“Se la Chiesa non porta Gesù è morta”

“La Chiesa è come Maria, la Chiesa non è un negozio, una agenzia umanitaria, una ONG. La Chiesa è mandata a portare a tutti Cristo e il suo Vangelo. Porta Gesù, non se stessa. E deve essere come Maria, quando è andata a visitare Elisabetta: che cosa portava? Gesù! In grembo… Se una volta la Chiesa non porta Gesù, è una Chiesa morta. La Chiesa deve portare la carità di Gesù, l’amore di Gesù, la forza di Gesù”.

Lo ha detto questa mattina Papa Francesco all’udienza in piazza San Pietro, in un passaggio improvvisato e aggiunto alla catechesi preparata.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • email
  • Print
Pubblicato il da Andrea Tornielli Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

699 risposte a “Se la Chiesa non porta Gesù è morta”

  1. vincenzo da torino scrive:

    Mi permetto di segnalare un articolo che meglio fa comprendere la rivoglione di papa Francesco da una intervista del suo teologo di fiducia :http://www.repubblica.it/esteri/2013/10/21/news/basta_con_i_preti_che_vivono_nel_lusso_vi_spiego_la_rivoluzione_di_francesco-69053816/. Inoltre chi vuole seguire le omelie di papa Francesco può farlo in http://www.news.va.it. Solo seguendolo si può interagire e comprendere la grandezza di questo papa che sicuramente farà una grande rivoluzione in positivo nella chiesa. >Basta capirlo!

    • timorato scrive:

      x VINCENZO

      non sia cosi entusiasta di questa “rivoluzione in positivo”, perché la ricchezza quando non è rubata e usata male: non è “dono” del diavolo , ma solo di Dio -come insegna Sant’Agostino-

      questi discorsi non fanno altro che sviare sulla vera Dottrina cattolica -che non ha il culto della miseria- e incentivare l’anticlericalismo!

      PS
      studi ogni tanto i Padri e i Dottori della Chiesa, invece di dare etichette di non cattolicità a chi è una voce fuori dal coro(ecclesiale).

      • vincenzo da torino scrive:

        @Timorato. Lei ha sempre ragione, per forza…

      • Ralph scrive:

        Il problema di tutti questi “entusiasti” bergogliani è appunto questo : Dicono di non giudicare, ma in realtà sono i primi a farlo con chi non è d’accordo con loro. Credono di sapere tutto e invece sono ignoranti presuntuosi. Parlano, parlano, parlano, ma farebbero meglio a tacere e a ragionare in senso veramente cattolico e non da criptoprotestanti quali in realtà sono…

        • timorato scrive:

          ha ragione Ralph, è sono qua anche per fare quello che da tempo fanno: da infiltrati dentro la Chiesa! e cioè:
          Ideologia e solo Ideologia mascherata di progresso teologico e dottrinale e pastorale e romantico e affettivo e buonista e antifarisaico e antisuperbo e antidisubbidiente di un solo papa e antituttoquellochesvelailoropiani etc.etc..

          sono due che cambiano i nomi quando intervengono in questo blog per far capire che sono la Vox populi, e scoraggiare cosi la autenticità della riflessione sui fatti in quanto la suddetta “Vox populi”!

          Si sono solo dei criptoprotestanti!!!!

    • J scrive:

      @ vincenzo da torino
      “questo papa che sicuramente farà una grande rivoluzione in positivo nella chiesa.”

      Non capisco bene, ma di solito le rivoluzioni si fanno per cambiare ciò che non era stato fatto bene in precedenza. Vuol forse dire che la chiesa deve ricominciare da capo ? O che c’è un nuovo vangelo ?

      “Il termine rivoluzione (derivato dal verbo revolvĕre “rovesciare”) nel suo significato più ampio indica qualsiasi cambiamento radicale nelle strutture sociali ,, come auspicavano gli illuministi nel secolo XVIII con la redazione dell’Encyclopédie.

      “L’illuminismo fu un movimento culturale e filosofico sviluppatosi approssimativamente nel secolo XVIII in Europa. Il termine illuminismo è passato a significare genericamente ogni forma di pensiero che voglia “illuminare” la mente degli uomini, ottenebrata dall’ignoranza e dalla superstizione, servendosi della critica della ragione e dell’apporto della scienza. “

      “« Illuminismo è l’uscita dell’uomo dallo stato di minorità che egli deve imputare a se stesso. Minorità è l’incapacità di valersi del proprio intelletto senza la guida di un altro. Imputabile a se stesso è questa minorità, se la causa di essa non dipende da difetto d’intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di far uso del proprio intelletto senza essere guidati da un altro. Sapere aude!
      “Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza!
      È questo il motto dell’Illuminismo. »
      (Immanuel Kant da Risposta alla domanda: che cos’è l’Illuminismo?, 1784)

      Basta capirlo !

      • vincenzo da torino scrive:

        @J/Sal/Joab. Pendo dalle sue labbra…

      • cuba_libre scrive:

        Per J

        ha proprio ragione: rivoluzione significa sovvertimento (violento o pacifico) radicale di un certo ordine sociale esistente; e sottoscrivo che i grandi illuministi furono i precursori di uno stravolgimento che ha posto le basi ai moderni stati europei .
        Per quanto riguarda la chiesa penso (anzi, spero) che vi possa essere questo spirito rivoluzionario: uno spirito che se si concretizza per esempio nel fare finalmente luce sulle vere responsabilità della chiesa nel rapimento di Emanuela Orlandi, sui loschi affari dello IOR che portarono all’assassinio di Calvi e alla misteriosa morte di Luciani, sulla complicità di Pio XII nell’operazione Odessa, sul ruolo della cricca di Bertone, solo per fermarci alla storia conntemporanea, non chiedo assolutamente che mi si faccia luce sulla falsa donazione di Costantino per esempio, … ebbene questa la potro’ chiamare veramente rivoluzione, e chissa’ che non mi ci riavvicini anch’io!
        Quindi non si tratta di editare un nuovo Vangelo, ma di dissotterrare quello già esistente che per troppo tempo e’ stato messo sotto metri di terra!

        • timorato scrive:

          Gli Stati moderni europei non hanno trovato nessun bene, se sono nati, dimenticando le loro radici cristiane.
          Tanto più, che la conquista è stata fatta solo per favorire l’Anticristo e i suoi ministri( LA MASSONERIA, IL SIGNORAGGIO BANCARIO INTERNAZIONALE): che in nome della libertà sanno prosciugare ogni bene dei cristiani! illudendo che tutto ciò è progresso(???)………MA INVECE E’ CULTO dell’INGANNO della Menzogna, del dio denaro, del dio mammona……!!!!!!!!!!!!!IN ODIO AL NOME CRISTIANO e per invidia di tutta la Cristianita!!!!!!!
          ———
          Pio XII di v.m. non ha bisogno di nessuna difesa perché è un Santo come testimoniano le sue opere che furono a favore degli ebrei. Fu infatti Pio XII a proteggere gli ebrei perseguitati dai nazisti, per i quali, si prodigò di rifugiarli persino nei conventi di clausura e “provocando” anche per questo: la conversione del rabbino Capo dell’epoca!
          Pio XII è un santo anche per il dono della Profezia che aveva e che forma da subito: la “garanzia” della santità di un cattolico, in quanto solo Dio (e chi “stà” con Lui) può conoscere il futuro.

          Pio XII è un santo anche per le dirette testimonianze di persone a me vicino che hanno “raccontato” i prodigi di questo uomo di Dio che, come altri santi gode “sempre” di persecuzioni.

          La Chiesa non viene meno nella Sua Santità se gode della c.d. donazione di Costantino, perché il potere e la ricchezza vengono da Dio. E siccome Dio poteva dare alla Chiesa quello che Costantino -da parte di Dio (che è il primo,anzi l’unico padrone)- le ha dato, a preferenza dello stesso Costantino poiché Essa come Rappresentante del Signore del Cielo e della Terra, ne ha più diritto!….cerchi di non perdersi più in questa falsa ricerca di giustizia, perché la Giustizia è solo Quella che con i FATTI compie il Dio che fa sorgere il sole su i buoni e su i cattivi!

          ——————————————————————
          ——————————————————————
          La Massoneria ha fondato le Nazioni Unite
          di Davide Consonni-

          http://www.losai.eu/wp-content/uploads/1016291_566126166764725_188818045_n.png

        • Ralph scrive:

          Caro amico, se non le ho risposto come avrebbe gradito è perché per confutare le legittime obiezioni che mi pone dovrei occupare tutto lo spazio riservato ai post. Si tratta infatti di problematiche e argomenti assai complessi. Non si può sempre essere sintetici, perché richiedono un’adeguata trattazione e non è il caso di farlo qui…Lei scrive che ha studiato da solo e che è arrivato a certe conclusioni senza farsi influenzare da fattori esterni. Sicuro ???? Ho qualche dubbio in proposito visto che lei non è la prima persona con cui mi sono trovato a confrontarmi su certe tematiche. Ad alcune sue domande poi mi sembrava di aver già risposto esaurientemente dal mio punto di vista, ma evidentemente ciò che le ho scritto a lei non piace e preferisce rimanere nel suo alveo piuttosto che affrontare il guado. Il problema nel tipo di studi che ha fatto è rappresentato proprio da certe lacune che le ho già detto, come colmare, per es. in campo filosofico e storico. Le garantisco per esperienza personale che la storia si può manipolare e falsare in modo molto abile, mediante un disonesto uso o abuso delle fonti e materiale d’archivio. Ciò avviene da oltre 150 anni in Italia per fini ideologici e politici, anche se lei non è disposto a crederlo ! L’ideologia cos’è ?? Non voglio essere io a spiegarglielo perché è persona intelligente,( lo ripeto), le dico solo che essa da una percezione distorta della realtà, perché la filtra come attraverso un velo opaco. Allora la persona che ne diventa schiava vede e giudica le cose, i fatti e le persone nel mondo, non per quelle che sono ma per quello che vorrebbe che fossero, con la conseguenza che si finisce su una falsa strada che conduce spesso alla delusione e all’amarezza. Dio però non guarda se uno è stato marxista o fascista, di destra o di sinistra, reazionario o rivoluzionario, conservatore o progressista. Per Lui conta l’ora e ciò che si è disposti a fare in futuro, dimenticando il passato con i suoi errori. Gesù nel Vangelo però ci ammonisce dicendo ” Non c’è peggior ceco di chi non vuol vedere e non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire…” . Infine il discorso della fede. Essa è un dono e questo è vero. Ma lei è stato battezzato ???? Glielo chiedo perché la cosa cambia a seconda della risposta che mi da.

      • timorato scrive:

        X J

        ha ragione lei, che la rivoluzione è stata fatta per danneggiare!
        Essa è stata fatta per danneggiare: il Bene” dell’Ordine” di cui necessita l’uomo (e che Dio ha voluto far “conoscere ed attuare” per mezzo della Sua Chiesa NEGLI ULTIMI TEMPI, NEI TEMPI DELLA RESTAURAZIONE DELLA GRAZIA), utilizzando strumenti mascherati ed affascinanti come ha fatto con l’Illuminismo e solo: -nella vera verità dei fatti- per odio della Chiesa Cattolica e invidia dei suoi beni!!!!!
        Kant era un protestante, e i protestanti sono legati -in maniera occulta- alla Massoneria che ha prodotto l’Illuminismo mosso principalmente: per distruggere la Chiesa Cattolica.

        DI SEGUITO AVRA MIGLIORI INFORMAZIONI:
        —————————————————————————
        —————————————————————————
        —————————————————————————
        di Arnaud De Lassus 1

        Non di rado, se si digita in un qualsiasi motore di ricerca la parola «Massoneria» (o il suo equivalente inglese «Freemasonry»), ci si imbatte in un certo numero di siti antimassonici gestiti da protestanti. A volte, questi siti contengono pagine interessanti e ben documentate; in altri casi, essi accusano in maniera del tutto gratuita la Chiesa cattolica di connivenza con la Massoneria (l’obelisco in Piazza San Pietro ne sarebbe una prova schiacciante!…), dimenticando o tacendo di proposito il fatto macroscopico che la Chiesa di Roma ha condannato la sètta massonica con oltre duecento documenti ufficiali (bolle, encicliche, dichiarazioni episcopali, ecc…), e che le direttive massoniche in nostro possesso trasudano odio contro il Papato e contro il cattolicesimo. Ma la mancanza più vistosa è indubbiamente il silenzio assoluto osservato da questi siti circa il ruolo fondamentale giocato dal protestantesimo nella genesi della Massoneria. Da qui la necessità di ricordare tale verità troppo spesso passata sotto silenzio.

        «La Massoneria è figlia della Riforma».
        Mons. Ernest Jouin

        Occorre rammentare tre punti:
        - La Massoneria è in parte di origine protestante;
        - Essa resta in stretto collegamento con certe chiese protestanti, e in particolare con la chiesa anglicana;
        - La sua ideologia è prossima a quella del protestantesimo.
        CONTINUA A LEGGERE
        http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/massoneria/titoli/titolo_protestanti_massoner.jpg

    • Ralph scrive:

      L’essere “poveri” è cosa assai diversa dall’essere miserabili o bisognosi di tutto. La Chiesa deve tendere alla povertà nel senso di considerare i beni materiali come un mezzo e non un fine. Gesù non ha mai condannato questi beni se avuti in modo lecito e partecipati o condivisi con gli altri, tanto è vero che aveva amici ricchi tra i suoi seguaci che mantenevano lui e gli apostoli, come risulta benissimo dai vangeli. Giuda era l’economo e “teneva la borsa”, cioè amministrava il denaro comune che veniva largito alla comunità di Gesù da queste persone generose. Quando la maddalena sparse il costosissimo profumo sui suoi piedi e gli altri trovarono da ridire sulla cosa considerandolo uno spreco, Egli li riprese nel modo che conosciamo tutti, andatevelo a leggere. Il voler presentare i primi cristiani come un gruppo di mendicanti è una falsa interpretazione ideologica dei fatti andata in auge e consolidatisi negli anni 60′ e 70′, per opera del cattocomunismo ! Che con questo papa sembra vivere una recrudescenza e un ritorno assurdo…

  2. Tony scrive:

    Dall’«Autobiografia» di santa Teresa di Gesù Bambino (di Lisieux); Manuscrits autobiographiques, Lisieux 1957, pp.227-229

    Siccome le mie immense aspirazioni erano per me un martirio, mi rivolsi alle lettere di san Paolo, per trovarmi finalmente una risposta. Gli occhi mi caddero per caso sui capitoli 12 e 13 della prima lettera ai Corinzi, e lessi nel primo che tutti non possono essere al tempo stesso apostoli, profeti e dottori e che la Chiesa si compone di varie membra e che l’occhio non può essere contemporaneamente la mano. Una risposta certo chiara, ma non tale da appagare i miei desideri e di darmi la pace.
    Continuai nella lettura e non mi perdetti d’animo. Trovai così una frase che mi diede sollievo: «Aspirate ai carismi più grandi. E io vi mostrerò una via migliore di tutte» (1 Cor 12, 31). L’Apostolo infatti dichiara che anche i carismi migliori sono un nulla senza la carità, e che questa medesima carità é la via più perfetta che conduce con sicurezza a Dio. Avevo trovato finalmente la pace.
    Considerando il corpo mistico della Chiesa, non mi ritrovavo in nessuna delle membra che san Paolo aveva descritto, o meglio, volevo vedermi in tutte. La carità mi offrì il cardine della mia vocazione. Compresi che la Chiesa ha un corpo composto di varie membra, ma che in questo corpo non può mancare il membro necessario e più nobile. Compresi che la Chiesa ha un cuore, un cuore bruciato dall’amore. Capii che solo l’amore spinge all’azione le membra della Chiesa e che, spento questo amore, gli apostoli non avrebbero più annunziato il Vangelo, i martiri non avrebbero più versato il loro sangue. Compresi e conobbi che l’amore abbraccia in sé tutte le vocazioni, che l’amore é tutto, che si estende a tutti i tempi e a tutti i luoghi, in una parola, che l’amore é eterno.
    Allora con somma gioia ed estasi dell’animo gridai: O Gesù, mio amore, ho trovato finalmente la mia vocazione. La mia vocazione é l’amore. Si, ho trovato il mio posto nella Chiesa, e questo posto me lo hai dato tu, o mio Dio.
    Nel cuore della Chiesa, mia madre, io sarò l’amore ed in tal modo sarò tutto e il mio desiderio si tradurrà in realtà.

    • Mimma scrive:

      @tony
      Infondo Teresina aveva recepito fin nel profondo del cuore il messaggio di Cristo… Essere nella Chiesa l’Amore , voleva dire essere Cristo stesso. Amore crocifisso e donato gratuitamente.
      Grazie Tony.

      • Ralph scrive:

        Bisogna leggere tutto in “Storia di un’anima” e non fermarsi solo su quelle frasi che piacciono di più, così si scoprirebbe che il discorso di S. Teresa del Bambin Gesù è molto più articolato ed esauriente di come lo si vuol ridurre o presentare impropriamente !

  3. timorato scrive:

    se la Chiesa non porta alla Verita e alla Giustizia di Cristo è suicida.

    Esiste un Solo Gesu’, quello che : Verita’ e Virtù, e non incoscienza filo-romantica.

  4. Carlo scrive:

    Apprendo con sbigottimento le ultime battute del Vescovo di Roma, come lui stesso si compiace di auto definirsi (e chi è, allora, il capo dei Cristiani??). A proposito dei carcerati ha affermato che: “ E’ facile punire i più deboli mentre i pesci grossi nuotano”. Coloro che sono in galera quindi, cioè gente ormai condannata definitivamente e quindi definitivamente dichiarata colpevole dei peggiori crimini, sono, per Bergoglio, “pesci piccoli” e i “più deboli”. Dunque sono deboli i camorristi, i mafiosi, gli stupratori, gli assassini, i rapinatori, gli aggressori e assassini di vecchiette, i pedofili, gli estorsori, gli strozzini, gli spacciatori, i sequestratori di persona, gli sfregiatori di donne e altre similari personcine dabbene. Rimango basito. Anche perché in Italia, come si sa, nessun “deviante” va mai in galera (certi rapinatori, seppur colti sul fatto, non vanno al di là dell’essere portati qualche ora in questura e da lì vengono immediatamente scarcerati, tanto che poco dopo li ritroviamo a rubare tranquillamente). I carcerati condannati delle galere italiane quindi, sono proprio delinquenti veri, incalliti, comprovati, recidivi, per i quali non è possibile nessuna misura alternativa alla gabbia. Mi rendo conto che il vescovo di Roma deve avere per tutti parole di misericordia e come altri religiosi anche lui si occupa dei carcerati. Ma nessuno mai ha detto che i mafiosi che popolano le nostre galere siano solo “pesci piccoli” o che gli assassini efferati della camorra o i rapitori di bambini siano dei deboli. E le vittime di costoro, allora, cosa sono? Che giustizia ha Bergoglio, nei confronti delle vittime e dei loro familiari, considerando debole e scusando e giustificando chi rapisce e uccide un bambino o un vecchio, chi stupra una giovane, chi spaccia eroina alle elementari, chi sfregia le donne e chi fa il camorrista e il mafioso???

    • Italicus scrive:

      io condivido con bergoglio vescovo di roma e pertanto papa… i pesci grossi sono coloro che decidono di guerre, di bolle economiche mondiali, di coloro che affamano i deboli stati del sud del mondo per esclusivo interesse personale, ecc. tutti lo sanno bene, eccetto il nostro amico carlo che si diverte a giocare con parole e sentimenti… pesci grossi sono quelli che con le loro decisioni bloccano intere nazioni al sottosviluppo economico o culturale; e chi li prende quei pescioloni? sono pienamente d’accordo con papa francesco e spero che anche lei comprenda se riflette più serenamente.

  5. J scrive:

    “[La chiesa] Porta Gesù, non se stessa. E deve essere come Maria, quando è andata a visitare Elisabetta: che cosa portava? Gesù! In grembo…”

    Senza voler mancare di rispetto a nessuno, ma deve essersi sbagliato…. Voleva dire che la chiesa è incinta ?
    Ci mancava solo questa !

    • stefano scrive:

      Certo che la Chiesa è incinta. Lei pensa di fare dell’ironia, ma ha mai letto l’Apocalisse?
      J-Sal che ci spiega la Bibbia… ci mancava solo questa!

      • J scrive:

        @ stefano
        ”Certo che la Chiesa è incinta. Lei pensa di fare dell’ironia, ma ha mai letto l’Apocalisse?

        Ma perché se la prende con me sig. Stefano ? Se non gradisce il mio commento lo ignori. Non deve mica prendere d’aceto per ogni formica che starnutisce, no ?

        Si, ho letto l’Apocalisse, “E un gran segno fu visto nel cielo, una donna vestita del sole, e la luna era sotto i suoi piedi, e sulla sua testa c’era una corona di dodici stelle, ed era incinta. E grida nelle sue doglie e nel suo travaglio per partorire.” ( Riv 12.1-2)
        Vede ? Non c’è mica scritto che la donna vestita di sole sia la chiesa, non ‘è scritto nemmeno cattolica. Non è nemmeno Francesca Chaouqui…. Forse si tratta di un’altra donna, anzi è certamente un’altra donna, ma se non la conosce lei, che ha il magistero, vuole forse che glielo dica io così poi mi dice che non capisco niente ?
        Consideri che essendo stato scritto circa 70 anni dopo la morte di Cristo, Quella donna non può portare Cristo in seno perché è già stato partorito, è vissuto e morto e risorto. Le pare ? E poi Maria non si vestiva di sole.
        forse non ha notato ma c’è scritto “un gran segno” perchè vuole confondere un segno con la chiesa cattolica ?

        • stefano scrive:

          Ma perché non sta zitto? La sua zucca vuota rimbomba senza dire niente.
          Col suo ghigno la può ancora usare per Halloween.
          Ne approfitti per spaventare qualche bambino. Per una zucca sempre meglio atteggiarsi a spiritoso.

          • J scrive:

            @ stefano
            “Ma perché non sta zitto? La sua zucca vuota rimbomba senza dire niente.”

            Distinto Stefano, ma che c’entra la mia zucca con la chiesa morta ? Lei è fuori tema, poi non può lamentarsi se Tornielli non gradisce. Lei degrada il blog e sè stesso.
            Questo suo modo di replicare non manifesta l’amore di cui lei dovrebbe essere portatore, né dà lustro alla sua chiesa che dovrebbe averla istruita. Il suo modo di replicare degrada sè stesso e la sua cultura. Le ho detto se non gradisce, ignori i miei commenti, tanto se non li posto qui li posto in altri siti. Lei dimostra di essere, di piccolo comprendonio. Deve accettare anche le voci dissenzienti. Non c’è più l’esclusiva della religione dominante con il rogo. Non se n’è accorto ? Faccia i suoi commenti seguendo il tema e lasci perdere le zucche altrui. Sarà il buon Dio a giudicare no ?

            p.s.
            In quanto ad halloween, le suggerisco questa lettura : h**p://www.tdgnews.it/portal/le-origini-di-halloween/

            Con le zucche si fanno cose molto buone, provi a vedere qui : h**p://www.paneamoreecreativita.it/blog/2009/09/100-ricette-con-la-zucca/
            Stia bene

          • Claudio2 scrive:

            Ste’, consiglio amichevole; IGNORALO. o al max rispondi con qualche link in risposta alle sue delirate, per scrupolo e nella improbabile eventualita’ che qualcuno gli dia retta….veramente questo qua cerca di mandare in vacca qualsiasi discussione, non glielo si lasci fare!
            Ciao

          • Mimma scrive:

            @Stefano
            Il contenuto di certi commenti è unicamente frutto della devastazione psico-attitudinale procurata dall’appartenenza a certe sette, come lei ben sa.
            Ha ragione pertanto Claudio 2 a ricordarci il buon proposito di non scendere più a certi livelli di disquisizione onde non deturpare il meraviglioso proposito di questo blog.
            Parliamo di Vangelo e del nostro Divino Maestro!
            I trolls potremmo tranquillamente saltarli…

      • Origins scrive:

        La Chiesa incinta?…. Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah! Ah!… Bella questa!…
        Ma forse sì, è effettivamente incinta.
        Poichè si legge: “Con lei si sono prostituiti i re della terra… Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, coperta di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna. a donna era ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle, teneva in mano una coppa d’oro, colma degli abomini e delle immondezze della sua prostituzione.” (Apocalisse 17:2-4)

      • Ralph scrive:

        L’ Apocalisse usa come tutti i messaggi profetici un linguaggio figurato, antropomorfo e simbolico che spesso si adatta alla mentalità e alla capacità di comprensione degli uomini del tempo in cui nasce e a cui è destinato. Perciò necessita di adeguata interpretazione e non di essere preso alla lettera come se fosse una sequenza di immagini o scene che scorrono in un film.

      • cuba_libre scrive:

        J, lo vuole dire a me cortesemente chi sarebbe quella donna? Sono proprio curioso!

        • Claudio2 scrive:

          ciao cuba, sull’Apocalisse questo magari potrebbe interessarti
          http://www.ildialogo.org/parola/Incontri_1295529498.htm

          (e secondo me in generale qui
          http://www.studibiblici.it/ troveresti molte cose interessanti. Mo’ gia vedo i fratelli tradizionalisti strapparsi le vesti a sentir parlare di Padre Maggi ma still, che ccce frega a noi?)

          sulla Trinita’ etc; se , metti, Berlusconi dicesse che “rubare e’ sbagliato’, questo renderebbe l’affermazione falsa solo perche’ l’ha detta Berlusconi? Le modalita’ del concilio di Nicea sono quelle che sono, ma non e’ che si possa liquidare la Dottrina della Trinita’ chesso, come una sorta di delirio imperialista (e Ario in my humble opinion non era ne questo gran teologo ne questo disimpegnato&disinteressato cercatore della verita’, comunque siamo allegramente off topic, quindi chiudo:).
          Ciao

  6. Reginaldus scrive:

    Scommettevi che, alla maniera solita, non si poteva dire in maniera più esplicita una verità e la sua negazione nello stesso tempo? I linea con la nova teologia cattolica – che è poi la nota e vecchia teologia protestante – che pretende presentare Cristo staccato dalla sua Chiesa, il Capo dal suo Corpo, al quale è indissolubilmente unito(Ef.5/Col.1), e nel quale il Capo esclusivamente opera la sua salvezza? ?? Certo, in linea con le esigenze di buon vicinato e di intesa cordiale con tutte le credenze, che non si possono ovviamente offendere con la pretesa di una Chiesa di Cristo di essere il luogo necessario dove si compie la salvezza di Dio e nella quale, in unione con il suo Capo, il Cristo, unicamente si può rendere gloria a Dio Padre “per tutte le generazioni, nei secoli dei secoli”(Ef.3)

    • Reginaldus scrive:

      tre ore di tempo per moderare un commento non bastano ancora? Qui c’è gente che dà del delirante e dello zuccone al suo interlocutore e non scatta nessuna moderazione….Per che cosa ho io bisogno di tanta moderazione?Per aver espresso un mio punto di vista, che non è collimante con quello di sua beatitudine???

      • Reginaldus scrive:

        tra gli articoli del credo (cattolico ) c’ è anche – insieme a quelli sulla Trinità di Dio, la creazione e la redenzione per Gesù Cristo – quello sulla Chiesa Una Santa e Cattolica e Apostolica … La chiesa è insieme la portatrice del Messaggio di Cristo e della sua salvezza, ma anche essa stessa strumento di tale salvezza….. come Cristo, lo sposo della Chiesa, è la manifestazione della infinita benignità di Dio ed insieme questa stessa benignità fatta carne…

  7. Laura scrive:

    La chiesa porta Gesù o Papa Francesco?A me sembra che questa Chiesa più che portare Gesù porti Papa Francesco!Il nuovo salvatore dell’umanità
    a botta di pacche sulle spalle!Mi raccomando non si confonda Gesù Cristo con Papa Francesco tutta un’altra storia.
    Siamo all’aceto Ponti.

    • Mimma scrive:

      @Laura
      La Chiesa di Cristo è condotta da circa 2000 anni dal Papa, nella buona e nella cattiva sorte:passando per i tempi e la storia con santità e talvolta disonore, ma sempre sotto la Guida del Pontefice che lo Spirito ha suscitato per quel tempo!
      Le voglio ricordare che se anche lei avesse da ridire circa l’uomo-pastore, di certo lo Spirito di Dio non sbaglia MAI nelle sue scelte!
      La Chiesa è di Cristo, mettetevelo bene in testa, e se qualcuno pensa di poter fare Chiesa per conto suo, certamente non si lascia guidare dallo Spirito Santo bensì dal suo avversario.
      Lo Spirito di Dio produce Amore, benevolenza, carità, rispetto, dolcezza e magnanimità verso tutte le creature e con questi attributi il CRISTIANO accoglie, perdona ed annuncia a TUTTI i fratelli ai 4 angoli della terra.
      Quel Sangue è già stato versato una volta sola per TUTTI e chiunque crederà in quella Redenzione sarà salvato.
      Il Vangelo è il libretto di istruzioni per la vita rileggerlo e rimeditarlo non è mai abbastanza sorella!

      • Ralph scrive:

        Eccone un’altra che crede di poter dare lezioni…questo succede quando non si conosce la storia della Chiesa o un minimo di teologia fondamentale e si ripetono luoghi comuni o frasi fatte che si sono sentiti da altri senza interrogarsi minimamente se abbiano un fondamento di verità. Già altre volte in questa sede ho citato l’adagio di grandi santi come il Lerino o il Pallotti che insegnavano : “Dio alcuni papi li vuole, altri li permette e altri ancora li sopporta”…(saggezza e buon senso dei santi) altrimenti non si spiegherebbe come lo Spirito Santo abbia determinato l’elezione di pontefici come : Innocenzo VIII, Alessandro VI, Giulio II, Leone X, ecc. senza contare altri es. presi dall’alto medioevo anche in evidenti casi di simonia e sopruso. Usare la ragione, che è un dono di Dio, fa bene come ci insegna G.P. II° nell’enciclica Fides et Ratio, perché ci difende dal fideismo che è cosa insidiosa ma sembra essere tratto distintivo degli entusiasti bergogliani a quanto sembra.

        • J scrive:

          “Dio alcuni papi li vuole, altri li permette e altri ancora li sopporta”…(saggezza e buon senso dei santi) altrimenti non si spiegherebbe come lo Spirito Santo abbia determinato l’elezione di pontefici “

          Bisognerebbe essere certi che sia stato lo Spirito Santo, ma come si fa a dire ?
          “Il vento soffia dove vuole, e ne odi il suono, ma non sai da dove viene né dove va. Così è chiunque è nato dallo spirito”. ( Gv 3.8)
          Solo supposizioni ?

        • cuba_libre scrive:

          Mi faccia capire Ralph: ma lei sostiene come valida la tesi secondo la quale Dio permette certi papi e altri li sopporta o no? Non credo di aver capito bene. Grazie.

          • timorato scrive:

            mica è Ralph ha sostenere come “valida la tesi che Dio permette certi papi e altri li sopporta”, è Dio Stesso che lo ha rivelato. Prima, con la Sacra Scrittura che parla di cattivi governanti imposti a causa delle colpe del popolo, poi, con i Dottori della Chiesa come è San Vincenzo da Lerino, che spiega ancor meglio la triste realta.

        • cuba_libre scrive:

          Sempre per Ralph

          Fra i papi che lei ha menzionato, credo meriti attenzione Innoenzo VIII, che da una parte fu l’ideatore della santa Inquisizione spagnola dando la benedizione a Torquemada di inaugurare il periodo dei grandi roghi, e dall’altra mise al mondo sedici – dicasi SEDICI – figli!! Ma si sa, a quei tempi i preservativi non andavano di moda, era peccato! Ne’ era previsto che i papi potessero salire sui roghi!

          • timorato scrive:

            a questo punto io devo diffidare da quei storici che raccontano nefandezze sulla Chiesa, se poi altri documenti STORICI (come quelli che attestano la Presenza di Cristo e dei Suoi Miracoli E QUINDI DELLA SUA DIVINITA’
            -come poi, tutti i Miracoli della Storia della Chiesa-) non convertono e non “costringono” questi storici (antiChiesa) A CONVERTIRSI E A DIRE CHE UNA SOLA RELIGIONE E’ VERA: QUELLA CATTOLICA!

          • cuba_libre scrive:

            Mi spiega cosa ci azzecca quello che ha scritto con Innocenzo VIII? Vorrebbe insinuare che e’ tutto falso? Mi spiace per lei, ma e’ vero. E se lei dice di essere un vero cattolico, dovrebbe essere il primo a prendere le distanze da certi criminali storici, visto che proprio lei ha sempre sostenuto che una delle principali virtu’ del cattolico e’ la castita’, specie per i sacerdoti! Ma prorio io devo dirgliele queste cose? :-)

          • Timorato scrive:

            x Cuba libre

            ci azzecca ci azzecca, eccome!
            e lei vorrebbe insinuare che Gesù Cristo in quel che è stato, in quel che ha detto specialmente: che è l’Unico Vero Dio da credere e servire e amare nella Vera Sua Religione, la Cattolica, avallando che questa Religione è vera e indispensabile, è falso ?

          • cuba_libre scrive:

            Cosa vorrei insinuare io? Ma … e’ sicuro di stare bene? Cosa c’entra Gesu’ con certi debosciati che sedevano sul trono di Pietro?
            Certo che siete proprio strani voi: ne dite di tutti i colori a Papa Francesco , ma guai se qualcuno porta delle testimonianze storiche su quei briganti che hanno infestato la chiesa per diversi secoli. Anche quelle pratiche erano del progetto di Dio?

      • Mimma scrive:

        @Ralph
        I suoi studi servono a poco Ralph…

        • Ralph scrive:

          E la sua presunzione a cosa serve cara Mimma ? Ad alimentare il fideismo o l’autoconsolazione forse ? Non ho detto niente che sia contro la verità o il magistero . La storia è maestra di vita insegnavano gli antichi e se la si conoscesse veramente (in particolare quella della Chiesa) tante stupidaggini o frasi fatte non si direbbero. Impari che un papa anche se vicario di Cristo gode di una particolare assistenza dello Spirito Santo solo in certe occasioni (che ne garantiscono l’infallibilità) e non sempre, perciò non è immune da errori e perfino da peccati se agisce con la sola sapienza e conoscenza umana, come appunto la storia ci insegna. Quei papi che ho citato ne sono un esempio. Alcuni di loro non furono eletti per opera dello Spirito Santo, ma per più vili mercanteggi di voti rafforzati da oro e argento, è cosa storicamente certa. Non tutto quello che si tramanda e racconta di loro è vero : molte sono leggende nere inventate di sana pianta come ha giustamente cercato di spiegare Timorato, però non si può negare che in alcune cose fossero molto corrotti. Perciò lo Spirito Santo c’è sempre ma lascia liberi gli uomini di ascoltarlo o di rifiutarlo e non costringe o manipola nessuno, altrimenti come ho già detto non si spiegherebbero simili fatti nella millenaria storia dei papi. Senza contare poi gli antipapi del periodo avignonese e i falsi papi di altre epoche che tanto male arrecarono alla cristianità. Era questo il senso della frase del lerino e altri santi…a volte Dio permette il male in vista di un bene maggiore o per un fine superiore che noi non siamo in grado di comprendere subito, quindi sopporta che nella sua Chiesa accadano certe cose, si manifestino certi misfatti e agiscano certi suoi ministri indegni proprio per questo. La storia si ripete anche se in modi e forme differenti…

          • cuba_libre scrive:

            Per Ralph

            “Era questo il senso della frase del lerino e altri santi…a volte Dio permette il male in vista di un bene maggiore o per un fine superiore che noi non siamo in grado di comprendere subito, quindi sopporta che nella sua Chiesa accadano certe cose, si manifestino certi misfatti e agiscano certi suoi ministri indegni proprio per questo.”

            Caro Ralph, lei e’ libero di credere a questo mistero (lei stesso afferma che “…non siamo in grado di comprendere subito…”) e la rispetto; a me risulta molto difficile credere all’esistenza di un dio che permetta eventi come l’olocausto, i bombardamenti nucleari, o 600 anni di santa inquisizione. Per lei sarà un mistero, per me un po’ meno, semplicemente QUESTO dio non esiste, serve solo per poter giustificare detti eventi a posteriori, in mancanza d nessun’altra spiegazione!! E non esiste perche’ se esistesse, noi non avremmo alcun ruolo in questa vita, dato che e’ già tutto prestabilito.
            Ma con questo, ripeto, ho massimo rispetto per chi vi creda.
            Un saluto

          • stefano scrive:

            @cuba
            un chiarimento, per curiosità. Se non si può “credere all’esistenza di un dio che permetta eventi come l’olocausto, ecc”, allora si prospettano solo due alternative: o non si crede in nessun dio, oppure si crede a un dio molto più buono di quello cristiano, ma che non è in grado di impedire queste cose.
            Siccome non mi pare che lei si definisca ateo, mi chiedevo se davvero lei si figura Dio come uno che soccombe al male. A presto.

          • cuba_libre scrive:

            Stefano, mi sembra di aver sempre sostenuto che non ho mai preteso di avere la verità in tasca, ma sono in fase di ricerca; lo ripeto per l’ennesima volta: detta ricerca e’ volta dal coniugare la Fede con la realtà che ci circonda e che quotidianamente viviamo.
            Cerchi di uscire da certi schemi, non penso che debba essere io a dirle che la ricerca di Dio non passa attraverso schemi predefiniti.
            Un saluto

          • stefano scrive:

            Schemi predefiniti no, ma coerenti sì. Se si nega il mistero, come dirsi in ricerca?

          • cuba_libre scrive:

            Per Stefano

            Bisogna stabilire cosa sia un mistero. Se per mistero lei intende una verità dogmatica, che in quanto tale l’uomo non puo’ comprendere e quindi inarrivabile, allora ha ragione lei.

            Se per mistero si intende invece qualcosa che non e’ al momento noto, ma che può essere suscettibile di spiegazioni a fronte di studi e ricerche, allora la cosa e’ diversa.

            Da quel che mi e’ embrato di capire, da cattolico lei ha un approccio dogmatico, e non potrebbe essere diversamente altrimenti crollano le basi del cattolicesimo; io no.
            Poi potrà anche essere che abbia ragione lei, ma altro è arrivarci per esclusione del resto, altro e’ accettarlo fideisticamente in maniera passiva.
            Penso che l’inghippo sia tutto qui.

          • Timorato scrive:

            X CUBA LIBRE

            deve stare attento, che: il Mistero, non deve coincidere nelle profondita più nascoste della sua riflessione e della sua coscienza con una favola ma piuttosto con un sentimento.

            Il Mistero è inafferrabile con i sensi e la ragione, ma cio non significa: che non esista!
            L’esistenza del Mistero è la prova provata dell’esistenza del Dio vero, perché il Dio Vero (quello che in questo preciso momento è inafferrabile) è Mistero per questa Sua inafferabilità che -tuttavia- non si può cancellare!

            Quindi se collega al Cristianesimo come fatto storico questa riflessione, potra capire e toccare con mano la verità del Cristianesimo che non è un incitamento all’ideologia o al buonismo, ma una richiesta di amore provato col dolore, da parte del Creatore.

            PS
            mi spiega perché chiama ridicole le massonerie ?

          • stefano scrive:

            @cuba
            Grazie cuba della gentile replica.
            Se allora parliamo di un Dio buono e misericordioso, bisogna accettare che questa realtà attenga direttamente al mistero del Dio rivelato e che essa abbia quindi anche una dimensione dogmatica.
            Purtroppo, però, la premessa che lei adotta riguardo al concetto di mistero, come di realtà inarrivabile, è alquanto fallace. Il termine mistero non indica qualcosa di ignoto (per es: “tutto quello che non si conosce è un mistero” è un’espressione impropria). Mistero indica invece una realtà attingibile ai nostri sensi e alla nostra esperienza, ma che non è mai pienamente conoscibile e la cui piena comprensione è impossibile alla nostra mente (per es: la bontà di Dio è un mistero non in quanto non sia nota, ma perché non la potremo mai conoscere davvero, né trovarvi spiegazione).
            E’ poi del tutto improprio attribuire al termine “dogmatico” quell’accezione spregiativa con cui viene usato nel gergo colloquiale, come di qualcosa che si impone. In realtà il dogma non è che il passaggio necessario alla ragione per arrivare alla conclusione. Non si può perciò affrontare questo discorso con la pregiudiziale mentale che i dogmi richiedano accettazione fideistica. Questo è solo un modo per banalizzare tutto e buono per chi voglia troncare ogni discussione (non mi riferisco a lei).
            I dogmi svolgono un ruolo del tutto simile ai postulati nella logica matematica. Non è che possiamo dare del fideista a chi accetta i postulati della geometria euclidea. Possiamo negarli, sapendo però che perverremo a tutt’altre conclusioni. Ma per negare tali postulati e sostituirli con altri dovremmo avere motivazioni non meno valide (o arbitrarie) di quelle che contestiamo ai “fideisti” che invece li accettano. Allo stesso modo, possiamo rifiutare i dogmi, ma sapendo che non potremo mai giungere alla comprensione razionale della realtà del mistero divino. Con l’esito inevitabile di negarlo e di relegarlo nel mito. In tal senso il dogma incatena la ragione alla realtà favorendo un solido realismo. Perché Dio è reale, Egli è l’Essere, cioè l’unica cosa vera. Tutto il resto è mito.
            A questo riguardo vorrei ricordare come disse Gesù a chi sapeva riconoscere i segni del tempo atmosferico (“vedete salire le nubi e subito dite pioverà, e così avviene; soffia scirocco e dite farà caldo, e così avviene”), ma non sapeva riconoscere in Lui il segno dei tempi. Usò un’espressione insolitamente forte, che in tutto il Vangelo ha riservato solo ai Farisei. Disse: “Ipocriti, sapete prevedere il tempo che farà, come mai questo tempo non sapete giudicarlo?”. Cioè, se accettate di conoscere ciò che ancora non è solo dalla lettura di alcuni segni, perché allora rifiutate il mistero di Dio ora che si presenta a voi in carne e ossa? Quale altro segno lo potrà rivelare?

          • cuba_libre scrive:

            “deve stare attento, che: il Mistero, non deve coincidere nelle profondita più nascoste della sua riflessione e della sua coscienza con una favola ma piuttosto con un sentimento.”

            Intanto, io non ho mai detto fosse una favola. Se poi deve coincidere con un sentimento, e’ una conferma che lo si deve accettare per Fede (come avevo detto io).

            “Il Mistero è inafferrabile con i sensi e la ragione, ma cio non significa: che non esista!”

            Altra conferma dell’approccio dogmatico, quindi inafferrabile per la mente umana.

            “L’esistenza del Mistero è la prova provata dell’esistenza del Dio vero, perché il Dio Vero (quello che in questo preciso momento è inafferrabile) è Mistero per questa Sua inafferabilità che -tuttavia- non si può cancellare!”

            Questa prova provata non riesco a vederla; mi sembra invece, (che nessuno si offenda) un loop kafkiano con cui si crea l’immagine un Dio preconfezionato: infatti, se Dio e’ inafferrabile, da dove si può desumere la prova provata della sua esistenza? dal farlo coincidere col Mistero che per definizione non puo’ essere comprensibile dalla mente umana.

            “Quindi se collega al Cristianesimo come fatto storico questa riflessione, potra capire e toccare con mano la verità del Cristianesimo che non è un incitamento all’ideologia o al buonismo, ma una richiesta di amore provato col dolore, da parte del Creatore.”

            Ma dov’e’ il neso storico di questo collegamento? Questo lo si puo’ accettare solo per fede, non per storicismo, perche’ dovrebbe sapere meglio di me, che al di la’ dei Vangeli, non esistono documenti storici sulla figura di Gesu’, se non sparuti passi riportati per esempio da Tacito, che attingeva a sua volta da fonti non meglio precisate. Lo storico giudaico Giusto di Tiberiade non ne fa menzione alcuna nonostante fosse conterraneo e praticamente contemporaneo di Gesu’; questo pero’ significa poco, perche’ anche nei Vangeli molti episodi della vita e della predicazione di Gesù vengono riportati solo da uno o due evamgelisti, e non dagli altri.

            “PS
            mi spiega perché chiama ridicole le massonerie?”

            Deve contestualizzare quello che scrivo: io non dico che la massoneria non sia mai esistita, ma additarla come la responsabile del complotto partenete da lontano per screditare e distruggere la chiesa mi sembra ridicolo.
            Ed e’ ancora piu’ ridicolo il fatto per cui Ralph quasi mi accusava che le mie riflessioni erano influenzate da filosofie nate in ambienti massoni!! Proprio io, poi!!! Bahhh

          • cuba_libre scrive:

            Stefano

            Il parallelo che fa con l’analisi matematica e’ alquanto improprio, perche’ la matematica e’ la scienza ESATTA per eccellenza, proprio perche’ e’ basata su certi postulati e assiomi, su cui vengono strutturati i teoremi. Un postulato non si dimostra (celeberrimo quello di Euclide) e lo si accetta cosi’ com’è per definizione.
            Ma la fede e’ un’altra cosa: se lei mi dice che certi assiomi (leggi dogmi) li devo accettare, su quali altre basi dovrei farlo se non per fede? Non so se rendo l’idea. Lei dice testualmente che il dogme e’ ” il passaggio necessario alla ragione per arrivare alla conclusione”. Ma chi lo enuncia il dogma? Dovrebbe farlo uno al di sopra di noi, che conosce cosa ci sta al di la’ della ragione. Ecco qui che il parallelo con la matematica stride: un postulato lo si puo’ enunciare perchè diventui uno strumento con cui si possano studiare ad esempio i fenomeni fisici (il calcolo differenziale fu infatti introdotto per questo), ma il dogma non puo’ partire da queste basi per avvalorare a posteriori cio’ che viene tacciato per verità. Su cosa si basa ad esempio il dognma dell’infallibilità del papa ex cathedra? Il dogma dell’Immacolata Concezione? della SS. Trinità?
            SOLO su intepretazioni di certi segni che lei definisce “segno dei tempi”.
            Rispettabilissimo! Ma solo su basi fideistiche, non altro! saluti

          • Timorato scrive:

            X CUBA LIBRE

            lei non dice che è una favola a parole: ma lo pensa, per una serie di elementi che solo la sua onesta intellettuale con se stesso potra discernere.
            Lo “pensa” in una maniera “misteriosa”, forse dovuta a scandali dolorosi arrecati da Dio Stesso che non corrisponde a quel che “pensava” di Lui e anche a coloro i quali lo rappresentano; -mi perdoni- e per i quali, non usa nessuna comprensione umana e “carnale”, tanto da dire: anche Giuda ha fatto del male, ma cio non ha annullato la presenza storica della Divinità incarnata quale fu Cristo che è il Solo che ora mi “riguarda”(!!!). Se lei si libererà da questo scandalo, potra vedere meglio.

            Il suo problema poi -a mio modesto avviso- è quello di leggere(= demonizzare) “l’approccio dogmatico” come una sorta di strategia di tiranni(leggi Chiesa) atta ad ingannare e schiavizzare gli ignoranti. Questo è ovviamente l’influenza del Marxismo, che in nome di un ideale allettante per giustizia, ha però commesso l’errore -per fini faziosi- di negare fatti storici come il Cristianesimo.
            Lei mi dice che sono insufficienti i Vangeli come documenti storici attestanti la Presenza dell’Uomo-Dio Gesù e le Sue Opere e le Sue Parole. Io rispondo: e perché sono insufficienti tali DOCUMENTI STORICI -tralaltro RAFFORZATI dal martirio dei suoi redattori- se ALMENO sono pari(????) a quei documenti storici(….?) che attestano la disonesta di alcuni Papi che a Lei danno scandalo ?

          • stefano scrive:

            @cuba
            Il dogma lo si accetta per fede, va bene. Ma al contrario del fideismo (termine improprio per quanto mi concerne), la fede è una corrispondenza, è una libera risposta ad una libera provocazione del mistero. Esattamente come nell’esempio del passo evangelico che ho riportato in fondo al mio precedente post e che trovo molto esplicativo della tematica in questione.
            Senza questa corrispondenza, (o accettazione del postulato), anche la ricerca teologica, cioè la conoscenza razionale del mistero rimane inaccessibile. Ne abbiamo alcuni esempi anche qui sul blog.
            Quello di cui dovremmo unicamente preoccuparci è di sapere se, una volta fatta esperienza di questa provocazione, se sia più ragionevole disconoscerla derubricandola a illusione, o se valga la pena prenderla in seria considerazione, almeno quanto prendiamo in considerazione i segni di un temporale imminente. Saluti.

    • Claudio2 scrive:

      @ Laura :
      ‘Mi raccomando non si confonda Gesù Cristo con Papa Francesco tutta un’altra storia’.
      Toh, mi sa che lei e il Pontefice siate d’accordo

      http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/santa-marta-28941/

      Seriamente; io non sono un ”entusiasta Bergogliano (nutro al max affetto e rispetto nei confronti di questo Pontefice, come ne nutro per il precedente e come cerchero’ nei limiti del possibile di volere ‘bene’ e rispettare il prossimo); ma voi con questa Bergogliofobia la volete finire o no? siete ai limiti della nevrosi!

      • Ralph scrive:

        Caro cuba-libre anch’io la rispetto mi creda, proprio perché è una persona in cammino e non vede ancora la luce in fondo al tunnel, brancolando nell’oscurità di una ragione non illuminata da una forte fede. Io non sono migliore di lei. Siamo tutti in quel cammino verso la meta finale e tutti possiamo sbagliare vista la ns. fragilità ; solo ns. Signore è perfetto. Però mi lasci dire che ciò che ho detto, non è assolutamente una mia teoria o opinione personale . Bisogna capire la differenza tra ciò che Dio vuole e determina e ciò che invece permette o sopporta. Questo evidentemente non le è stato mai insegnato o non lo ha ancora accettato perché la sua ragione umana si rifiuta e vorrebbe un Dio a ns. misura e forma o ridotto a pensare e agire come noi che siamo limitati…siamo povere creature, mentre Lui è l’Immenso, il Creatore ed è infinita perfezione, quindi perfetta giustizia e perfetta misericordia. Nella Bibbia, sulla quale mi permetto umilmente di suggerirle di fare un approfondito studio e meditazione, è scritto : ” Le mie vie, non sono le vostre vie. I miei pensieri non sono i vostri pensieri. Quanto il celo sovrasta la terra così i miei ragionamenti sono distanti dai vostri…” e questo sa perché Dio lo dice per bocca del profeta Isaia ??? Proprio perché pur essendo un suo uomo egli si poneva delle domande, si interrogava sul perché e sul percome, proprio come fa lei …è umano non c’è niente di strano…addirittura nella bibbia troviamo scritto : “Veramente sei tu un Dio misterioso (incomprensibile per la limitata mente dell’uomo)”. Dio è amore ! Ma che amore sarebbe il suo se ci costringesse a seguirlo, se non ci lasciasse liberi di scegliere il bene o il male, se non ci avesse dato i libero arbitrio ??? Amare qualcuno significa renderlo o lasciarlo libero e così il Signore fa con noi. Così successe all’inizio dei tempi quando ci creò. Ma l’uomo ha abusato di questa libertà e si è allontanato da Lui scegliendo il male e cadendo nel peccato. Ecco perché questo è entrato nel mondo rendendoci capaci di ogni atrocità e di ogni nefandezza. Se rifiutiamo Dio liberamente e ci separiamo da lui ci riduciamo simili alle bestie ma nonostante ciò ancora Egli rispetta la ns. scelta. Non ci abbandona però, perché continuamente mette sulla ns. strada “aiuti” per spingerci a ravvederci. Ci ha tanto amati al punto da sacrificare il proprio figlio per salvarci. Ma anche il sacrificio di Gesù è vano se noi non lo vogliamo accettare…ecco il perché di tanti fatti abnormi accaduti nella storia che la scandalizzano e la fanno dubitare. Stesso discorso vale per la Chiesa…un prete, un vescovo, un papa non è Dio. Se non si mantiene fedele o se cede, anche lui può peccare o sbagliare, ma rimane sempre un suo ministro anche se indegno. Dio lo permette ma è chiaro che non lo vuole e non è contento di ciò ! Perciò sembra che non intervenga o che ci abbandoni, ma in realtà non è così come le ho spiegato prima, bisogna solo aver fede per accettarlo anche se non lo si capisce al momento e la fede la si accresce con il pregare incessantemente come ci ha raccomandato Gesù, con la frequenza assidua ai sacramenti, con l’alimentarsi alla sua parola come sta scritto : “lampada ai miei passi e per me la tua parola oh Signore, luce per il mio cammino…” altrimenti dall’oscurità non si esce mai … coraggio amico. L’abbraccio !

        • cuba_libre scrive:

          Per Ralph

          Grazie della sua pregiata risposta.
          Avrei qualcosa da obiettare pero’ nella sua riflessione: se e’ vero che i papi quantunque possano essere indegni sono sempre dei ministri di Cristo, come si fa a discernere chi sono quelli degni o indegni? La domanda non e’ sibillina, perche’ sicuramente lei sa che a seconda dell’orientamento che si vuole dare al proprio credo e alla dottrina che lo sostiene, i comportamenti si possono interpretare in maniera non univoca: tanto per non allontanarci troppo, i tradizionalisti lanciano in continuazione strali verso tutti i papi da Giovanni XXIII in poi, mentre poi niente hanno da obiettare verso comportamenti piu’ o meno sanguinari degli stessi in poche abbastanza fosche. Altri ancora sostengono che atti del genere costituivano una dolorosa necessità. Qual e’ l’interpretazione giusta.
          Io non mi stanco mai che l’origine di tuo questo va ricercata nel passato remoto della storia della Chiesa, a Nicea, dove si posero le basi della chiesa cattolica in un contesto intriso di intrighi di palazzo, nepotismo, giochi di potere e al cui vertice c’era uno che non aveva alcun titolo per convocare il Concilio. Fu li’ che si gettarono le basi e i primi dogmi della chiesa, e lei i insegna che quando un albero nasce storto, per raddrizzarlo occorre una fatica dieci, cento volte superiore per metterlo in sesto, a quella che basterebbe se nascesse dritto. Uno dei dogmi piu’ controversi e’ quella della SS. Trinità che nasce in contrapposizione alle teorie di Ario, non solo ma la figura dello Spirito santo viene elevato a Terza Persona Divina della stessa Trinita’ solo 56 anni dopo al concilio di Costantinopoli, e anche li’ eravamo in un contesto di lotte di potere: infatti l’anno prima Teodosio aveva emanato il famoso editto di Tessalonica con cui il credo niceno era stato elevato a unica religione dello stato, e parimenti con persecuzione di tutti gli altri credi definiti eretici, primo fra cui l’arianesimo ancora forte, che poteva minare le fondamenta del potere imperiale. Il Concilio di Costantinopoli sanci’ proprio questo passaggio.
          Quindi, il mio discorso va oltre, non va a vedere il fatto indegno o sanguinario di questo o quel pontefice, ma la stessa essenza della chiesa, che, con un peccato originale di tale portata, non poteva non essere quella che poi si e’ manifestata nei secoli: un vero e proprio centro di potere.
          E questo per fermarci solo a Nicea, perche’ se ne avrebbe da dire anche prima di Nicea e sul reale ruolo svolto da Paolo: vi sono degli illustri biblisti che ritengono che il cristianesimo come lo conosciamo adesso e’ in realtà frutto dell’opera di Paolo, che ha ha dato un’impronta ben al di là di quello che era il messaggio originario di Gesù, tanto che da alcuni la chiesa attuale potrebbe essere ritenuta addirittura paolina ancor prima che cristiana. Devo ammettere che su questo non ho approfondito del tutto i miei studi, ma qualcosa ho letto e mi sono impegnato con me stesso a farlo.
          Per cio’ che riguarda i fenomeni abnormi che sarebbero frutto del peccato e che quindi si ripercuotono sullo stesso uomo, …. si’ seguendo il suo ragionamento e i presupposti che vi sono a monte, il discorso filerebbe liscio, ma i presupposti sono proprio di fede a cio’ che vi sarebbe scritto specie nel VT. Mi chiedo pero’ come sia possibile che i fatti abnormi come quelli che ho citato io (ma mi sono limitato solo a quelli piu’ eclatanti) possano essere subiti non da uno, due, tre persone o da una comunità, ma che coinvolgano milioni di innocenti. Insomma, qui si e’ fatto un gran parlare della 194 come legge assassina di innocenti, e contemporaneamente si cerca di dare una spiegazione all’esistenza di crimini macroscopici che Dio lascerebbe fare in nome dell’amore verso la nostra libertà di scelta??
          La risposta lei me l’ha già data, con i passi di Isaia: ” Le mie vie, non sono le vostre vie. I miei pensieri non sono i vostri pensieri….”.
          Se questa e’ una spiegazione, rispetto la sua fede nel crederci….
          Un saluto

          • Ralph scrive:

            Lei è una persona intelligente e si vede da quest’ansia di capire, comprendere, spiegarsi tutto col solo criterio della logica umana. Ma secondo me ha imbottito la sua testa di tante e contrastanti nozioni e informazioni che lungi dal farle chiarezza le creano ancora più confusione. A volte è meglio non recepire tutti gli imput che ci vengono proposti ma scegliere una via più semplice e andare piano piano per gradi. Il bimbo comincia coll’andare all’asilo, poi le scuole elementari, quindi le medie. Quando cresce, ma non è ancora maturo, va alle superiori e solo dopo può frequentare l’università. Non si deve pensare di poter capire tutto e subito o di dare tutto per scontato e acquisito ma aspettare pazientemente il tempo opportuno. Inoltre ho l’impressione che lei come molti oggi del resto, da troppo retta a leggende nere e a una pseudo storia che ha fatto il lavaggio del cervello a milioni di studenti nelle nostre scuole o università. Certo non è colpa sua, ma uno o si purifica da tutto questo veleno vomitato sul passato della Chiesa dai suoi nemici o cerca di immunizzarsi contro queste false credenze maturate per lo più in ambienti gnostici e riprese in epoca recente dalla massoneria e dai suoi miserabili accoliti. Ciò che lei pensa ad es. sui dogmi o sul concilio di Nicea, non mi sorprende affatto, è opinione corrente in certi contesti culturali ma anche in vasti strati dell’opinione pubblica grazie a robaccia come i romanzi di Dan Brown e soci, ma il prestar fede a codeste illazioni o falsificazioni della storia non è cosa degna di persone intelligenti e con un robusto senso critico, mi creda ! Lei mi chiede come si fa a stabilire se un ministro di Dio è degno o indegno e io le rispondo che in linea di massima tale gravoso giudizio spetto solo a Dio che è l’unico che può penetrare quel sacrario rappresentato dalla ns. coscienza, ma siccome anche noi abbiamo la ragione anche se soggetti a sbagliare, con una certa prudenza possiamo affermarlo dagli elementi che abbiamo a disposizione per valutare. Sempre però nella consapevolezza che mutando questi, noi si riconosca di aver errato e si prenda atto della possibilità di mutare il ns. giudizio. Per quel che concerne poi le posizioni di tradizionalisti o progressisti io tenderei all’equilibrio per quanto è possibile, nel senso che gli estremi sono sempre da evitare sia in un senso che nell’altro. I progressisti le sparano grosse al punto da essere ridicoli in molti casi, ma anche certi tradizionalisti sbagliano estremizzando troppo le cose e perdendo di obbiettività ! Come fare allora ?? Un aiuto lo può dare lo studio della filosofia aristotelico-tomista che può dare quegli strumenti logici e razionali per poter in diversi casi operare questo discernimento e per quanto riguarda le questioni più strettamente teologiche, la metto in guardia dal seguire alla lettera le tesi o ipotesi esegetiche di certi biblisti, con la boria di intellettuali onniscenti e senza l’umiltà che avevano i padri, perché non sono infallibili e spesso non hanno l’avallo del magistero della Chiesa che è l’unico che può dare l’esatta interpretazione della sacra scrittura. La quale non può essere sezionata, analizzata e destrutturata come se fosse un semplice testo di letteratura antica, ma per un credente è parola di Dio anche se espressa e resa in forme umane che necessitano di interpretazione per l’uomo di oggi . Insomma da parte sua caro amico ci dovrebbe essere maggior disponibilità a mettere in discussione credenze, preconcetti e false idee che si sono insinuate nella sua mente attraverso gli anni e con un po’ di umiltà in più e l’aiuto della Grazia riuscirebbe senz’altro non dico a chiarire tutti i suoi dubbi ma certamente a non tormentarsi più con queste false certezze…Dio la benedica !

          • cuba_libre scrive:

            Ralph, la ringrazio nuovamente della sua risposta cosi’ sollecita.
            Vorrei intanto sgombrare il campo da certi stereotipi, che potrebbero falsare il contesto del discorso e del confronto, e che per me rappresenta un punto di partenza fondamentale: cio’ che io scrivo non e’ affatto frutto di lavaggi di cervello di alcun tipo tantomeno di ridicole massonerie che qui vanno tanto di moda, questo Dan Brown, mi deve credere, la prima volta che l’ho sentito nominare e’ stato proprio in questo blog, non so neppure di cosa si occupa, per me potrebbe essere anche un pilota di formula 1, e in conclusione gli argomenti di cui parlo non li ho mai studiati a scuola, ne’ mi sono stati inculcati durante il quindicennio di mia militanza marxista, ma sono ESCLUSIVAMENTE frutto di miei studi individuali, che a loro volta hanno tratto ispirazione da esigenze ben precise. Quindi….nessuna confusione dovuta a plagi di alcun genere, ma ragionamenti interiori e nulla piu’. E’ ovvio che tutto puo’ essere discutibile e suscettibile di ripensamenti, ma perchè questo possa avvenire, deve essere supportato da argomentazioni abbastanza pregnanti.
            Vede, lei oltre s a dirmi che sono confuso, che ho acquisto nozioni in modo disordinato, che quello che ho detto su Nicea e’ frutto di propaganda anticlericale, non mi ha fornito alcun elemento tale da convincermi che seguo una strada sbagliata, e le posso garantire che io sono uno che se lo si convince che le cose vanno in altre direzioni da quelle intraprese, e’ disposto a mettersi in discussione, l’ho fatto tante volte in vita mia, a volte spontaneamente per convincimento interiore, altre perche’ vi sono stato costretto dalle circostanze. Si e’ limitato a dire che gli strumenti sono quelli della fede, ma vede Ralph, la fede non la si compra ai mercati di Porta Portese, la fede in Qualcosa e/o Qualcuno nasce da predisposizioni interiori che vanno oltre la ragione. Io non stavo parlando in termini di fede, ma in termini puramente storici: non so se lei frequenta il blog da tempo o se semplicemente prima si limitasse solo a leggere, ma le posso garantire che di Nicea, di Arianesimo, di Costantinopoli ne parlo da tempo e NESSUNO ha mai contestato le mie posizioni, a parte gli anatemi di qualche giocherellone; i fatti storici si contestano con altrettanti di segno opposto , non ci si puo’ limitare a dire che le cose non stanno cosi’.
            Da parte cattolica oltretutto, parlando in giro fra tante persone pie (!) tutte casa e chiesa le posso garantire che vi e’ un’ignoranza mostruosa in fatto di liturgia, dogmi, vangeli e il resto. Mi crederebbe se le dicessi che molti sono portati a pensare che Immacolata Concezione significa che Maria e’ nata vergine? oppure che sono convinti che Gesu’ sia nato realmente il 25 dicembre? Per non parlare della Pasqua, di cui neppure i preti sanno realmente come si determina il giorno della ricorrenza (che non e’ casuale). E le parlo di cose basilari per un cattolico, mica si stanno scomodando dogmi o argomenti di alta teologia.
            Io cerco di farmi una mia opinione su quello che rappresenta la chiesa e quindi se e’ il rispecchio vero o meno della parola di Gesù. E per far questo utilizzo tutti i mezzi che la natura ed il Creatore mi hanno dato: la ragione, la razionalità, lo studio … le quali cose non sono affatto incompatibili con la Fede.
            Saluti

  8. Florenskij scrive:

    Le espressioni di papa Francesco su Gesù sono belle, intense e autentiche, ma in sè non hanno niente che non sia stato detto e ripetuto dalla Chiesa e nella Chiesa nel passato, remoto e prossimo… a meno che il motivo della segnalazione consista nel più o meno larvato accenno al “trionfalismo” di una Chiesa “mondana”che propone se stessa al posto di Dio. Qui si possono proporre due questioni.

    1) Il “problema di Lessing”, pane per i denti di Scalfari, Augias & simili. Lessing, uno scrittore tedesco molto noto nel ’700 formulò con grande chiarezza un problema che si andava ponendo nella mente dei filosofi illuministi ( e più vastamente, degli acculturati ) : come è possibile che il punto focale dell’intera storia dell’umanità, con i suoi innumerevoli ed epocali movimenti di popoli e di culture ( a cui possiamo aggiungere l’intera storia del cosmo, la cui durata oggi misuriamo in miliardi di anni ) consista in un singolo individuo della specie umana, Gesù di Nazareth? Per quei cotali acculturati ( che oggi sono sempre più numerosi ) è relativamente facile cogliere la sublimità dell’etica evangelica del “Discorso della Montagna”, ma quanto a credere che Gesù sia la Seconda Persona della Santissima Trinità incarnatasi in un SINGOLO uomo, la cosa è molto più difficile. C’è da aggiungere l’esigenza di fare un confronto con gli altri grandi maestri religiosi, da Buddha a Maometto; per cui all’acculturato contemporaneo è più facile aderire alla concezione induista di un’Essenza Divina onnipervasiva, che si manifesta in diversi “avatar” variamente distribuiti fra le epoche storiche e le civiltà. Aggiungo i personaggi semi-cattolici come Vito Mancuso e Hans Kung, i quali ( mi si corregga se sbaglio ) tendono più o meno larvatamente a presentare Gesù come l’uomo fra tutti più imbevuto del Divino, che però non è Uomo-Dio in senso pieno, come nel Credo (“Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create… “).
    Personalmente penso di aver risolto il problema anzitutto facendo un confronto effettivo che mi ha portato a confermare l’intuizione iniziale della assoluta superiorità di Gesù, un UNICUM rispetto agli altri fondatori di religioni; in secondo luogo scoprendo nel pensiero del filosofo-teologo-cardinale Nicola Cusano ( quindicesimo secolo ) il concetto per cui l’Onnipotenza di Dio di manifesta anche nel concentrarsi dall’immensamente grande all’immensamente piccolo.
    Per me un lavoro di decine di anni che mi porta a considerare la necessità dell’esistenza nella Chiesa di un ceto di “specialisti del Logos”, resisi tali non per impancarsi a chissà che, ma per “decostruire” il muro che quasi inevitabilmente impedisce agli Scalfari & simili di risconoscere la divinità di Gesù Cristo. In questo più infelici rispetto ai semplici e ignoranti cone Renzo e Lucia, che possono accontentarsi delle “ragioni del cuore”. A questo proposito mi sarebbe piaciuto se il papa Francesco, oltre al “volemose bene” avesse proposto a Scalfari di leggere “IL Signore” il grandissimo libro di Romano Guardini sull’unicità di Gesù, e magari anvche il libro su Gesù di Joseph Ratzinger.

    2) Il trionfalismo. Chi ha detto che al popolo non piacciano i rituali solenni, le cerimonie grandiose, le divise multicolori, i paramenti splendenti? In un suo bellissimo brano dalla magna opera “Giudizio universale” il grande e ingiustamente dimenticato Giovanni Papini ( il più grande scrittore cattolico italiano della prima metà del ’900 ) affermava che proprio lo splendore della liturgia, la SUBLIMITA’ dei canti e della musica d’organo, la grandiosità delle cattedrali costituiva per i poveri la consolazione per il grigiore della vita quotidiana e la prefigurazione del Paradiso, alimento dunque di speranza. Del resto la Trasfigurazione non fu uno spettacolo “trionfalistico” offerto da Gesù in vista della “scandalosa” umiliazione della croce?
    Certo, deve esserci un equilibrio tra spettacolo e vita interiore, grandiosità e compunzione del cuore; ma definire la “messa in scena” della Tradizione cattolica solo come “pelagianesimo”, cioè ricorso ai mezzi umani rispetto all’appello al Divino mi sembra alquanto riduttivo e comunque da discutere con un più preciso discernimento.

    • cuba_libre scrive:

      Florenskij, ho letto con molto interesse il suo post, che meriterebbe approfondimento, soprattutto per la percezione che ha della figura del Cristo, avulso o meno dalla Trinità.
      In effetti sarebbe molto difficile immaginarsi un Cristo calato entro un mistero a cui ci si deve avvicinare solo per Fede e nient’altro, perche’ se uno usa un minimo di ragione lo rifiuta in blocco, tenendo anche conto del contesto storico in cui fu enunciato il dogma della SS. Trinità.
      Ho avuto modo anche di leggere diversi interessanti articoli di Hans Kung, che mi trovano sostanzialmente in linea.
      Maometto e’ trascendenza pura: nell’Islam non esiste una figura intermedia fra Dio (Allah) e i profeti, ma la sua parola e’ stata rivelata direttamente, motivo per cui Maometto e’ venerato come e piu’ di un Gesu’.
      Comunque non porrei il problema sotto l’aspetto di una “superiorità” di una religione rispetto ad un’altra: abbiamo purtroppo avuto in passato ai nefasti effetti che porta questo tipo di approccio: io parlerei molto piu’ semplicemente di “cammini diversi”, che convergono verso un obiettivo unico: l’incontro col Creatore. Il discorso e’ senz’altro da approfondire.

    • Cherubino scrive:

      Il suo discorso è interessante, ma ha diverse falle.

      Sul problema di Lessing va detto che in fondo la premessa non era errata, era errata la conclusione. Infatti è vero che da verità storiche, che sono frutto della scienza storica con la sua epistemologia, non si può trarre IN SE’ alcuna verità teologica, ma è falso che ciò inficia il valore della teologia e della religione che assume quei fatti storici.
      Già Kierkegaard obiettava alla tesi di Lessing, dicendo che la via della fede non è quella di una costrizione razionale che sia dedotta dalla logica o indutta per mezzo della scienza. E’ la via del fare esperienza di ciò che viene narrato. In fondo Lessing fa un favore ai cristiani demolendo l’idea di una conoscenza di Dio che venga dalla mera ricostruzione dei fatti. Perchè ciò disconoscerebbe il fatto che la Parola di Dio è una parola viva, ispirata e inspirante Dio, come dice la Dei Verbum. Se la conoscenza dei fatti non è vivificata dalla ripresentazione ora e qui, per me e per lei, di quella esperienza e di quello stesso Signore Gesù che camminava allora per le strade di Galilea e Giudea, se non incontro ora nella mia esistenza quel Gesù Risorto, ma mi fermo al “dicono che è Risorto”, al “so che” senza passare al “so Te”, allora non è vera fede.
      Prenda gli Esercizi Spirituali di S. Ignazio: sono una vera palestra e un vero cammino per riconoscere la Sua voce tra i tanti pensieri che ci attraversano. Una Voce reale, viva ed efficace, dello stesso Gesù che parlava a Giuseppe e Maria 2000 anni fa. La prova della verità di quei fatti narrati per un cristiano non è e non può essere la prova scientifica ma il vivere le stesse cose nell’oggi.

      Quanto al trionfalismo ecc. ecc. lei ha un’idea distorta della “solennità”. Quando Gesù ha voluto fare un esempio di bellezza ha detto “guardate i gigli dei campi nemmeno Salomone era vestito così meravigliosamente”. Le cerimonie poi sono “grandiose” quando manifestano comunione e fraternità non quando seguono gli stilemi del potere umano. Dio è il tre volte santo e non ha bisogno di trionfalismo, il suo Regno è come il chicco di senapa ed egli appare ad Abramo come un viandante.

      Su Papini è ridicolo ciò che dice. A parte il suo convinto fascismo e la firma del manifesto sulla razza che fu un atto ignobile, fa ricordato che non era per niente apprezzato e considerato ortodosso dalla Chiesa, e stiamo parlando della Chiesa preconciliare. Del suo libro sul Diavolo l’Osservatore romano scrisse: “un libro colmo di errori, anzi scapigliati e clamorosi”.

      • Timorato scrive:

        Cherubino come sempre si distingue per le sue corse in difesa di una Chiesa che si presta alle strumentalizzazioni ideologiche: come è la Chiesa dei nostri giorni e che per questo potrebbe essere anche la falsa Chiesa, la controChiesa – di cui parlano le Scritture, il Magistero e gli studi di santi ecclesiastici!!!!-, senza badare che proprio dalle sue stesse parole rende testimonianza alla Verità che lui non è un cattolico perché è un liberale ! nonostante faccia il dotto di cose di Chiesa e nonostante abbia il lasciapassare dei i timbri vaticani ……..

        Se si guarda più approfonditamente, con il solito “guanto di velluto” che non demolisce immediatamente il discorso, ma gradatamente e con tanti giri di parole, Cherubino, ha voluto negare quando dice il Concilio Vaticano Primo a proposito: del “Lume dell’intelletto che porta a Dio” avvalendosi della parola di filosofi che: da “esistenzialisti filo-romantici”, hanno avuto invece solo la premura di propinare: nichilismo e disperazione!!!!

        Tutto questo poi per esaltare lo spiritualismo di una fede -che tale non è- che vuol far intendere un rapporto diretto con la Divinità senza l’intervento della Mediazione della Chiesa e soprattutto facendo credere una altra eresia modernista che è quella di affermare: che” la fede è una esperienza personale (cfr.Enc. Pascendi)” e sempre, cercando di sfruttare la Stessa Tradizione che: per fatti storici lo smentisce, ma che lui con insistenza vuol far credere come tale.

        Certamente il problema centrale di Cherubino è la sua “adorazione” all’ideologia e all’ideologia politica liberale, da cui fa dipendere anche l’Esegesi biblica -tralaltro anche personale, come ha fatto alcune volte- che gli fa negare apertamente concetti come: potere, bellezza, santità etc. perché a suo dire -infetto dalla sua ideologia- sono elementi di una “certa” realta politica(??????)

        ps
        riguardo a Papini -che poi forma la prova provata, questa sua “puntualizzazione” contro Papini perché: fascista- sarebbe utile, oltre a portare la fonte certa dell’Osservatore Romano, citare illustri demonologi, come Mons Balducci, che invece esalta gli interventi del Papini sulla Demonologia.

  9. Lt scrive:

    SINTESI DI ALCUNE ERESIE DEL MODERNISMO E DEL RELATIVISMO

    Razionalismo: afferma che Dio e le verità di Dio sono conoscibili attraverso la sola ragione.

    Immanenza divina: la natura dell’uomo ha in sé anche Dio.
    Senso o sentimento religioso: da cui verrebbe la verità, per cui ad esso deve essere subordinata la Rivelazione e il Magistero.
    ….(etc.)
    http://www.zaccariaelisabetta.it/documento.htm

  10. Lt scrive:

    ….secondo il razionalismo l’uomo può elevarsi con le sole sue forze alle cose di Dio.
    Rifiuto della trascendenza: la grazia, la fede, lo Spirito Santo, la Rivelazione, i dogmi, non sono doni che vengono dall’alto ma da Dio presente dentro l’uomo per natura, immanenti.
    • Sacramenti: sono solamente rappresentazioni simboliche.
    Gesù Cristo: una persona umana congiunta con la persona del Verbo; non l’unica persona del Verbo con due nature, divina e umana;
    -oppure un semplice uomo che interpreta e vive la Legge e i Profeti secondo quanto in coscienza Dio gli rivela; questa sarebbe l’incarnazione e lo renderebbe figlio di Dio; non più il Verbo/Figlio che incarnandosi assume una natura umana ma un semplice uomo che vivendo gli insegnamenti di Dio incarna la parola di Dio.
    Identificazione tra “Verbo” (seconda Persona della Trinità) e “parola di Dio” (tutto quanto la Trinità doveva dire all’uomo, contenuta nelle Sacre Scritture e ispirata dallo Spirito Santo) eliminando così il primo e falsificando la seconda.
    • Formule di fede: hanno solo valore nominale; per esempio si dice “Gesù è il Figlio di Dio” ma non lo è di fatto, vengono usate solo per far crescere il senso o sentimento religioso.
    (link cit.)

  11. Lt scrive:

    Carlo scrive:
    23 ottobre 2013 alle 15:51
    ————————–
    continua così palesemente il picconamento imperterrito della Verità assoluta, della sacrosanta distinzione tra bene e male, giusto e ingiusto, per bocca del “vescovo di Roma”.
    La distruzione inesorabile della sana ragione insieme con la retta Fede di sempre.
    In modo semplice, mediante slogan (o spots) che colpiscono come stilettate inattese l’immaginazione del pubblico mondial-mediatico, per lo più sprovvisto di senso critico e minima cultura storica, popolo-bue che nel corso di 4 decenni (con guttae quotidiane di informazioni inquinate, riversate su docili allievi da miriadi di cattedre progressiste) è stato deprivato del “database fondamentale” dell’essere realmente cattolici.

    Sul terreno dell’ignoranza tutte le menzogne ed eresie si possono seminare e far fiorire con successo, tutte le dottrine aberranti e deliranti essere propagate come “nuove verità”, anche proclamate “liberanti” dal presunto oscurantismo bimillenario, dottrinale e morale.

  12. J scrive:

    @ cuba_libre
    “J, lo vuole dire a me cortesemente chi sarebbe quella donna? Sono proprio curioso!”

    Distinto cuba_libre, lo farei volentieri, ma poi oltre ad andare fuori tema, la mia “interpretazione” susciterebbe una serie di commenti negativi da coloro che non condividono perché pensano di dover proteggere la verginità e l’onore ormai perduti.

    Per facilitarla, oltre a condividere il pensiero di Ralph, posso suggerirle di seguire l’esempio di Salomone, ascoltare le diverse campane e poi prendere una decisione personale in base a ciò che meglio soddisfa il suo modo di comprendere.
    Qui troverà una possibile spiegazione:
    http://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200002658?q=Donna+di+rivelazione&p=par

    h**ps://www.jw.org/it/corso-biblico-gratis/
    Stia bene

    • Tony scrive:

      @Cuba-Libre

      Ecco un serio studio esegetico sulla Donna dell’Apocalise. Solo gli ignoranti settari non sanno chi è e ignorano la simbologia apocalittica. Buona lettura!

      http://www.studibiblici.it/apocalisse/ladonnaavvoltanelsole.pdf

      • Tony scrive:

        @Cuba_Libre
        E come può notare il suddetto J-Sal la rimanda al sito dei testimoni di geova. E poi nega di esserlo. Che faccia di bronzo certa gente! Coraggio Cuba e buon cammino!

        • J scrive:

          @ Tony
          “il suddetto J-Sal la rimanda al sito dei testimoni di geova. E poi nega di esserlo. “

          Distinto Tony, forse non ha letto bene. Ho scritto a cuba_libre: “posso suggerirle di seguire l’esempio di Salomone, ascoltare le diverse campane e poi prendere una decisione personale in base a ciò che meglio soddisfa il suo modo di comprendere.”
          Questo non fa di me un Tdg.
          Ho solo proposto n punto di vista, lei può proporne altri. A me quello sembra convincente, ma posso sempre cambiare opinione se è in grado di propormene un’altro migliore. La palla è nel suo campo. Provi lei.
          Io non ho casacche, giudico in base a quello che sento:
          “Smettete di giudicare dall’aspetto esteriore, ma giudicate con giusto giudizio”.” Gv 7.24

          v. h**p://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200274881

          • Tony scrive:

            J-Sal
            E chissà come mai mette sempre siti geovisti, inserisce citazioni dalla falsa bibbia geovista, i suoi post sono la dottrina geovista in toto. Ma a chi la vuole raccontare? Guardi che le menzogne teocratiche non funzionano con le persone intelligenti, ma solo con gli ingenui geovisti. Gli intelligenti non credono e non ingoiano le sue corbellerie! Ritorni nella sala del regno. La ci sono tanti polli che la crederanno.

          • Tony scrive:

            Ascolti questo J_Sal

            Pubblicato in data 28/giu/2013
            Sempre crescente è la setta dei testimoni di Geova, una setta al quanto pericolosa, quando si entra a far parte della setta è difficile uscirne, per una serie di di motivazioni ed imposizioni che riguardano uno statuto interno, composto da anziani facente parte di comitati giudiziari. Occhio ragazzi no fatevi abbindolare.

            http://www.youtube.com/watch?v=UjIjrsIAUw0

        • anastasia scrive:

          @Tony
          Carissimo Tony
          Grazie per la sua magnifica risposta. ha ragione i geovisti su questo blog sfilano per confondere i cuori. Siccome sono loro prigionieri della WTS, credono di poter diffondere l’epidemia geovista con menzogne e deliri. Grazie!

          http://pensierieparoledisamuele.blogspot.it/2013/02/la-setta-dei-testimoni-di-geova.html

      • J scrive:

        @ Tony
        La ringrazio per la segnalazione di cui al suo link, e mi permetto sottolineare quanto segue:

        “ L’agire della «donna vestita di sole» è in sintonia con il Dio creatore, non c’è nulla in lei di quella passività che, nella tradizione cattolica, spesso si lega al femminile e che ha contribuito a distorcere la figura della Vergine. La lettura attenta di Ap 12,1-17 presenta il personaggio della donna in modo tale che non risponde a una certa immagine di Maria tramandata dalla tradizione.

        Dopo aver letto le varie possibili spiegazioni di quel testo , ho dedotto che sono state usate un enorme quantità di parole che non spiegano nulla ma lasciano ancora la questione indefinita. Cmq Grazie per ‘impegno. E’ degno di lode.

        • Tony scrive:

          @J-Sal
          Da bravo geovista lei cita parzialmente e non in toto. La sua strategia non funziona. Siete latori di inganni satanici. Legga con intelligenza l’intero articolo e vedrà che le balle che dice sono frutto delle manipolazioni dei betheliani. E’ ora che lei si ritiri nelle sale del regnino menzognino, luogo amato dal Mentitore per eccellenza: Satana!

  13. Isabella scrive:

    Isabella scrive:
    Il tuo commento è in attesa di moderazione

    24 ottobre 2013 alle 13:36

    x Vincenzo e MIMMA

    se pendete dalle labbra di Sal,vuol dire che avete il vuoto nella testa. Lui cerca di riempirvelo quel vuoto, ma la testa è talmente dura che non si apre neanche a prenderla a martellate.

    Perché passano i commenti di tutti e i miei no?

  14. J scrive:

    @ Tony
    “E chissà come mai mette sempre siti geovisti, inserisce citazioni dalla falsa bibbia geovista, i suoi post sono la dottrina geovista in toto.”

    Molto semplice sig. Tony, io sono una voce fuori dal coro, e in questo modo offro ai lettori di mente aperta una possibile spiegazione alternativa. Chiunque può leggere e valutare. Non è obbligato a comprare ma può farsi un idea delle diverse possibilità.

    Poiché sembrano esserci molte possibili interpretazioni, non faccio altro che sottoporre all’attenzione di chi è interessato una diversa possibilità perché la trovo ragionevole o convincente rispetto ad altre più misteriose e inspiegabili. Non condivido tutte le idee o comportamenti dei TdG. Forse faccio bene, forse mi sbaglio, ma ciascuno deve fare le proprie scelte. E’ lo scopo dell’intelligenza, altrimenti non sarebbe necessaria. Basterebbe un capo che pensa per tutti. Ma sembra che Dio non sia d’accordo.

    • Tony scrive:

      Tanto fuori dal coro che canta le “stonate canzoni geoviste”. Ma taccia che fa più figura! Questa strategia le ripeto, non funziona con le persone intelligenti. le può dire solo agli scervellati manipolati dal geovismo!

      http://nullapossiamocontrolaverita.blogspot.it/2013/01/testimonianze-dei-furiusciti-dalla.html

      • J scrive:

        Sarà, ma se nulla possiamo contro la verità, per ora si nota che se non è verità sono balle.
        Io non faccio discepoli, mr. Tony, i discepoli si fanno da soli quando dopo aver riflettuto capiscono dove sta la Verità la quale non ha bisogno di casacche.
        Come disse Gesù “E ho altre pecore, che non sono di questo ovile; anche quelle devo condurre”( Gv. 10.16) Se non sono di quell’ovile sono pecore libere, indipendenti, selvaggie. Lo è anche lei ? Libero indipendete, selvaggio ? O sta sotto padrone ?

  15. anastasia scrive:

    Grande Tony! Sei davvero grande! Coraggio non siamo soli a combattere contro questa falsa religione manipolatrice e distruttrice delle coscienze!

    http://wit.irr.org/i-quattro-pericoli-dellorganizzazione-dei-testimoni-di-geova

    • J scrive:

      Per fare un bel combattimento non dovrebbe solo gridare “al lupo al lupo” ma proporre argomentazioni, spiegare gli errori. Gridare al lupo co qualche link dove chi scrive ha paura di perdere la poltrona non è troppo convincente. Non crede ?

  16. Mimma scrive:

    @Anastasia e Tony
    Davvero bella la vostra determinazione. Grazie di cuore per il coraggio che mettete nel difendere la Verità di Cristo e della sua Unica chiesa. Preghiamo per queste vittime della manipolazione geovista!

  17. anastasia scrive:

    @Grazie a te Mimma per la tua fede che splende nelle tenebre dell’imbroglio che Satana oggi diffonde attraverso queste sette pericolose! Lottare con Gesù e per Gesù è la nostra missione di battezzati. L’amore per la chiesa è la nostra forza!

  18. Tony scrive:

    Grazie anche da parte mia Mimma. Sempre pronti a dare ragione della speranza che è in noi! Per aspera ad astra!

  19. cuba_libre scrive:

    Onestamente non pensavo che una domanda posta avrebbe scatenato tutto questo putiferio. A saperlo prima sarei andato leggere io stesso l’Apocalisse; ma purtroppo devo fare i conti con il tempo a disposizione che non sempre e’ compatibile con i miei impegni di lavoro.
    Mi si lasci comuque dire una cosa, anche se l’ho già detto almeno un paio di volte in passato: non ho problemi a confrontarmi con nessuno, ma alla fine le decisione su quale interpretazione dare alle cose e di conseguenza che direzione scegliere, la prendo io! E se non ho sufficienti elementi per poterlo fare, rimango in stand-by, impegnandomi ad approfondire, come detto a Florenskij per esempio, quel determinato argomento. Ci hanno provato persino i Mormoni con il loro Joseph Smith a portarmi al loro ovile ma ho detto: “No, grazie”, senza anatemi e senza battaglie all’ultima virgola di tale passo di tale capitolo di tale Vangelo; semplicemente non sentivo che quella fosse la strada da seguire (non e’ un caso che un fulgido esempio di Mormone sia il guerrafondaio Romney).
    Il coniugare la Fede con l’interpretazione della realtà circostante del quotidiano e’ e resta il mio obiettivo primario, e poco servono quindi le dispute teo-filosofiche, che non portano a niente SE sono utilizzate non come mezzo di comunicazione e di confronto, ma come strumento di dominio. E in questo non faccio distinzione di sorta.

    • Mimma scrive:

      @Cuba-libre
      Carissimo fratello, resterai in standby fino a quando non verrai violentemente “afferrato”da Cristo… il che non sarà troppo in là nel tempo.
      Egli prenderà la tua vita, la tua famiglia e tutto ciò che possiedi e vi farà suoi per sempre unendovi a se in ogni vostra dimensione e sarà una “nuova creazione”.
      Con affetto.

      • cuba_libre scrive:

        Grazie del tuo affetto, Mimma!
        Se ciò avverrà, la cosa partirà da una predisposizione interiore ad accettare questa o quella come Verità, non certo perchè ci si affanni affinche’ una possa essere piu’ convincente dell’altra.
        Ecco perche’ quando il blog prende un certo tipo di orientamento, ovvero scontri teo-filosofici non intervengo praticamente mai (a meno che un certo aspetto non mi coinvolga personalmente o che riesca a coglierne altri aspetti, fra cui quelli storici): li considero nè più, nè meno alla stessa stregua di quelli ideologici, e puntualmente hanno le stesse conclusioni: Nulla di fatto!
        Con una differenza pero’: che il crollo delle ideologie e’ avvenuto perche’ superate e travolte dalla realtà delle cose (in pratica e’ stata una rivoluzione traumatica in quanto avvenuta in un tempo straordinariamente breve, cosa che nessuno aveva previsto); il confronto (scontro) religioso invece sta avvenendo su una china molto pricolosa, poichè ogni giorno che passa si stanno sclerotizzando sempre di più le componenti integraliste e massimaliste a danno di quelle dialoganti.
        E… se mi posso permettere un consiglio spassionato: non cadere in questa trappola! Non so se ho reso l’idea! Ciao.

        • Claudio2 scrive:

          boh cuba, come ha ricordato papa Francesco (facendo delirare i soliti noti, a mio avviso sintomo ulteriore della bonta’ , giustizia e sostanziale cattolicita’ del concetto espresso) per il cristiano la Verita’ non e’ tanto ( o meglio; non solo) un insieme di dottrine ‘assolute’ ma innanzitutto una relazione con una Persona, Cristo , vero Dio e vero uomo(io sono la Verita’ e la Via e la verita’ vi fara’ liberi)Tutto il resto (la Dottrina , la fiducia nella Chiesa che ci ha lasciato, sia pure scassata come sappiamo nella sua parte ‘umana’, etc) viene dopo.
          PS fratelli trady eventualmente all’ascolto, per piacere non iniziate ad ululare al soggettivismo protestantismo modernismo e qualche altro ismo.

          • timorato scrive:

            perché: tu che non urli, per il semplice fatto che usi i “lubrificanti( quelli da motore, s’intende!) mediatici, sei nella verità ?

            Cristo è la Stessa Sua Dottrina, e l’incontro è fatto anche: con e per “questa Dottrina” CHE NON PUO’ VENIRE MAI DOPO!, per il semplice fatto: che è stato Cristo Stesso che ha deciso di giungere agli uomini per mezzo di altri uomini (cfr. San Paolo)!

            Contempla il Mistero dell’Incarnazione ! quello che dice il Papa e gli altri ingannati(ed ingannatori) è solo spiritualismo teso subdolamente a scardinare il ruolo mediatore del Ministero della Chiesa!

            Lo dico io: non dimentichiamo mai le parole della Madonna di Fatima sull’antipapa massone!

        • Mimma scrive:

          @ Cuba-libre
          Hai perfettamente centrato il senso delle mie parole , l’ingresso trionfale di Dio nella vita avviene proprio inseguito alla personale apertura interiore.
          Nessun trattato teologico o filosofico potrà mai importelo.
          Per i trolls non temere , so io come sistemarli….
          Un caro abbraccio.

          • macv scrive:

            Il dialogo tutto miele fra la fanatica della GosapaMimma e il fanatico di che Guevara Cuba-libre è all’altezza di quello bergoglio -scalfari.. per il cultori del genere ;-) ;-)

          • Claudio2 scrive:

            @ Timorato : la boutade sui lubrificanti e’ simpatica, per il resto; ma che stai a di?????
            Il mio discorso e’ : se non credi in Gesu’ vero Dio e vero Uomo ( e in quello che ne consegue) come fai a credere tutto il resto o anche solo a desiderare di volerne ‘sapere di piu’ su Dio e sul cattolicesimo?
            ‘Gli disse Gesù: «Io sono la via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. 7 Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».
            Chi l’ha detto; io? Papa Francesco? e sopratutto; che c’entrano i massoni? e i protestanti? e gli antipapi e gli spiritualisti e tutta la lunga lista dei tuoi nemici piu’ o meno immaginari?
            Ti rendi conto che le stesse menate complottiste che spacci come verita’ assolute qua dove vivo io, in UK, vengono o venivano ripetute ESATTAMENTE come le formuli tu, ma solo cambiando gli artefici del grande gomblotto ? Nei paesi cattolici i ‘cattivi’ sono gli ebrei e i massoni, qua in UK prima erano i gesuiti (accusati praticamente di tutto,carestie complotti e infanticidio, un po come gli ebrei da noi) e poi i cattolici in genere uniti…ai comunisti, con tanto di teorie allucinanti (ripetute fino agli anni 70 ) in cui si delirava nientepopodimenoche di accordi segreti tra il Cremlino e Pio XII (si, proprio lui!)uniti per distruggere l’Impero Britannico e la Vera Chiesa (interessante notare come anche i pochi anglicani rimasti usino categorie come ‘la Chiesa di Sempre, la loro, opposta all’antiChiesa romana. si, lo so che siete diversi, ma a mio avviso neanche tanto).
            Paese che vai, complottismi che trovi…diversi ma accomunati da un minimo comune denominatore; sono tutte stron….ate, atte a terrorizzare i semplici e-o a scatenare massacri. Incredibile poi che tu sia cattolico (la dottrina piu’ essoterica e ‘pubblica’ che esista, rivelata ai semplici e nascosta ai saggi) e poi abbia un approccio completamente esoterico-gnostico-misterico all’esistenza(prima il cammino ‘iniziatico’ kikiano, poi le conventicole lefebvriane condite da ricerche di complotti misteriosi), alla perenne ricerca della verita’-nascosta-al-popolo-bue ma nota solo a te e a qualche altro illuminato….

          • timorato scrive:

            caro claudio
            vedo che non cedi un istante, nel continuare a non credermi addirittura dandomi del visionario.
            Che esista la Massoneria come nemica della Chiesa che complotta in tanti modi: non lo dico io, ma: tutti i Papi che da secoli ne parlano!
            Una cosa è inventare i complotti da parte di gente che non ha fondamento storico-teologico come gli anglican, contro i gesuiti; un altra, è dimostrarlo con le prove provate dei FATTI che vediamo nella cultura(teologica e non), nella liturgia e nella prassi della Chiesa postconciliare, non ti pare ?

            Il mio approccio con la Religione Cattolica non è esoterico-gnostico, ma come la Stessa Fede lo richiede, e cioè: mistico.

            Ti informo: che all’epoca fui “costretto” quasi a calci nel sedere dal mio buon vecchio e sempre amato parroco ad entrare nel cammino kikiano e non per i miei gusti, che già -all’epoca- senza conoscere il concetto di eresia e di eresia modernista, ne tantomeno le posizioni di Mons.Lefebure, mi facevano rigettare tali realtà, che, come ben sai, ho poi abbandonato.
            Ricordandoti tralaltro: che se è negativo tale cammino -come lo è- lo è anche grazie a quei Papi e Vescovi che lo appoggiano tuttora!!!! per il semplice fatto che non lo hanno espulso………;
            quindi, vai a rimproverare il tuo amato papa Francesco che addirittura ha voluto, ora ( v. dott.Magister), rafforzare il kikoplagio, col fermare quelle direttive liturgiche volute dal Predecessore Benedetto XVI, facendo un triplo male!
            Ti posso assicurare poi, che nella Fraternità non c’è uno “spirito di setta illuminata”, ma solo una continua fedeltà a quel Magistero -che più delle volte non è per nulla conosciuto- contenuto in Encicliche e Concili passati, che hanno la sventura solo di essere: “passati”e non di essere “segreta rivelazione” per i soli prescelti(!!!!!!!)
            Informati ogni tanto… e non sentire mai una sola campana….(comunque, i lubrificanti miei, sono pure terapeutici…se ne avessi bisogno!, sempre per il motore, s’intende! )!!!

          • Mimma scrive:

            @macv
            I suoi interventi sempre più scadenti e oltraggiosi…

          • cuba_libre scrive:

            Macv, non so se lo sa , Che Guevara non e’ che sparasse solamente, ma dialogava con la popolazione, che non per niente lo adorava. Lei pensa di aver fatto una battuta spiritosa, ma l’essere accomunato al famoso “Che” non puo’ che lusingarmi.
            A proposito di dialoghi, come vede so dialogare, anche con persone profondamente diverse per retaggi etico-religiosi e questo non puo’ che portare giovamento ad antrembe la parti; lei ne sarebbe capace? Da quel che vedo, mi lasci il beneficio del dubbio!

  20. Reginaldus scrive:

    “La Chiesa è mandata a portare a tutti Cristo e il suo Vangelo. Porta Gesù, non se stessa”…

    no, caro il mio Franciesco, la chiesa porta Cristo e ‘porta’ se stessa come Sposa di Cristo, nella quale e per la quale si compie la slavezza di Cristo!

  21. Claudio2 scrive:

    @ Macv; e a te invece cosa piace, il monologo di ‘don’ Giulio Tam a Predappio?

    • timorato scrive:

      ah!…questa, la potevi tenere per te, paragonare la Tradizione e i tradizionalisti al fascismo di don Tam…. veramente angoscioso!
      perché non ti infiltri ogni tanto nella FSSPX e registri quello che avviene li dentro ? Anch’io all’epoca feci cosi, e vidi solo gente di pura fede.
      Chissa se poi diventi pure tradizionalista……..

      • Claudio2 scrive:

        @Timorato

        “vedo che non cedi un istante, nel continuare a non credermi addirittura dandomi del visionario”.
        Io ci provo a credere altrimenti, Timorato, Dio m’e’ testimone! ma se tu da un mio commento ortodosso su Gesu’ Via Verita’ e Vita te ne esci coi protestanti e gli antipapi massoni e via discorrendo mi cadono…le braccia
        “Che esista la Massoneria come nemica della Chiesa che complotta in tanti modi: non lo dico io, ma: tutti i Papi che da secoli ne parlano!”
        Che esistessero cattolici che avrebbero volentieri dato fuoco al parlamento alla regina Elisabetta e piu’ in generale a tutta la baracca che gentilmente mi ospita pure non lo dicono solo gli anglicani, ma e’ semplicemente vero; Guy Fawkes non e’ un’opinione (anzi, secondo me e’ pure un grand’uomo), Maria I neppure (anzi, secondo me e’ pure una gran donna)etc. al tempo stesso, vedere il gomblotto massonico in ogni dove come fai tu o il gomblotto papista in ogni dove come facevano qua e’ in entrambi I casi delirante.
        “Il mio approccio con la Religione Cattolica non è esoterico-gnostico, ma come la Stessa Fede lo richiede, e cioè: mistico.”
        Pure il mio. Rosario & Divina Misericordia davanti al Santissimo…chi ha bisogno di altro? Chissenefrega di stare perennemente a fare le pulci al Papa?
        “Ti informo: che all’epoca fui “costretto” quasi a calci nel sedere dal mio buon vecchio e sempre amato parroco ad entrare nel cammino kikiano e non per i miei gusti, che già -all’epoca- senza conoscere il concetto di eresia e di eresia modernista, ne tantomeno le posizioni di Mons.Lefebure, mi facevano rigettare tali realtà, che, come ben sai, ho poi abbandonato”.
        Una delle cose di cui ringrazio Nostro Signore e’ di avermi tenuto lontanissimo dalla Sua Chiesa dai 12 ai 26 anni, e di avermi lasciato dentro un sano scetticismo nei confronti dei sacerdoti.Li prendo per quello che sono; strumenti di Qualcosa piu’ grande, ma uomini, fallaci come se non piu’ di me.
        “quindi, vai a rimproverare il tuo amato papa Francesco che addirittura ha voluto, ora ( v. dott.Magister), rafforzare il kikoplagio, col fermare quelle direttive liturgiche volute dal Predecessore Benedetto XVI, facendo un triplo male!”
        se sei cattolico, il Papa e’ anche tuo, non solo mio! Per il resto, to ho detto la mia posizione sui Neocat; non li conosco e non li voglio conoscere.
        “ah!…questa, la potevi tenere per te, paragonare la Tradizione e i tradizionalisti al fascismo di don Tam…. veramente angoscioso!”
        credimi, non sai la gioia che mi dai leggendo sto’ commento. Del resto, ‘Non abbiamo bisogno e’ pre conciliare , quindi vale pure per te…dillo ai vari clericofascisti e gia’ possiamo fare un tratto di strada insieme
        “perché non ti infiltri ogni tanto nella FSSPX e registri quello che avviene li dentro ? Anch’io all’epoca feci cosi, e vidi solo gente di pura fede.”
        Perche’ qui a Londra saranno una trentina, 10 ottuagenari e 30 dell’EDL che data la mia inconfondibile italianita’ probabilmente mi farebbero tornare a casa coi denti in mano. E poi stanno a West London mentre io vivo a North East, troppo sbattimento. La pura fede la vedo (e ammiro) alla mia parrocchia all’angolo, tra africani filippini sudamericani e altra varia umanita’, tutti uniti in un rito (la Novus) che per te e’ praticamente una porcata. E che al tuo umile scrivente ha dato e da tanto;quindi…
        “Chissa se poi diventi pure tradizionalista……..”
        Il Vaticano II e il Magistero preconciliare sono nella Tradizione, quella viva della Chiesa; quindi perche’ darmi pena? Nella tradizione ci sono gia’….
        Ciao

        • timorato scrive:

          X CLAUDIO2

          mi dispiace che hai sorvolato sul nucleo del mio discorso:
          ———- ————–

          “…….Che esista la Massoneria come nemica della Chiesa che complotta in tanti modi: non lo dico io, ma: tutti i Papi che da secoli ne parlano!
          Una cosa è inventare i complotti da parte di gente che non ha fondamento storico-teologico come gli anglican, contro i gesuiti; un altra, è dimostrarlo con le prove provate dei FATTI che vediamo nella cultura(teologica e non), nella liturgia e nella prassi della Chiesa postconciliare, non ti pare ?”
          —————- —————–

          1) sottolineo quanto suddetto, solo per dirti che non contestavo te, ma il Papa -e nemmeno Lui povero uomo, per una serie di ragioni che non sto ad elencare- per quello che diceva a proposito della Verità e per la cultura (di cui siamo tutti vittima) da cui faceva provenire questa sua affermazione;

          2)il mio principale scopo nel dialogare con Te è ovviamente -nella mia indegnità e incapacità- proteggere la Tua Fede, pertanto, rallegrandomi del tuo stile riguardo ai Sacerdoti “scandalosi” ti invito a continuare cosi, perché: hai centrato l’approccio!; facendo notare però, che le mie, le nostre (dei tradizionalisti) non sono contestazioni per le immoralita del Clero, ma critiche di tipo filosofico-teologiche;
          3) desidero sapere come mai smentisci la Fede dei miei amati fratelli “tradizionalisti” se non li conosci e se -come dici tu- non hai mai frequentato le Cappelle della FSSPX.

          La Tradizione è vivente nel senso che distribuisce “Vita” e non nel senso che è in continuo mutamento a causa del (falsissimo) diritto che si sono arrogati i papi postconciliari, giusto per adattarla alla Ideologia!

          La Novus (Messa) -a parte il fatto che ne io ne chi meglio di me puo “criticare (in senso accademico, in senso puramente teologico) l’ha definita mai una “porcata”-
          è sbagliata per tante ragioni che sono TESTIMONIATI dalla Storia Sacra e dalla Scienza Sacra!!!

  22. Reginaldus scrive:

    … e attendiamo!!! (mai messo in attesa, che so, un Cherubino???)

  23. J scrive:

    “@macv I suoi interventi sempre più scadenti e oltraggiosi…”

    Perchè non lo lascia decidere a Tornielli ? L’hanno nominata difensore delle cause perse ? E’ fuori tema se n’è accorta ? Ha detto Bergoglio “ognuno deve rispoendere alla sua coscienza” evidentemente quella del sig. macv non è la sua.

    • Mimma scrive:

      @J
      Mi sembri il capoclasse spione e invidioso che accusa il compagno per gelosia!

      P.S.:
      Comunque la risposta per macv era inerente ad un commento indirizzato a me dove mi definiva “fanatica della gospa”!
      Le devo altre spiegazioni signor Testone di geova????

  24. J scrive:

    @ Tony
    “Tanto fuori dal coro che canta le “stonate canzoni geoviste”.”

    A parte il fatto che non sono stonate, ma se le paiono tali, lei dovrebbe entrare nel merito dell’argomento e spiegare dove, come e perché.
    Criticare è facile, dimostrare perché la critica ha valore è più difficile.
    Io propongo temi non ideologie e ci si dovrebbe confrontare sui temi, non sulle ideologie.
    Per es. Clauudio2 dice: “Il mio discorso e’ : se non credi in Gesu’ vero Dio e vero Uomo ( e in quello che ne consegue) come fai a credere tutto il resto…” Bene provi a spiegare lei come fa Gesù ad essere Sacerdote in eterno come Melchisedec se è Dio ? Non si può essere sacerdoti e Dio insieme, come non si può essere Dio e mediatore insieme.
    Ecco, esca dall’ideologia e provi a spiegare cose semplici partendo dal principio. Vedremo chi stona di più !
    Stia bene

    • Mimma scrive:

      Su questo siamo d’accordo Sal-J, ci si deve confrontare su “temi” non su dichiarazioni false e monche di una falsa religione estrapolata da falsatissime scritture ed avallata da ultrafalsi profeti!

      • J scrive:

        Bene lo faccia allora ! Se Gesù è sacerdote non può essere Dio ovvero officiare per se stesso. NO ?

        • Mimma scrive:

          SAL -SAl, vada ad incantare le scimmie da un’altra parte. la prego!
          Dopo un anno di lotte con i mulini a vento , lei pensa che io abbia ancora voglia di parlare con lei????
          Vada a dormire prima che le si conclami l’Altzeimer!

          • J scrive:

            “pensa che io abbia ancora voglia di parlare con lei????”

            Allora poteva risparmiarsi la fatica di questo commento ! Se non parla con me può solo che farle bene.

          • Mimma scrive:

            Non vi è ombra di dubbio!

  25. J scrive:

    @ Tony
    “Sempre crescente è la setta dei testimoni di Geova, una setta al quanto pericolosa, quando si entra a far parte della setta è difficile uscirne, per una serie di di motivazioni ed imposizioni che riguardano uno statuto interno, composto da anziani facente parte di comitati giudiziari. Occhio ragazzi no fatevi abbindolare.”

    Forse non ha mai letto dei vari comitati giudiziari che “espellono” alcuni disordinati. Ma se li “espellono” come mai dice che non si può uscire ? E il sig. Politi, quello che se n’è andato dopo non so quanti anni, perché non l’hanno “gratificato” come voleva, come ha fatto ad andarsene ? Ha dovuto chiamare i carabinieri ?
    Le risulta che ci siano stati sequestri di persona o che abbiano mai imprigionato qualcuno per tenerselo stretto ?
    Il rispetto delle regole esiste in tutte le organizzazioni che richiedono comportamenti corrispondenti all’impegno o le sembra troppo severo ? Anche a Londra ci sono i club ove non si entra senza cravatta. E neanche in paradiso si entra se non si è conformi alle richieste. Perché non se la prende con quelli o non denuncia gli abusi delle “case magdalene” v. Wikipedia.
    Magari può leggere la testimonianza di “Charlotte Wells”
    qui h**p://xoomer.virgilio.it/nuovavia/sito%20chiesa/carlottewells.htm
    Da questi sì che non si usciva, anzi, solo a piedi in avanti dentro la bara.
    Stia bene
    p.s.
    Quelli che espellono si lamentano perchè sono stati espulsi, gli altri si lamentano perchè non si può uscire…
    NOn risulta che li abbiano mai trattenuti per la giacchetta, ne conosco tanti che sono usciti e hanno qualche rimpianto.
    Ma la spina è collegata ? Sono io a scrivere che le religioni con casacca dividono perchè regna l’ideologia al posto della razionalità. Non crede ?

      • J scrive:

        Ma non aveva detto di non aver più voglia di parla con me ?
        Perchè continua ? Incapace di mantenere le promesse ?

      • timorato scrive:

        PRIMA SUPPLICA
        ——————————————————-

        X
        MIMMA
        ANASTASIA

        LO SAPPIAMO TUTTI CHE SONO TDG, (VERI O FALSI) MAURO E J, QUINDI: PERCHE’ OCCUPARE IL BLOG CON QUESTO GIOCO BOTTA E RISPOSTA, SOLO PER : INVADERE, IL BLOG ?

        PERCHE’ STATE PROVOCANDO IL DOTT. TORNIELLI ?

        IL VOSTRO INTERESSE E’ FAR CHIUDERE IL BLOG?

        E’ POSSIBILE INFATTI, SOLO UNA VOLTA POSTARE UNO STESSO LINK CONTRARIO A TDG E NON MIGLIAIA DI VOLTE: UNO DI SEGUITO ALL’ALTRO!!!

        COME NON CREDERE, CHE QUESTO E’ UN MODO PER RENDERE DIFFICOLTOSA LA LETTURA DEGLI ALTRI POST ?

        SE CI FATE IL FAVORE DI SMETTERLA VI RINGRAZIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  26. anastasia scrive:

    Si faccia una bella cultura circa le menzogne geoviste che le hanno paralizzato il cervello fino a fare domande idiote. I betheliani l’hanno proprio rovinata.

    http://www.chiesaveritacristiana.com/2013/04/testimoni-di-geova-i-loro-errori.html

    • J scrive:

      Non pare che Tornielli abbia proposto di parlare degli errori dei TdG.
      Dovrebbe avere almeno rispetto per le sue richieste o pensa che sia anche lui un Tdg in incognito.
      E’ proprio un chiodo fisso.

  27. anastasia scrive:

    J-Sal guarda come ti assomiglia questo tuo collega che si diletta in falsità strategiche e geoviste. Ma alla fine venite sempre sgamati. Non te la prendere. Ormai sappiamo tutti che sei un anziano dei tdg in posta di attacco sui siti cattolici. Cambi il pelo ma resti sempre un lupo….geovista.

    http://www.youtube.com/watch?v=nxuyEXEU7JU

    • J scrive:

      Non le pare di esser fuori tema ?
      Si parla di chiesa morta non di lupi geovisti.

      Se non ha rispetto di sè stessa, impari a rispettare almeno le richiesta del dott. Tornielli.

      • anastasia scrive:

        Pappagallino J_Sal, sei tu costantemente fuori tema. A chi vuoi dar lezioni? Accuccia nella sala del regno. La ci sono tanti fantocci che quando parli non apriranno bocca!

        • J scrive:

          Lei ha veramente un modo tutto cattolico di esprimersi. Non c’è alcun dubbio che non è colpa sua, riflette solo gli insegnamenti che le sono stati propinati.
          Dimostra a che tipo di cultura appartiene. E sbugiarda il suo papa che predica cose diverse.
          Lascerò giudicare a chi legge, non rivendico quel privilegio, è sua facoltà guardarsi allo specchio. Ma cerchi di non spaventarsi se riuscirà a capire ciò che vedrà.
          Stia bene. Sorrido e annuisco !

          p.s. lo sa che sarà tenuta in salvo per mezzo del parto ? (1 Tim 2.15) Lei i figli li fà ? ma non dimentichi che dopo dice anche : “purché rimangano in fede e amore e santificazione insieme a sanità di mente.”

      • Timorato scrive:

        SECONDA SUPPLICA
        ——————————————————-

        X
        MIMMA
        ANASTASIA

        LO SAPPIAMO TUTTI CHE SONO TDG, (VERI O FALSI) MAURO E J, QUINDI: PERCHE’ OCCUPARE IL BLOG CON QUESTO GIOCO BOTTA E RISPOSTA, SOLO PER : INVADERE, IL BLOG ?

        PERCHE’ STATE PROVOCANDO IL DOTT. TORNIELLI ?

        IL VOSTRO INTERESSE E’ FAR CHIUDERE IL BLOG?

        E’ POSSIBILE INFATTI, SOLO UNA VOLTA POSTARE UNO STESSO LINK CONTRARIO A TDG E NON MIGLIAIA DI VOLTE: UNO DI SEGUITO ALL’ALTRO!!!

        COME NON CREDERE, CHE QUESTO E’ UN MODO PER RENDERE DIFFICOLTOSA LA LETTURA DEGLI ALTRI POST ?

        SE CI FATE IL FAVORE DI SMETTERLA VI RINGRAZIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Mimma scrive:

          Certo Timorato , da oggi in avanti lasceremo parlare soltanto lei , di modo che lei possa deliziare il web con la sua scaltrezza ed il suo alto spessore umanitario!
          Lei si che è uno che sa amare….

  28. Mimma scrive:

    Preghiamo per l’umanità intera ammalata di peccato ed immersa nel buio del dubbio e della confusione iniettata nei cuori dal falsario.

  29. mauro scrive:

    Cara mimma,

    il cristianesimo è un circolo chiuso, non si prega per chi non ne fa parte. Per ragioni di credo lo deve discriminare pur dovendolo soccorrerlo, con opere di bene, se mostra di aver necessità di essere aiutato.

    Gv 17,7 Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, 8 perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.
    9 IO PREGO PER LORO; NON PREGO PER IL MONDO, MA PER COLORO CHE TU MI HAI DATO, PERCHE’ SONO TUOI.

    • Mimma scrive:

      @mauro

      “il cristianesimo è un circolo chiuso, non si prega per chi non ne fa parte. Per ragioni di credo lo deve discriminare pur dovendolo soccorrerlo, con opere di bene, se mostra di aver necessità di essere aiutato.”

      Questa forma di “cristianesimo secondo mauro” alquanto bizzarra purtroppo per lei nulla ha a che spartire con ciò che Cristo ha predicato.
      La sua interpretazione di Giovanni 17 è completamente fuori dal quadro che l’evangelista presenta nella preghiera di Gesù al Padre.
      L’intercessione di Gesù è universale, come universale è la sua Redenzione.

      P.S. non so che lavoro faccia lei , ma è bene che lo faccia… sicuramente le riuscirà meglio di certi voli pindarici come esegeta.

      • mauro scrive:

        Affatto, se non sa leggere che Gesu’ non prega per chi non è convertito, così come recita il passo di Gv 17, evidentemente segue una religione “fai da te”.
        “Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.” individua per chi rivolge la preghiera a Dio (IO PREGO PER LORO) ed esclude che lo faccia per il mondo (NON PREGO PER IL MONDO).

        Invece di chiedere a me che lavoro faccia, pensi a quando scaldava i banchi e non capiva l’analisi logica. Ancora oggi lo vuole dimostrare pienamente.

        • anastasia scrive:

          La logica stolta cade sempre nella trappola della sua stoltezza! Ecco la prova!

          1Tm 2,1 Ti raccomando dunque, prima di tutto, che si facciano domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini,

          • Paola scrive:

            @Carissima anastasia
            ammiro il tuo coraggio e la tua preparazione. Ma ti consiglierei di lasciar perdere questi due troller. Non vedi che non se li fila nessuno? Abbiamo tutti capito che si tratta di due testimoni di geova che sono di stallo per rompere le scatole. Lasciali cuocere nel loro brodo. Le loro demenze si commentano da sole. Ciao.

  30. Mimma scrive:

    MESSAGGIO DELLA MADONNA A MEDJUGORIE DI OGGI 25 OTTOBRE 2013

    “Cari figli! Oggi vi invito ad aprirvi alla preghiera. La preghiera opera miracoli in voi e attraverso di voi. Perciò figlioli, nella semplicità del cuore cercate dall’Altissimo che vi dia la forza di essere figli di Dio e che satana non vi agiti come il vento agita i rami. Decidetevi di nuovo, figlioli, per Dio e cercate soltanto la sua volontà e allora in Lui troverete gioia e pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. “

  31. kn scrive:

    1 Così parlò Gesù. Quindi, alzati gli occhi al cielo, disse:
    «Padre, è giunta l’ora, glorifica il Figlio tuo, perché il Figlio glorifichi te. 2 Poiché tu gli hai dato potere sopra ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.
    3 Questa è la vita eterna: che conoscano Te, l’unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. 4 Io ti ho glorificato sopra la terra, compiendo l’opera che mi hai dato da fare. 5 E ora, Padre, glorificami davanti a te, con quella gloria che avevo presso di te prima che il mondo fosse.
    6 Ho fatto conoscere il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me ed essi hanno osservato la tua parola. 7 Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, 8 perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro;
    essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato. 9 Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che mi hai dato, perché sono tuoi.

  32. kn scrive:

    10 Tutte le cose mie sono tue e tutte le cose tue sono mie, e io sono glorificato in loro. 11 Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te. Padre santo, custodisci nel tuo nome coloro che mi hai dato, perché siano una cosa sola, come noi.
    12 Quand’ero con loro, io conservavo nel tuo nome coloro che mi hai dato e li ho custoditi; nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si adempisse la Scrittura. 13 Ma ora io vengo a te e dico queste cose mentre sono ancora nel mondo, perché abbiano in se stessi la pienezza della mia gioia.
    14 Io ho dato a loro la tua parola e il mondo li ha odiati perché essi non sono del mondo, come io non sono del mondo.
    15 Non chiedo che tu li tolga dal mondo, ma che li custodisca dal maligno. 16 Essi non sono del mondo, come io non sono del mondo. 17 Consacrali nella verità.

    La tua parola è verità. 18 Come tu mi hai mandato nel mondo, anch’io li ho mandati nel mondo; 19 per loro io consacro me stesso, perché siano anch’essi consacrati nella verità.
    20 Non prego solo per questi, ma anche per quelli che per la loro parola crederanno in ME; 21 perché tutti siano una sola cosa. Come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi una cosa sola, perché il mondo creda che tu mi hai mandato.
    22 E la gloria che tu hai dato a me, io l’ho data a loro, perché siano come noi una cosa sola. 23 Io in loro e tu in me, perché siano perfetti nell’unità e il mondo sappia che tu mi hai mandato e li hai amati come hai amato me.
    24 Padre, voglio che anche quelli che mi hai dato siano con me dove sono io, perché contemplino la mia gloria, quella che mi hai dato; poiché tu mi hai amato prima della creazione del mondo.
    25 Padre giusto, il mondo non ti ha conosciuto, ma io ti ho conosciuto; questi sanno che tu mi hai mandato. 26 E io ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere, perché l’amore con il quale mi hai amato sia in essi e io in loro».

    Gv 17

  33. Lorenzo scrive:

    L’articolo sulla Chiesa povera non può ricevere commenti, allora lo faccio qui. I discorsi di Papa Francesco sulla Chiesa povera mi hanno così convinto che quest’anno, invece della solita offerta che invio all’Obolo di S. Pietro, ne farò una molto minore, darò 30 invece di 100. Così aiuterò il Papa ad essere più povero: una volta credevo che fosse un bene che la Chiesa avesse tanti soldi, potendo intervenire in più necessità, aiutare più poveri, finanziare le missioni, celebrare più degnamente il culto, ma adesso grazie al Papa ho capito che la Chiesa non dovrebbe avere quasi nulla. L’anno prossimo darò ancora meno.

    • Paola scrive:

      Lorenzo la tua generosità è edificante! Tieniti pure le sterline. Tanto il tuo dare è solo autocelebrazione! Non dice Gesù: “Non sappia la tua destra quello che dà la sinistra?”. Sei un vero magnanimo.

  34. orinoco scrive:

    Mai l’espressione ” non capire un tubo” ha avuto così significato !!!!. E non bisogna avere il quoziente della Montalcini per capire cosa intenda dire il papa con l’espressione “Chiesa povera”.

  35. mauro scrive:

    Cara anastasia,

    non posso che intravedere quanto sia forte la solidarietà femminile nel suo scritto a difesa di mimma ma è solidale anche nel in quell’aver scaldato i banchi perchè ha nascosto che in 1Tim 2,1 ci si riferisse ai credenti in Dio tralasciando un evidente:“2 per i re e per tutti quelli che stanno al potere, perché possiamo condurre una vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio.”

    Tutto ciò che fu scritto è testimonianza e prova e dunque darsi pubblicamente dello stolta è da stolti.

    • Mimma scrive:

      Chiedo la carità a tutti i bloggers di volermi aiutare a decifrare il linguaggio di Mauro.
      Sono troppo ignorante per comprenderlo…..

      • mauro scrive:

        Il passo che ha citato era parziale. Il prosieguo, versetto 2 e 3, indica che si tratta di credenti in Dio e dunque le preghiere sono per loro così come Gesu’ pregava per loro e non per altri (Rif mio post indirizzato a mimma).

    • anastasia scrive:

      @Mauro
      Sei così ignorante da non saper leggere. Tutti gli uomini sono “TUTTI GLI UOMINI”e non SOLO i credenti. Non è un partititivo, ma è inclusivo. Impara il greco e poi capirai quanto sei fesso e quante fesserie dici. Le strategie geoviste fasulle sono solo per i folli manipolati. Tieniteli per te e impara tu l’analisi grammaticale. Perchè quella logica è fuori dalla tua portata|

      • anastasia scrive:

        E a riprova della tua stoltezza ecco cosa dice Paolo. T’è partita à brocca!

        1Timoteo 2,1 Raccomando dunque, prima di tutto, che si facciano domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini, 2per i re e per tutti quelli che stanno al potere, perché possiamo condurre una vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio. 3Questa è cosa bella e gradita al cospetto di Dio, nostro salvatore, 4il quale vuole che TUTTI gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità.

        Rassegnati ignorantone, sei proprio un fasullo geovista oligofrenico!

        • mauro scrive:

          Cara anastasia,

          Le preghiere rivolte agli uomini non sono quelle rivolte a Dio per qualcun altro. Sono richieste, inviti a comportarsi in una certa maniera verso colui che a loro si rivolge.

          Come fa a confondere una preghiera rivolta ad una divinità con una preghiera che corrisponde ad un “invito alla cortesia” posta ad un altro essere umano?

          I geovisti sono coloro che travisano i versetti (secondo il vostro pensiero) e dunque è sulla buona strada: si sta avvicinando a loro.

          • anastasia scrive:

            @Mauro
            Te l’ho detto che sei ignorante e non capisci quello che dici. Le preghiere sono rivolte a Dio per tutti gli uomini dice Paolo a Timoteo, e quindi smentisce in pieno le sue deliranti geoviste dichiarazioni che non si deve pregare per chi non è cristiano. Sei così tanto da manicomio che non capisci neanche quello che scrivi e ti contraddici di post in post! E sappi che all’Inferno andrai tu e la tua unica setta satanica geovista!

          • Mimma scrive:

            Grazie Anastasia!
            L’obbiettivo primario del falsario è quello di far disperare nella redenzione che scaturisce da quel costato aperto e di far pensare che il Regno di Dio sia stato predestinato a pochi(144000???).

          • anastasia scrive:

            Ben detto Mimma. Che delusione per la loro folle eresia!

          • Mimma scrive:

            @Anastasia
            Il dialogo è difficile, il farli regionare è improbabile, il farli meditare impossibile….
            ….è come mangiare le prugne….

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            Ma… Se insisti e resisti, raggiungi e conquisti! Sempre pronti a dar ragione della speranza che è in noi! Ciao.

          • Mimma scrive:

            @Anastasia
            Sulla conquista ho qualche dubbio….
            sull’annuncio nessuno!

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            La forza di tutto Mimma, come ben sai, è l?eucaristia. A questo proposito ti invito a leggere quanto scritto da Benedetto XVI nella sua bella lettera “Sacramentum Charitatis”. Un caro abbraccio.

            http://www.maranatha.it/Testi/BenXVI/sacr01Page.htm

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            Oppure cara Mimma la bella lettera di Giovanni Paolo II “Eccllesia de Eucharistia”. Buona lettura.

            http://www.maranatha.it/Testi/GiovPaoloII/Testi34Page.htm

          • Mimma scrive:

            @Anastasia
            Vorrei, al pari dei santi, poter dire al Divino Maestro guardandolo :”ti amo con tutto il cuore” ed invece mi ritrovo come Pietro a dirgli “ti voglio bene”.

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            Mimma io credo che anche il semplice “ti voglio bene” detto nella verità e nella coscienza del proprio nulla è gradito al Signore Gesù!

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            Mimma io credo che anche il semplice “ti voglio bene” detto nella verità e nella coscienza del proprio nulla è gradito al Signore Gesù!

          • Mimma scrive:

            Lo spero Anastasia, perchè non trovo mai il coraggio di dirgli “ti amo”.

  36. Reginaldus scrive:

    “La Chiesa è mandata a portare a tutti Cristo e il suo Vangelo. Porta Gesù, non se stessa”…. : mettiamo che sia giusta metterla così ( ma non è giusta…), ma allora perché quel “non porta se stessa” non va declinato anche in riferimento al FRANCESCO VESCOVO DI ROMA -nel quale sembra ora raccolta tutta la salvezza di Gesù Cristo???

  37. timorato scrive:

    X
    MIMMA
    ANASTASIA

    LO SAPPIAMO TUTTI CHE SONO TDG, (VERI O FALSI) MAURO E J, QUINDI: PERCHE’ OCCUPARE IL BLOG CON QUESTO GIOCO BOTTA E RISPOSTA, SOLO PER : INVADERE, IL BLOG ?

    PERCHE’ STATE PROVOCANDO IL DOTT. TORNIELLI ?

    IL VOSTRO INTERESSE E’ FAR CHIUDERE IL BLOG?

    E’ POSSIBILE INFATTI, SOLO UNA VOLTA POSTARE UNO STESSO LINK CONTRARIO A TDG E NON MIGLIAIA DI VOLTE: UNO DI SEGUITO ALL’ALTRO!!!

    COME NON CREDERE, CHE QUESTO E’ UN MODO PER RENDERE DIFFICOLTOSA LA LETTURA DEGLI ALTRI POST ?

    SE CI FATE IL FAVORE DI SMETTERLA VI RINGRAZIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • anastasia scrive:

      @Timoteo
      ci faccia anche lei lo stesso piacere. E’ diventato noiosamente ripetitivo, proprio come i tdg!. Il nostro interesse è difendere la chiesa e non altro e ne tantomeno lasciar libero campo ad altre sette fuori della chiesa! Auguri

      • mauro scrive:

        Le faccio notare che il cristianesimo è la religione (unica) e le sette sono il Cattolicesimo, il Protestantesimo, l’Ortodossia, i Tdg ed altre 24 che non cito per brevità.
        Una setta contro un’altra setta fa cadere le braccia ed è anche contrario al cristianesimo che prevede che si pensi a sè stessi e non agli altri. Ci si concentra di piu’ guardando nel piatto in cui si mangia e soprattutto non si corrono pericoli di alcun genere.
        Se la Chiesa Cattolica avesse guardato nel proprio piatto non avrebbe causato milioi di morti ma avrebbe tutelato la loro vita.(come esempio). Lei cosa intende difendere se le mancano le armi? Non riesce la Chiesa Cattolica a difendere sè stessa e lei vorrebbe anche aiutare gli altri?

      • Timorato scrive:

        x Atanasias

        La Chiesa si difende usando carità anche ai suoi stessi nemici e non facendogli guerra di tipo ideologico-politica!

        La Chiesa, poi, si difende in quello che è, e cioè nella Parola di Tutti I Pontefici e non solo nella parola del pontefice attuale!

        Prima di accostare i miei argomenti alla noiosa ripetitività dei tdg (ma anche dei suoi, se vogliamo essere corretti!!!) li confuti CON ALTRI DISCORSI -se ne è capace! e se ha il coraggio!!!- invece di buttare fango alla maniera delle comari da cortile!
        anche PER DIMOSTRARE amore alla Verità che è il precipuo dell’essere Chiesa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
        anche PER DIMOSTRARE amore e rispetto al prossimo che è il segno inconfutabile dell’essere cristiano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
        anche PER DIMOSTRARE onesta intellettuale che è il segno di chi è scevro da interessi ideologici e……

        • anastasia scrive:

          caro compare da strapazzo, nessun ragionamento può scalfire il farisaico sproloquio che lei incolla di post in post. PETTEGOLONE!

      • Mimma scrive:

        @ Anastasia
        Sono tempo ed energie sprecati , cara Anastasia.
        Questo è il tempo del Rinnovamento della Chiesa , lo Spirito Santo ci ha resa la Gioia di questo Papa che ricondurra’ in alto le sorti della Sua sposa.
        Nessun dubbio. … dove abbonda il peccato , sovrabbonda la Grazia.
        Lasciamoli scalpitare pure… il drago è slegayo , ma la “donna vestita di sole” gli schiaccera’ il capo!

    • mauro scrive:

      Caro timorato,

      prima dice che siamo, poi tra parentesi non è piu’ convinto ma lei è sempre così evanescente nei suoi interventi?
      Per sua norma e regola c’è un testo CEI (2008) a cui sembra che nessun cattolico facccia affidamento tanto che ognuno si fa una religione per conto suo e posta pensieri contrari al cristianesimo.
      Capisco che il problema sia che postino continuamente link contro i Tdg ma è un danno minimo rispetto all’immensa ignoranza che mostrano sul cristianesimo anche se è evidente che così facendo non andranno da nessuna parte, dopo la morte, sia insultando continuamente i Tdg che facendo tutto il contrario di ciò che prevede il cristianesimo. Vivono perennemente di illusioni e di esse si cibano.

      • Timorato scrive:

        Caro Mauro, sono “cosi evanescente” nei miei discorsi quando incontro gente come lei che ha paura di presentarsi ! o che non ha la bontà di parlare chiaramente ………….

        Lasci perdere di fare come il demonio che tenta Nostro Signore usando la Stessa Parola di Dio ( se lei non è cattolico e non professa la Religione, NON HA IL DIRITTO DI CITARCI I DOCUMENTI CATTOLICI……) mi fa il favore di dirmi a quale religione appartiene ?
        Altrimenti, per il suo stesso onore, lasci perdere di citare la Bibbia e altro, non se ne puo piuuuuu!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Mimma scrive:

          Più.

        • mauro scrive:

          Caro timorato,

          Non sono obbligato a dire chi sia da nessuna Legge dello stato, anzi ne sono protetto, ma questo è un sito in cui intervengono i cattolici e cito versetti della CEI, quindi cattolici, e non vedo come non dovrei citarli.

          Il Vangelo è come un manuale e non vedo come potrebbe infastidirla se ne riporto alcuni passi che contraddicono quanto scrivete. Ne ha paura perchè non li conosce? O ha paura perchè non li rispetta?

          Non mi risulta che i passi del Vangelo possano rappresentare il diavolo e chi li riporta un suo servitore ma è certo che chi non li rispetta lo sia.

          Le dò un esempio della sua evanescenza.

          Ad Anastasia prima scrive che la Chiesa si difende usando carità (è sicuro che sia una difesa e non un modo di agire corretto proprio del cristianesimo?) poi scrive che si difende con la Parola dei pontefici (oltre ad essere sempre un modo di agire corretto a me verrebbe da dire la Parola di Dio trasmessa da Gesu’ tanto che essere pontefici o meno non ha alcuna importanza quando la si trasmette, essendo una ed una sola). Oltretutto ogni pontefice dice quello in cui crede e lei stesso segue il medesimo concetto con i suoi interventi.

          • Timorato scrive:

            Caro Mauro

            NON VOGLIO SAPERE LA SUA IDENTITA’ ma solo la sua religione per poter fare un dialogo “tra peccatori” quali sono i veri figli della Santa Chiesa!!!!
            ( se lei non è peccatore e si sente in grado di accusare i fratelli perché santo, lo dimostri facendo miracoli come facevano i santi, cosi veniamo in pellegrinaggio al suo santo altar e faremo tutto quello che ci dirà, altrimenti cambi subito il tono dei suo discorsi…..non se ne puo più)

            Lei non può citare i versetti del Vangelo per attaccare i cattolici urbe et orbi!!!!!

            Lei non ha il diritto, perché se non crede nell’Autorità sacra e santissima della MADRE Chiesa, che ha ottenuto FIDUCIA ancor prima della Stessa(fiducia) che diamo alla Parola di Dio in quanto tale e come LA CHIESA L’HA ADDITATA( cfr.SAnt’Agostino), lei -come nemico della Chiesa, per l’ assenza di fede e di amore alla Stessa Parola di Dio- non ha nessun diritto di usare nessun versetto biblico!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            La Religione Cristiano-cattolica non è la religione del “Libro” come è l’Islam!

            LA BIBBIA NON E’ UN MANUALE DI CUCINA!!!!
            LA BIBBIA E’ UN “LIBRO” TERRIBILE!!!!!!!!!

            La Religione Cattolica è la Religione della Tradizione!

            Quella “Tradizione” che è la Fonte di tutta la Parola di Dio -ANCHE QUELLA SCRITTA DOPO 50 ANNI DELLA NASCITA DEL CRISTIANESIMO- e che E’ “poggiata” sulla mente e sul cuore degli Apostoli e dei loro legittimi successori( “legittimi”almeno fin quando si limitano a fare quello che hanno fatto gli Apostoli)PUNTO

            Se si poi avra la grazia di diventare cattolico, e “cadra” nella mia stessa evanescenza, si accorgerà che la Carità e tutte le altre Parole divine, oltre che ad avere una sola convergenza, vanno “usate” con: MISTICISMO e sotto la materna guida della Chiesa Infallibile!!!!!!!!!!

            Ora, se per CARITA’, la finira con le sue domande ………., le sarò sempre grato.

      • anastasia scrive:

        Ecco chi si fa una religione a modo suo! Impara!

        http://www.riforma.net/apologetica/sette/dodiciragioni.htm

  38. gibici scrive:

    Un cordiale saluto al dott.Tornielli, a Mimma e a Cuba_libre. I nomi di alcuni frequentatori mi suonano nuovi: benarrivati!
    A Mimma. Non ti preoccupare della storia: nonostante le figure di molti papi, il papato ha superato in buona salute il duemila, unica istituzione cosi’ longeva e questo testimonia il suo aspetto positivo e provvidenziale per la storia della Chiesa e del mondo. Che la Chiesa porti Cristo e’ vero, che lo testimoni in modo adeguato nel capo e nei membri, non sempre. Che lo annunci bene…ditelo voi.

    • Mimma scrive:

      Benritrovato gibici carissimo.
      Verissimo ciò che dici: la nostra fede ci rassicura poiché non è l’uomo a governarla , ma Dio Padre in Gesù Cristo risorto e vivo nell’Eucaristia.
      Lo Spirito Consolatore suscita , ispira e guida i pastori.
      Talvolta lo ha fatto per sentieri aspri e tortuosi , è vero , ma io sono persuasa che tutto coopera al bene di coloro che amano Dio.
      Un caro saluto.

    • cuba_libre scrive:

      Bentornato a te Gibici. Ti diro’, ho un po’ di nostalgia delle tue lucide analisi, senza per questo essere in antitesi con la Fede, e senza scantonare mai nella trascendenza ed il fondamentalismo.

      • gibici scrive:

        Caro Cuba purtroppo non riesco a seguire il blog e, anche se ora gli interventi sono un po’ diminuiti, mi riesce difficile intervenire a proposito, ma quando posso leggo volentieri quello che hanno detto gli amici e i tuoi interventi sono sempre chiarissimi e sentiti.
        Grazie anche ad Eremita e a tanti altri.

  39. kn scrive:

    Timorato, questa e’ una storia infinita che dura da parecchi mesi.
    I finti duelli tra geovisti e falsissimi loro avversari hanno di nuovo monopolizzato il blog, con un becero ballo in maschera, farcito di rimpalli e repliche citanti lo stesso link (da mesi!), tiritera stucchevole, moto perpetuo dell’UNICO argomento-refrain, che rintrona gli sventurati lettori, essendo impossibile seguire la linea del tema proposto, a causa di codesti teatrini depistanti. Aveva ragione Teobaldo: questa cricca tdg+pentecarismatici (in vari cloni) mira unicamente ad assediare e okkupare il blog, eliminando tutti gli altri -sia dialoganti che contenuti- per “sfinimento”.

    • Timorato scrive:

      X KN

      Carissimo non basta lamentarsi, bisogna reagire per quel che si puo, anche ripetutamente, RIMPROVERANDOLI. E’ giusto non dar loro spazio, è giusto quantomeno far accorgere ai nuovi bloggers la loro strategia diabolica quantomeno……per il resto preghiamo, il Signore può convertire!

    • Mimma scrive:

      Lupus in fabula KN identiche argomentazioni del fu TEOBALDO mio acerrimo persecutore!

      • Timorato scrive:

        Vedo che è allergica alle “identiche argomentazioni” di KN, che associa a Teobaldo come se si trattasse di argomentazioni personali di questi bloggers e non del Magistero Irreformabile della Chiesa che lei dice di conoscere ed amare(????????????)E CHE QUESTI CARI BLOGGERS, CI FANNO LA CARITA’ DI FARCI CONOSCERE!

        E’ sicura di conoscere ed amare il Magistero Irreformabile ?

        Tale Magistero deve conoscere ed amare: per amare Cristo!!!

        Non sara la falsa madonna di mediugorie che la salvera nell’ora della morta, ma Cristo che ha parlato attraverso questo Magistero!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        Teobaldo suo persecutore ?La perseguitava, a “colpi” di Magistero, -visto che Teobaldo ha fatto SEMPRE da portavoce a:” Questo Magistero”- ?

        NON DICA FALSITA SUL BUON NOME DEL SUO PROSSIMO, DIO PUNISCE ANCHE IN QUESTA VITA PER TALI PECCATI….E PUNISCE CON TERRIBILI CASTIGHI!!!

        NON MI COSTRINGA A RIPORTARE TUTTI I POST DOVE, SENZA NESSUNA RAGIONE CON LA SCUSA DELLA SUPERBIA ,INSULTAVA TEOBALDO CON INSULTI INDEGNI DI UNA SIGNORA, DI UNA CRISTIANA E DI UNA PERSONACIVILE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Mimma scrive:

          @Timorato

          Anche lei potrebbe essere un buon cristiano e perfino una persona civile…. se non fosse per la sua superbia e per tutti questi punti esclamativi!
          Buona domenica fratello!

    • Eremita scrive:

      ait latro ad latronem…kn.

  40. Reginaldus scrive:

    Avete sentito che cosa dice lo spot di presentazione della nuova Famiglia Cristiana[?!?]? “COINVOLGENTE come la CHIESA di PAPA FRANCESCO”!!! Capito? La chiesa non deve presentare se stessa, ma presentarsi come LA CHIESA DI PAPA FRANCESCO, questo si! Accidenti alla umiltà di tanto papa!!!

  41. Paola scrive:

    L’IMITAZIONE DI CRISTO
    E IL DISPREZZO DI TUTTE LE VANITÀ DEL MONDO

    1. “Chi segue me non cammina nelle tenebre” (Gv 8,12), dice il Signore. Sono parole di Cristo, le quali ci esortano ad imitare la sua vita e la sua condotta, se vogliamo essere veramente illuminati e liberati da ogni cecità interiore. Dunque, la nostra massima preoccupazione sia quella di meditare sulla vita di Gesù Cristo. Già l’insegnamento di Cristo è eccellente, e supera quello di tutti i santi; e chi fosse forte nello spirito vi troverebbe una manna nascosta. Ma accade che molta gente trae un ben scarso desiderio del Vangelo dall’averlo anche più volte ascoltato, perché è priva del senso di Cristo. Invece, chi vuole comprendere pienamente e gustare le parole di Cristo deve fare in modo che tutta la sua vita si modelli su Cristo. Che ti serve saper discutere profondamente della Trinità, se non sei umile, e perciò alla Trinità tu dispiaci? Invero, non sono le profonde dissertazioni che fanno santo e giusto l’uomo; ma è la vita virtuosa che lo rende caro a Dio. Preferisco sentire nel cuore la compunzione che saperla definire. Senza l’amore per Dio e senza la sua grazia, a che ti gioverebbe una conoscenza esteriore di tutta la Bibbia e delle dottrine di tutti i filosofi? “Vanità delle vanità, tutto è vanità” (Qo 1,2), fuorché amare Dio e servire lui solo. Questa è la massima sapienza: tendere ai regni celesti, disprezzando questo mondo.

    2. Vanità è dunque ricercare le ricchezze, destinate a finire, e porre in esse le nostre speranze. Vanità è pure ambire agli onori e montare in alta condizione. Vanità è seguire desideri carnali e aspirare a cose, per le quali si debba poi essere gravemente puniti. Vanità è aspirare a vivere a lungo, e darsi poco pensiero di vivere bene. Vanità è occuparsi soltanto della vita presente e non guardare fin d’ora al futuro. Vanità è amare ciò che passa con tutta rapidità e non affrettarsi là, dove dura eterna gioia. Ricordati spesso di quel proverbio: “Non si sazia l’occhio di guardare, né mai l’orecchio è sazio di udire” (Qo 1,8). Fa’, dunque, che il tuo cuore sia distolto dall’amore delle cose visibili di quaggiù e che tu sia portato verso le cose di lassù, che non vediamo. Giacché chi va dietro ai propri sensi macchia la propria coscienza e perde la grazia di Dio.

    L’UMILE COSCIENZA DI SÉ

    1. L’uomo, per sua natura, anela a sapere; ma che importa il sapere se non si ha il timor di Dio? Certamente un umile contadino che serva il Signore è più apprezzabile di un sapiente che, montato in superbia e dimentico di ciò che egli è veramente, vada studiando i movimenti del cielo. Colui che si conosce a fondo sente di valere ben poco in se stesso e non cerca l’approvazione degli uomini. Dinanzi a Dio, il quale mi giudicherà per le mie azioni, che mi gioverebbe se io anche possedessi tutta la scienza del mondo, ma non avessi l’amore?

    • Mimma scrive:

      @Paola
      Grazie anche a te Paola per la profonda riflessione .
      Questa condizione è ciò a cui la mia anima anela come terra deserta, arida e senz’acqua, ma poi, la coscienza delle mie infermità e delle mie insufficienze mi fa vedere in tutta chiarezza che soltanto l’acqua ed il sangue scaturiti dal costato aperto di Cristo possono finalmente risanare le ferite delle mie infedeltà e della mia umanità. Se il tempo stabilito da Dio sarà sufficiente e la sua Grazia mi accompagnerà ancora proverò a servirlo con migliori propositi e maggiore fedeltà.

      • Paola scrive:

        @Carissima Mimma
        in questi tempi bui per l’umanità dove impera il falsario è solo fissando lo sguardo su Gesù, autore e perfezionatore della nostra fede, che troveremo salvezza e aiuteremo Gesù a salvare le anime. Sii fiduciosa. E’ proprio ciò che di noi più ci infastidisce, che Dio ama redimere e in esso manifestarsi. Siine certa. Pregherò per te e tu fa lo stesso per me.

      • Mimma scrive:

        @Paola
        Quando finirà tutto questo Paola?
        Quando saremo liberati da questo corpo mortale?
        Quando finirà questa “buona battaglia”?
        Quante volte durante la giornata queste domande…

        • Paola scrive:

          @Mimma
          Come sempre, l’Imitazione di Cristo, che ti consiglio di leggere, se non l’hai mai fatto, ci dona le coordinate della santità!

          GLI SREGOLATI MOTI DELL’ANIMA

          Ogni qual volta si desidera una cosa contro il volere di Dio, subito si diventa interiormente inquieti. Il superbo e l’avaro non hanno mai requie; invece il povero e l’umile di cuore godono della pienezza della pace. Colui che non è perfettamente morto a se stesso cade facilmente in tentazione ed è vinto in cose da nulla e disprezzabili. Colui che è debole nello spirito ed è, in qualche modo, ancora volto alla carne e ai sensi, difficilmente si può distogliere del tutto dalle brame terrene; e, quando pur riesce a sottrarsi a queste brame, ne riceve tristezza. Che se poi qualcuno gli pone ostacolo, facilmente si sdegna; se, infine, raggiunge quel che bramava, immediatamente sente in coscienza il peso della colpa, perché ha assecondato la sua passione, la quale non giova alla pace che cercava. Giacché la vera pace del cuore la si trova resistendo alle passioni, non soggiacendo ad esse. Non già nel cuore di colui che è attaccato alla carne, non già nell’uomo volto alle cose esteriori sta la pace; ma nel cuore di colui che è pieno di fervore spirituale.

          Ci doni Dio, Mimma, il fervore di spirito, per staccarci dai lacci del mondo.

        • Mimma scrive:

          Amen Paola!
          Ho letto più volte l’imitazione di Cristo ed anche occasionalmente cercando delle risposte.
          Nel tempo e nel cammino ho imparato a mie spese che nulla è più difficile di tale “imitazione”.

          • Paola scrive:

            Ma con l’aiuto di Dio tutto è possibile carissima Mimma! Fidati di lui.

          • Mimma scrive:

            Lo so Paola, Egli mi ha dato prova della sua fedeltà più volte nella vita, ed è per questo che ancora sono qui ed annuncio le meraviglie della sua Gloria.
            Ci sono però delle “spine” che Egli ama lasciarci per non montare in superbia e per le quali il dolore e lo sconforto divengono a tratti incontenibili.
            L’Apostolo Paolo ne parla chiaramente e aggiunge anche che comunque “tutto coopera al bene di coloro che amano Dio”.

          • Paola scrive:

            Le spine, carissima Mimma, fanno parte del percorso cristiano. Così come è stato per Gesù. Ma ogni spina, il suo amore lo trasforma in rosa. Credilo.

          • Mimma scrive:

            @Paola
            Offro da anni il dolore di queste spine per la salvezza delle anime e la santificazione dei Suoi Ministri versandolo ogni giorno in quel calice insieme al suo Sangue Preziosissimo.
            … e se un giorno vedrò il Suo volto, vorrei che fosse accanto a tutti coloro che ho incontrato ed amato.

          • Paola scrive:

            Mimma, in quest’ultimo messaggio della regina della pace troverai la risposta e i rimedi per un vero cammino di santità. Buona notte!

            Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace n°3890
            22.10.2013
            Amati figli, qualunque cosa accada, restate con Gesù. Amate e difendete la verità. Giorni difficili verranno per voi, ma mettetevi nelle mani del Signore. Egli avrà cura di voi e vi porterà con le Sue braccia. Siete il Suo gregge, suoi prescelti. Non rifiutate. Il demonio seminerà confusione nella casa di Dio, ma la vittoria sarà sempre del Signore. Piegate le vostre ginocchia in orazione. Io sono la vostra Madre dolorosa e soffro per quello che viene per voi. Confessione, Eucarestia, Sacra Scrittura e il Santo Rosario: ecco le armi che vi offro per la grande battaglia spirituale. Ripeto: amai e difendete la verità. In tutto, Dio in primo luogo. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso riunirvi quì ancora una volta. Io vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Restate in pace.

          • Mimma scrive:

            Grazie Paola,
            la Vergine Madre vegli sul nostro cammino.
            Santa notte.

          • Tony scrive:

            Grazie Paola per questo bel messaggio di Maria. E’ un fulgore di speranza per il futuro dell’umanità e della Chiesa.

  42. Tony scrive:

    Carissmi Paola e Mimma
    Finalmente un pò di luce tra tanto grigiore e sproloquio quotidiano che inquina questo blog. Grazie di cuore per le vostre belle riflessioni. Grazie Paola per i meravigliosi passaggi dell’Imitazione di Cristo.

    @anastasia
    Grazie anche a te per la coraggiosa difesa di Cristo Dio e della sua unica chiesa.

  43. mauro scrive:

    Caro timorato,

    mettiamo le cose in chiaro. Il Vangelo tratta di un ebreo che predica gli ebrei e dice ai 12 apostoli ebrei di continuare a farlo dopo la propria morte. E’ quindi il libro degli ebrei (al pari della Bibbia che racconta la loro storia), non di altri, e non è affatto segreto tanto che chiunque può leggerlo indipendentemente che appartenga o meno ad una religione. Non le è dato per diritto sapere se appartenga a meno ad una religione quindi è perfettamente inutile che continui a chiederlo e soprattutto marciarci sopra come scusante per non mettere in discussione le sue credenze che ritiene provenire dalle scritture che dice che le appartengono.

    Tutto ciò che non è segreto può essere citato a riprova che siete usciti dal seminato evangelico e vi siete affidati incautamente ad una autorità credendo in ciò che non fu mai previsto. La riprova è la Chiesa stessa che chiede al credente di rimanere “cum ecclesia” quando l’evidenza e la coerenza sarebbe stata chiedere di essere con il Vangelo, testo non modificabile in quanto sacra scrittura.
    Non ci sono nemici della Chiesa, retaggio di una cultura cattolica che ha seminato morti in ogni dove si sia presentata, e nemmeno nemici di Dio in quanto la conversione si basa sulla libera scelta dell’individuo. Si è liberi di non sceglierlo e dunque non si viene considerati nemici da Dio. Che gli uomini considerano gli altri nemici, sia della Chiesa che di Dio, è alquanto ovvio,.tanti nemici tanto onore, recita l’adagio, ma poco capire: piu’ sono i nemici e piu’ la tua vita è in pericolo mentre il cristianesimo indica al credente di non mettere in pericolo la propria vita.
    L’Islam si rifà al cristianesimo. Dio, Gesu’ Maria etc. sono anche lì presenti e non vi è alcun dubbio perchè è una religione mediorientale come il cristianesimo (tradizioni ed usi uguali o simili) e sarebbe sufficiente che lei parlasse e si confrontasse con loro per accorgersi degli innumerevoli punti di contatto e delle diverse interpretazioni. Sentirsi defraudata di una interpretazione, che già essa aveva tolto agli ebrei, è la ragione che ha mosso la Chiesa Cattolica a muovere contro l’Islam. Una questione di potere sulla terra, la storia umana che si ripete ma anche un rubarsi a vicenda potere per attribuirsi un’autorità. Ma il cristianesimo aveva previsto che fosse Cesare ad avere autorità sulla terra ebrea (la Palestina era sottomessa a Roma), non la Chiesa Cattolica od altri.
    Ed è anche evidente: Pilato (rappresentante di Cesare) trovò Gesu’ innocente, ed intendeva liberarlo, secondo la Legge romana mentre i sommi sacerdoti lo ritenevano colpevole secondo la legge religiosa del popolo ebreo.

    La Bibbia è stata superata dal Vangelo. A fronte di un Dio biblico terribile si è passati ad uno amorevole. E non ho detto che la Bibbia è un manuale ma che lo è il Vangelo. Manuale di buone maniere dove tutti i comandamenti possono essere riassunti in “amerai il prossimo tuo come te stesso (Gal 5,14).

    L’infallibilità papale non esisteva fino al 19 secolo. Potranno diventare infallibili a comando, ovvero quando se la attribuiscono? La realtà è che prima comandavano solo i vescovi e non il Papa. Ancora oggi comandano realmente i vescovi, BXVI ha tolto il disturbo tanto lo martellavano dall’interno della Chiesa Cattolica. Non erano forse sempre pronti a correggere le sue dichiarazioni? L’han fatto passare per uno che non capiva ciò che diceva, con la scusate che male lo avevano interpretato, ma era l’unico che capisse.

    Usare la carità con misticismo significa in sintesi esercitarla sotto il velo del mistero a cui si collega il segreto e di conseguenza ci si riferisce alle associazioni religiose segrete, parenti strette della massoneria. Nel cristianesimo invece ciò che diceva Gesu’ all’orecchio (come fosse un segreto) doveva essere rivelato a tutti coloro che intendevano ascoltare. Non ci sono misteri o segreti, che dir si voglia, nel cristianesimo, tutto ciò che il popolo ebreo non conosceva è stato spiegato da Gesu’. La carità inoltre è un atto spontaneo di aiuto e soccorso disinteressato mosso nei confronto di un altro al fine di soddisfare le sue necessità. Nulla di segreto, lo si fa e basta ma non si pensa di farlo e non lo si fa, tanto da rendere segreto tale proponimento.
    Le ho posto una domanda a cui dovrebbe rispondere ma non ci riuscirà perchè se da un lato eleva la Chiesa Cattolica per quell’operare essa stessa con carità poi lei si abbassa a rimproverare chi la contesta. Un’evidente contraddizione auto escludersi dall’uso della carità che la Chiesa Cattolica chiede a lei stesso di usare sugli altri.
    Se non ci fosse la Chiesa Cattolica da difendere (?) non è forse vero che lei potrebbe rispondere tranquillamente?

    • anastasia scrive:

      Perchè non contesti invece queste falsità? Perchè ne sei dentro fino al collo e quindi ciò di cui accusi gli altri ipocritamente, è lo stesso principio che ti ispira.

      http://www.youtube.com/watch?v=U8NoaXcf4fU

      • mauro scrive:

        Cara anastasia,

        Possono forse i Tdg indirizzare il mondo con il loro potere e pensiero? No, davvero e dunque per quale motivo interessarsi a loro? A lei invece preme sapere cosa dicono ed allora non è nemmeno cristiana perchè il suo obbligo è pensare a sè stessa senza interessarsi a ciò che fanno e dicono gli altri.
        In ogni caso ha sbagliato bersaglio, L’Islam ha superato il cattolicesimo nel mondo (dal 2011) e ciò significa che una gran parte di mondo sta cambiando il proprio pensiero religioso e le è talmente vicino che un giorno o l’altro si troverà ad essere mussulmana, ovvero a pensare come loro, senza nemmeno accorgersene.

        • anastasia scrive:

          òMauro
          Non mi interessa se l’Islam ha superato numericamente il cristianesimo, egregio Mauro, ma controbattere le menzogne e gli attacchi contro la mia madre chiesa è un mio dovere di cristiana, chiamata a dar ragione della speranza che è in me. (Pt). Non mi pongo il problema numerico, ma di coerenza. e quindi, caro tdg, le sue farneticazioni contro la chiesa di Cristo, troveranno in me, sempre, un’aperta contestazione. soprattutto quando si vuol far passare le menzogne geoviste subdolamente o con spudorato proselitismo. Quindi Si ponga lei il problema chiedendosi a chi ha consegnato il suo cervello e la sua capacità di riflessione. E’ inutile copiare le demenze che scrive dai siti geovisti, come pure fa il suo collega J-Sal, e poi voler passare per un pensatore. Solo chi vi conosce bene dall’interno sa che voi siete su questo blog con il preciso compito di intorbidire le acque dell coscienza. Ma ormai siete stati sgamati. Si rassegni. Gli intelligenti e le persone liberi non sono attaccati all’hard-disck della WTS! E guardi quanto il modo sta cambiando!

          https://www.facebook.com/usciredaitestimonidigeova

    • Timorato scrive:

      X Mauro

      quando parlo di Misticismo intendo dire: “qualcosa di molto equilibrato e guidato” e non qualcosa di segreto alla maniera dell’esoterismo.

      Il VAngelo non è un manuale di buone maniere, ma il “libro” della Vita e della Vita Eterna, per le buone maniere ci ha pensato Mons. Della Casa.

      Le ripeto: la Bibbia, il Vangelo non sono libri per studi accademici ma “strumenti” che dalle Labbra dei legittimi Pastori, ci possono donare: la Grazia, la Vita Eterna, in un ambito di fede e fiducia sia verso i Pastori, sia verso quello che dicono le Parole – che ci sono giunte tramite questi strumenti!- per poi “viverle” queste Parole! e non per “ripeterle ad altri” privi della Chiave di lettura che ci viene dalla Legge perfetta che si chiama Carità.

      a proposito, nel suo Vangelo c’è la pagina che riguarda le Chiavi consegnate a San Pietro e tutte le altre Sue Prerogative ?

  44. Mimma scrive:

    In quel tempo, Gesù disse ancora questa parabola per alcuni che avevano l’intima presunzione di essere giusti e disprezzavano gli altri:
    «Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l’altro pubblicano.
    Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: “O Dio, ti ringrazio perché non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano. Digiuno due volte alla settimana e pago le decime di tutto quello che possiedo”.
    Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: “O Dio, abbi pietà di me peccatore”.
    Io vi dico: questi, a differenza dell’altro, tornò a casa sua giustificato, perché chiunque si esalta sarà umiliato, chi invece si umilia sarà esaltato».
    PAROLA DEL SIGNORE.

  45. Paola scrive:

    PREGHIERA DEL PAPA ALLA SANTA FAMIGLIA
    Al termine della Santa Messa celebrata sul sagrato della Basilica Vaticana per la Giornata della Famiglia in occasione dell’Anno della fede, Papa Francesco ha recitato la seguente preghiera davanti all’icona della Santa Famiglia. Una preghiera che smentisce ogni accusa a papa Francesco di perdere di vista il bene supremo e inviolabile della famiglia, formata da un uomo e una donna che in Dio diventano una sola carne.

    Gesù, Maria e Giuseppe
    a voi, Santa Famiglia di Nazareth,
    oggi, volgiamo lo sguardo
    con ammirazione e confidenza;
    in voi contempliamo
    la bellezza della comunione nell’amore vero;
    a voi raccomandiamo tutte le nostre famiglie,
    perché si rinnovino in esse le meraviglie della grazia.

    Santa Famiglia di Nazareth,
    scuola attraente del santo Vangelo:
    insegnaci a imitare le tue virtù
    con una saggia disciplina spirituale,
    donaci lo sguardo limpido
    che sa riconoscere l’opera della Provvidenza
    nelle realtà quotidiane della vita.

    Santa Famiglia di Nazareth,
    custode fedele del mistero della salvezza:
    fa’ rinascere in noi la stima del silenzio,
    rendi le nostre famiglie cenacoli di preghiera
    e trasformale in piccole Chiese domestiche,
    rinnova il desiderio della santità,
    sostieni la nobile fatica del lavoro, dell’educazione,
    dell’ascolto, della reciproca comprensione e del perdono.

    Santa Famiglia di Nazareth,
    ridesta nella nostra società la consapevolezza
    del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
    bene inestimabile e insostituibile.
    Ogni famiglia sia dimora accogliente di bontà e di pace
    per i bambini e per gli anziani,
    per chi è malato e solo,
    per chi è povero e bisognoso.

    Gesù, Maria e Giuseppe
    voi con fiducia preghiamo, a voi con gioia ci affidiamo.

  46. J scrive:

    Mimma scrive: 24 ottobre 2013 alle 22:38 “ci si deve confrontare su “temi” non su dichiarazioni false”

    Mimma scrive: 25 ottobre 2013 alle 14:23 “Preghiamo per l’umanità intera ammalata di peccato “

    Guarda come lo fanno :

    anastasia scrive: 25 ottobre 2013 alle 23:31 “Guarda e trema e taci! E chiediti tu se hai il coraggio di vedere ciò che si intende! Quanto a sanità di mente, hai urgente bisogno dello psichiatra per recuperare il cervello manipolato dalla WTS e di una buona psicanalisi.”

    anastasia scrive: 25 ottobre 2013 alle 23:26 “E tua mamma allora è dannata per aver partorito uno sciocco come te!”

    anastasia scrive: 25 ottobre 2013 alle 22:50 “ Pappagallino J_Sal, ..Accuccia nella sala del regno. La ci sono tanti fantocci che quando parli non apriranno bocca!”

    Così si confrontano sui temi e pregano per l’umanità ammalata.

    Davvero un bell’esempio di figlie di Maria che porgono l’altra guancia e rispettano il vangelo : “La donna impari in silenzio con piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio.” ( 1 Tim 2.11-13)

    “Come si fa in tutte le chiese dei santi, le donne tacciano nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare; stiano sottomesse, come dice anche la legge.” ( 1Cor 14.34 CEI)

    Come dice il vangelo : “‘Dalla tua propria bocca ti giudico, schiavo malvagio” ( Lc 19.22)

    • Mimma scrive:

      Come mai non mandate a cuccia le signore tdg???

    • anastasia scrive:

      @J-Sal
      Se tacessi tu egregio geovista, sarebbero meno follie da dover sopportare. Rassegnati e ricordati come hai definito papa Francesco e il male che hai detto su di lui, egregio J-Sal. Sei scordarello e parli di carità? Ma fammi il piacere IPOCRITA E FARISEO! La tua strategia di menzogne teocratiche, raccontale nelle sale del regno satanico.

      http://www.infotdgeova.it/strategia/menzogna.php

      • Timorato scrive:

        QUINTA SUPPLICA

        LO SAPPIAMO TUTTI CHE SONO TDG, (VERI O FALSI) MAURO E J, QUINDI: PERCHE’ OCCUPARE IL BLOG CON QUESTO GIOCO BOTTA E RISPOSTA, SOLO PER : INVADERE, IL BLOG ?

        PERCHE’ STATE PROVOCANDO IL DOTT. TORNIELLI ?

        IL VOSTRO INTERESSE E’ FAR CHIUDERE IL BLOG?

        E’ POSSIBILE INFATTI, SOLO UNA VOLTA POSTARE UNO STESSO LINK CONTRARIO A TDG E NON MIGLIAIA DI VOLTE: UNO DI SEGUITO ALL’ALTRO!!!

        COME NON CREDERE, CHE QUESTO E’ UN MODO PER RENDERE DIFFICOLTOSA LA LETTURA DEGLI ALTRI POST ?

        SE CI FATE IL FAVORE DI SMETTERLA VI RINGRAZIAMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  47. J scrive:

    Mimma scrive: 27 ottobre 2013 alle 16:17 “@Sal Se noi taceremo saranno le pietre a parlare in nome di Cristo Gesù Re dell’Universo!”

    Ecco brava, lasci parlare le pietre direbbero meno bugie, e lei impari a rispettare il suo vangelo !

    p.s.
    E come al solito proprio coloro che vorrebbe insegnare, prendono lucciole per lanterne. “Cristo Re d’eternità “ ? Spiacente, non è Lui il Re d’Eternità. Studi di più e dica meno corbellerie.
    “Grandi e meravigliose sono le tue opere, Jehovah Dio, Onnipotente. Giuste e veraci sono le tue vie, Re d’eternità… Ora al Re d’eternità, incorruttibile, invisibile, solo Dio, siano onore e gloria per i secoli dei secoli. Amen.” (Riv. 15.3; 1Tim 1.17)

  48. Reginaldus scrive:

    Oggi , nel quadro generale dell’anno della fede, giornata/festa mondiale della Famiglia, celebrata in Piazza san Pietro [Piazza del Tempio di Pietro???] , alla presenza del papa Francesco… Chissà perché, nel vedere quella folla e nel sentire quelle parole, mi vengono in mente quelle pagine del ‘Padrone del Mondo’ , dove si parla delle nuove quattro grandi feste istituite per soddisfare il pur permanente bisogno religioso della nuova umanità post-cristiana, che opportunamente, nello spirito della nuova Religione dell’ Umanitarismo, prendono il nome di Festa della Vita, Festa della Solidarietà, Festa della Maternità e, da celebrare, esattamente come ora in Ottobre , quello di Festa della Paternità, e il cui cerimoniale prevede una solenne processione di apertura che muova dalla “vecchia cappella della Santa Fede”, dell’antica Abbazia- scelta quanto mai significativa, secondo il commento degli organizzatori……

  49. Mimma scrive:

    PENSIERO DI PADRE PIO

    “Lo spirito di Dio è spirito di pace, ed anche nelle mancanze più gravi ci fa sentire un dolore tranquillo, umile, confidente, e ciò dipende appunto dalla sua misericordia.Lo spirito del demonio, invece, eccita, esaspera e ci fa provare, nello stesso dolore, quasi l’ira contro noi stessi, mentre invece la prima carità la dobbiamo appunto usare verso di noi.Quindi se alcuni pensieri ti agitano, pensa che questa agitazione non viene mai da Dio, che ti dona la tranquillità, essendo spirito di pace, ma dal diavolo (AdFP, 547).”

  50. Lt scrive:

    (la confusione epocale dilaga tra le coscienze cattoliche…)

    Gentile redazione,

    Sono sempre più confuso dal “Vescovo di Roma”. Adesso Bergoglio dice che i detenuti sono i “più deboli”, parla dei carcerati come se fossero tutti condannati ingiustamente, e sopratutto mette Gesù condannato nello stesso piano dei detenuti. Ma questo è bestemmiare! Abbiamo un Papa che bestemmia?
    Uno che ti entra in casa e ti massacra di botte per rapinarti, che vende droga a tuo figlio, che ti fa paura il solo incrociarne lo sguardo, non è il “più debole”.
    Trovo poi ridicolo il paragone con la delinquenza di alto livello che spesso rimane più impunita poiché ha più protezioni. Se i ricchi se la cavano più facilmente non è un pretesto per concedere benefici sconsideratamente, ma per costruire un ordinamento giudiziario sempre più equo tramite appropriati interventi legislativi. Sono sicuro che se una persona uccide per legittima difesa chi cerca di rubargli l’auto comprata con tanti sacrifici, Bergoglio è capace di bollarlo come il peggiore dei criminali, ed a fare strenua opposizione a qualsiasi proposta per estendere il diritto all’autodifesa. Sono un disoccupato, quindi apparterrei a quella categoria che Bergoglio dice di prediligere, ma da lui non mi sento rappresentato, perché lo sento dalla parte dei più furbi e di quelli che sono protetti dal sistema.
    (A.G.)

    • Lt scrive:

      ….
      Questa lettera che abbiamo ricevuta ci dà la possibilità di soffermarci su alcune delle interminabili parole di papa Bergoglio, che, come accaduto al nostro lettore, ci lasciano perplessi.

      Come riportato da Radio Vaticana, papa Bergoglio, in una udienza ufficiale ai circa 200 partecipanti al Convegno nazionale dei cappellani delle carceri italiane promosso a Sacrofano, nei pressi di Roma, il 23 ottobre scorso, ha affermato:
      “Voi siete segno della vicinanza di Cristo a questi fratelli che hanno bisogno di speranza. Recentemente avete parlato di una giustizia di riconciliazione, ma anche di una giustizia di speranza, di porte aperte, di orizzonti. Questa non è un’utopia, si può fare.”
      [si può fare.....mi ricorda tanto "yes we can!"]
      In effetti, il convegno in questione si è svolto sul tema: “Giustizia: pena o riconciliazione. Liberi per liberare”.
      Dove il “liberi per liberare”, se non è un enunciato esoterico è allora una tipica affermazione moderna che serve per dire niente con parole vuote che neanche nascondono il nulla. Potremmo parlare di demagogia, ma ce ne asteniamo per non dare l’impressione che manchiamo di carità cristiana, mentre invece scriviamo queste righe proprio per carità cristiana.
      …….
      Che cosa si può fare? La giustizia di speranza?
      Una pura invenzione di Bergoglio: perché la grande speranza per chi ha commesso un reato è scontare la pena corrispondente col cuore contrito e col proposito di non sbagliare più.

      Che cosa si può fare? La giustizia di porte aperte?
      Cioè una giustizia ingiusta che non darebbe ad ognuno il suo, parificando i violatori della legge ai rispettosi della legge?

      Che cosa si può fare? La giustizia di orizzonti?
      Che è una mera inconsistenza verbale buttata lì per confondere le idee e permettere a chiunque di leggervi quello che più gli pare?

      (art. di Belvecchio)

      I carcerati di Bergoglio,
      di Belvecchio

      http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV646_Belvecchio_I_carcerati_di_Bergoglio.html

    • Lt scrive:

      ovvero: le mille e una abissali sciocchezze che ci tocca sentire quando un falso amore, buonismo deleterio che non redime nessuno, nè buoni nè cattivi, calpesta ogni elementare senso di giustizia, essendo condiscendenza coi malfattori (dei quali non si riprovano le malefatte), e che non chiede a nessuno pentimento e/o conversione, demotivando così tutti gli uomini del mondo ad astenersi dal commettere il male!

      • gibici scrive:

        Abissali sciocchezze mi sembrano quelle dei critici di papa Francesco le cui parole a me come ai piu’ sembrano chiare e adeguate alle situazioni. Neppure i carcerati hanno inteso nulla di riprovevole nelle sue parole, per quanto ne so. Ma la minestra della suocera e’ sempre troppo salata.

        • dafne scrive:

          altro che minestra salata……qui mi pare che siamo di fronte al sale del tutto scipito, buono solo per essere gettato via e calpestato dalla gente….

          • Reginaldus scrive:

            ,,, fuor che da gente come @gibici che quel sale scipito raccoglie dalla strada per insaporire il proprio nulla!

  51. mauro scrive:

    Caro timorato,

    non meni il can per l’aia, lei ha parlato i misticismo e non di mistica. Evidentemente non conosce né il primo né la seconda.
    Mons. Della Casa ha solo codificato le buone maniere del suo tempo ma in ogni luogo ed in ogni tempo vale sempre quanto è scritto nel passo di Galati, che già le ho postato, essendo riferito alle buone maniere con cui ci si deve rivolgere al prossimo: il pieno rispetto della vita altrui e delle sue idee. Come mettere le posate sul tavolo non interessa le religioni e neppure quali fiori inviare all’amante.
    La Bibbia racconta la storia degli ebrei e del Dio vendicativo di quel tempo, assolutamente da evitare, ed il Vangelo non dà la vita eterna. E’ Dio che la dà ed è in lui che si deve porre fiducia (fede) così come credere alla testimonianza degli apostoli che attestarono che veramente Gesu’ era risorto. Rilegga il Credo apostolico, sembra abbia dimenticato che si basi sulla testimonianza apostolica.
    Per quale ragione indica Pastori e non pastori? Il loro incarico era “pascere” il gregge e quindi “nutrirli dell’alimento spirituale” rappresentato dalla presenza di un “unico Dio” (che aveva offerto una vita eterna dopo la conversione). Anche il Vangelo stesso opera la stessa funzione leggendolo e dunque non è un incarico così importante essere pastori in quanto il gregge è composto da persone che già si sono convertite , e se lo sono la lettura del Vangelo,” l’auto alimentarsi spiritualmente”esclude l’intervento dei pastori. Sono passati due millenni, allora pochissimi sapevano leggere e scrivere e l’intervento dei pastori era indispensabile.
    Vi è solo una Parola proveniente da Dio, il Verbo ossia il logos, e non tante Parole, come scrive lei, tanto da ubriacarsi.
    Lei è divertente, in qualsiasi Vangelo è riportato il passo delle Chiavi. Non lo sapeva? Sono chiavi figurative che opereranno nel momento in cui continueranno la predicazione che Gesu’ affidò loro. In fatti il Verbo è “darò” ma in tutto il Vangelo non gliele dà realmente. Se poi pensasse che la predicazione, il compito a loro affidato da Gesu’, altro non faceva che far conoscere la presenza di un “unico” Dio (contrariamente al paganesimo dove erano tanti gli Dei) e di un Regno dei Cieli nei quali i convertiti sarebbero risorti, ne consegue che le chiavi aprivano la porta a tale conoscenza per chi accettava la predicazione così come la chiudevano a chi la rifiutava. Dica la verità, lei ha visto troppi film in cui Pietro era davanti al cancello d’entrata al Paradiso pronto a chiudere od ad aprire lo stesso. Oppure pensa che gli desse l’autorità di governare la Chiesa? Veramente Gesu’ considerava tutti gli apostoli uguali fra loro e dunque nessuno di essi prevaleva sugli altri 11. Gli apostoli capirono bene perchè ognuno di loro fondò la propria comunità e Pietro per 30 anni resse quella di Antiochia. Se non l’ha fondata ad Antiochia non esiste una Chiesa sulla Terra. Pensare solo per un momento che per 30 lunghi anni se ne fosse dimenticato fa solo ridere in quanto gli altri 11 apostoli glielo avrebbero ricordato continuamente e lui l’avrebbe fondata ad Antiochia dove risiedeva.

    • anastasia scrive:

      Gesù Non ha certissimamente fondato la menzogna geovista! Informarsi prego!

      http://www.infotdgeova.it/dottrine.php

      • Mimma scrive:

        @Anastasia
        Come vedi il, loro “credo”è cosi visceralmente importante per loro che non hanno neppure il coraggio di professarlo e professarsi geovisti!
        Il terrore di essere demonizzati e poi barbaramente ostracizzati fino a farli dubitare della loro dignità umana , impedisce loro perfino la libertà di parola!
        Altro che fondamentalisti islamici!
        Almeno loro trovano il coraggio delle loro azioni…

      • mauro scrive:

        Se sono state fondate 27 sette che dicono di rifarsi al cristianesimo, compreso il cattolicesimo, evidentemente Gesu’ non era piu’ fra i mortali. E’ talmente evidente che solo un testone di testimone di geova si sarebbe potuto informarmare e lei l’ha fatto perchè ha consultato un loro link. Chi va con lo zoppo inevitabilmente comincia a zoppicare, giusto per non farlo sfigurare e stare al suo passo.

        • anastasia scrive:

          L’unica setta è quella dei testimoni di geova. La chiesa esiste da 2000 anni, la tua setta da 150 e fondata da un impostore americano, tale massonico Russel, che vi ha tutti stregati con il suo satanico messaggio! Moltissimi se ne rendono conte, testone settario, tu solo no perchè sei un anziano demenziale che truffa i blogghers. Pussa via, geofita!

          http://www.infotdgeova.it/pacebene.htm

  52. mauro scrive:

    Cara anastasia,

    lei fa lo stesso errore di timorato, se la Chiesa usa carità lei non può combattere contro nessuno in quanto non ci sono nemici ma persone che pensano diversamente. E’ evidente che lei con le sue esternazioni sui geovisti e sulla mia presunta appartenenza al geovismo abbia consegnato il suo cervello alla stupidità, la stessa che le fa pensare che ci siano nemici della Chiesa.
    Lei non fa che sostenere guerre di religione, le stesse che ancora oggi provocano milioni di morti in tutto il bacino mediorientale e che secoli addietro fecero da riscontro alla politica scellerata della Chiesa con Crociate, inquisizione e spedizioni oltre oceano per convertire al cattolicesimo ma dimentica che uno dei principali concetti del cristianesimo è il rispetto della vita, propria ed altrui, per cui il cristianesimo non prevede che lei si ponga contro qualcuno ed è per tale motivo che le impone anche di pensare alle sue faccende personali e non a quelle altrui (confessioni comprese).

    La libera scelta dell’individuo, così come prevista e confermata nel cristianesimo ed anche in Genesi, mostra senza ombra di dubbio che l’uomo creda in ciò che rappresenti il suo bene e se comprende che il cristianesimo non possa rappresentarlo non vi aderisce. Per comprendere occorre prima conoscere ma appare evidenti che i cattolici, che dovrebbero essere portatori loro stessi dei principi cristiani, non li conoscano affatto e si siano fatti una religione a proprio uso e consumo, tipico della massoneria religiosa. E che sia proprio così proviene dagli innumerevoli misteri che la Chiesa Cattolica ha fatto credere quando tutto ciò che era sconosciuto al popolo ebreo fu rivelato da Gesu’ tanto da dire ai propri apostoli che tutto ciò che diceva loro nell’orecchio avrebbero dovuto farlo conoscere a chi avrebbe ascoltato la loro predicazione.

    Lei è una degli innumerevoli esempi presenti in questo blog che non conosce. L’ultima sua uscita, è non comprendere la differenza che c’è fra “pregare gli uomini” e “pregare per gli uomini”.
    Eppure nel Vangelo c’è scritto “pregare gli uomini “ nel passo di 1 Timoteo (che lei stessa ha proposto per indicare che Gesu’ pregasse anche per i non credenti) ma per farlo non ci si rivolge ad alcuna divinità ma agli uomini stessi mentre dal Vangelo è certo che Gesu’ pregasse per i credenti in Dio ma non per chi non credeva.

    Per quale motivo non si dovrebbe contrastare il cattolicesimo che non rappresenta piu’ il cristianesimo ma un’autentica massoneria religiosa i cui adepti sono ubriachi di sciocchezze benchè nel Vangelo sia scritto tutto il contrario o proprio non sia riportato nulla non essendo fondamento del cristianesimo saperlo? Promulgare dogmi su sensazioni è proprio del vate, un indovino che con fasi enfatiche imbroglia chi lo ascolta o chi lo legge.

    • Mimma scrive:

      Qualcuno potrebbe per carità…. voler decifrare il pensiero di Mauro?
      Deve certamente avere seri problemi con l’hard-disk!

    • anastasia scrive:

      @MAURO
      Lei Mauro fa l’errore dei settari geovisti, essendo un loro proselito. Cristo ha fondato la sua Cjiesa, l’Unica che è stata tale, ignorante della storia, fino all’avvento del protestantesimo. Ma siccome i Betheliani ti hanno sfondato le meningi con le loro menzogne teocratiche, deliri alla grande. Curati ed esci dalla babilonica setta geovista! Sei così a digiuno di analisi logica, ignorante da strapazzo che tu NON HAI CAPITO CHE PAOLO PREGA DIO PER TUTTI GLI UOMINI E NON PREGA GLI UOMINI. COSA CHE TU NEGAVI NEL POST INVIATO A MIMMA E CUBA! RILEGGITI LE STRONZATE CHE SCRIVI. GIRI LA FRITTATA PER NASCONDERE LA TUA MENZOGNA TEOCRATICA. MA CON ME NON FUNZIONA. SE HAI CERVELLO RILEGGITI PAOLO A TIMOTEO. MI FAI PENA.

      http://www.infotdgeova.it/dottrine/morale.php

      • anastasia scrive:

        Quanto alla Massoneria, egregio Mauro, è proprio il grembo da cui voi tdg siete nati. Lo dicono i vostri stessi correligionari! Si documenti!

        http://v.i.v.free.fr/wt/rwi.html

      • mauro scrive:

        Cara ananstasia,

        Ha indovinato, Cristo ha fondato la sua Chiesa, non Pietro. Provi ad immaginnare dove l’abbia fondata se fu eletto sacerdote da Dio dopo che risorse e lo mise a capo della stessa.
        Paolo prega tutti gli uomini affinchè possanon vivere tranquillamente ed è evidente tranne per chi mente. A mimma ho scritto che Gesu’ prega per i credenti e solo per quelli.
        Si metta un paio d’occhiali e giri la chiavetta del cervello, è ancora sull’off (chiuso).

        • anastasia scrive:

          Smaurone,
          La tua scemenza ti porta a dire ovvietà. Certo è che nessuno e tantomeno Cristo ha fondato la setta geovista che da 150 anni emana il fetore satanico della menzogna. E Ricordati ignorantone che Paolo prega per TUTTI GLI UOMINI E perche “Dio vuole che tutti gli uomini raggiungano la salvezza”. E’ inutile insistere ignorante topolino, che esci dalla topaia di notte. Resta nella souriciere che ti ha creato: la WTS! Non solo un paio di occhiali ti devi mettere, ma far impiantare un cervello nuovo, distaccato dalle manipolazioni geoviste che ti hanno reso cretino, anche dinanzi alle ovvietà. CURATI!

          http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20130820070331AAlZekU

        • anastasia scrive:

          RILEGGI IGNORANTE!

          1Timoteo 2,1 Raccomando dunque, prima di tutto, che si facciano domande, suppliche, preghiere e ringraziamenti per tutti gli uomini, 2per i re e per tutti quelli che stanno al potere, perché possiamo condurre una vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio. 3Questa è cosa bella e gradita al cospetto di Dio, nostro salvatore, 4il quale vuole che TUTTI gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità.

          • anastasia scrive:

            Mauro, testimone di geova, SVEGLIATI!!!!

            http://www.testimonigeova.com/Svegliatevi.htm

          • anastasia scrive:

            Arrivate persino ai Messaggi subliminali per manipolare le coscienze e le menti. Da ORROR!

            I messaggi subliminali presenti nelle pubblicazioni dei Testimoni di Geova.

            http://guide.supereva.it/cristiani/interventi/2007/05/295128.shtml

          • Ilsanta scrive:

            @Anastasia

            “Arrivate persino ai Messaggi subliminali per manipolare le coscienze e le menti. Da ORROR!”

            Le immagini che ho visto nel link da lei inviato sono solamente dei casi, pure decisamente poco felici e comprensibili, di pareidolia, fenomeno notissimo anche ai cattolici (e non solo purtroppo) che lo sfruttano per cosucce come questa:
            http://www.magnaromagna.it/2008/curiosita/foto-apparizione-madonna-illusione-ottica/

            … o questa:
            http://www.apogeonline.com/webzine/2004/12/14/18/200412141801

            Non è che chi va con lo zoppo ….?

          • mauro scrive:

            Cara anastasia,

            Dalla Treccani. SETTA: Associazione di persone che seguono e difendono una particolare dottrina filosofica, religiosa o politica.

            Non ne siete immuni, sempre una setta siete e rimarrete.

          • J scrive:

            “A volte la gente non vuole ascoltare la verità perché non vuole vedere le proprie illusioni distrutte.” – F. W. Nietzsche –

          • anastasia scrive:

            Già, ha ragione Mauro, siete e sarete sempre una setta distruttrice delle coscienze e delle menti. Ve lo dice pure Wikipedia. La preferita fonte di J-Sal.

            Il carattere settario
            La Congregazione dei Testimoni di Geova è stata definita una setta: il Rapporto Guyard del 1995, un documento del parlamento francese sulle sette, la definiva tale[8] e la Relazione sulle sette nell’Unione europea del 1997, oltre a citare diverse volte i Testimoni di Geova, ricordava come in Grecia i testimoni fossero l’”unica setta riconosciuta in quanto tale” nel paese[9]. Parimenti, autori come Anthony A. Hoekema[10], Ron Rhodes[11] e Alan W. Gomes[12] hanno espresso tale convinzione. Nel 2012, Hervé Machi, segretario generale della Missione interministeriale per la vigilanza e la lotta contro le derive settarie ha affermato che in Francia pur non esistendo sette, i Testimoni di Geova presentano un certo numero di problemi che sono caratteristici di una deriva settaria[13]……

            http://it.wikipedia.org/wiki/Critiche_ai_Testimoni_di_Geova

          • Timorato scrive:

            Maledetto Nietzche !!!!!!!

            Noi cattolici abbiamo una Sola Verità Vera: quella che culmina con la Speranza cristiana CHE E’ CERTEZZA, -come dice l’Apostolo- che ci da la Vita Eterna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            Maledetto Nietzche !!!!!!!
            Maledetto Nietzche !!!!!!!

          • Ilsanta scrive:

            @Anastasia

            “Già, ha ragione Mauro, siete e sarete sempre una setta”

            I termini religione/setta equivalgono ai termini governo/opposizione.
            La religione è la setta che al momento domina la scena nell’attesa che un’altra setta prenda eventualemnte il suo posto.
            Chissà quindi per quale motivo usa questo termine in senso dispregiativo ….

          • stefano scrive:

            Caro Ilsanta, il parallelo col sistema di governo democratico da lei scelto fa acqua da tutte le parti. Intanto, religioni e sette non condividono la medesima “costituzione”. Poi, la distinzione tra le due non sta nei numeri: laddove la Chiesa Cattolica è localmente minoranza perseguitata, non è perseguitata in quanto setta o opposizione minoritaria, ma in quanto Chiesa Cattolica. Per proseguire, non c’è mai stata alternanza di dominio tra sette, non so dove l’abbia letto.
            Dal suo intervento si evince solo che lei è sempre stato all’opposizione, dove ha sviluppato uno spirito nichilista e di risentimento settario.
            P.S.: … a proposito, una domanda: il laicismo è religione o setta?

          • Ilsanta scrive:

            @Stefano

            “Caro Ilsanta, il parallelo col sistema di governo democratico da lei scelto fa acqua da tutte le parti. Intanto, religioni e sette non condividono la medesima “costituzione”.”

            Davvero? E in cosa differiscono?

            “Poi, la distinzione tra le due non sta nei numeri: laddove la Chiesa Cattolica è localmente minoranza perseguitata, non è perseguitata in quanto setta o opposizione minoritaria, ma in quanto Chiesa Cattolica.”

            La Chiesa cattolica ai suoi inizi veniva vista come una setta rispetto all’ebraismo, il fatto che oggi venga perseguitata non la rende di fatto diversa da altre sette anch’esse oggetto di persecuzione.

            “Per proseguire, non c’è mai stata alternanza di dominio tra sette, non so dove l’abbia letto.”

            Non c’è mai stata perchè la setta dominante ha definito gli altri “setta” in senso dispregiativo e se stessa “religione”, ovviamente la storia la fanno i vincitori.

            “Dal suo intervento si evince solo che lei è sempre stato all’opposizione, dove ha sviluppato uno spirito nichilista e di risentimento settario.”

            Per essere setta devo condividere almeno parte dei convicimenti da cui mi dissocio, io invece non condivido più nulla della religione cattolica.
            Quello che poi lei evince dai miei interventi mi lascia indifferente, ognuno usa la fantasia come gli pare e piace.

            “P.S.: … a proposito, una domanda: il laicismo è religione o setta?”

            Il laicismo non ha necessità di credere nel sacro per cui non ha senso identificarlo in nessuno dei due termini. Capisco che nel suo mondo asfittico lei non riesca ad immaginare nulla che non dipenda dal suo Dio, sappia che ciò che vale per lei non vale necessariamente per tutti.

          • stefano scrive:

            Ilsanta,
            è vero, nel mio mondo tutto dipende da Dio. Come fa allora a essere asfittico? Che vuol dire?
            Ma sì, certo, ognuno usa le parole come gli pare e piace. Mica ha niente da dire.
            Tanto i giudizi altrui la lasciano indifferente. Che apatia.

          • Ilsanta scrive:

            @Stefano

            “Ilsanta,
            è vero, nel mio mondo tutto dipende da Dio. Come fa allora a essere asfittico? Che vuol dire?”

            Vuol dire che lei misura tutto con il metro della religione che propaganda il suo Dio, misura anche qualcosa che non ha senso sia misurato con quel metro. Pensare il laicismo come una forma di religione è come pensare il digiuno come una portata del ristorante.

            “Ma sì, certo, ognuno usa le parole come gli pare e piace. Mica ha niente da dire.”

            Assolutamente niente da dire, so bene che c’è chi usa le parole per nascorcisi dietro, faccia pure.

            “Tanto i giudizi altrui la lasciano indifferente.”

            Veramente a me lasciano indifferente i pregiudizi, i suoi come quelli altrui.

            “Che apatia.”

            Lei evidentemente non sà distinguere l’apatia dalla serenità.

            PS: e intanto non mi ha detto in cosa per lei differisca una setta da una religione ….

          • stefano scrive:

            @Ilsanta
            Non me l’aveva chiesto, ma non eluderò la domanda.
            Tecnicamente una setta, come dice la parola stessa (seco, sectum, secare), è una comunità che si separa dalla religione di origine, avendone stravolto i contenuti.
            Tralascio ogni altra descrizione legata a caratteristiche psico-sociali e a fenomenologie tipiche delle sette che non si riscontrano nelle religioni (a parte le semplificazioni strumentali dei laicisti che per scelta ideologica settaria combattono le religioni, soprattutto quella cattolica).
            A tal riguardo, è gravemente inesatto affermare (come ha detto lei) che il cristianesimo sia una setta nata dall’ebraismo, perché il cristianesimo non ha mai rinnegato la Rivelazione e le promesse fatte da Dio ad Abramo, a Mosè e ai Profeti. Tant’è che conserva ancora l’intero Antico Testamento.
            Semmai – sempre tecnicamente – sono gli ebrei a doversi considerare una setta, per essersi separati dalla Rivelazione, non riconoscendo Cristo. Ma, per disegno divino, solo temporaneamente.
            Perciò gli ebrei possono anche considerare i cristiani una setta, ma i cristiani li considerano invece “fratelli maggiori”, ed è di dottrina cattolica che Dio rimane sempre fedele alle promesse fatte al Popolo Eletto.
            Quindi se lei dice che tutte le religioni sono sette, con intento chiaramente dispregiativo delle religioni, e in particolare quella Cattolica, lei intanto fa sfoggio di ignoranza, poi fa un’operazione intellettualmente disonesta, e infine agisce anche da provocatore.
            Ma tanto con me non attacca. Mi accontento di inchiodarla alle sue contraddizioni.

          • Ilsanta scrive:

            @Stefano

            “Non me l’aveva chiesto, ma non eluderò la domanda.”

            Non per fare il pignolo ma …
            “Intanto, religioni e sette non condividono la medesima “costituzione”.”

            Davvero? E in cosa differiscono?”

            “Tecnicamente una setta, come dice la parola stessa (seco, sectum, secare), è una comunità che si separa dalla religione di origine, avendone stravolto i contenuti.”

            Un pò come il cristianesimo nei confronti dell’ebraismo?

            “Tralascio ogni altra descrizione legata a caratteristiche psico-sociali e a fenomenologie tipiche delle sette che non si riscontrano nelle religioni (a parte le semplificazioni strumentali dei laicisti che per scelta ideologica settaria combattono le religioni, soprattutto quella cattolica).”

            Quindi lei tralascia volutamente le tesi laiche, senza entrare nel merito, perchè ritiene che siano prevenute?
            Le piace vincere facile …

            “A tal riguardo, è gravemente inesatto affermare (come ha detto lei) che il cristianesimo sia una setta nata dall’ebraismo, perché il cristianesimo non ha mai rinnegato la Rivelazione e le promesse fatte da Dio ad Abramo, a Mosè e ai Profeti. Tant’è che conserva ancora l’intero Antico Testamento.”

            Ma la stessa definizione di setta che ha dato lei presuppone che la setta non rinneghi tutto ma crei una cesura con la religione/setta da cui proviene. Quindi il fatto di avere legami con la religione/setta di orgine è cosa comune anche alle cosiddette sette cristiane ….

            “Semmai – sempre tecnicamente – sono gli ebrei a doversi considerare una setta, per essersi separati dalla Rivelazione, non riconoscendo Cristo. Ma, per disegno divino, solo temporaneamente.”

            Sempre tecnicamente le faccio notare che di tecnico in quello che lei afferma non c’è nulla. Lei afferma che il cristianesimo non è una setta perchè l’ebraismo è una setta, perchè lei avrebbe la ragione dalla sua e gli ebrei no.
            Dove stà la “tecnica” in tutto questo?

            “Perciò gli ebrei possono anche considerare i cristiani una setta, ma i cristiani li considerano invece “fratelli maggiori”, ed è di dottrina cattolica che Dio rimane sempre fedele alle promesse fatte al Popolo Eletto.”

            Conviene definirli così adesso?

            “Quindi se lei dice che tutte le religioni sono sette, con intento chiaramente dispregiativo delle religioni, e in particolare quella Cattolica, lei intanto fa sfoggio di ignoranza,”

            Ma il senso dispregiativo non l’ho dato io, come al solito è una sua elucubrazione, sono semmai i suoi correligionari che danno una interpretazione negativa del termine setta (nello specifico riferendosi ai TDG).
            Forse dovrebbe leggere i post in cui interviene prima di dare dell’ignorante agli altri ….

            “poi fa un’operazione intellettualmente disonesta, e infine agisce anche da provocatore.”

            Non si agiti per favore, può capitare che talvolta gli interlocutori non vengano ammansiti come agnelli al suo passaggio gentile (?) Stefano.

            “Ma tanto con me non attacca. Mi accontento di inchiodarla alle sue contraddizioni.”

            Ne avessi vista una di contraddizione, comunque se a lei fa piacere adesso mi attacco al chiodo, contento?

          • stefano scrive:

            @Ilsanta
            Mi scuso, mi era sfuggita la sua domanda in testa al post (forse anche perché mi pareva di avere già risposto).
            Quanto all’avverbio “tecnicamente” il termine è del tutto appropriato nella lingua italiana (e non) per indicare qualcosa secondo il suo significato in senso stretto o letterale. Non v’era quindi nessuna allusione alla tecnica o alle scienze esatte.
            Se dalla sua prospettiva laicista non v’è differenza tra religioni e sette – se non per chi predomini in un dato momento – e se, come dice, non c’era intento dispregiativo nell’uso del termine “setta” per indicare i cristiani, allora perché non le chiama tutte “religioni”? Non sarà esatto (tanto per lei sono differenze irrilevanti), ma in compenso non da l’impressione di voler essere offensivo. Tanto più se non le sfugge il senso dispregiativo che “i miei correligionari” attribuiscono a “setta” quando si riferiscono ai TdG.
            Riguardo alle presunte cesure tra cristianesimo e Vecchio Testamento, queste le vede solo lei (e gli ebrei, ovviamente). Ripeto quanto già detto: c’è una sola Rivelazione e il Cristianesimo non ne è mai uscito, anzi vi è stato impiantato. Se le interessa davvero, ci sono i testi di Dottrina. Saluti.

          • Ilsanta scrive:

            @Stefano

            “Mi scuso, mi era sfuggita la sua domanda in testa al post (forse anche perché mi pareva di avere già risposto).”

            Diciamo che non è sempre facile seguire le discussioni per cui non c’è bisogno di scuse.

            “Quanto all’avverbio “tecnicamente” il termine è del tutto appropriato nella lingua italiana (e non) per indicare qualcosa secondo il suo significato in senso stretto o letterale. Non v’era quindi nessuna allusione alla tecnica o alle scienze esatte.”

            Lei ha usato il termine “tecnicamente” riferendolo agli infidi (da intendersi letteralemente) ebrei che non credono a Gesù. Dunque sempre tecnicamente un ebreo potrebbe dire l’opposto, è evidente però che la tecnica non può dipendere da ciò che uno crede, pena non essere più “tecnica”.

            “Se dalla sua prospettiva laicista non v’è differenza tra religioni e sette – se non per chi predomini in un dato momento – e se, come dice, non c’era intento dispregiativo nell’uso del termine “setta” per indicare i cristiani, allora perché non le chiama tutte “religioni”?”

            Se ha letto l’intervento all’interno del quale mi sono inserito, dovrebbe aver capito che rispondevo ad una cristiana (cattolica presumo) che contestava i TDG usando in tono dispregiativo il termine setta, per cui ho fatto notare che anche il cristianesimo non si discosta poi molto dai comportamenti definiti settari dei TDG. Per me definire chi crede come appartenente ad una setta o ad una religione poco cambia, non so per lei.

            “Non sarà esatto (tanto per lei sono differenze irrilevanti), ma in compenso non da l’impressione di voler essere offensivo. Tanto più se non le sfugge il senso dispregiativo che “i miei correligionari” attribuiscono a “setta” quando si riferiscono ai TdG.”

            Strano che l’intervento lo abbia fatto solo nei miei confronti quando ho definito il cristianesimo una setta. Nulla da eccepire verso un cristiano che usa il termine verso altre religioni/sette, c’è chi può e chi no evidentemente.

            “Riguardo alle presunte cesure tra cristianesimo e Vecchio Testamento, queste le vede solo lei (e gli ebrei, ovviamente).”

            Un pò di sano relativismo talvolta farebbe bene … se si è interessati ad un confronto ovviamente.

            “Ripeto quanto già detto: c’è una sola Rivelazione e il Cristianesimo non ne è mai uscito, anzi vi è stato impiantato. Se le interessa davvero, ci sono i testi di Dottrina. Saluti.”

            Mi permetta di dirle che potrei pure essere interessato, ma vi troverei solamente la versione di una delle parti in gioco, come chiedere all’oste se il suo vino è buono.

          • stefano scrive:

            @Ilsanta
            Non pretendo che lei chieda all’oste com’è il vino per sapere se è buono. Lei ha già deciso che è cattivo e non sarò certo io a farle cambiare gusti e opinioni.
            Quello cui lei dovrebbe attenersi per fare un’operazione intellettualmente onesta è verificare se dai testi di dottrina sia possibile concludere che il cristianesimo è “tecnicamente” una setta dell’ebraismo.
            Gli studiosi delle religioni lo fanno con tutte le credenze applicando criteri scientifici e non un “sano” relativismo.
            Che poi lei voglia continuare a parlare del cristianesimo con risentimento, usando termini spregiativi e definendolo una setta al pari dei TdG, con intento diffamatorio e per trarne un sordido piacere, è con tutta evidenza soltanto un problema suo, per cui la posso solo compatire, ma che non dovrebbe usare lo spazio di un foro pubblico dedicato al civile confronto e che non può essere ridotto a cassa di risonanza di ogni mal di pancia. Saluti.

          • Mimma scrive:

            @Stefano
            …esattamente Stefano, se il cane starnutisce è colpa della Chiesa Cattolica. (politica laicista)

          • Ilsanta scrive:

            @Stefano

            “Non pretendo che lei chieda all’oste com’è il vino per sapere se è buono. Lei ha già deciso che è cattivo e non sarò certo io a farle cambiare gusti e opinioni.”

            Lei fà sempre un passo di troppo, ha sempre una tendenza “all’automartirizzazione”, a me semplicemente non interessa il vino, con ciò ognuno potrà gustarselo nella forma e nelle modalità che più gli aggradano. Se però lei continua a sbandierare il suo, come l’unico vero vino, beh è ovvio che qualcuno le chieda conto di tale affermazione.

            “Quello cui lei dovrebbe attenersi per fare un’operazione intellettualmente onesta è verificare se dai testi di dottrina sia possibile concludere che il cristianesimo è “tecnicamente” una setta dell’ebraismo.”

            Se invece fosse lei a voler cercare di essere intellettualmente onesto, dovrebbe chiedersi se sia possibile che nei testi di una dottrina essa si autodefinisca setta considerando tale termine in senso dispregiativo.

            “Gli studiosi delle religioni lo fanno con tutte le credenze applicando criteri scientifici e non un “sano” relativismo.”

            E infatti io le ho chiesto quale sia il criterio per distinguere scientificamente fra setta e religione e lei mi ha rimandato a testi di dottrina ….

            “Che poi lei voglia continuare a parlare del cristianesimo con risentimento, usando termini spregiativi e definendolo una setta al pari dei TdG, con intento diffamatorio e per trarne un sordido piacere”

            Ma è cieco o semplicemente non sà leggere?
            Ho ribadito in molteplici modi che a me non frega niente di come lei voglia definire la sua credenza. Coloro che usano il termine setta in senso dispragiativo siete (in questo contesto) lei e Anastasia.
            E’ evidente che coloro che provano piacere nel gettare … fango …. addosso agli altri siete voi due, cosa lecitissima, non se ne vergogni, in fondo anche i bambini amano giocare con il fango!

            “è con tutta evidenza soltanto un problema suo, per cui la posso solo compatire”

            La ringrazio per la compassione, adesso potrà dire di aver fatto la sua buona azione quotidiana.

            “ma che non dovrebbe usare lo spazio di un foro pubblico dedicato al civile confronto e che non può essere ridotto a cassa di risonanza di ogni mal di pancia. Saluti.”

            Da quando lei è stato nominato moderatore di supporto? Chi le darebbe il diritto di decidere quali argomenti vanno trattati e quali no?
            Ma soprattutto, come fà a definire civile il suo continuo esprimersi a suon di pregiudizi?

            @ Mimma

            “…esattamente Stefano, se il cane starnutisce è colpa della Chiesa Cattolica. (politica laicista)”

            Attitudine al confronto 0, desiderio di martirio 100.

          • Mimma scrive:

            @Ilsanta

            Grado di saccenza=1000
            Umiltà=0

          • Ilsanta scrive:

            @Mimma

            Se fossi solo saccente non dovrebbe essere difficile per lei controbattere senza ricorrere al vittimismo, in merito all’umiltà la ritengo una virtù decisamente sopravvalutata.

          • Mimma scrive:

            Ilsanta
            Non sarebbe difficile per me smontare una ad una tutte le sue pseudosicurezze ideologiche,
            semplicemente non la ritengo sufficientemente aperto al confronto e all’ascolto.

  53. Mimma scrive:

    Senza lo Spirito Santo

    Senza lo Spirito Santo
    Dio è lontano,
    Cristo rimane nel passato,
    il Vangelo è lettera morta,
    la Chiesa è una semplice organizzazione,
    l’autorità è una dominazione,
    la missione una propaganda,
    il culto una evocazione,
    e l’agire dell’essere umano una morale da schiavi.

    Ma nello Spirito Santo:
    il cosmo è sollevato e
    geme nella gestazione del Regno,
    Cristo risorto è presente,
    il Vangelo è potenza di vita,
    la Chiesa significa comunione trinitaria,
    l’autorità è un servizio liberatore,
    la missione è una Pentecoste,
    la liturgia è memoriale e anticipazione,
    l’agire umano è divinizzato.

    (Patriarca Atenagora)

    

  54. Mimma scrive:

    Sapienza 7, 21-24

    “21Ho conosciuto tutte le cose nascoste e quelle manifeste,
    perché mi ha istruito la sapienza, artefice di tutte le cose.
    22In lei c’è uno spirito intelligente, santo,
    unico, molteplice, sottile,
    agile, penetrante, senza macchia,
    schietto, inoffensivo, amante del bene, pronto,
    23libero, benefico, amico dell’uomo,
    stabile, sicuro, tranquillo,
    che può tutto e tutto controlla,
    che penetra attraverso tutti gli spiriti
    intelligenti, puri, anche i più sottili.
    24La sapienza è più veloce di qualsiasi movimento,
    per la sua purezza si diffonde e penetra in ogni cosa.”
    

  55. Mimma scrive:

    PENSIERO DI PADRE PIO
    “Se noi siamo calmi e pazienti, troveremo non solo noi stessi, ma anche l’anima nostra e con essa Dio (AdFP, 549).”

  56. Lt scrive:

    Nel 1963 SAN PIO DA PIETRELCINA, già vedendo, da santo profeta qual era, la nefasta piega mondanizzante che il clero stava prendendo grazie alle sciagurate innovazioni conciliari, e il modernismo in esso galoppante, disse in un pubblico discorso ai suoi figli spirituali:

    “Causa l’ingiustizia dilagante e l’abuso di potere, siamo giunti al compromesso col materialismo ateo, negatore dei diritti di Dio. Questo è il castigo preannunciato a Fatima […];
    tutti i sacerdoti che sostengono la possibilità di un dialogo coi negatori di Dio e coi poteri luciferi del mondo, sono ammattiti, hanno perduto la fede, non credono più nel Vangelo!

    Così facendo tradiscono la parola di Dio, perché Cristo venne a portare sulla terra perpetua alleanza solamente agli uomini di cuore, ma non si alleò cogli uomini assetati di potere e di dominio sui fratelli […]
    il gregge è disperso quando i pastori si alleano con i nemici della Verità di Cristo. Tutte le forme di potere fatte sorde al volere dell’autorità di Dio sono lupi rapaci che rinnovano la Passione di Cristo e fanno versare Lacrime alla Madonna”.

    • Mimma scrive:

      Alcuni si essi sono proprio coloro che scostati dal Magistero del Papa e della Chiesa, pensano di esserne al di sopra!
      Coloro che negano l’autorità del Pontefice e ne giudicano la Pastorale.
      Coloro che come i farisei si autoincensano rinnegando e disprezzando il fratello in nome della “tradizione”
      ….Si ricordino, lorsignori, che Cristo non era un politico, ne un settario!
      Padre Pio vedeva i rischi a cui sarebbe andata incontro la Chiesa, ma MAI si sarebbe sognato di disubbidirvi o di negare l’Autorità di Pietro!
      UMILTA’ fratello!

      • J scrive:

        “ La donna impari in silenzio con piena sottomissione. 12 Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio. “ ( 1Tim 2.11-13)

      • Timorato scrive:

        X MIMMA

        La finisca con queste facile speculazioni all’insegna della parola “umiltà”, peccando lei stessa di quello che accusa ai tradizionalisti ingiustamente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        i tradizionalisti non giudicano il foro interno come fa lei verso di essi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        i tradizionalisti giudicano gli “oggettivi” fatti e le “oggettive” parole di Papi che hanno tradito -loro si- il Magistero Irreformabile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        L’umiltà è proprio questo: “DIFENDERE LA VERITA’”

        Padre Pio avrebbe disubbidito certamente se avesse visto che la sua “ubbidienza” doveva servire ad offendere anche indirettamente la Gloria di Dio e la Salvezza delle Anime!!!!!!!!!

        ha obbedito di fronte alle ingiustizie e ai soprusi che gli fece papa Giovanni, solo perché facevano soffrire lui e lui solo…..altrimenti avrebbe fatto come San Giovanni Battista che grido ai potenti: “…..non ti è lecito”

        Tanto più che Padre Pio grido: “…fermate il concilio!”
        Tanto più che volle celebrare fino alla fine dei suoi giorni Quella Messa Tridentina che lo fece Santo e da cui riusciva sempre a santificare quelle anime che l’assistevano celebrata da lui, anche per più di tre ore, e nonostante non capivano niente per il latino…………..si salvarono UGUALMENTE!

        Mentre la messa di Paolo VI è buona solo per fare show-convegni all’insegna della disperazione sociologica-esistenzialista e pure ideologica. E PER NON ESSERE DI OFFESA AI PROTESTANTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
        Giusto per servire il culto dell’uomo di massonica memoria e per far avverare quello che predisse il Profeta Daniele:”….SACRIFICIO SARA ABOLITO E L’ABOMINIO SI INSEDIERA FIN DENTRO IL LUOGO SANTO”

  57. Lt scrive:

    ….tutti -TUTTI- i sacerdoti che sostengono la possibilità di un dialogo coi negatori di Dio e coi poteri luciferi del mondo, sono ammattiti, hanno perduto la fede, non credono più nel Vangelo!

    dialogo ecumenista coi negatori di Dio = lo sostiene CHI HA PERSO LA vera FEDE nell’unico vero Dio Trinitario, ritenendo possibile (e proficuo!) lo scambio mistificante di idee e credenze nel dialogo INTERRELIGIOSO, sempre condannato dai papi per quasi 2000 anni. Fino al concilio e al mitico Assisi1-2-3.

    cfr. la SS.ma Madre di Dio a La Salette:

    ROMA PERDERA’ la Fede e diventerà la sede dell’anticristo.

    *ROMA*.

  58. mauro scrive:

    Cara anastasia,

    il suo intervento è blasfemo. Gesu’ pregava per i credenti e non per chi non lo era e dunque intercedeva presso Dio perchè i credenti potessero ottenere la vita eterna.

    Poi è intervenuta lei con 1 Tim 1-3 ed ha fatto la solita frittata cattolica.
    Domande suppliche preghiere e ringraziamenti sono uno di seguito all’altro, così come citati, l’iter attraverso il quale ci si rivolge agli uomini, ai re ed ai potenti per ottenere quella “ vita calma e tranquilla, dignitosa e dedicata a Dio”, che chiede Paolo nella prima lettera a Timoteo, ed una volta ottenuto l’assenso si ringrazia chi ce l’ha concesso.

    Lei ha confuso una preghiera spirituale rivolta a Dio, speranza in una vita eterna pro credenti, con “domande, suppliche,preghiere e ringraziamenti” rivolte al prossimo, con cui ci si relaziona nella quotidiana esistenza, ed a Re e potenti che devono agire a favore dell’intero popolo, dando loro sicurezza nella vita, al fine di ottenere da tutti loro la rassicurazione di poter seguire quel tipo di vita dedicata a Dio.
    E poiché è certo dal Vangelo che gli apostoli verranno perseguitati al pari di Gesu’ che fu crocefisso, Paolo attesta che così facendo “3 Questa è cosa bella e gradita al cospetto di Dio, nostro salvatore, 4 il quale vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità”, ed è evidente perchè se non si provvedesse a ciò si potrebbe sì essere uccisi ma anche uccidere, per legittima difesa, chi avrebbe potuto salvarsi.

    E’ la citazione di re e potenti (messi al potere da Dio affinchè operino in favore del popolo intero ed esautorati se operassero contro) che indica che è una preghiera totalmente diversa da quella che Gesu’ rivolge a Dio in quanto, appartenendo anch’essi (Re e potenti) al genere umano, già sarebbero ricompresi fra gli “uomini”.

    Chiunque fosse oggetto di persecuzione raccomanderebbe la propria vita a chi sta infierendo sulla sua persona così come si appellerebbe ad un’autorità superiore sulla terra, rappresentata da Re e potenti nel Vangelo.
    Certo che i cattolici brandirebbero la croce e si farebbero uccidere (e lo hanno fatto) ma ciò è contrario al cristianesimo. La vita di qualsiasi individuo, proprio perchè è creatura di Dio, non deve essere messa in pericolo e così come è vietato uccidere colui che viene a contatto con noi, il prossimo, così anche si deve proteggere la propria vita da chiunque voglia metterla in pericolo. Non è un concetto cristiano ma un concetto universale che il Vangelo ribadisce e fa attraverso il racconto di chi, credente, viene affrontato da un oppositore (di fede). Il credente non deve ostacolarlo in nessun modo (lo è ostentare la croce, lo è dicendogli che andrà all’inferno etc.) perchè così facendo metterebbe in pericolo la propria vita.

    Se Paolo avesse scritto che i credenti si fossero rivolti a Dio per scongiurare persecuzioni sulle loro persone, il far intervenire Dio sui non credenti (e Re e potenti), sarebbe stato un eretico perchè Gesu’ non pregò mai Dio per loro. Ed è logico perchè Dio non interviene nella vita dell’uomo e nelle sue scelte. Infatti, offrendogli la possibilità di salvarsi, non lo costringe ad aderire e ciò significa che gli lascia pieno arbitrio e responsabilità decisionale.

    Mi saluti i geovisti, suoi compari.

      • anastasia scrive:

        @Mauro
        Blasfemo sei tu geovista eretico. DIO VUOLE CHE TUTTI GLI UOMINI SIANO SALVI!!!!

        Sei di coccio, ma ormai sappiamo che sei un manipolato mentale e quindi capiamo che la logica ti deficita abissalmente. Non te la prendere, Puoi sempre ritornare alla prima elementare per imparare l’analisi grammaticale. Lascia la paralizzante illusione di geova.

        http://www.emiliomorelli.it/

        • anastasia scrive:

          @Guarda quanto sei tonto, smaurone sneuronato!

          Lc 3,6 Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

          At 13,47 Così infatti ci ha ordinato il Signore:
          Io ti ho posto per essere luce delle genti,
          perché tu porti la salvezza sino all’estremità della terra».

          Rm 1,16 Io infatti non mi vergogno del Vangelo, perché è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del Giudeo, prima, come del Greco.

          Tt 2,11 È apparsa infatti la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini

          • Mimma scrive:

            @Anastasia.
            Veramente grande. Ma non ti dar pena. Questi i neuroni li hanno già da molto tempo fusi, Ne sono privi. Basta leggere le demenze che scrivono.

          • mauro scrive:

            Cara ananstasia,

            i versetti che propone sono inconsistenti alle sue vantate conoscenze cristiane.

            Lc 3,6 . La predicazione può essere o meno accettata ed allora “ogni uomo” che “vedrà la salvezza” è unicamente un credente in Dio. Si è dimenticata che gli apostoli dovevano andarsene quando la Parola di Dio non veniva accettata? Lo smemorato di Collegno è un principiante al suo confronto! Lei è già passata alla storia sugli schermi di tutto il mondo cinematografico come Anastasia la smemorata, vuole insistere?

            At 13,47 Essere portatori di luce alle genti indica far conoscere la Parola di Dio ma se non viene accettata solo i credenti otterranno la salvezza. Oltretutto terra è scritta con la lettera minuscola (non se n’accorta?). Sa, così indica un territorio ben individuaot, precisamente dove abitano gli ebrei (oltre la metà delle tribu’ ebree era fuori dalla Palestina), mentre Terra indica tutto il territorio del nostro pianeta. Certo che comprendo che quando si sente qualcuno che dice terra sembra che abbia la lettera maiuscola ma è un inganno.

            Rm 1,16 “Chiunque crede” è scritto.

            Tt 2,11 vedi Lc 3,6

            Sempre di credenti si parla e solo di credenti si interessava Gesu’, e non c’è dubbio tranne che ‘ non fosse un falso ed avesse ingannato i credenti in Dio. Solo i cattolici potevano scoprire l’inganno e lei c’è riuscita. Spedisca quindi il coupon che attesta la sua scoperta e riceverà una bambolina cattolica, in omaggio, che recita tutto il Vangelo pigiando il pulsante posto sul retro. Se non l’avesse da spedire s’è sbagliata come è consuetudine cattolica.

          • mauro scrive:

            Cara anastasia,

            una precisazione su Rm 1,16

            non si tratta di Greci ma di Gentili, coloro che abitando assieme agli ebrei ne avevano assimilato usi, tradizioni, costumi e religione ed ai quali Dio aveva riservato la stessa offerta fatta ai Giudei.
            E ciò in virtu’ che nel cristianesimo gli elleni (ellhni in greco nel versetto) indicavano i pagani (non ebrei) e tali erano i Gentili nella Giudea.
            Rif. Treccani alla voce Ellade.

          • J scrive:

            “Rm 1,16 Io infatti non mi vergogno del Vangelo, perché è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del Giudeo, prima, come del Greco. “</i<

            Non dice mica della Giudea o della Greca. Parla solo al maschile. – Le donne devono stare in silenzio ! Infatti dice “tutti gli uomini,” mica tutte le donne.

            “Tt 2,11 È apparsa infatti la grazia di Dio, che porta salvezza a tutti gli uomini”
            Le donne devono fare i mabini in silenzio :
            “E Adamo non fu ingannato, ma la donna fu completamente ingannata e si trovò in trasgressione. Comunque, essa sarà tenuta in salvo per mezzo del parto, purché rimangano in fede e amore e santificazione insieme a sanità di mente.”(1Tim 2.14.15)

          • J scrive:

            “Lc 3,6 Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!”

            Mica dice ogni donna ! Chissà perché ! Ahhh ecco perchè perché la donna è gloria dell’uomo !

            “Poiché l’uomo non si deve coprire il capo, essendo egli immagine e gloria di Dio; ma la donna è gloria dell’uomo. “

          • Mimma scrive:

            E nenche i femminielli come te! Rassegnati ad arrostire come un pollo ad Armaghedon! Brrrrr!

        • J scrive:

          “Blasfemo sei tu geovista eretico. DIO VUOLE CHE TUTTI GLI UOMINI SIANO SALVI!!!!”

          Già non dice mica tutte le donne !
          “E Adamo non fu ingannato, ma la donna fu completamente ingannata e si trovò in trasgressione.  Comunque, essa sarà tenuta in salvo per mezzo del parto, purché rimangano in fede e amore e santificazione insieme a sanità di mente.” ( 1Tim 2.14-15)

          https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/p480x480/428356_540717712613232_1088716578_n.jpg

          • Mimma scrive:

            FOLLIA FA RIMA CON MISOGINIA! E’ IL CASO DI J-SAL.

            Ho dato una scorsa a un sito totalmente pazzo. Non so se siano Testimoni di Geova o Puritani o solo misogini a livello talebano….

            Se Eva ha assaggiato il frutto della conoscenza, è perchè era più curiosa di Adamo. Perchè lei dubitava e voleva conoscere il significato del Bene e del Male. Se non sai che cosa è Bene, non capisci il Male e viceversa.

            E comunque consiglio a tutti i maschilisti di provare i dolori del parto o almeno di un ciclio mestruale abbondante e doloroso.

            Allora forse capirebbero. Dopo aver urlato un bel po’ ma capirebbero….. E se no, è chiaro che si sentono sufficientemente inferiori da dover asservire la donna a tutti i costi. Il tipo di gente che giustifica lo stupro perchè “ora le donne sono così forti” e i maschi, poverini, in nome delle loro tremolanti erezioni devono evidentemente avere un soggetto passivo e subordinato o la loro psiche ne risentirà…….

            http://confusione.iobloggo.com/41/follia-fa-rima-con-misoginia

          • madelein scrive:

            Mimma, ma ti è partito il cervello?
            Hai intrapreso la rampa di lancio per le guerre stellari?

  59. Timorato scrive:

    X CLAUDIO2

    ti avevo postato più sopra qualcosa, se guardi e mi rispondi ti faccio conoscere delle tradizionaliste 20enni inglesi che ti convertono di sicuro! L’importante che non difendi però, le zitelle baffute e mediugoriane, perché -dicono queste 20enni, -secondo una antica maledizione-, “…chi le difende gli puzzera il fiato e non soloooo…..
    (non racconto gli altri effetti della maledizione per rispetto delle signore)!!!!

    • Mimma scrive:

      Sapessi cosa puzza a te! Sei tutto na puzza de pisciatina regressa e macerata!

      • Timorato scrive:

        lo dicevo io, da come aggredisci: si capisce benissimo la tua familiarità con le latrine!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

        • Mimma scrive:

          Menomale che ci sei tu , con il tuo applombe , e la tua politesse a tenere alto il decoro della Chiesa!
          CAFONE ,TROGLODITA E MISOGINO!

          • J scrive:

            “La donna impari in silenzio con piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio” ( 1 Tim 2.11-12)

            https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/p480x480/428356_540717712613232_1088716578_n.jpg

          • Mimma scrive:

            E il femminiello impari a cucire la bocca fanatica e delirante!

            Per il bene la stupidità è un nemico più pericoloso della malvagità. Contro il male è possibile
            protestare, ci si può compromettere, in caso di necessità è possibile opporsi con la forza; il male porta sempre con sé il germe dell’autodissoluzione, perché dietro di sé nell’uomo lascia almeno un senso di malessere. Ma contro la stupidità non abbiamo difese.
            Dietrich Bonhoeffer, Resistenza e resa, 1951

          • Timorato scrive:

            certamente tengo alto il decoro della Chiesa, nel mio piccolo!; lo faccio: non rispondendo ai tuoi insulti che ti smascherano continuamente…..

            ecco come finiscono quanti non conoscono la Grazia di Dio!

      • Reginaldus scrive:

        e questa – di Mimma – non è roba da mettere in attesa di giudizio e da cassare? Mah, vacci a capire!

        • Reginaldus scrive:

          no, solo quella (roba) che mette in chiaro l’inconsistenza di un papa come bergoglio, che per essere detta si merita l’ ostracismo e, quando va bene, la quaratentena: in barba al predicato bergogliano del “ci vuole più AMOOOOOORE! ” ( per lisciare lui….)

      • mauro scrive:

        Gl scaricatori di porto sono delle mammolette al vostro confronto.
        Ognuno dà agli altri quel che ha.

        • Mimma scrive:

          E’ esattamente il tuo caso Mauro. Lo stolto vede tutto con la sua stoltezza!

          Vi sono stupidaggini ben mascherate, al pari di sciocchi molto ben vestiti (spesso in giacca e cravatta!).
          Nicolas de Chamfort, Massime e pensieri, 1795

          • mauro scrive:

            E’ per quello che insulta.

            Se usasse l’intelligenza non lo farebbe. Ma si sa che per un cattolico l’intelligenza è un optional a pagamento e di conseguenza non lo acquisisce.

          • Mimma scrive:

            E’ per un testimone di geova un optional il cervello. Lei ne è la riprova, topolino!

            La stupidità ha fatto progressi enormi. È un sole che non si può più guardare fissamente. Grazie ai mezzi di comunicazione, non è più nemmeno la stessa, si nutre di altri miti, si vende moltissimo, ha ridicolizzato il buon senso, spande il terrore intorno a sé.
            Ennio Flaiano

          • madelein scrive:

            @Mimma
            “E’ difficile acchiappare un gatto nero in una stanza buia soprattutto quando non c’è.”
            (proverbio cinese)

  60. J scrive:

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 15:45 ” Sapessi cosa puzza a te! Sei tutto na puzza de pisciatina regressa e macerata! “

    Vero linguaggio cristiano, adatto alla comprensione e al dialogo, molto amorevole pieno di dignità cattolica che caratterizza la santità delle figlie di maria.

    “Non si coglie uva dalle spine né fichi dai cardi, vi pare? 17 Similmente ogni albero buono produce frutti eccellenti, ma ogni albero marcio produce frutti spregevoli; “ ( Mt 7.16-17)
    “Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in manto da pecore, ma dentro sono lupi rapaci. Li riconoscerete dai loro frutti.” ( Mt 7.15-16)
    Vedi vedi…….

  61. J scrive:

    Timorato scrive: 28 ottobre 2013 alle 15:32 “Maledetto Nietzche !!!!!!!
    Noi cattolici abbiamo una Sola Verità Vera: quella che culmina con la Speranza cristiana CHE E’ CERTEZZA, -come dice l’Apostolo- che ci da la Vita Eterna!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! –
    Maledetto Nietzche !!!!!!! Maledetto Nietzche !!!!!!!”

    Vedi vedi come se la cantano e se la suonano a iacimento. Il Vangelo sempre un optional… sempre pronti a porgere l’altra guancia.
    “Continuate a benedire quelli che [vi] perseguitano; benedite e non maledite” ( Rm 12.14)

    • J scrive:

      “Gli uomini creano Dio a loro propria immagine non solo in quanto a forma ma anche in quanto a modo di vivere.” Aristotele

        • J scrive:

          Ahhh ma allora ancora intigni ? NOn hai proprio letto il vangelo….
          “ La donna impari in silenzio con piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio. “(1Tim 2.11-12)

          Del vangelo solo quello che ti conviene ? Eh ?

          • Mimma scrive:

            Ma Allora sei de coccio? LA FOLLIA E’ MISOGINIA. SEI DA RICOVERO!

            “Il buddismo crede nella reincarnazione, ma tale teoria è sconveniente per il saggio, infatti è meglio che tanti imbecilli rimangano nel regno dei morti!”.
            Carl William Brown

  62. J scrive:

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 21:02 “Senti ipocrita,… Sei davvero un geovista ipocrita e fanatico!”

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 21:04 “E il femminiello impari a cucire la bocca fanatica e delirante!”

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 18:22 ”CAFONE ,TROGLODITA E MISOGINO!”

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 15:45 “Sapessi cosa puzza a te! Sei tutto na puzza de pisciatina regressa e macerata!”

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 21:07 ”E nenche i femminielli come te! Rassegnati ad arrostire come un pollo ad Armaghedon! Brrrrr!”

    anastasia scrive: 28 ottobre 2013 alle 15:42 ”@Guarda quanto sei tonto, smaurone sneuronato!”

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 15:44 ”Femminiello, allora taci tu che di maschio non hai nulla!”

    Mimma scrive: 28 ottobre 2013 alle 10:36 ”UMILTA’ fratello!”

    Senti senti da che pulpito viene la predica. Tutte vere figlie di Maria portatrici di un amore fecondo che caratterizza un cattolicesimo mai scomparso, anche moderno. Che bell’esempio di bontà.

    Si, loro hanno qualcosa di benedetto….
    http://www.tzetze.it/2013/02/prete-stupra-parrocchiani-ho-lo-sperma-benedetto-dal-signore.html

  63. Mimma scrive:

    Il Papa: Gesù continua a pregare per noi anche oggi mostrando al Padre le sue piaghe

    Gesù continua a pregare e a intercedere per noi, mostrando al Padre il prezzo della nostra salvezza: le sue piaghe. E’ quanto ha detto Papa Francesco durante la Messa a Santa Marta nel giorno in cui la Chiesa celebra i Santi Simone e Giuda Taddeo, Apostoli. Il servizio di Sergio Centofanti:

    Al centro dell’omelia è stato il brano del Vangelo in cui Gesù passa tutta la notte pregando il Padre prima di scegliere i dodici Apostoli: “Gesù sistema la sua squadra” – sottolinea il Papa – e subito dopo è attorniato da una grande moltitudine di gente “venuta per ascoltarlo ed essere guarita” perché “da Lui usciva una forza che guariva tutti”. Sono i “tre rapporti di Gesù” – osserva Papa Francesco – “Gesù con il Padre, Gesù con i suoi Apostoli e Gesù con la gente”. Gesù pregava il Padre per gli Apostoli e per la gente. Ma ancora oggi prega:

    “E’ l’intercessore, quello che prega, e prega Dio con noi e davanti a noi. Gesù ci ha salvati, ha fatto questa grande preghiera, il suo sacrificio, la sua vita, per salvarci, per giustificarci: siamo giusti grazie a Lui. Adesso se n’è andato, e prega. Ma, Gesù è uno spirito? Gesù non è uno spirito! Gesù è una persona, è un uomo, con carne come la nostra, ma in gloria. Gesù ha le piaghe sulle mani, sui piedi, sul fianco e quando prega fa vedere al Padre questo prezzo della giustificazione, e prega per noi, come se dicesse: ‘Ma, Padre, che non si perda, questo!’”.

    Gesù “ha la testa delle nostre preghiere” perché “è il primo a pregare” e come “nostro fratello” e “uomo come noi” intercede per noi:

    “In un primo tempo, Lui ha fatto la redenzione, ci ha giustificato tutti; ma adesso, cosa fa? Intercede, prega per noi. Io penso cosa avrà sentito Pietro quando lo ha rinnegato e poi Gesù ha guardato e ha pianto. Ha sentito che quello che Gesù aveva detto era vero: aveva pregato per lui, e per questo poteva piangere, poteva pentirsi. Tante volte, tra noi, ci diciamo: ‘Ma, prega per me, eh?, ne ho bisogno, ho tanti problemi, tante cose: prega per me’. E quello è buono, eh?, perché noi fratelli dobbiamo pregare gli uni per gli altri”.

    Il Papa esorta a chiedere: “Prega per me, Signore: Tu sei l’intercessore”:

    “Lui prega per me; Lui prega per tutti noi e prega coraggiosamente perché fa vedere al Padre il prezzo della nostra giustizia: le sue piaghe. Pensiamo tanto a questo, e ringraziamo il Signore. Ringraziamo per avere un fratello che prega con noi, e prega per noi, intercede per noi. E parliamo con Gesù, diciamogli: ‘Signore, Tu sei l’intercessore, Tu mi hai salvato, mi hai giustificato. Ma adesso, prega per me’. E affidare i nostri problemi, la nostra vita, tante cose, a Lui, perché Lui lo porti dal Padre”.

  64. Paola scrive:

    @Mimma
    Grazie di cuore per la bella omelia di papa Francesco che hai inserito. E’ un grande dono che trasmette pace incontrare Gesù nella preghiera, lui che è l’autore e il perfezionatore della nostra fede. La vita con Gesù è un meraviglioso cammino di libertà. Dio ti benedica.

  65. Mimma scrive:

    Amo tanto Francesco, Paola!

  66. cuba_libre scrive:

    @ Timorato

    “lei non dice che è una favola a parole: ma lo pensa, per una serie di elementi che solo la sua onesta intellettuale con se stesso potra discernere.
    Lo “pensa” in una maniera “misteriosa”, forse dovuta a scandali dolorosi arrecati da Dio Stesso che non corrisponde a quel che “pensava” di Lui e anche a coloro i quali lo rappresentano; -mi perdoni- e per i quali, non usa nessuna comprensione umana e “carnale”, tanto da dire: anche Giuda ha fatto del male, ma cio non ha annullato la presenza storica della Divinità incarnata quale fu Cristo che è il Solo che ora mi “riguarda”(!!!). Se lei si libererà da questo scandalo, potra vedere meglio.”
    Timorato, mi sa che quello che si deve liberare da sclerotizzazioni ideologico-dottrinali e’ lei: lei sta costruendo un castello di carta basato sul nulla, o quantomeno su percezioni che non hanno riscontro nella realtà! Lo ripeto: io mi baso su reperti e documentazioni storiche a mia (e anche a sua, se lo vuole) disposizione; che poi l’essere umano possa essere influenzato da eventi che hanno contraddistinto la propria vita, sarà senz’altro vero, e quindi sarà portato ad enfatizzare certi concetti e fatti piu’ di altri, ma qui siamo arrivati all’assurdo: lei mi chiede “comprensione” verso certi boiardi, che dovrebbe essere lei per primo in quanto cattolico osservante a stigmatizzare, e poi assieme ai msuoi correligionari, lanciate anatemi senza remissioni di peccati verso i conciliari, verso che decide di vivere una sessualità responsabile, verso, chi decide di accedere ai sacramenti per vie “non ordinarie”. Mah… questo si’ che e’ un vero Mistero!
    “Il suo problema poi -a mio modesto avviso- è quello di leggere(= demonizzare) “l’approccio dogmatico” come una sorta di strategia di tiranni(leggi Chiesa) atta ad ingannare e schiavizzare gli ignoranti. Questo è ovviamente l’influenza del Marxismo, che in nome di un ideale allettante per giustizia, ha però commesso l’errore -per fini faziosi- di negare fatti storici come il Cristianesimo.”
    Ecco un’altra panzana frutto di un certo tipo di approccio: ogni volta che lei parla di marxismo, dimostra che non ha le basi per poterne parlare: Marx non nega affatto il cristianesimo come fatto storico, Marx non riconosce la natura divina di Gesù e non potrebbe essere diversamente perché il marxismo e’ basato sul materialismo storico. Inoltre Marx non e’ affatto vero che e’ in contrapposizione con i dogmi, anzi i suoi seguaci hanno vissuto il marxismo come fosse una religione, e quindi con altrettanti dogmi, uno dei quali e’ che sarebbe un’eresia in un sistema marxista prendere iniziative al di fuori del partito. Cosa quest’ultima che e’ invece e’ un’eresia per me, in quanto Marx non pretese mai che il suo pensiero venisse elevato a sistema politico e di potere. Marx diceva che “la religione” sia l’oppio dei popoli, E NON “la Fede”. Fu proprio questo il motivo per cui mi allontanai dal marxismo (al contrario di quello che sostiene lei, che imputa la marxismo il rigetto dei dogmi), anche se ancora oggi sostengo che Marx costituisce un metodo di analisi insuperato per capire certi meccanismi etico-sociali.

    “Lei mi dice che sono insufficienti i Vangeli come documenti storici attestanti la Presenza dell’Uomo-Dio Gesù e le Sue Opere e le Sue Parole. Io rispondo: e perché sono insufficienti tali DOCUMENTI STORICI -tralaltro RAFFORZATI dal martirio dei suoi redattori- se ALMENO sono pari(????) a quei documenti storici(….?) che attestano la disonesta di alcuni Papi che a Lei danno scandalo ?”
    In questa frase c’e’ una confusione degna della Torre di Babele: io non ho detto che siano “insufficienti” i Vangeli, perche’ non suffragati da documenti storici all’infuori di essi che testimoniano la figura di Gesù; io ho detto, e sempre in risposta ad una sua osservazione, che non si possono collegare le riflessioni sui Misteri al Cristianesimo come fatto STORICO, per due motivi: primo perche’ si tratta di due entità disomogenee (una Fede in un Mistero e una connotazione storica di un’epoca); et in secundis, al di là di tutto, questo non potrebbe essere possibile in quanto al di là dei vangeli (che NON sono documenti storici) non vi e’ traccia della presenza di Gesu’ in nessuno storico contemporaneo: io ho citato Giusto di Tiberiade, ma potrei citare anche Giuseppe Flavio o Filone di Alessandria, o Svetonio, o Plinio il Vecchio. Questo potrebbe significare pero’ tutto o niente, anche perche’ per i primi 30 anni della sua vita, sappiamo tutti che Gesù visse in perfetto anonimato, a fare il falegname nella bottega del padre. Potrebbero essere tanti i motivi, perche’ se andiamo a vedere anche i vangeli, ad una prima lettura contengono delle apparenti contraddizioni: come mai per esempio di certi eventi attinenti la missione di Gesù ne parlano SOLO alcuni evangelisti e altri no? E non mi riferisco solo a fatti marginali, ma per esempio a quello che e’ considerato un crisma della chiesa cattolica: “Ti sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa”: ne parla solo Matteo! Come mai dagli altri tre evangelisti, questo passo di fondamentale importanza per la diffusione del cristianesimo e’ ignorato. E il Battesimo di Gesù? Luca, Marco e Matteo ne parlano in modo completamente diverso, e Giovanni non ne parla affatto, si limita solo a descrivere la discesa dello Spirito Santo su di lui. E perdhe’ mai poi Gesù avrebbe dovuto farsi battezzare visto che non aveva peccato originale, tanto che Giovanni Battista (in Matteo) gli dice che non puo’ battezzarlo perche’ e’ senza peccato?
    Ebbene le contraddizioni possono essere apparenti perche’ ognuno di loro portava la loro testimonianza individuale: non dimentichiamoci che viviamo nella Palestina di 2000 anni fa, dove gli spostamenti, bene che andasse, si facevano con gli asini o coi cammelli, e le distanze si percorrevano in giorni e settimane, quindi le notizie potevano essere non perfettamente collimate le une con le altre. Ma tutto questo…. cosa c’entra con i Misteri e la riflessione su di essi?
    Per concludere, la sua ultima frase mi sembra, mi scusi, assolutamente risibile: i documenti storici che attestano le nefandezze e le disonestà di certi papi che “A ME” darebbero cosi’ fastidio, ( e ribadisco, dovrebbero dare ancor piu’ fastidio a lei e a tutti i cattolici degni di qusto nome!) sono acclarate e non sono suscettibili di dubbio, a parte forse qualcosa di marginale: i sedici figli di Innocenzo VIII non sono venuti fuori dallo Spirito Santo, ma avevano carne ed ossa e nomi e cognomi ben precisi. La storiografia di Cristo invece, e lo ripeto, e’ del tutto inesistente, se sui escludono i vangeli, quindi che razza di parallelo fa? Lo potrebbe fare con i vangeli, ma siamo sempre li’, mettiamo a confronto due entità disomogenee fra di loro. Mi sembra una patetica arrampicata sugli specchi, per giustificare cosa? Altro Mistero!!

  67. cuba_libre scrive:

    @ Stefano

    E’ vero, la Fede e’ corrispondenza, con tutto cio’ che ne deriva.
    Per quanto riguarda la sua riflessione finale, ovvero se sia piu’ ragionevole prendere in considerazione il mistero o derubricarlo, penso che si sia risposto da solo: essendo un mistero (o dogma) accessibile solo per fede, solo che questa la possiede puo’ in qualche modo assumerlo come entità da considerare come segno di un tempo che ha da venire. Il fatto che da quanto credo di capire, lei da’ per scontato che questo valga per tutti, ma non e’ cosi’: io pur essendo credente, non mi riconosco in questo modo di relazionarmi col Mistero, perche’ mi sembra, come detto a Timorato, che sia un qualcosa preconfezionato ad arte, per potere identificare Dio nel Mistero, una specie di loop kafkiano: se Dio e’ inafferrabile e intangibile, l’unico modo per desumere la prova provata della sua esistenza e’ farlo coincidere col Mistero che per definizione non puo’ essere comprensibile dalla mente umana. Ma capisce, che qui ci avvinghiamo su noi stessi?

    • stefano scrive:

      Cuba, io non do per scontato che quanto dico valga per tutti. Io racconto la mia esperienza per spiegare come le cose stanno per me, cioè nel mio caso di cattolico. Lo faccio sia per confutare pregiudizi che altri possono avere su ciò che mi riguarda (cioè sull’essere cattolico), sia per offrire questa prospettiva ad altri nella convinzione che possa loro giovare, come è giovata a me quando l’ho appresa da chi l’aveva appresa prima di me.
      E lo faccio come offrirei un caffè, cioè nella convinzione di fare cosa gradita – anzi preziosa – anche se poi qualcuno dovesse dire “no grazie, io bevo solo Hag”.
      Riguardo al mistero credo di essermi spiegato male. Anch’io rifiuto il loop kafkiano. Infatti non dico che bisogna accettare il mistero perché Dio è misterioso. Questa è banale tautologia e logicamente corrisponde a un controsenso: Dio c’è perché è misterioso e prova ne sia che è inconoscibile.
      No, quello che io intendo dire è che senza fede non possiamo riconoscere il mistero – che c’è – vanificando l’azione di Dio. Ma anche che senza riconoscere il mistero – quindi con un atto della conoscenza nel confronto personale col reale – non possiamo pervenire alla fede, vanificando la nostra esistenza.
      Il mistero suscita la fede come risposta ad un intervento di Dio nella nostra vita, ma la fede nasce nel riconoscere quella realtà (misteriosa) che si pone di fronte a noi. Le due cose si fondono di fatto in un’unica realtà. Come infatti dice S.Paolo, “la fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono”. E se prova è, è anche prova certa, anzi certissima e inconfutabile per l’intima testimonianza dello Spirito.
      Lei dirà che questo non vale per tutti, ma solo per chi ha fede. Sì, l’ho appena detto. Ma se uno ha una prova certa e inconfutabile, come può tenersela per sé? E perché non dovrebbe parlare della sua scoperta? Forse si deve biasimare Higgs per avere fatto conoscere al mondo il suo bosone? Già sento l’obiezione: “ma lui ha dovuto portarne le prove alla comunità scientifica”. Sì, però l’uomo comune non si è permesso di metterla in dubbio. Allo stesso modo, io non temo l’esame della comunità dei credenti. Ma ma neppure dei non credenti, che però dovrebbero approcciare ciò che non conoscono con più circospezione e rispetto (almeno quanto dei teleutenti davanti a una trasmissione di Quark, o a un’intervista di Margherita Hack).
      Del resto io non pretendo di concorrere al Nobel. Mi accontento di poter chiedere a chi contesta la mia scoperta cosa può dire a confutazione della mia certezza, oltre al fatto che – com’è ovvio – vale per me.
      Vale per me, sì, ma anche per altri miliardi di persone in tutte le epoche, inclusi uno stuolo di Santi e di geni dell’intelletto, della cultura e della carità che hanno fatto la storia del mondo negli ultimi duemila anni. E di martiri che non hanno esitato a donare la propria vita per testimoniare quella loro certezza.
      Certo che valeva per loro. Eccome.
      P.S.: Allora come può una cosa che vale così tanto per così tante persone essere invece disprezzata da tanti altri? Sembra quasi che a noi non rimanga che scegliere in quale partito iscriverci. Ecco che si riaffaccia il mistero.

      • cuba_libre scrive:

        Stefano, io non sto affatto biasimando come lei si pone dabvanti alla fede. tutto quello che lei dice e’ ineluttabile (a parte una cosa di cui parlero’ dopo), ma parte da un presupposto: che vi sia la fede, senza la quale, come giustamente dice (ma che avevo detto anch’io) nessun mistero e’ avvicinabile.
        Sono contento che lei non approcci le cose a mo’ di loop kafkiano, ma se non ci mettiamo d’accordo suio presupposti, il rischio di andarein loop c’e’.
        Se lei ha una “certezza” mi sembra lapalissiano che questa certezza la estrapoli anche per gli altri: in parole povere se uno crede all’esistenza di un Creatore universale, crede per forza che colui che non crede alla sua esistenza sia stato anch’esso da Egli creato. E’ questo e’ pacifico. Non vedo quindi conflitti. Quindi e’ inutile che lei chieda ada altri che non credono alla sua certezza di confutargliela; potremo girarvi attorno per anni, ma non si arriverebbe a niente: la fede non e’ qualcosa di trasmigrabile e come ho fatto carinamente osservare ieri, non si compra al mercato di Porta Portese: la fede o la si ha o non la si ha, e se uno vuole cercarla, deve cercarla nel modo giusto, senza barriere.
        L’unica cosa su cui invece ho qualcosa da ridire e’ sul discorso dei martiri: quando lei parla di “martiri che non hanno esitato a donare la propria vita per testimoniare quella loro certezza.
        Certo che valeva per loro. Eccome.” la cosa comincia a mettermi paura e non poco. Il martire e’ pericolosissimo, perche’ attrono alla figura di un martire, si possono sublimare certe azioni che nel peggiore dei casi portano ai kamikaze di triste memoria. Infatti il kamikaze e’ convinto che con la sua azione, un milionesimo di secondo dopo che farà esplodere il detonatore si troverà al cospetto di Dio. Lei pensa che se non vi credesse, si immolerebbe? Col caxxo! Ma quelli islamici rappresentano solo un caso estrem0. Io per esempio le posso dire che una tipologia di martiri per esempio sono quelli che per mia disgrazia ho incontrato io nel mondo cattolico: e sa chi sono? Coloro che si “ritengono” essere con la coscienza posto! Se uno si ritiene di essere tale, mafgari facendo le azioni piu’ vigliacche e putride, il mondo attorno a se’ può anche crollare, non gliene frega una fava di niente, perche’ sa che ha fatto il proprio dovere per perocorrere un pezzo di cammino che lo condurrà al paradiso (e riaggiungo: col caxxo!). Il vero Cristiano invece e’ proprio quello che non si sente MAI con la coscienza a posto, perche’ SA:
        1) che puo’ fare qualcosa di piu’ rispetto a quello che ha fatto;
        2) che non e’ facendo male agli altri, la qual cosa sui puo’ estrinsecare anche semplicemente non curandosi delle conseguenze che una certa azione puo’ comportare, che si guadagna la vita eterna.
        Beh, mi scusi, ma molti cattolici ragionano cosi’ (sicuramente non sarà lei).

  68. Mimma scrive:

    “Spesso la paura di un male ci conduce a uno peggiore.”
    Nicolas Boileau, Arte poetica, 1674

  69. Mimma scrive:

    “Attaccare o fuggire fanno parte dello scontro. Quello che non appartiene alla lotta è restare paralizzati dalla paura.”
    Paulo Coelho, Il Cammino di Santiago, 1987

  70. Mimma scrive:

    “Dal momento che l’amore e la paura possono difficilmente coesistere, se dobbiamo scegliere fra uno dei due, è molto più sicuro essere temuti che amati.”

    Nicolo’ Machiavelli.

  71. J scrive:

    anastasia scrive: 29 ottobre 2013 alle 13:55 “Punti di vista fanatici, settari, e da manipolati mentali dal geovismo e siete quì caro sorvegliante per fare proselitismo geovista.”

    Potrebbe anche avere ragione, ma fino ad ora non è riuscita a dimostrare nessuna delle sue affermazioni oltre a invettive e ingiurie, tipiche delle “figlie di marie” innamorate del sacro cuore, che non sanno nemmeno che il Re d’Eternità non può essere Gesù, che essendo il “primogenito della creazione” non ha nessuna relazione con l’eternità.

    La ringrazio in ogni caso per l’occasione che ancora una volta dimostra come certe “religiose” hanno a cuore il rispetto del vangelo:“La donna impari in silenzio con piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio.”(1Tim 2.11-15)
    Istruttivo, molto istruttivo. Grazie.
    Pensi che povero dio, il suo, ha bisogno delle sottane per farsi difendere dalle manipolazioni.
    Very smart.
    https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/p480x480/428356_540717712613232_1088716578_n.jpg

    • anastasia scrive:

      Te l’ho detto gli scemi non hanno logica! Anche Dio è nell’AT il principio della creazione! Sei stratonto. Caro sorvegliante, sei ormai al macero cerebrale! Leggi bene! E lavati il cervello delle scemenze geoviste! Leggi attentamente tutto il testo seguente e capirai, come questo tuo ex consettario, chi è Gesù. Sei davvero un povero ossessivo geovista strafregato!

      http://www.qumran2.net/materiale/anteprima.php?id=1565&anchor=documento_3&ritorna=%2Findice.php%3Fid%3D70&width=1366&height=643

      • Mimma scrive:

        @Anastasia
        Di al povero tenebroso geovista Sal, che nel Regno di Dio non c’è più ne schiavo ne libero, non c’è più giudeo o greco, non c’è più uomo o donna, ma siamo tutti UNO in Cristo Gesù!
        E il nostro Dio è Amore e GIOIA!
        http://youtu.be/-_vXr0caAvA

      • J scrive:

        Dio non può essere il “principio” della creazione perchè esisteva prima della creazione infatti viene detto l’Alfa e l’Omega a indicare che non ha principio e non ha fine.
        E poiché “il tempo” è venuto all’esistenza con la creazione è evidente che il Dio sta al di fuori del tempo.

        Perchè non fa più bella figura a seguire il suo vangelo ?
        “La donna impari in silenzio con piena sottomissione.  Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio. “ (1Tim 2.11-12) Invece di raccontare un sacco di cose senza senso ? Si faccia un favore !

        • minstrel scrive:

          Cretinata.
          Dio non esiste PRIMA della creazione perché significherebbe che PRIMA di Dio esiste il TEMPO che stabilisce cosa esite prima della creazione!
          J faccia il bravo e si autobacchetti.

          • mauro scrive:

            Affatto,

            lo spazio/tempo parte dalla creazione (struttura quadrimensionale dell’universo) e ciò significa che Dio deve esistere fin da prima se crea ciò che prima non esisteva (Genesi).
            L’Alfa e l’Omega sono nel cristianesimo i simboli che identificano l’eternità di Dio, ovvero la sua sempre esistenza senza alcuna fine, il che significa che Dio non è parte nè del tempo nè dello spazio.

          • minstrel scrive:

            DIO E’ ETERNO!!! E l’eternità NON è TEMPO INFINITO, ma è ASSENZA DI TEMPO!
            Questo significa che usare “PRIMA” e usare “DOPO” è un errore madornale!

            Dire che Dio “esiste PRIMA” del tempo è un errore di grammatica teologica. Uno con una logica decente chiederebbe: “bene, e cosa esisteva PRIMA di Dio?”

          • Ilsanta scrive:

            @Mauo e Minstrel

            Scusate … ma state dibattendo circa le caratteristiche di un Dio per definizione onnipotente?

          • mauro scrive:

            Caro Minstrel,

            Suvvia, se prima di Dio non esiste il tempo (l’ha scritto lei), è chiaro che “Dio non è parte nè del tempo nè dello spazio” (l’ho scritto io) ma Dio non è sorto con la creazione (l’inizio del tempo/spazio) ma prima perchè non ha tempo (l’eternità non ha inizio e fine).
            Tempo/spazio è una codificazione dell’uomo e pertanto prima del tempo, c’è l’eternità che appartiene solo a Dio.

          • Ilsanta scrive:

            @Mauro

            “ma Dio non è sorto con la creazione (l’inizio del tempo/spazio) ma prima perchè non ha tempo”

            Ma non ha senso parlare di un “prima” se non c’è il tempo ….

          • minstrel scrive:

            Amen ilsanta, amen!

            Non capisco invece quale è il problema che trova nel nostro dibattere. Anche se onnipotente il Dio che si rivela è ovviamente modalmente accessibile all’uomo e come tale non è totalmente trascendente.

          • Ilsanta scrive:

            @Minstrel

            Il punto è che disquisire se Dio, in quanto onnipotente, esista prima, dopo, fuori dal tempo e dallo spazio e varie ed eventuali è decisamente inutile, se può tutto ….
            Il punto potrebbe diventare, a mio modestissimo avviso, il disquisire se possa esistere un essere onnipotente e cosa si debba intendere con questo termine …

          • mauro scrive:

            Caro ilsanta,

            mi scusi, ma Dio non appartiene né allo spazio né al tempo in quanto sono misurazioni/classificazioni create dall’uomo per l’uomo ed a misura dell’uomo. Ciò che è eterno è sempre esistito e dunque se un bel giorno Dio decise di creare è ovvio che Dio esisteva prima della nostra classificazione tempo/spazio ed anche che non è da noi misurabile.

          • Ilsanta scrive:

            @Mauro

            Premetto che sono un non credete ma …

            “mi scusi, ma Dio non appartiene né allo spazio né al tempo in quanto sono misurazioni/classificazioni create dall’uomo per l’uomo ed a misura dell’uomo.”

            Spazio e tempo non sono classificazioni e sono misurabili per cui sono, per chi crede, create da Dio ma non per questo non reali.

            “Ciò che è eterno è sempre esistito”

            Se non esistesse il tempo non avrebbe senso parlare di eternità ….

            “e dunque se un bel giorno Dio decise di creare è ovvio che Dio esisteva prima della nostra classificazione tempo/spazio ed anche che non è da noi misurabile.”

            Ma se non è misurabile non può dire se Dio era prima di qualcosa altro …
            è un loop ….

          • minstrel scrive:

            Caro ilsanta, avevo già risposto ai tempi a Squilpa cosa intende il cristiano con “onnipotenza” di Dio sul blog crocevia
            http://pellegrininellaverita.wordpress.com/2013/09/16/sullattributo-dellonnipotenza-in-dio/

            Se vuole possiamo spostare lì il dibattito che qui è palesemente OT.
            Per quanto riguarda gli attributi di Dio bisogna sempre fare attenzione. Ogni attributo che gli si “appiccica” in fondo deriva da una analogia con il mondo in cui viviamo noi e come tale, cioè come analogia, la spiegazione teologica è sempre deficitaria. E non potrebbe essere altrimenti ovviamente. :)

        • anastasia scrive:

          Sciocco se Dio , è il principio, l’alpha e la fine, omega, la stessa cosa che si dice in Apocalisse di Gesù, allora ti rendi conto di quanto sei idiota nel dire che Dio non è principio della creazione, allorchè l’AT dice di Dio ciò che il nuovo dice di Gesù. MANIPOLATO MENTALE!

          • J scrive:

            anastasia scrive: 30 ottobre 2013 alle 16:43 “Sciocco se Dio, è il principio, l’alpha e la fine, omega, la stessa cosa che si dice in Apocalisse di Gesù, allora ti rendi conto di quanto sei idiota nel dire che Dio non è principio della creazione, allorchè l’AT dice di Dio ciò che il nuovo dice di Gesù. MANIPOLATO MENTALE!”

            Sarà pur possibile che io sia un manipolato mentale, ma l’Alfa e l’Omega essendo attributi esclusivi di Dio, non possono essere attribuiti a Gesù, né in Apocalisse vengono applicati a Gesù. Deve esserle sfuggito il fatto che Apocalisse o Rivelazione, è una Rivelazione che Gesù fece mediante il suo angelo perché ricevuta dal suo Dio.

            “Rivelazione di Gesù Cristo, che Dio gli diede, per mostrare ai suoi schiavi le cose che devono accadere fra breve. Ed egli mandò il suo angelo e per mezzo di lui [la] presentò in segni al suo schiavo Giovanni,” ( Riv 1.1)

            E’ stato Dio a dare la rivelazione a Gesù che la fece diffondere per mezzo del suo schiavo Giovanni, e lì dove dice : “Io sono l’Alfa e l’Omega”, dice Jehovah Dio, “Colui che è e che era e che viene, l’Onnipotente”. ( Riv 1.8) Fa riferimento al Dio di Gesù.
            Quindi L’alfa e l’Omega non è Gesù ma Jehovah il suo [di Gesù] Dio, Colui che diede la rivelazione a Gesù.
            Se fa attenzione a ciò che scrisse Isaia: “Ascoltami, o Giacobbe, e tu Israele mio chiamato. Io sono lo stesso. Sono il primo. Inoltre, sono l’ultimo. Inoltre, la mia propria mano pose le fondamenta della terra, e la mia propria destra stese i cieli. ( Isa 48.1-13)
            E’ di ogni evidenza che Isaia non stava parlando di Gesù. Non era ancora nato mancavano ancora 750 anni circa.

          • anastasia scrive:

            A povero sciocco! Non dice Gesù nell’Apocalisse che lui stesso è L’alpha e l’Omega? BUGIARDO!!!!!

            Significa che Gesù è il principio e la fine, il primo e l’ultimo. Difatti quando Gesù disse a Giovanni: “Io sono l’Alfa e l’Omega” gli disse subito dopo “il primo e l’ultimo, il principio e la fine” (Apoc. 22:13). L’Alfa e l’Omega sono rispettivamente la prima e l’ultima lettera dell’alfabeto greco, quindi dire che Gesù è l’Alfa e l’Omega è come dire che Egli è il primo e l’ultimo; le espressioni nella sostanza sono identiche.

            Il fatto che Gesù abbia detto di essere l’Alfa e l’Omega conferma la sua divinità perché Giovanni nell’Apocalisse dice che sentì Dio Padre affermare quanto segue: “È compiuto. Io son l’Alfa e l’Omega, il principio e la fine. A chi ha sete io darò gratuitamente della fonte dell’acqua della vita….” (Apoc. 21:6). Se solamente il Padre fosse Dio solo Lui potrebbe dire di essere l’Alfa e l’Omega, il principio e la fine, il primo e l’ultimo; il Figlio non potrebbe dirlo, potrebbe o dovrebbe dire di essere il secondo ma non il primo.

            Quindi si proclami con forza che Gesù Cristo è l’Alfa e l’Omega, alla gloria di Dio Padre che gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo ma anche in quello a venire. Amen.

          • Mimma scrive:

            @Anastasia
            …e ogni ginocchio si pieghi , nei cieli, sulla terra e sotto terra ed ogni lingua proclami che Gesù Cristo è il Signore!

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            ….Alla Gloria di Dio Padre! Amen.

          • anastasia scrive:

            Leggi bene e con un cervello libero, geovolo!

            http://www.apocalissedicristo.it/scrittura/alfaomega.htm

          • Mimma scrive:

            @Anastasia
            ………….geovolo mi piace!

        • mauro scrive:

          Caro Ilsanta,

          Lei deve partire dal concetto che Dio non ha inizio né fine, ovvero è sempre esistito e non smetterà di esistere. Un universo che non è soggetto a misurazione spazio/tempo fino al momento in cui vi è la creazione e l’uomo, da quel momento, classifica e misura lo spazio/tempo in cui vive o è vissuto fino ad arrivare alla creazione dell’universo, attribuito a Dio, ma non può andare oltre.
          E’ assimilabile ad un multiuniverso (dimensioni parallele) in cui il secondo è ricompreso nel primo e dal momento della creazione viaggiano assieme fino a che il secondo finirà.

          • Ilsanta scrive:

            @Mauro

            “Lei deve partire dal concetto che Dio non ha inizio né fine, ovvero è sempre esistito e non smetterà di esistere.”

            Non può dire che una entità è sempre esistita senza ammettere che il tempo si estenda all’infinito nei due versi, quindi o il big bang come definito oggi per lei non esiste o non può esistere in questo universo una entità che venga prima dell’inizio dei tempi.

            “Un universo che non è soggetto a misurazione spazio/tempo fino al momento in cui vi è la creazione e l’uomo”

            Fino alla nascita (per lei creazione) capisco e concordo, dire che lo spazio tempo non fosse misurabile o non avesse le caratteristiche che ha oggi prima dell’avvento dell’umo è un assunto assurdo.

            “da quel momento, classifica e misura lo spazio/tempo in cui vive o è vissuto fino ad arrivare alla creazione dell’universo, attribuito a Dio, ma non può andare oltre.”

            Non può andare oltre perchè non c’è un oltre, così come non posso misurare temperature al di sotto dello zero assoluto perchè questo è il limite inferiore.

            “E’ assimilabile ad un multiuniverso (dimensioni parallele) in cui il secondo è ricompreso nel primo e dal momento della creazione viaggiano assieme fino a che il secondo finirà.”

            Lei adesso tira fuori un concetto che prima non aveva espresso, in ogni caso per questo universo non è ammessa l’esitenza di nulla prima che vi sia il tempo.
            Se poi introduciamo la possbilità di molti universi allora dobbiamo introdurre anche la possibilità che i vari universi siano esistiti, ciascuno con un suo inizio (altrimenti cado nella stessa sua contraddizione) da sempre e allora viene meno la necessità di una creazione … e siamo in loop di nuovo ….
            Poi ovviamente lei ritenendo Dio onnipotente gli può far fare quello che vuole, ma allora ci mettiamo a scrivere di fantascienza.

            @Anastasia

            Scusi, non ho capito se si rivolge a me o a Mauro.

        • anastasia scrive:

          @Mauro
          Quando mandi in tilt il J-Sal interviene il Mauro sorvegliante. Non sprecare le meningi. Tanto questi non solo non sanno quello che dicono, ma copiano ciò che non capiscono dai siti tdg! Sono pappagalli che ripetono parole senza capire una virgola di ciò che dicono!

      • J scrive:

        “Te l’ho detto gli scemi non hanno logica! Anche Dio è nell’AT il principio della creazione! Sei stratonto.”

        Si, così stratonto che ….. non o ancora un tariffario. Vedi…
        h**p://www.capurromrc.it/papato/099tariffe.html

        https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc1/p480x480/482137_389663581043762_1992633332_n.jpg

  72. Mimma scrive:

    Vieni Signore con il Tuo Santo Spirito.
    Vieni ad incendiarci di te.
    Vieni a lavare le nostre ferite e a guarire le nostre piaghe.

    http://youtu.be/e7_MBc0yhMg

    • J scrive:

      Si potrebbe titolare la preghiera dello scansafatiche.
      Lasciare che siano gli altri a fare quello che dovresti fare tu.

      Sempre comodo addossare agli altri la fatica di fare ciò ciò che non vuoi fare, così se va male è pure colpa sua.

      Bel modo di rispettare la divinità. Multioperativa. Ma sostiene il lassismo !
      “Così anche voi, quando avete fatto tutte le cose assegnatevi, dite: ‘Siamo schiavi buoni a nulla. Abbiamo fatto ciò che dovevamo fare’”</i<(Lc 17.10).

      • anastasia scrive:

        Scansafatiche sono i Betheliani che si fanno mantenere una vita da Nababbi spennando voi polli tdg e con i cinque scatoloni delle sale del rgno gli permettete limousine, grattacieli, yacht, aerei privati e saune e di investire in Hedge Fund giocando in borsa. Guarda in casa tua emerito ipocrita!

  73. Timorato scrive:

    X CUBA LIBRE

    lasci stare le sclerotizzazioni perché ne siamo tutti vittima a causa di una cultura che ci “trasporta” senza nessuna resistenza( di tutti, di quelli di sinistra come quelli di destra!)!!!!

    Giusto per continuare un discorso senza equivoci: mi può spiegare cosa significa per lei la parola: mistero ?

    —————————————————————————————————–
    PRO MEMORIA

    1) io non giudico nessuno dei boiardi, ne quelli di ieri ne quelli di oggi, perché è facoltà e diritto esclusivamente divino;
    2)gli anatemi verso i “conciliari” sono riferiti ESCLUSIVAMENTE alle loro lacune filosofico-teologiche e non alla loro presunta immoralita E NON per fare una lotta di tipo politico-bellicoso;
    3)gli anatemi verso chi vive una sessualità responsabile, li lancia la Legge di Cristo che è presente per tutti e non per dire: che quelli che la predicano sono migliori in quanto “la predicano” o perché la predicano per demonizzare qualcuno, ma solo: per svolgere un “ingrato” compito(!!!);
    4)gli anatemi verso chi decide di avvicinarsi ai Sacramenti tramite “vie non ordinarie” li lancia la Legge di Cristo, che elargisce la Sua Divina Grazia a certe condizioni; chi vuole i Sacramenti, si presume (!) voglia la Grazia, pertanto se vuole veramente tale Grazia la deve cercare solo dove veramente si trova, e cioe nel pentimento e nella riparazione delle colpe commesse e nella Assoluzione del confessore, per poter POI, ottenere la Grazia specifica del Sacramento eucaristico, altrimenti la Grazia del Sacramento eucaristico al di la di queste condizioni non agisce. Quindi se la Grazia del Sacramento eucaristico non agisce al di la di queste (suddette) condizioni: che se ne fanno quelli che per “vie non ordinarie” (=produttori di SICURO danno spirituale) vogliono a tutti i costi ricevere il Sacramento eucaristico ?
    Vogliono attirarsi peggiori maledizioni divine ? la Chiesa non può farsi complice di questo e non può rischiare le maledizioni pronte anche per Essa se cede a tale empietà.

    • Mimma scrive:

      @Cuba-libre

      Nulla di nuovo.
      Tdg come lefebvriani.
      O con noi, o tutti all’inferno!
      Nessuno sembra aver compreso che Cristo ha dato se stesso per tutti!
      Coraggio Cuba, Gesù è risorto e con Lui ciascuno di noi!

      • Timorato scrive:

        X MIMMA

        la prego di fare le dovute distinzioni quando cita i lefeburiani.

        I lefeburiani sono cattolici perché professano la Fede di 1962 anni di storia della Chiesa, e per obbedienza a tutti i Papi di questi 1962 anni di storia della Chiesa, subiscono: soprusi, persecuzioni, calunnie ed ostracismo da coloro che disubbidendo a questi Papi hanno solo il vantaggio di aver recepito l’etichetta, il potere e la fama di essere cattolici(????) ma non sono graditi per nulla a Dio, poiché fanno ideologia !

        I tdg non sono nemmeno cristiani, quindi l’accostamento non serve!
        Come non serve la sua ostentazione di vera cristiana, perché per essere tale anche lei dovrebbe ubbidire a tutti i Papi di 1962 anni di storia della Chiesa!

        • Mimma scrive:

          Grazie del chiarimento…
          Pertanto dal 1962 in poi non sono più cattolici, visto che se ne sono vistosamente discostati e la Santa Chiesa Cattolica continua a vivere in Cristo e nel suo Pastore (Pietro)!
          Bastava dirlo prima….!

          “ma non sono graditi per nulla a Dio, poiché fanno ideologia !”

          Non si sente un tantino presuntuoso e superbo?
          Non pensa che il giudizio spetti all’Altissimo ????
          O si è montato la testa?

          • Timorato scrive:

            X MIMMA

            avere la certezza di professare la vera fede cattolica non è sintomo di superbia ma di Grazia, in quanto nella Chiesa si è accolti da peccatori! e la Chiesa è fatta per peccatori che vogliono santificarsi…..quindi questa sua retorica atta a demonizzare la può mettere sott’aceto!!!!

            Non è il Papa che fa la Fede e crea la Verita, lui prima di tutti: deve servire la Verità e non abusare del suo ruolo, -anche indirettamente- facendo credere il contrario !

          • Mimma scrive:

            Semmai è lei che demonizza dicendo che non siamo graditi a Dio!
            E se i Papi non fanno la fede come mai li disprezza con tanta ferocia???

    • Mimma scrive:

      @Cuba-libre

      Ritorna a Lui Cuba, siamo tornati tutti dalla tormenta della vita…

    • cuba_libre scrive:

      Per Timorato

      Rispondo sinteticamente solo ai primi die punti perche’ per gli altri partiamo da presupposti troppo diversi.

      Vede, se uno va vestito da naziskin, vuol dire che al 99% e’ naziskin anche dentro, non posso certo aspettarmi da lui che agisca da missionario.

      Morale della favola: quando lei mi dice che lei fa una distinzione fra doti filosofico teologiche e comportamenti immorali, e’ una cosa che non sta ne’ in cielo ne’ in terra perche’ da papi che dell’immoralita’, della sete di potere e ricchezza ne hanno fatto il principale obiettivo della propria misera esistenza, non mi potro’ mai aspettare che possano essere portatori del vero messaggio di Cristo.
      Mi ricorda molto da vivino uno sketch del grande Roberto Benigni quando raccontava di un elettricista, chiamato da un cliente per rifargli l’impianto elettrico. Questo gli fa un bel lavoro, ma al contempo gli tromba la figlia, gli sventra la moglie, lo prende a botte, gli spacca la faccia e poi gli dice: ” Beh, pero’ ti ho fatto un bell’impianto!” Grande Benigni….:-)

  74. Jerry scrive:

    @ minstrel
    “Lei è un valido cabarettista J, ci pensi.”

    Distinto minstrel, potrebbe anche avere ragione lei, ma è questione di coerenza. Lei deve essere poco pratico di vangelo sebbene abbia il magistero e dovrebbe insegnarlo ad altri, ma il vangelo dice : “
    … Son divenuto ogni cosa a persone di ogni sorta, per salvare a tutti i costi alcuni. “ ( 1Cor 9.20-23)
    Ora, se per poter fare un ragionamento compiuto devo divenire “cabarettista” perché il proprietario del blog ha permesso l’ingresso a certe invasate incapaci di ragionamento e di educazione, ebbene per entrare in sintonia con i matti devi diventare un po’ matto, altrimenti non ti capiscono. Non crede ? e poi che vuole è sempre il Vangelo che indica la via. I problemi sono per coloro che non lo hanno capito o che lo vogliono nascondere tirandolo fuori solo secondo convenienza. Non sia anche lei come loro, si attenga allo scritto e non sbaglierà mai. Si fidi.

    • Mimma scrive:

      uno, nessuno, centomila….

    • anastasia scrive:

      Matto di un J non aggiungendo erry che smentti di essre J-Sal. I tuoi travestimenti ormai sono da clown e non fanno ridere. Resta sempre la follia geovista sotto mentite spoglie. Non inganni nessuno. Lo stile maniacale del geovismo è inconfondibile!

      • Mimma scrive:

        @Anastasia
        …noi invece saremmo le “invasate incapaci di ragionamento e di educazione”.
        Mah!

    • minstrel scrive:

      Jerry buongiorno,
      sono uno che tende ad arrivare subito al dunque: lei in cosa crede?
      Perché mi cita il Vangelo se non crede nella Chiesa che l’ha trasmesso e scelto? Se non crede nella Grande Chiesa e la sua santità come è possibile accettare come valide le sue scritture che sono in fondo dogma di tale Grande Chiesa?
      Sempre lì siamo Sal. Sempre lì.

      • J scrive:

        “lei in cosa crede? Perché mi cita il Vangelo se non crede nella Chiesa che l’ha trasmesso e scelto? Se non crede nella Grande Chiesa e la sua santità come è possibile accettare come valide le sue scritture che sono in fondo dogma di tale Grande Chiesa?”

        Perché è così curioso da voler sapere in che cosa credo io ? Dovrebbe preoccuparsi di ciò in cui crede lei, e spiegarsi perché ci crede, né crederci perché lo credo io. Per questo la fede è una questione personale con un Unico mediatore.
        Si sconvolgerebbe se le dicessi che non credo che una coppia di pinguini si siano fatti +6000 km a piedi, mano nella mano per andare dal polo nord alla palestina giusto per entrare in un’arca ?
        O si meraviglierebbe se le dicessi che non credo a chi promette di rendere la sua casa trasparente e poi impedisce che i crimini sessuali di casa sua siano denunciati ? Si chiama omertà !
        Lei non ha capito che io le cito il “suo” vangelo proprio perché è suo ed è a quello che lei dovrebbe ubbidienza.

        p.s.
        Forse non lo sa, ma “la grande chiesa” non è mica quella cattolica. Salvo prove contrarie, che lei dovrebbe procurare e non può perché manca il termine di paragone, occorre quantificare l’aggettivo “grande” e lei non può farlo. In rapporto a che cosa ? Siamo sempre lì. Ognuno crede a ciò che preferisce.

        • minstrel scrive:

          Dialogo.
          Inizio io.
          “Se lei non crede al Vangelo, lei cita una lettera per lei morta.”
          “Ma per lei non lo è affatto!”
          “Non lo è nell’esegesi della Chiesa che l’ha redatto, trasmesso e scelto! Lei tradisce quelle scritture non credendoci, contraddicendosi citandole e non credendo alla Chiesa e facendone un’esegesi letterale”
          “la fede è una questione personale quindi faccio esegesi personale e…”
          “non centra con il discorso. Non le chiedo come legge Apocalisse, ma perché Apocalisse se non ci crede”
          “perché ci crede lei e faccio vedere che lei è contradditorio”.
          “Affatto. Lei mostra solo che non capisce la sua contraddizione. Se lei accetta le scritture, deve accettare la mia lettura che è quella della Chiesa, lettura che la sconfessa. Se lei accetta le scritture, ma non la lettura della Chiesa cade nella contraddizione protestante. Se lei non accetta le scritture, le cita semplicemente a sproposito e si aprono due strade: la buona fede o la mala fede. La credo in buona fede e semplicemente penso stia semplicemente ignorando le sue contraddizioni. Faccia lei.”
          “Si sconvolgerebbe se le dicessi che…”
          “ahahahah, mi sconvolgerebbe se mi dicesse che ha capito”.
          “O si meraviglierebbe se le dicessi che non credo a chi promette…”
          “Lei è libero di credere a chi vuole e quello che vuole. Perché dovrei meravigliarmi? Il problema è che la credibilità del messaggio cristiano esula dalla coerenza. Come la logica della testimonianza impone”
          “non è vero!”
          “argomenti”
          “argomenti lei!”
          “Antonio Livi, Flavia Silli – Logica della testimonianza. Ci risentiamo dopo la lettura”
          “eh ma…”
          “eh ma nulla. Si procuri il libro e bonanotte!”

          • J scrive:

            @ minstrel
            “Affatto. Lei mostra solo che non capisce la sua contraddizione. Se lei accetta le scritture, deve accettare la mia lettura che è quella della Chiesa, Se lei accetta le scritture, ma non la lettura della Chiesa cade nella contraddizione protestante. Se lei non accetta le scritture, le cita semplicemente a sproposito e si aprono due strade: la buona fede o la mala fede. La credo in buona fede e semplicemente penso stia semplicemente ignorando le sue contraddizioni.”

            Ma che va dicendo sig. minstrel ? Io non capisco le mie contraddizioni ? OK Possibile, ma lei lo sa che tutti gli essere umani hanno gli occhi ? Forse per farsi leggere le storie da altri o per usare il loro proprio “discernimento” per non valutare le contraddizioni ?
            Se accettassi acriticamente e passivamente la lettura di un altro sarebbe come se il mio “raziocino, discernimento, spirito critico” sarebbero inutili. Come il cane che non può evitare di scodinzolare prchè guidato lui dall’istinto io dal rifiuto dell’uso delle mie abilità. Ma poiché mi giudica in buona fede e la ringrazio, credo di fare bene a ignorare le mie contraddizioni. In fondo è scritto: “ Jehovah è colui che marcia davanti a te. Egli stesso sarà con te. Non ti abbandonerà né ti lascerà del tutto. Non aver timore e non ti atterrire”.(Deut 31.8)
            Che dice ? riuscirà Lui a prendersi cura delle contraddizioni ?
            “Non ti ho io comandato? Sii coraggioso e forte. Non provare spavento e non ti atterrire, poiché Jehova tuo Dio è con te dovunque tu vada”.”( Gios.1.9)
            p.s.
            non conosco la contraddizione protestante, ma conosco un sacco di persone in contraddizione.

          • minstrel scrive:

            Lei prima di farsi un’idea sua sulle scritture altrui dovrebbe capire perchè quelle scritture sono degne di un’idea sua.
            Perché il Vangelo “kata Luca” si e il Vangelo “kata Pietro” no?
            La domanda non è “come lo legge”, ma PERCHE’ LO LEGGE!
            Al che capirà che è assurdo dirSI: “In fondo è scritto”, ma è scritto dove?! Sulla Bibbia?! Ma la Bibbia NON ESISTE SAAAL!

  75. Mimma scrive:

    Vi propongo il contenuto dell’udienza generale del Santo Padre di oggi.
    Sorgente di acqua limpida alla quale dissetarsi…

    http://www.vatican.va/holy_father/francesco/audiences/2013/documents/papa-francesco_20131030_udienza-generale_it.html

  76. Reginaldus scrive:

    “se la Chiesa non porta Gesù è morta”: verissimo, ma se porta Gesù, non papa francesco!!!!!

    Chissà se posso scriverlo in modo che possa essere letto….

    • Mimma scrive:

      …e lei invece “chi”porta?
      Confusione, astio, ed inutili rimbrotti alla Chiesa, al suo Magistero e allo Spirito Santo che la governa?

      • Reginaldus scrive:

        ah già, lei porta olezzi”

      • J scrive:

        Perché ? Il suo dio è non capace di difendersi da solo o ha bisogno del suo aiuto per rimettere ordine….. ben misero e incapace.Non crede ?

        • Mimma scrive:

          @J_SAL_JERRY_JONATHAN;ecc

          “15 L’uomo: come l’erba sono i suoi giorni!
          Come un fiore di campo, così egli fiorisce.

          16 Se un vento lo investe, non è più,
          né più lo riconosce la sua dimora.

          17 Ma l’amore del Signore è da sempre,
          per sempre su quelli che lo temono,”
          (salmo 103, 15-17)

          • J scrive:

            “Ma l’amore del Signore è da sempre, per sempre su quelli che lo temono,” (salmo 103, 15-17)”

            Bello il salmo vero ?
            Mi pare però che le sia sfuggito “quelli che lo temono…”
            Quelli che lo temono, ricordano il vangelo e lo rispettano specie lì ove dice : “La donna impari in silenzio con piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio.(1Tim 2.11-13)

            Non sembra che lei stia facendo tesoro di questo consiglio, a giudicare dai continui rimproveri e rimbrotti. Non mi pare che possa esseere inclusa nella categoria di “Quelli che lo temono” Anzi……lei non sembra in grado di poter dare consigli ad altri non sapendoli dare nemmeno a se stessa.
            ” Tu, dunque, che insegni a qualcun altro, non insegni a te stesso?”( Rm 2.17-21)
            “Tu, che sei orgoglioso della legge, mediante la tua trasgressione della Legge disonori Dio? Poiché “il nome di Dio è bestemmiato per causa vostra fra le nazioni”, come è scritto.”</i< ( Rm 2.23-24)
            Vede com'è facile il Vangelo ? Basta esseere fra quelli che lo temono !

          • Mimma scrive:

            Povero Sal, se solo avesse provato a comprendere il messaggio di Cristo con cuore LIBERO…
            Si riappropri della sua libertà interiore finchè è ancora in tempo.
            Lasci stare la WATCHTOWER ,le hanno preso la dignità di figlio di Dio, le hanno usurpato le scelte, gli affetti ed ogni potere decisionale, e ciò che è più grave è la provenienza di tutto questo, che nulla ha a che fare con Dio.
            Questo passaggio terreno è nulla difronte all’Eternità, ci pensi per un attimo…

          • Mimma scrive:

            @Anastasia
            Non è Dio Anastasia … è l’anticristo!

          • J scrive:

            Lei è sempre fuori tema…. non si parla di TdG. Si parla di “chiesa morta”…… NOn è molto coerente. no ?

          • anastasia scrive:

            Fuori tema? Ipocrita e quando mai tu sei stato nel tema proposto, se non per gettare fango geovista contro la chiesa! Ciò che è morta è la tua ragione! La chiesa è viva mentre a breve il geovismo satanico scomparirà. Ci puoi giurare! E’ in gioco l’onore e la gloria di Dio che non permetterà all’anticristo Russel, di averla vinta. Siete già sulla via del declino e sarete schiacciati sotto il calcagno della donna vestita di sole. Tempo al tempo di Dio! Oracolo del Signore Dio!

          • mauro scrive:

            …con la luna sotto i suoi piedi!

            La luna sono i Tdg? Strano la luna è simbolo di ricettività e fertilità. Come donna avrebbe dovuto saperlo.
            Ne saranno contenti, a Natale le mandaranno un pacco dono unito ad una iscrizione a socia onoraria.

          • anastasia scrive:

            Una fertilità che manca al tuo cervello! Apocalisse 12 non lo ricordi? Il tenebroso e menzognero satana sarà distrutto e per sempre e con lui tutti gli anticristi. Compreso il vostro Russel & company!

          • mauro scrive:

            Cara ananstasia,

            ricordo bene in Apocalisse 12 il “drago rosso”, simbolo di trasformazione che rappresenta il ciclo che va dalla vita alla morte (sette teste) e l’eterno ricominciare (dieci corna). Se nota tali caratteristiche troverà un parallelismo con l’intervento di Dio sull’uomo: caducità della vita umana e suo intervento con una nuova vita eterna. E’ l’antagonista di Dio ma non è quello che lei pensa. In realtà il drago rosso rappresenta il mondo prima della venuta di Cristo e di conseguenza anche coloro che non sono appartenuti, o non appartengono tutt’ora, al nuovo mondo offerto da Dio.
            La lotta e la sconfitta del drago rosso vanno a rappresentare la supremazia del cristianesimo sul paganesimo (mondo prima della venuta di Cristo).
            E’ un racconto allegorico ma il drago rosso non verrà distrutto. Sarà confinato sulla terra andando a rappresentare coloro che non aderiranno al nuovo mondo offerto da Dio.

          • anastasia scrive:

            Mauro lasci stare. Spari balle così grosse, che sono cannonate di sterco senza intelligenza e logica! Rileggiti anche tu qualcosa di SANO MENTALMENTE E LIBERO DAI TUOI TDG!

            http://www.qumran2.net/materiale/anteprima.php?id=1565&anchor=documento_3&ritorna=%2Findice.php%3Fid%3D70&width=1366&height=643

    • Mimma scrive:

      @Reginaldus
      AMARE DIO O SE STESSI?

      http://it.gloria.tv/?media=511793

      • Reginaldus scrive:

        mimma, la risposta sta nei miei commenti che potrà leggere, se vuole, quando, e se, saranno dissequestrati…. Ad ogni modo il dio che lei ama non mi interessa proprio….Troppo sgradevole!

  77. G scrive:

    @ Minstrel
    “Cretinata. Dio non esiste PRIMA della creazione perché significherebbe che PRIMA di Dio esiste il TEMPO che stabilisce cosa esite prima della creazione! J faccia il bravo e si autobacchetti.”

    Lei ha anche letto male sig. minstrel io ho scritto che Dio sta al di fuori del tempo non prima del tempo. Se lei mi chiede cosa esisteva “prima” del tempo, la risposta è semplice : “esisteva Dio”.
    Ma per voi anche le cose semplici diventano così difficili da capire ? E’ questione di geni ?
    Infatti ha ragione il santa, “non ha senso parlare di un prima” di cui non si può avere alcuna conoscenza.

    • minstrel scrive:

      Oh my… G H L M N O e chi più ne ha più ne metta, non so se sia questione di GENIO (eheh), forse basta un corso di grammatica teologica.

      • Beh è vero che non si può parlare di un prima di cui non si può avere conoscenza.

        Meglio quindi parlare di un “prima” di cui si può avere conoscenza.
        In Pace

  78. Reginaldus scrive:

    A capo della chiesa uno che dice che è normale avere dei dubbi sulla fede, normale- detto nella versione percepita- credere e non credere, o credere quello che ti pare e lasciare perdere quello che non che non ti piace…???Per dirla con un esempio,concretamente, normale che il 90% dei cattolici USA – stiamo a questo esempio – non creda nella presenza reale di Cristo nell’ Ostia consacrata (qui anzi siamo ben oltre il dubbio…) ??? E’ questa la stessa Chiesa che ci faceva concludere ogni preghiera con l’ AMEN!dell’ assenso , che è tale quando è incondizionato e assoluto, perché un assenso dubitativo è un non-senso???? Certo, una fede che si incontra con la ragione, intorno alla quale si sono impegnate, per stare qui in Occidente, le menti eccelse dei sant’Agostino e dei san Tommaso d’ Aquino, per chiarirne i significati e dimostrarne l’armonia con la ragione, e non certo per lasciarla nelle nebbie del dubbio…a solleticare gli spiriti schizzibosi, di fronte ai quali riuscire ad ogno costo simpatici e dai quali ricevere in goduria la felicità dell’applauso e del consenso (cfr. Scalfari Odifreddi….) …dubbio che ora per la nuova chiesa è diventato paradigma di modernità da rispettare ( da non dimenticare il gemello Ratzinger – certo più raffinato intellettualmente di questo ciondolante Bergoglio – e il suo cortile dei Gentili, alias degli Agnostici…)

  79. Reginaldus scrive:

    il buon Bergoglio e tenero Bergoglio, l’amorevole e il misericordioso, non sopporta che gli si dicano di tali cose??? Ahi che succede quandi si liscia contro pelo…

  80. J scrive:

    “Una fertilità che manca al tuo cervello! Apocalisse 12 non lo ricordi? Il tenebroso e menzognero satana sarà distrutto e per sempre e con lui tutti gli anticristi. ”

    Deve aver letto male. Non c’è scritto che sarà distrutto:
    “E scoppiò la guerra in cielo: Michele e i suoi angeli guerreggiarono contro il dragone, e il dragone e i suoi angeli guerreggiarono, ma esso non prevalse, né fu più trovato posto per loro in cielo. E il gran dragone fu scagliato, l’originale serpente, colui che è chiamato Diavolo e Satana, che svia l’intera terra abitata; fu scagliato sulla terra, e i suoi angeli furono scagliati con lui. ( Riv 12.1-10)

    Non sembra che sia scritto che sia stato distrutto, bensì scagliato sulla terra.

    • mauro scrive:

      Caro J,

      Giusto averlo ribadito, ma anastasia ha pensato che scagliato dal Cielo alla Terra si sia fatto tanto male da distruggersi. Un ex angelo di Dio, non appartenente al mondo materiale, potrà mai farsi male? E nemmeno essere distrutto da Dio, diversamente non sarebbe l’antagonista di Dio ma dell’uomo.

      • J scrive:

        Ciao Mauro….. che pazienza quando la presunzione si fa maestra. E’ una tristezza. Che si può fare se non spingerli a ragionare ?

        Loro sono i miracolati senza prove, e gli altri incapaci di comprendere le prove mancanti.

        “A volte la gente non vuole ascoltare la verità perchè ha paura che le sue illusioni vadano distrutte” Friedrich Nietzche

        • minstrel scrive:

          Che cosa è la verità?
          La sua risponde perfettamente a quella di Nietzche?
          E in quale opera il filosofo lo scrisse?

          Siamo sempre lì Sal. Sempre lì.

          • J scrive:

            @ minstrel
            Non c’è nulla di male a restare sempre lì. Magari un pò monotono… io dopo un pò mi stufo e me ne vado. Decida lei se le piace rimanere lì. Io non la biasimo.

          • minstrel scrive:

            Dopo un pò che le fanno notare le contraddizioni si stufa? Capisco.

      • anastasia scrive:

        Ti sei fatto male così tanto che hai compromesso per sempre l’uso autonomo del cervello abolendo la logica e credendo in truffaldini americani che si sono inventati una religione, per un Business molto lucroso! E tu li segui, povero pollo! Siete voi disubbiedienti! Anzi idolatri! Secondo i vostri stessi schemi! Ve lo dite da soli! Quindi: Sei out con il raziocinio!

        http://www.emiliomorelli.it/testimoni_di_geova_idolatria_nelle_pubblicazioni.html

  81. J scrive:

    “Fuori tema? Ipocrita e quando mai tu sei stato nel tema proposto,..La chiesa è viva mentre a breve il geovismo satanico scomparirà. Ci puoi giurare!”

    Ognuno può avere le sue idee, ma forse non si è guardata bene attorno…..

    “La dottrina cattolica, piaccia o no, è irresistibilmente demodé: la maggioranza cattolica di tanti paesi “cattolici” è fatta ormai di credenti non praticanti, e soprattutto di non condividenti dogmi e precetti lontani anni-luce dalle preoccupazioni delle persone che vivono in paesi ampiamente secolarizzati. Lo sa benissimo anche l’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola, che recentemente ha scritto del diffondersi, tra i cristiani ambrosiani, “di una sorta di “ateismo anonimo”, cioè di vivere di fatto come se Dio non ci fosse”. Ma lo sa benissimo anche il papa, Jorge Maria Bergoglio, che “ormai lascia ad altri l’esposizione della dottrina”, come ha notato Sandro Magister”
    h**p://www.uaar.it/news/2013/10/30/forse-dottrina-cattolica-non-interessare/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=forse-dottrina-cattolica-non-interessare

    In fondo l’ha detto il papa, basta che ciascuno sia coerente con la propria coscienza. A che serve tutto il resto ? Un orpello demodè….. Parola di Papa.

  82. J scrive:

    “Povero Sal, se solo avesse provato a comprendere il messaggio di Cristo con cuore LIBERO…”

    Lei continua a preoccuparsi per me, ma dovrebbe preoccuparsi per sé. “Pondera queste cose; sii assorto in esse, affinché il tuo progresso sia manifesto a tutti. Presta costante attenzione a te stesso e al tuo insegnamento. Attieniti a queste cose, poiché facendo questo salverai te stesso e quelli che ti ascoltano.” ( 1Tim 4.15-16)

    Vede ? Non c’è mica scritto “preoccupati degli altri e trascura te stesso” ma al contrario preoccupati di te per poter aiutare altri….. Perché pensa che il messaggio di Cristo lei l’abbia capito con cuore libero e io no ? Se osserva bene è lei che si trova in trasgressione:
    “ La donna impari in silenzio con piena sottomissione. Non permetto alla donna di insegnare né di esercitare autorità sull’uomo, ma stia in silenzio…tu, dunque, che insegni a qualcun altro, non insegni a te stesso? Tu, che sei orgoglioso della legge, mediante la tua trasgressione della Legge disonori Dio? ”( 1Tim 2.11-12; Rm 2.21; 2.23)

    Sempre facile puntare il dito e sedersi al posto del giudice, ma mai per giudicare se stessi, solo per giudicare gli altri. E’ così ?

    “Figlie di Gerusalemme, smettete di piangere per me. Al contrario, piangete per voi stesse e per i vostri figli; ( Lc 23.28)
    Sembra che lei non abbia ancora interiorizzato bene questi consigli….. vero ?

  83. J scrive:

    anastasia scrive: 31 ottobre 2013 alle 00:00
    “Apovero sciocco! Non dice Gesù nell’Apocalisse che lui stesso è L’alpha e l’Omega? BUGIARDO!!!!! Significa che Gesù è il principio e la fine, il primo e l’ultimo. Difatti quando Gesù disse a Giovanni: “Io sono l’Alfa e l’Omega” gli disse subito dopo “il primo e l’ultimo, il principio e la fine” (Apoc. 22:13).”

    Ancora una volta dimostra scarsa conoscenza. Dovrebbe riflettere meglio su ciò che legge e fare un po’ di analisi logica. (Soggetto verbo complemento) In questo caso si tratta di stabilire chi è il soggetto:
    “E Colui che sedeva sul trono disse: “Ecco, faccio ogni cosa nuova”. E dice: “Scrivi, perché queste parole sono fedeli e veraci”. E mi disse: “Sono avvenute! Io sono l’Alfa e l’Omega, il principio e la fine.” ( Riv 21.5-6)

    Chi è che sedeva sul trono ? “Colui che è e che era e che viene”, circondato dai sette spiriti che sono dinanzi al suo trono, e da Gesù Cristo, “il Testimone Fedele”, “Il primogenito dai morti” e “Il Governante dei re della terra”.(Riv 1.4-5)
    Poiché “Colui che è che era e che viene” non è Gesù essendo Egli ”Il testimone fedele e verace” Colui che siede sul trono circondato dai sette spiriti è Dio, il Padre o Jehovah. E Quando in 22.6 Dice: “Ed egli [l'angelo guida di Giovanni] mi disse: “Queste parole sono fedeli e veraci; sì, Jehovah l’Iddio delle ispirate espressioni dei profeti ha mandato il suo angelo per mostrare ai suoi schiavi le cose che devono accadere fra breve.”
    Sta nuovamente confermando che l’iniziativa è di Dio[Jehovah]. E aggiunge : “‘Ecco, vengo presto, e la ricompensa che do è con me, per rendere a ciascuno secondo la sua opera. Io sono l’Alfa e l’Omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine.
    Quindi, l’Alfa e l’Omega sono attributi specifici di Dio che è Re d’Eternità. Non possono essere applicati a Gesù di cui è scritto : “Ma quando tutte le cose gli saranno state sottoposte, allora anche il Figlio stesso si sottoporrà a Colui che gli ha sottoposto tutte le cose, affinché Dio sia ogni cosa a tutti.” ( 1Cor 15.28)

    Come potrebbe essere Gesù Re d’Eternità” o l’Alfa e l’Omega se alla fine si sottoporrà a Dio anche lui ?

      • J scrive:

        @ minstrel
        La ringrazio per la cortesia, ma ho scelto un altro Maestro.

        • minstrel scrive:

          E chi è? Vede che ritorniamo al mio primo dunque: in cosa crede?
          Tadaaan

          • Timorato scrive:

            X MINSTREL

            prima di fare la predica agli altri dimostri lei vero amore per la verità!

            Non mi dica che l’avermi fatto la sceneggiata napoletana sul suo blog accusandomi come un brigatista solo perché postavo link che fanno emergere la VERITA DI FATTI sui soprusi che ha subito Mons. Lefebure da parte della Santa Sede – tralaltro trasgredendo gli stessi canoni del Diritto canonico approvato da GPII-, possa giocare a suo favore ?

            Per non parlare di Simon, che dopo aver cestinato il mio post con altre domande più chiarificatrici, si è creato la giustificazione che ha dovuto cestinare perché: 1) non era nello stile del suo blog: il domandare; 2) non erano ammessi pazzi; 3) non erano ammessi sentimentalisti; 4) non erano ammessi calunniosi e pettegoli.
            Dico io: non bastava una sola giustificazione per eliminare chi fa domande scomode ?
            E poi, se Simon si esibisce come un eccelso cattolico adulto di ogni avanguardia, come può la sua carita mancare di rispetto per un pazzo(ammesso che lo sia veramente pazzo chi è defiinito cosi da Simon!!!) ?

            ….altro che amore per la Verità!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            faccia un po di penitenza per capire che il vero Bene è divenir “amici” di Cristo amici della Verità!

            lasci perdere “di sfogliare libri”….il Vero Libro da leggere è il Crocifisso -cosi insegnava un santo quando i protestanti lo accusavano di non conoscere la Bibbia-!

          • minstrel scrive:

            eheheh, rieccola.
            Lei semplicemente ha l’onore di essere il primo ad essere in moderazione costante. Se vuole fare domande retoriche, tali domande verranno cestinate. Se fa affermazioni apodittiche pure.
            Se si mette in gioco sul serio è il benvenuto.
            Già detto e ridetto, ma certe cose bisogna anche comprenderle.
            Come?! Chi decide se si sta mettendo in gioco?!
            Ovvio: NOI! Il blog è comune, ma è gestito da me e Simon per ora e questo è quanto.
            Ehmaehmahemahema
            niente eh
            niente ma.
            Buon cammino.

          • Mimma scrive:

            @Minstrel
            EVVVAIIII!!!!!

          • Timorato scrive:

            X MINNTREL

            siete lo Spirito Santo, lei e Simon, che avete il potere di leggere in foro interno e giudicare le domande solo perché sono “retoriche” e apodittiche ?

            Le domande sono retoriche solo perché pestano i calli ai potenti ? mi faccia capire…

            Si può rispondere con argomenti retoricamente INCONFUTABILI alle domande: “retoriche” se si ha la capacità, l’onestà intellettuale e il coraggio, non le pare ? Invece di calpestare il diritto alla libertà di parola, lo si dice prima: qua si fanno domande FILTRATE…….( ci vuole tanto!!!)

            Mettersi in gioco -per Dio- significa anche questo:” rischiare”; NON LE PARE che cosi facendo: non andra molto lontano quel vostro blog, che non ammette il contraddittorio, e se lo trova -come con quel don Camillo- non cita mai fatti che hanno a che fare con i potenti della Chiesa ?

            Non mi faccia ridere……..

            Un blog di parte canta sempre canzoni stonate!
            bravo, bravo……. celebri il suo bel relativismo dolcificato di “ricerca(all’infinito) di una verità sempre comoda -ai potenti-”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

            Ancora per confermare:
            ” …i nemici della Chiesa sono intolleranti nella pratica e tolleranti nei Principii, la Chiesa è intollerante nei Principii e tollerante nella Pratica”

          • Timorato scrive:

            X MIMMA

            lascia perdere: riderà bene chi riderà ultimo!

          • J scrive:

            @ minstrel
            Ma gliel’ho detto mille volte. In che cosa credo ? Nel mio cervello no ? La mia Ragione è l’unico mezzo che mi permette di capire come stanno le cose, il senso della vita, il senso delle sue scritture che lei non rispetta, i principi legati al dovere, all’onore, alla fedeltà, alla coerenza, a non essere ipocrita, a non spacciare menzogne, a mostrarmi libero e indipendente. cosa c’è che non le va in questo ?
            https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/p480x480/1383159_739068342785975_1236581997_n.jpg
            “Le persone che hanno scelto di abbandonare i loro precedenti culti, devono essere le persone più brave e intelligenti del mondo, perché hanno scelto di cercare la verità a costo della loro dannazione eterna.”

          • minstrel scrive:

            Ehi cervello, mi spiega come fa un’attività autoriflessiva come il suo pensiero a cui dedica il culto ad essere mediata da un organo (cioè il cervello)?
            Mi segua:
            La vista non vede sé stessa.
            Il tatto non tocca sé stesso.
            L’udito non ode sé stesso.
            Il pensiero pensa sé stesso.
            Allora vuole dire che non è esercitato attraverso un organo corporeo.

            Domanda: lei crede nel suo cervello e molto probaiblmente non crede nell’anima, da buon geovista.
            Ma si rende conto che questo è materialismo illogico visto quello che le ho appena scritto?
            Al che la domanda finale: è sicuro di usare “la sua ragione”?!
            E poi non mischi ermeneutica con principi primi con afflati morali(moraleggianti!) con vittimismo. Questo melting -pot non le chiarirà nulla.

          • minstrel scrive:

            @Timorato
            Ci siamo capiti, suvvia.
            Buon cammino.

        • anastasia scrive:

          @Minstrel ,
          JW_SAL crede negli impostori della Bethel, quelli, per intenderci, che gli forniscono cibo avvelenato e gli hanno fregato il cervello rendendolo un automa nelle loro mani!…

          http://www.emiliomorelli.it/testimoni_di_geova_chi_sono_segreti_e_verita.html

  84. J scrive:

    anastasia scrive: 31 ottobre 2013 alle 00:11 “Leggi bene e con un cervello libero, geovolo!”

    http://www.apocalissedicristo.it/scrittura/alfaomega.htm

    “Il Libro dell’Apocalisse inizia e termina con la rivelazione dell’Alfa e Omega, dimostrando il fatto che tutti gli eventi nel Libro girano intorno a Dio; Apocalisse 1:8 “Io sono l’Alfa e l’Omega”, dice il Signore Dio, “colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente”.”

    Ho letto bene, ma forse le è sfuggito che c’è scritto che “tutti gli eventi ruotano intorno a Dio, l’Alfa e l’Omega – l’Onnipotente” – Non vorrà mica raccontarci che Gesù è l’Onnipotente ? Vero ? Dovrebbe scegliere maestri migliori.

  85. stefano scrive:

    @Ilsanta
    Caro santa, volevo interrompere la nostra polemicuccia dove l’abbiamo lasciata, ma ci ho ripensato. Non credo sia giusto farle passare le cattiverie che dice.
    Io non mi sono mai auto martirizzato, come fa invece lei con le sue arie da perseguitato dall’Inquisizione. Ci farebbe un gran favore, anzi, se una buona volta ci spiegasse cosa le hanno fatto la Chiesa e i preti, quali soprusi ha subito, quali dispetti, quali offese, ogni elemento utile a farci cambiare idea anche a noi. E uno.
    Due, io non getto mai fango contro qualcuno (se no mi dica quando l’ho fatto) e a chi ritengo settario non gli rivolgo neanche la parola, né condivido chi lo fa. Infatti nel confronto tra anastasia e J non sono mai intervenuto; di sette e religioni ho parlato solo con lei. Lei perciò mi accusa falsamente, anche perché lei sa che i TdG sono una setta e che io tali li considero. Ma non uso il blog per fare la guerra a nessuno.
    Tre, se uno adopra il termine “setta” fuori da un conteso accademico lo fa, secondo ogni canone di comunicazione, con intento dispregiativo, né più, né meno come chi si rivolge a qualcuno con l’appellativo di “figlio di p.” E’ inutile sostenere che figlio di p. è in realtà un termine tecnico per indicare la discendenza materna di qualcuno. Il suo giochino delle tre carte ha stancato. Perciò, siccome lei definisce i cristiani una setta, è mia opinione fondata che lei si compiaccia nel rivolgersi ai cattolici in modo offensivo e con intento provocatorio. Che se, invece, lo facesse da studioso delle religioni – quale, per sua fortuna, lei non è – starebbe dicendo che Gesù Cristo era un settario. Sarebbe a dire che in campo accademico lei sarebbe considerato un cialtrone.
    Quattro, è vero che nei testi di Dottrina non troverà mai scritto che il cristianesimo è una setta – ci mancherebbe! – ma questo non è un buon motivo per non studiarli e parlare poi a ragion veduta, evitando anche brutte figure. Troverà infatti che Gesù ha detto “Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure uno iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto” (Matteo 5, 17-18). Non proprio il parlare di chi vuole farsi una dottrina tutta sua, si direbbe.
    Cinque, e chiudo, abbia quindi il coraggio di parlare chiaro, invece di scagliare il sasso e nascondere la mano, per ribaltare poi su di me accuse sciocche come quella di infangare altri chiamandoli “setta”.

  86. mauro scrive:

    Caro Ilsanta,

    se fino ad ora sono state fatte delle ipotesi sulla formazione dell’universo è chiaro che qualcosa dove esserci per averlo generato ma lei ugualmente non lo conosce (sono state fatte ipotesi) e non ne conosce neppure il tempo/spazio della sua presenza inattiva, quindi è al di fuori della misurazione tempo/spazio.
    La presenza di Dio poggia sulla stessa modalità, è un’esistenza/presenza precedente alla creazione, fuori dalla misurazione tempo/spazio.
    Non ho proposto un concetto nuovo con l’ASSIMILAZIONE ad un multiuniverso, già era chiaro che si trattava di due dimensioni parallele, una spirituale (Dio) ed una fisica (universo) e che quest’ultima partiva in un punto imprecisato di quella spirituale e da qual momento era misurabile ed anche classificabile (quadrimensionale [e non piu' tridimensionale] per la presenza del tempo non piu’ considerato come estraneo al mondo fisico).
    Lei si è sempre basato su un universo fisico, quello che tutti conoscono, e proprio perchè si è dichiarato non credente (il rifiuto a considerare una presenza prima della creazione) non ha pensato che poteva esserci qualcosa (e per un tempo non misurabile e quindi al di fuori del tempo) prima ancora che iniziasse la creazione, sia sotto l’aspetto materiale che spirituale.

  87. Timorato scrive:

    “la Chiesa è morta se non porta a Gesù”, e questa “Chiesa” illuminata e superiore fatta di zucchero e cannella, tutta tesa a parlare di misericordia, a quale Gesù sta portando ? Mi sembra che Gesù parlava e agiva con misericordia sia davanti a tutti che DIETRO LE QUINTE e soprattutto prima di accusare gli altri di ideologia portava le prove e li chiamava per nome, come non fa Papa Francesco !

    Ecco quello che dicono i testimoni di una Chiesa che agisce diversamente da quando predica con successo di pubblico!!!!!!

    ——————————————————————————————————
    ——————————————————————————————————
    ——————————————————————————————————

    LA FEROCIA DELLA CHIESA DELLA MISERICORDIA……

    “Stiamo sperimentando, in questi giorni, la ferocia della Chiesa della Misericordia…”, uno sfogo legittimo di Alessandro Gnocci al Convegno di Rimini della FSSPX. Prime impressioni.

    Con queste significative parole Alessandro Gnocchi ha iniziato il suo breve e commovente intervento al XXI Convegno di Studi Cattolici che la FSSPX ha organizzato, anche quest’anno, nella città romagnola di Rimini. E così ha quindi proseguito, dopo il lunghissimo applauso del folto pubblico: “Se il nostro garbato articolo, pubblicato sul quotidiano ‘Il Foglio’ del 9 ottobre ha provocato così tante reazioni, significa certamente che abbiamo toccato un aspetto molto importante della situazione ecclesiastica attuale e che tale situazione è molto grave”. …………..
    CONTINUA A LEGGERE

    http://apostatisidiventa.blogspot.it/2013/10/la-ferocia-della-chiesa-della.html

  88. J scrive:

    @ minstrel
    “Dopo un pò che le fanno notare le contraddizioni si stufa? Capisco.”

    Potrebbe avere ragione sig. minstrel, ma fino ad ora non m risulta che siano state fatte notare “contraddizioni” fra le cose che ho scritto. A meno che io sia diventato “scordarello”, provi lei a ricordarne qualcuna, mi offrirebbe l’opportunità di riflettere sulle sue verità.
    Lo sa vero che la mente è come il libro, funzionano solo se sono aperti. Magari poi provo a fareil cabarettista…..

    • minstrel scrive:

      Ogni mio intervento le illustra una contraddizione. Bona notte.

    • anastasia scrive:

      E’ difficile far vedere a un cieco le contraddizioni, e soprattuto farle comprendere a un manipolato mentale, illuso di essere nella vcerità, allocrchè ingoia menzogne sataniche quotidianemante, menzogne made in Bethel WTS!

      “Gli uomini, non solo contraddicono Dio ma si contraddicono fra loro. Come possono essere delle guide attendibili a meno che le loro parole non siano basate sulla Parola di Dio?” (“Awake!” 12/5/1963, pag. 31).

      Ma, come la mettiamo con tutte le falsità insegnate durante oltre un secolo dalla Torre di Guardia?

      http://www.testimonigeova.com/Svegliatevi.htm

      • mauro scrive:

        “Gli uomini, non solo contraddicono Dio ma si contraddicono fra loro.”

        Sono ricompresi tutti, quindi ci si può riferire anche al cattolicesimo e due millenni di storia sono molto piu’ appetibili di 1 secolo e mezzo.

  89. macv scrive:

    Visto che Tornielli ha disattivato i commenti sul post “esami al papa” io non è che voglio fare esami al Papa ma come spiega il dott. Tornielli che il papa non abbia detto pubblicamente e FORTE la parola “vergogna” come per i morti di Lampedusa , per i cristiani assassinati un po’ ovunque nel mondo?
    Forse che i morti cristiani iassassinati dagli islamici non sono tali da doversi il Papa pronunciare dicendo “vergogna2? o fose il papa non vuole inimicarsi gli assassini dei suddetti cristiani , cioè gli islamici?
    o forse se dicesse vergogna sui 45 corpi di cristiani trovati trucidati nelle fosse comuni in Siria , non ci sarebbero le telecamere a riprenderlo come a Lampedusa?
    cosa dice il caro dr. Tornielli? Non si fanno “esami” al papa è vero, ma quello che il papa fa e soprattutto NON fa, quello che dice e soprattutto quello che non dice è sotto gli occhi di tutti e le critiche ci sono come ci sono sempe state von tutti i papi precedenti.
    caro Tornielli, non è sufficente disattivare i commenti per fan finta che siano tutti d’accordo e di vivere in un mondo di cartapesta in cui tutti , ma proprio tutti tutti , adorino questo Papa!!

  90. Lt scrive:

    grazie macv per le notizie dal mondo………
    notizie di stragi anticristiane che su certi blog cattolici nessuno dovrebbe sapere, nè osare commentare, perchè dobbiamo dire che TUTTO VA BENE, purchè ci vergogniamo di essere cattolici e di AVER prestato soccorso ai profughi d’ogni provenienza ! se i cristiani nel mondo vengono trucidati, cosa vuoi che importi a qualcuno o alla Santa Sede (così amorevole verso il mondo islamico in tante occasioni, iniziando dal GIOVEDI’ SANTO 2013) e così pronta a dire VERGOGNA VERGOGNA a ds e a manca (non si sa a chi e perchè)? peggio per loro i trucidati, è colpa dei cristiani di farsi ammazzare dai vari credenti ODIATORI del cristianesimo, mica degli assassini islamici, che poverini, loro credevano IN COSCIENZA DI FARE BENE A TRUCIDARLI , mi pare ovvio no ?
    ————————————————–
    “Le stragi di cristiani non cessano. Impotenza e sgomento anche di fronte alla desistenza della Santa Sede”

    Riprendo da Avvenire di oggi: Siria, strage di cristiani Fosse comuni a Sadad…..
    Sono stati rinvenuti in due distinte fosse comuni i corpi di trenta civili cristiani, inclusi donne e bambini, uccisi dalle milizie islamiste in Siria nella città di Sadad. Nel complesso sono 45 i civili cristiani uccisi nella cittadina a metà strada fra Homs e Damasco. La notizia è stata data all’agenzia Fides dal Patriarcato Siro-ortodosso di Damasco.
    La città di Sadad, insediamento cristiano, è stata invasa e occupata dalle milizie islamiste il 21 ottobre ed è stata riconquistata nei giorni scorsi dall’esercito regolare siriano. I rappresentanti del Patriarcato e le famiglie delle vittime, rientrati in città, vi hanno trovato, nell’orrore generale, due fosse comuni, dove hanno rinvenuto i cadaveri dei loro parenti e amici. In una atmosfera di lutto, sdegno e commozione, i funerali dei trenta cristiani sono stati celebrati dall’arcivescovo Selwanos Boutros Alnemeh, Metropolita siro-ortodosso di Homs e Hama, che ha fornito a Fides l’elenco delle vittime.
    ……..
    L’arcivescovo manifesta tutta la sua amarezza: “In città mancano del tutto elettricità, acqua e telefono. Tutte le case di Sadad sono state derubate e le proprietà saccheggiate. Le chiese sono danneggiate e dissacrate, private di libri antichi e arredi preziosi, imbrattate di scritte contro il cristianesimo. Le scuole, gli edifici governativi, gli edifici comunali sono distrutti, insieme con l’ufficio postale, l’ospedale e la clinica. Ai bambini di Sadad è stato rubato il futuro. Molte case non potranno nemmeno essere ricostruite”……
    L’arcivescovo conclude:
    “Abbiamo gridato soccorso al mondo ma nessuno ci ha ascoltati. Dov’è la coscienza cristiana? Dov’è la coscienza umana? Dove sono i miei fratelli? Penso a tutte le persone sofferenti, oggi nel lutto e nel disagio: ho un nodo alla gola e mi piange il cuore per quanto è successo nella mia arcidiocesi. Quale sarà il nostro futuro? Chiediamo a tutti di pregare per noi”.
    (letto su chiesaepostconcilio)

    • J scrive:

      “Abbiamo gridato soccorso al mondo ma nessuno ci ha ascoltati. Dov’è la coscienza cristiana? Dov’è la coscienza umana? Dove sono i miei fratelli? Penso a tutte le persone sofferenti, oggi nel lutto e nel disagio: ho un nodo alla gola e mi piange il cuore per quanto è successo nella mia arcidiocesi. Quale sarà il nostro futuro? Chiediamo a tutti di pregare per noi”.

      A me pare tanto un controsenso. Pregare DOPO non ha senso, ha più senso pregare PRIMA. Probabilmente l’avranno anche fatto, ma allora sembra che non abbia funzionato. A che serve dunque continuare a fare ciò che non ha utilità ? Pia illusione ? O Dio è contro di loro ?
      “E certamente mi avvicinerò a voi per il giudizio, e di sicuro sarò un pronto testimone contro gli stregoni,”( Mal. 3.5)

      • anastasia scrive:

        Gli stregoni producono magie sataniche come queste!

        http://www.ccsg.it/v_satana.htm

        • mauro scrive:

          I cattolici non conoscono il Vangelo. Come ho già riportato i credenti in Dio devono mettere in atto suppliche preghiere e ringraziamenti ad uomini, re e potenti per poter vivere secondo il proprio credo.
          Si prega prima, non dopo e la preghiera non è rivolta a Dio.
          Non si crederà che Dio sia Giove e li fulmini?

        • J scrive:

          anastasia scrive: 1 novembre 2013 alle 17:57 “Gli stregoni producono magie sataniche come queste!”

          Di solito quando le formiche sono poche come i Tdg, 7 milioni circa in un mondo di 7 miliardi, non sono in grado di dare fastidio, diventa quindi sospetto quando si cerca di sparare conto questa sparuta nullità, a ripetizione e con i cannoni da cento libbre. Ci si potrebbe chiedere perché questi 7 milioni di signori nessuno, siano degni di così tanto accanimento ? Perché preoccupano tanto ?

          Non preoccupa neppure Satana che dimora in Vaticano, parola di Paolo VI possono preoccupare 7 milioni di nessuno in tutto il pianeta ?
          E’ alquanto curiosa questa rancorosa opposizione non le pare ? anche il più odioso colpevole avrà pure un lato positivo no ? Non c’è nemmeno una cosa che possa essere degna di lode ?

  91. claudio scrive:

    Francesco come monti: lodi sperticate, ciellini impazziti d’amore (con tanti saluti a Ratzinger come tanti saluti a B. in politica), comunisti inginocchiati, popolo entusiasta, celebrazioni sui giornali più anticattolici del mondo, ecc…poi 8% alle elezioni e dopo altri sei mesi al 3%, forse. A Bergoglio cmq auguro che finisca meglio di monti, in fondo ci ha tenuto a farci sapere che non è di destra

  92. Lt scrive:

    si vorrebbe tanto sapere se quei poveretti trucidati -secondo certe melense e confuse parole-definizioni che ascoltiamo da mesi, un giorno sì e l’altro pure –
    erano “carne di Cristo”…oppure no ? e se no allora che specie di “carne” ?
    forse carne da macello, ma senza alcun valore “di mercato”…… o di audience?
    …………………………
    Se è vero -a detta del vescovo di Roma- che “non esiste un Dio cattolico” (sic), una cosa è certa: che i cristiani, a vedere come vengono considerati oggi dai pastori della Chiesa, DI FATTO, rispetto ai DIVERSI CREDENTI del mondo, pare che siano
    “figli di un dio minore” !

    • vincenzo da torino scrive:

      Infatti esiste il Dio dei cattolici (rivelazione), non può esistere il Dio cattolico, poiché Dio è di tutti gli uomini che lui tramite Gesù ha redento. Non ci vuole un genio per comprenderlo, salvo per…

      • J scrive:

        @ vincenzo da torino
        “Infatti esiste il Dio dei cattolici (rivelazione), non può esistere il Dio cattolico, poiché Dio è di tutti gli uomini che lui tramite Gesù ha redento. Non ci vuole un genio per comprenderlo, salvo per… “

        Credo che abbia letto male sig. vincenzo. Con profonda umiltà mi pare sia scritto: “Devi dire questo ai figli d’Israele: “‘Jehovah [YHWH] l’Iddio dei vostri antenati, l’Iddio di Abraamo, l’Iddio di Isacco e l’Iddio di Giacobbe, mi ha mandato a voi’. Questo è il mio nome a tempo indefinito, e questo è il memoriale di me di generazione in generazione. Va, e devi raccogliere gli anziani d’Israele, e devi dire loro: ‘Geova, l’Iddio dei vostri antenati, mi è apparso, l’Iddio di Abraamo, Isacco e Giacobbe,(Esodo 3.13-16)

        In questo modo Dio ha reso chiaro che non è il Dio tutti gli uomini, ma l’iddio di Abraamo, Isacco e Giacobbe.
        Spero di non essermi sbagliato.

        • anastasia scrive:

          Deuteronomio 18:22: “Quando il profeta parlerà in nome del SIGNORE e la cosa non succede e non si avvera, quella sarà una parola che il SIGNORE non ha detta; il profeta l’ha detta per presunzione; tu non lo temere.

          http://www.testimonigeova.com/Svegliatevi.htm

          • mauro scrive:

            Cara anastsia,

            era Dio che parlava in Esodo 3,13-16 e Dio l’ha detto, non un profeta.
            Come mai i cattolici ancora dormono?

          • J scrive:

            “Deuteronomio 18:22: “Quando il profeta parlerà in nome del SIGNORE e la cosa non succede e non si avvera, quella sarà una parola che il SIGNORE non ha detta; il profeta l’ha detta per presunzione; tu non lo temere.”

            Mi pare che Dio avesse anche detto “Moriranno di morte da malattie. Su di essi non si farà lamento, né saranno sepolti. Diverranno come letame sulla superficie del suolo;… “I corpi morti del genere umano devono anche cadere come letame sulla faccia del campo e come un filare di grano appena falciato dietro il mietitore, senza che alcuno faccia la raccolta”’.(Ger 16.4; 9.22)

            Ma qualcuno aveva contro-cantato dicendo che gennarino il cui sangue si sarebbe sciolto ogni anno, li avrebbe protetti, mentre pare che i malati di cancro proprio nella terra di gennarino che scioglie il sangue, sono aumentati in misura esponenziale e moriranno a milioni in mezzo a rifiuti di ogni genere malgrado i cittadini abbiano donato ai venditori di fumo e a gennerino loro, un immenso tesoro.

            Sarebbe ora da stabilire qual è stato il profeta “presuntuoso”.

          • Mimma scrive:

            @Mauro
            I cattolici “dormono” tranquilli come un bimbo svezzato in braccio alla madre….
            in un abbandono pieno e fiducioso alla Parola di Dio che è vera, eterna e fedele per sempre, nella consapevolezza che TUTTO CIO’ CHE NON VIENE DA DIO E’ DESTINATO A PERIRE…

          • anastasia scrive:

            Le cavolate e le menzogne che uccidono le menti a azzerano la logica? Eccole”!

            http://www.youtube.com/watch?v=UcZ5EIXrbLY

          • anastasia scrive:

            O queste stupidaggini! QUINDI SIETE FALSI PROFETI! (cfr Dt 18)

            http://www.youtube.com/watch?v=_nnzRUvgV68

          • anastasia scrive:

            Cosa ne pensano i testimoni di Geova delle profezie fallite dalla Torre di Guardia? E cosa ne pensa la Bibbia?

            Laguna Rock – parafulmini asked 2 years ago
            Was originally asked on Yahoo Answers Italy

            Deuteronomio 18
            20 Ma il profeta che avrà la presunzione di dire in mio nome una cosa che io non gli ho comandato di dire, o che parlerà in nome di altri dèi, quel profeta dovrà morire. 21 Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? 22 Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l’ha detta il Signore; l’ha detta il profeta per presunzione; di lui non devi aver paura.

            Ora che mi dite di queste profezie?
            - Russell, il fondatore dei testimoni di Geova volle anche fare il profeta. Affermò che Gesù Cristo era già tornato sulla terra “in incognito” nell’ottobre del 1874; che nella primavera del 1878 erano risorti gli Apostoli; che nel 1914 Gesù Cristo sarebbe di nuovo venuto in terra per giudicare tutti gli uomini, sterminare i reprobi (in particolare la Chiesa cattolica), e iniziare un regno millenario di pace e di felicità per i fedeli seguaci di Geova. Ma, come sappiamo tutto questo non accadde.

            - Russell allora affermò che Geova aveva spostato il grande evento al 1918. Ma egli morì nel 1916, prima di poter constatare il nuovo fallimento della sua profezia.

            - A capo di quelli rimasti fedeli si pose un avvocato del Missouri, Joseph Franklin Rutherford (1869-1942). Non mancò di fare profezie, regolarmente smentite dai fatti. Disse che nel 1925 sarebbero tornati in terra Abramo, Isacco, Giacobbe, e alcuni profeti; che milioni di persone viventi in quell’anno non sarebbero più morte e avrebbero visto l’inizio del regno di Geova. Ma anch’egli morì nel 1942.

            - Gli successe Nathan Homer Knorr ( 1905- 1977). che annunciò come sicura la fine del mondo nel 1975… Devo specificare come è andata se siamo qui a raccontarlo?

            Ora dunque vi chiedo di rileggere il piccolo brano di Deuteronomio in cima alla domanda.
            Cosa ne dobbiamo concludere secondo voi?
            Che cosa ci dice di fare la Bibbia con quei falsi profeti?
            Gradirei risposte senza divagazioni ovviamente.

            http://answers.yahoo.com/question/index?qid=20110920090832AAGxAOl

          • mauro scrive:

            Cara mimma,

            se tutto quello che viene da Dio non è destinato a perire ha preso un abbaglio perchè Dio dà la vita all’uomo e poi questi muore, tanto che Dio deve dargliene un’altra vita. Certo che pensare ad una nuova vita data da Dio, e per giunta eterna, fa dimenticare quella corrente, e da chi proviene, e ciò mostra quanto quella vita eterna sia illusoria provenendo da un Dio che dà all’uomo la vita due volte.

          • anastasia scrive:

            IL GEOVOLOGO SPARA BALLE. NON SA CHE DICE E NON CONOSCE LE SCRITTURE. IMPAZZA SUL BLOG LA DEMENZA GEOVISTA! In guardia ragazzi dalla Torre di guardia!

            2Cor 5,1 Sappiamo infatti che quando verrà disfatto questo corpo, nostra abitazione sulla terra, riceveremo un’abitazione da Dio, una dimora eterna, non costruita da mani di uomo, nei cieli. 2Perciò sospiriamo in questo nostro stato, desiderosi di rivestirci del nostro corpo celeste: 3a condizione però di esser trovati gia vestiti, non nudi. 4In realtà quanti siamo in questo corpo, sospiriamo come sotto un peso, non volendo venire spogliati ma sopravvestiti, perché ciò che è mortale venga assorbito dalla vita. 5E’ Dio che ci ha fatti per questo e ci ha dato la caparra dello Spirito.
            6Così, dunque, siamo sempre pieni di fiducia e sapendo che finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore, 7camminiamo nella fede e non ancora in visione. 8Siamo pieni di fiducia e preferiamo andare in esilio dal corpo ed abitare presso il Signore. 9Perciò ci sforziamo, sia dimorando nel corpo sia esulando da esso, di essere a lui graditi. 10Tutti infatti dobbiamo comparire davanti al tribunale di Cristo, ciascuno per ricevere la ricompensa delle opere compiute finché era nel corpo, sia in bene che in male.

            Rm 6,22 Ora invece, liberati dal peccato e fatti servi di Dio, voi raccogliete il frutto che vi porta alla santificazione e come destino avete la vita eterna.

            Rm 6,23 Perché il salario del peccato è la morte; ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore.

            2Pt 1,13 Io credo giusto, finché sono in questa tenda del corpo, di tenervi desti con le mie esortazioni,

            2Pt 1,14 sapendo che presto dovrò lasciare questa mia tenda, come mi ha fatto intendere anche il Signore nostro Gesù Cristo.

          • anastasia scrive:

            Scemone Dio ha detto, appunto che se un profeta annuncia qualcosa e non avviene questo è un falso profeta. SVEGLIATI I FALSI PROFETI TDG HANNO DETTO CIO’ CHE MA I E’ AVVERATO. GUARDA UN PO POVERO SCIOCCO!

            Ora che mi dite di queste profezie?
            - Russell, il fondatore dei testimoni di Geova volle anche fare il profeta. Affermò che Gesù Cristo era già tornato sulla terra “in incognito” nell’ottobre del 1874; che nella primavera del 1878 erano risorti gli Apostoli; che nel 1914 Gesù Cristo sarebbe di nuovo venuto in terra per giudicare tutti gli uomini, sterminare i reprobi (in particolare la Chiesa cattolica), e iniziare un regno millenario di pace e di felicità per i fedeli seguaci di Geova. Ma, come sappiamo tutto questo non accadde.

            - Russell allora affermò che Geova aveva spostato il grande evento al 1918. Ma egli morì nel 1916, prima di poter constatare il nuovo fallimento della sua profezia.

            - A capo di quelli rimasti fedeli si pose un avvocato del Missouri, Joseph Franklin Rutherford (1869-1942). Non mancò di fare profezie, regolarmente smentite dai fatti. Disse che nel 1925 sarebbero tornati in terra Abramo, Isacco, Giacobbe, e alcuni profeti; che milioni di persone viventi in quell’anno non sarebbero più morte e avrebbero visto l’inizio del regno di Geova. Ma anch’egli morì nel 1942.

            - Gli successe Nathan Homer Knorr ( 1905- 1977). che annunciò come sicura la fine del mondo nel 1975… Devo specificare come è andata se siamo qui a raccontarlo?

            Ora dunque vi chiedo di rileggere il piccolo brano di Deuteronomio in cima alla domanda.
            Cosa ne dobbiamo concludere secondo voi?
            Che cosa ci dice di fare la Bibbia con quei falsi profeti?

            QUANDO APRIRAI TU GLI OCCHI, TDG, FALSO PROFETA?

            http://answers.yahoo.com/question/index?qid=20110920090832AAGxAOl

          • anastasia scrive:

            ….E Pensare che questi falsi profeti e anticristi voi li ritenete la voce dello pseudogeova sulla terra!

            http://www.roccopoliti.it/?p=431

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            Tranquilla, il geovologo ormai delira….. irrimediabilmente!

          • mauro scrive:

            Cara Anastasia,

            Ha ragione, se un profeta parla per conto proprio è uno scemone, infatti 2,Cor 5,1 è un uomo che profetizza un futuro ma nessun uomo saprà mai se ciò avverrà quindi nessun uomo potrà testimoniare che si è avverato. Per l’uomo non sarà mai successo.

        • anastasia scrive:

          esimio tdg, Paolo in Corinzi non da date, i falsi profeti le hanno date a più riprese e sono state smentiti. Quindi i falsi profeti del geovismo sono stati suscitati dal demonio. Gesù d’altronde l’aveva preannunciato:

          Mt 7,15 Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci.

          Mt 24,11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti;

          2Pt 2,1 Ci sono stati anche falsi profeti tra il popolo, come pure ci saranno in mezzo a voi falsi maestri che introdurranno eresie perniciose, rinnegando il Signore che li ha riscattati e attirandosi una pronta rovina.

          1Gv 4,1 Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo.
          E questo hanno detto e continuano a dire i falsi profeti!

          Deuteronomio 18, 20 Ma il profeta che avrà la presunzione di dire in mio nome una cosa che io non gli ho comandato di dire, o che parlerà in nome di altri dèi, quel profeta dovrà morire. 21 Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? 22 Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l’ha detta il Signore; l’ha detta il profeta per presunzione; di lui non devi aver paura.

          - Russell, il fondatore dei testimoni di Geova volle anche fare il profeta. Affermò che Gesù Cristo era già tornato sulla terra “in incognito” nell’ottobre del 1874; che nella primavera del 1878 erano risorti gli Apostoli; che nel 1914 Gesù Cristo sarebbe di nuovo venuto in terra per giudicare tutti gli uomini, sterminare i reprobi (in particolare la Chiesa cattolica), e iniziare un regno millenario di pace e di felicità per i fedeli seguaci di Geova. Ma, come sappiamo tutto questo non accadde.

          - Russell allora affermò che Geova aveva spostato il grande evento al 1918. Ma egli morì nel 1916, prima di poter constatare il nuovo fallimento della sua profezia.

          - A capo di quelli rimasti fedeli si pose un avvocato del Missouri, Joseph Franklin Rutherford (1869-1942). Non mancò di fare profezie, regolarmente smentite dai fatti. Disse che nel 1925 sarebbero tornati in terra Abramo, Isacco, Giacobbe, e alcuni profeti; che milioni di persone viventi in quell’anno non sarebbero più morte e avrebbero visto l’inizio del regno di Geova. Ma anch’egli morì nel 1942.

          - Gli successe Nathan Homer Knorr ( 1905- 1977). che annunciò come sicura la fine del mondo nel 1975… Devo specificare come è andata se siamo qui a raccontarlo?

          Ora dunque vi chiedo di rileggere il piccolo brano di Deuteronomio in cima alla domanda.
          Cosa ne dobbiamo concludere secondo voi?
          Che cosa ci dice di fare la Bibbia con quei falsi profeti?
          Gradirei risposte senza divagazioni ovviamente.

          http://answers.yahoo.com/question/index?qid=20110920090832AAGxAOl

          QUINDI CHI SEGUE I FALSI PROFETI E’ IL GEOVISMO E MAURO!

          • Mimma scrive:

            Buongiorno Anastasia,
            assaporiamo nella Pace di Cristo lo Spirito di Dio e i doni ineffabili del suo Amore.
            Preghiamo per questi fratelli “testoni”, nella speranza della loro resurrezione in Cristo Gesù Signore della vita.
            Certi argomenti sono per loro estremamente difficili…

          • anastasia scrive:

            @Mimma
            Buongiorno! Che il Cristo Risorto illumini le menti morte e le coscienze danneggiate dalle tenebre della menzogna! Ci accompagni oggi questa certezza!

            Dalla seconda lettera ai Corinzi di san Paolo, apostolo 4, 16 – 5, 10
            Fratelli, non ci scoraggiamo, ma se anche il nostro uomo esteriore si va disfacendo, quello interiore si rinnova di giorno in giorno. Infatti il momentaneo, leggero peso della nostra tribolazione, ci procura una quantità smisurata ed eterna di gloria, perché noi non fissiamo lo sguardo sulle cose visibili, ma su quelle invisibili. Le cose visibili sono d’un momento, quelle invisibili sono eterne.
            Sappiamo infatti che quando verrà disfatto questo corpo, nostra abitazione sulla terra, riceveremo un’abitazione da Dio, una dimora eterna, non costruita da mani di uomo, nei cieli. Perciò sospiriamo in questo nostro stato, desiderosi di rivestirci del nostro corpo celeste: a condizione però di esser trovati gia vestiti, non nudi. In realtà quanti siamo in questo corpo, sospiriamo come sotto un peso, non volendo venire spogliati ma sopravvestiti, perché ciò che è mortale venga assorbito dalla vita. È Dio che ci ha fatti per questo e ci ha dato la caparra dello Spirito.
            Così, dunque, siamo sempre pieni di fiducia e sapendo che finché abitiamo nel corpo siamo in esilio lontano dal Signore, camminiamo nella fede e non ancora in visione. Siamo pieni di fiducia e preferiamo andare in esilio dal corpo ed abitare presso il Signore. Perciò ci sforziamo, sia dimorando nel corpo sia esulando da esso, di essere a lui graditi. Tutti infatti dobbiamo comparire davanti al tribunale di Cristo, ciascuno per ricevere la ricompensa delle opere compiute finché era nel corpo, sia in bene che in male.

          • J scrive:

            Le risposte le deve chiedere a loro. Io non mi chiamo Russel nè li rappresento. Provi a chiedere loro quando li incontra o li inviti a casa sua.
            Se le interessa un mio commento su Deut. 18,2o sul profeta presuntuoso, non ha bisogno di andare troppo lontano. Ce li ha in casa, trinità, verginità, assunzione, cannibalismo teofagico, preghiere per i morti, battesimo dei neonati, ecc. in casa sua ne potrà trovare trovare di dogmi presuntuosi pronunciati da falsi profeti. Non ha che la scelta.
            Hanno sbagliato quelli e questi ma Gesù aveva detto : “Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che egli è vicino, alle porte. “(Mt 24.33) In fondo c’era un buon motivo per essere vigilanti “Siate vigilanti, dunque, perché non sapete in quale giorno verrà il vostro Signore.” ( Mt 24.42) mentre non c’era nessun motivo per spacciare tutte quelle fantasie per dogmi.
            Veda lei.

          • anastasia scrive:

            @JW_SAL
            Non ti chiami Russel, ma sei un russellita e quindi un suo seguace! E’ inutile negarlo. Le Fandonie raccontale solo nelle sale del regno. La strategia della menzogna teocratica con me non funziona! Raccontalo ai polli! Solo tu puoi credre in scemeze simili! E Gesù ha detto ai suoi apostoli che quanto a quel giorno, nessuno lo conocse. Solo i Russelliti tdg si sono inventate date e sono stati sistematicamente smentiti. SONO FALSI PROFETI, QUINDI!!! GUARDA COME L’HANNO PROCLAMATO CON SATANICA SICUREZZA!

            Pubblicato in data 20/apr/2012
            Il 4to presidente de la Società TDG, Frederick Franz annuncia la fine del mondo per l’ autunno de 1975.

            http://www.youtube.com/watch?v=_nnzRUvgV68

          • anastasia scrive:

            ….E FATTI UN BEL CORSO PER VEDERE COME I FALSI PROFETI GEOVISTI NEGANO VERITA’ BIBLICHE E RIVELATE DA 2000 ANNI!

            http://www.youtube.com/watch?v=y_fBerS4LRI&feature=share&list=PL97E28FEEF4EABE60

  93. Reginaldus scrive:

    E quale è il Gesù che porta oggi la Chiesa? Il Gesù del Dio Uno e Trino o ilGesù dell’ammucchiata pan-religiosa? Il Gesù del dialogo o il Gesù della ‘spada’? Il Gesù di San Tommaso d’Aquino o quello dei Mancuso/Bianchi? Il Gesù del Concilio di Trento o il Gesù del Vaticansecondo? Quello che dice: “chi non è con me è contro di me” o quello per il quale tutto fa brodo….? Quello, per stare alla data, della Messa di San Pio V o quello delle messe di Halloween…?

    Grazie, a me del secondo non me importa nulla, e tanto meno di chi me lo porta…

    (e ora attendiamo pazientemente la moderazione….)

  94. Mimma scrive:

    Penso a tutti i fratelli rinati a vita nuova in Cristo, a tutti quelli che non l’hanno conosciuto, a tutti quelli che l’hanno rifiutato, a tutti quelli che ancora attendono di vedere il Suo Volto e su TUTTI invoco la discesa del suo Preziosissimo Sangue versato per Amore, perchè TUTTI ricevano i benefici di questa Redenzione .
    Il cammino verso la Gerusalemme celeste sia per tutti noi più semplice e veloce…
    Prendiamo per mano Maria… con lei saremo al sicuro.
    Auguri a tutti!

  95. andre scrive:

    Chiedo cortesemente una risposta alla mia innocentissima domanda: come mai giornali come La Bussola Quotidiana, tanto bravi e solerti a guardare con la lente di ingrandimento qualsiasi articolo di qualsiasi giornale alla caccia del relativista e dell’attacco alla Chiesa (non sono indenni neppure Avvenire e Famiglia Cristiana), non hanno speso una parola dico una rispetto alla campagna di critica che sta facendo il Foglio di Ferrara, anche ospitando articoli pesanti e come quelli di Gnocchi e Palmaro, i possessori della verità (la loro)? O articoli di chi dice, ovviamente sbagliando, che “Francesco sta
    fondando una nuova religione opposta al Magistero cattolico”?

    Dove sono i difensori dell’autorità papale? Spariti? Oppure due pesi e due misure come sempre?

    • Reginaldus scrive:

      ma quale aurorità papale!!!! quella dei ‘papi’ conciliari??? Allora io sono il padreterno!

    • Timorato scrive:

      X ANNDRE

      il Foglio di Ferrara sta facendo la sua parte di “buon giornalismo” che non temendo di dispiacere ai potenti che ingrossano il loro potere su speculazioni di fama e di etichetta, si LIMITA a fare il cronista: RACCONTANDO FATTI e non ” critiche” inventate!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Dimostri con gli argomenti e le prove provate, che è Lei il possessore della verità ,e non Gnocchi e Palmaro, che per aver detto “questa verità” ( come dimostrazione che era vera verità, quella che pesta i calli ai potenti!!!!) hanno subito l’epurazione!

      Dimostri pure, che quello che sta facendo Francesco è veramente in continuita col Magistero cattolico, invece di parlare solamente e cercare di “convincere” che non è vero!!!!!!!

      PS
      Non riesco a capire perché divinizza Avvenire e Famiglia Cristiana, hanno pure loro , il crisma dell’infallibilità?
      L’autorità papale quando è veramente “autorevole” per ortodossia e sapienza, non ha bisogno di difensori!

  96. stefano scrive:

    Vorrei risponderle io, ma vorrei prima capire se lei è un lettore deluso del Foglio o della bussola.

  97. Eremita scrive:

    Nuovi sviluppi nei più recenti studi teologici di una frangia di lefebvriani dissidenti, molto più radicale dei lefebrviani ortodossi, ci portano a tesi sorprendenti ed innovative, capaci di sanare le contraddizioni del movimento. Il loro teologo di riferimento, ribaltando la tesi del deicidio, sostiene che Gesù Cristo venne giustamente crocifisso perché era ebreo.

    • Timorato scrive:

      X EREMEITA

      la finisca con queste battutaccie…..da vile propaganda bolscevica!!!!!!!!!!!

      crede di far ridere qualcuno ? non saranno le cavallette di cui si nutre, che le fanno fare questi ruttini ?

      Invito lei e chiunque a verificare: circa i fedeli di origini ebraiche presenti nella Fraternità San Pio X ! per VEDERE SE C’è RAZZISMO O NO!!!!!!

      Questa propaganda è degna di quella parte di ebrei -veri eredi dei crocifissori di Cristo- che dirigono la Massoneria tramite l’alta finanza a livello internazionale e che vede nella FSSPX un pericolo perché riesce a mettere in guardia dalle loro tecniche di marketing (??????)…….

      lei fa parte di costoro ?

      Se si riferisce al caso Priebke: è bene SAPERE, che prima della FSSPX, è stato assistito spiritualmente da sacerdoti della sua parrocchia che non hanno subito il linciaggio mediatico e materiale, solo perché certe forze propagandistiche non hanno voluto (!!!!!!!!!!!!!!!!!), perché, quindi: vuole accanirsi contro la FSSPX per aver fatto questa opera di misericordia spirituale ?

      Lei è il primo, che alla stregua del magistero postconciliare impone una misericordia facile….. ed ora, non la vuole dare ad un peccatore che non è peggiore dei suoi correligionari che approvano aborto, eutanasia e stermini occulti dei dittatori comunisti ?

      Si ricordi che nell’ora della morte non gli servira baciare falce e martello: ma il Crocifisso….

  98. Andre scrive:

    Io sono contrario all’aborto e all’eutanasia tanto quanto i giornalisti della Bussola.
    Mi dà fastidio tuttavia l’atteggiamento da caccia alle streghe che a volte hanno verso tutti quelli che secondo loro sono progressisti (Ravasi, Paglia, il teologo x di famiglia cristiana che il giorno y a pagina xyz parlando dell’omosessualità ha usato una parola w che inserita nella frase y ha determinato un senso x della frase tale che la stessa frase sembra aprire all’omosessualità). Insomma a volte un po’eccesivi, ma sul 70 per cento delle cose sono d’accordo.

    Sono deluso dal Foglio e da questa tolleranza della Bussola nei confronti dello stesso..appena apre la bocca Enzo Bianchi, Ravasi o qualsiasi altro giudicato non ortodosso (secondo i canoni della Bussola direi che gli ortodossi si contano sulle dita di qualche mano) subito a scandagliarne il pensiero..nel caso del Foglio no, forse perché le battaglie culturali sono identiche e quindi glielo si puó perdonare?

    • stefano scrive:

      Andre, io non giudico un giornale cattolico dai giornali/giornalisti che mette all’indice, ma dalla fedeltà al Papa e al suo insegnamento.
      Ferrara in quanto ateo può anche decidere di non essere più fedele al papato. Se poi lo fa contestando al Papa di non essere abbastanza cattolico, che gli vai a dire? Meglio lasciarlo perdere.
      Quanto a Gnocchi e Palmaro (cattolici professi), invece, non corrisponde al vero che la NBQ non abbia speso una sola parola di critica. Massimo Introvigne gli ha dedicato un editoriale il cui succo era più o meno questo: se non si obbedisce al Papa si va allo scisma.
      Ricordo che già tempo fa lei intervenne in modo un po’ maldestro contro la NBQ per non aver preso posizione contro non so più cosa. Anche allora mi toccò contraddirla inviandole il link all’articolo pubblicato proprio in quel giorno.
      Sarà per pregiudizio o per partito preso, ma pare che lei non si dia più neppure la fatica di leggerla.

      • Timorato scrive:

        Mi dispiace per il dott. Introvigne che si sia lanciato in queste sentenze!

        Dove è scritto che, se non si obbedisce alle ideologie e agli errori di un Papa si va allo scisma ?

        San Pietro Stesso, non venne obbedito e venne ripreso -pure pubblicamente- da San Paolo perché diffondeva errori, figuriamoci se non puo sbagliare ed essere ripreso Francesco I!!!

        Cerchiamo di informarci bene circa la dottrina sull’infallibita pontificia enunciata nella Pastor Aeternus del Primo Con.Vat.,prima di fare cattive catechesi !

        • stefano scrive:

          Cala Trinchetto! Non si vorrà paragonare a San Paolo.
          E non le sembra un’enormità dire che San Pietro diffondesse errori? Un cattolico può esprimersi così?
          Che poi neppure corrisponde al vero che San Paolo corresse Pietro su questioni di fede, ma su una scelta che oggi si direbbe di tipo pastorale, e che per l’aspetto dottrinale non era stata ancora definita. Sulla quale, peraltro, lasci dire, lei si sarebbe trovato certamente in disaccordo, giudicandola troppo ecumenica, se non proprio modernista. Sicuramente non rispettosa della vera tradizione.
          Perciò ci vada piano a sentirsi autorizzato da San Paolo a contestare il Papa. Non è così.

          • Timorato scrive:

            X STEFANO

            io contesto il Papa in fiduciosa sottomissione a quei Vescovi -che dall’alto del loro diritto e della loro scienza sacra- che ne hanno facoltà!

            riguardo poi ai giri di parole come “pastorale” “scelta” -con cui oggi si fa un intellettualismo atto solo a confondere e a danneggiare la Fede che: tutto a Se richiama e tutto da Se fa dipendere-, le dico che ciò è solo: UN GIOCO DI PAROLE ATTO A NON SERVIRE LA VERITA’ CHE INVECE: SPLENDE!!!!

            PS
            guardi che anche il nuovo Codice di Diritto canonico autorizza le “contestazioni” dei laici verso i pastori.
            se vede bene, ho citato la Pastor Aeternus: che non è stata promulgata da me!

          • stefano scrive:

            Timorato, perché mi accusa di giocare con le parole, quando lei con tutta evidenza gioca con le parole di S.Paolo, col Magistero, col Diritto Canonico e con la parola contestare?

          • Timorato scrive:

            X STEFANO

            se mi fa il favore di mostrarmi “l’evidenza” con cui gioco con le parole di San Paolo, del Magistero e del Diritto canonico, la ringrazio!

            (sempre se nella sua forma mentis è ammesso contestare un Papa quantomeno “dubbio” a causa del Modernismo che condanna Papa San Pio X!)

  99. Andre scrive:

    Ha ragione.
    La leggo Quasi ogni giorno e credo mi sia sfuggito proprio l’articolo di Introvigne, che ho appena reperito.

    Ciò non toglie che complessivamente, a giudicare dagli articoli dedicati, l’ateismo di Scalfari sia trattato con molto più sarcasmo e stigmatizzazione di quello di Ferrara, e questo é innegabile.

    La bussola é un giornale ben fatto, di cui é evidente la fedeltà al Magistero ma anche la simpatia per il centrodestra.
    nulla di male, sia chiaro, ma queste simpatie politiche a volte emergono in modo eccessivo, tutto qua.
    inoltre, sul fatto che su aborto, eutanasia e gender il mondo sta impazzendo, sono pienamente d’accordo con la bussola. Il fatto che il 90 per cento degli articoli sia solo su quello mi rende a volte pesante la lettura.

    • vincenzo da torino scrive:

      @Andre. Concordo con la sua analisi su LNBQ. Lo leggo volentieri, ma sono addirittura schifato a volte per la partigianeria esasperata e totale assenza di equilibrio quando affronta argomenti politici. Sembra che abbiano perso l’autonomia di giudizio e la capacità di essere onesti intellettualmente. Tanto, a volte, di dubitare della loro buona fede e quasi pensare che dietro vi siano motivi economici. Purtroppo questo , ai miei occhi, fa scadere notevolmente l’apprezzamento per gli autori. Lo stesso discorso vale per Tempi.it di CL. Posso comprendere certe posizioni di giornali di partito, anche qui cum granu salis, non tollero la mescolanza religione-politica così stretta in un blog o rivista cattolica specialistica di autori di fede e ben preparati. Si prende il buono e si ..sopporta.

    • macv scrive:

      Caro Andre capisco che voi così misericordiosi sia intollerabile leggere articoli di chi la pensa in modo diverso. Il dialogo e l tolleranza nei cristiani come lei , caro Andre , ha dei limiti invalicabili. daialo e tolleranza con atei, islamici, associazioni gay e lesbiche, sì, dialogo e tolleranza con chi critica Papa francesco, coi tradizionalisti assolutamente no. e quindi lei auspicherebbe un mondo dove i giornalisti dissidenti venissero censurati o addirittura licenziati ( e infatti Gnocchi e palmaro sono stati licenziati) e dove i tradizionalisti vengono puniti e tacitati ( e infatti i Frati dell’Immacolata sono stati puniti e tacitati)
      Ma non capiste che non siete credibili? La vostra misericordia, la vostra tollernza il vostro dialogo sono solo di “facciata” : guardi il caro Dott. Tornielli, poichè non sopporta più chi scrive critiche su questo Papa ha disattivato i commenti!
      se questo è il vostro dialogo ve o lascio: il vostro dialogo è in realtà un monologo e anche piuttosto noiso: oh come è buono Francesco, oh come siamo brvi e buoninoi critiani moderni, oh come sono cattivi i tradizionalisti, oh come è bello dialogare, oh come è tutto roseo nel migliore dei mondi possibile dopo il Conciliovaticano II. Un mondo di cartapesta ripeto , da cui vorreste tener lontane le voi critiche: ma la cartapesta un giorno o l’altro crollerà come tutte le cptruzioni false, e allora vi renderete conto che forse le voci critiche avevano ragione.

      • Timorato scrive:

        X MACV

        CONDIVIDO PIENAMENTE QUELLO CHE HA DETTO!

        quella dei progressisti buonisti è solo propaganda ben architettata con le arti del vittimismo intellettuale e umanitario!

        Ma tutti i nodi vengono al pettine.

    • Timorato scrive:

      e lei (reverendissimo) Andre, per chi ha simpatie, per il centro sinistra ?

      Perché non lo dice una volta per tutte che lei è di sinistra ?

  100. Mimma scrive:

    VANGELO (Gv 6,37-40)
    Chi crede nel Figlio ha la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno.
    + Dal Vangelo secondo Giovanni

    In quel tempo, Gesù disse alla folla:
    «Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.
    E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno.
    Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

    Parola del Signore

  101. dafne scrive:

    “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio”: è questa, cari fratelli e sorelle, la beatitudine cuore, potremmo così dire, chiave di queste otto beatitudini che rappresentano come l’apice della vita cristiana, di quel cuore che riposa in Dio, di quel cuore che vede Dio, che ama Dio e che fa di Dio il proprio tutto.
    La Santità, cari fratelli, che oggi celebriamo, la santità vissuta, incarnata in tanti uomini di Dio è proprio questo: Dio visto da un cuore puro.

    Oggi però nella nostra società e nella nostra cultura è necessario spesso affrontare un dilemma, che probabilmente è anche nostro: come fare per poter coniugare l’unicità di Cristo, la superiorità del Cristianesimo rispetto tutte le altre religioni e quella paura, che ci attanaglia, che ci fa pensare in cuor nostro che se crediamo questo fino in fondo diventiamo intolleranti, incapaci di dialogo, o come si direbbe oggi fondamentalisti?
    Da un lato vediamo la Verità di Cristo e che
    le religioni dinnanzi a Cristo sono come neve che si scioglie al sole, perché Gesù è il Dio che si è incarnato, dall’altro vivendo in una cultura fondamentalmente debole anche noi pensiamo che il dialogo, il rispetto implichi il relativismo e non usciamo da questo dilemma. Come fare, cari fratelli? è semplicemente intolleranza e mancanza di rispetto e di dialogo dire che Gesù è l’unico?
    . . . . . . . .
    (da Omelia di p. Serafino Lanzetta
    Omelia del Padre Serafino Lanzetta FI
    per la Solennità di Tutti i Santi
    in
    Firenze, Chiesa di Ognissanti,
    1° novembre 2012)

  102. dafne scrive:

    (idem…) I Santi che oggi celebriamo ci aiutano a capire proprio che non c’è un dilemma, è un falso problema.
    Bisogna perciò coniugare Fede e Carità, Ragione e Amore che fanno da fondamento. Solo nella misura in cui riusciamo a coniugare queste due ali dello spirito dell’uomo e del cuore credente, Ragione e Amore, Fede e Carità, abbiamo allora la sintesi della realtà: la Verità della Fede e la Carità nei confronti dei fratelli, di tutti gli uomini di buona volontà.
    La Fede che crede in Gesù Unico Signore, Unico Salvatore non è una visione unilaterale di Dio, non è la convinzione nostra di un Dio che è uno e trino, perché così la tradizione cristiana ha sempre insegnato.
    La Fede è conoscenza della Verità, ma la Fede stessa è alimentata dalla Carità, non è unicamente conoscenza della verità, e questo che oggi maggiormente spaventa, una verità fredda, quasi matematica che mi impedisca di accorgermi anche di chi non è come me, di chi non pensa come me. La Verità che è Cristo non è un calcolo matematico, non è un teorema è una persona che ha un cuore, è una persona che ci fa amare: la fede pertanto promana dalla Carità e porta alla Carità. La Fede si compie nell’Amore e questo rapporto di Fede e Amore è possibile perché anche lo spirito dell’uomo è costituito da due dimensioni fondamentali, la ragione e l’amore.
    Possiamo citare un grande monaco cistercense del XII secolo, discepolo di Bernardo di Chiaravalle, prima benedettino e poi dopo aver conosciuto Bernardo divenne cistercense, Guglielmo di Saint-Thierry il quale studia e spiega in modo molto bello la natura dell’amore che perfezione la ragione.
    L’amore, differentemente da quanto si pensa, non è soltanto sentimento; l’amore richiede la ragione, la ragione è il presupposto dell’amore e altresì il suo compimento. Guglielmo di Saint-Thierry identificando la carità con la vista posseduta dall’anima per vedere Dio, afferma che l’anima ha due occhi che sono «l’amore e la ragione. Se uno dei due opera senza l’altro, non andrà lontano».
    Se l’anima opera con la sola ragione alla fine si accorge sì di un Dio, dell’esistenza di Dio, creatore e causa di tutto, ma non riesce ad andare oltre, a descrivere questo Dio, a vederne il suo intimo, a vedere il suo cuore. L’amore completa la ragione e ci svela già che Dio, causa di tutto ciò che esiste, non è un principio, è Padre, ha un cuore, è colui che genera, è Colui che ha un Figlio e questo Figlio è la pienezza e procede dal Padre. E dal Padre e dal Figlio in virtù dell’amore che i due si scambiano procede lo Spirito Santo. Dunque amore e ragione, se uno dei due opera senza l’altro non potrà guardare: «possono però molto soccorrendosi a vicenda, diventando un solo occhio» dell’anima. Quindi ci insegna Guglielmo di Saint-Thierry che il compito della ragione è proprio quello di istruire l’amore, mentre il compito dell’amore è quello di illuminare la ragione così che la ragione divenga essa stessa amore e l’amore oltrepassi i confini della ragione. Il rapporto quindi fra l’uomo e Dio è essenzialmente un rapporto di Amore. Cito ancora una lettera di Guglielmo di Sant-Thierry il quale dice rivolgendosi a Dio «Tu ci ami in quanto fai di noi tuoi amanti e noi ti amiamo in quanto riceviamo il tuo Spirito. Il tuo Spirito è il tuo amore che penetra e possiede le intime fibre dei nostri affetti [...] Mentre il nostro amore è affectus, il tuo è effectus, un’efficacia che ci unisce a te grazie alla tua unità, allo Spirito santo che ci hai donato»

    Allora, cari fratelli e sorelle, possiamo risolvere questo apparente dilemma, dicendo che la Verità ha un cuore, un cuore che è la Carità, e la Carità è alimentata e guidata dalla Verità, solo
    Colui che è insieme Verità e Carità è la Pienezza e Costui è Cristo, il Logos che ha un cuore trafitto sulla Croce per noi. Ecco la santità della vita, che diventa unità .

    • Lt scrive:

      Cristo, il Logos che ha un cuore trafitto sulla Croce per noi.

      ma se è vero questo, come si fa a sostenere che la Croce sarebbe tra l’altro “… il luogo del perdono,… del dialogo ecc.” ?? (v. discorso di papa Bergoglio 7 settembre durante la veglia di preghiera per la pace) quando mai la Chiesa docente aveva appiccicato la funzione modernista “dialogo” alla Redenzione operata da Cristo sulla Santa Croce, in ESPIAZIONE dei peccati del mondo ? (virus conciliar-ecumenista, inestirpabile del Corpo Mistico….)

    • Lt scrive:

      Cristo, il Logos che ha un cuore trafitto sulla Croce per noi.

      ma se è vero questo, come si fa a sostenere che la Croce sarebbe tra l’altro “… il luogo del perdono,… del dialogo ecc.” ?? (v. discorso di papa Bergoglio 7 settembre durante la veglia di preghiera per la pace) quando mai la Chiesa docente aveva appiccicato la funzione modernista “dialogo” alla Redenzione operata da Cristo sulla Santa Croce, in ESPIAZIONE dei peccati del mondo ? (virus conciliar-ecumenista, inestirpabile dal Corpo Mistico….)

  103. dafne scrive:

    (idem…)
    Il santo non è sollecitato da dilemmi o continuamente pervaso da dubbi.
    L’anima del vero cristiano non è un’anima che crede e dubita, che dubita e crede, come purtroppo ultimamente è stato detto. Il dubbio è si una precarietà dell’intelligenza, ma non appartiene alla Fede, non è il nemico della Fede, non è lo scacco della Fede.
    Il santo, colui che fa unità nella sua vita, colui che vede la realtà nella sua unità perché crede e ama il Cristo, allora vive in pienezza e dà a tutti l’orientamento giusto per poter vivere in questo momento di forte relativismo in cui tutto sembra buono e dunque niente alla fine è veramente buono.
    Dobbiamo perciò guardare ai santi e guardando ai santi impariamo che cosa è la santità: potremmo dire che la santità è proprio questo Amore di Dio in noi, l’Amore di Dio che si incarna nella vita. E questa incarnazione dell’amore ragionevole e della ragione che ama è possibile perché Dio si è fatto uomo. Allora la santità, cari fratelli, è unità, la santità è Dio. Dio è il Santo. Quando Dio abita in un’anima, in un uomo, allora lì c’è la santità e perché Dio abiti nell’uomo, perché Dio abiti nella mia vita, perché io divenga santo, è necessario che io viva alla presenza di Dio, che io coltivi questa presenza di Dio nella mia vita, dunque ho bisogno al di sopra di tutto della preghiera, la preghiera è l’anima della santità, senza la preghiera non impariamo a camminare ogni giorno sulla via della santità di Dio.
    Qui mi piace citare un passaggio di una lettera di sant’Ignazio di Loyola che dice in modo molto chiaro a tutti noi come si fa a vivere questa presenza di Dio che è preghiera: «Si procuri la presenza di Dio in tutte le cose, nelle conversazioni e nelle passeggiate, nel guardare, nel gustare, nell’ascoltare e nel riflettere, in una parola in tutto quello che stiamo facendo. Questa maniera di meditare, che ci fa trovare Dio in tutto, è più facile di quella che ci eleva a cose divine (che magari sono) più astratte e che esigono dello sforzo per potersele rappresentare. Questo salutare esercizio, quando ci prepariamo per farlo bene, ci attira, (ci fa vedere il) Signore anche nel breve tempo della nostra orazione. Esercitiamoci pure ad offrire spesso al Signore i nostri lavori e le nostre fatiche, pensando che le accettiamo per amore suo, sacrificando i nostri gusti per servire in qualche maniera la sua divina Maestà e venire in aiuto di tutti quelli, per la salute dei quali Gesù Cristo ha subito la morte» .
    La santità è la ricerca della presenza di Dio, e questa presenza di Dio è orazione, è parola che si dice a Dio, è la ricerca della ragione del cuore, del cuore e della ragione, di Dio al di sopra di ogni cosa e questo, cari fratelli, è pienezza. Questo è il compimento. Dunque la santità si alimenta nella nostra vita con l’orazione, l’orazione ci conduce alla carità e la carità è il compimento della carità. In conclusione cito Luis di Granata, un domenicano spagnolo, contemporaneo di Sant’Ignazio di Loyola il quale scrive così: «La via più breve che ci conduce alla divina carità consiste nell’elevare il nostro cuore a Dio con affetti forti e con desideri infiammati del suo amore, conversando con Lui, in una confidenza rispettosa, tenendoci sempre raccolti alla sua presenza». Dobbiamo, cari fratelli e sorelle, allora quest’oggi in particolare, aspirare anche noi alla santità la quale non è qualcosa di astruso, qualcosa di elitario, riservato a pochi eletti: questo è gnosticismo. La santità è dono di Dio e Dio che è Padre ama donarsi a tutte le sue creature per renderle suoi figli; allora Dio vuole donare a tutti la santità e noi dobbiamo impegnarci per andare a Dio attraverso la Santità. Riusciamo a vedere allora insieme Ragione e Amore e Fede e Carità a Dio. Procuriamo di pregare ogni giorno, di vivere alla presenza di Dio, e questo ci riempie e ci porta alla Carità alla Santità. Sia lodato Gesù Cristo.
    ————————————
    Tratto da http://chiesaognissanti.it/Chiesa_Ognissanti/multimedia/Voci/2012/11/1_Ragione_e_amore_per_vedere_Dio_nella_sua_pienezza.html

    PUBBLICATO DA unafides33.blogspot.it

  104. L’omelia di P. Lanzetta è bellissima.

    La sola cosa che “frega” P. Lanzetta è di essere preso in ostaggio da un gruppetto di isteriche tradi-protestanti che non sanno neppure leggerlo, tra l’altro.

    Il più presto si distanzierà formalmente e geograficamente da questo gruppetto di scismatichelle in gonnella, il meglio sarà per P. Lanzetta per fare sentire quel che lui veramente dice e che è veramente cattolico.

    Buona celebrazione dei defunti.
    In Pace

  105. L’omelia di P. Lanzetta è bellissima.

    La sola cosa che “frega” P. Lanzetta è di essere preso in ostaggio da un gruppetto di isteriche tradi-protestanti che non sanno neppure leggerlo, tra l’altro.

    Il più presto si distanzierà formalmente e geograficamente da questo gruppetto di scismatichelle in gonnella, il meglio sarà per P. Lanzetta per fare sentire quel che lui veramente dice e che è veramente cattolico.

    Buona celebrazione dei defunti.
    In Pace

    • Timorato scrive:

      X Simon de cirrene

      la finisca di dare insegnamenti da “moderno sapiente ” è sempre al corrente di tutto e di tutti!

      guardi che lei è nessuno per definire scismatiche delle persone solo perché non condividono GLI ERRORI DEI PAPI POSTCONCILIARI!!!!!

      Lo scisma è rottura con la Comunione dei Santi che è Comunione con lo Spirito Santo innanzitutto -SPIRITO DI VERITA’, SPIRITO DI SANTITA’- e non rottura con l’ideologia di un papa dedito a servire il Filantropismo massonico mascherato di cristianesimo! che fa passare questa ideologia come “spirito santo” grazie anche al servilismo e all’indifferentismo di certi prelati!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Se Padre Lanzetta non avesse detto la verità quella scomoda ai potenti non avrebbe subito l’esilio; per il semplice fatto poi che ha subito l’esilio, Egli ha dimostrato di aver detto la Verità -QUELLA che crea i martiri! e che non è creata dalle “scismatichelle in gonnella”MA EMERGE DA SOLA!!!!!!!!!!!!!

      Quindi, la finisca di colpevolizzare addirittura (indirettamente)lo Stesso Padre Lanzetta, perché è stato poco lecchino dei potenti, che per lei in quanto tali superano la Stessa Divinità !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  106. Timorato scrive:

    Pensieri sul Purgatorio della mistica Katarina Emmerick

    di don Marcello Stanzione

    Ho letto tutti gli scritti di Brentano sulla mistica tedesca, la monaca agostiniana Anna Caterina Emmerick e ho raccolto alcuni suoi pensieri su una realtà di cui si parla pochissimo o niente nella Chiesa Cattolica odierna: il Purgatorio:

    “………Nel Purgatorio riconobbi non solo alcuni conoscenti ma anche i loro parenti che non avevo mai visto prima. Vidi povere anime abbandonate dai parenti sulla Terra senza più essere ricordate da nessuno, fedeli che non avevano l’abitudine alla preghiera. Prego sempre particolarmente per loro”.

    “Come è triste vedere le povere anime del Purgatorio così poco aiutate, esse hanno veramente bisogno di quest’aiuto, poiché il loro stato è così miserabile che non possono aiutarsi da se stesse. Se qualcuno pregasse per loro e soffrisse un po’, oppure offrisse elemosine alla loro memoria, ne avrebbe profitto alle medesime al punto tale da sentirsi consolate e ristorate come assetati ai quali viene somministrata una fresca bevanda”.
    http://www.agerecontra.it/public/pres30/?p=11952‎

  107. Timorato scrive:

    INVECE DI CHIACCHIERARE PER GUARDAR GLI INTERESSI TERRENI, PENSIAMO CHE FAREMO LA FINE DI QUELLI CHE OGGI SONO:”COMMEMORATI”!!!!
    PENSIAMO A QUESTO, ALMENO: PER CAPIRE CHE LA COSA Più IMPORTANTE E’ SALVARSI L’ANIMA; E PREGHIAMO PER I MORTI AFFINCHE QUALCUNO UN GIORNO PREGHI PURE PER NOI
    —————————————————————————————————–

    CORONCINA PER LE ANIME SANTE DEL PURGATORIO

    http://www.unavox.it/Strumenti/Preghiere/Coron_anime_Purgatorio.html

  108. Timorato scrive:

    Preghiera di Santa Gertrude per la liberazione di

    mille anime dal Purgatorio

    Nostro Signore disse a Santa Geltrude la Grande che la seguente preghiera libererebbe mille anime dal Purgatorio ogni volta che venga detta con amore.

    La preghiera è stata poi estesa anche ai peccatori viventi.

    Eterno Padre, io offro il Preziosissimo Sangue del Tuo Divin Figlio, Gesù, in unione con le Messe dette in tutto il mondo, oggi, per tutte le Anime sante del Purgatorio per i peccatori di ogni luogo, per i peccatori della Chiesa universale, quelli della mia casa e dentro la mia famiglia.

    Amen

  109. Timorato scrive:

    ORAZIONE DI SAN GREGORIO PAPA PER LA LIBERAZIONE DELLE ANIME SANTE DAL PURGATORIO

    Dopo aver recitato per un intero mese consecutivamente questa preghiera. Anche quell’anima che sarebbe condannata fino al giorno del giudizio, verrà liberata lo stesso giorno

    http://lucedelmondo.forumfree.it/?t=58564402#entry476887704

    • anastasia scrive:

      Grazie Timorato per questa bella ed efficace preghiera !

      • Timorato scrive:

        x ANASTASIA

        non ringrazi me, ma la Divina Provvidenza che ha inviato i Suoi Santi per aiutare i nostri fratelli del Purgatorio -che poi con più efficacia possono aiutare anche noi!-!!!

        La prego fervorosamente di non abbandonare mai la devozione per le Anime Sante del Purgatorio e di propagarla il più possibile verso anime pie.
        Come potra trovare dalla testimonianza dei Mistici e del Magistero della Chiesa, sono veramente “anime bisognose” del nostro umile aiuto.
        Le raccomando questa devozione anche perché -come posso testimoniare io stesso- è portatrice di grande intercessione per i nostri bisogni!

        Grazie ancora e faccia buon Apostolato

        • anastasiaa scrive:

          @Timorato
          Mi creda che la mi devozione verso le anime del purgatorio è stata beneficata più volte da tanti segni e da tanti doni da loro ricevuti. Sono potenti intercessori presso Dio. Preghiamo anche noi per loro nell’abbraccio della carità Divina! Buon apostolato anche a lei.

  110. Iva scrive:

    Visto che imperversano i soliti mega-equivoci circa le critiche e l’opposizione al papa (cioè le obiezioni legittime e sacrosante del popolo cattolico alle sue personali opinioni ed esternazioni -quando esse, come accade da alcuni mesi, per lo più NON sono atti e documenti di Magistero- ma continuano tuttavia oltremodo a confondere le idee a tutti, colti e incolti, clero e laici in tutto il mondo, essendo spesso in stridente contrasto anche con pontificati recenti….), ecco che cosa hanno detto lungo la storia di 20 secoli sull’argomento alcuni

    Papi e Dottori sulla Resistenza al Papa

    Papa Innocenzo III:
    “Soltanto per il peccato che commettessi in materia di fede, io potrei essere giudicato dalla Chiesa” (Sermo IV in cons. Pont.. P.L. 217.670)

    Papa Felice III:
    “Non resistere all’errore è approvarlo,
    non difendere la verità è ucciderla.
    Chiunque manca di opporsi ad una prevaricazione manifesta può essere considerato un complice occulto”

    (citato da Leone XIII nella sua lettera ai Vescovi italiani 08/12/1892)

  111. Iva scrive:

    Papa San Leone: “Anatematizziamo Onorio (Papa), che non ha istruito questa Chiesa apostolica con la dottrina della Tradizione apostolica ma ha permesso con un sacrilego tradimento che fosse macchiata la fede immacolata e non ha estinto, come competeva alla sua autorità apostolica, la fiamma incipiente dell’eresia, ma l’ha fomentata con la sua negligenza” (Denz.Sch. 563 e 561).

    Papa Adriano II: “Onorio è stato anatematizzato dagli Orientali: però si deve ricordare che egli è stato accusato di eresia, unico crimine che rende legittima la resistenza degli inferiori ai superiori, come anche il rifiuto delle loro dottrine perniciose” (Alloc. Ili lect. in Conc. XIII, act.VII – citato da Billot. Traci, de Eccles. Christi”, tom. I, p.619).

    Papa Leone XIII:
    “Allorché manca il diritto di comandare o il comandamento è contrario alla ragione, alla legge eterna, all’autorità di Dio, allora è lecito disobbedire agli uomini per obbedire a Dio” (Enc. “Libertas Praestantissimum n.15)

    Guido da Vienne (futuro Callisto II), S.Godofredo da Amiens, S.Ugo de Grenoble e altri vescovi, riuniti nel Sinodo di Vienna (1112), inviarono al Papa Pasquale II le decisioni da loro adottate (per salvaguardare la fede n.d.r.), scrivendogli anche: “Se, come assolutamente non crediamo, sceglierete un’altra via , e vi rifiuterete di confermare le decisioni di nostra paternità, che Dio ci aiuti, poiché così ci allontanereste dalla vostra ubbidienza” (citato da Bouix. Tract. de Papa”, tornii, p.650)

    “Decretimi” de Graziano:
    “II Papa da nessuno dev’essere giudicato, a meno che si allontani dalla fede” (Pars: I, dist.40, cap.IV, Canon “Si Papa”).

    San Tommaso d’Aquino, studiando l’episodio in cui S. Paolo ha biasimato S. Pietro (cfr. Gal.II, 11-14), scrive : “Ai prelati è stato dato l’esempio di umiltà, affinché non rifiutino d’accettare rimproveri da parte dei loro inferiori e sudditi: e ai sudditi (fu dato) esempio di zelo e libertà, affinché non temano di correggere i loro prelati, soprattutto quando il crimine fosse pubblico e risultasse di pericolo per molti (…).
    La riprensione è stata giusta e utile e il suo motivo non era lieve: si trattava di pericolo per la preservazione della verità evangelica (…).
    Il modo in cui avvenne la riprensione è stato conveniente, poiché fu pubblico e manifesto. Per questo S. Paolo scrive: “Ho parlato a Cefas” cioè a Pietro, “davanti a tutti”, poiché la simulazione praticata da S. Pietro portava pericolo a tutti” (ad. Gai. II, 11-14; lect. Ili; nn. 77; 83-84).

    San Tommaso d’Aquino: “Essendoci pericolo prossimo per la fede, i prelati devono essere ripresi, anche pubblicamente dai sudditi” (Sum. Teol. II-11, a XXXIII. IV, ad 2)

    San Roberto Bellarmino:
    “Così come è lecito resistere al Pontefice che aggredisce il corpo, così è anche lecito resistere a quello che aggredisce l’anima o che perturba l’ordine civile, o, soprattutto, a quello che tentasse di distruggere la Chiesa. Dico che è lecito resistergli non facendo quello che ordina e impedendo l’esecuzione della sua volontà” (“De Rom. Pont.” Lib.II. c.29).
    Il medesimo santo approvò la 15ª proposizione dei teologi di Venezia i quali dicevano che “quando il Sommo Pontefice fulmina una sentenza di scomunica ingiusta o nulla, non la si deve accettare” .

    Dom Guéranger: “Quando il pastore si trasforma in lupo, è al gregge che in primo luogo tocca difendersi. Senz’altro normalmente la dottrina scende dai Vescovi al popolo fedele e i sudditi, nel dominio della Fede, non devono giudicare i loro capi. Ci sono, però, nel tesoro della Rivelazione punti essenziali, che ogni cristiano, in considerazione del suo stesso titolo di cristiano, necessariamente conosce e obbligatoriamente deve difendere” (L’Année Liturgique, festa di S.Cirillo di Alessandria, pp.340-341).

    Suarez: “E in questo secondo modo il Papa potrebbe essere scismatico nel caso non volesse avere con tutto il corpo della Chiesa l’unione e la congiunzione dovuta, come lo sarebbe (…) se volesse sovvertire tutte le cerimonie ecclesiastiche fondate sulla tradizione apostolica” (“De Cantate”, disp. XII, sect. I, n.2, pp.733-734).

    “Se (il Papa) emanasse un ordine contrario ai buoni costumi, non gli si deve ubbidire; se provasse a fare qualcosa manifestamente opposto alla giustizia e al bene comune, sarà lecito resistergli ” (“De fide”, disp. X, sect. VI, n.16)

    Cardinale Journet:
    “Quanto all’assioma “Dove è il Papa lì è la Chiesa” vale quando il Papa si comporta come Papa e capo della Chiesa; nel caso contrario, né la Chiesa è in lui, né lui nella Chiesa (Caietano, II, II, 39.1 “L’Eglise du Verbe Incarné”, voi. II, pp. 839-840).

    La Chiesa nelle Litanie dei Santi domanda a Dio:
    “Affinché vi degnate di conservare nella Santa Religione il Sommo Pontefice e tutta la Gerarchia, vi preghiamo, Signore, ascoltaci!”.
    Ne consegue che è possibile che il Papa si allontani dalla Santa Religione.
    ————————-
    http://tradizione.biz/rivoluzione-nella-chiesa/132-papi-e-dottori-sulla-resistenza-al-papa

    • Cherubino scrive:

      Alfonso Maria de’ Liguori nel libro Verità della Fede :

      «Che poi alcuni pontefici sieno caduti in eresia, taluni han cercato di provarlo, ma non mai l’han provato, né mai lo proveranno; e noi chiaramente proveremo il contrario nel fine del cap X. Del resto, se Dio permettesse che un Papa fosse notoriamente eretico e contumace, egli cesserebbe d’essere Papa, e vacherebbe il pontificato. Ma se fosse eretico occulto, e non proponesse alla chiesa alcun falso dogma, allora niun danno alla Chiesa recherebbe; ma dobbiamo giustamente presumere, come dice il cardinal Bellarmino, che Iddio non mai permetterà che alcuno de’ pontefici romani, anche come uomo privato, diventi eretico né notorio né occulto».

      • Timorato scrive:

        X CHERUBINO

        è inutile che insiste su Sant’Alfonso, qua nessuno salta di gioia per LA PRESENZA DI un papa eretico!

        a parte il fatto che Sant’Alfonso è uno contro tutti -e in materia teologica e dottrinale- anche più “basso” rispetto a San Tommaso e allo Stesso Papa San Leone -che è citato più su dalla signora Iva- che HA ANATEMIZZATO PAPA ONORIO(!!!!!!!); mi spiega perché c’è questo “fatto(l’anatemizzazione di papa Onorio)” che smentisce l’argomento di Sant’Alfonso ?
        e perché ci sono i canoni del Diritto canonico che smentiscono Sant’Alfonso, in previsione di un papa eretico ?

        quindi per lei, san Tommaso, quando dice che: “contro i fatti non valgono gli argomenti”, è un pettegolo?

        Da questo si può dedurre: che Sant’Alfonso Stesso parlava certamente: per un verità che ancora non era “tutta intera” !

  112. Iva scrive:

    Se Padre Lanzetta non avesse detto la verità quella scomoda ai potenti non avrebbe subito l’esilio; per il semplice fatto poi che ha subito l’esilio, Egli ha dimostrato di aver detto la Verità -QUELLA che crea i martiri!
    proprio così.
    Infatti ciò era noto già agli antichi:

    L’adulazione procura amici, la verità genera odio

    (P. Terenzio Afro, 195 a.C. – 159 a.C.);

    la somma dimostrazione nella storia umana, di tale realtà -che la Verità sia fatta oggetto e causa di odio per il mondo- è la testimonianza di Verità del Figlio di Dio Gesù Cristo -VERITA’ in Persona- davanti al Sinedrio e a Pilato.
    Gesù davanti al mondo è sempre segno di contraddizione, pietra d’inciampo, pietra angolare scartata dai costruttori:
    tale sarà ancora, pietra scartata dai costruttori del NWO e della chiesa-calderone mondialista dell’amore fraterno-universal-massonico che abbraccerà secondo parità menzognera (cfr. esempio didattico Assisi1-2-3) tutti i falsi culti e idolatrie, odiando Lui solo: Gesù Cristo realmente Presente nel SS.mo Sacramento dell’altare, e i seguaci -senza SE e senza MA- dell’Agnello Immacolato, che vengono purificati da Lui nella grande tribolazione; e nel tempo a venire i capi della chiesaONU opererano in modo da far abolire il Santo Sacrificio.
    Parimenti, dai poteri/potenti promotori della religione mondialista, sarà odiata la SS.ma Madre di Dio col suo Cuore Immacolato, finchè Dio non manifesterà i l momento del suo Trionfo.
    cfr.:
    “L’ecumenismo è il nemico dell’Immacolata”(S. M. Kolbe)

    • vincenzo da torino scrive:

      @Iva. Tutto dipende da cosa si intende per ecumenismo. Esso è un nuovo atteggiamento verso le altre religioni senza in alcun modo rinunciare alla propria fede. Non vuol dire che tutte le religioni sono uguali, poiché solo il Cristo salva, ma riconoscere che in tutte vi sono delle verità e che la fedeltà a queste verità conosciute con coscienza retta salva l’uomo, qualunque egli sia. In fondo non è altro che rispettare il piano di Dio per l’umanità che ha aspettato secoli prima di inviare Gesù-salvatore e che continua a tenere moltissimi fuori dalla conoscenza di Gesù. L’ecumenismo è in fondo rispettare i piani di Dio, lo ripeto. Vedo che P Kolbe e ora P. Lanzetta non riescono a comprendere concetti semplici, forse frenati dalla cattiva interpretazione che se ne può dare e dai rischi che questo comporta per i fedeli. Allora basta parlare chiaro! Si annega in un bicchiere d’acqua….

      • Timorato scrive:

        X VINCENZO

        un nuovo atteggiamento verso le altre religioni non può contraddire il Magistero di Papa Pio XI che nella Mortalium Animoss, ha dato anche le RAGIONI FILOSOFICHE E TEOLOGICHE del vero ecumenismo che è tale solo: se è capace di: “..portare i dissidenti all’UNICO OVILE che è la Chiesa Cattolica”
        Il resto è SINCRETISMO, occulto o manifesto, asservito alla nuova religione dell’uomo del Mondialismo massonico!

        I piani di Dio li conosce soprattutto “gente” come San Massimiliano Kolbe che: FEDELE al Magistero e alla stessa logica non può servire la confusione della novella Babele e di certo non può essere corretto da lei che è bravissimo per le insalate russe……

        • vincenzo da torino scrive:

          @Timorato. Casca come una pera! Anche il Magistero di Pio IX ha parte che si rifà al depositum fidei e parte che fa parte del suo magistero autentico che non è infallibile. Allora bisogna di nuovo avere un pontefice con potere temporale e quindi un suo stato? Non sia ridicolo!Se non comprende queste cose elementari è meglio che si dia all’ippica e la smetta di venire a fare delle magra figura qui.

        • Timorato scrive:

          X VINCENZO

          mi sembra, che lei difenda solo un magistero che, nonostante non sia infallibile, tuttavia lo predilige e lo protegge come tale, proprio perché -come piace agli usurpatori del potere temporale dei Papi- serve a demolire il diritto del Potere temporale dei Papi: mi spiega perché CONSIDERA tanta “divina” la distruzione del potere temporale dei Papi ?

          se è cosi banale il magistero non infallibile dei Papi preconciliari, perché non lo è stato anche il magistero dei Papi postconciliari con cui hanno demonizzato e scomunicato Mons. Lefebure ?

  113. Iva scrive:

    E’ giusto e sacrosanto che ogni piccolo fedele, nell’immane confusione che travolge il Gregge da 50 anni di dialoghismo v2ecumenista che ha seppellito, nella memoria collettiva e nelle coscienze di quasi tutto il clero la Chiesa APOSTOLICA E MILITANTE, nel degrado caotico di fede e dottrina, in accelerazione paurosa dal 13-03-2013, si ponga le stesse domande di Reginaldus, che ora attraversano nel web buona parte (se pur numericamente minima, di vigilanti) del popolo cattolico:

    E quale è il Gesù che porta oggi la Chiesa?
    * Il Gesù del Dio Uno e Trino o ilGesù dell’ammucchiata pan-religiosa?
    * Il Gesù del dialogo o il Gesù della ‘spada’?

    * Il Gesù di San Tommaso d’Aquino o quello dei Mancuso/Bianchi?
    * Il Gesù del Concilio di Trento o il Gesù del Vaticansecondo?
    * Quello che dice: “chi non è con me è contro di me” o quello per il quale tutto fa brodo….?

    *Quello, per stare alla data, della Messa di San Pio V o quello delle messe di Halloween…?

    …per tentar di prendere coscienza circa il DOVE ci stiamo dirigendo a precipizio, inseguendo il grande abbraccio al mondo moderno intrapreso dai papi col CVII.

    • vincenzo da torino scrive:

      Risposta: Il Gesù del concilio di Trento e quello del Vaticano secondo. La palisse…Basta non dire eresie e stupidaggini come “Magistero irreformabile” quando solo in parte il Magistero lo è, diversamente non si spiegherebbe la storia della chiesa. E’ così difficile?

      • Timorato scrive:

        X VINCENZO

        guardi che le eresie e le stupidaggini le dice solo lei, quando nega cio che: il Primo Concilio Vaticano -nella Pastor Aeternus- ha INFALLIBILMENTE insegnato circa il Magistero Irreformabile!

        Visto che le fanno schifo i Papi preconciliari tanto da calpestare il Loro Magistero Irreformabile, mi dica -visto che non può criticare il suo Giovanni Paolo II( e qui la voglio!!)-: Giovanni Paolo II, quando ha imposto di non poter dare MAI il Sacerdozio alle donne, che ha fatto ? Era quello Magistero Irreformabile si o no ?

        ps
        Solo il Gesù del Concilio di Trento esiste, perché: “quel Gesù” ha parlato secondo la Sua Natura che è cosi irrevocabile tanto da impedire che, se pur parlasse un Suo Angelo o un Suo Apostolo per riformare la Sua Eterna Parola, NESSUNO è obbligato a seguirlo affinché con sant’Agostino canti: “Roma locuta causa finita”!!!!!!!!

        • vincenzo da torino scrive:

          @Vede quanto è ignorante! Tutto il magistero non potrà mai essere irreformabile. E’ lei che non capisce , né sa dare le giuste valutazioni a quello che legge. E’ patetico. Ed è inutile che cerchi di dare maggiori spiegazioni.

        • Timorato scrive:

          X VINCENZO

          sarebbe molto onorevole per lei, prima di dare dell’ignorante ai suoi interlocutori di leggere attentamente o quantomeno cercare di capire -sempre se non fa finta!-

          Io non ho MAI detto che tutto il Magistero è irreformabile.

          Ho detto che c’è un Magistero Irreformabile e come tale: DEVE essere rispettato!!!!
          Anche se non si può escludere che nel Magistero non infallibile dei papi preconciliari -a causa della fondatezza (filosofico-razionale ancor prima che teologicia) con cui insegnano- si rende NECESSARIA una doverosa obbedienza!

          Certamente se tutto questo piacerà a lei e ai suoi amici cattoliberali che per evidenti motivi ideologici, fanno di tutto per oscurare…….

          • vincenzo da torino scrive:

            @Timorato. Lei è un gran bugiardo! Continua a citare i testi dei papi preconciliari che non sono infallibili e li indica come magistero irreformabile. Non sa neppure cosa scrive.

      • Reginaldus scrive:

        no, non può essere lo stesso “il Gesù del concilio di Trento e quello del vaticansecondo….”: la contraddizion non lo consente!
        ( nelle mie domande per antitesi, ovviamente nella seconda le due parti vanno invertite…). Se poi a qualcuno ( a molti purtroppo) piace ingozzarsi di tutto e del contrario di tutto, libero lui ( e liberi loro ).

  114. Altro che Ognissanti e defunti!

    Con tutti questi posts di Iva, timorato, Daphne e consimili, ho l’impressione che l’influenza culturale anglosassone imperversi su questo blog: sembrerebbe che qui si festeggi Halloween!

    Povero P. Lanzetta circondato da tutte queste zucche vuote smorfieggianti !!!
    In Pace

    • Timorato scrive:

      Padre Lanzetta è circondato dagli Angeli, tra i quali anche l’Angelo vendicatore!

      certamente…… detto da lei, che non ha mai avuto la bontà di confutare nella loro oggettività gli argomenti di Iva, timorato Daphne e consimili( CHE NON SONO NOSTRI: MA DEL MAGISTERO IRREFORMABILE), dopo aver ridotto l’obbedienza ai Superiori ad un “CONTINUO LECCARE”, voglio vedere io, chi è quello che fa le smorfie e le fusa come le gatte-morte!!!!

      voglio vedere io, se lei è uomo(?) di valore!
      certamente il coraggio di “sopportare” i miei post sul suo blog, solo perché pestavano i calli ai suoi (adorati)potenti, non c’è stato, quindi: che va dicendo ?

      Lei non ha il diritto di parlare: perché ha leso la libertà di parola di un cristiano dopo averlo riempito di insulti che voleva usare come alibi per IL BOICOTTAGGIO!!!!!

      ECCO DOVE ARRIVA LA SUA “NOBILTA’” DI FINE INTELLETTUALE…… AL CROCE-VIA DEI COMPROMESSI E DELL’ODIO AD PERSONAM!!!!!!!

      PS
      E NON USI Più CON BLASFEMO ARDIMENTO LA PAROLA;”PACE”!!!

      • vincenzo da torino scrive:

        Lei di “pace” ne ha molto bisogno…Parole al vento!

        • Timorato scrive:

          x VINCENZO

          non ne ho di bisogno di “pace” perfida dei nemici interni della Chiesa!

          mi basta la Pace (vera) che mi da la Grazia di Cristo, capace sempre di combattere con pazienza ed orazione questi nemici interni.

          • vincenzo da torino scrive:

            @Timorato. Guardi che lei non è un mio nemico. Semplicemente è, come già detto, è limitato e piuttosto tardo di comprensione. Quindi è compassione. Peccato che non lo capisca da solo ed infesti il blog.

          • Timorato scrive:

            X VINCENZO

            la finisca con questo “guanto di velluto”!

            io sicuramente non sono suo nemico perché le voglio dare il Bene della Divina Grazia, ma lei che cos’è, quando: usando questo guanto di velluto mi dice ignorante e stupido per demonizzare non solo me ma anche il Magistero Irreformabile che propago ?

            E poi, quando mi ha fatto il test psico-attitudinale per stabilire le mie capacita intellettive ?

    • Iva scrive:

      mossa davvero sbagliata e disonesta quella di voler addossare e attribuire lo spirito satanista -perchè TALE E’- della moda Halloween imperversante da decenni in Europa, addosso ai cattolici tradizionali: la solita mistificazione superlativa di SdC, che ne è artista insuperabile con i suoi balordi e plateali insulti fondati sul NULLA (oltre che su giudizi sul prossimo ignoto, temerar-issimi……passi per le “zucche vuote”, e ricordiamo le Beatitudini: “…mentendo diranno ogni sorta di male contro di voi….”) !

      Vediamo un po’ alcuni aspetti e riscontri del fenomeno, nella società e nella Chiesa, come si vanno evolvendo,…..nel lassismo generale del clero, dove, grazie a Dio, si levano alcune voci (rare) di preti e vescovi un po’ più vigilanti e previdenti di tanti altri…..

  115. Iva scrive:

    1. notizia:

    AVVERTIMENTO di una ex satanista contro il PERICOLO HALLOWEEN:
    Un quotidiano nazionale ha pubblicato la testimonianza di una donna che confessa di aver fatto un culto in una setta satanica e mette in guardia dai pericoli di celebrare Halloween o notte delle streghe.
    Il quotidiano “El Norte”, riporta le dichiarazioni di Cristina Kneer Vidal, ex occultista, ex satanista e spiritista di origine americana che vive a Hermosillo, Sonora, che si dice molto preoccupata del fatto che ogni 31 ottobre e decine di giovani e bambini vengono uccisi in tutto il Messico dalle sette sataniche.
    Cristina Kneer Vidal ha chiesto alle famiglie di prendersi cura dei loro figli, nel paese vi sarebbero circa 1.500 “adoratori di Satana”, che sono distribuiti principalmente in città come Guadalajara, Monterrey, Messico. Dice Cristina: “Non voglio spaventare nessuno, ognuno è libero di credere a quello che vuole, ma le mie parole devono essere prese in considerazione, almeno vi chiedo di ascoltarmi, ragionare e decidere “.
    Secondo la Kneer,
    “migliaia di persone hanno inconsapevolmente adottato una pratica satanica [Halloween] e quindi stanno propiziando la crescita del satanismo in Messico, soprattutto nelle grandi città come Guadalajara e Monterrey.”
    Il quotidiano “El Norte” dice che Cristina Kneer ha trascorso molto tempo vicino al satanismo, ha incontrato il male e la cattiveria di molti satanisti con i quali viveva e dice: “Questi sono argomenti poco conosciuti, ho praticato la meditazione e ancora adesso me ne pento, sono arrivata a detestare Dio”.

    Secondo la Kneer il satanismo esiste in tutto il mondo e la sua pratica è antica quanto il culto a Dio. “Gli ambiziosi”, ella nota, “hanno firmato un patto con il diavolo in cambio di ricchezza e di potere ed hanno offerto in cambio la loro anima”.
    ….
    La Kneer sostiene, inoltre, che in date come quella di Halloween [31 ottobre], i satanisti fanno la “messa nera” e spiega che “la Messa è officiare nel campo o in edifici chiusi fortemente protetti e iniziare con l’evocazione di Satana che spesso non si presenta perché, a differenza di Dio, non può essere ovunque “.
    A metà della “messa”, ella dice, sono macellati animali come gatti, cani, e quando la “messa” è molto importante, come Halloween, sono fatti sacrifici umani. Per la Kneer “preferibilmente vengono scelti i bambini perchè non hanno peccato e sono i preferiti da Dio; prima della macellazione sono violati a privati della loro purezza “.
    (….precisa inoltre : “il 31 ottobre che celebra il nuovo anno satanico, spiega, “E’ come il compleanno del Diavolo”)

    http://www.gris-imola.it/ultime_notizie/ExsatanistaavvertedelpericolodiHalloween.php

    • Iva scrive:

      domande:
      quanti genitori sono informati della natura aberrante e diabolica di questa stupidissima festa importata dal mondo anglosassone e penetrata di forza, anzi spesso imposta subdolamente dagli insegnanti, specie di lingua inglese, nelle medie inferiori, come fosse un “arricchimento culturale” ?
      quanti genitori e/o nonni di bambini hanno avallato questa stupidità collettiva che porta dritto alla DEFORMAZIONE, con snaturamento e calpestamento nelle coscienze, della festività cattolica di TUTTI I SANTI, mediante un preciso scavalcamento preventivo con l’orrido carnevale della sera 31 ottobre, preparato dall’ossessiva gara dei negozi, tra gadgets e dolciumi, in due decenni di martellamento, fino a diventare un MUST ?
      CHI la sera del 31 ottobre in Italia ha avuto il coraggio di negare ai bambini e ragazzi di aderire a questa sconcia novità ANTICRISTIANA, spiegando il grave sovvertimento della festa dei SANTI ? quanti parroci hanno alzato la voce contro di essa, mettendo in guardia con serietà sul pericolo per la Fede cattolica ?
      io credo che moltissimi l’abbiano sottovalutata, così come in 40 anni si è lasciato campo libero a migliaia di abusi nella Santa Messa, ridotta spesso a uno show, sempre più aperto a profanazioni e blasfemie…..

  116. Iva scrive:

    qualcuno ha alzato la voce contro il fenomeno, ad es. il Vescovo di Piacenza si esprime così:

    “La morte fa parte della vita. E’ una cosa seria e va responsabilmente assunta con serietà. Quando viene a mancare questo attegiamento rimane solo la stupidità dell’uomo e credo che in questa festa ci sia tanta, tanta stupidità”. Sono state dure le parole del vescovo di Piacenza, monsignor Gianni Ambrosio nei confronti di Halloween, la festa che ormai sta prendendo sempre più piede non solo in Italia ma anche nel Piacentino, con tanti appuntamenti che si sono svolti in varie parti di città e provincia.
    Al grido di “dolcetto o scherzetto”, ormai non solo i più piccoli si sono fatti coinvolgere dalla festività di origine celtica che ormai è totalmente associata alla cultura americana.[...]
    Quella pietà che in passato anche i pagani hanno avuto, viene distrutta con una carnevalata che vuole coinvolgere tutto e tutti. Non mi pare un segno di civiltà questa stupida festa”. …Quando c’è da divertirsi facciamolo ma la morte fa parte della vita. E’ una cosa seria e va assunta con responsabilità”
    … altre diocesi in regione che, in vari modi, si sono espresse negativamente verso Halloween. Alla vigilia di Ognissanti, per esempio, a Bologna si è svolto un corteo di circa 500 fedeli dall’arco del Meloncello fino alla chiesa del cimitero della Certosa, con monsignor Gabriele Cavina, provicario generale dell’Arcidiocesi che ha dichiarato:
    “Se non si sa perché vivere e non si sa morire non si troverà nemmeno la strada giusta”.
    Ancor più duro lo scontro che si è registrato a Reggio Emilia, dove è stata annullata la grande festa in programma nel celebre castello di Rossena …
    Il vescovo monsignor Massimo Camisasca aveva giustificato la decisione con una personale presa di posizione: “La festa dei santi non può essere in nessun modo sostituita da Halloween”.

    http://www.piacenza24.eu/Attualit%C3%A0/53796-Halloween,+duro+il+vescovo%3A+‘Festa+ridicola,+deturpa+il+ricordo+dei+defunti’.html

  117. anastasia scrive:

    E’ molto importante quanto detto da P. Amorth!

    L’esorcista Padre Amorth contro Halloween

    Padre Gabriele Amorth, il più famoso degli Esorcisti, nel corso degli anni è intervenuto più volte nel trattare della Festa di Halloween, alcuni infatti ridimensionandone il significato si lasciano trasportare da veri e propri inni o rappresentazioni in Onore del Diavolo (è questa la cosa a cui bisogna stare attenti, che da festa carnevalesca si trasformi in sbeffeggiamento dei morti o invocazione del male).

    Ecco cosa ha detto, a proposito di Halloween, alcuni anni fa:

    “Penso che la società italiana stia perdendo il senno, il senso della vita, l’uso della ragione e sia sempre più malata. Festeggiare la festa di Halloween è rendere un osanna al diavolo. Il quale, se adorato, anche soltanto per una notte, pensa di vantare dei diritti sulla persona. Allora non meravigliamoci se il mondo sembra andare a catafascio e se gli studi di psicologi e psichiatri pullulano di bambini insonni, vandali, agitati, e di ragazzi ossessionati e depressi, potenziali suicidi. Mi dispiace moltissimo che l’Italia, come il resto d’Europa, si stia allontanando da Gesù, il Signore e, addirittura, si metta a omaggiare satana, la festa di Halloween è una sorta di seduta spiritica presentata sotto forma di gioco. L’astuzia del demonio sta proprio qui. Se ci fate caso tutto viene presentato sotto forma ludica, innocente. Anche il peccato non è più peccato al mondo d’oggi. Ma tutto viene camuffato sotto forma di esigenza, libertà o piacere personale. L’uomo è diventato il dio di se stesso, esattamente ciò che vuole il demonio”.

    I macabri mascheramenti, le invocazioni apparentemente innocue, quindi, altro non sarebbero, che un tributo al principe del male.

    Padre Amorth, ricorda che in molte città italiane, sono state organizzate le ‘feste della luce’, una vera e propria controffensiva ai festeggiamenti delle tenebre, con canti al Signore e giochi innocenti per bambini.

    Padre Gabriele Amorth, ha invitato Diocesi e Parrocchie, e tutti i Cristiani ad accogliere la sua preoccupazione e “contrattaccare” in tre modi:

    - Partecipando alla Santa Messa, e offrendo al Signore attraverso l’Eucarestia, una riparazione per questa “orrenda” Festa, e di accostarci a prendere il Corpo di Cristo.

    - Recitando il Rosario, in Famiglia, in Parrocchia, ascoltandolo su Radio Maria o anche da soli.

    - Recitando alla fine della Messa la Coroncina alla Divina Misericordia, per chiedere perdono al Signore.

    http://lavocedelsanto.altervista.org/lesorcista-p-amorth-halloween-e-un-osanna-al-diavolo/

    • Mimma scrive:

      @Anastasia
      Nel mondo di oggi Halloween come la Pasqua settimanale SI SCEGLIE!!
      E’ arrivato il tempo ed è questo in cui bisogna necessariamente capire da che parte stare.
      L’amarezza profonda si scopre ugualmente quando alla domenica vediamo le chiese vuote ed i centri commerciali pieni e stracolmi.
      Qundo un catechista ti viene a dire che la messa domenicale non la si può vivere come un obbligo, o che il percorso ricreativo parrocchiale è più importante della partecipazione alla Santa Messa.
      Quando alcuni parroci si piegano in nome della democrazia a scelte parrocchiali dettate da gruppi di mamme fraccomode e dormiglione e da padri goderecci a scelte pastorali che mettono alla berlina il Sacrificio Supremo della Croce!
      Questo è il tempo dell’anticristo Anastasia!
      Il drago è slegato e il tempo è davvero breve!
      Prega con me!

      • cuba_libre scrive:

        L’Anticristo si vede giorno dopo giorno quando dall’inizio dell’anno piu’ di 100 donne vengono barbaramente uccise dai propri mariti, conviventi o comunque nell’ambito familiare.
        Si vede quando una madre manda la propria figlia di 14 a orostituirsi co persone d’alto bordo per tenere un tenore di vita riconducibile a quello che da 20 anni a questa parte viene elavato a status symbol da una cultura dominante il cui pigmalione e’ unmo dei piu’ grandi delinquenti della storia italiana!
        Lo si vede quando la repubblica italiana fondata sul lavoro e’ in realta’ fondata sull’intrallazzo, sula corruzione, sulla mortificazione della persona.
        Lo si e ando uno viene preso a pugni e calci dal branco per un diritto di precedenza non rispettato!

        etc., etc.,etc.

        Ecco dove sta di casa l’anticristo. Altro che Halloween e fesserie simili!!

        • Mimma scrive:

          @Cuba-libre
          L’anticristo imperversa in questo tempo in tutto ciò che tu hai ricordato, carissimo Cuba, e il motivo fondamentale secondo me, è proprio nella scelta che l’uomo di oggi compie quando mette al centro del suo essere la spazzatura che il potere mediatico popone, rinnegando la legge di Dio che è l’UNICA che conduce al Bene.

          Io sono il Signore Dio Tuo:

          Non avrai altro Dio fuori di me
          Non nominare il nome di Dio invano
          Ricordati di santificare le feste
          Onora il Padre e la Madre
          Non uccidere
          Non commettere atti impuri
          Non rubare
          Non dire falsa testimonianza
          Non desiderare la donna d’altri
          Non desiderare la roba d’altri

          • J scrive:

            Gliene manca uno. “Non desiderare” (la roba o la donna sono uno solo. Non desiderare.

            “Non devi desiderare la casa del tuo prossimo. Non devi desiderare la moglie del tuo prossimo né il suo schiavo né la sua schiava né il suo toro né il suo asino né alcuna cosa che appartiene al tuo prossimo”.
            ( Eso 20.17)

            p.s. Non può nemmeno dire “non uccidere” se poi comandò a Saul di uccidere gli Amalechiti.
            Giusto per essere coerenti.

  118. Iva scrive:

    Il diabolico fenomeno Halloween è uno degli aspetti, non il minore, della grande apostasia crescente negli ultimi decenni, ma è preso sottogamba, come innocuo “scherzetto”, appunto, quasi un’inezia consumista e nulla più! ridicolizzare il culto dei Santi e dei defunti con il carnevale mortifero, ingaggiando i bambini per attirare/commuovere gli adulti, conniventi con le loro scempiaggini, fino a desacralizzare e obliterare la venerazione ai Santi, e -last but not least- trascurare le PREGHIERE in suffragio per i defunti.
    Se la morte è un carnevale, quale serietà avrà il passaggio all’altra vita e al Giudizio divino ? nessuna: uno scherzo la morte, un gioco da nulla la vita.
    Carpe diem, i defunti giacciono, tutto è finito. Divertitevi grandi e bambini, giocate, non pensate all’aldilà!
    ——————————–
    torna la DOMANDA DEL TEMA postato:
    Quale immagine di Gesù può mostrare al mondo, quale senso della sua Incarnazione e Redenzione, questa Chiesa così gioiosamente modernizzata dopo il cv2, al punto da permettere anche le messe di Halloween ?
    e senza che i papi battessero ciglio al riguardo ?
    anni fa pensavo che fossero solo barzellette, notizie “caricate” per fare satira…riguardo a preti un po’ fatui e scherzosi , circolanti qua e là, poi mi son dovuta ricredere: è accaduto davvero, e non una volta sola.
    Eccone una delle più allucinanati…….
    ———————

    • Iva scrive:

      2. notizia
      6 novembre 2006

      STATI UNITI – E’ accaduto nella diocesi di Orange, California, nella parrocchia di Aliso Viejo intitolata (ahimè) al Corpus Christi:
      i preti, giulivi, hanno invitato i fedeli a presentarsi in chiesa mascherati per Halloween.
      Ecco un passo del volantino d’invito, intitolato
      «Lascia uscire il fanciullino che è in te»:
      «Per il Giorno di All Hallows i parrocchiani sono invitati a venire alla Messa in costume (sì, bambini ed adulti). Inoltre, famiglie e singoli sono invitati a preparare una zucca Fred O’Lantern da disporre attorno all’altare. Speciali dolcetti (e pochissimi scherzetti) saranno a disposizione dei giovani, e dei giovani nel cuore, a tutte le Messe. E inoltre, che cominci la domanda su chi o cosa diventerà FKB (Fred K. Bailey, il pastore) alla fine della Messa: io vi amo, voi mi amate.
      [qui segue la parte più incredibile e ALLUCINANTE dell'intero discorso: il prete afferma di poter/voler SCHERZARE SULLE COSE riguardanti il mondo infernale...ovvero scherza col FUOCO!]:
      Anche se certe comunità ecclesiali spaventano i loro membri con sciocche storie su Hallowen che sarebbe un culto del demonio e altre scemenze, noi cattolico-cristiani comprendiamo che All-Hallows è il giorno di tutti i Santi, una celebrazione d’autunno che onora la nostra eredità spirituale.
      Sicuri della resurrezione di Gesù, siamo capaci di prenderci gioco delle cose che un tempo ci spaventavano. Il nostro Dio non è minacciato da vegetali scavati, anzi si rallegra di una famiglia parrocchiale che si riunisce per adorare, divertirsi e folleggiare». (!-!-!-!)
      ……………………………….
      Le foto della celebrazione neo-liturgica , che postero’ quanto prima , parlano da sole.
      I fedeli con parrucche colorate ingoiano l’Ostia come fosse una caramella o una pasticca, mandandola giù con un sorso di Coke; c’è persino una tizia mascherata da diavolo che distribuisce la Comunione.
      La diocesi di Orange – 2,7 milioni di abitanti, 1,4 dei quali cattolici – è all’avanguardia nella neo-religione «cattolica».

      [NB: ]Il vescovo Tod Brown ha positivamente vietato la celebrazione della Messa tridentina,
      che i parrocchiani di Saint Mary by the Sea (Huntington Beach) avevano ottenuto per indulto, e a cui partecipavano la domenica (unico giorno ammesso) oltre trecento persone.
      Ciò, nonostante una petizione con 1.200 firme a favore della vecchia Messa in latino.
      ———————
      [come volevasi dimostrare: è stato detto spesso e riferito da esorcisti che il demonio odia in modo speciale la Messa in latino, quella di S. Pio V, che ha forti poteri efficaci per allontanare dalle anime il demonio....mentre questa di Halloween sarà molto gradita a satana]

      http://musicasacra.forumfree.it/?t=12023784

    • Iva scrive:

      ed ecco il filmato della Halloween Mass:

      http://www.youtube.com/watch?v=khco_N-uEOY

      e su questo sito un commento, con altri dettagli agghiaccianti di orride blasfemie pronunciate e attuate da quei preti e partecipanti…..
      http://romancatholicblog.typepad.com/roman_catholic_blog/2006/11/the_blasphemous.html

      …Parts of the homily (where Fr. Fred is describing past costumes the priest has worn), as well as Fr. Fred’s admission that someone dressed as a devil was an extraordinary minister at the previous Mass. Fr. Fred exclaimed, “Only at Corpus Christi does the Devil himself become a Eucharistic Minister…you knew we were twisted!”…
      Fr. Fred is seen introducing the Lord’s Prayer by saying: “As goblins and ghouls, we raise one voice: Our Father, who art in heaven…”
      —————–
      (“As goblins and ghouls = “Come gnomi e demoni, noi diciamo insieme: Padre Nostro….”!)
      Il Signore Dio parla chiaro nell’AT:

      CHI AMA IL FUOCO IN ESSO PERIRA’.

    • Iva scrive:

      ed ecco il filmato della Halloween Mass:

      http://www.youtube.com/watch?v=khco_N-uEOY

      e su questo sito un commento, con altri dettagli agghiaccianti di orride blasfemie pronunciate e attuate da quei preti e partecipanti…..
      h—/romancatholicblog.typepad.com/roman_catholic_blog/2006/11/the_blasphemous.html

      …Parts of the homily (where Fr. Fred is describing past costumes the priest has worn), as well as Fr. Fred’s admission that someone dressed as a devil was an extraordinary minister at the previous Mass. Fr. Fred exclaimed, “Only at Corpus Christi does the Devil himself become a Eucharistic Minister…you knew we were twisted!”…
      Fr. Fred is seen introducing the Lord’s Prayer by saying: “As goblins and ghouls, we raise one voice: Our Father, who art in heaven…”
      —————–
      (“As goblins and ghouls…” = “Come gnomi e demoni, noi diciamo insieme: Padre Nostro….”!)
      Il Signore Dio parla chiaro nell’AT:

      CHI AMA IL FUOCO IN ESSO PERIRA’.

    • cuba_libre scrive:

      “Un sondaggio dice che il novanta per cento degli handicappati sono figli di genitori che non sono arrivati puri al matrimonio”

      Questa frase, gentile Iva non e’ frutto di qualche messa demoniaca di Halloween ma appartiene a Javier Echevarria Rodriguez, vescovo CATTOLICO spagnolo, nonche’ attuale prelato dell’Opus Dei!
      Quando sento certe cose, mi chiedo seriamente se l’Anticristo non alloggi nei piu’ reconditi meandri delle alte sfere vaticane!! E’ questo che dovrebbe preoccuparvi invece di andare dietro alle frocerie di Halloween.
      Ma ovviamente questo non vi preoccupa, vishe verosimilmente ci credete davvero.
      Come quando dicevano che era demoniaca la musica dei Rolling Stones e dei Black Sabbath!!!

  119. Mimma scrive:

    Chi salirà al monte del Signore?
    Chi abiterà il suo luogo santo….?

    http://vocazione-religiosa.blogspot.it/2013/11/un-vescovo-in-purgatorio.html

  120. Mimma scrive:

    MESSAGGIO DELLA REGINA DELLA PACE A MEDJUGORIE DEL 2 NOVEMBRE 2013 A MIRIANA

    Cari figli, vi invito di nuovo maternamente ad amare, a pregare senza sosta per il dono dell’amore, ad amare il Padre Celeste al di sopra di tutto. Quando amerete Lui, amerete voi stessi ed il vostro prossimo. Queste realtà non possono essere separate. Il Padre Celeste è in ogni uomo, ama ogni uomo e chiama ogni uomo col proprio nome. Perciò, figli miei, attraverso la preghiera ascoltate la volontà del Padre Celeste. Parlate con Lui. Abbiate un rapporto personale col Padre, che renderà ancora più profondo il rapporto tra voi, comunità dei miei figli, dei miei apostoli. Come Madre desidero che, attraverso l’amore verso il Padre Celeste, vi eleviate al di sopra della vanità di questa terra ed aiutiate gli altri a conoscere e ad avvicinarsi gradualmente al Padre Celeste. Figli miei, pregate, pregate, pregate per il dono dell’amore, perché l’amore è mio Figlio. Pregate per i vostri pastori, affinché abbiano sempre amore per voi, come l’ha avuto e l’ha mostrato mio Figlio dando la sua vita per la vostra salvezza. Vi ringrazio. “

    • Timorato scrive:

      X MIMMA

      sarebbe lei la umile ed obbediente figlia della Chiesa tutta in comunione con Essa (!!!!!!) ?

      quante volte le è stato fatto notare che la falsa madonna di mediugorie è il diavolo ?

      non ha pieta delle anime che potrebbero trovare inganno andando in quei luoghi maledetti ?

      I VESCOVI DEL LUOGO CHE SONO GLI UNICI AVENTI DIRITTO A RICONOSCERE LA VALIDITA DI UNA APPARIZIONE: HANNO GIA CONDANNATO COME FALSA! FALSA! FALSA! QUELLA DI MEDIUGORIE,
      PERCHE’ INSISTE ???????

      di seguito c’è una esauriente documentazione che dimostra la falsita del fenomono Mediugorie:

      ——————————————————————————————-

      Mala tempora.

      Tempi di “apparizioni” e di “fenomeni straordinari”: Medjugorje

      Medjugorje

      Cominciamo col prendere in considerazione il documento della Congregazione per la Dottrina della Fede, data 25 febbraio 1978, dal titolo: “NORME PER PROCEDERE NEL DISCERNIMENTO DI PRESUNTE APPARIZIONI E RIVELAZIONI“.

      Anzitutto prevede due soli “verdetti” e non più tre, come si credeva: ” … emettere con la debita celerità i giudizi che concludevano in passato le inchieste in materia (constat de supernaturalitate, non constat de supernaturalitate) e che offrivano agli Ordinari la possibilità di autorizzare o proibire il culto pubblico o altre forme di devozione tra i fedeli“.

      I. Criteri per giudicare, almeno con una certa probabilità, del carattere delle presunte apparizioni o rivelazioni…………..CONTINUA A LEGGERE

      http://radiospada.org/2013/10/tempi-di-apparizioni-e-di-fenomeni-straordinari-medjugorje/

  121. Lt scrive:

    per essere informati e vigilanti, non supinamente massificati dal plagio collettivo medjugoriano (coadiuvato dai potenti persuasori e tam-tam mediatici, che alimentano l’abbaglio di massa) e in generale essere DIFFIDENTI sui fenomeni di FALSE APPARIZIONI, pubblicizzati nel caso della gospa egalitaria a pro del pensiero unico-ecumondialista,
    leggere:

    Medjugorje senza maschera
    Una storia critica del fenomeno di Medjugorje
    A cura di Marco Corvaglia

    http://www.marcocorvaglia.com/medjugorje/perche-si-crede-a-medjugorje.html
    v. in part.:
    > Il ruolo dell’informazione, l’insidia dell’autoinganno

    1- MEDJUGORJE E L’INFORMAZIONE
    A SENSO UNICO
    2- MEDJUGORJE: “SENTO”
    QUINDI CREDO?

    >SCIENZIATI SCHIERATI

    >LA SCIENZA NON PROVA NULLA
    Parte 1 Parte 2 Parte 3

    >L’HO VISTO CON I MIEI OCCHI! QUINDI E’ FALSO. (“Miracoli del sole” e altro)
    Parte 1 Parte 2

    >ALLA RICERCA DI
    GUARIGIONI MIRACOLOSE

    Claude Kenesi, professore presso la facoltà di Medicina, a Parigi, e membro del Comitato Medico Internazionale di Lourdes (CMIL), tratta con prudenza e onestà questo problema.
    Egli afferma:
    Ogni anno, Lourdes accoglie circa cinque milioni di pellegrini, settantamila dei quali sono malati.
    …..dopo un’accurata cernita, fatta dal Comitato Medico Internazionale di Lourdes (CMIL) vengono scartati circa i tre quarti delle guarigioni. E la procedura va avanti…

  122. Lt scrive:

    E’ bene precisare che nessuna guarigione di Medjugorje è mai giunta ad un livello di approfondimento paragonabile a questo.
    Comunque il professor Kenesi continua:

    …Nel comitato, ci succede spesso di sentire questa frase: “Mi garantite al cento per cento che si tratta di un miracolo?”. La risposta è: “Assolutamente no.”
    Nonostante la serietà del nostro lavoro, il moltiplicarsi degli esami, la lunga durata dell’osservazione, un margine di incertezza persiste sempre. …
    Ugualmente oneste le parole del dottor André Trifaud, già professore presso la facoltà di Medicina a Marsiglia e membro, anch’egli, del CMIL:
    …”Il vocabolario delle conclusioni mediche cambia. Non si parla più di guarigioni “contrarie alle leggi naturali”. Esse divengono solo “inconsuete”, “imprevedibili”, “inspiegabili”….
    Oggi non ci sono più dubbi sul fatto che molte guarigioni spontanee dal cancro hanno origine naturale. […]
    Da bambino, mi hanno insegnato che il miracolo non può essere “costrittivo”.
    —–
    INOLTRE, i cercatori di sensazionalismo e miracoli ad ogni costo, pronti a sragionare pur di gridare “è tutto vero”, anche se le crescenti evidenze mostrano la falsità del fenomeno, quantomeno NON di natura soprannaturale(celeste), tengano a mente queste considerazioni di REALTà, riferite più avanti da M. Corvaglia:
    “….se da una guarigione che avvenisse a Medjugorje si traesse la conclusione che le apparizioni di Medjugorje sono vere, questa logica imporrebbe di comportarsi nello stesso modo di fronte a guarigioni simili che avvengono, ad esempio,in un contesto islamico o shintoista, in luoghi dove affluiscono molti malati.
    (seguono svariati esempi di guarigioni avvenute in luoghi ritenuti “miracolosi” in ambito ISLAMICO E SHINTOISTA):
    Una panoramica su singoli casi è fornita da Carlo A. Martigli nel suo saggio Miracolo (De Agostini, 2009).
    La scrittrice marocchina Leila Lahlou aveva un cancro al seno con metastasi ai polmoni. Si recò presso lo Zamzam, (fonte vicina alla Mecca) si riprese, poi peggiorò nuovamente, in seguito sognò Maometto che la guariva. La mattina dopo si sentiva bene. Quel che è certo è che è guarita in maniera inspiegabile per la scienza. Le testimonianze dei medici (francesi e belgi) sono riportate nel libro Fala Tansa Allah, pubblicato dalla stessa Lahlou nel 1987 [cfr. ivi, pp. 62-63]. …
    Nel 1997 un professore di Storia, Shaik Alì Vaeli, si ammala di tumore alla base del collo. Si reca a Londra, dove la diagnosi gli viene confermata. Disperato, inizia a pregare l’Imam Reza. La mattina seguente i medici inglesi verificano, sbalorditi, che il cancro è scomparso [cfr. ivi, pp. 72-73].

    h>>>//marcocorvaglia.com/medjugorje/in-cerca-di-miracoli.html
    ————————–
    dunque è ora che il cattolico di minimo buonsenso inizi a ragionare, lasciando ciarlare le rintronanti sirene medjugoriane (e i poveri illusi armati di cellulare, tutti affascinati dietro i neo-convertiti Brosio &C a filmare le danze del sole….) e a chiedersi:
    DA DOVE provengono le presunte numerose guarigioni inspiegate dalla scienza, e che NON VENGONO dal cielo, cioè dal Vero Dio ?

  123. Reginaldus scrive:

    e mentre i due commenti qui sopra languono nella quarantena, a chiusura del secondo, per sintetizzarlo con una immagine, dico che la Chiesa (vera) di Cristo (vero) non è uno dei tanti piazzisti sul mercato delle religioni!

  124. Reginaldus scrive:

    “i due commenti qui sopra ” ricordati… finiti nel cestino della… spazzatura censoria: LAW and ORDER! (teniamo tutti famiglia…)

  125. Reginaldus scrive:

    censuri censuri, Dott. Tornielli – lei che diceva che non censurava nessuno – e quello che non censura lo tenga a mollo, fino ad affogarlo (dopo tutto è lei il padrone di casa!)