Quel volto nel bimbo abortito

“Ogni bambino non nato, ma condannato ingiustamente ad essere abortito, ha il volto di Gesù Cristo, ha il volto del Signore, che prima ancora di nascere, e poi appena nato ha sperimentato il rifiuto del mondo. E ogni anziano … anche se infermo o alla fine dei suoi giorni, porta in sé il volto di Cristo. Non si possono scartare, come ci propone la cultura dello scarto! Non si possono scartare!”

Lo ha detto a fine mattinata Papa Francesco ricevendo i ginecologi cattolici.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

272 risposte a Quel volto nel bimbo abortito

  1. timorato scrive:

    una rondine non fa primavera, lo dico, anche con grande considerazione e
    senza nessuna disperazione o demonizzazione di Francesco I, proprio
    perché -come diceva Mons.Lefebure: il Clero postconciliare è più vittima
    che carnefice: vittima di quelle incursioni culturali, che senz’altro fanno
    dire cose sbagliate -agli stessi pontefici- ma che non vincono poi alla fine!
    come possiamo notare, da questa “rondine” ( il discorso suddetto) che
    tuttavia ci deve incitare alla Speranza!!!!

    Da queste belle reazioni -come quella citata dal Dott.Tornielli- i tradizionalisti
    ( veri e impegnati non a fare moralismo ma: riflessione!!!) hanno sempre
    scartato ogni tesi sedevacantista, proprio per dire che, si gli errori ci sono,
    li commette in primo luogo il Papa, ma con ciò Cristo Salvatore non ha abbandonato
    la Sua Chiesa!

    Pertatanto, se da un lato dobbiamo condannare gli errori nella LORO OGGETTIVITA’
    anche quelli commessi da un Papa -come l’attuale e i suoi vicini Predecessori-;
    dall’altro, DOBBIAMO PRINCIPALMENTE PREGARE per il Papa, affinché pienamente, prepotentemente, gloriosamente scenda su di Lui lo Spirito Santificatore,
    Spirito di Verita e di Grazia!

    Questa deve essere la principale preoccupazione per ogni cattolico!

    • Reginaldus scrive:

      Caro Timorato,
      un papa che commette errori a spron battuto in ogni circostanza e in ogni occasione…come fate a crederlo papa? Duemila anni -60 di dottrina sulla infallibilità pontificia, sulla missione non eludibile del magistero delle Chiavi…sigillato il tutto da un pronunciamento anche ‘solenne’, buttati a mare per salvare questi qui ??? Davvero ‘mysterium iniquitatis’ a fronte del ‘mistero di verità e d’amore’ manifestato da Dio nella ‘sua’ Chiesa! No, io non posso accettarlo, NON CI STO, ché altrimenti chinare il capo dovrei e ‘credere e obbedire’. Prima Sedes a nemine iudicatur…

      • timorato scrive:

        x Reginaldus
        ———————————————-
        “Prima sedes a nemine judicatur”

        Uso ed Abuso

        di G. L. G.

        Con costernazione ritrovo in un articolo, per altro pregevole, di S. Ecc. Mons. Bernard Tissier de Mallerais, della Fraternità Sacerdotale San Pio X, il disinvolto/stravolto uso strumentale, (per evitare di approfondire un problema spinoso), del noto detto «Prima sedes a nemine judicatur», («La Sede Apostolica Romana non può essere giudicata da nessuno») [canone 1404 del Codice di Diritto Canonico attualmente in vigore].

        http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV592_GLG_Prima_sedes.html

        • Reginaldus scrive:

          comunque, Timorato, non credo sia un abuso credere che per ‘ prima sedes’ si debba intendere davvero la ‘prima sedes’, occupata da un Cattolico, di vera fede cattolica, e non da un Inviato della Loggia…Un non-cattolico che occupasse la prima sedes, vi sedrebbe da abusivio e quindi la Sedes risulterebbe vuota, ‘vacante’….. Lo dice anche Paolo IV… molto prima di noi sedevacantisti attuali… E lo dce la ragione: come può un non-cattolico essere a capo della Chiesa cattolica (intendo, vero cattolico e vera Chiesa )? E se non si recide il capo al serpente – fuori metafora, disconoscere come papa un falso papa – come si può sperare di renderlo innocuo???

          • timorato scrive:

            x reginaldus

            il problema è sempre quello:

            non abbiamo nessuna prova provata
            che venga dalla Loggia!

      • italicus scrive:

        povero reginaldus…
        davvero potresti tenere per te le tue fantasticherie talmente pessimistiche che solo accennate diventano offensive…
        è proprio così problematico per te credere e obbedire?
        ti auguro di provare la gioia semplice di credere con semplicità
        e senza “mal di testa”! auguri di cuore.

  2. macv scrive:

    Lo ha detto ai ginecologi cattolici.

    I ginecologi cattolici…!!! questo discorso mi sa tanto di contentino per coloro che ci tengono tanto a sciocchezzuole come i valori non negoziabili. poverini, ci tengono tanto, diamogli un contentino….

    • macv scrive:

      Intanto tutti i giornli a TIRATURA NAZIONALE sbattono in prima pagina ”
      Bergoglio apre a divorzio e aborto ” “l’abbraccio di Bergoglio alle mamme mancate” ” .
      Quanti leggono i giornali nazionali?
      e quanti sono i ginecologi cattolici in udienza ai quali il papa parla di bambini abortiti come poveri Cristi?
      Quello che voglio dire è che non c’è proprorzione: il messaggio che passa non è che i bambini abortiti sono dei poveri cristi , ma che la Chiesa “APRE” all’aborto.
      questo è il messaggio che recepisce la gente.

      • macv scrive:

        se poi Tornielli con questa notizia vuol dare un contentino a noi cattolici tradizionali, dopo il precedente post, della serie “vedete ? la dottrina è salva” noi tradizionali non siamo così sciocchi.
        Lo sappiamo benissimo che OGNI bambino abortito ( e sono MILIONI ogni anno nel mondo) ha il volto sanguinante di CRisto e l’abbiamo SEMPRE detto e ripetuto. Sentendoci dare , ora anche dal papa, dei fanatici e reazionari.
        Non si può tenere il piede in due scarpe, caro Tornielli, non si può dare un colpo al cerchio e uno alla botte. L’equilibrismo , anche per un gesuita, è un arte molto sottile e prima o poi la corda si spezza.

      • italicus scrive:

        ma perché dobbiamo pensare che la “gente” sia stupida e non capisca? siete voi che lo pensate… il pensiero e l’espressione di papa francesco parla chiaro, perché travisare?
        ciò che dice è verità sacrosanta, senza se né ma…
        grazie francesco per la tua chiarezza e il tuo coraggio di dire la verità … papale papale!

    • Reginaldus scrive:

      ma , caro @macv,

      non dovremmo meravigliarci se dopo avere reso negaziabile il Dio cristiano – la libertà religiosa non è affermazione esclusiva di quest0 ‘ papa’…- , si è giunti apertamente a rinnegare i cosiddetti valori non-negoziabili. (Io dalle mie parti già vedo in giro il volto radioso di un conoscente, molto devoto e molto frequentatore di frati e cerimonie religiose, in compagnia del suo amato: radioso della benedizione apostolica… Quei bimbi abortiti avranno pure il volto di Cristo, ma come fa il Nostro a giudicare???

  3. Confiteor scrive:

    Con buona pace di San Paolo, che esortava a parlare opportune e inopportune, il papa sceglie di difendere la vita umana (defunto principio non negoziabile) in un contesto opportunissimo: l’udienza ai ginecologi cattolici. Del resto: …Non possiamo insistere solo sulle questioni legate ad aborto, matrimonio omosessuale e uso dei metodi contraccettivi …”. E che vogliamo parlare fuori contesto? Qui ci vorrebbe Totò a commentare.

  4. Reginaldus scrive:

    una giusta la deve pur dire per fare ingoiare le boiate che dice. Infatti, non più 99 cose buone e 1-na cattiva per fare passare inosservata la cattiva, ma 1-na buona per fare passare le altre 99…Un compito estremamnete facilitato: fino a qaundo ci predicheranno di bestemmiare apertamente Cristo per compiacere ai fratellini vari???

  5. Andre scrive:

    Che commenti patetici. State zitti e ascoltate il Papa senza fiatare, questo dovreste fare.

  6. Andre scrive:

    No aspettate ho detto patetici..volevo dire cattivi, falsi, offensivi, bugiardi. Scusate.

    • Giusto profondamente disonesti.
      In Pace

    • Andre scrive:

      Mi riferisco soprattutto alle “boiate” che il Papa direbbe…ma come si fa a parlare in questo modo?ci vuole un bel coraggio…che amarezza

      • Andre scrive:

        Papa che sta in equilibrio, Papa che da contentini….mamma mia

      • Reginaldus scrive:

        ‘boiate’ è qui termine tecnico, molto più efficace a rendere l’idea dello scempio perpetrato che dire ‘eresie’, termine ormai asettico…

    • Reginaldus scrive:

      “State zitti e ascoltate il Papa senza fiatare”… ohibò, agli ordini!!! e perché, poi??? di fronte a uno che predicando va che certezze non ve n’è , e che categorico afferma – lui che certezze non ha – che il cristiano finisce là dove comincia ad avere certezze??? E come fa a vedere il “Volto di Cristo… la “Carne di Cristo”… dovunque si volti , senza mai dubitare di avere le traveggole, uno che dice che certezza alcuna non v’è??? E allora che parla a fare??? E allora che ci sta a fare??? “Commenti patetici” o papa patetico, da macchietta, ma tremendamente efficace nel darla da intendere… che tanto la gente le prende comunque come da bocca di papa….)??? “Commenti cattivi, falsi, offensivi, bugiardi” (non ce n’è più?) o commenti sgraditi?. Dica dove diciamo il falso, e quindi siamo bugiardi e cattivi, quando diciamo che il vostro campione ha affermato che lui non può giudicare? E se non può lui, il vostro maestro, lei qui perché giudica, riguarda al patetico al cattivo all’offensivo e al bugiardo??? .

      • Andre scrive:

        Ma infatti io non giudico voi, Dio me ne scampi, sono i vostri commenti che non corrispondono a verità, perché non é vero che il Papa dice boiate, non é vero che ha cambiato la dottrina, noné vero che rinnega la dottrina, non é vero che adesso abortire e no abortire é la stessa cosa ecc.

        Se la vostra coscienza, rettamente formata, vi dice in totale buona fede che questo é l’atteggiamento da tenere….ebbene seguitela…che altro vi devo dire?

        • Reginaldus scrive:

          appunto!

        • dafne scrive:

          senza fiatare ??

          ma allora di certo grideranno le pietre, per testimoniare la vera Fede, che non si basa su discorsi ambigui e pressappochisti, formulati per rispetto umano e non vogliono scontentare e turbare i poteri forti del mondo !

          quale rispetto ebbe S. Tommaso Moro verso Enrico VIII ?
          non testimoniò forse la sua fede cattolica, a prezzo della vita ?

          quale rispetto umano ebbe il papa S. Leone Magno per Attila ?

          e tutti i martiri della storia, quale rispetto ebbero di fronte agli imperatori che imponevano i falsi culti, minacciandoli di torture e uccisione ?
          si sono adeguati col politically correct, per “andare tutti d’accordo” coi potenti del loro tempo ?

          • macv scrive:

            Quelli che citi tu non erano gesuiti,i gesuiti hanno un altra strategia: rileggetevi tutti le Lettere provinciali di Pascal. E il caro Andreche parla di malaf si rilegga le petplessita che anche in campo cattolico la dottrina dei gesuiti aveva fatto sorgere. Ormai nnessuno ricorda piu’ la storia e la teologia morale e’ del tutto sconosciuta…in compenso Andre e gli altri ci invitano a lascirsi prendere dalle emozioni che la retorica se sapientemente dosata fa suscitare nel popolo. Come davanti ai grandi ecarismaticipopulisti della storia,davanti alle paolr di questo papa non e’ piu’ consentito PENSARE bisogna solo applaudire.

  7. raffaele scrive:

    Caro Tornielli, chi ha orecchie da intendere, intenda e chi non vuole capire non capirà. Ci rendiamo conto che c’è una parte del cattolicesimo che ha paura del mondo, che alza ancora palizzate contro il nemico e che oggi si scontra con un Papa evangelico e francescano che li sconvolge . Invece che lasciarsi tirare fuori dalla paura e dalla diffidenza si lasciano affogare nella palude. Ma che VANGELO hanno conosciuto? Quella della Speranza, della Gioia, della liberazione, della salvezza o quello dei precetti che tolti dai loro contesti rischiano di diventare la scusa per dividere i cosidetti buoni dai cattivi. Grande Papa Francesco, con Lui il mio cuore di nuovo respira e mi fa sentire fiero di essere nella Chiesa.

    • timorato scrive:

      x raffaele

      ma che VAngelo ha conosciuto Lei caro, non sa che Nostro Signore -nel
      Suo divino fondamentalismo- ha detto: ” Chi non è con Me e contro di Me”?

      e poi: ” Chi non crede è gia stato condannato”?

      e ancora: ” hanno perseguitato Me, perseguiteranno anche voi”?

      e soprattutto non sa che, per questo Vangelo Cristo si è lasciato
      crocifiggere da coloro i quali, non avrebbero accettato mai questo
      Vangelo perché troppo controcorrente, contro la corrente della
      “massoneria” dell’epoca che ancora non aveva avuto la diabolica
      idea di infiltrarsi nella Chiesa , come ha fatto la Massoneria di
      oggi ?

      Lo lasci da parte questo “vangelo” della gioia e della speranza dei
      figli dei fiori!, non saranno le illusioni umane a costringere la Divina Giustizia
      a piegarsi ai loro capricci!!!!!!!

      La Speranza e la Gioia cristiana, possono venire sempre e solo dopo il
      Venerdì Santo, dopo la Gloria della Croce!!!!!

    • Fileno scrive:

      Sottoscrivo parola per parola virgola per virgola pensiero per pensiero (e ho anche un nonno e un fratello che si chiamano Raffaele)

  8. Eremita scrive:

    Eh no, no che non basta, doveva dirlo prima, doveva dirlo sempre, e soprattutto doveva dirlo come e quando vogliono i pasdaran ed i parabolani di casa nostra. Ma piantatela una volta per tutte, fatevi la vostra chiesa e rinchiudetevi dentro.

    • Eremita scrive:

      La campagna Pro Vita di Forza Italia con il Defensor Fidei Berlusconi, ora socio di Pannella, quella sì che era una presa di posizione coerente forte e cristiana, non queste meschine ed opportunistiche dichiarazioni di Francesco. ( Spero che si capisca l’ironia, ma lo chiarisco perchè a volte ho dei dubbi circa l’intelligenza di qualcuno).

      • timorato scrive:

        si rinchiuda lei una buona volta nella sua grotta, giusto per capire
        che significa Verità e Dio della Verita, giusto per capire che Verità e ideologia
        sono nemiche!!!!!

        lo dico anche a Lei, non abbiamo bisogno di fare nessuna chiesa, perché
        gia ci siamo nella Vera Chiesa di Cristo, quella che è prima della Sua
        visibilità e che garantisce l’appartenervi col il restare fedele al Magistero
        irreformabile e ortodosso!!!!!!

        Quel Magistero, che è irreformabile ed ortodosso anche per essere stato
        guida di Santi, che non hanno fatto come Francesco, ma hanno insegnato
        a tutti i costi la Verita,….. e soprattutto, quando hanno detto di rinchiudersi
        nelle grotte come gli eremiti,….. da li sono poi usciti per difendere sempre
        questa Verita e non le maggioranze simpatiche e affascinanti!!!!!che si creano le verità a tavolino e con l’aiuto dei vermi umani!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Eremita scrive:

          Schizofrenia è vivere una vita pensando che è un’altra: Timorato, Lei sarà anche nella vera chiesa secondo il suo pensiero e le sue convinzioni, ma non nella chiesa concreta di Roma, con un papa legittimo: e se pensa che non è legittimo, per essere coerente deve separarsi. I sintomi più comuni della schizofrenia includono allucinazioni , deliri paranoidi e pensieri o discorsi disorganizzati, se non è questo il caso….

          • timorato scrive:

            perché Lei legge tutto con i parametri di un intelligenza materialista e lontana da: “Quel Segno di contraddizione, come fu salutato nel
            Suo Ingresso nella Società, in quel tempo,
            Cristo, Dio del Mistero”, che ragiona cosi!!!

            L’unico Papa legittimo è Francesco I,
            i quale avendo anche Lui il diritto a peccare,
            sbagliare, e non solo in buona fede(!!!??)ha
            il “”"”diritto”"”"di dire tutte le cavolate che vuole
            come noi( per dire ogni fedele) abbiamo ildiritto
            e il dovere di correggerlo e di resistergli, cosi come insegna il Bellarmino e cosi come fece San Paolo “in faccia” a San Pietro!

            la nostra disubbidienza sarebbe tale se egli avendo dogmatizzato quello che dice, non gli
            avessimo ubbidito, siccome non dogmatizza ma parla e parla da dottore privato, tutto è normale,
            capra e cavoli sono salvati!
            Non serve la Chiesa per salvare capra e cavoli, visto che siamo tutti peccatori agli occhi di Dio?

            prendiamo tutto con la Santa Indifferenza di cui parlano i mistici, sara Essa -che è Cristo Stesso e da cui Cristo Stesso fara vedere tutta la Sua potenza nascosta- che scaccierà ogni male!

            nella vita terrena sarebbe sicuramente una
            patologia, ma nella vita soprannaturale della
            Grazia, vita spirituale, è sempre cosi!
            allora, come conviverebbe con lo scontro che
            c’è in Dio e che è lo Stesso Dio, che si chiama:
            Infinita Misericordia e Somma Giustizia ?

  9. peccatore scrive:

    Il Papa non giustifica il peccato, anzi lo denuncia con parole di grande durezza.

    Il Papa dice che il “rifiuto” e lo “scarto” sono concetti del mondo, mentre Dio non ragiona così.

    Tuttavia chi ha rifiutato e scartato altri, per Dio continua a non essere un rifiuto: è qui che bisogna capire bene, per non lasciarci condizionare dal mondo.

    C’è sempre una possibilità di essere accolti, che però non è automatica, perchè c’è chi ha il dovere di fornirne le occasioni (innanzitutto la Chiesa, i cui “tralci” hanno cercato questo dono di Dio, l’hanno scoperto, riconosciuto, accolto e ora devono solo distribuirlo senza appropriarsene, sotterrarlo per paura dei ladri o metterlo in banca illudendosi che così maturino gli interessi) e chi deve avere l’umiltà e l’intelligenza di cercare l’occasione, scoprirla, riconoscerla e accoglierla, convertendosi e entrando a far parte dei distributori di questo stesso dono.

    Nella logica del “consumo” è implicito lo scarto.
    Anche un dono, se non è quello di Dio, ha molto “imballaggio” da smaltire.
    I “doni” del mondo sono molto appariscenti, costosi e fanno scena “gonfiandoli”.
    Nel caso dei doni di Dio, sovrabbondanti, le ceste avanzate di pani e pesci vengono meticolosamente raccolte, perchè anche nell’abbondanza nulla vada perduto.

    Il problema è che siamo noi a non volere tutto questo.
    Siamo noi a preferire la logica “avida”. E’ lì che sta il problema, non nella misericordia di Dio, che viene anzi negata, rifiutata, scartata o derisa.
    Il mondo ha altri criteri. Preferisce “salvarsi da solo”.
    Non teme chi compra e vende, ma sospetta chi regala.

    • timorato scrive:

      per condannare veramente il peccato, deve condannare il peccato primo:

      che è quello contro la Fede!

      Quella Fede, che come dice l’apostolo, sara strumento per ottenere la Vita

      e strumento per piacere al Dio della Vita!

      Tutto ciò lo può fare senza ricorrere a nessuna guerra santa, come i faziosi
      anche in questo blog, vorrebbero farci dire!

      Basta predicare con le parole e le opere (anche col silenzio, perché non se ne
      può più di questo predicare a santa Marta!!!) che: “Extra Ecclesiam nulla Salus

      • Iva scrive:

        caro Timorato,
        il guaio è che per condannare il peccato principale, cioè quello contro il I E SOMMO COMANDAMENTO:
        “IO sono il Signore Dio tuo, non avrai altro Dio fuori che me”

        dovrebbe a chiare lettere condannare i meetings Assisi1-2-3, che sono i gravissimi esempi di apostasia dati dall’alto Soglio di Pietro, e che il Signore non lascerà andare impuniti.

        Ma le pare che possa sconfessare i suoi predecessori, e il mitico cv2 che sta all’origine di tutto questo sfacelo ?

        ora mi pare evidente che il Signore lascia andare il carrozzone-chiesavat2ista a rotolarsi verso il fondo della china, in cima alla quale si pose nel 1962, pronta ad abbracciare lo spirito del mondo con tutte le sue seduzioni moderniste e relativiste che demoliscono giorno per giorno i dogmi, cioè le fondamenta della Fede cattolica, e la Santa Liturgia, sempre più desacralizzata.

        • Mimma scrive:

          @Iva
          Carissima, per fortuna siete in pochi a decretare assurde affermazioni come le sue.
          Se lei e i suoi pari foste stati contemporanei di Gesù nella pienezza dei tempi , di certo sareste stai i suoi crocifissori!
          Possibile che il Messaggio di Cristo sull’Amore Universale lo comprendano facilmente i bambini di 8-10 anni e per voi è così ostico?

          • Iva scrive:

            il panteon delle religioni in parità-sincresi fraterna è un’idea massonica, di falso ecumenismo, non certo cristiana.

            Riunioni di preghiera interreligiosa favoriscono indifferentismo e apostasia nei credenti incerti, confermano gli erranti (pagani e idolatri) nei loro errori e fanno perdere la vera fede ai cattolici.
            Vada a leggere l’enciclica “Mortalium animos” di Pio XI.

          • Mimma scrive:

            @Iva
            E lei vada a leggere Romani 9, 14-23 !

            “14Che diremo dunque? C’è forse ingiustizia da parte di Dio? No, certamente! 15Egli infatti dice a Mosè:

            Avrò misericordia per chi vorrò averla,
            e farò grazia a chi vorrò farla.

            16Quindi non dipende dalla volontà né dagli sforzi dell’uomo, ma da Dio che ha misericordia. 17Dice infatti la Scrittura al faraone: Ti ho fatto sorgere per manifestare in te la mia potenza e perché il mio nome sia proclamato in tutta la terra. 18Dio quindi ha misericordia verso chi vuole e rende ostinato chi vuole. 19Mi potrai però dire: “Ma allora perché ancora rimprovera? Chi infatti può resistere al suo volere?”. 20O uomo, chi sei tu, per contestare Dio? Oserà forse dire il vaso plasmato a colui che lo plasmò: “Perché mi hai fatto così?”. 21Forse il vasaio non è padrone dell’argilla, per fare con la medesima pasta un vaso per uso nobile e uno per uso volgare? 22Anche Dio, volendo manifestare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con grande magnanimità gente meritevole di collera, pronta per la perdizione. 23E questo, per far conoscere la ricchezza della sua gloria verso gente meritevole di misericordia, da lui predisposta alla gloria, 24cioè verso di noi, che egli ha chiamato non solo tra i Giudei ma anche tra i pagani.”

      • italicus scrive:

        ma perché tutto questo veleno e questa acredine? stia tranquillo che nessuno tocca le sue convinzioni… convinzioni o preconcetti privi di consistenza? anche con santa marta ce l’ha?

        • timorato scrive:

          sarebbe più onorevole per lei stesso, citare ogni mio post
          che enuncia convinzioni o preconcetti privi di consistenza, altrimenti fa la figura di chi parla tanto per seminare dubbi!

          FATTI E NON PAROLE!!!!!!!!!!!!

  10. Marino scrive:

    Il Papa evangelizza, non bandisce guerre sante. E c’è una gran bella differenza tra le due…

  11. Andre scrive:

    Si ma queste cose che Lei dice, caro peccatore, dovrebbero essere autoevidenti a qualsiasi cattolico che conosca un minimo la teologia, il Magistero, il catechismo, ecc.
    Ma se per alcuni cattolici Ratzinger sembrava essere il nemico della Messa attuale solo perché ha liberalizzato quella antica, e questo Papa per altri é un apostata perché ha detto quello che ha detto, allora Lei capisce bene, che, come sempre, e come ha detto Ratzinger, il vero problema, il male grosso, la sporcizia é dentro la Chiesa, non fuori di essa!

    • peccatore scrive:

      La sporcizia nella Chiesa abbonda non solo a motivo di questa rigidità, ma a causa di vere e proprie schifezze!
      E’ doveroso non circoscrivere la presenza puzzolente della spazzatura non rimossa solo per deprecare le città che ci stanno maggiormente antipatiche…
      Papa Benedetto, prima di Papa Francesco, ha snocciolato il meglio:

      -Dio è amore (prima enciclica)
      -la speranza cristiana non è un volemose bene acritico (Spe salvi)
      -la Chiesa non può ridursi a “precettificio” (tema snobbato dai media).
      -il principio fondante è il dono (Caritas in veritate)
      -la Chiesa non può ridursi a un’organizzazione (discorso di Friburgo alla Chiesa tedesca)
      -quanta sporcizia c’è nella Chiesa
      -se proprio non potete andare d’accordo, almeno non sbranatevi come lupi

      Papa Benedetto per me è già un santo. L’hanno massacrato. Beato lui!

      • Scott scrive:

        Mi sento in sintonia con quanto scritto qui da Peccatore; aggiungo che le parole di papa Benedetto mi sono state sempre chiare, mentre attualmente non sempre capisco il nuovo papa.

      • macv scrive:

        Gia a quei tempi,quelli di Benedetto,su questo blog si leggevano SOLO critiche e maldicenze contro il papa. Oggi invece le stesse persone non solo alzano un Peama appena Francesco di Beh ma vogliono impdire agli altri di dissentire.Si vede che cosi’ e’ la vita : prima massacrano un papa poi e adorano un altro. Magari al successore di Francesco tocchera’ la stessa sorte di BendettoQianto a me il rispetto chenutro non per la persona umana del papa ma per il Ruolo cje rocopre non mi impedira’ i pensare colla mia testa e di non essere al rimorchio dei media.

  12. Fileno scrive:

    Per far capire le esagerazioni di qualche commentatore di Papa Francesco, invito a leggere questo bell’articolo della Bussola Quotidiana, giornale cattolico conservatore, loro hanno capito benissimo il senso dell’intervista, non a caso l’articolo inizia con un invito a leggerlo tutta l’intervista. http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-primatodella-personasecondofrancesco-7334.htm

  13. Andrea Tornielli scrive:

    Io non do contentini ai sedicenti tradizionalisti, caro Macv. Segnalo sul blog quello che ritengo utile e interessante. E sinceramemte tra i miei problemi – professionali, familiari, spirituali – non ha la priorità quello di dare “contentini” ai tradizionalisti o ai progressisti.

    Devo dire che sono amareggiato e anche nauseato dalla violenza di certi vostri commenti. Dal linguaggio, le espressioni, il sarcasmo saccente di chi si auto-proclama sant’Uffizio e si trastulla a vomitare improperi e offese contro il Papa.

    Certi commenti vi confesso che mi spaventano: credo che siano scritti da persone che non vivono il cristianesimo né sanno che cosa sia. Perché se così fosse, tremerebbero le vene dei polsi ogni qual volta aprono una pagina di Vangelo. Loro, i dottrinalmente “perfetti”, gli unici “veri cattolici”, i giudici del Papa e della Chiesa. Loro che fanno il test di cattolicità ad ogni parola del Papa.

    Ma non vi rendete conto che siete soltanto una caricatura di voi stessi e che è impossibile qualsiasi interlocuzione (non dico la parola dialogo, perché sennò mi mettono all’Indice) con voi?

    • Reginaldus scrive:

      ma quale chiesa, caro @Dott. Tornielli, quale papa??? Io non attacco né Chiesa né Papa per la semplice ragione che non vedo nell’una e nell ‘altro né Chiesa né Papa! Io oserei l’ inosabile? Perché, un cattolico è privo del ‘lumen rationis’, come del ‘lumen fidei’? Non può sorprendersi, un cattolico, né ribellarsi di fronte alla sconfessione plateale e papale di tutti gli insegnamenti ricevuti da una Chiesa e da Papi e da Dottori e da Santi che li hanno trasmessi fedelmente e integralmente e costantemente lungo il corso dei duemila anni meno i sessanta del famigerato conciliabulus, vero ‘consilium impiorum’ (Sal 1)??? Non mi sto a ripetere ovviamente con le esemplificazioni – non finirei mai – ma credo che ogni volta i miei attacchi abbia cercato di motivarli con relativa argomentazione d’appoggio: mai un attacco a vuoto! E lei crede che io mi diverta??? Lei non riesce a immaginare a quale pressione di tentazione io mi trovi esposto, che mi spinge a mandare tutto al diavolo, che tanto che importa, ne vale la pena?, se a tutti è garantita la felicità eterna, se mai questa dovesse esistere, che altrimenti Amen???!

      Lei crede che noi non osiamo aprire il Vangelo per il terrore di sentirci scoppiare le vene e i polsi? Ma sì che osiamo e nel vangelo leggiamo anche parole di questo tenore:
      “Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna?”
      “Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all’esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume.

      “Lasciateli! Sono ciechi e guide di ciechi. E quando un cieco guida un altro cieco, tutti e due cadranno in un fosso!”

      Parole rivolte solo alle guide dei cari fratelli Maggiori???
      Non dice anche il Cristo che:
       “Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.  Ecco, io ve l’ho predetto.”
      –Questi rimproveri e questi avvertimenti sono figure retoriche, sono aria uscita dalla bocca?
      O non sarà piuttosto che questa chiesa e questi papi e questi preti e questi seguaci loro non abbiano essi il coraggio di aprire il Vangelo per non doversi inquietare un po’???
      Noi una caricatura di noi stessi? Ricambio la carineria: è questa chiesa sono questi pastori e i seguaci loro la CARICATURA SACRILEGA e della Chiesa e dei Pastori di essa e dei veri credenti in Cristo e nella sua Chiesa e di Cristo stesso! “Ogni peccato sarà perdonato agli uomini, ma non il peccato contro lo Spirito Santo” (che è lo Spirito della Verità)!

    • macv scrive:

      La sua offesa sensibulita’ caro Tornielli non ricordo che fosse cosi.offesa qundo i media si scaliavano contro Ratzinger e lo massacravano come ha detto Peccatore.E il suo virtuudo disgusto non mi pare sifosse mai dimostrato contro chi su questo blog attaccava Benedetto.aMa si sa lo sdeno eil disgusto sono sempre a senso unico: chissa’ come mai a farla sdegnare e’ sempre chi non la pensa come lei…Se le miecritiche e i miei commenti vi distubsno perche’ turbano l’ ipocrito idillio delle vostre coscienze di papolatri, non si preoccupi non scrivero’ piu’Quando adare patenti dicattolicita’ non ricorda pou aro Tornielli le parole Chi sono io per giudicare.. o queste non si applicano ai dissidenti cattolici?

    • homo biblicus scrive:

      Condivido in pieno come ho condiviso la presentazione di papa Francesco che è stata fatta dal dott. Tornielli lunedì scorso a Cagliari compreso l’accenno ai tradizionalisti nostalgici di non so quale papato. Si fatica a comprendere come la figura di Gesù possa essere stravolta fino a farne un sostenitore del dogmatismo Lui che è stato ucciso per avere sostenuto che il sabato è per l’uomo e che su tutto prevale la misericordia di Dio che va alla ricerca della pecora smarrita trascurando quelle che sono convinte di non perdersi mai dato che conoscono i dogmi a memoria

      • Iva scrive:

        GESU’ CRISTO VERBO DI DIO, E’ DOTTRINA EGLI STESSO.

        “Orbene, il Signore salì alla festa più tardi, quando ormai si era a metà della festa, e cominciò a insegnare. Ed i Giudei erano stupefatti e dicevano:
        Come mai costui conosce le lettere, senza averle imparate? (Gv 7, 14-15). Colui che prima rimaneva nascosto, ora parlava in pubblico e insegnava, senza che nessuno gli mettesse le mani addosso. Se si nascondeva, era per darci un esempio; se ora non si lasciava prendere era per convincerci della sua potenza. I Giudei erano stupiti del fatto che egli insegnasse. Probabilmente tutti erano stupiti, ma non tutti si convertivano. E quale era il motivo del loro stupore? Perché molti sapevano dove era nato e come era stato educato;
        non l’avevano mai visto andare a scuola, ed ora lo sentivano discutere intorno alla legge, citare i testi della legge, cose che nessuno avrebbe potuto fare senza essere andato a scuola.…..
        [GESU' ERA MAESTRO, INSEGNAVA CON AUTORITA': EGLI ERA PER IS UOI E PER I SANTI IL DIVINO MAESTRO]
        Di qui il loro stupore. ….

        [La dottrina del Padre è il Verbo del Padre.]

        3. Cosa rispose il Signore a coloro che, stupiti, dicevano:
        Come mai costui conosce le lettere senza averle imparate?
        La mia dottrina – rispose – non è mia, ma di colui che mi ha mandato (Gv 7, 16).
        ……

        • Iva scrive:

          Ecco la prima profonda verità. Sembra che in queste poche parole si contraddica. Non dice infatti: Questa dottrina non è mia; ma dice: La mia dottrina non è mia. Se non è tua, come può esser tua? Se è tua, come può non esser tua? Tu dici ad un tempo mia e non mia. Se egli avesse detto: questa dottrina non è mia, non ci sarebbe problema. [....]

          Ora, se consideriamo attentamente ciò che dice nel prologo lo stesso santo evangelista:
          In principio era il Verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio (Gv 1, 1),
          troviamo la soluzione di questo problema. Quale è la dottrina del Padre, se non il Verbo del Padre?
          Cristo stesso è la dottrina del Padre, dato che egli è il Verbo del Padre.
          Siccome però il Verbo non può essere di nessuno, ma dev’essere di qualcuno, chiamò sua la dottrina, in quanto la dottrina è lui stesso; e la chiamò non sua, in quanto egli è il Verbo del Padre. Infatti che cos’è tanto tuo quanto tu stesso? e che cos’è tanto meno tuo quanto tu stesso, se ciò che tu sei è di un altro?

          4. Il Verbo, dunque, è insieme Dio ed è
          Verbo di una dottrina immutabile, che non risuona per mezzo di sillabe fugaci, ma che permane con il Padre, e alla quale dottrina, immutabile, noi possiamo rivolgerci, richiamati da suoni che passano. Ciò che passa non ci richiama a cose transitorie. Siamo richiamati ad amare Dio. Tutto ciò che vi ho detto, è un insieme di sillabe, che, percuotendo e facendo vibrare l’aria, sono giunte al vostro udito e risuonando sono volate via. Non deve tuttavia passare l’esortazione che vi ho rivolta, perché non passa colui che vi ho esortato ad amare; e se, richiamati da sillabe che passano, vi convertirete a lui, neppure voi passerete, ma rimarrete con lui che sempre rimane. In ciò consiste la grandezza della dottrina di Cristo, la sublimità e l’eternità che sempre rimane e a cui ci richiamano le cose temporali che passano, quando sono veri segni e non solamente indicazioni ambigue. Tutti i segni che esprimiamo con dei suoni, significano qualcosa che è distinto dal suono. Dio non è due brevi sillabe, e noi non rendiamo culto né adoriamo due brevi sillabe, e neppure vogliamo arrivare a quelle due sillabe, il suono delle quali cessa appena si è fatto sentire, e non si può sentire il suono della seconda se non cessa quello della prima.
          Permane, dunque, qualcosa di grande quando si dice “Dio”, anche se cessa subito il suono di questa parola. Cercate d’intendere così la dottrina di Cristo in modo da arrivare al Verbo di Dio; e quando sarete arrivati al Verbo di Dio, considerando che il Verbo era Dio, comprenderete la verità dell’espressione: la mia dottrina; considerando, poi, di chi è il Verbo, comprenderete l’esattezza dell’altra espressione: “non è mia.”.

          leggere tutto:
          http://www.augustinus.it/italiano/commento_vsg/omelia_029.htm

          • Iva scrive:

            dunque nella sua OMELIA
            S. Agostino, uno dei grandi PADRI della Chiesa, ci insegna che

            - Cristo stesso è la dottrina del Padre, dato che egli è il Verbo del Padre.
            - Gesù Cristo, Il Verbo, dunque,è insieme Dio ed è
            Verbo di una dottrina immutabile,
            che non risuona per mezzo di sillabe fugaci, ma che permane con il Padre, (ab aeterno e in eterno) e alla quale dottrina, immutabile, noi possiamo rivolgerci; e in essa siamo chiamati ad amare il Padre e il Figlio, suo Verbo eterno e immutabile, per mezzo dello Spirito Santo, inviato tra gli Apostoli il giorno della Santa Pentecoste.
            ———————
            S. Agostino ha spiegato per illustrare ai cattolici di tutti i secoli (non solo dei suoi contemporanei) il senso di quelle parole di Gesù:
            La mia dottrina – rispose – non è mia, ma di colui che mi ha mandato (Gv 7, 16).

      • timorato scrive:

        da chi ha ricevuto queste paranoie, dai neocatecumenali ?

        è possibile che i veri conoscitori del Cristianesimo sono quelli che calpestando 2000 anni di storia della Chiesa, vogliono chiudere la bocca con la solita accusa ( che èbuona solo per gli altri, loro sono immacolati con la candeggina) di fariseismo ?

        Che brutta bestia è l’ignoranza, specie se è finta e asservita alle ideologie !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Iva scrive:

        mistificazione spaventosa, che fiorisce su ignoranza crassa, ben coltivata nelle sette NC di sicuro, caro Timorato.
        A che punto è l’aberrazione eretica nelle catechesi ” a modo loro” favorite dal pluralismo dottrinale…..e l’antico edificio (Fede-Dottrina-Liturgia) continua a crollare, giorno dopo giorno.
        E costoro, eretici seguaci di falsi profeti e pastori-leaders eretici, credono di poter insegnare la dottrina cattolica agli altri, loro che non sanno dove abiti il cattolicesimo, però…………. sono stati “approvati” dalle autorità competenti.
        commento inqualificabile, che conferma con le sue scempiaggini il fai-da-te dottrinale di cui parlavo sopra, il disastro postcv2 dei multi-movimenti che nell’ANARCHIA totale di varia-liturgia e catechesi, insegnano un Vangelo OGM, dove Gesù Cristo è ridotto a un demagogo, o benefattore social-politicante.

        Miserere nostri domine.

        • stefano scrive:

          Leggendo mi chiedevo: ma ci sarà un limite allo sdegno, o si può espandere all’infinito come l’universo?

          • Iva scrive:

            lo sdegno si espande, come un mare, seguendo la Parola di Dio, il Verbo che è eterno, perfetta Sapienza, immutabile, e giudica/giudicherà l’intera storia umana.
            Gesù Cristo è Alfa e Omega, e ha detto di se stesso:

            I cieli e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.

            Dunque DOBBIAMO ricordare le sue parole, per tutta la storia, fino alla fine, proprio laddove la stragrande maggioranza degli uomini si vuole pervertire, non solo calpestandole OBLIANDOLE CON FALSE CATETCHESI eresie multiformi, e oscurandole, ma TRAVISANDOLE E MANIPOLANDOLE a scopo di potere, asservendo il Vangelo ai poteri luciferi dle mondo!
            questo accadrà, come predetto da Nostro Signore e da santi e mistici nei secoli: deve accadere, sta iniziando ad accadere in modo intensivo da mezzo secolo.
            Dobbiamo mettere in guardia i ciechi e sordi, sia quelli in buonafede, che quelli volontari, per contrastare il grande imbroglio che acceca e travolge l’umanità, condotta come schiava al pensiero unico di lucifero, preparandola ad omaggiare l’anticristo, deformando la sua coscienza con una caricatura grottesca di cattolicesimo:
            l’amore buonista massonico, che di fatto rinnegherà Nostro signore per “affratellare i popoli” sotto il “diocomune”

          • Mimma scrive:

            @Iva
            DIO E’ AMORE IVA!
            APRA IL CUORE A QUESTO AMORE E ATTRAVERSO DI LEI ESSO SI ESPANDERA’ AL MONDO INTERO!

            http://it.gloria.tv/?media=502575

    • delhi scrive:

      Grazie, caro dott. Tornielli per le sue parole ferme ma sempre nei limiti della correttezza. Purtroppo, però, ho il sentore che i “dottrinalmente perfetti” nella loro saccenteria ormai si sono autoproclamati misuratori del tasso di cattolicità del Papa, con una sfrontatezza impressionante! Io ho ringraziato il Signore per l’intervista del Papa…la sua visione ampia del ruolo della Chiesa, la sua ansia di far incontrare le ferite degli uomini con la misericordia salvifica di Dio mi hanno allargato il cuore. Grazie, Papa Francesco!

  14. raffaele scrive:

    condivido in pieno Dott. Tornielli e anch io provo dispiacere per certe affermazioni. il fondamentalismo ci può essere anche nella Chiesa cattolica, la fortuna è che noi abbiamo Papa Francesco.

    • Sal scrive:

      ” la fortuna è che noi abbiamo Papa Francesco.”

      Il Vangelo narra di lupi vestiti da agnelli. Il problema è sempre lo stesso: come riconoscere gli uni e gli altri. Non credo che si possa basare la questione sulla “fortuna”, si dice che i cristiani abbiano il manuale operativo ovvero il rivelatore degli inganni. Basterebbe usare quello ! Specialmente là ove dice : “perché questi sono giorni per fare giustizia, “ (Lc 21.22)
      Forse non è un caso che alcuni non si sono fatti ingabbiare nel pensiero dominante.

  15. timorato scrive:

    x raffaele

    non confondiamo il fondamentalismo cattolico con i fondamentalismi delle
    varie religioni!

    per essere veri cattolici si deve essere fondamentalisti, nel senso di credere e professare la Fede secondo il cuore della Stessa, che è la Legge, la Legge della
    perfetta Carità; la Quale per essere “Perfetta” non accondiscende a nessuna violenza
    imposta e nessuna iniquità, come fanno tutti gli altri fondamentalisti!

    Io non so a chi si riferisce di preciso il dott. Tornielli, ma le critiche fatte al Papa che sono fatte per un maggior bene che si chiama: “Gloria di Dio e salute delle anime”, che non devono essere intese come una sorta di pettegolezzo spregiudicato e calunnioso, sono doverose per tutti quelli che vogliono e possono fare questa OPERA MERITORIA, semplicemente perché stanno salvaguardando questo maggior bene:
    la “Gloria di Dio e la salute delle anime”.

    Capisco che non è bene eccedere con un linguaggio irrispettoso, ma sia concesso a gente, che come Macv, dimostrano grande senso di fede e di appartenenza alla Chiesa, che dopotutto se “esagerano” lo fanno solo per il loro grande dolore!!!

    • Eremita scrive:

      “…Io non so a chi si riferisce di preciso il dott. Tornielli, …”: Timorato, Lei è un caso clinico: ma se proprio Lei sta tutto il giorno a sputar insulti al papa! e poi la chiama correzione fraterna! Alla faccia…

      • timorato scrive:

        x eremita

        mi sembra che lei faccia finta di non capire!

        riporti un mio solo post dove c’è un solo, e dico: un solo!
        insulto al Papa!

        Trovera sicuramente critiche e sdegno per le sue parole e
        per i suoi atti, ma MAI UN SOLO INSULTO!!!!!!!!!!!e dopo
        una infinita’ di premesse che dicono sempre, che: IO NON
        GIUDICO NE LA PERSONA NE LE INTENZIONI DI FRANCESCO I!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        Questa in Casa cattolica si chiama “Correzione Fraterna”!
        Forse per soddisfare i suoi gusti, la dovrei fare a singhiozzo,
        questa Correzione fraterna ?

        • Eremita scrive:

          Timorato, Lei ha scritto “dire tutte le cavolate che vuole”: con il tono dispregiativo che usa sempre riferendosi al papa a me sembra un insulto bello e buono, ma va bene così, non parliamo la stessa lingua e me ne sono già accorto. La stessa parola detta in due toni diversi ha un significato diverso, peggiorativo in questo caso.

          • timorato scrive:

            x eremita

            e il male che fa il Papa, lo ha condannato qualche volta ?
            oppure in quanto papa, puo anche ammazzare e nessuno deve ribellarsi ?

          • Marino scrive:

            Per Timorato
            Se il Vicario di Cristo compie il male, che Vicario è?
            Opzione a: lei non è cattolico, ma sedevacantista
            Opzione c: lei si contraddice

          • timorato scrive:

            se il Vicario di Cristo compie il male- secondo
            il Dottore della Chiesa il Bellarmino- tale Vicario rimane sempre: Vicario! per una serie di argomentazioni che non posso qui elencare.

            Una fra tante: essendo non impeccabile, il Papa,
            può fare ogni altro male come lo fanno tutti gli uomini della terra perché è umano anch’Egli, in questo caso -come insegna il Bellarmino- si deve RESISTERE anche pubblicamente alle sue malefatte specie quelle che riguardano la salute spirituale delle anime, senza per questo cadere nel sedevacantismo!!! cosi come fece tralaltro San Paolo, che dopo aver ripreso San Pietro PUBBLICAMENTE: mai si sogno di parlare di Sedevacante!

            Anche perché, si deve parlare di Infallibilita pontificia, non in senso mitico: cioè come se il Papa fosse un oracolo per cui tutto quello che dice viene sancito come divino, ma in senso teologico e dottrinale, quello cioè: dato dalla Chiesa, che nel I Concilio Vaticano proclama che Egli in quanto papa non può -anche per diretta unione con il Signore- dare una Dottrina diversa da quella che ha ricevuto PER CUSTODIRE E TRASMETTERE INTATTA!

            e siccome il Papa è infallibile quando ci crede a questo Dogma e solo quando LO USA nel proclamare Dottrine di questa specie (infallibile), si dedurra che per il resto -SENZA NESSUN SCANDALO- Egli puo sbagliare benissimo senza per questo demonizzarlo, senza per questo perdere la Fede e senza per questo poi, demonizzare chi – riferendosi alla suddetta dottrina- potrebbe apparire contraddittorio o protestante.

  16. Cherubino scrive:

    Timorato sopra ci accusa di non leggere il vangelo e per provarlo cita, due o tre frasi di Gesù avulse dal contesto. Naturalmente non parla della buona notizia della morte e resurrezione di Cristo per tutti (lo dice anche il Concilio di Trento), nè delle molte parabole in cui Gesù parla di perdono, di misericordia, di pecorelle smarrite che il pastore buono va nei boschi a cercare, rischiando la vita, e trovando le quali fa una mega-festa con i suoi amici.

    Timorato cita
    1) “Chi non è con Me e contro di Me”
    2) “Chi non crede è gia stato condannato”
    3) “hanno perseguitato Me, perseguiteranno anche voi”.

    Ma forse non le ha lette bene lui, queste frasi. Vediamo

    1) E’ interessante notare che Gesù dice in realtà due frasi apparentemente contraddittorie: “Chi non è con me è contro di me.” (Matteo 12,30) – “Chi non è contro di noi è per noi” (Marco 9,40). La prima frase è detta in un confronto tra Gesù e i Farisei, che contestano l’autorità di Gesù, sul tema della lotta a Satana. Infatti il brano inizia così:
    “In quel tempo fu portato a Gesù un indemoniato, cieco e muto, ed egli lo guarì, sicché il muto parlava e vedeva. Tutta la folla era sbalordita e diceva: «Che non sia costui il figlio di Davide?». Ma i farisei, udendo questo, dissero: «Costui non scaccia i demòni se non per mezzo di Beelzebùl, capo dei demòni».” E dopo il detto ricordato sull’essere con lui, Gesù afferma che tutti i peccati saranno perdonati eccetto la bestemmia contro lo Spirito Santo. Il discorso è chiaro: il rifiuto pervicace di quei farisei che accusano Gesù di fare il gioco del Maligno li chiude ad ogni possibilità di intervento a loro favore da parte di Gesù stesso.
    Noi tendiamo a leggere queste parole con un tono severo, di condanna. Ma alla luce della buona notizia è molto più fedele leggerle con un tono addolorato, il dolore del Cuore di Cristo ferito dal rifiuto dell’uomo pieno della sua autosalvezza, in quel caso mascherata da zelo religioso. E’ curioso, ma non casuale, che il capitolo inizia con la guarigione di un malato in giorno di sabato, cosa che scatena lo zelo accusatorio dei farisei contro Gesù. La norma religiosa usata per uccidere, impedire a Gesù di guarire.
    Vi ricorda qualcuno ?
    Nell’altro brano di Marco invece c’è la situazione ecclesiale: “Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi.” Qualcuno fuori dalla comunità che segue Gesù, si mette a servizio del prossimo nel suo nome. Non c’è un’appartenenza formale, ma Dio guarda il cuore dell’uomo e lì Gesù ha visto una certa comunione, un certo spirito di servizio, e lo riconosce pubblicamente, andando oltre la questione di principio formale.
    Forse che ci stava un pizzico di ecumenismo ?

    2) “Chi non crede è gia stato condannato”, ma la frase intera è
    “Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio”.
    Anche qui la “condanna” è in realtà un’accorata supplica all’uomo perchè non rifiuti l’amore di Dio. La perdizione non è la bilancia che Dio tiene in mano e che gli farà pronunciare il verdetto finale, ma quella carità infinita che vuole donarsi infinitamente a noi e che un giorno dovremo definitivamente scegliere se accettare o rifiutare. “Credere” è una decisione di tutta la persona, è un fidarsi-affidarsi (il duplice senso di pistis e di fides).

    3) Ancora più interessante è lo stravolgimento della frase “hanno perseguitato Me, perseguiteranno anche voi” da parte di timorato. La frase si situa nell’Ultima Cena, nel lungo discorso di Gesù dopo la lavanda dei piedi e prima della sua preghiera al Padre, la “preghiera sacerdotale” di Cristo. Il Vangelo di Giovanni è strutturato come un nuovo e definitivo Esodo. In questo Esodo il Faraone è il potere che occupa con la forza e con l’inganno lo spazio del Dio vero, quello che libera. Il potere si struttura nella storia in istituzioni politiche e religiose, prende il posto della creazione fragile (il mondo nel senso di Gv. 3) con un Regno oppressivo e mondano, da un lato, imponendo l’adorazione del Dio-faraone. Questo Dio-faraone si traveste spesso facendosi passare addirittura per il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe, e dopo Cristo, per il Dio cristiano. In ogni tempo la Chiesa ha dovuto lottare al suo interno per purificarsi dalla tentazione di inquinare il vangelo con l’ombra del Dio-faraone. Il Dio-giudice severo, contabile, inaccessibile, avaro con le sue creature, che fa soffrire perchè geloso dei suoi doni.
    Il vangelo di Giovanni ci mostra Gesù che è venuto per mostrare il vero Volto di Dio, misericordia e giustizia, dono incessante, pastore buono, sposo dolce dell’anima, liberazione da ogni schiavitù, amante della Natura che ha creato e che vuole riportare allo splendore incorruttibile.
    Allora, tornando alla frase citata, in questo contesto Gesù avverte i fedeli, i cristiani di tutti i tempi di non cadere nella tentazione di scambiare il “mondo” per un amico. La fedeltà al vangelo ci metterà sempre contro coloro che fanno intrighi, che macchinano nell’ombra, che si presentano come zelanti “sacerdoti” superiori al basso volgo, alla gente comune, che si presentano come governanti disposti a “favorire” gli interessi della Chiesa, in cambio di un pò di “benedizione” al regime.
    La Chiesa è caduta in questa tentazione, qualche volta. Pensiamo alla soppressione dei gesuiti a causa dei fastidi che davano in Paraguay. Pensiamo ai preti e ai vescovi che negavano l’esistenza della mafia fino a qualche decennio fa. Pensiamo a tutti i casi in cui Corona dispotica e Gerarchia ecclesiale sono andati a braccetto.
    Gesù dice di non illuderci: a giocare con i serpenti si finisce sempre male, crediamo di addomesticarli, ma al momento buono ci morderanno. L’unica via possibile è quella dell’Esodo dietro a Lui, uscendo dalle categorie della paura della morte per passare, come dice il titolo di un vecchio libro esegetico sull’Esodo di Auzou Georges, “Dalla servitù al servizio”.

    • timorato scrive:

      e tutta questa lenzuolata per dipingere il Papa come il Cristo Taumaturgo ?

      non ci faccia ridere !

      La buona Notizia del Risurrezione di Gesù, non è servita per escludere l’imposizione di certe condizioni che ci vogliono per ottenere la Divina Redenzione; queste condizioni che non ho voluto io ma la Stessa Parola di
      Dio ! che il MAGISTERO IRREFORMABILE ED ORTODOSSO HA SEMPRE RIPORTATO CONTRO LE ERESIE CHE SI POTEVANO PROPINARE IERI COME OGGI!!!!!!!

      si ricordi: anche lei è nessuno, e le sue esegesi da maestrina della penna rossa, atte a demonizzare gli altri col guanto di velluto e che possono servire solo ai suoi gusti ideologici a cui purtroppo si piega un certo parlare del Papa,
      FINIRANNO! quando la Giustizia divina (che continua ad esserci, nonostante tutto) sorgerà come sole ardente!!!!

    • homo biblicus scrive:

      Grazie, Cherubino, per le precisazioni frutto di sincera meditazione sul Vangelo; peccato che i destinatari più diretti non possano recepirle …

  17. minstrel scrive:

    Ragazzi, ora ci è davvero tutto chiaro.
    Se il Papa dicesse che avete ragione voi, saltereste fuori a dire che sbaglia.

    • Iva scrive:

      infatti il nocciolo (meglio: il punto dolente) di tutta la querelle non è quella di “aver ragione o torto”.
      Non stiamo facendo una gara di equazioni difficilissime con premio al vincitore, o una partita a scacchi.

      Ciò che è in questione è la Fede, che dal cv2 in poi si sta perdendo, nella confusione dottrinale che viene propagata dall’alto, dopo il 1789 della Chiesa (quella tremenda svolta che ammise lo stesso Raztinger in quella sua previsione fatta nel 1969 :”la Chiesa si ridurrà ….a un piccolo gruppo…”che ho riportato ieri) sostituita da una fede antropocentrica e soggettivista: fede nell’uomo, culto dell’uomo anteposto a Dio.

      • Iva scrive:

        La Madonna predisse a Fatima con parole asciutte e severe alcune cose circa le sorti della Chiesa e dell’umanità:
        “Solo in Portogallo si conserverà il DOGMA della Fede…..(a cui segue il famoso “etc. ….”che precede la parte occultata, la più grave, contenente la profezia sulla grave negligenza e decadimento delle gerarchie, e conseguente apostasia e confusione nel gregge).
        Ciò significa che in tutti gli altri paesi il DOGMA, ovvero l’essere la Fede fondata sulla Dottrina, sarà oscurato e dimenticato.
        La Fede sarà alterata e dispersa nelle coscienze di gran parte dei cattolici, in vari paesi del mondo, con annesso degrado morale dilagante: questo è un disastro molto più grave di qualsiasi guerra, perchè è causa della perdizione eterna di moltissime anime.
        Ci avviciniamo a quel tempo di cui Gesù diceva:
        “Quando il Figlio dell’uomo tornerà, troverà la fede sulla terra?”

        • minstrel scrive:

          Si, ma capisce l’assurdità? La Madonna che disse così a Fatima è “veritiera” (anche se l’ermeneutica dei messaggi non spetta a lei) perché lo dice una Chiesa che è apostata per metà dei commenti qui presenti e forse anche per lei. Ergo è vera per una Chiesa falsa. Ergo non ha autorità per decidere il vero. Ergo Fatima è falsa. Ergo se lei la ritiene vera, la ritiene tale per forza della SUA autorità personale.
          Ergo è come Sal che crede a delle scritture considerabili sacre solo credendo sacra la Chiesa che le ha formate dalla sua tradizione e scelte sulla sua tradizione.
          Contraddizioni pure.

          • timorato scrive:

            x minstrel

            guardi, se fosse vero tutto il suo girotondo da rompicapo atto a far perdere la fede nella Madonna di Fatima, potrebbe funzionare, se l’approvazione di questa rivelazione privata fosse avvenuta ora, da questa Chiesa (che lei ci fa dire di essere falsa, io non ho mai parlato di chiesa falsa ad es! ma solo di chiesa errante,)siccome l’approvazione è avvenuta in illo tempore, tutto è salvato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            La prego di non mettersi contro la Madonna, il Signore è più geloso e vendicativo della Gloria di Sua Madre che dellla Sua!

            e poi perché si abbassa a queste deduzioni drastiche da bigotta preconciliare ?

          • minstrel scrive:

            Non è salvato nulla. Come si riconosce la “sua” Chiesa con quella precedente? Imposizione delle mani. come la “mia”. Dunque la mia è la sua in termini puri. Se la mia è falsa, la sua è falsa. Dunque illo tempore è pur’anche falso.
            Si chiama logica. Poi se vuole si può anche credere ad una fede irrazionale, non sarebbe il primo nel mondo.

            Buon cammino timorato.

  18. Puskin scrive:

    Negli ultimi tempi ho preso sempre più coscienza di quanto avesse regione il grandissimo Ratzinger quando diceva che i veri problemi della chiesa vengono dall’interno.
    I peggiori nemici dei cattolici sono proprio cattolici, come ben testimoniato dalla nutrita pattuglia di esaltati che bazzicano questo blog. Più cristiani di Cristo, perfetti, unici depositari della fede, con tutto il vecchio e il nuovo testamento scolpito a fuoco nel cervello.
    Ha ragione il buon Eremita: fatevi la vostra chiesa, rinchiudetevi dentro a doppia mandata, buttate la chiave e continuate cantarvela e suonarvela da soli, nel perenne onanismo mentale che vi caratterizza.
    Solo una domanda, al dott. Tornielli: mi scusi, ma perchè lei che è sempre equlibrato, amante di Santa Romana Chiesa, rispettoso seguace del Papa, si ritrova poi un seguito così nutrito di fanatici squilibrati nel suo blog? Per me ‘sta cosa è un mistero….

  19. Sal scrive:

    “Quel volto nel bimbo abortito”

    Se fra molte bugie è nascosta una verità, è facile da riconoscere, ma se fra molte verità è nascosta una bugia è più difficile scoprirla.
    In questo caso “quel volto” proposto nel tema che appare così scontato, non è il volto di Cristo, perché al suo tempo non esistevano fotografi, non sono state tramandate fotografie, né graffiti. Ergo nessuno sa quale sia stato il volto di Cristo non poteva nemmeno avere i capelli lunghi perché sarebbe stato “disonorato” (1 Cor 11.14) e proporlo come tale è una bugia. La Verità non inizia con una bugia. Sarebbe una mezza verità.

  20. stefano scrive:

    Iva, macv, timorato, Reginaldus e altri (ma ci metto dentro anche tutti noi), mi sovviene ora un’amara similitudine: anche la fede può avere il volto di un bimbo abortito.

    • Reginaldus scrive:

      @stefno,

      …e invece la fede non può avere il volto deturpato dallo scempio del matrimonio come Dio lo ha voluto fin dall’inizio…. E infatti “non tutti gli insegnamenti morali sono equivalenti”(cfr. intervista spadaro francisiana)- valgono cioè allo stesso modo ( se stiamo al senso delle parole, mica ai peli sull ‘ uovo… ): no, ci sono quelli di serie A – quelli che se li trasgredisci sfregi il volto di Cristo o la sua carne ) – quelli di seri B, quelli di serie Zeta, questi tali da poterci ridere sopra, da non poterci nemmeno dare un giudizio, e tutto ciò per non avere “una trasmissione disarticolata di una moltitudine di dottrine” (cfr. sempre stessa intervista ). Insomma un nuovo proclama di razzismo inter-dottrinale, questo sì moderno e intelligente (come se non tutto si tenesse insieme: simul stabunt vel simul cadent)…

  21. Leggendo gli acidi e rabbiosi commenti anti-cattolici dei vari timorato e altri iva e reginaldus mi dico che ci troviamo come di fronte a volti di bambini abortiti: chi li ha abortiti? chi li ha resi così così lontani dalla carità, dalla fede e dalla speranza? chi hanno frequentato?
    In Pace

    • Reginaldus scrive:

      ecco il passaggio pieno di tenerezza e amore amore amore dal concreto al figurato dei campioni della chiesa della misericordia, gli stefano e i cirenei. Riescono a anche a strumentalizzare la tragedia di quei volti di bimbi abortiti ai fini del loro attacco talebano: quelle delicatesse, chapeau!

    • Eremita scrive:

      Risentimento e frustrazione non fanno vivere bene, sono persone infelici che manifestano qui la delusione perchè la chiesa non è come la vogliono loro, perchè è avviata su cammini che non possono, non vogliono percorrere. Vorrebbero, come quegli amanti gelosi, afferrare il loro oggetto d’amore e rinchiudersi in una prigione affinchè nulla cambi e tutto resti come prima, ma il loro amore odia le prigioni e se va sempre più lontano, irrimediabilmente. E restano soli a masticare rabbia e delusione, accusando la chiesa di ingratitudine ed infedeltà perchè non è come vorrebbero, perchè non recita la parte che hanno scritto per Lei, perchè è una persona viva e non una statua inerte ed immobile. Non è la Chiesa che se ne è andata lontano, sono loro che non l’hanno seguita.

      • Reginaldus scrive:

        E poi va bene anche ‘abortiti’: questi sono pur sempre figli della lor madre, seppure gli infimi tra essi; non dice così di sé anche San Paolo (1 Cor 15)? Meglio, infinitamente meglio aborti della vera Chiesa che figli vivi e forti di una madre puttana.

      • timorato scrive:

        la finisca di fare lo psicologo magno!

        Noi non vogliamo la Chiesa come piace a noi, MA SOLO COME
        ESIGE LA ORTODOSSIA DEL MAGISTERO IRREFORMABILE
        CHE E’ STATO TRADITO DALLA DISUBBIDIENZA DI TUTTI
        I PAPI POSTCONCILIARI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        vuole che posto tutti i Documenti calpestati da questi Papi ?

        Lasci stare quindi la sua psicologia, che non è capace nemmeno
        di leggere la sua ridicolaggine, noi per Grazia di Dio (che lei certamente non conosce, da come è impegnato a difendere un
        Papa, quasi fosse un capo politico!, visto che non oppone la sua difesa per la Gloria di Dio e la salute delle anime, ma per i gesti strumentalizzabili di un papa!!!) NON patiamo nessuna frustrazione MA SOLO DOLORE PER IL GRANDE MALE SPIRITUALE CHE PRODUCONO CERTI UOMINI DI CHIESA!

        • Mimma scrive:

          @Timorato
          Grazie a Dio non le da retta nessuno!
          Si è mai interrogato sul MALE che potrebbe fare lei con le sue affermazioni da APOSTATA che lancia sul Web per oro colato????

          • timorato scrive:

            X MIMMA

            l’Apostastia è il peccato di coloro che essendo gia
            cattolici hanno ripudiato il Cattolicesimo,
            io lo sto DIFENDENDO (questo Cattolicesimo nella Sua Ortodossia) da tutti i suoi nemici
            interni, contro cui, il Papa San Pio X ci ha imposto di lottare!!!!!

            quindi come si permette di darmi dell’apostata ?

            sia più abile nel lanciare accuse, porti le
            prove della mia apostasia!; qualche post, dove
            dico di ripudiare la Santissima Fede Cattolica!

            SE POI NON DI DA RETTA NESSUNO E’ SOLO
            DA PROVARE, TANT’E’ CHE LA SUA STESSA
            PAURA CHE IO VENGA ASCOLTATO, E’ LA PROVA PROVATA CHE SONO MOLTO MA MOLTO ASCOLTATO, PER GRAZIA DI DIO E DEL TRIONFO DELLA VERITA E DELLA FEDE CATTOLICA!

          • Mimma scrive:

            @Timorato
            Della sua APOSTASIA le sono state fornite centinaia di prove, in questo ed in altri thread.
            L’unica cosa poi che mi spaventa di lei è la sua ottusità, non certo la sua potenziale influenza sull’opinione altrui (che per fortuna è nulla)!
            Lei difende soltanto la sua posizione irremovibile CONTRO la Santa Chiesa Cattolica, ma grazie a Dio l’Onnipotente ci ha reso Dono di Papa Francesco che coltiverà per il mondo una Nuova primavera per la Chiesa Sua Sposa!
            MARAMEO TIMORATO!!!!!!!!!

          • timorato scrive:

            x mima

            e se ce ne sono centinaia di prove della mia apostasia, perché non ne riporta almeno uno
            per dimostrare tutto quello che fino ad ora sono
            parole, parole, parole…..parole?

            queste parole che servono per seminare il dubbio!!!!!

            Lei si spaventa della mia influenza sugli altri, perché sa che le mie critiche sono mosse e ispirate DAL MAGISTERO IRREFORMABILE ed ortodosso della Chiesa Cattolica, quel magistero, che: controllato dagli altri, mi dara atto della mia ragione a criticare il Papa e a ricorrere alla Tradizione per salvaguardare la propria ed altrui Fede!!!!!!!!!

            questo lei, lo sa benissimo, per questo ricorre a questi mezzucci, per stornare il mio discorso!!!!!
            eccome è impegnata a fare cio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            grazie a Dio Onnipotente, possiamo avere la grazia di far cambiare la mentalita a Francesco I, che non il migliore di tutti i Papi, solo Cristo è il Migliore!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

          • Mimma scrive:

            @Timorato
            Voci più autorevoli della mia le hanno fornito prove su prove che lei è nell’errore e nelle tenebre più fitte…
            Nessuna paura Timorato , solo tenerezza per un nostalgico bigotto che non sa cosa si sta perdendo…

          • timorato scrive:

            NON VOGLIO TENEREZZE DI UNA 45ENNE
            COME LEI, CARA!!!!

            preferisco quelle delle 20enni!!!!!!!

            so benissimo cosa mi sto perdendo: LA CAUSA DI INIMICIZIA CON CRISTO!

            ps
            quest’ultimo post è la prova provata, che lei parla tanto per seminare dubbi!!!!!!!!!

            cosa le costa fornire le prove delle mie colpe ?

            su la prego, le fornisca !

            ne vale la pena, più per lei che per me!!!!!!!!!!

            lo capiscono tutti che lei parla tanto per………..

          • Mimma scrive:

            @Timorato
            Le certezze se le sta dando da solo… la sua volgarità è senza limiti!
            Si vergogni se ci riesce!

        • timorato scrive:

          LEI MI PARLA DI VOLGARITA ,DOPO CHE DA SECOLI VUOLE FAR SPOSARE I PRETI PER ASSICURARE LORO UNA PROSTITUTA ?

          • Mimma scrive:

            @Timorato
            Le ripeto con fermezza che è MALEDUCATO!

          • Cherubino scrive:

            timorato sta bestemmiando, perchè afferma che il sacramento del matrimonio è “assicurare una prostituta”.

          • Mimma scrive:

            @Cherubino
            Ciò che fa bestemmiare Timorato è solo la sua frustrazione di una vita passata senza Amore per se stesso e per il prossimo!

          • timorato scrive:

            X CHERUBINO

            No, timorato non bestemmia! perché sta
            riportando quello che diceva la sua Mimma,
            a proposito di quello che si doveva “ottenere”
            a riguardo il matrimonio dei Sacerdoti!

            Se vuole le riporto l’altro post, in cui la Mimma
            voleva tale matrimonio per evitare l’accumulo
            di tensioni ………!

            In questo post, dove io, esaltavo l’amore
            coniugale con riferimento anche a quello
            che hanno vissuto ad es. la Vergine e San Giuseppe ed altri Santi li citati, che si sono
            amati senza avere la necessita a cui si riferiva
            la Mimma!!!!

            NON FACCIA LA FINTA DI NON CAPIRE, PERCHE LO SANNO TUTTI CHE LEI LEGGE TUTTI I POST, ANCHE QUESTO MIO!!!!!

            SE POI CERCA PRETESTI PER STRAPPARSI
            LE VESTI, FACCIA PURE COSI FINIAMO DI CONOSCERLA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

          • Mimma scrive:

            @Timorato
            ….E lei la finisca una buona volta di nascondersi dietro alla sua ascesi ineffabile e metta finalmente a nudo la sua anima davanti a Dio GUARDANDO LA SUA PROPRIA VITA e la finisca di puntare sempre il dito contro il mondo intero!
            Verrà il giorno in cui anche lei sarà giudicato , e davanti all’Altissimo sarà SOLTANTO LUCE NELLA VERITA’!
            IPOCRITA!!!!

          • cuba_libre scrive:

            Sposare i preti per assicurare loro una prostituta? Ci sarebbe da sghignazzare, ma purtroppo c’e’ poco da ridere. Ma lei pensa veramente che se un prete si vuole assicurare delle prestazioni a pagamento abbia bisogno di sposarsi???

            Ma da quale pianeta viene, da uno di quelli descritti in Star Trek?

          • Mimma scrive:

            Solo ipocrisia Cuba, nient’altro!

    • timorato scrive:

      X SIMON DE CYRENE

      l’acidita si procura quando si impone un cibo indigesto, come sono tutte le menzogne che girano in questo blog, che sono difficili da digerire!!!!!!!!!!!

      l’ira è stata voluto dal Dio Creatore, per usarla contro il peccato, il demonio e
      il mondo, cosi come ha fatto il Suo Unigenito Figliolo, il Signore Gesù Cristo,
      che sempre si scaglio contro i farisei e gli ipocriti servi di partito e adoratori del dio denaro!!!!!!

      Tutto passa, solo Dio e la Croce restano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      (Santa Teresa D’Avila)

      • Annarita scrive:

        Vorrei spezzare una lancia in favore di Timorato, perchè Mimma e Cuba libre, prima di sghignazzare e aggredire dovreste capirte cosa ha voluto dire Timorato. Cerco di spiegarvelo, anche se è difficile per chi è già prevenuto capire. Timorato ha detto:….assicurare una prostituta, per il semplice motivo che Mimma (forse se l’è scordato di averlo detto) molto più sopra diceva che bisognerebbe lasciar liberi i sacerdoti di sposarsi per evitare che facciano peccato rispetto al sesto comandamento. Dunque uno che legge questo può pensare che Mimma creda che la gente si sposi per evitare di peccare sessualmente, ecco perchè Timorato ha parlato di prostituta, perchè se uno sposa una donna esclusivamente per evitare di essere incontinente e peccaminoso, forse si può pensare che voglia solo una per sfogare i suoi bollenti spiriti. Ecco risolto l’enigma di ciò che intendeva Timorato, almeno credo di averlo capito.

        • cuba_libre scrive:

          Grazie avvocatessa Annarita, vedo che e’ andata a scuola da Ghedini, che come legale ha dimostrato che se un cliente vuole avere qualche probabilità di essere assolto e’ meglio che cambi strada, per evitare una condanna addirittura superiore a quella chiesta dal P.M.!

          Il suo discorso e’ smontabilissimo, sotto tutti i profili. Perche’ come ho detto, se uno vuole calmare SOLO i bollenti spiriti non ha bisogno di sposarsi, ma basta consultare le pagine del Messaggero con gli annunci ad-hoc che lasciano spazio a ben poche interpretazioni.

          Non e’ un caso che ho espresso a caratteri cubitali l’avverbio “SOLO”, perche’ io non faccio distinzione fra tonacati e non tonacati, per quanto attiene il problema sesso, che e’ una vostra morbosa ossessione: l’essere umano e’ essere umano, con tutte le sue pulsioni, le sue debolezze, quindi non mi meraviglio piu’ di tanto che anche un prete ricorra a certi espedienti, come del resto la storia (anche quella preconciliare (!!) ) ha ampiamente dimostrato.
          Altro e’ il matrimonio, dove certamente vi e’ la componente legata al sesso, ma non e’ disgiunta dalle altre due componenti, quella dell’anima e della mente.

          Il fatto e’ che tutto quadra, poichè il vostro discorso e’ tutto imperniato su un dogma: il concetto di la castità; per cui tutto cio’ che ne discende ne e’ una logica conseguenza.
          Sulla castità (imposta) ho già espresso un mio parere e non lo cambio: e’ un crimine contro natura!

          • timorato scrive:

            X CUBA-LIBRE

            Caro avvocato Cuba-Libre, dovrebbe innanzitutto prendersela con me e non con la Signora Annarita!!!

            La Signora Annarita, giusto perché è persona di rettitudine e di vera fede, non ha potuto a fare a meno di leggere il mio post nella verità del suo enunciato, e siccome la Fede ci unisce secondo quel: “..erano un cuor solo e una anima sola”, ecco spiegato l’arcano della sua “difesa d’ufficio” nei miei confronti che può far da maestra a tutti, compreso gli avvocati di corte e quelli di questo blog!!!!

            Dovrebbe prendersela con me pero, fino ad un certo punto, perché: l’unica da deplorare è la sua amata amica Mimma, in quanto fu lei, in altro suo post, a far intendere seppur velatamente, la necessita del matrimonio pro Clero affinché Questo, potesse liberarsi dalle sue frustrazioni “biologiche”!!!!!
            Da questo può ben intendere il mio sarcasmo del suddetto mio post.

            Quindi, cerchi di leggere i miei post prima di partire all’assalto e cerchi di leggerli per bene!

            ———————————————————

            X ANNARITA

            LA RINGRAZIO PER AVER COMPRESO IL MIO SDEGNO NEL POST SUDDETTO E PER ESSERE STATA CORRETTA NELL’INTERPRETARE.

          • cuba_libre scrive:

            Spiacente Timorato, ma io rispondo a chi si interfaccia cone me, non con chi sta dietro le quinte. Se Annarita si e’ messa a fare l’avvocatessa, non e’ un problema mio, ma se mi da’ dentro, prendendo spunto da un suo post precedente , e’ si’ affar mio, e agisco di conseguenza. Quindi per favore, non faccia l’avvocato dell’avvocato: se mi conosce sa benissimo che io non mi servo di Giovanni per far ascoltare a Pasquale; se voglio parlare a Pasquale, mi rivolgo a Pasquale direttamente, come del resto ho fatto, prima che si intromettessero quelli dello studio Ghedini.

          • timorato scrive:

            x CUBA -LIBRE

            quindi invece di scusarsi come farebbe una vera persona di animo nobile, una persona che -come lascia intendere lei-, si farebbe crocifiggere per la giustiziaa-, rincara la dose di accuse false , giocando a fare l’offeso ?

            dove la vede, la prova provata che io mi sono servito della Signora Annarita ?

            forse il “delitto di confutazione della Mimma”
            non è ammesso alla sua giustizia ?

            e poi, che male ha fatto la Signora Annarita nell’invitare a riflettere bene sul mio post ?

            A proposito a letto il post della Mimma ?

            Mi dispiace insegnarlo a lei che è un siciliano, e siccome ho amici di quella terra che per “Onore, Saggezza e Lealtà” mi fanno anche da maestri, chiudo con questo bel proverbio che mi hanno insegnato:

            ” u lupu da mala cuscienza, chiddu chi pratica iddu, di latri a ppui penza!

            ——————————————————–
            questo il post in questione della mimma

            Mimma scrive:

            19 settembre 2013 alle 14:14

            @Timorato
            Fateli sposare!!!
            Si avrebbero meno danni, meno ipocrisia e più vocazioni!
            Fateli sposare!!!
            Dio si è rivelato agli uomini con Cristo nella NATURA UMANA ed il bisogno dell’altro è più che legittimo!
            Non credo affatto che il celibato sia propedeutico di un’alto cammino ascetico.
            Conosco centinaia di sacerdoti estremamente tiepidi e confusi e con un sistema ormonale e neurovegetativo ad altissimo rischio e lei è uno di quelli!

          • Annarita scrive:

            Guardi Cuba libre non è che io mi sono svegliata male una mattina e ho preteso che i sacerdoti non si sposassero. Lo ha deciso la Chiesa e i motivi ci sono, magari non capiti da tutti, ma ci sono, aggiungo che la Chiesa non ha mai obbligato nessuno a farsi sacerdote e a non segliere al contrario il matrimonio, dunque visto che nessuno è obbligato a farsi sacerdote, come nessuno è obbligato a sposarsi, si ponderi a lungo ( se non si ha compreso qual è la propria vocazione) serenamente e si faccia dunque la scelta giusta. Purtroppo anche se non è un dogma di fede il celibato è ancora richiesto in Santa Romana Chiesa, dunque se a uno va bene bene, altrimenti può anche farsi buddista, o induista, può fare quello che vuole senza sindacare sulle regole altrui. O no? Come se io volessi venire a sindacare a casa sua e volessi dirgli come deve regolarsi a casa sua, se a me non va bene come vive lei, faccio a meno di frequentarla e fine, mica devo per forza obbligarla a cambiare. O no? Nessuno punta la pistola alle tempie di nessuno, dunque cari giovani se volete sposarvi non fatevi preti e fine dei giochi.

          • cuba_libre scrive:

            Timorato, io non ho mai detto che lei si sia servito di Annarita, ho detto che Annarita ha vestito i panni dell’avvocato; che poi lei questo non l’aveva richiesto, cambia poco, perche’ io mi raffronto con chi si raffronta con me, (se la cosa mi coinvolge) a prescindere a nome di chi parla. guardi che sono abituato a confrontarmi con chiunque sia nel blog che nella vita pratica e frequento gente di tutte le tendenze, per motivi di lavoro sono abituato a palare ad intere platee, quindi non sono certo gli argomenti, ne’ la dialettica che mi mancano. Ordunque se lei pensa che io abbia timore a confrontarmi con lei …. e’ meglio che cambia convinzione, guardi perchè e’ fuori strada.
            Quel proverbio siciliano che io apprezzo tanto, le suggerisco di inoltrarlo ad altri, magari traducendolo, perchè di false coscienze qui ne vedo a tonnellate; io avro’ un carattere forse non facile, ma le assicuro che l’ipocrisia non fa parte del mio ego.
            Detto questo, che cosa mi ha riproposto a fare il vecchio post di Mimma? Per additarla, come e’ nel vostro costume? Mica ha detto che la luna e’ quadrata, ha espresso un suo parere che in gran parte condivido, perchè se non si fosse capito, io sono assertore dell’opinione che se la natura viene violentata, questa reagisce! E mi rifiuto categoricamente di credere che Dio abbia creato la natura, per poi mettere gli uomini in condizione di farla violentare. E LA CASTITA’ IMPOSTA E’ VIOLENZA ALLO STATO PURO! Non soilo ma le diro’ di piu’: che da che mondo e’ mondo il sesso e’ stato utilizzato da tutti i potentati di questa terra, quindi anche dalla chiesa, per fini SOPRATTUTTO di potere e di dominio, in quanto essenza peculiare di ogni individuo. Pensi un po’ ai kamikaze islamici, a cui promettono che nell’aldilà avranno a disposizione ben 75 vergini per ciascuno!! Chissa’ cosa avranno promesso alle kamikaze donne :-) E chissà cosa significherà mai “vergine” in un mondo spirituale!
            E per rispondere ad Annarita, che dice che nessuno obbliga nessuno ad entrare in un ordine in cui vigono certe regole se non si vogliono seguire, mi sembra un discorso troppo meccanicistico. Sarebbe come dire: visto che per esempio in Pakistan i cristiani sono perseguitati, nessuno obbliga loro di restare, che emigrino! ma scherziamo?
            Io, e lo ripeto per la centounesima volta, non dico che i preti debbano sposarsi, ma rimuovere gli ostacoli che impediscono loro di farlo gioverebbe, cioè piu’ o meno quello che dice Mimma. Se poi la stragrande maggioranza vuole rimanere celibe, ben venga!

        • Mimma scrive:

          @Annarita e compare Timorato

          Intanto tengo a sottolineare che se mai io intendessi il matrimonio come mera libertà di evadere le pulsioni sessuali probabilmente non oserei neppure dirmi cristiana e certamente non mi sarei messa a perdere tempo con delle “menti” come le vostre!
          precisato questo e tralasciando altre spiegazioni circa la mia condotta morale (che non vi appartiene di sapere), mi istigate ulteriormente ad invitarvi ad una più grande onestà con voi stessi e con il Creatore e vi invito a non rispondere a me in merito alla sessualità, ma alla vostra stessa coscienza alla Presenza di Dio che è Onniscente!
          In merito poi alla luminosa condotta dei Ministri di Dio , vi vorrei far andare indietro nel tempo(EPOCA PRECONCILIARE) in cui , come ci ha ricordato la Orsenigo in qualche thread addietro, Urbano II ha decretato il CULLAGIUM per ovviare ai “relativi problemucci”creati dalla continenza forzata.
          Andatevelo a leggere se vi basta il coraggio!
          Io ho rischiato il vomito e non ho dormito per una notte intera!
          …E che dire poi dei tempi moderni…
          Vi invito adesso a non voler aprire più l’argomento in merito altrimenti mi metto a fare nomi e cognomi e faccio saltare un paio di poltrone!
          Carissimi saluti ad entrambi!

          • cuba_libre scrive:

            @ Mimma

            Io non sapevo cosa fosse il Cullagium, ho appena fatto una ricerca su internet, e ho quindi cscoperto cosa fosse.
            Mimma, non sprecare notti, ti prego, non ne vale la pena; a te forse crolla un mito, ma per me la cosa non rappresenta affatto una meraviglia, anche se non sapevo cosa fosse.
            E non la rappresenta perchè tutto quadra, all’insegna di certe logiche, che, anche se con sfumature diverse, sono le stesse di quella di oggi, fidati… non vado oltre, sia perche’ non ti voglio far fare altre notti insonni, sia perche’…. è meglio cosi’…! A Roma si dice: capiscimi a ‘mme!

            Un abbraccio

          • Mimma scrive:

            @Si, Cuba, negli ultimi anni per me sono crollati diversi miti, questo è uno dei tanti.
            Ho appreso cose stravolgenti che sono in netta antitesi con il Vangelo di Cristo e creano dualismi spiccati in ambienti ecclesiali e non.
            Dio benedica Papa Francesco che non le manda a dire!!!

          • timorato scrive:

            si prepari anche col Papa Francesco alla caduta di altri miti, perché siamo tutti peccatori!!!!!

            Non vorra perdere la fede ?

          • Annarita scrive:

            Cara Mimma, i cattivi soggetti non sono mai mancati in nessun tewmpo, mi meraviglio che lei potesse credere che io pensi che la Chiesa solo oggi ha dei problemi. Gli uomini sono peccatori fin dall’origine dunque nulla di nuovo sotto il sole. Con ciò non è che per il fatto che Papi o vescovi, o sacerdoti o fedeli abbiano fatto stupidaggini, o vissuto male, si debba giustificare oggi ogni scemenza modernista che viene propinata, almeno credo. Lo sbaglio nostro o di altri non giustifica nessuno a fare altrettanto, credo.

          • Mimma scrive:

            @Annarita
            Dunque se ho ben capito dai post indirizzati a me e a Cuba, lei ama così tanto la sua Chiesa che se la vede piena di immondizia opta per 2 possibili soluzioni(una peggio dell’altra) :

            1) Il celibato è una libera scelta del ministro e pertanto il dedele non è tenuto ad evidenziare che il suddetto mostra gravi difficoltà nel condurre una vita di castità.
            Pertanto nessuno può sindacare su una decisione della Chiesa che ha poco più di 500 anni e se tutto ciò dispiace basta non frequentarla!

            2) Visto che da SEMRE tutti siamo peccatori, non dobbiamo scandalizzarci se navighiamo nella fogna e i media scialacquano sulle spalle della Chiesa lavorando su gustosi bocconcini che i nostri fragili ministri ogni giorno gli forniscono!

            Che grande Amore che ha lei per la Chiesa!
            Sa come la chiamo io questa tattica sorella? POLITICA DELLO STRUZZO!

          • stefano scrive:

            @Mimma e cuba
            La Orsenigo ama riversare qui il liquame di cui va in cerca per placare la propria sete di falsità. I siti che si rimbalzano a vicenda questa panzana del cullagium sono tutti di propaganda atea o anticlericale o a vocazione scandalistico-pruriginosa (Dagospia). Altrove non se ne trova traccia e inutilmente se ne cercherà conferma nei testi di storia della Chiesa. Non esiste alcun documento probatorio a riprova di quanto si va affermando, e la mera rivendicazione reiterata della presunta autenticità da parte di più voci sul web non prova nulla, fintantoché non sia possibile basare il fatto su documenti storici. Sarebbe proprio il caso di porre un freno a questo cazzeggio senza ritegno.

          • Mimma scrive:

            @ Stefano
            Guardacaso neppure chi mi ha formata alla fede me ne ha mai parlato ,anzi ha sempre cercato di minimizzare miei dubbi espressi.
            La realtà che i protestanti evidenziano per il passato , viene invece accuratamente nascosta in casa nostra.
            Sa purtroppo qual’è il guaio?
            È che il disastro è più che mai attuale?

          • cuba_libre scrive:

            Stefano, il fatto che nessun documento di chiesa ne parli, mi sembra piu’ che evidente, come nessun documento di chiesa troverà mai dove vengono menzionati i coinvolgimenti dell’episcopato croato nei massacri orditi da Pavelic e Stepinac, durante la guerra. E come del resto in nessun papiro clericale troverà mai testimonianze dell’assassinio di Ipazia ordinato da Cirillo di Alessandria.
            Come del resto, per essere obiettivi, fino a non pochi decenni fa nessuna testimonianza d’oltre cortina parlava dei massacri di Katyn in Polonia ad opera dell’armata rossa sovietica, che ne attribuì la colpa ai tedeschi per molti decenni.
            Questo per dire che NESSUNO dira’ mai spontaneamente che e’ colpevole di qualcosa, se non intervengono fattori esterni che fanno rovesciare gli equilibri.

            Mi documenterò per bene sul Cullagium, prima di farmi un’opinione, ma se trovasi conferma a quello che e’ stato qui detto, non potrei per niente scandalizzarmi.

          • stefano scrive:

            @Mimma
            …guarda caso non gliene hanno mai parlato semplicemente perché non non esiste, e perché si tratta di una vergognosa calunnia di una fantasia malata. Malata della stessa patologia di quella che spinse gli storiografi illuministi a inventare le famose leggende nere sulla Chiesa. Trattandosi di una guerra, si potrebbe nobilitare il fatto appellandolo come controinformazione, o manipolazione dell’opinione pubblica. Ma cambia poco.

            @cuba
            grazie per la ricerca che vorrà fare a conferma della mia smentita. Comunque sappia che neanch’io mi scandalizzo più di nulla, se non della menzogna gratuita.

          • Annarita scrive:

            Perchè lei Cuba Libre è perseguitato dalla Chiesa?

  22. Cherubino scrive:

    ormai il trucchetto lo conosciamo già, e si ripete per questo thread: quando il papa parla della pace nel mondo e della guerra però non non parla dell’aborto, quando il papa condanna l’aborto però non parla del peccato, quando parla del peccato e della conversione però non parla della liturgia, quando parla della liturgia però non parla dei gay, quando parla degli omosessuali però non parla del celibato, quando parla del celibato però non parla della consacrazione della preghiera, quando parla della preghiera però non parla dello IOR, quando ristruttura lo IOR però non controlla i vescovi, quando interviene nella gerarchia ecclesiale però lascia i fedeli laici nell’ignoranza, quando fa catechesi con le omelie a S. Marta, con le udienze del mercoledì e con l’Angelus domenicale, però non fa Magistero, quando scrive un’enciclica però è stata scritta a quattro mani, quando elogia Benedetto XVI vuol dire che abbiamo due pontefici, quando agisce con l’autorità di pontefice abusa del suo potere, quando si chiama vescovo di Roma squalifica la funzione papale, quando si presenta come il “servo dei servi” si fa troppo umile quando …
    Quando non c’è più nulla da tirare in ballo si può sempre ricorrere alle false interpretazioni delle apparizioni di Fatima o di qualche altra mistica, anche non riconosciuta che tutto fa brodo.

    • framp scrive:

      ……… da manuale! bravo!

      • timorato scrive:

        x cherubino

        la finisca di dipingere il Papa come vittima!

        il Papa sara vittima -nel migliore dei casi, se non è
        l’antipapa massone di cui parla la Madonna di Fatima-
        dell’ignoranza o delle tempeste culturali che si sono innalzate
        contro il Cattolicesimo da più di tre secoli, ma non vorra
        dire, SENZA PROVE PROVATE, che Egli,non sta commettendo
        tanti mali e tanti errori ?

        Il caso dei Francescani dell’Immacolata ad esempio ?

        il fatto di definire pelagiani noi tradizionalisti ?

        il fatto di presentarsi come umile e vero interprete
        del Cristianesimo, quando, con rinuncie e discorsi
        faziosi, definisce la Chiesa del passato una corte
        rinascimentale dedita al dispotismo ?

        il fatto di presentare la Misericordia di Dio,
        come qualcosa di molto leggero e gia acquisito?

        il fatto etc. etc.

        ma gia, per lei il papa del momento ha il potere di riscrivere
        non solo il Vangelo, ma anche la Giustizia e la Verita!!!!!!!!!!!!!

        Peccato, che ci sono papi che sono ancora in Purgatorio per
        aver agito cosi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Serena scrive:

          Toh! C’è pure qualcuno che è andato a vedere il purgatorio ed ha pure visto dentro dei papi! Chi è costui? Elia redivivo?

          • timorato scrive:

            x serena

            e come fa lei ad essere cosi sicura che io non sia il Profeta Elia redivivo o che possa essere un altro mistico che viene condotto a visitare il Purgatorio ?

            Forse perché crede nella divinita dei Papi?

            Il papa non è Dio, quando è un buon papa è solo un Suo Amabasciatore con tante ma tante responsabilità!!!!!!!!!!!!!!!!!

            Visto che io qualora fossi realmente il Profeta Elia non potrei fare pubblicità delle mie visioni,le posto quando dicono a proposito di Papi in Purgatorio, altre fonti autorevoli:

            ——————————————————–

            “……..Il gran Papa Innocenzo terzo famoso per o­pere di zelo meraviglioso, apparve a santa Lut­garda dopo morto, e di tra le fiamme le annun­ciò che il suo purgatorio doveva durare fino al giorno del Giudizio. San Bellarmino diceva di rabbrividire pensando a ciò e diceva che se a un santo Pontefice toccava questo, cosa sarebbe toccato agli altri? …………………………..

            continua a leggere

            http://www.preghiereagesuemaria.it/…/i%20nostri%20cari%20e%20il%20purg…‎

          • Cherubino scrive:

            cara Serena, lei ha ragione, purtroppo si abitui alle furberie di timorato il quale pur di contestare dimentica “casualmente” di citare correttamente.
            In realtà l’apparizione di Innocenzo III a S. Liutgarda, che non è un dogma di fede ma concediamola pure, non andò esattamente come dice timorato.
            Infatti proprio il testo di p. Schouppe citato riporta le parole del papa:«Sono, le rispose, il papa Innocenzo. – possibile che voi, nostro padre comune, siate in tale stato? ­ Non è che troppo vero: pago la pena di tre falli che ho commesso e che poco mancò non mi cagionassero l’eterna mia rovina. Grazie alla santa Vergine Maria, ne ottenni il perdono, ma mi rimane a scontarne la espiazione. Ohimè! quanto è terribile! e durerà per secoli, a meno che voi non mi soccorriate. In nome di Maria, che mi ottenne il favore di venire a pregarvi, aiutatemi!». Disse e sparve. Ludgarda annunziò la morte del papa alle sue sorelle, e con esse si diede a pregare e a far esercizi di penitenza in favore dell’augusto e venerato defunto”.

            Come lei diceva non possiamo sapere affatto se ci sono pontefici in Purgatorio e le frasi sopra di timorato sono solo sparate propagandistiche contro la Chiesa.

          • timorato scrive:

            quindi postare la testimonianza di una Santa,
            sarebbero “sparate propagandistiche contra la
            Chiesa”?

            Ho fatto parlare la Santa, e non ho parlato
            io !

            E’ impossibile persino citare fatti raccontati
            dai Santi, alfine di proteggere l’immagine di
            Papi che vanno difesi come i capi politici dei
            nostri giorni ?

            LA FINISCA DI FARE L’EROE DI SANTA OBBEDIENZA E IL ZELATORE DELLA CATTEDRA DI PIETRO A SENSO UNICO!!!!

            SI E’ VISTO BENE, GIUSTO PER PREPARARE IL TERRENO A FRANCESCO I- COME SE NE E’ ALTAMENTE FREGATO DELLA PAROLA DI PAPI COME PAOLO VI E GIOVANNI PAOLO II (DA LEI IDOLATRATI PIU CHE MAI) QUANDO QUESTI DIFENDEVONO IL SACRO CELIBATO ECCLESIASTICO TRAMITE QUEI DOCUMENTI CHE IO HO POSTATO E CHE LEI HA CALPESTATO MAGNIFICAMENTE NELL’ALTRO POST!!!

            LA FINISCA DI DEMONIZZARE I SUOI INTERLOCUTORI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

          • Cherubino scrive:

            la sua citazione è errata, non se n’è ancora accorto ?

          • timorato scrive:

            x cherubino

            la mia citazione non è assolutamente errata,
            visto che la fonte da cui lo tratta, riprende la
            storia del papa in purgatorio, tale è quale
            l’ho trovata riportata in vari testi antichi e
            nuovi!

            piuttosto lei, mi citi la sua fonte!

        • dafne scrive:

          il blogger crede di far lo spiritoso con cose serissime, crede di sdrammatizzare la situazione disastrosa della fede, che attiene alla salvezza dell’anima,….capisco che oggi la si dà per scontata, specie negli allegri movimenti ecclesiali, tutti a danzare e batter le manine olè….
          ma nega l’evidenza se minimizza il fatto che tutti questi discorsi confusionari del papa, anzichè rafforzare la fede degli incerti, la fanno svanire del tutto !
          un magistero equivoco e superficiale che specie di DOCENZA è, secondo questi allegrotti difensori della confusione ? merita il nome di magistero un frasario pressappochista e svagato, leggero su cose gravi, e quasi “spensierato” (così come la tipica espressione facciale giuliva che vediamo in tante foto di Bergoglio) ? un parlare che afferma tutto e il suo contrario con la massima disinvoltura ?

        • delhi scrive:

          Caspita, Timorato!
          Essere il paladino della fede vera, del magistero irrrrrrrreformabile, il possessore della verità vera le ha fatto guadagnare un’entrata gratis in Purgatorio per dare una sbirciatina? Com’è che ci ha visto i Papi….
          Suppongo che abbia visto anche Totò che Le ha detto….MA MI FACCIA IL PIACERE!

          • timorato scrive:

            X DELHI

            quindi il vero paladino della vera fede,
            è lei ?

            quindi la vera fede,consiste non nel credere,
            propagare e proteggere il Magistero Irreformabile che ha generato i Santi e che
            i Santi hanno testimoniato: “DIVINO”,
            ma nel proteggere la fama dei papi cosi
            come si protegge la fama dei politici di
            questa terra ?

        • giovannino scrive:

          “definisce la Chiesa del passato una corte
          rinascimentale dedita al dispotismo” .
          Premesso che il Santo Padre non ha mai definito tutta la Chiesa passata come una corte rinascimentale dedita al dispotismo , dimmi tu come definiresti la Curia romana ai tempi di Giulio II. Il giudizio degli storici è quasi unanime : era un corte rinascimentale dedita al dispotismo.

          • timorato scrive:

            x Giovannino

            premesso che tu non hai diritto a parlare di
            papi, visto che -come hai detto altre volte- riconosci come autentici solo Giovanni XXIII e l’attuale!!!!!!

            Mi puoi spiegare perché dobbiamo credere a certi storici che sono parenti di quelli che hanno nascosto la tragedia delle foibe, dai libri di
            storia manipolati ?

            Se poi c’è un papa, che si presta a far credere questi “FATTI NON PROVATI”,mi spieghi perché io vengo demonizzato, quando in osservanza alle Parole della Madonna di Fatima, che parla di un antipapa massone, debbo tacere: perché sto parlando “male” di un papa, mentre il papa attuale lo può fare ?

    • macv scrive:

      Parla del tempoin cui c’ra Benedetto? Perch’ quest papa piace a tutti tranne un piccolo manipoli di dissidenti. Volete sterminarli? Voleteil consenso TOTALE ? Penso che sia impossibile: continueremo a pensarla come la pensiamo,potete solo impedirci di parlare,ma allora come ha detto qulcuno grideranno le pietre!

      • Iva scrive:

        caro Macv,
        si sta avverando anche ciò che presagì PaoloVI, all’indomani del disastro-cv2, confidando la sua profezia all’amico Jean Guitton, e sulla scia di questa confidenza, fin dal 3d “la brace della Fede” dicevo che il problema gravissimo del tempo presente, che perdura da 50 anni è il degrado della Fede, connesso alla riforma deformante della santa Liturgia, stravolta in “Cena del Signore” simil-luterana, con inevitabile protestantizzazione del culto, del sentire cattolico, delle preghiere, della mentalità in generale (>morale soggettivista, basata sul primato della coscienza e LIBERA interpretazione delle Scritture, ognuno a modo suo, ogni gruppo ecclesiale con esegesi creativa della Bibbia e Vangelo) avverando così la nota sequenza:

        lex orandi -lex credendi – lex vivendi

        la Fede è oggi declassata a un “sentimento” tutto personale, o speciale emozione, o incontro occasionale, evento sensazionale (spesso auto-suggestivo) o “percezione”, contrastando e combattendo anche con ignoranza voluta TUTTI i dogmi e la Dottrina che la chiesa in 2 millenni ha insegnato, consegnato (Traditio) e insegnato a CREDERE, secondo l’esplicito comando di Nostro Signore:
        “Fate discepole tutte le genti, insegnando loro ad OSSERVARE ciò che vi ho comandato”

        • Iva scrive:

          Paolo VI dunque nel 1977, ben cosciente della grave crisi della Fede cattolica seguita al mitico concilio21 (che, disilludendo le rosee aspoettative di neo-pentecoste non aveva portato la primavera, bensì “nuvole BUIO e tempesta”) disse all’amico Jean Guitton:
          «C’è un grande turbamento in questo momento nel mondo e nella Chiesa, e ciò che è in questione è la fede…
          Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all’interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non-cattolico, e può avvenire che questo pensiero non cattolico all’interno del cattolicesimo diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenterà mai il pensiero della Chiesa. Bisogna che sussista un piccolo gregge, per quanto piccolo esso sia»

          ———————
          questa immagine del piccolo gregge coincide con quella del discorso profetico del card. Ratzinger del 1969 in cui anch’egli previde l’inevitabile riduzione numerica della Chiesa.

        • Cherubino scrive:

          Quindi lei cita Paolo VI (lettera a Guitton) contro … Paolo VI autore della riforma liturgica ?

          Un caso di schizofrenia …

  23. Cherubino scrive:

    c’è qualcuno qui che ha l’allergia per la misericordia e fa sarcasmo anche su parole come amore, tenerezza, compassione, accoglienza …

    Ma queste parole sono davvero contrarie alla fede cristiana ?

    Sion ha detto: «Il Signore mi ha abbandonato, il Signore mi ha dimenticato». Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai. Ecco, ti ho disegnato sulle palme delle mie mani, le tue mura sono sempre davanti a me. (Isaia 49)

    più li chiamavo, più si allontanavano da me; immolavano vittime ai Baal, agli idoli bruciavano incensi. A Èfraim io insegnavo a camminare tenendolo per mano, ma essi non compresero che avevo cura di loro. Io li traevo con legami di bontà, con vincoli d’amore, ero per loro come chi solleva un bimbo alla sua guancia, mi chinavo su di lui per dargli da mangiare. Come potrei abbandonarti, Èfraim, come consegnarti ad altri, Israele? Come potrei trattarti al pari di Adma, ridurti allo stato di Seboìm? Il mio cuore si commuove dentro di me, il mio intimo freme di compassione. Non darò sfogo all’ardore della mia ira, non tornerò a distruggere Èfraim, perché sono Dio e non uomo;
    sono il Santo in mezzo a te e non verrò da te nella mia ira. (Osea 11)

    Il ricordo della mia miseria e del mio vagare è come assenzio e veleno. Ben se ne ricorda e si accascia dentro di me la mia anima. Questo intendo richiamare alla mia mente, e per questo voglio riprendere speranza. Le misericordie del Signore non sono finite, non è esaurita la sua compassione; esse son rinnovate ogni mattina, grande è la sua fedeltà. (Lamentazioni 3)

    «Io che apro il grembo materno, non farò partorire?» dice il Signore. «Io che faccio generare, chiuderei il seno?» dice il tuo Dio. Rallegratevi con Gerusalemme, esultate per essa quanti la amate. Sfavillate di gioia con essa voi tutti che avete partecipato al suo lutto. Così succhierete al suo petto e vi sazierete delle sue consolazioni; succhierete, deliziandovi, all’abbondanza del suo seno. Poiché così dice il Signore: «Ecco io farò correre verso di essa, come un fiume, la prosperità; come un torrente in piena la ricchezza dei popoli; i suoi bimbi saranno portati in braccio, sulle ginocchia saranno accarezzati. Come una madre consola un figlio così io vi consolerò; in Gerusalemme sarete consolati. (Isaia 66)

    Gli Israeliti gemettero per la loro schiavitù, alzarono grida di lamento e il loro grido dalla schiavitù salì a Dio. Dio ascoltò il loro lamento, Dio si ricordò della sua alleanza con Abramo, Isacco e Giacobbe. Dio guardò la condizione degli Israeliti, Dio se ne diede pensiero. (Esodo 2)

    DAI VANGELI:

    ecco che veniva portato al sepolcro un morto, figlio unico di madre vedova; e molta gente della città era con lei. Vedendola, il Signore ne ebbe compassione e le disse: Non piangere!

    Allora Gesù commosso, toccò i loro occhi e in quell’istante recuperarono la vista
    e lo seguirono

    Colui che viene a me, non lo caccerò fuori

    Gesù, vedendo le folle, ne sentì compassione.

    Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: «Come mai il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Udito questo, disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori».

    Quando era ancora lontano, suo padre lo vide, ebbe compassione, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò.

    Gesù allora, quando la vide piangere, e piangere anche i Giudei che erano venuti con lei, si commosse profondamente e, molto turbato, domandò: «Dove lo avete posto?». Gli dissero: «Signore, vieni a vedere!». Gesù scoppiò in pianto.

    Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se fate ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi. [...]
    In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia. La donna, quando partorisce, è nel dolore, perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia.

    Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!»

    ecc. ecc.

    • Cherubino scrive:

      dimenticavo:
      Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.

      • Sal scrive:

        @ cherubino
        “c’è qualcuno qui che ha l’allergia per la misericordia e fa sarcasmo anche su parole come amore, tenerezza, compassione, accoglienza …”

        Si dice: “Quando il diavolo ti accarezza vuole l’anima”.

        Ha mai sentito parlare dei Borgia ?
        I princìpi sono eterni, le banderuole seguono il vento !

      • timorato scrive:

        x cherubino

        APPUNTO SOLO I MISERICORDIOSI LA TROVERARANNO,

        QUESTA MISERICORDIA che non è ne svenduta ne imposta!!!

        questa misericordia che tralaltro è da ricercare!!!!!!!!

        e che solo i misericordiosi possono ricercare!!!!!!!!!

        per poi alla fine trovare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      • Lia Orsenigo scrive:

        Cherubino,
        Le rammento la efficace replica che Le è stata indirizzata in risposta ai Suoi auguri per la festività del patrono di Napoli, nell’altro segmento del Forum.
        Son certa che Ella motiverà il Suo pregevole silenzio con la disattenzione o ,peggio, con la circostanza che le repliche intelligenti non meritano risposta.
        Ciò non le rende meno intelligenti, ovviamente, a meno che non vogliamo credere che la Sua risposta si è squagliata come il presunto sangue di sangennaro…
        L.O.

        • Cherubino scrive:

          non ho visto il suo post, xche’ non era mia intenzione aprire un off-topic ma solo fare degli auguri. in ogni caso di rispondere a chi non crede al miracolo di s. Gennaro vescovo e martire non me ne può importare di meno

    • dafne scrive:

      qui c’è qualcuno (anzi molti, visto che nella società odierna dalla morale facilona sono la maggioranza) che dimentica tantissimi passi del Vangelo dove Gesù non fa sconti nè dà il 6 politico a nessuno, ad es. quando dice:
      Se non vi CONVERTIRETE, perirete tutti.

  24. Sal scrive:

    “Non si possono scartare, come ci propone la cultura dello scarto! Non si possono scartare!”

    Alla fine anche Tornielli è disubbidiente al papa. Anche lui pratica lo scarto….moderando, moderando,… quasi fosse uno scarto indolore…… con indifferenza, modera qui, modera lì, scarta, qui scarta lì……tutte le scuse sono valide per scartare.
    Eppure “ ogni anziano … anche se infermo o alla fine dei suoi giorni, porta in sé il volto di Cristo.”
    Ma le ragioni del paladino prevalgono sempre. Eppure Cherubino ricorda : “Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.” solo un modo di dire !

  25. Lia Orsenigo scrive:

    Qui l’unico scandalo è una opinione pubblica quotidianamente inchiodata a ciò che ha detto o fatto il papa o quel tale prelato : prime pagine, commentatori, radio, televisione, non fanno altro che mettere le posizioni della chiesa al centro del dibattito.
    Come se le opinioni di queste persone fossero davvero al centro del mondo, come se fossero loro a fare la storia, come se l’umanità intera aspettasse da costoro di conoscere la direzione da imboccare.
    E, invece, già nella vicina Svizzera, le opinioni del vaticano sono roba da quarta pagina, per non parlare di tutte le società avanzate d’Europa dove il clero non tiene in pugno le coscienze, dove i governi badano alle cose serie per la colettività e dove si sta attenti alle cose veramente importanti per il progresso civile e sociale.
    E dove, soprattutto, una opinione pubblica avvertita e matura non consentirebbe mai l’erogazione di ben sei miliardi all’anno ad una casta parassitaria come quella clericale, mentre uno Stato italiano sempre più indebitato taglia su cultura, istruzione, servizi sociali e pensioni.
    L.O.

    • Serena scrive:

      Chissà se i parassiti non sono invece i nobili massoni e protestanti che si sono fatti un bel gruzzoletto sul sangue dei poveri! facesse qualche sproloquiatore quello che fa la chiesa per i poveri nel mondo intero, non ci sarebbe tanto borghesismo da strapazzo!

  26. Puskin scrive:

    Sei miliardi? Ma dove? E da chi? BUM!

  27. Lia Orsenigo scrive:

    (poco) Serena,
    se dovessimo parlare di ricchezza, non potremmo certo sostenere che la chiesa ,invece, si è impoverita !
    Se Ella dedicasse anche solo qualche istante alla riflessione razionale, concluderebbe che la chiesa destina una parte assolutamente trascurabile dei suoi introiti alla beneficenza.
    Terza ed ultima considerazione : con tutto quello che introitano, sarebbe assolutamente inammissibile che non facessero neppure qualcosa per i poveri.
    Rifletta, Serena, rifletta…serenamente e non con gli occhi abbagliati dalla devozione.
    L.O.

    • timorato scrive:

      la Chiesa è ricca pechè il Suo Signore ha voluto cosi, quando -come sta scritto in San Paolo- ha detto: “Il Signore si fece povero per arricchire i suoi”

      LA POVERTA’ CHE ELOGIA IL SIGNORE E’ QUELLA DI TIPO SPIRITUALE!

      Se lei parla per invidia, deve sapere che l’invidia è peccato tanto quanto la avarizia che non ha che fare poi con la ricchezza che non è peccato in quanto tale!

      La ricchezza è peccato solo quando è procurata con mezzi illeciti e quando non soddisfa i bisogni dei poveri di cui essa in primo luogo è chiamata a preoccuparsi!

      E POI, PARLA LEI -CHE E’ SEMPRE OCCUPATA AD ELOGIARE IL PROTESTANTESIMO, QUASI FOSSE IL PREAMBOLO DEL PARADISO-
      CHE COLPEVOLMENTE TACE SULLE ORIGINI DEL CAPITALISMO CHE SONO SORTE IN CASA CALVINISTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      PRUDENZA E VIRTU!!!

      • mauro scrive:

        Caro timorato,

        2Cor 8,9 Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà.

        Se è una povertà spirituale, e ciò è vero, saprebbe spiegare per quale motivo la Chiesa aiuta i poveri (materiali) e per far ciò deve arricchirsi se vi vuol adempiere?

        Si è reso conto che si è contraddetto mettendo insieme una Chiesa materialmente ricca (come scriveva L.O. ed alalla quale lei ha replicato) atta ad aiutare una povertà spirituale?

        Non le sembra che sia illecito arricchirsi per aiutare una povertà spirituale?E’ una truffa.

        • timorato scrive:

          x Mauro

          non è fraterno, che ancora lei, non mi dice a quale religione appartiene!

          mica la mangio! lo capisce che è impossibile usare la Bibbia se non si è cattolici ?

          ogni altro tipo di uso: lo fanno gli ignoranti, i nemici della Chiesa e il diavolo!!!!!!!!!!!!!!!

          La Chiesa aiuta i poveri materiali perché glielo comanda il Suo Signore e Dio Gesu Cristo!

          Dove vede lei la necessita, che dovrebbe obbligare la Chiesa a non aiutare i poveri materiali perché deve prediligere la poverta spirituale ?

          mi perdoni, ma c’è un palese controsenso, nel suo discorso, che veramente mi lascia cosi….

          Dove, e in che cosa, ha visto arricchire la Chiesa nel promuovere la poverta spirituale ?

        • Serena scrive:

          Se vogliamo parlare di truffe…..

          http://www.roccopoliti.it/?p=2399

          • Sal scrive:

            @ timorato
            “lo capisce che è impossibile usare la Bibbia se non si è cattolici ?”

            Già, la usavano come carta per accendere il fuoco ! Fuoco Sacro !

            “Il concilio di Tolosa del 1229 giunse a proibire ai laici il possesso di copie della Bibbia e nel 1234 quello di Tarragona ordinò il rogo delle traduzioni della Bibbia in volgare.” Wikipedia
            h**p://it.wikipedia.org/wiki/Indice_dei_libri_proibiti
            Nel 1849, la prima iniziativa di papa Pio IX (proclamato beato nel 2000) una volta ripreso il potere fu di bruciare tutte le copie “evangeliche” del Nuovo Testamento (versione Diodati) introdotte in Roma. Ancora negli anni ’30 dello scorso secolo furono frequenti i roghi di Bibbie evangeliche.
            h**p://digilander.libero.it/domingo7/LA%20BIBBIA%20VIETATA%20AI%20CRISTIANI.htm

      • Sal scrive:

        @ timorato
        “LA POVERTA’ CHE ELOGIA IL SIGNORE E’ QUELLA DI TIPO SPIRITUALE!”

        Forse non ha riflettuto bene sig. timorato. Colui che è povero spiritualmente non ha nulla da insegnare. Non può avere il magistero infallibile.

        “Voi siete la luce del mondo.” ( Mt 5.14) Come si può far luce se si è poveri spiritualmente ?
        “e rivestitevi della nuova [personalità], che per mezzo dell’accurata conoscenza si rinnova secondo l’immagine di Colui che la creò,” ( Col 3.10-11)
        Ci deve essere un arricchimento spirituale altrimenti non c’è rinnovo, ma deterioramento.

    • Serena scrive:

      I suoi occhi, cara Orsenigo, sono annebbiati dalla superbia, dall’odio, dai pregiudizi e dal livore anticattolico…. Un vero delirio! Vada magari lei a fare in Africa quello che fanno migliaia di missionari tra i lebbrosi e e i malati endemici, prima di sproloquiare da borghese saccente.

  28. orinoco scrive:

    Volete sterminarli? Volete il consenso TOTALE ?

    Basterebbe meno aggressività e cattiveria, per il resto per me potete cantarvele e suonarvele quanto volete….Io ho il terrore di scrivere qui a causa dell’inaudita accidia di qualcuno, questo blog. mi dispiace moltissimo per il dott. Tornielli è infrequentabile e tiene lontane parecchie persone.

    Infatti sono ingiudicabili e incomnentabili, meglio sarebbe usare la strategia del silenzio e

  29. timorato scrive:

    X EREMITA

    SPERO CHE FACCIA LA MORALE ANCHE AL FILOSOFO QUI CITATO!!!!!!!!!!!

    ——————————————————————————————————
    LA MINA VAGANTE

    «Non si rende conto dei danni che sta facendo»

    Michael Novak
    MICHAEL NOVAK

    L’intervista al filosofo cattolico americano Michael Novak

    «Un amico mi ha chiesto se il Papa si rende conto dei danni che fa, con questi commenti estemporanei. Di certo usare la parola ossessione nei confronti di chi lavora da sempre per la difesa della vita è una cosa che ferisce».

    In oltre venti anni che lo conosciamo, non era mai capitato prima di sentire parole così dubbiose verso il Papa da Michael Novak, forse il più …..CONTINUA A LEGGERE

    PAOLO MASTROLILLINEW YORK

    http://vaticaninsider.lastampa.it/news/dettaglio-articolo/articolo/chiesa-papa-stati-uniti-28013/

    • Eremita scrive:

      Per confermare le parole del diavolo, niente di meglio che Satanasso. “Da una ventina d’anni il teologo e politologo americano Michael Novak propone il suo “capitalismo democratico” come il sistema politico ed economico più compatibile con il cristianesimo e soprattutto con il cattolicesimo. La sua versione di neo-liberismo conservatore trova seguito soprattutto in America Latina, …. In Italia è considerato un luminare dagli ambienti di Buttiglione e dalla componente liberista di Forza Italia.” Ecco che ci siamo, il filosofo dei Berluschini critica il papa: il bunga bunga va bene, il vangelo della misericordia no. Timorato, mi faccia il piacere!

  30. timorato scrive:

    x Eremita

    non mi sono spiegato, il mio non vuole essere un appoggio al capitalismo ma solo
    l’evidenza di una condanna per atti che oggettivamente la richiedono, da persone che
    al di la delle loro discutibili tesi, mantengono sempre una certa autorità!

    Io contesto il capitalismo (e i suoi derivati) come il comunismo ( e i suoi derivati anche cattolicizzati) nello stesso modo che lo contesta la Dottrina sociale della Chiesa, quindi nessun appoggio al filosofo Novak – di cui non conosco la sua opera, da lei citata- ma solo il mio “uso” di lui secondo la massima: “…poni mente a ciò che è detto e non badar a chi l’ha detto!”(Lib. Imitazione di Cristo).

    Certamente il bunga bunga non va bene tanto quanto il” vangelo della misericordia”, anche se con un certa riserva! Il bunga bunga, riguarda un problema personale ,per cui spetta al suo sostenitore sbarazzarsene agli occhi di Dio, il “vangelo della misericordia”, che è una distorsione della Vera Misericordia di Dio, riguarda molti, CHE HANNO IL DIRITTO DI SAPERE LA VERITA e che pertanto non meritano di essere ingannati circa la reale verità di questo Dogma!

    Ho fatto intendere la differenza ?

    comunque, non dimentichiamo che siamo tutti peccatori, quelli del bunga bunga e quelli che falsano il dogma!

  31. timorato scrive:

    X EREMITA

    vuol capire che la destra e la sinistra (politica) il capitalismo e il comunismo sono
    la creazione di quella Sinagoga di Satana -come la definisce San Paolo- che serve
    per lottare e distruggere la Cristianita’ ?
    Con le guerre fra poveri, loro si arricchiscono e ci dominano cosi bene, che è impossibile persino parlar “male(cioe secondo la verità di fatti storici)” delle LORO MALEFATTE, altrimenti si rischia di essere bruciati vivi come antisemiti!!!!!!!!!!!!!!!!

    Guardi dove arriva il danno con la beffa:

    —————————————————————————————————–
    CHE COSA INFLUENZA I CAMBIAMENTI DELLA SOCIETA

    Joe Biden, vicepresidente USA, ha detto con ammirazione, al ricevimento dello Jewish Heritage Month del partito democratico:

    «La cultura ebraica ha tanto contribuito all’America. Nessun gruppo ha avuto tanta influenza per capita… Avete l’11% dei posti nel Congresso USA, ottenete fino ad un terzo dei premi Nobel…

    «Penso che voi sottovalutiate l’impatto della cultura ebraica. Lo dico sul serio… Non si può parlare del movimento dei diritti civili in questa nazione senza parlare degli ebrei… non si può parlare del femminismo senza parlare di Betty Friedan… Credo che sia ciò che influenzi l’America, ciò che influenza le nostre attitudini, la nostra cultura, le arti, più di qualsiasi altra cosa.

    [Il matrimonio gay] «…non è qualcosa su cui abbiamo legiferato: è piuttosto ‘volontà e grazia’, erano i social media. Letteralmente. È ciò che ha cambiato l’attitudine della gente. Per questo sono così sicuro che la vasta maggioranza della gente lo approverà – e lo approverà rapidamente.

    «Pensateci, dietro tutto questo, scommetto che l’85% di quei cambiamenti – se sia da Hollywood o dai social media – sono una conseguenza dei leader ebraici in questa industria. L’influenza è immensa, è immensa. E, aggiungerei, è tutta per il bene.

    http://letturine.blogspot.it/2013/09/che-cosa-influenza-i-cambiamenti-della.html

  32. mauro scrive:

    Caro timorato,

    mi dispiace ma lei vuole entrare nei discorsi che fanno altri e poi cambia le carte in tavola continuamente. Invece di rispondere a quanto le ho risposto giorni fa, avendone le basi per farlo, lei si attacca a quale religione appartenga come se io non parlassi della sua e di quanto sia distante dal cristianesimo che dovrebbe pedissequamente seguire se si ritiene un credente in Dio.
    Anche ora l’ha fatto con L.O. che parlava di ricchezze materiali della Chiesa (euro nella fattispecie), lei se n’è uscito con quel preciso “povero” che è giustamente riferibile alla spiritualità dell’individuo (le ho postato l’intero passo) ma non entra nel merito della disponibilità monetaria della Chiesa.
    La Chiesa non deve affatto aiutare coloro che non hanno disponibilità finanziarie perchè tale compito è di ogni credente che deve riversare la propria agape (aiuto disinteressato) sul prossimo. E ciò è evidente in quanto se La Chiesa ne avesse avuto l’incarico dovrebbe aiutare tutti coloro che nel mondo soffrono in quanto sua intenzione è di convertirlo.

    Gesu’ disse che i poveri li avrebbero avuti sempre (e questi sono i bisognosi) ed è proprio così in quanto non vi è organizzazione mondiale nel mondo che riesca ad aiutarli in modo da eliminare la povertà.
    Se lei si sforzasse un po’ di piu’ si renderebbe conto che già ora i credenti aiutano i bisognosi rifornendo enti, associazioni, e la Caritas stessa, di aiuti che vengono predisposti per i bisognosi ma nello specifico non è la Chiesa che spende euro in aiuti ma il credente, per cui una Chiesa ricca contrasta con Gesu’ e gli apostoli che vivevano di ciò che riuscivano a raccogliere durante la giornata, e non si dovevano preoccupare di ciò che avrebbero mangiato il domani e di cosa si sarebbero vestiti perchè Dio vi avrebbe provveduto. Ed è chiaro che potevano aiutarli solo coloro che incontravano durante la predicazione, giorno per giorno, andando così a corrispondere a quell’Agape che l’uomo doveva riversare sul proprio prossimo (Gesu’ e gli apostoli nella fattispecie).

    2 Cor 8,9 spiega che la povertà spirituale dell’uomo si tramuta in ricchezza spirituale tramite Gesu’. La povertà spirituale corrisponde alla morte che toglie la vita all’uomo mentre la ricchezza spirituale è la nuova vita offerta da Dio e portata a conoscenza dell’uomo da Gesu’.

    Non si parla di ricchezza o povertà materiale ed è fuori luogo proporre questo passo come spiegazione a L.O che discuteva sulla ricchezza monetaria della Chiesa, trovandola giustamente, e lo è anche per bocca di Gesu’ stesso, inopportuna.

    • Serena scrive:

      Ecco la vera ricchezza inopèportuna e che non produce frutti per nessuno, se non per chi vive nei castelli fatati del geovismo.

      http://www.roccopoliti.it/?cat=42

      • mauro scrive:

        Siete proprio messi male se anzichè studiarvi cosa dice il Vangelo e guardare in casa vostra, come prescrive il cristianesimo, guardate altrove.
        Per forza poi non capite e per dimostrare l’incapacità di capire dite che ci sono geovisti in questo blog. Forse non appartengono al cristianesimo come voi?
        Ed anche se pensassero diversamente se ci si mettesse dalla loro parte lo stesso direbbero di voi. Mal comune mezzo gaudio, piu’ di questo, a voi ed ai geovisti, non è possibile perchè siete fatti della stessa pasta.

  33. Reginaldus scrive:

    @Timorato
    riferendomi alla sua osservazione del 20 ore 19.27, mi permetta di contro-osservare che per me il problema non è se costui è iscritto alla Loggia o no: ( se sì, non verremo mai a saperlo, figuriamoci!); il problema sta nelle parole che costui pronuncia: queste lo dimostrano dissonante con la dottrina cattolica, impregnato, questo sì, dello spirito della Loggia, e quindi manifestamente illegittimo occupante delle Sede di Pietro. Per tornare sulle sue recentissime affermazioni, come si fa, da Pastore della Chiesa, da Vicario di Cristo , dire “Gli insegnamenti, tanto dogmatici quanto morali, non sono tutti equivalenti. Una pastorale missionaria non è ossessionata dalla trasmissione disarticolata di una moltitudine di dottrine da imporre con insistenza”? Se questi, parola di costui, non sono tutti dello stesso valore (“non si equivalgono”), significa che il grado di assenso da riservare ad esse varia…: ma la fede, e quindi la morale, non costituiscono un tutt’uno inscindibile? Che significa un grado di assenso variabile??? Sono io che gioco con le parole o sono le parole di costui che giocano con la sprovvedutezza dei suoi ascoltatori, attirandosi il plauso dei con lui interessati all’ opera di demolizione della dottrina e della fede cattolica???

    • stefano scrive:

      Sì Reginaldus, penso proprio che ora sia lei a giocare con le parole. Dire che gli insegnamenti non hanno tutti lo stesso grado di centralità e di importanza, quand’anche se non fosse vero – come invece capisce bene anche un neofita – in nessun modo può essere assimilato ad un’opera di demolizione della dottrina e della fede. Perché quegli insegnamenti non vengono perciò stesso contraddetti da affermazioni contrarie.

      • Reginaldus scrive:

        beh allora stefano per evitare di cadere nel gioco di parole, o meglio, di fraintenderci, cominci questo vostro papa a fare una graduatoria di peso tra i vari insegnamenti dogmatici e morali della sua chiesa. Da quello che sta dicendo a ripetizion battuta da quando è stato nominato, immagino che tra gli insegnamenti dogmatici quello cui aspetti il primo posto debba essere il Dio misericordioso tenero amorevole e sempre perdonevole – e a questo dogma doversi dare l’assenso totale, diciamo del 100%…; in posizione ultima – da attribuirgli un consenso come a verità di significato puramente simbolico – il dogma del Dio Trinitario, ché con simili astruserie teologiche non si rompano le relazioni così affettuosamente stabilite coi Fratelloni e coi Fratellini del Talmud e del Santo Corano; fuori classifica, inesistente e da ripudiare, l’idea stessa di un Dio Giusto e Vendicatore (secondo il detto biblico: “la Vendetta è mia” ).

        Tra gli insegnamenti morali immagino certamente al primo posto, anzi ai primi posti ex-aequo, il dovere dell’accoglienza dell’ ‘altro’, come della carne stessa di Cristo; e del rispetto della vita del concepito, nel quale è impresso il Volto di Cristo – e qui i due insegnamenti morali si vestono di un’ aureola di colore dogmatico…
        All’ultimo posto, là dove nemmeno può calare il giudizio e la sanzione morale, gli amanti dello stesso sesso – a tenerli in classifica solo la condizione che cerchino Dio… (dove come non si dice ).
        Io ho provato di immaginare…Perché il mio non resti un gioco vacuo di immaginazione, ci pensi il papa vostro a stilare lui la sua classifica, suggellata dal suo imprimatur….

    • timorato scrive:

      X Reginaldus

      certamente sono concordo con le sue critiche. La dichiarazione, e quindi anche la deposizione del papa eretico, spetta solo agli aventi diritto e cioè al Collegio cardinalizio, che la Sede è vacante. Il resto della Chiesa non puo fare nulla, tranne quello che insegna il Bellarmino che è: il resistere!
      Sapendo poi, di che natura trasformista sono plasmati i modernisti, non c’è proprio speranza per una soluzione terrena, non posso dire altro.

      • Reginaldus scrive:

        @Timorato

        “… gli aventi diritto”, cioè quel collegio cardinalizio composto da cardinali infetti di eresia modernista, e quindi illegittimi elettori di papa? Quanto al Bellarmino credo che parlasse per absurdum, o che si riferisse al papa in quanto principe di uno stato (lo stesso Th. More consigliava Enrico VIII a distinguere bene nel papa il principe terreno e il Vicario di Cristo, perché un titolo non doveva in alcun modo interferire sull’altro- come poi, tragicamente, avvenne…). Comunque il Bellarmino, per quanto cardinale e santo, e straordinario teologo( e, aggiungo en passant, giusto giudice di Galileo…), non è mai stato papa e non ha mai potuto definire niente,in proposito di infallibilità, come invece fece qualche tempo dopo un papa. E a questa definizione, da cattolico, debbo e voglio attenermi: un papa NON può errare nel suo insegnamento – questo vuol dire ‘ex cathedra’ – e un papa è papa solo se è di fede cattolica- da ‘Cum ex apostolatus officio’ ). Lo dice la fede e la ragione.
        Sono perfettamente d’accordo con lei nel non saper vedere una soluzione terrena a questo stato della Chiesa.

  34. peccatore scrive:

    Vorrei proporre tre spunti di riflessione:

    -il Papa smaschera la “cultura dello scarto”. E’ un atto di denuncia lucido, che riguarda la cultura dominante odierna, i mass media che la veicolano e anche alcune religioni più delle altre (un “fratello” che abbandoni una setta viene “scartato” e pesantemente discriminato). Denuncia l’avidità come causa prima dei mali. Ha spiazzato i guerrafondai mettendoli davanti alla realtà dei loro affari in armi.

    -il Papa Francesco non sta dicendo cose differenti da Papa Benedetto, dal catechismo e dal vangelo. Tuttavia riesce a farsi ascoltare e a farsi “deformare” comunque “in positivo” tanto quanto il predecessore lo fu “in negativo”. Possibile che nessuno si faccia qualche domanda su questo? Dico con tutta sincerità: questo pontificato è entusiasmante, mi affascina, mi trascina, ma se ha un difetto è che i mezzi di comunicazione, notoriamente ostili alla Chiesa, parlino bene del Papa. Voi direte: “e non è meglio?”. A me invece lascia un velo di sconcerto, un po’ mi preoccupa, comunque non mi piace.

    -Dio è presente in tutte le persone. Verissimo. Questo dovrebbe fondare il rispetto per ogni essere umano, compreso chi ci è ostile e nemico. Difficile farlo, già in questo “spazio blog”. Attendo però che venga sviluppato realisticamente il vivere questa gigantesca virtù cristiana (senza Gesù Cristo non sarebbe nemmeno catalogata tra le virtù) nel contesto (tanto caro alla lucida lettura ignaziana dei fatti) non solo del doveroso rispetto che bisogna portare a chi non la pensa come me, e della mia personale conversione dalla mia ostilità/indifferenza verso il prossimo, ma anche di un lobbismo anti-cattolico sempre più manifesto, di grande potere, che pianifica di poter procedere a termini di legge contro chi semplicemente annuncia il vangelo. In altri termini: è strano che non si veda che accanto a un ipotetico atteggiamento discriminatorio verso questo o quello, c’è in atto un cantiere che sta costruendo una discriminazione e la tortura proprio contro chi parla di cura delle ferite…

    • Eremita scrive:

      Peccatore, Lei esprime la sua preoccupazione perché “… i mezzi di comunicazione, notoriamente ostili alla Chiesa, parlino bene del Papa. ” Se il nemico parla bene di me, allora devo preoccuparmi. Ma può anche darsi che quelli che ritenevo nemici non lo siano poi tanto, e che quelli che consideravo amici non siano più tali alla resa dei conti. Anche al tempo di Gesù gli ebrei osservanti si preoccupavano del fatto che Gesù fosse apprezzato da pubblicani e peccatori, notori nemici della pratica religiosa, e fosse in buoni rapporti con molti funzionari romani e le loro famiglie. Il plauso di tanti “notori” amici della chiesa è meglio lasciarlo perdere, a cominciare dagli atei devoti di recente memoria e dai potenti funzionari statali interessati alle case di Propaganda Fide ed ai coristi delle basiliche. La morte di Gesù non è stata chiesta dai nemici della religione, ma dai seguaci delle autorità religiose del tempo.

    • Sal scrive:

      @ peccatore
      “il Papa smaschera la “cultura dello scarto”. E’ un atto di denuncia lucido, che riguarda la cultura dominante odierna, i mass media che la veicolano e anche alcune religioni più delle altre (un “fratello” che abbandoni una setta viene “scartato” e pesantemente discriminato.”

      E’ strano però che questa cultura dello scarto come la chiama le,i è ben esposta nel Vangelo. Non fa più testo ?
      “ devi togliere ciò che è male di mezzo a te.” “Rimuovete l’[uomo] malvagio di fra voi”.(Deut 13.5; 1Cor 5.13)

      Lei dice : “un lobbismo anti-cattolico sempre più manifesto, di grande potere, che pianifica di poter procedere a termini di legge contro chi semplicemente annuncia il vangelo.”
      Deve aver fatto un errore…. Doveva scrivere “contro chi annuncia il vangelo – al contrario”.

  35. peccatore scrive:

    Caro Eremita, il paragone è affascinante ma non regge.
    E i mezzi di comunicazione sono asserviti al potere che non si vede.

    Ai tempi di Gesù persino gli ipocriti erano “legali”, religiosi o atei e dovevano misurarsi con la novità di Gesù e comunque ci mettevano la faccia.
    Oggi semplicemente sono allo sbando logico (tipo “genitore richiedente” e “altro genitore”, ma ostili alla Chiesa (declassata da Madre a “genitore richiedente”) e alla Verità.

    Quello che è stato fatto a Joseph Ratzinger a chi lo paragoniamo?
    Forse a Giovanni il battista… Anche se Papa Benedetto non ha detto nemme “razza di vipere”.

    • mauro scrive:

      Non è nemmeno paragonabile BXVI con Francesco e non sono io a dirlo ma voi stessi cattolici che in gran parte non si trovano d’accordo con Francesco ma certo lei, che già nell’altro thread si diceva entusiasta di Francesco, è per la novità e quindi supporta il cambiamento del Magistero.
      Neppure s’è accorto, o proprio era contrario, che dopo il folle cambiamento operato dal CV2 vi fosse un Papa che volesse ritornare indietro nel tempo, alla origini e certo non poteva essere che felice quando diede le dimissioni visto che lo considera alla pari di un Giovanni Battista.
      Non mi venga a dire che lo apprezzava perchè sarebbe evidente che lei allora è come una banderuola che si dispone seguendo la direzione o del vento, ovvero accompagnandolo comunque e sempre. Un entusiasta anche quando prende torte in faccia.

    • Eremita scrive:

      Peccatore, forse abbiamo punti di vista diversi, ma su di una cosa concordo pienamente: Benedetto XVI è da rivalutare in toto. Chi guarda solo alle apparenze o agli schieramenti descritti dai media può anche averne avuto una impressione negativa, ma con il suo pontificato la chiesa ha ridato il primato alla dottrina ed alla teologia seria rispetto all’immagine ed allo spettacolo, e non mi sembra cosa da poco. Proprio sotto il suo governo io mi sono riavvicinato alla chiesa, ed ho intuito la sua sofferenza di lunghi anni passati in Vaticano cercando di tamponare le falle e di evitare il peggio, assumendosi colpe che non erano sue, in silenzio e dignitosamente. Serio, dignitoso, profondo, umile ed estremamente delicato verso il prossimo, e non mi sembra poco, anzi.

  36. Lt scrive:

    Gesù Bambino, è risaputo (forse ai cattolici più anziani, non ai teen-agers dei catechismi a cartelloni ….) che doveva essere ucciso già appena nato, da Erode, (perciò i Re Magi non ritornarono da lui cfr.:Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese“Mt. 2,1-12. ) e la Chiesa ricorda la strage dei Santi Innocenti; i bambini non nati del 21.mo sec. -circa 2 miliardi!- sono le vittime odierne della cultura edonista satanica, l’erode attivista nella SEDICENTE civiltà cristiana dell’occidente corrotto !
    ma vorrei chiedere al papa perchè quelle belle cose riportate qui non le ha dette ai grandi cultori della morte, ovvero Bonino Pannella &C che sono andati alla grande riunione di preghiera pacifinta?
    secondo il Bergoglio, quale dio hanno invocato gli abortisti con i loro ipocriti digiuni, tutti estasiati dal grande appello planetario ?
    come può Dio ascoltare la “preghiera” di questa gente di “varie opinioni e credenze multiatee” felicemente unita nel favorire il genocidio abortista, mentre tanta parte del clero MISERICORDIOSO fa silenzio-assenso, oppure dice di fatto:
    “Non temete poveri abortisti, che tanto Dio vi perdona sempre, ANCHE se per nulla pentiti, continuate nelle vostre scellerate campagne e cliniche di chirurghi macellai dove ricorrono i genitori per cosiddetti ‘aborti terapeutici’, dicitura perversa e ipocrita coprente mille motivazioni egoistiche!
    come al solito, come quando un giudice MISERICORDIOSO riduce al minimo la pena per un serial killer, e costoro fanno manifestazioni di DIFESA dell’assassino, con lo slogan “Nessuno tocchi Caino”….e ai parenti delle vittime tocca integrare il proclama: “….perchè di Abele chi se ne frega!”
    Molti oggi pensano che Dio strizzerà un occhio di compiacenza ai serial killer (genitori, medici, politici che favoriscono l’aborto) dicendo: “Va be’…..faccio finta di non aver visto, in fondo oggi devo adattarmi ai tempi……succede così spesso nel mondo che mi tocca “depenalizzare l’assassionio”, se no dovrrei condannare troppa gente!….va beh, amnistia per tutti, siete perdonati di tutto, venite pure in paradiso, anche se non vi vedo pentiti, no problem!”
    Questo si evince da tanti discorsi buonisti che fioccano da S. Marta, (non da S. Pietro, ribadiamo che non è Pietro che parla, ma simone) ma purtroppo hanno origine lontana, nel rifiuto programmatico del rigore, e uso della medicina della misericordia, quella del medico pietoso che fa incancrenire la piaga, …quale piaga ?
    quella del PECCATO, il grande innominato della svolta conciliare:
    Gesù ha già salvato tutti e tutti sono buoni e santi, anche se killer attivi per l’intera vita ! il peccato è una favola da lasciare ai bambini e anialfabeti di 100 fa: oggi siamo “adulti” ed emancipati dalla morale cattolica oscurantista di s. Pio X e di tutti i Santi che TEMEVANO di offenderre Dio anche solo col pensiero.

    Da adulti auto-assolventi ci basta seguire la coscienza, quale che sia. Pannella è d’accordo, Bonino pure. Hanno anche “digiunato per la pace”, quei buoni e pacifici ragaazzi.
    I bambini triturati, aspirati, smembrati, ridotti in poltiglia per cosmetici,
    li accuseranno nel Giudizio Universale, insieme ai loro amici conniventi e “comprensivi”.

    • Cherubino scrive:

      lei travisa completamente il punto di vista cattolico, che non è affatto buonista.

      Quanto a Caino, le ricordo che è nella Parola di Dio che c’è scritto:
      “Ecco, tu mi scacci oggi da questo suolo e dovrò nascondermi lontano da te; io sarò ramingo e fuggiasco sulla terra e chiunque mi incontrerà mi ucciderà». Ma il Signore gli disse: «Ebbene, chiunque ucciderà Caino subirà la vendetta sette volte!». Il Signore impose a Caino un segno, perché nessuno, incontrandolo, lo colpisse.

      Con la sua parodia di questa testo inequivocabile della Sacra Scrittura lei sta sostanzialmente bestemmiando.

    • macv scrive:

      scrivo un ultima volta e poi mi taccio per non urtare la delicata sensibilità di Tornielli: quello che ho scritto sul contentino è proprio questo che ha scritto Lt: Questo papa parla del crimine dell’aborto a coloro ( i ginecologi cattolici) che ovviamente questo crimine non lo praticano. Non ne parla invece a quelli che lo appoggiano , appunto alle varie Bonino , ecc, e neppure ne parla agli opinion makers tipo Scalfani, e addirittura dice con una punta di fastidio che parlare sempre di queste cose, aborto eccc, è da “fissati”.
      Come si chiama questo se non opportunismo ?
      Gesù andò a dire in FACCIA a chi commetteva certe cose , es. i cambiavalute nel tempio, che erano dei ladri, ai farisei che erano dei sepolcri imbiancati.
      Al non-credente Pilato che gli chiese Cosa è la Verità, Gesù rispose IO sono la verità. Gesù fu il contrario di un opportunista e di un piacione: lo fosse stato invece di salire in croce gli avrebbero eretto un Mausoleo e avrebbe avuto la gloria di questo mondo…
      Questo papa invece con i non-credenti è tutto dolcezza, salvo poi andarci giù pesante coi cristiani, le suore zitelle, i cardinali tutti carrieristi e attaccati al soldo , i cristiani che non abitano nella favelas sono “cristiani da salotto” ecc.
      Il messaggio che passa è i cristiani in generali sono poco misericordiosi e intolleranti, la Chiesa cattolica finora è stata chiusa e intollerante, dedita solo al guadagno, insomma sembra che il papa sposi IN TOTO i peggior luoghi comuni dell’anticlericalismo militante. Solo lui , solo da lui in poi si ricomincia a predicare il Vangelo.
      Questo è assurdamente offensivo verso i suoi predecessori : come ha giustamente fatto notare Peccatore, tutto quello che ha fatto Ratzinger viene del tutto obliato e sembra che la Chiesa “vera>” ed evangelica inizi dall’anno O
      l’anno anzi al mese della salita al trono di Bergoglio. Prima era l’oscurantismo, la mancanza di misericordia il carrierismo….
      Su simili premesse, premesse FALSE, anche se magari in buonafede, non può venire nulla di buono. La falsità genera solo falsità e come ci ha ricordato Ratzinger prima della Carità, viene la Verità. Un carità senza verità non solo è stupida ma è anche dannosa.

      • Reginaldus scrive:

        bravissimo ,macv la verità va detta sempre, opportune et importune, e quando urta significa che si è colpito nel segno e quella verità è ‘vera’…Giustissima l’osservazione dell’opportunismo di questo Bergoglio creduto papa: ha parlata là dove non poteva che giungergli un applauso, e ha lasciato fuori quelli che altrimenti lo avrebbero recriminato. Due piccioni con una fava: ne ha detta una buona, senza farsi del male, per fare meglio del male sotto la parvenza di averne detta una buona…Puntuali si avverano le parole di saluto che il Grande Oriente d’ Italia rivolse al nuovo eletto papa: “Con papa Bergoglio nullà sarà più come prima nella chiesa”… ( perché tutto lo scempio conciliare sarà con lui completamente disvelato, senza èiù ritegno alcuno, dico io ). Profezia o indicazione di un compito assegnato???..

        -( Quanto poi alla Bonino, come poteva il Biancovestito Opportunista, darle dell’assassina – stando alla morale consolidata cattolica – quando lei è stata così devota e pronta da unirsi a lui nel digiuno per la ‘pace’ in Siria??? -Una abortista la si può sempre comprendere e coccolare nella tenerezza misericordiosa, ma un Assad che voglia stare dove è a dispetto del Potere Mondialista no, sacrilegio, protestiamo e digiuniamo!… )

        • peccatore scrive:

          @ macv

          non mi dispiace che condivida con me ed Eremita l’affetto per Papa Ratzinger, ma non faccia come mauro che travisa il pensiero altrui per darsi ragione: questo vale per Scalfari, per lei e per tutti quelli che fanno dire a un Papa (e a un livello molto più basso a un nessuno come me) ciò che non ha mai detto/scritto, salvo ascoltare con un certo disprezzo o pregiudizio quello che dice…

          • mauro scrive:

            Caro Macv

            Non so a cosa si riferisca quando scrive che traviserei il pensiero altui non avendo un nome che possa individuarlo. Ultimamente, come esempio, timorato aveva scambiato una ricchezza come materiale intendendo replicare con l’esigenza di una povertà spirituale e da ciò emerge l’enorme confusione pur di darsi ragione.
            Quando intende riferirsi a me può scrivermi direttamente sul blog e mostrare le sue ragioni e non ventilare che traviserei genericamente il pensiero altrui senza alcun riferimento.
            Anche il mio pensiero, allora viene travisato, in quanto devo subire di essere trattato come un Tdg, benchè non lo sia, ed allora dovrei accomunarvi tutti come “travisatori di pensiero”.

            Non è una bella cosa agire dietro le spalle, se dissente da ciò che scrivo deve dirmelo in faccia atraverso il blog del Dott. Tornielli.

      • Mimma scrive:

        @macv
        “sembra che il papa sposi IN TOTO i peggior luoghi comuni dell’anticlericalismo militante.”

        Il Papa non sta affatto sposando teorie anticlericaliste o massoniche come non fate altro che alludere voi pseudotradizionalisti!
        Papa Francesco sta semplicemente cercando COME GESU’ CRISTO di buttare fuori dalla Chiesa tutto lo sporco esistente alla Luce della Verità del Vangelo con le armi dell’Amore e della Parola di Dio la quale spesso risulta essere per alcuni “spada a due tagli”!
        Questo Pontefice ha semplicemente carismi differenti dai suoi predecessori e continuando da ciò che essi hanno lasciato sta cercando di ripulire la Sposa di Cristo dal Fariseismo e dalle abberrazioni dell’accusatore!
        La FALSITA’ mio caro amico appartiene a coloro che predicano il Vangelo e continuano tranquillamente a coltivare il proprio orticello infischiandosene se quello del vicino va in rovina!

        • Annarita scrive:

          Allora Mimma sarebbe bene che il Papa con l’acqua sporca poi non buttasse pure il Bambinello. A me pare che stia ripulendo la Chiesa dai cattolici, ma forse è solo una mia sensazione.

      • timorato scrive:

        DOBBIAMO SEMPRE STARE ATTENTI:

        1) AI NEMICI INTERNI (DELLA CHIESA) COME

        DICE PAPA SAN PIO X : ” CHE ANZI, DEBBONO

        RICERCARSI AI SUOI VERTICI”

        2) E ALL’ANTIPAPA MASSONE COLLABORATO

        DA ALTRI CARDINALI DEFINITI “PARTIGIANI

        DEL DIAVOLO” DI CUI PARLA LA MADONNA DI

        FATIMA.

        • cuba_libre scrive:

          Scusate, tradizionalisti da varie stature, sareste cosi’ gentili da far conoscere a qusto povero ignorante, in cosa consiste ‘sto bendedetto segreto di Fatima? Ne parlate in continuazione, lo mettete dappertutto come il prezzemolo, ma non si capisce bene cosa riveli. da quel che ne so, non ‘ stato rivelato del tutto, quindi quale migliore occasione per rendere edotto un poveraccio indegno.

          • Mimma scrive:

            @cuba-libre
            Non ti umiliare più di tanto Cuba, il livello di questi interlocutori non è davvero tanto elevato.
            Blaterano di leggi e di rivelazioni tutto il giorno ma lungi dall’aver accolto il Vangelo!

      • Annarita scrive:

        Bravo macv! Io sono sempre più perplessa e spaventata.

  37. Sal scrive:

    “Ogni bambino non nato, ma condannato ingiustamente ad essere abortito, ha il volto di Gesù Cristo, ha il volto del Signore,

    Volendo osservare il fenomeno “aborto” con maggior freddezza, si potrebbe dire che il Signore, lasciando ai genitori umani la possibilità di procreare, partorire, crescere ed educare i figli, abbia fatto un grosso errore. Sapendo in anticipo quale triste vicenda sarebbe stata quella degli aborti. Non avrebbe dovuto lasciare ai genitori questa facoltà, ma avrebbe dovuto impedirla. Perché mai non lo avrà fatto ?

    Si può ricordare che la benedizione di Dio era evidente dall’avere molti figli che avrebbero reso la famiglia, la tribù e la nazione potente. Mentre la sterilità era un un segno di mancata approvazione, un biasimo.
    La legge di Dio prevedeva anche altro per i figli, per es. : “Nel caso che un uomo abbia un figlio ostinato e ribelle, il quale non ascolta la voce di suo padre né la voce di sua madre, ed essi l’abbiano corretto ma egli non li ascolti, suo padre e sua madre devono quindi afferrarlo e condurlo dagli anziani della sua città e alla porta del suo luogo, e devono dire agli anziani della sua città: ‘Questo nostro figlio è ostinato e ribelle; non ascolta la nostra voce, essendo un ghiottone e un ubriacone’. Quindi tutti gli uomini della sua città lo devono colpire con pietre ed egli deve morire. Devi togliere così ciò che è male di mezzo a te, e tutto Israele udrà e realmente avrà timore. E chi colpisce suo padre e sua madre dev’essere messo a morte immancabilmente.”( Deut 21.18-21; Eso 21.15 v. Mt 15.4)
    Tutte queste indicazioni permettono di capire che Dio non è solo “infinita misericordia”, e non va dimenticata la profezia di Gesù : “Inoltre, il fratello consegnerà a morte il fratello, e il padre il proprio figlio, e i figli sorgeranno contro i genitori e li faranno morire.” ( Mt 10.21) Tutte circostanze facili da osservare nel nostro tempo anche nella questione “aborto” - “il padre consegnerà a morte il proprio figlio.”
    Non è stato proprio un grande successo l’affidamento dei figli ai genitori, perché mai Dio lo ha permesso ? Forse per dimostrare che il magistero umano non produce o produce frutti bacati ?
    “Mangeranno dunque del frutto della loro via, e si sazieranno dei loro propri consigli. Poiché il rinnegare degli inesperti è ciò che li ucciderà, e l’indolenza degli stupidi è ciò che li distruggerà. In quanto a chi mi ascolta, risiederà al sicuro e sarà indisturbato dal terrore della calamità”.” (Prov 1.31.33)

  38. Puskin scrive:

    “questo Bergoglio creduto Papa” (cit. Reginaldus)
    No, davero, comunque voi avete grossi problemi. Altro che tradizionalisti, voi siete esaltati. Ribadisco: fatevi una chiesa per conto vostro, eleggete il vostro papa e chiudetevi dentro.
    Alternativamente segnalate anche a me il vostro pusher, perchè evidentemente fornisce roba buona, che proietta in altri universi.

    @Macv: Bergoglio ha una santa ragione a sferzare i cattolici. Troppe chiacchiere, manifestazioni esteriori, proclami solenni cui non seguono fatti. Una doppia morale che dilaga (incluso il sottoscritto, si intende). Prima di rinfacciare ai non credenti, bisogna rendere maggiormente credibili (e credenti) proprio i cattolici, che troppo spesso sembrano (sembriamo) i “tiepidi” dell’Apocalisse. Peggio degli atei.

    E sui “valori non negoziabili” (sacrosanti), l’affermazione che viene prima l’annuncio e poi la morale è una cosa del tutto sensata, vera, chiarissima. Come faccio a far comprendere che l’aborto o il divorzio sono errori gravi, a chi manca del tutto della percezione dell’errore, perchè non ha mai ascoltato l’annuncio da cui tutto diparte?

    • timorato scrive:

      e lei, sano di mente,a quale chiesa appartiene, quella che ha rinnegato
      il Magistero Irreformabile per opporre un magistero tutto asservito al Naturalismo, all’Indifferentismo, al Buonismo, al Cattocomunismo, al Liberalismo di massonica matrice ?

      si faccia venire anche il beneficio del dubbio: e se poi questo Cristo esiste,
      è vuole essere servito come i papi esaltati del preconcilio e tutti gli altri
      ignoranti che li imitiamo, lei come si pone ?

    • dafne scrive:

      ma faccia il favore sig. Puskin!….lei manca di piccole nozioni di storia:
      basta con che l’aborto sia un delitto lo capivano anche i pagani dell’età classica, prima dell’avvento del cristianesimo !
      tanto è vero che il famoso medico Ippocrate aveva scritto un giuramento DEONTOLOGICO in cui, tra gli altri impegni di COSCIENZA A FAVORE DELLA VITA, diceva:

      Non somministerò a nessuno, neppure se richiesto, alcun farmaco mortale, e non prenderò mai un’ iniziativa del genere; e neppure fornirò mai a una donna un mezzo per procurare l’aborto.

      MEDICO A FAVORE DELLA VITA, un PAGANO, e non della sua soppressione, capito ?
      non come è di moda tra i civilissimi europei cattolici, o protestanti, battezzati da secoli, atei o catto-atei variamente RADICAL-CHIC!

      e basta per favore con queste balle che chi fa il male non si rende conto di farlo: è la legge MORALE NATURALE che riguarda l’intangibilità della vita, ed è scritta nelle coscienze di TUTTI gli uomini, bantù o supercivili che siano !
      Ma facciamo finta di non saperlo, per inchiarci ai poteri forti, vero ? e per giustificare le OMISSIONI dei pastori di anime, ad intra ed extra Chiesa ?

      • dafne scrive:

        e finiamola con questa storiella dell’annuncio….annuncio di qua….kerigma di là…. e paroloni difficili per impressionare il popolino, trascinandolo ad avventurose ESPERIENZE che stravolgono dottrina e sacramenti !

        con quale coraggio disonesto si osa sproloquiare da tante cattedre mediatiche o civili o ecclesiali, raccontando la bufala che l’uomo d’oggi non avrebbe MAI CONOSCIUTO GESU’ CRISTO ?
        oggi, nell’era dell’INFORMAZIONE PLANETARIA, internet, cellulari, TV, tablet, i bambini che sanno tutto di tutto…..e non conoscono Gesù Cristo ?
        persone battezzate quindi CATTOLICHE a tutti gli effetti, che però si sono allontanate dalla Fede vuoi per cattive letture o pessime compagnie o incuria di genitori ed educatori vari, perchè non hanno COLTIVATO ILT ALENTO DATO LORO DA DIO con i Sacramenti, quindi colpa loro, dobbiamo mentire a loro e anoi dicendo che “bisogna fare l’annuncio ??
        ma che stiamo per caso sul palcoscenico “fate l’annuncio”, in modo plateale….di qualcosa che nessuno ancora sa ???
        ma a chi la raccontiamo ?
        questo allontanamento dalla Fede, abbandonando preghiera e Sacramenti, per vivere secondo gli ISTINTI, si chiama apostasia, ateismo pratico! e piuttosto si dovrebbe segnalare il grave peccato di
        IMPUGNARE la Verità conosciuta,
        quando per tanti catto-atei si nvocano a loro discolpa di non aver ricevuto l’annuncio: li hannod enominati “lontani”: e che cos’è questa presa in giro ?
        se sono lontani, bene, sanno dove tornare : in Chiesa, visto che non sono baluba o pigmei che mai sentirono il nome di Gesù Cristo ! si riaccostino a ciò che hanno abbandonato per loro cattiva volontà:
        preghiera, Messa e Sacramenti, e vita cristiana secondo i 10 comandamenti, che sono la volontà di Dio.
        E’ ora di finirla con le mistificazioni della realtà ad uso del popolo-bue che deve sorbire ogni panzana, solo perchè “NOVITA’” rispetto a 2000 anni di semplice ed essenziale Catechismo, che pure gli analfabeti conoscevano a menadito!

      • dafne scrive:

        (correggo i refusi ed integro)
        ….che l’aborto sia un delitto, lo capivano anche i pagani, e facevano il male sapendo che era MALE, nascondendosi come MALFATTORI, non certo chiamandolo ipocritamente come oggi è di moda: “…il mio modo soggettivo di agire in coscienza ecc. ecc .” o scempiaggini e PERVERSIONI del genere…..per inchinarsi al dio Relativismo che mi fa fare TUTTO ciò che la mia bestialità mi suggerisce!
        ma le bestie, egr, Puskin, non uccidono i cuccioli prima che nascano ! lo sapeva lei che sproloquia tanto di annuncio che deve precede il senso morale del BENE E DEL MALE ? beh, adesso lo sa !

        ecco il link del
        GIURAMENTO DI IPPOCRATE

        http://www.unicz.it/didattica/corsi/anatomia_umana/giuramento_di_ippocrate_testo.htm
        notare bene: i pagani giuravano per gli DEI

        GIURAMENTO di IPPOCRATE
        Testo “classico” del Giuramento Ippocratico.

        Giuro per Apollo medico e per Asclepio e per Igea e per Panacea e per tutti gli Dei e le Dee, chiamandoli a testimoni che adempirò secondo le mie forze e il mio giudizio questo giuramento e questo patto scritto.
        etc.
        …….
        e i medici civili ed EMANCIPATI DI OGGI, davanti a chi giurano ?
        che cosa giurano ?

        • Annarita scrive:

          Oggi forse i medici giurano di fare tutto ciò che li renderà ricchi.
          Il fatto dafne è che oggi, l’era delle giornate della memoria e della pace, uccidono poveri innocenti gridando al diritto. Allora Hitler aveva ragione se l’hanno preso a modello.

      • mauro scrive:

        La “legge naturale” è una legge etica e ciò significa che è stabilita dall’uomo e rispetta la maggioranza delle coscienze in un determinato momento storico.
        Non esiste una “legge morale naturale” in quanto etica e morale non coincidono essendo la seconda fissa nel tempo e non dipendente dall’uomo.
        Le leggi itlaliane sono etiche (fatte dall’uomo e votate a maggioranza) e quindi appartengono al diritto naturale ma non le leggi morali che ne sono escluse per la stessa definizione.
        Nel mondo contro l’aborto vi è l’America Latina, assieme al Messico, e l’Africa piu’ quanche paese mediorientale islamico. Ben poca popolazione mondiale, una minoranza, non può usufruire dell’aborto e ciò dipende dalle religioni monoteistiche che sembrano essere il male dell’uomo che non può decidere in piena autonomia.

        • Sal scrive:

          @ Mauro
          “Non esiste una “legge morale naturale” in quanto etica e morale non coincidono essendo la seconda fissa nel tempo e non dipendente dall’uomo.”

          Wikipedia non condivide. “L’etica può anche essere definita come la ricerca di uno o più criteri che consentano all’individuo di gestire adeguatamente la propria libertà nel rispetto degli altri…. In questa accezione ristretta viene spesso considerata sinonimo di filosofia morale/b>: in quest’ottica essa ha come oggetto i valori morali che determinano il comportamento dell’uomo. Il termine morale ha significato quasi coincidente ad etica, oppure è essa stessa interpretata come oggetto dell’etica. In questo caso la morale rappresenta la condotta diretta da norme, la guida secondo la quale l’uomo agisce. Il termine morale fa riferimento al greco εθος/ηθος, “èthos”, comportamento, costume, carattere, consuetudine.”

          L’etica è definita “dottrina o indagine speculativa intorno al comportamento pratico dell’uomo di fronte ai due concetti del bene e del male”. (Dizionario della lingua italiana, Devoto-Oli) Lo scrittore Eric J. Easton dice: “I termini ‘etica’ e ‘morale’ hanno lo stesso significato basilare. Il primo deriva dal greco (ethikòs) e il secondo dal latino (moralis) ed entrambi si riferiscono all’autorità della consuetudine e della tradizione”.

    • Reginaldus scrive:

      sì, ripet, “questo creduto-papa”… e sono gentile. Direi per completare , questo impostore di papa… questo papa abusivo… questa contraffazione di papa… questo super agente della Loggia per il trionfo dell’Anti.
      @Puskin,

      ma lei non ha da ribadire un bel niente ( chi è lei che vuol ribadire? che cosa ribadire??? A quale titolo???). Io la mia Chiesa ce l’ ho già, quella che si è mostrata risplendente nel corso di questi duemila anni, e che dura tuttavia, seppure eclissata… per permissione di Dio enfino anche Dio vorrà! Quella che lei ha e della quale va fiero, è una contraffazione di chiesa – anni 60 di età – , un bel divano di pura e lucida plastica, di cui lei si vanta come fosse di pelle ver… Auguri: se la tenga e se la goda. Chi gliela vuole???

      • Reginaldus scrive:

        correggo e ordino:

        @Puskin,

        sì, ripeto, “questo creduto-papa”… e sono gentile. Direi, per completare: questo impostore di papa… questo papa abusivo… questa contraffazione di papa… questo super agente della Loggia per il trionfo dell’Anti-cristo.
..Basta???

        –e poi lei non ha da ribadire un bel niente ( chi è lei che vuol ribadire? che cosa ribadire??? A quale titolo???). Io la mia Chiesa ce l’ ho già, quella che si è mostrata risplendente nel corso di questi duemila anni, e che dura tuttavia, seppure eclissata… per permissione di Dio,e fino a che Lui vorrà!

        Quella che lei ha e della quale va fiero, è una contraffazione di chiesa – anni 60 di età – , un bel divano di pura e lucida plastica, di cui lei si vanta come fosse di pelle vera… Auguri: se la tenga e se la goda. Chi gliela vuole???

        • Mimma scrive:

          @Reginaldus
          È FACILE parlare così protetti da un nickname vero?

          • Reginaldus scrive:

            Mimma gentile,
            vuole venire a trovarmi??? il suo n.n poi per me vale quanto momma mamma memma mumma…mica c’è sotto la sua carta di identità! Qui comunque si esprimono idee, non giudizi su chi le esprime: a che servirebbe? A metter in fila un plotone di esecuzione, secondo il principio: se non puoi uccidere le idee uccidi chi le esprime??? Lei di che razza è? Talebana??? “Do not attack the writer. Take on the idea, not the messenger”: dice il codice civile di omportamente sui blog!

          • Mimma scrive:

            Niente affatto Reginaldus lei non sta proclamando idee , ma calunnie oltraggiose contro un essere umano (Papa Francesco).
            A quale Loggia si riferisce , a quella della Scala di Milano per caso???

          • Reginaldus scrive:

            mimma mia,

            le ho chiesto se vuole venier a prendermi…non svicoli! e le idee, se ci sono o non ci sono, non lo decide lei, per fortuna! O ci sono solo le sue??? (questi novisti conciliaristi nuovi talebani!)

  39. Reginaldus scrive:

    Latest News:

    43 morti ammazzati in Pakistan, cattolici, in chiesa , nella preghiera, dalla furia musulmana. O sono invenzioni di una mente prevenuta come la mia, guerrafondaio incallito, che non sa vedere in queste operazioni ripetute in ogni dove l’effetto del grande raccolto di “frutti spirituali del lor sacro Ramadan”??? Come la mettiamo in questo caso col “Volto di Cristo”, con la “Carne di Cristo”???
    E come meravigliarsi poi,se questa gente di morte ammazza i cristiani per ripulire il mondo dalla sconcezza degli infedeli , per dare gloria e potere assoluto al suo dio di sangue, quando non fanno altro che obbedire a quel loro santo libro (quello appaiato nella santità alla Bibbia, e quindi al Vangelo, da quel grand’uomo di papa beato GPII! ), che dice che “ i cristiani, perché cristiani, « sono impurità » (Corano 9, 28) , « il peggio del creato » (Corano 98, 6 ), « i più vili degli animali » (Corano 8,22; cfr. 8,55)” , e, massacrarli è un dovere perché “si stabilisca nel mondo la religione di Allah”, l’ “unica vera che deve prevalere su tutte le alter (Corano 2, 208; 3, 19; 85- 2, 193 )???

    Ma no, noi abbiamo ora un altro grande uomo Biancovestito – osannato da noi – che li chiama fratelli carissimi, e si guarda bene dallo svergognarli apertamente, e anzi con costanza ossessiva e petulante chiama noi ad accoglierli qui da noi,quell’orda di pazzi furiosi, che già stanno sempre più infestando le nostre strade coi loro abiti stracci dal colore di cacca, perché facciano anche a noi, in casa nostra, da noi foraggiati e mantenuti, e riveriti, lo stesso trattamento che fanno ai nostri simili in casa loro??? Ma quando la finiranno questi bastardi di nostri capi – religiosi e politici -di prenderci per i fondelli??? E quando ci sveglieremo, quando una bomba ci farà saltare nella piazza dove stiamo andando in delirio per il nostro Papa Buonone???

    • Reginaldus scrive:

      aggiornamento notizie:

      i cattolici morti ammazzati, da questi stimatissimi fratelli nostri mussulmani, sono ora 70: 70 spazzature, Volti di Cristo, di cui Allah ha liberato il suo mondo, per il mezzo dei suoi ‘cavalieri’!

    • cuba_libre scrive:

      Io non amo particolarmente i musulmani, soprattutto per la cultura che sta alla base del loro credo; io infatti sostengo che l’Islam sia una religione “ritagliata” su una certa cultura oppressiva e soffocante quale era quella dell’Arabia ai tempi di Maometto. Il prefisso “Is” nelle lingue semitiche significa proprio schiavo e Islam significa remissività.
      Ma lei caro Reginaldus, …. crede di essere tanto diverso da costoro? Ci pensi un attimo, cosa contrappone all’integralismo islamico se non quello cattolico? Vuole una guerra contro l’Islam? Parta e vada, avra’ fatto qualcosa (sbagliata), ma almeno avra’ fatto qualcosa, invece di starequi a sbombardare le palle con il suo razzismo guerrafondaio, malamente mascherato con la difesa dei valori cristiani! A chi pensa di prendere per il culo proponendo versetti del Corano presi un po’ di qui o di li’ che da soli non significano niente? Se non lo sa, il Corano discende dal Vecchio Testamento come il Vangelo e come il Talmud! Ma il fanatismo non conosce barriere, specie se si tratta di testi “sacri”!

      • Reginaldus scrive:

        @cuba-libre

        è mio diritto tenere gli occhi aperti: tutto qui. E poi la smetta di chiamare guerrafondaio chi questo diritto di tenere gli occhi aperti e di essere pronto alla denuncia, e alla difesa, lo basa su motivi tratti da un libro che non è di sua invenzione: il Santo Corano. E quanto all’origine del corano, non mi faccia la lezione: da quello che dice appare chiaro che non si rende nemmeno conto di quello che dice… Che cosa dice di ‘discese’ dell’uno dall’altro??? Anche le caricature o le storaiature hanno origine da un modello originario… E poi che il Vangelo ‘discenda’ dal Vecchio Testamento, questa è carina: come fa a discendere dal V. T, quello che il V. T. lo compie e lo avvera??? Parli di Cuba libera, che qui forse è il campo delle sue competenze (magari persunte anche queste ) …

        • cuba_libre scrive:

          Quanto e’ diplomatico, Reginaldus… lasci perdere Cuba, non per il motivo che ha detto lei, (in verità conosco la storia di Cuba, modestia a parte, come pochi), ma perchè non c’entra niente col mio nick, l’ho detto più volte.

          Non faccia il sofista con me, sul discorso V.T. e N.T. , lo sappiamo tutti che il N.T. e’ un perfezionamento e un completamento di quanto contenuto nel primo.

          Il Corano non e’ un’invenzione sic-et-simpliciter, discende dal V.T. nel senso che Maometto e’ considerato l’ultimo dei Profeti nella tradizione islamica; l’Islam e’ una religione che rappresenta il massimo della trascendenza.

          Ma comunque…. il punto non è questo: Ribadisco, gli islamici in generale non mi stanno affatto simpatici, soprattutto per la cultura che sta alla base della loro religione, che fa sì che quella religione, a mio avviso, non e’ integrabile con niente al di fuori di essa; ciò non di meno, se un musulmano prega e segue i suoi precetti non mi dà affatto fastidio. Il punto e’ un altro, che vedo lei ha glissato: cosa proporrebbe lei per affrontare la spinosa questione dellì’islam, visto che ha specificato più volte che il Papa ha la mano troppo leggera? E’ questo che non riesco a capire, se lei dice che non propone crociate guerrafondaie. Metodi diplomatici, militari, apartheid…. cosa? E poi di quale Islam parla? dei sunniti, dei salafiti, degli sciiti, di al-qaeda? E come mai si e’ limitato a DENUNCIARE solo quello che hanno fatto in Pakistan? L’attentato di Nairobi ha una valenza inferiore, solo perche’ l’obiettivo in quel caso non sono specificatamente i cristiani, e quindi la cosa la lascia indifferente? Dica, dica… sono tutt’orecchi!

          • Reginaldus scrive:

            Corano 9, 28) , (Corano 98, 6 ), (Corano 8,22; cfr. 8,55) … (Corano 2, 208; 3, 19; 85), (Corano 2, 193 ); (Corano 3, 10, 82, 110; 4, 48, 56, 76, 91; 71, 44 ; 9, 17,34; 11, 14; 13, 15, 33; 14.30 , 16,28-9; 18, 103-6; 21, 98; 22, 19-22, 55; 25, 21; 33, 64; 40, 63; 48,13), (Corano 61, 4,10-2; 8, 40; 2, 193) (Corano 3, 54; 4, 142; 8, 30; 86,16), (Corano 3,151; 8, 12, 60; 33, 26; 59, 2), (Corano 5, 33; 8, 65; 9, 9, 29, 12; 25, 77), c (Corano 8, 12 Corano 47, 4) (Corano 5, 33), (Corano 2, 193; 8, 39; 9, 5, 111, 123; 47, 4) (Corano 2, 191; 4, 89, 91; 6, 45; 9, 5, 30, 36, 73; 33, 60-2: 66, 9).  (Corano 9, 124) «» (Corano 9, 30 cfr. 31, 51; 4, 48) …:

            —Queste sono le traiettorie, divise per gruppi, del disprezzo e della violenza senza pari, tracciate dal Libro Santo come criterio di azione dei credenti in Allah nei confronti degli infedeli… Ripetendo la domanda di don Guy al “Santissimo Padre”: dite, voi simpatizzanti del Libro Santo e dei suoi devoti, come è possibile, se è possibile, per un buon credente in quel Libro ‘Santo’, potersi avventurare fuori da esso Corano, disattendere le sue traiettorie…

            Come si può dire agli islamici che “sbagliano” quando obbediscono al Corano santo libro loro? Che sbagliano quando obbediscono agli ordini di Allah?

          • cuba_libre scrive:

            Ho capito, non vuole rispondere.
            Poco male, non fa niente, la sua non-risposta per me e’ una risposta piu’ che esaustiva!

            P.S.: le faccio notare che per gli islamici, gli infedeli stanno anche all’interno dei rami dell’islam stesso che loro giudicano eretici: ecco perche’ chiedevo a quale Islam si riferiva.

  40. Puskin scrive:

    Beh, mi pare che alcuni papi del preconcilio non fossero esattamente esempi di virtù umana, nè tantomeno grandi esempi di magistero.
    Voi esaltate il passato a prescindere, vi ricordate di tutto, tranne che della misericordia. Trattate tutti gli altri come immondi, gente che sguazza nell’errore, mentre i soli puri siete voi, gli unici che conoscono il vero rito, il vero magistero, il giusto modo di intendere le parole di Cristo.
    Date lezioni a tutti, papa incluso e se il papa non la pensa come voi, lui è abusivo. Se si dimette, poi, è un traditore.
    Mostrate un orgoglio mostruoso, patologico e quando si leggono le vostre esternazioni, ci si trova di tutto, ma mai l’amore.
    Io ho amato Ratzinger, più di GP II e, finora, anche più di Francesco ed ho sempre pensato che la rivalutazione della messa tradizionale fosse stata una buona idea.
    Ora sto cominciando a ricredermi: insieme a tantissimi “tradizionalisti” veri fratelli nella fede, questa rivalutazione ha portato con se un rigurgito di esaltati, lunatici, manichei, pelagiani come quelli che scrivono su questo blog.
    Onestamente, preferirei avere dentro casa mia degli atei integrali che uno solo di voi. Perchè in voi io Cristo non lo riesco a vedere, neanche se mi sforzo. Negli atei, a volte si.
    Nella mia personalissima opinione, siete anche peggio dei testimoni di geova: quelli fanno danni, ma almenosi pongono al di fuori della chiesa cattolica. Voi, invece, fate danni ugualmente, però ci tenete a difinirvi cattolici. Anzi, i soli cattolici.

    • dafne scrive:

      lei mena il can per l’aia ribattendo lo stesso tasto, ma deve ancora spiegare di quale misericordia sta parlando:
      il medico o la madre che procede a maciullare un bambino nel proprio grembo, mi spiega di grazia, QUALE MISERICORDIA sta attuando ?

      e se io, o un qualsiasi uomo inorridito, dice a costoro: “fermatevi ! state uccidendo un essere umano, creatura e futuro figlio di Dio, e così vi attirate i suoi castighi ! state commettendo un gravissimo PECCATO”,
      non sto per caso facendo la bimillenaria OPERA di Misericordia detta

      AMMONIRE I PECCATORI ?

      sto agendo per caso contro la misericordia ?
      c’è bisogno di un annuncio giornalistico o mediatico per dire queste cose a chi fa stragi ?
      e perchè si sprecavano i proclami contro Obama allora ?
      perchè invocare la pace e fermare le bombe, se non fermiamo questo genocidio quotidiano ?
      e di quei bambini fatti a pezzi e inceneriti o “riciclati”, chi mai avrà misericordia ? Puskin per caso ? o Bergoglio per caso, andrà nelle liniche di macellai a fermare i chirurghi, invocando i castighi di Dio ?
      no…..direbbe loro: “Dio è misericordioso…..quindi ognuno segua la propria coscienza, non (precisiamo CHE COSA essa dica e comandi)”
      ….qui si innesca il silenziatore sul PECCATO e sui castighi di Dio,
      >>>vietato vietare! >>>medicina della misericordia docet (?!?)

    • timorato scrive:

      x Puskin

      non le sembra il suo discorso sia basato un po troppo su luoghi comuni, capaci di demonizzare le ragioni dei tradizionalisti ?

      . nessuna esalta il passato perché tempo di moralità, ma perché tempo di sicurezza e chiarezza dottrinale!

      . nessuno si mostra puro -per evidenti ragioni cattoliche!!!-perché, la nostra battaglia è finalizzata a tutto tranne a fare del moralismo!

      Quello che lei dice essere “nostro” e per cui ci accusa, peggio degli atei o dei testimoni di geova, in realta NON E’ NOSTRO MA DELLA CHIESA DI SEMPRE!!!!

      quindi, se vuole indagare e trovare la verità di queste mie affermazioni, le sarei profondamente grato!

      ps
      una curiosita: mi può citare un papa preconciliare che non ha dato grande esempio di magistero ?
      e poi: come si fa a riconoscere un vero cattolico ?

  41. Puskin scrive:

    @Dafne: tu vivi in un mondo parallelo. Esci fuori, parla con la gente normale, invece di stare ad intostare l’aria con affermazioni di principio come quelle dei bambini che litigano, dicono la loro e poi si tappano le orecchie e urlano “LALALAALALALALA” per non sentire. Il senso del male è attenuatissimo, perchè il male è diventato banale e noi su questo campo dobbiamo confrontarci, oggi, in un mondo dominato da valori anti cristiani. Moltissimo del male compiuto è fatto senza reale cattieria: molte donne abortiscono con superficialità, senza manco capire quel che fanno. Ed è per questo che spesso basta fare una morfologica, far sentire il cuore che batte, far vedere il feto che si muove per far recedere la madre dall’aborto. Qui c’è tanta gente, tantissima, che fa del male per superficialità, perchè bombardata, letteralmente bombardata di messaggi inumani, spacciati per progresso e normalità. Per questo l’annuncio è fondamentale. E poi, per favore, non mi dica idiozie sull’attenzione alla vita dei pagani. Vero che c’era il giuramento di ippocrate, ma vero anche che a sparta i bambini che non apparivano sani venivano gettati dalla rupe, e altrettanto avvenia a roma, dove i figli non voluti si mettevano in mezzo alla strada, alla mercè dei cani. Dignità ai bambini l’ha data Cristo per primo, mostrando la sua predilezione per loro e capovolgendo il pensiero umano dell’epoca.
    @Reginaldus: i musulmani fanatici esistono e non sono un numero trascurabile. E concordo con lei che il Corano certo non aiuta. Ma ho conosciuto anche altri musulmani, brava gente, devoti ad Allah senza esser fanatici, misericordiosi, umili, spesso sofferenti ma dignitosissimi. Sono i primi a detestare il fanatismo isalmico. Ed io, queste persone, le abbraccio come fratelli e le rispetto, pur senza fare un singolo passo indietro nella mia fede cattolica.

    • dafne scrive:

      sicchè il comandamento NON UCCIDERE sarebbe un’affermazione di principio, astratta ? che nella pratica non è possibile rispettare ? allora è inutile parlare di Vangelo e cristianizzazione, anzi stiamo a prenderci in giro.
      Ma con Dio non attacca.
      PS non ho mica mitizzato la civiltà classica per i suoi crimini, se lei ha capito il vero senso di ciò che ho scritto. Ciò che lei ricorda avvalora A FORTIORI ciò che ho detto su Ippocrate.

      • mauro scrive:

        Per uccidere è indispensabile che vi sia un sentimento che si chiama odio e non può che essere provocato da un altro con parole, atteggiamenti e fatti.
        Forse si è dimenticata che quel comandamento fu dato durante l’esodo che fu lunghissimo nel tempo tanto che, diventando insopportabile per loro convivere assieme, presero ad odiarsi ed uccidersi.

        • dafne scrive:

          ma che sta dicendo lei ? il primo assassino della storia umana è Caino, quindi all’origine, non durante l’Esodo!
          e spieghi allora: in che modo Abele aveva “provocato” il fratello ? lo aveva offeso o aggredito, per caso ?

          • Sal scrive:

            Convengo con Dafne.
            “Ora mentre Jeovah guardava con favore ad Abele e alla sua offerta,  non guardò con alcun favore a Caino e alla sua offerta. E Caino si accese di grande ira, e il suo viso era dimesso. Allora Jehovah disse a Caino: “Perché ti accendi d’ira e perché il tuo viso è dimesso?  Se ti volgi per fare il bene, non ci sarà un’esaltazione? Ma se non ti volgi per fare il bene, il peccato è in agguato all’ingresso, e la sua brama è verso di te; e tu, da parte tua, lo dominerai?”( Gen 4.4-7)

            L’invidia è una cattiva consigliera.

    • Reginaldus scrive:

      il corano non aiuta?????? ma se il corano è il loro testo santo, la loro guida, la loro volontà, che significa “non aiuta” ??? Togliamo di mezzo il corano e avremo tolto di mezzo il motore della violenza mussulmana…I musulmani suoi conoscenti, dignotosissimi non fanatici miserricordiosi e sofferenti, la smettano di menarla: sconfessino quel libro maledetto che istiga alla violenza, che li spinge ad essere “nemici del genere umano” (San Francesco), escano allo scoperto , che altrimenti sono conniventi, e ce la vogliono da dare da bere…

      E aspettiamo ora che il Buonone vostro bianco-vestito parli anche con riferimento a questi ammazzati- questi sì nostri fratelli ( non stupriamo le parole, prego!) – del Volto di Cristo deturpato: cosa aspetta???? Ci dirà che questi violenti non sono veri mussulmani??? Che il Corano non è un testo mussulmano ??? Che dobbiamo essere teneri misericordiosi amorevoli, che amche questi assassini sono parte del suo ospedale da campo???Ma la smettete di fottere?

      • Reginaldus scrive:

        questa sopra è ovviamento per Puskin che mi ha interpellato…

      • Reginaldus scrive:

        mi correggo: “sconfessino quel libro BENEDETTO , SANTO anzi” per dirla col nostro altro Buonone anche Beato e presto Santo (dipende dai punti di vista: il simpatico – o tragico – è che noi ci mettiamo dal loro)

    • Annarita scrive:

      Io difiderei dei non fanatici, perchè poi sa cosa dicono: se dovesse esserci una guerra noi siamo obbligati a farti fuori anche se mi sei simpatico, però ti faremo fuori senza farti troppo soffrire.
      Questi si che sono amici e non è una frase inventata, qualcuno se le sentito dire da a”amici” mussulmani non fanatici. A parte questo è vero che oggi la consapevolezza di cosa sia il male si è molto affievolita e molte donne abortiscono senza la giusta consapevolezza della gravità. ma di chi è la colpa? Se i Papi parlano come Papa Francesco e lasciano tutto alla coscienza individuale, siamo fritti. Perchè la coscienza per essere retta deve essere istruita, ma se il Papa non vuole più istruire da chi andremo? Da Pannella a farci istruire sulle Verità, sul bene e il male?

  42. peccatore scrive:

    Tre riflessioni

    Il papa Cagliari: Dio ha voluto che al centro del mondo non sia un idolo, sia l’uomo, l’uomo e la donna, che portino avanti, col proprio lavoro, il mondo. Ma adesso, in questo sistema senza etica, al centro c’è un idolo e il mondo è diventato idolatra di questo “dio-denaro”. Comandano i soldi! Comanda il denaro! Comandano tutte queste cose che servono a lui, a questo idolo. E cosa succede? Per difendere questo idolo si ammucchiano tutti al centro e cadono gli estremi, cadono gli anziani perché in questo mondo non c’è posto per loro! Alcuni parlano di questa abitudine di “eutanasia nascosta”, di non curarli, di non averli in conto… “Sì, lasciamo perdere…”. E cadono i giovani che non trovano il lavoro e la loro dignità. Ma pensa, in un mondo dove i giovani – due generazioni di giovani – non hanno lavoro. Non ha futuro questo mondo. Perché? Perché loro non hanno dignità! E’ difficile avere dignità senza lavorare. Questa è la vostra sofferenza qui. Questa è la preghiera che voi di là gridavate: “Lavoro”, “Lavoro”, “Lavoro”. E’ una preghiera necessaria. Lavoro vuol dire dignità, lavoro vuol dire portare il pane a casa, lavoro vuol dire amare! Per difendere questo sistema economico idolatrico si istaura la “cultura dello scarto”: si scartano i nonni e si scartano i giovani. E noi dobbiamo dire “no” a questa “cultura dello scarto”. Noi dobbiamo dire: “Vogliamo un sistema giusto! un sistema che ci faccia andare avanti tutti”. Dobbiamo dire: “Noi non vogliamo questo sistema economico globalizzato, che ci fa tanto male!”. Al centro ci deve essere l’uomo e la donna, come Dio vuole, e non il denaro!
    PAROLE SANTE (del Papa)

    2-Due persone che negli ultimi sei mesi hanno vissuto in Francia mi raccontano che la stampa d’oltralpe -notoriamente ostile alla Chieasa- sta magnificando questo pontificato senza perdere mai l’occasione di paragonarlo con il precedente, facendo a fette innanzitutto il predecessore con spietata determinazione, ai limiti del vilipendio…
    Questo non è certamente una colpa di papa Francesco, ma resta “strana”, tanto più che -anche in Italia- ciò che caratterizza la “lode” non è una parvenza di conversione alla misericordia divina, bensì una tronfia autoglorificazione, un “avevamo ragione” che interpreterebbe ogni ipotetica “apertura” verso il mondo come una vittoria delle ragioni del mondo contro quelle della fede! A me questo non pare un buon “dialogo”.
    Così come sembra assai strano che si sia dissolto ogni scandalo nella Chiesa, mentre fino a pochi mesi fa la Chiesa era uno scandalo… A me non pare buona “informazione”.
    SENZA PAROLE (sulla “bontà” dei potenti del mondo)

    3-Tra le persone che criticano Papa Francesco, ci sono dei cattolici che in questi anni non si sono mai scomposti più di tanto in tema di avidità della finanza, vendita di armi e altre schifezze dei poteri forti (un nome a caso: Novak)… Adesso criticano il Papa perchè sta un po’ pestando i piedi dove non aggrada loro: per criticarlo utilizzano categorie sorpassate come quello di “destra” e “sinistra” che attengono poco o nulla alla teologia e alla pastorale ma piuttosto alla politica. Anche questo puzza…
    PAROLE VUOTE (sulla “bontà” di certe critiche)

    • Eremita scrive:

      Eremita, molto bello il suo post da condividere pienamente. Mi soffermo solo sulla presunta contrapposizione fra Benedetto XVI e Francesco data per buona da alcuni mezzi di informazione: non esiste proprio, a partire dai gesti e dalle parole dei protagonisti. Senza l’opera paziente e perseverante di Benedetto XVI non si sarebbe arrivati a questo papa, e senza i fondamenti teologici degli anni precedenti questo papa non avrebbe potuto in ogni caso imprimere una svolta così decisa all’immagine della chiesa. Il clima di speranza risvegliato in questi mesi, ad esempio, partono dall’enciclica sulla speranza di Benedetto XVI, bellissima enciclica, in cui comunque per accontentare i fanatici degli anatemi avrei scritto al finale: “Chi non crea e non sostiene la speranza, anatema sit”. Io proprio non riesco a comprendere chi ipotizza una rottura fra i due pontificati, non c’è in nessun modo, a meno di limitarsi agli aspetti esteriori e superficiali, cosa che fanno solo i cattivi giornalisti.

      • Eremita scrive:

        Pardon, il post era diretto a Peccatore.

      • stefano scrive:

        La finta contrapposizione tra il papa e il papa emerito messa in scena dal main stream mediatico è solo l’ultimo atto della character assassination di BXVI ad opera del principe di questo mondo. Chi gli aveva giurato vendetta per la sua chiarezza dogmatica e per la ferma condanna del relativismo, non pago di averlo costretto alle dimissioni – secondo loro – ora infierisce sul suo cadavere per assicurarsi anche la sua damnatio memoriae. E per poterlo demolire definitivamente nell’immaginario collettivo – soprattutto quello cattolico – può anche servire cantare le lodi del suo successore, tanto per sembrare buoni e credibili. Tanto, per preparare il piattino a Francesco c’è ancora tempo.

        • Andre scrive:

          Per non parlare dei giornali ex papisti, come il foglio, che parlano dopo l intervista al Papa dei valori non negoziabili come “cari estinti”…salvo poi dire che il Papa “aggiusta il tiro” per aver parlato dei bambini abortiti..

          Avevamo bisogno dell’interpretazione e delle opinioni di questi giornali…Quando erano i vari giornali di sinistra a criticare più o meno velatamente Benedetto xvi, i vari difensori della fede (il foglio, messainlatino) insorgevano parlando di attacco al Papa, ecc…adesso invece ad essere criticati dagli stessi difensori della fede( che ovviamente possono, loro sì, criticare il Papa)
          Sono sempre i giornali di sinistra…..perché troppo entuasiasti di Papa Francesco in quanto pensano che voglia cambiare la dottrina (e per carità, é vero che non vuole cambiarla, ma quanta politicizzazione….)

          • stefano scrive:

            Il problema di Ferrara è duplice: da un lato rimanere la prima voce fuori dal coro, dall’altro captare la benevolenza di certi cattolici che contano (compreso qualcuno di Curia). Per cui, anche se con connotazioni opposte, ha dovuto anche lui cavalcare la bufala della discontinuità con BXVI.
            Devo dire che inizialmente non credevo al suo ateismo devoto, nel senso che avrei giurato mentisse apertamente sull’essere ateo. Col tempo mi sono poi convinto che su quell’aspetto invece era sincero, mentre sul devoto dissimulava abilmente.

  43. Reginaldus scrive:

    il volto di Cristo su quei cristiani ammazzati il papa vostro lo vede o non lo vede??? Voi state con papa vostro Francesco, che li ama e li chiama, io sto col vero Francesco, il Santo di Assisi ( nulla a che fare con l’ empia caricatura di che ne fa chi ne porta impudentemente il nome!) , che i maomettani li aveva, Lui, San Francesco, il guerrafondaio?, individuati e chiamati per quello che erano: nemici di Dio e del genere umano!

  44. Sal scrive:

    Qualcuno indignato, rimprovera l’immoralità di certe ingiustizie inaccettabili perfino dai pagani, ma tollerate e a volte anche giustificate nel mondo “cristiano” e la notizia della strage di Islamabad, mostrano con ogni evidenza che la religione divide i popoli, e lo fa insegnando e divulgando concetti che non sono affatto naturali, né comprensibili, riuscendo solo ad attirarsi l’antipatia di quanti, in tutto il mondo, ormai acculturati e logicamente ragionevoli, così che non accettano il compromesso utile ad ogni occasione.

    Il mondo moderno non può più essere distratto o confuso da concetti astratti e astrusi salvo far sentire gli uomini ingannati. Quindi i fedeli si ribellano abbandonando, i dettami della religione che rispetta solo certi formalismi di facciata privi di senso, e agiscono quindi senza sentire alcun obbligo morale.

    Dice Dafne, le bestie non uccidono i cuccioli prima che nascono, salvo poi mangiarseli dopo, appena nati. Vedi per es. i leoni, e sono paragonabili alla religione che vorrebbe essere povera, ma è ricca a miliardi. Vorrebbe la pace, ma divide, predica un inutile perdono illimitato e come ha detto qualcuno è forte con i deboli debole con i forti, utilizza novelli talebani che non sanno combattere le idee quindi combattono l’uomo che le ha.
    Certo, sentir dire che il mondo ha come idolo il denaro, proprio da colui che ne possiede di più è del tutto incoerente. Specie quando se ne fa consegnare notevoli quantità non avendo nessun motivo per farlo. Tutti, specie se poveri vorrebbero ricevere denaro per il quale non hanno faticato, ma se poi sono anche ricchi e lo pretendono, e poi lo condannano come idolo è oltremodo ingannevole. Attestano contro se stessi.
    Almeno i leoni per mangiarsi i figli non hanno bisogno di scuse, Lo fanno e basta. Infatti non c’è dignità senza lavoro e la religione non è lavoro.

  45. Iva scrive:

    DUE CITTA’

    “Il genere umano, dopo che “per l’invidia di Lucifero” si ribellò sventuratamente a Dio creatore e largitore de’ doni soprannaturali, si divise come in due campi diversi e nemici tra loro; l’uno dei quali combatte senza posa per il trionfo della verità e del bene, l’altro per il trionfo del male e dell’errore. Il primo è il regno di Dio sulla terra, cioè la vera Chiesa di Gesù Cristo; e chi vuole appartenervi con sincero affetto e come conviene a salute, deve servire con tutta la mente e con tutto il cuore a Dio e all’Unigenito Figlio di Lui.
    Il secondo è il regno di Satana, e sudditi ne sono quanti, seguendo i funesti esempi del loro capo e dei comuni progenitori, ricusano di obbedire all’eterna e divina legge, e molte cose imprendono senza curarsi di Dio, molte contro Dio.
    Questi due regni, simili a due città che con leggi opposte vanno ad opposti fini,
    con grande acume di mente vide e descrisse Agostino, e risali al principio generatore di entrambi con queste brevi e profonde parole:
    “Due città nacquero da due amori; la terrena dall’amore di sé fino al disprezzo di Dio, la celeste dall’amore di Dio fino al disprezzo di sé (De Civit. Dei, lib. XIV, c. 17).”

    (da: Leone XIII – Humanus genus -condanna del RELATIVISMO MORALE E FILOSOFICO della massoneria, riportato su unafides33.blogspot.it)
    ——————————–
    1) che cosa direbbe oggi papa Leone XIII del papa regnante che promuove il relativismo morale e dottrinale, glissando sui 10 comandamenti, (poichè tutti si salvano di default, senza opere meritorie) e tutti i credenti idem= stanno bene così, volentieri chiamando “nostri fratelli spirituali” i musulmani e dicendo che la “Verità è relazione ecc….”?

    2) dobbiamo prendere posizione: scegliere in quale delle DUE CITTA’ vogliamo abitare, ora e nell’eternità.
    Non si può servire due padroni: Dio e il mondo, la Chiesa, Fede e dottrina cattolica con un piede e con l’altro seguire i principi massonici del 1789 francese, rispecchiati nel cv2 e in conseguenza Assisi1-2-3: indifferentismo apostatico > sincretismo massonico.

    tutti i BI-direzionati col bi-pensiero e la bi-parola (lo dico a chi ha mistificato quel passo dell’Apocalisse, del tutto travisato) proprio costoro sono i tiepidi che il Signore vomiterà dalla sua bocca: quelli che pretendono di piacere a tutti, conciliare diavolo e acquasanta, di stare con Lui e ANCHE col suo nemico, per non dar fastidio e dispiacere i potenti del mondo e lucifero loro padrone.
    Gesù dice:
    Chi non raccoglie con Me disperde
    Nessuno viene al Padre se non per Me.

    ——————————

    • Iva scrive:

      Ha ragione quel blogger CONFITEOR, che ha ricordato S. Paolo, il quale
      parlava di Gesù Cristo UNICO SALVATORE del mondo, opportune et importune, cioè SEMPRE, anche quando urtava la sensibilità e l’orgoglio dei suoi ascoltatori ( “Guai a me se non evangelizzassi!”)
      Parlavo chiaro e forte a chi lo contrastava, (preferendo ostinatamente il peccato alla Grazia donata da Gesù Cristo), non solo a chi gli dava retta.
      Rimproverò anche S. Pietro I papa, quando fu necessario, per raddrizzare alcune tendenze devianti verso il giudaismo (e s. Pietro non si offese affatto, ma capì e si corresse).
      Amicus Plato, sed magis amica Veritas.
      questo era l’ANNUNCIO che gli Apostoli e i Martiri facevano, senza paura del martirio, e le loro ossa e reliquie sugli altari sono testimonianze in tutto il mondo, nelle basiliche e nei santuari, della loro fedeltà tenace a Cristo a prezzo della vita.
      Altro che irenismo e “copriamo amorevolmente le differenze” per fare il mondial abbraccio ecumenico-sincretista, che sarà l’estremo abominio davanti al Dio Trinitario, spingendo tanti cattolici a rinnegare Nostro Signore per vergogna e paura davanti ai poteri luciferi del mondo.
      Ancora, giorno dopo giorno, si avverano le parole del card. Pacelli (1936):
      La Chiesa dubiterà come Pietro ha dubitato

    • Cherubino scrive:

      lei sta stravolgendo il pensiero di Agostino e conseguentemente di Leone XIII

      Per Agostino le due città non sono visibili in questa realtà terrena, fino al giudizio finale. La Città di Dio coincide con la Chiesa, ma anche in questo caso non esattamente con quella visibile ora.
      Per fugare ogni dubbio e tentazione di teocrazia, Agostino dice che il cristiano deve essere peregrinus su questa terra, nella quale è “come un’oliva pressata in un frantoio”. Tutto il contrario del trionfalismo di chi vorrebbe strumentalizzare la Chiesa come serva del potere dittatoriale.

      • timorato scrive:

        x CHERUBINO

        Lei sta stravolgendo il Pensiero di Sant’Agostino e conseguentemente di S.S. Leone XIII di v.m.

        perché ci sono documenti di Leone XIII che condannano questo suo “spiritualismo” atto a non coinvolgere la Chiesa nelle questioni sociali e politiche!!!!

        quindi, secondo la sua personalissima idea, è meglio il trionfalismo di chi usa implicitamente la Chiesa con la minaccia del “divino” Laicismo che serve a tutti gli altri regimi dittatoriali compreso quello “democratico”, che quello che in Nome di una Perfetta Legge della Carita, potrebbe BONIFICARE DA OGNI IPOCRISIA E INGIUSTIZIA ogni realta sociale e politica ?

        perché la tentazione teocratica democratica si, e quella teocratica cristiana no ?

        Lei è esorcista che sa riconoscere le tentazioni ?

        • Cherubino scrive:

          al solito rispondete attribuendo agli altri ciò che gli altri non hanno detto, è quasi una sorta di autismo …

          Non ho mai affermato che la Chiesa non si deve occupare della cose sociali, anche perchè ricordo a chi legge (non a lei che tanto è in mala fede) che VOI ci rimproverate continuamente di trasformare il cristianesimo in politica e assistenza sociale.
          La cosa è che la Chiesa si deve e si occupa di realtà umane, ma in modo evangelico, non certo seguendo il caporale di turno.
          Del resto Agostino è chiarissimo su questo (lei ovviamente ha cercato di allontanare l’attenzione dalla citazione errata di Iva …) nel capitolo XX del De civitate Dei.

          • timorato scrive:

            x cherubino

            quindi la Chiesa per lei si deve occupare solo di assistenzialismo e mai di potere legislativo, si o no ?

            e che significa il caporale di turno, non sono caporali anche quelli che lei ha canonizzato perché non hanno a che fare con la Chiesa ?

          • Cherubino scrive:

            Parlare con lei è una perdita di tempo, rispondo per gli altri che leggono.

            La Chiesa deve occuparsi di legislazione, ci mancherebbe, ma la Chiesa non è fatta solo dai preti. La storia ha dimostrato, e la dottrina cattolica lo dice da sempre, che sono i laici a gestire il potere temporale, e la Chiesa chiede fondamentalmente che ciò sia fatto per il bene comune e nel rispetto della legge naturale.

            Quindi sono i laici cristiani che incarnano il vangelo nel governo e nella legislazione positiva, scrivono e votano le leggi, cercando di fondarle su principi validi e cercando di orientare il consenso dei non credenti su di essi. La nostra Costituzione è un esempio altissimo di questo lavoro di convergenza, essendo impregnata di principi cristiani.
            Del resto tutti sanno che i nostri padri costituendi cattolici erano in comunicazione con la gerarchia cattolica, la quale tuttavia si è ben guardata – ed era ben prima del Concilio Vaticano II – di reclamare per sè il ruolo di legislatore.

            In ogni caso, la teocrazia papale non è mai stata un dogma e al contrario la Chiesa non ha neanche preteso che il “Principe” fosse in ogni caso cattolico. La dottrina “di sempre” ha solo preteso che il governante agisse perseguendo il bene comune nel rispetto del diritto naturale.
            Addirittura, la dottrina -veda S. Tommaso- prevede la disobbedienza solo in materia veramente grave, mentre in generale si deve obbedire ad un governo cattivo, finchè il bilanciamento di beni e aspetti negativi penda dalla parte dei primi.

  46. mauro scrive:

    Cara Dafne,

    Gia Cherubino ha risposto che Caino fu protetto da Dio benchè assassino, ovvero non fu punito, ed è proprio perchè il comandamento “non uccidere ” non c’era ancora.
    Genesi 4, Il Signore gradì Abele e la sua offerta, 5ma non gradì Caino e la sua offerta. CAINO NE FU MOLTO IRRITATO e il suo volto era abbattuto.

    Non poteva uccidere Dio che era iimmortale e si scagliò contro Abele che era il piu’ debole assieme a lui.

    • Cherubino scrive:

      ora Caino non fu punito … ma si accorge delle pagliacciate che scrive ?

      • mauro scrive:

        CAINO, benchè scacciato, FU PROTETTO da Dio ed era quello che ho SCRITTO.

        Gen 4, 14Ecco, tu mi scacci oggi da questo suolo e dovrò nascondermi lontano da te; io sarò ramingo e fuggiasco sulla terra e chiunque mi incontrerà mi ucciderà». 15Ma il Signore gli disse: «Ebbene, chiunque ucciderà Caino subirà la vendetta sette volte!». Il Signore impose a Caino un segno, perché nessuno, incontrandolo, lo colpisse. 16Caino si allontanò dal Signore e abitò nella regione di Nod, a oriente di Eden.

        Caro Cherubino, Che Rubino strano! deve essere una pietra dura.

      • mauro scrive:

        Se lo scaccia e nello stesso tempo lo protegge vuol dire che nonstante il suo omicidio non abbandona le proprie creature.
        E dovrebbe sapere a cos’altro si riferisce, signor professore.

  47. Reginaldus scrive:

    Oh il Buonone ha parlato, da Cagliari, in coda alla parata (sul caso dei cristiani ammazzati in chiesa in Pakistan, dai suoi stimatissimi musulmani):

    “è stata una scelta sbagliata, di odio e di guerra… questa strada non va, non serve, ma solo la strada della pace costruisce un mondo migliore”.”!

    Tutto qui, parole banali nella loro ovvietà, attente a non urtare nessuno ( dalla parte degli assassini ), non un grido, non una lacrima….Perché allora sbagliata? In riferimento a che cosa sbagliata? Il santo testo loro non ordina loro di fare pulizia della sconcezza del mondo che sono i cristiani, gli infedeli in genere ( come a Nairobi, stessa cosa )? Obbedier agli ordini di Allah è scelta sbagliata??? Ha sbagliato allora Allah??? Perché “non fa scendere su di loro”, nuovo Allah, sui suoi fratellini stimatissimi, un “nuovo santo corano”, che indichi perentoriamente la nuova “strada della pace per un mondo migliore”? Vuole pontificare anche a casa altrui??? Sappiamo bene qual’ è la missione che gli hanno affidata: stabilire nel mondo questa nuova religione Unica ed Universale, dove tutti vi entrino col minimo bagaglio di idee su dio e sulla morale, abbandonando ogni asprezza identitaria: idea fantasticamente generata e promossa dai pontefici sommi della Loggia, dei quali costui fa il semplice CHIERICO SERVENTE….. Ma si rassegni il nostro Buonone: c’è ancora al mondo qualcuno che la pensa come vuole, e per il quale la Violenza, quando ha per fine lo stabilimento del dominio universale di Allah , è sacrosanta e doverosa.

    E noi facciamo di tutto, e paghiamo, perché questa idea sia vincente anche presso di noi, contro di noi!

  48. Sal scrive:

    A Proposito di “combattere” per il lavoro – parola di Bergoglio….. sta mica suggerendo di salire sui tetti con gli striscioni colorati, sciperare a gogò e vetrine a pezzi ?

    E’ un bel combattimento…..anche quello !

  49. Andre scrive:

    Per non parlare dei giornali ex papisti, come il foglio, che parlano dopo l intervista al Papa dei valori non negoziabili come “cari estinti”…salvo poi dire che il Papa “aggiusta il tiro” per aver parlato dei bambini abortiti..

    Avevamo bisogno dell’interpretazione e delle opinioni di questi giornali…Quando erano i vari giornali di sinistra a criticare più o meno velatamente Benedetto xvi, i vari difensori della fede (il foglio, messainlatino) insorgevano parlando di attacco al Papa, ecc…adesso invece ad essere criticati dagli stessi difensori della fede( che ovviamente possono, loro sì, criticare il Papa)
    Sono sempre i giornali di sinistra…..perché troppo entuasiasti di Papa Francesco in quanto pensano che voglia cambiare la dottrina (e per carità, é vero che non vuole cambiarla, ma quanta politicizzazione….)

  50. Andre scrive:

    mentre una consistente parte del mondo cattolico copula con Scalfari, ed un’altra con Ferrara, io mi tengo ben alla larga da entrambi, o meglio dal pensiero di entrambi…massimo rispetto per entrambi, ma entrambi, non avendo la fede, non vanno molto di là di una lettura politica del ruolo della Chiesa….per quanto riguarda Scalfari, lo si é già sottolineato, Ferrara invece Dice: “io peró sono un laico, A me interessa la ragione completa del suo mistero, non il vangelo come Santa e sublime filastrocca”.

    Quando repubblica criticava Papa Benedetto, apriti cielo in circa due secondi su La Bussola, avvenire, radio maria e metà dei giornali o siti cattolici on line.
    adesso che ad essere attaccato é Papa Francesco da parte dell’altra sponda dei non credenti, dove sono alcuni dei difensori dell’autorità papale?
    Forse condividono queste critiche, ma non hanno il coraggio di dirlo?

    Io non critico né Ferrara né Scalfari, perché partono da una visione tutta politica dellaChiesa forse a motivo della loro non fede.

    Mi stupisco quando gli attacchi al Papa (Benedetto o Francesco che sia) e la politicizzazione della sua figura vengono dal mondo cattolico

  51. mauro scrive:

    Caro Cherubino,

    si rende conto di ciò che scrive?

    “Per Agostino le due città non sono visibili in questa realtà terrena, fino al giudizio finale.”

    Caro professore, sono i confini che sono invisibili (quasi, dice Sant’agostino, passando attraverso il cuore di ogni uomo) e come conseguenza esistono entrambe le città, e non solo, asservirsi al culto della creatura anzichè del creatore, vuol dire farsi interpreti delle loro necessità fra le quali si annoverano politica ed assistenza sociale.

    De civitate lib XIV cap 1 (nella storia si profilano due società)

    Una è degli uomini che intendono vivere secondo la carne, l’altra di coloro che intendono vivere secondo lo spirito, ciascuna nella pace del proprio stile di vita; e quando conseguono il fine a cui tendono, vivono, ciascuna, nella pace del proprio stile di vita.

    De civitate cap XIV cap 28 (prerogative delle due città)

    Quindi nella città terrena i suoi filosofi, che vivevano secondo l’uomo, hanno dato rilievo al bene o del corpo o dell’anima o di tutti e due. Coloro poi che poterono conoscere Dio, non lo adorarono e ringraziarono come Dio, si smarrirono nei propri pensieri e fu lasciato nell’ombra il loro cuore stolto perché credevano di esser sapienti, cioè perché dominava in loro la superbia in quanto si esaltavano nella propria sapienza. Perciò divennero sciocchi e sostituirono alla gloria di Dio non soggetto a morire l’immagine dell’uomo soggetto a morire e di uccelli e di quadrupedi e di serpenti e in tali forme di idolatria furono guide o partigiani della massa. Così si asservirono nel culto alla creatura anziché al Creatore che è benedetto per sempre.

    Stranamente, caro professor cherubino, ai laici ammantati di cristianesimo è vietato occuparsi della città terrena perchè si asservono al culto della creatura (l’uomo) così come è parimenti vietato alla Chiesa di conseguenza. Qualcuno deve essere duro i comprendonio dimenticando di dedicarsi al culto di Dio.
    E’ del tutto evidente che lei sia completamente asservito alla Chiesa sostenendone l’impegno sociale e non vi è dubbio che anche lei abbia, sconsideratamente, confuso i poveri citati dal Vangelo, come soggetti deficitari si assistenza materiale, mentre sono poveri in Spirito di Dio, ovvero spirituali, mancando loro quella vita eterna promessa di Dio essendo loro stessi peccatori, e come contrappasso diventeranno ricchi, ricevendo quella vita eterna, quando si convertiranno.

    2Cor 8,9 Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo: da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà.

    E fatto importantissimo, nel capi 1 non condanna la città terrena, quella della carne, riconoscendo loro la pace raggiunta nel loro stile di vita.
    E non ha neppure esagerato, affermando ciò, essendo cristianamente nel pieno rispetto dell’altrui pensiero.

  52. Annarita scrive:

    Ma Mimma forse non ci intendiamo bne io e lei, ma vede lei mi dice che anche in passato ci furono schifezze e io le dico che lo so e che conoscendo il fatto che gli uomini sono peccatori non mi stupisco che anche in passato come ora ci furono cattivi soggetti. Dunque secondo lei essendo realista io non amo la Chiesa. Non è che se uno prende atto di una realtà non ama la Chiesa e non significa nemmeno che se uno prende atto di una realtà se ne stia in panciolle rincretinito, a voltarsi i pollici. Invece secondo lei uno che dice che sa che anche in passato gli uomini hanno errato vuole intendere che bisogna lavarsene le mani. ma se ho ormai ripetuto fino alla nausea che c’è da farsi santi, secondo lei che significa? E poi a me pare che a non amare la Chiesa sia lei, che ne parla come Cuba libre, come se la Chiesa fosse una despota che vuole rendere i suoi figli infelici, perchè vuole il celibato per i suoi sacerdoti. Mai pensato invece che se la Chiesa ha optato per il celibato abbia le sue sante ragioni? Nessuno è obbligato a fare il sacerdote, nessuno è obbligato a sposarsi, nessuno è obbligato ad essere cattolico, dunque dove sta il problema? Se uno vuole dettare le regole che gli piacciono, può benissimo farlo a casa sua, perchè scomodarsi a voler cambiare la Chiesa? Magari non sarebbe più opportuno cambiare se stessi e uniformarsi alla volontà di Dio?

    • Iva scrive:

      se una persona identifica la felicità con l’appagamento sessuale e/o sentimentale (sia di laici che di sacerdoti) che razza di concezione avrà della santità ? chiaramente per questa gente (sedicente cattolica o credente, ma atea-materialista pratica) Dio non è da amare al di sopra di ogni cosa o persona, con tutte le proprie forze e con tutto il cuore, ma invece deve stare MOLTO al di sotto degli istinti umani e desideri DISORDINATI del cuore, inquinato com’esso sia da affetti carnali.
      Questo si evince da tanti discorsi, null’altro che palesemente e pesantemente carnali.

      • cuba_libre scrive:

        Avete VOI degradato, demonizzato, mortificato i sentimenti e la sessualita’ a pratiche di casino, millantando la legge di Dio. La verita’ e’ che siete dei frustrati INCAPACI DI AMARE. Tenetevi stretta la vostra (pseudo) diabolica santita’.

        • Annarita scrive:

          Cuba libre se lei ha un temperamento collerico e vuole sempre avere ragione anche quando sbaglia palesemente eviti di discutere si tenga la sua ragione, le sue opinioni su di noi e fine. Io le auguro solo che un giorno anche lei sia folgorato dall’amore per Dio e veda quale sia l’ordine delle priorità.
          P.S a degradare l’amore a sentimentalismo o a sessualismo veramente sono stati altri, io ribadisco che non ho ancora conosciuto nessun sacerdote che vuole sposarsi e che abbia problemi di tristezza dovuta a moti ormonali. pertanto il problema che palesate lei e Mimma
          non mi pare così urgente da fare tutta sta cagnara. E ribadisco lei e Mimma non siete obbligati a stare dentro la Chiesa se trovate che la Chiesa sia così matrigna.
          Poi frustrato ed incapace di amare forse è lei, visto come reagisce appena qualcuno non le da ragione.

          • cuba_libre scrive:

            Io collerico? Si’ quando vedo proclami, fatwe e soprattutto quando vedo invadenti! infatti lei continua nella sua tendenza ad entrare a gamba tesa, mettendosi a fare l’apprendista dello studio Ghedini per difendere posizioni di cui oltretutto dimostra di non aver capito per niente.
            Cosa c’entrava il problema dei preti sposati con la mia risposta ad Iva? ma l’ha letto bene il post. E’ la sua sodale stessa che ha specificato “appagamento sessuale (sia di laici che di sacerdoti)” quindi ha parlato a tutto campo e la mia risposta e’ stata a tono. Quindi cosa caxxo c’entrano i preti?
            La verità purtroppo si fa sempre piu’ strada: davanti a considerazioni storiche, pregnanti e basate alle realtà quotidiane, non c’e’ nessuno di voi che sa rispondere se non con slogan, fatwe e terrorismi vari. Ho chiesto a Reginaldus due volte di dirmi cosa farebbe di diverso dal papa davanti al problema Islam. Silenzio tombale; ho chiesto ad Iva e Timorato di spiegarmi in cosa consiste sto benedetto segreto di Fatima: stesso silenzio! Sapete cosa mi sembrate? Dei personaggi tratti pari, pari dai romanzi di uno dei piu’ grandi scrittori europei, Franz Kafka: prigionieri di un mondo che non riuscite a comprendere e che per esorcizzarlo, vi trincerate in un mondo tutto vostro con cui farvi scudo. Questo scudo si chiama integralismo (con buona pace di Timorato); cosa meglio dell’integralismo incarna il rifiuto e il disprezzo di tutto cio’ che e’ diverso dalla propria visione delle cose?! Se a voi va bene cosi’, affari vostri, ma per favore evitate con dei mezzucci veramente avvilenti di cercare goffamente di mettere me e Mimma l’uno contro l’altra; e’ da un po’ che ci tentate, mettetevi il cuore in pace perche’ non ci riuscite: siamo due persone, ognuno nella propria diversità, con il cervello che funziona, che ragioniamo, che sappiamo guardare la realtà, anche magari con conclusioni diverse, ma che ci RISPETTIAMO! Non come voi che vi tenete spalla a spalla per non cadere.

          • Mimma scrive:

            @Annalisa e Timorato
            Essendomi più volte illusa di aver a che fare con persone leali ed intelligenti, mi sembrava di aver chiarito sufficientemente diverse volte il mio punto di vista sull’argomento celibato sacerdotale- matrimonio-famiglia e connesse difficoltà.
            Per tutta risposta mi sono sentita dare della “procuratrice di prostitute dei sacerdoti”!
            Mi ero illusa appunto!
            Lei è invece una persona estremamente malfidata e subdola, falsa e cattiva!
            Con quale barbaro coraggio , lei e suo compare Timorato continuate a falsificare spudoratamente i contenuti e il senso dei miei interventi?
            Vi avevo in precedenza già diffidati da indirizzarmi ulteriori provocazioni perchè sarei pronta a dare ragione delle mie affermazioni correlandole di nominativi e dati di fatto!
            La invito dunque con cortesia ancora una volta di lasciar perdere il mio nome e di interloquire con chiunque altro voglia farlo inquanto non ho piacere alcuno a parlare con dei bugiardi senza ritegno e pudore che per pararsi il sedere sono pronti a falsificare il bianco in nero.
            E se qualcosa vi impedisce ancora di capirlo… ve lo dico io!
            Se c’è qualcuno che si è ampiamente chiamato fuori dalla Chiesa, quelli siete voi!
            Bugiardi, bigotti e farisei incalliti, senza amore per voi stessi ne per il prossimo!
            La prego di tener conto di questo mio post che sarà l’ultimo in forma pacifica e la invito a restare nella PACE(se ci riesce) !

          • cuba_libre scrive:

            @ Mimma

            Mimma, da chi della squallida mistificazione ne trae pigmento per spargere veleni, non puoi aspettarti NIENTE di positivo, sia che siano cristiani (o sedicenti tali), laici, islamisti, biblisti, romanisti o milanisti :-) . Di questo ne sono ogni giorno piu’ convinto.

            @ Jonhatan

            La mia risposta era per Annarita non per lei. Per quella per lei, aspetti, aspetti, che arrivera’, non tema!

          • Mimma scrive:

            Giusto Cuba,
            Fiducia ,stima e rispetto per mille Cuba-libre e non per un solo falsario tradizionalista emissario dell’ingannatore per eccellenza!

          • timorato scrive:

            x mimma

            c’è il suo post di seguito, mi spieghi passo dopo passo cosa voleva dire! e cosi tagliamo la testa al toro!!!

            Mimma scrive:

            19 settembre 2013 alle 14:14

            @Timorato
            Fateli sposare!!!
            Si avrebbero meno danni, meno ipocrisia e più vocazioni!
            Fateli sposare!!!
            Dio si è rivelato agli uomini con Cristo nella NATURA UMANA ed il bisogno dell’altro è più che legittimo!
            Non credo affatto che il celibato sia propedeutico di un’alto cammino ascetico.
            Conosco centinaia di sacerdoti estremamente tiepidi e confusi e con un sistema ormonale e neurovegetativo ad altissimo rischio e lei è uno di quelli!

          • Mimma scrive:

            ANCORA TIMORATO VA CERCANDO GRANE???
            SE AVESSE VOLUTO CON ONESTA’ DEI CHIARIMENTI, NE AVREBBE AVUTI A IOSA IN DECINE DI MIEI POST!

            ED ORA STIA A DEBITA DISTANZA DI SICUREZZA DA ME, GLIELO RIPETO!
            LE CONVIENE!!!!

          • timorato scrive:

            a me non interessa di nessun nome e cognome perché so che tutti siamo peccatori e non sono queste colpe che possono scandalizzarmi, preferirei un Papa Borgia a quello che abbiamo, perché il Papa Borgia (non so è all’inferno tralaltro) all’inferno c’è andato da solo! questo ci può andare lui e i suoi ascoltatori che ingoiano quello che non è retta dottrina, poiché la REtta Dottrina è più necessaria della vita santa in quanto questa vita santa può arrivare SOLO ATTRAVERSO LA RETTA DOTTRINA!!!!

            UN CONSIGLIO:
            LA FINISCA DI INSULTARCI!
            LA FINISCA DI FARE LA VITTIMA!
            E’ STATA GIA SCOPERTA PER QUEL CHE E’, SIA DA DIO CHE DAGLI ALTRI BLOGGERS!!!

          • cuba_libre scrive:

            Mi scusi Timorato, ammesso per assurdo che questo papa sia l’antesignano del demonio, come sostenete voi, non crede che Dio sappia guardare molto piu’ lontano di tutti, e quindi risparmierebbe coloro che si sono fatti “ingannare” in buona fede da questo specie di demone travestito di bianco?
            Se come dice lei, questo papa si porterà all’inferno tutti coloro che hanno creduto in lui, non crede che questo equivarrebbe a dire che Dio e’ un po’ miope?

          • stefano scrive:

            @cuba
            Per una volta ci troviamo d’accordo. Naturalmente il ragionamento è valido solo per assurdo, perché la premessa (il demone vestito di bianco), per esplicito decreto divino, non appartiene all’ordine del possibile.

  53. Annarita scrive:

    Mi arrendo Cuba libre . Lei ha sempre ragione.

  54. Annarita scrive:

    P.S ringrazi Dio di avere un cervello che funziona. Io lo ringrazio anche se a capir bene il mio non funziona.

  55. timorato scrive:

    X CUBA-LIBRE

    non avevo letto la sua richiesta, spero che ne faccia tesoro!

    —————————————————————————————————–

    La profezia di Fatima e l’Antipapa eretico

    Nella sua lettera al professor Baumgartner, il Cardinale Mario Luigi Ciappi rivelò che: “Nel Terzo Segreto viene predetta, tra le altre cose, chela grande apostasia nella Chiesa inizierà dal suo vertice”. Questo corrisponde a ciò che è rivelato nel Libro delle Lamentazioni: “Non credevano i re della terra e tutti gli abitanti del mondo che l’avversario e il nemico sarebbero penetrati entro le porte di Gerusalemme.” Quello che viene predetto è che i partigiani del diavolo occuperanno la Curia Romana sotto un antipapa Massone.

    http://apostatisidiventa.blogspot.it/2013/09/la-profezia-di-fatima-e-lantipapa.html

    • cuba_libre scrive:

      Quindi non e’ stata la Madonna a predire che ” i partigiani del diavolo occuperanno la Curia Romana sotto un antipapa Massone.”, ma una interpretazione a valle delle sue rivelazioni!

      • timorato scrive:

        guardi che noi non sosteniamo nulla, è stata la Madonna a parlare di antipapa massone!
        Non sosteniamo che lo sia di sicuro questo papa, l’antipapa in questione, vogliamo e DOBBIAMO solo fare DISCERNIMENTO.

        Non è una interpretazione a valle la suddetta, perché stando alla testimonianza della veggente suo Lucia, queste Parole sono state pronunciate dalla Vergine Santissima.

        Siamo nel Mistero! e tutte le riflessioni -anche la sua- potrebbero essere valide, come il fatto che dica che Dio sarebbe un po “difettoso”, ma poiche siamo nel Mistero e dalle Sacre Scritture -con San Paolo- si parla chiaramente:” dell’inganno”
        (molte volte citato dalla signora Iva), la Prudenza vuole che facciamo: DISCERNIMENTO, senza per questo voler demonizzare nessuno!

        Mons Lefebure, piangeva a proposito delle incoerenze dottrinale del Clero postconciliare, perché, da santo qual è, Egli aveva capito che c’era stato una sorta di complotto -realizzato per le vie culturali- atto a riformulare la mentalita del Clero secondo certi prinicipi ed ideali, che sono poi la più viva contraddizione e la più viva apostastia! e da cui poi, riusciva a trovare giustificazione per questo Clero “plagiato”!
        Quindi, agiamo solo per la salute delle anime, in primis, per lo stesso Papa e anche se fosse l’antipapa in questione.
        Non saranno le vittorie politiche-ideologiche che ci potranno salvare dall’inferno. Tutti necessitano (anche noi certamente) la conversione siano rossi o neri o grigi o verdi!!!!
        ci sono beni assai più grandi di quelli passeggeri di questa terra.

  56. cuba_libre scrive:

    “Siamo nel Mistero! e tutte le riflessioni -anche la sua- potrebbero essere valide, come il fatto che dica che Dio sarebbe un po “difettoso”, ma poiche siamo nel Mistero e dalle Sacre Scritture -con San Paolo- si parla chiaramente:” dell’inganno””

    Quindi in pratica stiamo a disquisire sul nulla!! Significherebbe – mi corregga se sbaglio – che qualsiasi manifestazione che conducesse a qualche sospetto, potrebbe essere interpretata come attribuibile all’antipapa o cose di questo genere!
    Non vorrei la mia fosse scambiata per ironia (io sono rispettoso di qualsiasi credo), ma non le sembra strano per esempio che la Madonna compaia, paventando un pericolo derivante dalla Russia non convertita, solo poche settimane prima della rivoluzione bolscevica? sarebbe un po’ sprovveduta, con tempi cosi’ stretti per una conversione di un’intera nazione, oltretutto impegnata in una guerra mondiale!
    Se poi sapeva già in anticipo di piu’ di vent’anni quale “punizione” si sarebbe abbattuta sul mondo di li’ a poco (che i teologi identificano nella seconda guerra mondiale), non le sembra che questo possa essere tradotto in un copione già scritto, e quindi non suscettibile di rivisitazione?
    Per ultimo, la Madonna che parla di Massoneria…. bah!