"Per caso" don Gänswein quel 15 gennaio 1980 era assente…

[photopress:georg.jpg,full,alignleft]Il quotidiano La Repubblica mette oggi in pagina il verbale della riunione dei vertici della diocesi di Monaco di Baviera avvenuta il 15 maggio 1980, durante la quale si decise, in presenza dell’allora arcivescovo Joseph Ratzinger, di accogliere in città padre Hullerman, il prete di Essen colpevole di abusi su minori, perché potesse curarsi. Riunione e decisione erano peraltro già note e confermate dalla stessa diocesi bavarese fin dal primo momento. Nella cronaca dalla Germania si legge che la riunione avvenne “un freddo mattino”, nella “ricca Monaco” al “numero 5 della stretta Rochusstrasse” e che durò dalle 9 alle 13.30. Nel fornire qualche ragguaglio sui partecipanti, l’articolista conferma la presenza di Ratzinger e puntualizza: “Assente per caso, tra gli altri, il suo attuale segretario Gänswein”. Dunque don Georg quel giorno era “assente per caso” e forse, chissà, anche lui non poteva non sapere… Ci permettiamo di suggerire, per contribuire alla ricostruzione già peraltro dettagliata dell’evento, un particolare in più: forse don Georg quella mattina non era presente perché ancora seminarista nella diocesi di Freiburg im Breisgau, nel Baden Württemberg (sarebbe diventato sacerdote in quella diocesi soltanto nel 1984); e forse non era presente anche perché divenne segretario del cardinale Joseph Ratzinger soltanto nel 2003, vale a dire 23 anni dopo quella riunione alla quale “per caso” non partecipò.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

260 risposte a "Per caso" don Gänswein quel 15 gennaio 1980 era assente…

  1. Andrea Tornielli scrive:

    Chiedo scusa a tutti, ma inavvertitamente ho cliccato su un’opzione mai usata che disabilita la possibilità di commentare… Non l’ho fatto apposta.

    at

  2. Andrea Tornielli scrive:

    A Xagena, che commenta sull’altro post perché qui non poteva (per colpa mia):

    non esagerate il significato di questo post! E’ soltanto un piccolo appunto, che dimostra come spesso noi giornalisti siamo esposti a errori. Il sottoscritto ne ha commessi tanti…

  3. Andrea Tornielli scrive:

    Vorrei ricordare:

    1) Padre Hullerman era un prete della diocesi di Essen, dov’erano accaduti gli abusi.

    2) Padre Hullerman viene accolto a Monaco – con il consenso dell’arcivescovo Ratzinger – per essere sottoposto a terapia. Ratzinger acconsente solo ad ospitarlo, non a dargli incarichi pastorali. E’ il vicario Gruber a mettere Hullerman a collaborare in una parrocchia.

    3) Durante il periodo in cui Ratzinger è arcivescovo, Hullerman si fa curare e non esistono denunce ma neanche sospetti nei suoi confronti. Ratzinger lascia Monaco nel febbraio 1982. A fine agosto 1982, Hullerman viene trasferito in un’altra parrocchia.

    4) E’ in questa nuova parrocchia che avvengono degli abusi e per questi nel 1986 Hullerman viene processato e condannato. Una volta rilasciato, viene purtroppo messo nuovamente a fare azione pastorale. Ma Ratzinger non c’entra.

  4. Simon de Cyrène scrive:

    “La Repubblica” si prende una sberla magistrale nel campo della deontologia giornalistica come anche del mero professionalismo di base.

    L’odio acceca e rende stupidi.

    Basta vedere le baggianate malintenzionate del New York Times che fanno esatatmente la stessa fine: le loro “notizie” non hanno corrispondenza alcuna colla Realtà.

    BRAVISSIMO AL DOTT. TORNIELLI!!!!!!!!!!!!

    In Pace

  5. stefano di ancona scrive:

    Ho letto l’articolo della repubblica e l’emmesima manipolazione che questo giornale fa dell’informazione. Ma il popolo bue che legge questa specie di giornale non si porrà mai il problema: il foglio di de benedetti è, come santoro, depositario della verità.

  6. Bastardlurker scrive:

    Resta il fatto che l’arcivescovo di Monaco invece di denunciare un prete pedofilo l’ha ospitato nella sua diocesi.

    Resta il fatto che un sacerdote che aveva abusato di 200 bambini non ha subito neanche un processo canonico ed è stato seppellito con le vesti sacerdotali

  7. massimo scrive:

    il sacerdote responsabile di supposti 200 “abusi”(utile notare come ormai tutti dietro la scuola di certi giornalisti definiamo le vittime,cioè ragazzi,cioè persone,sbrigativamente solo come “abusi”)dopo la denuncia e l’indagine della magistratura(poi archiviata dal magistrato)nel 1974-76 nel wisconsin è stato relegato a casa della madre e tolto dal collegio,fu la chiesa la prima a bloccarlo non la magistratura.a seguito delle denuncie.
    se ci si prendesse la briga di leggere bene anche gli articoli di tornielli e la stampa non anticattolica e non solo quella anticattolica forse si eviterebbe di fare domande qui su questo blog faziose e ridicole.
    tutti questi polveroni mediatici alla fine invece di chiarire sembrano solo atti a sporcare e occultare la verità.
    alla fine a forza di sparare cose scorrette e bugie le stesse sembrano le uniche verità.
    chi ci rimette di più però non è la chiesa o il papa ma l’”inteligenza media”che pare oramai merce estinta.
    un grazie a tornielli per la professionalità che dimostra.
    mas.

  8. massimo scrive:

    – Repubblica che ieri da’ per morto un vescovo ancora in vita e oggi invecchia di oltre vent’anni l’attuale segretario del Santo Padre
    – Leggete questo dal blog di Sandro magister
    – .L’abbaglio “liberal” per l’ex arcivescovo Weakland è così accecante che sulla prima pagina della “Repubblica” del 26 marzo Giancarlo Zizola ha iniziato così il suo commento alla bomba fatta esplodere dal “New York Times”.
    “Se mai il comportamento di un vescovo è stato irreprensibile di fronte ai doveri della coscienza verso la verità e verso la Chiesa sugli abusi sessuali del clero, questo è il caso dell’arcivescovo di Milwaukee monsignor Weakland, una delle figure più luminose del cattolicesimo degli Stati Uniti d’America. Egli non avrebbe meritato uno solo dei rimproveri mossi di recente da Benedetto XVI ai vescovi irlandesi. Ciò che ha portato alla luce il ‘New York Times’ della storia di questo pastore, morto con parole di perdono per coloro che lo avevano ingiustamente coinvolto in accuse infamanti, testimonia con chiarezza…”
    Sbalorditivo. Perché Weakland non è morto ma è vivo, e tutto quello che Zizola scrive di lui non corrisponde alla sua biografia ma a quella del cardinale Joseph Bernardin, arcivescovo di Chicago, lui sì “irreprensibile” e morto nel 1996 dopo aver perdonato colui che lo aveva falsamente accusato di atti carnali, a sua volta pentitosi.

  9. il maccabeo scrive:

    Caro Andrea Tornielli, sei davvero un signore, ammiro la tua caritá: “E’ soltanto un piccolo appunto, che dimostra come spesso noi giornalisti siamo esposti a errori. Il sottoscritto ne ha commessi tanti…”, Io invece son cattivo e non credo né alla buona fede del NYT , né a quella di altre testate nostrane, proprio perché perseverano nel loro propagandismo anticlericale, e perseverare é …?
    @ B…….lurker: ma allora sei de coccio! “denunciare” uno che era giá stato denunciato? “mai subito un processo canonico”? Ma hai lavorato nella Diocesi di Essen o di Monaco per saperlo?… Ma perfavore…

  10. Breg scrive:

    Caro Tornielli, come tutte le categorie professionali ci sono professionisti e quelli che dicono di esserlo. In questa vicenda Lei sta dimostrando di essere un vero professionista mentre i se dicenti giornalisti del NYT o dell S. Zeitung (e che dire di Repubblica) stanno dimostrando di essere in mal fede, qualcuno dice adirittura al soldo di qualche “club armato di cazzuola e mattoni”.
    Grazie per averci fatto tornare il sorriso prendendo un po’ in giro questi sedicenti giornalai
    Conviene proprio fare come

  11. bo.mario scrive:

    Tornielli il mio pensiero sul fatto che stà alla base l’ho già evidenziato. Sul giornale la Repubblica mi sento di convenire con lei. Sono diventati una massa di velinari irresponsabili. Chi tiene le fila? mi pare chiaro che anche il NYT sia riconducibile a quel personaggio. Se l’attuale lotta non è spirituale qual’è il bersaglio? Il mio pensiero ha quasi la certezza di qual’è la torta di cui vogliono affibbiarsi la parte più grande. Quando muovono i propri media e si cominciano a fare teoremi vuol dire che i centri di potere si sentono minacciati o si cerca di allargare la sfera di influenza. Giochi sopra le ns teste e non per i ns interessi. Che la Repubblica smentisca la bufala non me l’aspetto perchè un giorno si e uno no dovrebbe smentire quello che scrive. Scrivono a casaccio tanto sono coperti da quel potere che stà facendo il bello e cattivo tempo in Italia. Povera Italia.
    Un saluto.

  12. Sal scrive:

    L’amico Simon de Cyrene si è fatto in quattro per raccontarci che i casi erano pochi, solo 3000 casi in 30 anni ecc ecc. oggi la CNN ore 19 parla di 10.667 casi nel solo 2004, e torniamo al dilemma se copertura c’è stata anche per un solo caso, come facciamo a sapere che non si stiano coprendo un altro indefinito numero di casi ?
    Una volta scoperto che qualcuno dice bugie, naturalmente in buona fede, naturalmente; non si potrà più essere sicuri che la volta successiva stia dicendo al verità. La sua credibilità è ormai finita.

    Tutti conoscono la storiella del contadino che grida al lupo al lupo, ed è un po’ la stessa cosa anche se al contrario.
    In aggiunta come si fa a dare credito a chi si gestisce tutto in casa e tutto in segreto ? Anche quando si fanno le elezioni in qualche paese ‘strano’, vengono inviati ispettori terzi a controllare che tutto si svolga secondo le regole.

    E’ troppo facile ora nascondersi dietro lo status di “ stato estero” e del quale non si può nemmeno avere certezza che sia imparziale o giusto essendo parte in causa.

    Troppo comodo anche se don Gänswein non c’era non cambia nulla è solo un depistaggio per distogliere l’attenzione dal quadro generale e indirizzarlo su un filone secondario e ininfluente.

    I casi le denunce e alcune condanne ci sono state e i miliardi pagati dalla chiesa sono un’ammissione di colpa per silenziare tutto come le richieste di Ruini sono ancora più un ammissione di colpa, doversi accontentare del trasferimento è un rattoppo peggio del buco.

    E chi si fida più delle verità di queste coscienze limpide e omertose ? Degli amici di Dio ? Di quale Dio ?

  13. ilSignorDiSanFirenze scrive:

    Bravissimo Tornielli: una lezione, in umiltà e verità, agli pseudo giornalisti di Repubblica et similia.
    Pedofili solo i sacerdoti cattolici?
    Tutti santi, immacolati, sempre perfetti ed irreprensibili i pastori delle varie congreghe protestanti, i rabbini, gli imam???
    Ma via!!! Ipocriti!!!
    E per non dire dei massoni, dei liberal libertini e degli ateisti amorali….Peggio mi sento!
    Chi è senza peccato…
    Comunque, se attaccano — e così diabolicamente e furiosamente — il Papa e la Santa Chiesa Cattolica vuol dir che siamo nel Giusto e proprio con Gesù. Coraggio: siamo appena all’inzio delle tante e durissime prove che ci aspettano.
    Stiamo saldi nella Fede in Gesù — Unico Signore, Salvatore, Redentore e Messia — e sosteniamo la Chiesa, proprio da Lui fondata su San Pietro, del quale Benedetto XVI è il successore. E preghiamo. Preghiamo per il Papa, preghiamo per la Chiesa.
    NON PREVALEBUNT — assicura Gesù — e Maria SS.ma conferma: IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA’

  14. peccatore scrive:

    Per quel “simpaticone” di Sal, ormai rivelatosi un credente solo nel vomitare cattiverie, con la “scusa di una fede” e fidandosi di un libro che è poi una “bibbia rivisitata e tarocca”, e per quella sua sosia alterego di Marina, che va a indeterminate “messe” in cui si legge l’AT, che per lei è la bibbia, farà piacere sapere che non solo i cattolici ci vedono e ci sentono abbastanza, ma fiutano ancor meglio l’aria che tira. Magari non tutti, magari non sempre, ma certamente -in questa temperie- il Papa.

    Poi è vero che dentro la Chiesa ci sono parecchi ipovedenti, qualche audioleso e non pochi stonati, ma anche costoro la puzza per fortuna la avvertono.

    Sono molti i punti in cui il Papa sta ristabilendo la rotta perduta all’interno della Chiesa. Dopo la scioccante denuncia della Via Crucis del 2005. Dopo i puntini sulle “i” circa le troppe connivenze locali con fenomeni di “sporcizia” intraecclesiale, non limitandosi al fervorino, ma con determinata puntigliosità a ripulire le stanze.
    Dopo il fermo, ma preciso distinguo sulle pessime derive postconciliari rispetto al soffio dello Spirito conciliare, avversato da improvvide resistenze di chi crede di celebrare senza nemmeno esser consacrato e predica la propria teologia d’accatto, apprezzata soprattutto da chi non sa che cosa sta dicendo.
    Dopo l’umile, ma reiterata rivalutazione del significato e della centralità dela liturgia e non mi dilungo…
    Dopo il coraggio di dire di Pio XII la sua grandezza contro ogni falsa diceria.
    Dopo il coraggio di ringraziare gli amici ebrei che l’hanno confortato mentre troppi vescovi l’hanno oscurato o criticato ciecamente.
    Dopo il coraggio di dire ciò che ha detto a Ratisbona, reinterpretato a capocchia dai soliti noti, gli stessi che
    oggi usano la pedofilia, che prima avevano usato Pio XII, prima ancora il summorum pontificium e pure il preservativo…
    Dopo aver accusato la dittatura del relativismo, cioè la massoneria, già impallinata da cardinale…
    Dopo aver screditato la grande finanza, l’avidità, i sacerdoti di mammona, con il loro carico ideologico, il loro potere smisurato…

    Quanta cattiveria contro il mite Benedetto, l’umile operaio della vigna, che va per la sua strada ed è più ambientalista dei verdi, più critico della finanza delle sinistre che vi sono ammanicate, che è più cattolico di tanti vescovi e parroci che ormai usano il ministero per fare altri discorsi. La Spe Salvi e la Caritas in Veritate hanno segnato due svolte. Quest’anno gli economisti di fama, quelli che ci spiegano la crisi, sanno di essere considerati affidabili come chi redige oroscopi…

    Una parte della Chiesa sente sdrucciolevole il terreno sotto i piedi. La Chiesa di Benedetto XVI è tornata ad essere la Chiesa di sempre.
    Subito il mondo la crocifigge.
    Ma niente paura, come raccomandò il Santo predecessore. Duc in altum. E se sarà tale, se non si convertirà, via la zavorra!
    Ci sono, non ufficiali, due Chiese cattoliche: una ha torto. Ha sbagliato. Non è odiata, non sarà scomunicata. Ma deve convertirsi e tornare al Padre, dopo aver dilapidato e avendoci costretti a mangiare le sue ghiande. Certo che non mancano fratelli maggiori che non accettano il ritorno. Faceva comodo anche lo scavezzacollo in libera uscita, per farsi gli affari suoi, senza capire granchè.

    Ebbene, in questo senso sono finiti i festini.
    Faremo così davvero festa, anche se dopo il venerdì santo, inutile illudersi di passare subito alle uova. Prima ci sono i flagelli, la corona di spine, i chiodi…
    Siamo al Salmo 22. Che finisce molto bene.
    Se ne ricordino i venditori della pelle dell’orso, soprattutto se l’orso sa già di non morire.
    E’ eterno, come il Suo Signore.

  15. bo.mario scrive:

    Se mi è permessa una divagazione stasera abbiamo una Xagena contenta e una Marina non proprio. Ma la palla è rotonda e non ci deve rammaricare più di tanto. I pali fanno parte della porta, bisogna essere più precisi.
    Mi scuso ancora con il blog e buona serata.

  16. macv scrive:

    penso che l’esattezza faccia parte ( o faceva parte fino ai nostri tempi)della correttezza dell’informazione . Distorcere le notizie non è difficile , qualsiasi fatto lo si può riportare in modo distorto per maliziosamente suggerire qualcosa o tacere qualche altra: se Cristo tornasse sulla terra , come aveva immaginato anche Ennio Flaiano, sarebbe subito intervistato dai giornalisti…dalle TV.. ma come il Cristo della Leggenda del santo Inquisitore di Dostoevskij probabilmente starebbe in silenzio e il Suo silenzio sarebbe più inquietante di ogni discorso….

  17. john coltrane scrive:

    Bo.Mario, pure io sto tra gli amareggiati, ma se lo deve xdere l’Inter, lo scudetto, meio la Maggica, che il Milan!

  18. Marina scrive:

    Bo.Mario avevo detto guai a loro se ficcavano un pallone in rete, ne hanno messi addirittura due,Per usare il termine loro:che li possino…
    Xagena come si dice in romano?

  19. peccatore scrive:

    ormai siamo alla frutta…
    è il bar dello sport!

    ma l’ottimo Andrea anche oggi ha fatto dell’ottimo giornalismo, azzittendo i falsari.

    E’ questo il bello del marciume imperante: la quantità di perle preziose che la Grazia fa brillare malgrado il rifiuto manifesto del buono, del bello e del vero.

  20. xagena scrive:

    @Marina allo stadio ti ho pensato…..mi dispiace ma dovevamo vincere!!!!
    In romano si dice:che li possino ammazzà…:-)
    Che partitone,ti assicuro che abbiamo tremato fino alla fine, ma i ragazzi “cianno messo er core” e, finalmente ,che spettacolo lo stadio, piu’ di 70000 persone!
    L’Inter è uno squadrone , non so come andrà a finire ….ma sarà emozionante!
    Ciaoooo bo.mario un saluto john coltrane
    e scusate l’OT…tanto per stemperare le tensioni!
    Buona domenica

  21. Gentile Dott. Tornielli,
    la ringrazio per la precisione e per la ricerca che lei fa nelle sue notizie. E’ vero che tutti possono sbagliare, giornalisti compresi, e lei dice che anche lei ne ha commessi, e mi parrebbe strano il contrario. Il problema è chi lo fa con malizia, o con pura intenzione scandalistica senza scrivere su di una rivista dichiaratamente scandalistica. Grazie e buon Lavoro
    Lorenzo, che legge spesso La Repubblica

  22. nunzio scrive:

    Non c’è da meravigliarsi della superficialità di quanti scrivono per repubblica. E’ comunque grave l’insinuazione che l’attuale segretario, anche se assente, “non poteva non sapere”. I republicones sono una categoria speciale alla quale si può dare a bere quello che si vuole purchè sia laicista, di sinistra e politicamente corretto. I seguaci dell’Eugenio ne approfittano.

  23. Leone XII scrive:

    Scusate, ma…sono pedofili solo i sacerdoti cattolici?
    Pastori protestanti, imam, rabbini e ministri d’altri culti tutti santi, perfetti, immacolati??

    Sarà, ma non ci credo!

    Santa Pasqua.

  24. Licia Scapini scrive:

    Ringrazio Andrea Tornielli. Bisogna essere davvero accecati dal pregiudizio per continuare a ributtare in aria le stesse notizie già chiarite e smentite e spiegate ecc.! Sembrano quelle valigie che continuano a girare sul nastro bagagli dell’aeroporto! Dopo un po’ nessuno le degna più di uno sguardo! Solo mi domando: “Qui prodest?”- Chi sta dietro a tutto questo?

  25. Pio VII scrive:

    Ottima, opportuna precisazione.
    E da leggere è pure in Palazzo Apostolico di Paolo Rodari Caso Murphy. Tutta la verità e commenti

  26. Simon de Cyrène scrive:

    Gazie per il Suo post March 27th, 2010 at 7:49 pm, caro Peccatore.

    Magistrale!

    In Pace

  27. peccatore scrive:

    Buonanotte Simon. Ringraziamo anche oggi il Signore.

    Mio Dio, ti adoro e ti amo con tutto il cuore.
    Ti ringrazio di avermi creato, reso cristiano e conservato in vita anche oggi.
    Perdonami il male commesso e se qualche bene ho compiuto accettalo a maggior Tua gloria.
    La tua Grazia sia sempre con me e con tutti i miei cari. Amen

    Preghiera per coloro che non hanno ancora conosciuto l’amore di Dio.

    Per la Sua dolorosa passione abbi pietà di noi, o Padre.
    Signora di tutti i popoli, sii tu la nostra avvocata, ed intercedi per le anime di chi snobba, disonora e ferisce il tuo dilettisimo Figlio e nostro Signore Gesù Cristo.
    Angeli di Dio, che siete i loro custodi, reggeteli, governateli ed illuminateli, perchè vi furono affidati dalla pietà di Dio. Amen

  28. LIBERAMENTE scrive:

    Ascolta Bo.Mario, io voglio che la chiesa cattolica apostolica romana sia ridimensionata, come qualsiasi altra associazione religiosa che non stanca con le sue prediche che nulla lasciano nel cuore delle pesone se la loro mente ragione ancora e ha dei dubbi e sospetti sui molti atteggiamenti antichi e nuovi del Vaticano: per esempio il non avere firmato documenti ONU ed Europei sui diritti umani ed essersi dichiarata sistema di stato non democratico, e questo la dice lunga sul come lei di solito tratta i propri sudditi.

    La chiesa deve ridimensionarsi, non può più permettersi di stare dietro a tutti i suoi preti, quindi, se è vero che non può non sapere su cose importanti come la gestione del clero, così non può allo stesso modo andare avanti se calano le vocazioni e di conseguenza si arriva ad arruolare chiunque possa sostituire le vecchie generazioni di preti e vescovi solo perchè hanno doti di studio enormi ma una vita sessuale sregolata in privato (magari anche prima di essere consacrati).

  29. massimo scrive:

    Anche la stampa (uso il termine “stampa” per designare tutti i mass media) gode naturalmente della massima libertà. Ma come la usa?

    Lo sappiamo già: guardandosi bene dall’oltrepassare i limiti giuridici ma senza alcuna vera responsabilità morale se snatura i fatti e deforma le proporzioni. Un giornalista e il suo giornale sono veramente responsabili davanti ai loro lettori o davanti alla storia? Se, fornendo informazioni false o conclusioni erronee, capita loro di indurre in errore l’opinione pubblica o addirittura di far compiere un passo falso a tutto lo Stato, li si vede mai dichiarare pubblicamente la loro colpa? No, naturalmente, perché questo nuocerebbe alle vendite. In casi del genere lo Stato può anche lasciarci le penne, ma il giornalista ne esce sempre pulito. Anzi, potete giurarci che si metterà a scrivere con rinnovato sussiego il contrario di ciò che affermava prima.

    La necessità di dare una informazione immediata e che insieme appaia autorevole costringe a riempire le lacune con delle congetture, a riportare voci e supposizioni che in seguito non verranno mai smentite e si sedimenteranno nella memoria delle masse. Quanti giudizi affrettati, temerari, presuntuosi ed erronei confondono ogni giorno il cervello di lettori e ascoltatori e vi si fissano!

    La stampa ha il potere di contraffare l’opinione pubblica e anche quello di pervertirla. Così, la vediamo coronare i terroristi del lauro di Erostato, svelare perfino i segreti della difesa del proprio paese, violare impunemente la vita privata delle celebrità al grido «Tutti hanno il diritto di sapere tutto» (slogan menzognero per un secolo di menzogna, perché assai al di sopra di questo diritto ce n’è un altro, perduto oggigiorno: il diritto per l’uomo di non sapere, di non ingombrare la sua anima divina di pettegolezzi, chiacchiere, oziose futilità. Chi lavora veramente, chi ha la vita colma, non ha affato bisogno di questo fiume pletorico di informazioni abbrutenti).

    È nella stampa che si manifestano, più che altrove, quella superficialità e quella fretta che costituiscono la malattia mentale del XX secolo. Penetrare in profondità i problemi è controindicato, non è nella sua natura, essa si limita ad afferrare al volo qualche elemento di effetto.

    Aleksandr Isaevič Solženicyn, Un mondo in frantumi (Discorso di Harvard), 1978

  30. Cristiana scrive:

    @ A.T.

    “per caso”..nel leggere stasera ho riso davvero di cuore.
    Grazie Andrea, che figure….che figure…..!!!!!!!!!!
    domani lo passo ad un paio di amici….. ;-)
    Buona Domenica delle Palme a tutti
    Gesù confido in Te.

  31. Francesco scrive:

    Tornielli signorilmente annota, appunta e minimizza come errore di percorso che può capitare a tutti i giornali l’insinuazione marchiana e velenosa di Repubblica, ma noi ci accorgiamo ancora una volta dell’asservimento di quel quotidiano, espressione di una certa faccia avida e improduttiva del capitalismo finanziario italico,alla falsità elevata a sistema.

    Buona Domenica delle Palme a tutti.

  32. xagena scrive:

    Ripeto:guardate il dito non la luna e ci godete….ma il punto non è il bel fustaccione (l’ho visto dal vivo ed è veramente notevole il ragazzo)che all’epoca era seminarista ma Ratzinger che era presente……forse i giornalisti di Repubblica, sempre e cmq il miglior giornale su piazza e tanto odiato perchè per leggere solo l’edizione domenicale ci vuole una settimana, trovano inconcepibile che il papa abbia un segretario si così giovane………………….;-)

  33. xagena scrive:

    @Tornielli far le pulci a repubblica ci sta ma dal giornale di Feltri che è appena stato sospeso dall’ordine per il caso Boffo…..!!!!
    Cmq sarà contento padre Livio delle bacchettate al giornale Scalfari per la conversione del quale prega sempre:Povero Dio tra Padre Livio,Scalfari Berlusconi e DiPietro gli si presenta un’eternità da “brividi”…secondo me li sbatte tutti nel girone delle special guest star a far a botte tra loro….

  34. Simon de Cyrène scrive:

    Cari Amici,

    consiglio a tutti un articolo di Eugenio Capozzi sul sito di Raffella in
    http://paparatzinger3-blograffaella.blogspot.com/2010/03/ecco-dove-nasce-crisi-di-rigetto-verso.html

    Ci sono un paio di paragrafi che riassumono perfettamente come la penso anch’io:

    “una tra le caratteristiche principali nel nuovo mainstream para-ideologico radical-soggettivista sta nella decadenza generale, in esso, di qualsiasi credito attribuito all’elaborazione di una visione complessiva del mondo, aspirante all’oggettività, nel campo dell’etica, della politica e del diritto.

    Il libertarismo fondato sulla “realizzazione” dell’individuo desiderante implica l’avvento di una vera e propria dittatura nemmeno tanto dell’opinione, quanto esclusivamente del feeling, dell’irrelata inclinazione e suggestione personale.

    In quest’ottica culturale non conta la validità delle idee che si propongono: anzi, quanto più esse sono valide tanto più sono dannose, per il rischio di “assolutismo” che la loro forza comporta alle controparti del dialogo. Conta, invece, unicamente la percezione in base alla quale ogni individuo “costruisce” la propria “identità”.

    Qualsiasi teoria razionale organica sul senso dell’esistenza umana, dunque, viene sistematicamente stigmatizzata come pulsione autoritaria, come costrizione illiberale.

    Ma appunto una teorizzazione organica sul mondo sociale, giuridico e politico è quanto Benedetto XVI va proponendo in ogni sede possibile, con una tenacia pari soltanto alla sua pazienza, dall’inizio del suo pontificato: una vigorosa riformulazione filosofica dell’universalismo cristiano che sfida quanto rimane in piedi delle culture secolaristiche ad un confronto ad armi pari, senza rete, ma esige da esse risposte altrettanto ambiziose.”

    Applicato a quel che succede in questi ultimi giorni, questo ci dà una lettura filosofica profonda degli avveninmenti di questi ultimi giorni dove vediamo giornali come il NYT o La Repubblica o CNN inventarsi un reale ( si dice costruirsi)senza relazione con i fatti, che diventano oggetto di manipolazione; questo anche spiega perchè spesso agli intervenento anti-cattolici su questo thread non gliene importa niente della realtà e dei fatti, ma solo delle idee a-prioristiche che avanzano e di fatti che storcono ed inventano a loro turno.

    D’altra parte, in quanto cattolici romani è nostro dovere amare questa realtà e la razionalità e cercare la verità fino in fondo con totale fiducia ed annunciarla senza paura, anche a costo della nostra vita, poichè questo è parte integrale della nostra “vocazione” cristiana.

    Buona domenica delle Palme a tutti, in Pace!

  35. Andrea Tornielli scrive:

    Vorrei precisare che l’affermazione su don Georg che non poteva non sapere non è di Repubblica, ma mia. Vi sembrerò buonista, ma sapendo con quali tempi siamo spesso costretti a lavorare – e non essendo il corrispondente dalla Germania un vaticanista – sono certo che quell’inciso sull’assenza “per caso” non sia frutto di una volontà malevaola, ma solo uno svarione. Quanto al commento che ricorda la vicenda Boffo, mi sembra di aver scritto in uno dei primi commenti a questo post di non ritenere in primo luogo me stesso (e aggiungo neanche il mio giornale) in grado di scagliare prime pietre. Errori e incidenti di percorso capitano, purtroppo, e io ho ben presente l’elenco dei miei.
    Con l’occasione auguro a tutti Buona Settimana Santa. Oggi ascolteremo il racconto della Passione: il Figlio di Dio, assunta la natura umana, ha sofferto patimenti indicibili per permettere a tutti coloro che non chiudono la porta alla sua grazia, di essere perdonati e redenti. La caratteristica saliente del cristiano è quella di riconoscersi peccatore e bisognoso della misericordia di Dio. Ho scritto il post solo per segnalare, con un filo di ironia, lo svarione su don Georg. Ma davvero, guardando al mio lavoro e alla mia vita, non me la sento di ergermi a giudice, ed è per questo che – soprattutto in una giornata come oggi – sono portato a guardare con molta indulgenza a quella svista. Soprattutto perché so di quanta indulgenza ho bisogno io, anche nel mio lavoro.
    at

  36. Marina scrive:

    Per Xagena,vi siete messi d’accordo con Moratti ,ditelo..Non ha fatto giocare Balotelli chissà poi perchè.Ciao E buona domenica

  37. Sal scrive:

    Scatenati, veramente sopraffini. Cominciamo dal nostro anfitrione che dichiara di essere peccatore perché anche lui fa “svarioni” e gli diamo il benvenuto fra le schiere dei fallaci.
    Ma ciò che sorprende è che la difesa è così ingenua che fa sorridere.

    Allora i preti pedofili sono calati del 30%. Non sappiamo nemmeno neanche quanti sono i pedofili, ma sappiamo che sono calati del 30%. Evviva ! Sembrerebbe il raggiungimento di un importante traguardo, Evviva, ma nella chiesa del Cristo, la Maestra di vita, la pura e santa casta Madre, ne rimangono ancora un 70 % attivi, vivi e vegeti e funzionanti. Lusinghiero, vero ? E’ questo che la fa pura e casta. L ‘iscrizione a ruolo di ancora un indefinito numero di “poveri peccatori”.
    Allora, come si fa a sapere quali sono quelli buoni e quelli bacati ? Come si proteggono le prede se non si conoscono quali sono i predatori ? Non si conoscono ? certo, non si conoscono perché se si conoscessero, avrebbero dovuto far completa pulizia, se invece si ammette solo una ripulita del 30% significa che o non si può/non si sa o non si sa/non si vuole procedere contro di loro.
    E chi dice che una mela marcia nel cesto non faccia marcire anche le altre ?

    Essi dimenticano che : “ La vostra ragione di vanto non è eccellente. Non sapete che un po’ di lievito fa fermentare l’intera massa? Eliminate il vecchio lievito, affinché siate una nuova massa, secondo che siete liberi da fermento. Poiché, in realtà, Cristo, la nostra pasqua, è stato sacrificato. Quindi osserviamo la festa non con vecchio lievito, né con lievito di malizia e malvagità, ma con pani non fermentati di sincerità e verità.”(1Corinti 5.6-8)

    Eppure siano vicini a Pasqua, possibile che questa maestra che mangia pane e vangelo non si sia ricordata di ciò che Paolo dice loro ?

    Come faranno ad essere liberi da fermento con la vecchia residua massa del 70% ?

  38. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Lei scrive, in una delle sue lenzuolate bibliche (riporto la Sacra Bibbia di Ricciotti…sà com’è, questioni di gusti):

    1 Corinzi 5:6 Non è mica bello il vostro gloriarvi! Non sapete che un po’ di fermento fa fermentare tutta la pasta?
    1 Corinzi 5:7 Togliete via il vecchio fermento, affinchè siate una pasta nuova, come siete azzimi; poichè la nostra Pasqua, Cristo, è stata immolata.
    1 Corinzi 5:8 Sicchè celebriamo la festa non col vecchio fermento, nè col fermento della malizia e della malvagità, ma cogli azzimi della purità e della verità.

    Secondo lei cosa intendeva dire San Paolo in questi versetti?
    Ce l’aveva con i cattolici in chiave futura?

  39. Sal scrive:

    @ Lotharius
    perchè chiede a me ciò che lei dovrebbe conoscere già meglio di me ?
    Se non lo sa, si legga (Giobbe 12.7-8)
    “chiedi, ti prego, agli animali domestici, e ti istruiranno;Anche alle creature alate dei cieli, e ti informeranno. Oppure mostra la tua preoccupazione alla terra, ed essa ti istruirà;E i pesci del mare te lo dichiareranno”

    Se ci vede e gli occhi li ha davanti non dovrebbe esserle difficile, se non sa leggere ci sono i seminari, si rivolga lì.
    Se poi vuole un’interpretazione, mi viene in mente che anche la Samaritana rivolse a Gesù domande interessanti. Lei è samaritano ?

  40. Lotharius scrive:

    @ Sal
    Lei non risponde…forsa non sà cosa significa? No non credo lei è troppo esporto di Bibbia, è un esegeta doc.
    Io però sono ignorante e voglio essere erudito.
    Orsù mi dica, cosa s’intendeva nel pezzo di Giobbe in cui le bestie devono insegnarci qualcosa?
    Sal dimostri che non spara solo lenzuolate bibliche, ma che è vero conoscitore della Bibbia.
    Gliene dò l’occasione, ci esponga la sua verità.

  41. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Anzi se prosegue su quei versetti si parla anche di Anima…e mi sembra che anche voi nelle vostre traduzioni riportate la parola anima (l’anima di ognuno che vive)…
    Sal non è che vi siete sbagliati?
    Vuoi vedere che l’anima esiste davvero?

  42. Sal scrive:

    @ Lothaius,
    lei me ne da l’occasione ? Le sono grato, visto che alla mano che porge i fiori rimane sempre un po di profumo ? Io però della sua occasione come dire ? me ne …. decido io quando dove come e perchè.

    Lei può sempre rivolgersi alla congregazione dei santi e al Magistero, le assicuro che lì sono più bravi di me, e se nel cesto ci sono le mele marce, almeno il 30% le hanno già espulse. Quindi può stare tranquillo non correrà pericolo anche perchè ormai la barba è lunga.

    Se le fa piacere la Cnn trasmetterà uno special domani sera ore 21.30 locali e ieri notte è andato un dibattito su BBC ore 23.30 e le giustificazioni prodotte da chi faceva la difesa non sono state proprio all’altezza.

    Comunque per come la vedo io, ogni buon comandante affonda con la sua nave. Anche se le porcherie sono fatte nella stiva da altri e nella sentina ci sono i topi.
    Il comandante è sempre l’ultimo e l’unico responsabile. Voler negare la questione è stoltezza. Ogni buon comandante affonda con la nave e con i topi.

    Ogni altra giustificazione o scusa aggrava solo la situazione. Dimostra che bugie sono state dette, depistaggi sono stati fatti, e chi dice bugie una volta potrà continuare a dirle ma la sua credibilità è ormai perduta. La fiducia è minata.

    Se può cerchi di capire dove stanno i giubbetti di salvataggio e le scialuppe. Mi incuriosisce però il motivo per cui tutti vogliono sempre salvarsi, quando c’è un meraviglioso al di là che li attende dove possono godere di una gioia infinita (un po noiosa) in contemplazione del corpo di Maria che sta trepidamente aspettando.
    In pace

  43. Sal scrive:

    @ Lothaius,
    si Lotharius, a Roma poi c’è anche l’Anima delli meglio …. suoi. Così dicono tutti, io non sono romano e mi intendo poco di anima. È più roba da vaticanisti, poi c’è l’associazione nazionale dell’industria meccanica varia ed affine (a.n.i.m.a.), poi c’è l’anima universale e su google ci sono una quantità di anime che se cerca sicuramente una che le va bene la trova.

    Piuttosto non trova stravagante l’affermazione di Xagena che si riferisce al “bel fustaccione (l’ho visto dal vivo ed è veramente notevole il ragazzo)che all’epoca era seminarista “ del segretario di Ratzingher ? Ma uno un po’ meno attraente non poteva no ? Eh vabbeh che anche GPII aveva la sua amica in Vaticano, sta a guardare il capello, qual’è la meraviglia ?

    Dice: “trovano inconcepibile che il papa abbia un segretario si così giovane………………….;-) “

    Lei che dice, che dice ?
    In pace ?

  44. Simon de Cyrène scrive:

    Bravo Lotharius: Lei è riuscito a mostrare in due post che il nostro amico Sal “spara solo lenzuolate bibliche” e che, quando costretto a rispondere sul fondo Scritturale, non ne conosce il vero significato. Conoscenza superficiale e vacua ormai messa definitavmente in evidenza.

    Il problema, caro Lotharius, però è che adesso, a causa del Suo intervento, non citando più la parola di Dio invano, ci dobbiamo sorbire solo il puro grezzo Sal…iente colle sue usuali nauseabonde ed emetiche riflessioni, ma, oramai, senza neanche la poesia delle Scritture, anche se prima usate scempiamente.

    Non so se ci abbiamo guadagnato…. ;-)

    In Pace

  45. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Purtroppo Sal è come temevo, lei sà scrivere solo lenzuolate bibliche con la protervia pure di chi se ne vuole accaparrare il significato.

    Esegeticamente parlando lei è un totale ignorante delle Scritture.
    Il suo gioco è stato scoperto Sal…il suo è solo livore (ora mi insulta pure).

    Detto questo, in seguito, eviti di inserire versetti biblici…se vuole sputare in aria sputi pure tanto come ben sà, poi, lo sputo ricade sempre su se stessi.

    Spero tanto in cuor mio che un giorno si convertirà e che potrà scoprire la Verità tutta intera.

    Saluti

  46. Lotharius scrive:

    @ Simon

    Non sò a che gioco stia giocando il povero (la povera?) Sal, sono mesi che ormai prende pugni a destra e a sinistra e ancora continua imperterrito a scrivere.
    Speriamo che questo peregrinare sui blog cattolici un giorno gli farà aprire gli occhi.
    E’ la Grazia che gli auguro.
    Saluti

  47. P.Danilo scrive:

    Grande afflusso oggi in tutte le chiese cattoliche dell’Urbe e dell’Orbe. Giovani e adulti, piccoli e grandi, uomini e donne, tutti attenti, con il rammetto d’ulivo o con la palma, al mistero celebrato. Ulivo = pace, unzione, consacrazione, pace ontica; palma = martirio, disprezzo, vittoria, gloria. Siamo in attesa, ma già si vede, con gli occhi del cuore, un’ascesa di tutti i Figli di Dio, della Comunità dei Figli della Luce, verso la Patria celeste, verso il più alto dei Cieli. Non durerà a lungo la nostra tribolazione sulla terra. Presto ogni lacrima sarà asciugata. Quanto presto? Diciamo… una settimana. L’ottavo giorno della creazione sarà rinnovato dal Cristo Risorto, e conseguentemente tutti i Figli risorgeranno a Vita nuova. Rimaniamo in vigile attesa.

  48. Sal scrive:

    @ Lotharius @ Simon de Cyrene

    i detti popolari rivelano una sapienza che non necessita i interpretazione e si capiscono per come sono, il gatto e la volpe, Dio prima li fa poi li accoppia, Anche Adamo ed Eva erano in due.

    Se la richiesta è di continuare a leggere scritture , non mancano i versetti,” Agitatevi, ma non peccate.Abbiate il vostro dire nel vostro cuore sul vostro letto, e tacete.” (Salmi 4.4).

    Le vostre provocazioni sono così smaccatamente provocatorie che sarà tutto il blog e non solo ad esprimere un giudizio. Rendersi ridicoli è sempre stata una caratteristica cattolica e voi non fate eccezione, sempre le stesse baggianate, ma basta lasciarvi cuocere nel vostro brodo e vi lessate da soli.

    Come si vede tutto il mondo ride e sghignazza con risolini di sufficienza e compassione “ Lasciamoli nella loro illusione” – dicono – tanto a che serve ragionare con chi crede di sapere già tutto ?

    A cosa serve “rovesciare cose fortemente trincerate…cose alte innalzate contro la conoscenza di Dio; “ (2Coriti 10.4-5) se come dice Paolo “gli uomini di quella sorta non sono schiavi del nostro Signore Cristo, ma del loro proprio ventre; e con discorso blando e parlar complimentoso seducono i cuori dei semplici.(Romani 16.18) e cosa c’è di più semplice dei bambini ?

    “Voi guardate le cose secondo il loro valore apparente. Se qualcuno confida in se stesso di appartenere a Cristo, prenda di nuovo in considerazione per se stesso questo fatto, che come lui appartiene a Cristo, così anche noi. “ (2Corinti 10.7) – Questo dice l’apostolo, ma voi no, voi volete l’esclusiva, l’unicità di una verità basata su una pietra talmente falsa che il tempo l’ha sbriciolata.

    Che sia vero è così facilmente dimostrabile perchè è matematica pura:

    (Salmi 25.2) “ Nessuno di quelli che sperano in te proverà vergogna. Proveranno vergogna quelli che agiscono slealmente senza successo.”

    Non c’è bisogno di commento – poiché la vostra vergogna è ormai arrivata fino al più remoto angolo della terra. La vostra speranza non è mai stata nella verità ma nel proprio ventre. La slealtà senza successo è sotto gli occhi di tutti.

    Dio disse: “Mangerete, non un solo giorno né due giorni né cinque giorni né dieci giorni né venti giorni,  ma fino a un mese di giorni, finché venga fuori dalle vostre narici e vi venga a nausea, proprio perché avete rigettato Geova” (Numeri 11.19-20)
    Tranquilli ragazzi è appena cominciata. Risparmiate le forze il meglio deve ancora venire.

  49. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Lotharius,

    Neanch’io capisco come mai il nostro Sal dopo farsi svergognare regolarmente su praticamente ogni sua affermazione, continui lo stesso imperterrito ad avvelenare il blog, senza neanche l’ombra di un inizio di un’aurora di una sembianza di onestà intellettuale.

    Il nostro Sal mi fa tanto pensare ad una lumaca, di quelle senza chiocciola, brune e vischiose, che segnano il loro passaggio colla loro viscida ed appiccicosa bava, che lo caratterizza così bene.

    Non ultimo ancora in questo stesso thread, i suoi commenti bavosi, velenosi ed ovviamente malsani su Don Gänswein e Sua Santità il Papa ( tralaltro, non capisco che l’eccellente Dott Tornielli lasci apparire questo tipo di maldicente calunnia nel suo blog), commenti allo stesso livello di una xagena, alla cui volgarità ci siamo dovuti purtroppo abituare, malgrado noi.

    Penso che l’aver abiurato la sua fede debba far soffrire Sal e che, tale un Sisifo moderno, deve continualmente autogiustificarsi cercando di sporcare con tutti i mezzi posibili, specialmente se disonesti, la Santa Chiesa Cattolica che ha tradito. Questo spiegherebbe anche la sua avversione inverso i martiri odierni, che hanno dato la loro vita per testimoniare del Cristo.

    Come Lei imploro per lui la Grazia della conversione e del pentimento.

    In Pace

  50. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Scusi ma se io chiedo una spiegazione mica voglio provocare.
    Se chiedo spiegazione è perchè non trovo nessun nesso tra i versi e il contesto.
    Per una volta cerchi di non insultare, piuttosto argomenti ciò che scribacchia…tanto io sarò stroncato nevvero?

  51. Sal scrive:

    @ Lotharius
    la sua simpatia è commovente, come la sua capacità di non trovare il nesso. Mi lusinga. Non deve preoccuparsi, mica è solo lei che non trova il nesso, ma non è colpa sua, è colpa di una educazione difficile magari all’oratorio.

    Non è colpa sua se le hanno insegnato che può buttarsi dall’aereo senza paracadute e arrivare a terra sano e salvo perché gli angeli la porteranno sulle ali. Dovrebbe provarci. Comunque non si preoccupi se non trova. Il detto recita “chi cerca trova”, continui a cercare che posso dirle, chi persevera riesce, e se non ci vede può sempre accendere la lampada.
    Se non trova il nesso, evidentemente il suo intelletto è talmente distante dal mio che non le permette di vedere le cose come faccio io, come le formichine. Sa io sono terra terra, mica spazio per le celestiali beatitudini ministeriali (o si dice misteri gloriosi) ? Certamente non potrà scendere al mio basso livello.

    Quindi non si preoccupi continui a spaziare dall’alto dei cieli, ma al posto suo io mi procurerei un paracadute.
    Non si sa mai, la prudenza non è mai troppa.
    In pace

    p.s. Salmi 49.20 è sempre lo stesso. L’uomo terreno, quantunque in onore, che non comprende,
    In realtà è paragonabile alle bestie che sono state distrutte.

    A proposito anch’io non trovo il nesso, e mi chiedevo come farà un sacerdote uno che fa le cose sacre, che serve Dio a fare il pedofilo. Ci vuole mica una laurea speciale ? C’è qualche seminario speciale che insegna a far tacere la coscienza mentre si parla con Dio ? Sarà un miracolo ?
    Lei ce lo trova il nesso ? MI dica, mi dica.

  52. Simon de Cyrène scrive:

    Orsù, un OT ma sono buone notizie annunciate dall’AFP il 22/03/2010 e che valgono sempre la pena di essere compartite !!!

    In Francia, a Pasqua ci saranno ca 3000 adulti neobattezzati cattolici, numero in crescita costante da una decina di anni e che si conferma quest’anno, ancora una volta.

    Interessante è che circa 150 sono conversioni di musulmani, una trentina di ebrei e ca 600 di ex “senza religione”.

    Rendiamo grazie a Dio.

    In Pace

  53. Giuliano scrive:

    NON VI DISPIACETE…..”Polvere eravamo e Polverini torneremo a essere”.
    Questo è il messaggio spirituale lanciato nei giorni scorsi dal Presidente della Conferenza episcopale mons. Angelo Bagnasco, quando ha invitato i cattolici a non votare chi è a favore dell’aborto (a essere sinceri, l’unico aborto che viene in mente parlando delle elezioni regionali è il decreto interpretativo del premier).
    Dio c’è, il cardinal Bagnasco invece ci fa: Sua Ingerenza probabilmente ha rilasciato la suddetta dichiarazione per portare gli Italiani verso la retta via (retta nel senso di somma che si paga mensilmente nelle scuole private cattoliche, molto aiutate dalle forze politiche che sostengono la Polverini).
    Le intrusioni della Cei negli affari dello Stato italiano sono sempre più pressanti: pare che il card. Bertone abbia chiesto ufficialmente di dire la sua sul colore delle meches del ministro Prestigiacomo. Mons. Bagnasco, dal canto suo, ha ormai assunto un nome di battaglia in codice: “Intromission Impossibile”.
    Insomma, il governo Berlusconi ricorda molto da vicino una di quelle emittenti radiofoniche che cercano di trasmettere, pur confinando con Radio Maria: purtroppo, è tutta un’interferenza .

  54. Giuliano scrive:

    SIMON, Lei dimostra ,mi scusi, col passare delle settimane, sempre più apertamente il volto aggressivo ed intollerante del vero “credente”, che si sente minacciato nei valori in cui crede fermamente. Leggendo chi Le scrive e le Sue risposte, la mia precisa impressione è che la chiusura, l’intolleranza e l’ostilità provengono da Lei.
    Scrivere,ad esempio, che chi Le contesta delle affermazioni è uno “che avvelena il blog” è scorretto e profondamente scortese; ed è totalmente antidemocratico (un pò come gli scritti di Luisa, che sragiona allo stesso modo).
    Benissimo fa la Redazione, invece, a dare spazio al contraddittorio, pubblicando i posts di tutti. L’unica cosa richiesta, qui, è l’educazione; Lei,invece, vorrebbe un coro monocorde.

  55. ADRIANO MEIS scrive:

    Ora, secondo Simon dCyrene, anche il New York Times racconta “baggianate”.
    Non si capisce, a dire il vero, perchè -improvvisamente- mezzo pianeta si sarebbe svegliato, concordemente intenzionato a raccontar falsità….Io temo, al contrario, che -come sempre accade in tali casi- sia soltanto una parte quella che vien fuori.
    Anch’io, quando frequentavo un oratorio, sessant’anni fa, ricordo che -tra noi ragazzi- si scherzava su di un certo prete da cui era meglio tenersi alla larga….
    Ci ridevamo su e non l’abbiamo mai detto in famiglia, per evitare che i nostri genitori ci proibissero l’ulteriore frequentazione della parrocchia; superfluo aggiungere che noi non lo si faceva per non perdere il perfezionamento spirituale, ma per non perdere l’utilizzo del campetto di pallone…..

  56. Simon de Cyrène scrive:

    Per una volta che mi sento in sintonia con il cardinale Kasper, non riesco a controllare il mio desiderio di fare un copia/incolla dal sito di Raffaella per compartire con voi tutti la quintessenza di una sua onelia ieri.

    ““Come Gesù aveva i suoi nemici anche noi, i cristiani, e la Chiesa ha sempre nemici, non solo oggi ma anche in passato, in ogni secolo e così sarà anche nel futuro. In questi giorni, nei quali non solo il Papa ma tutta la Chiesa, e così ogni fedele cioè ognuno di noi, è frontalmente attaccato e denunciato da alcuni influenti mass media in un modo che oltrepassa ogni lealtà e anche ogni verità, lo sentiamo di nuovo.

    Non siamo sorpresi! Gesù ce lo ha predetto. Il ‘Benedetto colui chi viene’ in ogni tempo può rapidamente cambiare nel grido ostile ‘Crocefiggilo!’”.

    Lo ha detto il card. Walter Kasper celebrando ieri, a Roma, nella parrocchia di Ognissanti, di cui è titolare, la Festa delle Palme. A riferirlo è l’ufficio stampa orionino che in una nota riporta stralci dell’omelia.

    “Non c’è motivo di scoraggiarsi ed essere abbattuti – ha affermato il presidente del Pontificio consiglio per l’Unità dei cristiani – sappiamo che la gente che ha benedetto Gesù con canti e palme alla fine ha avuto ragione. Hanno vinto i credenti. Perché la Via Crucis non è finita con la crocifissione con la risurrezione di Pasqua.

    La Chiesa oggi ha bisogno di una umile pulizia interna da sporcizie inaccettabili e noi tutti ne abbiamo bisogno, ognuno nel suo modo. Però, se ci convertiamo e ci purifichiamo, la Chiesa alla fine uscirà dalla crisi attuale rinnovata, più splendida e bella”.
    © Copyright Sir”

    In Pace

  57. ADRIANO MEIS scrive:

    Come sembra bello ed elevato, in apparenza, l’ultimo post di Simon….In apparenza, come al solito, però. A parole, come al solito, però!
    In realtà, Cristo affrontava i suoi nemici col coraggio della Verità e non sottraendovisi, finchè non vi era assolutamente costretto. Capisce, Simon? Non sottraendovisi finchè non vi era assolutamente costretto da persone più morali, anche esterne alla fede.
    E’ lo stesso motivo per cui Ratzinger non va alla Sapienza, temendo contestazioni : senza coraggio e senza eroismo, ma da consumato politico.
    Capisce, Simon? Cristo era “cristiano”, Ratzinger è cattolico. E’ qualcosa di profondamente diverso, purtroppo.
    Impari, Simon, impari riflettendo. Ed impari ad amare la verità, non a fare “tifoseria cattolica” da stadio.

  58. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Oltre al fatto che il salmo 49 al versetto 20 non recita ciò che lei incomprensibilmente cita ma:

    Salmo 49:20 Sedendo [a conversazione], tu parli contro il tuo fratello, e contro il figlio di tua madre tu metti scandali.

    Mi spiega, di grazia, quali sono e a cosa si riferisce il suo verso quando cita le “bestie che sono state distrutte”??????????????

  59. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Appunto come vede la mie Ricciotti e Martini differiscono…ora, visto che io sono totalmente ignorante e voglio conoscere la verità mi spiega, di grazia, chi sono e cosa rappresentano le bestie che sono state distrutte??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????
    Grazie

  60. Sal scrive:

    @ Lotharius

    (Salmi 49.20 – Nuova Riveduta) “L’uomo che vive tra gli onori e non ha intelligenza è simile alle bestie che periscono.”

    (Salmi 49.20 – CEI ) “ Ti siedi, parli contro il tuo fratello, getti fango contro il figlio di tua madre. “

    (Salmi 49.20 – Nuova Diodati ) “L’uomo che vive nelle ricchezze senza avere intendimento è simile alle bestie che periscono.

    (Salmi 49.20 – Luzzi) “L’uomo ch’è in onore e non ha intendimento, è simile alle bestie che periscono. “

    (Salmi 49.20 – Diodati) “L’uomo che è in istato onorevole, e non ha intelletto, È simile alle bestie che periscono. “

    Solo la CEI è diversa, chissà perchè è sempre diversa ? Sarà stata tradotta da un inteletto sopraffino ? Ma certo che SI !

    49: 21כא  אָדָם בִּיקָר, וְלֹא יָבִין;    נִמְשַׁל כַּבְּהֵמוֹת נִדְמוּ. Man that is in honour understandeth not; he is like the beasts that perish. {P}

    Io preferisco Diodati, mica posso interpretare ciò che è scritto no ? Lei ce l’ha l’intelletto ?

  61. Sal scrive:

    @ Lotharius,

    la voglio accontenare, visto che insiste guardi cosa ho trovato:

    (Sami 48.17 – 21) – CEI “ Se vedi un uomo arricchirsi, non temere, se aumenta la gloria della sua casa. Quando muore con sé non porta nulla,né scende con lui la sua gloria. Nella sua vita si diceva fortunato:«Ti loderanno, perché ti sei procurato del bene».

    Andrà con la generazione dei suoi padri che non vedranno mai più la luce. (21) L’uomo nella prosperità non comprende, è come gli animali che periscono.

    La CEI cambia la numerazione dei Salmi, ha visto che stranezza ? segue la copia ebraica. Ma dice la stessa cosa. Contento ?

  62. Francesco scrive:

    rwôd-da‘ ’wôbâht 20
    ’ôl xastên-da‘ wyâhtwôbä’
    :rwô’-wu’æriy
    ’ôlæw râqyib mâdâ’
    Salmi 49:20 kaq»menoj kat¦ toà ¢delfoà sou katel£leij kaˆ kat¦ toà uƒoà tÁj mhtrÒj sou ™t…qeij sk£ndalon.
    Salmi 49:20 sedens adversus fratrem tuum loquebaris et adversus filium matris tuae ponebas scandalum
    Salmi 49:20 Ti siedi, parli contro il tuo fratello,
    getti fango contro il figlio di tua madre.
    Sal, ho citato nell’ordine: Bibbia ebraica, Septuaginta, Vulgata clementina, CEI. L’ebraica e la Septuaginta sono le più antiche, e concordano con Vulgata e CEI. Diodati e Luzzi sbagliano.

  63. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène, il Card. Kasper s’è fatto un goccetto di troppo.
    Il cristianesimo è fratellanza dei popoli, ma se il cattolicesimo vede nemici dappertutto, ha fallito miseramente la propria missione. Il “porgere l’altra guancia” è il non considerare nemico chicchesia, cosa che lei Simon, insieme al cattolicesimo, non capisce e mai capirà.

  64. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Appunto come vede la mie Ricciotti e Martini differiscono (questa Chiesa oscurantista, accidenti!) a proposito ha mai letto la biografia di Mons. Martini? No! Ecco la legga e si rifaccia gli occhi, anzi la voglio aiutare la rimando anche wikipedia (a lei tanto caro) http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Martini …ora, visto che io sono totalmente ignorante e voglio conoscere la verità mi spiega, di grazia, chi sono e cosa rappresentano le bestie che sono state distrutte?????
    Grazie

  65. mauro scrive:

    Ringrazio pubblicamente il Dott. Tornielli

  66. Francesco scrive:

    Mauro, il cristianesimo non è “fratellanza dei popoli”, è resurezzione e vita eterna per la Redenzione di Gesù Cristo Signore. Fratellanza dei popoli è solo un umanitarismo internazionalistico e miseramente umano. le religioni hanno Dio in più.

  67. Francesco scrive:

    Semmai è dovere del cristiano amare il proprio nemico. Come si fa se, prima di tutto, non lo si riconosce come nemico? Il punto non è credere tutti amici proprii. Sarebbe facile così…

  68. Sal scrive:

    @ Lotharius
    pensavo che si riferisse al Cardinale Martini quello che propone di abolire il celibato.

    Visto che me lo suggerisce, ho fatto una veloce ricognizione su wikipedia e sono rimasto colpito. Mi permetta mostrarle come.

    Dice Wikipedia parlando di Martini Vescovo:
    a) “aiutò il matematico Bettazzi nella riforma del calendario.” Sembra che non sia stato un successo considerata la storia del calendario

    b) “accettò dal re Carlo Emanuele IV di Savoia una nomina a consigliere di Stato insieme a una pensione.” Beh le comodità si sa, queste volgarità, non si rifiutano mai.

    c) “L’opera fu approvata nella sua interezza, da Pio VI e rimase la traduzione in italiano più diffusa nella Chiesa cattolica italiana fino al XX secolo” – Qui l’affare si complica. Come poteva Pio VI approvare qualcosa che non aveva la possibilità di controllare ? Pio VI non era esperto di ebreo o di greco tant’è vero che la traduzione fu fatta fare a Martini, e se per caso Martini si fosse sbagliato inserendo qualche dottrina diversa dal credo cattolico ? che avrebbe fatto il Papa, non l’avrebbe approvata ? Quindi è implicito che la traduzione doveva essere per forza in armonia con le dottrine cattoliche per essere approvata, ma le dottrine cattoliche non sono scritturali sono Misteri, quindi ? Come poteva essere approvata o non approvata dal Papa se non era sua competenza ? Era il Papa che doveva acettare tutto il pacchetto così in blocco prendere o lasciare o avrà suggerito qualche modifica ?

    d) il Granduca Pietro Leopoldo rimase colpito dalla cultura di questo uomo di chiesa toscano e gli propose di venire nominato arcivescovo di Firenze, essendo da poco spirato il precedente arcivescovo Francesco Gaetano Incontri. Il Martini chiese prima il beneplacito del pontefice e del Re di Sardegna, e una volta ottenuti accettò l’incarico. Venne consacrato a Roma il 17 luglio 1781.” – Qui la faccenda è come prima, molto complicata. Ci spieghi di grazia, chi è che nomina ministri di Dio il Re o il Granduca o chi ? vede come tutta la vostra situazione è facilmente smontabile ? E’ la vostra stessa ipocrisia che dimostra la vostra arroganza, prepotenza e gli inganni di cui le vostre mistificazioni sono impregnate. Dio e Cesare non stanno insieme come la luce e le tenebre, come il Cristo e Belial (1Corinti 6.15).

    “Dichiarano pubblicamente di conoscere Dio, ma lo rinnegano con le loro opere, “ (Tito 1.16)

    Anche lei si farà nominare da Vittorio Emanuele ? Vede che non capisce ? Le bestie quando vengono macellate sono distrutte, mica ci vuole Martini o l’approvazione del papa per capire che una buona bistecca fiorentina non risuscita nè va in paradiso. Lotharius, dai, perchè vuole fare brutta figura a tutti i costi ?

  69. Sal scrive:

    @ Francesco

    Grazie per la puntualizzazione, abbiamo scoperto che la CEI segue per i Salmi una numerazione diversa. Ma troverà che il versetto citato come 49.20 per alcune traduzioni, per altre come la Cei e quelle da lei citate si trovano in 48.21

  70. mauro scrive:

    Caro Francesco, cerca di non confondere la vita sulla terra e quella del Regno dei Cieli. Gesu’ è venuto sulla terra ad elevare gli umili ed abbassare i potenti, ossia a rendere tutti uguali, tutti fratelli, non perchè gli andava di fare così ma perchè ogni uomo è uguale all’altro di fronte a Dio e verrà giudicato per ciò che ha fatto in vita indipendentemente dal ruolo che ha avuto. La resurrezione e la vita eterna riguardano unicamente il dopo vita ma non esiste la redenzione di Gesu’ Cristo perchè essa è la liberazione dal peccato e il riavvicinamento a Dio, cosa che spetta unicamente all’uomo in quanto peccatore.

  71. mauro scrive:

    Caro Francesco, il problema non è riconoscere chi è nemico ma chi è il prossimo per ognuno di noi. Se ci pensi è colui che tu incontri ogni giorno. Il concetto di nemico (o nemico della fede) è e rimane un concetto di divisione che fa l’uomo ma non Dio perchè egli ci ama alla stessa maniera.

  72. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Non stò di certo a ribattere le sue battute (purtroppo fa solo quelle, ma mi chiedo se dice davvero o se scherza…)
    Purtroppo devo rendermi conto che oltre all’insulto non c’è nient’altro, oltre ovviamente alla mistificazione (peccato che non abbia letto la parte finale dove dice che per curare la sua diocesi fu ridotto alla fame dai francesi…ma vabbè)

    Ma torniamo a noi: una spiegazione dei versetti che le ho chiesto?

    Niente? Come faccio a capire se lei, oltre a mistificare, non spiega?

    Ad esempio: nella lettera di San Paolo a Tito che ha citato, secondo lei, San Paolo si richiamava in chiave futura a noi cattolici?
    A chi si riferiva San Paolo? Perchè dice delle persone che adorano Dio ma lo rinnegano coi fatti?

    Avanti Sal, se cita le Scritture deve essere in grado di spiegarle alle persone ignoranti come me!

    Saluti

  73. Sal scrive:

    @ Lotharius,
    vede che non capisce ? Lei chiede a me di spiegare la lingua italiana. Scusi ma non sa leggere ?
    Io le sottopongo alcune scritture. Lei le legge e se le applica. Non è difficile.

    Mica deve divenire un mio seguace. Inoltre io non sono un biblista, ha suggerito a Marina di trovarsene uno bravo, lo faccia anche lei. Che fa i consigli che da ad altri non sono validi anche per le ?

    Lei che fa se compra il giornale, vuole che glielo interpreto io ? Ma siete tutti così da quelle parti, vede che allora tutto si spiega ?

    Ma scusi, lei fa sorridere, che dice il sesto comandamento ? Non devi commettere adulterio . Non è difficile da capire, perché pretende che io lo debba interpretare ? Non ce la fa da solo ?

    Che dire, sempre salmi 49.20 o 48,21 a secondo della traduzione, ma il testo è sempre lo stesso chi non capisce è come un animale – senza cervello anche se è ricco o prete o legionario.
    Io non spiego, non interpreto, io mostro, ciascuno valuta.

  74. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Che non è un buon biblista l’avevo sospettato…infatti paragonare la lettura della Bibbia a quella del quotidiano non mi sembra il massimo.
    Comunque (sempre perchè sono ignorante) sulla Bibbia mica c’è scritto il mio nome per cui io posso capire!
    Come faccio a capire che quel verso si riferisce a me, se nemmeno sà spiegarmi il contesto?
    Eppoi scusi se non è biblista e quindi non se ne intende perchè mette lenzuolate bibliche?

    Comunque leggo dal sito watchtower e quindi dalla sua bibbia:

    18 Poiché durante la sua vita benediceva la sua propria anima
    (E ti loderanno perché fai il bene a te stesso);

    19 [La sua anima] giunge infine solo fino alla generazione dei suoi antenati.
    Mai più vedranno la luce.

    20 L’uomo terreno, quantunque in onore, che non comprende,
    In realtà è paragonabile alle bestie che sono state distrutte.

    Sal scusi qui parla di anima, ma lei l’ha sempre negata: come si spiega?
    Se posta i versi dovrà pur essere in grado di spiegarli, o no?

  75. Marina scrive:

    (Sami 48.17 – 21) – CEI “ Se vedi un uomo arricchirsi, non temere, se aumenta la gloria della sua casa. Quando muore con sé non porta nulla,né scende con lui la sua gloria.

    ———

    Vero che l’uomo che ha accumulato ricchezze in terra non porterà nulla con se,ma intanto vive bene in terra.Se poi queste ricchezze provengono da sfruttamento e privilegi vari,moltissimi patiscono la fame e vivono in miseria,sempre sulla terra.
    Avranno la gloria nei cieli(forse)ma intanto muoiono di stenti in terra.
    Gesù cristo queste ingiustizie le condannava,dopo 2.000 nulla è ancora cambiato e nessuno è venuto ancora a dirci se i poveri avranno avuto gloria in cielo e i ricchi saranno precipitati negli inferi.Inoltre la ricchezza accumulata in terra dagli sfruttatori alla loro morte non va ai poveri,ma rimane tutto in famiglia.

  76. Lotharius scrive:

    Sal o Marina perchè non scrive con un nick solo?
    E’ più facile no?

  77. Sal scrive:

    @ Marina,
    scusi Marina, mi permetto spiegarle l’incomprensione con Lotharius,
    Io ho citato il Salmo 49.20 che dice che gli uomini che non capiscono sono come animali.
    Ma Lotharius per confondere le acque e fare il precisino, ha menzionato il Salmo 49.20 dalla traduzione CEI che ha una numerazione diversa per i Salmi.
    La traduzione CEI al 49.20 è diversa, riporta un altro versetto (quello che ha commentato lei) mentre quello che io citavo lo mette al 48.21

  78. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Si metta d’accordo: o sono precisino o confondo le acque…tertium non datur.

  79. Sal scrive:

    @ Lotharius
    se nella Bibbia il suo nome non c’è scritto, non se la deve prendere con me, la Bibbia non l’ho scritta io ma l’ha ispirata lo o SS e forse il suo nome non ce lo voleva, che ne so lo chieda a Lui. Io non ho così alte amicizie, forse il papa ?

    Vede che non capisce ? Gliel’ho detto, io mostro, chi non piace non compra. Io non devo fare il venditore. Ognuno usa la sua testa e capisce quello che è scritto. Le contestazioni vanno ai traduttori o a Pio IV che l’ha approvata.

    Comunque mi congratulo è già un passo avanti andare a cercare sul sito della WatchTower.org chissà che non trova qualcosa di suo gradimento.

    Veramente io le ho detto che di anime ce ne sono tante, le ho suggerito anche di cercare bene su Google e vedrà che ne troverà quante ne vuole.
    Ripeto io i versetti non li spiego, li cito e ne suggerisco la lettura a chi è interessato poi ciascuno trae le sue conclusioni. Io non faccio proseliti. Non cerco clienti, Non sono una religione, aiuto solo i curiosi a scoprire dove stà il tesoro.

    Non capisce ancora ? Salmi 49.20 o 48.21 della CEI.

    E che non ha capito è manifesto ancora di più, Marina e me non siamo ancora una cosa unica, chissà forse nel futuro ma per ora con grande dispiacere.

  80. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Straordinario Sal, però continuo a non capire: se lei scrive quei versi riferiti a me, perchè io non posso fare il contrario?
    Cioè, da cosa deduce che sia io la bestia del Salmo che cita?
    Quindi, se ho ben capito, a chi non la pensa come lei gli applica ipso facto il verso 20 del Salmo 49?
    Guardi che non la stò prendendo in giro, voglio solo capire il suo ragionamento.
    Belle cose
    Saluti

  81. Marina scrive:

    Scusi neh,Lotharius

    Lei dice:
    non mi arrogo il diritto di sapere (pur conoscendolo) il significato delle Scritture;
    ———–
    Allora lo conosce il significato delle scritture? E se lo conosce perchè non me lo spiega ,invece che prendersela con Sal?
    Chi sa deve assumersi la responsabilità di informare e spiegare.Spiegare ,però,non imporre il proprio pensiero.
    Un cordiale saluto

    Lotharius Scrive: March 29th, 2010 at 1:20 pm

    @ Marina

  82. Lotharius scrive:

    @ Marina

    Pensavo di esser stato chiaro in quel post…
    Non sono io che stendo lenzuolate di versetti, quindi, se permette, chiederne la spiegazione mi sembra lecito anche per confrontarsi.
    O no?

  83. Marina scrive:

    Lotharius,lei è impossibile,fosse mio marito sarei già al manicomio.

  84. Salvatore scrive:

    ” Fratellanza dei popoli è solo un umanitarismo internazionalistico e miseramente umano. le religioni hanno Dio in più”, scrive il Nostro Ottimo Francesco.
    Bravo!! Solo che ognuna cià il suo e se ne serve per massacrare quelli che ne hanno uno differente.
    Mille volte meglio “l’umanitarismo miseramente umano”, direi.

  85. Lotharius scrive:

    @ Marina

    Probabilmente non c’è bisogno che io sia suo marito per il manicomio…
    Mi scusi ma me l’ha servita su un piatto d’argento, non sono riuscito a trattenermi…

  86. Sal scrive:

    @ Lotharius
    Glielo avevo detto che non capiva ? Vede ? Finalmente lo conferma !
    La Bibbia non è stata scritta per lei è stata scritta per tutti coloro che vogliono sapere.
    Vorrebbe l’esclusiva ?
    Lei mi chiede da che cosa deduco che lei sia ? Non lo sto dicendo io, vede che continua a non capire ? Io ho solo citato una scrittura che dice una cosa, lei se l’è applicata da solo, significa che la sua coscienza si è riflessa nella scrittura.
    Lei riesce a fare tutto da solo e vuole che io interpreti per lei. Non c’è bisogno lo sa fare cosi’ bene da solo … non ha bisogno di me.

    Neanch’io la sto prendendo in giro, io vedo una situazione, mi viene in mente una scrittura che si applica alla stessa e la cito.
    In questo caso mi viene in mente Asaf, e glelo cito, se lo trova positivo se lo applica altrimenti lascia, ok ? “

    “Poiché il mio cuore era esacerbato e nei miei reni sentivo dolori acuti, ed ero irragionevole e non potevo sapere; divenni come le semplici bestie dal tuo punto di vista. Ma io sono di continuo con te; hai afferrato la mia mano destra. Col tuo consiglio mi guiderai, e poi mi porterai fino alla gloria”. — Salmo 73:21-24.

    Se non vuole farsi condurre, la scelta è sua mica mia. Però le consiglio di approfittare.
    Saluti

  87. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Bene Sal, però non m’ha risposto…perchè lei è nel giusto e io no?
    Perchè??

  88. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Dimenticavo, secondo lei perchè il dolore il Salmista lo sente nei reni?
    Cosa rappresentano i dolori ai reni?

  89. Lotharius scrive:

    @ Andrea Tornielli

    Perchè non è possibile commentare le splendide parole del Papa nell’ultimo thread inserito?

    Vale la pena però riportare questo splendido passo:

    La fede in Gesù Cristo non è un’invenzione leggendaria. Essa si fonda su di una storia veramente accaduta. Questa storia noi la possiamo, per così dire, contemplare e toccare. È commovente trovarsi a Nazaret nel luogo dove l’Angelo apparve a Maria e le trasmise il compito di diventare la Madre del Redentore. È commovente essere a Betlemme nel luogo dove il Verbo, fattosi carne, è venuto ad abitare fra noi; mettere il piede sul terreno santo in cui Dio ha voluto farsi uomo e bambino. È commovente salire la scala verso il Calvario fino al luogo in cui Gesù è morto per noi sulla Croce. E stare infine davanti al sepolcro vuoto; pregare là dove la sua santa salma riposò e dove il terzo giorno avvenne la risurrezione. Seguire le vie esteriori di Gesù deve aiutarci a camminare più gioiosamente e con una nuova certezza sulla via interiore che Egli ci ha indicato e che è Lui stesso.

  90. Sal scrive:

    @ Lotharius
    Ah Lothà ….sente il dolore ai reni perchè non aveva preso l’aspirina a quei tempi non ce l’avevano e chè non lo sapeva ? Forse aveva caricato troppi sacchi sul ciuccio. Ah Lothà, forse aveva fatto troppe flessioni… Ah Lothà e quante cose vuoi sapere ….! Mica c’ho la palla di vetro… Ah Lothà !! Il dolore ai reni è quello che sentirai se cadi dall’aereo senza paracadute e spera che ti si apra…..oppure se continui a portare Simon sulle spalle sentirai i dolori ai reni, quello pesa oh che peso, si pesa pesa oh se pesa …! Ah Lothà …. e dai ?

  91. Sal scrive:

    @ Lotharius

    Non avevo letto il precedente post. Vuol sapere perchè non è nel giusto ? Semplice perchè crede alle favole. – La fantastica misteriosa trinità, In cielo col corpo, La vergine coi figli ecc.

    Inoltre, Il popolo di Dio non si sarebbe mai vergognato o sarebbe rimasto deluso. I cattolici si devono nascondere per la vergogna e la delusione. Lo capisce pure lei.

    (Salmi 25.3 NW), – “nessuno di quelli che sperano in te proverà vergogna. Proveranno vergogna quelli che agiscono slealmente senza successo.”

    (Salmi 25.3 NR) – “Nessuno di quelli che sperano in te sia deluso; siano confusi quelli che si comportano slealmente senza ragione. “

    Che delusione con tutti questi scandali, che delusione.

    Visto che ha detto che conosce le scritture, mi spieghi lei

    (Salmi 110.1 – NR) – “Il SIGNORE ha detto al mio Signore: «Siedi alla mia destra finché io abbia fatto dei tuoi nemici lo sgabello dei tuoi piedi”

    (Salmi 109,1 - CEI) Oracolo del Signore al mio Signore:«Siedi alla mia destra,finché io ponga i tuoi nemici a sgabello dei tuoi piedi».

    Chi è il primo Signore e chi è il secondo ?

  92. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Curioso, come quando non sà le cose la butta sulla battuta (peraltro poco comica).
    La sua ignoranza è biblica, sesquipedale.
    Le avevo dato un opportunità, quella di dimostrare che lei non sparasse versi biblici a caso (come quando il cane ha voglia di fare pipì alza la zampa e la fa, in egual modo lei quando qualcuno non l’aggrada spara salmi a casaccio per di più senza conoscerne il significato).
    Ora mi spiego molte cose…

  93. Lotharius scrive:

    Sal ma si rende conto?
    Per 2000 anni ci hanno propinato menzogne sulla Trinità, fin quando non è nata la bibbia watchtower a dirci la verità…
    Ma ci fa o ci è?

  94. Sal scrive:

    @ Lotharius,

    è vero, lei ha tutte le ragioni del mondo, ma fa il mio stesso errore.
    Rimprovera a me che io non le rispondo e poi fa la stessa cosa, lei non mi risponde ?
    Ma come la sua nobile superiorità è svanita ?

    Le avevo chiesto chi sono i 2 Signori di Salmi 110.1 e lei fa il vago ? Ma come ?
    Dimostri che per 2000 anni avete raccontato frottole impossibili.

  95. Giuliano scrive:

    Le parole di Sal bene evidenziano che il credente cattolico si trova preso in una sorta di palude di incongruenze macroscopiche, che si possono superare solo a patto di non soffermarsi a riflettere.
    Qualcuno ha scritto che la maggior parte del successo della magia è costituita dai desideri del pubblico…ed aveva ragione.

  96. azzurra scrive:

    Invito il gentil Tornielli di leggersi quello che ha postato il sal/marina (che se non ha capito sono la stessa tastiera della torrediguardia miscredente, volgare, diffamatore, offensivo, menzognero e quant’altro, come i vari portali farmaceutici di turno al maschile e femminile), di CENSURARE LE OFFESE FATTE ALLA VERGINE SANTA CON QUESTA SUA ULTIMA DEIAZIONE:

    ——————————-

    Sal Scrive: March 30th, 2010 at 9:12 am

    @ Lotharius,

    è vero, lei ha tutte le ragioni del mondo, ma fa il mio stesso errore.
    Rimprovera a me che io non le rispondo e poi fa la stessa cosa, lei non mi risponde ?
    Ma come la sua nobile superiorità è svanita ?

    Le avevo chiesto chi sono i 2 Signori di Salmi 110.1 e lei fa il vago ? Ma come ?
    Dimostri che per 2000 anni avete raccontato frottole impossibili.

    Mi spieghi, se Maria sta in cielo con il corpo, e risulta che in cielo non ci sono gli impianti fognari, mi dica, dove mai farà la pipì ? Le avranno preparato un impiantino come quello dello shuttle ?
    Sa è una questione di pressione o di assenza di gravità.
    Non mi venga a raccontare che Maria non fa la pipì ! Scusi se no a che le servirebbe il corpo ?

    Ma perchè si diverte a rendersi ridicolo ? Ci trova proprio così tanto gusto ?

    —————————–

    Ma ovviamente….lei finora non si è accorto di nulla SBAGLIO? Solo di una cosa lei si è premunito quello di mettere me in moderazione, la ringrazio dott. Tornielli la ringrazio!!! E se non ce ne fosse bisogno le ricordo che lasciare questi personaggi liberi di scrivere le loro deiazioni, non mi sembra che le renda onore! Grazie e Buona Pasqua!!!!

  97. mauro scrive:

    Caro Sal, ha presente le pioggie? Sono causa della mancanza dell’impianto fognario in cielo.
    Però, le dò in ogni modo un consiglio: eviti di bere l’acqua piovuta dal cielo, potrebbe contenere sostanze di scarto, facendo vere certe affermazioni che da qualche millennio trovano credito qui sulla terra.
    Trovo inoltre inopportuno scomodare i tecnici NASA per così poco, ne va del loro prestigio e non solo del loro.

    Ha notato? Il mondo è bello perchè è vario. Se così non fosse, sa che noia parlare sempre delle stesse cose! Si finirebbe inevitabilmente a crederle vere tanto da ammalare il proprio animo e per di piu’ senza accorgerserene. Lei non saprà mai quante persone si trovano in tale stato, eppure quanto piu’ uno cerca di “aver cura di sè stesso”, piu’ è portato a credere qualsiasi cosa possibile.

    Si evince che il mondo rimane in mano ai furbi perchè i creduloni sono destinati a soccombere. Ha presente l’ultimo esempio dell’attentato alla metropolitana moscovita? I furbi mandanti sono vivi mentre gli attentatori creduloni sono morti. A me pareva dovesse essere il contrario. Se ho un’idea è giusto che la faccia valere personalmente, non mandare qualcun altro a sostenerla ed attuarla.

    Sembra inevitabile che ci troviamo in presenza di un mondo a rovescio: chi crede è destinato a soccombere, chi non crede vive alle spalle di chi crede.

    Un saluto

  98. Salvatore scrive:

    Delizioso il modo di argomentare di Mauro. Complimenti per l’efficacia.

  99. Salvatore scrive:

    Un pò squallidamente, SIMON, (che non replica per abitudine ai posts imbarazzanti), si rallegra che in un Paese non cattolico vi siano le stesse abiezioni perpetrate dai religiosi cattolici…
    A questo si è ridotto lo splendido messaggio di Gesù??

  100. Libera scrive:

    Devo esprimere la mia riprovazione ad Azzurra, circa il suo invito al dottor Tornielli, mirato ad ottenere la censura di sal e/o Marina.
    La mia opinione è che le censure sono odiose ed improduttive. Le opinioni vanno ribattute con argomenti, non censurate.

  101. Simon de Cyrène scrive:

    Un’interessantissima analisi e messa in evidenza delle bufale del New York Time, per chi legge l’inglese, pubblicata il 27 marzo.

    L’autore ne è Father Raymond J. de Souza cappellano alla Queen’s University in Ontario. Ringrazio ancora una volta il blog di Raffaella per avercelo portato a conoscenza.

    http://corner.nationalreview.com/post/?q=ZDkxYmUzMTQ1YWUyMzRkMzg4Y2RiN2UyOWIzNDVkNDM

    In Pace

  102. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile Libera, io invece ringrazio Azzurra per la segnalazione: sono travolto dal lavoro, non riesco a seguire i commenti, e ho trovato davvero fuori luogo quelle disquisizioni sulla pipì. Fuori luogo oltre che indice di non molta perspicacia e preparazione, dato che il corpo risorto è un corpo glorificato, che appartiene a una dimensione soprannaturale. Non mi piace mai censurare, ma vorrei chiedere a chiunque scrive di tener presente la sensibilità delle persone.
    at

  103. Libera scrive:

    Sono totalmente d’accordo con A. Tornielli, in merito alle questioni di buon gusto. Qualunque tesi può essere sostenuta, ma bisogna farlo con l’eleganza che deriva dall’educazione e dal senso della misura.
    Giusto pubblicare, ma anche richiamare : il maleducato farà sempre la sua pessima figura e saprà risentirne, se ha sensibilità, (come credo e spero).

  104. Salvatore scrive:

    Il New York Times è un quotidiano di indubbia serietà, tra i più autorevoli del mondo. SIMON continua nella sua opera di mal dissimulata mistificazione e non si dimostra amico della Verità, ma della menzogna. Non è amico delle vittime, ma degli oppressori. Non è amico della purezza, ma della turpitudine.
    Brutto affare, per un credente. Brutto affare…

  105. Squilpa scrive:

    Father Raymond J. de Souza, cappellano alla Queen’s University, sarà senza dubbio una eccellente persona; ma potrebbe essere sospettato di partigianeria (proprio come ogni salumiere vi dirà che la sua mortadella è eccellente).
    Mi pare che gli ecclesiastici abbiano detto -e fatto- tutto ciò che potevano dire e fare. Conosciamo le loro opinioni, ormai : ne ha parlato financo il portavoce vaticano,padre Lombardi.
    Ora,però, è il momento che parli la Magistratura, Simon.

  106. Simon de Cyrène scrive:

    Ringrazio il Dott Tornielli per la sua presa di posizione in sostegno alla richiesta di Azzurra ed apprezzo la susseguente misurata controrisposta di Libera.

    Ma (citando Lotharius Scrive: March 29th, 2010 at 10:04 pm) non è per caso che proprio coloro, di cui l’”ignoranza è biblica, sesquipedale “, confondono ormai apertamente, ripetutamente e sistematicamente escatologia con scatologia.

    Infin dei conti, dimmi cosa ti interessa per davvero e ti dirò chi sei.

    In Pace

  107. Simon de Cyrène scrive:

    L’articolo di Raymond J. de Souza da me referenzato qui sotto è interessante perchè guarda semplicemente ai fatti reali e mostra come il NYT ha manipolato le sue accuse in mancando di professionalismo ed abbondando di malafede.

    Vorrei proporre ancora un altro articolo di generale interesse che commenta, sempre molto razionalmente, ovviamente, quel che stà avvenendo in questi giorni. Purtroppo solo in inglese. (E grazie ancora una volta al blog di Raffaela)

    http://www.themoynihanreport.com/

    In Pace

  108. Sal scrive:

    Il rattoppo peggio del buco. Ora per proteggere il papa dallo scandalo hanno trovato il capro espiatorio che si prende la colpa e se ne va contento.
    Repubblica online 3/30 titola: “ Ratzinger voleva colpire il vescovo pedofilo, fu bloccato da ambienti della curia.” – “B16..fece ogni sforzo per aprire un’inchiesta sul cardinale austriaco Hans Hermann Groer, ma fu bloccato dall’ala della Curia romana favorevole all’insabbiamento e contraria all’inchiesta,…Questo, secondo il sito della Bbc, è quanto l’arcivescovo di Vienna, cardinale Schoenborn, ha detto in dichiarazioni alla Orf, la tv austriaca. “

    Così Schoenborn, Principe della chiesa, afferma che il fenomeno non è solo circoscritto a qualche povero prete di campagna, ma che anche vescovi e arcivescovi ne sono coinvolti.
    Si scopre che il papa non conta niente, e che anche che la Curia (che conta molto di più ) preferisce l’inganno e la menzogna, alla Verità. La curia che non è l’ultima ruota del carro della processione di cui il papa predica, è costituita dai “Principi” della chiesa e si scopre che sono proprio i “Principi” che preferiscono la menzogna, l’inganno, il sotterfugio, che sono vigliacchi perché vogliono apparire belli di fuori mentre dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni sorta di impunità pieni di ipocrisia e di illegalità” e Gesù lo aveva già detto, ora ne abbiamo anche una prova da un rappresentante autorevole. (Matteo 23.27).

    Ma il bello della storia è che pubblicamente dichiarano che “non si faranno intimorire dal chiacchiericcio”. Secondo la più alta autorità ecclesiastica, 30 anni di malefatte con milioni di porcherie sarebbero un “chiacchiericcio” che è pure fastidioso perchè tanto loro “non si fanno intimidire.” Proseguiranno imperterriti sul percorso intrapreso. Orgogliosi della propria storia determinati a non cambiare neanche una virgola.

    E Gesù che non ha sbagliato neanche una virgola, continua dicendo : “ Perciò date testimonianza contro voi stessi” – (Matteo 23.31) – “Ebbene colmate dunque la misura dei vostri antenati.”

    Repubblica online: “Nella sua intervista, Schoenborn ha ricordato gli eventi del 1995, quando l’allora arcivescovo di Vienna, appunto il cardinale Hans Hermann Groer, fu accusato dai media e dalle sue vittime di aver ripetutamente compiuto abusi sessuali su giovani in un monastero negli anni Settanta. Ma fu solo tre anni dopo le accuse, cioè nel 1998, che Groer, per ordine della Santa Sede, si dimise da ogni incarico. Annunciò il suo ritiro in pubblico chiedendo perdono”

    E l’arcivescovo se la cava dopo aver continuato per ulteriori anni a fare il porco, e se la cava col perdono, dimentico lui e gli associati, che la Bibbia impone “opere degne di pentimento.”che ancora non si sono viste.
    Ma si, loro non si fanno intimidire tanto l’arcivescovo è già morto e sarà sicuramente in paradiso a sghignazzare : “vi ho fregato, ce l’ho fatta, vi ho fregato !”

  109. mauro scrive:

    In India siamo di fronte ad un’emarginazione sociale diffusa ed ad una durata della vita talmente breve da non trovare riscontri nella situazione attuale dei paese occidentali. Quando mai da noi le bambine sono costrette a sposarsia 13/14 anni? Solo in Bielorussia, che fa parte dell’Europa politica, ci si sposa ad un’età simile, sui 17 anni, perchè là, per chi non lo sapesse, vi è miseria e fame come in India ma rimane sempre un’eccezione occidentale mentre nei paesi paveri rappresenta la normalità. Questi bambini sono abbandonati al loro destino, vivono alla giornata per le strade alla ricerca di qualcosa per sopravvivere e prostituirsi rappresenta una possibilità in piu’ per non soccombere alla dura legge della vita.
    Accostare un simile modo di vivere a quello occidentale ed introdurvi, a mo’ di raffronto, la pedofilia che ha causato tanto danno alla Chiesa Cattolica è quanto mai inopportuno e furoviante per chi conosce cosa sia la vita, quanto sia dura e che basso prezzo abbia in quei paesi. Il forte ha sempre soggiogato il debole e la pedofilia è un’espressione di questo potere che, non dimentichiamolo, si esprime anche con quanto avviene nel cosiddetto “turismo sessuale” praticato nei paesi visibilmente poveri rispetto all’occidente.

    Quell’articolo proposto da Simon de Cyrène è quanto mai di assurdo possa essere proposto a giustificazione di un comportamento che è proprio in tutto il mondo e che non fa della Chiesa, istituzione morale, colei che ne è stata vittima, bensì carnefice del piu’ debole e ciò soprattutto, in virtu’ del fatto che il clero si ritene fornito di capacità intellettive superiori alla media, di essere portatore di un potere spirituale superiore a quello umano, di poter capire ogni cosa e pertanto di saper vedere cosa sia giusto ed agire di conseguenza arrivando fino a soddisfare i propri bisogni piu’ nascosti e repressi fino al punto di giungere alla pedofilia.

    Ben venga il saggio consiglio del card. Martini di ripensare al celibato perchè sembra che all’uomo mortale non sia proprio concessa la possibilità di essere talmente puro e casto da disdegnare ciò che è contro l’uomo perchè costantemente prova a soggiogarlo in ogni modo.

  110. Sal scrive:

    Dott. Tornielli,
    Capisco la sua difficile situazione, la sua voglia di giustificare e scusare certe assurdità, ma la verità va sempre e comunque detta e non bisogna fare come i giornalisti italiani che senza spina dorsale hanno sempre la schiena piegata. E poi vanno invidiando la BBC e il NYT o il W.Post

    La sua giustificazione sul “corpo glorificato” non ha nessun sostegno, quindi la sensibilità delle persone sempre pronte a stracciarsi le vesti, non ha nulla a che vedere con chi crede nella favole o raccontando che i pedofili siano persone corrette specialmente se arcivescovi.

    Tutto è scusabile, anche l’ignoranza ma non la voglia di raccontare favole pubblicamente e scientemente. Lo scopo dei forum e delle discussioni pubbliche è certamente quello del confronto delle idee, ma le mie non sono idee, sono citazioni enciclodepiche che lei dimostra di voler annacquare e lo fa perché, trovando anche lei certi dogmi impossibili e per nulla credibili, cerca in qualche modo di giustificarli, ma non fa un buon servizio alla verità anzi è peggio della menzogna.
    Lei si rivela complice di una mistificazione con la scusa della sensibilità. Altro che buon cattolico.

    “L’Assunzione di Maria in Cielo è un dogma cattolico nel quale viene affermato che Maria, terminato il corso della vita terrena, fu trasferita in Paradiso, sia con l’anima che con il corpo, cioè fu assunta, accolta in cielo.” Wikipedia – non si parla da nessuna parte di corpo glorioso.
    E che cos’è un corpo glorioso ? In che cosa differisce da uno normale ?

    «  Era conveniente che colei che nel parto aveva conservato integra la sua verginità conservasse integro da corruzione il suo corpo dopo la morte…. Era conveniente che la Sposa di Dio entrasse nella casa celeste.  » (san Giovanni Damasceno) (La Sposa di Dio – un’altra scemenza senza nessun risconto Maria è la sposa di Giuseppe, non di Dio.

    “L’Assunzione di Maria, nel cattolicesimo, è un’anticipazione della resurrezione della carne, che per tutti gli altri uomini avverrà soltanto alla fine dei tempi, con il Giudizio universale. “ – Wikipedia – Come avverrà la risurrezione della carne, si potrà fare pipì ?

    Sant’Efrem il Siro ( 373) sosteneva che il corpo di Maria non aveva subito corruzione dopo la morte.
    Timoteo di Gerusalemme (sec. IV) scriveva che la Vergine era rimasta immortale perché il Cristo l’aveva trasferita nei luoghi della sua ascensione.
    Sant’Epifanio (403) affermava che la fine terrena di Maria fu piena di prodigio e che quasi certamente la Vergine possedeva già con la carne il regno dei cieli.
    Al contrario la Bibbia dice: “La carne e il sangue non possono ereditare il regno di Dio, né ciò che è corruttibile può ereditare l’incorruttibilità”. (1 Cor. 15:50, CEI)
    Mi dica dr. Tornielli, lei la fa la pipiì ogni tanto ? Cos’ ha la pipì di tanto disonorevole ? Dobbiamo fare un rimprovero al buon Dio perchè Tornieli o azzurra fanno la pipì ? E vorrei chiedere anche ad azzurra cosa ci sia di male o disonorevole nel fare la pipì. Dov’è l’offesa ? C’è sempre qualcuno pronto a stracciarsi le vesti ma non ha risposte ragionevoli. La pipì basta farla nel luogo appropriato e non farla in testa alla gente che sta di sotto.
    Evidentemente hanno dimenticato che “tutte le cose sono pure per i puri. Ma per i contaminati e gli infedeli nulla è puro, ma la loro mente e la loro coscienza sono contaminate.” (Tito 1.15)
    p.s. Ringrazio l’amico mauro per il sostegno e le buone, sempre ottime idee che mi vedono sempre al suo fianco perchè fa un buon servizio alla verità. E’ veramente degno di onore e stima.

  111. Simon de Cyrène scrive:

    Felicito Mauro di essersi dato la pena di leggere l’articolo del Giornale prima di farne una critica. In questo è differente dalle altre bocche sempre aperte di altri intervenenti.

    Ma, l’idiosincrasia di Mauro essendo quella che è, ne “sfasa” ovviamente la lettura.

    Riprenderò quindi qualche elemento dell’articlo in questione così da darne un’idea:

    ” Il celibato del sacerdozio cattolico non può essere considerato la causa dei casi di pedofilia per motivi logici e non solo. Se, infatti, così fosse, i casi di pedofilia o di abusi sessuali dovrebbero riguardare percentuali molto alte, prossime al 99%, troppo lontane, quindi, da quell’1-2% che invece si registra nella realtà. Insomma, la pedofilia nella Chiesa è un’eccezione, piuttosto che la regola.”

    “Se poi si desidera entrare nel merito dei numeri, si scopre che: a) su 100 sacerdoti (almeno negli Usa in cui le cifre del fenomeno sono già note da tempo), solo il 4% è stato accusato di abusi sessuali, ma solo l’1% è stato riconosciuto effettivamente colpevole e condannato; b) su 100 pedofili non sacerdoti, la maggior parte è sposata; c) la maggior parte degli abusi sessuali contro i minori viene perpetrata in Paesi in cui la Chiesa non c’è, o rappresenta un’assoluta minoranza, tanto da essere spesso, perfino, oggetto di persecuzione”

    “A questo desolante scenario si aggiunga che in molte parti del mondo, la pedofilia non solo è tollerata, ma è perfino istituzionalizzata, come in molti Paesi di matrice islamica e non solo. Ci si riferisce al fenomeno delle «spose bambine», cioè bambine tra i 7 e i 13-14 anni che sono obbligate a sposarsi. L’organizzazione americana International Center for Research on Women ha compilato la lista dei Paesi in cui il fenomeno è maggiormente diffuso, con tassi che raggiungono e superano il 76% delle bambine”

    “Come non ricordare, inoltre, i 5000 casi di abusi su minori che negli Stati Uniti hanno riguardato i Testimoni di Geova, o i vari casi di abusi sessuali commessi da alcuni rabbini, come già aveva scritto nel lontano 1999 il Rabbino Arthur Gross Schaefer.

    E che dire, infine, di quelle istituzioni secolari che addirittura legittimano la pedofilia? Si pensi al caso del 1998 dello Psychological Bulletin, organo della American Psychological Association, in cui si affermava che gli abusi sessuali sui minori «non causano danni profondi e permanenti così gravi».”

    ” Anzi, si potrebbe dire, confrontando la totalità dei dati, che i Paesi cristiani in genere, e quelli cattolici in particolare, registrano non solo i minor casi di pedofilia come fenomeno criminale socialmente diffuso, ma anche il più basso tasso tra i ministri di culto.”

    Per dipiù il caro Mauro fa dire al cardinale Martini quello che costui non ha mai detto! Anzi il cardinale ha ultimamente affermato (http://www.chiesadimilano.it/or4/or?uid=ADMIesy.main.index&oid=2437074): “ritengo sia una forzatura coniugare l’obbligo del celibato per i preti con gli scandali di violenza e abusi a sfondo sessuale.”

    La Chiesa è vittima delle azioni di questi pedofili come anche di chi ha creduto fare bene coprendoli per non cerare scandalo: questo non è più accettabile socialmente parlando.

    In Pace

  112. azzurra scrive:

    Innanzitutto, ringrazio Tornielli per aver cancellato l’invio del post blasfemo, sulla Figura della Vergine Santa di sal sdoppiato marina, ma le vorrei ricordare che i successivi post di mauro/salvatore sono di plauso a quel post blasfemo…

    Per quanto riguarda l’esegesi incontinente dell’ultimo post del mauro, che tenta di rispondere al post di Simon, in quanto vorrebbe far credere che in india la pedofilia in certo qual modo è giustificabile, in quanto vige la povertà, che se non è ben fornito di materiale informativo meglio farebbe a tenere i suoi ditini in tasca, magari cacciando qualche soldino ai poveretti che a lui intertessano molto.

    1) l’India stà diventando una potenza economica se il tipo non lo sa…quindi la povertà non dovrebbe esistere ancora!!

    2) la Chiesa Cattolica in India è perseguitata…ed è l’unica fonte di cultura che quel paese ha!!

    3) se l’erudito in questione pensa di giustificare la pedofilia indiana a questo modo allora prova ne è che è in perfetta malafede, come tutti gli altri suoi compari.

    4) eppure lo ha ammesso anche lui contraddicendosi a suon di ridicoligiaggini….con questo suo:

    “”Quando mai da noi le bambine sono costrette a sposarsia 13/14 anni? Solo in Bielorussia, che fa parte dell’Europa politica, ci si sposa ad un’età simile, sui 17 anni, perchè là, per chi non lo sapesse, vi è miseria e fame come in India ma rimane sempre un’eccezione occidentale mentre nei paesi paveri rappresenta la normalità. Questi bambini sono abbandonati al loro destino, vivono alla giornata per le strade alla ricerca di qualcosa per sopravvivere e prostituirsi rappresenta una possibilità in piu’ per non soccombere alla dura legge della vita.”"

    Eh! si egregio mauro e d’intorni….proprio così…eppure subito dopo ha il coraggio di scrivere:

    “”Accostare un simile modo di vivere a quello occidentale ed introdurvi, a mo’ di raffronto, la pedofilia che ha causato tanto danno alla Chiesa Cattolica è quanto mai inopportuno e furoviante per chi conosce cosa sia la vita, quanto sia dura e che basso prezzo abbia in quei paesi. Il forte ha sempre soggiogato il debole e la pedofilia è un’espressione di questo potere che, non dimentichiamolo, si esprime anche con quanto avviene nel cosiddetto “turismo sessuale” praticato nei paesi visibilmente poveri rispetto all’occidente.”"

    Bene!!!….detto questo vorrei ricordare al mauro che è SEMPRE STATA LA CHIESA CATTOLICA CHE HA CERCATO DI TOGLIERE DALLA STRADA QUEI BIMBI….non mi risulta che siano stai ne’ maomettani, ne’ induisti, ne’ uaaristi, ne’ altre categorie che tanto hanno a che accusare la Chiesa Cattolica. E ti ricordo che LE SCUOLE PUBBLICHE LE HANNO INVENTATE LA CHIESA CATTOLICA, e ti ricordo CHE E’ PROPRIO LA CHIESA CATTOLICA CHE HA COMBATTUTO CONTRO QUEI MATRIMONI DI SPOSE BAMBINE, tanto che in Italia E’REATO.

    E com’è che è reato? OH! certo perchè il tal mauro o giu’ di li lo ha legiferato lui….mica è stato perchè certi valori di cui possiamo godere rispecchiano ESATTAMENTE QUELLO CHE LA CHIESA CATTOLICA HA SEMPRE INSEGNATO…NO! E CHE DIAMINE…la democrazia l’ha’ inventata gli amici di cordata del tal mauro esegeta ed erudito laico laicista radical possessore della verità storica!!!

    P.S. i nemici della Chiesa Cattolica dentro alle nostre mira e fuori hanno di fatto voluto colpire la Chiesa Cattolica Maestra di tutte le virtù ereditate sin ai nostri giorni….ovviamente a queste virtù si contrappongono i nemici interni alla Chiesa stessa che hanno favorito certi scandali, ma che PRONTAMENTE LA CHIESA HA CERCATO DI METTERE I PUNTINI SULLE I, non appena ne è venuta a conoscenza….quanti altri hanno fatto questo? NESSUNO!!!! E questo mi basta!!!

  113. mauro scrive:

    Caro simon de Cyrène, lei ha capito ben poco di quello che ho scritto. Non è un problema di numeri e neppure di divisioni fra paesi cattolici islamici o quello che vuole lei ma di evidente grande differenza di condizione sociale in cui il piu’ debole è predestinato a soccombere per sopravvivere.

  114. Marina scrive:

    Ma quante balle fa star giù azzurra,sono stata in moderazione mesi e mesi e pure censurata senza mai offeso nessuno,semplicemente per aver detto la verità,Lei piuttosto offende gratuitamente le persone.
    e poi che c’entro io con Sal,la consideri una battuta.Conosco molte persone che cantano e suonano nel coro durante la messa,eppure quando vanno in chiesa per le prove ridono e scherzano,e qualche volta ci scappano pure barzellette non troppo pulite,si girano verso il crocefisso e dicono a gesù:mettiti i tappi nelle orecchie per 10 minuti,oppure girati dall’altra parte.E che c’è di male a ridere un pò.Bisogna sempre piangere e battersi il petto,mea culpa ,mea culpa?
    Il rispetto verso la madonna ,dio e gesù sempre ci deve essere,ma se qualche volta ci si scherza anche,meglio che decapitare o bruciare le persone che non aderiscono alla nostra fede.E che diamine.

  115. azzurra scrive:

    Dott. Tornielli mi sembra ormai assodato che lei voglia censurarmi….perchè sono ancora in moderazione?

    Guardi che io non ho mai offeso ne’ santi nè Cristo ne’ la Chiesa come invece molti fanno quà dentro!

    Ma forse lei ritiene può offensivo dire pane al pane vino al vino a chi se lo merita e cioè a coloro che stanno sputando sentenze contro la mia Fede e la Storia della Chiesa…grazie davvero!!!!

    P.S. la mia “maleducazioe” non è certo peggiore della volgarità a quanti quà dentro offendono, raccontano menzogne storiche bibliche ecc… questi hanno libertà di parola?…visto che è uno spazio pubblico de Il Giornale del quale io sono una lettrice…se permette mi sento in dovere di intervenire con i modi e i toni che più sono consoni, contro le accuse o menzogne inviate tutti i santi giorni dai suoi simpatici pupilli!!!…e per fortuna siamo nella Settimana Santa!!!Grazie!!!

  116. Cristiana scrive:

    @ Marina
    “…Il rispetto verso la madonna ,dio e gesù sempre ci deve essere,ma se qualche volta ci si scherza anche,meglio che decapitare o bruciare le persone che non aderiscono alla nostra fede.E che diamine.”

    Brava Marina, questo si’ che è parlare chiaro!!! comincia dare il buon esempio usando le MAIUSCOLE …..

  117. Marina scrive:

    Il rispetto verso la madonna ,dio e gesù non è nelle maiuscole,cosa vuol dire maiuscola è rispetto ,minuscola non lo è.L’importante è ripettare il prossimo,le sue opinioni e la sua fede,e anche il colore della pelle,visti i cori razzisti nei confronti dei giocatori neri.
    Magari fatti da persone che scrivono dio con la maiuscola,come tanti che vanno a messa ,si segnano davanti all’immagine del cristo e poi fuori lo bestemmiano o cornificano la moglie o il marito a tutto spiano.
    Ma l’importante è la MAIUSCOLA.Ma va la…

  118. azzurra scrive:

    perchè “marina” cara…il tuo doppio nich lo hai scritto in maiuscolo? e perchè “marina” non riesci a scrivere Gesu’ Cristo e la Vergine Santa in maiuscolo? e perchè ti appelli al rispetto quando tu sei il primo/ma che NON NE USI e sei razzista nei confronti della Chiesa e di Cattolici? ma tu davvero vorresti insegnare la morale? ma tu davvero vorresti far credere di essere una brava personcina…che scrive “verita’”?

    MA VA LA’ NEH!!!!

  119. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Lei è la dimostrazione vivente che fu un errore gravissimo abolire la Santa Inquisizione, perchè come dice il detto:
    Insulta me e porgerò l’altra guancia ma se insulti Gesù scaglierò la mia lancia.

    Lei Sal, purtroppo, compie la bestemmia più grave (che non sarà perdonata) quella contro lo Spirito Santo ovvero quella di chi rifiuta ostinatamente la Parola di Dio.
    Ma io confido nell’infinita Misericordia di Dio e lo supplico in ginocchio (specie in questa settimana di Passione) di farle la Grazia della conversione.

    Lei mi chiede spiegazioni (ieri vista l’ora tarda avevo tralasciato); ovviamente non starò a ripetere la dottrina (provata) della SS Trinità visto che l’ottimo Luis qualche giorno fa gliela ha spiegata in maniera egregia…si ricorda? Ok la Carità nella Verità ma le perdite di tempo no.
    Lei ha fatto la sua solita figura barbina (si è sottratto al confronto) ha sparato il solito Salmo 49,20 (non potendo controbattere) e poi ha continuato come se nulla fosse successo, infatti continua ancora ad inondarci di idiozie, bestemmie, vituperi.
    Memento mori…

    Ma ritorniamo a noi, e qui ancora debbo constatare che la sua ignoranza è talmente vasta che non s’accorge che mi dà un ottima occasione per spiegarle bene un Salmo eccezionale in cui si spiega in maniera chiara che Cristo siederà alla destra del Padre estendendo il suo dominio dalla Giudea fino a tutto il mondo, sarà sommo sacerdote secondo l’ordine di Melchisedech e giudice di tutti gli uomini, passando però per una vita terrena dolorosa che poi lo vedrà trionfare.

    Salmo 109 (La Sacra Bibbia Ricciotti)

    Salmo 109:1 – Salmo di David. Ha detto il Signore al mio Signore: «Siedi alla mia destra, finchè faccia de’ tuoi nemici lo sgabello de’ tuoi piedi!».
    Sal vuole sapere chi sono questi Signori? Iniziamo.
    Abbiamo Davide che parla e che introduce il Padre eterno il quale al suo Figlio incarnato dice quel che poi segue.
    Davide dà a Cristo il titolo di suo Signore non soltanto per via della sua consustanzialità al Padre ma per via della sua natura umana che assumerà sempre grazie al Padre, e quindi per questo, non solo è Signore di Davide ma degli uomini tutti (anche di lei Sal, nonostante lo bestemmia in continuazione).
    E quindi il Padre dice al Figlio: “Siedi alla mia destra”
    ovvero regna con me.

    Salmo 109:2 Lo scettro della tua potenza stenderà il Signore da Sion. Domina in mezzo ai tuoi nemici,
    Ovvero regna su tutti i nemici, dalla Giudea e da Sion sarà il suo regno come era scritto dai profeti che il suo regno sarebbe iniziato da Gerusalemme. (Isaia II, 3; Michea IV, 2; Gal IV, 27; Luca XXIV, 47)

    Salmo 109:3 teco è il principato! «Nel dì della tua potenza; tra gli splendori della santità, dal mio seno, prima della stella del mattino, t’ho generato».
    Teco è il principato, ovvero il Padre dice al Verbo incarnato: questo è il tuo regno su cui regnerai.
    Tra gli splendori della santità,… quando sarà la Santità? Ovviamente nel giorno della risurrezione quando avrà sconfitto anche la morte e tutti si piegheranno a lui in terra come all’inferno.
    …dal mio seno, prima della stella del mattino t’ho generato.
    Passo fondamentale del Salmo in cui il seno rappresenta la figliolanza diretta del Figlio ovvero la Divina fecondità (alla faccia dei tdg) per cui il Padre dalla propria sostanza genera il Figlio (génitum, non factum,
    consubstantiálem Patri…le dice qualcosa Sal?)
    …prima della stella del mattino, t’ho generato. Ovvero generato dal Padre prima di tutti i secoli destinato a regnare col Padre (In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio… le dice qualcosa?).

    Sal ora ha capito perchè bisogna conoscerle le scritture prima di citarle?
    Non posso farle un trattato biblico perchè non ne sarei in grado, però abbia pazienza…
    Ora però Sal basta, non insista, rifletta…errare è umano ma perseverare è diabolico!
    Sal, caro Sal, è richiesta onestà intellettuale ma soprattutto buon senso!

    Che la Pasqua di Risurrezione del Signore Nostro Dio Gesù Cristo possa illuminarla facendole conoscere la Verità tutta intera.
    E’ la Grazia che le auguro per questa Santa Pasqua.

  120. Lotharius scrive:

    @ Giuliano

    Mi piacerebbe sapere quali sarebbero le paludi di incongruenze macroscopiche in cui si trova il cattolico.
    Dica, dica!
    Ci illumini.

  121. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile Sal,

    mi dia pure dell’ignorante, nonché giornalista italiano (innegabile!) con la schiena piegata (altrettando innegabile, soffro ahimè di cervicale).
    Se lei non capisce o non intuisce la differenza tra un corpo e un corpo glorioso (la stessa che c’è tra il mio e il suo, e quello di Gesù risorto, che poteva attraversare i muri…) beh, non pretendo io di spiegarglielo.
    Se lei non capisce che esprimendosi in quel modo sulla pipì offende la sensibilità di molti credenti, non posso farci nulla: lei continui a non capire, io continuerò a intervenire.

    Mi colpisce però che nella sua sapienza non si sia reso conto che l’esempio di Benedetto XVI e Groer non va citato come fa lei: vede, quando Schoenborn racconta che Ratzinger non riuscì a far passare la sua linea (e lei chiosa che il Papa è impotente), si riferisce a quando i fatti relativi a Groer sono avvenuti, vale a dire alla fine degli anni Novanta, quando Ratzinger non era ancora Papa.
    Spero che almeno sul calendario si possa essere d’accordo, oggettivamente, cristiani, atei, razionalisti, TdG, interisti, milanisti, etc. etc.

  122. Salvatore scrive:

    A SIMON, torno a dire, non si capisce perchè uno dei quotidiani più autorevoli del mondo, ad un certo momento dovrebbe deragliare nella mala fede rischiando l’impopolarità in un universo vasto ed autorevole come quello cattolico, e mettendo, tra l’altro, a rischio la propria reputazione. Perchè dovrebbe? A fronte di quali vantaggi? E tali (eventuali) vantaggi, bilancerebbero mai il grave rischio della perdita di prestigio?
    Non credo che un grande giornale ragioni così.

  123. Simon de Cyrène scrive:

    Caro DOtt Tornielli,

    il Cardinale Ratzinger lottò per processare non solo Groer ma anche Maciel e Burresi, ma dovette arrendersi per strada ed aspettare di diventare lui stesso Papa prima di poter agire come lo intende.

    Secondo l’attuale cardinale Schoenborn sarebbe stato ostacolato nella su ricerca di “pulizia” da una parte della Curia: ciò tenderebbe a rigettare la colpa sul precedente Segretario di Stato Angelo Sodano, l’unico personaggio/funzione al potere superiore a quello della CDF, almeno formalmente parlando.

    Come Lei analizzerebbe quel che avvenne?

    P.S.: Mi sa che con S.S. Benedetto XVI vediamo prepararsi un altro Santo da altari propio sotto i nostri occhi. Che Dio gli dia la grazia della perseveranza finale!

    In Pace

  124. Cristiana scrive:

    @ Marina

    Dopo anni di internet e blog vorresti farmi credere che non hai ancora capito che scriviamo per quello che siamo?
    Scrivendo esce la vera essenza delle persone, buone, oppure generose, spiritose, colte, oppure spocchiose, con poco studio ma umili, apparentemente superbe ma sofferenti, oppure maleducate, aride o incarognite.
    Esce tutto, perchè la scrittura, quando non è copia/incolla è lo specchio dell’anima…..nel bene e nel male.
    Te saludi’ nè… :-)

  125. Giuliano scrive:

    @@ Lotharius……
    Dispiace il tono spocchioso , aprioristicamente critico e permeato di sarcasmo di Lotharius. Siamo qui per discutere e per chiarirci l’un l’altro, non per prenderci in giro (o insultarci). Inoltre, io frequento il forum da agnostico nella speranza di imparare qualcosa dai credenti. Mi spiace dirlo, ma –finora- ho raccolto solo supponenza, rivendicazioni di identità, affermazioni non motivate, partigianerie e settarismi alquanto ciechi. (Né più né meno di quel che fanno e dicono alcuni miei conoscenti islamici).
    Comunque, caro Lotharius, quando parlo di “incongruenze” (non solo cattoliche ma religiose in genere) intendo riferirmi alle contraddizioni intrinseche alle fedi , ai nuovi problemi che queste pongono dopo aver fornito le risposte ufficiali, ai quesiti irrisolti che vengono etichettati come misteri, al fatto che le parole di Dio sono suscettibili di molte interpretazioni (sovente in guerra tra loro), l’odio per gli infedeli e gli eretici, l’indicare il Cielo ma pensare a governare il mondo, il plurisecolare uccidere nel nome del proprio dio, l’assenza totale di misericordia in una creazione opera di un dio misericordioso… e potrei continuare.

  126. Marina scrive:

    Che la Pasqua di Risurrezione del Signore Nostro Dio Gesù Cristo possa illuminarla facendole conoscere la Verità tutta intera.
    —-
    Lotharius,non la deve dire a Sal questa frase,la deve mandare in vaticano,e magari anche alla celestiale azzurra.

  127. Marina scrive:

    Salmo 109:1 – Salmo di David. Ha detto il Signore al mio Signore: «Siedi alla mia destra, finchè faccia de’ tuoi nemici lo sgabello de’ tuoi piedi!».
    Sal vuole sapere chi sono questi Signori? Iniziamo.

    Abbiamo Davide …che era un guerrafondaio,lo dice la bibbia,che faceva guerra a tutti i suoi vicini,forse è per questo che alla fine i vicini si sono stufati e hanno distrutto il regno di israele e della giudea.
    Se erano un pochettino più buoni sarebbero ancora li,non dispersi ai quattro venti.
    E se il Signore ha detto di fare uno sgabello dei suoi nemici,quello(il signore)non poteva essere il Cristo e neanche Dio.

  128. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile Simon de Cyrene,

    distinguerei i casi Maciel e Burresi (oggettivamente più gravi), da quello di Groer. In ogni caso è assodato che perlomeno Maciel e Groer godessero di “pregiudizi positivissimi” nella Curia romana.

  129. Squilpa scrive:

    SULLE INCONGRUENZE, cara Marina, potremmo andare più avanti…. Jahweh interviene di persona sulla montagna, in mezzo al fuoco, e dice “Tu non ucciderai” (Deut. 5, 17)—Si può essere più chiari? Divieto di commettere omicidio e togliere la vita, principio assoluto ed intangibile.
    Basterebbero queste tre parole per definire un’etica : non violenza, pace, amore, mitezza; niente guerre, niente violenze, niente eserciti, niente pena di morte etc etc.
    Nello stesso Deuteronomio, però, pochi versetti più avanti, lo stesso Jahweh interviene per giustificare lo sterminio da parte degli ebrei di un certo numero di popolazioni nominate nella Torah; contro tali popoli, il dio autorizza l’anatema, il razzismo, la sopraffazione, rifiuta la pietà, incita alla distruzione dei loro altari, dei loro monumenti e legittima i roghi e la strage. (Basta vedere cosa fecero gli ebrei ai Cananei e la strage di quel popolo fu consacrata a Dio…)
    Ed anche Cristo : il figlio di Dio incita i cristiani a porgere l’altra guancia e si direbbe che l’invito non sopporta alcun aggiustamento. Già qualcuno, nel forum, però, -facendo rima con “lancia”- giustifica l’uso di tale attrezzo per la gloria di Gesù. Vai a capire, già qui le idee si confondono….Allora, violenza sì o violenza no?
    Ed inoltre, il medesimo mite e tollerante e buon Gesù non si fa scrupolo di scacciare i mercanti dal Tempio con violenza ed ira, lancia sette maledizioni contro scribi e farisei, destina alla Geenna quelli che non credono in Lui, inveisce contro le città a nord del lago di Genazaret colpevoli di non aver fatto penitenza, annuncia la rovina di Gerusalemme e la distruzione del Tempio, insegna che non è venuto per la pace ma per la spada ……e così via.

  130. mauro scrive:

    Caro simonde Cyrène, il Card. Martini ha rilasciato un’intervista al quoridiano austriaco Die Presse in cui afferma quanto le ho scritto, un paio di giorni fa. Si immagini se io sono ventriloquo e faccio dire cose diverse al Card. Martini. Già ci si interroga sul motivo che ha portato ad una simile affermazione, che gusto ci trova a contraddirlo per avere ragione?
    Si guardi l’Ansa e l’Agenzia GRT (due esempi tra i tanti) se le pare impossibile.

  131. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile Mauro,

    Martini non ha rilasciato alcuna intervista a Die Presse, che ha pubblicato stralci di una lettera collegandole alla pedofilia.

    Questa è la precisazione di Martini:
    PRETI PEDOFILI: CARD. MARTINI, FORZATURA COLLEGAMENTO A CELIBATO = (AGI) – Milano, 29 mar. -
    «Sono rimasto molto sorpreso nel vedermi attribuita una espressione che non corrisponde al mio pensiero. Anzi, ritengo sia una
    forzatura coniugare l’obbligo del celibato per i preti con gli scandali di violenza e abusi a sfondo sessuale». Così Carlo Maria Martini spiega le parole riportate da alcuni giornali, secondo i quali il cardinale si sarebbe espresso per un ripensamento del celibato per i preti.
    «Alcuni organi di stampa – spiega il cardinale in una nota – hanno riportato il contenuto di un mio intervento pubblicato dal settimanale tedesco ’Presse am Sonntag’. In esso avrei dichiarato che, tra le strade da perseguire per evitare in futuro nuovi casi di violenza e abusi a sfondo sessuale, ci sarebbe la seguente: ’Il celibato obbligatorio come forma di vita dei preti dovrebbe essere ripensatò. Il settimanale tedesco – prosegue – non ha interloquito con me direttamente ha piuttosto ripreso una mia lettera ai giovani austriaci. Ma il testo di tale lettera da me approvato diceva: ’Occorrerebbe ripensare alla forma di vita del pretè, intendendo così sottolineare l’importanza di promuovere forme di maggiore comunione di vita e di fraternità tra i preti – conclude – affinchè siano evitate il più possibile situazioni di solitudine anche interiore». (AGI)

  132. Lotharius scrive:

    @ Giuliano
    Nessun tono spocchioso, io vedo solo i cattolici vilipesi ovunque sempre additati come furfanti, con i giudizi degli atei sempre preconfezionati.
    Lei poi ci paragona agli islamici, si vede che è agnostico e di spiritualità non conosce molto, suppongo non abbia mai letto il Corano.
    Caro Giuliano, lei parla di guerre e di parole in contrasto tra loro perché non conosce la storia della nostra Fede (la nostra cattolica è Fede perché Dio ci si è rivelato, le altre sono religioni perché venerano cose che non hanno mai visto; non è colpa mia se Cristo s’è rivelato e la gente non gli ha creduto…l’hanno anche crocifisso per questo), le risposte che cerca gliele dà la Chiesa che è il corpo mistico di Cristo Dio; dice che le parole sono in contrapposizione, ma ha mai provato a fare uno studio delle traduzioni e dei papiri da cui è tradotta la Bibbia?
    Giuliano se vuole apprendere, capirà che il messaggio del Cristo è tutto il contrario del volemose bene tutti quanti (mica era anarchico), provi a farsi un esame di coscienza e a riflettere, inizi a vedere la storia passata anche da altre campane e non solo da quello che ricorda dei libri di scuola e poi ne riparleremo.
    E comunque il blog non è il luogo per capire certe cose, se veramente cerca Dio superi i suoi pregiudizi e si lasci guidare, stia certo che Dio si farà trovare.
    Devo scusarmi se sono stato supponente, in fondo anch’io prima ero un ateo agnostico e facevo esattamente come Lei(anzi, forse ero peggio) poi nella mia inquieta ricerca della Verità mi è stata fatta una grazia incommensurabile e ogni giorno ringrazio Maria SS per questo dono.
    Giuliano, Dio ogni giorno le mette davanti l’opportunità di conoscerlo apra il cuore e si lasci andare.
    E’ la Grazia che le auguro (anche a Lei) in questa Santa Pasqua di risurrezione.
    Belle cose.
    Saluti

  133. azzurra scrive:

    Egregio giuliano tu non puoi dire che sei quì per discutere e capire…..tu sei quì per insultare e dire tutto e il contrario di tutto, proprio come i soliti noti…..

    Domande non ne hai mai fatte, hai solo insultato con tono queello sì spocchioso al contarrio invece del buon Lotharius che ringrazio per le chiarificazioni che invia.

    Vuoi capire? e perchè allora non tieni a bada la lingua per un po’ e magari ti metti a leggere i padri della Chiesa? o perchè magari non ti leggi la Storia della Chiesa…ma per capire qualcosa devi leggere non solo quella “storiella” riscritta trita e ritrita dei tuoi, ma confrontarla con la Vera Storia della Chiesa.

    E perchè già che ci sei non ti poni delle semplicissime domande su come e chi abbia costruito delle Bellissime Chiese, fatte costruire proprio nel luogo del Martirio di tanti Santi? solo perchè i cattolici sono dei deficienti senza cervello? ma lo sai tu che grazie a tutti quei cattolici deficienti senza cervello e grazie a loro, moltissimi turisti vengono a visitarle e se non ti dispiace troppo, l’Arte Cristiana E’ IL NOSTRO PETROLIO BIANCO?…..intempi di crisi quindi vanno bene anche i cattolici deficienti…..

    @ “marina”….su’ impara a fare il budino che ti riuscirà molto meglio….invece di leggere le sciempiaggini che leggi…..ne’….Davide quindi guerrafondaio….ovvero secondo la “marina” chi usa la legittima difesa è guerrafondaio…..uh! com’è rovescio il mondo che vede la “marina”…e pensare che non nomina mai le nefandezze delle altre realtà religiose….impara a fare il budino.

  134. Giuliano scrive:

    In verità, ho provato a leggere il Corano, ma me ne sono ritratto piuttosto in fretta : non è agevole. Mi limito, dunque, a riportare “opinioni” espresse da islamici con cui provo a conversare.
    La storia della nostra Fede la conosco, avendo ricevuto –come tutti- un’educazione cristiana e/o cattolica che dir si voglia ; ma ho fatto sempre fatica a farmi quadrare tutti i conti…Leggo in “squilpa” un certo numero di incongruenze tra i messaggi dei testi sacri e la condotta dei credenti; aggiungerei di mio che , ad esempio, i paesi cristiani sono i più grandi fabbricanti di armi al mondo e che non è mai partito un esercito senza che sia stato benedetto dai sacerdoti…
    Lei ha ragione, Lotharius, a scrivere che non è il blog il luogo adatto a capire la Fede; questo è certamente verissimo. Nondimeno, sono anche interessato a capire –più esattamente- come ragionano i credenti, ed in questo il blog mi può essere d’aiuto; perciò lo trovo interessante, lo frequento ed adopero, talvolta, toni polemici. Non intendo offendere, ma pungolare, per dir così, nella speranza di stimolare risposte che mi diano serio spunto a riflessioni. Sono infatti anziano, ma credo di non dover interrompere la mia ricerca.
    La ringrazio, Lotharius.

  135. francesco erre scrive:

    Gentile Azzurra, La ringrazio per le sue parole. Lei dice giusto. Se uno fa domande per capire, è umile, tutto il contrario dello spocchioso.
    Grazie infinite.

  136. Lotharius scrive:

    @ Squilpa

    Lei conosce (la voglio aiutare, anche vagamente) il significato dei versetti che ha postato?
    Secondo lei Gesù fa parte del comitato “Nessuno tocchi Caino”? O vota per i radicali contrari alla pena di morte?

  137. Giuliano scrive:

    @ AZZURRA…
    Non è vero Azzurra, Lei mi pare in errore, mi scusi.
    Non se ne abbia a male, ma io leggo nel Suo scritto una sorta di aprioristica intolleranza : ho appena specificato al forumista Lotharius che l’impiego di qualche tono polemico (che non nego) lo trovo opportuno per “spremere” maggiormente il dialogo ed avviarlo su di un piano più fruttifero.
    Riprenderei, inoltre, un concetto non mio, sostenuto da qualcuno che non ricordo, nel Forum, teso alla difesa delle voci antitetiche, allo scopo di rendere il Forum stesso più fertile e dialettico.
    Sono d’accordo (da agnostico!) sulle Sue valutazioni sui “benefici” pratici del cattolicesimo; lo trovo, però, un argomento terribile, che dà la misura di quanto il cattolico si sia allontanato dai genuini contenuti del messaggio religioso più autentico (che mai dovrebbe indulgere a considerazioni di carattere strumentale sugli esiti materiali di una fede, in termini di ripercussioni positive sul bilancio statale)
    Infine, mi scusi, ma nella storia della chiesa , cui Lei fa riferimento, si trova molto bianco, ma anche molto nero ed anche nerissimo; ed essa storia non è necessariamente il migliore sentiero per amare Cristo. Al contrario, mi limiterei alla lettura dei vangeli e dei Padri dei primi secoli, indiscutibilmente l’epoca in cui il cristianesimo ha attinto ai suoi esiti più elevati.
    La ringrazio.

  138. Simon de Cyrène scrive:

    Grazie Dott. Tornielli per la Sua risposta in March 30th, 2010 at 6:16 pm

    Chiaro.

    In Pace

  139. Squilpa scrive:

    Credo di capire cosa Lotarius voglia intendere….
    Dico soltanto una cosa : è possibile, in sede di speculazione teorica, dare a qualsiasi scritto un ventaglio di interpretazioni assai ampio ; padri ed esegeti hanno impegnato continuamente le proprie meningi a tale scopo e di tanti passaggi , anche cruenti, esistono interpretazioni elevate e nobili.
    Resta,però, il fatto che tali interpretazioni sono assai spesso riservate a menti di teologi preparati i cui intelletti sono accessibili a mille finezze, reali o presunte. A livello di diffusione di massa, tuttavia, per secoli e secoli, una immensa moltitudine di “anime semplici” ha inteso le parole dei Testi nel loro senso più basale e volgarizzato, con tutte le conseguenze in termini di malinteso o di strumentalizzazione . In non pochi casi, alla chiesa ha anche fatto comodo il fraintendimento (chiamiamolo così) ed il lasciare gli animi in condizioni di fragilità intellettuale, se non proprio di ignoranza.
    Trovo assai ambiguo l’elogiare le menti semplici quando la semplicità fa comodo e rimproverare,poi, la stessa semplicità a chi la applica in ingenua critica, rimproverandogli –allora, e solo allora (!)- un non sufficiente approfondimento dei concetti. Per dirla ancora più chiaramente, ritengo che la chiesa si sia non poco avvantaggiata dal poter disporre di intelletti impreparati ed acritici; e lo ha sempre saputo tanto bene da aver addirittura mantenuto i Libri Sacri tra quelli “all’indice”, scegliendo per le pecorelle le sole parti che riteneva opportuno diffondere e riservandosene l’unica interpretazione ufficiale.

  140. Simon de Cyrène scrive:

    Gentile Mauro,

    se Lei avesse veramente letto il mio post Simon de Cyrène Scrive: March 30th, 2010 at 1:56 pm avrebbe visto che le davo la fonte originale della precisione del Cardinale Martini e si sarebbe risparmiato una ennesima figuraccia in mauro Scrive: March 30th, 2010 at 6:23 pm

    Ma quando la smetterete di scrivere solo per odio gratuito contro la Chiesa e comincerete ad utilizzare i neuroni che il Buon Dio vi ha dato, cercando i fatti, attenendovi alla Realtà ed amando la Verità?

    In Pace

  141. Simon de Cyrène scrive:

    Caro Lotharius,

    debbo dire che La ammiro per la Sua pazienza con chi è di tutta evidenza disonesto intellettualmente.

    Personalmente da tempo sono giunto alla stessa conclusione espressa dalla gentile Azzurra quando ribadisce ad un bloggista: “tu non puoi dire che sei quì per discutere e capire…..tu sei quì per insultare e dire tutto e il contrario di tutto”.

    Quando c’è desiderio genuino di relazionarsi con “l’altro” il dialogo è sempe possibile.

    Ma quando sono i sepolcri imbianchiti che sparlano a vanvera, allora anche N.S. Gesù Cristo si tacque.

    In Pace

  142. Salvatore scrive:

    @@ Lotharius, Azzurra, Squilpa, Giuliano…
    Continua a mancare una risposta seria e convincente alla plurisecolare assenza di pace e sulla guerra cementata dalle parole della religione.
    Da quando Saulo di Tarso scrisse che “non c’è autorità se non da Dio”, s’è fondata ufficialmente la sottomissione alle Autorità che derivano da Dio l’autorità medesima : cioè quasi tutte.
    Se i detentori del potere, cioè, sono anzitutto ministri di Dio, ne viene che disobbedire ad un capo politico, ad un prefetto, ad un magistrato, ad un militare comporta una offesa a Dio stesso.
    Muniti di questo bel viatico, i cristiani hanno cominciato presto a vendersi l’anima, (ormai inutile per mettere in pratica i vangeli), al potere temporale : si sono insediati in palazzi di oro e di porpora, hanno ricoperto di marmi pregiati le loro chiese, hanno benedetto gli eserciti, hanno santificato le guerre espansionistiche, le conquiste militari, le crociate; ed hanno anche riscosso le imposte e mandato truppe contro i poveri che protestavano, come avviene oggi in sudAmerica…
    La Storia è testimone (cara Azzurra!) : milioni di morti per secoli, in tutti i continenti nel nome di Dio, la Bibbia in una mano, la spada nell’altra; Inquisizione, sevizie, torture; Crociate, massacri, saccheggi, stupri, impiccagioni, roghi; tratte di schiavi, umiliazioni, sfruttamenti, servaggi; genocidi ed etnocidi ad opera di conquistatori cristianissimi, dagli Spagnoli devoti alla chiesa fino al clero ruandese che ha legittimato lo sterminio degli Hutu (che GiovanniPaolo II non ha condannato); e fiancheggiamento più o meno scoperto di tutti i fascismi del ventesimo secolo (Mussolini, Petain, Franco, Hitler, Pinochet, Salazar, i colonnelli greci, i dittatori dell’America latina etc etc)
    Milioni di morti per amore del prossimo!!

  143. Salvatore scrive:

    Il colmo dell’ipocrisia di Simon di Cyrene è il suo “in pace” che chiude ogni post.
    In realtà, egli riserva il suo proponimento di pace solo ai suoi sodali, la sua approvazione solo a chi la pensa come lui, non replica alle questioni imbarazzanti, ripete solo le proprie convinzioni senza neppur tentare la comprensione degli altri, nega il rispetto nel dibattito agli “avversari”, impiega un modo “manesco” di argomentare, e – credo!- fosse per lui, accenderebbe dieci roghi al giorno.
    E chiama “disonesti” i sostenitori di opinioni difformi da quelle della chiesa (e perché, poi?)
    Il tutto ad majorem Dei gloriam, ovviamente….

  144. azzurra scrive:

    Grazie Carissimo Simon…grazie davvero Lei ha detto una cosa che a dir poco è magistrale la ripeto e la incornicio:

    —————————————————
    —————————————————

    Ma quando sono i sepolcri imbianchiti che sparlano a vanvera, allora anche N.S. Gesù Cristo si tacque.

    —————————————————
    —————————————————

  145. mauro scrive:

    Caro Dott. Tornielli, comprendo il suo disappuno nel leggermi,come quello del Card. Martini per trovare sulla stampa quello che non ha mai affermato. Io, nel mio piccolo, mi attengo a ciò che avevo letto ed era stato reso di dominio pubblico dalle agenzie di stampa e non mi ritengo in malafede.

    Purtroppo devo constatare che nella lettera del Card. Martini ha scritto: “Occorrerebbe ripensare alla forma di vita del prete”, senza specificare a cosa si riferisse. Mi sembra piu’ che logico che le agenzie di stampa riferissero del celibato (inteso come modo di proporsi nella vita) e non che ciò che il card. Martini intedeva ma non aveva espresso (maggiore comunione di vita e fraternità tra i preti etc.).

    Comunque la ringrazio per la precisazione e per avermi dato l’opportunità di trovare la smentita sulle agenzie di stampa che non avevo visto.

  146. azzurra scrive:

    @ Salvatore che ritrita sta’ storia…..

    “”La Storia è testimone (cara Azzurra!) : milioni di morti per secoli, in tutti i continenti nel nome di Dio, la Bibbia in una mano, la spada nell’altra; Inquisizione, sevizie, torture; Crociate, massacri, saccheggi, stupri, impiccagioni, roghi; tratte di schiavi, umiliazioni, sfruttamenti, servaggi; genocidi ed etnocidi ad opera di conquistatori cristianissimi, dagli Spagnoli devoti alla chiesa fino al clero ruandese che ha legittimato lo sterminio degli Hutu (che GiovanniPaolo II non ha condannato); e fiancheggiamento più o meno scoperto di tutti i fascismi del ventesimo secolo (Mussolini, Petain, Franco, Hitler, Pinochet, Salazar, i colonnelli greci, i dittatori dell’America latina etc etc)
    Milioni di morti per amore del prossimo!!”"

    1) date nomi luoghi che ci son stati massacri con la Bibbia in mano e la spada nell’altra

    2) movente dei presunti massacri con la Bibbia in mano e la spada nell’altra

    3) le crociate ormai…..sarebbe tempo che ti informassi meglio, come del resto ho suggerito ai tuoi…dimmi per esempio come nacquero e perchè nacquero i Monaci Templari

    4) proprio ieri a Mosca….l’ultimo atto terroristico a matrice islamica….forse avevano la Bibbia in una mano e la spada nell’altra?

    5) Magdi Cristiano ha sulla testa la condanna a morte perchè convertitosi al Cristianesimo, condizione “normale” per chi non si piega all’islam.

    6) dimostrami che cosa hanno fatto di così terribile i colonizzatori spagnoli…ma ancora con questa storia?
    certo che sei proprio rimasto indietro, ti sei fossilizzato a quello che ti hanno insegnato a scuola i tuoi professori atei e agnostici?

    7) spiegami com’è che dopo essersi sbarazzati dei colonizzatori quei paesi dove proprio grazie ai colonizzatori e per mezzzo di loro sono state costruite case scuole ospedali ecc..ecc.. mentre ora che non ci sono più, anzi il loro operato è stato raso al suolo, questi paesi sono rimasti all’era della pietra…e quindi si riversano nei paesi altrui invadendo ogni via e ogni città?
    8) com’è che tra i dittatori di turno non hai messo stalin, lenin, lutero e fac simili?…non mi dirai che non te ne sei accorto….sono tra i più famosi….

    La Storia caro Salvatore è testimone e lascia sempre delle traccie siano esse scritte o siano esse di Pietra…quindi non mi lascio intimorire da certe loquazioni storiche che, inevitabilmente verranno smascherate a tempo debito.

    perchè tra i peccati di lingua ci son le menzogne e si dovranno amaramente scontare, poiché, come disse il buon Gesù nel Vangelo:

    «Nel giorno del giudizio gli uomini renderanno conto di ogni parola oziosa da essi proferita» (Mt. 12,36).

    Io ci penserei 1000 volte prima di raccontare menzogne storiche….

  147. Lotharius scrive:

    @ Simon

    La ringrazio, lei ha ragioni da vendere anche se in cuor mio spero di riuscire a far riflettere questi sepolcri.

    Di nuovo grazie.

    Saluti.

  148. Lotharius scrive:

    @ Azzurra

    Grazie carissima Azzurra della difesa…purtroppo il paradosso è che su un blog cattolico brulichino i tdg, gli atei, i provocatori e chi più ne ha più ne metta.
    Mala tempora currunt!

  149. Lotharius scrive:

    @ Squilpa

    La prego abbassi il gomito, farnetica…

  150. Salvatore scrive:

    Le prove?…Mah, non lo so, per esempio che Hitler (che non ha mai esplicitamente rinnegato la sua formazione cattolica)abbia massacrato scrivendo “Dio è con noi”?
    I papi combattenti ed uomini d’arme? (Può bastare?)
    Che la signora Azzurra abbia il coraggio di qualificare come “menzogne” le onestissime verità storiche da me elencate (e che hanno costituito persino materia di scusa da parte di Papi) ben testimonia del grado di diserzione dalla verità che affligge tanti “pii” animi.
    Qui non c’entra l’islam (che non difendo assolutamente, figuriamoci!!), nè c’entrano gli altri assassini comunisti, luterani e chi più ne ha più ne metta (figuriamoci!!,ancora); c’entra il fanatismo settario ed ottuso di chi crede nella sua verità, al punto da negare la Storia.
    In ogni epoca c’è stato e ci sarà il cattivo che farà il male ed il buono che farà il bene; ma perchè anche il buono faccia il male occorre la religione. E’ perfettamente vero e la cieca ottusità di tanti fanatici cattolici in questo blog lo prova magnificamente!
    C’è da rallegrarsi che la chiesa cattolica e la fede religiosa,ormai, nell’Europa civile siano un fatto residuale.

  151. Salvatore scrive:

    Quest’altro..Martin Lotharius che dice che “Squilpa” farnetica…a me pare che Squilpa abbia perfettamente ragione e che la religione abbia fatto versare fiumi di sangue (molto ,ma molto più dei poveri Rivoluzionari francesi, dei veri e propri dilettanti, rispetto ai condottieri delle fedi e per le fedi…)
    Ogni sporco dittatore della storia ha sempre perfettamente saputo che il soldato che crede in Dio è quello che ammazza meglio ed ha sempre cercato innanzitutto l’appoggio della chiesa (che glie lo ha sempre dato…)
    E,poi, come si permette Lotharius di chiamare sepolcri chi sta fuori la chiesa? Perchè non si guarda i bei campioni di corruttori di innocenti di cui la chiesa brulica, come tutto il mondo è costretto a constatare, oggi, che c’è la libera informazione e gli scandali non possono più essere tenuti sotto silenzio, come nei 20 secoli passati?

  152. mauro scrive:

    Caro Simon de Cyrène, non so come faccia a vedere odio gratuito in quello che scrivo. Per il Card. Martini mi sono attenuto a ciò ho trovato sulle agenzie di stampa qualche giorno fa e probabilmente la smentita è arrivata dopo che avevo già letto la notizia. Il suo linK non l’ho letto perchè la notizia che avevo era recente e non immaginavo che vi fosse stata una smentita. Comunque ora so che non l’ha mai detto, come so che non ha precisato a cosa si riferisse quel passo per cui se la stampa ha attribuito il celibato a “forma di vita del prete” (intesa come ripensamento), è evidente che qualcosa non funziona. Se avesse spiegato il motivo di quella frase, è probabile che nessuno o solo qualche imbecille ne avrebbe travisato il pensiero. La chiarezza è parte fondamentale del dialogo senza la quale si può cadere nell’equivoco. Meglio dire male ma dire.

  153. azzurra scrive:

    Ebbene egregio Salvatore visto che tergiversi e che ti arrampichi sugli specchi ormai consumati a furia di arrampicarti te e i tuoi amici…… leggi questo…

    Un sacerdote risponde

    Due parole sull’inquisizione

    Quesito

    Carissimo Padre Angelo
    Tutte le volte che ho una discussione sulla Chiesa, ogni volta che tento di difenderla da false insinuazioni e calunnie che i falsi atei dicono sulla Chiesa, forse per avere un alibi nel non dover osservare, ebbene ogni volta viene fuori il discorso della inquisizione. Ed ogni volta viene fuori il classico ritornello: ” ah quanti innocenti la Chiesa ha messo sul rogo”.
    La pensavo anch’io cosi una volta. E pur non dandomi un alibi per non credere, vedevo quei periodi come bui e sbagliati.
    Leggendo scrittori come Messori e Socci mi sono accorto che i fatti non sono andati così come la gente pensa. L’inquisizione non è stata quella grande “carneficina” che tutti pensano, ma a volte è stata una cosa utile e, oserei dire, bella.
    Certo che citando Messori e Socci, scrittori manifestamente cattolici, non riesco a dimostrare questa tesi, perché velata da troppa parzialità
    Ho parlato dei falsi atei. Quelli che credono; ma per svogliatezza, pigrizia, per non avere rimorsi di coscienza cercano nella Chiesa dei fatti (che purtroppo ci sono) non tanto belli per poter dire: “Ma se lo fanno anche loro….” .
    Grazie Padre, che Dio la benedica.
    Mauro

    Risposta del sacerdote

    Caro Mauro,
    colgo lo spunto dalla tua mail per dire qualcosa sull’inquisizione.

    1. Inquisizione, dal latino inquisitio, significa ricerca, indagine.
    È il nome di un tribunale ecclesiastico speciale istituito dal papa Gregorio IX verso l’anno 1231, allo scopo di ricercare, esaminare, giudicare, condannare chi si rendeva colpevole di eresia.
    Era presieduto dall’inquisitor haereticae pravitatis (investigatore del delitto di eresia), il quale era munito di speciali poteri e riceveva l’incarico direttamente dal Papa. La sua giurisdizione poteva variare nel tempo e nel luogo ed era parallela (con piena autonomia) a quella di cui godevano in materia i vescovi del luogo.

    2. La procedura dell’inquisizione era la seguente: appena l’inquisitore era entrato in possesso della sua carica bandiva il tempo di grazia che consisteva in una predicazione che durava un mese.
    I rei confessi, dietro promessa di rinunciare all’eresia, erano liberati da ogni ulteriore inchiesta.
    Per questo il celebre p. Lacordaire poteva osserva che quello dell’Inquisizione sotto certi aspetti è stato il tribunale più mite di questo mondo. Era sufficiente essere rei confessi per essere rilasciati o per ricevere qualche pena.

    3. Va ricordato che le eresie in quel tempo non era solo qualcosa di intellettuale. Gli eretici compivano vessazioni in continuazione nei confronti dei beni della Chiesa.
    Alcune eresie miravano a sovvertire anche l’ordine temporale: niente matrimoni, niente figli…
    Le eresie erano dunque anche devianze sociali, civili.
    Le loro azioni potevano essere paragonate a quelle dei brigatisti rossi dei nostri tempi.
    Chi era accusato di eresia era invitato a difendersi personalmente ma non poteva avvalersi di un avvocato.
    Godeva però del diritto di appello al Papa.
    Se era trovato colpevole, veniva condannato.

    4. Le pene erano molto varie: digiuni, pellegrinaggi, prigione, requisizione dei beni, ecc.
    La pena più grave consisteva nella scomunica e nel conseguente rilascio al braccio secolare, cioè all’autorità civile, e questo potere equivalere alla pena capitale.

    5. Devo ricordare che non solo la Chiesa aveva la sua inquisizione, ma anche gli stati avevano le loro e perfino la riforma protestante.
    E, a conti fatti, come ricordano gli storici, l’inquisizione ecclesiastica è stata di gran lunga più mite delle inquisizioni laiche e protestanti.

    6. Come ho scritto in una risposta ad un nostro visitatore, dobbiamo ricordare che l’inquisizione ecclesiastica è stata una istituzione umana e pertanto con tutti i limiti cui può andare soggetto ciò che è umano.
    In essa hanno lavorato persone sante e integerrime, come ha osservato Giovanni Paolo II nel Giubileo del duemila, quando ha fatto il rito della purificazione della memoria.
    E hanno lavorato anche persone meno sante e meno prudenti.
    Anche tra le forze dell’ordine di oggi ci sono persone meno prudenti e per nulla sante. Ma con questo si può dire che le forze dell’ordine siano una vergogna per lo stato, per la società? Questo sarebbe ingiusto e ingeneroso, visto che molti hanno dato la vita e hanno versato il sangue per difendere i cittadini.
    Analogamente la Chiesa cattolica non deve vergognarsi di quanto ha fatto nei confronti di eretici fanatici, che devastavano e demolivano tutto.

    7. Mi parli di atei che criticano l’inquisizione.
    Sarebbe bello che questi atei, soprattutto quelli di matrice marxista, riconoscessero i milioni di morti causati dall’inquisizione sovietica e cinese. Non si chiamava inquisizione, ma era ben peggio.
    Quello che ha fatto l’inquisizione medievale è niente, ma davvero niente, nei confronti dei gulag e dei campi di sterminio sovietici e di quelli messi in atto dalla rivoluzione culturale cinese.
    Nell’inquisizione sovietica e cinese uno era reo per il solo fatto di avere la fede.
    Nel medio evo l’eresia non era, come ho detto sopra, solo un fatto ideologico, ma una devianza con derive sociali e civili, cui era necessario far fronte per la sopravvivenza della società stessa.

    Ti saluto, ti ricordo al Signore e ti benedico.
    Padre Angelo

    Pubblicato 30.03.2010

    @ Salvatore e non dire che lo faccio per il tuo bene, perchè ti ho avvisato, Gesù ha detto:

    «Nel giorno del giudizio gli uomini renderanno conto di ogni parola oziosa da essi proferita» (Mt. 12,36).

    Quindi ripeto ci penserei 1000 volte prima di raccontare menzogne storiche….

  154. azzurra scrive:

    Opps…scusate mi è partito senza mettere il link….dove ho copiato la risposta alla questio…molto in voga tra i non credenti gli atei gli agnostici, tra i protestanti e chi più ne ha più ne metta…

    http://www.amicidomenicani.it/leggi_sacerdote.php?id=1502

  155. Squilpa scrive:

    “Date nomi luoghi che ci son stati massacri con la Bibbia in mano e la spada nell’altra” chiede azzurra–
    Bene, per esempio Carlo Magno che “convertì” i Sassoni a fil di spada, ammazzando tutti quelli che si rifiutavano.
    L’Europa cristiana ha devastato tutti gli imperi precolombiani, con l’ossessione di distruggere il paganesimo di quei popoli innocenti. La malcelata connivenza della chiesa col nazismo ha esplicitamente mirato alla distruzione di un popolo “deicida” : sei milioni di morti. Ma la cosa più comica è la distruzione di Costantinopoli e la fondazione dell’Impero Latino, (13° secolo) episodio nel quale, i cristiani (non avendo altri popoli da massacrare), se la presero coi confratelli ortodossi…
    Si potrebbero fare molti altri esempi, avrei bisogno di cento pagine.

  156. azzurra scrive:

    @ mauro che dice a Simon, dopo aver fatto na’ figuraccia

    “”meglio dire male ma dire…..”"

    No! credimi meglio stare zitti piuttosto che dire fesserie o menzogne o battutaccie come sai fare tu e i tuoi amici…. ….grazie!!!

  157. “Mi sa che con S.S. Benedetto XVI vediamo prepararsi un altro Santo da altari propio sotto i nostri occhi. Che Dio gli dia la grazia della perseveranza finale!”

    Si, Simon. Come al solito hai detto una cosa verissima.

  158. Salvatore scrive:

    “L’inquisizione non è stata quella grande “carneficina” che tutti pensano, ma a volte è stata una cosa utile e, oserei dire, bella”, scrive un prete.(E chi, se no?)
    Possiamo solo rammaricarci- di fronte a tanta insipienza- che gli AA. di questo scritto e di chi lo cita non siano stati coinvolti nelle pratiche orribili e sanguinarie della bella Inquisizione.
    Facile,oggi, fare un comodo ed asettico cristianesimo da salotto, con la pancia piena e lontani dagli estremismi delle guerre di religione….
    L’unica cosa veramente buona dell’Inquisizione e delle atrocità di quei secoli [pensate alla notte del lunghi coltelli,per esempio (Bibbia e spada, come voleva azzurra)]
    l’unica cosa buona ,dicevo, è che l’intera Europa si è definitivamente nauseata della religione, iniziando così a trasformarci nel continente civile di cui,oggi, tutti prendiamo i vantaggi….

  159. azzurra scrive:

    Oh! ma squilpa ma altre storielle no eh!

    Ancora con sta storia di Carlo Magno? ma tu lo sai perchè lo fece e per quale motivo? No! o meglio si però non lo vuoi dire eh! furfantello….allora te lo ricordo io:

    1) Carlo Magno dovette mettere ordine nel popolo dei Sassoni che era un popolo barbaro e pagano, dedito ai sacrifici umani, che come i maya erano abituati a muovere guerra e catturare nemici per i loro sacrifici umani.

    2) Carlo Magno sceso in campo per legittima difesa li vinse e si fece promettere che non lo avrebbero più ucciso ne missionari ne’ altra povera gente…ma il loro capo Witichindo non lo fece.

    3) i sassoni non mantennero la parola e ricominciarono con i loro riti satanici di sacrifici umani.

    4) Carlo magno scese di nuovo in campo e li passò a fil di spada.

    Ora o che tu avete o voi squilpa/salvatore…avreste saputo affrontare i Sassoni a miglior modo?…su….. raccontateci!!!!

  160. azzurra scrive:

    @ salvatore caro….ma te che te magni? a colazione a pranzo a merenda e a cena? ma non vedi che cia’, la mente offuscata?

    1) non sono stata io quella che ha parlato di Bibbia in una mano e spada nell’altra.

    2) prima della notte dei lunghi coltelli ci son stati ben più atroci massacri…ricordati dei massacri islamici, dei sacrifici umani dei maya e dei sassoni etc..etc..

    3) non so’ che te lo abbia detto…ma presumo di saperlo, che dopo la famosa notte dei lunghi coltelli, (che di fronte a tanti altri massacri……permettimi caro ma sarà bene ricordarli tutti non solo quella notte te pare?)…dire che finalmente le persone si sono accorte di quanto male abbia fatto la religione e per religione si intende quella cattolica….e che ora si sta’ meglio….beh! non lo nego hai molte tossine da smaltire, che ti offuscano la mente….magna biologico te prego….e scrollati di dosso i cattivi maestri…ti fanno fare figuracce….

    4) come poi se hitler fosse stato cattolico…ma per favore…più biologico = meno tossine!!

  161. Simon de Cyrène scrive:

    Prima di andare a dormire, vorrei giusto compartire una notizia con tutti:

    “(AGI) – New York, 30 mar. – I cattolici americani vanno in soccorso del Papa e all’attacco del New York Times – di proprieta’ della famiglia ebraica dei Sulzberger – proprio dalle colonne dello stesso quotidiano. L’associazione ‘Catholic League’ ha pubblicato un’inserzione a pagamento su una mezza pagina del Nyt intitolata ‘Puntando alla giugulare il Vaticano’, dove si difende il comportamento dell’allora “cardinale Joseph Ratzinger” e della Santa Sede nel caso del prete pedofilo Lawrence Murphy, che abuso’ di circa 200 ragazzi in un istituto per sordo-muti in Wisconsin. (AGI)”

    Ecco dove potete leggere l’inserzione:
    http://www.catholicleague.org/images/upload/image_201003304514.pdf

    Come si dice, non ogni male viene per nuocere: ormai i cattolici di ogni orizzonte si stanno ragruppando per difendere il Santo Padre dalle vergognose e gratuite calunnie dei cattofobi. E non solo in Piazza san Pietro dove si riuniscono folle di fedeli sempre crescenti.

    (Vorrei ringraziare ancora une volta al blog di Raffaella per l’informazione “hot”)

    Sarebbe tempo anche per noi cattolici europei di creare una League di questo tipo alfine di darci i mezzi di lottare legalmente e sistematicamente contro i soprusi e le discriminazioni che ci dobbiamo sorbire continuamente nelle nostre società per il solo fatto di voler essere e vivere da cattolici.

    Buona notte a tutti, in Pace!

  162. mauro scrive:

    Cara azzurra, credevo avessi il dono di seguire il discorso ma mi rendo conto che hai un tic agli occhi che ti consente di leggere una riga sì ed una no. O ti curi, se fosse possibile, o rinuncia ad affermare come non vero quello che non sei riuscita a leggere.

    ….Prego!
    In tutti e due i sensi (o anche quattro, visto che ci sono anche l’obbligatorio e il vietato). Fai tu, purchè ti sia di giovamento agli occhi.

  163. Squilpa scrive:

    Leggo lo scritto di Azzurra e non posso fare a meno di constatare che l’innamoramento per i propri beniamini ci rende ciechi. La signora Azzurra teorizza ,in poche parole, che vi sono massacri abbietti e massacri leciti. Ovvio che quelli leciti sono i massacri fatti nel nome dello schieramento verso cui la nostra emotività ci fa inclinare…
    Ad Azzurra, posso provare a rispondere due cose. Primo,che il comandamento cristico vieterebbe di uccidere in qualunque caso (e solo questo darebbe vera serietà alla condotta del credente); non si può ammettere che,in linea teorica, bisogna “distinguere” e che il massacro è lecito quando lo richiede la politica regia o vaticana.
    In seconda battuta, ho già detto e ripeto che tutte le società hanno fatto e fanno sacrifici umani : compresa la nostra civiltà cristiana e cattolica; li ha fatti in casa e fuori casa, per motivi di egemonia, di poltica, di controllo del territorio e della dottrina e per tante altre ragioni; li ha fatti con le guerre, i roghi , con il boia : nello stato papale, il patibolo era in continua attività.
    Anche questi sono stati sacrifici umani, anche questi hanno violato il comandamento. Bisogna avere onestà intellettuale e non si può ragionare facendo tre pesi e tre misure, cara Azzurra.

  164. azzurra scrive:

    Innanzitutto ringrazio Simon, per l’articolo che ha postato.

    E’ sicuramente un segno dei nostri tempi…..un attacco in piena regola alla Chiesa, dove uno sparuto commando di potenti che detiene il potere, e ricordo che i proprietari del NYT, non sono altro che la stessa compagnia cantante, che detiene il mondo finanziario vale a dire banche, oro, petrolio.

    Si spiega così l’ enorme mole di notizie falsificate ad arte e fatte apparire come vere, che circolano da sempre contro la Storia della Chiesa…( vedansi la mole di libri di storia e di arte che sono in uso nelle scuole università in primo luogo).

    Lo hanno sempre fatto….infatti.. solo chi ha il potere in mano gestisce tutto ciò….ma ovviamente costoro poi accusano altri,(la Chiesa e i cattolici) dei loro nefandi delitti. Chi ha occhi per vedere e orecchi per sentire queste cose non sfuggono.

    @ Egregio Mauro, che tu voglia salvarti la faccia è un tuo legittimo tentativo….solo che non basta.

    Bisogna anche dimostrare che quello che le accuse infamanti che proprini corrispondano alla verità….ma finora non solo hai saltato qualche riga….ma addirittura molte pagine, che ti potevano essere utili, per conclusioni storiche degne di una persona intelligente, e così ti saresti potuto salvare la faccia! Non sei riuscito a smentire una sola delle parole che ti ho scritto…vi ho chiesto nomi date luoghi e moventi..ma.

    @ Squilpa è ovvio che dopo questa tua ultima esegesi antistorica e antievangelica l’hai fatta fuori dal vasino….se vuoi contuinuare a credere che la Chiesa ha ammazzato, fallo pure….ma NON DIMENTICARE DI NARRARE CHE TUTTE LE GUERRE mosse dai Paesi Cattolici SONO SEMPRE STATE guerre di LEGITTIMA DIFESA….ma poichè tu e i tuoi compari, NON LO AMMETTERETE MAI…ti lascio al tuo idillico librettino ideologico, al quale ti sei forgiato….perchè la VERITA’ STORICA NON CAMBIA RESTA E RESTERA’ SEMPRE …come ho detto ieri LA VERITA’ lascia sempre delle traccie, siano esse di carta, siano esse di pietra.

    P.S. e visto che citi a sproposito il Magistero della Chiesa e quindi il Vangelo….ti debbo dare una notizia:

    CCC n. 2308

    Tutti i cittadini e tutti i governanti sono tenuti ad adoperarsi per evitare le guerre.
    Fintantochè esisterà il pericolo della guerra e non ci sarà un’autorità internazionale competente, munita di forze efficaci, una volta esaurite tutte le possibilità di un pacifico accomodamento, NON SI POTRA’ NEGARE AI GOVERNI IL DIRITTO AD UNA LEGITTIMA DIFESA.

    P.S. quindi secondo il Squilpa meglio è che gli aggressori facciano i loro sporci comodi senza intervenire

    Sai che ti dico? affermando questo tu STAI DI FATTO LEGITTIMANDO IL RITO DEI SACRIFICI UMANI…che SOLO LA CHIESA riuscì ad estirpare in quei dannati luoghi dove era pratica quotidiana che RICORDO:

    1) Carlo Magno estirpò quei riti sconfiggendo i sassoni

    2) i Coloni Cattolici Spagnoli estirparono quei riti sconfiggendo i maya…..

    Quindi tu sei contro la Chiesa perchè ha salvato milioni di vite umane, estirpando i sacrifici umani?…e hai pure il coraggio di scrivere tali nefandezze……

    …mah! se fossi in te…..mi coprirei la faccia dalla vergogna!!!

  165. Salvatore scrive:

    Trovo quasi commovente l’ingenua visione di Azzurra (“Carlo Magno dovette mettere ordine…contro i sacrifici umani…etc etc..). Figuriamoci! Pover’uomo dovette mettere ordine contro i sacrifici umani! Credo che i sacrifici umani fossero l’ultimo dei suoi problemi ..(sa Azzurra, per esempio, che Vladimiro -fatto santo dagli ortodossi per aver portato quella religione nell’Est Europa- era,in realtà, un barbaro sanguinario assassino e lussurioso oltre ogni dire?)…Se i sacrifici umani che scandalizzano Azzurra fossero stati perpetrati a favore delle istituzioni imperiali, i Sassoni li avrebbero fatti santi!
    Alla domanda precisa di Azzurra (cos’avrei fatto io contro i Sassoni), la mia risposta è ,comunque, che li avrei massacrati tutti, dal primo all’ultimo.
    Però, io sono uno sporco ateo, non ragiono con il criterio di Gesù Cristo e me ne rido della Sua legge sulla carità e del comandamento di non uccidere.
    Allora, cara Azzurra, dite lo stesso anche voi, per favore : massacrate pure i nemici, come avete sempre fatto, ma senza sciacquarvi la bocca con la carità, l’amore per il prossimo e via dicendo.
    Dite che non bisogna ammazzare, sì, ma solo gli amici e gli alleati. I nemici possono e devono essere eliminati.

  166. Squilpa scrive:

    Prendo atto che Azzurra ed i suoi si arrogano la facoltà di riscrivere i comandamenti di Cristo: i nemici si possono uccidere.
    I cristiani subirono ogni violenza ma vinsero con la carità e l’esempio dell’amore e del sacrificio; i cattolici teorizzano esplicitamente la necessità di eliminare i nemici con le guerre.
    Mi pare un buon esempio per meditare sulla differenza tra cristianesimo e cattolicesimo e lo addito agli spiriti più acuti del Forum.

  167. azzurra scrive:

    Sono veramente singolari la rispostine date dai Salvatore/Squilpa…nuova accoppiata sul blog….

    A parte la mia piccola prefazione rispondo:

    @ Salvatore, vedi tu vuoi mostrare i muscoli di un sapere da ateo (per fortuna tu lo hai ammesso…anche se non serviva…si capiva ugualmente), e perciò quando non hai più che cosa dire ricominci daccapo con un altro personaggio della Chiesa (pure Santo in questo caso), al quale vuoi riscriverne la storia. Ebbene quando ti accorgerai di farla fuori dal vasino, ovviamente avrai allagato il bagno….

    Ritorno ai sacrifici umani che sia Carlo Magno che i Coloni Spagnoli sconfissero, senza dimenticare che i Monaci Templari hanno fatto altrettanto ma in situazione diversa, lì non c’erano sacrifici umani come rito, ma stermino e distruzione da parte dei maomettani. Ricordo che i Monaci Templari nacquero nel preciso istante in cui videro 700 Pellegrini inermi verso la Terra Santa (uomini, anziani, donne e bambini) che furono assaliti e sgozzati dai maomettani….LA LORO COLPA? OVVIO ESSERE PELLEGRINI CATTOLICI!! oh! ma questo è solo un piccolo particolare….ovviamente detto dai Salvatore/Squilpa e compagni. E che mi dici Salvatore mio di tutte le incursioni degli islamici sulle Coste Europee ai danni dei Cattolici? E che mi dici del Santo Ordine dei Mercedari? perchè fu’ istituito? e perchè? a quale scopo? E che mi dici dei 400 anni di dominio maomettano nel sud della Mia Amata Italia? e che mi dici della Battaglia di Lepanto? e che mi dici di tutti gli schiavi Cattolici fatti dai maomettani? Quindi rasetta il tuo cervello e ristudiati la Storia della Chiesa e poi già che ci sei, fatti uno schemino con nomi date e moventi….metti in ordine e vedrai che se guerra è stata mossa E’ SEMPRE STATA DI LEGITTIMA DIFESA.

    @ Squilpa caro…ormai inebriato dai fumi dell’odio e dell’ignoranza….LA LEGITTIMA DIFESA…..SI CHIAMA TALE PERCHE’ ALTRIMENTI SAREBBE E DIVENTEREBBE UN SACRIFICIO UMANO DI MASSA, A CAUSA DEGLI AGGRESSORI….ma ci sei o ti fai? Domanda:

    Ma perchè non parti per quei paesi dove i maomettani uccidono a iosa i Cattolici e ti lasci uccidere pure tu? secondo il tuo discorso imbecille….si dovrebbe fare così.. allora parti e fai vedere chi sei!!!…magari scoppierà la pace e i maomettani e quanti come loro…finalmente la smetteranno di uccidere Cattolici inermi…ma mi raccomando…non devi muovere dito in tua difesa…altrimenti vai contro il 5° Comandamento!!!

  168. anniballo scrive:

    Vorrei brevemente contraddire le affermazioni di qualcuno che scrive -parlando di questo forum- che esso è riservato ai fedeli cattolici.
    Non penso che sia vero : il forum si chiama “sacri palazzi” ed è un invito a contribuire con riflessioni sulle politiche e sulle istituzioni vaticane. Non è detto da nessuna parte che queste contribuzioni debbano essere riservate ai soli aderenti alla fede cattolica.
    All’opposto, un ventaglio di opinioni ed una molteplicità di interpretazioni costituiscono la vera ricchezza del forum.

  169. azzurra scrive:

    E te pareva salta fuori l’annimallo quello che mi aggredì quando feci gli auguri di pronta guarigione al S. Padre dopo la rottura del polso, che mi diede da pazza e da soggiogata, che continua a sputare sentenze contro la Storia Chiesa il S. Padre, del quale nega il Primato di Pietro….e lui vuol discutere della politica e delle scelte vaticane….che poi classifica Magistero della Chiesa come scelte vaticane…..ma quato piccini….

    Ma perchè non ti interessi di altro? Tu non sei nemmeno credente ma che vuoi? chi sei? pensa alla tua fazione e comincia usare un po’ di candeggina….cominciano ad esserci molte colonie di muffe….in casa vostra!!!

  170. anniballo scrive:

    Sono sorpreso dallo stile conversatorio di “AZZURRA”, improntato al cattivo gusto ed all’insulto.
    Le mie ragioni sono stimabili e, quando non si è d’accordo, si ha piena facoltà di contraddire con la forza degli argomenti (l’unica ammessa in un consesso civile come questo Forum).
    Svillaneggiare l’interlocutore, fare ironie sul “nickname” e procedere per insulti sono pessimi modi di procedere, indice di miseria intellettuale e morale.

  171. azzurra scrive:

    Non fare il moralista anniballo…non ti compete e NON HAI LE CARTE IN REGOLA PER FARLO….se vuoi ti riposto le nefandezze che hai scritto….e far finta di non aver detto o fatto quello di cui sei stato artefice dimostra tutta la tua malafede e pochezza!!!

    1) E’ vero o non è vero che tu mi aggredisti con tono sprezzante dopo che io feci gli auguri di pronta guarigione al santo padre?

    2) E’ vero o non è vero che tu NEGHI IL PRIMATO DI PIETRO?

    3) E’ vero o non è vero che hai difeso a suon di offese e menzogne storiche il protestantesimo, (causa di molti morti tra i cattolici) e che secondo la tua visione anticattolica sarebbe la “fonte” di tutte le libertà?

    Quindi da uno come te NON ACCETTO LEZIONI DI STORIA di MORALE E NEMMENO CRITICHE….siamo in tempo Pasquale abbi il buon senso di pulire la muffa dalle pareti del tuo covo….ne va’ della tua salute fisica…le muffe fanno male!!!

  172. azzurra scrive:

    E peraltro le tue ragioni sarebbero stimabili se tu fossi in buona fede…per il resto è solo provocazione ed insulti quelli si, veri insulti…caro anniballo o annimallo come preferisci….sai nella mia tastiera la B e la M sono messe nella stessa riga….quindi mi perdonerai se quache volta mi sfugge la M al posto della B….

  173. mauro scrive:

    Cara azzurra, se ti ho detto che leggevi una riga sì ed una no, poi non mi sbagliavo perchè mi attribuisci di non aver fornito qualcosa qualcosa che non hai mai chiesto a me: luoghi, date e moventi, materiale che di solito usa il GIP per istruire un procedimento penale. Mi sembrava che fosse la Chiesa sotto accusa per ciò che è avvenuto nei secoli scorsi (senza dimenticare il recente) ma il mondo è bello perchè è vario ed allora ritorniamo all’inquisizione azzurrina, giusto per non perdere le sante e sacre abitudini.

  174. ritaroma scrive:

    Anniballo, è vero che “sacri palazzi” .potrebbe- essere un invito a contribuire con riflessioni personali, ma bisogna vedere come e cosa viene detto!
    Il blog non è una raccolta differenziata nè una pattumiera di riciclaggio e neanche il governo dove ci sono le parti avverse che si accapigliano ecc. se lei non crede, non deve “insultare o ridicolizzare” chi crede…può esprimere la sua opinione parlando di se stesso e non del credo dell’altro, visto che non ha interesse a conoscerlo, nè a farne parte— e se proprio non gli aggrada ciò che legge, taccia, specialmente se non è chiamato in causa…in fondo un pò di silenzio fa bene. Lei ptrebbe rispondermi che la stessa c0sa dovrei fare io visto che non sono stata interpellata, ma vede, anche se tra Azzurra e me c’è una grande differenza di carattere- e si capisce- però abbiamo lo stesso CREDO e qquindi m’intrometto xchè lei, signore, ha sbagliato e non è la prima volta.
    PS: questo discorso vale anche per molti altri che tirano il sasso e nascondono la mano.!!

    AZZURRA. AUGURI di una SANTA Serena e Felice PASQUA

  175. mauro scrive:

    Cara Azzurra, davvero interessante la risposta sull’inquisizione di Padre Angelo, direi esauriente se non si fosse dimenticato di dire che non era solo contro l’eresia ma anche contro quella che nel XVII secolo verrà definita come “stregoneria”, che altro non erano che donne (specialmente) che si arrangiavano con infusi tratti dalle piante per combattere i malanni quando ancora la medicina era di là da venire, contro astrologi,contro i cosiddetti “maghi” o “Magi” (che per essere sinceri testimoniarono anche della nascita di Gesu’), contro i sacerdoti (ecco la vera novità, e che novità) quando istigavano a cose turpi prima, durante o dopo la confessione (mi vengono in mente i casi di pedofilia nella Chiesa), contro gli stessi sacerdoti che non consigliavano la delazione degli stessi penitenti dei crimini commessi alle autorità civili, contro chi non riconosceva che la SS Vergine non era stata concepita senza peccato (ancora oggi è un “mistero” perchè sia così), contro coloro che abbandonavano la fede cristiana ( il minimo considerato ciò che di bene faceva l’inquisizione, a leggere padre Angelo), contro (oltre ai cristiani apostati) i Giudei ed altri infedeli (adottando questa vaga enunciazione i conquistadores della cattolicissima Spagna nel ’500, si stima, abbiano ucciso decine di milioni di persone -direttamente con le armi od indirettamente per le malattie ed infezioni che portarono e da cui gli indigeni non poterono difendersi per mancanza di difese immunitarie- nell’america centro meridionale cancellando intere civiltà, senza dimenticare i precedenti crociati che già ben prima dell’enunciazione di questo mostruoso concetto inquisitorio si erano spinti nelle terre islamiche non per portare pasticcini ma morte agli infedeli). Per i conquistadores fu semplice dimostrare che ciò che fecero fu lecito: li descrissero come esseri bestiali, dediti alle piu’ turpi attività,compresi i sacrifici umani, seguaci del demonio e privi di qualsiasi elemento culturale, ovvero nemici del cristianesimo, ricalcando le medesime caratteristiche con cui l’inquisizione, presente fino al XVII secolo, perseguitava e condannava gli eretici ed similia. Finì che l’Europa cattolica provò tanto disgusto che giustificò lo sterminio di quelle civiltà.

    Davvero commovente Padre Angelo quando afferma che gli eretici compivano vessazioni nei confronti dei beni della Chiesa! Deve essere stato il primo pensiero della Chiesa quando ha istituito i tribunali dell’inquisizione (?!) se non fosse che combattevano le idee avverse al cristianesimo ed alla sua dottrina laddove aveva istituito, per esempio e giusto per seguire il suo pensiero, il matrimonio che fino ad allora non esisteva perchè era pratica universale la convivenza. Ma il bello è, a sentir lui, che questi eretici non prevedevano di avere figli. Un suggerimento l’ho dò volentieri a Padre Angelo: ha mai pensato che se la Chiesa aspettava qualche decina d’anni gli eretici si sarebbero estinti da soli facendo trionfare il cristianesimo?

    Non è tanto il digiuno ed il pellegrinaggio che mi preoccupano, sentendolo parlare delle pene, quanto della prigione, della requisizione dei beni (violazioni delle libertà personali ed appropriazione idebita) e soprattutto di quell’eccetera che non prefigura altro, considerando la scala di valori ascendenti illustrata, che la morte. Di umano trovo essere il digiuno ed il pelligrinaggio, di disumano tutto il resto ma posso sbagliarmi: si può essere piu’ crudeli a far digiunare chi si sentirebbe morire dal non mangiare come far fare un pellegrinaggio per tutta la via franchigena ad uno zoppo perchè il penitente finirebbe inevitabilmente ad imprecare contro il cristianesimo tanto da costringere l’inquisitore a condannarlo a morte. Tanto vale una buona e sana prigione accompagnata dalla confisca dei beni. Lì’ si mangia gratuitamente poco per non appesantire il fisico (saggia regola dietistica), si fa poca strada e si vive per testimoniare la propria sofferenza perchè è indubbio che vi sia.

    Leggo che nell’inquisizione vi hanno lavorato anche persone sante ed integerrime.
    Propongo per ben considerare questa esternazione di Padre Angelo (riprese da GPII), le così dette “regole del supplizio” o le “Sette regole per “appendere” il sospettato”.

    Sono leggi base per decidere se torturare o meno un soggetto. Sono le sette regole originarie prese dal “Manuale dell’Inquisitore” libro prima riservato al clero e agli inquisitori, poi alla fine del 1500 pubblicato:

    1. Si tortura l’accusato che vacilla nelle risposte, affermando ora una cosa, ora il contrario, ma sempre negando i capi d’accusa più importanti. Si presume in questo caso che l’accusato nasconda la verità e che, pungolato dagli interrogatori, si contraddica. Se negasse una volta, poi confessasse e si pentisse, non sarebbe considerato un “vacillante” ma come “eretico penitente” e verrebbe condannato.
    2. Sarà torturato il diffamato che abbia contro anche un solo testimone. Infatti la pubblica nomea più un testimone costituiscono insieme una mezza prova, cosa che non stupirà nessuno dal momento che una sola testimonianza vale già come un indizio. Si dirà testis unus, testis nullus? Ciò vale per la condanna, non per la presunzione. Una sola testimonianza a carico dunque basta. Tuttavia, ne convengo, la testimonianza di uno solo non avrebbe la stessa forza di un giudizio civile.
    3. Il diffamato contro il quale si è riusciti ad accumulare uno o più indizi gravi deve essere torturato. La diffamazione più gli indizi bastano. Per i preti, basta la diffamazione (tuttavia si torturano solo i preti infami). In questo caso le condizioni sono sufficientemente numerose.
    4. Sarà torturato colui contro il quale deporrà uno solo in materia di eresia e contro il quale si avranno inoltre indizi veementi o violenti.
    5. Colui contro il quale peseranno più indizi veementi o violenti verrà torturato, anche se non si dispone di alcun testimone a carico.
    6. A maggior ragione si torturerà colui il quale, simile al precedente, avrà in più contro di sé la deposizione di un testimone.
    7. Colui contro il quale si ha solo diffamazione o un solo testimone o un solo indizio non verrà torturato: una di queste condizioni, da sola, non basta a giustificare la tortura.

    L’altra interessante considerazione del discorso di padre Angelo è laddove afferma: “Anche tra le forze dell’ordine di oggi ci sono persone meno prudenti e per nulla sante. Ma con questo si può dire che le forze dell’ordine siano una vergogna per lo stato, per la società? Questo sarebbe ingiusto e ingeneroso, visto che molti hanno dato la vita e hanno versato il sangue per difendere i cittadini.Analogamente la Chiesa cattolica non deve vergognarsi di quanto ha fatto nei confronti di eretici fanatici, che devastavano e demolivano tutto”.
    Ha rovesciato il mondo perchè volendo fare un paragone, è passato tranquillamente da una forza dell’ordine che immola la propria vita per difendere i cittadini ad una inquisizione che versa il sangue dei cittadini per difendere i propri interessi religiosi. Sconcertante la cervellotica umana che cerca di dare una giustificazione a ciò che non è giustificabile di per sè stessa: la mortificazione, l’abuso, la condanna fino ad arrivare alla pena capitale.

    Capolavoro di Padre Angelo è associare l’ateo al marxista come se Marx fosse un Dio ed ancor di piu’ fare un raffronto con ciò che è successo nei secoli successivi in Russia e Cina dimenticandosi che l’inquisizione è stata la prima ad offrire al mondo un metodo per distruggere il nemico, l’eretico ovvero colui che si oppeneva ad un disegno e che solo i conquistadores Spagnoli sterminarono intere civiltà (decine di milioni di nativi) con il sostegno dei Dominicani che intendevano evangelizzare l’America Centro-meridionale.
    Si potrebbe dire che i conquistadores furono la testa di ponte che doveva frantumare qualsiasi resistenza locale ed i Domenicani coloro che giungevano in soccorso delle popolazioni sterminate portando il viatico spirituale del cristianesimo.

    Non so se Padre Angelo sia ancora in vita ma ha una visione del cristianesimo rose e fiori che contrasta con quanti sono morti per un Dio che non apparteneva loro (in maggior parte) e che mai ha alzato un dito contro di loro. Dio dall’alto infondeva il suo amore verso tutti ma nessuno di quei poveretti si ammaginava che attraversando certe sante stanze si trasformasse in puro odio, religioso.

  176. azzurra scrive:

    @ mauro caro…quindi tu vorresti processare e condannare senza date nomi e moventi….questa si che è bella…quindi tu la tua inquisizione la vorresti fare, solo in base alla tua ideologia. In effetti questo è quanto hanno fatto i nemici di Cristo e della Sua Chiesa che è Cattolica Apostolica Romana, finora …grazie di avercelo così ben esposto…finalmente chiaro…..

    Io comunque volevo raccontare la mia esperienza di studente.

    A scuola alcuni professori (storia e arte), propinano le loro ideologie e teorie spacciandole come vere, agli studenti è reso obbligatorio studiarle impararle a memoria e per capire se hanno capito, il compitino in classe. Ora questo compitino in classe è basato sulle loro teorie fasulle, senza collegamenti di date e riferimenti storici esatti. Per quanto riguarda la storia di arte (scrivo in piccolo perchè l’arte insegnata dalla mia purtroppo prof) non è vera è ricostruita ad hoc!

    La tal prof con i soldi della comunità, sta’ inculcando ai poveri ragazzi che nel periodo stupendo dell’ Arte Romanica dove sorsero le più belle Cattedrali, chiamate anche la Bibbia in Pietra molti dei decori geometrici sono di derivazione islamica, poi si da’ un gran da fare per proporre esempi, che possono darle ragione…povera demente….

    Ebbene alle mie domande non ha mai risposto, se non con l’insufficienza nei compiti e nelle interrogazioni… questo losco personaggio che cerca di apparire gentile educata e simpatica, insegna pure che certi decori floreali che appaiono nelle nostre bellissime Chiese e Cattedrali, derivano dalla scrittura araba e precisamente il cufico e il tolut, e quindi ci propina Granada il palazzo alhambra una moschea costruita in Spagna durante il dominio islamico…e quindi secondo la povera zitella ci sono le testimonianze di quanto lei dice.

    Poi come se non bastasse inculca pure che il Tempietto di Cividale per alcuni fregi in esso contenuti, deriva dalla tradizione maomettana. Poi quando si mette a descrivere la Simbologia delle sculture romaniche…salvati cielo!!

    è tutta una catechesi protestante ed islamica….ma per fortuna ella disse che a scuola non si fanno riferimenti religiosi….e io che la storia la conosco meglio di questa trombona protestante islamocomunista… debbo stare zitta e studiare le nefandezze e menzogne storiche che questa razza di vipera propina a noi studenti….un giorno ha passato mezza giornata a raccontare come fosse stato bello passare una settimana dentro a quella moschea…per approfondire meglio lo studio dell’arte….ma povera demente…..peccato che le teorie non sono verità e peccato che le teorie di questi tromboni non sono supportati nemmeno dalle date, dai luoghi e dai moventi, infatti per chi non lo sapesse la geometria che noi abbiamo sulle nostre Chiese e Cattedrali DERIVA DALL’ARTE GRECO ROMANA, ESEMPIO NE SONO I VASI PROTOGEOMETRICI RISALENTI 1200 ANNI PRIMA DI CRISTO…..(caro mauro…..ora capisco perchè tu e i tuoi compari non amate ne’ nomi nè date nè moventi….)

    Poi con chi se la prende, la trombona? Ovvio con gli Ordini Monastici per lei la trombona, ancora zitella tra l’altro va’ gridando ai 4 venti che erano ricchissimi… quindi hanno rubato sulla creduloneria dei poveri dementi che sarebbero i cattolici…e come? Ovvio con le Reliquie dei Santi…infatti per lei la zitella trombona ed è pure giovane…per lei tutte le Reliquie sono dei falsi solo per spillare soldi!

    E questo è solo uno dei tanti esempi che potrei fare. e poichè a noi studenti è dato di essere schiavi di questi cattivi maestri…mi riserverò quando avrò finito scuola, di prendere questa e altri tromboni di “insegnanti” e restituire tutto…. non vedo l’ora di finire e poi ne dirò tante, fino a farla svergognare e farla scappare a gambe levate….poi farò caciara e lo griderò ai 4 venti.

    Come griderò ai 4 venti quanto menzognera è l’ arte raccontata sulla voluminosa enciclopedia dell’arte di repubblica…che va’ raccontando le stesse cose che racconta questa trombona zitella!

    Questo è quanto ed invito tutti gli studenti che sentono queste menzogne e cretinate storiche a far sentire la propria voce!!! Altro che Chiesa Cattolica = Omicidi e ignoranza….a Pasqua si registra BOOM di visitatori stranieri…e che vengono a fare? o certo ovvio verranno solo per mangiare i cannelloni ripieni…che volete la nostra Arte Cattolica ( invidia di tutto il mondo)..non interessa a nessuno…..(sigh!!!)

  177. azzurra scrive:

    Grazie carissima Ritaroma….ricambio di tutto cuore!!!

  178. Lotharius scrive:

    E’ curioso vedere gli atei agnostici, i tdg (con le loro bestemmie e la loro bibbia) e i provocatori che infestano questo Blog subito si lamentano non appena un Cattolico prova a difendere la propria Fede (vorrei ricordare l’unica Vera e Santa), ed eccoli stracciarsi le vesti invocando il dialogo non appena qualcuno fa notare incongruenze rispetto alle loro trite e ritrite versioni storiche di stampo illuministico massonico.

    Vogliono dialogare ma insultano, pretendono di conoscere ma sono solo capaci di postare luoghi comuni (i soliti).
    Poi però se vengono insultati vogliono che porgi l’altra guancia senza nemmeno saperne il significato, oppure invocano il non uccidere non sapendo nemmeno a cosa si riferisce il comandamento (non uccidere l’innocente)…eh si ma per loro sono tutti innocenti quelli contro cui ha dovuto combattere negli anni Santa Madre Chiesa anche i persecutori più terribili…sembra di vedere la rievocazione storica della Crocifissione e del processo: chi volete che vi liberi? Barabba! Barabba!
    Vero che la storia è ciclica e si ripete sempre.

    Vorrei ricordare a questi signori, che scrivono, che noi Cattolici abbiano 2000 anni di storia alle spalle e su ogni vostra infima sparata dovremmo scrivere pagine e pagine (che evidentemente non possiamo postare per ragioni di spazio).
    Citate la Sacra Bibbia a vostro uso e consumo (non sapendo nemmeno cosa c’è dietro le traduzioni, i papiri ritrovati ecc) e se qualcuno ve la spiega (anche se questo non è il luogo) tirate subito fuori un altro luogo comune.
    Voi, del Cattolicesimo (dei martiri gloriosi, dei Santi, dei Papi che hanno edificato l’Italia, l’Europa e il mondo) non conoscete niente, ne avete voglia di farlo.

    Ci accusate di essere chiusi mentalmente non considerando che voi non riuscite ad andare oltre le cose che vi dicono in televisione o che leggete sul libro dell’Odifreddi di turno…
    Riflettete, la Chiesa in 2000 anni ha subito di tutto: è passata una rivoluzione francese, i vari illuministi, i grandi fisici atei i persecutori (pensare che siamo partiti da 4 gatti sotto le catacombe) ecc. tutto è passato ma la Chiesa è ancora lì fondata sulla roccia Divina.
    Va bene la Carità nella Verità ma a tutto c’è un limite.
    E’ richiesta serietà ma soprattutto intelligenza!

  179. mauro scrive:

    Cara azzurra, scorrendo i post precedenti, trovo che riporti il CCC 2308, e precisamente:
    “Tutti i cittadini e tutti i governanti sono tenuti ad adoperarsi per evitare le guerre.
    Fintantochè esisterà il pericolo della guerra e non ci sarà un’autorità internazionale competente, munita di forze efficaci, una volta esaurite tutte le possibilità di un pacifico accomodamento, NON SI POTRA’ NEGARE AI GOVERNI IL DIRITTO AD UNA LEGITTIMA DIFESA.”

    Se ti leggevi quello successivo, il 2309, ti rendevi conto che vi è scritto anche che condizione rigorosa per addivenire alla guerra è “che vi siano fondate condizioni di successo”.
    Concetto alquanto sibillino perchè in ogni guerra c’è un vincitore ed un perdente sebbene entrambi i condendenti abbiano fin dal nascere della contesa, una fondata condizione di successo.

    Secondo lo stesso ccc 2309, questo è uno degli “elementi tradizionali elencati nella dottrina detta della « guerra giusta ».”

    Io, nel mio piccolo mi aspettavo dal CCC una condanna della guerra in ogni tempo e luogo e l’elencazione di una serie di “motivi per addivenire ad una pace giusta”.

    Ma và da sè che il mondo (anche religioso) è improntato al pessimismo e con questo pensa di viverci.

  180. azzurra scrive:

    Grazie carissimo Lotharius…grazie davvero ti quanto hai scritto, sacrosanta verità come quella che ha appena scritto Ritaroma e colgo l’occasione di Augurarti una Buona e Santa Pasqua a te ad Andrea Tornielli e a tutti i forumisti.

  181. azzurra scrive:

    @ mauro caro è inutile che ci giri attorno….sai persino un ateo intelligente sa’ che se un popolo viene aggredito è NECESSARIO DIFENDERE IL POPOLO… a meno che tu con questo tuo falso moralismo, voglia mettere sul banco degli impuutati l’aggredito e assolvere l’aggressore….e non mi parlare di guerre mosse dai paesi cattolici…. perchè come HO GIA’ DETTO NESSUNA DI QUESTE E’ STATA MOSSA SENZA CHE ALLA BASE CI FOSSE STATA UN’INGIUSTA AGGRESSIONE….ecco perchè ti raccomando nomi date e movente….mi sembra di parlare ed ascoltare una lezione della trombona zitella della mia (purtroppo) prof!!

    Ciao e Buona Pasqua anche a te!!

  182. Marina scrive:

    azzurra carissima,tu dici:

    ….LA LEGITTIMA DIFESA…..SI CHIAMA TALE PERCHE’ ALTRIMENTI SAREBBE E DIVENTEREBBE UN SACRIFICIO UMANO DI MASSA, A CAUSA DEGLI AGGRESSORI

    Leggi un pò quì cosa disse San Francesco

    San Francesco dopo una crociata al grido di “Dio lo vuole” disgustato disse:”ero venuto per convertire gli infedeli e ho scoperto che i bisognosi di fede e senso della pietà non sono i guerrieri mussulmani,ma i combattenti di Cristo,primi fra tutti i vescovi che li conducono”.
    Tra l’altro le armate di dio uccisero più cristiani che infedeli.

    e se i musulmani(e anche tanti cristiani e laici) poi si sono rivoltati contro i cristiani,non era legittima difesa??

  183. mauro scrive:

    Cara azzurra, a me non hai chiesto nulla non capisco di cosa di lamenti. Se leggi bene ho scritto dell’inquisizione azzurrina odierna che si manifesta in questo blog con domande strettamente riservate alla carica di GIP, non certo di una mia inquisizione perchè la storia è già stata tracciata e scritta dal cristianesimo. Non la interpreto ma razionalizzo ciò che viene affermato o riportato su questo blog e scrivo il mio pensiero quando trovo che vi siano affermazioni puerili, inconsistenti, improbabili o rovesciate. Questo certo non si può dire ideologia ma attribuire a Cesare quel che è di Cesare ed a Dio quel che è di Dio. Dio non uccide nessuno sulla terra in quanto, essendo spirito eterno, può tranquillamente aspettare che l’uomo si faccia male da solo mentre prefigurare una morte anticipata serve solo ad identificare nel prossimo un nemico che contrasta con l’amore che ha Dio verso l’umanità tutta.

    Leggendo della tua esperienza personale, già dai primi capoversi emerge la stessa situazione in cui si trovarono quegli “eretici” che dovettero sottostare al giudizio dell’inquisizione per qui voti bassi che ti vengono attribuiti ed alla relativa bassa considerazione che hanno del tuo pensiero e che trovano contrastante con il loro. Tutto il mondo è paese tanto che i comportamenti sono simili se non identici in tutte le epoche.
    E vi trovo anche una similitudine quando tu affermi che quando uscirai dagli studi gliene dirai tante fino a svergonarla che corrisponde a coloro che essendo costretti ad una vita in galere, sotto le regole altrui, quando fossero usciti si sarebbero comportati come te per il tanto astio covato in quel frangente.

    Riassumo il tuo pensiero, quello della tua insegnante (ed anche il mio del post precedente). Non è possedere la verità che fa credere di essere nel giusto, ma sapere di poterla imporre.

  184. mauro scrive:

    Cara Azzurra, il presupposto è, di ogni discorso fatto dalla chiesa, che vi sia il rispetto del prossimo, come ho sempre scritto.
    Dire quando una guerra è giusta ma tacere di una pace da ricercare lo trovo civilmente immorale.
    Se poi i contendenti vogliono farsi la guerra, nonostante quell’insegnamento di pace della Chiesa che manca, almeno non si avvalla una “giusta guerra”.

    Ora devo andare per impegni, buona Pasqua a te ed a tutti i blognauti.

  185. Marina scrive:

    Per azzura so fare meglio del solito budino,quello sono capaci anche i bambini dell’asilo di farlo.Vuoi un pò di limoncello? so fare anche quello,e le torte al cioccolato che neanche ti immagini,pure il pane in casa so fare.

    E… so anche leggere,le sciempiaggini(come le tue) e non.Ma guarda quante cose che so fare.

  186. azzurra scrive:

    A marina è inutile rispondere tanto….ella posta tutte cose inventate dagli anarchici anticattolici.

    Solo una cosa…S. Francesco non disse affatto quello che tu hai attribuito, S. Francesco partì per la Crociata, S. Francesco poi ando’ dal capo dei maomettani per cercare di convertirli, il loro capo colpito dal coraggio di S. Francesco quasi quasi…ma per timore di una insurrezione da parte dei suoi (ai quali l’odio contro i cristiani ormai era affondato sin sotto la corteccia cerebrale)…non potè far altro che continuare nei loro massacri di cristiani. E sappi che la decisione di partire per la Crociata S. Francesco la maturò dopo che ritornarono in Patria le spoglie di 5 frati francescani Missionari decapitati dai maomettani….ma cche tte credi di raccontarmi le favolette? Nomi date moventi…

    @ mauro caro….la tua filosofica dimostrazione non è altro che il completamento di quanto vado dicendo io e altri…e cioè voi anticattolici sapete benissimo che la verità storica è stata impugnata da voi e malgrado ciò, continuate ad accusare noi cattolici di averla impugnata.

    2 sono i termini da analizzare e tenere bene a mente IMPUGNARE LA STORIA e FARE LA STORIA

    - Ora impugnare la storia (quello che fate voi come la trombona zitella della mia purtroppo prof) è riscriverla, cercando appigli con esempi estrapolati dal loro contesto oiriginario e così da fare un assemblaggio di “verità” storiche propinandole per vere, ma appena saltano fuori nomi date moventi e contesti storici allora andate in pallone….

    - Altra questione è FARE la Storia, la Chiesa Cattolica ha fatto la Storia e ne ha lasciato Gloriosa Testimonianza.

    BOOM di visitatori stranieri remeber?….senza contare poi che i russi vorrebbero comprare l’ Archivio Vasari…..chissà il perchè…ma guai a venderlo mi appello allo Stato Italiano DEVE RESTARE IN ITALIA BASTA svendere la NOSTRA MEMORIA per 4 sporchi denari!!!
    e circa il tuo

    “”Leggendo della tua esperienza personale, già dai primi capoversi emerge la stessa situazione in cui si trovarono quegli “eretici” che dovettero sottostare al giudizio dell’inquisizione per qui voti bassi che ti vengono attribuiti ed alla relativa bassa considerazione che hanno del tuo pensiero e che trovano contrastante con il loro. Tutto il mondo è paese tanto che i comportamenti sono simili se non identici in tutte le epoche.
    E vi trovo anche una similitudine quando tu affermi che quando uscirai dagli studi gliene dirai tante fino a svergonarla che corrisponde a coloro che essendo costretti ad una vita in galere, sotto le regole altrui, quando fossero usciti si sarebbero comportati come te per il tanto astio covato in quel frangente.

    Riassumo il tuo pensiero, quello della tua insegnante (ed anche il mio del post precedente). Non è possedere la verità che fa credere di essere nel giusto, ma sapere di poterla imporre.”"

    E’ una palese contraddizione la tua, in quanto le eresie sono delle dottrine che arrecano danno alla società e al bene comune…come la menzogna storica che va’ combattuta senza nessun rispetto umano….per questo non vedo l’ora di finire scuola e di dirne 4 a quella trombona…perchè tu me lo vieteresti? e certo tu sei uno di questi…. infatti ti senti chiamato in causa!

    La verità storica invece è porto sicuro per poter affrontare qualsiasi altro trombone che volesse soggiogare il popolo ai suoi voleri. La Chiesa caro signor mauro, è stata L’UNICA ISTITUZIONE CHE HA RACCOLTO LA STORIA E L’HA CONSERVATA LA STORIA, TESTIMONIANZA NE SONO LE NUMEROSE BIBLIOTECHE E RICORDATI CHE SE NON FOSSE STATO PER I MONACI non avremmo niente di scritto…e molto è andato distrutto molto, sia con le aggressioni dei maomettani sia con stalin e lenin e per non parlare della Cina….

    Poi altra cosa inesatta che hai detto, le streghe di un tempo mica erano delle erboriste, ma donne dedite ai riti satanici e sacrifici di neonati, e per tua precisa informazione chi le mise al rogo non furono i sacerdoti o i vescovi, (vedi a non conoscere la storia) ma i tribunali laici e per quanto riguarda la messa al rogo di quelle in Italia ci pensò pensa un po’ Torquemada…

    ma leggi bene invece di criticare P. Angelo ha fatto una magistrale esposizione di quello che in realtà è stata l’Inquisizione, che altro non era che una sorta di servizio segreto, contro il moltiplicarsi delle eresia, che a quel tempo prolificavano a iosa, e dato l’anafalbetismo imperante…il popolo nè sapeva nè poteva difendersi!!…ma dimmi sarai mica un discendente di qualche eretico…al quale non hai abncora perdonato di essere stato scoperto…..dato il tuo continuo livore….

    P.S. ma tu lo sai che i primi erbolari e rimedi con le erbe nacquero dai Monaci?….ma guarda un po’ dove ti vai a piglià!!!

  187. Andrea scrive:

    Azzurra.

    Ho letto i tuoi commenti, e sono realmente felice di vedere una ragazza giovane che non si lascia indottrinare da quella sorta di orwelliana psicopolizia che è la classe insegnante italiana.

    Chi ti scrive ha seguito i corsi di aggiornamento per insegnanti, quegli obbrobri che la Gelmini ha giustamente abolito. Orbene, il sottoscritto ha subito ogni sorta di vessazione per aver criticato la scelta, da parte degli insegnanti, di far leggere un libro di Luciani Canfora intitolato “La democrazia. Storia di un’ideologia” in cui era presente il negazionismo del fenomeno gulag (il libro è stato rifiutato per questo da case editrici tedesche). Di cosa ti stupisci? Ti propinano Canfora, ovvero un negazionista stalinista, uno che ha firmato un appello in cui si arriva a sostenere che i cinesi sono vittime dei tibetani, e non viceversa…

    Continua a ragionare con la tua testa, come stai facendo. La filoislamica Marina dovrebbe conoscere le “gesta” del Profeta Maometto: eccidio dei Banu Qurayza, assassinio di poeti sgraditi come Asma bin Marwan (una donna) e Abu Afak, tortura col fuoco del capo ebreo di Khaybar… E questo da parte dell’uomo che i musulmani considerano la “migliore delle creature”. Il problema è che un cristiano che fa violenza fa contro Cristo, un musulmano che uccide in nome di Dio segue l’esempio del Profeta. Si parla tanto del colonialismo, ma mai del fatto che le armate islamiche aggredirono il Nordafrica e la Persia, distrussero il buddhismo (religione davvero pacifica e di gran lunga preferibile all’islam) in India, distrussero la civiltà latina in Nordafrica e la civiltà persiana…Non si dice che il Medio Oriente che i crociati volevano riprendersi era cristiano e che quella del califfo Omar fu un’aggressione. I crociati furono sicuramente violenti, ma fu l’islam a scatenare la guerra. Non si dice che Lepanto fu una battaglia di difesa, e così Vienna. Cosa dovevano fare i “cattivi” cristiani? Dire ai Turch “Conquistateci pure”? La legittima difesa va bene solo se applicata ai non-europei?

    Ma qui siamo fuori strada. La pedofilia nella Chiesa è un fenomeno che esiste (esiste anche nell’islam, dove, sono ammessi matrimoni con minorenni. AMMESSI: su questo concordano Khomeini e i muftì sauditi) ed è un fenomeno ributtante, che ha seriamente messo in crisi la mia fede nella Chiesa Cattolica (ma non in quell’Uomo Divino che è Gesù Cristo).

    Però se esiste un eroe antipedofilia questi è proprio Benedetto XVI, già da Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. E sul fatto che Ratzinger sia stato un vero duro contro i pedofili non ci possono essere molti dubbi.

    Il problema è che su questo Papa girano una serie incredibile di falsità. Ricordate il “papa nazista”? Beh, a parte che all’epoca tutti i ragazzi tedeschi erano arruolati A FORZA nella Gioventù Hitleriana (come avveniva per i nostri nonni italiani balilla) Ratzinger adolescente disertò rischiando la fucilazione. Ebbe quel coraggio che mancò, ad esempio, ad un Dario Fo. I suoi critici avrebbero fatto altrettatnto.

    I media si scagliano contro Benedetto perché non è “attraente” come il predecessore, e inoltre sento anche puzza di pregiudizio antitedesco, almeno in Italia e nei Paesi anglosassoni. Eppure nessuno prese misure antipedofile altrettanto decise.

    Basti ascoltare le parole del cardinale Schoenborn. E pochi dicono che lo stesso giudice diocesano di Milwuakee ritiene Ratzinger estraneo.

    Qualcuno ricorda la Via Crucis del Venerdì Santo del 2005, l’ultima di Giovanni Paolo II? Tra le intenzioni scritte dal cardinale Ratzinger ce n”era proprio una che recitava più o meno così “Quanta sporcizia che c’è nella Chiesa, tra coloro che dovrebbero darsi completamente a Lui”

    Un manifesto programmatico di un uomo che già da cardinale aveva combattuto strenuamente contro la sporcizia nella Chiesa. L’uomo della “Glasnost” vaticana. Prendersela con Benedetto XVI perché “non piace” è ingiusto

  188. mauro scrive:

    Cara Azzurra, non ti ho scritto forse che “Non è possedere la verità che fa credere di essere nel giusto, ma sapere di poterla imporre”? Questo vale per te, per me, per la tua prof ma anche per tutti. Se ti chiedi quale sia il motivo che accomuna è che ognuno di noi umani cerca di imporre il proprio pensiero all’ altro. Vuoi un esempio che non sia religioso? Prendi gli Yankees americani che hanno sterminato gli indiani perchè ritenevano che occupassero i territori da loro conquistati, ritenendo gli indiani dei semplici vagabondi che migravano fra un territorio all’altro secondo la stagione, di bassa cultura, ancora selvaggi, brutali tanto da ucciderti e quindi pericolosi per l’incolumità dei colonizzatori.

    Tu dici che hai ragione, io dico che la ragione è mia, la prof ti dice che ha ragione lei. La verità non è in mano a nessuno di noi perchè non esiste una verità ma tre verità diverse perchè ci sono tre modi di pensare e di considerare i fatti, le situazioni, le occorrenze.

    Vogliamo considerare il tutto da un unico punto di vista, quello cristiano? Semplice: devi amare il prossimo tuo come te stesso, così come Dio ama ciascun di noi indistamente sulla terra. Ed allora tutti quelli che per colpa della Chiesa sono morti gridano dall’aldilà che la Chiesa non ha rispettato la religione di cui si dice incaricata per volere divino, che Dio non ha dato lei nessun potere sulla terra perchè ha agito in contrasto ad un insegnamento di amore e tolleranza verso il prossimo.

    A questo punto, vuoi sostenere che la Chiesa non ha scritto la propria storia in maniera indelebile e che questa, dal punto di vista cristiano, non sia un fallimento?

    Vuoi un esempio odierno, tout court, che si rifaccia al virgolettato della prima riga? Perchè la Chiesa vuole imporre al parlamento italiano (oltretutto stato estero rispetto alla Città del Vaticano) il proprio pensiero nella formazione delle leggi quando l’uomo, fin dal formarsi delle prime comunità, vi ha provveduto con proprie leggi che hanno una tradizione talmente consolidata da perdersi nella notte dei tempi? Credi che contrastino con il cristianesimo? No davvero, queste leggi servono a regolare la vita di ogni singolo uomo non permettendo ad alcuno di imporre il proprio predominio sull’altro e punendo qualsiasi abuso. Una Legge che renda tutti uguali, con pari diritti e doveri non è forse ciò che si era prefissato Dio per l’uomo? Siamo o no tutti uguali davanti a Lui ed ognuno di noi deve rispettare l’altro?

    Il cristianesimo è altro che semplici leggi di convivenza e comportamento sulla terra, è un modo di intendere e di accedere a qualcosa che prima non esisteva e/o non era previsto: la continuazione della vita in una dimensione spirituale ed eterna che il paganesimo non consentiva. Qui sta il trionfo di Dio che, rappresentando anche l’impossibilità di essere dimenticati, permetteva di ritornare a quella vita che Adamo ed Eva si erano preclusi, ed avevano precluso ad ogni umano, con il proprio comportamento scellerato. Se non avessero tolto il frutto dall’albero della conoscenza non avrebbero forse rispettato Dio che per loro era il prossimo?

    Tu mi dai dell’ateo, dell’eretico, dell’apostata del cristianesimo ma faccio parte del tuo prossimo ed a giudicare se sono meritevole o meno per quella vita eterna, che rappresenta il ricongiumento con Dio, è solo Dio, nulla spetta all’uomo perchè non può donare una vita che non gli appartiene.

  189. Lotharius scrive:

    @ Mauro

    Strepitoso esempio di ragionamento in cui Fede e Ragione cozzano (tipico del tdg) ovvero: se c’avete ragione voi perchè non posso avere ragione anch’io? Sic!!!

    Caro Mauro, ma che dico caro, carissimo Mauro tdg malcelato, se voi al posto di Croce traducete palo della tortura (a vostro uso e consumo, perchè tanto non si sà nemmeno chi l’abbia fatte queste ridicole traduzioni) non è detto che abbiato diritto di espandere le vostre scemenze (dimostrate).
    Capisco che per voi Dio è un qualcosa mai visto e che ve lo immaginate con un corpo probabilmente residente alle Pleiadi, ciò non significa che possiate fare i danni che volete…
    Perchè la Chiesa “impone” le leggi?
    1) La Chiesa non impone proprio niente (magari lo facesse, tu ti salveresti e non saresti caduto nella trappola dei tdg);
    2) Perchè invece insiste? Te lo spiego: Non lo sai che il potere dei governanti proviene da Dio?? Ricordi la frase di Gesu Cristo Dio a Pilato? Mai letto San Paolo?
    Chissà quei punti come l’avete tradotti! E soprattutto chi li ha tradotti!

    Saluti Cattolici.

  190. azzurra scrive:

    Ma caro Mauro…perchè fai come al solito un minestrone relativista. La Verità è la Storia, per chi non è cattolico la verità anche per lui, è e dovrebbe essere la Storia.

    Ora la Storia racconta, la storia insegna e non ci possono essere 2-3-100-1000 verità no! Tu ti ostini nel vedere un’altra storia quella che è stata impugnata e da li tutto il tuo sapere.
    Mi dispiace stai prendendo un abbaglio. E se mi dici che la mia purtoppo prof ha ragione, allora sei veramente in malafede te l’ho dimostrato che le sue sono BALLE sono MENZOGNE con date e con esempi ma se tu, o voi come preferite che avete scelto questo tipo di battaglia non ve ne siete ancoraresi conto non ci posso fare nulla.

    Più di darti delle date delle spiegazioni ed ancora le rigetti allora che possiamo ancora dirci? un vero ricercatore confuta tutto e poi ragguaglia.

    Vedi poi è veramente grave la tua affermazione e molto contradditoria, in quanto tu non puoi accusare di stragi la Chiesa che difese i popoli inermi, per poi arrivare a dire che la Chiesa non deve mettere lingua sull’aborto e sull’eutanasia…ma stiamo scherzando? ABORTO = ucisione di innocenti che non possono parlare, come i prigionieri di guerra usati per i sacrifici umani. dai maya e dai sassoni

    EUTANASIA = uccisione di persone anziane o immobili… (per il momento), poi …si vedrà…

    e poi mi parli d’amore e di carità? suvvia Mauro per favore… smettiamola di prenderci in giro ti prego!!!

    Per quanto riguarda la strage degli Indiani lì è stata opera non dei cattolici ma dei molti protestanti che partirono da ogni dove alla conquista di terra che non era la loro. Infatti l’America è fondata non da una cultura omogenea ma da mille culture e mille religioni e questo a scapito dei poveri Indiani d’America.

    Certo ci furono degli episodi anche da parte di certi cattolici…ma i pionieri d’America, quelli che partirono con l’intento di conquistare non erano certo dei cattolici di Santa Romana Chiesa.

  191. Sal scrive:

    @ Lotharius
    sono rimasto un pò indietro, non per colpa mia ma volevo congratularmi per la bella difesa del suo March 31st, 2010 at 1:46 pm.
    Mi congratulo per la passione. Toccante e sincera. Ho anche letto l’erudita spiegazione del Salmi 110.1 e fra le molte cose mi è sembrato volesse dire che il primo Signore è il Padre e il secondo è il Figlio. Non capisco però come può essere che se il Figlio deve attendere che il Padre faccia qualcosa per lui egli sia uguale a lui.

    Comunque poiché il suo post é sincero e poiché lei dimostra di conoscere Bene le scritture, malgrado la modestia, mi permetto farla riflettere sui questi versetti.

    (Numeri 6.23-27 – NR) – Così metteranno il mio nome sui figli d’Israele e io li benedirò».
    (Amos 9.12 – NR) – “affinché io possegga il resto di Edom e tutte le nazioni sulle quali è invocato il mio nome», dice il SIGNORE che farà questo.
    Come si fa a mettere il nome ? O a invocare il nome ?

    (Geremia 23.27 – NR) “pensano forse di far dimenticare il mio nome al mio popolo con i loro sogni che si raccontano l’un l’altro,come i loro padri dimenticarono il mio nome per Baal? “
    (Isaia 52.6 – NR) – “il mio popolo conoscerà il mio nome,”
    Benchè alcuni vorrebbero farlo dimenticare, quel nome sarebbe stato conosciuto. Vero ?

    (Salmi 91.14-15 – NR ) – io lo salverò; lo proteggerò, perché conosce il mio nome “
    Come i fa a conoscere a quel nome ?

    (Atti 15.17 – NR) “ affinché il rimanente degli uomini e tutte le nazioni, su cui è invocato il mio nome, cerchino il Signore, dice il Signore che fa queste cose,
    Su quali nazioni è stato invocato il nome ?

    Ecco, queste domande mi interessano particolarmente, e se lei volesse fornire una spiegazione come ha fatto prima le sarei grato.
    Un saluto

  192. mauro scrive:

    Cara Azzurra, non sono io che dico ma la Bibbia che afferma che si devono osservare le leggi del proprio popolo e solo chi è scriteriato, in malafede per non dire di bassa moralità civile e religiosa crede di identificare in esse quelle di Dio.

    Immaginarsi se la Chiesa uccidendo milioni di persone ha difeso i popoli inermi! Li ha sterminato laddove nessuno poteva o voleva alzare un dito in difesa. Che genere di ragionamenti fai identificando gli yankees con i protestanti quando essi non agivano per conto della Chiesa protestante ma in proprio?

    Tutti hanno ragione sulla terra perchè sono portatori di ragioni umane ugualmente valide. Hai ragione tu, io, la tua prof ma se, come ho già detto, prendiamo il cristianesimo come base di giudizio unico, la Chiesa ha sbagliato, tu ti sbagli quando difendi ad oltranza la Chiesa perchè la Chiesa è stata portatrice di angoscie e lutti nel mondo intero, dall’America Centromeridionale, all’Europa, al medioriente, alle isole di Capo Verde, all’India (se non lo sai) sempre, con l’inquisizione e per piu’ di 500 anni, finchè l’Europa non si è resa conto che appoggiava un potere dittatoriale che minava le fondamenta di un vivere civile e gli stessi stati che l’appoggiavano, ed anche perchè non avendo piu’ fine era diventata una vera e propria guerra fra le religioni. E’ colpa della Chiesa se l’Europa oggi non considera la religione cattolica quella che ha contribuito alla nascita e crescita europea, cerchiamo di non dimenticare che è stato evitato di inserire quel riferimento nella costituzione europea intenzionalmente non favorendo nessuna religione e mettendole tutto su un piano di privata devozione.

    E questo secondo te è relativismo? Ormai, per la seconda volta (i tempi odierni), tutto il mondo si è accorto che certe religioni non sono la panacea per l’uomo ed ha deciso di combatterle aspramente basandosi su valori morali comuni a tutto il mondo, quei vslori che non appartengono piu’ alla Chiesa cattolica perchè al suo interno non li fa rispettare sanzionandoli aspramente e durevolmente.

  193. mauro scrive:

    Caro Lotharius, te lo dico piano piano. Ogni persona ha valide ragioni personali per pensare o fare una determinata cosa. Il discorso cambia quando si decide di usare un metro unico di valutazione che possa dirimere i contrasti che quelle pur valide ragioni personali hanno prodotto. Se non ha capito te lo riscrivo sillabandolo.

    Io personalmente non metto una cosa al posto dell’altra, nè traduco una croce con un palo della tortura ma se è vino non mi ubriaco certo perchè vedo degli ubrichi gironzolarmi attorno.

    Vuoi vedere cosa sia un’ubriacatura? Scrivi:”Non lo sai che il potere dei governanti proviene da Dio??”. Questa non solo è bella ma storica! Gesu’ avversava qualsiasi tipo di potere umano e Dio lo favoriva. (però, pensi tu, aveva ragione Dio perchè il CCC n. 2308 lo conferma).

    Ciao ciao, ed auguri di buona Pasqua anche a te. Mi raccomando non guidare.

  194. emiliano scrive:

    Cari amici foristi……la Chiesa ha riconosciuto le proprie colpe,il Santo Padre ha preso da tempo provvedimenti di tollerranza zero! Preoccupiamoci della nostra Chiesa fondata su Cristo e gli Apostoli!!!non delle varie dottrine pagane che circolano sui blog in discriminazione e calunniamento verso la persona del Papa e del suo operato passato e presente!!!Il problema c’è ed è evidente,ma la maggior parte dei casi risalgono ha 40 anni fà? Le vittime anno taciuto? Perchè viene fuori tutto ora? La Chiesa è scomoda ai laicisti che vogluiono distruggerla per le posizioni anti aborto,anti pillola ecc…..Preghiamo e mostriamo la nostra vicinanza al Papa,Vescovi,Sacerdoti e alle vittime di alcuni preti malati!!! Buona Pasqua ha tutti,cattolici,tdg e non…

  195. Sal scrive:

    @ Dr.Tornieli

    spiacente di rovinarle la pasqua, ma la informo che questa sera il TG2 ore 23circa ha ridato la notizia che io avevo riportato tratta da Repubblica online e che nel suo March 30th, 2010 at 5:16 pm lei ha corretto. Non avevo dubbi che lei avesse ragione, ma ora accade che sia Repubblia che Il TG2 sono concordi su quella notizia e non ultima la BBC che citava la CNN.

    Non vorrei che questa volta la troppa partigianeria atta a depistare e disinformare l’abbia indotta in errore. Comprendo che ha molto da fare di questi tempi e che la vita giornalista è “infernale” dovendo correre appresso anche agli atei infingardi come me (è solo un assaggio di ciò che avverrà in seguito ma ha ancora tempo per rimediare) e questo naturalmente come ha già avuto modo di dire permette che avvengano dei disguidi che sarebbe bene correggere, sa per via dell’onorabilità.

    Lei è certamente un professionista serio e dedicato, ma come tutti i cattolici è anche un po’ ingenuo perchè volendo evitare la sua inutile censura potrei entrare senza che il suo server possa identificare né l’IP né l’email e sarebbe anche divertente far andare in tilt il suo server con qualche milione di ingressi simultanei.

    Ma io sono persona seria anche se sbattezzato e non cattolico, e sarei molto dispiaciuto di trovarmi ancora in punizione censurato e cancellato, sa com’è, solo per aver detto la verità, probabilmente spiacevole, ma pur sempre una verità. E si sa che la Verità fa male.

    Inoltre mi manca la possibilità di replica alle piacevolezze che certi occupanti dell’etere spacciano per verità, impossibili perfino alla fantascienza, e sarebbe oltremodo scorretto se chi come i giornalisti che protestano per la censura loro applicata, dovessero a loro volta cadere nello stesso errore di cui continuano a lamentarsi, divenendo essi stessi censori e limitatori della libertà di espressione.

    Cercherò di comportarmi bene anche se farò certamente una cattiva pubblicità al suo Blog per la scortesia faziosa e fascista che lei ha messo in atto cancellando i miei post.
    Capisce ora perchè vengono spedite certe lettere come quella di Bagnasco ? E’ solo la meritata ricompensa.

    Ognuno ha sempre ciò che si merita, è solo questione di tempo e il tempo è galantuomo.

    Rimaniamo amici o giochiamo ?
    Saluti
    p.s. perché non fa un blog chiuso per soli amici degli amici così se la cantano e se la suonano come gli struzzi che non vedono neanche il sole a mezzogiorno.

  196. Andrea Tornielli scrive:

    Gentile Sal,

    grazie per le minacce e per avermi dato del fascista. Quanto alla notizia: le ricordo che Ratzinger è stato eletto papa nel 2005, e dunque che all’epoca del caso Groer era cardinale. Dunque dire che il “papa era impotente” è un errore storico. Conoscendo i colleghi del Tg2, mi sembra davvero difficile che non abbiano fatto notare questo.
    Quanto alla notizia in sé sul caso Groer, è verissima, io stesso me ne sono occupato più volte e lo scrivo anche sul Giornale di oggi.

    Gentile Sal, questo è il blog “Sacri Palazzi” gestito dal sottoscritto, con i criteri che più ritiene adeguati. Lei qui ha potuto sempre esprimersi in lungo e in largo come e quanto ha voluto.
    Dunque, io sarò un ingenuo fascista, ma lei non faccia i piagnistei perché non è perseguitato.
    E tenga per sé le minacce di attacchi hacker.

    auguro anche a lei sbattezzato Buona Pasqua

    at

  197. john coltrane scrive:

    Il “non testone di geova”, alias sal, sarebbe (mia semplice opinione, verdad)un interessante elemento di studio x la psicanalisi lacanaiana, quella che studia anche (in modo particolare) la filosofia del linguaggio.
    Ci sono voluti infatti mesi xchè mr Sal avesse il “coraggio” di ammettere il suo ateismo.
    Ma vi ricordate quando gli si chiedeva in cosa credeva? “Cosa le importa di cosa penso io?”, era la sua (isterica) risposta, x poi partire con domande a manetta a tutti gli altri basati su citazioni casuali delle Scritture.
    Adesso minaccia di fare l’”hacker”: sarà come quando ci raccontava che lui non si faceva le trasfusioni di sangue: tutte balle.
    Comunque, questa ossessione di scrivere su questo blog è davvero profonda; mah, speriamo che trovi qualcosa di meglio da fare, qualcosa che lo liberi da questa fissazione.
    La vita è breve, egregio ateo, non la sprechi passando le sue giornate attaccato al computer!
    Immagino che soffra parecchio, l’incredibile Sal.
    Mesi e mesi di post convinto di essere talmente superiore ai babbei cattolici che li avrebbe liquidati, ridicolizzati dall’alto dela sua sapienza…ma DIO fa dire, egregio Sal: “Dov’è il sapiente? dov’è il dotto? dov’è il sottile ragionatore di questo mondo? non ha forse DIO dimostrato che è STOLTEZZA la sapienza di questo mondo?”. (1 Corinzi)
    Coraggio, Sal, tra poco saremo tutti nel suo adorato “NULLA”, e dunque che le frega se non può + sproloquiare on this blog?
    Che le frega se DIO non c’è?
    Sono sicuro che sopravviverà, ha solo l’imbarazzo della scelta: decine di altri blog cattolici in cui far finta x mesi di essere/non essere un testonedigeova, di essere/non essere un baldo uaarista… coraggio!
    stia allegro.

  198. john coltrane scrive:

    Dr Tornielli, che un mattacchione come “sal” le faccia cattiva pubblicità, va tutto a onore del suo blog, evidente!
    Le auguro davvero una buona Pasqua de Resurrection.
    Grazie di tutto.

  199. Marina scrive:

    A marina è inutile rispondere tanto….

    Sarà che la marina si è stufata di rispondere a te?
    Com’è quella favola della volpe? Non riesco a prendere l’uva,tanto era acerba.

    Ecco non rispondo a marina perchè tanto marina si è rifiutata di rispondermi.
    Prendi e porta a casa.

  200. Francesco scrive:

    @ mauro
    Amare il proprio nemico e pregare per lui. Ripeto che il punto è qua: io riconosco che il vescovo Ario è nemico della Chiesa perché agisce contro di essa nella dottrina e nella prassi.Non per questo lo uccido, ma pratico la santa correctio fraterna. Se in passato abbiamo commesso errori, allora è il momento di abbandonare l’uomo vecchio per il nuovo, andare e non peccare più. Poi nulla esclude che si possa ricadere nel peccato, ma Dio ci porge la mano per rialzarci e riprendere il cammino.

  201. Francesco scrive:

    @ Azzurra
    Io pure sono cattolico, come Lei, ma mi permetta di invitarLa a smorzare un poco il Suo ardore e il Suo zelo. Lei lotta per la giusta causa, la Sua intenzione è buona ma, se posso permettermi, l’effetto che da essa deriva non lo è altrettanto. E’ il mio solito ritornello: correctio fraterna. E tanta, tanta, Carità.

  202. Francesco scrive:

    @ Lotharius (bone vir, dilecte frater) e Simon de Cyréne
    Quanto è difficile sopportare i commenti di Sal cum sociis! Loro non capiscono! E’ un po’come la distinzione rituale fra Messa dei catecumeni e Messa dei fedeli: i profani non possono accedere ai Sacri Misteri poiché non li capirebbero, ne potrebbero ridere, li vedrebbero grotteschi e di cattivo gusto; meglio che possano ascoltare la Parola di Dio e i sermoni, senza andare oltre. E’ avvilente, dicevo, vedere la mentalità solo mondana di Mauro che non coglie della religione che l’aspetto morale, quello del comportarsi bene, del voler bene a tutti. Questo, se non è generato dalla Fede e dalla Grazia, è solo un omogeneizzato di religione per bambini. Dio ci dia la forza di andare avanti nell’opera di apologia e, lo spero tanto, di evangelizzazione, con serenità e sovrannaturale soavità!

  203. Barzillai scrive:

    @ Francesco
    che bella dichiarazione la sua, complimenti April 1st, 2010 at 8:36 am

    “Ario è nemico della Chiesa perché agisce contro di essa nella dottrina e nella prassi. Non per questo lo uccido, ma pratico la santa correctio fraterna. Se in passato abbiamo commesso errori, allora è il momento di abbandonare l’uomo vecchio per il nuovo, andare e non peccare più “

    Davvero notevole e apprezzabile. 2 piccole annotazioni, a) il povero Ario,….beh, ormai è troppo tardi per rimediare e mancano come sempre “le opere degne di pentimento” ma se qualcuno smaschera l’orrenda prassi e la falsa dottrina, non lo si uccide più anche se qualcuno invoca ancora la “Santa Inquisizione” ma lo censura, lo emargina, lo critica per aver detto la verità ? O si cosparge il capo di cenere ?

    b) Tralasciando questo minor aspetto, è di oggi la notizia: “Complicità dei vescovi – I vertici non hanno mai denunciato un caso – anche Paolo VI sapeva”. — Il Giornale on line — Quando comincerà l’uomo nuovo ?

  204. Lotharius scrive:

    @ Francesco

    Caro Francesco la ringrazio tanto, è vero Sal non capisce (non vuole capire) ma visto che da fuori leggono molte persone non mi sembra giusto far trionfare così facilmente le loro menzogne geoviste (sono maestri nel mistificare).
    Quanto a Mauro le dò pienamente ragione, come in tutto il resto.
    Le auguro una serena e Santa Pasqua.

  205. mauro scrive:

    Caro Francesco, direi proprio che non bisogna pregare per il nemico perchè ognuno di noi ha un rapporto diretto e personale con Dio. Raccomandare il nemico a Dio non influirà sul giudizio che avrà di lui, quindi smettiamola di raccontarci favoline perchè Dio non può fare nulla essendo ognuno libero di decidere in proprio quale sarà il genere di vita che sceglierà.

    Secondo Sant’Agostino la “correctio fraterna” deve essere riservata anche ai superiori quando sbagliano in quanto essa è un atto di misericordia, in poche parole la correctio fraterna non ammette eccezioni di grado. Allora è giusto praticarla nei riguardi di chi si è tanto macchiato nel passato, ma proprio perchè lei scrive che si vuole abbandonare l’uomo vecchio per il nuovo, quel nuovo ancora non esiste perchè sulla Chiesa (il superiore) si offuscano ombre sempre piu’ inquietanti sui valori di moralità che essi praticano al loro interno, senza dimenticare che continuamente si eludono gli insegnamenti del Vangelo, laddove è chiaramente scritto che l’uomo deve osservare sulla terra le leggi del suo popolo, non contestarle nè criticarle come ha fatto oggi ancora il Papa durante la benedizione degli oli santi, aggiungendo inoltre che la Città del Vaticano è uno stato estero rispetto all’Italia, senza dimenticare che il suo ministero è esclusivamente spirituale avendo ogni religione tale proposito.

    Oggi sembra ancora che Dio quella mano proprio non ve la porga perchè non si riconosce in Voi ed in quelli che ritenete essere i vostri capi.

  206. Sal scrive:

    @ Andrea Tornielli

    la ringrazio per la pacata risposta che la caratterizza come persona sensibile e corretta.
    Lei dimostra che quando si ama è più facile andare d’accordo anche avendo opinioni diverse, mentre quando si vuole fare i prepotenti, si comincia con la fionda e non si sa dove finisce e non conviene a nessuno, mentre le persone ragionevoli trovano sempre un modo per riuscire ad essere il sostegno l’uno dell’altro specie in tempi di necessità.

    Notando la sua “preferenza “ in questo campo, ho qualche motivo per dubitare delle sue affermazioni, come dicevo, perché fonti diverse hanno affermato altro. Ma non importa il tempo è galantuomo e non o mio interesse dimostrare di avere caparbiamente ragione. Sarebbe controproducente ed è meglio non fare “errori storici”.

    Vede, sarebbe stato bello che tutta la stampa avesse accettato e accettasse sempre “ i criteri che altri ritengono più adeguati” invece di fare quell’indegna gazzarra in piazza, perché hanno fornito agli indisciplinati come me pretesto per pretendere ciò che loro stessi reclamano e che la Costituzione garantisce e lei non merita di essere né aggredito né minacciato. E’ solo un modo per dimostrare che non di solo pane vive l’uomo.

    Quindi non mi rimane che ringraziarla di ospitarmi e come dicevo cercherò di essere degno della sua gentilezza anche se non ho mai offeso nessuno, sono gli altri che si sono offesi, è diverso, è questione di stazza e statura, ci sono i deboli e i forti. Spero che anche lei possa divenire un gigante in tutti i sensi, glielo auguro veramente, così potrà aiutarmi a crescere più facilmente.

    Grazie anche per gli auguri, come potrà leggere da “Barzillai” il battesimo non serve, servirebbe un po’ più di visione. Ma quando si vola basso si va contro le montagne.

    St

  207. Lotharius scrive:

    @ Sal
    Scusi Sal, abbia pazienza, ma io non faccio difese d’ufficio ne gare con lei io cerco, per quanto possibile, di rendere onore alla Verità, questo m’interessa e questo faccio (ci provo).
    Proviamo a dare risposta (non capisco dove voglia arrivare) ma tant’è ci proviamo.

    Lei in (Numeri 6, 23-27) cita uno dei magnifici passi in cui è possibile sottolineare l’evidenza dell’augustissima Trinità.
    Numeri 6:24 “Il Signore ti benedica e ti custodisca.
    Numeri 6:25 Il Signore ti mostri la sua faccia, ed abbia di te misericordia.
    Numeri 6:26 Il Signore rivolga verso di te il suo volto, e ti dia pace”.
    Il Signore ripetuto con tre accentuazioni differenti stà proprio a significare il mistero della SS Trinità. (Vi benedica Dio: Padre, Figlio e S.Santo…le dice niente?)
    Vede Sal che inizia a fare passi da gigante? Onestamente non capisco la sua domanda, attendo quindi il suo pensiero in merito.

    In (Amos 9, 12) sarebbe meglio citare anche il passo 8 e 11 infatti:
    Amos 9:8 Ecco, gli occhi del Signore Dio sono sopra il regno peccatore, ed io lo sterminerò dalla faccia della terra, ma tuttavia nello sterminio non sterminerò la Casa di Giacobbe, dice il Signore.
    Amos 9:11 In quel giorno, rialzerò il tabernacolo di David che è cascato e riedificherò le rotture delle sue mura e ciò che era rovinato lo ristorerò e lo ricostruirò quale era ai tempi antichi;
    Amos 9:12 affinchè conquistino gli avanzi dell’Idumea e di tutte le nazioni, perchè il mio nome è stato invocato sopra di loro, dice il Signore che opera queste cose.
    Per ordine: in (9.11) quel giorno, “rialzerò il tabernacolo di David che è cascato…” Bisogna notare che quando Amos scriveva il regno di Davide non era ancora caduto benché fosse già diminuito con la separazione delle 10 tribù; anzi egli sussistette ancora per un tratto di tempo, e quando le dieci tribù furono condotte nell’Assiria, il re Ezechia accolse nei suoi stati tutti quelli che poterono evitare la morte, e la schiavitù. Ma, il profeta vedeva, che quel regno dovea cadere , e vedeva pure, che doveva essere ristorato, e dovea riunire non solo gli uomini d’Israele, e di Giuda, e gl’ldumei loro fratelli, ma anche tutte le genti sotto no solo re , e pastore, che è Gesù Cristo nato dalla stirpe di David secondo la carne, e nel quale solo questa profezia potè pienamente adempirsi. Infatti Sal ciò può confrontarlo con Atti 15. 16 (appunto l’altro verso che lei cita) dove sono riferite queste parole di Amos, e applicate al regno di Cristo, il quale (secondo la promessa fatta dall’ Angelo alla Vergine) doveva regnare sopra la casa di Giacobbe in eterno, cioè sopra la Chiesa composta di tutte le genti, perché le dodici tribù discese da Giacobbe erano figura dell’ universalità delle genti, e dello spirituale Israele.
    Amos 9.12 …affinchè conquistino gli avanzi… Qui è chiaro, il nuovo Israele, la Chiesa, avrà soggetta a lei tutte le genti (cattolica, universale) sotto il nome del suo Capo N.S. Gesù Cristo (la Chiesa di Cristo).
    Amos 9.8 … sterminio non sterminerò la Casa di Giacobbe, dice il Signore.
    Nel verso 9.11 è spiegato perché non disperderà totalmente la casa di Giacobbe.

    In Isaia 52.6 si dice (Ricciotti):
    Isaia 52:6 Per questo il mio popolo conoscerà il mio nome in quel giorno; io stesso, quello che parlava, eccomi, son qui presente!».
    Ovvero,… Per questo il mio popolo conoscerà… E’ per compassione dunque dell’infelice mio popolo venduto, (al verso 5 se la prende con i maestri e i dottori) schiavo del demonio , che diventa ogni giorno peggiore in virtù dei pessimi esempi dei suoi condottieri, e per onore anche del nome mio, ecco quello che farò. In quel giorno, vale a dire nel giorno; e nel tempo stabilito e predetto da Daniele (Dan. 9. 24 passo fondamentale) stesso, che fino allora parlai tramite i miei ambasciatori e i miei profeti, presa l’umana carne verrò in persona a liberare da tanti, e terribili mali il mio popolo; questo popolo conoscerà il nome mio in quel giorno, conoscerà e adorerà il nome di Gesù, (nome con cui sarò conosciuto, partorito da una Vergine).
    A questo allude anche San Paolo quando disse in Ebr 1.1:
    Ebrei 1:1 – Dopo aver Iddio in antico, a più riprese e in molte guise, parlato ai nostri padri per mezzo dei profeti…

    Resta il fatto che non capisco le sue domande, dia risposta lei, per quanto riguarda i versi da lei citati ciò che le dovevo dire le ho detto, pur ripetendo che non è questo il luogo per discernere cose così alte.

    Mi scuso per la lungaggine, ma ho riassunto il più possibile (anche questo è il motivo per cui non è possibile parlare di certe cose su di un blog).

    Saluti

  208. mauro scrive:

    Caro Francesco mi riferisco a quanto scrivi a Lotharius e precisamente:
    “E’ avvilente, dicevo, vedere la mentalità solo mondana di Mauro che non coglie della religione che l’aspetto morale, quello del comportarsi bene, del voler bene a tutti. Questo, se non è generato dalla Fede e dalla Grazia, è solo un omogeneizzato di religione per bambini. Dio ci dia la forza di andare avanti nell’opera di apologia e, lo spero tanto, di evangelizzazione, con serenità e sovrannaturale soavità!”

    La religione prevede che si segua un’unico insegnamento che conduca l’uomo ad un rigido comportamento verso sè stesso e verso gli altri. Lo stato invece prevede che vi sia una formazione di leggi (diversi insegnamenti che si susseguono nell’arco del tempo) e che rappresentino il volere della maggioranza dei cittadini nel rispetto di valori base sanciti dalla Costituzione.

    La religione segue pertanto quella che viene definita una “morale individuale” mentre lo stato una “etica collettiva”.
    Ora che tu venga a dire che “io” avrei idee mondane direi che o non hai capito nulla o sei abituato a girare la frittata perchè è indubbio che dovendo seguire una morale, questa non avrebbe nulla di mondano, ovvero di terreno, se la Chiesa non si interessasse della formazione delle leggi italiane tanto da richiedere che in esse trovino accoglimento i valori morali della Chiesa.
    Se non ha capito è la Chiesa che è diventana mondana (terrena) interessandosi di valori etici (terreni) che non le appartengono, dimenticando di osservare, al suo interno, i valori morali che sono sua parte fondante. Il problema però è molto piu’ grave di quello che sembra perchè la Chiesa, rendendo terrena, non ha osservato le leggi terrene, e non ha denunciato casi di pedofilia al suo interno, in poche parole si è defilata, si è sottratta al giudizio dell’umanità dichiarandosi sì, loro pari e con il loro stessi diritti, ma dimenticando i doveri.

    Dove tu possa vedere Fede e Grazia in questo comportamento non lo sò neppure io perchè già fede è sinonimo di fiducia e non denunciare equivale a non aver fiducia di un giudizio esterno, ovvero la Chiesa stessa appoggia solo sè stessa, crede in ciò che fa a discapito di chiunque altro ne venga soffocato ma ciò equivale ad essere visto, purtroppo, come una dittatura.

  209. Sal scrive:

    @ Lotharius
    dialogherei volentieri con lei ma sono censurato e moderato ed escluso, discriminato e punito.
    Dovrò entrare di nascosto e forse non mi riconoscerà perchè sarò un incursore.

    Non è una mia scelta. Ma le sue lagnanze hanno fatto diventare Tornielli un severo censore protettore dei cattolici del blog.

  210. anniballo scrive:

    Ringrazio la signora “RITAROMA” per l’attenzione che ha voluto dedicare al mio post e per la sua risposta (1:02pm).
    Mi spiace ,tuttavia, dover rilevare -pur nella gentilezza dei toni, (così apprezzabili rispetto a quelli da “curva sud” usati da Azzurra)- che non posso condividere le limitazioni che vengono teorizzate nello scritto. L’invito a tacere ed al silenzio sono assai poco opportuni e non sono giustificabili all’interno di un forum di discussione [che io giudico prezioso e certo non "una pattumiera di riciclaggio"]. Se discussione deve esserci, è fondamentale che si possano scontrare opinioni differenti ed anche opposte, purchè non venga mai tradito l’obbligo assoluto alla buona educazione.
    A me pare, signora “Ritaroma”, mi scusi, che Lei voglia, al contrario, tappare la bocca a tutti coloro che sono portatori di punti di vista differenti; infatti, assolve lo stile di Azzurra con la motivazione che condividete “lo stesso credo”. Inoltre, accusa me di “aver sbagliato” (e questo lo si può fare solo quando si ha la presunzione assoluta di avere ragione).
    Credo che l’una e l’altra cosa siano indizio di una presunzione di base, propria di chi (avendo una Fede), non capisce che -al contrario- la discussione è dibattito delle idee, è democrazia, è lievito, ed è l’unica metodologia da cui può scaturire una verità, (se una verità esiste).

  211. azzurra scrive:

    Ad Andrea Tornielli, STIMA E SOLIDARIETA’ DOPO IL NAUSEANTE ATTACCO DI UN CERTO BLOGONAUTA!!!

    sono rimasta di stucco dopo aver letto le minaccie, che il blogonauta SAL le ha fatto in diretta e senza vergogna.

    Ora che il tipo in questione si arroghi il diritto di dire che lui non ha mai offeso nessuno, è segno di una mente perversa diabolica e malata.

    Ora dico quello che penso sul caso:

    1) il blogonauta SAL ha BESTEMMIATO non solo offeso la Vergine Santa, con quel post blasfemo sulla pipì che secondo la sua mente malata, la Vergine Santa farebbe dal Cielo perchè è stata Assunta in Corpo e Anima, e subito ha ricevuto il plauso del suo braccio destro Mauro/Salvatore. Deve sapere il blogonauta in questione che IO HO CHIESTO LA RIMOZIONE del post blasfemo, e ricordo al bestemmiatore della Vergine Santa che io sono stata messa in moderazione senza mai aver offeso ne i Santi ne il Papa ne la Vergine, ma ho solo risposto per le rime ai bestemmiatori della verità quali voi siete!!!

    2) il blogonauta SAL/marina ha il coraggio di stracciarsi le tovaglie, dopo di essere censurato, forse non sa il blogonauta in questione che a causa sua e dei suoi compari, molti cattolici per bene che prima frequentavano e arricchivano questo Blog, se ne sono andati proprio a causa loro.

    3) questa gentaglia che scrive in questo Blog, che usa minimo 3 nich name a cranio, ma ad occhio attento si riconoscono, (basta leggere i contenuti dei loro maleodoranti invii) hanno l’ardore di chiamare fascisti chi non la pensa come loro, anzi no chi non esegue i loro ordini. Innanzitutto chi chiama fascisti altri, in realtà sono peggio dei fascisti, infatti sono tutti KOMUNISTI…ed i KOMUNISTI sono coloro che vogliono la morte dei bimbi innocenti, proprio come le streghe che facevano i riti satanici, sacrificando neonati rapiti dalle loro culle…non mi risulta che a volere questo massacro degli Innocenti siano altri…anzi stasera alla TV ho sentito la GRADITA NOTIZIA che i NEO PRESIDENTI DELLE REGIONI PIEMONTE E VENETO (i presidenti Cota e Zaia) HANNO DETTO NO ALLA PILLOLA ABORTIVA RU486…ma subito il bersani e la(?) turco assieme alle altre compagne di banco…hanno fatto fuoco e fiamme.

    Ma vi rendete conto cari Fratelli nella Fede? a causa di questi orchi KOMUNISTI ci costringono a versare soldi per uccidere bambini…

    Si divertono a scrivere in questo Blog, questi KOMUNISTI e adottano la scusa del confronto….si divertono a dar dei cretini ai cattolici questi KOMUNISTI orchi che uccidono i bambini….si divertono a criticare il Santo Padre questi KOMUNISTI…si divertono si….e lasciamoli al loro destino…ma con questo non vuol dire che li si lascino liberi scorazzare, in uno spazio che è e dovrebbere essere dei cattolici….checchè ne dica l’isterico ANNIBALLO che ha offeso a destra e a manca, anche se ora sta cercando di impersonificare una persona dalla parvenza “gentile”….ma….basta leggere…..eh! ma son così sicuri di farla franca…tanto i cattolici sono una razza inferiore…e poi danno dei razzisti altri.

  212. azzurra scrive:

    Inoltre ringrazio il gentil Francesco della correzione fraterna. E’ vero ha ragione, purchè veda la correzione fraterna venga fatta e rivolta a tutti coloro che si macchiano di colpe e certi quà dentro si macchiano di colpe gravissime.

    Si dovrà rendere conto a Dio di ogni menzogna proferita, e personalmente con i menzogneri non posso essere ne dolce ne accomodante. Il rischio che corre un Blog Cattolico è che passi l’idea che non è cattolico e che chi scrive in fondo, se tacciono la pensano come questi quà, che non dicono mai che sono anticlericali, no! anzi son così sicuri della nostra ingenuità e ignoranza
    (parlo di come ci giudicano questi atei uaristi, tdg e di altre realtà religiose), che credono di farla franca.. e quindi hanno trasformato il Blog in una bolgia KOMUNISTA.

    Lo stanno facendo di proposito visto che è il Blog de IL GIORNALE, allora perchè questi perversi provocatori, che stanno usando uno spazio che non è del loro partito e nemmeno del loro Credo, si accaniscono così e pretendono di essere lasciati liberi di abbaiare come cani rabbiosi, senza che nessuno muova dito?

    Io lo muovo eccome del resto se tutti fossimo fatti alla stessa maniera, questi si divertirebbero ancora di più! Comunque grazie lo stesso l’ho apprezzato molto.

  213. azzurra scrive:

    @ anniballo…hai ben poco da recriminare e da scrivere la parolona democrazia…tu la democrazia non sai nemmeno come si scrive figuriamoci se sai che cos’è.

    E seconda cosa di quale democrazia può parlare uno che si accanisce contro il Primato di Pietro? di quale democrazia può parlare o dire uno che si accanisce contro chiunque segua il Santo Padre? E ancora di quale democrazia stà parlando il signor anniballo che ha dato dimostrazione di odio di rabbia su come governa il Santo Padre? Vorresti che non te lo ricordassi? Vorresti pensare di poter fare il moralsta e di impicciarti delle Cose della Mia Fede e dettare legge a me a noi al Papa? Tu che sei un ateo un non credente o peggio chissà di quale religione appartieni….mi fai tanta pena.

    Sai che ti dico? ci son tanti blog KOMUNISTI che sparlano del Papa magari se trovi quelli dove ci sono i fans della bonino e della turco, ti ci troverai certamente a tuo agio, sicuramente non troverai chi come me, ti risponde quello che meriti senza se e senza forse!!! egregi saluti

  214. azzurra scrive:

    @ Per Andrea

    Grazie infinite del tuo post indirizzato a me Andrea Scrive: March 31st, 2010 at 5:08 pm

    Certo che la tua esperienza è anche più brutta della mia..tu a quel che ho capito sei uno di loro ma non sei come loro ma devi fare come ti dicono loro!!!

    Questa ragazzi si chiama DITTATURA PSICOPOLITICA (termine esatto) KOMUNISTA visto che la scuola è in mano a loro ai KOMUNISTI… questi tromboni filo islamici protestanti, gli orchi dei bambini e che hanno l’ardore di negare la carneficine dei gulag!!

    Ti Auguro una Santa Pasqua

  215. emiliano scrive:

    CAro Andrea,grazie per tuttoil lavoro che svolgi con il tuo lavoro.
    Vorrei rivolgermi ad alc uni foristi qui presenti con i loro post assurdi e pieni di accanimento religioso e idealistico verso la persona del Papa e la Chiesa tutta!
    è Chiesa perchè coloro che fanno comunità è chiesa e non è solo 4 mura. Leggendo alcuni post,poi mi son fermato per il disgusto con cui ci si rivolge al sign Tornielli e as tutti coloro che difendono la propria Chiesa! Disgusto assoluto per il puntare il dito verso chi in tutti i modi a sempre cercato di usare la line della tolleranza zero verso chi commette crimini verso bambni! Il Papa è in prima linea per far fronte a tutto questo. Coloro che in questo forum si confessano “cristiani” con il loro credo che cercano di sbattere in faccia a coloro che non la credono come loro,si arrogano il diritto di essere depositari della verità!!!!!! Ma quale verità? Forse quella creata su misura da uomini che anno fatto della religione uno scopo dove fare soldi,soldi,soldi! Religioni nate alla fine dell’800 facendole passare per verità bibliche!Poi a coloro che credono di essere sbattezzati…..il semplice fatto di credere che una richiesta scritta e un semplice annotamento sul registro del battesimo dove si dichiara che non si vuole essere più cattolice è solo che una grande buffonata!!!! Il sacramento una volta dato non è più cancellabile,quindi si rimane cristiani battezzati in eterno!!!!!Il sacramento è “Indelebile”!I parroci che rispondono a tali richieste lo fanno solo per correttezza verso la persona povera spiritualmente e toccata dal demonio!
    Il Papa vada avanti con la sua linea che in questi momenti bugli ha ora in eterno sostenitori credenti sul suo magistero!
    Buona giornata emiliano felice di essere cattolico e sostenitore del Papa!!!!

  216. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Chi Le dice che io non corregga anche i superiori? Certo io povero parrocchiano di campagna non posso correggere un vescovo o un cardinale, ma semplicemene perché non ne conosco personalmente. Col Suo post riguardo la morale (e Le chiedo di non far differenza fra il termine “morale” ed il termine “etica”: se Lei consosce un po’di latino e greco capisce il motivo) Lei si dimostra sempre mondano (=secolare=terreno): Lei considera della religione solo la parte più facilmente visibile, quella morale (cioè quella del comportamento). Credo che il problema sia far chiarezza sui termini: mondano vuol dire “non soprannaturale”. Ovviamente per capire bisogna credere: Credo ut intelligam. La Chiesa non è la serie dei Presbiteri, Vescovi, Cardinali, Prelati di fiocchetto e altri, Diaconi, Diaconesse e Arcidiaconi. La Chiesa è il Popolo di Dio, me compreso (Le assicuro che non sono un chierico). La religione comprende anche la morale; l’unico modo per impedire l’intromissione del potere ecclesiastico in quello statale è far sì che Stato e Chiesa condividano il medesimo codice morale, e lo rispettino. S’intende che il codice morale è dato da Dio all’Uomo, ed essendo la Chiesa sacerdotale mediatrice tra l’umanità e Dio, il codice morale stesso è stabilito dalla Chiesa, non dallo Stato.

  217. Lotharius scrive:

    @ Sal

    Scrive Sal:
    dialogherei volentieri con lei ma sono censurato e moderato ed escluso, discriminato e punito.
    Dovrò entrare di nascosto e forse non mi riconoscerà perchè sarò un incursore.
    Non è una mia scelta. Ma le sue lagnanze hanno fatto diventare Tornielli un severo censore protettore dei cattolici del blog.

    Sta a vedere che adesso mi diventa anche Martire…
    Lei è senza pudore, bestemmia senza ritegno in settimana santa, ci propina (insieme a mauro) le sue assurdità e pretende anche di chiamare Tornielli censore?
    Visto che è in moderazione, approfitti di questi giorni Santi per riflettere sulle assurdità che ci propina, si faccia un esame di coscienza e chieda perdono al Signore per le sue mancanze (che tutti abbiamo, me per primo), intanto io pregherò Maria SS (refugium peccatorum) per per lei.
    Memento mori…
    Sappia, comunque, che io non l’avrei fatta più scrivere (dopo le bestemmie che senza Timor di Dio ha osato scrivere) e si ricordi sempre il detto:
    Schiaffeggia me e porgerò l’altra guancia ma offendi Gesù e scaglierò la mia lancia!

    Buona Santa Pasqua Sal (anche se non la festeggia).

  218. anniballo scrive:

    Non è ben chiaro, cara “AZZURRA”, di quale concetto di democrazia Lei parli. Per Lei, sembra che soltanto prendere in esame la possibilità di una critica, metta l’autore fuori del consesso civile.
    Se mi permette, è qui il Suo errore : in democrazia, appunto, non ci sono titolari di salvacondotti che possano ritenersi esenti da critiche. Se Lei introduce delle aree privilegiate e le circoscrive sotto un ombrello protettivo per tenerle al riparo da qualunque esame critico, non compie una operazione democratica, è evidente: compie una operazione autoritaria per definizione.
    Lo stesso vale, evidentemente, per ogni Autorità, compresa quella del cosiddetto Magistero : il fatto che Lei lo veneri è un Suo diritto -certo- ma non può pretendere che sia per tutti sopra lo stesso inaccessibile piedistallo su cui Lei vuole collocarlo.
    Aggiungerò che non so da dove Lei prenda l’opinione che sono comunista : una frottola immensa, ridicola per me e per tutti quelli che mi conoscono da una vita; e,tantomeno, che io sia “isterico”. Sono affermazioni strane, illazioni villane e prive di fondamento.

  219. azzurra scrive:

    ANNIBALLO che tu sia isterico non sono io che lo dico sono i tuoi vecchi post che hai lasciato come firma indelebile.

    Come ti ho già detto, non far finta di essere una brava personcina…che con me non attacca….suvvia mi meraviglio che tu possa solo pensarlo….ma che dico no! hai ragione perrbbaccolina…voi siete così convinti della vostra superiorità “intellettiva” rispetto a noi Cattolici che SEGUIAMO IL MAGISTERO E IL SANTO PADRE…. che non vi accorgete invece di quanto siete piccini piccini…..così fanno i RAZZISTI infatti….egregio ANNIBALLO con la B ovvio anche se la M è proprio vicina vicina…sullo stesso rigo di tastiera…..

    Poi come ti ho già detto non serve che tu neghi la tua appartenenza KOMUNISTA….basta leggerti e conoscere la Storia…quella vera non quella ricostruita da voi, dopo aver bruciato tutte le Biblioteche che vi capitavano di tiro….stalin lenin…ricordi?…e i CONTI TORNANO!!

    E poi, per favore se mi mettessi ad elencare tutte le stupidaggini che hai scritto sinora….faremmo notte, ma qualcuna la voglio ricordare…. via…..

    1) fuoco e fiamme sul Primato di Pietro

    2) fuoco e fiamme sull’Arte Cristiana

    3) fuoco e fiamme su quanto dice il Santo Padre in tema di aborto eutanasia

    4) fuoco e fiamme sulla Gloriosa storia della Chiesa Cattolica che HA FATTO E COSTRUITO l’EUROPA

    Invece l’ANNIBALLO con la B (mi raccomando) elogia:

    - le conquiste(?) del mondo protestante e le chiese spoglie…peccato che il protestantesimo abbia portato solo povertà e grigiore e morte

    - le conquiste laiche del mondo KOMUNISTA e LIBERAL quindi aborto eutanasia sesso libero, droga libera, divorzio e quanto di più nefando il mondo KOMUNISTA LIBERAL ci abbia PROPINATO e OBBLIGATO…..

    Questa caro signore E’ la TUA… la VOSTRA ” DEMOCRAZIA”

    Quindi tu e tutti gli altri marcatori che scrivono quà dentro, restate della vostra ideologia che nessuno vi dice niente….il SANTO PADRE SI RIVOLGE AI CATTOLICI MICA A QUELLI COME TE….ancora insisti? ma che cc’iavrai in testa?

  220. JOHN COLTRANE scrive:

    LOTHARIUS, lei è è stato ancora troppo buono, non ha fatto cenno all’esilarante e ridicolo narcisismo onnipotente di mr sal che ha minacciato il Dr Tornielli;
    lo ricordo: “volendo evitare la sua inutile censura potrei entrare senza che il suo server possa identificare né l’IP né l’email e sarebbe anche divertente far andare in tilt il suo server con qualche milione di ingressi simultanei.”
    Non è un testonedigeova, Sal, ma è addirittura + divertente.
    Buon Venerdì Santo, Lotharius.

  221. mauro scrive:

    Caro Francesco, se lei avesse studiato filosofia, saprebbe che morale ed etica non sono la stessa cosa perchè, adottandole, rappresentano due modi diversi di intendere la vita. La prima è soggetta a regole religiose provenienti da una Legge di ispirazione divina, la seconda è ciò che una popolazione ritiene essere giusto. E’ evidente che cambia il soggetto che determina una volontà e mentre la prima è soggetta a regole fisse per tutti, la seconda ha regole che variano nel tempo e soprattutto nel luogo perchè lei potrà trovare negli altri Stati del mondo regole simili a quelle adottate dall’Italia ma anche completamente diverse se non opposte. L’etica inoltre rappresenta il libero arbitrio, ovvero la capacità di scelta che ha l’individuo nel determinare ciò egli ritiene giusto per tutti coloro che sono soggetti a determinate regole, regole che possono essere di una comunità, di una regione, di uno stato fino arrivare alla totale comprensione di tutti gli stati del mondo (es. le Leggi per la tutela del rifugiato o della protezione del fanciullo).

    La religione è ovvio chè è solo il rispetto di una morale immarcescibile nel tempo, ha carattere eminentemente intimistico-religioso per il rapporto che si ha con l’essere superiore e spirituale, non regola la vita terrena di tutti gli uomini (causa l’eterogeneità del pensiero) ma solo quella dei credenti in quella confessione (per l’omogeneità del pensiero) gettando le regole base per una convivenza, regole base, peraltro, che si trovano anche nelle Leggi civili che ogni comunità, etc. stabilisce al fine di garantire tutte le eterogeneità di pensiero presenti, cosa che di norma prevede la libertà di scelta laddove entri in conflitto con le diverse istanze religione. Questo comportamento è quello previsto dalla legislazione italiana.

    Già queste regole base comuni rappresentano un codice universale di comportamento mentre quelle non comuni rivestono un carattere intimistico-religioso laddove viene riconosciuto un essere superiore a vario titolo, a cui ci si riferisce spiritualmente e si fa provenire, normalmente, la creazione di tutto l’universo e di ciò che vi è presente.

    Quindi i due campi religioso e civile sono ben divisi: il primo prevede una serie di comportamenti morali a cui devono sottostare i credenti nella propria confessione mentre quello civile prevede che vi siano, da un lato, comportamenti etici a carattere universale e dall’altro una libertà di scelta quando un comportamento entra in conflitto con un insegnamento morale religioso, questo al fine di garantire che ciascuna confessione possa esprimersi liberamente.

    Certo che leggendola è evidente che voglia togliere a chi non è cattolico la libertà di poter seguire il proprio pensiero imponendo i caratteri morali del cattolicesimo, ovvero sta cercando di avanzare l’idea che si possa imporre una dittatura sul pensiero altrui, pensiero che non è solo civile per chi non professa alcuna fede ma anche religioso per chi professa una confessione che ha valori morali diversi dal cattolicesimo.

    Io conosco solo un posto dove potrebbe pretendere di imporre la morale cattolica, la Città del Vaticano ma non sara’ accettato perchè è vietata l’immigrazione clandestina provenendo lei da un paese straniero, ovvero l’Italia.

    Ps.: Caro Francesco, cosa voglia dire “mondano” lo dice la parola stessa, “che appartiene al mondo”, ovvero relativo alla terra, ma sei lei vuol credere che voglia dire “non soprannaturale” rifacendosi ad un essere divino, mi permetta ma può affermare anche “non marziano” o “non venusiano”, rifacendosi alla nostra galassia, perchè Marte e Venere “non” sono la Terra.

  222. Lotharius scrive:

    @ John Coltrane

    Ha ragione me ne ero dimenticato, ultimamente Sal ha deliri d’onnipotenza oltre che di onnisaccenza biblica.
    Grazie John, i miei più sinceri auguri di una santa Pasqua anche a Lei.

  223. spiritolibero scrive:

    Libera Chiesa in libero Stato. Penso che, senza fare tanto i filosofi, questa massima che ha accompagnato lo Stato Italiano, fin dalla sua nascita, sia sacrosanta. Non mi scandalizzo delle accuse rivolte alla curia che stanno agitando le acque dell’attualità, perchè è il segno dei tempi. Quando non si vogliono accettare delle posizioni, ritenute scomode, per un certo laicismo “a tutti i costi”, si ricorre alla più classica delle armi: trasformare pochi casi di abusi in accuse infamanti per un intera categoria in modo da minarne la credibilità. Non del magistero, ma attraverso una semplice correlazione. Se a commettere gli abusi sono dei preti, allora tutta la struttura è colpevole e, quindi, non è accettabile che la Chiesa pontifichi di morale ed etica. Il giochetto è vecchio come il cucco; da sempre tutte le dittature hanno indicato al popolo i nemici da abbattere, anche con campagne denigratorie false. La differenza è che, adesso, il gioco è più sottile; si parte da pochi fatti veri per crucifigere l’avversario alle proprie tesi. Ma perchè non si ha il coraggio di dire che non si condividono le tesi morali ed etiche della Chiesa e basta? No si vuole infagare l’avversario, annientarlo. Bell’esempio di tolleranza ! Per me ognuno è libero di seguire una propria idea di morale e di etica, purchè non la imponga agli altri. Non mi pare che la Chiesa faccia le leggi in Italia e, da tempo, la nostra repubblica si regge sui propri rappresentanti liberamente eletti. Negare alla Chiesa il diritto di esporre le proprie idee in tema di etica e di morale è, semplicemente, anticostituzionale. Non vi sembra ?

  224. Francesco scrive:

    @ Mauro
    probabilmente io ho studiato filosofia presso maestri diversi dai suoi. Primo: la religione non è solo il rispetto di regole immarcescibili nel tempo. Secondo: la religione (almeno quella cristiana cattolica) comprende il libero arbitrio, che la Chiesa ha difeso dalle idee erronee dei protestanti. Terzo: il campo civile e quello religioso non sono separati, piuttosto si potrebbe parlare di religione civile, che dalla rivoluzione francese ha sostituito la civitas religiosa. Infine: “morale” (in latino “moralis”) viene da “mos” (in italiano “comportamento abituale”), “etica” viene dal greco “ethos” (in italiano “comportamento abituale”). Se poi i filosofi antireligiosi preferiscono praticare una distinzione capziosa e non corrispondente a realtà di questi due termini, sbagliano. Sarà vero che le lingue sono una convenzione, allora le regole di tali convenzioni vanno rispettate, pena lo sfaldamento dello società, basata (Lei crede questo, no?) su un patto sociale convenzionale.

  225. Francesco scrive:

    E dimenticavo: non è vero che i sistemi morali delle diverse comunità siano tanto diversi o addirittura opposti. Infatti, possono differire nell’intensità di un’imposizione o di un divieto, ma non certo nell’imposizione o divieto stessi, id est: i cristiani sono monogami, i maomettani poligami, ma la presenza stessa di una riflessione giuridica in ambito islamico sulla morale coniugale mostra come, nell’un caso e nell’altro, l’oggetto del divieto etico è la totale libertà sessuale, e si impone una forma vincolante che è quella famigliare.

  226. mauro scrive:

    Caro Francesco, religione, secondo Sant’Agostino significa “legare l’uomo alla divinità” che è rappresenta piu’ propriamente da “Legare gli uomini in una comunità sotto le stesse Leggi e lo stesso culto”. Il culto è quello cristiano/cattolico, le Leggi sono i 10 comandamenti. Queste Leggi sono la base per comportamenti sociali univoci nella comunità (alias comportamenti morali). Che lei mi ribatta che non vi sono solo regole morali da seguire devo dire che lei non riconosce la divinità come essere supremo, datore di una Legge alla comunità che si riconosce nel suo culto. I riti sono a carattere oggettivo potendo variare nel tempo mente le credenze sono soggettive ed hanno varie nature: filosofica o metafisica. L’attendibilità di una religione è nell’osservanza delle regole morali a cui attenersi (in quanto uniche e date dalla divinità) e come le ho detto “immarcescibili nel tempo”.

    Lei non sa cosa sia il libero arbitrio e lo spaccia come difesa della Chiesa dalle idee erronee protestanti. Evidentemente lei ha avuto dei maestri di filosofia che insegnavano canzonette perchè il libero arbitrio è proprio della persona e di ogni singola persona, ovvero lei, io od altre persone possiamo avere individualmente la capacità di libero arbitrio che presuppone l’assunzione della responsabilità delle proprie azioni.
    La difesa della Chiesa dalle idee erronee protestanti invece rappresenta una strategia collettiva che permette a chi è contrario di non nuocere.
    Lei in sostanza ha affermato, come altro esempio, che se uno stato viene attaccato, vi è libero arbitrio nel difendersi quando vi è chiaramente una necessità di farlo.

    Ovviamente il campo religioso e quello civile sono separati in quanto quello religioso non fa parte dei compiti dello Stato per il dichiararsi lo Stato incompetente nel soddisfare le esigenze spirituali dei propri cittadini e per far fronte a questa incapacità ha provveduto, tramite i Patti lateranensi, ad assegnare alla Chiesa Cattolica il compito di soddisfare i bisogni spirituali dei propri cittadini.

    Lei è bravissimo! Mos ed ethos significano entrambi “comportamento abituale”, così come civile e religioso naturalmente. Ha una fantasia illimitata, se lo avessero saputo coloro che adottarono quei termini, ne avrebbero preso uno solo per evitare sospetti di inquinamento.
    Giusto perchè lei eviti di fare ulteriori brutte figure con altri: Mos è la pratica abituale delle regole mentre l’Ethos è l’indirizzo delle regole.
    Ed è come le avevo già scritto prima: la morale si segue, l’etica si decide con il libero arbitrio.

    Non le avevo scritto che esistevano regole basi comuni che sovraintendevano sia allo stato che alla religione? Mi rilegga perchè è quello che lei indica come “patto sociale convenzionale” in quanto non vi è un accordo scritto ma una tacita intesa.

  227. mauro scrive:

    Caro Framcesco,

    Lei scrive a me: “E dimenticavo: non è vero che i sistemi morali delle diverse comunità siano tanto diversi o addirittura opposti.”

    Mi permetta ma questa è una sua idea perchè scrivevo di quanto l’etica potesse differire nelle varie comunità, stati, etc.

    Questo dimostra che per lei etica e morale sono la stessa cosa e su questo le ho risposto esaurientemente nel mio post precedente.

  228. mauro scrive:

    Caro Spirito libero, lo stato è laico quando non privilegia nessuna religione mentre lo stato è laicista quando combatte tutte le religioni.

    Lei crede davvero che sia il mondo ateo (avverso alle religioni) che si è risvegliato una bella mattina per accusare la Chiesa o ritiene che siano coloro che sono stati abusati, in quanto cattolici e frequentatori di ambienti cattolici? Perchè in questo secondo caso il laicismo lo lasciamo tra le pagine del vocabolario a ripensare al proprio significato.

    Non mi sembra che l’abbia ordinato il medico di usare una medicina sbagliata e se la Chiesa si trova in quella condizione di salute precaria deve solo prendersela con sè stessa perchè così ha voluto, ovvero le carte (il gioco) le ha date la Chiesa, tenendole coperte e cercando di bluffare per poter vincere.

    Non vuole ammettere che qualcuno si sia indignato per questo comportamento religiosamente immorale? Diamolo per buono ma il problema è che vi sono in aggiunta anche leggi civili che non sono state rispettate per quel non voler denunciare un proprio appartenente, ovvero si evidenziano due pesi diversi (morale e civile) ed una misura unica (la condanna) che andava comunque comisurata al reato in sede civile.

    Se vi è stata tolleranza io la vedo solo da parte della Chiesa ed è stata esercitata al suo interno ma non si può pretendere dagli altri, che sono all’esterno, la tollerenza che corrisponda al non denunciare l’abuso.

    Prendo spunto dalla sua rilessione:”Per me ognuno è libero di seguire una propria idea di morale e di etica, purchè non la imponga agli altri”. Sagge parole, solo che la Chiesa ha, diciamo “invitato” coloro che hanno subito a non denunciare, ovvero ha imposto qualcosa che non rappresentava la libertà altrui.

    Di costituzionale in italia vi è il riconoscimento dei partiti politici italiani, (si legga la Costituzione italiana), non certo di un stato estero come ente decisionale e neppure consiliare. Non le sembra?

    P.s. regole morali sono della chiesa in quanto obbligatorie per il provenire da una divinità, regole etiche sono dello stato in quanto decise dal libero arbitrio delle persone.

  229. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Mi permetta cortesemente di risponderLe Sabato o Domenica, o finanche mercoledì. Se non risponderò subito è per mancanza di tempo, non per incapacità. Il Signore La custodisca. Buona notte.

  230. mauro scrive:

    Caro Franceso, rimango sempre in attesa anche se anch’io per qualche giorno non so se potrò partecipare al blog, non tanto per impegni pasquali ma per altre vicessitudini dolorose che sono occorse a parenti.

    A presto

  231. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Continuo ad esser convinto che sarebbe necessario fra noi stabilire un vocabolario condiviso. Secondo me: libero arbitrio= la possibilità propria dell’Uomo di scegliere, vedendo davanti a sé due possibili comportamenti, quale intraprendere, avendo coscienza che uno è buono, l’altro cattivo; giudizio= la facoltà dell’uomo di stabilire, di una proposizione, se essa sia vera o falsa (quindi, nell’ambito morale: “Uccidere è buon comportamento” può essere giudicata vera o falsa); ragione= la facoltà dell’uomo di giudicare della correttezza formale di un ragionamento. Credo che ciò che Lei indica col termine “libero arbitrio” sia una commistione dei due concetti che io indico coi termini “libero arbitrio” e “giudizio”. La Chiesa Romana ha difeso l’idea dell’esistenza del libero arbitrio (quale lo intendo io)nell’Uomo contro i protestanti che la negavano (si vedano le teorie di certi teologi riformati sulla predestinazione e il peccato originale). Poi, io non ho mai detto ciò che Lei mi mette in bocca circa il libero arbitrio che sarebbe in sostanza, secondo un esempio Suo, la legittimità di difendersi da parte di uno stato attaccato. Voglio credere che quest’errore sia sempre dovuto alle nostre incomprensioni lessicali. Infine, le ricordo che mos è latino, ethos è greco. O queste popolazioni non possedevano entrambi i concetti che Lei attribuisce a questi due termini, altrimenti Le chiedo di indicarmi come i Romani indicavano l’indirizzo comportamentale che si sceglie col libero arbitrio (o meglio, nel mio lessico, col giudizio), e come i Greci indicavano la pratica abituale delle regole. Prego il Signore perché aiuti Lei e i Suoi parenti.

  232. Francesco scrive:

    @ Barzillai
    Anche se qualcuno invoca ancora la Santa Inquisizione, questi non è persona che abbia potere nella Chiesa Una Cattolica Apostolica, la quale ha eliminato tale istituzione. Non mi risulta che da qualche secolo la Chiesa Romana abbia più perseguitato eretici e infedeli e nemici (avversarii) in genere. In certi rari casi ha solo ostacolato certe organizzazioni religiose la cui onestà non era chiara come lo è diventata col tempo (v.g. i movimenti pentecostali fino agli anni cinquanta-sessanta del secolo scorso). L’uomo nuovo è quello indicato ed esemplificato da Gesù Cristo. Se un San Francesco d’Assisi si è fatto uomo nuovo rimanendo nella Chiesa, Lutero non è riuscito nel tentativo (anche se l’intenzione, almeno inizialmente, era buona) e si è separato nettamente dalla Chiesa. Credo che San Francesco abbia fatto più e miglior bene di Lutero, nella propria vita e in quella degli altri. Dal momento che la Chiesa Romana, come ho già detto in altro post, è il faro della dottrina della Chiesa Universale, ha il dovere di camminare sulla via della perfezione comportamentale. Se non lo fa, pecca gravemente. Non per questo perde la sua effettiva Autorità dottrinale, ma perde in prestigio agli occhii di tutti, e questo rende più difficile riconoscerle la sua Autorità. Se ho citato Ario è stato per non sollevare polveroni citando Lutero o Calvino o Lefebvre o chi vuole Lei. Credo che non ci siano più ariani che possano offemdersi per l’affermazione che Ario era eretico.

  233. mauro scrive:

    Caro Francesco il libero arbitrio non è la capacità di scegliere ciò che è buono ma ciò che si ritiene essere buono, ovvero frutto del proprio pensiero proveniente dalle proprie conoscenze e soprattuto esperienze, diversamente non sarebbe libero ma vincolato ad una tesi prefissata, quella che in sintesi supporta: la morale cattolica. Non è un problema di vocabolario ma di concetto, “libero” è “essere senza vincoli di sorta” e la morale cattolica è e rimane un vincolo categorico.

    L’esempio dello stato attacccato serviva a farle capire che il libero arbitrio non era difendersi ma attaccare, ovvero decidere liberamente in base alla proprie convinzioni, nel caso specifico l’uso della forza contro qualcuno e su questo presupposto invadere l’altrui territorio, fatto avvenuto quando la Chiesa ha invaso i territori mussulmani.

    L’unico libero arbitrio nella religione, glielo devo dire ad onor di conoscenza, è attribuito a Dio in quanto essere onnisciente, che combacia con il libero arbitrio degli umani per quel conoscere e poter decidere liberamente, e Dio lo applica in giudizio sulla la vita di ogni credente. Ciò significa anche che nessun appartenente al cattolicesimo ha libero arbitrio in quando deve seguire le regole morali dettate da Dio e quando dico tutti, intendo nessun escluso, sono stato chiaro a sufficienza o debbo ritenere che Dio sia stato frainteso da qualche apostolo ed esse non si applicano a tutti?

    Mos (da cui morelem) è latino come ethica, evidentemente non s’è accorto che l’equivalente del mos latino non esiste in greco per cui in greco Ethos ha lo stesso significato di mos.
    Ma in latino essi hanno significati differenti e benchè entrambi si rifacciano alla consuetudine, mos corrisponde all’azione del rispetto, ethica all’insegnamento, allo stabilire, al determinare.
    Se lei traduce con google “morale” in greco e chiede una ricerca in italiano della parola greca trovata, essa ricompare trasformata in etica. Se guarda l’etimologia delle parole “etica” e “morale” su internet, compare la stessa differenza che le ho illustrato in quanto considera le due parole in latino pur evidenziando il greco Ethos alla voce etica. Faccia lei le sue cosiderazioni, secondo lo studio delle parole latine mos ed ethica non sono la stessa cosa e sopratutto non prevedono la medesima azione, che ripeto in italiano: morale rispetto delle regole, etica determinazione delle regole tramite il libero arbitrio, ovvero la libera scelta. Grazie per gli auguri.

  234. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Provo a fare un passo indietro per chiarire le questione. Il cattolicesimo mi propone un sistema di norme comportamentali: io, forte del mio libero arbitrio, posso decidere se accettare e seguire tale sistema, o meno. Forse così ci possiamo meglio intendere.
    La cultura, quindi la lingua, latina è quasi interamente ricalcata su quella greca.Qualunque manuale di letteratura classica Glielo può confermare. Usare il grecismo ethica per un romano era un preziosismo verbale. Taluni, traducendo in italiano certi testi latini in cui si trovano simili forestierismi vezzosi, li rendono col francese. Ovviamente i traduttori automatici di internet traducono le parole scegliendo, fra varie possibilità, quella più simile alla parola originale. Per questo se chiede la traduzione in greco di morale si otterrà la parola ethos, l’unica di significato corrispondente in greco. Facendo poi tradurre ethos in italiano, si otterrà etica perché tale è la parola italiana più simile a quella greca.
    Sia chiaro che il libero arbitrio è la possibilità di scegliere sia il bene che il male.

  235. mauro scrive:

    Caro Francesco il sistema di norme che propone il cattolicesimo può accettarlo o meno solo se lei non è cattolico, ovvero esercitare il suo libero arbitrio. Ma con il battesimo al libero arbitrio vengono tarpate le ali e si diventa cattolici definitivamente, pena l’apostasia della fede.
    Su questo blog ho tenuto diversi post in cui difendevo il libero arbitrio di accettare o meno il battesimo cattolico e battezzare chi è neonato e non maggiorenne (come avveniva ai tempi di Gesu’) è negarglielo. A me non interessa che i genitori siano favorevoli ed abbiano espresso tale convincimento autorizzando il battesimo perchè ogni persona è un individuo a sè è finchè non ha la capacità di intendere e volere non gli si può imporre una fede, fede che esprime una fiducia che può essere solo personale.

    Sarebbe come se i suoi genitori volessero che lei diventasse un ingegnere ma trovandosi lei nell’impegno dello studio ingegnieristico, si scoprisse filosofo e non adatto a svolgere quella professione. Se continuasse quello studio e non soddisfacesse le sue reali aspirazioni diventrebbe senza ombra di dubbio un cattivo ingegnere perchè i suoi avevano predistanato per lei, desiderandolo, una professione che non corrispondeva alla sua scelta.

    La parola mos,moris è solo latina, non ha un corrispettivo con quel significato in greco ed è stato adottata dalla religione cattolica (in quanto a Roma ed in territorio latino) con significato di “norma per il credente ” (o consuetudine del cattolico), che si relaziona al significato generalmente usato dagli scrittori romano-classici di “norma non scritta (o consueudine) di un popolo”.
    E’ probabile che ethica sia un grecismo di ethos e da esso provenga. Noi stessi in italia abbiamo parole con radici greche per aver ospitato nel territorio quelle popolazioni, ciò non toglie che il mos latino abbia un significato diverso da ethos perchè la radice è il latino ma-, misurare sinonimo di “regolare” da cui regola evidentemente, in quanto norma è “regola che si deve osservare”. In greco misurarere è metro, evidentemente diverso, vedi le nostre parole che da esso derivano, es.: metronotte, metronomo, metropolitana.

    Scrivi:”Sia chiaro che il libero arbitrio è la possibilità di scegliere sia il bene che il male.” No davvero, chiunque faccia una scelta ritiene che sia la migliore, ritenere che sia sbagliata (o rappresenti il male) è solo di chi osteggia quella scelta.
    Non esiste il concetto di “male” nelle scelte perchè esso è un concetto religioso che si contrappone al “bene”, due uniche scelte quando invece la vita propone sempre diverse scelte finalizzabili al raggiungimento dello scopo che ci si prefigge.
    Non conosco persona che possa affermare di aver scelto il male ma la peggior soluzione tra le tante disponibili.

  236. P.Danilo scrive:

    Mauro, quante volte glielo ho già detto: anziché farci perdere tempo con le sue elucubrazioni fantastiche perché non si mette a studiare la Metafisica, che non è né cattolica, né protestante, né altro, ma semplicemente universale. Il Cattolicesimo prende tutta la Metafisica universale, la purifica e la corrobora alla luce della Rivelazione ultima di Gesù che è i Cristo, e la ripropone come Suprema Sapienza. Lei, nel suo orgoglio luciferino, ammantato di belle maniere, si scaglia contro la Suprema Sapienza, e vorrebbe insegnare delle “cabale” a noi Cattolici? Ma che dico! Pretenderebbe di insegnare la lezione al Sommo Pontefice!

  237. mauro scrive:

    Caro P.Danilo, anche a lei Buona Pasqua, perchè s’arrabbia in un giorno così bello (non riferibile al tempo)?

    Ciò che mi preoccupa maggiormanete della metafisica è che non si trova dove sia andata a finire l’altra metà ( il prima) al fine di renderla pienamente fisica, terrena, visibile quanto palpabile.
    Perchè deve sapere che se la metafisica si interessa di ciò che ritiene essere eterno, se ci guardiamo in faccia, di imutabile nel mondo terreno non c’è proprio nulla, tutto è in movimento e trasformazione e quando ha detto che Dio è eterno, stabile e necessario il discorso inevitabilmente si conclude.

    Lei stesso ha scritto che nel breve finirà il mondo, ovvero ci sarà una traformazione soggetta ad un movimento, così come viene anticipato dalla Bibbia che verrà un nuovo mondo. Il bello è che ciò non rappresenta altro che le nostre piccole aspirazioni quotidiane quando, trovandoci in una determinata situzione, riteniamo che un domani non sarà piu’ così ed avverrà una traformazione in qualcosa di migliore. Tipico è il “Domani è un’altro giorno” di “Via col vento” in cui si prefigurava la fine della guerra ed il consequenziale ritorno alla serenità, e questo è solo un esempio fra i tanti.
    Credo piu’ opportuno che lei si ravveda e cominci a pensare che quel nuovo mondo in fondo è già arrivato, visto che fu preconizzato da coloro che sono ritenuti profeti, che in seguito Dio è già venuto sulla terra, e che il nuovo mondo, rappresentando anche un nuovo modo di concepire la vita, altro non è che la vita eterna che Dio dona agli uomini. Ma se lei vuol continuare a credere che finisca questo mondo per un intervento divino non può adottare il pensiero metafisico in quanto contrario alla caducità delle cose.

    Lei caro P.Danilo, vuol confondermi ma la sapienza (definizione aristoteliana) altro non è che la metafisica odierna e considerarla suprema per il provenire ed apprtenere a Dio, sconfessa la stessa metafisica in quanto essa rappresenta il pensiero elaborato dall’uomo. Lei deve decidere da quale parte stare perchè la sapienza è sempre sopra le normali considerazioni e rimane sempre in relazione con il pensiero umano, ovvero con le proprie convinzioni. “Suprema” era una marca di biciclette e se vuole usare una di quelle, è inevitabile che pedali, si dia parecchio da fare se vuole arrivare alla meta che si prefigge.

    La Cabala è un metodo alternativo alla metafisica ma anch’essa fallace perchè i rabbini presero da essa motivo per formalizzare una chimerica interpretazione della religione e della natura, tanto audace che oggi la cabala rappresenta l’arte di “indovinare i numeri”, logica conseguenza e sviluppo di un’autentica chimera dell’intelletto umano. Non è certo interpretando che si raggiunge la sapienza perchè inevitabilmente si finisce per “dare i numeri”.

    Si immagini se io pretenda di insegnare al Sommo Pontefice. Egli è un uomo come me che per vicende proprie ha scelto un strada diversa dalla mia, ha studiato su libri diversi dai miei, ha strappato la pagina dove si diceva che etica non significa morale, ha recepito dal CCC che si andava battezzati fin da bambini quando i libri in cui ha studiato dicevano che Gesu’, come tutti, si battezzò in età adulta, ha cancellato il libero arbitrio dalla mente dell’uomo benchè Gesu’ avesse lasciato libertà di scelta nella vita, ha cancellato che si debba seguire le Leggi del proprio popolo.
    Lui stesso ha deciso di evitare il mondo umano che lo stesso Gesu’ visse sulla terra e mi par logico che continui a crogiolarsi nelle sue convinzioni perchè ciascuno di noi verrà giudicato da Dio per quello che farà o penserà nella vita e se lo Spirito Santo, che gli è tanto vicino per l’appartenenza della Chiesa a Dio, non gli suggerisce che non è come pensa, direi che Dio sarà imparziale con tutti.

  238. azzurra scrive:

    Caro Mauro….scusami eh!….ma non ti sembra che sia tempo per te di darci un taglio? Non puoi accusare P. Danilo di colpe che non ha, anzi che dico, non puoi E NON potrai mai sminuire il Cattolicesimo e l’UNICA CHIESA VOLUTA E FONDATA da Cristo ovvero la Chiesa Cattolica Apostolica Romana.

    E poi che modo…il tuo quello del bo.mario, di sal e di tanti altri…colpite senza ritegno, offendete con diffamazioni e menzogne il Magistero, il Vangelo, il Primato di Pietro….e poi accusate di mancanza di rispetto o di “dialogo” chi subisce tutto ciò da voi …..ma l’importante per voi alla fine finire la sc orpacciata di menzogne e basse insinuazioni con un saluto ..insomma credete di farla sempre franca davanti agli occhi di chi vi legge….suvvia…..un po’ di rispetto!!

  239. mauro scrive:

    Cara Azzurra, La Chiesa non è stata fondata da Dio ma dagli uomini che vedevano la possibilità di instaurare un potere in suo nome, essere superiore all’umanità tutta, così come di combattere chi si opponeva a loro e l’hanno fatto duramente. Però ciò era contrario alla benevolenza che Dio portava verso tutti gli uomimi ed che a noi richiedeva di riversare ai nostri simili.

    Mi sembra invece che il rispetto di Dio manchi in loro perchè hanno travisato (e continuano ancora a farlo) la benevolenza in ostilità verso il diverso (il non cattolico), come se Gesu’ non avesse detto di porgere l’altra guancia, ovvero di non cercare il punto d’onore per l’avversione, la rivincita, fino ad arrivare allo scontro.

    P.Danilo chiama “fantastiche elucubrazioni” i miei scritti però non è in grado di contestarne il pensiero perchè in esso non vi è traccia di supposizioni o convinzioni come è invece l’interpretazione delle sacre scritture, il negoziarle alla luce di un pensiero umano quando evidentemente Dio si era fatto uomo perchè gli uomini ben capissero cosa diceva loro e non vi fosse occorrenza di un interprete fra Lui e gli uomini. Se dopo la morte di Gesu’ occorre un interprete (la Chiesa), è evidente che la Chiesa si è attrubuita, con l’inganno, un potere che Dio stesso non aveva concesso a nessuno per quel esprimere all’uomo direttamente il suo pensiero.

    Buona Pasqua, cara azzurra

  240. Francesco1 scrive:

    …La Chiesa non è stata fondata da Dio ma dagli uomini che vedevano la possibilità di instaurare un potere in suo nome,

    ——

    Se lei è veramente convinto di ciò, non si capisce perchè venga qui a discutere in “campo cattolico” di qualcosa a cui non crede o che ritiene pura “invenzione” umana.

    Capisco che oggi il fatto che molti autorevoli cattolici ( non ultimi certi porporati e certi teologi o anche certi religiosi o sedicenti tali ) facciano di tutto per avvalorare questa affermazione, ma la Chiesa è e resta Corpo di Cristo che l’ha fondata e riscattata col suo sangue e che continua a proteggerla malgrado tutto col suo perenne Sacrificio che si rinnova quotidianamente sugli altari, anche se molti untori e inventori di nuovi cammini di “fede” negano con decisione e arroganza che questo Sacrificio si rinnovi allorquando si celebra la Santa Messa.

    Mauro, si dia una calmata e cerchi di ragionare con la sua testa e non con le frasi di propaganda di certa cultura salottiera di sinistra che ha fatto più danni ( al,la stessa sedicente sinistra) di uno tsunami…

  241. azzurra scrive:

    Caro Mauro….in merito al tuo ultimo post, non c’è molto da dire….ti sei espresso per quel che sei veramente, uno che storpia le Parole… anzi no, che dico uno che storpia che nega i Comandi di Gesù dati ai Suoi Apostoli.

    ” Tu sei Pietro e su questa Pietra edificherò la Mia Chiesa, a te darò le Chiavi e tutto quello che sarà sciolto sulla terra sarà sciolto anche in Cielo, e tutto quello che verrà legato sulla terra sarà legato anche in Cielo…”

    ” Andate Battezzate nel Nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo, chi crederà sarà salvo chi non crederà non sarà salvo ”

    …..mi pare che parole così chiare, non abbiano bisogno ne’ di interpreti, ne’ di esegeti…..il bello è che Gesù non ha detto questo in versione Parabola….sono parole chiare e precise!!

    A voler a tutti i costi interpretarle come volete fare voi, ci fate sempre e comunque una brutta figura…e di IMBROGLIONI e di FALSI MAESTRI quelli DENUNCIATI e sempre combattuti dalla Chiesa Cattolica Apostolica Romana… L’UNICA CON IL MANDATO DI CRISTO in persona!

    Ecco svelatone il motivo della vostra insistenza e del vostro odio (a volte sottile a volte chiaro) nel dire che la Chiesa Cattollica è un’interpretazione umana e che Cristo non avrebbe dato a Lei (ovvero Santa Romana Chiesa)l’incarico di cui si fece PERFETTA IMMAGINE DI CRISTO NEI SECOLI….questo però resta e resterà sempre l’interpretazione dei falsi maestri di tutti i tempi!!!

    GESU’ CRISTO HA VINTO PER SEMPRE LE TENEBRE DEL PECCATO E DELLA MORTE….ma sapeva pure che molti si sarebbero persi….la Preghiera dell’Orto degli Ulivi, la sofferenza di quelle ore dove Lui il Re dei Re, pianse soffrì a causa dei molti che comunque sia, non avrebbero voluto benificiare del Suo Supremo Sacrificio, a tal punto da provocare in lui, l’EMOTIDROSI ovvero un rarissimo evento di sudore misto a sangue, ricordato nei Vangeli da S. Luca…. che era medico oltretutto!!

    Buona Pasqua anche a te….sempre se sai di cosa stiamo parlando e di chi e perciò anche di cosa ha detto ai Suoi!

  242. mauro scrive:

    Cara Azzurra, il fondamento poteva essere solo cio che predicava Gesu’e Lui stesso per proporlo agli uomini, non altri od altro, oltre al fatto che Ekklesia non è Chiesa ma invito [a convertirsi, perchè è ciò che chiedeva agli uomini].

    E proprio per quell’invito, a cui si aderisce, c’è una comunione di intenti (in assemblea o popolo) che ha un solo ed unico maestro, Dio.
    E Gesu’ stesso l’ha detto, insegnando la comunione dei credenti in Dio ai propri apostoli (riuniti in assemblea nell’ultima cena) prima di essere tradito da Giuda Iscariosta ed essere arrestato. Quel pane e vino, che “rappresentano” il corpo ed il sangue non sono quelli di Gesu’ perchè Egli era presente e chiunque avrebbe detto che era fuori di senno se affermava che fossero i suoi.
    E fuor di dubbio che occorre rifarsi al “Verbo che si fece carne”, ovvero alla Parola che fu rivelata da Dio e “il chi mangia la mia carne e berrà il mio sangue avrà vita eterna” è “chi si sazia della mia Parola avrà vita eterna. Perchè è futile far passare Gesu’ per “verbo” quando verbum è notizia, comunicazione e farsi carne è prendere sostanza, manifestarsi. Gesu’ è e rimane sempre colui [Dio]che porta la notizia, la buona novella e per tale motivo si è fatto uomo.

    Prova ad immaginare se Dio, fattosi uomo, venga sulla terra ad insegnare come otterere la vita eterna, ovvero quali regole seguire, e poi dica a Pietro di fare come gli pare che a Lui andrà sempre bene! Comanda Pietro o Dio? Comanda L’uomo o Dio? Ciò è inconcepibile perchè Dio sa tutto di noi e non ha certo bisogno che qualcuno gli dica che, ad. es. quel certo “tipetto” non ha rispettato le regole. Quella frase è una taroccatura perchè Dio avrebbe, al limite, dovuto esprimerla al contrario proprio perchè Lui aveva dato le Leggi all’uomo non l’uomo proposte a Dio con l’intendimento di variarle nel tempo.

    Sarebbe inoltre, come se il tuo datore di lavoro ti dicesse di seguire il regolamento, te lo desse da studiare, ti dicesse che se non lo rispetti ti licenzierà (ovvero su quello baserà il proprio giudizio negativo), e poi lui stesso ti dicesse che se lo cambi (ovvero non lo rispetti) sarebbe d’accordo con te.

    Le chiavi del Regno sono le regole che Dio ha dato all’uomo e che vengono consegnate a Pietro affinchè ne sia il garante. Altro punto che conferma quanto ho scritto precedentemente.

    La Chiesa non deve combattere nessuno e non ha alcun nemico perchè Gesu’ disse di porgere l’altra guancia (ovvero di non rivalersi) a colui che pensava ed agiva diversamente in quanto gli uomini dovevano essere accomunati dalla benevolenza che Dio stesso aveva per loro. Però la Chiesa ha visto dappertutto questi nemici, li ha combattuti ed uccisi. Affermare che la Chiesa è stata voluta da Dio è chiaramente falso per quella benevolenza che non riserva verso chi pensa in maniera diversa.

  243. mauro scrive:

    Caro Francesco1, se permette io faccio parte dell’umanità e vedo nelle tesi che propone la Chiesa Cattolica, avverse al cristianesimo ed ai suoi valori, un pericolo incombente. Lei invece appartiene al cattolicesimo di cui si fa portatrice la Chiesa Cattolica.
    Se permette ancora una volta, se la Chiesa Cattolica ha cominciato ad interessarsi di ciò che non appartiene al campo spirituale, mi sento autorizzato ad invadere il loro campo.

    Sugli altari non si rinnova nessun sacrificio ma si riunisce l’assemblea dei credenti in Dio, così come erano riuniti in assemblea gli apostoli con Dio in occasione dell’ultima cena.
    Cosa alquanto ovvia: perchè istituire e celebrare la Pasqua quando avviene quel sacrificio in ogni giorno dell’anno?

    La può chiamare difesa, istinto di conservazione ma non hanno partiti politici o culture da foraggiare. Perciò eviti di considerare di parte ciò che è naturale.
    Considerare qualcuno di destra o sinistra serve solo a foraggiare lo scontro e ciò esula dal ritenersi cristiano.

  244. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Io da battezzato posso decidere se vivere da cristiano o meno: se credo, il Battesimo ricevuto da bambino non mi dà fastidio; se non credo, un rituale con acqua e olio non dovrebbe darmi fastidio, allo stesso modo in cui non darà fastidio ad un grande attore una recita scolastica artisticamente brutta fatta da bambino alla scuola elementare (e non intendo una recita natalizia, ma un semplice spettacolino di fine anno scolastico).
    Anche in quanto cattolico posso non seguire il sistema comportamentale della mia religione: posso infatti peccare e, quando mi sarò convinto che sarebbe stato meglio seguirlo, allora potrò lavarmi la coscienza e ricominciare il cammino a partire dall’accettazione del sistema comportamentale.
    Non credo si sempre vero che le persone non facciano ciò che ritengono essere male: crede Lei che il prete pedofilo sia convinto di essere nel giusto quando compie le sue nefandezze? Eppure le compie.

  245. mauro scrive:

    Caro Francesco, lei predilige un cristianesimo che le permetta di fare tutto ciò che crede fino a quando si renderà conto di aver sbagliato. Ottima politica ma pessimo credente perchè, come piu’ avanti scrive, chi pecca non è convinto di essere nel giusto (suo riferimento al sacerdote pedofilo). Questo comportamento si chiama puro opportunismo che si identifica con il comportamente di un ateo che si ravveda. Che ci sia una religione da seguire non le crea un obbligo ma solo una necessità di prendere l’occasione al volo, quando del caso.

    La religione è qualcos’altro. E’ in definitiva aver cura di sè stessi, non permettere che comportamenti perniciosi e malevoli entrino a far parte di noi e possano renderci tanto insensibili e duri da non accorgerci che procurano danno, oltre agli altri, a noi stessi.
    Questa è la base di ogni religione sulla terra, qualunque nome porti.

    Peccare non è solo sbagliare (comportamento invero umano) ma anche capire dove si è sbagliato, porvi rimedio e pentirsi che deve escludere il ripetersi di quel peccato (intendo quelli piu’ gravi).

    Finchè uno, (esempio) fa il mafioso, uccide a destra ed a manca senza alcuna considerazione di ciò che compie, per il ripetersi continuo del gesto omicida, non posso pensare che egli, se si pente, possa essere accettato da Dio, anche se (le cronache lo dimostrano) ha il vangelo, un altarino, centianaia di santini che lo portano ad essere particolarmente religioso.

    C’è sempre un confine da non travalicare ma certo nè il comportamento duplice del mafioso, nè il ritenere di abbracciare la religione solo al momento opportuno fanno sì che si possa considerare che si è avuto riguardo verso sè stessi e conseguentemente verso gli altri.
    Ciò non è solo contrario al cristianesimo ma nega Dio stesso perchè si ritiene che Egli ci dia salvezza in ogni momento e sia sufficiente bussare alla Sua porta per ottenerla.

    Provi a fare mente locale. La tesi che Dio conceda salvezza in ogni momento è il cavallo di battaglia della Chiesa Cattolica.
    Il piu’ acerrimo nemico (adotto il termine che loro usano normalmente, in realtà sarebbe “oppositore”) della Chiesa Cattolica viene salvato da Dio se egli si pente ed abbraccia il cattolicesimo.

    Secondo il mio parere c’è qualcosa non va!

  246. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Potrebbe leggere le Questioni sulla morale cattolica del Manzoni (cito a memoria, il titolo potrebbe non essere esatto). Comunque: posso fare l’esempio del ladrone pentitosi sulla croce. Egli, pur avendo sempre vissuto male, si pentì all’ultimo momento e riconobbe il Cristo. Egli (il ladrone) ebbe, da vivo, la certezza di risorgere in Paradiso (“Tu oggi sarai con Me”): certezza che nemmeno gli Apostoli ebbero.
    Ovviamente è meglio vivere bene per tutta la vita, ma la misericordia di Dio è infinita (come nel Salmo:”Quoniam in aeternum misericordia Ejus”). Se un uomo si pente al’ultimo momento, con sincerità, Dio è ben felice di accoglierlo. “Omnes qui quaeritis, inveniris” “Bussate, e vi sarà aperto”. Dio non attende altroche il nostro consenso per accoglierci “all’ombra delle Sue ali”.
    Si potrebbe obiettare (è già stato fatto) che una tale dottrina non porta ordine nella società. Questa è una riprova che il Cristianesimo non guarda a questo mondo, ma a quell’altro. “Io non sono un re di questo mondo”.
    Non credo comunque che una persona possa programmare di pentirsi in extremis: costui è già in mano del Maligno e, al momento opportuno, non accoglierà la Grazia di Dio.
    A parte questo, ritengo che sia legittimo per il cristiano sperare che l’Inferno sia vuoto e tutti gli uomini saranno salvati (legga, se Le interessa, Sperare per tutti di von Balthasar, ed. Jacabook).

  247. mauro scrive:

    Caro Francesco, su quel mio “secondo il mio parere c’è qualcosa che non Va!”, è presto detto.

    Ognuno di noi coltiva il proprio pensiero e ritiene che esso rappresenti il bene per sè stesso. E’ evidente che può essere religoso ma non è mai in opposizione come invece dice la Chiesa, è solo diverso perchè si basa su altri valori.
    E’ evidente che se si dovesse passare da un concetto religioso ad un altro, ovvero cambiare confessione, non vi è mai un pentimento ma una diversa considerazione per il non vedere piu’ in quella che si lascia la propria realizzazione, il proprio bene.
    La religione è un concetto umano: è il ritenere che qualcosa ci sia oltre il tangibile, qualcosa che ha determinato tutto il creato e quindi sia superiore all’uomo. Questo pensiero è proprio di tutta l’umanità e ciò fa sì che piu’ idee lo possano aver trasferito in un piano pienamente umano assegnando ad esse delle norme di comportamento verso l’essere superiore, che si ripercuotono anche verso gli altri, e degli imperativi che lo definiscono.

    Non è dato all’umanità sapere se queste diverse definizioni (di essere superiore e norme di comportamento) siano vere perchè ogni pensiero religioso si è sviluppato in modo diseguale basandosi su altrettanto diverse rivelazioni oggettive o sogettive.

    Ogni religione è pertanto vera se si accettano i suoi postulati così come è falsa se si ritene che vada contro le proprie aspettative di bene. Ma questo vuol anche dire che offrire la salvezza a chi si “pente”, come ritiene il cristianesimo, diviene inconcepibile.

    Se si seguiva validamente un diverso concetto religioso non vi era errore e la salvezza che offre la religione cattolica gli appartiene, se invece quel concetto religioso precedente già lo calpestava, quella salvezza non gli spetta.
    Ed è evidente che ciò è valido anche per chi rimane nella stessa confessione perchè se uno, esempio, uccide, quella salvezza non gli arriverà mai.

    Il (buon)ladrone considerava che la vita fosse estranea ad un concetto religioso, come fosse oggi un ateo, e la salvezza viene lui data perchè egli è nella condizione di coloro che seguivano il paganesimo e si converte alla religione (… cristiana), nella considerazione che il paganesimo offriva, allo stesso momento, molteplici punti di vista codificanti il medesimo significato (potendo invocare sia Zeus che Iside, ovvero due diversi concetti religiosi contemporaneamente), contrario a ritenere che solo un essere superiore avesse determinato il creato.

  248. mauro scrive:

    Caro Francesco, continuo…

    tutto ciò che ha riportato è consequenziale al convertirsi dal paganesimo, che prima le ho illustrato, o dall’ateismo, non che qualcuno cambi religione o che essendo cattolico, si penta ed abbia accesso alla salvezza. Gesu’ intendeva e parlava del paganesimo e solo a quello si riferiva perchè quella era la sua missione sulla terra.

    Certamente non porta ordine perchè, considerando ciò che lei scrive, mette in contrapposizione una religione con l’altra. Se lei crede che il cristianesimo guardi all’altro mondo, si sbaglia perchè si ritiene vera ed unica (nessuna lo è), si interessa di cambiare le regole dettate da ciascun popolo quando nel Vangelo è scritto che ogni uomo deve seguire le Leggi del proprio popolo. Il cristianesimo non è accompagnare l’uomo nel’aldilà ma indicargli cosa deve fare nella vita. A questo, ripeto, provvedono le Leggi di ogni popolo che, secondo il Vangelo, vanno rispettate.

    Come ho già scritto in altri post, l’inferno non è mai esistito. La punizione non la dà Dio ma se l’attribuisce l’uomo stesso non convertendosi ad un unico Dio. Ciò facendo rimane negli INFERI e gli è precluso il Regno dei Cieli (mancata resurrezione del corpo), INFERI dove discese Gesu’ per annunciare, a coloro che volevano convertirsi, che Dio aveva previsto per loro la salvezza. Si guardi il canone 631 considerando che INFERI diventa improvvisamente ed improvvidamente INFERNO quando vi dicende Gesu’.

    Gli INFERI sono sempre esistiti, lì i corpi si mettono ancora oggi (oggi li chiamiamo cimiteri, sacrari etc.) ma non mi venga a dire che sono all’INFERNO perchè ci sono anche coloro che hanno fatto il bene.

  249. emiliano scrive:

    mauro Scrive: April 5th, 2010 at 2:09 pm

    Caro Francesco1, se permette io faccio parte dell’umanità e vedo nelle tesi che propone la Chiesa Cattolica, avverse al cristianesimo ed ai suoi valori, un pericolo incombente. Lei invece appartiene al cattolicesimo di cui si fa portatrice la Chiesa Cattolica.
    Se permette ancora una volta, se la Chiesa Cattolica ha cominciato ad interessarsi di ciò che non appartiene al campo spirituale, mi sento autorizzato ad invadere il loro campo.

    Sugli altari non si rinnova nessun sacrificio ma si riunisce l’assemblea dei credenti in Dio, così come erano riuniti in assemblea gli apostoli con Dio in occasione dell’ultima cena.
    Cosa alquanto ovvia: perchè istituire e celebrare la Pasqua quando avviene quel sacrificio in ogni giorno dell’anno?

    ma lei è un eretico?un tdg? sa di cosa sta parlando?non si rinnova il sacrificio eucaaristico?ne ha le prove? povero ateo.

  250. emiliano scrive:

    Sal Scrive: April 1st, 2010 at 2:12 am

    ……………..Ma io sono persona seria anche se sbattezzato e non cattolico
    guardi che lei non può considerarsi sbattezzato. il battesimo è un saramento e come tale è indelebile!!!!!!!!pùo definirsi non praticante non cattolico,mA SEMPRE BATTEZZATO RIMANE PER LA CHIESA ANCHE SE HA FATTO RICHIESTA viene recata una nota sul registro del battesimo la sua richiesta di non appartenza alla chiesa e basta!!!!!!non esiste lo sbattezzo!!!!!!!!!!!!scusi ma oltre che ateo anche ignorante in materia! e poi vuole attaccare la chiesa con tesi e dialoghi che non reggono mezzosecondo!!!!!!!Dio la perdoni per le sue eresie!

  251. mauro scrive:

    Caro emiliano, se non riesce a leggere e capire quello che scrivo, non se la prenda con me ma con sè stesso.

    sinteticamente: Gesu’ prese del pane azimo e disse questo “è” il mio corpo. Purtroppo solo “rappresentava” il suo corpo perchè egli era presente e non stava spezzando il suo corpo per darlo agli apostoli. Ciò vale anche per il sangue.

    Ciò significa che chiedeva agli apostoli di entrare in comunione con lui, ovvero richiedeva la partecipazione intima al cristianesimo che era rappresentato dalla sua persona fatta di corpo-sostanza e sangue-fonte di vita per quella vera nuova vita che Dio aveva destinato agli uomini.

    Il sacrifico di Gesu’ è venuto dopo quella cena e se gli apostoli ancora non ne sapevano nulla, come fa a dire che è il sacrificio eucaristico?

    Pura invenzione!

  252. azzurra scrive:

    @ Mauro ma che stai dicendo???????

    allora un conto è parlare di cose serie un conto dire eresie

    poi se tu non credi non vedo perchè ti rifai al Vangelo.

    Gesù HA DETTO: questo è il Mio Corpo OFFERTO IN SACRIFICIO PER VOI….E HA spezzato IL PANE azzimo POI HA DETTO:
    Questo è il Mio Sangue VERSATO PER VOI…. FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME.

    Mauro RICORDI NEVVERO quando Gesù lo ha detto…e RICORDI che E’ STATO di Giovedì cioè il giorno prima di venerdì, VALE A DIRE qualche ora prima del suo arresto, e RICORDI che e’ stato proprio di venerdì, ovvero qualche ora più tardi dello SPEZZARE QUEL PANE AZZIMO, è stato FLAGELLATO, CROCIFISSO QUINDI IN TUTTA EVIDENZA GESU’ HA OFFERTO IL SUO CORPO E VERSATO IL SUO SANGUE e QUEL

    ” FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME” cosa significa…se non rinnovare quel estremo Sacrificio SALVIFICO?

    Mauro mi meraviglio di te e non nego che i tuoi discorsi contorti mi fanno sentire male….

  253. anniballo scrive:

    Forse, don Ganswein era assente….
    A Famiglia Cristiana (che rivendica il coraggio della Santa Sede di occuparsi dei fenomeni di pedofilia tra le sue greggi come nessun altro Stato fa), risponderei che lo Stato Pontificio e le sue diramazioni nel mondo sono, per motivo della fede che rappresentano (e che dovrebbero anche praticare), uno Stato Etico, il massimo rappresentante del Cristianesimo, che non mi pare preveda la pratica della pedofilia e la pratica dell’omertà e della copertura dei pedofili. Il Vaticano dovrebbe essere il faro del Bene per l’umanità, non un lumicino, non un cerino che ogni tanto si accende o che si pretende di far brillare con la sola liturgia, o con altre meritevoli (questo si) opere benefiche. Nessuna opera benefica, nessuna liturgia in pompa magna può cancellare il peccato di pedofilia, di omertà e di copertura della pedofila. Le attenzioni morbose di alcuni ministri del culto cattolici verso i bambini ci sono sempre state e c’è sempre stata, ahimé, omertà e implicita difesa dei preti pedofili da parte delle gerarchie ecclesiastiche ed è questo il guaio, questa l’accusa per le terribili colpe di chi sapeva e copriva tutto (in passato, Papi compresi) per non far scoppiare scandali, per non dover pagare, per poter sbandierare una superiore (e falsa come il peccato) purezza intellettuale e spirituale. Le colpe immonde di alcuni sono così diventate le colpe immonde della Chiesa stessa. Come si può predicare il bene e difendere di nascosto il male?

  254. mauro scrive:

    Cara Azzurra, non so dove tu abbia preso “Questo è il mio corpo offerto in sacrificio per voi” e ” Questo è il mio sangue versato per voi”.

    La CEI afferma (Luca 22): “questo è il mio corpo che è dato per voi; fatelo (mangiatene o nutritevi) per ricordarmi” e “questo calice è l’alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi”.

    Traducendo:”questo [pane] rappresenta il mio corpo (la mia sostanza, ovvero la Verità di una una vita eterna) che viene a voi dato (a); ” e “questo calice rappresenta il sacrificio con il quale Mosè ed il suo popolo suggellarono l’alleanza con Dio, sacrificio che è stato sostenuto (o speso) per voi.

    Il pane è simbolo di speranza ed accoglienza. Speranza che ogni cristiano alimenta per il non ritenere che la vita cessi; accoglienza che rappresenta quella che Dio riserva a chi elegge Lui come unico Dio.
    Il calice rappresenta la vita, quell’offerta di una nuova vita che mai terminerà.

    Se stai male mi dispiace ma pane e calice sono e rimangono sempre due simboli che significano speranza, accoglienza, vita,quelle su cui Gesu’ basò la sua predicazione rivolgendosi agli uomini.

  255. mauro scrive:

    Caro Emiliano, lei vuole insistere anche con Sal a sua vanagloria.

    Il pedobattesimo essendo imposto, ovvero non voluto da chi lo riceve, non è valido. Lo sbattezzo, far annotare che non si appartiene piu’ alla Chiesa cattolica, è obbligatorio secondo quanto dispone il provvedimento del garante sulla Privacy del 13 settembre 1999, peraltro confermato da un decreto del tribunale di Padova del 29 maggio 2000.

    Se permette il Vaticano quando esercita le proprie funzioni sui cittadini italiani è soggetto alle Leggi dello Stato italiano. Se lo Stato (di cui il garante della Privacy ne è istituzione di controllo) afferma che, sulla base di una richiesta formale alla parrocchia in cui si è stati battezzati, non si appartiene piu’ alla Chiesa Cattolica, detta parrocchia non può opporsi ed anche se lo ritenesse ancora appartenente alla Chiesa, ciò non ha alcun valore giuridico ovvero non può pretendere alcun diritto nell’annoverarlo fra le Sue fila.

    Ed in piu’ il battesimo, Gesu’ stesso insegna e lo richiese, lo si riceveva in età adulta, così come fecero i primi cristiani, facendolo precedere, peraltro, da un congruo periodo da catecumenato (percorso di formazione ed iniziazione al battesimo).
    Questo comportamento mostra quanta serietà vi fosse nella decisione di abbracciare il cristianesimo e quanta altrettanto serietà vi fosse nella comunità che accettava il futuro neocristiano.
    Lei mi viene a dire che il battesimo è INDELEBILE però devo dirle che, religiosamente parlando, vi è il marchio di una immoralità diffusa nel battezzare un neonato, incapacace di decidere se abbracciare o meno il Cristianesimo.

    Però è strano! Non era affatto raro il caso che i primi cristiani posticipassero il battesimo tanto da arrivare fin in punto di morte al fine di giungere piu’ puri a Dio. Però è ancor piu’ strano che oggi si pratichi il pedobattesimo che non permette di giungere a Dio con quel grado di purezza di chi lo riceveva quasi in punto di morte. E’ ovvio che questi metodi rappresentano i limiti estremi del battesimo che aveva insegnato Gesu’: nè troppo presto, nè troppo tardi, ovvero al momento giusto della maturità.

  256. Salvatore scrive:

    Bello, il post di Aniballo, lo ripropongo, per la sua efficacia.
    A quelli che rivendicano “ il coraggio” della Santa Sede di occuparsi dei fenomeni di pedofilia tra le sue greggi, come nessun altro Stato fa, risponderei che lo Stato Pontificio e le sue diramazioni nel mondo sono, per motivo della fede che rappresentano (e che dovrebbero anche praticare), uno Stato Etico, il massimo rappresentante del Cristianesimo, che non mi pare preveda la pratica della pedofilia e la pratica dell’omertà e della copertura dei pedofili.
    Il Vaticano dovrebbe essere il faro del Bene per l’umanità, non un lumicino, non un cerino che ogni tanto si accende o che si pretende di far brillare con la sola liturgia, [o con altre meritevoli (questo si) opere benefiche]. Nessuna opera benefica, nessuna liturgia in pompa magna può cancellare il peccato di pedofilia, di omertà e di copertura della pedofilìa. Le attenzioni morbose di alcuni ministri del culto cattolici verso i bambini e le donne ci sono sempre state e c’è sempre stata, ahimé, omertà e implicita difesa dei preti pedofili da parte delle gerarchie ecclesiastiche ed è questo il guaio, questa l’accusa per le terribili colpe di chi sapeva e copriva tutto (in passato, Papi compresi) per non far scoppiare scandali, per non dover pagare, per poter sbandierare una superiore (e falsa come il peccato) purezza intellettuale e spirituale.
    Le colpe immonde di alcuni sono così diventate le colpe immonde della Chiesa stessa.
    Come si può predicare il bene e difendere di nascosto il male?

  257. Francesco scrive:

    @ Mauro
    Come ebbi già modo di dire in passato, Lei considera la religione solo nel suo aspetto terreno: quello dell’indicare e seguire il retto comportamento nella vita. Ebbene, già San Paolo affermò che l’essenza del cristianesimo sta nella resurrezione, la quale avviene non naturalmente ma per opera della libera Volontà di Dio.
    Tale resurrezione alla vita eterna, resa possibile per il genere umano dalla Redenzione cristica, è resa possibile per ogni singolo uomo dalla Fede in Cristo Risorto e Redentore. La Fede si nutre di opere e produce opere.
    A Dio interessa prima di tutto la salvezza di ciascun Suo figlio, quindi non rifiuta certo la Sua Grazia a colui che, anche dopo una vita empia e scellerata, si rivolge a Lui come al Redentore. Così fece il ladrone.
    Per l’inferno siamo abbastanza d’accordo: esso non è voluto da Dio, ma dall’orgoglio dei peccatori, i quali rifiutano l’Amore di Dio.

  258. mauro scrive:

    Caro Francesco, forse mi ha letto male. Io ho sempre sostenuto che il Vangelo dice che si devono seguire le leggi del proprio popolo e ciò conferma che il cristianesimo, essendo religione, è rivolto all’aspetto spirituale.

    E’ la Chiesa cattolica, invece, che si interessa di politica, in principal modo quella italiana (leggi del popolo italiano e loro formazione richiedendo che si rispettino i concetti cattolici), evidentemente in contrasto con quanto afferma il Vangelo.