paolina, mi piacerebbe sapere se esiste un libro, un resoconto, un riassunto, insomma, qualcosa nero su bianco su eventuali convegni di studio, corsi, ecc., tenuti durante l’anno Paolino, e i loro contenuti.
    Grazie a chi può aiutarmi.

  7. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    @ Physikelly

    Le “indovini” poco le “previsioni”…

    Alla prossima…

  8. Physikelly scrive:

    Scusi, Ubi, ma cosa avrei mai cercato di prevedere (oltretutto con ‘certezza’)?

  9. Physikelly scrive:

    Comunque, Ventura a Parigi, non sarebbe certo una vittoria per “gli amici di Ubi”.

  10. Physikelly scrive:

    [ Comunque, ieri in Germania non esisteva solo Zaitzkofen, Ratisbona, ma anche Wigratzbad, Augusta :

    http://www.newliturgicalmovement.org/2009/06/priestly-ordinations-in-wigratzbad.html ]

  11. Francesco73 scrive:

    Non so come si possa essere vociferati per la nunziatura di Parigi in alternativa alla diocesi di Spoleto…boh…povero Boccardo…

    invece per Frascati è vero che va Carrù, sottosegretario del Clero?

  12. Gabriella scrive:

    Physikelly Scrive: June 28th, 2009 at 4:54 pm

    Grazie Physikelly – si anche Wigratzbad e in ottobre anche Denton – è incredibile come sta crescendo la FSSP.
    Comunque, a Wigratzbad, l’omelia del vescovo è stata un capolavoro :)

  13. Luisa scrive:

    Continuando con la FSSP…

    Chi legge il francese può trovare a questo link della FSSP una bella descrizione della Liturgia sacra della Chiesa e specialmente della Liturgia tridentina e le ragioni dell`attaccamento della Fraternità di San Pietro al rito antico.

    http://www.fssp.org/fr/liturgie1962.htm

  14. Gabriella scrive:

    Grazie Luisa :)
    Non so come fai ma trovi sempre dei link interessantissimi …

  15. Come tutti gli opportunisti ed i vili
    ci sono anche in questo contesto
    persone con il piede in due scarpe
    (non si sa mai….)
    e quindi lodi a destra e lodi a manca.
    Ma, attenzione:
    è solo un fatto ESTERIORE
    iN REALTà I FANATICI SONO DI BOCCA BUONA: per loro imbc,fssp,fspx(e chissà quante altre semiclandestine “congregazioni” ispirate….)pari sono.
    A loro interessa la recità, il latinorum, l’incenso ed i giovani seminaristi in cotta e stola(appunto: la recita).
    Se poi sbraitano verso roma allora è il massimo.
    Ho già detto: molti di loro hanno in tasca un fecale foglietto con tutti i “centri di messa”. Sicchè sia che si trovano a pizzighettone, o a passirano marmorito o a pizzantustata calabra, sanno sempre dove andar a trovar l’ODORE di muffa. Mi ricordano i ….
    E cmq, la cosa piu normale sarebbe andare in una sana, bella e ALLA LUCE DEL SOLE chiesa del posto, Chiesa cattolica.
    Invece no. Ripeto: hanno l’elenco ripiegato in tasca, fossero anche 100 km in piu da fare loro nella chiesa cattolica non entrano.
    A stò punto, che restino fuori.
    (anzi, son già fuori)

  16. Giovanni Mandis scrive:

    caro Cosimo qualcuno potrebbe pensare che anche la tua su internet sia una “recita”.
    è più facile essere un cristiano internettiano tutto casa chiesa radio maria madjugorie che si permette di giudicare sacerdoti e-o seminaristi della san pio x o essere sacerdote/seminarista della san pio x? sacerdoti e-o seminaristi che a differenza tua hanno lasciato la propria vita alle spalle per servire Cristo.
    Forse ti sfugge che i Centri di Messa esistono anche perchè le Chiese cattoliche agli appestati della san pio x non vengono date a differenza di protestanti vari e ortodosi. tutta gente ancora più fuori dalla Chiesa cattolica di quanto non lo sia la San Pio X.

    Caro Andrea Tornielli auspico un tuo intervento perchè questi commenti denigratori contro la Fraternità San Pio X stanno diventando stucchevoli e insopportabili.

  17. PARLI DI PERSONE CON IL PIEDE IN DUE SCARPE E SUBITO…..

    (eh eh, conosco i miei polli.fra poco interviene pure l’alpense, tornante d’econe….e pure quell’altro.e poi quell’altro del montefeltro. 4 (QUATTRO) gatti. Miao miao, ciao ciao)

  18. Luisa scrive:

    E qui Gabriella, e tutti voi che leggete il francese, potrete trovare una bella presentazione dell`anno sacerdotale scritta dall`abate John Berg superiore generale della FSSP

    http://www.fssp.org/fr/pretre.htm

  19. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    “Dato che, al riguardo, le Autorità romane si sono più volte espresse in modi differenti, è complesso darne una definizione chiara ed univoca. Ai sensi del Codice di Diritto Canonico (CIC) del 1917, le Messe e quei Sacramenti, per i quali è prevista la necessità della sola “Potestas Ordinis” (detta anche “Ab intrinseco”) dei sacerdoti illecitamente ordinati sono validi, ma illeciti, vale a dire contrari al diritto della Chiesa. Quei Sacramenti, per i quali è prevista anche la “Potestas jurisditionis” (detta anche “Ab extrinseco”), ovvero confessione e matrimonio, non sono neanche validi.”

    (http://it.wikipedia.org/wiki/Fraternit%C3%A0_Sacerdotale_San_Pio_X)

  20. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    “Finché la Fraternità non ha una posizione canonica nella Chiesa, anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa.”
    Lettera del Papa ai vescovi.

    Si evincerebbe quindi che manca la “Potestas jurisditionis”.

  21. Luisa scrive:

    Che cosa c`entra con la FSSP? Come i cavoli a merenda ! ;)

  22. Ubi, allora non hai capito?(scusa, non voglio offenderti)

    I nostri eroi
    integerrimi e coraggiosi
    han sentito puzza di bruciato
    e
    fin chè non si calmano le acque
    (anche se dubito che stavolta si calmino)
    di fellaty e compagni
    non ne parlano piu.
    Ora son tutti devotissimi della fssp
    la quale, ca va sans dire, subirà una invasione di “fedeli” che presto prenderanno il comando.
    (l’imbc si è incavolato di brutto. Pare che abbia detto: c…., ho aspettato ventanni che venissero qui e quelli vanno coll’australiano che, per di piu, dice di ubbidire al Papa di Roma. Ma nn c’è piu religione…..).

    Sicchè, scordiamoci per un bel pò -o per sempre?- apologie della fspx e pure di lefrev(eh si, la prudenza non è mai troppa. Poi, col tempo, riesumeranno-di nuovo-pure lui).

    Tutti a trinità dei monti, o come si chiama la chiesa dell’australiano, e tutti -per ora- silenti su fellay.

    Lo so, ubi: mi chiedi che fine farà il nostro caro amico. Lo so. Ma, al momento, non ho notizie. Spero solo che sulla sua strada non intraveda alberi.

    Ciao carissimo.

  23. te l’ho detto: ora l’ordine di scuderia è questo. NON parlare della fspx e, semmai, parlare della fssp. Semplice no? tanto, sempre “fratelli” sono….e l’odore di incenso si sente lo stesso.

  24. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Luisa, capisco il suo protagonismo, ma mica io posto per lei. :)

    E’ solo un “caso” che il mio post sia capitato dopo il suo. :)

    Io postavo per far sapere ciò di cui trattano i miei post,

    OVVERO, che sono stati ordinati ILLECITAMENTE dei sacerdoti, che non possono amministrare VALIDAMENTE i sacramenti del Matrimonio e della PERDONO.

    E se un fedele va a una Messa celebrata da tali sacerdoti, come fa ad accostarsi all’EUCARISTIA se ha ricevuto il sacramento del PERDONO che non è VALIDO.
    E’ come farlo senza averlo ricevuto, ovvero un… non mi viene la parola, qualcuno mi aiuti… come si dice…

  25. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Ciao Cosimo.
    Visto che ci sei, mi aiuti, come si dice quando uno si accosta al sacramento senza Confessione o avendone fatta una INVALIDA, commette…

  26. s a c r i l e g i o

  27. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    ___________________S A C R I L E G I O

    COMMETTE SACRILEGIO.
    Grazie Cosimo, è che non mi veniva.

    E a noi “piccoli” e indegni fedeli dell’UNICA VERA CHIESA, QUELLA DI ROMA, CON PAPA BENEDETTO XVI FELICEMENTE REGNANTE, questo dispiace.
    Perciò umilmente ed indegnamente, mettiamo sull’avviso chi magari “non sapesse”.

  28. Giovanni Mandis scrive:

    solo che i Sacramenti amministrati dalla Fraternità San Pio X SONO VALIDISSIMI.
    altrimenti il Papa lo avrebbe detto.

    il tuo atteggiamento, caro Cosimo, è inspiegabile.

  29. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Cmq il proverbio dice: Chi ben comincia è a metà dell’opera.

    Peccato che si sia fatto iniziare a questi giovani, proprio nell’Anno Sacerdotale dedicato al Santo Curato d’Ars, col piede sbagliato.
    Peccato davvero.

  30. Luisa scrive:

    Manca solo cherubino e il triumvirato dei giustizieri moooolto cristiani di questo blog sarà completo! ;)
    Quanta delicatezza, quanta carità nelle parole di questi inquisitori di un nuovo tipo che pretendono possedere la verità in tutti i campi.
    Devono mettersi in due e il più sovente in tre, si sa l`unione fa la forza, per deliziarci con le loro sentenze, il risultato è abbastanza patetico e ridicolo.
    Da noi si dice: heureusement que le ridicule ne tue pas ! :)

  31. Giovanni Mandis scrive:

    la San Pio X è nella Chiesa, infatti celebrano la Santa Messa UNA CUM il Romano Pontefice Benedetto XVI.

  32. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    “Finché la Fraternità non ha una posizione canonica nella Chiesa, anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa.”
    Benedetto XVI nella Lettera ai vescovi.

    Sembra che non siano nella Chiesa.
    Se lo fossero, non vedo lo scopo dei colloqui dottrinali.

  33. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    …A proposito di “delicatezza e carità”…

    Vorrei sapere quanta ne hanno quelli che oggi nel giorno dedicato alla Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, hanno ordinato ILLECITAMENTE dei sacerdoti, in aperto contrasto con le leggi vigenti della Chiesa e di cui il Santo Padre è custode.
    Santo Padre che con un atto di benignità ha rimesso la scomunica…

    Effettivamente QUANTA… delicatezza… e carità…
    Mi auguro di averne ZERO se questa è… delicatezza…e …carità…

  34. ecco cosa scrive il “Giornale”:
    (AD ONOR DEL VERO, NON VI ERA LA FIRMA DI ANDREA TORNIELLI)

    Il Vaticano ribadisce: illegittime

    Il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, ha ribadito stasera che le ordinazioni di sacerdoti fatte dai lefebvriani sono “illegittime”. «Non ho niente di nuovo da aggiungere, rispetto a quanto già spiegato nei giorni scorsi: queste ordinazioni sono illegittime», ha detto, rispondendo ad richiesta di commento da parte dell’ANSA sulla cerimonia avvenuta oggi ad Econe in Svizzera.

    Le nuove ordinazioni Nonostante il Vaticano abbia sottolineato che sono “illegittime” le nuove ordinazioni di sacerdoti da parte dei lefebvriani, oggi sono stati ordinati otto nuovi preti nel seminario di Econe (Svizzera), quartier generale dei tradizionalisti seguaci di mons. Lefebvre. Altri tre preti sono stati ordinati la scorsa settimana nel seminario di Zaitkofen (Germania). I lefebvriani considerano necessaria alla propria sopravvivenza l’ordinazione di nuovi preti e accusano chi li contrasta di volerli “asfissiare”. La Santa Sede, tuttavia, non ha ancora cominciato i colloqui dottrinali sul Concilio vaticano II decisi dopo la revoca della scomunica voluta dal Papa in persona. Come passo propedeutico, la pubblicazione di un ’motu propriò con il quale Papa Ratzinger modifica i settori della Curia interessati (e, più specificamente, assorbe la pontificia commissione Ecclesia dei, interlocutore di lefebvriani dall’epoca di Wojtyla ad oggi, nella Congregazione per la dottrina della fede) è attesa per metà luglio.

    L’apertura della Chiesa La Fraternità sacerdotale San Pio X, peraltro, ha espresso apprezzamento per la scelta del Papa di indicare san Jean-Marie Vianney, il curato d’Ars che predicò il Vangelo nella Francia post-rivoluzionaria coerentemente con il Concilio di Trento, come modello per i sacerdoti di oggi. “Aprire la Chiesa al mondo, come voleva Giovanni XXIII, non significava esporla al rischio di sposarne lo spirito?”, si domanda l’ufficio stampa dei lefebvriani. “Quali sono oggi i risultati di questa conversione? Prima del concilio, nel 1956: 825 ordinazioni di preti in Francia, dodici anni dopo la fine del concilio, nel 1977: 99 ordinazioni in tutta Francia. Sotto Giovanni Paolo II, una media annuale oscillante tra 100 e 140. Dal 2004, questa media è spesso inferiore a 100 ordinazioni all’anno. Rimangono 15 mila preti diocesani in Francia, solo il 10% di essi hanno meno di 45 anni, l’età media degli altri essendo in molte diocesi attorno ai 75 anni. Ecco la secolarizzazione che avanza”.

  35. Luisa scrive:

    L’ inizio dell`articolo del Giornale è senza dubbio sfuggito a Cosimo, eccolo:

    Econe – Dal Vaticano non è giunto “nessun divieto esplicito” di celebrare le nuove ordinazioni di preti lefebvriani. Da parte di Roma c’è piuttosto una “tacita tolleranza”. A rilanciare la polemica è monsignor Bernard Fellay, superiore generale della Fraternità Sacerdotale Pio X, al termine della cerimonia di ordinazione di otto nuovi preti, a Econe, in Svizzera.

    Ed ecco qualche foto dalla Svizzera:

    http://www.laportelatine.org/communication/presse/2009/Ordinat09/econe2009.php

  36. LA “SIGNORA”(un “signora”, oggi come oggi, non si nega a nessuna, neppure a quelle due donne baresi)deve avere un passato abbastanza, come dire, turbolento. Non mi spingo troppo in là con le considerazioni sulla sua vita privata UNICAMENTE in virtù della richiesta di compatimento nei suoi confronti giuntami da una persona che stimo e rispetto moltissimo. Sicchè, debbo contenermi. Tuttavia non si può non notare come sia abbastanza pratica di….pratiche di disinformazione(exsessantottina ribelle,comunista attivista?le comuni, femminista? la cosa è mia e me la gestisco io?)se è vero che quando vuole nascondere qualcosa ci posta i suoi link in ostrogoto, in serbocroato e qualche volta in provenzale. Come dire: se volete traducete voi. Ma, ovviamente, i siti in questione- SPESSO- trattasi di blogghetti provinciali, pieni di muffa e foto di marcette militari. Insomma, qualche novantenne arzillo, si diverte a scegliere le foto che gli ricordano la sua gioventu. Magari lui crede che sono davvero marce militari. Al vecchietto(che fa il blogghetto)non gli dicono che quello è il meraviglioso avvenire de l’eglise. MA è UN DETTAGLIO.

  37. e’ GRAVE. molto grave ciò che accade.
    bisogna che noi ce ne accorgiamo
    e lo teniamo ben presente.
    Nell’Ovile Santo è in atto
    una bufera terribile.
    Aldilà del “colore” delle bufere e degli strappi
    delle provocazioni e delle sfide a muso duro
    ci sarebbe solo e soltanto da pregare per il Vicario di Cristo.
    Invece che succede? Succede che le “fazioni” di disobbedienti(tali sono e tali chiamiamoli)non si arrendono. Sono ostinati. Avete notato che, al 90%, quando qualche tifoso di econe risponde alle sacrosante osservazioni, invece di fare SERIA E SEVERA autocritica(O UN DIGNITOSO SILENZIO), ribattono citando, ACCUSANDOLI, i protestanti e gli ortodossi? Davvero da ridere, se non ci sarebbe da piangere.
    Non è certamente questa la VIA della pace.
    Certamente Fellay non sta aiutando il Papa.
    Certamente quell’uomo di linz con la mazza in mano(e/o chi lo ha manovrato a tale assurda provocazione)non sta aiutando il Papa.
    Certamente chi, a vario titolo, permise che fosse esposta una rappresentazione dell’Ultima Cena come una (mi vergogno solo a dirlo) orgia di invertiti, non ha edificato la Chiesa di Cristo.

    ma, ovviamente, queste NON SONO IMPROVVISAZIONI: son cose meditate e covate in anni di clandestinità. E le convinzioni, è noto, una volta penetrate in un cervello(specie di un fanciullo e/o di un convertito)è difficile toglierle. Non arrivo a parlare di plagio, ma probabilmente, IN CERTI CASI, ci sarebbero gli estremi.

    Pazienza. La Chiesa supererà questa bufera.
    Francamente non so come.
    Mi vien in mente il sogno di don Bosco
    ma per gli intelletuali(di quà e fuori di qua)è troppo poco parlare delle fantasie oniriche(!)sia pure di ungrande santo.
    E allora?

    E allora parlare della imminenza(relativa) del tempo dei dieci segreti per molti di voi è come se volessi provocarvi(ed io vi ASSICURO che non voglio provocare, ve lo dico col cuore)ed allora non posso far niente.
    Vorrei solo, umilmente, ricordarvi che -di là da i “volumoni” pure UTILISSIMI- CIRCOLANO IN ITALIA DEI GRAZIOSI ED ECONOMICI LIBRETTI, curati da una casa editrice che ha la PACE in cima ai suoi pensieri e non il lucro. Sono volumetti snobbati dai piu (mai una recensione su Famiglia Cristiana, ma neppure su Cristianità o Tempi)ma con tanta ricchezza spirituale.

    Shalom!

  38. scusate ancora: devo una risposta alla signora o signorina luisa.
    No, non mi era sfuggito l’incipit dell’articolo del Giornale, semplicemente l’avevo omesso per entrare nella sostanza della notizia e non appesantire il post.
    Allo stesso modo avevo omesso di riportare il titolo.
    lei cara signorina invece si è guardata bene dal metterLO. allora eccolo quà.

    Ordinazioni, Lefebvriani: tolleranza. Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”

    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”
    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”
    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”
    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”
    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”
    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”
    Ma il Vaticano ribadisce: “Illegittime”

    cAPITO ORA? ILLEGGITTIME

  39. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    … guanti rosso vescovile con anello vescovile sopra…
    come dire… l’eleganza… nel particolare…

    …ordinazione Illecita di sacerdoti…

    un… obbedienza… senza… particolari… (Il Diritto Canonico)…

  40. Luisa scrive:

    Prendo solo un momento per dire a certi fanatici, scalmanati, eccittati, che credono di poter parlare a nome del Papa, che credono rendere un servizio al Papa, che si sbagliano e di molto.
    Mons. Fellay si è spiegato benissimo, queste ordinazioni hanno luogo da 30 anni in qua e sempre in questo periodo, oggi la FFSPX ha un statuto un pò ibrido diciamo, comunque non ha uno statuto canonico dunque ha continuato come negli anni passati ad ordinare i sacerdoti necessari al suo funzionamento, vocazioni e ordinazioni vitali .
    Erano illegittime negli anni passati come lo sono state oggi, ma da parte del Papa c`è tolleranza, tacita tolleranza e non certo l`odio, l`agressività, di chi scrive qui.
    I sentimenti che vi abitano e vi animano sono agli antipodi di ciò che anima il Santo Padre.
    Credete esprimere il pensiero e i sentimenti di Bendetto XVI, pensate essergli fedeli e vi sbagliate.
    Quello che il Papa vuole è che questo dialogo cominci al più presto, ciò che il Papa vuole è che la Fraternita rientri completamente, è da anni che ci sta lavorando già da quando era cardinale. È stata una delel sue prime preoccupazioni quando nell`agosto 2005 ha chiesto a Mons. Fellay di venire a Castel Gandolfo.
    Senza dubbio Benedetto XVI vuole accelerare i tempi. Ha le sue ragioni.
    Sì , grazie a Dio il nostro Papa non nutre i sentimenti negativi che vi caratterizzano, non vi fanno onore e vi discreditano.

  41. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Cosimo ha perfettamente ragione. La Chiesa è attaccata da destra e da manca. Il Vangelo di oggi, Solennità dei Santi Pietro e Paolo, però ci rassicuri:
    “Disse loro: Ma voi, chi dite che io sia?. Rispose Simon Pietro: Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente.
    E Gesù gli disse: Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli.”

    Non la carne ed il sangue, ma il Padre nei cieli.
    E’ una professione di Fede ispirata da Dio.
    Si ricordi: “E’ lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla” (Gv 6,63)

    Ed è lo Spirito che da la vita alla Chiesa.
    Chiesa che è incudine, che assorbe tutti gli attacchi di coloro che in 2000 anni di storia hanno tentato di distruggerla, con persecuzioni ed eresie. Ma ha consumato tutti questi “martelli” rimanendo INTATTA, non grazie a propositi d’uomini, ma grazie allo Spirito di Dio che la guida.
    Perciò non temo per la Chiesa, perchè mai verrà meno la promessa che Gesù a fatto a Pietro.
    Temano coloro che l’attacano e che non la “riconoscono” quale è: UNA, SANTA, CATTOLICA APOSTOLICA.
    E chi attenta all’unità attenta alla Chiesa e allo Spirito che la guida. Riflettano: mettersi contro lo Spirito di Dio conduce a sicura, imperitura rovina.

  42. la svizzera perde la finta calma che voleva ostentare(ed è un segno)e nel frattempo strizza l’occhio(come fanno quelle che ci stanno)alla fssp caso mai veramente la fspx viene messa FUORI(ed a stò punto me lo auguro).
    Il nostro amico si è perso, forse il sole forte di econe, forse i miasmi di incensosulfureo(specialità della casa)lo ha stordito. Questa stolta minimizza dicendo: “noi uccidiamo tre persone all’anno da trentanni: cosa c’è di male se lo facciamo anche questanno?” Neppure merita nnà risposta, e la pazienza stà per terminare. Ora comincio a credere a chi mi disse che “avevi problemi”. Io pensai a problemi di salute(ed in un certo senso…)ma ora capisco meglio. Non posso dire di non esser stato avvertito. Ed anche altri amici che mi han SAGGIAMENTE detto di non toccare troppo certi personaggi. E vabbè. Andiamo avanti, con quell’altro che scrive un articolo per spiegare che scrive meglio di me, che non crede a medjugorje(e che però va, assieme alle divorziateallegreadultere che si dilettano divolontariatoeviaggigratis, in francia, a massabielle)parla di misteriose infiltrazioni lombarde(ti hanno trasfuso il sangue di martini?). La Chiesa si AMA!!!!!!!!!!! E si vive il Vangelo sine glossa. come francesco.

  43. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    …..nell`agosto 2005…..

    Sono passati 4 anni quasi (mancano due mesi!!!)… ne è passata acqua sotto i ponti…
    nel frattempo i… …campioni d’obbedienza… hanno rifiutato i famosi 5 punti a Giugno dell’anno scorso…
    …un “vescovo” della fraternità ne ha combinato delle belle pochi mesi fa…
    …il ritiro della scomunica (ATTO DI PATERNA BONTA’, non atto dovuto) è stato dato…
    …e la …delicatezza e carità… è stata…
    …ulteriori ordinazioni… ILLECITE…
    senza manco una… letterina… al Santo Padre.

    E in tutto si nominano i Colloqui dottrinali…
    alla Congregazione della Dottrina delle Fede
    invocando il futuro rientro… (me lo auguro)…
    … MA SEENZA TENER CONTO CHE…
    …dai colloqui (non lo auguro)… potrebbe venire fuori anche la… formalizzazione dello SCISMA laddove ci siano discrepanze sulla.. dottrina…
    se non addirittura… (non la voglio manco nominare)…
    se non si

  44. Cherubino scrive:

    Luisa dice “la FFSPX ha un statuto un pò ibrido diciamo, comunque non ha uno statuto canonico dunque ha continuato come negli anni passati ad ordinare i sacerdoti necessari al suo funzionamento, vocazioni e ordinazioni vitali .
    Erano illegittime negli anni passati come lo sono state oggi, ma da parte del Papa c`è tolleranza, tacita tolleranza e non certo l`odio, l`agressività, di chi scrive qui.”

    e riesce a dire una serie di falsità infilate come perline di una collana…
    1) la Fraternità S. Pio X non ha necessità alcuna di ordinare sacerdoti. Oggi va di moda (specie nelle destre) l’argomento dello stato di necessità, senza accorgersi che si rasenta il ridicolo. Per campare i sacerdoti non gli servono, mangiano lo stesso; per le loro messe illeggittime ne hanno a sufficienza, per la Confessione invalida e inefficace idem; quindi se lo fanno è soltanto per dare un messaggio alla Santa Sede: l’autosufficienza, ossia che non hanno nessuna intenzione di pentirsi del loro scisma e dei loro errori dottrinali.
    2) La Fraternità non ha uno statuto “ibrido” che è una mostruosità canonica. Essi non hanno nessuna, ripeto: nessuna legittimità nella Chiesa. Non sono in comunione con il papa. Lo ha detto lui, mica io. Andate a rileggervi la ormai famosa lettera di marzo.
    3) da parte del papa non c’è tolleranza. Tolleranza sarebbe il prendere le loro difese contro queste affermazioni, ma dato che sono affermazioni sue c’è poco da difendere. Dopo aver detto quello che è stato detto, il papa non ha bisogno di agigungere nulla. Il su osilenzio è solo il segno che ritiene ci siano cose più importanti in questo momento. La nuova enciclica, l’Africa, il dialogo ecumenico…
    4) l’odio lo vede solo Luisa, evidentemente proiettando il suo. L’insistenza, magari anche accesa, che alcuni di noi eprimono nasce da una sofferenza e da una preoccupazione. Da amore per la Chiesa ferita. Certo può capitare di rispondere in modo anche crudo, ma sempre per evidenziare l’errore. Per mostrare che si dicono falsità. E per smascherare certe strategie comuniative fuorvianti. Il che in un dibattito è perfettamente legittimo. A confronto dei veri e propri insulti che riceviamo si tratta di bazzecole.

  45. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    …A Proposito di S. Francesco e Vangelo sine glossa…

    “La parola di Dio viene portata dal passato nel presente, quando è VISSUTA. È meraviglioso vedere come nei santi la parola di Dio diventi una parola rivolta al nostro tempo. In figure come FRANCESCO e poi di nuovo come PADRE PIO e molti altri, Cristo è diventato veramente contemporaneo della loro generazione, è uscito dal passato ed entrato nel presente. QUESTO SIGNIFICA ESSERE PASTORE– MODELLO DEL GReGGE: VIVERE LA PAROLA ORA, NELLA GRANDE COMUNITA’ DELLA SANTA CHIESA.”

    Omelia del Santo Padre nella Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.

  46. Sono cosi daccordo con quanto ha scritto Cherubino, che lo ri-posto nuovamente io.
    Non è la prima volta che cherubino
    -con la santa pazienza-
    risponde garbatamente a tutti i punti che emergono nella discussione. Credo che sia unico, fra noi, a riuscir a far un lavoro del genere. O , quantomeno: io non ci riuscirei.
    Ho fatto un lavoro certosino e(diciamo)per bene solo quando scrissi la tesi.

    Riecco il post di Cherubino:
    Luisa dice “la FFSPX ha un statuto un pò ibrido diciamo, comunque non ha uno statuto canonico dunque ha continuato come negli anni passati ad ordinare i sacerdoti necessari al suo funzionamento, vocazioni e ordinazioni vitali .
    Erano illegittime negli anni passati come lo sono state oggi, ma da parte del Papa c`è tolleranza, tacita tolleranza e non certo l`odio, l`agressività, di chi scrive qui.”

    e riesce a dire una serie di falsità infilate come perline di una collana…
    1) la Fraternità S. Pio X non ha necessità alcuna di ordinare sacerdoti. Oggi va di moda (specie nelle destre) l’argomento dello stato di necessità, senza accorgersi che si rasenta il ridicolo. Per campare i sacerdoti non gli servono, mangiano lo stesso; per le loro messe illeggittime ne hanno a sufficienza, per la Confessione invalida e inefficace idem; quindi se lo fanno è soltanto per dare un messaggio alla Santa Sede: l’autosufficienza, ossia che non hanno nessuna intenzione di pentirsi del loro scisma e dei loro errori dottrinali.
    2) La Fraternità non ha uno statuto “ibrido” che è una mostruosità canonica. Essi non hanno nessuna, ripeto: nessuna legittimità nella Chiesa. Non sono in comunione con il papa. Lo ha detto lui, mica io. Andate a rileggervi la ormai famosa lettera di marzo.
    3) da parte del papa non c’è tolleranza. Tolleranza sarebbe il prendere le loro difese contro queste affermazioni, ma dato che sono affermazioni sue c’è poco da difendere. Dopo aver detto quello che è stato detto, il papa non ha bisogno di agigungere nulla. Il su osilenzio è solo il segno che ritiene ci siano cose più importanti in questo momento. La nuova enciclica, l’Africa, il dialogo ecumenico…
    4) l’odio lo vede solo Luisa, evidentemente proiettando il suo. L’insistenza, magari anche accesa, che alcuni di noi eprimono nasce da una sofferenza e da una preoccupazione. Da amore per la Chiesa ferita. Certo può capitare di rispondere in modo anche crudo, ma sempre per evidenziare l’errore. Per mostrare che si dicono falsità. E per smascherare certe strategie comuniative fuorvianti. Il che in un dibattito è perfettamente legittimo. A confronto dei veri e propri insulti che riceviamo si tratta di bazzecole.

  47. Luisa scrive:

    ll triumvirato in azione…toccante!
    Dunque…cherubino….

    1) Permetta che io dia maggior credito alle parole di Mons.Fellay che non alle sue.
    2) Più esattamente Mons. Felaly ha detto che la FFSPX “si trova in una situazione canonica intermedia, per forza di cose imperfetta, ma essa continua in ciò che è il cuore stesso della sua azione: la formazione sacerdotale”. Anche qui permetta che dia più peso alle parole di Mons. Fellay che non alle sue.
    3) Il Papa attraverso il suo portavoce ha detto ciò che già sapevamo ma non ha mai pronunciato condanne come fate voi …e poi tutt`ad un tratto , cherubino docet, ci sono cose molto più importanti come l`enciclica, l`Africa, il dialogo ecumenico…che giustificherebbero il suo silenzio…suvvvia!
    4) Cherubino non faccia della psicologia a buon mercato. I vostri commenti trasudono di astio, di odio, penso sia evidente ad ogni lettore.
    Vedo che lei si esprime alla prima persona del plurale “noi”, immagino qualcosa del genere…cosimo sta tranquillo, rispondo io…
    Dunque quando lei e i suoi amici insultate, offendete aggredite verbalmente lo fate perchè soffrite, siete preoccupati, lo fate per amore della Chiesa, per smascherare strategie fuorvianti, per evidenziare gli errori….devo continuare o mi fermo qui? Penso che basti , dovete proprio soffrire parecchio ! ;)
    La Chiesa è ferita, è vero, lo è.
    È ferita da chi al suo interno rema contro il Successore di Pietro, da chi lo ostacola, da chi gli disobbedisce, da chi ignora il suo Magistero quando non lo contesta, da chi si oppone alla sua volontà, da chi svilisce la Sacra Liturgia, da chi inventa magisteri paralleli….continuo?

  48. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    … come dire… un piede dentro… un piede fuori…

    Il problema… è il piede dentro… dove…?

    Scisma?
    Er….?
    ……. (omissis)

  49. Luisa scrive:

    Oggi il Santo Padre ha terminato la sua stupenda omelia con queste parole rivolte ai vescovi.

    “In questo modo esso ricorda gli agnelli e le pecore di Cristo, che il Signore risorto ha affidato a Pietro con il compito di pascerli (cfr Gv 21,15-18). Ricorda il gregge di Gesù Cristo, che voi, cari Fratelli, dovete pascere in comunione con Pietro.

    Ci ricorda Cristo stesso, che come Buon Pastore ha preso sulle sue spalle la pecorella smarrita, l’umanità, per riportarla a casa. Ci ricorda il fatto che Egli, il Pastore supremo, ha voluto farsi Lui stesso Agnello, per farsi carico dal di dentro del destino di tutti noi; per portarci e risanarci dall’interno. Vogliamo pregare il Signore, affinché ci doni di essere sulle sue orme Pastori giusti, “non perché costretti, ma volentieri, come piace a Dio … con animo generoso … modelli del gregge” (1 Pt 5,2s). Amen.”

    Modelli del gregge, con animo generoso, in comunione con Pietro.

  50. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    “I vostri commenti trasudono di astio, di odio, penso sia evidente ad ogni lettore.”

    Per parte mia è VERO!!!

    Provo profondo ODIO, ASTIO, nei confronti dell’ERRORE.
    Provo compassione per L’ERRANTE.

    Odio l’errore che da scandalo:
    “Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, meglio sarebbe per lui che gli passassero al collo una mola da asino e lo buttassero in mare.”

    Preferisco tenermi legato al collo “bontà e FEDELTA’ “.

    “Il mio giogo è dolce e il mio carico leggero”. (Mt 11, 30)

  51. io, caro Ubi, non vorrei esser nei panni
    dei responsabili della fssp
    che presto
    -questione solo di tempo-
    saranno letteralmente invasi.

    E siccome costoro
    son abituati piu a comandare che ad ubbidire
    tu pensa un pò quante belle rogne avrà lo svedese o australiano, nn mi ricordo piu di dove sia.

    Non che non le avesse già di suo, per carità.
    Quella trinità dei monti o dove si trovi
    era un porto di mare:
    trovavi di tutto di piu.
    Ma veramente, eh!

    In privato ti racconterò delle storielle divertenti.
    Per ora basti sapere che “circolavano” tranquillamente
    “adepti” imbc,fspx, e umanità varia….
    a loro basta sentire l’incenso ed il latinorum.

    Altri avevano scopi MENO NOBILI
    (ma queste son cose che mi tengo per me)

    Buona fortuna fssp!!!!
    Che davvero il Cielo vi assista
    mò che calano le orde germanofrancoelvetiche.
    (e italiane.c’eran uomini quarantenni coi soldi ed il SUV che andavan a messa lì alla ricerca di….omissis)

  52. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    “Vogliamo pregare il Signore, affinché CI DONI di essere sulle sue orme Pastori giusti”

    Luisa io sono fissato a correggere gli “errori”.

    CI DONI significa: DONI A NOI. Quindi il Papa si rivolge anche a se stesso.
    Questa è una frase di E S O R T A Z I O N E ai suoi confratelli,
    e anche una preghiera/richiesta che il Papa rivolge a Dio.

    Lei la interpreta ERRONEAMENTE (sul quanto volutamente ci sarebbe da discutere.
    Giova ricordare che il Papa prega (Dio), esorta e conferma i fratelli nella Fede.
    Buonanotte, il lavoro mi attende.

  53. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Dimenticavo, in un certo qual modo, non essendo lei di madrelingua italiana, capisco possa avere difficoltà con l’analisi logica e del periodo.
    Buonanotte davvero, si fa tardi.

    P.S. Una esortazione a tutti, evitiamo “monili” pesanti al collo…

  54. Luisa scrive:

    Ubi….grazie per la lezioncina …dunque :

    E ora mi rivolgo a voi, cari Confratelli nell’episcopato, che in quest’ora riceverete dalla mia mano il pallio. È stato intessuto con la lana di agnelli che il Papa ha benedetto nella festa di sant’Agnese.

    In questo modo esso ricorda gli agnelli e le pecore di Cristo, che il Signore risorto ha affidato a Pietro con il compito di pascerli (cfr Gv 21,15-18). Ricorda il gregge di Gesù Cristo, che voi, cari Fratelli, dovete pascere in comunione con Pietro.

    Non ho alcun dubbio che il Santo Padre abbia rivolto quella preghiera al Signore anche per lui, come non ho alcun dubbio che egli sia già un pastore con animo generoso, modello per il gregge.

    Permetta però che nel contempo il Santo Padre ricorda ai suoi confratelli che devono pascere il gregge in comunione con lui, con Pietro.
    È questo pascere cum Petro et sub Petro che è troppo spesso dimenticato causando lacerazioni alla Chiesa , divisione e confusione nel gregge.

  55. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Ultimo colpetto… perchè davvero poi… faccio tardi…

    …lei mi sembra …simpatizzi… e forese più…

    per alcuni… che NON SONO NE “CUM PETRO”, NE “SUB PETRO”…

    …è questo che LEI TROPPO SPESSO DIMENTICA…
    …faccia a loro… la predica, invece di postare le loro foto e i loro… discorsi…

  56. avesse l’umiltà di incassare il colpo.
    tacere.
    pregare.
    e poi andarsene a dormire.

    buon lavoro caro amico.
    e che Iddio ti ricompensi di TUTTO quello che fai.

  57. Cherubino scrive:

    Luisa lei continua a giocare con le parole e a dire cose false, avallando le falsità di Fellay:
    “posizione canonica intermedia” ? ma a chi credete di prendere in giro ? il papa ha detto “Finché la Fraternità non ha una posizione canonica nella Chiesa, anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa.”.

    Non ha detto “posizione intermedia”
    Ha detto “non ha”.
    Non ha detto “ce l’ha un pochino, ma solo un pochino”.
    Ha detto “non ha”.
    Non c’è nessun “si, però, ma, forse, in un certo senso, a metà, qualcosa di indefinito, parzialmente…”
    C’è solo “non ha una posizione canonica nella Chiesa”. E per questo quelle ordinazioni, come qualsiasi altro ministero, sono illeggittimi.
    E questo non una semnplice infrazione, tipo “parcheggio in doppia fila perchè chiude la farmacia”. E’ un grave delitto canonico: contro il sacramento (quindi contro Dio), contro i fedeli, contro l’unità della Chiesa, contro l’autorità del papa e del vescovo.
    Ora, voi potete giocare quanto volete con le parole. Ma questo non cambierà la realtà dei fatti. E non perchè lo dico io, ma perchè lo dice la Chiesa.
    “Finché la Fraternità non ha una posizione canonica nella Chiesa, anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa.” Parola di papa Benedetto.

  58. Se risponde pure a questo tuo capolavoro di chiarezza e concisione, caro il mio Cherubino, significa che resta solo da pregare.
    “un cuore ostinato alla fine cadrà nel male”

    Speriamo di salvarne il più possibile.
    bonne nuit

  59. Luisa scrive:

    Per fortuna che son andata a dormire prima di leggere e senza leggere le ultime scoppiettate del triumvirato ! :)

    Noi…voi….sembra abbastanza chiaro a chi legge che c`è su questo spazio chi non vuole che la FSSPX rientri, non lo volevano prima, mi ricordo già nel passato i termini con cui veniva da loro descritta, non lo vogliono ora.
    Queste persone così aperte al diverso, con un cuore così generoso verso il diverso, così tolleranti con chi in unione formale con il Successore di Pietro lo ostacola e lo contesta creando divisione e confusione, sono non solo ermeticamente chiuse ma ostili verso chi professa la nostra stessa fede, verso chi adora il nostro stesso Dio, verso chi celebra la nostra stessa sacra Liturgia, che ha fatto della celebrazione del Sacrificio Eucaristico il centro della sua vita.
    Invece di essere rattristati da questa separazione formale e pregare affinchè la volontà del Papa, al quale dicono essere così leali e obbedienti, e più che la volontà, il desiderio del Santo Padre possa arrivare a compimento, invece di pregare con tutto il cuore affinchè questa separazione sia presto solo un ricordo, un momento nella storia della Chiesa, queste persone seminano astio e veleno.
    Strano e paradossale che si dia maggiore importanza e si coltivi l`incontro con gli ebrei, con i protestanti, che si preghi e ci si impegni in favore dell`ecumenismo e poi si rifiuti i modo epidermico e viscerale l`incontro con chi ha la nostra stessa fede, in realtà non è poi così strano, anzi è facile vedere da chi provengono questi rigurgiti.
    Di certo queste persone non aiutano il Santo Padre, di certo non contribuiscono alla serenità.
    Il Santo Padre non ha pronunciato nessuna condanna. Il Santo Padre desidera che questo dialogo cominci al più presto, si direbbe che Benedetto XVI ha fretta, senza dubbio sa perchè.
    E leggendo i contributi di alcuni su questo sito penso di intravedere il perchè.

  60. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Buongiorno a tutti… (o buonanotte… bhò, ho fuso… il fuso).
    Grazie degli auguri Cosimo. Sono stati provvidi grazie a Dio, la “pellaccia” è integra.
    Il tempo qui non è dei migliori, c’è una foschia che sembra ottobre, con un afa agostana.
    E io soffro, perchè “Voglio ‘o mare”.

  61. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Salve Luisa…
    un “triumviro” le chiede se può compilarmi una schedina del Superenalotto vincente…
    … visto che “legge nei cuori” delle persone… sicuramente le sarà facile indovinare la combinazione vincente…
    …ovviamente si divide, ed io la mia parte la do in beneficenza ai bambini africani e ai rom…

    Faites vos jeux madam…
    per quel che mi riguarda… Les jeux sont faits…

  62. elianna scrive:

    dove soffia “il vento dello Spirito”?
    —————-

    “Fame di Messa tridentina in internet”

    …anche quest’anno il sito di Father Zuhlsdorf (per tutti: Father Z., foto a sinistra), ossia What does the prayer really say, ha vinto il premio di miglior sito religioso (best religious blog award): che non è un premio della critica (quindi compatibile con numeri da “amatori”) ma si basa sul numero di lettori che gli danno il voto. E in effetti il numero di visite e contatti sul blog di padre Z. è impressionante: ha appena raggiunto quota 5 milioni di visitatori. ”

    temi trattati sul sito:
    “traduzione tra i testi latini del proprio delle Messe (di S. Gregorio Magno, ossia tridentina, e di Paolo VI); il commento di scritti e fatti inerenti la Messa antica; le “tirate d’orecchio” ai tanti (troppi) prelati antitradizionali dei due lati dell’Atlantico.
    Il tutto con grande amore per la Chiesa, fedeltà al Papa ed una buona dose di umorismo, che non guasta. Insomma: non sono temi che normalmente appassionano le grandi masse. Eppure…

    Non sarebbe ora che certi soloni sempre pronti a sentenziare che occorre aprirsi al mondo moderno e cogliere i segni del tempo, iniziassero davvero a mettere in pratica quelle espressioni, interrogandosi con onestà

    dove soffia “il vento dello Spirito”?

    blog.messainlatino.it/2009/01/fame-di-messa-tridentina-in-internet.html
    ————-

    Cara Luisa, come ben sappiamo…
    il granello dei senape è piccolo e invisibile,
    ma l’albero crescerà,
    a dispetto delle tempeste e di tutti veleni,
    nella volontà di Dio!

  63. Luisa lei continua a giocare con le parole e a dire cose false, avallando le falsità di Fellay:
    “posizione canonica intermedia” ? ma a chi credete di prendere in giro ? il papa ha detto “Finché la Fraternità non ha una posizione canonica nella Chiesa, anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa.”.

    Non ha detto “posizione intermedia”
    Ha detto “non ha”.
    Non ha detto “ce l’ha un pochino, ma solo un pochino”.
    Ha detto “non ha”.
    Non c’è nessun “si, però, ma, forse, in un certo senso, a metà, qualcosa di indefinito, parzialmente…”
    C’è solo “non ha una posizione canonica nella Chiesa”. E per questo quelle ordinazioni, come qualsiasi altro ministero, sono illeggittimi.
    E questo non una semnplice infrazione, tipo “parcheggio in doppia fila perchè chiude la farmacia”. E’ un grave delitto canonico: contro il sacramento (quindi contro Dio), contro i fedeli, contro l’unità della Chiesa, contro l’autorità del papa e del vescovo.
    Ora, voi potete giocare quanto volete con le parole. Ma questo non cambierà la realtà dei fatti. E non perchè lo dico io, ma perchè lo dice la Chiesa.
    “Finché la Fraternità non ha una posizione canonica nella Chiesa, anche i suoi ministri non esercitano ministeri legittimi nella Chiesa.” Parola di papa Benedetto.

  64. elianna scrive:

    Ottimo chiarimento su
    Blog.messainlatino:

    “la FSSPX agisce validamente ma illegittimamente sotto l’aspetto del diritto canonico.

    Hoc est strictum ius, e l’ha ricordato anche il Papa.

    Ma quanto (poco) il diritto conti nella Chiesa, è sotto gli occhi di tutti: basti pensare a quanto poco sia tutelato il diritto dei fedeli a veder applicato il motu proprio, o anche più in generale ad avere celebrazioni (novus ordo) corrette (i documenti che lo prescrivono, i richiami del Culto Divino, ecc., sono bellamente ignorati), e potremmo proseguire all’infinito.

    Sicché, come dice Andreotti,

    per gli amici il diritto si interpreta, per i nemici si applica…

    In ogni caso, è del tutto pacifico che la FSSPX non è in “piena comunione”. Questo implica che hanno tutta la necessaria autonomia per ordinazioni sacerdotali e diaconali (non episcopali, ovviamente). Come ce l’hanno, appunto, i cinesi patriottici o gli ortodossi.”

    blog.messainlatino.it/2009/06/iniziati-i-colloqui-roma-fsspx-mons.html
    ————–

    come dire:
    la Verità ci rende liberi dal potere della menzogna, e da quello della doppiezza, del farisaismo trionfante che usa il doppiopesismo morale verso la FSSPX.

    Per questo i cattoprogressisti hanno il terrore folle (percepibile qui nella volontà di imbavagliare gli interlocutori…),
    della reintegrazione a pieno titolo di tale gruppo ecclesiale: essi hanno il terrore della Verità, del ritorno alla retta Dottrina bimillenaria a cui la FSSPX si è mantenuta fedele in questi decenni.

    Il terrore che si dica:
    “La ricreazione è finita: torniamo alla Scuola di sempre, quella che non segue le mode, perchè tramanda la Verità!”

  65. e’ GRAVE. molto grave ciò che accade.
    bisogna che noi ce ne accorgiamo
    e lo teniamo ben presente.
    Nell’Ovile Santo è in atto
    una bufera terribile.
    Aldilà del “colore” delle bufere e degli strappi
    delle provocazioni e delle sfide a muso duro
    ci sarebbe solo e soltanto da pregare per il Vicario di Cristo.
    Invece che succede? Succede che le “fazioni” di disobbedienti(tali sono e tali chiamiamoli)non si arrendono. Sono ostinati. Avete notato che, al 90%, quando qualche tifoso di econe risponde alle sacrosante osservazioni, invece di fare SERIA E SEVERA autocritica(O UN DIGNITOSO SILENZIO), ribattono citando, ACCUSANDOLI, i protestanti e gli ortodossi? Davvero da ridere, se non ci sarebbe da piangere.
    Non è certamente questa la VIA della pace.
    Certamente Fellay non sta aiutando il Papa.
    Certamente quell’uomo di linz con la mazza in mano(e/o chi lo ha manovrato a tale assurda provocazione)non sta aiutando il Papa.
    Certamente chi, a vario titolo, permise che fosse esposta una rappresentazione dell’Ultima Cena come una (mi vergogno solo a dirlo) orgia di invertiti, non ha edificato la Chiesa di Cristo.

    ma, ovviamente, queste NON SONO IMPROVVISAZIONI: son cose meditate e covate in anni di clandestinità. E le convinzioni, è noto, una volta penetrate in un cervello(specie di un fanciullo e/o di un convertito)è difficile toglierle. Non arrivo a parlare di plagio, ma probabilmente, IN CERTI CASI, ci sarebbero gli estremi.

    Pazienza. La Chiesa supererà questa bufera.
    Francamente non so come.
    Mi vien in mente il sogno di don Bosco
    ma per gli intelletuali(di quà e fuori di qua)è troppo poco parlare delle fantasie oniriche(!)sia pure di ungrande santo.
    E allora?

    E allora parlare della imminenza(relativa) del tempo dei dieci segreti per molti di voi è come se volessi provocarvi(ed io vi ASSICURO che non voglio provocare, ve lo dico col cuore)ed allora non posso far niente.
    Vorrei solo, umilmente, ricordarvi che -di là da i “volumoni” pure UTILISSIMI- CIRCOLANO IN ITALIA DEI GRAZIOSI ED ECONOMICI LIBRETTI, curati da una casa editrice che ha la PACE in cima ai suoi pensieri e non il lucro. Sono volumetti snobbati dai piu (mai una recensione su Famiglia Cristiana, ma neppure su Cristianità o Tempi)ma con tanta ricchezza spirituale.

    Shalom!

  66. Emanuele scrive:

    Elianna, la ringrazio per il suo post delle 9.30.

    Vorrei capire perché i sacramenti amministrati dagli scismatici ortodossi sarebbero validi mentre quelli amministrati dai sacerdoti della FSSPX no.

  67. mauro scrive:

    Caro Cosimo de Matteis alias Cherubino. Anche se il Papa non l’ha detto esplicitamente è chiaro che la confraternità non è nè carne (dentro la Chiesa a pieno diritto canonico), nè pesce (fuori e contraria alla Chiesa) in quanto è stata tolta la scomunica.
    In italiano questo concetto si esprime come posizione “intermedia” o “di stallo”.
    Ripeto per l’ennesima volta: quelle ordinazioni sono considerate illegittime perchè la confraternità non ha una collocazione canonica all’interno della Chiesa ma nessuno, neanche il Papa le ha vietate.

    Lo studioso, come Lei, non impara a memoria la lezioncina ma si chiede se esista un motivo, quale sia, e cosa comporti o meno. Nel caso della confrarnita l’illeggittimità non comporta il divieto.
    Ha forse letto da qualche parte che il Papa o chi per lui l’ha vietato?
    Non potrebbe mai farlo perchè la confraternità non è dentro la Chiesa, sempre nel rispetto di quel concetto universale che non si può comandare a casa degli altri.
    Troppo difficile per uno studioso come Lei?

  68. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)

    Auguro, di cuore, a tutti, la stessa GIOIA che in questo momento io provo nel cuore.
    Il Signore possa farvi lo stesso dono.

  69. Artefice1 scrive:

    Bravo Mauro……..le Azioni ti sono salite verticalmente.

    Solo per quel:
    “”"che non si può comandare a casa degli altri.”"”

    Mentre il:
    Troppo difficile per uno studioso come Lei?
    Farebbe il paio col “COM” privo di Senso.

  70. Marina scrive:

    Una domandina semplice semplice anche per Cosimo de Matteis:
    Cosa vuol dire “ovile santo”.

  71. Artefice1 scrive:

    Ubi…….te ne avrebbe mandata una…….

    Bionda o Bruna?

  72. Luisa scrive:

    Grazie Elianna per il suo post che condivido completamente!
    Condivido anche il pensiero di chi pensa che ci siano maggiori differenze di posizioni all`interno della Chiesa che non ve ne siano fra la FSSPX e Roma.
    Quando Benedetto XVI nel dicembre 2005, nel suo famoso discorso alla Curia, aveva parlato dell`ermenutica della rottura condannandola, descriveva ciò che si pratica nella Chiesa da più di 40 anni, le posizioni differenti che si trovano nella Chiesa a causa dei diversi modi di interpretare i testi del Vaticano II hanno creato delle divisioni che sono profonde.
    Dietro un`unità puramente formale, gli ideologi dell`ermenutica della rottura hanno lacerato in profondità la Tunica di Cristo, sono andati così lontano nelle loro innovazioni, la loro creatività, nella loro rivoluzione postconciliare che oggi un fedele può essere confuso, c`è ciò che ci mostra e dice il Papa e c`è ciò che leggo, ascolto dal mio parroco, dal mio vescovo, da teologi, cardinali e mi rendo conto che non dicono la stessa cosa, che su certi punti fondamentali divergono, vedo il Santo Padre celebrare la Santa Messa e vedo ciò che avviene nella mia parrocchia, e mi interrogo, c`è ciò che decide il Papa e vedo il mio parroco e il mio vescovo rifiutare di obbedire, e non capisco, ascolto il Papa ricordarmi i fondamenti della mia fede, ricordarmi il senso della Santa Messa, l`essenzialità del Sacrificio di Cristo e vedo la festa fra amici, il banchetto, che è diventata la messa in parrocchia e sono confuso.
    Sì, ascoltando e guardando il Santo Padre, il cattolico può realizzare quanto la coscienza della sua cattolicità si sia affievolità a beneficio di un relativismo, buonismo, irenismo che hanno generato e nutrito ignoranza e confusione.

  73. Artefice1 scrive:

    Luis……….ma dico io

    Di che taglia porti i pantaloni con la zip?

  74. ros scrive:

    Dopo aver letto x giorni sul blog, commenti,critiche,e battute anche SCARSE…su certi sacerdoti, vorrei raccontare la mia esperienza diretta in quel di Econe..Ieri ero presente alle ordinazioni e se mi credete ringrazio ancora il buon Dio d’avermi dato la possibilita’ di poter andare, cosa non semplice quando si ha 4 figli e impegni di lavoro da gestire. Ho visto centinaia di sacerdoti arrivati da posti anche lontani pregare per ore per i loro NUOVI CONFRATELLI, decine di seminaristi indaffarati che aiutavano per la buona riuscita della cerimonia e ancora decine di sacerdoti che per ore hanno confessato i fedeli presenti..Migliaia di fedeli seguivano pregando con devozione,compostezza e gioia, l’ordinazione del loro figlio o nipote o amico, rimanendo per ben 4 ore e forse piu’ sotto un sole stupendo ma cocente!!Nella vallata dove si è svolta la cerimonia, risuonavano i rintocchi delle campane del seminario che accompagnavano il suono della campanella che il chierichetto suona nei momenti della consacrazione, durante la S Messa.Ricordando cosi’ a noi tutti il Sacrificio che si stava ripetendo per noi sull’ altare..Ho pregato, ho pregato molto per questi nuovi giovani sacerdoti, che dopo anni di studi preghiera e sacrificio,sono giunti alla decisione di donarsi completamente al buon Dio e alla salvezza delle nostre anime. A chi ha sempre criticato,sparlato,calunniato e sono certa continuera’ a farlo, consiglio di cuore di vivere questa esperienza edificante..Mentre noi ci preoccupiamo se sono “legittime” o “illegittime”,si possono fare o non si possono fare,ma il Papa ha detto cosi’ no invece ha detto cola’,ci sono dei bravi e santi sacerdoti che hanno votato la loro vita per gli altri e per la salvezza delle anime, e che sono sicura il Buon Dio non manchera’ di guidare e proteggere!!Tutto il resto è fumo…quello si SULFUREO! Mi scuso se non ho adoperato paroloni come fanno molti,ma sono solo una mamma semplice e ancora commossa dalla speciale giornata trascorsa ieri…

  75. Gabriella scrive:

    Che bella testimonianza Ros, grazie.
    Anch’io ho partecipato due volte alle ordinazioni di giovani sacerdoti della FSSP (e presto sarò presente a quella di mio figlio) ed è veramente un’esperienza edificante. Non basta vedere questa cerimonia su video o in TV, bisogna essere presenti per provare – e sentire – la presenza di Nostro Signore tra questi giovani.

    Pensa, la Fraternità Pio X è stata consacrata al Cuore Immacolato esattamente 25 anni fa. Certo non ho l’intenzione di suggerire alla Divina Provvidenza ciò che dovrebbe fare, ma ho imparato dagli esempi dei Santi e dalla stessa Sacra Scrittura che i grandi desideri possono accelerare in maniera impressionante i disegni di Dio ed è con questa audacia che deposito oggi accanto al Cuore Immacolato di Maria questa intenzione, chiedendole di prendere tutti questi neo sacerdoti sotto la sua materna protezione.

  76. Cherubino scrive:

    agenzia SIR

    Nel discorso prima della firma del documento cattolico-battista sui matrimoni, il card. Bagnasco ha detto tra l’altro: “È chiaro che le differenze confessionali possono dare adito a conflitti e tensioni nella coppia, soprattutto riguardo all’educazione dei figli e alla loro formazione religiosa, come pure nei rapporti con le famiglie e le comunità di provenienza. La sfida a cui vuole rispondere questo Documento – direi la ragione profonda che lo giustifica – è proprio quella di trasformare tali potenziali ragioni di contrasto in occasioni feconde di crescita nella fede”. Il cardinale ha poi aggiunto: “Ciò – lo ribadisco – non stemperando la dottrina cattolica o quella battista né ignorando le differenze che di fatto esistono, ma imparando ad apprezzare ciò che ci unisce e a conoscere meglio le peculiarità confessionali”. Richiamando un pensiero di Giovanni Paolo II, nella “Familiaris consortio”, ha affermato “i matrimoni fra cattolici e altri battezzati presentano, pur nella loro particolare fisionomia, numerosi elementi che è bene valorizzare e sviluppare”, concludendo che “il comune battesimo e il dinamismo della grazia forniscono agli sposi, in questi matrimoni, la base e la motivazione per esprimere la loro unità nella sfera dei valori morali e spirituali”.

  77. chi conosce la commovente storia
    di quello sventurato
    che attaccava la Vergine Santa
    ed il Vescovo di Roma?

    tale scribacchino stava per metter nero su bianco
    l’ennessimo vergognoso attacco alla Madre di Dio
    quando……

  78. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Ciao Cosimo.
    Cosa è successo allo “sventurato”?

  79. mauro scrive:

    Piu’ che un documento sui matrimoni cattolico-battista sarebbe meglio che la Chiesa si interessasse dei matrimoni fra cattolici e mussulmani, vista l’immigrazione clandestina che la Chiesa ha sempre favorito. Falliscono quasi tutti, anzi proprio tutti tranne qualche raro caso. PEr di piu’ quando la futura moglie è cattolica si deve convertire all’Islam prima di sposarsi un mussulmano. Un solenne smacco per l’intera Chiesa, considerato che favorisce l’immmigrazione clandestina e la donna è la parte piu’ debole dell’anello.

  80. allo sventurato in questione è andata bene, benissimo.
    ora in Cielo contempla la Gloria di Dio.
    ma non è detto che vada a tutti così.
    Nel caso specifico-per esplicita ammissione della Vergiine Santa- son state fondamentalmente (o principalmente) due le cose che lo han salvato: a)i primi venerdìche egli aveva fatto prima di piombare nella superba disobbedienza ostinata e b)la preghiera altrui.
    Ripeto a tutti, ma a me stesso per primo, che la Regina della Pace ha detto che “c’è molta gente che va all’inferno perchè non c’è nessuno che prega per loro”. E vicka e jacov son stati fisicamente nell’inferno.e non era vuoto.

  81. Ubi humilitas, ibi sapientia. scrive:

    Ciò che mette le ali alla nostra Preghiera, sono le intenzioni che esprimiamo per gli altri.
    Pregare per gli altri è la miglior preghiera che possimo fare per noi stessi.
    Preghiera e frequenza costante all’Eucaristia.
    Il Corpo e il Sangue di Cristo è “medicina” che ci allontana dal peccato.

  82. mauro scrive:

    Caro Cosimo de Matteis alias Cherubino
    Continuo a non capire. Perchè dici che la raccolta di messaggi di Medjugorje parla di molta gente che va all’inferno?
    Ci sei o ci fai? L’Inferno è stato inventato da Dante Alighieri, non esiste contraltare al Paradiso terrestre nel cristianesimo.

    E’ stato adottato ed utilizzato dalla Chiesa durante l’inquisizione per terrorizzare gli eretici, chi faceva sortilegi, i cristiani apostati, chi perseguitava i cristiani, chi non accettava la fede cristiana. etc.
    Ogni scusa era buona per paventargli l’inferno. Pochi sapevano che l’inferno non esisteva e su quell’ignoranza la Chiesa ha spadroneggiato per secoli,lo stesso sfruttamente dell’ignoranza dei fedeli accade (e vediamo) tutt’oggi nell’Islam.

    Benedetto XVI ha affermato che l’inferno esiste ed è eterno. Immagina un po’, l’ultimo erede di Dante Alighieri, che dovrebbe essere ancora in vita se ricordo bene, potrebbe chiedergli, se fosse stato registrato il nome “inferno”, i diritti di copyright tutte le volte che lo pronuncia.

  83. Cherubino scrive:

    effetti disastrosi del Concilio Vaticano II ! Chiesa alla deriva ! crisi del sacerdozio !

    un prete oggi ha detto “Il parroco è più contento se i parrocchiani diminuiscono, e quando qualcuno lascia la parrocchia e si trasferisce altrove spera di non riaverlo più nel piccolo gregge dei suoi fedeli”

    il cappellano del carcere di Cosenza…

  84. Cherubino scrive:

    a proposito di matrimoni… mi chiedevo se certi post possano essere usati dalle mogli dei postanti per ottenere la nullità del proprio matrimonio…

  85. Artefice1 scrive:

    Cherubino……….Lo dicevo io che usi gli EFFETTI SPECIALI!!!

    “”" spera di non riaverlo più nel piccolo gregge dei suoi fedeli”"”

    Quando si dice Potere. Guarda che combina.
    Anche il Padreterno trasforma, l’attentissimo cherubino.

    Ma sei proprio sicuro che sia di quel tipo il gregge?

    E se la pecora dovesse divagare Liberamente,(data la propria debolezza dovuta al fatto che il pastore usa imporle il prato rasato) non diresti che la pecora resta sempre in argomento anche quando affronta seriamente la questione annosa del gregge che non svanisce affatto anche quando questa sCONfina?

  86. mauro scrive:

    Caro Cherubino alias Cosimo de Matteis, parlavi forse della parrocchia del carcere? A me sembra che tu non l’abbia capito. Quel “piccolo gregge dei suoi fedeli” è il carcere.

  87. mauro scrive:

    Caro Cherubino alias Cosimo de Matteis, a proposito di matrimoni… direi di sì. Un consiglio, se sei sposato prima di postare falle leggere quello che scrivi e chiedile se può andar bene.

  88. Bellarmino scrive:

    Carissimo dott. Tornielli, oggi è stata pubblicata la riorganizzazione di Ecclesia Dei… Levada Prefetto e Pozzo Segretario, come era già stato anticipato.

    Ma che incarico avrà Mons. Camille Perl??? Dal comunicato di Levada si capisce che non è più Vice Presidente, ma che cosa farà ora??

  89. Artefice1 scrive:

    Cortese Simon de Cyrène …. Capovolgiti.

    “””L’Unità non si realizza nella dissoluzione della persona in una sostanza chiamata Tutto, come mi sembra che tu supponga,”””

    CERTEZZE

    Foglie gialle, Vissute.
    Raccolte dal Vento.
    S’abbandonano serene al
    temperato talamo, accogliente.

    Relazione appassionata.
    Con-Sentita Ispirata.
    Inondi la Vita.
    Di Delizia Infinita.

    Fluttuando nutri foriere certezze.
    Evolute distinte esistenze.
    Dall’Animo senza voce.
    CONrRisposte CON-Sentite.

    Semplici cascate.
    Gravate dal dolore.
    Mediocre Imperfezione.
    Separata e Libera, Disunione.

    CON-Giungendo l’Universo.
    Di corpi e Ispirazioni.
    Puoi dire che è materia.
    L’originale PER-fezione?

    CON-Giungendo l’Universo.
    Di corpi e Ispirazioni.
    Puoi dire che è materia.
    L’originale PER-fezione?

    CON-Giungendo l’Universo.
    Di corpi e Ispirazioni.
    Puoi dire che è materia.
    L’originale PER-fezione?

    Il cuore non perdona.
    Un attimo d’amore. Ritorna.
    All’esistente insensata Ragione.
    PER-Seguita Passione.

    Incombe Il Sentimento
    Eterna Mente Riconoscente
    Trascurato bisogno
    ESSENZIALE CON-sol-a-zione.