Il richiamo del Papa per la salvaguardia del creato

Questa mattina nel corso dell’udienza generale Benedetto XVI ha ricordato che “la terra è dono prezioso del Creatore, il quale ne ha disegnato gli ordinamenti intrinseci, dandoci così i segnali orientativi a cui attenerci come amministratori della sua creazione. E’ proprio a partire da questa consapevolezza, che la Chiesa considera le questioni legate all’ambiente e alla sua salvaguardia intimamente connesse con il tema dello sviluppo umano integrale”.  Il Papa ha quindi aggiunto che “L’uomo è chiamato ad esercitare un governo responsabile per custodire il Creato, metterlo a profitto e coltivarlo per l’esistenza dignitosa di tutti. L’umanità deve assolvere al grave dovere di consegnare alle nuove generazioni un ambiente degno. E’ indispensabile  lo sviluppo di quell’alleanza tra essere umano e ambiente che deve essere specchio dell’amore di Dio, riconoscendo che proveniamo tutti da Dio. È importante che i singoli governi sappiano dare i giusti segnali ai propri cittadini per contrastare in modo efficace le modalità d’utilizzo dell’ambiente che risultino ad esso dannose” e agiscano in “solidarietà soprattutto nei confronti delle regioni più deboli della terra”. “Perché ciò avvenga – ha concluso Papa Ratzinger – è indispensabile convertire l’attuale modello di sviluppo globale verso una più grande e condivisa assunzione di responsabilità nei confronti del creato: lo richiedono non solo le emergenze ambientali, ma anche lo scandalo della fame e della miseria”.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

194 risposte a Il richiamo del Papa per la salvaguardia del creato

  1. Gabriella scrive:

    Si, lo scandalo della fame e della miseria. Il grande scandalo del secolo è che più dei due terzi dell’umanità si trovano in condizioni subumane, privi di cibo, di vestiti, senza casa, senza salute, senza lavoro, senza avvenire, senza speranze.
    Il grande scandalo del secolo è, da parte degli Stati ricchi lo sforzo di distogliere l’attenzione dalle strutture di ingiustizia che soffocano milioni e milioni di figli di Dio, adducendo false ragioni della miseria nelle nazioni povere, come la famosa esplosione demografica. Ciò che esiste davvero è l’esplosione dell’egoismo
    Egoismo – NOSTRO, di tutti noi!

  2. bo.mario scrive:

    Nessun accenno a politiche demografiche. Parole di circostanza che avremo potuto dire tutti. Lo spirito santo è in sciopero? I problemi non sono solo morali e non mi meraviglia che di reale non habbia detto niente. Le cose reali vanno risolte. Di quelle ipotetiche ci sono milioni di libri folosofici. Niente di nuovo e me ne dispiace.
    Un saluto.

  3. annarita scrive:

    Speriamo che anche il Papa, non si metta a preoccuparsi troppo dell’ambiente, come da anni fanno mas media, scienziati, buoni pensatori, scuola, wwf, unicef….etc
    Con lo scudo della salvaguardia dell’ambiente o della fame del mondo si sono sentite ormai tante corbellerie aberranti, che sarebbe bene che almeno la Chiesa pensasse a salvare di più le anime. Quante volte si è sentito dire che l’uomo è un cancro per l’ambiente, che per debellare la fame nel mondo bisogna fare meno bambini, che i bambini inquinano e castronerie del genere per poi giustificare l’aborto e la “prevenzione” sulle nascite?

    Ormai i nemici dell’uomo sono diventati anche ecologi e allarmando, allarmando, inculcano delle idee assurde nella mente della gente.

    La Chiesa dovrebbe casomai ricordare agli uomini, che tutte le ricchezze accumulate a discapito degli altri e con politiche errate, nessuno se le porta all’inferno.
    Potrebbe anche ricordare agli uomini di poca volontà che il lavoro nobilita anche gli africani o gli indiani nonostante la cultura e che il proverbio “aiutati che Dio ti aiuta” non è mai andato giù di moda ed è adatto sia in occidente che in oriente.
    Potrebbe anche ricordare che una volta esisteva un tipo di nome buon senso e sarebbe bene interpellarlo più spesso, allora vedremo gli italiani mangiare frutta di stagione italiana, i francesi mangiarsi le sue mucche, i tedeschi bere il proprio latte e non avremmo le autostrade intasate da puzzolenti camion, che trasportano il latte tedesco in Italia e il burro italiano in Germania, non vedremo il latte gettato perchè altrimenti la cara UE spedisce la multa, nè i pomodori sotterrati e le arance schiacciate.

  4. azzurra scrive:

    Cara Annarita,
    mi ha tolto letteralmente le parole di bocca…grazie!

    Aggiungo che i terzomondisti tra i quali fanno capolino molti missionari e molti preti e molti altri prelati, ripetono parole sprezzanti del tipo:

    “il ricco e opulento Occidente”…

    queste parole hanno generato odio e sensi di colpa, in più se NON erro la satanica “teologia della liberazione” nata in seno alla chiesa da missionari, dice anzi ordina che il povero ha il diritto di rubare al ricco….senza parole.

    Oh! è stata condannata si, ma è tutt’ora in voga infatti tutta questa attenzione ai clandestini da parte di certi prelati….ne è l’espressione.

    Certo il Creato va’ rispettato, ma se non si cominciano a rispettare le anime e quindi lavorare su quelle come fa’ l’uomo ad accorgersi di Dio nel fiore, nel campo,nella frutta ecc? Se NON si ama e se NON si vuole ACCETTARE Dio Padre che è Gesù, non si ama e non si rispetta nemmeno il Creato.

    Meno pontificie commissioni es. quella dei migranti che è una forma di ingerenza tale che comincia a nauseare, meno burocrazia all’interno della Chiesa più preti per le case e vedremo il Creato rispettato.

  5. bo.mario scrive:

    Tentare di ragionare con chi quando risponde alla richiesta di politiche demografiche parla di aborto mi sembra quasi inutile. Ipocrisia su ipocrisia. Sfamiamo la popolazione di oltre sei miliardi e salvaguardiamo l’ambiente. Ci dia la ricetta visto che dovrebbe essere guidato dall’alto. Nei secoli scorsi questi discorsi attecchivano. Adesso la gente si domanda, ma quello che dice? Parla seriamente? Meglio fare figli e lasciarli per strada come in Brasile.
    Si è persa un’altra occasione per dire cose utili.
    Un saluto.

  6. Pinuccio scrive:

    Certi modernisti, dinanzi alle parole del papa non sanno inchinarsi, non sanno fare ammenda dei propri errori, delle proprie cole, quelle che derivano dal loro credo. La difesa del creato e della natura, nelle parole del successore di Pietro non prescindono dai temi della fecondazione, delle manomissioni genetiche, della popolazione che non procrea e che distrugge, compreso il senso dell’amore finalizzato alla condivisione di un rapporto armonico con il proprio corpo e tutto ciò che lo circonda, cioè il crato, con la sua bellezza, la sua originale presenza visibile, il suo essere dono naturale gratuito, esempio di vita che si dona nel spazio dei secoli per perpetuarsi, rifondarsi sui valori fondamentali della sua genesi. La vita è un dono mirabile per gustare i frutti del creato, senza distruggerli o minarli in nome di un conservatorismo distruttivo, antagonista del bello, del sano, del vero, del nuovo che non muore mai. Il creato è stato rigenerato da Cristo dopo Caino, dopo la forza distruttrice di ogni elemento naturale di vita e di embrione. Capisco, perciò, il proliferare di proseliti e di adepti che si richiamano al Caino da non toccare. Il papa ci invita a non imitare quel Caino che non vorremmo fosse toccato, ma a seguire sentimenti che ci dovrebbero portare a dire e a gridare “Nessuno diventi Caino”, nome che ho dato ad una associazione di cui sono presidente. Questo credo sia stato il senso dell’invento pontificio. Il resto è polemica spicciola, perchè, pare che il papa non dovrebbe avere asilo di parole o dovrebbe concordare solo con qualcuno quello che deve dire. Il Papa, a differenza nostra, quello che dice e scrive lo concorda con Colui che lo ispira, lo aiuta, lo incoraggia, lo sostiene e lo sorregge nella diuturna difficile battaglia contro i demoni e i figli di satana, che anche su questo forum, purtroppo, non mancano.

  7. peccatore scrive:

    Il Santo Padre ha detto cose non banali (chi le considera “parole di circostanza” è in malafede oppure un perfetto ignorante):

    1-ringraziare Iddio per il dono prezioso del creato, di cui è possibile godere
    2-urgenza del rispetto dovuto alla natura
    3-la terra è dono prezioso del Creatore, il quale ne ha disegnato gli ordinamenti intrinseci, dandoci così i segnali orientativi a cui attenerci come amministratori della sua creazione.
    4-le questioni legate all’ambiente e alla sua salvaguardia intimamente connesse con lo sviluppo umano integrale.
    5-l’ambiente naturale è dato da Dio per tutti, e il suo uso comporta una nostra personale responsabilità verso l’intera umanità, in particolare verso i poveri e le generazioni future.
    6-la Chiesa non solo è impegnata a promuovere la difesa della terra, dell’acqua e dell’aria, donate dal Creatore a tutti, ma soprattutto si adopera per proteggere l’uomo contro la distruzione di se stesso.

    Non è forse vero che l’uso sconsiderato della creazione inizia laddove Dio è emarginato o addirittura se ne nega l’esistenza? Se viene meno il rapporto della creatura umana con il Creatore, la materia è ridotta a possesso egoistico, l’uomo ne diventa “l’ultima istanza” e lo scopo dell’esistenza si riduce ad essere un’affannata corsa a possedere il più possibile.

    7-Il creato, materia strutturata in modo intelligente da Dio, è affidato dunque alla responsabilità dell’uomo, il quale è in grado di interpretarlo e di rimodellarlo attivamente, senza considerarsene padrone assoluto.
    8-è indispensabile lo sviluppo di “quell’alleanza tra essere umano e ambiente, che deve essere specchio dell’amore creatore di Dio” riconoscendo che noi tutti proveniamo da Dio e verso Lui siamo tutti in cammino.
    9-I costi economici e sociali, derivanti dall’uso delle risorse ambientali comuni, riconosciuti in maniera trasparente, vanno supportati da coloro che ne usufruiscono, e non da altre popolazioni o dalle generazioni future.
    10-La protezione dell’ambiente, la tutela delle risorse e del clima richiedono che i responsabili internazionali agiscano congiuntamente nel rispetto della legge e della solidarietà, soprattutto nei confronti delle regioni più deboli della terra… lo richiedono non solo le emergenze ambientali, ma anche lo scandalo della fame e della miseria.

    I “verdi” non sanno dire cose così, la sinistra radicale men che meno, figurarsi chi in nome del mercato sfrutterebbe persino la propria madre, o i radical-chic che tutelano se stessi eliminando eugeneticamente chi disturba la scena… filosofi del nulla… amministratori disonesti, che per non avere sulla coscienza le generazioni future, le eliminano, chiamando questo scempio “salute riproduttiva”: eccoti le politiche demografiche, bo…ccaccia mia stattezitta !!!

  8. Altissimu, onnipotente bon Signore,
    Tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.

    Ad Te solo, Altissimo, se konfano,
    et nullu homo ène dignu te mentovare.

    Laudato sie, mi’ Signore cum tucte le Tue creature,
    spetialmente messor lo frate Sole,
    lo qual è iorno, et allumeni noi per lui.
    Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore:
    de Te, Altissimo, porta significatione.

    Laudato si’, mi Signore, per sora Luna e le stelle:
    in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.

    Laudato si’, mi’ Signore, per frate Vento
    et per aere et nubilo et sereno et onne tempo,
    per lo quale, a le Tue creature dài sustentamento.

    Laudato si’, mi’ Signore, per sor Aqua,
    la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

    Laudato si’, mi Signore, per frate Focu,
    per lo quale ennallumini la nocte:
    ed ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

    Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra,
    la quale ne sustenta et governa,
    et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

    Laudato si’, mi Signore, per quelli che perdonano per lo Tuo amore
    et sostengono infirmitate et tribulatione.

    Beati quelli ke ‘l sosterranno in pace,
    ka da Te, Altissimo, sirano incoronati.

    Laudato si’ mi Signore, per sora nostra Morte corporale,
    da la quale nullu homo vivente po’ skappare:
    guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali;
    beati quelli ke trovarà ne le Tue sanctissime voluntati,
    ka la morte secunda no ‘l farrà male.

    Laudate et benedicete mi Signore et rengratiate
    e serviateli cum grande humilitate..

  9. Simon de Cyrène scrive:

    Grazie Ubi, Peccatore e Pinuccio

  10. mauro scrive:

    Caro peccatore, se tutto è demandato all’uomo, come tu affermi continuamente in peccatore Scrive: August 26th, 2009 at 7:16 pm, cosa centra la Chiesa che politicamente non è in grado di prendere alcuna decisione a favore dell’ambiente?

    L’umanità è rappresentata dagli stati, che sono in grado tramite Leggi, di modificare l’atteggiamento verso l’ambiente ed intervenire finanziarimente, laddove se ne riscontri la necessità, per favorire un intervento di altri (finanziamento) od un intervento proprio ( pianificazione). Quello stanno facendo al meglio in base alle risorse finanziarie ancora disponibili dopo la crisi mondiale.

    Se la religione cattolica dovesse mai mettersi d’accordo con le altre religioni e finanziassero e/o pianificassero insieme gli interventi con un proprio intervento monetario, ben vengano. Saremmo tutti d’accordo.

    Fintanto che non sarà possibile, l’unica soluzione è affidarsi a coloro che dispongono di risorse finanziarie anche nella considerazione religiosa che non si può mettere il naso negli affari degli altri. Se la Chiesa fa un simile intervento è solo perchè ritiene che ciò che si sta facendo non vada bene. Se si vuol fare come è nel proprio intendimento, occorre mettere mano al borsellino nella considerazione che è sempre meglio fare e tacere che non fare e parlare.

  11. raffaele savigni scrive:

    Non mi piace certro la sinistra radicale, ma credo che una certa destra radicale (a partire dalla Lega e dalle sue sguaiate battute contro la Chiesa e gli immigrati) non capisca nulla di questo messaggio del papa. Avete sentito le “sparate” di Bossi? Non provate indignazione di fronte ad esse?
    Poi, cetrto, non vano ignorati i problemi reali, da quello demografico al disagio delle nostre periferie urbane, che suiscita intolleranza nei confronti degli extracomunitari. Ma perché invece di andare ad osannare ilo dittatore di Tripoli (che ha finanziato gruppi terroristici e viola ripetutamente i diritti umani) i nostri governanti non affrontano seriamente i problemi dell’Africa, ad esempio organizzando a Roma una conferenza internazionale sull’Africa? Invece di sprecare i soldi con inutili esibizioni delle frecce tricolori in Libia, perché non aiutiamo )insieme ad altri Paesi) i Paesi africani ad uscire dalla miseria e ad organizzare in forma controllata il fenomeno migratorio?

  12. mauro scrive:

    Caro Raffaele Savigni, lei spara le solite contraddizioni.

    dice :” organizzare in forma controllata il fenomeno migratorio”.

    Da una decina d’anni esiste una Legge che regola l’afflusso migratorio in Italia che determina, anno per anno, le capacità di ingresso di popolazioni provenienti da altri paesi extracomunitari.

    Se lei invece parlasse dell’immigrazione clandestina, dovrebbe interpellare la Città del Vaticano per chiedere come si comportano quando entra un immigrato clandestino nel loro territorio. Di certo non lo benediscono e gli offrono un piatto caldo di minestra.

  13. azzurra scrive:

    La salvaguardia del Creato, presuppone che:

    l’uomo in quanto creatura di Dio Creatore deve rendere conto delle proprie azioni al Creatore, cioè la superiorità sugli altri esseri viventi piante e animali, non è disponibilità assoluta che legittimi lo sfruttamento selvaggio, al contrario è una responsabilità di fronte agli altri uomini e a Dio, l’uso che deve essere in accordo con il piano di Dio.

    L’uomo è chiamato a questa collaborazione ed è quì che si gioca la sua libertà, se segue il progetto di Dio l’uomo rende la creazione più bella e più umana. Al contrario l’uomo se persegue il proprio progetto sfigura la creazione.

    E’ la storia a dare ragione a questo pensiero cristiano di salvaguardia del Creato, non c’è dubbio che ad esempio tanta della BELLEZZA d’Italia, dalle Città d’Arte alle località turistiche in montagna e al mare sia DOVUTA proprio alle MANI dell’uomo.

    Basti pensare ai lavori di bonifica avviate già dai monaci benedettini nel Medioevo per non parlare delle grandi opere di idraulica e canalizzazione VOLUTE dai PAPI, fino alla lenta ma progressiva trasformazione della montagna grazie alle popolazioni locali.

    In questo caso il termine salvaguardia ci rimanda al concetto di custodia, dove il custode E’ CHIAMATO a far crescere ed ad abbellire il terreno che il Padrone gli ha AFFIDATO, cioè usare il proprio terreno nel modo corretto e responsabile per rispondere ai concreti bisogni delle persone di oggi.
    E’ con questa logica che nell’Occidente (che alcuni prelati amano chiamare in modo sprezzante ricco e opulento), si sono sempre create maggiori e migliori risorse per le generazioni future.

    Ci sono popolazioni povere infatti, che vivono in climi temperati ma che non hanno sviluppato la cultura del lavoro, pur avendo le risorse non le sanno o non le vogliono sfruttare.

    Da quì il mio SDEGNO verso la lobby immigrazionista e terzomondista laicista e cattolica, che ha distrutto gran parte della nostra Bellezza Storica ed Artistica in virtù del fatto che l’accoglienza senza regole e ancora sbandierata, (proprio da coloro che sono vicini al Santo Padre occupando commissioni e quant’altro), presuppone tante nuove case, per la gioia di costruttori edili senza scrupoli, moschee accampamenti abusivi, discariche a cielo aperto, edifici abbandonati che sono diventati terra di nessuno, terreni demaniali in mano a disonesti ecc. ecc..

    Questa è la salvaguardia del Creato la custodia del proprio fazzoletto di terra, della propria Nazione Dono di Dio, la quale NON può essere abitata indiscriminatamente, in quanto ogni popolo ha diritto al proprio spazio vitale.

    Da quì l’urgenza prioritaria della Chiesa, di occuparsi di elaborare piani di bonifica intellettuale, verso quelle culture che IMPEDISCONO lo sviluppo dei propri cittadini e non fare, la crocerossina rossa.

    La pontificia commissione per i migranti stà assumendo una posizione da paradosso, in quanto favorendo l’immigrato e l’immigrazione favorirebbe la perenne povertà di quei paesi cosiddetti poveri, e allo stesso tempo impedirebbe la custodia della nostra terra, donata da Dio Padre Creatore.

    L’unica che ha risposto in modo chiaro e pertinente al tema guardando in faccia la realtà senza sogni di un mondo migliore malgrado tutto e tutti, è stata la signora Annarita che ringrazio e che saluto.

    N.B. caro Bo. Mario, mi dispiace molto, per quello che vai dicendo, volevo solo farti presente che non è la natalità che crea problemi al Creato anzi è questa mal distribuzione di uomini che invece di risolvere i problemi a casa loro, rimboccandosi le mani e bonificando quello che c’è da bonificare, preferiscono scappare alla ricerca di cose già pronte, senza faticare pretendendo pure di diventare padroni in casa d’altri.
    Questo è l’uomo con il peccato originale, ma che una parte consistente di clero si schieri in favore di certi peccati….davvero mi sembra troppo.

    Caro Santo Padre, mi piacerebbe che Lei avesse al suo fianco pescatori di anime, invece ha molti burocrati, che si sentono autorizzati dalla collegialità a fare come gli pare.

    Sia Lodato Gesù Cristo

  14. raffaele savigni scrive:

    Azzurra, condivido la parte iniziale del tuo discorso. Non però la seguente. In particolare trovo inqyuietante l’affermazione “ogni popolo ha diritto al proprio spazio vitale”, che mi ricorda il linguaggio di un certo Adolf Hitler. Il cristiano è chiamato a impegnarsi per un mondo migliore e ad aiutare chi “non ce la fa”: non a pensare solo al prosprio progresso dimenticando i “vinti” della storia. Che qualche volta (non sem,pre, ma qualche volta sì) sono stati “vinti” anche per le colpe del nostro Occidente che ha sfruttato in modo indebito la natura, le risorse e la forza-lavoro dei popoli del Terzo mondo.Queste osservazioni le trovi già nella “Populorum progressio”, scritta non da un comunista ma da un papa; ed anche nell’ultima enciclica di Benedetto XVI.

  15. mauro scrive:

    Dopo la dottrina sociale cattolica (DSC) viene preannunciata la dottrina ambientale cattolica (DAC) un ordinamento intrinseco a cui attenersi in quanto noi siamo amministratori della creazione divina.

    A me sembrava che il mondo fosse di tutti e tutti debbano decidere insieme quali politiche adottare per la salvaguardia dell’ambiente. La Chiesa, che non ha una capacità politica decisionale nel mondo in quanto non partecipa alle riunioni mondiali sull’ambiente o su altre problematiche mondiali, non è rappresentata da altri stati a quelle riunioni (invia unicamente dei messaggi) e neppure firma gli accordi presi come Stato della Città del Vaticano, direi che è evidente che ciò che dice la Chiesa non ha quella rilevanza che il Papa vuole attribuirle proprio per quel richiamo ai cosiddetti “segnali orientativi a cui attenersi” che evidenziano la maldisposizione della Chiesa con quanto si sta facendo.

    Ed è anche vero che, per decidere insieme alle altre nazioni, la prima cosa che deve fare lo stato della Città del Vaticano è rinunciare al ruolo di osservatore nell’ONU e aderirvi in pieno, sottostando a quanto si decide, di comune accordo con le altre nazioni.

    E non è da dimenticare che una volta membri effettivi dell’ONU, occorre anche impostare una politica omogenea mondiale, investire capitali per far si che l’ambiente sia rispettato, non dimentichiamo neppure che, considerando quanta popolazione mondiale soffra la fame e la miseria, devono essere stanziati anche capitali per farvi fronte, devolvendoli a tutti, non solo a chi è cattolico o intende abbracciare il cattolicesimo, perchè la fame non ha alcuna identità politica o religiosa.

    Oggi come ieri la Chiesa Cattolica è isolata dal mondo, una vera lobby (dal latino lobia – loggia) in cui le risorse vengono sì devolute in tutto il mondo ma solamente a chi fa parte del cattolicesimo.

  16. bo.mario scrive:

    Una ipocrisia latente è sempre presente. Quella di fare discorsi filosofici quando c’è bisogno di fare cose reali. Savigni aiutare l’Africa vuol dire farlo con chi lo vuole. Abbiamo mandato aiuti a iosa con risultati sotto gli occhi di tutti. Esiste poca Africa come stati. Etnie di vario genere si combatteranno sempre e anche la religione ci sguazza. Più una che l’altra ma il discorso cambia poco. Inchinarci alle parole del papa? Potete farlo nessuno lo vieta. Istruire le future classi dirigenti e aiutare chi se lo merita. Se non cambiano le popolazioni africane non vedo soluzioni. Li ci vuole il bastone e la carota. In questo momento più il bastone. Politiche demografiche sono intese anche come controllo delle malattie endemiche lì presenti. Se Voi pensate che la soluzione sia mandare medicinali curate gli effetti e non le cause. Savigni immagino che non accetti la real politik. Cerchiamo almeno nel bacino del Mediterraneo di far trovare una situazione stabile alle generazioni future. Frecce tricolori? un vanto della ns aeronautica e mostriamolo, come le ns opere d’arte. Si ha l’impressione che si ragioni come ai tempi andati. Nell’arca di Noè ci abbiamo messo leoni e gazzelle, pura fantasia.
    Un saluto e buona giornata.

  17. Silvano scrive:

    il calvinista dossettiano si indigna per le frecce tricolori in Libia e propone una inutile e stupida conferenza internazionale sull’Africa. Posso capire la nostalgia per lo spreco di denaro pubblico del suo governo preferito, quello dell’anticristo di Scandiano, dove tra tavoli, incontri, vertici hanno sprecato parole e soldi ma accennare alla “cultura dei vinti” E’ PROPRIO TROPPO ! da figlio spirituale dei massacratori partigiani del triangolo della morte. Si dovrebbe solo vergognare quello scaldascranno ….

  18. annarita scrive:

    Grazie Azzurra, siamo concordi in molti punti.
    Un caro saluto!

  19. JOHN COLTRANE scrive:

    Bisogna stare sempre sulle Paeole del Salvatore; ora Gesù dice che “nemmeno un passero cade a terra se il Padre vostro non lo vuole”: cioè, DIO è il governatore del mondo, e ci mancherebbe…ma se è così. è anche opera di DIO l’inquinamento ambientale…e xchè DIo “rovina” la Sua splendida Creazione? Ma x farci prendere coscienza (e non è detto che avvenga) dell’inquinamento spirituale che portiamo in noi: “tutti i mali vengono dall’interno”.
    Bisogna vivere x ciò x cui DIO ci ha creati: la Conoscenza di DIO, nell’Unità di Essere e nella Trinità delle Persone: “questa è la Vita Eterna, che conoscano TE, Unico Vero DIO, e Colui che TU hai mandato, Gesù Cristo” (GV 17,3). Grazie dell’ospitalità, amici.

  20. peccatore scrive:

    Non è così difficile da capire. Non diciamo bo(h)…

    Punto di vista 1
    “aiutare l’Africa” vuol dire:
    a) mandare “cose” (soldi, medicine, tecnologie)
    b) educare le classi dirigenti africane a ragionare come noi (economia, “salute riproduttiva”)
    c) imporre non più un umanesimo di impronta cristiana, ma laicizzato, materialista, nichilista
    d) sfruttare quelle terre e quei costi per fare “là” ciò che sappiamo “non bene” fare “qua”…
    e) “bastonarli” per fargli capire che la corruzione è “male”: da che pulpito! (chi li corrompe?)
    f) inondarli di pubblicità per riempire il Sahara di Mac Donald e distributori di Coca cola
    g) vendendo armi per “combattere i ribelli” e pagando “democrazie amiche” del business.

    Punto di vista 2
    “aiutare l’Africa” vuol dire:
    h) educare gli africani a sentirsi responsabili dell’ambiente e di se stessi
    i) educare le classi dirigenti africane a ragionare non necessariamente come noi
    j) proporre l’umanesimo di impronta cristiana che portò alla civiltà europea
    k) ridiscutere noi il nostro modello, non imponendone più le derive ed i danni
    l) smettere una buona volta l’atteggiamento di chi si riprende ben più di ciò che “investe”.
    m) cogliere noi l’occasione di sentirsi custodi e non padroni né del creato né del futuro.
    n) vergognarci un po’ del nostro mondo, come è diventato (sballato ed amorale): convertirci.

    Insomma: ciò che il Papa ha detto nel corso del viaggio in Africa, che è inquietante tanto per il manager delle multinazionali, quanto per lo sballone di periferia, che per l’intellettuale organico… Gente che non sa come si vive con 1 dollaro al giorno, senza aria condizionata, acqua potabile e un antimalarico. Gente che “emancipa” la donna con il preservativo e l’aborto, che si vanta della liberalizzazione delle droghe, che schifa la famiglia tradizionale, che predica l’eutanasia, ma toglie risorse a scuole ed ospedali nel terzo mondo imponendo dazi e interessi sul debito, finanziando le guerricciole per mantenere lo status quo, inquinando là, seminando gli OGM… Uno scandalo.

  21. ilsanta scrive:

    @Peccatore

    Vediamo cosa di concreto un “ignorante” come me riesce ad estrapolare dai punti che lei ha tanto efficacemnete quanto inutilmente evidenziato:

    1- ringraziare Dio per il creato non risolve concretamente nulla, quindi parole di circostanza ….
    2- la tutela ambientale è un’urgenza? Un benvenuto al Papa nel 21° secolo!
    3- dei disegni di Dio sul creato la Chiesa non si è interessata ne ieri ne oggi, fosse per i Papi il sole girerebbe ancora intornoi alla Terra … alla faccia della capacità di leggere i disegni divini.
    4- bella frase, se significa che senza Dio non si può salvaguardare l’ambiente è la solita propaganda.
    5- l’ambiente non ci è stato dato, ne regalato, solo prestato.
    6- Cosa fa la Chiesa in concreto per la salvaguardia dell’ambiente? Forse mi sfuggono quali sono stati gli interventi concreti … non ha nemmeno pagato di tasca sua l’impianto fotovoltaico della sala Nervi, impianto regalato e che ha permesso alla ditta Svizzera di essere il fornitore per un impianto da 100 MW finanziato dal Vaticano. Questo è business, l’interesse ambientale è altra cosa.
    In merito ai senza Dio che sarebbero la rovina del Mondo, ricordo sommessamente che Europa e Stati Uniti sono stati e sono tutt’ora fra i maggiori inquinatori a livello palnetario … ispirazione divina?

    7- In merito alla creazione dell’Universo ci sarebbero delle teorie più recenti … ma non sempre il Papa è aggiornato in merito.
    8- se non riconosciamo Dio vuol dire che siamo pronti a distruggere il creato? Ma si riesce a dire qualcosa portando almeno uno straccio di prova o si parla a caso?
    9- Belle parole … cominciamo dal Vaticano?
    10- Guarda caso le zone più sfruttate sono quelle dove è meno presente la chiesa Cattolica, presente invece in maggioranza nella popolazione dei Paesi “sfruttatori”, ma è solo un caso vero?.

    Ricordo infine che se qualcuno non ha nulla di rilevante da dire può starsene anche zitto … nessuno lo abbliga a parlare. (Vale per il Papa, non per lei)

  22. azzurra scrive:

    e quindi caro peccatore siamo tutti colpevoli? anche l’italiano che non centra nulla e che ha lavorato una vita pagando le tasse e riuscendo a risparmiare qualcosina per i figli, avendo cura della propria terra?

    NON fare discorsi generalizzati piuttosto va’ insegnare tu allora come si fa’… cosa ne dici? i tuoi discorsi non risolvono e sappi che ci vuole anche il bastone.

    E’ la Bibbia che lo dice: “chi non ama suo figlio NON usa la verga, ma chi ama suo figlio USA la verga”

    tu non hai figli? e come li educhi? a pacche sulle spalle e sorrisini?….attento possono fare la fine di quel ragazzo che è andato in galera.

    Mia nonna mi diceva che aveva sentito un Santo sacerdote di vecchio stampo che diceva riguardo ai figli:

    “bisogna EDUCARLI, GUIDARLI E PIEGARLI”

    Il Papa sicuramente pensava a questo riferendosi non solo al “ricco e opulento Occidente” ma anche a questi che NON hanno la cultura del lavoro e del risparmio, quindi del non loro progresso. E basta parlare solo di Africa perchè mica sono solo gli Africani che NON hanno la cultura del NON lavoro ma molte altre etnie che abbiamo imparato a conoscere nostro malgrado.

    Se tu pensi di essere in grado di fare meglio…..fallo e tutti ti aspetteremo con la corona di alloro.

  23. Tutti i braccianti africani, albanesi, rumeni e polacchi ecc. ecc. che si sono fatti un bel sederino a raccogliere pomodori e tutta la frutta che viene servita sulle nostre tavole,
    idem tutti i prestatori di manodopera nel campo edile ed industriale…

    SENTITAMENTE RINGRAZIANO….. per i gentili pensieri di cui sono fatti oggetto…..

  24. azzurra scrive:

    Ilsanta dice:

    Ricordo infine che se qualcuno non ha nulla di rilevante da dire può starsene anche zitto … nessuno lo abbliga a parlare. (Vale per il Papa, non per lei)

    rispondo:

    il Santo Padre ha il Diritto Dovere di parlare, mica è obbligata ad ascoltare e capire. Ci sono altri che lo fanno per lei e che apprendono la semantica del suo insegnamento, senza scandalo proprio perchè conoscono il Magistero della Chiesa e che se non fosse stato per i suoi Gloriosi 2 millenni saremmo tutti degli animali senza anima .

    Cara Ilsanta le tue parole sono papali papali quelle della lobby ambientalista dei verdi per intenderci, che per proteggere il pianeta madre ” gaia ” per capire la sua semantica, preferiscono non far nascere bimbi perchè fattore di nuovo inquinamento ambientale della dea madre gaia.

    Il Santo padre dice invece di CUSTODIRE e ABBELLIRE il Creato inteso come Patrimonio che deriva da Pater, NON di DIFENDERE dall’aggressore che sappiamo tutti essere l’uomo. Credo che abbia letto quel che ho postato ieri poco giù e credo di essere stata abbastanza chiara e sintetica….basta leggere.

    Quindi è MOLTO pericolosa una mentalità ambientalista del genere….oggi molto in voga (persino esiste un partito).

    Strano che quel partito nulla abbia fatto per la monnezza che abbiamo in Italia e nemmeno per gli accampamenti abusivi e per la sovrapopolazione dell’Italia (Patrimonio da CUSTODIRE), a causa della miriade di clandestini!

    E NO! l’ambiente la dea madre terra gaia la si difende dall’uomo quindi uccidiamo i bambini futuro veicolo di inquinamento.

    A buon intenditore…..questa mentalità la mi pare di conoscerla è abbastanza vecchia, solo che si è tinta di verdi e colorati arcobaleni di massa.

  25. azzurra scrive:

    ubi più informazione = più sapientia.

    parli dei clandestini che si sono fatti il sederino? o dei regolari? perchè se così fosse chi ha parlato dei regolari?

    e cosa pretendi che vengano quì e che non lavorino?

    più informazione corretta = più sapientia.

    ripassatina al CCC n. 2241 grazie!!!!

  26. [Poveri... immigrati... emarginati... barboni... senza tetto... ecc. ecc.
    possono dar fastidio ad alcune "coscenze"...
    potrebbero dare "coscienza" dell'opulenza e del degrado morale e di valori in cui vivono (commistione direi più che altro tra "ricchezza, opulenza e cristianesimo", difficilmente coniugabili) (altra parentesi, farsi un escursus biblico sulla ricchezza)
    (effettivamente un conticino in banca, l'auto, abbigliamento e "accessori" all'ultimo grido, vacanza, appartamento, ecc. e con 0,00000000001 del proprio reddito annuo dato in ELEMOSINA e lo 0,00000000000000000000000000001 del proprio tempo dedicato ai bisogni dell'altro, cioè il prossimo,
    danno fastidio alle "coscenze" quando si vedono gli esponenti delle suddette categorie)
    (purtroppo si, per alcuni sono "categorie" non "persone", per gente che si dichiara "cristiana")

    come diceva Luca Carboni, "la povertà è tutta coperta dalla pubblicità"
    (serve anche a quello, a non far "risvegliare" le "coscienze", far vedere che il "mondo è tutto così)
    ma dire tutto questo è inutile, oramai è tutto un discorso "tra parentesi" ] :)

    P.S. La faccina felice è per “omologarsi” al mondo della nostra società “felice”.

    http://francescoriparalamiacasa.splinder.com/post/20213460/Potenza+dell%27Elemosina+e+sua+n

  27. azzurra scrive:

    ubi = no informazione corretta, quindi….zero sapientia.

    una ripassatina al Catechismo della Chiesa Cattolica, al n. 2241 grazie!!

    ecco il razzismo anti italiano dell’ubi….e….. company basta leggere!!!!!

    Che mi dici dei rimborsi INPS? attento versali tutti i contributi mi raccomando perchè altrimenti un giorno dovrai essere tu a bussare alle porte dei nuovi padroni di casa che nel frattempo si sono arricchiti con le leggi che voi terzomondisti avete fatto per loro, creando Ingiustizie e nuove povertà tra gli aventi diritto cittadini italiani, che hanno lavorato una vita pagando sempre le tasse.

    con rinnovata “stima”………

  28. peccatore scrive:

    Cara Azzurra:

    il problema l’ha creato l’aver mescolato la questione ambientale/fame/miseria con quello immigrazione clandestina/regole.

    E’ evidente che il mondo occidentale è il maggior responsabile delle migrazioni di massa.
    E’ evidente che non tutti i clandestini scappano perché sfruttati, qualcuno lo fa per scelta.
    E’ evidente che non tutti gli immigrati siano stinchi di santo.
    E’ evidente che chi entra in un’altra nazione ne deve rispettare le regole.
    E’ evidente che attorno alle regole si può fare i furbi (non è mai “la legge” a “salvare”).
    E’ evidente che molti italiani sfruttano le regole per lucrare sui clandestini.
    E’ evidente che molti italiani pagano sulla loro pelle i guasti di questo stato di cose.
    E’ evidente che il mercato privatizza i guadagni (manodopera a basso costo del lavoro) e socializza le perdite (spese sociali per l’accoglienza).
    E’ evidente che la criminalità organizza e lucra sull’immigrazione clandestina.

    Non siamo tutti colpevoli allo stesso modo, ma siamo tutti chiamati a rimetterci in gioco.
    Non capisco una difesa a spada tratta del nostro modello, oggi così anticristiano.
    Non capisco una legittimazione dell’assenza di umanità per chi passa un brutto “quarto d’ora”.

    Purtroppo in un momento di confusione generale è impossibile pretendere il silenzio pomeridiano nel proprio cortile mentre in quello di fianco le ruspe lavorano… figurarsi se invece delle ruspe sono bombardieri e sirene varie… E, diciamocelo, è di pessimo gusto pretendere che i nuovi inquilini “facciano i bravi” mentre tra i vecchi residenti del condominio si assiste ad ogni sorta di schifezza.

    Il Papa fa presente che è così grosso lo scandalo, che nessuno può limitarsi a chiedere: basta che non disturbi me. Anche perché, nello scandalo, c’entriamo: indirettamente, forse, ma c’entriamo, comunque c’entrano altri del nostro popolo, cui non sappiamo più chiedere conto…
    Detto questo non saprei per chi votare, o meglio ho votato scegliendo il male minore, ma questo è un altro discorso ancora. Ma chi è in mare e chiede soccorso va soccorso e basta. Chi è sfruttato da un meccanismo ingiusto e peccaminoso chiede almeno che chi beneficia del sistema ingiusto si rimetta in discussione (almeno personalmente).

    Sono abbastanza rigido ed esigente con i miei, perché sanno che quel che dico in genere lo faccio. Se a volte non lo faccio, mi vergogno e non me ne vanto.
    Attenzione: mai per “etica” o per “moralismi vari”, ma sapendomi amato e perdonato e debitore più che artefice di ciò che ho!
    I sorrisini li fa chi non si accorge dello schifo del nostro modello di sviluppo. Pagato da altri popoli, da una discreta fetta del nostro popolo, e dalle generazioni future di tutti i popoli.

    E sì… Forse Dio sta cercando di educarci. Non escludo le bastonate. Ce le meritiamo.

    Il papa è molto sensato: l’ecologismo terzomondista, senza voci come la sua, sarebbe quello che ammazza più bambini che zanzare…

  29. Rispondo che:

    Il mio metro di misura NON E’ lo “sterco del diavolo”

    ma la “Parola di Dio”…

    “Ama il prossimo tuo come te stesso”

    “Fate agli altri ciò che vorreste fosse fatto a voi”

    … e tutto ciò che discende da tale Parola…

    e che la Chiesa insegna a credere (scomunica compresa)…

  30. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    Riprendo alcuni suoi passaggi per sintesi.

    “il Santo Padre ha il Diritto Dovere di parlare, mica è obbligata ad ascoltare e capire.”

    Quindi lei mi da ulteriore conferma che il Papa parla senza capire nulla dell’argomento di cui tratta?
    Io preferisco parlare quando perlomeno riesco a capire ciò che argomento. Sarà un difetto?

    “se non fosse stato per i suoi Gloriosi 2 millenni saremmo tutti degli animali senza anima .”

    Attenzione Ebrei, Musulmani, Buddisti, Induisti, Animisti e mettiamoci magari anche i Protestanti, voi che non avete seguito il magistero della Chiesa per Azzurra siete solo “animali senza anima”!

    “Cara Ilsanta le tue parole sono papali papali quelle della lobby ambientalista dei verdi per intenderci,”

    Mai votato i Verdi in Vita mia ne trovo le loro argomentazioni particolarmente valide (almeno per i Verdi italiani).

    “che per proteggere il pianeta madre ” gaia ” per capire la sua semantica, preferiscono non far nascere bimbi perchè fattore di nuovo inquinamento ambientale della dea madre gaia.”

    Attendo con ansia e, lo ammetto, con poca speranza, che lei e i suoi pari, Papa in testa, mi dicano come pensano di poter sfamare una popolazione mondiale in continua rapida crescita. Attenzione però, voglio numeri alla mano, le belle parole non sfamano gli africani!

    “Quindi è MOLTO pericolosa una mentalità ambientalista del genere….oggi molto in voga (persino esiste un partito).”

    Pensi un pò, esiste persino un partito!!! Dove arriveremo di questo passo ….

    “Strano che quel partito nulla abbia fatto per la monnezza che abbiamo in Italia e nemmeno per gli accampamenti abusivi e per la sovrapopolazione dell’Italia (Patrimonio da CUSTODIRE), a causa della miriade di clandestini!”

    Lasciamo fare al nostro Papi nazionale Catto sponsorizato e quasi “Perdonanzato”, inceneritori e via .. lui si che i problemi li risolve!!!
    In merito agli immigrati immagino le diano fastidio perchè sono per la maggior parte islamici, se fossero cattolici la musica sarebbe diversa ….

    “E NO! l’ambiente la dea madre terra gaia la si difende dall’uomo quindi uccidiamo i bambini futuro veicolo di inquinamento.”

    Capisco che alcuni cattolici siano rimasti indietro con i tempi, ma le comunico con somma gioia che non è affatto necessario uccidere i bambini, esistono dei sistemi per controllare le nascite prima del concepimento … peccato che la Chiesa non li approvi …

    “A buon intenditore…..questa mentalità la mi pare di conoscerla è abbastanza vecchia, solo che si è tinta di verdi e colorati arcobaleni di massa.”

    A proposito di mentalità vecchie quel magistero di 2000 anni fa le pare davvero un giovincello?

  31. @ Peccatore
    “Non siamo tutti colpevoli allo stesso modo, ma siamo tutti chiamati a rimetterci in gioco.”
    Bello, ed è anche il senso del messaggio del 25 di questo mese (e che tu hai postato).

    Comunque quoto, sottoscrivo e condivido quasi in toto il tuo post (io mi astengo tra due mali).
    Saluti.

  32. peccatore scrive:

    Il santa:

    esemplare la tua posizione.

    Due volte perniciosa.

    Moralisticamente terzomondista, ma senza rinunciare ai privilegi del primo mondo.

    Credi ancora che non ci sarebbe sufficiente cibo per sfamare tutti? Sei disinformato…

    Preferibile un bell’articolato composto massonico: contraccezione, aborti, confusione, disinformazione, guerra… Basta non toccare i “manovratori”, il loro filantropismo ipocrita, i circoli adoratori del vitello d’oro, i loro affari e il delirio di onnipotenza…

    E’ da duemila anni che la Chiesa di Cristo gli sta sulle scatole… quelli continuano ad inventarsi “soluzioni” e la storia le cancella, mentre la Chiesa resta.

    Chissà com’è…

  33. ilsanta scrive:

    @ Peccatore

    “Moralisticamente terzomondista, ma senza rinunciare ai privilegi del primo mondo.”

    La sua è invece una posizione presuntuosa, visto che non ha idea di cosa io, nel mio piccolo, faccia per il Mondo in cui viviamo

    “Credi ancora che non ci sarebbe sufficiente cibo per sfamare tutti? Sei disinformato… ”

    Credo che il disinformato e condizionato sia lei.
    Se lei mi dimostra che la Terra è in grado di sostentare un numero indefinito di persone allora le porgerò anche le mie scuse, ma visto che la matematica non è un’opinione è ovvio che la Terra ha una sua capacità di carico massimo oltre la quale non può andare pena l’autodistruzione.
    Mi pare inoltre evidente che già oggi, anche ipotizzando una redistribuzione alimentare e una riduzione dei consumi in occidente, non è possibile pensare di continuare a produrre e a consumare a questi livelli e parliamo di 6,7 miliardi di abitanti, nel 2042, si prevede di toccare quota 9 miliardi.

    Preferibile un bell’articolato composto massonico: contraccezione, aborti, confusione, disinformazione, guerra… Basta non toccare i “manovratori”, il loro filantropismo ipocrita, i circoli adoratori del vitello d’oro, i loro affari e il delirio di onnipotenza… ”

    Strano pulpito per sentir parlare di disinformazione e contraccezione.
    Abbiamo una Chiesa Cattolica che per non cedere su un principio religioso (contrarietà alla contraccezione) preferisce far nascere dei cattolicissimi bambini in luoghi dove è impossibile poterli sfamare cosicchè la morte per fame è spesso solo questione di tempo.
    Chi non capisce che il problema ambientale e della fame nel mondo deve essere affrontato con tutti gli strumenti, nessuno escluso, che abbiamo a disposizione, in realtà stà facendo, magari inconsapevolmente ma colposamente, il male del Mondo.

    “E’ da duemila anni che la Chiesa di Cristo gli sta sulle scatole… quelli continuano ad inventarsi “soluzioni” e la storia le cancella, mentre la Chiesa resta.”

    A parte le solite manie di persecuzione direi che se c’è qualcuno che va in cerca di convertire altri queste sono le religioni … tutte chi più, chi meno.

  34. azzurra scrive:

    per Ilsanta:

    vede il travisamento dei discorsi altrui, è una prassi ormai diventata quotidiana, si basti leggere quanto viene postato quì dai soliti noti che pretendono la sapientia, ma intorpidiscono solo le acque, con slogan alla cattosapientiahumilitas di turno, ma…nessuna traccia di ragionamento.

    Ben felice che lei si ponga delle domande ma credo che ne abbia travisato alcuni passaggi, la colpa sicuramente è mia perchè la fretta di scrivere, mi provoca una cattiva grammatica, ma il senso del discorso non manca.

    Allora le rispondo alla prima sua obiezione, quella dove dice che io le darei ragione sul fatto che il Santo Padre non capisce sui problemi dell’ambiente, ma NON è così io le ho detto semplicemente che il linguaggio del Papa, contiene la Semantica del Magistero della Chiesa che è contenuto nei Catechismi, nei Documenti, nelle Encicliche e quindi chi conosce bene questo, CAPISCE al volo cosa voglia dire il Papa.

    Lei non è una credente e quindi si può anche capire quando non capisce, ma non capisco quando invece si critica quello che non si conosce o non si voglia conoscere.

    Spero di essere chiara con uno schema:

    1) pensiero ambientalista = difesa dell’ambiente, da chi? o da che cosa?

    a) DIFESA DALL’AGGRESSIONE DELL’UOMO (e fin quì potrebbe anche essere necessario una difesa dall’uomo, ad esempio dai piromani, come le cronache di questi giorni).

    b) DALL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO, (un concentrato di tanti fattori inquinanti, certo è che più persone ammassate in un medesimo luogo, più alta è la sua concentrazione, e quì mi riallaccio alla massiccia presenza di extracomunitari e clandestini).

    Quindi per gli ambientalisti i rimedi sarebbero:

    1)MENO UOMINI SULLA TERRA, quindi CONTROLLO DELLE NASCITE, vale a dire SI ABORTO o PILLOLA ABORTIVA, per la gioia dei produttori. Domanda ma i persevativi non inquinano l’ambiente? un mio amico idraulico mi raccontò che più volte è dovuto intervenire per sboccare il WC di alcuni abituali consumatori, causa? persevativi gettati nel Water, ma sono cose che succedono….

    INVECE IL SANTO PADRE HA PARLATO DI SALVAGUARDIA DEL CREATO CHE è COSA DIVERSA e spiego il perchè, anche se devo ripetere quello che ho postato ieri, ma pazienza, faccio copia incolla, pur che lei abbia l’attenzione di leggere attentamente, perchè se capisce l’italiano è di facile comprendonio:

    “”"L’uomo è chiamato a questa collaborazione ed è quì che si gioca la sua libertà, se segue il progetto di Dio l’uomo rende la creazione più bella e più umana. Al contrario l’uomo se persegue il proprio progetto sfigura la creazione.

    E’ la storia a dare ragione a questo pensiero cristiano di salvaguardia del Creato, non c’è dubbio che ad esempio tanta della BELLEZZA d’Italia, dalle Città d’Arte alle località turistiche in montagna e al mare sia DOVUTA proprio alle MANI dell’uomo.

    Basti pensare ai lavori di bonifica avviate già dai monaci benedettini nel Medioevo per non parlare delle grandi opere di idraulica e canalizzazione VOLUTE dai PAPI, fino alla lenta ma progressiva trasformazione della montagna grazie alle popolazioni locali.

    In questo caso il termine salvaguardia ci rimanda al concetto di custodia, dove il custode E’ CHIAMATO a far crescere ed ad abbellire il terreno che il Padrone gli ha AFFIDATO, cioè usare il proprio terreno nel modo corretto e responsabile per rispondere ai concreti bisogni delle persone di oggi.”"” non è abbastanza chiaro?

    allora facciamo parlare un altro personaggio che ritengo lei lo consideri più saggio e più informato del Papa, si chiama BOB Geldof, pioniere di concerti oceanici pro Africa, in una intervista al corriere della sera del 2 febbraio 2005, ebbene disse:

    ” l’Africa mi annoia profondamente, spesso pagherei per non dover andare nel Continente “….ma perchè disse queste pesanti parole? facile la risposta anche lui è VITTIMA del CONCETTO SBAGLIATO DI AIUTI, MOLTO COMUNE in Occidente cioè per aiutare i poveri a svilupparsi, bisogna mandare soldi e macchine.

    INVECE non si è ancora capito che il vero aiuto dovrebbe ESSERE SOPRATTUTTO l’EDUCAZIONE, perchè lo SVILUPPO DEVE partire dall’interno del suo popolo. Lo sviluppo è un fatto graduale che viene soprattutto dall’educazione.

    ECCO COME SI SFAMANO I MILIONI DI PERSONE NON CON LE CHIACCHIERE O LE CRITICHE INUTILI DI TANTI FILOSOFI ALLA
    Latouche.

    Poi per rispondere al suo sarcasmo riguardo:

    “”"Attenzione Ebrei, Musulmani, Buddisti, Induisti, Animisti e mettiamoci magari anche i Protestanti, voi che non avete seguito il magistero della Chiesa per Azzurra siete solo “animali senza anima”!”"”"

    Mai detto questo, ma a parte gli Ebrei che di sviluppo se ne intendono, le altre realtà…è la storia e il loro modo di vivere che li stà giudicando mica un pinco pallino qualsiasi, solo la storia cara Ilsanta, la loro cultura, il loro modello di vita che non aiuta lo sviluppo dell’uomo e quindi di sfamare i loro affamati.

    Credo sia in grado oltre che criticare anche di leggere quindi non servono altre spiegazioni.

    CAPACITA’ CRITICA = metodo scientifico applicato alla realtà ovvero 1+1 NON può fare 3 ma sempre e solo 2.

    Gliela consiglio questa tecnica perchè funziona molto bene.

    N.B. l’inceneritore della mia città funziona a meraviglia …pensi un po’, riesce ad inquinare poco, è bello anche da vedere, brucia la monnezza e dulcis in fondo ci fà anche risparmiare sul costo del riscaldamento, questa si chiama SALVAGUARDIA DEL CREATO.

    Distinti saluti

  35. annarita scrive:

    Ilsanta, spero, almeno per coerenza, che lei non applauda alle vittorie della scienza, per guarire gravi malattie e per prolungare la vita e la giovinezza. Stando a ciò che scrive, cioè al dramma dell’aumento della popolazione (mi chiedo come mai allora arrivano voci allarmanti su un continuo e grave crollo delle nascite, con zone, come in Cina, dove milioni di futuri maschi adulti non troveranno l’anima gemella perchè non nata), direi che è chiaro che la scienza e la medicina sono le artefici di tale disastro, molto meglio quando si moriva di polmonite, di colera, di peste, di tetano etc..il problema della sovrapopolazione era risolto!
    Perchè dunque ci dovremmo preoccupare per chi muore di fame? SELEZIONE NATURALE! Che bisogno c’è da una parte voler far vivere chi muore e dall’altra voler uccidere chi viene alla vita? Mi pare che molti atei siano incoerenti, da una parte vorrebbero che la Chiesa risolvesse tutti i problemi del mondo: la fame, la guerra, la povertà, dall’altra vorrebbero che la Chiesa accettasse per il “bene dell’umanità”, l’aborto, la contracezione, l’eutanasia, perchè il mondo altrimenti scoppia di uomini.
    Dunque lasciamo stare l’aborto e roba varia e teniamoci le guerre e la fame, gli uomini si eliminano anche così, mica solo con la prevenzione delle nascite!

  36. azzurra scrive:

    Cara Annarita come sempre parole chiare e concise….proprio da persona che sà applicare l’analisi critica…grazie infinite.

    Proprio vero, questi catto-verdi-arcobaleni-protestanti, gridano lo scandalo della fame e poi permettono anzi vogliono l’uccisione dei bimbi, specie se sono dell’Occidente, perchè nei paesi musulmani dove dicono che non hanno niente da mangiare, proliferano proliferano proliferano e mica vanno a proporre l’aborto o la pillola altrimenti son dolori e quindi…. problemi? NO! di certo, se sono in tanti poi vengono ad invadere le nostre città……pazzesco!!!!. Comincino a tenersi una moglie che gli basta e avanza e sfamino i figli con dignità, senza pretendere che siano gli altri a mantenere i loro figli….altro regalo dei terzomondisti arcobalenici razzisti contro gli italiani.

    “Fassino” qualche anno fa’ disse: ” non preoccupatevi italiani se non nascono figli, tanto poi ci pensano gli extracomunitari ” …..e una vecchietta mi raccontò che un gruppetto di tunisini un giorno le dissero con tono minaccioso: ” senti vecchia sappi che quì un giorno sarà tutto nostro!!!”….la vecchietta pianse e si augurò di morire presto.
    Aggiunse, anche non perdonerà mai a quei prelati che hanno contribuito ad aggravare questa situazione!

    Tutto questo….MI INDIGNA ASSAI vedano loro se preferiscono Cristiani allontanarsi dalla Chiesa o METTERE ORDINE, prima che sia troppo tardi, e se non ne sono capaci TENGANO LA BOCCA CHIUSA e passino la giornata nel confessionale che è il loro mestiere. grazie!!!!

    Un caro saluto

  37. Marina scrive:

    Il papa ha fatto bene a richiamare l’uomo e a ricordargli che il bene che ha ricevuto da Dio lo deve consegnare intatto alle generazioni future,se non si cambia rotta non ci sarà futuro dignitoso(anzi non ci sarà proprio futuro) per nessun figlio di Dio.Però non dovrebbe essere generico,l’uomo…quale uomo ha questo dovere? L’uomo comune che nulla può contro lo strapotere delle lobby che hanno in mano industrie chimiche,nucleari,bombe ,missili vari? Non farebbe meglio a dire alle stesse di fermarsi che sarebbe ora dopo tutto il danno che hanno fatto al creato?
    L’uomo normale prima di prendere una decisione importante,come dichiarare una guerra,trasferirsi in una pianura, quando sceglie un campo da seminare si domanda:”Come inciderà sulla quinta generazione dei miei discendenti questo mio gesto?
    Una persona normale ha conoscenza che le azioni individuali comportano conseguenze che si prolungano per molto tempo,e deve sapere quale mondo stà lasciando alla sua quinta generazione.
    Un cordiale saluto

  38. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “… ho detto semplicemente che il linguaggio del Papa, contiene la Semantica del Magistero della Chiesa che è contenuto nei Catechismi, nei Documenti, nelle Encicliche e quindi chi conosce bene questo, CAPISCE al volo cosa voglia dire il Papa.”

    Se in Papa vuole usare il suo “gergo” che lo faccia pure, mi stupisco che non sia in grado (la Chiesa) di parlare al suo gregge con parole semplici e comprensibili, forse manca volontà più che la capacità di farlo.

    “Lei non è una credente e quindi si può anche capire quando non capisce, ma non capisco quando invece si critica quello che non si conosce o non si voglia conoscere.”

    Anche lei pecca di presunzione.
    Io penso che alcuni cerchino di essere fumosi e vaghi nel parlare, nel fumo si può nascondere di tutto e con un bel “ma io lo avevo detto!” si può tirar fuori dal cilindro qualsiasi cosa.

    “1) pensiero ambientalista = difesa dell’ambiente, da chi? o da che cosa?”

    Un po limitato come concetto, manca, per dirne una, la conoscenza dell’ambiente ….

    “a) DIFESA DALL’AGGRESSIONE DELL’UOMO (e fin quì potrebbe anche essere necessario una difesa dall’uomo, ad esempio dai piromani, come le cronache di questi giorni).”

    Ma anche speculazione edilizia, distruzione delle città e del tessuto urbano che le sostiene, impoverimento delle campagne …..

    “b) DALL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO, (un concentrato di tanti fattori inquinanti, certo è che più persone ammassate in un medesimo luogo, più alta è la sua concentrazione, e quì mi riallaccio alla massiccia presenza di extracomunitari e clandestini).”

    Capisco la sua fobia per gli extracomunitari, ma le garantisco che se vogliamo parlare di inquinamento atmosferico forse loro sono quelli che inquinano meno di tutti!!
    Vivono in 20 in un appartamento (non hanno nemmeno bisogno di riscaldamento), spesso hanno una o nessun mezzo di locomozione (escluse le bicilette) mentre i bravi italiani hanno una macchina ogni maggiorenne in famiglia e se non c’è la macchina c’è lo scooter …. insomma la sua è decisamente una arrampicata sugli specchi e mi creda perchè in questo settore io ci lavoro.

    “1)MENO UOMINI SULLA TERRA, quindi CONTROLLO DELLE NASCITE, vale a dire SI ABORTO o PILLOLA ABORTIVA, per la gioia dei produttori.”

    Il controllo delle nascite si ottiene in primis con la contraccezione e non con l’aborto come lei vorrebbe far credere.
    In merito alla gioia dei produttori non ci vedo niente di male, se non esistessere i contraccettivi faremmo la gioia di chi produce pannolini e casse da morto.

    “Domanda ma i persevativi non inquinano l’ambiente? un mio amico idraulico mi raccontò che più volte è dovuto intervenire per sboccare il WC di alcuni abituali consumatori, causa? persevativi gettati nel Water, ma sono cose che succedono….”

    Tutto inquina, anche noi che stiamo scrivendo al PC consumiamo corrente ed inquiniamo, anche chi va a Messa in macchina inquina. In merito al profilattico nel water dico solo che stiamo alla pari con chi ci butta gli assorbenti, con ciò vorremmo abolire pure quelli per l’inciviltà di pochi?

    ““””L’uomo è chiamato a questa collaborazione ed è quì che si gioca la sua libertà, se segue il progetto di Dio l’uomo rende la creazione più bella e più umana. Al contrario l’uomo se persegue il proprio progetto sfigura la creazione.”

    Il concetto di abbellire il creato già include in se la volontà di modificarlo perchè non bello.
    A controesempio potrei citare la statua di Padre Pio da 50 metri di altezza che alcuni vorrebbero costruire sul Gargano. Sarà bella quella ….

    “E’ la storia a dare ragione a questo pensiero cristiano di salvaguardia del Creato, non c’è dubbio che ad esempio tanta della BELLEZZA d’Italia, dalle Città d’Arte alle località turistiche in montagna e al mare sia DOVUTA proprio alle MANI dell’uomo.”

    Ma l’ambiente antropico non è sempre bello, se così fosse dovremmo restare a bocca aperta di fronte agli stupri della costa italiana fatti a suon di tonnellate di cemento, anche questa è storia italiana.

    “Basti pensare ai lavori di bonifica avviate già dai monaci benedettini nel Medioevo per non parlare delle grandi opere di idraulica e canalizzazione VOLUTE dai PAPI, fino alla lenta ma progressiva trasformazione della montagna grazie alle popolazioni locali.”

    Ora invece si punta alla salvaguardia delle aree umide che per anni hanno significato solo malaria ma che oggi sono gli ultimi rifugi per specie animali ormai ridotte al lumicino. Come vede non è detto che ciò che andava bene 1000 anni fa funzioni anche oggi.

    “….non è abbastanza chiaro?”

    In merito credo di averle risposto anche prima, dobbiamo smetterla di abbellire e cominciamo ad ammirare senza metterci il becco.

    Conosco Geldof solo di fama, mai considerato più attendibile del Papa o di me.

    “INVECE non si è ancora capito che il vero aiuto dovrebbe ESSERE SOPRATTUTTO l’EDUCAZIONE, perchè lo SVILUPPO DEVE partire dall’interno del suo popolo. Lo sviluppo è un fatto graduale che viene soprattutto dall’educazione.”

    Su questo concordo.

    “Mai detto questo, ma a parte gli Ebrei che di sviluppo se ne intendono, le altre realtà…è la storia e il loro modo di vivere che li stà giudicando mica un pinco pallino qualsiasi, solo la storia cara Ilsanta, la loro cultura, il loro modello di vita che non aiuta lo sviluppo dell’uomo e quindi di sfamare i loro affamati.”

    Lei guarda la storia con lenti umane, purtroppo diversi popoli si sono susseguiti ai vertici del potere nel mondo, credere che l’occidente sia grande solo perchè ha delle radici cristiane (visione estremamente limitata) è un errore che ci stà costando carissimo.

    “CAPACITA’ CRITICA = metodo scientifico applicato alla realtà ovvero 1+1 NON può fare 3 ma sempre e solo 2.”

    Il metodo scientifico è qualcosina di più complesso di come lo descrive riduttivamente lei.
    Metodo scientifico è anche definire le condizioni al contorno per cui 1+1 fa 2 se lei implicitamente usa il sistema decimale ma 1+1 fa 10 in un sitema binario ….

    “N.B. l’inceneritore della mia città funziona a meraviglia …pensi un po’, riesce ad inquinare poco, è bello anche da vedere, brucia la monnezza e dulcis in fondo ci fà anche risparmiare sul costo del riscaldamento, questa si chiama SALVAGUARDIA DEL CREATO.”

    Pensi che invece la raccolta differenziata dalle mie parti fa ancora di più, non inquina per niente (niente diossine ad esempio), non ha alcun impatto visivo, recupera la materia invece che bruciarla e ci fa risparmiare perchè il recupero di materia diventa una risorsa economica.
    PS: badi che io non sono contrario all’inceneritore purchè a fine filiera.

    “Distinti saluti”

    A lei …

  39. peccatore scrive:

    Ilsanta…

    mentre la sua inco”scienza” ci ammazzerà tutti prima di salvarci, il vicario di Colui che ci salva tutti dice cose molto logiche. Intanto l’aborto ammazza anche quest’anno 50 milioni di bambini, in un contesto di amplissima contraccezione… Ma se al becchino i funerali non bastano mai, lo scienziato non è un becchino: lui “salva” e basta; e quelli morti? Per lui non sono nemmeno funerali…

    Le piacciono i numeri: faccia due conti sul nostro modo di progredito e civile di concepire la bistecca, inorridendo al pensiero che un povero bambino possa non mangiarne, al punto da eliminarlo prima che pianga…

    La carne mangiata in occidente e proveniente da bovini allevati in un altro emisfero costa problemi ai territori interessati all’allevamento (coltivazioni dedicate, sottratte all’agricoltura di sussistenza, fertilizzanti inquinanti, alta densità animale, cicli biologici dei bovini forzati a forza di ormoni per ottimizzare il profitto, animali inquinati ed inquinamento che poi ci mangiamo), cui si assommano costi di congelamento, conservazione e trasporto, più l’imballaggio. I “capricci” di chi vuole ogni giorno la “bistecchina” e sceglie un’alimentazione iperproteica, sono fatti pagare a tutto l’ambiente.
    Mettersi in discussione? Ma no: pensiamo ad essere in 10 miliardi tutti così e siccome ci spaventa, eliminiamoli prima… mica vorrai vivere senza una costata con l’osso… Che vita è?
    Senza contare che l’eccesso di carne genera poi costi sanitari indotti e tutto il business salutista “a correggere”. E poi la “comodità”: frigo strapieni e congelatori (tutta corrente) nelle prime e seconde case, in balia dei black out… Oppure tutto il circuito della carne in scatola… E senza trascurare che lo spreco di ciò che si butta senza cucinarlo o dopo averlo cucinato rasenta il 40%. Peggio dei buchi nella rete dell’acqua potabile. Certo che le lobbies della proteina ci marciano e ci fanno mangiare il prodotto delle loro pianificazioni. E’ solo un esempio… Potremmo farne altri. Dichiaro guerra a chi? All’Argentina? Forse è meglio mangiare meno carne, oppure solo carne a chilometri zero… O un digiuno… Il risparmio genera qualche euro da canalizzare in un microprogetto dei missionari presenti in qualche landa desolata, che può finalmente avere quattro o cinque bestie per autosussistenza: finalmente anche lì, senza frigoriferi “all’americana”, si mangeranno, una volta al mese, un po’ di carne. Proprio come mio nonno, nell’Italia di soli 60 anni fa… Erano dei poveracci? Il nonno ha dato a mio padre un mondo migliore. Anche papà lo ha fatto. Di me temo seriamente…

  40. Gianpaolo1951 scrive:

    Cara Azzurra, leggo da Repubblica:

    [… Alfano fornisce dati e ricette per risolvere l' emergenza carceraria. Puntando soprattutto su un numero: ventimila. Tanti sono i detenuti stranieri nelle carceri italiane a fronte di un numero complessivo di 63.571. Capienza regolamentare, fissata dal ministero a 43.327, superata ormai di gran lunga. Senza quel 30%, per Alfano, si risolverebbe la grave situazione di sovraffollamento. La linea è chiara: galere italiane per carcerati italiani. Il guardasigilli la spiega così: «Il nostro sistema detentivo è capace di accogliere i detenuti italiani ma se a questi si sommano gli stranieri il problema si ingigantisce». Per questo Alfano chiama in causa l' Europa: «La Ue non può da un lato condannare l' Italia perché in cella si sta stretti e poi chiudere gli occhi di fronte a un fenomeno che è soprattutto italiano e cioè che tra il 30 e il 40% dei detenuti è straniero»…]

    Bene, ora facciamo i conti della serva:

    Se su una popolazione di 60.000.000 di italiani abbiamo circa 43.000 detenuti nazionali e 20.000 stranieri su una popolazione stimata di 4.000.000 di immigrati (fonte Patronato INCA CGIL del 19.01.2009), vuol dire che lo 0,5% di detti immigrati delinque, contro lo 0,07% (zero virgola zero sette %) di italiani!!!
    E se il 40% dei detenuti è imputato per reati di droga, vuol dire che l’attività principale di questi immigrati è collegata allo spaccio e non al “sano lavoro” che costa sudore e fatica!!!
    Vogliamo ancora far finta di “non vedere” la realtà delle cose e continuare a pensare che tutti i migranti siano unicamente dei poveretti spinti dal solo bisogno di libertà?!?
    Capisco la “carità cristiana” che siamo tutti tenuti ad avere…, ma di fronte a chi delinque, c’è solo un rimedio:
    RESPINGIMENTO PREVENTIVO O CONSEGUENTE GALERA!!!

  41. annarita scrive:

    Io penso infine questo, che se l’uomo si sente un po’ come la fecia della terra, perchè inquina solo con il fatto di esistere, piano piano, da fecia si comporta e lo notiamo. Ma cosa gliene frega a uno che continua a sentirsi dire che è un animale come il suo gatto, che è un virus, o un cancro, perchè assorbe con l’esistere tutte le risorse della terra, di inquinare?! cosa gliene importa a un animale-virus del creato?
    Allora cresciamo uomini come Dio comanda, sia con l’educazione, che con l’esempio, e con il ridargli una dignità consona a chi è immagine e somiglianza di Dio, poi parliamo della salvaguardia del creato, cosa che può fare solo un uomo-uomo e non un uomo-animale-virus-cancro.

  42. ilsanta scrive:

    @Annarita

    “Ilsanta, spero, almeno per coerenza, che lei non applauda alle vittorie della scienza, per guarire gravi malattie e per prolungare la vita e la giovinezza.”

    Non è necessario uccidere nessuno e anche i cattolici lo sanno. Questo atteggiamento con il ditino puntato e piuttosto ridicolo. E’ la Chiesa cattolica che non vuole che si utilizzino i sistemi anticoncezionali (vada a vedersi un dizionario se non sa cosa sono) per il controllo delle nascite, pertanto io non devo ammazzare nessuno ne devo sentirmi in colpa per la propaganda del “crescete e moltiplicatevi … tanto al mangiare ci penseremo poi ….”

    “Stando a ciò che scrive, cioè al dramma dell’aumento della popolazione (mi chiedo come mai allora arrivano voci allarmanti su un continuo e grave crollo delle nascite,”

    Il crollo delle nascite è un fenomeno locale, a livello mondiale non c’è alcun crollo, si informi.

    “molto meglio quando si moriva di polmonite, di colera, di peste, di tetano etc..il problema della sovrapopolazione era risolto!”

    Non sente uno stridente contrasto in ciò che scrive?
    Prima accusa la scienza e la medicina di tutti i mali del mondo, ora sembra contenta perchè la scienza e la medicina salvano dalle malattie. E’ tanto chiedere un pò di coerenza?
    In merito alla sua evidente incapacità di trovare una mediazione fra controllo delle nascite e aumento della vita media, vorrei farle notare che se applicassimo il suo metro di misura ad esempio alla nutrizione dovremmo o essere tutti alla fame o tutti grassi come porci. Oggi invece sappiamo che si può essere ben nutriti senza ingrassare, faccia lei le dovute analogie ….

    “Mi pare che molti atei siano incoerenti, da una parte vorrebbero che …”

    Guardi che da quanto ne so io gli atei dalla chiesa, qualsiasi chiesa, non vogliono proprio un bel niente, fatevene una ragione (per correttezza le dico che non sono ateo). Gli atei vogliono solo che le leggi non abbiano in testa il cappello del Vaticano, insomma niente di più di quello che direbbe anche la Costituzione.

    “Dunque lasciamo stare l’aborto e roba varia e teniamoci le guerre e la fame, gli uomini si eliminano anche così, mica solo con la prevenzione delle nascite!”

    Insomma torniamo alle antiche tradizioni millenarie della Chiesa …..

  43. JOHN COLTRANE scrive:

    Scusate amici credenti, ma possibile che nessuno prenda in considerazione che l’inquinamento è OPERA DI DIO? Chi non crede non crede, non è che non voglia parlare con un non credente, ma quasi sempre risulta un dialogo tra due che parlano lingue diverse; ma, ripeto, per chi crede….”beato chi non si scandalizza di ME”, dice il Salvatore. E’ DIO il padrone del mondo, o no?! Certo che quando Padre Livio ha detto che il terremoto d’Abruzzo era opera divina è successo un putiferio: tra i credenti.
    Ma allora non crediamo alle Parole del CRISTO? Allora succede l’inquinamento ambientale, Chernobyl, lo tsunami 2004, e DIO dice: “toh, guarda cosa succede?”. Mica potete pensare che DIO sia “sorpreso” da ciò che succede nel mondo, no? PACE E BENE

  44. mauro scrive:

    Cara Annarita, lei ha voluto scrivere un paradosso quando ha affermato “molto meglio quando si moriva di polmonite, di colera, di peste, di tetano etc..il problema della sovrapopolazione era risolto!” a proposito della scienza e della medicina che sarebbero artefici del disastroso aumento della popolazione.

    Se da una parte lo si può accettare unicamente come “prolungamento della vita” intesa come piu’ lunga presenza, è indubbio che la scienza e la medicina hanno prodotto una serie di ritrovati medici che consentono di non aumentare la popolazione (controllo delle nascite) e che prontamente la Chiesa ha vietato (Esempio sal semplice condom alla pillola del giorno dopo). Direi che a non voler risolvere il problema del sovrappopolamento sia la Chiesa Cattolica.

    Suggerirei che, per affrontare seriamente e moralmente il problema del sovrappopolamento mondiale davvero preoccupante, la Chiesa dia il buon esempio ed a fronte del mancato utilizzo dei ritrovati della scienza e della medicina da parte dei cattolici (scoperte che moralmente osteggia), inviti gli stessi alla virtu’ della castità all’interno del matrimonio.

    Se pensa che abbia detto una scemenza, il Papa ha detto la stessa cosa agli africani pochi mesi fa pur che non usassero il condom. Provi ad immaginare se invitasse alla castità dentro il matrimonio anche il resto dei cattolici nel mondo per risolvere il problema del sovrappopolamento.
    Se pensa che non lo direbbe mai quale sarebbe il criterio unico morale per cui l’ha detto invece agli africani?

    Veramente cara Annarita, non si desidera affatto che la Chiesa risolva i problemi materiali del mondo che riguardano tutti indistintamente, a qualsiasi religione o schieramento politico o associazione appartengano. Sarebbe sufficiente che la Chiesa parlasse spiritualmente di Dio.

  45. azzurra scrive:

    per Ilsanta:

    vedo che continua a non capire la semantica del mio semplice linguaggio e poi suvvia, pretendere di insegnare che la contraccezione è L’UNICO metodo di controllo nascite….mi fa’ sorridere e anche molto, se poi più sotto dice che è d’accordo con me sull’educazione di un popolo di cosa vogliamo discutere ancora?
    La CONTRACCEZIONE vera è spiegare come nascono i bambini, e che la donna NON è una macchina da figli per conquistare il mondo, che educare i figli è cosa fondamentale per futuri cittadini consapevoli del loro futuro, che la FAMIGLIA SANA e GIUSTA per un OTTIMO EQUILIBRIO PSICO PEDAGOGICO è MONOGAMICA, fatta da un PAPA’ e da UNA MAMMA, non alla harem cara signora Ilsanta.

    Vedo che la sua capacità di analisi critica è pari a 3 e non a 2 inteso come 1+1= 2.

    Mi fà piacere che lei ci lavori con gli immigrati infatti dai suoi discorsi….solo chi ha interessi personali (e non subiti come i miei e quelli di tanti inermi cittadini), può applicare la visione beota del tutto va’ bene, della bellezza della società multiculturale e multirazziale, (già fallita in altri Stati)e solo queste persone, come lei adottano la linea difensiva pro immigrazione che lei stà adottando senza merito nè causa.

    A proposito del: siamo noi italiani che inquiniamo più degli extracomunitari ( una delle tante frasi usate dai terzomondisti, razzisti contro gli italiani), volevo chiederle questi 20 che vivono in una stanza dove buttano la cacca? dove buttano le cartacce? non si lavano? non lavano i piatti? non fumano? e ne è proprio sicura che non usano l’automobilina? quì da me, invece hanno tutti l’automobilina e anche più bella della mia, pensi un po’…..

    Altra cosa visto che lei si ritiene esperta di immigrati come mai quando io e i miei amici una volta l’anno ci mettiamo a fare la raccolta cibo nei supermercati, a parte qualche qualche rarissssssssima eccezione, solo dicevo gli italiani sono generosi, e tra questi anche le vecchiette con una pensione da miseria? e mentre questi suoi amici ingrati, ti guardano anche male?….ma come, ti dicono, come ti permetti a chiedere a me che sono povero? sapesse che umiliazioni subiamo da questi cafoni ingrati.. eppure sono tutti vestiti bene e li vedi al bar e nelle discoteche e in più si sono acquistati con mutui agevolati (altro regalo dei catto terzomondisti all’arcobaleno), anche delle belle casette, e poi usano la loro al loro paese come casa di vacanze….poverini…

    poi prosegue dicendo a me:

    Capisco la sua fobia per gli extracomunitari, ma le garantisco che se vogliamo parlare di inquinamento atmosferico forse loro sono quelli che inquinano meno di tutti!!
    Vivono in 20 in un appartamento (non hanno nemmeno bisogno di riscaldamento), spesso hanno una o nessun mezzo di locomozione (escluse le bicilette) mentre i bravi italiani hanno una macchina ogni maggiorenne in famiglia e se non c’è la macchina c’è lo scooter …. insomma la sua è decisamente una arrampicata sugli specchi e mi creda perchè in questo settore io ci lavoro.

    Ecco come vede lei in questo settore ci lavora e basta, io invece ci vivo e assimilo controllo indago e scopro, quello che invece dovrebbero fare quelli come lei e i prelati terzomondisti.
    Inutile ripetere che provo sdegno per il loro pessimo operato, già ma lei, a questi pseudo don alla Vitaliano o quelli della commissione pontificia per i migranti porta un sacco di rispetto, contrariamente al rispetto che porta per il Santo Padre, tanto che ha detto che farebbe meglio a starsene zitto….la prego lo faccia lei per prima così darà il buon esempio!!!!

    Poi vede ad essere pignoli è lei che si arrampica sugli specchi mi dispiace, se contesta il passaggio molto chiaro che le ho esposto:

    “”PENSIERO AMBIENTALISTA = DIFESA DELL’ AMBIENTE, da chi? o da che cosa?”"

    “”SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE = CUSTODIA e CURA, con opere ed abbellimenti”"….ma cosa vuole,…. che gliela traduca in arabo? o in albanese? o in cingalese? o in rumeno? forse che si arrivi ad una svolta?…come sempre preferisco la mia amata lingua, grazie!!!!

  46. annarita scrive:

    Certo cara Ilsanta che sono coerente, perchè io posso applaudire al bene che la scienza o la medicina ha fatto, per lo stesso motivo per il quale sono contenta che un bambino nasca.
    E se non se ne accorta l’elogio alla guerra e alla fame era solo ironica.
    L’ultima sua battuta mi ha fatto sorridere, perchè io pensavo la stessa cosa sulle tradizioni, magari non milenarie, degli atei, che in pochi secoli, hanno fatto vere stragi in nome della libertà odel bene dell’umanità: senza contare i milioni di bambini uccisi in grembo, che dire delle belle stragi fatte durante la rivoluzione francese, o magari quella comunista? Anche i nazisti sono nelle vostre gloriose fila, mica erano cattolici, ma pagani. Infatti spesso si dice che durante il Duce erano tutti neri, appena il Duce è decaduto tutti rossi!
    Vabbè non è semplice capirsi, perchè l’ottica di chi crede e quella di chi non crede è molto diversa, per chi crede che la vita sia tutta qui, capisco sia indispensabile sperare di poterla vivere bene, pertanto meno uomini con cui dividere le risorse, più risorse per me! mentre chi crede, sa che non porterà nulla nella tomba e sa che non ha come fine, il salvaguardare il creato (anche se è cosa buona), non è qui per vivere a lungo, divertirsi, preoccuparsi per un presunto aumento della desertificazione o dell’aumento demografico…è qui esclusivamente per conoscere, amare e servire Dio, per poi goderlo nell’eternità. Siamo creature, belle creature, ma sempre creature, ma ormai lo abbiamo dimenticato e crediamo di poter fare ciò che pensiamo, pensiamo di poter salvare il mondo, quando nemmeno siamo in grado di assicurarci la salute o la vita per il giorno che segue.
    Pertanto visto che per me il mio fine è chiaro e sono consapevole, che dipendo da un Essere a me superiore, che mi ha creato per un fine specifico, ha dato delle leggi ben chiare per aiutarci a raggiungere il fine, è morto per me per dimostrarmi il Suo amore, che Lui stesso provvede ad ogni cosa come è bene che sia, non posso certo dire che la contracezione sia cosa buona o meno cattiva dell’aborto, perchè quando si impediscono a delle anime di nascere è usurpare Dio di ciò che è suo.
    Comunque non bisogna disperare anch’io ero atea e la pensavo come lei e pensavo di dire cose giuste e sane per il bene dell’uomo, ma era il frutto del martellamento quotidiano dei media e della scuola, grazie al cielo ho avuto amici che hanno pregato per me.

  47. JOHN COLTRANE scrive:

    @peccatore-Perdonami ma non riesco a comprendere il tuo discorso. Siamo qui x la Vita Eterna, qui siamo solo di passaggio, e va bene.Ma io cito solo le Parole del Salvatore: “nemmeno un passero cade aterra se il Padre vostro non lo vuole”: non dirmi che “non bisogna prenderla alla lettera”, se no cade ogni possibilità di dialogo. Ma se DIO non è sorpreso, come giustamente dici, allora come la mettiamo? Scusa, lo tsunami del 2003, se DIO, ovviamente, non ne è sorpreso, allora perchè non lo ha fermato? E poi, rimanendo sulle Parole di GESU’, poteva forse muoversi uno tsunami del genere, senza che DIO LO VOLESSE? “accade forse una disgrazia nella città che non sia voluta da DIO” (Profeta Osea). DIO ti benedica.

  48. @ Gianpaolo1951
    Per far bene i conti della serva, i conti lei dovrebbe farli esaminando quanti reati vengono commessi e confrontarli con quanti ne vengono puniti (nel senso che se ne individua il colpevole).
    Il computo andrebbe fatto sul numero di processi conclusi e si accorgerà che una marea vengono chiusi “contro ignoti” (e sono ben più di quelli conclusi con la condanna di un reo individuato), oppure con la prescrizione del reato, oppure con condanne che danno diritto alle misure alternative alla detenzione(e a cui gli stranieri presenti sul territorio difficilmente accedono).
    Questo giusto per fornirle un metodo di calcolo, che da risultati ben diversi.

  49. peccatore scrive:

    John,
    il tuo ragionamento non fila e non mettere in bocca i tuoi equivoci ad altri…

    Il peccato umano genera il male (ogni tipo di male), mentre Dio non genera il male (che deriva dal non aver dato ascolto a Lui).

    Dio certamente non si sorprende (soffre con noi, “terremotato” pure lui, crocifisso proprio per mostrarci quanto condivide la pena), ma soffrendo insieme a noi, vuole salvarci, e non standosene in poltrona, ma affiancandoci nella prova, solamente attendendo da noi (liberi di farlo o no) un po’ di fiducia in Lui e meno in noi stessi, tanto che tendiamo a farne a meno.

    Chi non capisce la croce su questo passaggio è nudo… La croce è la vera sapienza!
    La nostra inco”scienza” è attesa dalla Sua misericordia.

    Poi il Padre buono non perde occasione di educare…
    Le bastonate non le tira il Padre, ma la vita: il Padre ti educa a capire anche le bastonate della vita.
    A volte Dio manda inusitati e provvidenziali segni di speranza (i miracoli): misteriosi, mai banali, né dovuti, inspiegabili dalla scienza…

    La vita che conta, a cui anelare, è quella eterna: chi fa i conti solo su questa è già senza speranza e si vede… .

  50. azzurra scrive:

    Grazie Carissimo Giampaolo1951…grazie di esistere!!!!!

    sinceramente cominciavo a pensare che certe realtà, le dovessero vederle e subirle solo quelli che secondo i terzomondisti, sono ammalati da sindrome da immigrato… …ma per favore siamo seri!!!!!

    Grazie infinite anche ad Annarita che ha capito benissimo cosa io intendessi dire.

  51. JOHN COLTRANE scrive:

    @Peccatore. Giusto la croce è il centro di tutto Ma la Croce è voluta dal PADRE o no? Pace e bene

  52. Cherubino scrive:

    “esiste un ma e cioè il vero Spirito Santo quando soffia e si posa, fà IMMEDIATAMENTE RICONOSCERE GESU’ CRISTO DIO e SIGNORE, senza se e senza ma, quindi altro che ricerca altro che attesa alla jannacci e fac simili.”

    azzurra forse dovrebbe leggere le Confessioni di S. Agostino…

  53. peccatore scrive:

    Abramo voleva sacrificare Isacco? Che raza di papà era?
    Eppure si fidò del Dio che gliel’aveva dato quando lui e Sara erano vecchi,promettendogli la discendenza. Dio aveva donato un figlio “impossibile” e Abramo si fida della promessa di Dio, quando Dio pare togliere tutto! Solo chi perde la vita la salva: è la logica della croce. E Dio risparmiò Isacco.

    Gesù è Dio, ricordatelo. In croce, con il Figlio, ci va anche il Padre. E’ Dio che è crocifisso, sia chiaro.
    E soffre pure Maria, la madre, come solo una madre può soffrire vedendo un figlio morire così. Ma non c’è cattiveria, bensì fiducia totale, la stessa del “sì”.
    A tanto arriva l’amore di Dio per noi, responsabili del peccato che ancora continua ad inquinare la creazione.
    Il Padre ha voluto così: era l’unica soluzione per mostrarci l’amore e sconfiggere il peccato e la morte.
    Sia fatta la Tua volontà, che è amore.

    Croce compresa, perchè la morte non ha l’ultima parola: è il peccato (e il suo regno)a morire. Ci fidiamo? O no ?

    Perchè Dio è Dio: offre la vita ed ha il potere di riprendersela.
    Noi siamo solo creature. Eterne, fidandoci di Lui.
    Oppure eternamente infelici, fidandosi del principe di questo mondo, che hà già perso, ma sta ancora
    giocando le ultime carte, bluffando, trovando purtroppo allocchi che puntano su di lui tutto quanto resta…

    Aborti, tecnocrazie, “illuminismi” vari…

  54. Cherubino scrive:

    Coltarne, a parte il simpatico nick il resto vola piuttosto basso…
    1) Dio vuole la Croce come rimedio inevitabile al male, come necessario per salvare l’uomo. Prova a pensare almeno al fatto che Di onon aveva nessun bisogno di salvare l’uomo. Può in qualsiasi momento fare a meno di tutto il creato. La sua felicità è perfetta. Tutto ciò che fa al di fuori di sè è per pura gratuità e senza alcuna necessità.
    2) lo tsunami ecc. ecc. dimentichi che Dio agisce come causa prima e solo ececzionalmente come causa diretta, ossia egli crea le forze della natura e governa il creato mediante la bontà di cu ilo ha dotato. Se vi è un distorsione di questa bontà non è volontà di Dio, ma di volontà che decidono di agire contro. Dio potrebbe annullare tali volontà (i demoni, l’uomo peccatore) ma decide di rispettare la libertà di cui ha dotato tali creature, quindi adotta una strategia diversa: lascia l’uomo e i demoni liberi, ma è in grado di ricavare del bene da atti che restano cattivi in sè. Se noi non lo capiamo è perchè il nostro metro di giudizio è la paura della morte. Egli invece non considera la morte come l’ultima parola sulla vita, sa di essere il Signore che può generare vita dalla morte, può aprire il Mar Rosso e far diventare il mare (=la morte) la via della salvezza.
    Però l’unico modo per sapere se ciò è vero è sfidare al paura della morte sulla Sua Parola, iniziare a camminare nel mare, gettare le reti sulla sua Parola e non sulla base della nostra “sapienza” intrisa di ricchezza, potere e orgoglio.

  55. Concordo ancora peccatore.
    Permettimi però di aggiungere che il principe di questo mondo, è “padre della menzognae calunniatore-accusatore” e che indusse i nostri progenitori a ribellarsi a Dio con un atto di “disobbedienza”.
    Cosa che fa tuttora.
    Mi permetterei quindi di correggere cosi la parte finale del tuo post:
    “principe di questo mondo, che hà già perso, ma sta ancora
    giocando le ultime carte, bluffando, trovando purtroppo allocchi che puntano su di lui tutto quanto resta…

    Aborti, tecnocrazie, “illuminismi” vari…, menzogne, calunnie, accuse infondate, disobbedienza ai dettami e ai pronunciamenti di Dio e della Sua Chiesa…

  56. azzurra scrive:

    cherubino….ne posti per favore qualche piccolo passaggino? grazie……!!!!così tanto per capire meglio?

    visto che i Tradizionalisti sono solo di nome e non di fatto?

    per i carismatici effusione e battesimo nello spirito è la stessa cosa….non confondiamo le idee e poi è vero o non è vero che il carismatismo e questo battesimo effusione sono nati in seno al protestantesimo?

    …fu’ nel 1900 circa, e fu’ una sacerdotessa che battezzò il primo prete cattolico…. e poi questo a macchia d’olio profuse…… i suoi cosiddetti doni,….. a ben vedere……..di Cattolico Apostolico Romano…..una sacerdotessa che nobilita un Alter Christus
    impressionante, io NON lo accetto,……. proprio da tradizionalista quale sono diventata, GRAZIE a DIO,conosco benissimo il ruolo e il valore del Sacerdozio
    quindi lo trovo INCOMPATIBILE.

    Riconosciuti dal Vaticano?….si’ dopo il CVII prima manco a parlarne, non so’ se mi spiego!!!!

    sei stato tu che hai definito soffio dello Spirito Santo le insignificanti parole del Jannacci, attento perchè oggi fa trend dire soffio….io però aspetto e controllo frutti e fiori, sai per non confondere il soffio da un semplice starnuto.

    cordialità…..

  57. annarita scrive:

    John Coltrane, infatti non cade foglia che Dio non voglia, è certo poi che la mente umana non potendo contenere interamente Dio, non può nemmeno conoscere i misteri della volontà di Dio, o i mezzi da Lui utilizzati per il bene delle anime, ci basterà sapere che per Dio è male solo il peccato e non la malattia, la disgrazia, lo tsunami, la morte. Ci intima infatti a temere coloro che uccidono l’anima, più che coloro che uccidono il corpo.
    Poi Dio essendo Dio fa quello che vuole, mica è tenuto a chiedere a noi come gestire il suo creato e le sue creature. Stiamo comunque in pace, meditando su un Dio che ha voluto prendere le nostre miserie su Se ed è morto d’amore per noi, lasciandoci sua Madre come nostra Madre e facendosi piccolo come un Ostia per rimanere sempre con noi e spesso bramando una nostra visita, dentro al tabernacolo.
    “Uomini di poca fede, non vedete come nutro i passeri e vesto l’erba dei campi? Non mi preocuperò forse ancora più di voi?”
    Ciò ci basti!

  58. Cara Annarita
    è un male però il “dio denaro” e gli affanni per la ricchezza, sia per chi vuole accumularla, sia per chi vuole mantenerla:

    “24Nessuno può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro, o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro: non potete servire a Dio e a mammona.
    25Perciò vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito? 26Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre.”

    Quell’espunto evangelico che lei ha proposto, fa parte di una ammonizione di Gesù contro “mammona” e le preoccupazioni che induce.
    E termina alla fine con questo insegnamento:
    “33Cercate prima il regno di Dio e la sua
    giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta.”

  59. Cherubino scrive:

    azzurar dici un sacco di bugie. Effusione dello Spirito Santo e battesimo sono cose diverse. Neanche in ambito protestante fanno coincidere i due eventi, anche se lì c’è qualche ambiguità. In ogni caso in ambito cattolico la distinzione è chiara, netta e affermata già da S. Tommaso. Se non conosci la dottrina cattolica non posso farci niente. Il battesimo è uno ed è un sacramento, trasmetet la grazia del sacramento. L’effusione dello Spirito Santo è un evento non sacramentale in cui lo Spirito Santo concede in modo differenziato e libero doni spirituali, esperienze sensibili e carismi. Tali doni talvolta compaiono durante l’evento, altre volte compaiono dopo del tempo. Nella dottrina cattolica l’effusione dello Spirito Santo è stata vista come “risveglio” di doni che il fedele aveva ricevuto nel batteismo, ma che erano rimasti inattivi, come “sepolti”; da altri teologi (tra cui S. Tommaso) è stata vista come una nuova elargizione di doni da parte di Dio, spesso in vista di una chiamata nella Chiesa o nel mondo, o in vista di una conversione più forte…

    non è vero poi che sia nata in “casa” protestante. Questa voce non corrisponde a verità. A parte il fatto che l’effusione dello Spirito non è un fenomeno nuovo ma perfettamente tradizionale, la novità di questi ultimi decenni è che si è scoperto che il Signore spesso esaudisce la preghiera di una nuova effusione nella vita di qualcuno. Per questo nei gruppi carismatici si prega per questo. Ed è una semplice preghiera di intercessione, non certo un sacramento e neanche un sacramentale (assurra ovviamente conosce la differenza…). Proprio durante un ritiro presso l’università cattolica di Pittsburgh avvenne il primo evento di effusione dello Spirito in un gruppo di giovani riuniti in preghiera, e da questo evento nasce la corrente carismatica cattolica. E’ possibile che in ambito protestante vi siano altri episodi, ma non sono all’origine dell’esperienza e del movimento cattolico.
    http://www.rns-italia.it/news/40anni/40anni.htm
    http://www.iccrs.org/italiano.html

  60. annarita scrive:

    Beh! Ubi cosa pensa che le dica, se non che ha ragione? Infatti deizare il denaro è peccato, pertanto è un male. Seguire mammona è male, perchè mammona è l’essenza del peccato.
    Concordo in tutto ciò che ha detto, perchè lo ha detto Nostro Signore, ma non capisco cosa volesse contestarmi con quelle frasi del Vangelo. Forse non voleva contestare nulla, ma aggiungere e la ringrazio.

  61. JOHN COLTRANE scrive:

    Beh, fratelli in CRISTO, non riesco a capire se siete d’accordo o no che DIO PRENDE SU DI SE’ il vero/unico peccato del mondo: il non collegare a LUI tutto quanto; insomma, quello che dice Gesù è vero o no? Ma poi mi sembra, perdonate se vi sembro superbo, che manchi completamente il tener conto del xchè DIO ci ha creati: non è vero che “LUI può fare quello che vuole e noi zitti”: questa è da musulmani, sottomessi e filare. DIO ci ha rivelato cosa vuole da noi, chiarissimamente: VUOLE ESSERE CONOSCIUTO, conosciuto per ciò che EGLI è in SE’, “prima che il mondo fosse”: Unico Essere in Tre Persone.
    Tra l’altro, è proprio non parlando di CONOSCENZA che tanti giovani finiscono in stte più o meno demenziali. La religione, il Cristianesimo, non è una “morale”: è una via per la conoscenza di DIO.
    Peace and love.

  62. Gabriella scrive:

    Alla figlia di Billy Graham, che è stata intervistata in un programma mattutino della televisione, Jane Clayson ha chiesto (a proposito della tragedia delle Twin Towers): “Come Dio potrebbe permettere che avvenisse una sciagura del genere?”. Anne Graham ha dato una risposta estremamente profonda e perspicace.

    Lei ha detto: Io credo che Dio sia profondamente rattristato da questa tragedia, proprio come lo siamo noi, ma, per anni, noi, Gli abbiamo detto di andarsene dalle nostre vite. Ed essendo LUI, quel gentiluomo che è, io credo che Egli con calma si è fatto da parte. Come possiamo aspettarci che Dio ci dia la Sua benedizione e la Sua protezione se Gli chiediamo: lasciaci soli?

    Quando qualcuno ha protestato di non volere alcuna preghiera nelle nostre scuole, gli abbiamo detto OK.

    Poi, qualcuno ha detto è meglio non leggere la Bibbia nelle scuole … la Bibbia che dice: non uccidere, non rubare, e ama il tuo prossimo come te stesso, e gli abbiamo detto OK.

    Poi abbiamo tolto i crocefissi.

    Non andiamo mai a trovarlo in chiesa durante il giorno e le domeniche preferiamo lo sport.

    Cosa pretendiamo da Dio se l’abbiamo spinto nell’angolo più remoto?

  63. Si Annarita.
    Per aggiungere , come riporta il post nella parte finale le parole del Papa:
    “è indispensabile convertire l’attuale modello di sviluppo globale verso una più grande e condivisa assunzione di responsabilità nei confronti del creato: lo richiedono non solo le emergenze ambientali, ma anche lo scandalo della fame e della miseria”.

    Dovrebbe significare più sobrietà nei consumi e nell’accaparramento delle risorse naturali da parte della piccola parte della popolazione mondiale che ne fa incetta (cioè la società industrializzata “occidentale”), che conseguentemente significa cambiamento e superamento del modello di sviluppo basato sul consumo sfrenato, e sulla divinizzazione del capitale.

    E per terminare uso le parole di Gabriella nel primo post del thread:

    “Si, lo scandalo della fame e della miseria. Il grande scandalo del secolo è che più dei due terzi dell’umanità si trovano in condizioni subumane, privi di cibo, di vestiti, senza casa, senza salute, senza lavoro, senza avvenire, senza speranze.
    Il grande scandalo del secolo è, da parte degli Stati ricchi lo sforzo di distogliere l’attenzione dalle strutture di ingiustizia che soffocano milioni e milioni di figli di Dio, adducendo false ragioni della miseria nelle nazioni povere, come la famosa esplosione demografica. Ciò che esiste davvero è l’esplosione dell’egoismo
    Egoismo – NOSTRO, di tutti noi!”

  64. JOHN COLTRANE scrive:

    x Gabriella- Se proprio è così difficile accettare che DIO VUOLE quello che noi chiamiamo “male” /guerre, terremoti, ecc./, almeno siamo coerenti e diciamo che ci sono delle Parole nella Bibbia, (Antico e Nuovo Testamento) che bisogna prendere “cum grano salis”, “sono generi letterari”, (classico discorso, ahimè, di molti sacerdoti). “Bene e male, tutto è voluto da DIO”, dice ad esempio Isaia.
    DIO ti benedica.

  65. Simon de Cyrène scrive:

    Non voglio intervenire troppo in questo thread, perché, anche se il soggetto è interessantissimo, non mi piace il tono quando certe persone spacciano ideologie come botte in testa ad altri : non c’è più dialogo, giusto gente che urla delle convinzioni con poca razionalità.

    Da una parte ci sono coloro che vivono praticando abitualmente e senza rimorsi peccati personali come aborti, contraccezione, cupidigia, assenza di generosità, eccetera e che, per non vedersi come sono , si inventano teorie ateizzanti, o cristianesimi di compromesso : costoro non possono più ascoltare laVerità che necessita purezza di intento per essere sentita come il soffio leggero di Elia. Per costoro avvicinasi alla Verità vorrebbe dire rimettersi in causa molto personalmente ed intimamente. Solo la nostra preghiera, le nostre mortificazioni personale, le opere di carità spinti dallo Spirito Santo potranno aiutarli a « rigirarsi » liberamente.

    Da un’altra parte, ci sono quelli che hanno talmente paura di avere le proprie idee religiose scosse, che vi si avvinghiano disperatamente schiacciando gli altri con giudizi temerari e prese di posizioni a prioristiche che mancano sovente di elementare carità e sempre di empatia.

    Ma un ultimo commento prima di sparire di nuovo, lo vorrei fare a John anche se so che il suo fine è semplicemente di provocare e che le sue domande sono ironiche e ribadiscono in realtà vecchie affermazioni anti-cristiane….

    Il Padre non vuole la Croce per Suo Figlio : il Padre vuole che il Suo Nome sia santificato, che la Sua Volontà sia fatta e che il Suo regno venga. E tutto ciò avviene quando il Figlio obbedisce perfettamente al Padre, fino alla morte se necessario, perché non c’è amore più grande che dare la propria vita a chi si ama.

    Ma il mondo, in quanto principato del Male, rigetta visceralemente quest’Obbedienza : chiunque vuol glorificare il Padre , fare la Sua Volontà e far avvenire il Suo regno è dunque rigettato. Perché siamo nel mondo, ma non del mondo ed il mondo ci rigetta. Basta vedere quando S.S. Benedetto XVI ( e prima di lui gli altri papi) annunci a la verità: è vilipendiato, ridicolizzato, messo da parte. Se ci sentiamo « in linea » col Mondo, vuol dire che non siamo di DIo.

    Non è Dio che vuole Suo figlio sulla croce, ma Satana e chi ne è succube. E il Male, Satana e tutti gli spiriti impuri e tutti i peccatori, che vi partecipano colle loro compromissioni, che mettono Gesù sulla Croce, per fare in modo che non obbedisca o che sparisca da questo mondo.

    Il peccato è ateismo in atto, è supporre che Dio non esista, non veda, non agisca : il peccato espelle Dio. Il mondo in quanto matrice del peccato ha espulso il Cristo uccidendoLo sulla Croce, ma li dove il Mondo ha perso la battaglia è che il Cristo benché espulso è rimasto Obbediente fino alla Sua morte. E quindi ha fatto la Volontà di Dio, ha santificato il Suo nome ed ha fatto avvenire il Suo Regno.

    In Pace

  66. JOHN COLTRANE scrive:

    x SIMON -Tralascio l’amarezza di essere definito un provocatore (Gesù ha subito ogni sorta di umiliazione per darci la forza di sopportare le nostre sofferenze); ti cito questa Parola del salvatore: “ma affinchè il mondo sappia che Io amo il Padre, andiamo”. “che posso dire? Padre liberami dalla Croce? Ma per questo sono stato mandato” E’ che noi chiamiamo “male” ciò che non ci conviene, ciò che non ci piace.
    Dire che il Padre non vuole la Croce del Figlio…ti direi che è eresia, ma poi tu lo interpreti come provocazione. Per fortuna ci sono sacerdoti come don julian Carròn che, al funerale x un bambino di 12 anni morto in un incidente (Andrea Achilli, 12 giugno scorso presso Casatenovo, in Brianza) dice: “perchè quello che è avvenuto non è un’ingiustizia? perchè EGLI non ha risparmiato nemmeno Suo Figlio. Questa è la modalità con cui Dio unisce tutti gli uomini a LUI”.(www.culturacattolica.it Miracoli tra noi)
    DIO ti benedica, fratello.

  67. In merito al mio post: Ubi humilitas, ibi sapientia. Scrive: August 27th, 2009 at 5:23 pm

    Aggiungo: le parole del primo post di Gabriella, che sono poi di Dom Helder Camara.

  68. E a proposito di Dom Helder Camara, propongo questa sua frase:

    “Quando io do da mangiare a un povero, tutti mi chiamano santo. Ma quando chiedo perché i poveri non hanno cibo, allora tutti mi chiamano comunista”

  69. peccatore scrive:

    Sintetizzo: Dio (Gesù, Dio incarnato, tutt’uno con il Padre) muore in croce per l’uomo.
    Non è l’uomo a morire in croce per Dio.
    Dio sceglie di morire in croce, e poi risorge! Kerygma.

    Gesù, che è il Figlio dell’uomo, il Figlio del Dio della Trinità, lo sapeva: e deve bere l’amaro calice del provare l’angoscia umana di fronte ad una cosa così tremenda, ed accetta -anche come vero uomo- la volontà del Padre, un padre eccezionalmente buono, il cui Spirito ci comunica.

    I cristiani questo lo sanno, gli altri non saprebbero che cosa inventarsi di fronte al male, se non incolparne Dio, con la “scusa” di dover punire l’uomo cattivo.

    Invece Dio=amore non fa mai del male: prende atto del male che il nostro peccato, frutto dell’assenso alla tentazione, bevendoci le menzogne del tentatore (lui pure una creatura) ha disseminato nel mondo e ci offre addirittura se stesso per liberarci, SE lo vogliamo.

    Satana crede di aver vinto e perde, definitivamente.
    Può solo ingannare i potenziali eredi, facendosi passare per padrone dell’eredità, per un tempo concesso alle nostre scelte definitive.

    Tolti i provocatori in servizio, che mescolano le carte per fare confusione, tendenziosi e sulfurei come chi si può ben immaginare (mi ricorda certi dialoghi nel deserto, all’inizio del vangelo, trascinati fino all’ultima tentazione, scendere dalla croce), sappiamo bene che DIO NON VUOLE IL MALE, nemmeno dei nemici!

    “Non cade foglia che Dio non voglia” è un proverbio potenzialmente eretico. Dio permette che certe cose accadano, ma non è lui a volerle. Dio mette alla prova e noi lo preghiamo di non lasciarci cadere nella tentazione (tradotto maldestramente in “non indurci (tu) in tentazione”, quasi che fosse Dio il tentatore: altra “perla” modernista).

    Alla fine qualcuno sceglierà il rifiuto di Dio: il termovalorizzatore della Geenna è lì pronto. Chi ci va, si auto-conferisce! A Dio spiace: era morto anche per quell’anima, ma rispetta la nostra libertà di bestemmiare lo Spirito santo; lì non c’è perdono.

    Però che bello: dal creato al Creatore, passando per i fratelli che soffrono e la croce di Gesù, fino alla vita eterna, malgrado il disturbo di qualche provocatore… E dire che c’è chi afferma che la fede è chiudersi alla realtà ed i credenti degli alieni …

  70. azzurra scrive:

    cherubino appena posso perchè adesso vado di fretta rispondo alle mie presunte bugie sul battesimo ed effusione…ma poi mi posti il sito del rinnovamento?…..per favore siamo seri
    le notizie vere dove le trovi?

    A simon de cyrene che pretende di fare il moralista e il programmatore dei miei interventi, non sono così tanto fessa da non riconoscere la tua di bastonata.

    Tu esempio di nobiltà che cosa hai saputo dire in merito a questo interessatissimo thred? NON ho visto e NON ho letto niente a riguardo….chissà come mai.

    Quindi meglio che non ti cimenti a fare il critico “d’arte” e SAPPI che NON ho paura di perdere la mia Fede pulita, NON ti preoccupare signore, vedi ancche il tuo nich parla della tua “umiltà” e solerzia nel portare la Croce quindi pazienza e porta il pesante fardello di leggere delle cose che a te come ad altri sono scomode.

    Non urlo sottolineo ed è diverso il tuo invece è un modo umiliante di porre la cosa e non ti rende onore caro signore che crede di portare la Croce di Cristo….ma cosa vuoi portare se umigli chi magari è in grado di darti un po’ di corda? o che ha le idee più chiare delle tue? perciò ai miei interventi ci penso io tu non leggerli che disturbano la tua pseudo quiete….sempre in pace…mi raccomando a differenza di te io non mi scandalizzo per delle sottolineature caro signore de simon de cirene ma mi scandalizzano le MENZOGNE e le pseudo persone dabbene!

  71. Per i “nottambuli” a cui piace fare qualche riflessione o meditazione:

    Dal calendario di S. Pio da Pietrelcina di oggi: “Guardatevi dal volere ciò che Iddio non vuole”

    Dal libro della Sapienza: “Sui peccatori invece caddero i castighi non senza segni premonitori di fulmini fragorosi;
    essi soffrirono giustamente per la loro malvagità,
    avendo nutrito un odio tanto profondo verso lo straniero.”

    Dal Salmo 146 (145). “il Signore ama i giusti,
    il Signore protegge lo straniero,
    egli sostiene l’orfano e la vedova,
    ma sconvolge le vie degli empi.”

    Dal Deuteronomio: “Non lederai il diritto dello straniero e dell’orfano e non prenderai in pegno la veste della vedova, ma ti ricorderai che sei stato schiavo in Egitto e che di là ti ha liberato il Signore tuo Dio; perciò ti comando di fare questa cosa.”

    Dal libro di Giobbe: “Non diceva forse la gente della mia tenda: “A chi non ha dato delle sue carni per saziarsi?”.
    All’aperto non passava la notte lo straniero
    e al viandante aprivo le mie porte.”

    Ed infine: “Quando cingerai d’assedio una città per lungo tempo, per espugnarla e conquistarla, non ne distruggerai gli alberi colpendoli con la scure; ne mangerai il frutto, ma non li taglierai, perché l’albero della campagna è forse un uomo, per essere coinvolto nell’assedio?”

    Buona notte.

  72. hilarius scrive:

    Cara Azzurra, credo che questa lettura ti possa consolare, e se mai ce ne fosse bisogno attestare, come rispecchi molto delle realtà che hai descritto.

    SIRACIDE cap.11, 29,34

    Non introdurre chiunque in casa tua,
    perchè molte sono le insidie del fraudolento.

    Il cuore del superbo è come un uccello
    da richiamo in una gabbia:
    ti inganna e poi ti adesca,
    aspetta solo di farti cadere.

    Egli tende agguati e cambia il bene in male,
    trova da ridire anche sulle azioni più
    innocenti.

    Da una scintilla può venire un incendio
    e dalle trame di una canaglia spargimento
    di sangue.

    Stai lontano dal farabutto perchè
    complotta a tuo danno
    e rovinerà per sempre il tuo buon nome.

    Se apri la casa ad un estraneo,
    guarda che può mettertela sottosopra,
    e alla fine sarai un estraneo a casa tua.

    Buona notte cara Azzurra

  73. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène.

    Scrivi: “Il Padre non vuole la Croce per Suo Figlio : il Padre vuole che il suo Nome sia santificato, che la Sua Volontà sia fatta e che il Suo regno venga. E tutto ciò avviene quando il Figlio obbedisce perfettamente al
    Padre, fino alla morte se necessario, perché non c’è amore più grande che dare la propria vita a chi si ama.”

    Scrivi ancora: “Non è Dio che vuole Suo figlio sulla croce, ma Satana e chi ne è succube. E il Male, Satana e tutti gli spiriti impuri e tutti i peccatori, che vi partecipano colle loro compromissioni, che mettono Gesù sulla Croce, per fare in modo che non obbedisca o che sparisca da questo mondo.”

    Scrivi ancora: “Il mondo in quanto matrice del peccato ha espulso il Cristo uccidendoLo sulla Croce, ma li dove il Mondo ha perso la battaglia è che il Cristo benché espulso è rimasto Obbediente fino alla Sua morte. E quindi ha fatto la Volontà di Dio, ha santificato il Suo nome ed ha fatto avvenire il Suo Regno.”.

    Qui si equivoca sempre: Gesu’ è Dio fattosi uomo, una sua persona (sembianza), il Figlio come intende il cristianesimo. Il figlio è Dio e non obbedisce a Dio ma compie la propria volontà essendo Dio.

    L’evangelista Giovanni l’ha detto chiramente: “chi vede me vede il Padre” (Giovanni 14,9) ” ed anche “Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me” (Gv 14,11)” (Io è Gesu’, persona di dio.) ed anche “Come tu, Padre, sei
    in me e io in te, siano anch’essi in noi una cosa sola” (Gv 17,20).”.

    A questo punto è logico che se Gesu’, persona di Dio, vuole dimostrare che dopo la morte c’è il regno dei Cieli, non può aspettare di diventare vecchio e morire in modo naturale perchè si perderebbe l’attimo della sua
    predicazione e non verrebbe piu’ creduto a distanza di anni.

    Gesu’, persona di Dio, doveva quindi morire di morte violenta ad opera di altri. E scelse Giuda l’Iscariota, un suo apostolo, affinchè gli apostoli stessi potessero vedere e testimoniare che dopo la sua morte c’era veramente quel regno dei Cieli.

    Ma caro Simon de Cyrène, la tomba vuota non rappresenta la sua resurrezione(A Dio non spetta una nuova vita, lui è la nuova vita ), ma il levarsi su, l’innalzarsi, l’abbandonare lo stato umano per ritornare spirito perchè non trovando piu’ il suo corpo gli apostoli capissero che lui era Dio.

    Andare sulla croce era la sua volontà per comprovare che lui era Dio.

    Con tutte quelle “maledizioni” che hai mandato a sproposito a satana e a chi ne è succube non fai altro che aizzare la gente, a seminar odio.

    Levati dalla testa quel “perché non c’è amore più grande che dare la propria vita a chi si ama.”. Ti ho già detto cosa è accaduto nel mondo umano perseguendo un simile pensiero: guerre, miserie, lotte civili e religiose.

  74. mauro scrive:

    Caro Ubi humilitas, ibi sapientia.

    Quando hai proposto quei brani sullo straniero, per far riflettere, ti sei dimenticato di fare una premessa importante per la loro comprensione:

    lo straniero era considerato un nemico da combattere perchè a quei tempi, contemporanei dei testi piu’ arcaici che hai menzionato, vigeva ancora lo scontro tribale e la difesa dei confini , la conquista del territorio erano la brutale legge dell’esistenza e della sopravvivenza non dimenticando che lo straniero, parlando una lingua diversa ed avendo costumi ed usanze incomprensibili, già di per sè stesso era visto con sospetto e paura.

    Con il romanticismo e il post romanticismo questo concetto si ribalta totalmente (da nemico diventa amico) quando il viaggiare diventa una realtà alla portata di tutti e l’andare nei paesi sconosciuti diventa un’esperienza letteraria avvincente che portò scrittori, pittori ad andare nei paesi piu’ lontani e sconosciuti alla scoperta di altre realtà e di altri modi di vivere.

    Quindi caro Ubi humilitas, ibi sapientia, che lo straniero oggi sia visto come un nemico è una invenzione della Chiesa ma anche un non riconoscere che il mondo è cambiato non dimenticando che la Chiesa ha sempre combattuto aspramente chi le fu nemico, per secoli, pur proponendo l’amore verso lo straniero.

    p.s. Quando gli stranieri “erano” considerati nemici, è stato anche un tema della maturità nel 2008.

  75. ilsanta scrive:

    @ peccatore … con ritardo

    Visto che mi sembra inutile giustificare l’accusa di omicidio di bambini di fronte ad una religione che non ammette contraccezione e anzi incoraggia la procreazione anche in quelle zone del mondo dove nascere significa morire di fame o malattie nel 50% dei casi, mi concentro sulla parte puramente ambientale.

    Sono daccordo con lei che il consumo di carne, quello di oggi almeno, è deleterio per l’ambiente (veda l’ultimo numero de Le Scienze), è allora possibile che il Papa faccia qualcosa di concreto?
    Se il Papa al termine del suo scontato sermone avesse detto (sintetizzo e semplifico): ho deciso che per motivi etici ed ambientali nella mia dieta carne e pesce compariranno solo una volta alla settimana (non mi sono spinto al vegetarianismo)….
    … non pensa forse che sarebbe stato un messaggio fortissimo?
    Non sarebbbe stato forse un esempio concreto ed educatvo?
    Invece il Papa mentre andava in Angola a parlare di fame poteva scegliere in un menù così assortito:
    “ad esclusione di caffè, praline e raffinata selezione di tisane digestive – di ogni menù: “Agnolotti di grano saraceno farciti con caprino e menta in salsa ragù di agnello e rosmarino”; “Carpaccio di manzo della Val del Sarca con misticanza di campo e bagosse bresciano; “Filetto di orata al forno con vellutata al prosecco e pomodori canditi”; “Rombo glassato all’arancia amara e capperi di Lampedusa”. Il tutto accompagnato da una selezione di nove vini d’eccezione.”

    Alla faccia del bicarbonato di sodio …. direbbe Totò!!!

  76. peccatore scrive:

    ilsanta…

    visto che ti piace guardare il dito senza alzare lo sguardo verso la luna, e che il tuo moralismo bacchettone ti porta a puntarlo verso gli altri, prova a spostare con quello la trave che hai conficcata nelle tue tre narici… A meno che, ipocritamente perbenista come sei, le dita nel naso non ti si addicano.
    Con il bicarbonato prova a digerirti la bile che trasuda nel tuo gastro-enterico… di fronte alla rabbia che ti fa un papa così, dovresti essere verde… (così siamo in tema). Il buon Totò direbbe: ogni limite c’ha la sua pazienza…

  77. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “vedo che continua a non capire la semantica del mio semplice linguaggio”

    Potrei dire lo stesso di lei …. ma non voglio apparire saccente come lei ….

    “e poi suvvia, pretendere di insegnare che la contraccezione è L’UNICO metodo di controllo nascite….mi fa’ sorridere e anche molto,”

    Questo non è un insegnamento, è la realtà almeno per la cultura laica occidentale.
    Se poi lei si riferisce agli aborti coatti le rispondo che non è certo questo che l’occidente laico propone, come non propone la pena di morte per il controllo demografico (ne per altri fini come invece viene accettata nel catechismo cattolico).

    “La CONTRACCEZIONE vera è spiegare come nascono i bambini, …”

    … e spiegare anche i metodi per non concepirli quando non voluti egregia Azzurra. Quella che lei ha illustrato è la contraccezzione per i cattolici (che però accettano e propagandano gli inefficaci metodi di contraccezione “naturale”).

    “Vedo che la sua capacità di analisi critica è pari a 3 e non a 2 inteso come 1+1= 2.”

    Boh ….

    “Mi fà piacere che lei ci lavori con gli immigrati ….”

    Mi sono spiegato male, io lavoro in campo ambientale, proprio nel settore delle emissioni in atmosfera e le garantisco che l’impatto della sua famiglia (come della mia per carità!) è alemno 10 volte quello di una famiglia di immigrati, quindi il suo esempio ha senso solo in un contesto di intolleranza.

    “A proposito del: siamo noi italiani che inquiniamo più degli extracomunitari ( una delle tante frasi usate dai terzomondisti, razzisti contro gli italiani), volevo chiederle questi 20 che vivono in una stanza dove buttano la cacca?”

    Dove la buttiamo noi, ma non mi risulta che la produzione procapite sia maggiore di quella di un italiano ne mi risulta che sia la cacca il maggior problema ambientale.

    “dove buttano le cartacce?”

    Nel bidone del reciclabile da noi … da voi nell’ineceneritore contribuendo, lo ha detto lei, a scaldare la sua casa.

    “non si lavano? non lavano i piatti?”

    Stesso di scorso della cacca, inoltre che lavino a mano o in lavatrice il fatto di essere in molti li porta ad un uso più razionale dell’acqua.

    “non fumano?”

    Il fumo come causa di inquinamento ambientale?
    Mi sà che incidono di più le emissioni metanogene umane… se mi ha capito ….

    ” e ne è proprio sicura che non usano l’automobilina? quì da me, invece hanno tutti l’automobilina e anche più bella della mia, pensi un po’…..”

    Non ho detto che non usano l’auto, ho detto che non ne hanno una per ogni membro della famiglia, se poi l’auto più bella della sua è una Merc… magari usata da qualche rappresentante, le comunico, per sua gioia che per poche migliaia di euro ce ne sono molte in vendita, così anche lei potrà la farsi la “macchina bella” (se le piace così…).

    “Ecco come vede lei in questo settore ci lavora e basta, io invece ci vivo e assimilo controllo indago e scopro, quello che invece dovrebbero fare quelli come lei e i prelati terzomondisti.”

    Cominci con il leggere qualcosa di serio in materia di inquinamento poi magari ne riparliamo che dice?

    ” contrariamente al rispetto che porta per il Santo Padre, tanto che ha detto che farebbe meglio a starsene zitto….la prego lo faccia lei per prima così darà il buon esempio!!!!”

    Il Santo Padre è santo per lei, primo.
    Per me è un potente gerarca eletto in segreto da una oligarchia di gerarchi.
    Se poi sapesse leggere quello che scrivo io ho detto che “se qualcuno non ha nulla di sensato da dire DOVREBBE starsene zitto” se poi il Papa vuol parlare di cose che non conosce o vuole parlarne dicendo che solo chi crede nel Dio cattolico può fare il bene del creato è un problema suo e finchè non verrò zittito a forza, continuerò a dire che ha detto delle banalità.

    “Poi vede ad essere pignoli è lei che si arrampica sugli specchi mi dispiace, se contesta il passaggio molto chiaro che le ho esposto”

    Il passaggio è chiaro è la conoscenza ad essere lacunosa, lei mi parla dell’ecologia esprimendo un livello di conoscenza sull’argomento decisamente deficitario (il fumo come inquinante dell’aria o la cacca come problema per le acque).

  78. ilsanta scrive:

    Peccatore non ha digerito il menù del Papa … capita …..

  79. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Mauro,

    Come spesso, purtroppo, Lei ha tendenza a « sbiecare » il messaggio evangelico o le informazioni storiche.

    a) Si legga, per favore, il Prologo di Giovanni, in particolare i vv. 1-5, 9-11, 14,17-18

    b) Nel Cristo ci sono due volontà distinte, quella della Seconda Persona che, per definizione, è sempre allineata a quella del Padre, e quella dell’uomo Gesù che si allinea liberamente su quella di Dio

    c) Il Cristo non vuole dimostrare che dopo la morte ci sia il regno dei cieli : ci dice piuttosto che il Regno deiCieli è già im mezzo a noi, quando si compie la volontà del Padre

    d) Cristo non ha scelto di morire, ma di obbedire al Padre, sapendo che quest’obbedienza l’avrebbe condotto ad una morte non voluta ( cf. la preghiera del giardino di Getzemani)

    e) Il risultato « materiale » dell’obbedienza di Gesù è stata la Sua morte : ma nel contempo è stata la vittoria del « Serviam » sul « non serviam » di Satana, e ciò ha finalmente rinnovato ogni cosa, visto che ha permesso la Resurrezione.

    f) Mi dispiace che Lei non sia d’accordo che il peccato accieca la mente razionale : La rimando alle Sue riflessioni ed a letture patristiche

    g) Libero a Lei di non considerare che non c’è più grande amore che dare la propria vita a chi si ama : come le ho già detto altrove vada all’ufficio reclamazioni, dipartimento ontologia e mistica, della Santa Trinità.

    In Pace

  80. Simon de Cyrène scrive:

    Ritorno sul tema del thread, un momentino.

    Colla nostra mentalità occidentale, tendiamo a considere il nostro corpo come separato dal resto della creazion : ora afin dall’inizio c’è stato bisogno del fango per creare l’uomo, e quindi la terra, l’acqua, il sole e le stelle. Il nostro corpo ha un alone che gli è inseparabile : il cosmo. Il giorno della resurrezione, non solo i nostri corpi saranno riappropriati ma ci sarà un mondo nuovo ed una creazione nuova che ne saranno il rinnovato alone. Alone che non è nostro ma di tutti e di Cristo incarnato.

    I comandamenti dovrebbero anche essere letti in quest’ottica, rispetto al nostro « alone » comune : non rubare, non desiderare, non uccidere, non fornicare col mondo, coll’ambiente, colla natura umana, colla storia…

    Nella Caritas in veritate , al paragrafo 51, S.S. Benedetto XVI, afferma : « Le modalità colle quali l’uomo tratta l’ambiente influenza i modi coi quali si tratta se stesso e reciprocamente »

    Per concludere vorrei citare P. Teilhard de Chardin s.j., prete, paleontologo, poeta e mistico che nel « Prêtre » nel 1917 scriveva (traduco liberamente) : « Quand il Cristo, prolugando il moto della Sua Incarnazione, scende nel pane per rimpiazzarlo, la Sua azione non si limita all parcella materiale che la Sua Presenza viene volatilizzare . Ma la transustanziazione si aureola di reale divinizzazione, anche se attenuata, di tutto l’Universo. Il Verbo agisce per soggiogare ed assimilare tutto il resto a partire dall’elemento cosmico nel quale si è inserito »

    In Pace

  81. ilsanta scrive:

    @Annarita

    ” sono contenta che un bambino nasca.”

    Anch’io sono contento e lo sono ancor di più se quel bambino è stato voluto.

    “L’ultima sua battuta mi ha fatto sorridere, perchè io pensavo la stessa cosa sulle tradizioni, magari non milenarie, degli atei,”

    Gli atei venivano bruciati o imprigionati dai Santi Padri del passato ….

    “Anche i nazisti sono nelle vostre gloriose fila, mica erano cattolici, ma pagani. Infatti spesso si dice che durante il Duce erano tutti neri, appena il Duce è decaduto tutti rossi!”

    Gli stessi fascisti e nazisti con i quali la Chiesa ha firmato i concordati?

    “Vabbè non è semplice capirsi, perchè l’ottica di chi crede e quella di chi non crede è molto diversa, per chi crede che la vita sia tutta qui,”

    Capisco che lei sia abituata a pensare che chi non si dimostra o non è cattolico deve essere ateo, ma le garantisco che ci sono anche religioni diverse dalla sua …

    ” capisco sia indispensabile sperare di poterla vivere bene”

    Un cattolico desidera viverla male? Non mi risulta.

    ” pertanto meno uomini con cui dividere le risorse, più risorse per me!”

    Veramente io sono più che soddisfatto delle risorse che ho e anzi tendo se possibile a consumarne di meno, il problema è che altri queste risorse non le hanno e visto le risorse non sono infinite è necessario dividerle in modo che siano sufficienti almeno alla sopravvivenza.

    ” mentre chi crede, sa che non porterà nulla nella tomba e sa che non ha come fine, il salvaguardare il creato (anche se è cosa buona), non è qui per vivere a lungo, divertirsi, preoccuparsi per un presunto aumento della desertificazione o dell’aumento demografico…è qui esclusivamente per conoscere, amare e servire Dio, per poi goderlo nell’eternità.”

    Quindi chi se ne frega del creato da quello che lei mi dice, in sotanza ribalta le tesi papali, chi crede in Dio non fa il bene del creato (tanto poi dopo morto se ne va in Paradiso e chi se ne frega …) ma gli atei che avendo una sola vita e un solo mondo a disposizione, lo vogliono preservare anche per i loro figli.

    “Siamo creature, belle creature, ma sempre creature, ma ormai lo abbiamo dimenticato e crediamo di poter fare ciò che pensiamo, pensiamo di poter salvare il mondo, quando nemmeno siamo in grado di assicurarci la salute o la vita per il giorno che segue.”

    Lei bazzica poco gli ospedali o finge di non vedere cosa succede lì dentro.

    “Pertanto visto che per me il mio fine è chiaro e sono consapevole, che dipendo da un Essere a me superiore, che mi ha creato per un fine specifico, ha dato delle leggi ben chiare per aiutarci a raggiungere il fine, è morto per me per dimostrarmi il Suo amore,che Lui stesso provvede ad ogni cosa come è bene che sia,”

    Quindi lei si sente autorizzata a non fare niente altro che pregarlo che poi ci pensa lui?
    Per fortuna al mondo non sono tutti ferventi cattolici!

    ” non posso certo dire che la contracezione sia cosa buona o meno cattiva dell’aborto, perchè quando si impediscono a delle anime di nascere è usurpare Dio di ciò che è suo.”

    Nei corsi prematrimoniali viene indicato come metodo per il controllo delle nascite quello/i basato sul riconoscimento del momento dell’ovulazione, quei bambini non concepiti con metodi naturali hanno o meno l’anima secondo lei?

    “Comunque non bisogna disperare anch’io ero atea e la pensavo come lei e pensavo di dire cose giuste e sane per il bene dell’uomo, ma era il frutto del martellamento quotidiano dei media e della scuola, grazie al cielo ho avuto amici che hanno pregato per me.”

    Non disperi nemmeno lei anch’io ero cattolico (noti come non dico di essere ateo) ma poi passa, basta non pensare che tanto c’è Dio e basta pregarlo perchè tutto si risolva senza muovere un dito.

  82. azzurra scrive:

    la Ilsanta…..proprio bel nich….mi scusi il sarcasmo ma credo che dopo le sue sparate e le sue NON RISPOSTE alle semplici domande che le ho posto, mi costringe a risponderle come merita così….con molto sarcasmo.

    L’accusa di “saccenza” (tra l’altro saccenza di sua esclusiva proprietà), E’l'unica arma di cui dispone e potrà disporre, per confutare quello che le ho spiegato.

    D’altro canto lei con il suo linguaggio da ” sàbba ” (linguaggio da convegno di streghe) …..rivolto al Santo Padre Benedetto XVI…ci si poteva aspettare diversamente?…No di certo e nemmeno ci si poteva aspettare che lei non fosse razzista contro gli italiani e contro i bimbi che devono nascere, così fanno i verdi così fanno i comunisti e i cattocomunisti.

    Pensi…. se la pandemia di influenza A colpisse tutta la fascia adulta o quasi e risparmiasse solo i bimbi, rimarrebbero solo loro….e se non li facessimo nascere, perchè quelli come lei vogliono ucciderli….a popolare la terra e ad avere cura dell’ambiente come lei desidera chi ci rimarrebbe? mosche, zanzare, cani, gatti e molti virus.

    Allora i veri saccenti alla sàbba …come lei, dovranno ammettere che in fondo aveva ragione il Papa e la Chiesa…meglio far nascere i bimbi, perchè poi questi diventano grandi e così ripopolano la terra e di conseguenza avranno cura del Creato.

    SALVAGUARDIA DEL CREATO…… SEMPLICE da capire per quanti conoscono la semantica del Magistero, del Catechismo della Chiesa Cattolica, ma dirò di più NON serve nemmeno essere degli esperti in Magistero e Catechismo, per capire che PRENDERSI CURA del Creato, per renderlo utile alle esigenze dell’uomo e nello stesso tempo abbellirlo significa proprio quello che la parola stessa dice “sauvegarde” = tutela, custodia.

    Ah! un’ultima cosa che lei non sappia nemmeno di cosa si stia parlando, ma vorrebbe dire la sua, lo dimostrano i suoi commenti, però la voglio aiutare, le ricordo che nell’inceneritore cara vengono bruciati dei rifiuti selezionati dalla raccolta differenziata, vale a dire che l’umido non si brucia cara e nemmeno tante altre cosettine….l’uomo serio lo studioso serio il ricercatore serio….fa le cose per bene e dice le cose per bene. Esistono poi i vari saputelli dell’ultim’ora che dicono…scemenze…

    Poi non si preoccupi del sovrapopolamento, perchè sa’ fra poco arriverà la pandemia dell’influenza A, come le ho già detto e allora vedrà che qualcuno sparirà per sempre.

    Meglio correre ai ripari quindi cercare innanzitutto di salvarsi l’anima…ci pensi può anche essere che la mia “saccenza” le possa tornare utile chissà….

  83. annarita scrive:

    Ilsanta, il definire qual’è il fine dell’uomo, facendo capire che non è la salvaguardia dell’ambiente, o roba del genere, non significa fregarsene dell’ambiente, come dire di sperare da Dio tutto, non significa stendersi su un letto ad attendere la manna dal cielo, anzi, mi pare non sbagliare, nel dire che l’occidente è stato tanto prolifero proprio grazie al pensiero cristiano. Forse avrà sentito parlare dei Benedettini che sanavano paludi e selve, per farci poi un monastero con terreni dissodati, attorno al quale nascevano i paesi e le città, avrà sentito parlare, che l’agricoltura viene proprio da quei centri, come la vinificazione, l’apicultura, etc.. Avrà sentito parlare dei certosini, che ricopiavano antichi testi classici (aristotele, platone etc.), per tramandare la cultura.
    La civiltà cristiana è sempre stata un brulicare di iniziative, lavoro (ora et labora)ed arte, cosa che mi pare non vedere in altre religioni o culture, che sono rimaste, non al medioevo, ma all’età della pietra, perchè il Medioevo lo abbiamo vissuto solo noi, ed è arrivata la civiltà. Spero non creda ancora alla favoletta del Medioevo periodo buio, perchè abbiamo difronte ai nostri occhi le cattedrali e i castelli. Mentre oggi, che la cristianità viene rinnegata dai documenti Europei, come siamo messi? Opere d’arte avvilenti, architettura compresa, è ritornata la Rupe Torpea, si acclama alla morte dolce, e la malattia più in è la depressione, con un bel numero di suicidi. Questa è la bella civiltà pagana, che abbiamo voluto e i nuovi idoli sono l’ecologia e il fisico palestrato, mentre il cervello va in acqua.
    Certo anche un cattolico desidera vivere bene, ma a Dio piacendo, certo non si metterà ad assassinare bimbi in grembo, per stare bene, o a voler organi espiantati da persone vive per rimanere in vita, nè si affannerà dietro al dio denaro, o cercherà di avere figli a tutti i costi( anche passando sul corpo di tanti embrioni congelati) se non riesce ad averne. Insomma la felicità la cercano tutti, ma non tutti nello stesso posto.
    Per quanto riguarda se i bambini nati in modo non naturale, hanno l’anima, lo chiederei piuttosto a quelle persone che fanno uso degli embrioni, come se l’anima non l’avessero, come se fossero oggetti di cui fare scempio come si vuole. Queste persone, tra cui le donne che vogliono un bambino a tutti i costi (basterebbe adottare), non badano certo all’anima di questi bambini.

    Ma una lancia a suo favore voglio scagliarla, se lei era cattolico e ora non lo è più è proprio perchè le sono mancati begli esempi da seguire o imitare. Visto che il peccato originale, non l’hanno solo gli atei, ma purtroppo tutti, compresi i cattolici, le dico, che spesso la vita mediocre di un cattolico, che ama Nostro Signore in modo tiepido fa più danni alle anime, che una truppa di rivoluzionari inferociti.
    Sicura, che se avesse incontrato un S.Curato D’Ars, o un Don Bosco, sarebbe il più fervente dei cattolici, concludo con il dirle, che un cattolico che non cerchi di farsi santo e pertanto divenga simile a Gesù, non farà la volontà di Dio e non potrà insegnare nulla a nessuno, nemmeno se parlasse come un angelo.
    Che Dio la benedica, ma quello vero! :D

  84. JOHN COLTRANE scrive:

    @Peccatore–Se “non muove foglia che DIo non voglia” è (nientemeno) “potenzialmente eretico”, quando Gesù dice: “Nemmeno un passero cade a terra se il Padre vostro non lo vuole”, lo è altrettanto. Se desideri essere coerente. Ma probabilmente non te ne accorgi nemmeno: forse sei un teologo, io invece mi sono formato alla teologia di mia mamma, molto semplice e molto uguale a quanto dice Gesù. La vecchietta analfabeta che sà che tutto “beni e mali, tutto viene dal Signore” (ISAIA), probabilmente avrebbe molto da insegnarti; ma vi vuole umiltà.
    PACE e BENE

  85. azzurra scrive:

    Carissimo Hilarius, grazie infinite del cap. 11 del Siracide.
    Le confesso che non lo conoscevo…sa certi passaggi della Bibbia non si sentono tanto proclamare ad alta voce…chissà….

    Forse perchè nel contesto di oggi ecumenico, multiculturale massonico, verde ambientalista, comunista e cattocomunista, leggere cose del genere non fa’ trend.

    Qualcuno è arrivato a dire che la Chiesa prima vedeva gli stranieri come dei nemici poi con il romanticismo sono diventati amici, quindi avrebbe la Chiesa cambiato le carte in tavola.

    Sì dopo il CVII la Chiesa ha cambiato parecchie delle carte in tavola, ma l’insegnamento Tradizionale resta quindi la loro propaganda ha avuto un inizio ma avrà anche la fine e verrà quindi, che si potranno dividere i buoni dai cattivi i menzogneri dai veritieri.

    Ringrazio quanti hanno difeso il Deposito della Tradizione, quella Tradizione che ha 2000 anni di storia.

    A leggere un’Enciclica di 100 anni fa’ si scopre che le cose di ieri sono valide tutt’ora………..c’è da meravigliarsi? per noi credenti NO!

    Gesù lo ha detto: ” Guai a chi cambierà anche una sola di queste mie Parole, poi ha aggiunto che tutto passa ma le mie Parole NON PASSERANNO!!!

    Da quì non si scampa….un caro saluto e buona giornata.

  86. JOHN COLTRANE scrive:

    Grazie Annarita, è una gioia vedere esposta in modo così semplice e vera il il significato della Croce Salvifica.
    DIO ti benedica.

  87. annarita scrive:

    Non capisco perchè John venga così criticato, mi pare non dica cose sbagliate, o forse leggo male io. Dio ha voluto morire in croce, perchè solo Lui poteva riscattare la gravita di un’offesa a Dio stesso. Un’offesa fatta a Dio è infinitamente grave e può riscattarla solo chi è infinito come Dio.
    Dunque Gesù prendendosi su sè tutti i peccati degli uomini di tutti i tempi, si è fatto Lui stesso peccato e Dio ha crocifisso nel Figlio il nosto peccato. Certo, poteva bastare una goccia del sangue di Gesù per salvarci, ma come avrebbe dimostrato l’amore che ci porta, se non avesse offerto se stesso per noi?
    Chi ci ama di più, chi ci regala gioielli, o chi muore per noi?
    Su il bene ed il male noi ne sappiamo poco, difficile dunque giudicare Dio sul bene o sul male, perchè come già dicevo, il bene ed il male per Dio sono una cosa, per noi un’altra. Per Dio non è male una malattia, ma solo il peccato, pertanto quando ci succede una disgrazia, pensiamo Dio dov’è? Dio è lì, perchè anche tramite quella disgrazia Dio trae del bene, ma noi vediamo solo il male. Siamo limitati, capiremo un giorno, quando vedremo Dio faccia a faccia.

  88. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “la Ilsanta……”

    Mi pare inutile commentare la prima parte che è un coeacervo di superstizioni e invenzioni della sua fantasia, per la cronoca le dico solo che il mio nick deriva dal mio cognome e che sono un uomo.

    “Pensi…. se …”

    Dalle mie parti quando i se diventano iperbolici si usa dire: “se mia nonna avesse le ruote sarebbe una carriola ….”
    Restando al concreto, nella realtà i più grandi “untori” per le influenze e le malattie infettive in genere sono proprio i bambini in età scolare pensi un pò.

    “Allora i veri saccenti …”

    Le ho dato il beneficio del dubbio nei precedenti post, ma vista l’insistenza nel dire che l’borto è per me l’unico metodo di controllo delle nascite ho la certezza che lei usi questo argomento in quanto incapace di sostenere un maturo confronto sulla contraccazione (forse per pudore) contraccezione che ricordo è approvata dalla Chiesa Cattolica sia pure nell’ambito di specifici metodi.
    Pertanto la Chiesa, da quanto lei dice, è contraria quanto me alla salvaguardia del creato visto che non IMPONE ALLE DONNE DI PROCREARE

    SALVAGUARDIA DEL CREATO…… SEMPLICE da capire per quanti conoscono la semantica del Magistero, del Catechismo della Chiesa Cattolica, ma dirò di più NON serve nemmeno essere degli esperti in Magistero e Catechismo, per capire che PRENDERSI CURA del Creato, per renderlo utile alle esigenze dell’uomo e nello stesso tempo abbellirlo significa proprio quello che la parola stessa dice “sauvegarde” = tutela, custodia.

    Ah! un’ultima cosa che lei non sappia nemmeno di cosa si stia parlando, ma vorrebbe dire la sua, lo dimostrano i suoi commenti, però la voglio aiutare, le ricordo che nell’inceneritore cara vengono bruciati dei rifiuti selezionati dalla raccolta differenziata, vale a dire che l’umido non si brucia cara e nemmeno tante altre cosettine….l’uomo serio lo studioso serio il ricercatore serio….fa le cose per bene e dice le cose per bene. Esistono poi i vari saputelli dell’ultim’ora che dicono…scemenze…

    Poi non si preoccupi del sovrapopolamento, perchè sa’ fra poco arriverà la pandemia dell’influenza A, come le ho già detto e allora vedrà che qualcuno sparirà per sempre.

    Meglio correre ai ripari quindi cercare innanzitutto di salvarsi l’anima…ci pensi può anche essere che la mia “saccenza” le possa tornare utile chissà….

  89. JOHN COLTRANE scrive:

    Non capiasco come faccia il mio post dedicato alle parole di Annarita venire messo “prima” del suo messaggio. Misteri del blog.

  90. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “la Ilsanta……”

    Mi pare inutile commentare la prima parte che è un coeacervo di superstizioni e invenzioni della sua fantasia, per la cronoca le dico solo che il mio nick deriva dal mio cognome e che sono un uomo.

    “Pensi…. se …”

    Dalle mie parti quando i se diventano iperbolici si usa dire: “se mia nonna avesse le ruote sarebbe una carriola ….”
    Restando al concreto, nella realtà i più grandi “untori” per le influenze e le malattie infettive in genere sono proprio i bambini in età scolare pensi un pò.

    “Allora i veri saccenti …”

    Le ho dato il beneficio del dubbio nei precedenti post, ma vista l’insistenza nel dire che l’borto è per me l’unico metodo di controllo delle nascite ho la certezza che lei usi questo argomento in quanto incapace di sostenere un maturo confronto sulla contraccazione (forse per pudore) contraccezione che ricordo è approvata dalla Chiesa Cattolica sia pure nell’ambito di specifici metodi.
    Pertanto la Chiesa, da quanto lei dice, è contraria quanto me alla salvaguardia del creato visto che non IMPONE ALLE DONNE DI PROCREARE

    SALVAGUARDIA DEL CREATO…… SEMPLICE da capire per quanti conoscono la semantica del Magistero, del Catechismo della Chiesa Cattolica, ma dirò di più NON serve nemmeno essere degli esperti in Magistero e Catechismo, per capire che PRENDERSI CURA del Creato, per renderlo utile alle esigenze dell’uomo e nello stesso tempo abbellirlo significa proprio quello che la parola stessa dice “sauvegarde” = tutela, custodia.

    Ah! un’ultima cosa che lei non sappia nemmeno di cosa si stia parlando, ma vorrebbe dire la sua, lo dimostrano i suoi commenti, però la voglio aiutare, le ricordo che nell’inceneritore cara vengono bruciati dei rifiuti selezionati dalla raccolta differenziata, vale a dire che l’umido non si brucia cara e nemmeno tante altre cosettine….l’uomo serio lo studioso serio il ricercatore serio….fa le cose per bene e dice le cose per bene. Esistono poi i vari saputelli dell’ultim’ora che dicono…scemenze…

    Poi non si preoccupi del sovrapopolamento, perchè sa’ fra poco arriverà la pandemia dell’influenza A, come le ho già detto e allora vedrà che qualcuno sparirà per sempre.

    Meglio correre ai ripari quindi cercare innanzitutto di salvarsi l’anima…ci pensi può anche essere che la mia “saccenza” le possa tornare utile chissà….

  91. annarita scrive:

    Grazie John! Dio benedica anche te!

  92. ilsanta scrive:

    Mi scuso ma il precedente post è partito per errore prima che lo ultimassi!!

    @Azzurra

    “la Ilsanta……”

    Mi pare inutile commentare la prima parte che è un coeacervo di superstizioni e invenzioni della sua fantasia, per la cronoca le dico solo che il mio nick deriva dal mio cognome e che sono un uomo.

    “Pensi…. se …”

    Dalle mie parti quando i se diventano iperbolici si usa dire: “se mia nonna avesse le ruote sarebbe una carriola ….”
    Restando al concreto, nella realtà i più grandi “untori” per le influenze e le malattie infettive in genere sono proprio i bambini in età scolare pensi un pò.

    “Allora i veri saccenti …”

    Le ho dato il beneficio del dubbio nei precedenti post, ma vista l’insistenza nel dire che l’aborto è per me l’unico metodo di controllo delle nascite ho la certezza che lei usi questo argomento in quanto incapace di sostenere un maturo confronto sulla contraccazione (forse per pudore) contraccezione che ricordo è approvata dalla Chiesa Cattolica sia pure nell’ambito di specifici metodi.
    Pertanto la Chiesa, da quanto lei dice, è contraria quanto me alla salvaguardia del creato visto che non IMPONE ALLE DONNE DI PROCREARE ma concede loro la libertà di decidere quando farlo.

    “SALVAGUARDIA DEL CREATO…… SEMPLICE da capire ”

    Ho detto che lo ho capito, ma ho anche detto che questa concezione della “tutela” è vecchia di almeno un secolo anche più. Si evolva! Ops, dimenticavo che per lei Darwin …

    “Ah! un’ultima cosa che lei non sappia nemmeno di cosa si stia parlando, ma vorrebbe dire la sua, lo dimostrano i suoi commenti, però la voglio aiutare, le ricordo che nell’inceneritore cara vengono bruciati dei rifiuti selezionati dalla raccolta differenziata,”

    Ah, giusto perchè ciscuno è libero di tentare di prendere il giro il prossimo, ma se viene sgamato ci fa una brutta figura. Il mio commento era legato al “dove vanno a finire le cartacce”. Almeno leggere sarebbe cosa cortese.

    “l’uomo serio lo studioso serio il ricercatore serio….fa le cose per bene e dice le cose per bene. Esistono poi i vari saputelli dell’ultim’ora che dicono…scemenze…”

    Sempre pronto al confronto quando, dove e come vuole, finora la figuraccia la stà facendo lei su questo argomento … ed insiste pure.

    “Poi non si preoccupi del sovrapopolamento, perchè sa’ fra poco arriverà la pandemia dell’influenza A, come le ho già detto e allora vedrà che qualcuno sparirà per sempre.”

    Il castigo di Dio … non vedeva l’ora nevvero?
    La prossima primavera su questa pandemia ci rideremo sopra, vedrò in tale occasione di ricordarmi delle sua uscita.

    “Meglio correre ai ripari quindi cercare innanzitutto di salvarsi l’anima…ci pensi può anche essere che la mia “saccenza” le possa tornare utile chissà….”

    Corra ai ripari signora, corra!
    Mentre lei corre ai ripari io cerco di correre a salvare un pezzettino di questo mondo.

  93. azzurra scrive:

    per Ilsanta,

    mi fa’ piacere che sia un uomo. Infatti lei conoscerà benissimo cosa prova una donna che abortisce, poi mi fa’ piacere sapere che lei conosce la maternità visto che è un uomo, uno sicuramente che apprezza molto la cultura poligamica, visto che gli ambientalisti verdi, comunisti e cattocomunisti….MAI una parola, embe! ci mancherebbe quella cultura lì…..vuoi mettere con quella cristiana. è tutt’altro io uomo macio e macissimo posso permettermi di fare ciò che voglio se quella vecchia babbiona di mia moglie mi rompe le p…e, una letterina e via, mica son fesso io e che gli devo versare anche il mantenimento?
    Ma vada a dar via il….(come si dice in certi momenti), meglio che mi prenda una rumena, ce ne sono così tante in giro….allora ecco che il macio italiano islamizzato, si sente tutelato, (ops! ho fatto rima) a fare ciò che gli pare, poi se arrivano i frutti della “nottata”, esiste l’aborto…..finalmente ecco il mondo nuovo cieli e terra nuova!!!

    Sà che le dico? si prenda la bicicletta che NON inquina e vada su quei “bei” paesi gestiti dai beduini e come per incanto scoprirà cieli e terra nuovi….e tutti vissero felici e contenti.

    Per fortuna che esiste la Chiesa e il suo Magistero sempre attuale di 2000 anni.

    Guardi io NON ce l’ho con lei No! perchè dovrei io ce l’ho con quelli che hanno insegnato a lei certe fesserie senza sentire l’altra campana o facendo sentire solo le note stonate di quella campana.
    La scuola la conosco e so’ come funziona e cosa ti insegnano;

    I comunisti hanno fatto di tutto per affossare l’insegnamento filosofico essenziale, un buon metro per comprendere semantiche e logiche, così che….. quando si sentono le suonare certe campane….

    Ora anche i gay possono adottare in alcuni stati “evoluti” dei bimbi, che bello….ma mi domando come possono adottare bambini i gay se poi in giro non se ne trovano?….mi risulta infatti che quelli della sua risma li vorrebbero uccidere….mistero iniquitatis…..da risolvere però prima che sia troppo tardi, perchè di virus e di malattie ce ne sono tante ma poi adesso arriverà anche la pandemia….attenzione quindi allarme rosso…o verde? boh! non so’ visto che io non so fare 1+1 che è uguale 2 lascio a lei il conticino sospeso.

  94. annarita scrive:

    A Ilsanda, dimenticavo, essendo infermiera gli ospedali li ho bazzicati un pochino.
    Leggendo il post che ha mandato ad Azzurra, mi permetto di dire che anch’io sono in procinto di salvaguardare un pezzettino di questo mondo, devo tagliare l’erba del condominio, visto che non c’è nessuno che vuole farlo!

  95. anniballo scrive:

    UN INCORAGGIAMENTO AD “ILSANTA”,CHE CERCA DI RAGIONARE CON LA SUA TESTA.————–
    La avverto, “Azzurra” sarà un osso duro, poichè è piuttosto imbevuta di una sterile cecità settaria; io ho provato più volte a ragionare con lei, ma non ho mai avuto l’onore di un contraddittorio serio. (Però devo ammettere che è è bravissima ad usare acrobazie grafiche e lettere maiuscole). Più documentati mi paiono gli sforzi argomentativi di Annarita. Ad ANNARITA, dunque, vorrei replicare circa il bel bilancio generale che lei cerca di trarre dalla storia europea. Noto,in generale, nell’interpretazione storiografica degli uomini di fede che essi tendono a valutare gli eventi dall’anno zero della ns storia cristiana. Ne segue che è totalmente fuorviante dimenticare che il cristo è arrivato quando i modi e le caratteristiche di fondo della civiltà europea erano già avviati da almeno dieci secoli. Lo sforzo, cioè, di dare un’impronta al mondo,conoscerlo per via di indagine, analizzare le leggi della natura, dare alla natura stessa una forma sintonizzata con i bisogni delle società umane, sono tutte attività che risalgono al vero, primo esordio della civiltà in questo continente, che è stato quello ellenico. (Con ragguardevoli debiti verso la civiltà dei fenici). Basta leggere Esiodo per vedere che il brulicare di iniziative, l’operosità quotidiana, i terreni dissodati, l’agricoltura etc non solo erano realtà quotidiana, ma -ancor più importante- c’era costruita sopra un’etica del lavoro, profondamente partecipata. Delle api, inoltre, parla già il pagano Virgilio; e ,per il vino e le attività relative (tute ben note e praticate), i pagani avevano addirittura una divinità. Non parliamo,poi, delle opere d’arte : i modi dell’elaborazione e della realizzazione stessa dell’idea artistica sono stati concepiti dal mondo ellenico/romano e non si sono mai più modificati. Ancor oggi, negli USA, per costruire edifici imponenti di utilità pubblica ricorrono ai moduli espressivi fondamentali, patrimonio espressivo dell’arte greca. Inoltre, il culto del bello negli edifici non era limitato, presso i pagani, solo agli edifici del culto, ma era largamente diffuso anche nel privato. Tralascio,per brevità, l’idea-base della civiltà, la regolamentazione affidata ad un corpus giuridico di leggi civili che a Roma esisteva già secoli prima del cristo. Il cristianesimo non avrebbe in alcun modo potuto cancellare tutto questo; non ha fatto altro che sovrapporvisi; quasi tutta la cultura tecnica dei monasteri cristiani derivava dalla esperienza pagana preesistente. Nè avrebbe potuto eliminare la cultura del lavoro e l’idea etica che la sottende; s’è limitato a farla propria, dandole nuovo slancio. Uno slancio, però, localizzato: lo sviluppo vero, universale è arrivato dopo, quando la scienza ha cominciato a poter disporre di mani libere e studiare la natura senza vincoli.
    Ancora, ANNARITA, mi scusi, ma l’idea che il cattolico “non si affannerà dietro al dio denaro”, è -forse- la più pateticamente errata tra quelle che Lei ha esposto. Non solo non esiste nella nostra realtà, da sempre, nessun altro valore condiviso, ma la chiesa stessa è perfettamente inserita nel sistema economico dominante, (al punto da essere, proporzionalmente, l’ente forse più opulento del mondo). E non parliamo degli scandali finanziari che la riguardano e l’hanno riguardata. Molti dei valori, inoltre, che i cattolici rivendicano come propri sono patrimonio anche di altri sistemi etici; basta dare un’occhiata al rigore dell’etica del buddha per rendersene conto.
    Mi fermo qui solo per non abusare della Sua pazienza, ma vi sarebbe altro da dire. La ringrazio.

  96. ilsanta scrive:

    @annarita

    “Ilsanta, il definire qual’è il fine dell’uomo, … anzi, mi pare non sbagliare, nel dire che l’occidente è stato tanto prolifero proprio grazie al pensiero cristiano.”

    Siamo quindi daccordo che sia gli atei,che i cattolici che i credenti delle altre confessioni religiose dovrebbero impegnarsi fattivamente, oltre la preghiera per coloro che credono, nel tentare di salvaguardare il creato (per chi crede) o il Mondo.

    “Forse avrà sentito parlare dei Benedettini che sanavano paludi e selve, per farci poi un monastero con terreni dissodati, attorno al quale nascevano i paesi e le città, avrà sentito parlare, che l’agricoltura viene proprio da quei centri, come la vinificazione, l’apicultura, etc.. Avrà sentito parlare dei certosini, che ricopiavano antichi testi classici (aristotele, platone etc.), per tramandare la cultura.”

    Guardi che di per se sanare paludi ed allevare api, costruire monasteri e cattedrali non è propriamente “salvaguardare il creato” quanto adattarlo alle esigenze umane.
    Ora che vi sia una branca dell’ecologia che si occupa degli ampbienti antropizzati è una cosa, dire che la salvaguardia del creato passa dalla sua modifca è esattamente il tipo di pensiero (guarda caso cristiano) che ha portato ai disastri ambientali di oggi.

    “La civiltà cristiana è sempre stata un brulicare di iniziative, lavoro …”

    Due paroline spenderei in merito per ricordare che il lavoro per costruire le chiese, le cattedrali, i castelli e le città antiche è per la maggior parte lavoro di schiavi o di contadini costretti a lavorare o a pagare decime per i potenti (non solo della Chiesa) che poi si costruivano i palazzi o le chiese.
    I vari artisti (Giotto, Raffaello, Leonardo, ecc.) erano la punta di diamante di un esercito di lavoratori sfruttati fra cui le morti si contavano a decine.

    “Mentre oggi, che la cristianità viene rinnegata dai documenti Europei, come siamo messi? Opere d’arte avvilenti, architettura compresa,”

    Non sono daccordo per nulla con lei, l’esempio di alcune città italiane, culla del cattolicesimo, è decisamente avvilente, ma vada a farsi un giro nella laica Zurigo e poi ne riparliamo.

    ” è ritornata la Rupe Torpea, si acclama alla morte dolce, e la malattia più in è la depressione, con un bel numero di suicidi.”

    La reputo, non c’è sarcasmo, da come parla una persona con cui è piacevole dialogare e che comprende gli argomenti in discussione pur rimanendo della sua rispettabilissima opinione.
    Dettro questo le pare davvero che nel medioevo o in qualsiasi altra epoca antica dominata, dice lei, dallo spirito del cristianesimo, vi fosse tanta umanità?
    Dimentica le condanne a morte da parte dei signorotti o dei vescovi per reati come il furto? Dimentica i roghi (Giordano Bruno ma si pensi anche ai processi per stregoneria)? Dimentica la turtura? Dimentica la schiavitù? Dimentica le guerre “sante”? I Papi guerrieri? Dimentica le abiure e le condanne degli scienziati? Dimentica le stragi dei sostenitori di altre religioni (i Valdesi in Italia ad esempio)? E’ davvero questo che lei rimpiange?
    Io non credo, e credo che se la smettessimo (tutti) di parlare per frasi fatte e per propaganda forse inizieremmo a capirci .. almeno lo spero ….

    “Questa è la bella civiltà pagana, che abbiamo voluto e i nuovi idoli sono l’ecologia e il fisico palestrato, mentre il cervello va in acqua.”

    Non capisco per quale motivo chi si occupa di ecologia dovrebbe avere il cervello che va in acqua? Un passaggio sfugge a me o a lei!

    “Certo anche un cattolico desidera vivere bene, ma a Dio piacendo, certo non si metterà ad assassinare bimbi in grembo, per stare bene”

    Non serve assassinare nessuno .. a proposito di propaganda …

    “Insomma la felicità la cercano tutti, ma non tutti nello stesso posto.”

    Bene chiedo solo che mi venga concesso di cercarla dove voglio io, chiedo forse troppo?

    “Per quanto riguarda se i bambini nati in modo non naturale…”

    Non mi sono spiegato.
    Allora, la Chiesa Cattolica non approva l’uso dei preservativi. I preservativi sono anticoncezionali, ossia il loro uso non comporta la formazione di nessun embrione, nessun “bambino” muore e nessuna anima si muove.
    La Chiesa Cattolica propone altri metodi anticoncezionali, anche in questo caso lo scopo è quello di limitare le nascite, tale e quale a chi usa il profilattico.
    Perchè lei spaccia i primi per degli assassini (forse assassini di spermatozoi?) e spaccia i secondi per santi?
    Gradirei una risposta su questo, lasciando perdere rupi ed aborti di cui IO non ho mai parlato.

    “Ma una lancia a suo favore voglio scagliarla,”

    Mi pare si dica spezzarla non scagliarla, se lei me la scaglia io mi devo spostare!!! :-)

    ” se lei era cattolico e ora non lo è più è proprio perchè le sono mancati begli esempi da seguire o imitare.”

    Può essere.

    “Sicura, che se avesse incontrato un S.Curato D’Ars, o un Don Bosco, sarebbe il più fervente dei cattolici,”

    E’ una sicurezza che deriva dalla sua fede, lungi da me contestarla ….

    “oncludo con il dirle, che un cattolico che non cerchi di farsi santo e pertanto divenga simile a Gesù, non farà la volontà di Dio e non potrà insegnare nulla a nessuno, nemmeno se parlasse come un angelo.”

    Sul fine concordiamo, restano solo da stabilire i mezzi.

    “Che Dio la benedica, ma quello vero!”

    La ringrazio della benedizione e della vivace ma piacevole (spero anche per lei) discussione.

  97. azzurra scrive:

    UN INCORAGGIAMENTO AD “ILSANTA”,CHE CERCA DI RAGIONARE CON LA SUA TESTA.————–(???????????)
    La avverto, “Azzurra” sarà un osso duro, poichè è piuttosto imbevuta di una sterile cecità settaria; io ho provato più volte a ragionare con lei, ma non ho mai avuto l’onore di un contraddittorio serio.

    E CHE CI SI POTEVA ASPETTARE ANCORA DA ANNIBALLO??

    Mamma mia che paura!! anche al mio cane piace rosicchiare gli ossi duri.

    UHMM!!! strano questo repentino soccorso a Ilsanta diffilcoltà??? mi pare di si…..1+1=2 mai 3

    invece di studiare darwin o fesserie del genere che NON sono scientificamente provate, studiate la matematica o leggete topolino…. perchè se evitate di sparare certe…
    corbellerie e cretinate…

    CONTRIBUIRETE anche voi A SALVARE UN PO’ DI CREATO!!!!

  98. JOHN COLTRANE scrive:

    @ILSANTA- La “laica Zurigo” è diventata propsera grazie al lavoro semischiavistico dei nostri immigrati; legga “L’orda-quando gli albanesi eravamo noi”, di GianAntonio Stella. Per non parlare della prosperità che le deriva dal denaro sporco riciclato nei suoi santuari laici chiamati “banche”.
    Ma poi guardi: la serenità che ha una persona che ha la certezza che DIO c’è e che la ama personalmente, lei non la vedrà mai in qualcuno pieno di soldi e di cultura ma che vede la sua vita passare velocemente verso il nulla. La saluto.

  99. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “mi fa’ piacere che sia un uomo.”

    Contenta lei …

    “Infatti lei conoscerà benissimo cosa prova una donna che abortisce,”

    Io non lo so, lei si? Ha mai abortito?

    “poi mi fa’ piacere sapere che lei conosce la maternità visto che è un uomo,”

    Sono padre di due figli, sposato non divorziato o separato. Lei è padre? Sa cosa significa essere padre?

    ” uno sicuramente che apprezza molto la cultura poligamica, ….”

    Signora io non so cosa stia bevendo ma è meglio se smette, anche fosse solo acqua! Sai mai che la cacca islamica abbia contaminato le falde …..

    “Sà che le dico? si prenda la bicicletta che NON inquina e vada su quei “bei” paesi gestiti dai beduini e come per incanto scoprirà cieli e terra nuovi….e tutti vissero felici e contenti.”

    Io la bicicletta la uso, la uso con tranquillità muovendomi nel mio comune e respirando aria buona, senza il fumo degli inceneritori che mi entra nei polmoni.
    Vuole venire a trovarmi che facciamo un giretto insieme?

    “Per fortuna che esiste la Chiesa e il suo Magistero sempre attuale di 2000 anni.”

    Che c’è da temere dunque?

    “Guardi io NON ce l’ho con lei No!”

    Per fortuna, sennò chissà quali complimentoni mi faceva!!!

    “perchè dovrei io ce l’ho con quelli che hanno insegnato a lei certe fesserie senza sentire l’altra campana o facendo sentire solo le note stonate di quella campana.”

    Insomma dice che mi hanno rovinato i 10 anni di Azione Cattolica …

    “La scuola la conosco e so’ come funziona e cosa ti insegnano;”

    Docente Universitario?

    “I comunisti hanno fatto di tutto per affossare l’insegnamento filosofico essenziale, un buon metro per comprendere semantiche e logiche, così che….. quando si sentono le suonare certe campane….”

    Ma per fortuna adesso i Comunisti non sono nemmeno più in Parlamento adesso ci sono Papi e Borghezio che ci insegnano i veri valori, si ritenga fortunata!!!

    “Ora anche i gay possono adottare in alcuni stati “evoluti” dei bimbi, che bello….ma mi domando come possono adottare bambini i gay se poi in giro non se ne trovano?”

    Allora problema risolto non trova?

    “….mi risulta infatti che quelli della sua risma li vorrebbero uccidere….mistero iniquitatis…..da risolvere però prima che sia troppo tardi, perchè di virus e di malattie ce ne sono tante ma poi adesso arriverà anche la pandemia….attenzione quindi allarme rosso…o verde? boh!”

    Ma come? Prima era così sicura del castigo divino e adesso retrocede?

    “non so’ visto che io non so fare 1+1 che è uguale 2 lascio a lei il conticino sospeso.”

    Va bene ….

  100. bo.mario scrive:

    Qualcuno come me cerca di ragionare. Il difficile viene quando si parla di anima che è una cosa inventata. Non si possono imbastire ragionamenti reali. La vs credenza si basa sul niente e volete parlare di salvare il creato, si è creato da solo. Mi viene in mente che durante l’inquisizione strappavano un braccio, reale, per salvare l’anima. Se a Voi interessa che stiano bene le persone già sarebbe una cosa utile. Avete una deriva ipocrita che non vi dovrebbe permettere di parlare della realtà. Quell’altri fanno anche peggio ma non vi giustifica. Quando si parla della realtà parliamo della realtà. Quando si parla di fantasia parliamo di fantasia. Mescolare le due cose, oltre che difficile, è solo ipocrisia. Un saluto e buona giornata.

  101. peccatore scrive:

    Come ho già tentato di spiegare, John, che è tutto fuorchè una vittima, sta seminando zizzania allergenica peggio dell’ambrosia. Così abilmente da trovare difensori. Nel mio piccolo ribadisco un concetto: DIO NON VUOLE IL MALE DI NESSUNO.
    Gesù ha chiamato “amico” anche Giuda che l’ha tradito ed ha rimproverato Pietro che nel Getsemani aveva sguainato la spada per difenderlo.
    Le altre religioni odiano/uccidono con meno scrupoli i nemici, attribuendo il “placet” a Dio.
    Se anche qualche cristiano l’ha fatto, non l’ha fatto secondo il vangelo.

    Dio non c’entra MAI con il male, che viene dal peccato. E’ il peccato che non vogliamo mettere a tema, soprattutto chi non si avvede del “principe della solfatara”, finendo con accettare le bestiate di chi attribuisce il male a Dio, un “dio” duale, manicheo e comunque non cristiano. Il Dio rivelato da Gesù permette che il peccato “faccia il suo corso”. IN CROCE CI FINISCE DIO PER L’UOMO, NON l’UOMO PER DIO! A satana questo scoccia. E anche a qualche scrivano su questo blog…
    Ponzio Pilato aveva identificato un gruppo di Galilei con dei piani di rivolta armata contro il potere di Roma. Per lui erano dei terroristi, per altri dei patrioti. Pilato fu informato dai suoi servizi che questi terroristi sarebbero venuti a Gerusalemme per pregare nel Tempio e ad offrire a Dio dei sacrifici, forse un pretesto per l’inizio di una rivolta. Fatto sta che Pilato li intrappolò nel tempio e ne fece carneficina “mescolando il loro sangue con quello dei sacrifici”. La cosa fece grossa impressione. Ne’ la santità del luogo (il Tempio) ne’ l’atto di culto è valsa per questi patrioti/terroristi come protezione contro un prefetto senza scrupoli. E dal vangelo, letto come “cronaca locale”, sappiamo che durante i lavori di costruzione di una torre, presso la piscina di Siloe, un errore o una fatalità determinò un crollo letale per diciotto persone, non si sa se operai edili o ignari passanti nei pressi. Ed ecco il vangelo di Luca: “In quello stesso tempo si presentarono alcuni a riferirgli circa quei Galilei, il cui sangue Pilato aveva mescolato con quello dei loro sacrifici. Prendendo la parola, Gesù rispose: “Credete che quei Galilei fossero più peccatori di tutti i Galilei, per aver subito tale sorte? No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo. O quei diciotto, sopra i quali rovinò la torre di Sìloe e li uccise, credete che fossero più colpevoli di tutti gli abitanti di Gerusalemme? No, vi dico, ma se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo”.
    La morte è conseguenza del peccato, spiega la Bibbia. Dio non l’aveva creata, ma la vicenda umana, lasciatasi sedurre da satana, l’ha introdotta nella creazione. Si può morire in modo sereno o cruento, atteso o improvviso, spesso ingiustamente ma con un motivo (una guerra), altre volte assurdamente (uno scherzo, un fulmine, un terremoto…). In ogni caso la morte NON è una punizione di Dio. La morte, nelle sue molte varianti, riguarda peccatori e non. Che peccato (in senso della consapevolezza nel compierlo) può avere un bambino di due mesi? Il peccato originale vale per tutti. Il peccato genera la sofferenza: la croce è l’anticamera della morte. E la morte non è una punizione divina. Gesù, morendo, ci dice esattamente questo.
    La morte è una possibilità, che ci ricorda che abbiamo del tempo, che è una grazia ricevuta, ma che questo tempo non sappiamo quando potrebbe interrompersi, trovandoci nella nostra condizione di peccatori, comune a tutti quanti gli esseri soltanto umani (tranne Maria). Allora alla morte biologica del corpo, che si apre alla vita ultraterrena, destinata a risorgere anche nei corpi, potrebbe seguire la morte dell’anima, inappellabile.

    Visto che John cita così bene, rileggiamo i passi con il “termovalorizzatore” della Geenna.
    E’ un tema evaso da una certa pastorale, sotterrato (è proprio il caso di dirlo) dal cumulo di considerazioni politico-filosofico-psico-sociologiche sulla caducità della condizione umana, comprendendo anche delle più o meno velate accuse a Dio, che sarebbe “incapace di evitarci le sofferenze” (e perciò non buono o non onnipotente), quando non addirittura Lui a inviarcele…
    Capire questa prospettiva sarebbe già un buon ingresso nell’accettazione della realtà, “salvaguardia del creato” compresa… Buon appetito, anche a Ilsanta e compagnia cantante (leggo che sono arrivati proprio tutti…).
    Ucci ucci sento odor di disperatucci… sursum corda e, vista l’idiosincrasia al latino, non mettetevela al collo!

  102. ilsanta scrive:

    @John

    “La “laica Zurigo” è diventata propsera grazie al lavoro semischiavistico dei nostri immigrati…”

    Certamente vero, ma forse qui il punto non era tanto stabilire da dove vengono i soldi o il lavoro, ma come vengono utilizzati per “abbellire il creato” anche in Paesi ad impronta non cattolica. Avere soldi e sprecarli in mastodontici edifici o in città caotiche non è ne razionalmente ne cristianamente accettabile.

    “Ma poi guardi: la serenità che ha una persona che ha la certezza che DIO c’è e che la ama personalmente, lei non la vedrà mai in qualcuno pieno di soldi e di cultura ma che vede la sua vita passare velocemente verso il nulla.”

    Lo dice lei.

    “La saluto”

    Ricambio il saluto e ringrazio.

  103. JOHN COLTRANE scrive:

    Senti “Peccatore” , ognuno può dire cose giuste o sbagliate, interessanti o meno, ma non accetto che tu ti arroghi il diritto (omeiltuo socio Simon, di dirmi che sono un provocatore che semima zizzania.
    Sarai anche una grande teologo, ma devi imparare ancora la minima educazione.Il male comunque è uno solo: non giungere a conoscere DIO. Leggi un pò di più il Vangelo, magari.

  104. azzurra scrive:

    Non mi sono spiegato.
    Allora, la Chiesa Cattolica non approva l’uso dei preservativi. I preservativi sono anticoncezionali, ossia il loro uso non comporta la formazione di nessun embrione, nessun “bambino” muore e nessuna anima si muove.
    La Chiesa Cattolica propone altri metodi anticoncezionali, anche in questo caso lo scopo è quello di limitare le nascite, tale e quale a chi usa il profilattico.
    Perchè lei spaccia i primi per degli assassini (forse assassini di spermatozoi?) e spaccia i secondi per santi?
    Gradirei una risposta su questo, lasciando perdere rupi ed aborti di cui IO non ho mai parlato….HA DETTO ILSANTA

    senti caro usalo pure il preservativo senza intoppi visto che non sei cattolico e visto che non ascolti gli insegnamenti della Chiesa, chi te lo vieta l’inquinamento?
    hai detto che il profilattico per l’ambiente non è un grosso problema, essendo poi l’esperto in ambiente di cui ti vanti DOVRESTI SAPERE che inquinano caro….si noti la risposta sull’inceneritore…. porello…..

    Sei un pessimo mentitore di te stesso sei uno con la coda fumante con la parvenza del perbenista, ma le tue fauci fuoriescono dal tuo “candido” vestitino di umanitario e di ecologista.

    Allora STAMPALO bene in testa perchè NON te lo RIPETERO’ PIU’:

    LA S. MADRE CHIESA NON AMMETTE I PERSEVATIVI PERCHE’ SONO UNA FORMA MALSANA DI REGOLAZIONE DELLE NASCITE, IN QUANTO E’ UN MODO COME UN’ALTRO PER NON EDUCARE ALLA SOBRIETA’ SESSUALE ALL’INTERNO DELLA COPPIA.

    LA DONNA NATURALMENTE E’ DOTATA DI PERIODI FERTILI E PERIODI INFERTILI TRA UN CICLO E L’ALTRO.

    QUINDI LA CHIESA NON HA MAI VIETATO DI NON “FARLO” SE NON PER PROCREARE, MA DI “FARLO” SEGUENDO IL CALENDARIO NATURALE, CHE IL CREATORE CI HA DONATO.

    MAI SENTITO PARLARE DEL METODO BILLINGS? STUDIALO!!!!!!

    CERTO CHE darwin LO SCIENZIATO IL QUALE AVREBBE SCOPERTO L’ORIGINE DELLA VITA SI E’ DIMENTICATO DI SCOPRIRE QUANDO LA DONNA E’ FERTILE E QUANDO NON LO E’.
    D’ALTRONDE SE AL SUO FIANCO AVEVA SOLO SCIMMIE DA STUDIARE E ANALIZZARE COME POTEVA STUDIARE L’UOMO E CAPIRNE LA DIFFERENZA?

    BRAVO darwin e seguaci DISCENDIAMO DALLA SCIMMIA SECONDO LUI e seguaci MA PER I TRAPIANTI DI ORGANI SI USANO PEZZETTINI DI MAIALE…..CHE BELLA CILECCA E QUESTI SONO I VOSTRI MAESTRI!!!

    MEGLIO CHE PRENDIATE LA BICI CHE NON INQUINA E COMINCIATE A PEDALARE!!!! SONO SICURA CHE ANDRETE MOLTO LONTANO!!!!!

  105. JOHN COLTRANE scrive:

    Tra l’altro, Peccatore, la tua teologia differisce davvero poco da quella dei Testimoni di Geova, ossessionati da satana.
    Guarda che la Croce di Gesù, ci rivela il peccato fondamentale di ognuno di noi, il deicidio interiore che abbiamo tutti commesso. Comunque, contento tu, contenti tutti.

  106. “Gesù ha chiamato “amico” anche Giuda che l’ha tradito ed ha rimproverato Pietro che nel Getsemani aveva sguainato la spada per difenderlo.
    Le altre religioni odiano/uccidono con meno scrupoli i nemici, attribuendo il “placet” a Dio.
    Se anche qualche cristiano l’ha fatto, non l’ha fatto secondo il vangelo.”

    Peccatore, huuu huuu…
    allora non vuoi capire (scusami la confidenza)…
    qui purtroppo sembra che… da qualche parte… qualcuno…
    qualcosa… uno pseudo-cattolicesimo… da battaglia…
    stia propendendo a instillare (si instillare, nel senso di piano piano, goccia a goccia)… idee strane… al cui culmine c’è la “Pazza Idea” del “Dio lo vuole” (in cui rientra tutto ciò che vogliono loro).
    Gli spiriti più accorti anticipano, prendono le distanze e avversano!

  107. JOHN COLTRANE scrive:

    Mah sì, prendete le distanze dalle persone semplici nche non hanno dubbi che tutto proviene da DIO: voi siete l’avanguardia illuminata che vigila sui credenti babbei e ignoranti- Ma una parola (una) sulle citazioni della Bibbia che ho fatto, non ne ho ancora vista.
    Per esempio: “Il Padre Mio opera sempre, ed anch’IO” (Giovanni cap 5).

  108. Artefice1 scrive:

    Signor Tornielli …… spassionatamente mi viene da dire un: NON Ci Siamo proprio.

    Ma dico io
    Dio Padre Creatore, Eterna Misericordia, AMMINISTRATORE UNICO, Presente Costantemente, SAREBBE STATO???
    (per es. mandato in ferie)anche dalla chiesa?

    La Libertà sarebbe un fatto Personale???

    La Persona è del Padre???

    Dunque l’Umanità Fruisce oppure Amministra???

    Io direi che l’UNICO Amministratore sarebbe il Padre! Portatore della CON-Ferita Peculiare Dignità CON-Facente.

    Quando MAI Individui Imperfetti disporranno della facoltà di CON-Tenere la Potenza del Padre Dio Creatore, PER ESSERE in grado di Amministrare LA NORMALITA’???

    NON risulta ancora Chiaro che la FORZA si Significati ha Determinato appunto ogni sorta di PER-Dizioni PER Disastri???
    Ostinarsi Giova???

    Quale Versione può ESSERE, se sprovvista del Padre (appunto la “”“più grande e condivisa assunzione di responsabilità”””, potrà MAI garantire l’Esistenza NORMALE all’Umanità???

    Non sarebbe proprio il caso di approfondire il Principio Capitale abbandonando la voragine di significati ormai chiaramente privi di Senso??? Piuttosto che PER-Severare Libere FORME ISTITUITE e SUB-Ordinate, tenute sempre PER Onorare il Principio Capitale finalmente chiamato SUSSIDIARIETA’???

    Mi pare……….

  109. azzurra scrive:

    ad Ilsanta ultima cosuccia tanto per aiutare i fessi come me che NON sanno fare i conti della serva:

    1) ha esordito dicendo che il Santo Padre DEVE stare zitto!

    2) ha detto che NON è nè verde e nemmeno comunista

    3) ha detto che lavora con gli immigrati, tranne poi quando gli ho smontato le sue fesserie a riguardo ha detto che:

    4) lavora per l’ambiente e sa’ di cosa sta’ parlando, salvo poi fare figure barbine sull’inceneritore e la raccolta differenziata.

    5) adesso ultima novità quello che scrive è l’insegnamento di 10 anni di azione cattolica.

    senti cocco de mamma la bici che usi per pedalare sei assicurati che abbia la sella, essendo un maschietto potresti farti la bua! e poi…..nottate zero con o senza persevativo, beh! almeno non inquini per un po’!!

    poveretto chiedi a me se ho abortito, tu piuttosto che sei a FAVORE hai mai fatto ABORTIRE?

  110. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    Adesso interviene anche sui post altrui?

    “senti caro usalo pure il preservativo senza intoppi visto che non sei cattolico e visto che non ascolti gli insegnamenti della Chiesa,”

    Grazie della concessione!!!

    “hai detto che il profilattico per l’ambiente non è un grosso problema, essendo poi l’esperto in ambiente di cui ti vanti DOVRESTI SAPERE che inquinano caro….si noti la risposta sull’inceneritore…. porello…..”

    Se lei ha dei dati sull’incidenza dei profilattici in lattice li esponga, se sono solo sue paranoie ne prendo atto.

    “Sei un pessimo mentitore di te stesso sei uno con la coda fumante con la parvenza del perbenista, ma le tue fauci fuoriescono dal tuo “candido” vestitino di umanitario e di ecologista.”

    Non ho capito cosa ha scritto, me lo rispiega?

    “Allora STAMPALO bene in testa perchè NON te lo RIPETERO’ PIU’:”

    Per fortuna!!!

    “LA S. MADRE CHIESA …”

    Per prima cosa le chiederei edi smettere di urlare, grazie.
    Secondo. Se lei avesse letto il dialogo con Annarita avrebbe capito che a me non interessa quale metodo anticoncenale vuole usare un cattolico, se vuole usare i film di Topolino a me non interessa, ma si tratta di capire perchè chi usa il profilattico è chiamato assassino e chi usa altri metodi no, punto.
    E’ chiaro?

    “QUINDI LA CHIESA NON HA MAI VIETATO DI NON “FARLO” SE NON PER PROCREARE,”

    Troppi “non”, mi sono perso ….

    “MA DI “FARLO” SEGUENDO IL CALENDARIO NATURALE, CHE IL CREATORE CI HA DONATO.”

    MAI SENTITO PARLARE DEL METODO BILLINGS? STUDIALO!!!!!!”

    Guardi che l’ho già fatto e mi sono studiato anche l’Ogino-Knaus e quello della temperatura basale, tranquillizzata su questo, le ricordo che tali metodi “funzionano” in aperto contrasto con il “CALENDARIO NATURALE, CHE IL CREATORE CI HA DONATO”, tant’è che si impone l’astineza nei giorni fertili, giorni che la natura (si ricorda la natura creata da Dio ecc.) ha dedicato in modo particolare all’accoppiamento, pertanto i metodi citati sono per definizione contro-natura.

    “CERTO CHE darwin LO SCIENZIATO IL QUALE AVREBBE SCOPERTO L’ORIGINE DELLA VITA”

    L’origine delle specie, non della vita (ma lei è un’insegnate?)

    “SI E’ DIMENTICATO DI SCOPRIRE QUANDO LA DONNA E’ FERTILE E QUANDO NON LO E’.”

    Doveva fare tutto lui? a lei poi cosa rimaneva da scoprire?
    Quel cretino si è dimenticato anche di scoprire il DNA, che pirla vero?

    “D’ALTRONDE SE AL SUO FIANCO AVEVA SOLO SCIMMIE DA STUDIARE E ANALIZZARE COME POTEVA STUDIARE L’UOMO E CAPIRNE LA DIFFERENZA?”

    A dire il vero studiò di più i fringuelli, la discendenza dell’uomo dalla scimmia nel primo libro è solo fugacemente accennata.
    Lei non ha letto quel “libraccio” lo ammetta!!!

    “BRAVO darwin e seguaci DISCENDIAMO DALLA SCIMMIA SECONDO LUI e seguaci MA PER I TRAPIANTI DI ORGANI SI USANO PEZZETTINI DI MAIALE…..CHE BELLA CILECCA E QUESTI SONO I VOSTRI MAESTRI!!!”

    Potrei entrare nello specifico se vuole e spiegarle perchè si usano i maiali, vuole?

    “MEGLIO CHE PRENDIATE LA BICI CHE NON INQUINA E COMINCIATE A PEDALARE!!!! SONO SICURA CHE ANDRETE MOLTO LONTANO!!!!!”

    Già fatto grazie, lei prenda pure il SUV e vada Messa a pregare per la salvaguardia del creato.

  111. John, le distanze non le prendo da te, figurati.
    Le distanze vanno prese nei confronti di ciò che scrivevo nei post.

  112. peccatore scrive:

    John: darmi del TdG … suvvia !
    Allora sei proprio duro di cervice…
    E pensi che il cornutello non c’entri proprio nulla?
    No? E allora è Dio (=amore) a volere il male?
    E’ Dio (=amore) ad odiare il nemico?
    E’ Dio ad aver inviato lo tsunami?
    Per i TgG forse sì… mi sa che ne conosci troppi.
    Comunque concordo: la prima umiltà dell’uomo è nella conoscenza di Dio. Dio si è fatto uomo, tanto era umile. E’ morto in croce, perfino. E tu che cosa hai capito?
    Quel che vorrebbe il Nemico! Ingenuo non sembri…

  113. JOHN COLTRANE scrive:

    Secondo te i TdG attribuiscono lo tsunami a DIO?! Ma dove vivi? Ripeto x l’ennesima volta: tutte le citazioni di Vangeli e Bibbia in cui si dice chiaramente che DIO è l’Autore di tutto, come le vedi? Traduzioni sbagliate o cosa? Se non vuoi parlare di questo, non so proprio cosa dirti. Non sarò certo io a convincerti che DIO è il Creatore di tutto ma solo DIO stesso, se ti metti in umile preghiera senza pregiudizi teologici prestampati. Evidentemente per te l’unica cosa importante non è raggiungere la conoscenza di DIO e quindi la Vita Eterna, se no capiresti che il “male” che ti scandalizza tanto, è come un medico che taglia una gamba in cancrena a un malato; certo che non è una cosa piacevole, ma il fine qual’è? Di salvare una vita.
    Prova a rileggere lo splendido commento di Annarita.

  114. annarita scrive:

    Ilsanta, anche una cattolica può “raramente” sbagliare, infatti non volevo dire scagliare (lapsus froidiano?), ma spezzare. :D
    Comunque mi pare di sentire nel suo parlare molte delle favolette che la scuola ci fa bere come storiche, poi chissà perchè finite le superiori e iniziata l’università ti ritrovi testi che non sono più in linea con un Medioevo disumano con roghi sempre accesi. Bisogna anche verificare cosa facessero i Valdesi, mica erano stinchi di santi coloro, che inculcavano nella popolazione l’odio per la vita ed intimavano al suicidio e all’infanticidio. Poi i medioevali ,non erano come noi, tanto buonisti verso gli assassini sia del corpo che dell’anima. Mentre noi che gridiamo: “non uccidete caino!”, facciamo poi strage di innocenti, senza nemmeno turbarci in coscienza.
    Con ciò ribadisco, che se il mondo è divenuto quel che è non è solo per il male dei non credenti, ma specialmente per il bene non fatto dai credenti, qui possiamo essere concordi.
    Per quanto riguarda il salvaguardare l’ambiente come intende lei (criticando l’esempio fatto da me sui Benedettini), non sarà mai possibile, perchè per poter lasciare l’ambiente intatto ed immacolato come vogliono certi ecologisti, bisogna che l’uomo non esista. Poi diciamolo, il creato è stato fatto per l’uomo o l’uomo per il creato? L’uomo deve governare il creato che il buon Dio gli ha dato, al meglio, e ne dovrà rendere conto, ma utilizzandolo, non lasciando che le paludi lo affondino, o che le sterpaglie lo soffochino, mangiando licheni o brucando l’erba. Insomma non vorremmo credere che l’età dell’oro era quella dell’uomo che viveva nelle caverne!?
    Apurato che il peccato originale colpisce tutti gli uomini indistintamente, è inutile pensare che possa essere esistita un’ epoca immacolata, ma certamente questa di oggi è l’epoca meno vicina al Regno di Dio, mentre l’uomo medioevale, nonostante il peccato originale pesasse anche su di lui, aveva almeno capito il fine della vita: conoscere, amare e servire Dio e tutta la società era indirizzata verso questo fine e chi cercava di corrompere le anime ed inculcare false strade e falsi dei, a volte veniva eliminato, ma non immaginiamoci preti assetati di sangue che nonostante il volere del popolo metessero al rogo poveri diavoli, era solitamente il popolo che voleva che fosse fatta giustizia ed interpellava le autorità secolari o eclesiastiche. Noi ci scandaliziamo, perchè siamo cresciuti a nutella e telenovelas, siamo sentimentalisti, buonisti, ma spesso ingiusti, perchè per non offendere nessuno (a parte la Chiesa) diciamo che è bene anche il male, cerchiamo di non scontrarci a discapito della verità, diciamo che è bene che ognuno faccia come vuole, ma se poi va all’inferno e noi non l’abbiamo avvertito, che bene è?
    Noi siamo ormai abbituati a sopportare ogni assurdità, ogni indecenza, ogni violenza, perchè ce la condiscono con belle parole e begli ideali di libertà, il miele trabocca. Come potremmo capire l’uomo medioevale, che dava all’anima più importanza che alcorpo, (non disprezzando però nemmeno quello), se per noi l’anima ha così poca importanza.

  115. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “ad Ilsanta ultima cosuccia tanto per aiutare i fessi come me che NON sanno fare i conti della serva:”

    Che sia l’utima però, mi raccomando!

    “1) ha esordito dicendo che il Santo Padre DEVE stare zitto!”

    La frase nel post originale è: – Ricordo infine che se qualcuno non ha nulla di rilevante da dire può starsene anche zitto – ribadisco è sottoscrivo.

    “2) ha detto che NON è nè verde e nemmeno comunista”

    Sono un essere misteriossssssooooo …..

    “3) ha detto che lavora con gli immigrati, tranne poi quando gli ho smontato le sue fesserie a riguardo ha detto che:”

    Non ho mai detto che lavoro con gli immigrati, sta scrivendo una cosa falsa …. subito a confessarsi … via!!

    “4) lavora per l’ambiente e sa’ di cosa sta’ parlando, salvo poi fare figure barbine sull’inceneritore e la raccolta differenziata.”

    Sono ancora in attesa di sue notizie, su mi faccia fare altre figure barbine, dai!!

    “5) adesso ultima novità quello che scrive è l’insegnamento di 10 anni di azione cattolica.”

    Mi scuso, non avevo capito che anche lei è extracomunitaria e non sa leggere l’italiano ne capire cosa sia l’ironia, mi spiace ….

    “senti cocco de mamma la bici che usi per pedalare sei assicurati che abbia la sella”

    Prima cosa che faccio … sempre!!

    “essendo un maschietto potresti farti la bua!”

    Lei come femminuccia la usa spesso la bicicletta senza sella? Non credo che il suo parroco sarebbe contento sa?

    “e poi…..nottate zero con o senza persevativo, beh! almeno non inquini per un po’!!”

    E io che pensavo di rifarmi con lei! Mi sa che non c’è niente da fare vero?
    Vabbè allora tra noi finisce qui ….

    “poveretto chiedi a me se ho abortito, tu piuttosto che sei a FAVORE hai mai fatto ABORTIRE?”

    Io no, e lei non sa cosa significa abortire.
    Prima di fare la maestrina si assicuri di sapere di cosa parla.

    Baci.

  116. ilsanta scrive:

    @Annarita

    “Ilsanta, anche una cattolica può “raramente” sbagliare, infatti non volevo dire scagliare (lapsus froidiano?), ma spezzare.”

    Figurati, non ho resitito e ho sparato la battuta!!

    “Comunque mi pare di sentire nel suo parlare molte delle favolette che la scuola ci fa bere come storiche, poi chissà perchè finite le superiori e iniziata l’università ti ritrovi testi che non sono più in linea con un Medioevo disumano con roghi sempre accesi.”

    Mi pare che il confronto fosse fra l’umanità dei tempi andati intrisi di cristianesimo e i tempi moderni a tuo dire, slegati dagli insegnamenti della Chiesa.
    Quale periodo era più “umano”?

    “Bisogna anche verificare cosa facessero i Valdesi, mica erano stinchi di santi coloro, che inculcavano nella popolazione l’odio per la vita ed intimavano al suicidio e all’infanticidio.”

    Scusa dove avresti letto queste cose, di grazia?
    Mi sa che tu non hai mica letto nulla in merito.
    - Così un occasionale cronista dell’epoca scrive in una lettera, come riportato da Oreste Dito: “Oggi a buon’ora si è cominciato a far l’orrenda iustizia di questi luterani, che solo in pensarvi è spaventevole: e così sono questi tali come una morte di castrati; li quali erano tutti serrati in una casa, e veniva il boia e li pigliava a uno a uno, e gli legava una benda avanti gli occhi, e poi lo menava in un luogo spazioso poco distante da quella casa, e lo faceva inginocchiare, e con un coltello gli tagliava la gola, e lo lasciava così; di poi pigliava quella benda così insanguinata, e col coltello sanguinato ritornava a pigliar l’altro, e faceva il simile… Si é dato l’ordine, e già sono qua le carra, e tutti si squarteranno e si metteranno di mano in mano per tutta la strada che fa il procaccio fino ai confini della Calabria” -

    “Poi i medioevali ,non erano come noi, tanto buonisti verso gli assassini sia del corpo che dell’anima. Mentre noi che gridiamo: “non uccidete caino!”, facciamo poi strage di innocenti, senza nemmeno turbarci in coscienza.”

    Sbaglio o fino al 1869 per la Chiesa l’aborto non era un delitto contro la persona?
    Inoltre fra le righe leggo che per te la pena di morte è giustificata e chi è contrario è un buonista?

    “Con ciò ribadisco, che se il mondo è divenuto quel che è non è solo per il male dei non credenti, ma specialmente per il bene non fatto dai credenti, qui possiamo essere concordi.”

    Io preferisco dire che se il mondo è quello che è il merito lo si deve ai non credenti e ai credenti che malgrado le superstizioni religiose hanno saputo usare il cervello.

    “Per quanto riguarda il salvaguardare l’ambiente come intende lei (criticando l’esempio fatto da me sui Benedettini), non sarà mai possibile, perchè per poter lasciare l’ambiente intatto ed immacolato come vogliono certi ecologisti, bisogna che l’uomo non esista.”

    Veramente a me basterebbe non rovinarlo ulteriormente, inoltre continua a trattare l’ecologia come una filosofia e non come una branca della scienza.

    “Poi diciamolo, il creato è stato fatto per l’uomo o l’uomo per il creato?”

    La seconda che ha detto.

    “L’uomo deve governare il creato che il buon Dio gli ha dato, al meglio, e ne dovrà rendere conto,”

    Guardi che per millenni il creato si è arrangiato benissimo senza l’uomo.

    “ma utilizzandolo, non lasciando che le paludi lo affondino, o che le sterpaglie lo soffochino,”

    Se vuole andiamo a visitare un bosco o un’area umida così vedrà che oggi, con i mezzi che abbiamo, ciò che lei considera con raccapriccio nasconde qualcosa di molto più “divino” delle mille cattedrali sparse nel mondo.

    “mangiando licheni o brucando l’erba. Insomma non vorremmo credere che l’età dell’oro era quella dell’uomo che viveva nelle caverne!?”

    Assolutamente no! Ma questo non significa che dobbiamo essere ciechi di fronte al “consumo” dell’ambiente in cui viviamo.

    “Apurato che il peccato originale colpisce tutti gli uomini indistintamente, è inutile pensare che possa essere esistita un’ epoca immacolata,ma certamente questa di oggi è l’epoca meno vicina al Regno di Dio,”

    Sempre sua opinione su cui è difficle esprimersi.

    “mentre l’uomo medioevale, nonostante il peccato originale pesasse anche su di lui, aveva almeno capito il fine della vita: conoscere, amare e servire Dio e tutta la società era indirizzata verso questo fine e chi cercava di corrompere le anime ed inculcare false strade e falsi dei, a volte veniva eliminato,”

    Evviva come è buono Dio, come è buona la Chiesa, evviva!!!

    “ma non immaginiamoci preti assetati di sangue che nonostante il volere del popolo metessero al rogo poveri diavoli, era solitamente il popolo che voleva che fosse fatta giustizia ed interpellava le autorità secolari o eclesiastiche.”

    E loro da bravi pretuzzi mica dicevano di no, anzi procuravano pure la legna, ma che bravi!

    “Noi ci scandaliziamo, perchè siamo cresciuti a nutella e telenovelas, siamo sentimentalisti, buonisti, ma spesso ingiusti, perchè per non offendere nessuno (a parte la Chiesa) diciamo che è bene anche il male, cerchiamo di non scontrarci a discapito della verità, diciamo che è bene che ognuno faccia come vuole, ma se poi va all’inferno e noi non l’abbiamo avvertito, che bene è?”

    Avvertire è una cosa, cuocere a fuoco vivo o sgozzare è un’altra, eh …

    “Noi siamo ormai abbituati a sopportare ogni assurdità, ogni indecenza, ogni violenza, perchè ce la condiscono con belle parole e begli ideali di libertà, il miele trabocca. Come potremmo capire l’uomo medioevale, che dava all’anima più importanza che alcorpo, (non disprezzando però nemmeno quello), se per noi l’anima ha così poca importanza.”

    Se poi il corpo era di qualche bella fanciulla che fa il Papa, disprezza? Ma figurati, tutta robbba buona quella!!!!

  117. azzurra scrive:

    per il Ilsanta…

    i dati sull’inquinamento dovrebbe fornirli LEI VISTO che è UN ESPERTO in AMBIENTE, DOTATO di magici poteri per difendere l’ambiente… usando l’aborto.

    poi caro esegeta del culto darwin, mi SPIEGA il metodo Billings?…. visto che io sono ignorante e lei “l’architetto” del sapere e di quello che dovrebbero sapere gli altri o meglio dire gli altri….!!!

    origine della specie? non della vita? ma come tutto qua? il grande darwin il dio sole di tutta la scienza?

    e tu cocco di mamma ti basi allora su uno che studiando la scimmia ha capito come è nato l’uomo? che strano a scuola dai tuoi amici verdi comunisti e cattocomunisti la storiella era che questo scienziato scoprendo la specie ha scoperto anche la vita. Poi un giorno la lampadina della pseudo scienza, scoppiò e si inventarono il big beng….ridicolo…..

    “”"”“Sei un pessimo mentitore di te stesso sei uno con la coda fumante con la parvenza del perbenista, ma le tue fauci fuoriescono dal tuo “candido” vestitino di umanitario e di ecologista.”
    Non ho capito cosa ha scritto, me lo rispiega? “”"”

    certo cocco che te lo spiego, ah! dammi pure del tu siamo diventati amici….ormai ti pare?

    allora un umanitario con la coda fumante ma con il vestitino “candido” dal quale fuoriescono le fauci è un modo moderno e colorito per descrivere i LUPI TRAVESTITI da AGNELLO, sai si trova scritto sul Vangelo lo ha detto un certo Gesù…ma all’azione cattolica non ti hanno insegnato il catechismo? o sei un appartenente a qualche setta?

    poi continui:

    “”"Per prima cosa le chiederei edi smettere di urlare, grazie.
    Secondo. Se lei avesse letto il dialogo con Annarita avrebbe capito che a me non interessa quale metodo anticoncenale vuole usare un cattolico, se vuole usare i film di Topolino a me non interessa, ma si tratta di capire perchè chi usa il profilattico è chiamato assassino e chi usa altri metodi no, punto.
    E’ chiaro?”"”"

    Ma allora hai la crapa dura, ti ho detto e ho sottolineato perchè scritto a caratteri grandi, quindi SOTTOLINEATO e NON GRIDATO, che la S. Madre Chiesa NON ammette il profilattico perchè NON è EDUCATIVO per la coppia che deve vivere al suo interno un’armonia sessuale consapevole e sobria.
    Il profilattico lo usano quelli che vanno a prostitute, per soddisfare le proprie voglie seguendo l’istinto da animale,che può venire in qualsiasi momento della giornata, senza seguire il calendario naturale, quindi quando ci sono queste peculiarità di rispetto e sobrietà.

    Già ma i seguaci di darwin questo capiscono, l’istinto dell’animale, tanto animale che il grande scienziato ha scambiato la specie animale con quellaumana….sigh!!!!

    poi l’esegeta Ilsanta aggiunge aproposito del metodo Billings:

    Guardi che l’ho già fatto e mi sono studiato anche l’Ogino-Knaus e quello della temperatura basale, tranquillizzata su questo, le ricordo che tali metodi “funzionano” in aperto contrasto con il “CALENDARIO NATURALE, CHE IL CREATORE CI HA DONATO”, tant’è che si impone l’astineza nei giorni fertili, giorni che la natura (si ricorda la natura creata da Dio ecc.) ha dedicato in modo particolare all’accoppiamento, pertanto i metodi citati sono per definizione contro-natura.

    rispondo:

    PRENDO ATTO DELLA TUA GRANDE PREPARAZIONE IN MATERIA…..

    infine la tua insistenza su come smontare e diffamare la Chiesa mi ricorda qualcuno che quà dentro ci sguazzava….

    MAH!!!!!

    poi ancora:

    A dire il vero studiò di più i fringuelli, la discendenza dell’uomo dalla scimmia nel primo libro è solo fugacemente accennata.
    Lei non ha letto quel “libraccio” lo ammetta!!!

    rispondo:

    O perbacco studiò i fringuelli e le scimmie quando? e comè che a questo scienziato dobbiamo la scoperta dell’origine della vita? o pardon della specie….?

    poi:

    Potrei entrare nello specifico se vuole e spiegarle perchè si usano i maiali, vuole?

    gia’ perchè si usano i maiali? sono DIVENTATI i simili dell’uomo?
    lei discende dalla scimmia o dal maiale?

    vede i conticini che NON tornano? noi discendiamo dalla scimmia ma usiamo il maiale….ma tra discendenti non siamo i più compatibili? per un trapianto d’organi per esempio caro saputello dell’ultima ora, come si fa? non si aspettano organi compatibili? se suo figlio ha bisogno avesse la leucemia da chi andrebbero? dalle scimmie oppure dai suoi famigliari?

    N.B. assicurati che la tua bici che NON inquina abbia la sella mi raccomando……perchè devi farne ancora di strada….un giorno chissà potresti andare anche tu a Messa….sai magari dopo la pandemia o durante….non si sà mai!!

    Forza coraggio uno su mille ce la fa’……!!!!!

  118. Victor scrive:

    che ne dite della querelle Feltri (Berlusconi) Boffo?
    Cui prodest?
    http://www.rainews24.it/it/news.php?newsid=130026

  119. JOHN COLTRANE scrive:

    @VICTOR- Feltri è ateo, e si diverte da sempre a cercare di ridicolizzare (non uso un termine + brutale) gli altri, con le + varie scuse, naturalmente. Però Gesù mi dice: “xchè vedi la pagliuzza nell’occhio del fratello e dimentichi la trave piantata nel tuo?”.
    Dunque: lascerei perdere il “cui prodest”, xchè allora (s)cadrei nel politichese, ma cerco di capire xchè il Signore mi presenta questa scena patetica. Sono sicuro di cercare sempre solo il bene dei fratelli? DIO mi interroga così. E poi a Feltri gli dico anche un’Ave Maria, chissà che si lasci illuminare dalla Beata Vergine.
    P:S:: Mi dispiace solo che Antonio Socci, di cui sono un accanito lettore (Indagine su Gesù, x me è un libro meraviglioso) scriva su un giornale diretto da un ateo come Feltri.

  120. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    “i dati sull’inquinamento dovrebbe fornirli LEI VISTO che è UN ESPERTO in AMBIENTE, DOTATO di magici poteri per difendere l’ambiente… usando l’aborto.”

    E lei che ha parlato con l’idraulice che le ha detto ….quindi tiri fuori lei i dati.

    “poi caro esegeta del culto darwin,”

    Culto di chi?

    “mi SPIEGA il metodo Billings?….”

    Perchè? Se lei lo cita senza conoscerlo si informi lei.

    “origine della specie? non della vita? ma come tutto qua? il grande darwin il dio sole di tutta la scienza?”

    Che ci vuole fare mica era come lei, esegeta della cacca islamica ….

    “e tu cocco di mamma ti basi allora su uno che studiando la scimmia ha capito come è nato l’uomo?”

    Devo decidere fra una teoria con ormai ampissimi fondamenti e la storiella di Dio, l’argilla ecc. ….vediamo …
    Ok, scelgo Darwin.

    “che strano a scuola dai tuoi amici verdi comunisti e cattocomunisti la storiella era che questo scienziato scoprendo la specie ha scoperto anche la vita.”

    Scoprire le specie? Darwin?
    Si stà rendendo ridicola, tanto ridicola che diventa persino odioso prenderla in giro.

    “Poi un giorno la lampadina della pseudo scienza, scoppiò e si inventarono il big beng….ridicolo…..”

    Ha ragione, che poveri idioti ….. sempre dare ragione a certe persone …..

    “certo cocco che te lo spiego, ah! dammi pure del tu siamo diventati amici….ormai ti pare?”

    No, non mi pare, ma se le riesce più facile continui pure a darmi del tu ….

    “o sei un appartenente a qualche setta?”

    Sono dei Testimoni di “Genova” …. (in un primo momento non pensavo di mettere le virgolette, ma poi ho pensato a chi mi rivolgevo, quindi …)

    “Ma allora hai la crapa dura, ti ho detto e ho sottolineato perchè scritto a caratteri grandi, quindi SOTTOLINEATO e NON GRIDATO,”

    Cerchi in Internet netiquette, se usa uno strumento ne impari prima le regole.

    “che la S. Madre Chiesa NON ammette il profilattico perchè NON è EDUCATIVO per la coppia che deve vivere al suo interno un’armonia sessuale consapevole e sobria.”

    Si, ma chi se ne frega! Capisce che l’argomento non era questo?

    “Il profilattico lo usano quelli che vanno a prostitute, per soddisfare le proprie voglie seguendo l’istinto da animale,”

    Se le insegnano così, problemi suoi ….

    “che può venire in qualsiasi momento della giornata, senza seguire il calendario naturale, quindi quando ci sono queste peculiarità di rispetto e sobrietà.”

    Peccato che Dio abbia creato nella donna un meccanismo che accresce il desiderio sessuale proprio nei giorni fertili, pertanto il suo “seguire il calendario naturale” va proprio a farsi …. benedire (che pensava?)

    “Già ma i seguaci di darwin questo capiscono, l’istinto dell’animale, tanto animale che il grande scienziato ha scambiato la specie animale con quellaumana….sigh!!!!”

    Forse avrà incontrato una persona come lei all’epoca … e l’accostamento gli sarà venuto spontaneo ….

    “PRENDO ATTO DELLA TUA GRANDE PREPARAZIONE IN MATERIA…..”

    GRAZIE!!!!

    “infine la tua insistenza su come smontare e diffamare la Chiesa mi ricorda qualcuno che quà dentro ci sguazzava….”

    Dio li fa e poi li accoppia ….

    “O perbacco studiò i fringuelli e le scimmie quando? e comè che a questo scienziato dobbiamo la scoperta dell’origine della vita? o pardon della specie….?”

    Legga: Sull’origine delle specie per mezzo della selezione naturale o la preservazione delle razze favorite nella lotta per la vita di Charles Darwin, lì dentro, fra quei segnetti che noi non cattolici chiamiamo lettere, c’è scritto ciò che mi ha chiesto…. shhh …

    “gia’ perchè si usano i maiali? sono DIVENTATI i simili dell’uomo?”

    Sono geneticamente molto simili all’uomo, il loro codice genetico è ben conocsciuto e quindi facilemnte ingegnerizzabile, sono prolifici in tempi brevi e sono vettori di minori malattie trasmissibili all’uomo rispetto alle scimmie.

    “lei discende dalla scimmia o dal maiale?”

    Io non discendo da niente, salgo in bici ricorda?

    “vede i conticini che NON tornano? noi discendiamo dalla scimmia ma usiamo il maiale….ma tra discendenti non siamo i più compatibili?”

    Ritengo inutile ripetermi ….

    “se suo figlio ha bisogno avesse la leucemia da chi andrebbero? dalle scimmie oppure dai suoi famigliari?”

    Se suo figlio avesse bisogno di un trapianto d’organo, ma non vi fossero donatori compatibili lei cosa farebbe?
    Accetterebbe uno xenotrapianto per salvare suo figlio o andrebbe in Chiesa a pregare Dio che qualche giovane istocompatibile muoia al più presto?

    “N.B. assicurati che la tua bici che NON inquina abbia la sella mi raccomando……perchè devi farne ancora di strada….”

    Lei è fissata con questa storia della bici senza sella, morbosona!!!!

    “un giorno chissà potresti andare anche tu a Messa….sai magari dopo la pandemia o durante….non si sà mai!!”

    Eh si … sai mai ….

    “Forza coraggio uno su mille ce la fa’……!!!!!”

    Grazie, ora mi sento rincuorato!

  121. Victor scrive:

    Boffo ha replicato e Feltri controreplica qui

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/?id=3.0.3707660900

  122. Giuseppe scrive:

    Caro Tornielli, sono stato profetico quando le scrissi in un altro post che non le faceva onore scrivere dalle colonne di questo quotidiano e che forse “l’Avvenire” le avrebbe aperto volentieri le porte. Sicuramente l’editoriale di Dino Boffo la farà meditare in tal senso. Mi dia retta, non è cristiano l’atteggiamento chi si spende per dividere la nazione (mi riferisco ai gionali come quello in cui scrive) e snobbare la Chiesa; ora, che lo faccia Calderoli o Bossi è un conto, ma che ci sia un giornale che appoggia, anche se non apertamente, certe posizioni, non è affatto piacevole, soprattutto per un cristiano: un altro motivo validissimo per lei per riflettere seriamente.

    Auguri e buon lavoro

  123. anniballo scrive:

    UN INCORAGGIAMENTO AD “ILSANTA”,CHE CERCA DI RAGIONARE CON LA SUA TESTA.
    Ad ANNARITA, vorrei replicare circa il bel bilancio generale che lei cerca di trarre dalla storia europea. Noto,in generale, nell’interpretazione storiografica degli uomini di fede, che essi tendono a dare rilievo agli eventi dall’anno zero della ns storia cristiana. Ne segue che è totalmente fuorviante dimenticare che il cristo è arrivato quando i modi e le caratteristiche di fondo della civiltà europea erano già avviati da almeno dieci secoli. Lo sforzo, cioè, di dare un’impronta al mondo,conoscerlo per via di indagine, analizzare le leggi della natura, dare alla natura stessa una forma sintonizzata con i bisogni delle società umane, sono tutte attività che risalgono al vero, primo, esordio della civiltà in questo continente, che è stato quello ellenico. (Con ragguardevoli debiti verso la civiltà dei fenici). Basta leggere Esiodo per vedere che il brulicare di iniziative, l’operosità quotidiana, i terreni dissodati, l’agricoltura etc non solo erano realtà quotidiana, ma -ancor più importante- c’era costruita sopra un’etica del lavoro, profondamente partecipata. Delle api, inoltre, parla già il pagano Virgilio; e ,per il vino e le attività relative (tute ben note e praticate), i pagani avevano addirittura una divinità. Non parliamo,poi, delle opere d’arte : i modi dell’elaborazione e della realizzazione stessa dell’idea artistica sono stati concepiti dal mondo ellenico/romano e non si sono mai più modificati. Ancor oggi, negli USA, per costruire edifici imponenti di utilità pubblica ricorrono a quei moduli espressivi fondamentali che sono patrimonio espressivo dell’arte greca. Inoltre, il culto del bello negli edifici non era limitato, presso i pagani, solo agli edifici del culto, ma era largamente diffuso anche nel privato. Tralascio,poi,per brevità, l’idea-base della civiltà, la regolamentazione affidata ad un corpus giuridico di leggi civili che a Roma esisteva già secoli prima del cristo. Il cristianesimo non avrebbe in alcun modo potuto cancellare tutto questo; nè lo ha creato, ma non ha fatto altro che sovrapporvisi; quasi tutta la cultura tecnica dei monasteri cristiani derivava dalla esperienza pagana preesistente. Nè avrebbe potuto eliminare la cultura del lavoro e l’idea etica che la sottende; s’è limitato a farla propria, dandole nuovo slancio. Uno slancio, però, localizzato: lo sviluppo vero, universale è arrivato dopo, quando la scienza ha cominciato a poter disporre di mani libere e studiare la natura senza vincoli.
    Ancora, ANNARITA, mi scusi, ma l’idea che il cattolico “non si affannerà dietro al dio denaro”, è -forse- la più pateticamente errata tra quelle che Lei ha esposto. Non solo non esiste nella nostra realtà, da sempre, nessun altro valore condiviso, ma la chiesa stessa è perfettamente inserita nel sistema economico dominante, (al punto da essere, proporzionalmente, l’ente forse più opulento del mondo). E non parliamo degli scandali finanziari che la riguardano e l’hanno riguardata. Molti dei valori, inoltre, che i cattolici rivendicano come propri sono patrimonio anche di altri sistemi etici; basta dare un’occhiata al rigore dell’etica del buddha per rendersene conto.
    Mi fermo qui solo per non abusare della Sua pazienza, ma vi sarebbe altro da dire. La ringrazio.

  124. raffaele savigni scrive:

    Credo che un personaggio come Feltri (sinceramente antepatico per la sua arroganza e supponenza) non abbia il diritto di offendere Boffo.Ha osato scrivere sul giornale che dirigeva sino a pochi giorni fa “Finalmente cattivi!”, e ricordo che anni fa, a chi lo criticava perché dopo aver ricevuto una lauta liquidazione come giornalista continuava a dirigere quotidiani sui quali considerava “fannulloni” tutti i dipendenti pubblici ed i pensionati, rispose con tono derisorio: “Io il mio problema l’ho risolto; il resto sono affari vostri”.
    Preferisco Belpietro che ha un po’ più di dignità ed il coraggio di esprimere quialche valutazione critica, per quanto timida (ad esempio su questa strana alleanza tra Berlusconi e la Libia).

  125. annarita scrive:

    Ilsanta vada a leggere le etichette sotto le macchine della tortura che trova in varie mostre dedicate a queste cose e le capiterà di veder scritto macchina usata in Germania o Inghilterra nel ’600 anno più anno meno. Scoprirà che tra il ’500 ed il ’600 a farla da padroni in quelle nazioni erano quei poveri protestanti: Luterani, calvinisti, Valdesi, Catari, Pitocchi. e guarda un po’ usavano quelle belle macchinucce per scopi filantroipici soprattutto sui cattolici. Se poi la gente si rompeva di essere vessata, magari avrà pure reagito male. Guardi che il buon Lutero ordinava apertamente i suoi fedeli di “guadagnare il cielo a colpi di spada, d’innalzarsi a Dio sopra montagne di cadaveri”.
    Altre belle espressioni luterane?: “Viva la bibbia! Morte ai Papisti!” “Bisognerebbe che tutti corressero addosso al Papa e lo ammazzassero insieme con quelli che stanno con lui, imperatori, re, principi e signori, senza riguardo di sorta.” “Bisogna lavarsi le mani nel loro sangue”. Cosa che hanno fatto molto bene gli inglesi con gli irlandesi e che continuano a fare. Lo sa poi che sempre il povero Lutero e seguaci, incitava i principi protestanti di Germania a guadagnarsi il cielo massacrando i contadini, che dopo la Riforma luterana si ribellavano a questa nuova religione?”Grazie alle prediche luterane, la Germania rimase sotto la guerra civile per un secolo.
    Calvino fu intollerante e violento pari del suo maestro, incitando al massacro dei preti per eliminare la Messa. Anche in Francia i pacifici protestanti saccheggiavano intere provincie, massacrando gli abitanti, abbattendo le chiese, annegando e appicando i preti che capitaventimila chiese e novanta ospedali e diedero alla morte solo quattromila preti e religiosi. A Orthès uccisero tutti gli abitanti: tremila persone. Così anche in Danimarca, dove con Cristiano II detto il Nerone del nord (chissà perchè) si introdusse il luteranesimo. Distruzione, morte e saccheggi, poi ci si stupisce se qualcuno si arrabbia e comincia a sgozzare?
    Mica erano tutti santi a quel tempo, per preferire porgere l’altra guancia, piuttosto che reagire. Colpa del peccato originale, che porta le persone a perdere la pazienza per queste piccole cosucce!
    E guarda un po’, mentre questi buoni protestanti, facevano stragi in giro per l’Europa,(per intolleranza verso chi voleva rimanere cattolico), andavano diffondendo l’idea del libero esame delle Sacre Scritture gridando alla libertà di pensiero, più o meno come oggi, dove tutti sono liberi di pensare ciò che vogliono, fuorchè i cattolici, gli unici tra tutti che non ne azzeccano una e che pertanto vanno sempre zittiti.

  126. Victor scrive:

    la vera ragione della cancellazione della perdonanza è forse l’attacco a Boffo? I vescovi hanno confermato la fiducia al loro direttore. Ma se fosse vero quello che Feltri ha scritto, non sono stati un poo’ frettolosi?

  127. Silvano scrive:

    allora censuri anche il savigni che esprime intolleranti giudizi sul direttore Feltri

  128. raffaele savigni scrive:

    Verdo che perfino Berlusconi si è dissociato dall’attacco a Boffo.
    Credo che sia perfettamente legittimo e “normale” esprimere una posizione politica di destra. Ma lo si può fare senza diffamare le persone. E comunque vedo all’interno dell’attuale maggioranza di governo una componente razzista ed intollerante (e per certi versi anche anticattolica) che dovrebbe venire isolata.

  129. umile fedele scrive:

    Se è vero quello che Feltri ha scritto perchè scandalizzarsi?

    E’ da anni che si è a conoscenza della condanna di Boffo:

    http://www.webdiocesi.chiesacattolica.it/cci_new/documenti_diocesi/218/2008-01/15-28/Rassegna%20stampa%2015%20gennaio%202008.htm

    Se quanto scritto da Feltri è vero dovrebbero essere i vescovi a vergognarsi.

  130. Silvano scrive:

    … e comunque vedo nell’attuale opposizione politica e “pseudo intellettuale” arroganza, supponenza ed una buona dose di malafede calvinistico-dossettiana

  131. annarita scrive:

    Annibalo, a parte che la Chiesa e tutti i cattolici, vivendo nel mondo, devono poter sostentarsi come tutti gli altri, perciò è assurdo pensare ad una Chiesa povera, che poi dovrebbe non si sa come mandare avanti le missioni in giro nel mondo e mantenere le chiese e i sacerdoti etc, senza denaro. Con questo non giustifico chi ha infangato la sua missione per arrichirsi,
    come già detto, il peccato originale colpisce tutti.
    Certo che già si lavorava la terra e si faceva arte, ma il lavoro ha acquistato dignità con il cristianesimo. Nella civiltà pagana, chi lavorava era uno schiavo, un servo, disprezzabili, la stragrande maggioranza delle persone deboli: bambini, schiavi,vinti, poveri, vecchi,lavoratori, donne, ammalati, non valevano nulla ed erano scherniti, odiati, schiacciati. Chi valeva qualcosa erano quei pochi privilegiati che si dividevano la popolosa Roma e mica lavoravano, ma si dedicavano ai vizi e a deificare tali vizi, dedicandogli, templi ed altari. Certo che il Cristianesimo non ha sepolto gli usi e la cultura dei popoli, ma li ha trasformati, elevati, ha dato dignità a chi non l’aveva. Certo che ha tenuto ciò che c’era di buono anche nel mondo pagano, ma possiamo dire che se l’arte è lo specchio dei tempi, i tempi cristiani ci hanno regalato bellissime opere d’arte e sinceramente preferisco guardare una qualsiasi semplice chiesa romanica (per non esagerare con il gotico), che non il colosseo o qualsiasi arena romana. Sarà poi un caso, magari ci riuscivano anche i romani pagani, ma l’Europa nata a partire dai chiostri Benedettini, mi pare molto bella, e anche tutta la cultura ed il pensiero che la circonda: Dante, S.Tommaso d’Aquino, S.Agostino…etc…

  132. peccatore scrive:

    John, calma!
    Visto che ti riferisci alla Madonna, non possiamo litigare!
    A me il male non scandalizza. Mi scandalizza un po’ (tanto) che un credente cattolico ne imputi l’origine a Dio.
    Poi, se leggi quel che ho scritto, ammetto che Dio il male lo permetta, non che lo voglia (o lo crei). Questo è il mistero che abbiamo di fronte, svelato dalla croce di Cristo.
    Ripeto: il male esistente nel mondo è frutto del peccato. Non solo il male morale, giudicato da dita puntate, ma anche il male che si sprigiona apparentemente senza un colpevole diretto, tanto che lo si imputa a Dio. Il male è disordine… Oggi è Sant’agostino, che scrisse dell’ordine divino.
    Dio finisce in croce per noi, non noi per Dio.
    Il cristianesimo origina da una novità per ogni idea su Dio, fin lì e dopo di lì.

    Poi, se ti va, prenditela con me. Ma leggi bene quel che scrivo (che poi è quel che dice la Chiesa) e vedrai che non la penso così diversamente dalla tua mamma. Il celebre proverbio è “potenzialmente eretico”, non “certamente”. Dipende dalle sfumature. La natura è bella: ma c’è l’ambrosia e chi è allergico sta male… Bisogna starci attenti. Saluti a te, cercatore di Dio: S. Agostino interceda per noi!

  133. Angelo scrive:

    Ma che strano modo di intendere la religione, sono veramente stupito da laico non intollerante ma anzi aperto e rispettoso delle idee altrui, di tutto questo cianciare di cattolici, credenti ecc…
    Non sopporto i religiosi a corrente alternata, oggi sì perchè mi conviene domani forse, ma solo se mi fà comodo,se credo in una morale cattolica la perseguo anche quando mi costa fatica, impegno, e qualche volta anche sofferenza, specialmente nei riguardi di chi soffre e chi fugge dalla fame e dalla guerra.
    Ma si può essere cattolici così?
    Ma insomma tutti noi religiosi e laici non dovremmo fare un bell’esame di coscienza?

  134. Luisa scrive:

    Che Dino Boffo sia omosessuale o no, sono affari suoi, che abbia avuto un condanna per molestie e che abbia patteggiato a seguito di questa condanna, comincia ad interessarmi, che la CEI, sapendolo abbia scelto il silenzio e lo abbia mantenuto al suo posto, mi ricorda altri silenzi, scelta poco intelligente perchè prima o poi i cadaveri escono dall`armadio, anche se sentono la naftalina, quando poi mi ricordo il dito moralizzatore di Avvenire puntato contro Berlusconi allora lì m dico che il direttore di Avvenire manca al minimo di coerenza.
    Il comunicato della CEI, mi sembra essere un esempio tipico di quel linguaggio “pretesco” che sopporto molto difficilmente.

  135. azzurra scrive:

    caro Ilsanta E’ SEMPRE un piacere dialogare con te, ma vedi

    esiste per selezione naturale che va dalla categoria degli INTELLIGENTI e degli IGNORANTI.

    spiegazione semplice della parola INTELLIGENTI:

    INTELLECTUS, INTELLIGERE, da INTER(=tra) e LEGGERE (=raccogliere scegliere).

    significato:

    FACOLTA’ della mente PREPOSTA a FORMARE i concetti; FACOLTA’ del pensare, dell’intendere,del ragionare.

    spiegazione semplice della parola IGNORANTE:

    participio presente di IGNORARE.

    significato:

    NON SAPERE, SOTTOVALUTARE, TRASCURARE.

    Dai tuoi commenti e dalla tua pseudo preparazione con merito per le castronerie e le MENZOGNE se ne deduce che tu di quello che vai blaterando
    1) NON SAI DI COSA STAI PARLANDO eppure INSISTI
    2)NON SAI NEPPURE LEGGERE e RISPONDERE se non con battute sarcastiche alla polpetta avvelenata…attento che inquina però…mi raccomando fai il bravo bambino altrimenti ti posso mettere un brutto voto in condotta….EMBE’ sono una maestrina nevvero?

    Passiamo ora ai cigolii da bici senza sella del nostro caro due ruote es:

    ilsanta Scrive: August 28th, 2009 at 12:10 pm

    @Azzurra

    “ad Ilsanta ultima cosuccia tanto per aiutare i fessi come me che NON sanno fare i conti della serva:” (scrivo io)

    Che sia l’utima però, mi raccomando! (scrive lui)

    rispondo: a quando la tua?…interessante questa domanda

    “1) ha esordito dicendo che il Santo Padre DEVE stare zitto!” (scrivo io)

    risponde lui Ilsanta il nostro due ruote, (così non inquina):

    “”"La frase nel post originale è: – Ricordo infine che se qualcuno non ha nulla di rilevante da dire può starsene anche zitto – ribadisco è sottoscrivo.”"”

    rispondo: ma va!??….vediamo:

    ilsanta Scrive: August 27th, 2009 at 9:50 am :

    “”"”Ricordo infine che se qualcuno non ha nulla di rilevante da dire può starsene anche zitto … nessuno lo abbliga a parlare. (Vale per il Papa, non per lei)”"”"

    Come volevasi dimostrare…….

    “2) ha detto che NON è nè verde e nemmeno comunista”(ho detto io)

    Sono un essere misteriossssssooooo …..(risponde lui)

    ….uhmmm!misterioso? più che misterioso sei verde dalla rabbia….comunista….ma…c’è un ma….sei un esperto di emissioni atmosferiche, perbacco mica bruscolini…eh!

    Ma perchè il Santo Padre NON è andato a chiedere un parere a sua “eccellenza” ilsanta, prima di parlare…boH!
    questo cattivone di Benedetto XVI…a volte proprio non lo capisco….!

    poi il nostro esperto dice:

    “”Non ho mai detto che lavoro con gli immigrati, sta scrivendo una cosa falsa …. subito a confessarsi … via!!”"

    Eh! si è vero devo andare a confessare la grande colpa…pensa sono andata subito e come penitenza il mio confessore mi ha detto…di dirti TRE Ave Maria…. speriamo in bene…..

    “4) lavora per l’ambiente e sa’ di cosa sta’ parlando, salvo poi fare figure barbine sull’inceneritore e la raccolta differenziata.”(ho detto io)

    Sono ancora in attesa di sue notizie, su mi faccia fare altre figure barbine, dai!!(ha detto lui)

    rispondo:vediamo…un po’…uhmm!!!mi risulta che l’esperto ambientalista in emissioni atmosferiche abbia risposto così:
    “”Mi sono spiegato male, io lavoro in campo ambientale, proprio nel settore delle emissioni in atmosfera e le garantisco che l’impatto della sua famiglia (come della mia per carità!) è alemno 10 volte quello di una famiglia di immigrati, quindi il suo esempio ha senso solo in un contesto di intolleranza.”"”

    ….ma guarda un po’….l’esperto sa che gli italiani inquinano di più…come mai gli italiani…che sia perchè come numero grazie a Dio sono ancora in maggioranza? e come fa’ l’esperto razzista anti-italiano a CONFERMARE che gli extracomunitari inquinano meno?…ha fatto il detective? vedi caro due ruote, ad inquinare l’ambiente ci sono molti fattori, come ti dicevo anche la cacca e le pisciate lasciate in giro dai clandestini, ma quelle non fanno parte del suo settore vero? e i sacchi di monnezza lasciati in giro nei fossati, dai tanti e numerosi clandestini ospiti in un appartamento? dove li mettiamo?
    ma perchè li lasciano in giro? che domanda per non dare nell’occhio….ma questo lei NON lo può sapere caro esperto, perchè NON è del suo settore, e la storia delle automobili….ridicolo, ma si legga i giornali, anche poco tempo fa’ hanno arrestato una, alla quale erano intestate ben 120 auto, motivo? le affittava ai clandestini….ma vedi un po’ di informarti prima di aprire la tua boccuccia di rosa, professorino della notte.

    per il resto ti riconfermo il consiglio assicurati la sella, perchè potresti farti la bua…sai di questi tempi
    farsi la bua significa inquinare, perchè si consumano fialette per i medicinali, garze idrofile, unguenti ecc..
    vabbè che ti tocca risparmiare per il profilattico…però inquini lo stesso….sai che sto’ pensando che hai ragione…. E’ proprio l’uomo che inquina…quindi meglio levarcelo di torno…come? embè…ci sono gli aborti e l’eutanasia…chissà come mai la madre di darwin non ha pensato di abortirlo…?…boh! lui si che meritava di vivere…gli altri no…perchè inquinano l’ambiente!!!

    IN CONCLUSIONE alle tue provocazioni da intellettualoide dal linguaggio del “sàbba” (convegno di streghe) di riposto la semplice differenza che da giorni cerco di farti capire….ma si sà a ognuno il suo….quindi RIPETO:

    ”PENSIERO AMBIENTALISTA = DIFESA DELL’ AMBIENTE, da chi? o da che cosa?””

    “”SALVAGUARDIA DEL CREATO = CUSTODIA e CURA, con opere ed abbellimenti”” come appunto l’inceneritore della mia città che tu non sai nemmeno come funziona e come fanno a farlo funzionare….ma tesoro….come faccio a farti fare figure barbine se non esponi la tua “preparazione” in materia?

    buon viaggio egregio professore…..buona biciclettata, no anzi buona cammellata…..attento però portati sempre la paletta una grossa paletta, sai per la cacca del cammello, altrimenti inquini….

  136. anniballo scrive:

    RISPONDO AD ANNARITA, grazie.
    Signora, nel mio post, avevo appunto, fatto riferimento a qualcosa di più; qualcosa di relativo al valore etico del lavoro. Io ho citato Esiodo, nobile voce che si fece sentire ottocento anni prima del cristo. Chi ha letto e meditato le parole di Esiodo, ha ricavato proprio questo, che il concetto centrale è che l’uomo deriva la propria dignità dal compimento del duro lavoro quotidiano. Ma anche in Virgilio, ripeto, c’è il concetto dell’impegno lavorativo quale mezzo per ricavare un fondamento morale della vita di ciascuno. Inoltre, le opere di Seneca sono di altissimo valore educativo e morale, ed è emozionante leggerle per la validità che hanno,ancora oggi sul piano etico. [Non cito altri autori, (e sarebbero tanti!), per non diventare noioso].
    L’idea, dunque, che il lavoro ha acquistato dignità col cristianesimo è una facile abitudine mentale, ma non si può ridurre la società pagana a quel coacervo di vizi e perversioni che fa tanto comodo alla propaganda cattolica. Certamente, è seguita la condanna della schiavitù; ma Lei non può ignorare che è stata una condanna forte, ma quasi puramente di intenti e che –anzi- la schiavitù è stata mantenuta e perpetuata fino al 1800 (e proprio dal cristianissimo uomo bianco) e nei paesi sudamericani ,per esempio, importata e praticata con sanguinaria ferocia proprio dai cattolicissimi spagnoli e portoghesi. La schiavitù è stata abolita,poi, nel secolo scorso, grazie al lavoro pluridecennale (e,stavolta, serio) portato avanti grazie alla maturazione delle coscienze laiche, come tante altre conquiste della modernità. Per esempio, i diritti dell’uomo; e possiamo ricordare,qui, che la dichiarazione dei diritti dell’Uomo fu platealmente strappata, a Roma, dinanzi ad una assemblea di vescovi. Molte delle conquiste della modernità, sociali,civili e scientifiche, (di cui,oggi, tutti ci avvantaggiamo, senza pensarci), sono state realizzate contro gli interessi delle chiese organizzate.
    La Sua valutazione sulla ricchezza della chiesa è anch’essa opinabile. Quando una chiesa diventa una istituzione organizzata, allora sì che ha bisogno di molto denaro. Ma,allora, è facile vedere che il messaggio spirituale diventa un mezzo e non un fine. Le faccio l’esempio del buddhismo che esiste da millenni (più del cristianesimo) e non esiste una “chiesa buddista”. Ci sono solo monasteri dove i monaci si dedicano al perfezionamento interiore e non sono proprietari neppure del saio che indossano, cibandosi di un pugno di riso. Ma lo stesso messaggio del cristo fu formulato con successo, convinse e si diffuse nella più totale assenza di un centro organizzatore, e ad opera di divulgatori assai poveri;e passarono secoli prima che la chiesa diventasse la formidabile ed opulenta teocrazia che oggi conosciamo. Lo stesso si potrebbe dire per l’ebraismo. Dunque, molto danaro serve per la chiesa, non per la fede. E’ una distinzione forse sottile, ma giustissima. Cristo condannò la ricchezza,senza equivoci; e gloria e fasto terreno non sostanziano i contenuti spirituali di nuovo valore. Questo è un errore frequente nel cattolico, che celebra le opere d’arte come se compito di una comunità di credenti fosse la produzione di capolavori artistici. Anzi, lo splendore artistico testimonia la corruttela d’una chiesa fin troppo terrena che –gonfia di danaro fino agli occhi- era la principale committente di pittori e scultori. Il cristianesimo vinse nella povera e terribile oscurità delle catacombe, mentre il suo capo,oggi, è carico di ori ed ermellini e ricorda i vertici corrotti del peggiore paganesimo che Lei condannava. Ed,infine, Lei guarda alle arene romane; e perché non guarda alle terme,invece, oppure ai teatri che hanno diffuso la cultura in tutto il mondo pagano, mentre la chiesa metteva i libri all’indice (fino al 1950!!), avvantaggiandosi della “semplicità” dei fedeli? La saluto cordialmente.

  137. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène,

    se anche lei parla di una seconda persona deve sapere che nell’antichità era la maschera che indossava l’attore nel teatro e considerato che quelli erano i tempi della predicazione di Gesu’, seconda persona vuole dire che è sempre Dio che ha assunto un altro aspetto, nel caso in discussione si è rivelato sotto forma umana.
    D’altronde lei stesso dice che la seconda persona è sempre allineata a quella del Padre e quella dell’uomo Gesu’ si allinea liberamente a quella di Dio. Se Gesu’ si allinea liberamente non vuol dire con costrizione e neppure che lo fà solo determinate volte, quindi “sempre allineata” e “allineata liberamente” hanno il medesimo significato.

    Se lei mi propone un suo pensiero su un qualsiasi argomento, è necessario, se vuole essere creduto da me, che me lo dimostri con una relazione.
    Nel mondo umano esiste sempre una relazione con quanto si dice e si fa, relazione che fa capire il motivo con quanto detto o fatto.
    Gesu’ era Dio fattosi uomo e parlava con uomini, quindi altrettanto fece: doveva confermare che esisteva una relazione con quanto predicava. E per farlo non poteva andare fisicamente nel regno dei morti (che rappresenta la negazione dell’esistenza di un Dio che si ricorda di noi, quando fisicamente moriamo, nella considerazione che ci offre una vita oltre quella vissuta), doveva far vedere e toccare con mano che era altrove, dove lui diceva: nel regno dei cieli perchè non era nel regno dei morti.
    Infatti nella tomba non fu trovato il corpo di Gesu’.

    Il regno dei cieli ed il regno dei morti (quello dei dimenticati da tutti e da Dio) sono tenuti distinti da Gesu’ anche nella logica considerazione che colui che muore appartiene al mondo fisico, la terra, mentre il regno dei Cieli appartiene ad un mondo spirituale e come indica la parola stessa cielo, al di sopra della terra ma anche del mondo fisico. Quindi è solo il raggiungimento di un livello piu’ elevato dopo la morte fisica che permette che la vita possa continuare. Che sia tra noi è solo una pia illusione.

    Cristo o Gesu’ sono una persona diversa di Dio ma sempre Dio è, diversamente non sarebbe Dio fattosi uomo. Quindi non era una obbedienza quella di Gesu’ ma il volere di Dio.

    Con quel “non c’è più grande amore che dare la propria vita a chi si ama”
    furono indette, benedette le crociate ed i crociati pure, quando invece il cristianesimo avrebbe dovuto vietarle per amore verso Dio e di conseguenza verso il prossimo. Dire bene e razzolare male è il peccato degli uomini, non della religione nella considerazione che questa vieta la violenza parlando di amore verso Dio ed il prossimo.

    L’ufficio “reclamazioni” (reclami) hanno dovuto chiuderlo perchè non riuscivano piu’ a dare risposte appropriate nella considerazione che ecidentemente se l’ufficio non c’è non c’è neppure gente a reclamare.

  138. anniballo scrive:

    CARA “AZZURRA”, provo a replicare,anche se con colpevole ritardo.
    Non ho alcuna simpatia per l’Islam; ho parenti strettissimi convertiti all’Islam e li conosco bene,(così come ho avuto mia moglie di religione ortodossa) ed ho vissuto a lungo nell’Europa protestante. Temo,conoscendole, che tutte le religioni perseguano fini differenti dalla divulgazione della verità e temo l’Islam ,al riguardo, più del cristianesimo. Ritengo che il messaggio morale del cristo sia il più elevato e lo apprezzo per questo. Adesso è difficile replicare al suo post punto per punto, poiché abbraccia moltissimi temi, nei quali Lei rivendica i molteplici aspetti della Sua fisionomia di credente. Mi limito a dire che il mio apprezzamento per il cristo si limita alla natura umana, nell’ambito della quale Egli ebbe modo di indicare molti valori etici, ma che –allo stesso modo- apprezzo i valori altrettanto elevati che si trovano in Buddha (ma anche,per esempio, in Socrate).
    Ciò che rende,secondo me, le nostre società preferibili a quelle islamiche è proprio il molto maggiore spirito di tolleranza (e per tale motivo temo l’incalzare islamico, che è arrivato fin nella mia famiglia). Temo,tuttavia, che questo non sia dovuto allo spirito religioso ,che nella sua essenza non può prevedere alternative tolleranti; credo che la nostra società lo sia diventata a causa del forzato coesistere di spinte indagatrici, spirito critico e scetticismo. E credo, quindi, che lo scenario dei paesi cristiani sia preferibile poiché la chiesa è stata costretta ad arretrare su posizioni più aperte, e non che lo abbia scelto essa stessa. Questa è una distinzione importante che Lei apprezzerà poco, ma –se dobbiamo essere chiari- devo fare per forza. E questo spirito critico e scettico è una vena antichissima che risale fino alla cultura ellenica, come dicevo ad Annarita. La chiesa non ha potuto ignorarlo, né sopprimerlo. Ed è questo che rende lo spirito europeo preferibile a quello asiatico o mediorientale. Ma la questione più seria che volevo sottoporLe è un’altra. Ora vedo prima come reagisce a questo mio post, poi, se permette, glie la illustro.
    La saluto, grazie.

  139. azzurra scrive:

    anniballo…mi dici il titolo dei libri di fantastoria al quale attingi tutto il tuo “sapere?” ….sai non vorrei sbagliare ma sembra che i testimoni di geova raccontino favolette del genere……

    ma poverino fattene una ragione sono le pietre che raccontano la vera storia;… traduco per quelli come te:

    pietre intese come opere d’Arte CRISTIANA…… cocco de mamma….

    l’Italia NON Zurigo possiede l’80% di tutta l’Arte mondiale…..1+1 = 2…mai 3…..

  140. Victor scrive:

    A proposito di Feltri-Boffo, bella questa!
    “Ah l’opera buffa all’italiana… che trovate ..che colpi di scena ..
    Il buon tedesco (Ratzinger) tace e forse suona Mozart…”

  141. mauro scrive:

    Cara Azzurra,

    se LEGERE è scegliere ed INTER è tra, anche il Santa è INTELLIGENTE perchè ha fatto una scelta tra diverse interpretazioni ed ha proposto la sua convinzione. Quindi quella facoltà della mente preposta a formare i concetti esiste , come esiste la facoltà di pensare, dell’intendere, del ragionare.

    IGNORANTE è invece chi non conosce, non sa ma non chi ha fatto una scelta che tu ritieni sbagliata.

  142. azzurra scrive:

    Finalmente, la scure della verità.

    Avvenire? e che cos’è? un giornale cattolico? il giornale della CEI? il giornale dei vescovi? di quali vescovi? per fortuna non tutti i vescovi sono burocrati della CEI.

    Certo che a leggerlo mi sembra organo ufficiale del partito cattocomunista come una certa Famiglia Cristiana.

    Boffo si lamenta…… sua questa affermazione:
    ” killeraggio politico”, ma da che pulpito!! Dove per anni detto giornale ha sferrato e continua a sferrare frecciate e bastonate all’attuale Presidente del Consiglio, alla Lega e a quanti denunciano quello che la politically correct, ha sempre censurato. Ricordo a Boffo e company: “chi di spada ferisce di spada perisce”
    Conosco chi è abbonato ad Avvenire, hanno assimilato il linguaggio dei modernisti, quello del dire e non dire, quello di parlare male e nello stesso tempo, dire bene.

    Solo che questo linguaggio lo hanno sempre riservato ai torpiloqui, imbevuti del famoso “volemose bbbene” dei vari autori da loro selezionati.
    Ne è un es. l’insignificante intervista del Jannacci dell’altro giorno….invece di occuparsi di serie cose e cose serie…intervistano Jannacci che imbevuto di “spirito”….cerca Dio…auguro a Jannacci che lo trovi.

    Ma quando si tratta di Berlusconi o della Lega..allora è un’altra cosa,…..ossia…. ANATEMA….suvvia Avvenire
    dimostrate con i fatti quello che volete apparire…..altrimenti questo da sempre si chiama ipocrisia…CONTRA FACTUM NON ARGUMENTUM EST!!!

    Al Direttore Feltri auguro buon lavoro!!

  143. mauro scrive:

    Cara Azzurra, deve sapere che non è vero che 1+1 sia sempre uguale a 2.
    E’ solamente una convinzione che è stata inculcata a tutti gli studenti.

    Questa fu la semplice domanda alla facoltà di matematica di una famosa università italiana, all’esame di matematica1, che il docente pose a tutti, poco piu’ di 40 anni fa: mi dica quando 1+1 dà come risultato un numero diverso da 2.

    Caddero tutti all’esame e dovettero ripeterlo.

    La risposta era altrettanto semplice ma le convinzioni degli esaminandi non evidenziarono che una risposta effettivamente c’era: se si cambia il sistema numerico di riferimento, il risultato 2 è sbagliato.

    Abbia la certezza di ciò che le par ovvio, non certo perchè l’hanno convinta che è così. Può esserci un’altra risposta.

  144. Artefice1 scrive:

    Signor Tornielli

    Sabato, 11 luglio 2009
    Dal
    DISCORSO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI
    AI PARTECIPANTI AL PRIMO INCONTRO
    EUROPEO DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI,
    PROMOSSO DALLA COMMISSIONE
    CATECHESI-SCUOLA-UNIVERSITÀ DEL CONSIGLIO
    DELLE CONFERENZE EPISCOPALI EUROPEE (CCEE)

    “””Che cosa la Chiesa attende da voi? […] “Nuovi discepoli di Emmaus. Da cristiani in Università”. […] -
    lo Spirito Santo discende nuovamente, […] non solo per trasformare [CON-Servare???] i nostri doni, […] ma anche per trasformare [Detenere???] le nostre vite, per fare di noi, con la sua FORZA[???] , un solo corpo e un solo spirito in Cristo”. […]
    Il vostro [e nostro?] impegno […] CON-siste pertanto nel Testimoniare,[…] Verità che illumina il cammino di ogni uomo.
    E’ dall’incontro con Lui che scaturisce quella [e questa?] “novità del cuore”, capace di dare un orientamento nuovo all’esistenza personale [individuale?]; e solo così si diventa fermento e lievito di una società vivificata dall’amore evangelico. “””

    Se la FORZA sarebbe il “lievito di una società vivificata da vangelo”, mi chiedo a cosa sarebbe servita la Potenza Testimoniata CON-Senso da Gesù Cristo.

    A questo punto mi pare Legittima la domanda:
    Adoriamo il Significato???

  145. azzurra scrive:

    se LEGERE è scegliere ed INTER è tra, anche il Santa è INTELLIGENTE perchè ha fatto una scelta tra diverse interpretazioni ed ha proposto la sua convinzione. Quindi quella facoltà della mente preposta a formare i concetti esiste , come esiste la facoltà di pensare, dell’intendere, del ragionare.

    IGNORANTE è invece chi non conosce, non sa ma non chi ha fatto una scelta che tu ritieni sbagliata…. MI HA DETTO MAURO….

    Egregio Mauro, se arrampicarsi sulle alte vette della sua “conoscenza e convinzione” significa leggere quello che scrivi…beH! mi viene da pensare che tu quella facoltà dell’INTELLIGERE non la applichi proprio bene….

    INFATTI: mi traduci per favore questa semplicissima frase:

    CONTRA FACTUM NON ARGUMENTUM EST…..che significa:

    DI FRONTE AD UN FATTO CERTO NON CI SONO ARGOMENTAZIONI SU CUI DISCUTERE…..egregissimo Mauro, che tradotto ulteriormente SIGNIFICA in CAPACITA’ CRITICA

    1+1 = 2, MAI 3….ma che novità mi racconti, anche il mago merlino ci ebbe a provare….ma ci riuscì solo con gli allocchi, che accettarono di buon grado che improvvisamente le regole matematiche, non esistessero, fu’ così che 1+1 divenne 4 e poi divenne 1000 fecero bingo, si comperarono una bella casetta con piscina…e vissero felici e contenti.

    IO invece quando uso: FACOLTA’ della mente PREPOSTA a FORMARE i concetti; FACOLTA’ del pensare, dell’intendere,del ragionare, non mi soffermo sul primo libro o il primo grillo parlante di turno….mi documento,
    ricerco,indago e approfondisco, vedo se quello che ho appurato corrisponde alla REALTA’ che mi CIRCONDA e poi faccio 1+1 = 2…semplice no?

  146. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Sig. Mauro,

    Mi riferisco al Suo post mauro Scrive: August 28th, 2009 at 5:51 pm

    Non so perché insista con me : Lei ha il Suo prisma e thread dopo thread ripete le stesse cose, sempre un po’ « storte » rispetto alla Storia o rispetto all’insegnamento dell Chiesa. Non so da che « officina » le tragga, ma in fondo ciò non è importante.
    Mi creda, non è mio orgoglio alla Paganini dove non mi voglio ripetere, ma se Lei non assimila le mie risposte e giusto ripete le stesse cose, non credo che sia utile, nè per Lei e ben poco per me.

    In un blog come questo, il fine non è di convincerci gli uni gli altri, perché la convinzione è un atto di volontà ( che procede da una valutazione dell’intelligenza) che può avvenire solo liberamente, supposto che non ci siano impedimenti per agire liberamente, come il peccato personale, i vizi, le storte abitudini di pensiero , eccetera. Converrà con me che questo blog non è il posto per « convertire ». Qui esprimiamo pacatamente le nostre opinioni e diamo agli altri elementi di riflessione, eppoi basta, direi. Quel che possiamo fare in più è pregare gli uni per gli altri : mica male, mi sembra.

    Rispetto al suo primo paragrafo : « allineata liberamente » vuol dire che l’uomo Gesù non ha costrizioni rispetto alla Sua volontà, ad esempio provenienti dal peccato originale, peccato personale, vizi, rispetto umano, paure ; « sempre allineata » vuol dire « obbediente » fin in fondo, fino alla fine, fino alla morte se necessario. Quindi non hanno il medesimo significato come Lei afferma. La formula completa sarebbe : « sempre allineata liberamente ».
    Quanto al Suo secondo paragrafo sarei anche d’accordo : esso spiega il perché c’è bisogno della Mediazione del Cristo per avere una relazione « oggettiva » tra Dio e l’essere umano, che sennò resterebbe solo nel campo limitato dell’esperienza soggettiva. Il che, per un Dio la cui oggettività fa parte del Suo essere sarebbe una contraddizione in atto.

    Quanto al Suo terzo paragrafo, che in realtà inizia coll’ultima frase del suo secondo, Lei dimentica una cosa importantissima : il Risorto è stato visto nella storia, molti me hanno testimoniato, e la rimando ad un mio post ed ai posts del Sig Luis fatti appunto perLei in threads precedenti.
    Per di più, ci rifletta un poco, appunto perché « spirituale » il Regno dei Cieli può già essere in mezzo a noi in « questo mondo ». Non lo dico io, lo dice Gesù ( per favore non mi obblighi a farLe la citazione di tutti i passi evangelici relativi, le basti il Padre Nostro) : è questo proprio il nocciolo del Vangelo (che vuol appunto dire « Buon Annuncio ») il regno dei Cieli è fra di noi.

    Nel quarto paragrafo Lei giuoca molto liberamente con antichi concetti teologici, libero di farLo. Giusto per non confondere le idee a chi La legge, ripeterò qualcosa di ovvio, nella dottrina Cattolica Romana : Gesù è la Seconda Persona (della Santitssima Trinità che è Dio), unigenito Filgio di Dio.
    Gesù Cristo, non è, come Lei afferma, una persona diversa di Dio, ma una Persona diversa dal Padre, della stessa sostanza del Padre, generato ma non creato. Gesù obbedisce al Padre, liberamente ( sennò non sarebbe obbedienza) in quanto incarnato perché si è fatto uomo.

    Quanto al Suo quinto paragrafo, se Lei non è d’accordo con il Vangelo, mi dispiace davvero, per Lei, ma non spacci le Sue teorie come se esse fossero vangelo, per favore.

    In Pace

  147. Orsobruno scrive:

    Cosa devo fare per riavere indietro il dottor Giordano? ;-)
    Grazie

  148. Cherubino scrive:

    COLTRANE, il tuo modo di leggere la Bibbia è fondamentalista e discordante con il magistero della Chiesa, l’unica per un cattolico che abbia l’autorità per indicare il senso delle Scritture.
    Il magistero, sulla scorta della teologia prima di tutto tomistica, distingue causa prima e cause seconde, ricorda che la volontà di Dio non agisce in modo deterministico sulla libertà degli esseri spirituali (uomo e angeli) pur restando il Signore della storia individuale e universale.

    La sua visione della Scrittura è poi parzialissima e dimentica ceh vi sono brani come Sapienza 1 ss

    “Dio non ha creato la morte
    e non gode per la rovina dei viventi.
    Egli infatti ha creato tutte le cose perché esistano;
    le creature del mondo sono portatrici di salvezza,
    in esse non c’è veleno di morte,
    né il regno dei morti è sulla terra.
    La giustizia infatti è immortale.
    Sì, Dio ha creato l’uomo per l’incorruttibilità,
    lo ha fatto immagine della propria natura.
    Ma per l’invidia del diavolo la morte è entrata nel mondo
    e ne fanno esperienza coloro che le appartengono.

  149. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Bo-mario,

    La rimprovero gentilmente : sto sempre aspettando i punti precisi della Caritas in Veritate che la shockano particolarmente…

    Comunque, se le scrivo adesso non è per ciò, ma per le Sue affermazioni in bo.mario Scrive: August 28th, 2009 at 10:58 am.

    In particolare quando lei afferma “Qualcuno come me cerca di ragionare. Il difficile viene quando si parla di anima che è una cosa inventata. Non si possono imbastire ragionamenti reali”.

    Sarei interessato di sapere cos`è un’anima, secondo Lei. Da bravo materialista immagina Lei una nuvoletta? Glielo chiedo senza ironia.

    Mi fa piacere che Lei cerchi di ragionare, perché ragionando Lei usa concetti, il concetto di cane , di gatto, di ragionamento, di amore, di se stesso. Per semplificare un po’, il Suo concetto di gatto si rifersice a quel che è un gatto, quello di triangolo a quell che è un triangolo, quello dell’amore a quel che è l’amore, quel che è se stesso al proprio se stesso. Questo processo Lei lo fa ad ogni istante e su ciò Lei imbastisce i Suoi “ragionamenti reali”. Quel che è il suo cane è la “forma” del suo cane, quel che è un cerchio è la “forma” del cerchio, quel che è il proprio io è la “forma” dell’io. Alcune “forme” possono solo esistere in quanto pensate (cioè esistono solo in quanto concetti), come le idee di triangolo, di volontà, di bello: chiamiamole forme intellettuali, ad esempio. Altre “forme” hanno bisogno della materia per “sorgere” nel Suo spirito cognitivo, come il Suo cane o la Sua automobile e possono esistere anche quando non pensate: chiamiamole forme materiali. Ci sono poi le “forme” definite in quanto pensanti se stesse (il concetto che Lei ha di stesso, ad esempio): queste si possono definire, ad esempio “forme spirituali”(se non le piace il nome le chiami forme F32B57P).

    C’è poi una categoria interessante, sperimentalmente accertata, che è quella di forme materiali F32B57F ( cioè che hanno bisogno di materia per sorgere nel Suo spirito cognitivo, che possono esistere anche quando non pensate e che si possono pensare se stesse) che definiscono bene il fenomeno umano: le chiamiamo nel linguaggio commune anime (oppure, se la parola anima La disturba “K637 omologhi a F33B57F”).

    Non vedo invenzioni in queste definizioni: giusto nomi dati a delle cose reali anche se si riferiscono a delle modalità di esistenza rispetto al reale che sono differenti. Niente di irrazionale: anzi, è una descrizione dei meccanismi stessi di base di ogni atto razionale.

    Interessante poi studiare le modalità d’essere delle “K637 omologhi a F33B57F”: ma questo è un altro discorso…….

    Mi permatta un inciso, sempre semplificando ad oltranza, il discorso scientifico si centra sui “concetti”, raffinandone le descrizioni e le analisi: ma non pretende mai conoscere le “forme”stesse. Eppure queste in quanto tali sono conoscibili, prova ne è, ad esempio, che Lei si pensa se stesso: e sono l’oggetto del discorso cognitive razionale.

    Il discorso razionale non può essere ridotto al discorso scientifico ( che ne è un sottinsieme) senza gravissimo abuso intellettuale. Abuso usualmente praticato allegramente dai materialisti ed ateisti di ogni genere.

    In Pace

  150. ANTONIOi scrive:

    x peccatore./Credo che il male che DIO NON VUOLE sia la morte eterna; invece noi chiamiamo “male” la malattia, la sofferenza qui sulla terra; e questa è eresia. Dunque mi fa vedere che di essere d’accordo con Coltrane.
    Anch’io ti chiedo cosa intenda Gesù quando dice che non cade un passero se il Padre non lo vuole (non dice “se non lo permette”), E Osea dice: “accade forse una disgrazia nella città che non sia voluta da DIO?”. Per quanto riguarda il Magistero della Chiesa, nel Credo, a Messa, diciamo ogni volta: “Credo in DIO PADRE Onnipotente, Creatore del Cielo e della terra, E DI TUTTE LE COSE, VISIBILI E INVISIBILI”.
    SALUTI.

  151. dimitri buffa scrive:

    PORTO CERVO 29 AGOSTO 2009

    Caro Feltri,
    tutta la mia solidarietà per lo scoop su Boffo.Oltretutto non si è mai visto un direttore omosessuale che promuova politiche omofobe sul giornale da lui diretto. In un primo momento credevo che l’avessi fatta fuori dal vaso, poi mi sono ricreduto. I sepolcri imbiancarti sono loro, i preti pedofili, o pretofili che dir si voglia, tu hai avuto ragione. Crolli Sansone con tutti i Filistei.

    Dimitri Buffa

  152. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène

    Spero che mi scusi, leggendo solo questa mia, ma per un paio di giorni sarò impegnato. Appena rientrerò potrò risponderle.
    Grazie

  153. anniballo scrive:

    Signora AZZURRA, Lei mi ha trattato malissimo. Le avevo indirizzato un lungo post (a replica del Suo) e Lei mi ha liquidato in quattro parolette sgarbate….Non posso nasconderLe la mia delusione. Nè merito la Sua accusa di superficialità (non corredata da alcun argomento). Il Suo modo di condurre il dibattito è alquanto offensivo. Comunque,La saluto.

  154. peccatore scrive:

    Antonio e Coltrane, grazie per la fiducia in una risposta esaustiva che riponete in me, che non credo di poterla dare (il mysterium iniquitatis è ancora tale e spesso, relativamente a questa vita, letale).

    Concordo che la prospettiva ultima sia quella della vita eterna: anche lì, comunque, il volere onnipotente di Dio si fermerà un millimetro prima della nostra volontà di scegliere la dannazione eterna.

    Il male, inutile filosofeggiare, è ciò che ci rende infelici. Il male non è sempre “interamente” tale.
    Può essere un male morale (per es. essere infelici del comportamento dei figli, che intanto ho, mentre tanti altri non godono di questa gioia), un male fisico (per es. una gamba amputata, ma intanto sono vivo), un male ambientale (es. l’inquinamento, ma intanto ho auto, riscaldamento, raffrescamento…) o sociale (es. l’invecchiamento della popolazione, ma intanto chi non è felice di un giorno in più con i propri “vecchi”?)
    Una malattia può essere persino provvidenziale, perchè il Signore riesce a trasformare in bene anche il male, ma il male -intanto- c’è eccome.

    Ma di fronte a certe disgrazie, cataclismi, ingiustizie o situazioni è difficile vederci un “bene”. Eppure, anche lì, Dio tesse la sua tela mirante alla salvezza. Ma, ancora lì, le anime dei singoli si “giocano” il loro post-mortem, la beatitudine, la purificazione necessaria o -purtroppo- la dannaziome.

    L’eresia che “Dio non vuole la malattia” è tutta vostra nel pensare il contrario. Dio permette la malattia, perchè anche quella può diventare maggior sua gloria (Giovanni a proposito del cieco nato), senza incolpare il malato o i suoi genitori.

    Dio ha voluto che l’uomo, dopo il peccato originale, conoscesse -come anticipato- la morte. E, capito che l’uomo si era fatto arrogante, ha voluto che lo stato di “paradiso terrestre” venisse perduto, per conoscere la sofferenza e la fatica (Genesi). Dio ha persino voluto il diluvio universale, come unico modo di “salvare la creazione” dalla corruzione ai tempi di Noè.

    Tuttavia, ciò che Dio viuole, è ritessere la tela della salvezza, coniugando la sua misericordia con la sua giustizia. Quel che Dio non vuole è fare del male. Il male l’ha inserito qualcun altro.

    La domanda è semplice: se imputo a Dio di aver fatto il male, non è che dico un’eresia grossa? Al massimo il proverbio potrebbe essere “non cade foglietta che dio non permetta”.

    Il passero, più volte citato da Coltrane ed Antonio, è abbastanza “solitario” nell’accezione da voi intesa.
    Ho cercato, in un post precedente, di argomentare il passo di Luca del crollo della torre di Siloe e vi rimando là (se volete). Poi se vi accanite sul “vuole” invece che sul “permette”, vi raccomando di non fare i TdG, perchè il vangelo è pieno di forzature (come la traduzione del Padre Nostro, davvero infelice, in cui sembrerebbe che sia Dio il tentatore: ma per favore!!)

    La citazione finale del Credo è un po’ “off topic”: anch’io credo che il Dio ha creato tutto (anche Satana è una creatura), ma la responsabilità di quel che fa Satana è di Satana, non di Dio, altrimenti facciamo casino e questo è davvero un’eresia.

    Spero di essermi spiegato, se no preghiamo gli uni per gli altri lo Spirito santo…
    SALUTI.

  155. azzurra scrive:

    MI SCUSO, CON ANNIBALLO E’ VERO SONO STATA MALEDUCATA e DISATTENTA ho fatto CONFUSIONE, ho risposto inconsapevolmente così, dopo aver letto il post che lei ha inviato alla signora Annarita, (confondendomi, poichè sono stati inviati quasi simultaneamente) che parlava di storia e se mi permette della solita solfa di storia e credevo fosse rivolto a me…sono imperdonabile?
    Non voglio accusare lei, lei in fondo NON è il colpevole, semmai quanti cambiano la storia a fini politici e di potere, tanto il popolo poi…..farà quello che loro decidono. E’ così che sono nate le dittature è così che sono nate le eresie.

    Non è per logiche settarie come lei continua ad accusarmi, bensì la mia, è logica che viene dalla Parola di Cristo in Persona.

    Ora le rispondo come posso e spero che lei, questa volta cerchi di capire.

    Mi dispiace innanzitutto che lei non sia più sposato, e che quindi abbia anche un po’ sofferto, e mi dispiace anche che lei abbia parenti legati all’islam.
    Anche io come lei sono preoccupata per l’avanzare dell’islam in Europa, vedo che dopotutto la pensa come me.

    Ha detto bene quando dice che il pensiero europeo si è instaurato con l’età ellenistica, infatti grazie alla logica scaturita da quel pensiero, progressivamente si è arrivati a Gesù.

    MI SCUSO DI NUOVO LA PROSSIMA VOLTA SARO’ più attenta, e più educata, non so’ ma vede, mi feriscono mortalmente certe frasi, non per paura di perdere qualcosa, no ma perchè mal sopporto chi inganna di proposito. Spero che lei non sia di questa cerchia, perchè ci rimmarrei molto male. Le chiedo un favore, se può fare degli stacchi tra un pensiero e l’altro, quando invia il post, che mi riesce più facile leggere, la ringrazio sin d’ora e la saluto, se vorrà ancora pormi il suo pensiero le risponderò e sarò educata, le confesso che ha AVUTO RAGIONE di SGRIDARMI e ha fatto bene…..nell’altro trhead, però…per quello non me la sento di chiederle scusa, perchè insomma non mi sembrano giuste le accuse che rivolge.

    ….pace?….spero di si!!!

    azzurra

  156. Artefice1 scrive:

    Sig. Tornielli …. A proposito della guerra in corso.
    Provo a dire la mia.
    Il Vero Problema, che in ultima analisi è la PRE-CON-Dizione “dei” comportamenti Umani, come quelli Presunti e dedicati al Sig. Berlusconi e al Sig. Boffo, ritengo risieda nel fatto che i Vescovi della Santa Chiesa Cattolica non Testimoniano il Senso, ma operano come Amministratori di multinazionali dal più svariato oggetto sociale.
    La replica del Cardinal Bagnasco a nome dell’Intero Corpo Episcopale che dice:
    «L’attacco che è stato fatto al dottor Boffo, direttore di Avvenire
    - ( ha detto il porporato prima della celebrazione al Santuario della Madonna della Guardia a Genova) -
    è un fatto disgustoso e molto grave. Rinnovo al dottor Boffo tutta la stima e la fiducia mia personale, dei vescovi italiani e di tutte le comunità cristiane in Italia».
    Credo non abbia Senso!
    Semplicemente per il Fatto che NON trovo L’Aspetto Imprescindibile che Coinvolge Dio Padre Creatore.
    Non le pare una Prova???
    Contrariamente
    L’Inciso giornalistico LO avrebbe, sempre che il Sentimento Manifestato da Gesù Cristo abbia a Riprodursi nel CON-Testo, CON la Libera Testimonianza Incarnata dei Mandati, Legittimamente Manifestata.
    Credo inoltre che le questioni ESCLUSIVAMENTE di carattere Materiale, come dire questioni “dei” Puri Significati, non possano ESSERE! NON ESSENDO questioni da DIO PADRE CREATORE, LA SUA SANTA CHIESA NON CENTRA PROPRIO.
    La LIBERTA’ CON-Ferita dal Creatore NON è uno scherzo.
    Dunque non sarebbero competenza di Pastori della Santa Chiesa Cattolica dette questioni INDIVIDUALI.
    Non le pare?
    p.s.
    Stimabile Dott Tornielli.
    Mi auguro possa Tollerare il fatto che non ho saputo fare di meglio.
    Se intende mantenere la mia Persona sotto tutela, senza Legittime e CON-Divisibili motivazioni, sappia che il mio prossimo commento su questo blog de Il Giornale, dal quale abbia ancora a rilevare l’Imposto termine “in moderazione”, sarà inevitabilmente il mio Ultimo Spunto
    Se non avessi Accolto quello che Succede, COM-Prendendo Bene le CON-Seguenze inevitabili che detti “Successi” Filiali, come questo suo, Impongono; sempre simili a quanto il Buon Dio fa assaggiare abbondantemente a ciascuno, sarei un ingrato. E non avrei di che Benedir-LO.
    Questa é la CON-Dizione Moderata che m’Ispira.
    Anticipo al Giornale il mio Personale.
    Buona Fortuna.

  157. mauro scrive:

    Cara azzurra, la miglior difesa è l’attacco ……sconsiderato, a sensazione, scoppiettante …… ma con fumo.
    Immagini un po’ se io dovessi essere sulle alte vette per capire “intelligere”! E’ Da scuola media inferiore, il diploma di maturità è superfluo. Il problema semmai è “conoscere a fondo” il latino ma direi che a lei è rimasto solo quel ” a fondo”, vicino alla fossa delle Marianne, giusto per equipararmi alle sue gentilezze da gentil donna.

    Il fatto è che siamo talmente abituati ad usare un solo sistema numerico di riferimento da non accorgerci che ce ne ne sono altri. Esempio:esadecimale, ottale. E se crede che siano in disuso se lo scordi, il suo pc usa l’esadecimale per scambiarsi informazioni ed 1+1 dà come risultato 10.

    Come non accorgersi che non è affatto documentata, che si ferma al primo libro che trova e dà per scontato che il primo grillo parlante sia in realtà una cicala. Direi che se lei fà tutto questo, ha la facoltà di crederci ma non di intelligere.

  158. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrene,

    non capisco quelle considerazioni che ha illustrate all’inizio della sua risposta.
    Se questo è un blog, vi è libertà di opinione e nessuno deve ritenersi costretto ad accettare l’altrui pensiero e neppure a rispondere.

    Detto questo,

    della mancanza di costrizioni già l’avevo già scritto chiaramente ma si è dimenticato che Gesu’ è “Dio” (resosi riconoscibile all’uomo assumendo le sembianze umane) ed il suo volere è sempre unico. Le ho detto che “persona” era la maschera indossata dagli attori sul palcoscenico antico. Perciò se cambia la maschera, non cambia l’attore e questo vuole dire che è sempre Dio che assume le sembianze umane di Gesu’. Le ribadisco che non esiste nessun tipo di obbedienza.
    Lei invece continua ad attribuire a “persona” il significato piu’ moderno, chiaramente sconosciuto allora. (oggi è un essere razionale dotato di coscienza di sé ed in possesso di una propria identità).

    La ringrazio per quel possibile ed eventuale “d’accordo”, di massima, sul secondo paragrafo, quello della “relazione”.

    Se il credo è sufficiente per me prendo, il passo in questione.(Matteo 6:10)

    “10 venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra come è fatta in cielo.”

    Considerato che il credo è una esortazione a Dio, quel “venga il tuo regno” equivale a “si diffonda la conoscenza del regno dei Cieli” (nella coscienza dell’uomo);
    Sia fatta la tua volontà: la volontà di Dio è salvare l’umanità dalla morte fisica offrendo una possibilità di nascere a nuovo;
    anche in terra, così come è fatta in cielo: così come nel regno dei cieli Dio assicura che l’umanità si salverà, così in terra ci si salverà ascoltando la sua parola, proprio perchè la volontà di Dio è quella di salvare l’umanità nella considerazione evidente che per salvare qualcuno occorre offrire un rifugio sicuro che lo ripari dalla morte. Voglio far notare ma credo che non ce ne sia bisogno, che Gesu’ è chiamato “il salvatore” proprio perchè la sua funzione era quella di portare salvezza all’umanità.

    Infatti nel prosieguo (Matteo 6:12-13), il recitante, esorta Dio a condonare i suoi peccati allo stesso modo con cui lo ha fatto ai propri debitori, di non indurlo in tentazione e di liberarlo dal male. E’ l’accettazione del Regno dei Cieli, della possibilità di salvarsi concessa da Dio a chi crede nella sua parola, in quanto necessita di presentarsi puro, mondato dai peccati terreni, proprio perchè il Regno dei Cieli è “inizio di nuova vita”.

    Solo chi si allontana dal messaggio spirituale portato da Gesu’ può pensare che il regno dei cieli sia anche sulla terra.

  159. ilsanta scrive:

    @Annarita

    Rispondo in breve.

    Nei post precedenti parlavamo dei delitti commessi in nome della religione cattolica, se poi vogliamo parlare dei crimini delle religioni n generale il discorso si può ampliare moltissimo, ma non cancella le responsabilità di una religione che ha fatto della violenza e del massacro dei dissenzienti un pilastro della fede.
    In merito al suo, pur storicamente giusto intervento, mi sembra tanto un atteggiamento alla “occhio per ochhio” ossia, si accusano le altre religioni (ripeto, pur giustamente) per diminiure le colpe del cattolicesimo.
    Ad ognuno la propria giustificazione …..

  160. ilsanta scrive:

    @Azzurra

    Tralascio il copia incolla dal dizionario per addentrarmi nel suo fantastico mondo di credenze.

    “Dai tuoi commenti …..”

    Questo lo avevo già detto io di lei, speravo che almeno l’originalità non le facesse difetto, invece.

    “rispondo: a quando la tua?…interessante questa domanda”

    Quando le dirò che è l’ultimo intervento vedrà che saprò essere coerente con quello che dico, al contrario di lei.

    “Come volevasi dimostrare…….”

    … la frase è la stessa che ho postato io, quindi?

    ” ….questo cattivone di Benedetto XVI…a volte proprio non lo capisco….!”

    Io invece lo capisco, eccome!

    “Eh! si è vero devo andare a confessare la grande colpa…pensa sono andata subito e come penitenza il mio confessore mi ha detto…di dirti TRE Ave Maria…. speriamo in bene…..”

    Ha detto di dire tre ave Maria a me? Non a Maria?

    “….ma guarda un po’….l’esperto sa che gli italiani inquinano di più…come mai gli italiani…che sia perchè come numero grazie a Dio sono ancora in maggioranza?”

    Vedrò di essere elementare con lei.
    Un (1) immigrato, mediamente (in media), inquina (sporca) più di un italiano (cittadinanza italiana) perchè consuma (usa risorse) più di immigrato (in particolare se immigrato da Paesi poveri, senza soldi).

    ” e come fa’ l’esperto razzista anti-italiano a CONFERMARE che gli extracomunitari inquinano meno?…ha fatto il detective?”

    Basta studiare, vedrà che se anche lei ci prova ci arriva a capire perchè.

    ” vedi caro due ruote, ad inquinare l’ambiente ci sono molti fattori, come ti dicevo anche la cacca e le pisciate lasciate in giro dai clandestini, ma quelle non fanno parte del suo settore vero?”

    Riproviamo in modo elementare …..
    In termini assoluti (quantità di liquami prodotta da un italiano e da un immigrato) un immigrato e un italiano ne producono in egual quantità, in termini relativi il numero di immigrati è ancora largamente minoritario rispetto agli italiani, quindi la cacca degli immigrati è molta di meno rispetto all’italica deficazione.
    La cacca è biodegradabile, ossia si trasforma in nutrimento per le piante per mezzo della degradazione batterica. L’eccesso di nutrienti è però pericoloso per l’ambiente, infatti, per legge (con le dovute eccezioni), gli scarichi devono essere depurati, ossia si deve togliere l’eccesso di nutrimento prima di scaricare.
    Il fango di depurazione può essere, con le dovute cautele, riutilizzato in agricoltura dove invece si necessita di nutrienti.
    Quindi se i bravi italiani hanno fatto i depuratori come previsto per legge, l’inquinamento da scarichi civili è decisamente poco rilevante.
    Fine della lezione.

    ” e i sacchi di monnezza lasciati in giro nei fossati, dai tanti e numerosi clandestini ospiti in un appartamento? dove li mettiamo?”

    Insieme ai milioni di sacchi lasciati dai tanti incivili italiani. (ha presente la situazione di Napoli?)

    “e la storia delle automobili….ridicolo, ma si legga i giornali, anche poco tempo fa’ hanno arrestato una, alla quale erano intestate ben 120 auto, motivo? le affittava ai clandestini….ma vedi un po’ di informarti prima di aprire la tua boccuccia di rosa, professorino della notte.”

    Quindi lei conferma che le macchine venivano affittate ai clandestini …. quindi i clandestini non sono i proprietari dell’auto ne la usano per tanto tempo visto che è in affitto e se li fermano li arrestano, quindi fanno meno chilometri degli italiani, quindi inquinano di meno, quindi lei si è data la zappa sui piedi, quindi lei è ….

    “E’ proprio l’uomo che inquina…quindi meglio levarcelo di torno…come? embè…ci sono gli aborti e l’eutanasia…chissà come mai la madre di darwin non ha pensato di abortirlo…?…boh! lui si che meritava di vivere…gli altri no…perchè inquinano l’ambiente!!!”

    Signora se il mondo riesce a sopportare la sua presenza penso che riuscirà a cavarsela lo stesso, malgrado coloro che come lei si atteggiano a giustiziere della notte, persone che come lei rifiutano le evidenze scientifiche per pura superstizione senza nemmeno aver letto ne capito (capire non è condividere) ciò che rifiutano.

    “quindi RIPETO:”

    Ripetere cose senza senso non giova alla sua causa.

    “come appunto l’inceneritore della mia città che tu non sai nemmeno come funziona e come fanno a farlo funzionare….ma tesoro….come faccio a farti fare figure barbine se non esponi la tua “preparazione” in materia?”

    Bene, mi ilustri come funziona il suo inceneritore e magari ci aggiunga i dati sul reciclaggio nella sua regione/provincia, voglio ridere …..

  161. ilsanta scrive:

    Errata corrige:

    “Un (1) immigrato, mediamente (in media), inquina (sporca) più di un italiano ….”

    Leggasi: “Un (1) immigrato, mediamente (in media), inquina (sporca) meno di un italiano ….”

  162. annarita scrive:

    Annibalo, volta e rivolta, la conclusione è, che nonostante i monaci buddisti vivano poveramente e non sono nemmeno padroni del saio, alla fine non portano nessuno in Paradiso, pertanto, la loro povertà non serve a nulla. Semai guarderei alla povertà di S.Francesco e seguaci. Riguardo a Virgilio e C. mi pare che se sono arrivate a noi le loro opere, non è certo per l’opera minuziosa di pagani.
    Ribadisco per l’ultima volta, il peccato colpisce ed ha colpito l’uomo di ogni generazione età, sesso e professione, ma anche la grazia ha agito anche prima della venuta di Cristo, perchè altrimenti saremo difronte ad un Dio ingiusto, che salva solo da un’epoca in poi, pertanto gli sprazzi di luce che ci sono in ogni epoca, non derivano dal paganesimo, nè dal protestantesimo, ne dal buddismo, ma sono sempre il frutto salvifico, di quel Dio, che una volta per tutte ha pagato sulla croce i peccati di tutti gli uomini di tutte le epoche. Essendo Dio mica è limitata la sua azione, nel tempo. Come durante l’ultima cena, Lui ha offerto il suo corpo e sangue, sotto le specie del pane e del vino, ai suoi apostoli, nonostante morisse il giorno dopo, così la sua morte avvenuta in un determinato tempo, in realtà ha salvato anche coloro che venivano prima.
    Riconcludendo fuori dalla Chiesa non c’è salvezza, poi se uno preferisce la povertà dei monaci buddisti, o la “bontà” dei protestanti o la libertà degli atei affari suoi. Libero arbitrio.

  163. bo.mario scrive:

    Mi piace il concetto che il papa lo elegge lo spirito santo. Ma dove vivete? in un mondo di fantasia? beati Voi. Quando fu eletto GPI fù commesso un errore strategico, non serviva in quel momento storico. Si è rimediato in pochi giorni, con l’aiuto dello spirito santo? Chissà quando tornerete con i piedi per terra. Un saluto e buona giornata.

  164. Artefice1 scrive:

    Mauro …. Che SENSO HA???

    “””Le ho detto che “persona” era la maschera indossata dagli attori sul palcoscenico antico.
    Lei invece continua ad attribuire a “persona” il significato piu’ moderno, chiaramente sconosciuto allora. (oggi è un essere razionale dotato di coscienza di sé ed in possesso di una propria identità).”””

    Supponi piuttosto che .
    Come la “persona” è quanto si cela Dentro la Maschera, così la Persona si cela Dentro il Corpo.

    Ritengo sia questa l’autentico Senso.
    Tutt’altro che una derivazione dell’etimo dalla locuzione araba di maschara o mascharat, buffonata.

    Dunque
    La Maschera sarebbe la Rappresentazione della Persona. Uno strumento che PER-Mette di alienarsi dalle CON-Venzioni spazio-temporali, al fine di proiettarsi nel MONDO (Puro Immacolato che lascia senza fiato) Praticamente IL DIVINO.
    La Rappresentazione, sarebbe la Maschera indossata, la quale fa perdere identità all’ESSERE che la indossa. Come dire che la Maschera Esistente Impone il proprio Oggetto Rituale, Arte-FATTO al solo fine di avvilire mortificare allontanare estraniare distogliersi dalla VITA!!!

  165. JOHN COLTRANE scrive:

    @ANNIBALO–Ti faccio presente che il buddismo tibetano è molto incensato qui in occidente, ma in realtà prima dell’annessione cinese (squallida, certamente), i monaci vivevano “beatamente” trai nobili, mentre il popolo era alla fame, tant’è che se non molti, una certa base di tibetani hanno salutato con favore l’annessione (dal Corriere della Sera di qualche tempo fà). Non mitizzare nessuno, voglio dire, se non si vive x cercare e conoscere ciò che DIo è “in SE’”, anche religiosamente se ne fanno di tutti i colori.

  166. mauro scrive:

    Carto artefice1, se una cosa semplicissima non la capisci non ci posso far nulla.
    “Persona” è la maschera che si indossava, l’attore colui che indossava la “persona”. L’attore, oggi, si dice anche personaggio proprio perchè indossava la “persona”. Gli attori, nel teatro antico, facevano piu’ parti ed indossavano “persone” diverse per essere riconosciuti essendo il timbro di voce sempre lo stesso.
    Se l’attore è lo stesso, la “persona” serve solo ad identificare la parte che recita. Allora se Dio è uno e trino, l’attore è Dio e tre sono le “persone” che interpreta.

  167. roberto scrive:

    Come Si mettono i cattolici intransigenti di sicura fede politica di destra , gli stessi cattolici che difendevano le ragioni governative sul caso englaro gli stessi cattolici che plaudono il governo per la sua politica oscurantista in materia di sessualità e costumi.
    Come si mettono questi cattolici così cattolici e così conservatori e destrorsi con il richiamo del loro leader sulla salvaguardia del creato quando il loro popolo delle libertà decreta che in italia si debba ritornare all’energia nucleare?
    E come si mettono questi cattolici intransigenti e moralisti con il richiamo dei vescovi sul rispetto dei diritti umani e sulla politica del loro popolo della libertà che invece dell’accoglienza prevede il respingimento .
    Forse per questi cattolici di destra la non vita di Eluana Englaro è più importante della vita di centinaia di disperati della terra che muoiono nel bel mare delle loro vacanze.

    IPOCRITI!!!!!!

  168. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Sig. Mauro,

    Quanto alla definizione di Persona, non si preoccupi : le tre persone della Santa Trinità non si trattano di tre maschere che si intercambiano per « entrare in relazione con noi ».

    La rimando al Simbolo Attanasiano : « Fides autem catholica haec est : ut unum Deum in Trinitate, et Trinitate in Unitate veneremur. NEque confundentes personas, neque substantiam separantes …. ALIA est enim persona Patris, ALIA Filii, ALIA Spiritus Sancti…. Quia , sicut sigillatim unamquamque personam Deum ac Domini confiteri, christiana veritate compellimur, ita tres deos aut dominos dicere catholica religione prohibemur ».

    Questa è la rivelazione del Cristo : chi dice altrimenti non è cattolico.

    Per di più, visto dall’ « esterno » della Trinità ( cioè dalle creature), non è possile « vedere » una delle personalità della Trinità agente da « sola », ma solo Dio in quanto tale. Che bisogno avrebbe Dio di utlizzare maschere solo per Se Stesso ?

    « Ita Deus Pater, Deus Filio, Deus Spiritu Sanctus. Et tamen non tres dii, sed unus est Deus »

    Il che ha come consequenza : « Et ergo fides recta est ut credamus et confiteamus, quia Dominus noster Iesus Christus, Dei Flilius, DEUS et homo est »

    Non so da dove tragga il Suo credo, Gentile Sig Mauro, ma cattolica non è, ne cristiana, probabilmente.

    In Pace

  169. mauro scrive:

    Caro Simion de Cyrène, le piace giocare con le maschere?

    Le dico perchè:

    Forse non ha focalizzato che indossare una maschera significa assumere una sembianza diversa.

    “..Iesus Christus, Dei Flilius, DEUS et homo est-”
    “.. Gesu’ Cristo, figlio di Dio, è DIO e uomo”.

    “E’ Dio e uomo” vuol dire che Dio ha preso le sembianze di un uomo (Gesu’) e perciò Gesu’ è Dio proprio perchè è allo stesso momento (quell’”e” che li unisce),ripeto, Dio e Gesu’.

    Quello che le scrissi, specificando cosa si intendesse nell’antichità per persona.

    Mi rammarica che lei stesso, alla fine, mi abbia dato ragione senza accorgersene.

  170. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Sig Mauro,

    Forse anche che diciamo la stessa cosa : ma non mi appare così. Se c’è incertezza ne assumo la colpa dovuta probabilmente al mio italiano.

    Ribadisco : non ci sono diversi avatars di Dio. Per una semplice ragione : nella Sua vita intima Dio non ha bisogno di rivestire sembianze differenti e nella Sua vita « pubblica » ( colle creature) queste entrano in relazione con Dio. Il caso di Gesù è sintomatico : Lui è Dio e quando ci rivolgiamo a Lui, ci rigolgiamo a Dio, quando il Cristo ci parla è Dio che ci parla. Non ci sono altri avatars : per rivilgersi al Padre non c’è una maschera del Padre, come allo Spirito Santo non c’è una « colomba ». Rivolgendoci a Gesù ci rivolgiamo al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo.

    Forse un problema semplicemente linguistico.

    Ad ogni modo, sempre in Pace.

  171. Artefice1 scrive:

    Simon de Cyrène …. Eppure mi sembra EVIDENTE

    Non capisco compiutamente il Significato Latino.
    « Fides autem catholica haec est : ut unum Deum in Trinitate, et Trinitate in Unitate veneremur. NEque confundentes personas, neque substantiam separantes …. ALIA est enim persona Patris, ALIA Filii, ALIA Spiritus Sancti…. Quia , sicut sigillatim unamquamque personam Deum ac Domini confiteri, christiana veritate compellimur, ita tres deos aut dominos dicere catholica religione prohibemur ».

    Ma direi che L’UNICO DIO Creatore ha Manifestato Compiutamente L’UNICA PERSONA,

    Come Padre: Determinante la Dignità (Il Figlio Esiste e la Madonna NON poteva CON-Cepire da sola. Dunque il Padre si è Manifestato CON-Ferendo la Suprema Dignità. (Trascurata Naturalmente dai Figli, sostenitore dell’Ideologica Naturale Uguaglianza, Improponibile))

    Come Figlio: Determinante la “Maschera Autentica” chiamata Esistenza. ( L’Individuo indubbiamente sarebbe la Maschera di Dio. Avesse a rappresentare il solo SENSO, come Testimoniato da Gesù Cristo.)

    Come Spirito: Determinante l’Ispirazione. ( Ogni Benefattore dell’Umanità Manifesta l’Ispirazione RICEVUTA.)

    CHI non sarebbe Cattolico???

    Io Direi proprio: IL QUALUNQUISTA OSSIMORO.

  172. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène, scrive una cosa giusta e poi scrive il contrario.

    “quando il Cristo ci parla è Dio che ci parla”; (giusta)
    “Rivolgendoci a Gesù ci rivolgiamo al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo”;(contrario)

    La relazione è biunivoca : uomo verso Dio (ci rivolgiamo a lui spiritualmente) oppure Dio verso uomo (lui ci parla od opera per un tramite);

    in Breve: se lei si rivolge a Gesu’ si rivolge solo a Dio perche Gesu’ è Dio. Lei stesso ha scritto Cristo=Dio nella frase giusta, che personalmente ho sempre affermato su questo blog.

    Considerazione:

    Lei equivoca su un punto che mal intepreta: Gesu’ quando nella predicazione citava il Padre, ovvero la relazione tra Gesu’ e il Padre.

    Gesu’ è il mediatore fra il divino e l’umano, essendo al tempo stesso Dio ed uomo. Con la parte umana citava il Padre (la propria essenza spirituale) per essere compreso dall’uomo sull’esistenza di un Dio e del regno dei cieli oltre quello dei morti, con la parte spirituale, essendo Dio, parlava di sè stesso.

    Lei deve considerare Gesu’ una emanazione di Dio stesso, al pari dello Spirito Santo.
    Gesu’, avendo una parte mortale, finita, ha cessato la propria funzione tanto è vero che la Chiesa stessa dice, giustamente, che una nuova venuta di Gesu’ è un evento irripetibile. Lo Spirito Santo è invece sempre presente in quanto rappresenta il soffio, il respirare di Dio sulla terra, la sua presenza spirituale nel mondo che ha creato.

    Lei invocando Gesu’ si rifà alla parola data da Dio che per il tramite di Gesu’ si è rivelata agli uomini ma assumendo la preghiera un carattere spirituale, invoca Dio stesso, non lo Spirito Santo che è già presente sul mondo, e neppure Gesu’ che come “uomo fra gli uomini” ha terminato la propria opera.

    Stessa concetto per lo Spirito Santo: se lei invoca la discesa dello spirito santo invoca Dio ed il suo potere affinchè quella presenza spirituale, già sul mondo, sia ancor piu’ forte ed illumini le menti disperdendo i dubbi.

    Come può capire mentre prima il tramite fra Dio e l’uomo era Gesu’, una volta che Gesu’ ha terminato la propria opera di evangelizzazione fra gli uomini, il tramite fra Dio e l’uomo è diventato lo Spirito Santo in quanto il rapporto si è trasformato da umano (rivelazione della parola di Dio da uomo/Dio a uomo) a spirituale (adesione alla volontà di Dio).

    Le tre persone sono tre emanazioni di Dio, Il Padre (colui che è sempre stato e sarà, Dio essenza spirituale), il figlio (Dio che è venuto ad annunciare la buona novella agli uomini come uomo, Gesu’), lo Spirito Santo (la presenza spirituale di Dio sulla terra che aiuta l’uomo nell’adempimento della volontà divina).

    Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono tre aspetti di Dio ma Dio è unico ed è a lui ci rivolgiamo sempre anche se lo invochiamo usando uno fra i tre aspetti ma non possiamo citarli insieme perchè sono emanazioni diverse di Dio, portando ognuna con sè un significato diverso.

  173. Simon de Cyrène scrive:

    Caro Artefice1,

    Francamente ho sempre pena a capirLa: forse quindi Le dò una risposta che non c’entra niente.

    Il soggetto qui è un soggetto di Fede, circa quel che ci è stato rivelato da Gesù in persona eppoi meditato dagli Apostoli e dai Padri della Chiesa.

    Il concetto di persona utilizzato per descrivere la Trinità è quello filosofico di individuo dotato di intelligenza e volontà. Quando il Sig. Mauro dice “Se l’attore è lo stesso, la “persona” serve solo ad identificare la parte che recita. Allora se Dio è uno e trino, l’attore è Dio e tre sono le “persone” che interpreta.”, quel che lui afferma non è quel che ci è stato tramandato nel deposito della fede cristiano. E ciò a due livelli.

    Il primo perché dà l’impressione che Dio “rivesta” delle apparenze diverse proprio nelle Sue relazioni “esterne” con il Creato ( alla moda indù degli avatari di Vishnù), mentre nella dottrina Cristiana fin dall’inizio, le Tre Persone Trinitarie compongono la “Vita Intima” dell Trinità e non quella “sterna”, cioè proprio il contrario di un giuoco di maschere.

    Ad un second livello, quel che il simbolo quicumque che ho citato ci dice, è che ci sono proprio Tre Persone DIFFERENTI (Neque… Alia… Alia.. Alia…), con caratteristiche differenti descritte dalle relazioni che queste Tre Persone hanno fra di loro ( e non con il mondo “esterno”), come ad esempio per la Seconda Persona l’essere generata ( ma non creata) dalla Prima e la Terza Persona l’essere “spirata” dalla Prima e dalla Seconda, il che Le definisce in modo univoco e senza ridondanza.

    Quanto al Cristo è la Seconda Persona incarnata per opera della Terza Persona in obbedienza alla Prima: ma visto dall’esterno della Trinità, Cristo non è un “33%” di divinità, ma è Dio stesso fattoSi uomo. Dunque Lo possiamo e dobbiamo adorare in quanto Dio ( mi sembrano cose da catechismo di seconda elementare…)

    E se non Le ho risposto…………… colpa Sua!

    Buona Giornata!

    In Pace

  174. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène, se con intelligenza vuol scrivere, deve considerare anche quando quando si usò per la la prima volta la dizione “persona” e cosa si intendeva dire a quel tempi.

    “Il concetto di persona, nel senso oggi comunemente inteso, è assente nel pensiero greco.
    Il termine stesso indica in origine la maschera usata dagli attori di teatro.
    Da ciò passa ad indicare il personaggio interpretato.
    E’ solo nel pensiero cristiano medioevale che il termine assume la ricchezza che ha ancor oggi per noi.
    La persona è ciò che c’è di piu’ perfetto nell’intera natura, afferma S. Tommaso (XIII secolo).
    Il pensiero greco, pur senza raggiungerlo, ha creato l’alveo in cui tale concetto potè essere guadagnato: non ne ha ostacolato la scoperta.
    Le conclusioni medioevali sulla persona sono state tutte elaborate nell’ambito di indagini teologiche sulla Trinità.”

    (rif.http://www.slideshare.net/robmastri/la-scoperta-della-persona-nella-filosofia-medioevale)

    Caro Simon de Cyrène, sono eleborazioni medioevali teologiche quelle sulla persona che non rispecchiano il significato che avevano quando furono scritte.

    Lei quando scrisse il credo di Sant’Attanasio (riportandone un brano in latino), non sapeva che era del VI secolo D.C. e che il concetto di persona fu elaborato teologicamente solo nel medioevo?

    Si scordi “individuo dotato di intelligenza e volontà”, sant’Attanasio neanche sapeva cosa fosse quando scrisse il suo credo.

  175. Artefice1 scrive:

    Egregio Simon de Cyrène …. Il TUTTO è UNICITA’.
    Dunque qualunque cosa c’entra, Sempre. Resta CON-Forme oppure Difforme.

    “””Il soggetto qui è un soggetto di Fede,”””
    Mica tanto.
    La Maschera è l’INDIVIDUO Separato, PER questo Libero, e Distinto, Dotato.
    Comunque, NON del TUTTO.

    “””Il concetto di persona utilizzato per descrivere la Trinità è quello filosofico di individuo dotato di intelligenza e volontà.”””

    L’Individuo è Distinto, Separato in quanto Esistente. Dunque CON-Creta.
    La Capacità Determinante, CON-Facente, Venne e Viene, Manifestata dall’ORIGINE ed è UNA SOLA.
    Come dire:
    VOLONTA’ CREATRICE, IMPRESSA NELL’OPERA, quale Rappresentazione AUTENTICA dell’Artista CHE lo qualifica, rendendo-LO Riconoscibile.
    Questa Ritengo Sia LA PERSONA.
    ESSERE Imprescindibile ed Eterno.

    La Maschera è un sussidio inerte, PER l’Essere Recitante.
    L’Individuo non può né potrebbe Fare, senza Determinare.
    Esistendo la Maschera, Libera di Determinare Naturalmente, dunque Falsamente, i casi, sono sempre due.

    O la Maschera altera il Recitato autentico e Rappresenta in modo difforme il Senso (come sopra qualificato).
    Oppure la Rappresentazione è Fedele, CON-Facente. Unifica Maschera ed ESSERE. UNICO Fine PER la Maschera. L’UNICITA’.

    “””Allora se Dio è uno e trino, l’attore è Dio e tre sono le “persone” che interpreta.”,”””

    Tre sarebbero le Manifestazioni Esistenti. Trè INDIVIDUI Distinti e portatori di Specifiche Peculiarità.
    Dunque direi:
    Che Dio Padre Creatore è L’UNICA Persona, ESSERE Imprescindibile ed UNIFICANTE.
    Persona Presente nel Padre, nel Figlio e Nell’ Ispirazione Santa.
    Questa Personalizza le Maschere CON-Formi. Identiche se CON-Facenti, Fedeli se Normali. Regolari se CON-Venienti.

    La Vita dell’Essere è Persona!!!
    La Maschera Esiste!!!

    Supponi che la Maschera esegua Fedelmente la Volontà dell’Essere.
    Acquisisce la Vita Riconoscibile? La VITA è Quello che resta DOPO il Fatto???

    Come potremmo parlare di Dio se non avessimo delle Manifestazioni Riconoscibili???

    Dignità del Padre, Maschera del Figlio, e Ispirazione CON SENSO, non sono Naturali Manifestazioni Riconoscibili???

    Meno male che hai escogitato il 33% per dimostrare la tua Illogicità, come dire l’Ossimoro che PER-Seguita il TUTTO.

  176. Simon de Cyrène scrive:

    Caro Sig Mauro,

    Le assicuro che le Sue idee circa la Santa Trinità sono state condannate dal Concilio di Roma del 262 quand si riunì apposta a causa (dei Philosophumena) di Sibellius che ribadivano tali dottrine eretiche. Il simbolo attanasiano è una ri-esplicazione della dottrina sulla Trinità ritenuta come ortodossa dalle Chiese di Oriente ed Occidente.

    Penso che Lei faccia parte, almeno di cuore, di una setta protestante eretica che non accetta i primi 7 concili: mi dica se mi sbaglio. Comunque non è un pensiero cattolico. Qui c’è poco da ragionare perché si parla di verità rivelata ed esplicitata attraverso i secoli secondo il mandato di insegnamento ( Magistero) che il Cristo ha affidato alla Sua Chiesa.

    Amicalmente e sempre in Pace.

  177. Cherubino scrive:

    aggiungerei che non è esatto dire che il concetto di persona è sorto nel Medioevo. Anche la citazione dell’etimologia è sbagliata e al contrario. Infatti è proprio in quanto “maschera teatrale” che la persona indicava il principio di individuzione, mentre l’attore che poteva assumere drammaturgicamente qualsiasi ruolo era come un substrato anonimo. Per noi la maschera è sinonimo di doppiezza, di travestimento, invece nel teatro greco indicava uno specifico e singolare personaggio della narrazione. Da qui -e implicitamente quindi da subito- la persona-maschera indicava l’irripetibile individuo, la persona-soggetto. L’unico, si potrebbe dire heideggerianamente, dotato dell’esser-ci. Il quale però può esistere perchè in lui c’pè qualcosa di comune alle altre maschere, l’attore sottostante.
    Proprio in quanto è in quanto “è-in” una trama narrativa, la persona-maschera esprime molto bene un’altra caratteristica umana: il suo essere relazionale. Ciascuno di noi è ciò che è in rapporto a coloro con cui interagisce. Il nostra agire tiene sempre conto, consapevolmente o meno, dell’altro. Così il personaggio drammaturgico si comprende solo nella trama narrativa, nell’intreccio dell’azione di tutti gli altri personaggi.
    Questi due aspetti della persona-maschera fanno capire perchè essa era molto adatta ad esprimere prima la realtà umana, in cui singoli e diversi individui condividono un’unica natura e possono dirsi fratelli, poi la realtà divina, in cui le tre persone divine sono unite da un’unica ipostasi e si caratterizzano per la relazione che intercorre tra esse: il Figlio in relazione al Padre, lo Spirito Santo come Dono eterno tra i due.

  178. Artefice1 scrive:

    Cherubino …. Mi sembri l’ipostasi della Passione.

    Hai separato l’UNICO DIO Creatore.
    Come fosse ciò che sta sotto?

    Chi sarebbe la PERSONA???
    La Maschera?
    Il Corpo?
    Oppure l’ESSERE???

    Ritieni che la Sostanza che costituisce il tuo corpo stia Sopra o Sotto L’ESSERE che ti PER-Mette il Determinare???
    Come dire:
    Viene prime la scrittura oppure il Pensiero?
    Viene prima il Pensiero oppure l’Ispirazione???

    Ritengo che
    La Scrittura o Parola sia LA MASCHERA.
    Il Pensiero sia la RAPPRESENTAZIONE DEL CORPO.
    Mentre L’Ispirazione che CON-SENTE TUTTO IL RESTO E’ DELLA PERSONA!!! UNICO ESSERE!!!

    La Persona CON-Sente la RELAZIONE, come dire Causa l’UNICITA’
    Dunque la Persona NIENTE HA A CHE FARE CON L’Individuo Separato e Distinto, Nè col Rapporto che stabilisce.
    La Persona Ha a che fare CON Quanto l’Individuo Manifesta Onorando l’UNICO SENSO, dell’UNICA PERSONA.

    La Maschera di Gesù Cristo, Crocifissa, è Affatto Risorta ESSENDO UNICIZZATA All’ESSERE Testimoniato Assolutamente.

    Se PER-Severi la Sostanza (come dire il Corpo, ovvero l’aspetto Naturale) PER Passione, Imponi la PER-Versione Del TUTTO, Assolutamente DIFFORME DAL SENSO!!! NON LA TESTIMONIANZA di Gesù Cristo. UNA ED UNICA PER L’UMANITA’

    Essendo IL SENSO: Bene!
    La PER-Versione cosa sarebbe???

    Quanto ne fate?
    Se Impedite PER Significati all’Umanità la Testimonianza UNICA ED UNIVERSALE???

  179. mauro scrive:

    Caro Cherubino alias cosimo de Matteis, non avevo alcun dubbio che tu fossi un uomo di coltura e non cultura come ti scrissi.
    L’etimologia è esatta: persona=per sonàr, emettere un suono od un voce attraverso, derivante dalla diversa conformazione della bocca nelle maschere usate nel teatro greco ed italiano che permettevano all’attore di cambiar la voce e parte quando indossava piu’ maschere.
    Ciò vuol dire che l’attore è uno (Dio) e diverse sono le parti che recita (padre, figlio, spirito santo), l’uno e trino che intendevano.

    La maschera non rende l’attore (Dio) un substrato anonimo come scrivi, ma serve a caratterizzare la parte che interpreta in quanto le maschere erano una dissimile all’altra (padre, figlio, spirito santo) come erano dissimili le voci che si emettevano (le diverse parti del padre, del figlio, dello spirito santo).

    Infatti poi hai scritto “Da qui -e implicitamente quindi da subito- la persona-maschera indicava l’irripetibile individuo, la persona-soggetto. L’unico, si potrebbe dire heideggerianamente, dotato dell’esser-ci. Il quale però può esistere perchè in lui c’pè qualcosa di comune alle altre maschere, l’attore sottostante”, che indica quanto sia importante l’attore dietro la maschera.

    Ipostasi e persona, sono considerate di uguale significato dalla Chiesa ma persona (maschera) divina è tutt’altra cosa essendo Dio essenza: manca la sostanza razionale che è propria dell’uomo.

  180. mauro scrive:

    Caro Simon de Cirène, a parte che lei mi ha citato parte del credo di S.Attanasio che è del VI secolo d.c. e nulla centra il concilio di Roma (che lei cita) che fu precedente, per quale motivo dovrei essere di una setta protestante?

    Io non mi sono mai permesso di dirle che non è cattolico, neanche mi passava per la testa prima e neppure ora. Io ho sempre discusso di ciò che realmente intendevano coloro che per primi dissero e scrissero di religione. Nulla di piu’ e nulla di meno.

    Se la Chiesa ha rielaborato i concetti della religione adattandoli alle mentalità dei tempi, agli scopi che si prefiggeva ha cambiato i fondamenti su cui appoggiava, vale a dire che il messaggio risulta elaborato e cambiato.

    E mi sembra di averglielo ampiamente dimostrato. Se poi Lei non lo ritiene valido, se pensa che io sia di una setta protestante, sono problemi suoi, non certo miei perchè il messaggio spirituale portato agli uomini da Gesu’ era preciso, non soggetto alle mode dei tempi come invece è oggi (veda le storure dell’ultimo CVII che anche il Papa ha evidenziato tanto erano evidenti. Ma forse lei non ha vissuto quei tempi e non si rende conto di ciò che accadde nel mondo occidentale, religione inclusa).

  181. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Cherubino,

    La ringrazio per Cherubino Scrive: September 2nd, 2009 at 11:15 pm: grazie a Lei credo aver meglio capito cosa volesse intendere il Sig. Mauro.

    In inciso, l’argomentazione dell’epoca era tra l’altro in Greco, e la terminologia teologica usata si riferiva al “to proswpeion” cio`è alla maschera (sì) ma che anche al volto (tra l’altro in Greco modern solo quest’accezione è rimasta): cioè siamo proprio nell’ottica da Lei spiegata e la ringrazio.

    Gentile Sig Mauro,

    Non si offenda, ma le sue affermazioni sànno davvero di modismo sybelliano…

    Poi la Sua frase “Se la Chiesa ha rielaborato i concetti della religione adattandoli alle mentalità dei tempi, agli scopi che si prefiggeva ha cambiato i fondamenti su cui appoggiava, vale a dire che il messaggio risulta elaborato e cambiato” è tipica dell’atteggiamento protestante che pretende risalire ad una tradizione ( a mio parere mitica) la cui autorevolezza non è basata su alcun magistero autentico in atto (cioè, in parole povere, in continuità storica cogli apostoli ed ancora in esercizio oggigiorno).

    Ma guardi, questa non è un’offesa da parte mia inverso Lei: semplicemente ero un po’ sorpreso perchè è la prima volta che incontro quest’interpretazione da parte di una persona a me contemporanea ( cioè al di fuori dai libri), a parte il Gentile Sig Artefice1, che, sospetto, sembra (?) dire un po’ le stesse cose in altro modo.

    Comunque è un soggetto interessante anche se non “scottante” .

    In Pace

  182. roberto scrive:

    la terra è dono prezioso del Creatore, il quale ne ha disegnato gli ordinamenti intrinseci, dandoci così i segnali orientativi a cui attenerci come amministratori della sua creazione…………Dove è la chiesa , dove sono i cattolici , quando si tratta di salvare il pianeta dalla distruzione causata dall’uomo che cresce e si moltiplica instancabilmente secondo il modello dettato dalla società capitalistica ……crescita demografica=crescita economica ……è questo il modello di sviluppo……salvo poi votare Lega Nord per costringere i frutti di questa sballata filosofia a ritornare con la forza nei lager Libici……..IPOCRITI CATTOLICI …

  183. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène,

    Vede, lei parla di Magistero della Chiesa attraverso il quale la stessa indica il proprio insegnamento, io invece seguo il Magistero di Gesu’che mi sembra fonte originale ed incontrovertibile nella considerazione che solo Gesu’ insegnò agli uomini.

    A proposito di mitico, vuol dire che proviene da un discorso (quello di Gesu’), dal un racconto o da una narrazione (quello dei Vangeli sulla vita di Gesu’ e della Bibbia sulla storia degli ebrei), tutta quella autorevolezza a cui mi riferisco nella sua semplicità di espressione.

    Il suo dubbio su Artefice1 è vero, dice le mie stesse cose pur costatando qualche dissenso formale. Prendiamo strade diverse ma se non stiamo attenti facciamo un frontale un giorno o l’altro. Comunque sembra che Artefice1 abbia diradato i suoi interventi. Io spero che riprenda, non perchè diciamo alla fine le stesse cose ma solo perchè il suo punto di vista non è comune a nessuno di noi blognauti e perdere i suoi commenti è un po’ come svilire il blog. Naturalmente senza offesa per nessuno.

  184. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Sig Mauro,

    Grazie per la Sua cortese risposta e relative conferme.

    Lei mi chiede : « A proposito di mitico, vuol dire che proviene da un discorso (quello di Gesu’), dal un racconto o da una narrazione (quello dei Vangeli sulla vita di Gesu’ e della Bibbia sulla storia degli ebrei), tutta quella autorevolezza a cui mi riferisco nella sua semplicità di espressione”.

    Questo è stato l’oggetto di un lunghissimo dialogo tra me ed il gentile Afterifice1 qualche settimana fa ( N.B.: Artefice1 non mi dispiace per niente, ma la sua assenza di interesse in cercare di comunicare per davvero può essere noiosa in più di sconcertante).

    Per farla breve, per quanto mi riguarda qualunque libro, scritto, tradizione che non siano stabiliti “oggi” su un’autorevolezza attuale ( nel senso filosofico di “in atto”) può di certo essere oggetto di studio ma non di “fede”.

    Senza un’autorità attuale che esercita quest’autorevolezza e che mi spiega cosa quel libro o quella tradizione volesse o voglia dire, chiunque può dire quel che vuole ( ed il suo contrario) e questi stessi libri e tradizioni cessano di essere sorgente di verità ma solo di opinioni. (Questo è vero in tutti i campi cognitivi dell’attività umana ed allora bloggisti come il Sig Bo-mario ed Anniballo avrebbero ragione). Questa autorità non deve avere soluzioni di continuità storica per mantenere la sua autorevolezza, per ovvie ragioni di connessione e di continuità colla testimonianza dei primi apostolic e discepoli.

    Per questo chiedo sempre ai protestanti intorno a me: ma tu, perché “credi” che questi libri (la bibbia, il corano, l’iliade e l’odiseea) si riferiscono a qualcosa d’altro che ad un discorso mitico? Per rispondere costoro non ricorrono mai ad un discorso razionale e si ricasca infine nel relativismo culturale ambiente che non permette di discriminare oggettivamente il verace dal falso, lo storico dalla favola.

    Ma queste tentazioni le vediamo anche all’interno di un cattolicesimo mal compreso, dove certuni applicano, sneza rendersene conto, metodologie protestanti. Ad esempio, mentre la Chiesa Cattolica ha definito in modo preciso il Magistero Autentico, la Tradizione, i Libri Sacri, la Liturgia e le relazioni fra di loro, ce ne sono che vengono su con definizioni novelle come il magistero di sempre, il magistero vero, la tradizione di sempre ( “sempre” terminandosi al 1962… ) e gli fanno dire quell che vogliono visto che loro non si riferiscono al Magistero Autentico definite adesempio nel canone 750 del CIC.

    Altri poi, dicono che prima del 1965, non si aveva capito niente e che solo le teorie moderne circa il messaggio del Vangelo sono valide, incapaci poi di spiegare quale legame oggettivo ci sia tra le loro teorie e l’insegnamento degli apostoli.

    In altre parole, le disquisizioni su questo blog tra queste “movenze” pseudo-cattoliche dovrebbero farLe capire, per riflesso, quanto anche sia fallace un’atteggiamento “protestante” che neghi la Storia della Chiesa, la Tradizione che continua a costruirsi ogni giorno che passa e soprattutto l’assenza di Magistero riconosciuto come Autentico che sia operazionale “oggi”.

    In Pace

  185. Artefice1 scrive:

    Mitico Simon de Cyrène ….. sei tu che intendi copiare gli Apostoli.
    Attingendo dai loro Puri Significati.

    Io m’accontento di Gesù Cristo.
    La SUA Testimonianza ha SENSO. Il quale è UNICO e non duella coi significati.

    Dunque Proporrei, visto che ci stiamo cimentando pubblicamente, col vantaggio che chiunque potrebbe partecipare, di provare a costruire il significato che ci possa trovare CON-Cordi, nello stabilire IL SENSO CHE HA la Maschera.
    Questo presuppone che NON esiste a nostra conoscenza il significato che ci UNICIZZA. Giusto?

    Tengo a ribadire che la Maschera è una COSA.
    Mentre la PERSONA sarebbe L’ESSERE che si fa Sentire. Dunque “suona”

    Obiezioni?

  186. Artefice1 scrive:

    Simon de Cyrène …. Non ti sembra d’inflazionare il mito?

    Ma quale Autorità Esistente, COM-Posta d’Individui Imperfetti, potrebbe MAI Rendere Credibile, Ridare, Restituire, Riportare, RI-CON-Segnare un Vero Mito Formulando Significati???

    In questo tuo caso, per me, il Mito sarebbe Indubbiamente, appunto il Complesso dii Significati Prodotti.

    “””Altri poi, dicono che prima del 1965, non si aveva capito niente e che solo le teorie moderne circa il messaggio del Vangelo sono valide, incapaci poi di spiegare quale legame oggettivo ci sia tra le loro teorie e l’insegnamento degli apostoli.”””

    Hai ben Ragione a dirlo.
    Ma la tua aspettativa sarebbe, della stessa misura, ECCENTRICA.

    Sei proprio sicuro che gli Apostoli (Veri Mandati) abbiano MAI spiegato o insegnato a Parole??? O Esercitato Volontà Alcuna??? Come dire: Passioni.
    Io Ritengo che il Loro insegnamento sia tutto CON-Centrato Nel Senso.
    Manifestato CON la loro Incarnata TESTIMONIANZA.
    Senza questa Loro Testimonianza Incarnata il Messaggio non sarebbe Credibile!!!

    Anche se il mio significato, in ogni caso, Inutile non ti garba, di tuo Fanne una Ragione.
    Il Sentimento Determinante Esiste e non può che CON-CORRERE!!!
    Nei tuoi Codici, DOVE LO TROVO???

  187. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène,

    Ognuno può interpretare come crede ed è ciò che ha fatto anche la Chiesa in questi due millenni, non ne è certo esente, anzi, in due millenni ha interpretato e reinterprtato per non dire aggiunto di pugno o sostituito.

    Il problema è che il significato della predicazione di Gesu’ che portava il verbo di Dio è sparito o quantomeno non è piu’ lo stesso.

    Si è perso l’incontro spirituale con Dio, e si discute, fra noi ed all’interno della Chiesa soprattutto di schiocchezze, di cose materiali che nulla hanno a che fare con Dio.

    I giornali sono pieni e/o sono stati pieni di moniti del Papa sull’etica. Peccato che l’etica non faccia parte della religione essendo un concetto laico, libero da impedimenti e condizionamenti esterni.
    Lui dovrebbe parlare di morale ma il campo di applicazione è troppo circoscritto ed allora spacciare la morale, soggetta ad obblighi, come fosse etica, è molto piu’ semplice per controllare i fedeli nella considerazione che essi siedono anche in Parlamento e concorrono alla formazione delle Leggi dello Stato italiano. Una vera e propria intromissione nelle libere scelte di uno stato laico, che tale si è dichiarato lasciando alla Chiesa il diritto di trattare il solo aspetto religioso ovvero spirituale ovvero ultraterreno. Si direbbe che si sia rovesciato il concetto: La Chiesa amministra lo stato usando la religione come pietra di paragone.

    Questo comportamento non credo che faccia parte del magistero della Chiesa ma è indubbio che la Chiesa si stia secolarizzando nuovamente trascurando il suo unico impegno di essere guida al fedele verso l’incontro con Dio e ciò a causa di quel CVII che ha fatto danni allora ed ancora li sta facendo perchè la Chiesa è tuttora divisa e tuttora vi sono scontri al suo interno. Ed il primo a farne le spese, a pagare dazio è stato il magistero della Chiesa, sconquassato alle sua fondamenta, rivoltato come un calzino.

    Potrà dire che sono protestante o quello che crede, non cambia la situazione attuale in cui la Chiesa oggi versa ma credo fermamente che il canto delle sirene, quel cambiar rotta sia stato deleterio per la Chiesa.

  188. Artefice1 scrive:

    Caro Mauro … Che Bella Scoperta.

    “””Il problema è che il significato della predicazione di Gesù che portava il verbo di Dio è sparito o quantomeno non è più lo stesso.”””

    Quando MAI un Significato, PUR PIACENDO, PER-MANE???
    Pensa che Disgrazia sarebbe per tutti se i Significati fossero Eterni.
    La Libertà verrebbe annientata d’un colpo
    I Comandamenti NON avrebbero SENSO.
    E tu, come ciascuno, non sapresti come Farla Finita.

    Prendi Atto. Una Buona Volta.
    Che IL SENSO è L’UNICO ASPETTO UNICERSALE TESTIMONIATO FEDELMENTE DA GESA’ CRISTO UOMO.

    Puoi dire Liberamente che 1+1 non fa due.
    Ma io Ritengo che:
    Come Gesù Cristo UOMO ha Manifestato IL SENSO, CON, Sentimento Determinante, Dell’UNICO DIO PADRE CREATORE, Così Ogni Uomo sarebbe tenuto a Manifestar-LO.
    Semplicemente SUB-Ordinando, al SENSO, OGNI POSSIBILE SIGNIFICATO ESISTENTE.

    Se non altro PER IL FATTO INCONFUTABILE che: Quanto Esiste è Comunque Imperfetto.

  189. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Artefice1,

    Welcome back !

    Ho ben letto i suoi tre ultimi interventi ma sospetto che Lei ben sà come io Le risponderò…

    Guardi siamo quasi d’accordo quando Lei mi dice « sei tu che intendi copiare gli Apostoli. Attingendo dai loro Puri Significati.»

    E anche quando Lei afferma « Sei proprio sicuro che gli Apostoli (Veri Mandati) abbiano MAI spiegato o insegnato a Parole??? O Esercitato Volontà Alcuna??? Come dire: Passioni. Io Ritengo che il Loro insegnamento sia tutto CON-Centrato Nel Senso. Manifestato CON la loro Incarnata TESTIMONIANZA. Senza questa Loro Testimonianza Incarnata il Messaggio non sarebbe Credibile!!! ».

    E Lei si chiede con giustezza « Ma quale Autorità Esistente, COM-Posta d’Individui Imperfetti, potrebbe MAI Rendere Credibile, Ridare, Restituire, Riportare, RI-CON-Segnare un Vero Mito Formulando Significati??? »

    Questi tre punti sono legatissimi fra di loro.

    Se Lei sà che Gesù ha vissuto tra di noi, è morto ed è realmente risuscitato è perchè qualcuno glielo ha detto. Non qualcosa, ma qualcuno. Non un libro, ma una (o più) testimonianza(e) : Suo padre, un maestro, un pastore, l’università, la comunità nella quale vive, ecc. ecc.

    Ovviamente Lei può accettare queste testimonianze senza critica intellettuale e andare direttamente al « succo » del Messaggio ed è quel che fanno quasi tutti, inclusi gli atei che di solito hanno pochi interessi negli aspetti « razionali » delle cose con qualche rara eccezione.

    Ci sono tre livelli quando Lei analizza la trasmissione di un’informazione da testimone a testimone attraverso gli spazi ed i tempi : il contenuto formale scritto ed orale ma, ancora più importante, la qualità stessa del testimone ed, infine, del meccanismo stesso che istituisce il testimone.

    Per questo nozioni come la continuità della successione apostolica sono importanti per garantire il meccanismo in questione. Quanto alla qualità è ovvio che il testimone deve essere integro, capace di conoscere l’oggetto di trasmissione e capace di trasmetterlo è quel che Lei dice affermando « che il Loro insegnamento sia tutto… Manifestato CON la loro Incarnata TESTIMONIANZA. Senza questa Loro Testimonianza Incarnata il Messaggio non sarebbe Credibile » .

    Siamo d’accordissimo ! Solo con questo la testimonianza può essere passata da una generazione all’altra ed il suo contenuto formale può essere ragionevolmente validato ad ogni tappa. Ma non solo a livello degli apostoli che hanno vissuto con Gesù ma anche tra costoro ed i loro discepoli ( martiri, cioè etimologicamente testimoni) e così via di seguito fino ai giorni nostri. Se la catena si rompesse come potrebbe Lei pretendere oggi, nel 2009, andare direttamente al Cristo senza fare questo sforzo : non sarebbe mai « sicuro » che quel che ne conosce non siano idee personali Sue o di qualcuno e si cadrebbe en relativismo usuale.

    Quanto alla problematica delle « maschere » penso che quel che dice Cherubino Scrive: September 2nd, 2009 at 11:15 pm rifletta anche quell che ne penso.

    In Pace

  190. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Sig Mauro,

    Mi riferisco al Suo ultimo post: mauro Scrive: September 4th, 2009 at 9:55 pm

    Rispetto al Suo primo paragrafo: certo, ovviamente, chi non potrebbe essere d’accordo con quel che Lei dice. Perciò si prosegue a tappe: 1) la Resurrezione del Cristo è un fatto storico accertato , sì o no. e qui entriamo nelle discussion circa la trasmissione della testimonianza dei discepoli già fatta più volte in questo ed altrio threads; 2) la Resurrezione del Cristo essendo accertata, quel che ha detto e fatto prende una rilevanza particolare che merita analisi: qui si risale ai testi ed ad alle testimonianze ocular, verbali ed altre; ancora una volta la testimonianza accertata lungo i secoli è critica, sennò chiunque puù invertarsi testimonianze, vangeli eccetera; 3) la testimonianza delle promesse di Cristo circa il primato petrino, il “mandato” degli apostolic e dei discepoli, della venuta e dell’aiuto dello Spirito Santo nella guida della Chiesa e nella spiegazione degli altri elementi ancora tenuti “nascosti” perché non ancora recepibili dagli apostolic stessi, della perennità della Chiesa contro satana, ecc. ecc. garantiscono su un piano di Fede questi elementi come fondamenta addizionali sulla quale si basa il nostro “credo”.

    In quanto Cattolici Romani siamo quindi ben lontani da un approccio alla “facilona” irrazionale tipicamente protestantoïde, ma le radici della nostra Fede affondano davvero nelle profondità del Reale e della Storia, intorno a quell ‘evento della Pasqua dell’anno 30.

    Mi piacerebbe discutere con Lei di morale e di etica: francamente e benché capisca benissimo la distinzione fatta dai nostri contemporanei tra queste due parole, alfine di ridurre etica, nei fatti, a legalità ( e sì…… l’etica odierna è il ritorno della Legge sotto la quale eravamo tutti schiavi a causa del peccato), personalmente non ne accetto la distinzione attuale.

    La problematica italiana è davvero peculiare all’Italia e quindi io non ci metterò neanche l’unghia del mio mignolo, anche se ho opinioni personali sul soggetto. Comunque e checchessia il mio punto di vista, al di fuori di fede e di morale non c’è scritto da nessuna parte che la gestione della Chiesa dei Suoi affari temporali richiedano alcun assenso umile della mente e della volontà del cattolico romano, che io sappia. Quindi tutti i punti di vista godono dello stesso valore religioso in questo regno dell’opinabile.

    In Pace

  191. Artefice1 scrive:

    Simon de Cyrène … neppure mi cimento a fare l’indovino.
    Gentilmente puoi darmi del tu?Di Lui aspettane Uno solo. Indubbiamente qui non siamo ancora in Relazione.

    “”Se Lei sà che Gesù ha vissuto tra di noi, è morto ed è realmente risuscitato è perchè qualcuno glielo ha detto.”””

    Non ti entra proprio in testa che Gesù HA TESTIMONIATO!

    Sei proprio FISSATO sopra i Significati che Adori.
    Lo so Benissimo perché Adori i Significati. Il Potere ti stuzzica; in somma.

    Quanti ne conosci che NON Conoscono detta Testimonianza non ostante abbiano imbottiture ovattate di significati Ripetuti in ogni dove e nei modi più Eccentrici?

    Io Ritengo piuttosto che un aborigeno Natale, Privo di ogni Informazione Significata, ESSENDO capace di Onorare LA FAMIGLIA, INCARNA PROPRIO L’UNICO SENSO TESIMONIATO ANCHE GA GESU’ CRISTO!!!

    Tu CON-FONDI (come dire: Fai una mistura di naturale farina ed Essenziale Ispirazione, per poi dimostrare che il tutto è solo farina.
    Dunque
    CON-Fondi la Procedura Infallibile, Propria, ed Adatta alla Produzione, la quale si avvale dell’Imprescindibile Significato, CON l’UNICA e Peculiare Procedura che Determina LA RELAZIONE!!!
    Dio Padre Creatore NON è un Oggetto, oppure un Poster. Solo LA RELAZIONE LO Rende Oggettivo!!! Senza i tuoi ASSURDI e FORZATI Significati Potenziali, Adatti PER Ingarbugliare l’OVVIO, Che s’impone immediatamente e naturalmente al pensiero supportato dal SENSO.

    “””Per questo nozioni come la continuità della successione apostolica sono importanti per garantire il meccanismo in questione.””” ???

    Avrei l’Impressione che PER te la Testimonianza dell’UNICO SENSO, Sentimento Determinante dell’UNICO DIO PADRE CREATORE, sia paragonabile ad un modello Fiat da produrre in serie.

    A tuo parere cos’altro determina l’Alienazione della PERSONA???

    Calmati e Riassumiamo.

    L’Individuo è Simile ad un Animale. D’Accordo?

    Ammetto che PER Emancipare l’Animale, ogni Cosa Creata da Dio è Indispensabile!!! Dunque Anche ogni sorta di Significato frutto di PER-Versione che SCIMIOTTA LA REALTA’, Aiuta in ogni modo.

    Istruito l’Animale, PER-Fetta-Mente PER-Suaso, Diremmo che Resta TALE E QUALE???

    A questo punto scatta la Testimonianza di Gesù Cristo: Via Verità e VITA.
    La Vita è Ciò che resta DOPO l’Attimo chiamato FATTO.

    Ciascuno CON (l’Opera di Dio Padre Creatore), ha l’Opportunità d’Incarnare LA Vita.
    Come faccio a trasmetterti IL SENSO PIENO di quanto ti ho Significato INUTILMENTE???
    Quanto Possiedi INCARNATO: LO CONOSCI???
    Oppure LO rifiuti e Preferisci le Fiabe???

    L’Argomento Maschera Ritengo sia Fondamentale e Chiarificatore.
    Indipendentemente PER come la pensi.
    Proprio per sostenere e chiarire la tua tesi, posso chiederti di CON-Futare i miei significati chiaramente espressi al riguardo?
    Oppure dimmi almeno quali mie proposizioni ti risultano inaccettabili.

    Amabilmente.

  192. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène,

    Il dato inequivocabile, che risulta dalla predicazione di Gesu’, è che vengono ricordati due regni, il regno dei morti ed il regno dei cieli. Quello dei morti, relativo all’umana terra, è il regno di coloro che morendo fisicamente vengono dimenticati da tutti, mentre il regno dei cieli è il luogo dove Dio si ricorda di noi promettendoci una seconda vita, non piu’ finita ma eterna. La risultante è che Gesu’, essendo Dio ed avendo cessato la funzione umana di predicazione e di promessa del regno dei cieli seguendo il volere del Padre, non poteva farsi trovare nel sepolcro (il regno dei morti) dagli apostoli, per cui era logico che gli apostoli fossero sicuri con il non ritrovamento che lui fosse veramente nel regno dei cieli. Che la si voglia chiamare resurrezione è errato perchè vuol dire nascita a nuova vita, ma la vita di Gesu’/Dio è eterna e non deve rinnovarsi, anche nella considerazione che fosse anche uomo perchè era sempre una persona di Dio. Gesu’ era spirito naturale e non poteva risorgere ma solo riunirsi al Padre ed allo Spirito Santo in unione con Dio.

    La resurrezione sarebbe invece riservata al solo genere umano perchè lo stesso apostolo Paolo annunciò la sua fede in una futura resurrezione dei morti (Atti, 14,15). Il problema semmai è che in questa resurrezione prevista da Paolo sono compresi sia i giusti che gli ingiusti, mentre sappiamo che la nuova vita promessa da Gesu’ era rivolta solo a chi seguiva il verbo di Dio.
    Seguendo quanto Paolo disse, il regno dei morti diverrebbe un regno dei cieli rovesciato dove si risorgerebbe per essere puniti quando invece è il regno di coloro che vengono dimenticati da tutti, Dio compreso. E’ evidente che il regno dei morti fu depennato, cancellato volutamente. Ma questo vuol dire che chi non voleva convertirsi veniva “avvisato” che doveva sempre sottostare al Giudizio di Dio, era in sintesi una forma di coercizione psicologica per far decidere di accettare la conversione.
    Ha visto dove siamo arrivati passando dalla resurrezione? Ad una forma di conversione psicologica.

    Le dirò che quel morire e dopo due giorni “risorgere” come fece Gesu’ è citato dal profeta ebraico Osea nel Neviim Osea (6,1-3) ben prima che nascesse Gesu’, che predisse una nuova vita per tutti gli israeliti. E’ indubbio che i Vangeli presero spunto da Osea per definire i tempi della morte e “resurrezione” di Gesu’ ma anche che quella vita era riservata a tutti coloro che seguivano il verbo di Dio.

    Se le fa piacere parlare di etica e morale, io sono d’accordo, dica lei quando.

    Prendo spunto da “la gestione della Chiesa e dei suoi affari temporali” per una digressione. “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa”. Mi dirà cosa c’entra?
    Chiesa proviene dal greco Ekklesia e piu’ specificatamente dal verbo ek klaleo che vuol dire invitare.
    Questo vuol dire che Gesu’ non ha mai fondato la Chiesa come istituzione.
    La frase significa invece: “Tu sei Pietro, e su ciò che hai realmente visto, toccato e sentito (che rappresenta la solidità della parola di Gesu’ al pari della pietra), io baso il mio invito (a convertirsi).
    Non diceva forse di convertirsi nella sua vita pubblica?

  193. peccatore scrive:

    A beneficio di chi non coglie certe sfumature della Creazione:

    La “conoscenza” degli animali esiste, ma è limitata a ciò che si riduce ad un “bisogno biologico”.
    Viceversa l’uomo “ha sete di una conoscenza dell’infinito”.
    Le facoltà razionali sono una prerogativa che differenzia radicalmente l’uomo e l’animale, tuttavia “l’animalità corporea” dell’umano non va affatto trascurata, costituendo la “casa” dello spirito umano. La scoperta non consiste nel sapere che l’uomo è un “animale razionale”, quanto nel comprendere che dall’intelligenza che lo contraddistingue, dipende la corporeità propria dell’uomo.
    L’antropologia che ne consegue, oltre a porre la giusta enfasi sul corpo, lo identifica come una chiave di lettura dell’anima come “forma” che lo abita. Il corpo umano è il corrispettivo fisico dell’anima che lo abita in forza di due caratteristiche fisiche inspiegabili: la non specializzazione morfologica e la capacità di contenere/controllare gli istinti.
    In ragione del primo, il corpo umano sancisce la limitata soggezione del corpo umano dai fattori ambientali della realtà che lo circonda, contrariamente a ciò che il contesto impone ad ogni altro animale. Questa limitata soggezione (che è il fondamento della libertà) trova corrispondenza nell’indeterminatezza fisica del comportamento umano, liberato dal primato dell’istinto animale, capace cioè di condurre sotto la guida della sola ragione le proprie azioni.
    In altre parole l’uomo mostra, nel corpo, di seguire esigenze extra-biologiche, rifiutando di ridursi ad una prigionia in forme organiche specializzate ed istintive. La mancanza di specializzazione mantiene all’uomo un carattere primitivo, meno evoluta, o evoluta in modo differente e contrario alle scimmie. La scimmia si allontana imbestialendosi da ciò che l’uomo è sempre più, quanto più umanizza nel suo corpo ciò che è il suo carattere spirituale intrinseco e specifico. L’embriologia attesta che il cranio di un giovane orango è molto simile a quello di un bambino, un abbozzo di ciò che si è poi perduto. Normalmente, dicendo che un animale è intelligente, si intende che possieda qualche facoltà psicologica che gli permette di adottare comportamenti complessi con una certa precisione. Se l’intelligenza fosse tutto qui, tutti gli animali sarebbero più intelligenti dell’uomo, a motivo della capacità di eccellere in qualche dotazione sensoriale. Ma in realtà questi sensi sviluppati attengono al solo istinto, preciso sul particolare e cieco sul generale. L’intelligenza umana si caratterizza per un comportamento inizialmente incerto (proprio perché non dotato nei sensi di meccanismi istintivi), ma vieppiù ammirabile, grazie all’apprendimento. L’animale non è intelligente (se non per una certa intelligenza pratica) e l’uomo invece sì (salvo quanto diventa così pratico ed utilitarista da animalizzarsi ed imbestialirsi, disumanizzandosi in questo o quel materialismo). La “curiosità” degli animali non è di natura intellettuale, perché essi non sono capaci di considerare la natura degli oggetti che scoprono nelle loro esplorazioni: non sanno “dare il nome” alle cose (che è molto biblico). Il linguaggio infine è il segno dell’intelligenza: è il segno di riconoscimento degli esseri umani, pur nella diversità delle lingue. Il linguaggio è espressione di ciò che si conosce. Gli animali comunicano in modo anche preciso, conoscendo attraverso i sensi ed avendo bisogni biologici istintivi. Ma questo non è “linguaggio” se non una sua pallida riduzione. Il linguaggio è capace di una conoscenza intellettuale, anche astratta e simbolica, totalmente esclusiva dell’essere umano. La comunicazione animale esprime lo stato organico, mentre quella umana esprime lo spirito ed il modo oggettivo di essere della cosa conosciuta. Non confondiamo la memoria associativa dello scimpanzè (alla base degli animali ammaestrati) con la comprensione umana. Ciò che un animale apprende non per questo lo comprende. La memoria di un animale resta sua: la memoria dell’essere umano, con la sua intelligenza e la sua volontà, ne costituisce il cuore, quello che, puro, permette ai ricercatori di Dio di scoprirlo vicino.
    (libera reinterpretazione di un articolo di Leopoldo Prieto)